VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 24 Marzo 2009

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 24 Marzo 2009"

Transcript

1 PROVNCA D PSTOA ORGNALE VERBALE D DELBERAZONE DEL CONSGLO PROVNCALE Atto N. 94 Seduta de 24 Marzo 2009 OGGETTO: A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA P.SE - BLANCO D PREVSONE DELL ESERCZO FNANZARO 2009 E BLANCO PLURENNALE L anno duemanove, e questo gorno Ventquattro de mese d Marzo ae ore 5.50 ne aua consare dea Provnca d Pstoa, s è runto Consgo Provncae convocato ne mod d egge, n seduta pubbca d prma convocazone A appeo rsutano present N.22 Consger ed assent N.3, come segue: Present Assent Present Assent VENTUR GANFRANCO X GUELF ANTONO X GUNT MARCO X LATTAR PAOLO ROBERTO X BONACCH GRAZANO X ONOR MARCO X BONFANT VALERO X GONFOTT ALESSANDRO X CARDELL CARLO X PELLEGRN VNCO X CPRAN DANELE X NCCOLA MARO X NNOCENT CHARA X PAC MARCELLO X MANNELL DANELE X BARTOLN SONA X MARTNELL SLVANA X CECCARELL SERAFNO X NARDN FRANCO X FRANCHN ROBERTO X SARTESCH GOVANN X BETTN MORENO X BARDELL RENZO X CAPPELLN ROBERTO FABO X ROMT GABRELE X Presede Sg. Marco Gunt n quatà d Presdente de Consgo Partecpa Segretaro Generae Dott. Rocco Lauetta ncarcato dea redazone de presente verbae L PRESDENTE Constatato numero egae deg ntervenut, a fn dea vadtà de adunanza, con assstenza deg scrutator Sgg: Vnco Peegrn, Moreno Bettn Passa po aa trattazone de punto de ordne de gorno d cu a oggetto.

2 DELBERAZONE DEL CONSGLO PROVNCALE DEL 24 MARZO 2009 N. 94 OGGETTO: A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA P.SE - BLANCO D PREVSONE DELL ESERCZO FNANZARO 2009 E BLANCO PLURENNALE Su nvto de Presdente de Consgo, Assessore Rsat ustra e sottopone a approvazone de Consgo Provncae aegata proposta d deberazone formuata, preva struttora, da Funzonaro d P.O. Tursmo Meteo Bonanno e da Drgente de Dpartmento Panfcazone, terrtorae, Agrcotura, Tursmo e Promozone dott. Renato Ferrett Termnata ustrazone dea proposta a cura de Assessore Rsat Presdente de Consgo nvta consger che ne fanno rchesta ad ntervenre ne rspetto dee norme regoamentar de Consgo sa per quanto attene g ntervent, che e eventua repche e e dcharazon d voto. Prendono qund a paroa ne ordne: Consgere Franchn OMSSS (ntervento aegato n cace aa debera) Presdente Gunt Assessore Rsat Durante a dscussone è rentrato consgere Bonfant ed è uscto consgere Onor per cu present sono22 e g assent 3 Termnat g ntervent, e repche e e dcharazon d voto Presdente de Consgo nvta coego a deberare n merto a punto n oggetto. Pertanto L CONSGLO PROVNCALE - Udta a reazone ustratva de Assessore Rsat; - Vsta a proposta d deberazone che predetto assessore ntende sottoporre a approvazone d questo consesso ne testo aegato aa presente con a ettera A ; - Udt g ntervent de sgg.r consger che hanno chesto a paroa; - Udte e dcharazon d voto; - Vst parer aegat aa proposta deberatva rascat ex art. 49 de D.Lgs , n Dato atto che a proposta n esame è stata esamnata daa V commssone consare nea seduta de 05/03/2009

3 DELBERAZONE DEL CONSGLO PROVNCALE DEL 24 MARZO 2009 N Con a seguente votazone paese resa per azata d mano de n.22 consger a momento present, cu esto è procamato da sg. Presdente de Consgo coaduvato dag scrutator e da Segretaro Generae: Present 22 Vot favorevo n. 4 (Gunt, Ventur, Bonacch, Bonfant, Carde, Cpran, nnocent, Manne, Martne, Nardn, Sartesch, Romt, Guef, Lattar ) Astenut n. 8 (Bettn, Cappen, Barde, Peegrn, Pac, Barton, Ceccare, Franchn) DELBERA ) D approvare a proposta d deberazone d par oggetto ne testo aegato sub A a presente atto quae parte ntegrante e sostanzae deo stesso, così come rchamata n premessa per e motvazon n essa contenute e n ordne ae determnazon nea stessa specfcate; 2) D pubbcare a presente deberazone otre che a Abo Pretoro dea Provnca su sto NTERNET 3) D dcharare con separata ed unanme votazone per azata d mano a presente deberazone mmedatamente esegube a sens de art. 34, comma 4, de D.Lgs 267/2000;

4 Pazza San Leone,500 P ~...-- _._. _ Data: PROPOSTA D DELBERAZONE Oggetto: A.P.T. ABETONE-PSTOA-MONTAGNA P.SE. Banco d prevsone per eserczo fnanzaro 2009 e banco purennae L DRGENTE Vsto Decreto Presdenzae n. 236/ , d confermento a sottoscrtto de ncarco d Responsabe de Servzo Panfcazone Terrtorae, S..T., Tursmo e Promozone ; - Vsto D.Legs.267/2000 T.U. deg Ent Loca, e n partcoare art. 07 che dscpna e competenze de Drgent; Vsto art. 7 deo Statuto dea Provnca d Pstoa reatvo ae attrbuzon, a compt e ae competenze de Drgent; Vsta a Deberazone G.P. n. 235 de Approvazone de regoamento deg Uffc e de Servz a cu art. O s ndvduano e attrbuzon de Drgent de Ente; Premesso che con egge regonae , n. 42 come modfcata daa LR 4/2005, è stato approvato Testo Unco dee egg regona n matera d tursmo che contene, tra atro, dsposzon reatve a sstema organzzatvo de tursmo nea nostra Regone attuando d fatto una fase d rforma d questo mportante comparto de economa de terrtoro; Consderato che a stessa egge ndvdua e Agenze per Tursmo qua strument tecncooperatv (pur se dotate d personatà gurdca pubbca, autonoma organzzatva - ammnstratva e d gestone, art.,c.2) dee Provnce e de Comun, assegnando aa Provnce mportant funzon ammnstratve e d controo (art., c.3) qua, tra e atre, approvazone de Banco preventvo (art. 4 c. 3), dee reatve varazon (art. 7, c.7) e de conto consuntvo dee AA.PP.TT. stesse

5 E (art. 4 c. 3), così come n utmo confermato dae modfche aa stessa L.R. 42/2000, apportate con L.R. 4/2005; Vsto art. comma 4 dea L.R. n. 42/2000 con quae vene stabto che ae A.P.T. s appcano e norme n matera d banco, attvtà contrattuae e patrmono dea Provnca; Vsta a deberazone de C.P. n. 74 de Funzon ammnstratve n matera d nformazone, accogenza e promozone turstca ocae dea Regone Toscana, L.R. 42/2000. sttuzone dee Agenze per Tursmo con a quae, fra atro, vene demandata aa competenza de Consgo Provncae approvazone de programma annuae d attvtà, de banco preventvo e reatve varazon e de conto consuntvo dee Agenze per Tursmo, sttute a sens dea L.R. 54/99, reatvamente aa corrspondenza d ta att ag ndrzz e a contenut ne Pano Trennae Provncae d promozone turstca, sua base de struttora predsposta da Drgente de Servzo Panfcazone Terrtorae, S..T, Promozone, Tursmo e Commerco e prevo parere de Revsor de Cont; Vsto che con nota de 2 marzo 2009 acqusta a nostro protocoo gorno 4 marzo 2009, a n.36885, Drettore de A.P.T. Abetone-Pstoa-Montagna P.se c ha trasmesso a propra deberazone n.2 de 2 febbrao 2009 avente per oggetto: Banco per eserczo fnanzaro 2009 e Banco purennae Approvazone ; Vste e drettve approvate da Consgo Provncae, d cu aa propra Deberazone n. 27 de 7 gennao 2006, avente per oggetto Lnee Programmatche Trenna per a Promozone de Terrtoro. Perodo ; Vst g artt. 62, 70, 7 de Decreto Lgs. n. 267 de reatv aa stesura de Banco Annuae d Prevsone, dea Reazone Prevsonae e Programmatca e de Banco Purennae; Preso atto che Comtato Turstco d ndrzzo (C.T..) de A.P.T. Abetone-Pstoa-Montagna.se, n data 24 febbrao 2009 ha espresso propro parere favorevoe su banco d prevsone per anno 2008 e purennae presentat da Drettore medesmo, così come prevsto da comma 6 ettera b) de art. 7 dea L.R. n. 42/2000; Vsto art. 5 comma e 2 de D.Lgs. n. 267 de ; - Vst seguent document che fanno parte ntegrante e contestuae dea presente debera: 0 Aegato A - Deberazone n. 2 de Drettore dea A.P.T. Abetone-Pstoa-Montagna P.se de 2 febbrao 2009 avente per oggetto: Banco d prevsone per eserczo fnanzaro 2008 e Banco purennae O. Approvazone ; 0 Aegato A2 - Banco Prevsone Eserczo fnanzaro 2009; 0 Aegato A3 - Banco Purennae ; 0 Aegato A4 - Reazone Prevsonae Programmatca perodo ; 0 Aegato A5 - Parere de Coego de Revsor de Cont de A.P.T. Abetone-Pstoa- Montagna P.se reatvo a Banco d prevsone per eserczo fnanzaro 2009 e Banco purennae Approvazone ; Aegato B - Verbae de Comtato Turstco d ndrzzo n. 2 de 24 febbrao 2009; Consderato che Banco de APT Abetone-Pstoa-Montagna P.se attua e drettve che a Gunta Provncae ha approvato con propra Deberazone Provncae n. 209 de 20 dcembre 2007, Attuazone per anno 2008 dee Lnee Programmatche Trenna per a Promozone de Terrtoro. Perodo , reatva anche a prmo semestre 2009, n attuazone dea Deberazone de Consgo Provncae sopra ctata;

6 , Consderato che provvedmento è predsposto e formuato n conformtà d quanto prevsto n matera daa vgente normatva, nonché ne rspetto deg att e dee drettve che costtuscono presupposto dee procedure; - Esprmendo parere favorevoe d regoartà tecnca a sens de art. 49, comma, de D.Lgs. n. 267/2000; Lo scrvente Drgente propone a Consgo d deberare n merto:. D approvare, n ordne ae competenze d cu d cu a art. 4. c.3 bs dea L.R. 42/2000 ed a crter d cu aa deberazone d C.P. n. 29/2000, così come modfcata daa successva deberazone d C.P. n. 74 de , Banco d prevsone per eserczo fnanzaro 2009 e Banco purennae de APT Abetone-Pstoa-Montagna Pse, con aegat seguent document che fanno parte ntegrante e contestuae dea presente debera: o o o o o a Aegato A - Deberazone n. 2 de Drettore dea A.P.T. Abetone-Pstoa-Montagna P.se de 2 febbrao 2009 avente per oggetto: Banco d prevsone per eserczo fnanzaro 2008 e Banco purennae O. Approvazone ; Aegato A2 - Banco Prevsone Eserczo fnanzaro 2009; Aegato A3 - Banco Purennae ; Aegato A4 - Reazone Prevsonae Programmatca perodo ; Aegato A5 - Parere de Coego de Revsor de Cont de A.P.T. Abetone-Pstoa- Montagna P.se reatvo a Banco d prevsone per eserczo fnanzaro 2009 e Banco purennae Approvazone ; Aegato B - Verbae de Comtato Turstco d ndrzzo n. 2 de 24 febbrao 2009; così come gà approvat da Drettore de A.P.T. Abetone-Pstoa-Montagna P.se, con a propra deberazone n. 2 de 2 febbrao 2009, e su cu Coego de Revsor de Cont dea stessa A.P.T. ha espresso propro parere favorevoe, a sens de art. 5 dea L.R. 42/2000; D dare atto che presente provvedmento non comporta oner d spesa per Ente, né su eserczo n corso, né n que futur; D dcharare presente atto mmedatamente esegube, a sens de art. 34, comma quarto, de D.Lgs. n. 267/2000, a fn de mmedata concusone de procedmento nerente a suddetta deberazone de Drettore de A.P.T.; D trasmettere copa de presente atto a A.P.T. Abetone-Pstoa-Montagna P.se, a Servzo Panfcazone Terrtorae, S..T, Promozone, Tursmo e Commerco, a Servzo Ragonera, aa Segretera Generae ed a Archvo per provvedment conness e conseguent reatv aa sua attuazone;

7 5. D pubbcare presente atto a Abo pretor0 e su sto nternet de Ente. Funzonaro P.O. Tursmo Dott. Meteo Bonanno mtm 6- S esprme parere favorevoe d regoartà tecnca a sens 267/2000;

8 Gggerto: Banco d Prevsone per 'eserczo fnanzaro Approvazone. L DRETTORE + x&t~!u LR &! 23 -%* 2WG "T&u urne2 &!v Rq$sz& & m&era d; tursmo"; --. e vsto ì D.,gs. n.267 de 8 agosto LWO "Testo unco aee egg su'ofananaento tegì ent A!2~c;;'' V C U U &e 3; sem &u~! focfmg && ~-42Qf33 s qp&~ mzte& d contabtà de'af; Vso decreto presuenzae.54 de 2O settembre 2004, con quae è stato comkto ua Prescente dea Provnca d Pma 'ncarco d rettore de'genza per btursmo "A'tone Ystoa Montagna Ystoese" con àecorrenza ta LO settembre 2004; vsto Programma a attvtà per 2009 precsposto a norma ae'art. 4 coma 2 dea ctata LE. n.422oc0, e0 approvato con ae'mra n. 0 àe 30 settembre 2w8; --. o vsto decreto ae Mnstro ae'ntemo de 9 dcembre 00a pu'oocato sua Gazzetta --- umcae n. 3 de Oj.O.2009 con cu è stato aerto a 3 marzo 2W9 termne per a derazone de banco a prevsone deg ent oca per 'anno 2009; - -- e Y sta a de'bera n. de 29.6.XO8 Banco u Prevsone per 'eserczo fnanza60 2M8. Approvazone schema"; --. e vsta a Reazone de Uoego de Revsor n ùata ; e Accertata a egttmtà e aspontà contabe - DELBERA. E approvare banco d prevsone per 'eserczo,2009 con seguent aegat: aj reazone prevsonae e proborammatca; bj banco annuae 2009; cj banco purennae WO9-2O ; Z. U trasmettere a presente deoera con a reazone ae Coego de Revsor a Comtato - Unstco ù ndrzzo per parere preventvo obsgatoro prevqo e aa Provnca ù "rstoa per 'approvazone d competenza; 3. D acharase a presente ueoera medmmente eseguae.

9 A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA PSTOESE BLANCO D PREVSONE ESERCZO 2009 PARTE - ENTRATA t

10 A.B.T. ABETONE PSTOW MONTAGNA PSTBESE....../... PARTE - ENTRATA ESERCZO 2009 Rsorse Accertament Prevson... Pag. 2 PREVSON D COMPETENZA

11 A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA PSTOESE PARE - ENTRATA ESERCZO 2009 Pag 3

12 ~~~~.... A.P.T. ABETONE PSTOW MONTAGNA FSTBESE PARTE - ENTRATA ESERCZO 2009 Pag Rsorse Accertament Prevscn j?revson D COMPETENZA.. utmo defntve /per 'es.a quae s rfersce pres.banco/ann. odce e Denom nazone eserczo eserc;zjo n Numero.. chuso corso. VARAZON SOMME._._._._._._. j RSULTANT n aumento n dmnuzone _ _ 2 TTOLO 2 /Entrate dervant da contrbut e trasferment corrent de 0 Stato, dea regone e d at r ent, anche per Funz.De.-.! 2 O Categora! \Contrbut e trasferment corr -..! A ~~~~~.~-.~--~~..~~----~~~~.~~--- ~~--~~~~..~~~~~~~~~.~~~~ _..~ JTotae categora , _-.....~~~.~~~~~~~-~~~.~..~~ ~ - - (2 O2 Categora 2 ]Contrbut e trasferment corr ent daa Regone _......_...~~... /_..._.....~...~.._ O2 000 ]CONTRBUTO ORDNARO DELLA REG;] ONE TOSCANA EX ART. 20 L.R. 42/! TRAMTE PROVNCA D?ST OA _._...._....~.._ ~~-~~ ~_._..._ - 2 O2 005 CONTRBUT STRAORDNAR REGONE!! TOSCANA ,00~ O _ ~~-~~--~ ~..._..-. -_!Totae categora , ~ - ~ ~ - - ~ ~... ~ ~ ~ ~. ~ ~ ~ ~. ~ ~ ~ ~ ~ ~ -. ~ ~ ~ ~ ~ 2 03 Categora 3 JContr but e trasferment da a Regone per Funzon Deega t e...,...~..._..._ CONTRBUT REGONE TOSCANA PER PNOCCHO SUGL SC ! ~ ]Totae categgr a~ ~~ O ~ Categora 4 ]Contrbut e trasferment da p arte d organsm comuntar ed] nternazona

13 ~ ~~ ~~~ ~ -- ~ ~ ' A.P.T, hbetone PSTOA MONTAGNA PSTOESE PARTE - ENTRATA ESERCZO 2009 Pag Rsorse Accertament Prevson PREVSON D COMPETENZA utmo defntve ]per 'es.a quae s rfersce pres.bancoann Codce e Denomnazone eserczo eserczo n..... Numero chuso corso VAR AZ ON SOMME._._.)_._._. RSULTANT - - n aumento /n dmnuzone ENTRATE DERVANT DA FOND UE o.oo/ : ]Totae categora O.OO/ Categora 5 Contrbut e trasferment corr da atr ent de' WtA-r e!,d A ~- - - _ pubbco )_..._../ ~.~-~~--~~~~~~-~----~~~~~-~-~~~/._... (._.~..~.~~..~-..~~~~~ ~-~ CONTRBUT D ENT VAR PER PN OCCHO SUGL SC , j..._.._ ~~ JCONTRBUT PER FONDO NCENTVAN (TE TURSMO o,oo/ / ) _._._._.j._. ~.~.~.~.~-.-.-.~! CONTRBUT DA ENT PER ATTVTA! ' STTUZONAL , j / / [Totae categora 5 460,47, ,OO j o.oo/ 3.60.O /.../... ~ !Rassunto Ttoo 2 - /Entrate dervant da contrbut e trasferment corrent de - o Stato. dea regone e d at r ent, anche per Funz.De. _....~ ~~~~~~~---..~..~~~~~~....._...._- -_ O Categora /Centr but e trasferment corr ' ent dao Stato / 2 O2 Categora 2 /Contrbut e trasferment corr /ent daa Regone ( (.(.(.... \ 2 03 Categora 3 Contrbut e trasferment da /? ~ a Regone per Funzon Deega t! ~ ~ ~~!e O.OO! ,00/....../.../...

14 A.P.T. ABETQNE PSTBPA MONTAGNA BSTOESE arte d organsm comuntar ed nternazona 0.00) 0,OO) L--

15 A.P.T. ABETBNE PSTOA MONTAGNA PSTOESE Totae categora 0.00 O.OO]

16 A.P.T. W3ETONE PHSTBA MONTAGNA PSTQESE 3 04 Categora 4 Utì nett dee azende spec a e partecpate. dvdend d soceta' 0, o.oo/ ) ~..._..~_~ ) ~...~..~ _._-...._..._._.._ , r----

17 A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA PSTOESE PARTE - ENTRATA ESERCZO 2009 Pag. 9

18 A.P.T. ABETONE PSTQA MONTAGNA PSTOPESE _

19 ~ -0,OO ~ ~~,~ A.P.T. BBETBNE PSTOA MONTAGNA BSTQPESE PARTE - ENTRATA ESERCZO 2009 Pag..../ Rsorse Accertament Prevson PREVSON D COMPETENZA utmo defntve per 'es.a quae s rfersce pres.bancoann. Codce e Denomnazone eserczo eserczo n.... Numero chuso corso VARAZON SOMME *... RSULTANT 4 n aumento [n dmnuzone _ ( TTOLO 5 [Entrate dervant da accenson d prestt :.. 5 O Categora.[Antcpazon d cassa......'...~...~...~...~...~...~ O 090 PREFNANZAMENTO D APERTURE D] Te- - D CASSA ~ ~~-~---~ J ~--~~~~-~ ~...~ ~ -. _ - _ ( ]Totae categora 0, ) ~.~~~~.~~~.~~~-~~-~~-~.~~~~-~~~-~~~~-~ ~~-~/ 5 02 Categora 2 fnanzament a breve termne! ~..._.. ~ ~~~.~.~..~ /Totae categora u.oo/ ; )._..._~....~~~~~.~~~~~~~~~.~..~..._-_... ~---- ~_-_ / ~ 5 03 Categora 3 Assunzone d mutu e prestt -. (Totae categora ~.~~~-~~~~~~~~~-~~---~-----~ ~.;_._._._.... (5 04 Categora 4 - ]Emssone d prestt obbgaz onar.(... ~ ~ ) !, Totae categora ooj _..._..~~..~~.~.~...~...~~~.~~~~.~~...~~...~.~~.~.~~..~~~~ Rassunto Ttoo 5 ]Entrate dervant da accenson d prestt Categora Atcpazon- d cassa ~ ~~~ ~~~ ; / ( (5 02 Categora 2 '* fnanzament a breve termne ' 0.00 / (5 03 Categora 3 Assunzone d mutu e prestt 0.00 o.oo/ ,... ~... ' -~ :

20 A.P.T. ABETONE PSTQA MONTAGNA PSTOESE 6 0,oo

21 T W.P.T. BBETONE PSTOA MONTAGNA PSTOESE PARTE - ENTRATA ESERCZO 2009 Pag (... Rsorse Accertament Prevson PREVSON D COMPETENZA..... utmo defntve )per 'es.a quae s rfersce pres.bancoann. Codce e Denomnazone eserczo eserczo n.... Numero chuso corso VARAZON SOMME RSULTANT n aumento /n dmnuzone - ).)......(. ' ~ ~~ ~~--~~ ~~...--~--.~-~~-~~~.~.~---.~~..~._~~..~_.~~...~)..~~_...~~.~~_ 6 TTOLO 6 Entrate da servz per conto d( terz : O5 Rmborso spese per servz per conto d terz O.OO( O Rmborso d antcpazone! (d fond per servzo econom j ato O ~ '07 O Depost per spese contrat (..../

22 A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA BSTOESE

23 A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA PSTOESE BLANCO D PREVSONE ESERCZO 2009 PARTE - SPESA

24 A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA PSTOESE 8 -- _L---!

25 A.P.T. ABETONF, PSTOA MONTAGNA PSTOESE 0.00[ O.OO( 0.00 _.. ( _-_ ,OO _._. ( /Totae funzone ( ) !! ;,

26 A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA BSTQESE

27 A.P.T. ABETONE PCTOA MONTAGNA PSTOESE PARTE - SPESA ESERCZO 2009 Pag. 5._.( ~-_- -...~.._--_..- ( -.~~.~~~~- ntervento mpegn Prevson PREVSON D COMPETENZA 'dce e , utmo defntve per 'es.a quae s rfersce pres.banc?o(ann.) Numero Denom naz one eserczo eserczo n...! chuso corso VAR AZ ON SOMME.... / /, RSULTANT -. n aumento n dmnuzone _ ( _.. ~. ~ - - ~ ~ ~. ~ - - ~ ~ - ~ ~ ~ - ~ ~. ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~. ~ - ~ ~ - ~ ~. - ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~. ~ ~ ~. ~. ~ ~. ~... ~ ~. ~... _ 2 TTOLO 2 Spese n conto captae 04 Funzon ne settore turst) co. sportvo e rcreatvo _- --_/ Ct_~ ~ - -.~-_....._~...~...~~-...~ " Servzo 04 O

28 W.P.T. ABETQNE PSTQA MONTAGNA PSTQESE _..._/-... Codce e Numero..._.../...-_ j.._......_ ) [ OO L-

29 A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA PSTOESE PARTE - SPESA ESERCZO 2009 Pag. 7

30 A.P.T. AE3ETONE PSTOA MONTAGNA PSTOESE..._...~... --! ntervento.... ( Numero Oenom naz one. 'odce e PARTE - SPESA ESERCZO ag. e _-.-.- ~ ~~...~..~..~~...~~~~.' mpegn Prevson PREVSON D COMPETENZA - utmo defntve [per 'es.a quae s rfersce pres.bancoann. eserczo eserczo n ! chuso corso VARAZON SOMME._......_(..... RSULTANT n aumento n dmnuzone

31 A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA PSTOESE Codce e ---- Numero....._-. - Ttoo 3 Spese per rmborso d prestt ]Ttoo 4 /Spese per servz per conto d terz... _..._......

32 000 A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA PSTOESE.-! t L.L A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA PSTO SE 9 BLANCO PLURENNALE ESERCZO 2009 PARTE :ENTRATA BLANCO PLURENNALE Pag. Accertamnt Prevson PREVS.ON DEL BLANCO PqRENNALE Rsorse. utm ~>sepc, eserczo...._/ AN N chuso n corso TOTALE )....../...'.../ Avanzo d ammnstrazone 0.00, d cu : :~ - Vrcoato Fnanzamento nvestment o O Fondo Amrtamento 0.00 o.oo/ O.OO( Non vncoato / j / /TTOLO 2 Entrate dervant da contr) but e trasferment corren t de 0 Stato. dea reg one e d atr ent. anche per Funz.0e Catesora 2 JContrbut e trasferment jcorrent daa Regone / o2 000 : CONTREUTO ORDNARO DELLA REGONE TOSCANA EX ART. 20 L.R. 42/2000. TRAMTE PROV ; NCA 0 PSTOA / ) O2 005 /CONTRBUT STRAORONARREG ' - j~ ONE TOSCANA ~ 375 ooo.oo/ Totae Categora Z ) / ,798, / JCategora 3 JContrbut e trasferment : (daa Regone per Funzon /Deega te ~ O020 CONTRBUT REGONE TOSCANA PER PNOCCHO SUGL SC / O00 OOf 50 OOO.Oo/ 50 OOO.OO/ Totae Categnrò O0 50 O O00 O O , /Categora 4 : tontrbut P trasferment! /da parte d organsm comnj tar ed nternazona /

33 'a.--.. # A.P.T ABETONE PSTOA A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA PSTOESE '. HLANCTO PLURENNALE BLANCO PLUXENNALE Pag 2 Pag (... ( / ACcertamCt Prevson PREVSON DEL BLANC( PLURENNALE Accertament Prev-son PREVSON DEL BLANCO LURfbNALE ~ R sor? UtpO eserc,osepc~o / Rso'sc ut,m, eserc esercz ,... ANN chuso n co'so 2009 j 200 \ ZO TOTALE chuso n corso f :OTNL......) ' _ j ' z G *! )...)...) ).../.../.../ TTOLO 3 ' ENTPATE DERVANT DA TOND Etrat~ extratrbutare UE 0.00) 0.00) 0.00 O.O[] ) j Categora 3. Categora 5 ' nteress su antcpazon {Contrbut e trosferwnt e cred t corret da atr ent de settor e pubbco ) NTERESS ATTV CONTRBUT Dì ENT VAR PER ~. J PNOCCHO SffL SC C Totar Categora OO.CO O.OOj _: _ (.../ " Categora 5! CONTRBUT PER TONDO NCENT Pravent dvers VANTE TURSMO PD/ 30.0OO.OC (.... /....)...) ) 2 o5 O _ /CONTRBUT DA ENT PER ATT/ 3 O5 060 (VTA' STTUZONAL 40.96z a ~ SPONSORZZAZON. ABBONWEN / T E0 NSERZON SU PUBBLC,, Totae Categord / ) AZON APT j C /... / /.../.../.../.../,..... Totae Ttoo /Entrate dervant da contr PROVENT DVERS 27.5W.00( o Jbut e trasferment corrcnj...j.../.../ /t de o Stato dea reg one e d atr ent anche (ALTR REOOT ooa.oo O per runz. De , OO Totae Catpgora / O O0 590 O0 5oc.of ToLae Ttoo 3 Ctrat? extratrbutare )...r...j....._

34 40 A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA PSTO E A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA PXSTOESE BLANCO PLURENNALE / Accertawnt Prevson PREVSON DEL BLANCO Rsorse Utmo eserc, eserczo chuso n corso / TTOLO 4 Entrdte dervant da aena capta e e da rscosson /d credt /Categora Aenazone d ben patrro na )... 4 O O80 PROVENT DA ALENAZON D BEN MOBL E OGGETT FUOR uso /... o.oo/ o.oo/ /Categora 4 /Trasferment d captae d/ atr ent de settore pu bbco zon. da trasferwnt d 4 04 O8 TASFERHENT D CAPTALE OA PROVNCA o.oo/ o.oo/ (.../...(.../ ) BLANCO PLURENNALE Pag.: 4 Pag. 5 / JRENNALE Accertament Prevson PREVSON DEL BLANCO PLUREN;ALE JANN. Rsorse ]tro eserc, esercro ! A, TOTALE... Chuso n corso TOTALE /.._.~.. ) /TTOLO 5 fntrate dervant da accens )on d prestt. Categora /Antcpazon d cassa /....../... 5 O /PREFNANZAHENTO D APERTUR E D CREDTO A BREVE ANTC PAZON D CASSA / / Totae Categora OOO.GO/ / 20 DOO / !Totae Ttoo 5 : Entrate dervant da accens jon d prestt , DO O0 ~ ,000.O ,

35 PREVSON $, * A.P.T. ABETONE PSTOA MONTAGNA PS' LESE BLANCO PLURENNALE :.... Accertament Prevson ~ DEL BL Rsorse utm eserc eserczo chuso / n corso ' Repoao de tto /Ttoo )Entrate trbutare, 0.OO 0.00 O.OO( Tt00 2. Cntrate dervant da contr, but e trasferent corren /t de o Stato. dea reg. one e d atr ent. anche ver Funr.Oe ' 859.' , f j /Ttoo 3 Entrate extratrbutare / / 3.5E / JTtoO 4 jentrate dervant da aena zon. da trasferment d /capta e e da rscosson /d credt OO 0.00) / (Ttoo 5 ' (Entrate dervant da dccens /on d prestt O.OO( ( ( ) / /Totae ( / D Avanzo d amnnstrdzone ) 0.0o ) / (TOTALE GENERALE Pag ' 6... O PLUHE"ALE ANN. 20.(... TOALE O 0.00 _~ ~_.._. ) ) D ,...'...'... DJ ~ O )......)

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al L verbae n"..8j... Ogg, se marzo duemaqundc, ae ore 13.00, s è runta nea sede d questa sttuzone Scoastca a commssone Eettorae così composta RBEZZO ASSUNTA Presdente; VAL SABNA Segretaro, FATORELLO GAMPETRO

Dettagli

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

CONTO CONSUNTIVO PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DIREZIONE DIDATTICA DEL 4 CIRCOLO DI FORLI' Va Gorgna Saff, n.12 Tel 0543/33345 fax 0543/458861 C.F. 80004560407 CM FOEE00400B e-mal foee00400b@struzone.t - posta cert.: foee00400b@pec.struzone.t sto web:

Dettagli

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice Metodologa d controllo AUTORIMESSE (III edzone) Codce attvtà: 63.21.0 Indce 1. PREMESSA... 2 2. ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO... 3 2.1 Interrogazon dell Anagrafe Trbutara... 3 2.2 Altre nterrogazon

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita

Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica. DINAMICI CA - 04 ModiStabilita Automaton Robotcs and System CONTROL Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Corso d laurea n Ingegnera Meccatronca MODI E STABILITA DEI SISTEMI DINAMICI CA - 04 ModStablta Cesare Fantuzz (cesare.fantuzz@unmore.t)

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

IIIEGIOEE S1(ìrL1.fiNA IL DIRIGENTE GENERALE

IIIEGIOEE S1(ìrL1.fiNA IL DIRIGENTE GENERALE REPBBLCA TALANA Doo. N, 7 gšfl- n.a.r. [../', 1- EGOEE S1(ìrL1.fiNA AS SES SORATO REGONALE DEl..L.'ENERGA E DE SERVZ D PUBBLCA UTLTÀ DPARTMENTO REGONALE DE.,'ACQUA E DE RFUT ui', L DRGENTE GENERALE VSTO

Dettagli

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto , PREFAZIONE d Guseppe Berto RICORDO DEL TERRAGLIO Quand'ero govane, e la vogla d grare l mondo m spngeva n terre lontane, a ch m chedeva notze del mo paese, rspondevo: l mo paese è una strada. In effett,

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma.

._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ CIRCOLARE N. 21. MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 ID: 382320. Roma. D: 382320 MEF - RGS - Prot. 47613 del 09/06/2015 CRCOLARE N. 21 Roma.._~zio/ei,o, ck//jg~~e~ Y~ DPARTMENTO DELLA RAGONERA GENERALE DELLO STATO SPETTORATO GENERALE PER GL ORDNAMENT DEL PERSONALE UFFCO V

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento , ROMA CAPTALE '21M~ BANDO D GARA D' APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. N PUBBLCAZONE DAL~...1:Jj~jM.~ A L _.2 /~L-MZ: = 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento

Dettagli

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri

La rappresentazione dei numeri. La rappresentazione dei numeri. Aritmetica dei calcolatori. La rappresentazione dei numeri Artmetca de calcolator Rappresentazone de numer natural e relatv Addzone e sommator: : a propagazone d rporto, veloce, con segno Moltplcazone e moltplcator: senza segno, con segno e algortmo d Booth Rappresentazone

Dettagli

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE

UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE UNA RASSEGNA SUI METODI DI STIMA DEL VALUE at RISK (VaR) Chara Pederzol - Costanza Torrcell Dpartmento d Economa Poltca - Unverstà degl Stud d Modena e Reggo Emla Marzo 999 INDICE Introduzone. Il concetto

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento Po) AA/AZ ft.'f ROMA CAPTALE BANDO D GARA D'APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento Sviuppo nfrastrutture e Manutenzione

Dettagli

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Standard Internazionali di Valutazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) calcolo dei prezzi marginali

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Standard Internazionali di Valutazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) calcolo dei prezzi marginali BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO Standard Internazionai di Vautazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) cacoo dei prezzi marginai Docente: geom. Antonio Eero CORSO PRATICANTI 205 I PREZZI MARGINALI I prezzo

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica Progetto Lauree Scentfche La corrente elettrca Conoscenze d base Forza elettromotrce Corrente Elettrca esstenza e resstvtà Legge d Ohm Crcut 2 Una spra d rame n equlbro elettrostatco In un crcuto semplce

Dettagli

Le pensioni dal 1 gennaio 2014

Le pensioni dal 1 gennaio 2014 Argomento A cura deo Spi-Cgi de Emiia-Romagna n. 1 gennaio 2014 Le pensioni da 1 gennaio 2014 Perequazione automatica 2014 pensioni, assegni e indennità civii assistenziai importo aggiuntivo per anno 2013

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. TRECESM MENSLT' RRETRT NNO RRETRT PER NN RECUPER PER RTR mporto Totale ECONOMC CORRENTE PRECEDENT SSENZE ECC. NZNT' N Mesi

Dettagli

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica

Unità Didattica N 25. La corrente elettrica Untà Ddattca N 5 : La corrente elettrca 1 Untà Ddattca N 5 La corrente elettrca 01) Il problema dell elettrocnetca 0) La corrente elettrca ne conduttor metallc 03) Crcuto elettrco elementare 04) La prma

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. ECONOMC NZNT' TRECESM MENSLT' RRETRT NNO CORRENTE RRETRT PER NN PRECEDENT RECUPER PER RTR SSENZE ECC. mporto Totale N Mesi

Dettagli

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE

COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/09/02) LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE COMUNICAZIONE AI GRUPPI DI LAVORO SIDEA (13/9/2) ECONOMIA E POLITICA DEL SETTORE ITTICO 1.INTRODUZIONE. LE CONDIZIONI DI OTTIMALITÀ PER LA DETERMINAZIONE DELLE CATTURE DI PESCE (una applcazone ad un contesto

Dettagli

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI

Il MINISTRO DELLA GIUSTIZIA di concerto con IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI Corrispettivi delle attività di progettazione e delle altre attività ai sensi dell articolo 17, comma 14 bis, della legge 11 febbraio 1994 n.109 e successive modifiche. l MNSTRO DELLA GUSTZA di concerto

Dettagli

39100 Bolzano/Bozen Viale Druso/Drususallee 289 Nr.Str./Cod.fisc.: 80002160218

39100 Bolzano/Bozen Viale Druso/Drususallee 289 Nr.Str./Cod.fisc.: 80002160218 REPUBBLICA ITALIANA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Isttuto Comprensvo d scuola prmara e secondara d prmo grado n lngua talana BOLZANO II DON BOSCO REPUBLIK ITALIEN AUTONOME PROVINZ BOZEN SUDTIROL

Dettagli

SCUOLA STATALE CARLO MONTANARI IST. MAGISTRALE VICOLO STIMATE 4 VERONA VR

SCUOLA STATALE CARLO MONTANARI IST. MAGISTRALE VICOLO STIMATE 4 VERONA VR ESAME D STATO 2010 - L TUO ESAME - MATERE http://\vw\v. trampi.istruzione.it/esamistato/ricercacommisione.do?. tuo Esante di Stat -,:il' ;'--.,- A44001 BORTOLON CARLO SCUOLA STATALE GROLAMO FRACASTORO

Dettagli

Roma, 18 settembre 2014. Claai

Roma, 18 settembre 2014. Claai .:.ontratto Coettivo Nazionae di Lavoro per i dipendenti dae imprese artigiane esercenti Servizi di puizia, Disinfezione, Disinfestazione, Derattizzazione e Sanificazione Roma, 18 settembre 2014 Caai Si

Dettagli

Leggere i dati da file

Leggere i dati da file Esempo %soluzon d una equazone d secondo grado dsp('soluzon d a^+b+c') anput('damm l coeffcente a '); bnput('damm l coeffcente b '); cnput('damm l coeffcente c '); deltab^-4*a*c; f delta0 dsp('soluzon

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI

ELABORAZIONE DI SEGNALI E IMMAGINI Fltraggo d un segnale EABORAZIOE DI SEGAI E IAGII. Bertero P. Boccacc bertero@ds.unge.t boccacc@ds.unge.t Al ne d glorare la qualtà d un segnale dgtale una tecnca d prara portanza è l ltraggo. Con l quale

Dettagli

J yy > Jxx. l o H A R A R B

J yy > Jxx. l o H A R A R B oitecnico di Torino I cedimento di una struttura soggetta a carichi statici può avvenire in acuni casi con un meccanismo diverso da queo di superamento dei imiti di resistena de materiae. Tae meccanismo

Dettagli

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1 LA PRESENTE COPIA NON SOSTITUISCE L ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N 133 DEL 08/10/2009 OGGETTO: ATTO D'INDIRIZZO PER PERFEZIONAMENTO AZIONI CONCLUSIVE PROGETTO ''LAVOR@BILE''. INSERIMENTO

Dettagli

5. Il lavoro di un gas perfetto

5. Il lavoro di un gas perfetto 5. Il lavoro d un gas perfetto ome s esprme l energa nterna d un gas perfetto? Un gas perfetto è l sstema pù semplce che possamo mmagnare: le nterazon a dstanza fra le molecole sono così debol da essere

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

Liste di specie e misure di diversità

Liste di specie e misure di diversità Lte d pece e mure d dvertà Carattertche delle lte d pece I dat ono par, coè hanno molt valor null (a volte la maggoranza!) La gran parte delle pece preent è rara. I fattor ambental che nfluenzano la dtrbuzone

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

1. Integrazione di funzioni razionali fratte

1. Integrazione di funzioni razionali fratte . Integazone d fnzon azonal fatte P S songa d vole calcolae n ntegale del to: d Q ove P e Q sono olno nell ndetenata d gado assegnato. Sonao ce: P a n n a n n a a Q b b b b oleent s etod d ntegazone I

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica.

Argomenti. Misure di corrente elettrica continua, di differenza di potenziale e di resistenza elettrica. ppunt per l corso d Laboratoro d Fsca per le Scuole Superor rgoent Msure d corrente elettrca contnua, d dfferenza d potenzale e d resstenza elettrca. Struent d sura: prncp d funzonaento. Coe s effettuano

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14 STTUTO COMPRENSVO UGO FOSCOLO SCUOLA SECONDARA D 1 GRADO PANO ANNUALE DELLE ATTVTA' A.S. 2013/14 PROT. N. 5991 /A-19 Vescovato, 19/09/2013 Data Giorno Sedi scolastiche Classi Orario Durata ATTVTA' COLLEGO

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel

Misura della distanza focale. di una lente convergente. Metodo di Bessel Zuccarello Francesco Laboratoro d Fsca II Msura della dstanza focale d una lente convergente Metodo d Bessel A.A. 003-004 Indce Introduzone..pag. 3 Presuppost Teorc.pag. 4 Anals de dat.pag. 8. Modo d operare...pag.

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

PROGRAMMA DI RlQUALIFICAZIONE URBANA E SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRlTORlO PRUSST CALIDONE. COLLEGIa DI VIGILANZA P.R.U.S.S.T.

PROGRAMMA DI RlQUALIFICAZIONE URBANA E SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRlTORlO PRUSST CALIDONE. COLLEGIa DI VIGILANZA P.R.U.S.S.T. PRUSST "CALDONE" Programma di Riqualificazione Urbana e Sviluppo So sren i bi le del Terr it o r i o Collegio d i Vigilanza Via Traianc.tc- 821 ne-benevento. Tel.:0824/21549 Fax:0824/25432 Email: collegiodivigilanza@virgilio.it

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

Punte a cannone. Hartner 2007. Made in Germany SEF MECCANOTECNICA. E mail: sef@sefmecc.it Web : www.sefmeccanotecnica.it

Punte a cannone. Hartner 2007. Made in Germany SEF MECCANOTECNICA. E mail: sef@sefmecc.it Web : www.sefmeccanotecnica.it Made in Germany Hartner 2007 Punte a cannone SEF MECCANOTECNICA SEE Via degi Orefici - Bocco 26 40050 FUNO (BO) ITALIA Te. 051 66.48811 Fax 051 86.30.59 FILIALE I MILANO Piazzae Martesana, 6 20128 Miano

Dettagli

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA C0MMISSIOHE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DIRE!ZIONE GENERALE DELLA CONCORRENZA IV/A._3 STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA - Costruzione

Dettagli

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso

Nadia Garbellini. L A TEX facile. Guida all uso Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso 2010 Nada Garbelln L A TEX facle Guda all uso seconda edzone rveduta e corretta 2010 PRESENTAZIONE L amca e brava Nada Garbelln, autrce d questa bella e semplce

Dettagli

w w w. a x i o s i t a l i a. c o m

w w w. a x i o s i t a l i a. c o m w w w. a x o t a l a. c o m SISSIWEB AXIOS SIDI INVIO SMS INVIO EMAIL ACQUISIZIONE ASSENZE - DA SCANNER - DA PALMARE C/C POSTALE E BANCARIO DICHIARAZIONE DEI SERVIZI GESTIONE ORARIA DEL PERSONALE PRIVACY

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE n.ili: del 2 8 MRR. 2014 OGGETTO: Concessione di no 2 borse di studio intilolate alla memoria del dotto Mauri zio Vi

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

VERBALE DI DETERMINA

VERBALE DI DETERMINA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA SARDEGNA "G. Pegreffi" SASSARI VERBALE DI DETERMINA N. 116 del 20/02/2013 OGGETTO: Autorizzazione preventivo per il trasloco dell'oevr - CIG Z49089DEFB L'anno

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

Z>,n zorrr Reg. Gen. IL CAPO AREA AA.GG

Z>,n zorrr Reg. Gen. IL CAPO AREA AA.GG Piazza Toselli n. 1-96010 Buccheri (SR) Tel. 0931880359 - Fax 0931880559 DETERMINA DEL CAPO AREA AFFARI GENERATI DETERMINAN,/UóDEL Z>,n zorrr Reg. Gen. Oggetto: Liquidazione fatîure a ll'associazio ne

Dettagli

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali POCESSI CASUALI POCESSI CASUALI Segnal deermnsc e casual Un segnale () s dce DEEMIISICO se è una funzone noa d, coè se, fssao un qualunque sane d empo o, l valore ( o ) assuno dal segnale è noo con esaezza

Dettagli

ISOTOPI LA SICUREZZA NON VA VISTA COME UN IMPEDIMENTO A SVOLGERE LA PROPRIA ATTIVITA, MA DIVENTA PARTE INTEGRANTE DELL ATTIVITA STESSA

ISOTOPI LA SICUREZZA NON VA VISTA COME UN IMPEDIMENTO A SVOLGERE LA PROPRIA ATTIVITA, MA DIVENTA PARTE INTEGRANTE DELL ATTIVITA STESSA LA SCUREZZA NON VA VSTA COME UN MPEDMENTO A SVOLGERE LA PROPRA ATTVTA, MA DVENTA PARTE NTEGRANTE DELL ATTVTA STESSA Dott.ssa Benedetta Persechino - SPESL - DML 1895 SCOPERTA DE RAGG X RADOATTVTA PROPRETA

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

(1) Livello Inquadramento

(1) Livello Inquadramento di Mutualità ed Assistenza MACERATA Via Gramsci, 38 Tel. 0733 230243 Fax. 0733 232145 E mail: info@cassaedilemacerata.it www. cassaedilemacerata.it DATI ANAGRAFICI DEL LAVORATORE ( per i nuovi assunti

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi.

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 1 2 OGGETTO: Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. L anno 2012 (Duemiladodici) addì 27 (Ventisette) del mese

Dettagli

TASSI DI ASSENZA, MAGGIOR PRESENZA E ASSENTEISMO NETTO DEL PERSONALE DIPENDENTE DIVISO PER AREE DIRIGENZIALI (compresi i Dirigenti)

TASSI DI ASSENZA, MAGGIOR PRESENZA E ASSENTEISMO NETTO DEL PERSONALE DIPENDENTE DIVISO PER AREE DIRIGENZIALI (compresi i Dirigenti) CAMERA DI COMMERCIO NUMERO UNITA' DI PERSONALE 333 333 333 329 332 332 329 328 363 365 360 358 1.256 996 896 1.691 879 1.089 1.736 3.368 1.157 817 1.049 1.543 B) GIORNI LAVORATI COMPLESSIVI 5.709 5.962

Dettagli

Stefano Falorsi. di seconda e quinta elementare rispettivamente di numerosità e N. I test somministrati alle

Stefano Falorsi. di seconda e quinta elementare rispettivamente di numerosità e N. I test somministrati alle Nota metooogica sua strategia i campionamento e sistema nazionae i vautazione ee competenze per e cassi secona e quinta e primo cico ea scuoa primaria Stefano Faorsi. Obiettivi I Sistema Nazionae i Vautazione

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI \ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOL AMENTO EDI L I ZI O E RI CHI AMO AL L E DI SPOSI ZI ONI DI L EGGE E REGOL AMENTI - TITOLO SECONDO - DISCIPLINA DEGLI

Dettagli

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA Codice ente Protocollo n. 10388 DELIBERAZIONE N. 33 in data: 28.10.2014 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

VISTI gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/97; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98 e s.m.i.; VISTI gli artt. 4 e 16 del D.Lgs.

VISTI gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/97; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98 e s.m.i.; VISTI gli artt. 4 e 16 del D.Lgs. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 19 del 05 02 2015 4275 Di notificare il presente provvedimento: Sindaco del Comune di Mola di Bari (BA); Al Sindaco del Comune di Rutigliano (BA); Al Sindaco

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA Quado s vuole valutare u parametro θ ad esempo: meda, varaza, proporzoe, oeffete d regressoe leare, oeffete d orrelazoe leare, e) d ua popolazoe medate u ampoe asuale,

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

5. Limiti di funzione.

5. Limiti di funzione. Istituzioni di Matematiche - Appunti per e ezioni - Anno Accademico / 6 5. Limiti di funzione. 5.. Funzioni imitate. Una funzione y = f(x) definita in un intervao [ a b] imitata superiormente in tae intervao

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile

Lorenzo Pistocchini RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO. Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile Agenza Nazonale per le Nuove Tecnologe, l Energa e lo Svluppo Economco Sostenble RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Ottmzzazone termofludodnamca e dmensonamento d uno scambatore d calore n controcorrente con

Dettagli

VERBALEDror"**"xtzol?;?îfÈiftc4r-NTACOMUN

VERBALEDror**xtzol?;?îfÈiftc4r-NTACOMUN COMUNE DI MAGLIANO VETERE. 84050 MAGLIANO VETERE (SA) C.so Umberro t @ 0974/s92A32 _992076 COPIA VERBALEDror"**"xtzol?;?îfÈiftc4r-NTACOMUN OGGETTO: Approvazione Progetto esecutivo di efficientamento energetico

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per le Marche - Direzione Generale

Ufficio Scolastico Regionale per le Marche - Direzione Generale Classe di concorso AB77 - CHITARRA Cognome e nome Fasc Tit. 1) MONINA MARCO (AN 11/12/69) 3 Z 71,85 36,00 14,40 2007 122,25 2) GIORDANO EUGENIO (NA 21/12/82) * 3 L 6,00 11,00 1,20 2009 18,20 * Il docente

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio.

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio. Guida Rapida Guida Rapida Progetto Telefoni N e x t Collegati ai sistemi Progetto 35 PROMELT Meglio comunicare meglio. Telefoni PROGETTO NEXT Telefono ntercomunicante PROGETTO NEXT l Vs. apparecchio ha

Dettagli

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE Sportello Unico Immigraione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE 38172&(175$/('(//$/(**(%266,),1,( &+(1(66812 675$1,(5262**,251,,1,7$/,$6(1=$815(*2/$5( &2175$772',/$9252('81$//2**,2$'(*8$72 '/JV1

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L.

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L. INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N. 11971 RELATIVE AL PATTO PARASOCIALE FRA EQUILYBRA CAPITAL PARTNERS S.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE

Dettagli