brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco http://lnx.brescianet.com/scuolaforum2009/"

Transcript

1 brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco Classe 4M - Modulo 2 Classe 4M - Modulo 2 Appunti estemporanei illustrati durante le lezioni in laboratorio Pagina 1 di 3 Inviato: lun nov 22, :20 pm Re: Classe 4M - Modulo 2 QUERY Inviato: gio dic 09, :49 pm consentono: 1) Ordinamenti 2) Filtri SQL => linguaggio di interrogazione (structured Query language) SELECT * FROM studenti WHERE (((studenti.nominativo) Like "*" & [Che lettera cerchi?] & "*")) ORDER BY studenti.natoil DESC; Interfaccia => come l'applicazione comunica con l'utente => viene eseguita sul client. L'interfaccia per eccellenza è quella WEB Tra client e server piccole stringhe di testo consentono di richiedere dei dati (utile nel caso di linee lente) Quando non ho un dbserver ma utilizzo un file mdb in rete la comunicazione tra Client (dove ho un'applicazione in access) e il file server FS (dove risiedono i dati) risulta molto lenta (grosse porzioni di file dati vengono trasferite dal FS alla memoria ram del client). Ecco perchè in accesso multiutente access diventa inusabile con 3/4 client contemporanei. I db diventano utili solo in cfg multiuser. I db server forniscono interfacce testuali. Perchè? (spiegato) Durante i periodi di inattività i DB server continuano ad aggiornare le strutture dati(indici) per aumentare le performance di ricerca I db server si occupano solo della gestione dell'archivio - Il frontend (interfaccia) demandata ad un applicativo installato in locale sul client oppure su una pagina web (web application) - Mostrata applicazione foglio elettronico su google. Vantaggi applicazione WEB: - centralità della gestione - reperibile ovunque senza alcuna installazione - upgrade senza che sia necessaria la presenza di un pirotecnico presso le stazioni client.

2 ---- accesso ai db server mediante password 13/12/ Classe 4M - Modulo 2 Obiettivo delle Qry: 1) Filtra le colonne 2) Filtra le righe 3) Ordina Inviato: lun dic 13, :02 pm Ordinamenti su + campi vengono interpretati nell'interfaccia grafica da sinistra a destra Talvolta gli ordinamenti richiesti non coincidono con l'ordine delle colonne: gioco sulla casella mostra (nella maschera di disegno delle query) SELECT Tbl_Libri.idLibro, Tbl_Libri.Prezzo, Tbl_Libri.Titolo FROM Tbl_Libri ORDER BY Tbl_Libri.Titolo, Tbl_Libri.Prezzo; equivale a (tolgo il nome della tabella) - Nelle qry a una sola tabella posso eliminare il nome della tabella nei campi SELECT idlibro, Prezzo, Titolo FROM Tbl_Libri ORDER BY Titolo, Prezzo; SQL non è case sensitive Le Query possono essere salvate => possono essere usate in altre query SELECT * FrOm CLIENTI => qualsiasi campo della tabella CLIENTI => e' come se aprissi la tabella clienti SELECT Clienti.* FROM Clienti; LE QUERY DI SELEZIONE IN SQL => quelle che iniziano con select SELECT [Ragione Sociale] FROM CLIENTI => elenco delle sole ragioni sociali SELECT [Ragione Sociale] AS [Nome Azienda] FROM CLIENTI => rinomino la colonna nella visualizzazione della Qry Nell'interfaccia grafica devo inserire i : tra il nome del campo e il nome

3 che voglio visualizzare Se metto un nome non presente nei campi delle tabelle coinvolte access mi chiede di valorizzarlo (si comporta come una variabile) e lo visualizza nella query se richiesto Scrivere così SELECT Clienti.TXTRagSoc AS [Nome Azienda] FROM Clienti WHERE (((Clienti.IdCliente)=[dammi il codice?])); è diverso da: SELECT Clienti.TXTRagSoc AS [Nome Azienda] FROM Clienti WHERE (((Clienti.IdCliente)="Dammi il codice")); Nel secondo caso viene cercata una azienda con codice: "Dammi il codice" Nel primo esempio invece Access immagina che [dammi il codice?] sia un campo di clienti - non è così e quindi chiede di valorizzarlo - il valore digitato viene poi usato nella clausola WHERE e quindi se digito 1 estraggo il cliente con IDCliente=1 16/12/2010 Classe 4M - Modulo 2 - Illustrato lo schema client server (Client - DBServer) - Vantaggi Inviato: gio dic 16, :47 pm velocità nella trasmissione (solo piccoli comandi testuali SQL) e velocità nelle ricerche (il db nei tempi morti è continuamente indicizzato). L'usabilità dell'applicativo è alta poichè l'interfaccia è demandata all'applicazione installata sul client - Nello schema fileserver (mdb in rete) ho il transito di porzioni di file che => lo scadimento delle performance dopo 4/4 utenti contemporanei DB Server => rispondono a comandi SQL - Hanno un livello di autenticazione basato su criteri User/password mdb => estensione del file di access

4 N 16/12/2010 OPERATORI DI CONFRONTO < <= > >= <> (diverso) = NomeCampo >12 ID<>29 ID=29 solo i record con condizione a TRUE verranno visualizzate OPERATORI LOGICI AND (ed anche) OR (oppure) NOT appartenenza all'interno di un intervallo fatturato <100 and fatturato> 10 => intervallo (10,100) fatturato <=100 and fatturato>= 10 >= intervallo [10,100] non appartenenza all'interno di un intervallo fatturato >=100 or fatturato<= 10 => intervallo (10,100) fatturato >100 or fatturato< 10 => non appartiene all'intervallo [10,100] not (fatturato <100 and fatturato> 10) => non appartiene all'intervallo [10,100] algebra booleana => insieme di operatori, simboli ed assiomi che definiscono le regole di utilizzo dei simboli stessi A OR B => vera se almeno una delle due condizioni A o B è vera A AND B => vera se tutte le condizioni A o B sono vere 1+2x4 => la moltiplica ha precedenza sulla somma => and ha precedenza su OR A OR B AND C => prima risolvo B AND C (A OR B) AND C => prima risolvo A OR B Nelle Qry i decimali vanno separati con. esempio In generale in SQL il confronto testuale non è case sensitive Cognome="Sechi" Cognome="SeCHi" sono = SELECT * FROM CLIENTI WHERE (DATAREG >= #05/12/2001#) => 12 maggio 2001 arrivato esempio 9 17/12/2010: Classe 4M - Modulo 2 Inviato: ven dic 17, :58 pm

5 like usabile solo con le stringhe SELECT RagSoc FROM Clienti WHERE RagSoc like "A*" => aziende con ragione sociale che inizia per A SELECT RagSoc FROM Clienti WHERE RagSoc like "*A" => aziende con ragione sociale che finisce per A SELECT RagSoc FROM Clienti WHERE RagSoc like "*A*" => aziende con ragione sociale che contiene A NEI DB SERVER HO: SELECT RagSoc FROM Clienti WHERE RagSoc like "A%" => aziende con ragione sociale che inizia per A SELECT RagSoc FROM Clienti WHERE RagSoc like "%A" => aziende con ragione sociale che finisce per A SELECT RagSoc FROM Clienti WHERE RagSoc like "%A%" => aziende con ragione sociale che contiene A 1+2=3 "1" & "2" => "12" select COGNOME & " " & NOME AS NOMINATIVO FROM STUDENTI => provate per credere Quando una tabella è aperta in struttura tutte le qry vengono bloccate. (tipico negli accessi multiutente) SELECT COUNT(*) AS NR FROM clienti; SELECT SUM(reddito) FROM Studenti => somma di tutti i redditi SELECT AVG(reddito) FROM Studenti => media reddito di tutti gli studenti SELECT MAX(reddito) FROM Studenti WHERE PROV="BS" => massimo reddito di tutti gli studenti di BS SELECT Min(NatoIL) FROM STUDENTI => data di nascita dello studente + vecchio SELECT Clienti.Provincia, Count(*) AS nr FROM Clienti GROUP BY Clienti.Provincia; TOTALE FATTURATO PER PROV SELECT Clienti.Provincia, sum(fatture) AS Totale FROM Clienti GROUP BY Clienti.Provincia; 20/12/2010: Classe 4M - Modulo 2 Elenco dei clienti bergamaschi o bresciani il cui fatturato supera i 500 euro e sono stati inseriti nel db dopo il 31/12/1990 (prov='bs' OR Prov='BG') AND (Fatturato>500) AND (RegistratoIl>#12/31/1990#) Elenco di tutti i clienti bresciani oppure bergamaschi il cui fatturato Inviato: lun dic 20, :41 am

6 supera i 500 euro e sono stati inseriti nel db dopo il 31/12/1990 prov='bs' OR Prov='BG' AND (Fatturato>500) AND (RegistratoIl>#12/31/1990#) SELECT Format(RegistratoIl,"dddd") AS ggweek, Count(CLIENTI.IdCliente) AS ConteggioDiIdCliente FROM CLIENTI GROUP BY Format(RegistratoIl,"dddd"), Weekday([RegistratoIl]) ORDER BY Weekday([RegistratoIl]); Immagino=> mese => di vendita regione =>del cliente SELECT Regione, Mese, Sum(ImportoFattura) AS FATTURATO FROM Clienti Group BY Regione, Mese Il group by multiplo elimina i duplicati sulle coppie (Regione, Mese) e su ogni riga raggruppata calcola la statistica richiesta Regione, Mese, ImportoFattura Lombardia, 12,1200 Lombardia, 1,100 Lazio, 12,2010 Lombardia, 12,2019 le righe raggruppate saranno solo la prima e l'ultima 13/1/ Classe 4M - Modulo 2 ALT + CodiceAscii sul tastierino numerico => scrive il carattere con quel codice ascii seguite questo schema e poi compilate i campi/tabelle necessari SELECT FROM WHERE ORDER BY SELECT * FROM STUDENTI ORDER BY [ID CLASSE], NOMINATIVO Inviato: gio gen 13, :57 pm SELECT NOMINATIVO, [ID CLASSE] FROM STUDENTI ORDER BY [ID CLASSE], NOMINATIVO SELECT * FROM STUDENTI WHERE PROV="BS" OR PROV="BG" AND DataDiNascita<=#01/18/1980#

7 OPPURE SELECT * FROM STUDENTI WHERE PROV="BS" OR (PROV="BG" AND DataDiNascita<=#01/18/1980#) select min(datadinascita) AS DelPiuVecchio, max(datadinascita) AS DelPiuGiovane FROM STUDENTI SELECT * FROM STUDENTI WHERE NOMINATIVO LIKE [Dammi la lettera iniziale] & "*" Se fosse: "contiene la lettera... " SELECT * FROM STUDENTI WHERE NOMINATIVO LIKE "*" & [Dammi la lettera contenuta] & "*" SELECT * FROM STUDENTI WHERE (PROV="bs" OR PROV="TN") AND DataDiNascita<=#02/23/1980# SELECT * FROM STUDENTI WHERE DataDiNascita>=#01/01/1980# AND DataDiNascita<=#12/31/1980# oppure SELECT * FROM STUDENTI WHERE YEAR(DataDiNascita)=1980 SELECT COUNT(*) AS NR FROM STUDENTI WHERE [ID CLASSE]="3A" se fosse stato: elenco classi con nr studenti SELECT [ID CLASSE], COUNT(*) AS NR FROM STUDENTI GROUP BY [ID CLASSE] nr totale di studenti in archivio SELECT COUNT(*) AS NR FROM STUDENTI SELECT * FROM NOMINATIVO WHERE TRIM(Nominativo) LIKE "*" & [Dammi la lettera Finale] SELECT YEAR(DataDiNascita) AS ANNO, Count(*) AS NR FROM STUDENTI GROUP BY YEAR (DataDiNascita) Nr studenti per iniziale SELECT LEFT(Nominativo,1) AS INIZIALE, COUNT(*) AS NR FROM STUDENTI GROUP BY LEFT(Nominativo,1) Nr clienti per iniziale SELECT Left([Rag soc],1) AS iniziale, Count(*) AS nr FROM Clienti GROUP BY Left([Rag soc],1);

8 Il nr di caratteri usato per tutti i nominativi presenti SELECT SUM(LEN(Nominativo)) FROM STUDENTI Distribuzione dei nominativi per la lunghezza di caratteri SELECT LEN(Nominativo), COUNT(*) AS NR FROM STUDENTI Studenti dove il nominativo presenta una lettera A in 2 posizione SELECT * FROM STUDENTI WHERE MID(Nominativo,2,1) ="A" GROUPY BY LEN(Nominativo) 14/01/ Classe 4M - Modulo 2 instrrev => RESTITUISCE LA POSIZIONE DELL'ULTIMA OCCORRENZA 0 SE NON TROVA LA STRINGA Inviato: ven gen 14, :56 pm Instr("Questa è una frase fraintesa", "fra") ==> 14 InstrRev("Questa è una frase fraintesa", "fra") ==> 20 Instr("Questa è una frase fraintesa", "q") ==> 1 Instr("Questa è una frase fraintesa", "cucucuc") ==> 0 InstrRev("Questa è una frase fraintesa", "cucucuc") ==> 0 select * from studenti where INSTR(nOMINATIVO,"a")=0 select * FROM Studenti WHERE INSTR(Nominativo,"a")=0 => studenti il cui nominativo non contiene la lettera a equivale a SELECT * FROM STUDENTI WHERE NOT (Nominativo like "*a*") Rendo maiuscola solo la lettera iniziale ucase(left(nome,1)) & lcase(mid(nome,2)) Esportazione file a larghezza fissa. esempio i primi 20 char => Nominativo - dal 21 al 25 la classe immaginiamo che nominativo abbia una lunghezza <=20 e classe <=5 Nominativo & space(20-len(nominativo)) => aggiungo degli spazi finali Classe & space(5-len(classe)) => aggiungo degli spazi finali STRING(N," ")=space(" ") SELECT REPLACE(Nominativo," ","") AS NOMINATIVOSENZASPAZI FROM STUDENTI Nominativi non composti da cognomi o nomi di + parole SELECT * FROM STUDENTI WHERE LEN(REPLACE(Nominativo," ",""))=(LEN(NOMINATIVO)-1) #1/1/1980#1 non è confrontabile con "1 gennaio 1980"

9 Cstr(1.002) ok Cstr(1,002) => errore la, è interpretata come separatore di argomento 17/1/2011: Classe 4M - Modulo 2 08:00 -> 12:00 => 1/6 Inviato: lun gen 17, :02 pm riprendere dall'esempio spiegare la differenza tra i due comandi print format(now(),"dddd, d mmmm yyyy \n\n\n hh.nn.ss") print format(now(),"dddd, d mmmm yyyy nnn hh.nn.ss") Il group BY deve avere i campi presenti nella clausola select e order BY SELECT FORMAT(NAtoIl,"dddd"),Count(*) AS NR FROM STUDENTI GROUP BY FORMAT(NAtoIl,"dddd"), WEEKDAY(NatoIL) ORDER BY WEEKDAY(NatoIL) Distribuzione delle vendite per mese SELECT FORMAT(DataFattura,"mmmm"),Sum(ImportoFattura) AS Importo FROM Fatture GROUP BY FORMAT(DataFattura,"mmmm"), Month(DataFattura) ORDER BY Month(DataFattura) Fornire un comando SQL che partendo dal codice fiscale di un maschietto estrae la data effettiva di nascita if => permette di implementare la capacità di selezione di una persona all'interno di un dispositivo informatico Null non è zero o "" ma indica uno stato di non avvenuta inizializzazione SELECT Nominativo, AVG(Voto) FROM Interrogazioni GROUP BY Nominativo WHERE IsNumeric(Voto) nr secondi trascorsi dall'inizio della giornata fino ad adesso? SELECT... FROM Prodotti, RigheFatture WHERE Prodotti.idProdotto=RigheFatture.idProdotto ORDER BY 20/1/ Classe 4M - Modulo 2 Inviato: gio gen 20, :49 pm

10 1 esempio (posso usare time() o now()) hour(now())*60*60*24+minute(now())*60+second(now()) =>nr secondi dall'inizio della giornata SCHMRC64A03A111B ASC(mid(codfisc,9,1)) => sigla mese ASC(mid(codfisc,9,1))-ASC("A")+1 => nr mese Format(ASC(mid(codfisc,9,1))-ASC("A")+1,"00") => sigla numerica mese 01 => gennaio... mid(codfisc,10,2) & "/" &... & "/" & mid(codfisc,7,2) AS NatoIl soluzione non richiesta function Estraimese(siglaMese) if (siglamese="a") then EstraiMese="gennaio" elseif (siglamese="b") then EstraiMese="febbraio" elseif (siglamese="t") then EstraiMese="Dicembre" else EstraiMese="???????" end function A gennaio B febbraio C marzo D aprile E maggio H giugno L Luglio M Agosto P Settembre R Ottobre S novembre T dicembre Stringa="ABCDEHLMPRST" Instr("ABCDEHLMPRST",mid(codfisc,9,1) => trovo la posizione della sigla mese che coincide con il progressivo del mese Format(Instr("ABCDEHLMPRST",mid(codfisc,9,1)),"00") Nelle qry di conteggio con una tabella slave occorre usare sum(iif(condizione su campo slave,0,1)) poichè tutti i record della tabella master appaiono comunque almeno una volta (con campo slave nullo) le tabelle slave sono le proprietà (multiple) di un record della tabella master le direct join => usate per valutare chi ha queste caratteristiche (usano group by) le left join => usate per valutare chi non ha queste caratteristiche (usano un test is null)

11 statistiche su tutti i record della tabella master => left join con uso di iif+isnull per correggere errori derivanti dati campi null sulla tabella slave se il record master non ha alcuna di quelle proprietà (descritte dalla slave) -- 20/1/2011 4N riprendere da qui A gennaio B febbraio C marzo D aprile E maggio H giugno L Luglio M Agosto P Settembre R Ottobre S novembre T dicembre Stringa="ABCDEHLMPRST" Format(Instr("ABCDEHLMPRST",mid(codfisc,9,1)),"00") nojoin => usate per statistiche incrociate a due parametri Powered by phpbb 2000, 2002, 2005, 2007 phpbb Group Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ] Pagina 1 di 3

12 brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco Classe 4M - Modulo 2 21/1/2011: Classe 4M - Modulo 2 Eser 4.1 fino alla H per sabato 29/1 Pagina 2 di 3 Inviato: ven gen 21, :58 pm CREATE => query utilizzata negli script di setup NO Drop Index 24/1/2011: Classe 4M - Modulo 2 Eser 4.1 fino alla H Inviato: lun gen 24, :01 pm CREATE => query utilizzata negli script di setup NO Drop Index -- fino alle qry di alterazione 4M 21/1/2011 no join => costruisco tutte le possibili combinazioni (COPPIE) TRA DUE TABELLE Le applicazioni WIN sono oggetti programmabili (l'interfaccia grafica usa questo linguaggio per operare sul motore ole) SELECT UCASE(Left(Ita,1)) AS Lettera FROM Vocabolario WHERE ( Asc(UCase(Left(Ita,1)))<=Asc('Z') And Asc(UCase(Left(Ita,1)))>=Asc('A') ) GROUP BY UCASE(Left(Ita,1)) ORDER BY UCASE(Left(Ita,1)) tolgo la clausola where SELECT UCASE(Left(Ita,1)) AS Lettera FROM Vocabolario GROUP BY UCASE(Left(Ita,1)) ORDER BY UCASE(Left(Ita,1)) "A" < "a" => relativa alle posizioni nella tabella ASCII => 256 simboli => corrispondenti a combinazioni di 8 bit "É" = "E" in Access ASC("É") <> ASC("E")

13 ASC(Lettera)<=Asc("Z") AND ASC(Lettera)>=Asc("A") => lettere maiuscole ASC(Lettera)<=Asc("z") AND ASC(Lettera)>=Asc("a") => lettere minuscole UCASE(ASC(Lettera))<=Asc("Z") AND UCASE(ASC(Lettera))>=Asc("A") => lettere alfabetiche (ninuscole/maiuscole) escluse le accentate LCASE(ASC(Lettera))<=Asc("z") AND LASE(ASC(Lettera))>=Asc("a") => lettere alfabetiche (ninuscole/maiuscole) escluse le accentate Lettera<="Z" AND Lettera>="A" => lettere alfabetica (maiuscolo /minuscolo) + accentate UPDATE Prodotti SET Prezzo=Prezzo*1,1 => aumento dei prezzi del 10% Le Qry UNION senza ALL sono + lente. 27/1/ Classe 4M - Modulo 2 Le Qry UNION senza ALL sono + lente poichè richiedono una ricerca Aggiorno a fine anno la classe UPDATE STUDENTI SET Classe='5N' WHERE Promosso=true and classe='4n' AND Ritirato=false elenco degli studenti del leonardo SELECT * FROM STUDENTI WHERE CLASSE = SOME (SELECT CLASSE FROM Classi WHERE NomeScuola='leonardo') SELECT * FROM Vocabolario WHERE (Italiana Like "*AGENT*") OR (Spagnolo Like "*AGENT*") OR (Tedesco Like "*AGENT*") OR (Inglese Like "*AGENT*") OR (Olandese Like "*AGENT*") OR (Francese Like "*AGENT*") La ricerca è sequenziale Con un indice fulltext (non esistono in ACCESS) la ricerca trasversale su + campi è indicizzata (veloce) Le tabelle pivot => mettono in relazione 2 grandezze in una modalità di tipo tabellare => risultano + leggibili rispetto ad una qry di raggruppamento rispetto alle due voci che appaiono sulle righe e sulle Inviato: gio gen 27, :43 pm colonne entro il 6/2/2011 alle ore bisogna pubblicare le soluzioni mediante upload nel registro.

14 Sono ammesse soluzioni sia in access 2010, 2007, 2003 e XP come OpenBase 3.2. Per diminuire le dimensioni del file eliminare dopo aver creato le soluzioni quasi tutti i record del vocabolario e compattare il file 28/1/ Classe 4M - Modulo 2 ESER 4.1.b SELECT SUM(Len(ITA)) AS NRCaratteri ; ESER 4.1.c SELECT SUM(Len(trim(ITA))) AS NRCaratteriSenzaSpaziInizFinali ; ESER 4.1.c1 SELECT SUM(Len(replace(ITA," ",""))) AS NRCaratteriSenzaSpazi ; ESER 4.1.d SELECT Left(ITA,1) AS Iniziali, count(*) AS NRParole WHERE ASC(UCASE( left(ita,1)))<=asc('z') AND ASC(UCASE( Inviato: ven gen 28, :49 pm left(ita,1)))>=asc('a') GROUP BY Left(ITA,1) ESER 4.1.e SELECT Right(ITA,1) AS Finali, count(*) AS NRParole WHERE ASC(UCASE( Right(ITA,1)))<=ASC('Z') AND ASC(UCASE( right(ita,1)))>=asc('a') GROUP BY right(ita,1) ESER 4.1.f SELECT Right(ITA,1) AS lettera, count(*) AS NRParole WHERE left(ita,1)=right(ita,1) and ASC(UCASE( Right(ITA,1)))<=ASC('Z') AND ASC(UCASE( right(ita,1)))>=asc('a') GROUP BY right(ita,1) oppure SELECT Left(ITA,1) AS lettera, count(*) AS NRParole WHERE left(ita,1)=right(ita,1) and ASC(UCASE( Right(ITA,1)))<=ASC('Z') AND ASC(UCASE( right(ita,1)))>=asc('a') GROUP BY left(ita,1) ESER 4.1.g SELECT Len(ITA) AS Lunghezze, COUNT(*) AS NrParole GROUP BY Len(ITA);

15 con raggruppamento dopo 25 char SELECT iif(len(ita)>25,">25",len(ita)) AS Lunghezze, COUNT(*) AS NrParole GROUP BY iif(len(ita)>25,">25",len(ita)), iif(len(ita)>25,26,len(ita)) ORDER BY iif(len(ita)>25,26,len(ita)) ESER 4.1.h SELECT sum(len(ita)-len(replace(ita,"a",""))) AS NRLettereA Re: Classe 4M - Modulo 2 Ricordarsi che nel 2 modulo viene ancora chiesta la parte relativa ai files a larghezza fissa e delimitata!! (non è richiesta la parte pratica) --- Inviato: lun feb 07, :55 pm 7/2/ Classe 4M - Modulo 2 f1 Soluzione 1 Sintatticamente è corretta ma Access non riesce ad eseguirla poichè non ammette formule nel legame di left join Questo tipo di soluzione è per me corretta poichè rispetta le regole di costruzioni generali delle left join nell'sql Standard - SELECT Lettera,,Count(*) AS NR FROM Vocabolario Alfabeto LEFT JOIN VOCABOLARIO ON Left(ita,1)=lettera WHERE LEFT(Ita,1)=right(Ita,1) GROUP BY LEFT(Ita,1) Soluzione 2 Con l'uso di una sottoquery SottoQuery QryNrParoleConInizComeFinali: SELECT Left(ita,1) AS INIZIALE FROM Vocabolario WHERE (((Left([Ita],1))=Right([Ita],1))); Inviato: lun feb 07, :00 pm Qry Principale SELECT Alfabeto.Lettera, SUM(iif(isnull(Iniziale),0,1)) AS Nr FROM Alfabeto LEFT JOIN QryNrParoleConInizComeFinali ON Alfabeto.Lettera = QryNrParoleConInizComeFinali.INIZIALE GROUP BY Alfabeto.Lettera; Attenzione non usate COUNT(*) poichè nel conteggio include anche le linee a null. Provate questa query: SELECT Alfabeto.Lettera, COUNT(*) AS Nr FROM Alfabeto LEFT JOIN QryNrParoleConInizComeFinali ON Alfabeto.Lettera = QryNrParoleConInizComeFinali.INIZIALE

16 GROUP BY Alfabeto.Lettera; h1 SELECT 'A' AS Lett, sum(len(ita)-len(replace(ita,"a",""))) AS NRLettere UNION SELECT 'B', sum(len(ita)-len(replace(ita,"b",""))) AS NRLettere... UNION SELECT 'Z', sum(len(ita)-len(replace(ita,"z",""))) AS NRLettere oppure SELECT Alfabeto.Lettera, sum(iif(isnull(iniziale),0,1)) AS NR FROM Alfabeto LEFT JOIN SottoQuery ON Alfabeto.Lettera = SottoQuery.INIZIALE GROUP BY lettera ORDER BY Alfabeto.Lettera Calciatori b) SELECT Nominativo, COUNT(*) as NR WHERE FORMAZIONI.IDFORMAZIONE=MARCATURE.IDFORMAZIONE AND FORMAZIONI.IDCALCIATORE=CALCIATORI.IDCALCIATORE AND AUTOGOL=false GROUP BY Nominativo ORDER BY COUNT(*) DESC c) suggerimenti Durata contratto in gg CLNG(AllaData) - CLNG(DallaData) => Nr giorni Nr GG nella stessa squadra di un giocatore SELECT SUM(CLNG(AllaData) - CLNG(DallaData)) FROM FORMAZIONI GROUP BY IDCalciatore,Squadra l) Elenco degli ID che hanno giocato nel BS (sottoquery: QryGiocatoriDelBS) SELECT Calciatori.IDCalciatore FROM Calciatori, Formazioni WHERE Formazioni.Idcalciatore=Calciatori.IdCalciatore AND NomeSquadra='Brescia' GROUP BY Calciatori.IDCalciatore SELECT * FROM CALCIATORI WHERE IDCalciatori NOT IN (SELECT Calciatori.IDCalciatore FROM Calciatori, Formazioni WHERE Formazioni.Idcalciatore=Calciatori.IdCalciatore AND NomeSquadra='Brescia' GROUP BY Calciatori.IDCalciatore) g) 1 Modo SELECT * FROM CLUB WHERE NomeSquadra NOT IN (SELECT NomeSquadra FROM Iscrizioni WHERE

17 Anno=' ') 2 Modo: Creo la SottoQry: Squadre = SELECT NomeSquadra FROM Iscrizioni WHERE Anno=' ' SELECT * FROM CLUB LEFT JOIN Squadre ON Club.NomeSquadra=Squadre NomeSquadra WHERE Squadre NomeSquadra Is Null 11/2/ Classe 4M - Modulo 2 SOLUZIONI 1 INTERROGAZIONE Elenco Coppie sposate che non risultano divorziate SELECT NomeUomo,NomeDOnna FROM UOMINI,DONNE, MATRIMONI WHERE UOMINI.ID=Matrimoni.IDUomo AND DONNE.ID=Matrimoni.IDDonna AND IsNull(Matrimoni.DivorziatoIl) Inviato: ven feb 11, :09 pm Elenco dei nomi di donna con a fianco il nr di matrimoni (comprese anche quelle nubili) SELECT NomeDonna,SUM(iif(isnull(sposatiIl),0,1) FROM DONNE LEFT JOIN MAtRIMONI ON DONNE.ID=Matrimoni.IDDonna GROUP BY NomeDonna 17/02/ Classe 4M - Modulo 2 DELETE * FROM Libri WHERE Genere="Storia" and instr(titolo,"b")>0 SELECT Titolo, Nominativo, Prestato il FROM Libri, Utenti, prestiti WHERE Libri.idlibro=prestiti.idlibro AND Utenti.idUtente=Prestiti.idutente SELECT * FROM LIBRI WHERE IDLibro NOT IN (SELECT IDLIBRO FROM Prestiti WHERE MONTH(PrestatoIl)=2) Inviato: gio feb 17, :11 am 17/02/ Classe 4M - Modulo 2 SOLUZIONI 2 INTERROGAZIONE: Elenco dei libri da segare che hanno a che fare con la storia e contengono la lettera B nel titolo DELETE * FROM Libri WHERE Genere="Storia" and instr(titolo,"b")>0 oppure DELETE * FROM Libri WHERE Genere="Storia" and not (titolo like "*B*") Elenco dei prestiti con i campi in chiaro SELECT Titolo, Nominativo, Prestato il FROM Libri, Utenti, prestiti WHERE Libri.idlibro=prestiti.idlibro AND Utenti.idUtente=Prestiti.idutente Inviato: gio feb 17, :00 pm

18 Libri mai prestati in febbraio SELECT * FROM LIBRI WHERE IDLibro NOT IN (SELECT IDLIBRO FROM Prestiti WHERE MONTH(PrestatoIl)=2) Nr libri prestati per gg della settimana SELECT FORMAT(prestatoil,"gggg"),count(*) AS NR FROM PRESTITI GROUP BY FORMAT(prestatoil,"gggg"),WEEKDAY(PrestatoIl) Re: Classe 4M - Modulo 2 SOLUZIONI 3 INTERROGAZIONI Elenco degli studenti mai interrogati in mate Inviato: ven feb 18, :22 pm SELECT * FROM STUDENTI WHERE IDSTUD NOT IN (SELECT IDSTUD FROM INTERROGAZIONI,MATERIE WHERE INTERROGAZIONI.IDMATERIA=MATERIA.IDMATERIA AND MATERIA="MATE") Media dei voti per ogni studente interrogato SELECT NOMINATIVO, AVG(VOTO) FROM STUDENTI, INTERROGAZIONI WHERE STUDENTI.IDSTUD=INTERROGAZIONI.IDSTUD GROUP BY NOMINATIVO Nr Interrogazioni di tutti gli studente SELECT NOMINATIVO, SUM(IIF(ISNULL(Voto),0,1))) AS NRINT FROM STUDENTI LEFT JOIN INTERROGAZIONI ON STUDENTI.IDSTUD=INTERROGAZIONI.IDSTUD GROUP BY NOMINATIVO Eliminare stud nati di domenica in febb o aprile DELETE FROM STUDENTI WHERE FORMAT(NatoIl,"ggg")="Dom" AND (FORMAT(NatoIl,"mmm")="Feb" OR FORMAT(NatoIl,"mmm")="APR") Elenco su una colonna di tutti i nominativi di BS o MI SELECT Nominativo FROM STUDENTIBS UNION SELECT Nominativo FROM STUDENTIMI Powered by phpbb 2000, 2002, 2005, 2007 phpbb Group Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ] Pagina 2 di 3

19 brescianet.com Sito didattico - Prof. Sechi Marco Classe 4M - Modulo 2 Re: Classe 4M - Modulo 2 SOLUZIONI 4 INTERROGAZIONE Pagina 3 di 3 Inviato: lun feb 21, :40 am Accodo i clienti esteri in clienti (1) INSERT INTO Clienti (RagSOC, Indirizzo, CAP) SELECT RagSOC, Indirizzo, CAP INTO CLIENTI FROM CLIENTIESTERI Creazione CC (2) CREATE TABLE CC ( IDCC COUNTER CONSTRAINT IdCC PRIMARY KEY, IDCLI LONG CONSTRAINT IDCLI NOT NULL, ACCESOIL DATETIME, BANCA TEXT(16) ) Ammontare dei versamenti per mese (1) SELECT FORMAT(DataOP,"mmmm"),SUM(Importo) FROM MOVIMENTI WHERE TipoOP="PRELIEVI" GROUP BY FORMAT(DataOP,"mmmm"), MONTH(DataOP), TipoOP Clienti che non hanno mai effettuato versamenti (2) SELECT RagSOC FROM CLIENTI WHERE IDCLI NOT IN (SELECT IDCLI FROM MOVIMENTI, CC WHERE MOVIMENTI.IDCC=CC.IDCC) Inserire record (1) INSERT INTO CLIENTI (RagSoc,Indir,CAP) VALUES ("Rossi SPA","Via Di Qua,2","00291") Nr di prelievi per cliente che ha effettuato almeno un prelievo (deve comparire la Rag. Soc.) SELECT RagSoc, COUNT(*) FROM Clienti,CC,Movimenti WHERE Clienti.IDCLI=CC.IDCLI AND CC.IDCC=Movimenti.ICC AND TipoOP="PRELIEVI" GROUP BY RagSOC Powered by phpbb 2000, 2002, 2005, 2007 phpbb Group Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ] Pagina 3 di 3

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

Dal modello concettuale al modello logico

Dal modello concettuale al modello logico Dal modello concettuale al modello logico Traduzione dal modello Entita - Associazione al modello Relazionale Ciclo di sviluppo di una base di dati (da parte dell utente) Analisi dello scenario Modello

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Esercitazione su SQL

Esercitazione su SQL Esercizio 1. Esercitazione su SQL Si consideri la base di dati relazionale composta dalle seguenti relazioni: impiegato Matricola Cognome Stipendio Dipartimento 101 Sili 60 NO 102 Rossi 40 NO 103 Neri

Dettagli

Editor vi. Editor vi

Editor vi. Editor vi Editor vi vi 1 Editor vi Il vi è l editor di testo standard per UNIX, è presente in tutte le versioni base e funziona con qualsiasi terminale a caratteri Permette di visualizzare una schermata alla volta

Dettagli

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica PHP: form, cookies, sessioni e mysql Pasqualetti Veronica Form HTML: sintassi dei form 2 Un form HTML è una finestra contenente vari elementi di controllo che consentono al visitatore di inserire informazioni.

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Il linguaggio SQL Basi di dati 1. Il linguaggio SQL. Angelo Montanari. Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine

Il linguaggio SQL Basi di dati 1. Il linguaggio SQL. Angelo Montanari. Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine Il linguaggio SQL Basi di dati 1 Il linguaggio SQL Angelo Montanari Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine Il linguaggio SQL Basi di dati 2 Introduzione SQL (Structured Query Language)

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Algebra Relazionale. algebra relazionale

Algebra Relazionale. algebra relazionale Algebra Relazionale algebra relazionale Linguaggi di Interrogazione linguaggi formali Algebra relazionale Calcolo relazionale Programmazione logica linguaggi programmativi SQL: Structured Query Language

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

PROBLEMA DELLA RICERCA DI UN ELEMENTO IN UN ARRAY E ALGORITMI RISOLUTIVI

PROBLEMA DELLA RICERCA DI UN ELEMENTO IN UN ARRAY E ALGORITMI RISOLUTIVI PROBLEMA DELLA RICERCA DI UN ELEMENTO IN UN ARRAY E ALGORITMI RISOLUTIVI PROBLEMA DELLA RICERCA in termini generali: Dati in input un insieme S di elementi (numeri, caratteri, stringhe, ) e un elemento

Dettagli

1) Le Espressioni regolari

1) Le Espressioni regolari ESPRESSIONI REGOLARI e FILTRI SED, GREP e AWK 1) Le Espressioni regolari Un'espressione regolare è un modello che descrive un insieme di stringhe. Le espressioni regolari sono costruite, in maniera analoga

Dettagli

Appendice I. Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice

Appendice I. Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice . Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice Ordinamento di osservazioni: PROC SORT PROC SORT DATA=fa il sort è numerico

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database PROBLEMA Si vogliono inviare, periodicamente, i dati acquisiti da alcuni sensori ad un database presente su di un server. Arduino con shield Ethernet

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED

I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED SED è un programma in grado di eseguire delle trasformazioni elementari in un flusso di dati di ingresso,

Dettagli

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 Database, SQL & MySQL Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 1 Struttura RDBMS MYSQL - RDBMS DATABASE TABELLE 2 Introduzione ai DATABASE Database Indica in genere un insieme di dati rivolti alla rappresentazione

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi alternative: function nome { lista-comandi } oppure nome ( ) {

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE 1.1 CARATTERISTICHE DEL SUPPORTO IMMODIFICABILE E SUO FILE-SYSTEM... 2 1.2 SICUREZZA

Dettagli

Descrizioni VHDL Behavioral

Descrizioni VHDL Behavioral 1 Descrizioni VHDL Behavioral In questo capitolo vedremo come la struttura di un sistema digitale è descritto in VHDL utilizzando descrizioni di tipo comportamentale. Outline: process wait statements,

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it UML: Class Diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania Class Diagram Forniscono una vista strutturale

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

if t>=0 x=1; else x=0; end fornisce, nella variabile x, il valore della funzione gradino a tempi continui, calcolata in t.

if t>=0 x=1; else x=0; end fornisce, nella variabile x, il valore della funzione gradino a tempi continui, calcolata in t. Il programma MATLAB In queste pagine si introduce in maniera molto breve il programma di simulazione MAT- LAB (una abbreviazione di MATrix LABoratory). Introduzione MATLAB è un programma interattivo di

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO Informazioni generali Il programma permette l'invio di SMS, usufruendo di un servizio, a pagamento, disponibile via internet. Gli SMS possono essere

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Gli asteroidi. Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it

Gli asteroidi. Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it Esempio sull'utilizzo dell'osservatorio Virtuale Gli asteroidi Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it Distribuzione degli asteroidi Il Sistema Solare è composto

Dettagli

CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II*

CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II* CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II* Indice 1. Informazioni generali 2. Parte I: obiettivi, gestione e risorse del Dipartimento

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof.

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof. Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica Programmazione I - corso B a.a. 009-10 prof. Viviana Bono Blocco 9 Metodi statici: passaggio parametri, variabili locali, record

Dettagli

Breve guida all uso di PubMed

Breve guida all uso di PubMed Breve guida all uso di PubMed http://www4.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/ I. Pagina iniziale A destra di appare una finestra di interrogazione dove è possibile inserire uno o più termini. Al di sotto di questa

Dettagli

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE TPO PROGETTAZIONE UD 03 GESTIONE DEL CARATTERE IL TIPOMETRO LA MISURAZIONE DEL CARATTERE A.F. 2011/2012 MASSIMO FRANCESCHINI - SILVIA CAVARZERE 1 IL TIPOMETRO: PARTI FONDAMENTALI Il tipometro è uno strumento

Dettagli

Specifiche API. Gestione utenti multipli

Specifiche API. Gestione utenti multipli Specifiche API Gestione utenti multipli v1.3.73 Last update: Ludovico 28/12/2009 Sommario Descrizione del servizio... 3 Come diventare partner... 3 Modalità di accesso al servizio con gestione utenti multipli...

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Strutture. Strutture e Unioni. Definizione di strutture (2) Definizione di strutture (1)

Strutture. Strutture e Unioni. Definizione di strutture (2) Definizione di strutture (1) Strutture Strutture e Unioni DD cap.10 pp.379-391, 405-406 KP cap. 9 pp.361-379 Strutture Collezioni di variabili correlate (aggregati) sotto un unico nome Possono contenere variabili con diversi nomi

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL PRESTITO LOCALE 1. Dove posso trovare informazioni dettagliate sul prestito locale e sulla gestione dei lettori? 2. Come

Dettagli

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Lezione 2 Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Rappresentazione dei numeri

Dettagli

SID - GESTIONE FLUSSI SALDI

SID - GESTIONE FLUSSI SALDI Dalla Home page del sito dell Agenzia delle Entrate Cliccare sulla voce SID Selezionare ACCREDITAMENTO Impostare UTENTE e PASSWORD Gli stessi abilitati ad entrare nella AREA RISERVATA del sito (Fisconline

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN per Expert NANO 2ZN Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie Expert NANO 2ZN Nome documento: MODBUS-RTU_NANO_2ZN_01-12_ITA Software installato: NANO_2ZN.hex

Dettagli

Dev C++ Prerequisiti. Note di utilizzo. Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma

Dev C++ Prerequisiti. Note di utilizzo. Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma Dev C++ Note di utilizzo 1 Prerequisiti Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma 2 1 Introduzione Lo scopo di queste note è quello di diffondere la conoscenza

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Guida rapida di IBM SPSS Statistics 20

Guida rapida di IBM SPSS Statistics 20 Guida rapida di IBM SPSS Statistics 20 Nota: Prima di utilizzare queste informazioni e il relativo prodotto, leggere le informazioni generali disponibili in Note legali a pag. 162. Questa versione si applica

Dettagli

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Tutti i tipi di dato utilizzati dal Matlab sono in forma di array. I vettori sono array monodimensionali, e così possono essere viste le serie temporali,

Dettagli

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso [OFR] - - G.ALI.LE.O Versione 1.1.0 MANUALE D USO pag. 1 di 85 [OFR] - - pag. 2 di 85 [OFR] - - Sommario 1 - Introduzione... 6 2 - Gestione ALbI digitale Ordini (G.ALI.LE.O.)... 7 2.1 - Schema di principio...

Dettagli

Cos è una stringa (1) Stringhe. Leggere e scrivere stringhe (1) Cos è una stringa (2) DD Cap. 8 pp. 305-341 KP Cap. 6 pp. 241-247

Cos è una stringa (1) Stringhe. Leggere e scrivere stringhe (1) Cos è una stringa (2) DD Cap. 8 pp. 305-341 KP Cap. 6 pp. 241-247 Cos è una stringa (1) Stringhe DD Cap. 8 pp. 305-341 KP Cap. 6 pp. 241-247 Una stringa è una serie di caratteri trattati come una singola unità. Essa potrà includere lettere, cifre, simboli e caratteri

Dettagli

Il linguaggio SQL: transazioni

Il linguaggio SQL: transazioni Il linguaggio SQL: transazioni Sistemi Informativi T Versione elettronica: 4.8.SQL.transazioni.pdf Cos è una transazione? Una transazione è un unità logica di elaborazione che corrisponde a una serie di

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 Premessa. In questa nuova versione è stata modificata la risoluzione (dimensione) generale delle finestre. Per gli utenti che navigano nella modalità a Finestre, la dimensione

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 per i redditi di lavoro dipendente/assimilati e di lavoro autonomo/provvigioni e diversi Specifiche tecniche

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL.

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL. Data: 8 Ottobre 2013 Release: 1.0-15 Feb 2013 - Release: 2.0 - Aggiunta procedura per inviare email da Windows con php Release: 2.1-20 Mar 2013 Release: 2.2-8 Ottobre 2013 - Aggiunta procedura per inviare

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Le variabili. Olga Scotti

Le variabili. Olga Scotti Le variabili Olga Scotti Cos è una variabile Le variabili, in un linguaggio di programmazione, sono dei contenitori. Possono essere riempiti con un valore che poi può essere riletto oppure sostituito.

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01)

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) SINTESI Comunicazioni Obbligatorie [COB] XML ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) Questo documento è una guida alla importazione delle Comunicazioni Obbligatorie: funzionalità che consente di importare

Dettagli

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi Laboratorio Database Docente Prof. Giuseppe Landolfi Manuale Laboratorio Database Scritto dal Prof.Giuseppe Landolfi per S.M.S Pietramelara Access 2000 Introduzione Che cos'è un Database Il modo migliore

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Lezione 15 File System

Lezione 15 File System Lezione 15 File System Sistemi Operativi (9 CFU), CdL Informatica, A. A. 2014/2015 Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche Università di Modena e Reggio Emilia http://weblab.ing.unimo.it/people/andreolini/didattica/sistemi-operativi

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Verifica che una grammatica sia Context Free nel GrammaReader

Verifica che una grammatica sia Context Free nel GrammaReader Verifica che una grammatica sia Context Free nel GrammaReader Sommario Dispensa di Linguaggi di Programmazione Corrado Mencar Pasquale Lops In questa dispensa si descrivono alcune soluzioni per verificare

Dettagli

sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon)

sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon) Sed & Awk Sed e Awk sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon) awk: linguaggio per l'elaborazione di modelli orientato ai campi (1977, Bell

Dettagli

Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed

Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed 1 Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed Laboratorio di Sistemi Operativi I Anno Accademico 2008-2009 Copyright 2005-2007 Francesco Pedullà, Massimo Verola Copyright 2001-2005 Renzo Davoli,

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli