brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2009/"

Transcript

1 brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco Classe 4M - Modulo 2 Classe 4M - Modulo 2 Appunti estemporanei illustrati durante le lezioni in laboratorio Pagina 1 di 3 Inviato: lun nov 22, :20 pm Re: Classe 4M - Modulo 2 QUERY Inviato: gio dic 09, :49 pm consentono: 1) Ordinamenti 2) Filtri SQL => linguaggio di interrogazione (structured Query language) SELECT * FROM studenti WHERE (((studenti.nominativo) Like "*" & [Che lettera cerchi?] & "*")) ORDER BY studenti.natoil DESC; Interfaccia => come l'applicazione comunica con l'utente => viene eseguita sul client. L'interfaccia per eccellenza è quella WEB Tra client e server piccole stringhe di testo consentono di richiedere dei dati (utile nel caso di linee lente) Quando non ho un dbserver ma utilizzo un file mdb in rete la comunicazione tra Client (dove ho un'applicazione in access) e il file server FS (dove risiedono i dati) risulta molto lenta (grosse porzioni di file dati vengono trasferite dal FS alla memoria ram del client). Ecco perchè in accesso multiutente access diventa inusabile con 3/4 client contemporanei. I db diventano utili solo in cfg multiuser. I db server forniscono interfacce testuali. Perchè? (spiegato) Durante i periodi di inattività i DB server continuano ad aggiornare le strutture dati(indici) per aumentare le performance di ricerca I db server si occupano solo della gestione dell'archivio - Il frontend (interfaccia) demandata ad un applicativo installato in locale sul client oppure su una pagina web (web application) - Mostrata applicazione foglio elettronico su google. Vantaggi applicazione WEB: - centralità della gestione - reperibile ovunque senza alcuna installazione - upgrade senza che sia necessaria la presenza di un pirotecnico presso le stazioni client.

2 ---- accesso ai db server mediante password 13/12/ Classe 4M - Modulo 2 Obiettivo delle Qry: 1) Filtra le colonne 2) Filtra le righe 3) Ordina Inviato: lun dic 13, :02 pm Ordinamenti su + campi vengono interpretati nell'interfaccia grafica da sinistra a destra Talvolta gli ordinamenti richiesti non coincidono con l'ordine delle colonne: gioco sulla casella mostra (nella maschera di disegno delle query) SELECT Tbl_Libri.idLibro, Tbl_Libri.Prezzo, Tbl_Libri.Titolo FROM Tbl_Libri ORDER BY Tbl_Libri.Titolo, Tbl_Libri.Prezzo; equivale a (tolgo il nome della tabella) - Nelle qry a una sola tabella posso eliminare il nome della tabella nei campi SELECT idlibro, Prezzo, Titolo FROM Tbl_Libri ORDER BY Titolo, Prezzo; SQL non è case sensitive Le Query possono essere salvate => possono essere usate in altre query SELECT * FrOm CLIENTI => qualsiasi campo della tabella CLIENTI => e' come se aprissi la tabella clienti SELECT Clienti.* FROM Clienti; LE QUERY DI SELEZIONE IN SQL => quelle che iniziano con select SELECT [Ragione Sociale] FROM CLIENTI => elenco delle sole ragioni sociali SELECT [Ragione Sociale] AS [Nome Azienda] FROM CLIENTI => rinomino la colonna nella visualizzazione della Qry Nell'interfaccia grafica devo inserire i : tra il nome del campo e il nome

3 che voglio visualizzare Se metto un nome non presente nei campi delle tabelle coinvolte access mi chiede di valorizzarlo (si comporta come una variabile) e lo visualizza nella query se richiesto Scrivere così SELECT Clienti.TXTRagSoc AS [Nome Azienda] FROM Clienti WHERE (((Clienti.IdCliente)=[dammi il codice?])); è diverso da: SELECT Clienti.TXTRagSoc AS [Nome Azienda] FROM Clienti WHERE (((Clienti.IdCliente)="Dammi il codice")); Nel secondo caso viene cercata una azienda con codice: "Dammi il codice" Nel primo esempio invece Access immagina che [dammi il codice?] sia un campo di clienti - non è così e quindi chiede di valorizzarlo - il valore digitato viene poi usato nella clausola WHERE e quindi se digito 1 estraggo il cliente con IDCliente=1 16/12/2010 Classe 4M - Modulo 2 - Illustrato lo schema client server (Client - DBServer) - Vantaggi Inviato: gio dic 16, :47 pm velocità nella trasmissione (solo piccoli comandi testuali SQL) e velocità nelle ricerche (il db nei tempi morti è continuamente indicizzato). L'usabilità dell'applicativo è alta poichè l'interfaccia è demandata all'applicazione installata sul client - Nello schema fileserver (mdb in rete) ho il transito di porzioni di file che => lo scadimento delle performance dopo 4/4 utenti contemporanei DB Server => rispondono a comandi SQL - Hanno un livello di autenticazione basato su criteri User/password mdb => estensione del file di access

4 N 16/12/2010 OPERATORI DI CONFRONTO < <= > >= <> (diverso) = NomeCampo >12 ID<>29 ID=29 solo i record con condizione a TRUE verranno visualizzate OPERATORI LOGICI AND (ed anche) OR (oppure) NOT appartenenza all'interno di un intervallo fatturato <100 and fatturato> 10 => intervallo (10,100) fatturato <=100 and fatturato>= 10 >= intervallo [10,100] non appartenenza all'interno di un intervallo fatturato >=100 or fatturato<= 10 => intervallo (10,100) fatturato >100 or fatturato< 10 => non appartiene all'intervallo [10,100] not (fatturato <100 and fatturato> 10) => non appartiene all'intervallo [10,100] algebra booleana => insieme di operatori, simboli ed assiomi che definiscono le regole di utilizzo dei simboli stessi A OR B => vera se almeno una delle due condizioni A o B è vera A AND B => vera se tutte le condizioni A o B sono vere 1+2x4 => la moltiplica ha precedenza sulla somma => and ha precedenza su OR A OR B AND C => prima risolvo B AND C (A OR B) AND C => prima risolvo A OR B Nelle Qry i decimali vanno separati con. esempio In generale in SQL il confronto testuale non è case sensitive Cognome="Sechi" Cognome="SeCHi" sono = SELECT * FROM CLIENTI WHERE (DATAREG >= #05/12/2001#) => 12 maggio 2001 arrivato esempio 9 17/12/2010: Classe 4M - Modulo 2 Inviato: ven dic 17, :58 pm

5 like usabile solo con le stringhe SELECT RagSoc FROM Clienti WHERE RagSoc like "A*" => aziende con ragione sociale che inizia per A SELECT RagSoc FROM Clienti WHERE RagSoc like "*A" => aziende con ragione sociale che finisce per A SELECT RagSoc FROM Clienti WHERE RagSoc like "*A*" => aziende con ragione sociale che contiene A NEI DB SERVER HO: SELECT RagSoc FROM Clienti WHERE RagSoc like "A%" => aziende con ragione sociale che inizia per A SELECT RagSoc FROM Clienti WHERE RagSoc like "%A" => aziende con ragione sociale che finisce per A SELECT RagSoc FROM Clienti WHERE RagSoc like "%A%" => aziende con ragione sociale che contiene A 1+2=3 "1" & "2" => "12" select COGNOME & " " & NOME AS NOMINATIVO FROM STUDENTI => provate per credere Quando una tabella è aperta in struttura tutte le qry vengono bloccate. (tipico negli accessi multiutente) SELECT COUNT(*) AS NR FROM clienti; SELECT SUM(reddito) FROM Studenti => somma di tutti i redditi SELECT AVG(reddito) FROM Studenti => media reddito di tutti gli studenti SELECT MAX(reddito) FROM Studenti WHERE PROV="BS" => massimo reddito di tutti gli studenti di BS SELECT Min(NatoIL) FROM STUDENTI => data di nascita dello studente + vecchio SELECT Clienti.Provincia, Count(*) AS nr FROM Clienti GROUP BY Clienti.Provincia; TOTALE FATTURATO PER PROV SELECT Clienti.Provincia, sum(fatture) AS Totale FROM Clienti GROUP BY Clienti.Provincia; 20/12/2010: Classe 4M - Modulo 2 Elenco dei clienti bergamaschi o bresciani il cui fatturato supera i 500 euro e sono stati inseriti nel db dopo il 31/12/1990 (prov='bs' OR Prov='BG') AND (Fatturato>500) AND (RegistratoIl>#12/31/1990#) Elenco di tutti i clienti bresciani oppure bergamaschi il cui fatturato Inviato: lun dic 20, :41 am

6 supera i 500 euro e sono stati inseriti nel db dopo il 31/12/1990 prov='bs' OR Prov='BG' AND (Fatturato>500) AND (RegistratoIl>#12/31/1990#) SELECT Format(RegistratoIl,"dddd") AS ggweek, Count(CLIENTI.IdCliente) AS ConteggioDiIdCliente FROM CLIENTI GROUP BY Format(RegistratoIl,"dddd"), Weekday([RegistratoIl]) ORDER BY Weekday([RegistratoIl]); Immagino=> mese => di vendita regione =>del cliente SELECT Regione, Mese, Sum(ImportoFattura) AS FATTURATO FROM Clienti Group BY Regione, Mese Il group by multiplo elimina i duplicati sulle coppie (Regione, Mese) e su ogni riga raggruppata calcola la statistica richiesta Regione, Mese, ImportoFattura Lombardia, 12,1200 Lombardia, 1,100 Lazio, 12,2010 Lombardia, 12,2019 le righe raggruppate saranno solo la prima e l'ultima 13/1/ Classe 4M - Modulo 2 ALT + CodiceAscii sul tastierino numerico => scrive il carattere con quel codice ascii seguite questo schema e poi compilate i campi/tabelle necessari SELECT FROM WHERE ORDER BY SELECT * FROM STUDENTI ORDER BY [ID CLASSE], NOMINATIVO Inviato: gio gen 13, :57 pm SELECT NOMINATIVO, [ID CLASSE] FROM STUDENTI ORDER BY [ID CLASSE], NOMINATIVO SELECT * FROM STUDENTI WHERE PROV="BS" OR PROV="BG" AND DataDiNascita<=#01/18/1980#

7 OPPURE SELECT * FROM STUDENTI WHERE PROV="BS" OR (PROV="BG" AND DataDiNascita<=#01/18/1980#) select min(datadinascita) AS DelPiuVecchio, max(datadinascita) AS DelPiuGiovane FROM STUDENTI SELECT * FROM STUDENTI WHERE NOMINATIVO LIKE [Dammi la lettera iniziale] & "*" Se fosse: "contiene la lettera... " SELECT * FROM STUDENTI WHERE NOMINATIVO LIKE "*" & [Dammi la lettera contenuta] & "*" SELECT * FROM STUDENTI WHERE (PROV="bs" OR PROV="TN") AND DataDiNascita<=#02/23/1980# SELECT * FROM STUDENTI WHERE DataDiNascita>=#01/01/1980# AND DataDiNascita<=#12/31/1980# oppure SELECT * FROM STUDENTI WHERE YEAR(DataDiNascita)=1980 SELECT COUNT(*) AS NR FROM STUDENTI WHERE [ID CLASSE]="3A" se fosse stato: elenco classi con nr studenti SELECT [ID CLASSE], COUNT(*) AS NR FROM STUDENTI GROUP BY [ID CLASSE] nr totale di studenti in archivio SELECT COUNT(*) AS NR FROM STUDENTI SELECT * FROM NOMINATIVO WHERE TRIM(Nominativo) LIKE "*" & [Dammi la lettera Finale] SELECT YEAR(DataDiNascita) AS ANNO, Count(*) AS NR FROM STUDENTI GROUP BY YEAR (DataDiNascita) Nr studenti per iniziale SELECT LEFT(Nominativo,1) AS INIZIALE, COUNT(*) AS NR FROM STUDENTI GROUP BY LEFT(Nominativo,1) Nr clienti per iniziale SELECT Left([Rag soc],1) AS iniziale, Count(*) AS nr FROM Clienti GROUP BY Left([Rag soc],1);

8 Il nr di caratteri usato per tutti i nominativi presenti SELECT SUM(LEN(Nominativo)) FROM STUDENTI Distribuzione dei nominativi per la lunghezza di caratteri SELECT LEN(Nominativo), COUNT(*) AS NR FROM STUDENTI Studenti dove il nominativo presenta una lettera A in 2 posizione SELECT * FROM STUDENTI WHERE MID(Nominativo,2,1) ="A" GROUPY BY LEN(Nominativo) 14/01/ Classe 4M - Modulo 2 instrrev => RESTITUISCE LA POSIZIONE DELL'ULTIMA OCCORRENZA 0 SE NON TROVA LA STRINGA Inviato: ven gen 14, :56 pm Instr("Questa è una frase fraintesa", "fra") ==> 14 InstrRev("Questa è una frase fraintesa", "fra") ==> 20 Instr("Questa è una frase fraintesa", "q") ==> 1 Instr("Questa è una frase fraintesa", "cucucuc") ==> 0 InstrRev("Questa è una frase fraintesa", "cucucuc") ==> 0 select * from studenti where INSTR(nOMINATIVO,"a")=0 select * FROM Studenti WHERE INSTR(Nominativo,"a")=0 => studenti il cui nominativo non contiene la lettera a equivale a SELECT * FROM STUDENTI WHERE NOT (Nominativo like "*a*") Rendo maiuscola solo la lettera iniziale ucase(left(nome,1)) & lcase(mid(nome,2)) Esportazione file a larghezza fissa. esempio i primi 20 char => Nominativo - dal 21 al 25 la classe immaginiamo che nominativo abbia una lunghezza <=20 e classe <=5 Nominativo & space(20-len(nominativo)) => aggiungo degli spazi finali Classe & space(5-len(classe)) => aggiungo degli spazi finali STRING(N," ")=space(" ") SELECT REPLACE(Nominativo," ","") AS NOMINATIVOSENZASPAZI FROM STUDENTI Nominativi non composti da cognomi o nomi di + parole SELECT * FROM STUDENTI WHERE LEN(REPLACE(Nominativo," ",""))=(LEN(NOMINATIVO)-1) #1/1/1980#1 non è confrontabile con "1 gennaio 1980"

9 Cstr(1.002) ok Cstr(1,002) => errore la, è interpretata come separatore di argomento 17/1/2011: Classe 4M - Modulo 2 08:00 -> 12:00 => 1/6 Inviato: lun gen 17, :02 pm riprendere dall'esempio spiegare la differenza tra i due comandi print format(now(),"dddd, d mmmm yyyy \n\n\n hh.nn.ss") print format(now(),"dddd, d mmmm yyyy nnn hh.nn.ss") Il group BY deve avere i campi presenti nella clausola select e order BY SELECT FORMAT(NAtoIl,"dddd"),Count(*) AS NR FROM STUDENTI GROUP BY FORMAT(NAtoIl,"dddd"), WEEKDAY(NatoIL) ORDER BY WEEKDAY(NatoIL) Distribuzione delle vendite per mese SELECT FORMAT(DataFattura,"mmmm"),Sum(ImportoFattura) AS Importo FROM Fatture GROUP BY FORMAT(DataFattura,"mmmm"), Month(DataFattura) ORDER BY Month(DataFattura) Fornire un comando SQL che partendo dal codice fiscale di un maschietto estrae la data effettiva di nascita if => permette di implementare la capacità di selezione di una persona all'interno di un dispositivo informatico Null non è zero o "" ma indica uno stato di non avvenuta inizializzazione SELECT Nominativo, AVG(Voto) FROM Interrogazioni GROUP BY Nominativo WHERE IsNumeric(Voto) nr secondi trascorsi dall'inizio della giornata fino ad adesso? SELECT... FROM Prodotti, RigheFatture WHERE Prodotti.idProdotto=RigheFatture.idProdotto ORDER BY 20/1/ Classe 4M - Modulo 2 Inviato: gio gen 20, :49 pm

10 1 esempio (posso usare time() o now()) hour(now())*60*60*24+minute(now())*60+second(now()) =>nr secondi dall'inizio della giornata SCHMRC64A03A111B ASC(mid(codfisc,9,1)) => sigla mese ASC(mid(codfisc,9,1))-ASC("A")+1 => nr mese Format(ASC(mid(codfisc,9,1))-ASC("A")+1,"00") => sigla numerica mese 01 => gennaio... mid(codfisc,10,2) & "/" &... & "/" & mid(codfisc,7,2) AS NatoIl soluzione non richiesta function Estraimese(siglaMese) if (siglamese="a") then EstraiMese="gennaio" elseif (siglamese="b") then EstraiMese="febbraio" elseif (siglamese="t") then EstraiMese="Dicembre" else EstraiMese="???????" end function A gennaio B febbraio C marzo D aprile E maggio H giugno L Luglio M Agosto P Settembre R Ottobre S novembre T dicembre Stringa="ABCDEHLMPRST" Instr("ABCDEHLMPRST",mid(codfisc,9,1) => trovo la posizione della sigla mese che coincide con il progressivo del mese Format(Instr("ABCDEHLMPRST",mid(codfisc,9,1)),"00") Nelle qry di conteggio con una tabella slave occorre usare sum(iif(condizione su campo slave,0,1)) poichè tutti i record della tabella master appaiono comunque almeno una volta (con campo slave nullo) le tabelle slave sono le proprietà (multiple) di un record della tabella master le direct join => usate per valutare chi ha queste caratteristiche (usano group by) le left join => usate per valutare chi non ha queste caratteristiche (usano un test is null)

11 statistiche su tutti i record della tabella master => left join con uso di iif+isnull per correggere errori derivanti dati campi null sulla tabella slave se il record master non ha alcuna di quelle proprietà (descritte dalla slave) -- 20/1/2011 4N riprendere da qui A gennaio B febbraio C marzo D aprile E maggio H giugno L Luglio M Agosto P Settembre R Ottobre S novembre T dicembre Stringa="ABCDEHLMPRST" Format(Instr("ABCDEHLMPRST",mid(codfisc,9,1)),"00") nojoin => usate per statistiche incrociate a due parametri Powered by phpbb 2000, 2002, 2005, 2007 phpbb Group Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ] Pagina 1 di 3

12 brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco Classe 4M - Modulo 2 21/1/2011: Classe 4M - Modulo 2 Eser 4.1 fino alla H per sabato 29/1 Pagina 2 di 3 Inviato: ven gen 21, :58 pm CREATE => query utilizzata negli script di setup NO Drop Index 24/1/2011: Classe 4M - Modulo 2 Eser 4.1 fino alla H Inviato: lun gen 24, :01 pm CREATE => query utilizzata negli script di setup NO Drop Index -- fino alle qry di alterazione 4M 21/1/2011 no join => costruisco tutte le possibili combinazioni (COPPIE) TRA DUE TABELLE Le applicazioni WIN sono oggetti programmabili (l'interfaccia grafica usa questo linguaggio per operare sul motore ole) SELECT UCASE(Left(Ita,1)) AS Lettera FROM Vocabolario WHERE ( Asc(UCase(Left(Ita,1)))<=Asc('Z') And Asc(UCase(Left(Ita,1)))>=Asc('A') ) GROUP BY UCASE(Left(Ita,1)) ORDER BY UCASE(Left(Ita,1)) tolgo la clausola where SELECT UCASE(Left(Ita,1)) AS Lettera FROM Vocabolario GROUP BY UCASE(Left(Ita,1)) ORDER BY UCASE(Left(Ita,1)) "A" < "a" => relativa alle posizioni nella tabella ASCII => 256 simboli => corrispondenti a combinazioni di 8 bit "É" = "E" in Access ASC("É") <> ASC("E")

13 ASC(Lettera)<=Asc("Z") AND ASC(Lettera)>=Asc("A") => lettere maiuscole ASC(Lettera)<=Asc("z") AND ASC(Lettera)>=Asc("a") => lettere minuscole UCASE(ASC(Lettera))<=Asc("Z") AND UCASE(ASC(Lettera))>=Asc("A") => lettere alfabetiche (ninuscole/maiuscole) escluse le accentate LCASE(ASC(Lettera))<=Asc("z") AND LASE(ASC(Lettera))>=Asc("a") => lettere alfabetiche (ninuscole/maiuscole) escluse le accentate Lettera<="Z" AND Lettera>="A" => lettere alfabetica (maiuscolo /minuscolo) + accentate UPDATE Prodotti SET Prezzo=Prezzo*1,1 => aumento dei prezzi del 10% Le Qry UNION senza ALL sono + lente. 27/1/ Classe 4M - Modulo 2 Le Qry UNION senza ALL sono + lente poichè richiedono una ricerca Aggiorno a fine anno la classe UPDATE STUDENTI SET Classe='5N' WHERE Promosso=true and classe='4n' AND Ritirato=false elenco degli studenti del leonardo SELECT * FROM STUDENTI WHERE CLASSE = SOME (SELECT CLASSE FROM Classi WHERE NomeScuola='leonardo') SELECT * FROM Vocabolario WHERE (Italiana Like "*AGENT*") OR (Spagnolo Like "*AGENT*") OR (Tedesco Like "*AGENT*") OR (Inglese Like "*AGENT*") OR (Olandese Like "*AGENT*") OR (Francese Like "*AGENT*") La ricerca è sequenziale Con un indice fulltext (non esistono in ACCESS) la ricerca trasversale su + campi è indicizzata (veloce) Le tabelle pivot => mettono in relazione 2 grandezze in una modalità di tipo tabellare => risultano + leggibili rispetto ad una qry di raggruppamento rispetto alle due voci che appaiono sulle righe e sulle Inviato: gio gen 27, :43 pm colonne entro il 6/2/2011 alle ore bisogna pubblicare le soluzioni mediante upload nel registro.

14 Sono ammesse soluzioni sia in access 2010, 2007, 2003 e XP come OpenBase 3.2. Per diminuire le dimensioni del file eliminare dopo aver creato le soluzioni quasi tutti i record del vocabolario e compattare il file 28/1/ Classe 4M - Modulo 2 ESER 4.1.b SELECT SUM(Len(ITA)) AS NRCaratteri ; ESER 4.1.c SELECT SUM(Len(trim(ITA))) AS NRCaratteriSenzaSpaziInizFinali ; ESER 4.1.c1 SELECT SUM(Len(replace(ITA," ",""))) AS NRCaratteriSenzaSpazi ; ESER 4.1.d SELECT Left(ITA,1) AS Iniziali, count(*) AS NRParole WHERE ASC(UCASE( left(ita,1)))<=asc('z') AND ASC(UCASE( Inviato: ven gen 28, :49 pm left(ita,1)))>=asc('a') GROUP BY Left(ITA,1) ESER 4.1.e SELECT Right(ITA,1) AS Finali, count(*) AS NRParole WHERE ASC(UCASE( Right(ITA,1)))<=ASC('Z') AND ASC(UCASE( right(ita,1)))>=asc('a') GROUP BY right(ita,1) ESER 4.1.f SELECT Right(ITA,1) AS lettera, count(*) AS NRParole WHERE left(ita,1)=right(ita,1) and ASC(UCASE( Right(ITA,1)))<=ASC('Z') AND ASC(UCASE( right(ita,1)))>=asc('a') GROUP BY right(ita,1) oppure SELECT Left(ITA,1) AS lettera, count(*) AS NRParole WHERE left(ita,1)=right(ita,1) and ASC(UCASE( Right(ITA,1)))<=ASC('Z') AND ASC(UCASE( right(ita,1)))>=asc('a') GROUP BY left(ita,1) ESER 4.1.g SELECT Len(ITA) AS Lunghezze, COUNT(*) AS NrParole GROUP BY Len(ITA);

15 con raggruppamento dopo 25 char SELECT iif(len(ita)>25,">25",len(ita)) AS Lunghezze, COUNT(*) AS NrParole GROUP BY iif(len(ita)>25,">25",len(ita)), iif(len(ita)>25,26,len(ita)) ORDER BY iif(len(ita)>25,26,len(ita)) ESER 4.1.h SELECT sum(len(ita)-len(replace(ita,"a",""))) AS NRLettereA Re: Classe 4M - Modulo 2 Ricordarsi che nel 2 modulo viene ancora chiesta la parte relativa ai files a larghezza fissa e delimitata!! (non è richiesta la parte pratica) --- Inviato: lun feb 07, :55 pm 7/2/ Classe 4M - Modulo 2 f1 Soluzione 1 Sintatticamente è corretta ma Access non riesce ad eseguirla poichè non ammette formule nel legame di left join Questo tipo di soluzione è per me corretta poichè rispetta le regole di costruzioni generali delle left join nell'sql Standard - SELECT Lettera,,Count(*) AS NR FROM Vocabolario Alfabeto LEFT JOIN VOCABOLARIO ON Left(ita,1)=lettera WHERE LEFT(Ita,1)=right(Ita,1) GROUP BY LEFT(Ita,1) Soluzione 2 Con l'uso di una sottoquery SottoQuery QryNrParoleConInizComeFinali: SELECT Left(ita,1) AS INIZIALE FROM Vocabolario WHERE (((Left([Ita],1))=Right([Ita],1))); Inviato: lun feb 07, :00 pm Qry Principale SELECT Alfabeto.Lettera, SUM(iif(isnull(Iniziale),0,1)) AS Nr FROM Alfabeto LEFT JOIN QryNrParoleConInizComeFinali ON Alfabeto.Lettera = QryNrParoleConInizComeFinali.INIZIALE GROUP BY Alfabeto.Lettera; Attenzione non usate COUNT(*) poichè nel conteggio include anche le linee a null. Provate questa query: SELECT Alfabeto.Lettera, COUNT(*) AS Nr FROM Alfabeto LEFT JOIN QryNrParoleConInizComeFinali ON Alfabeto.Lettera = QryNrParoleConInizComeFinali.INIZIALE

16 GROUP BY Alfabeto.Lettera; h1 SELECT 'A' AS Lett, sum(len(ita)-len(replace(ita,"a",""))) AS NRLettere UNION SELECT 'B', sum(len(ita)-len(replace(ita,"b",""))) AS NRLettere... UNION SELECT 'Z', sum(len(ita)-len(replace(ita,"z",""))) AS NRLettere oppure SELECT Alfabeto.Lettera, sum(iif(isnull(iniziale),0,1)) AS NR FROM Alfabeto LEFT JOIN SottoQuery ON Alfabeto.Lettera = SottoQuery.INIZIALE GROUP BY lettera ORDER BY Alfabeto.Lettera Calciatori b) SELECT Nominativo, COUNT(*) as NR WHERE FORMAZIONI.IDFORMAZIONE=MARCATURE.IDFORMAZIONE AND FORMAZIONI.IDCALCIATORE=CALCIATORI.IDCALCIATORE AND AUTOGOL=false GROUP BY Nominativo ORDER BY COUNT(*) DESC c) suggerimenti Durata contratto in gg CLNG(AllaData) - CLNG(DallaData) => Nr giorni Nr GG nella stessa squadra di un giocatore SELECT SUM(CLNG(AllaData) - CLNG(DallaData)) FROM FORMAZIONI GROUP BY IDCalciatore,Squadra l) Elenco degli ID che hanno giocato nel BS (sottoquery: QryGiocatoriDelBS) SELECT Calciatori.IDCalciatore FROM Calciatori, Formazioni WHERE Formazioni.Idcalciatore=Calciatori.IdCalciatore AND NomeSquadra='Brescia' GROUP BY Calciatori.IDCalciatore SELECT * FROM CALCIATORI WHERE IDCalciatori NOT IN (SELECT Calciatori.IDCalciatore FROM Calciatori, Formazioni WHERE Formazioni.Idcalciatore=Calciatori.IdCalciatore AND NomeSquadra='Brescia' GROUP BY Calciatori.IDCalciatore) g) 1 Modo SELECT * FROM CLUB WHERE NomeSquadra NOT IN (SELECT NomeSquadra FROM Iscrizioni WHERE

17 Anno=' ') 2 Modo: Creo la SottoQry: Squadre = SELECT NomeSquadra FROM Iscrizioni WHERE Anno=' ' SELECT * FROM CLUB LEFT JOIN Squadre ON Club.NomeSquadra=Squadre NomeSquadra WHERE Squadre NomeSquadra Is Null 11/2/ Classe 4M - Modulo 2 SOLUZIONI 1 INTERROGAZIONE Elenco Coppie sposate che non risultano divorziate SELECT NomeUomo,NomeDOnna FROM UOMINI,DONNE, MATRIMONI WHERE UOMINI.ID=Matrimoni.IDUomo AND DONNE.ID=Matrimoni.IDDonna AND IsNull(Matrimoni.DivorziatoIl) Inviato: ven feb 11, :09 pm Elenco dei nomi di donna con a fianco il nr di matrimoni (comprese anche quelle nubili) SELECT NomeDonna,SUM(iif(isnull(sposatiIl),0,1) FROM DONNE LEFT JOIN MAtRIMONI ON DONNE.ID=Matrimoni.IDDonna GROUP BY NomeDonna 17/02/ Classe 4M - Modulo 2 DELETE * FROM Libri WHERE Genere="Storia" and instr(titolo,"b")>0 SELECT Titolo, Nominativo, Prestato il FROM Libri, Utenti, prestiti WHERE Libri.idlibro=prestiti.idlibro AND Utenti.idUtente=Prestiti.idutente SELECT * FROM LIBRI WHERE IDLibro NOT IN (SELECT IDLIBRO FROM Prestiti WHERE MONTH(PrestatoIl)=2) Inviato: gio feb 17, :11 am 17/02/ Classe 4M - Modulo 2 SOLUZIONI 2 INTERROGAZIONE: Elenco dei libri da segare che hanno a che fare con la storia e contengono la lettera B nel titolo DELETE * FROM Libri WHERE Genere="Storia" and instr(titolo,"b")>0 oppure DELETE * FROM Libri WHERE Genere="Storia" and not (titolo like "*B*") Elenco dei prestiti con i campi in chiaro SELECT Titolo, Nominativo, Prestato il FROM Libri, Utenti, prestiti WHERE Libri.idlibro=prestiti.idlibro AND Utenti.idUtente=Prestiti.idutente Inviato: gio feb 17, :00 pm

18 Libri mai prestati in febbraio SELECT * FROM LIBRI WHERE IDLibro NOT IN (SELECT IDLIBRO FROM Prestiti WHERE MONTH(PrestatoIl)=2) Nr libri prestati per gg della settimana SELECT FORMAT(prestatoil,"gggg"),count(*) AS NR FROM PRESTITI GROUP BY FORMAT(prestatoil,"gggg"),WEEKDAY(PrestatoIl) Re: Classe 4M - Modulo 2 SOLUZIONI 3 INTERROGAZIONI Elenco degli studenti mai interrogati in mate Inviato: ven feb 18, :22 pm SELECT * FROM STUDENTI WHERE IDSTUD NOT IN (SELECT IDSTUD FROM INTERROGAZIONI,MATERIE WHERE INTERROGAZIONI.IDMATERIA=MATERIA.IDMATERIA AND MATERIA="MATE") Media dei voti per ogni studente interrogato SELECT NOMINATIVO, AVG(VOTO) FROM STUDENTI, INTERROGAZIONI WHERE STUDENTI.IDSTUD=INTERROGAZIONI.IDSTUD GROUP BY NOMINATIVO Nr Interrogazioni di tutti gli studente SELECT NOMINATIVO, SUM(IIF(ISNULL(Voto),0,1))) AS NRINT FROM STUDENTI LEFT JOIN INTERROGAZIONI ON STUDENTI.IDSTUD=INTERROGAZIONI.IDSTUD GROUP BY NOMINATIVO Eliminare stud nati di domenica in febb o aprile DELETE FROM STUDENTI WHERE FORMAT(NatoIl,"ggg")="Dom" AND (FORMAT(NatoIl,"mmm")="Feb" OR FORMAT(NatoIl,"mmm")="APR") Elenco su una colonna di tutti i nominativi di BS o MI SELECT Nominativo FROM STUDENTIBS UNION SELECT Nominativo FROM STUDENTIMI Powered by phpbb 2000, 2002, 2005, 2007 phpbb Group Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ] Pagina 2 di 3

19 brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco Classe 4M - Modulo 2 Re: Classe 4M - Modulo 2 SOLUZIONI 4 INTERROGAZIONE Pagina 3 di 3 Inviato: lun feb 21, :40 am Accodo i clienti esteri in clienti (1) INSERT INTO Clienti (RagSOC, Indirizzo, CAP) SELECT RagSOC, Indirizzo, CAP INTO CLIENTI FROM CLIENTIESTERI Creazione CC (2) CREATE TABLE CC ( IDCC COUNTER CONSTRAINT IdCC PRIMARY KEY, IDCLI LONG CONSTRAINT IDCLI NOT NULL, ACCESOIL DATETIME, BANCA TEXT(16) ) Ammontare dei versamenti per mese (1) SELECT FORMAT(DataOP,"mmmm"),SUM(Importo) FROM MOVIMENTI WHERE TipoOP="PRELIEVI" GROUP BY FORMAT(DataOP,"mmmm"), MONTH(DataOP), TipoOP Clienti che non hanno mai effettuato versamenti (2) SELECT RagSOC FROM CLIENTI WHERE IDCLI NOT IN (SELECT IDCLI FROM MOVIMENTI, CC WHERE MOVIMENTI.IDCC=CC.IDCC) Inserire record (1) INSERT INTO CLIENTI (RagSoc,Indir,CAP) VALUES ("Rossi SPA","Via Di Qua,2","00291") Nr di prelievi per cliente che ha effettuato almeno un prelievo (deve comparire la Rag. Soc.) SELECT RagSoc, COUNT(*) FROM Clienti,CC,Movimenti WHERE Clienti.IDCLI=CC.IDCLI AND CC.IDCC=Movimenti.ICC AND TipoOP="PRELIEVI" GROUP BY RagSOC Powered by phpbb 2000, 2002, 2005, 2007 phpbb Group Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ] Pagina 3 di 3

Logout [ e01692 ] FAQ Cerca Iscritti Pannello di Controllo Utente. Ultimo accesso: ieri, 8:07 Oggi è 07/04/2009, 9:44

Logout [ e01692 ] FAQ Cerca Iscritti Pannello di Controllo Utente. Ultimo accesso: ieri, 8:07 Oggi è 07/04/2009, 9:44 lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco Logout [ e01692 ] FAQ Cerca Iscritti Pannello di Controllo Utente Ultimo accesso: ieri, 8:07 Oggi è 07/04/2009, 9:44 Messaggi senza risposta Argomenti

Dettagli

BRESCIANET.COM Sito didattico - Prof. Sechi Marco Passa al contenuto

BRESCIANET.COM Sito didattico - Prof. Sechi Marco Passa al contenuto BRESCIANET.COM Sito didattico - Prof. Sechi Marco Passa al contenuto Cerca Ricerca avanzata [ Pannello di Controllo Moderatore ] Cerca MODULO 2 - Classe 4N Rispondi al messaggio Cerca qui 11 messaggi Pagina

Dettagli

lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco 4M - Modulo 2 Vai a 1, 2 Successivo Appunti illustrati durante le lezioni

lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco 4M - Modulo 2 Vai a 1, 2 Successivo Appunti illustrati durante le lezioni lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco FAQ Cerca Lista utenti Gruppi Profilo Non ci sono nuovi messaggi Log out [ ] 4M - Modulo 2 Vai a 1, 2 Successivo Indice del forum -> Classe 4M - 2

Dettagli

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R:

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Si consiglia di creare il data base, inserire i dati nelle tabelle, provare

Dettagli

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 9: Query Maschere Report. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 9: Query Maschere Report. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 9: Query Maschere Report Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Le QUERY 2 Che cos è una Query? Una Query rappresenta uno strumento per interrogare un database.

Dettagli

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

SQL -DDL. FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza)

SQL -DDL. FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza) 26/03/2013 SQL SQL -DDL Esercizio 4.3 Dare le definizioni SQL delle tre tabelle FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza) rappresentando

Dettagli

Il linguaggio SQL. è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali.

Il linguaggio SQL. è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali. (Structured Query Language) : Il linguaggio è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali. prima versione IBM alla fine degli anni '70 per un prototipo di ricerca (System

Dettagli

Il linguaggio SQL e Access

Il linguaggio SQL e Access Il linguaggio SQL e Access 1 Linguaggio SQL Caratteristiche generali L SQL (structured query language) è un linguaggio utilizzato per definire, gestire, controllare e reperire dati di un DBMS; prevede

Dettagli

Un record è un'istanza di una tabella. Pensando alla tabella alunni ogni singolo studente è un record Il cognome rappresenta un campo.

Un record è un'istanza di una tabella. Pensando alla tabella alunni ogni singolo studente è un record Il cognome rappresenta un campo. lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco FAQ Cerca Lista degli utenti Gruppi utenti Profilo Non ci sono nuovi messaggi Logout [ ] Appunti 1 Modulo - 4N Indice del forum -> Classe 4N - 1 Modulo

Dettagli

ESEMPI DI QUERY SQL. Esempi di Query SQL Michele Batocchi AS 2012/2013 Pagina 1 di 7

ESEMPI DI QUERY SQL. Esempi di Query SQL Michele Batocchi AS 2012/2013 Pagina 1 di 7 ESEMPI DI QUERY SQL Dati di esempio... 2 Query su una sola tabella... 2 Esempio 1 (Ordinamento)... 2 Esempio 2 (Scelta di alcune colonne)... 3 Esempio 3 (Condizioni sui dati)... 3 Esempio 4 (Condizioni

Dettagli

PHP e Structured Query Language

PHP e Structured Query Language Esercitazioni del corso di Tecnologie per la Comunicazione Aziendale PHP e Structured Query Language Marco Loregian loregian@disco.unimib.it www.siti.disco.unimib.it/didattica/tca2008 Interrogazioni (ripasso)

Dettagli

I comandi del linguaggio DDL (Data Definition Language): CREATE E ALTER

I comandi del linguaggio DDL (Data Definition Language): CREATE E ALTER Caratteristiche generali del linguaggio SQL Il linguaggio SQL è il linguaggio usato per la gestione dei database relazionali, cioè dei database creati con un DBMS di tipo relazionale. Esso nacque nella

Dettagli

Dispensa di database Access

Dispensa di database Access Dispensa di database Access Indice: Database come tabelle; fogli di lavoro e tabelle...2 Database con più tabelle; relazioni tra tabelle...2 Motore di database, complessità di un database; concetto di

Dettagli

Introduzione ad SQL. 1. Introduzione. 2. Gli operatori. 3. Istruzione SELECT. 4. Istruzione INSERT. 5. Istruzione UPDATE. 6.

Introduzione ad SQL. 1. Introduzione. 2. Gli operatori. 3. Istruzione SELECT. 4. Istruzione INSERT. 5. Istruzione UPDATE. 6. Introduzione ad SQL Guida a cura di Rio Chierego 1. Introduzione 2. Gli operatori 3. Istruzione SELECT 4. Istruzione INSERT 5. Istruzione UPDATE 6. Istruzione DELETE 7. Istruzione CREATE, ALTER e DROP

Dettagli

SOLUZIONI COMMENTATE

SOLUZIONI COMMENTATE Nel database Biblioteca vi sono le seguenti tabelle: SOLUZIONI COMMENTATE Utenti := < id, nome, cognome, indirizzo,città, tel_fisso,cellulare > Prestiti := < id, id_libro, id_utente, data_ora_prestito,

Dettagli

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

Il linguaggio SQL. ing. Alfredo Cozzi 1

Il linguaggio SQL. ing. Alfredo Cozzi 1 Il linguaggio SQL ing. Alfredo Cozzi 1 Il linguaggio SQL Il linguaggio SQL (Structured Query Language) è nato con l intento di soddisfare alle seguenti richieste nei db relazionali: - definire e creare

Dettagli

DUE GRUPPI DI COMANDI

DUE GRUPPI DI COMANDI LEZIONE16 SQL DDL PAG. 1 / 9 PROF. ANDREA ZOCCHEDDU LEZIONE16 SQL DDL LINGUAGGIO SQL DATA DESCRIPTION LANGUAGE DUE GRUPPI DI COMANDI I comandi del linguaggio SQL sono divisi in due grandi gruppi che formano

Dettagli

Basi di dati. Il Linguaggio SQL. K. Donno - Il Linguaggio SQL

Basi di dati. Il Linguaggio SQL. K. Donno - Il Linguaggio SQL Basi di dati Il Linguaggio SQL Data Definition Language (DDL) Data Definition Language: insieme di istruzioni utilizzate per modificare la struttura della base di dati Ne fanno parte le istruzioni di inserimento,

Dettagli

Concetti fondamentali dei database database Cos'è un database Principali database

Concetti fondamentali dei database database Cos'è un database Principali database Concetti fondamentali dei database Nella vita di tutti i giorni si ha la necessità di gestire e manipolare dati. Le operazioni possono essere molteplici: ricerca, aggregazione con altri e riorganizzazione

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

********************* MODIFICA STRUTTURA DI UNA TABELLA (inserimento di un nuovo campo) ALTER TABLE Personale ADD Nascita date;

********************* MODIFICA STRUTTURA DI UNA TABELLA (inserimento di un nuovo campo) ALTER TABLE Personale ADD Nascita date; CREAZIONE STRUTTURA DI UNA TABELLA by Marinsalta Fausto CREATE TABLE Personale Matricola char(5), Cognome char(30), Nome char(20), Codfis char(16) not null, Assunzione date, Filiale smallint, Funzione

Dettagli

OSSIF WEB. Manuale query builder

OSSIF WEB. Manuale query builder OSSIF WEB Manuale query builder - Maggio 2010 1) Sommario 1) SOMMARIO... 2 INTRODUZIONE... 3 Scopo del documento... 3 Struttura del documento... 3 Descrizione dell interfaccia grafica... 3 SELEZIONE DI

Dettagli

Brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco

Brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco Brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco FAQ Cerca Lista degli utenti Gruppi utenti Registrati Profilo Entra per controllare i messaggi privati Entra Contenuto del corso Indice del forum -> Classe

Dettagli

Metodi per la Gestione dei Dati (lezioni di laboratorio)

Metodi per la Gestione dei Dati (lezioni di laboratorio) Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell Economia Corso di Laurea in Comunicazione e Marketing Titolare del corso: ing. Stefano SETTI Lezioni di laboratorio

Dettagli

OR true null false true true true true null true null null false true null false NOT

OR true null false true true true true null true null null false true null false NOT Il linguaggio SQL è un linguaggio standard per la definizione, manipolazione e interrogazione delle basi di dati relazionali ed ha le seguenti caratteristiche: è dichiarativo; opera su multiset di tuple,

Dettagli

ASP: DOMANDE E RISPOSTE (Q&A)

ASP: DOMANDE E RISPOSTE (Q&A) Autore: Classe: Nicola Ceccon QUINTA INFORMATICA (5IA) Anno scolastico: 2003/2004 Scuola: Itis Euganeo ASP: DOMANDE E RISPOSTE (Q&A) Dispensa La dispensa presenta i contenuti fondamentali di ASP nella

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Utilizzando Microsoft Access. Si crea la tabella Anagrafica degli alunni,le Materie e i voti si mettono alcuni campi

Utilizzando Microsoft Access. Si crea la tabella Anagrafica degli alunni,le Materie e i voti si mettono alcuni campi Vogliamo creare una struttura per permettere di memorizzari i voti della classe in tutte le materie Per fare questo untilizziamo tre tabelle Alunni,materie,voti Alunni Materie Voti Creo un record per ogni

Dettagli

Le query. Lezione 6 a cura di Maria Novella Mosciatti

Le query. Lezione 6 a cura di Maria Novella Mosciatti Lezione 6 a cura di Maria Novella Mosciatti Le query Le query sono oggetti del DB che consentono di visualizzare, modificare e analizzare i dati in modi diversi. Si possono utilizzare query come origine

Dettagli

Indice generale. Parte I Le nozioni di base... 9. Introduzione...xiii. Presentazione... 1. Capitolo 1 Un po di teoria...11

Indice generale. Parte I Le nozioni di base... 9. Introduzione...xiii. Presentazione... 1. Capitolo 1 Un po di teoria...11 Indice generale Introduzione...xiii A chi si rivolge il libro...xiii Organizzazione del libro... xiv Novità rispetto alla precedente edizione del libro... xv Convenzioni adottate... xv Presentazione...

Dettagli

ITIS "E. Divini" Specializzazione di INFORMATICA SAN SEVERINO MARCHE (MC) Il linguaggio SQL

ITIS E. Divini Specializzazione di INFORMATICA SAN SEVERINO MARCHE (MC) Il linguaggio SQL Il linguaggio SQL Introduzione SQL (Structured Query Language) è il linguaggio ormai assunto come standard per la trattazione di Data Base (DB) relazionali. La sua stesura è dovuta essenzialmente a E.

Dettagli

Esercitazione: Il DBMS MySQL

Esercitazione: Il DBMS MySQL Laurea in Ingegneria Informatica SAPIENZA Università di Roma Insegnamento di Basi di Dati Esercitazione: Il DBMS MySQL Marco Console Aspetti Organizzativi Marco Console Sito: www.dis.uniroma1.it/~console

Dettagli

User Tools: DataBase Manager

User Tools: DataBase Manager Spazio di lavoro Per usare T-SQL Assistant selezionare il link Simple Query e spostare a piacere la piccola finestra dove un menu a tendina mostra i diversi comandi SQL selezionabili, il pulsante Preview

Dettagli

Storia. Corso di Basi di Dati Spaziali. Componente DDL. Funzionalità. Esempio. Creazione di schema. Linguaggi: SQL. Storia:

Storia. Corso di Basi di Dati Spaziali. Componente DDL. Funzionalità. Esempio. Creazione di schema. Linguaggi: SQL. Storia: Corso di Basi di Dati Spaziali Linguaggi: SQL Angelo Montanari Donatella Gubiani Storia Storia: 1974: prima proposta SEQUEL 1981: prime implementazioni 1983: standard di fatto 1986, 1989, 1992 e 1999:

Dettagli

Il linguaggio SQL: le basi

Il linguaggio SQL: le basi Il linguaggio SQL: le basi Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: SQLa-basi.pdf Sistemi Informativi L-A SQL: caratteristiche generali

Dettagli

Introduzione al linguaggio SQL

Introduzione al linguaggio SQL Introduzione al linguaggio SQL Structured Query Language (Linguaggio Strutturato di Interrogazione di Database) prof. Cleto Azzani IPSIA MORETTO BRESCIA (2004) Che cos è un Data Base (Base di dati) Insieme

Dettagli

SQL: definizione schema

SQL: definizione schema Si Clienti(codice,nome,indirizzo,p_iva) scriva il SQL che definisce il seguente schema relazionale Prodotti(codice,nome,descrizione,prezzo) SQL: definizione schema Fatture(codice,cliente,data) RigheFattura(codice,fattura,prodotto,quantità,prezzo)

Dettagli

Preparazione. Introduzione a MySQL: costruzione di una base di dati e gestione degli accessi. Accesso all area condivisa. Avvio Server MySQL

Preparazione. Introduzione a MySQL: costruzione di una base di dati e gestione degli accessi. Accesso all area condivisa. Avvio Server MySQL Introduzione a MySQL: costruzione di una base di dati e gestione degli accessi Stefania Marrara Elisa Quintarelli Lezione 1 2 ore a.a 2004/05 Preparazione Accesso all area condivisa Start -> Programs ->MySQL

Dettagli

Basi di Dati: Corso di laboratorio

Basi di Dati: Corso di laboratorio Basi di Dati: Corso di laboratorio Lezione 2 Raffaella Gentilini 1 / 45 Sommario 1 Il DDL di SQL: Cancellazione ed Aggiornamento di una BD Cancellazione di Schemi, Tabelle, e Domini Aggiornamento di Tabelle

Dettagli

Utilizzando Microsoft Access. Si crea la tabella Anagrafica degli alunni,le Materie e i voti si mettono alcuni campi

Utilizzando Microsoft Access. Si crea la tabella Anagrafica degli alunni,le Materie e i voti si mettono alcuni campi Vogliamo creare una struttura per permettere di memorizzari i voti della classe in tutte le materie Utilizzando Microsoft Access Si crea la tabella Anagrafica degli alunni,le Materie e i voti si mettono

Dettagli

----------------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------------- APPUNTI DI SQL Gli appunti qui forniti vogliono essere un riferimento scritto di alcuni degli argomenti trattati a lezione per gli studenti a cui vengono messi a disposizione. Non viene fornita alcuna

Dettagli

SQL e ACCESS. Modello relazionale PROBLEMA ENTITA STUDENTE

SQL e ACCESS. Modello relazionale PROBLEMA ENTITA STUDENTE SQL e ACCESS Prof. Salvatore Multazzu (salvatoremultazzu@tiscali.it) Applicazioni Informatiche nella comunicazione Modello relazionale Entità Record o Ennuple Attributi o Campi Tipi Chiavi Primarie (PK)

Dettagli

Impararlo è molto semplice, esistono manuali, o meglio mattoni, su SQL, ma qui verranno illustrati tutti i comandi più utilizzati... e utili.

Impararlo è molto semplice, esistono manuali, o meglio mattoni, su SQL, ma qui verranno illustrati tutti i comandi più utilizzati... e utili. Sql è un linguaggio standard che permette di operare con i database. Per database intendo uno qualsiasi e non il solito Access, ma anche Oracle, Microsoft SQL Server, Informix, DB2, Sybase... Sql sta per

Dettagli

Data Base. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 6

Data Base. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 6 Data Base 1 Sommario I concetti fondamentali. Database Relazionale.. Query e SQL MySql, Creazione di un db in MySQL con PHPmyAdmin Creazione database e delle Tabelle Query Inserimento Ricerca Modifica

Dettagli

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2006/7. Il trattamento dei dati

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2006/7. Il trattamento dei dati Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2006/7 Il trattamento dei dati database: il linguaggio SQL seconda parte Prof. Valle D.ssa Folgieri Lez9 15.11.06 Trattamento dati. Database: il

Dettagli

Structured Query Language parte 1

Structured Query Language parte 1 Consorzio per la formazione e la ricerca in Ingegneria dell'informazione Structured Query Language parte 1 Come interrogare una base di dati relazionale ed avere la risposta esatta Docente: Gennaro Pepe

Dettagli

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL Università Roma Tre Facoltà di Scienze M.F.N. di Laurea in Matematica di Informatica Generale 1 Linguaggio SQL Marco (liverani@mat.uniroma3.it) Sommario Prima parte: le basi dati relazionali Basi di dati:

Dettagli

SQL: concetti base SQL. Definizione dei dati in SQL. SQL: "storia"

SQL: concetti base SQL. Definizione dei dati in SQL. SQL: storia SQL SQL: concetti base originariamente "Structured Query Language", ora "nome proprio" linguaggio con varie funzionalità: contiene sia il DDL sia il DML ne esistono varie versioni vediamo gli aspetti essenziali,

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: RIPASSO E APPROFONDIMENTO DEGLI ARGOMENTI PRECEDENTI 1.1. Concetti elementari di informatica Algoritmo, Dato, Informazione Campi di applicazione e classificazione

Dettagli

Lavorare con MySQL Parte Prima.

Lavorare con MySQL Parte Prima. Lavorare con MySQL Parte Prima. Data la particolarità dell argomento, ho deciso di dividerlo in due lezioni. Nella prima, si parlerà diffusamente di MySQL, cos è un DBMS, cos è l SQL, i campi supportati

Dettagli

Basi di Dati. Programmazione e gestione di sistemi telematici

Basi di Dati. Programmazione e gestione di sistemi telematici Basi di Dati. Programmazione e gestione di sistemi telematici Coordinatore: Prof. Paolo Nesi Docenti: Prof. Paolo Nesi Dr.sa Michela Paolucci Dr. Emanuele Bellini SQL SQL = Structured Query Language Linguaggio

Dettagli

SQL: Concetti Base -Prima Parte-

SQL: Concetti Base -Prima Parte- SQL: Concetti Base -Prima Parte- Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Basi Di Dati: Modelli e Linguaggi di Interrogazione, McGraw-Hill Italia Capitolo 4 SQL Structured Query Language Contiene: DDL (Data Definition

Dettagli

L interfaccia a riga di comando di MySql

L interfaccia a riga di comando di MySql L interfaccia a riga di comando di MySql Una volta completata la procedura di installazione possiamo finalmente testare le funzionalità di MySQL. Sia che ci si trovi in ambiente Linux che Windows, l'interfaccia

Dettagli

Tool. Basi di Dati e Sistemi Informativi Prof. Marco Di Felice Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013

Tool. Basi di Dati e Sistemi Informativi Prof. Marco Di Felice Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Tool Basi di Dati e Sistemi Informativi Prof. Marco Di Felice Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Basi di Dati e Sistemi Informativi () PostgreSQL A.A. 2012-2013 1 / 26 Gli strumenti che vedremo Basi

Dettagli

Istruzioni SQL 1. Query di selezione 2 Istruzione SELECT 2 Istruzione SELECT DISTINCT 2 ORDER BY 3 WHERE 3 La condizione LIKE 4 BETWEEN AND 5

Istruzioni SQL 1. Query di selezione 2 Istruzione SELECT 2 Istruzione SELECT DISTINCT 2 ORDER BY 3 WHERE 3 La condizione LIKE 4 BETWEEN AND 5 Istruzioni SQL Istruzioni SQL 1 Query di selezione 2 Istruzione SELECT 2 Istruzione SELECT DISTINCT 2 ORDER BY 3 WHERE 3 La condizione LIKE 4 BETWEEN AND 5 Query di inserimento 5 INSERT INTO 5 Query di

Dettagli

Appunti di MySql. Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov.

Appunti di MySql. Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov. Appunti di MySql Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov. Indice generale avviare la shell mysql...2 comandi SQL per la gestione del database (DDL)...2 visualizzare l'elenco

Dettagli

MODULO 1 PARTE 3. Programmazione (scripting) server-side con PHP 3.b Interazione con un database (MySQL Server)

MODULO 1 PARTE 3. Programmazione (scripting) server-side con PHP 3.b Interazione con un database (MySQL Server) MODULO 1 PARTE 3 Programmazione (scripting) server-side con PHP 3.b Interazione con un database (MySQL Server) Goy - a.a. 2009/2010 Programmazione Web 1 Informazione persistente Se vogliamo tener traccia

Dettagli

Structured Query Language. Informatica Generale - SQL Versione 1.0, aa 2005-2006 p.1/172

Structured Query Language. Informatica Generale - SQL Versione 1.0, aa 2005-2006 p.1/172 Structured Query Language Informatica Generale - SQL Versione 1.0, aa 2005-2006 p.1/172 Linguaggio SQL (1) Il linguaggio SQL, acronimo di Structured Query Language è un linguaggio per la definizione e

Dettagli

Database Lezione 1. Sommario. - Introduzione - Tabelle e chiave primaria - Query - Calcoli ed alias - Ordinamento

Database Lezione 1. Sommario. - Introduzione - Tabelle e chiave primaria - Query - Calcoli ed alias - Ordinamento Sommario - Introduzione - Tabelle e chiave primaria - Query - Calcoli ed alias - Ordinamento Introduzione - Un database è un archivio strutturato di dati che può essere manipolato con dei comandi nel linguaggio

Dettagli

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia Panoramica di Access 2010 A B C D E Elementi dell interfaccia A Scheda File (visualizzazione Backstage) Consente l accesso alla nuova visualizzazione backstage di Access 2010, che contiene un menu di comandi

Dettagli

MODULO 5 DATA BASE PROGRAMMA. Progettazione rapida introduzione alla progettazione di DB

MODULO 5 DATA BASE PROGRAMMA. Progettazione rapida introduzione alla progettazione di DB MODULO 5 DATA BASE MODULO 5 - DATA BASE 1 PROGRAMMA Introduzione: concetti generali di teoria Progettazione rapida introduzione alla progettazione di DB Utilizzo di Access pratica sulla creazione e l utilizzo

Dettagli

Database e Microsoft Access. Ing. Antonio Guadagno

Database e Microsoft Access. Ing. Antonio Guadagno Database e Microsoft Access Ing. Antonio Guadagno Database e Microsoft Access Un Database non è altro che un insieme di contenitori e di strumenti informatici che ci permette di gestire grossi quantitativi

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

Logout [ e01692 ] FAQ Cerca Iscritti Pannello di Controllo Utente. Ultimo accesso: ieri, 8:57 Oggi è 04/11/2008, 9:46

Logout [ e01692 ] FAQ Cerca Iscritti Pannello di Controllo Utente. Ultimo accesso: ieri, 8:57 Oggi è 04/11/2008, 9:46 lnx.brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco Logout [ e01692 ] FAQ Cerca Iscritti Pannello di Controllo Utente Ultimo accesso: ieri, 8:57 Oggi è 04/11/2008, 9:46 Messaggi senza risposta Argomenti

Dettagli

L istruzione SELECT di SQL

L istruzione SELECT di SQL L istruzione SELECT di SQL Sintassi dell istruzione SELECT... 2 Clausola WHERE... 3 Clausola ORDER BY... 5 Le funzioni di aggregazione... 6 Raggruppamenti... 9 Inner Join (giunzione naturale o join interno)...10

Dettagli

Volumi di riferimento

Volumi di riferimento Simulazione seconda prova Esame di Stato Gestione di un centro agroalimentare all ingrosso Parte prima) Un nuovo centro agroalimentare all'ingrosso intende realizzare una base di dati per l'attività di

Dettagli

Introduzione ai database relazionali

Introduzione ai database relazionali Introduzione ai database relazionali Tabelle Un database (DB) è costituito da un insieme di file che memorizzano dati opportunamente organizzati Nei database relazionale tale organizzazione è costituita

Dettagli

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment 1.0 Ambiente di sviluppo 1.1 Web server e database MySQL Comprendere la definizione dei processi che si occupano di fornire i servizi web

Dettagli

MySQL Database Management System

MySQL Database Management System MySQL Database Management System http://www.mysql.com/ DATABASE RELAZIONALI Un database è una collezione strutturata di informazioni. I database sono delle strutture nelle quali è possibile memorizzare

Dettagli

Microsoft Access 2000

Microsoft Access 2000 Microsoft Access 2000 Corso introduttivo per l ECDL 2004 Pieralberto Boasso Indice Lezione 1: le basi Lezione 2: le tabelle Lezione 3: creazione di tabelle Lezione 4: le query Lezione 5: le maschere Lezione

Dettagli

SQL. Structured Query Language

SQL. Structured Query Language Structured Query Language fields seleziona i campi (colonne) da visualizzare table specifica la tabella da cui leggere i dati WHERE condizione seleziona i record (righe) da visualizzare expression è possibile

Dettagli

Vogliamo creare una anagrafe e poi creare delle query che rispondono a delle domandi. Utilizzando Microsoft Access

Vogliamo creare una anagrafe e poi creare delle query che rispondono a delle domandi. Utilizzando Microsoft Access Vogliamo creare una anagrafe e poi creare delle query che rispondono a delle domandi Utilizzando Microsoft Access Si crea la tabella Anagrafica degli alunni e si mettono alcuni campi Si creano via via

Dettagli

Linguaggio SQL. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Sesto San Giovanni

Linguaggio SQL. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Sesto San Giovanni Linguaggio SQL Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Sesto San Giovanni SQL: caratteristiche generali SQL (Structured Query Language) è il linguaggio standard de facto per DBMS relazionali, che

Dettagli

Istruzioni DML di SQL

Istruzioni DML di SQL Istruzioni DML di SQL Pag. 99 par.4 1 Sintassi: Costrutto: INSERT INTO (Inserimento di dati in tabelle) INSERT INTO [(, ,, )] VALUES (, ,

Dettagli

Sistemi per la gestione di database: MySQL ( )

Sistemi per la gestione di database: MySQL ( ) Sistemi per la gestione di database: MySQL ( ) Relational Database e Relational Database Management System Un database è una raccolta di dati organizzata in modo da consentire l accesso, il reperimento

Dettagli

PHP 5. PHP ed i database. Database e tabelle. Struttura di un DB relazionale. Accesso a database

PHP 5. PHP ed i database. Database e tabelle. Struttura di un DB relazionale. Accesso a database PHP ed i database PHP 5 Accesso a database PHP funziona con molti database relazionale che includono: Oracle Access Postgres SQL Server MySQL Useremo MySQL poiché è semplice da usare, gratuito e molto

Dettagli

Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL. Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query

Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL. Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query Esercitazione In questa lezione si farà insieme una seconda esercitazione che

Dettagli

Il Domino Character Il domino CHARACTER permette di definire attributi che contengono un singolo carattere o stringhe di caratteri di lunghezza

Il Domino Character Il domino CHARACTER permette di definire attributi che contengono un singolo carattere o stringhe di caratteri di lunghezza Linguaggio SQL (1) Il linguaggio SQL, acronimo di Structured Query Language è un linguaggio per la definizione e la manipolazione dei dati, sviluppato originariamente presso il laboratorio IBM a San Jose

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

SQL Injection The dark side of webapplication *** Siamo davvero certi che chi gestisce i nostri dati sensibili lo faccia in modo sicuro?

SQL Injection The dark side of webapplication *** Siamo davvero certi che chi gestisce i nostri dati sensibili lo faccia in modo sicuro? SQL Injection The dark side of webapplication *** Siamo davvero certi che chi gestisce i nostri dati sensibili lo faccia in modo sicuro? Che cos'e' SQL? Acronimo di 'Structured Query Language E' un linguaggio

Dettagli

Modelli relazionali. Esistono diversi modi di modellare un database. Il modello piu' usato al momento e' il modello relazionale

Modelli relazionali. Esistono diversi modi di modellare un database. Il modello piu' usato al momento e' il modello relazionale Cenni sui DATABASE Cos'e' un database Un database puo' essere definito come una collezione strutturata di record (dati) I dati sono memorizzati su un computer in modo opportuno e possono essere recuperati

Dettagli

Uso dei data bases con PHP. Prof. Francesco Accaino Iis Altiero Spinelli Sesto Sa Giovanni

Uso dei data bases con PHP. Prof. Francesco Accaino Iis Altiero Spinelli Sesto Sa Giovanni Uso dei data bases con PHP Prof. Francesco Accaino Iis Altiero Spinelli Sesto Sa Giovanni MDAC MDAC è l acronimo di Microsoft Data Access Component e fa parte della tecnologia Microsoft denominata Universal

Dettagli

Database e SQL. A cura del prof. Gennaro Cavazza

Database e SQL. A cura del prof. Gennaro Cavazza Database e SQL A cura del prof. Gennaro Cavazza Introduzione ai database La base di qualsiasi esigenza pratica da parte di una qualsiasi organizzazione è quella di gestire dei dati in maniera logica e

Dettagli

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE.

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. INFORMATICA Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. APPLICAZIONI WEB L architettura di riferimento è quella ampiamente diffusa ed

Dettagli

DATA BASE MANAGEMENT SYSTEM

DATA BASE MANAGEMENT SYSTEM DATA BASE (1) Problematica gestione dati: oggetti delle elaborazioni, difficili da gestire, memorizzare, reperire, modificare; talvolta ridondanti/incongruenti; non sufficientemente protetti; spesso comuni

Dettagli

Modulo di Informatica

Modulo di Informatica CORSO INTEGRATO DI FISICA, INFORMATICA E STATISTICA MEDICA Modulo di Informatica Base Dati Anno accademico 2011/2012-1^ anno Canale A Docenti: Prof. Ing. Paolo Arena Prof. Ing. Giovanni Caffarelli 2 Base

Dettagli

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali INTRODUZIONE Il RDBMS MySQL, oltre a fornire un applicazione che abbia un interfaccia user-friendly, ha a disposizione anche un altro client, che svolge

Dettagli

Creazione ed uso di un data base in ACCESS Lezioni ed esercizi

Creazione ed uso di un data base in ACCESS Lezioni ed esercizi Creazione ed uso di un data base in ACCESS Lezioni ed esercizi 1 ACCESS Gli archivi Gli archivi sono un insieme organizzato di informazioni. Aziende Clienti e fornitori Personale Magazzino Enti pubblici

Dettagli

SQL IL LINGUAGGIO DI INTERROGAZIONE

SQL IL LINGUAGGIO DI INTERROGAZIONE SQL IL LINGUAGGIO DI INTERROGAZIONE SQL! Originato da SEQUEL-XRM e System-R (1974-1977) dell IBM! Significato originario Structured Query Language! Standard de facto! Attuale standard ANSI/ISO è SQL:1999

Dettagli

MAX, SUM, AVG, COUNT)

MAX, SUM, AVG, COUNT) INTRODUZIONE A SQL Definizione di tabelle e domini Alcuni vincoli di integrità Struttura base SELECT FROM WHERE Funzioni di aggregazione (MIN, MAX, SUM, AVG, COUNT) Query da più tabelle (FROM R1, Rk) Join

Dettagli

Il linguaggio SQL: le basi. Versione elettronica: SQLa-basi.pdf

Il linguaggio SQL: le basi. Versione elettronica: SQLa-basi.pdf Il linguaggio SQL: le basi Versione elettronica: SQLa-basi.pdf SQL: caratteristiche generali SQL (Structured Query Language) è il linguaggio standard de facto per DBMS relazionali, che riunisce in sé funzionalità

Dettagli

SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma. Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL))

SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma. Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI 1 SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) CREATE SCHEMA

Dettagli

SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI

SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) CREATE SCHEMA

Dettagli

MySQL Database Management System

MySQL Database Management System MySQL Database Management System II parte Progetto gestione booking prenotazioni on-line 1. Progettazione e creazione struttura database che chiameremo booking. 2. Progettazione e creazione di un form

Dettagli

Basi di dati Il linguaggio SQL

Basi di dati Il linguaggio SQL Basi di dati Il linguaggio SQL teoria e pratica con Microsoft Access Riepilogando Nelle basi di dati esiste 1. una parte invariante nel tempo, lo schema, costituita dalle caratteristiche dei dati (nomi

Dettagli

Basi di dati Il linguaggio SQL

Basi di dati Il linguaggio SQL Riepilogando Basi di dati Il linguaggio SQL Nelle basi di dati esiste 1. una parte invariante nel tempo, lo schema, costituita dalle caratteristiche dei dati (nomi degli attributi, domini, 2. una parte

Dettagli

Documentazione SQL. Argomento Sintassi Note Definizione schema create schema [NomeSchema] [[authorization] Autorizzazione] {DefElementoSchema}

Documentazione SQL. Argomento Sintassi Note Definizione schema create schema [NomeSchema] [[authorization] Autorizzazione] {DefElementoSchema} Documentazione SQL Argomento Sintassi Note Definizione schema create schema [NomeSchema] [[authorization] Autorizzazione] {DefElementoSchema} Definizione tabella Definizione dominio Specifica di valori

Dettagli