Bilancio Presentazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bilancio 2012. Presentazione"

Transcript

1 Bilancio 2012 Presentazione

2 Cosa manca rispetto al 2011 Minori trasferimenti per circa Minori introiti di oneri di costruzione circa Questa carenza si aggiunge alle difficoltà presenti nel nostro bilancio e cioè entrate correnti limitate e non sufficienti a coprire la spesa per gli interessi dei mutui accesi

3 Entrate Sono divise in tre gruppi o titoli Titolo I: IRPEF, IMU, TARSU, imposta di soggiorno Titolo II: trasferimenti dello stato, delle regioni ecc. Titolo III: entrate extra tributarie ( corrispettivo dei servizi, sanzioni ecc.)

4 Dove agire: IMU Il governo ha anticipato la nascita dell'imu, imposta municipale propria. Solo che una grossa parte di questa tassa va finire nelle casse dello stato, costringendo i Comuni a fare da esattori

5 IMU Stabilisce una tassazione base del 4 per mille sulla prima casa e del 7,6 su tutti gli altri immobili Del ricavato da queste aliquote il comune deve dare allo stato il 50% del 7,6 e tutto quello che si ricavi in più dalla prima casa rispetto a quello percepito nel 2010 Il comune in conclusione non può percepire dalle aliquote base più di quello che riscuoteva di Ici nel 2010, cioè La nuova tassa non aiuta quindi a coprire le minori entrate, se non si superano le aliquote base

6 Aumentare le aliquote? I comuni possono variare la tassa del +\- il 2 per mille per la prima casa, del +\- 3 per le altre abitazioni ed edifici Se si abbassano le aliquote bisogna comunque garantire allo stato tutto ciò che gli spetterebbe con l'aliquota base. Quindi è inevitabile andare in aumento soprattutto per garantire i servizi

7 I criteri Sono stati individuati, insieme ai comuni del Chianti,alcuni criteri da seguire, pur nelle diversità dei bilanci: Chiedere a tutti un contributo, cercando di graduarlo con equità Non gravare troppo sulla prima casa Non gravare troppo su imprese e commercio che già soffrono e che devono sorreggere l'economia Non gravare sulle attività agricole Richiedere lo sforzo maggiore a chi ha altre case oltre la propria, tutelando peró chi affitta con i patti in deroga Chiedere di più soprattutto a chi ha locali sfitti

8 Le cifre proposte Aliquota x mille entrata Prima casa Edifici sfitti Case affittate a mercato libero Case affittate a patti in deroga Edifici ad uso produttivo e commerciale Edifici strumentali all'agricoltura Non calcolabile

9 precisazioni Le entrate della prima casa tengono conto con precisione della detrazione per tutti di 200, ma solo in modo approssimativo della detrazione ulteriore di 50 a figlio ( figli da 0 a 26 anni conviventi, fino a 400 ) Le abitazioni di anziani residenti in RSA sfitte vengono equiparate alla prima casa, si studia un regolamento per un aiuto ai portatori di handicap Le entrate del comparto agricoltura non sono calcolabili né certe perché le aziende hanno fino a novembre per accatastare gli immobili Gli immobili a disposizione(compresi i comodati) da quest anno non pagano l IRPEF, gli affittati la cedolare secca

10 Entrata per il comune Entrate per lo stato Entrata per il comune di cui recupero nuova entrata

11 Esempi IMU Abitaz. princ. Ici 2007 IMU 4,5 IMU 4,8 IMU 5 A2 cl.2+c6 105,00 90,77 110,15 123,07 A2 cl.2+c6 262,00 270,40 301,75 322,66 A3+c6 286,00 299,73 333,05 355,26 A2 cl.4+c6 344,00 310,30 344,32 367,00 A3 cl.4 109,00 72,33 90,48 102,59 A2 cl.4+c6 316,00 339,02 374,95 398,91 A3 cl.5 150,00 126,04 147, ,16 A2 cl.6+c6 425,00 540,09 542,22 622,33

12 2a casa Ici 2011 IMU 9 IMU 9,5 locati IMU10,6 sfitti A2 cl.3+c6 356,00 733,17 773,90 863,51 A4 cl ,22 159,62 178,10 A2 cl.6+c6 678, , , ,67 Fabbricati D Ici 2011 IMU 8 IMU 7,8 D , , D , , ,77 D , , ,52

13 Esercizi commerciali Ici 2011 IMU 8 IMU 7,8 C1 647, , ,67 C1 421,26 778,80 759,33 C1 732, , ,25 C , , ,78 C1 890, , ,90 C1 251,00 464,00 452,4 C1 473,92 844,66 823,54 C3 561,92 899,07 876,59

14 Imposta di soggiorno Il comune ha istituito l imposta insieme a tutti i comuni del Chianti senese e fiorentino, in modo che le aziende avessero tutte lo stesso trattamento Il regolamento stabilisce le modalità di applicazione, i presupposti e l esenzioni; le tariffe rimangono contenute, si applicheranno solo da marzo ad ottobre A fronte di presenze del 2011 si ipotizza una entrata di per il 2012

15 IRPEF Il comune ha l'aliquota al 7 per mille, che verrà mantenuta invariata. Se sarà possibile suddividerla in fasce potremo alleggerire i redditi più bassi. Ad oggi è solo possibile trasformare la tassa in modo progressivo e questo non permette di assicurare un entrata simile a quella odierna

16 TARSU Le tariffe resteranno uguali al quelle del 2011 senza subire aumenti Eventuali aumenti dei costi, ancora non calcolati dalle aziende, ma quantificabili circa in un 3% saranno coperti dall'amministrazione comunale

17 Trasferimenti dello stato Dal 2011 i contributi per il funzionamento sono confluiti nel fondo sperimentale di riequilibrio (titolo I) Nel 2011 potevamo contare su derivanti da varie voci Nel 2012 siamo a , mentre sono state tolte e saranno integrate se mai a fine anno se ci sarà disponibilità ulteriore nel fondo.

18 Entrate da trasferimenti da Enti Contributi dello stato e della regione

19 Entrate extratributarie Il comune manterrà ferme tutte le tariffe dei servizi, trasporto, mensa, asilo nido,ecc. Entrata Entrata

20 Totale entrate

21 Equilibrio di bilancio Con l'entrata del 2012 si riescono a coprire tutte le spese correnti (titolo I) e una buona parte degli interessi sui mutui accesi Mancano circa che possono essere ricoperte da ulteriori entrate o tagli alla spesa. Le uniche spese non del tutto fisse e solo in parte obbligatorie sul bilancio corrente sono i servizi sociali o scolastici. Riteniamo sia preferibile coprire la cifra con una alienazione, fra quelle presenti nel Ruc.

22 Equilibrio gestione corrente 2012 Entrate Titolo I entrate tributarie Titolo II trasferimenti Titolo III extra tributarie Spese Titolo I spese correnti Titolo III rimborso prestiti Titolo III abbattimento debito Titolo IV proventi oneri Alienazioni Totale entrate Totale spese

23 Patto di stabilità e Investimenti Ogni anno il governo stabilisce un obiettivo di risparmio: nel 2012 si richiede un miglioramento di a fronte dei del 2011 Questo rende impossibili nuovi investimenti perché la possibilità di spesa del 2012 si attesta sui circa. Per permettere la realizzazione degli interventi in corso e dei pagamenti da fare si propone una seconda alienazione completata da ulteriori modeste entrate che possono realizzarsi nel corso dell anno Per questo gli interventi di questo anno, a parte quelli finanziati esternamente e quelli in corso sono praticamente impossibili

24 Cosa fare Mettere comunque nel piano triennale gli interventi necessari, perché altrimenti con le nuove norme sui lavori pubblici sarebbe impossibile avere i tempi per la progettazione, che si è complicata con una serie di passaggi aggiuntivi e poter partecipare ad eventuali bandi di finanziamento Puntare in questi due anni, se possibile, ad un abbattimento del debito, ad iniziare dalla seconda alienazione, che dovrà essere destinata a questo scopo e ricercando altre risorse Puntare alla realizzazione di alcuni interventi all'inizio del prossimo anno, soprattutto se sarà intervenuto un mutamento del patto

25 Altre azioni Puntare a realizzare entro la legislatura l'unione dei comuni fra Impruneta e Bagno a Ripoli Per attuare, anche se a medio termine, efficientamento nel personale e nei servizi Per tenere aperto un rapporto stretto con il Chianti più interno, ma anche poter cogliere le possibilità che si potrebbero aprire con un area metropolitana Lotta all evasione

26 Opere pubbliche Un patto impossibile I nuovi limiti del patto di stabilità per il 2012 azzerano la possibilità di spesa nel settore investimenti, sarà possibile pagare solo alcune delle opere in corso. Nuove norme ( codice appalti) e nuovi vincoli complicano la programmazione dei lavori,la loro esecuzione e portano ad un aumento della spesa. Cosa si è obbligati a fare Sospendere tutti gli interventi e i progetti già finanziati con risorse proprie del comune, per l impossibilità di effettuare i pagamenti, con grandissimi disagi per i cittadini: mancanza di manutenzione straordinaria in tutti i settori( scuole, strade, giardini, ecc.) non realizzazione di opere fondamentali per la sicurezza e lo sviluppo,

27 Cosa è possibile e necessario fare 1) Completare le opere finanziate con risorse comunali, in corso o appaltate : palazzo comunale: la fine lavori, oltre a mettersi in regola con le norme, consentirà una nuova organizzazione degli uffici con l eliminazione di due sedi(paolieri e tributi) e conseguenti risparmi. Strade: esecuzione dei lavori appaltati, piccoli interventi su alcuni punti critici ed uno più consistente riguardante via Fonte Seconda, via Falcone, piazza Garibaldi, via di Mezzomonte, via Montebuoni. Pubblica Illuminazione: esecuzione di un modesto intervento : sostituzione di punti luce pericolanti e già eliminati. Verdi pubblici: sostituzione giochi barazzina,piccola area attrezzata piazza Bandinelli Scuole: esecuzione di piccoli interventi per la sicurezza, completamento delle verifiche sismiche strutturali.

28 Cosa è possibile e necessario fare 2)Progettazione e realizzazione di opere finanziate attraverso la ricerca di contributi esterni: Scuola elementare Paolieri: esecuzione di intervento per la sismica non strutturale, con finanziamento statale euro più comune. Stato attuale :progettazione definitiva in corso. Centro di Socializzazione: esecuzione del secondo lotto per l adeguamento normativo. Finanziamento Società della salute: euro Stato attuale: progettazione preliminare 1 lotto piazza Buondelmonti: loggiati del Pellegrino, ricostituzione scala Commenda, piccoli adeguamenti.euro circa( regione Toscana Fondazione Cassa di risparmio)stato attuale: progettazione esecutiva in corso. Fornace Agresti: completamento opera a seguito di risoluzione dell interruzione provocata dalla ditta esecutrice. In corso verifica legale sul procedimento. Lavori quasi completati. Importo (Regione Toscana Ente Cassa di Risparmio) Contributo comune progettazione. Piazza di Tavarnuzze: cantierizzazione entro l anno; fase in corso: predisposizione bando per pubblicazione.importo circa( Società Autostrade Regione Toscana)

29 Cosa è possibile e necessario fare 3) Opere non eseguite direttamente dal Comune Depuratore Capoluogo: approvata variante. Progettazione definitiva esecutiva in corso. Finanziamento ed esecuzione a carico di Publiacqua. Circonvallazione: da completare progettazione da parte della provincia. Da trovare spazio nel patto per la parte del comune euro Fognatura II lotto prevista nel piano investimenti di publiacqua

30 Progettazione Esecuzione della progettazione di interventi già finanziati dal Comune, da appaltare, nell anno successivo, o seguito di modifica del patto di stabilità: Scuola materna via Roma : copertura, e ambienti esterni euro circa Strade: intervento Straordinario Strade Comunali circa Pubblica Illuminazione :adeguamenti impianti euro Archivio Comunale: trasferimento. Costi da definire Barriere Architettoniche: Progettazione di interventi con oneri vincolati

31 Urbanistica Approvazione entro l'estate del Ruc: facilitando il più possibile i piccoli interventi di ampliamento e ristrutturazionesull edificato esistente per far ripartire le imprese locali dando risposta positiva a chi chiede completamenti di tessuti urbani, di modesta superficie,, anche qui per far ripartire il lavoro locale cercando, nelle trasformazioni, di mantenere prioritariamente quelle con la quota sociale, e valutando le richieste dei comparti chiedendo che interventi di una certa SUL prevedano la realizzazione in percentuale di appartamenti di taglia medio piccola

32 urbanistica Percorso partecipato sulla localizzazione del plesso scolastico ad Impruneta Revisione del Regolamento edilizio Avvio percorso di valutazione di osservazioni più complesse non risolvibili in corso di approvazione del RUC

33 Servizi sociali Assistenza anziani: ricoveri,assistenza domiciliare,centri diurni o di sollievo, tele soccorso, estate sicura,vacanze ecc. Interventi per i minori: assistenza educativa scolastica e domiciliare, occhio al tempo, assistenza casi psichiatrici Interventi per i disabili: VAI, solidarietà in rete fondazione Nuovi Giorni, vita indipendente, trasporto sociale, centro di socializzazione Interventi per stranieri: oltre le parole, acculturazione, progetto migranti, accoglienza profughi Interventi per giovani e famiglie: Ragazzi DOC, sostegno alla natalità, Scendi in piazza, Microcredito, contributi affitto, Rete di solidarietà Trasporto sociale Casa: contributi affitto, consegna 8 appartamenti ERP, bando per alloggi ERP

34 Legge 66 non autosufficienza Con la legge 66/2009 sono stati attivati i Punti Insieme, quali centrali di ascolto e prima accoglienza per una lettura immediata del/i bisogni. Nel nostro comune sono due, uno a Impruneta e uno a Tavarnuzze Servizi erogati: assistenza domiciliare, ricoveri temporanei, in centri diurni o in RSA, contributi economici, interventi di accompagnamento e tutoraggio

35 COMUNE DI IMPRUNETA ASSESSORATO AL WELFARE Contributi per Famiglie numerose Il progetto di zona prevede aiuti in termini di rimborso spese scolastiche, di trasporto e integrazione reddito per famiglie con quattro o più figli. Contributi a sostegno della locazione (salva sfratti) Progetto regionale per la prevenzione dell'esecutività degli sfratti per morosità

36 COMUNE DI IMPRUNETA ASSESSORATO AL WELFARE TRASPORTI SOCIALI IN CONVENZIONE CON AA.VV Anno 2012 previsti ,00

37 COMUNE DI IMPRUNETA ASSISTENZA RESIDENZIALE ASSESSORATO AL WELFARE Da tener presente che l amministrazione Comunale compartecipa economicamente a quanti sono ricoverati in strutture, non solo c/o l Opera Pia ma anche fuori Impruneta, non solo anziani ma anche disabili e quanti necessitano di assistenza: CENTRO SOCIALIZZAZIONE RESIDENZE ASSISTITE COSTO GIORNALIERO RICOVERI IN RSA Anno 2012 previsti ,00 RICOVERI IN CENTRI DIURNI MINORE IN AFFIDO gg sett anno mesi Anno 2012 previsti , gg

38 COMUNE DI IMPRUNETA COMMISSIONE ASSISTENZA ASSESSORATO AL WELFARE RICHIESTE BUONI SPESA CONTRIBUTI CONTRIB. COMM. UVM ASSIST. EDUCATIVA E DOMICILIARE INS.SOCIO TERAPEUTICI MINORI IN AFFIDO Anno 2012 previsti ,00 (da febbraio 2012 il progetto UVM viene gestito dalla SDS)

39 Riepilogo interventi utenti Spesa 2010 utenti Spesa Anno Al netto dei contributi per la non autosufficienza gestito direttamente dalla SDS

40 I Servizi: La SCUOLA refezione scolastica+ raccolta buoni mensa trasporto scolastico+accompagnamento + prescuola asilo nido e servizi alla prima infanzia erogazione borse di studio e buoni libro per la scuola secondaria di primo grado +fornituralibri di testo scuola primaria sostegno alla didattica centri estivi sorveglianza e utenze plessi scolastici

41 REFEZIONE SCOLASTICA Utenti anno scolastico :Pasti erogati annualmente n Modalitàdi gestione del servizio: concessione quinquennale alla ditta Dussman. Anno 2012 prosecuzione per un anno della concessione secondo il Decreto sulle liberalizzazioni ex D.L.n.1/2012.Importo complessivo a.s della concessione ,10 al netto di IVA; Costo pasto per il Comune ( comprensivo di concessione, manutenzione refettori, servizio controllo qualità, ammortamenti, % personale amministrativo) 4,76 Costo pasto per gli utenti : 5 fasce attribuite in base all indicatore ISEE da 1,60 a 4,60 (MEDIA 3,02) NESSUN AUMENTO DELLE TARIFFE VIENE PREVISTO Percorso qualità: dietista ,00 + analisi Universitàdi Firenze Dipartimento di Igiene 5.400,00

42 IL TRASPORTO SCOLASTICO nessun aumento sulle tariffe costo del servizio per l utente: 5 fasce secondo indicatore isee da 10 mensili a 40 esoneri in carico al comune: 16 per a.s : 1.285,00 utenti: n 189 entrate: ,00 costo complessivo del servizio: ,49 copertura: 13%

43 ASILI NIDO Il giardino dei piccoli a BAGNOLO: numero utenti 151 sezione comunale, orario Asilo nido di TAVARNUZZE: numero utenti 45 3 sezioni in appalto a cooperativa, orario NESSUN AUMENTO SULLE TARIFFE attribuite su 5 fasce ISEE ( da 130 a 390 fino alle ore16.00 da 150 a 420 fino alle 17.00) ESONERI:attualmente nessuno Approvazione del NUOVO REGOLAMENTO COMUNALE del Servizio alla Prima Infanzia in base al nuovo regolamento regionale

44 La Biblioteca Servizi offerti : assistenza e consulenza bibliografica, prestito locale di libri, cd, riviste e supporti multimediali, prestito interbibliotecario, accesso a internet, sezione Biblioteca dei Bambini e dei Ragazzi, catalogo automatizzato Fondo M. Maltoni, Archivio Storico Comunale, adesione differenti percorsi e progetti della Regione Toscana per le rassegne letterarie (Parole di Salute, Libernauta, Pianeta Galileo), ideazione sezione autori locali Presenze annue 2011: Attività2011: operazioni di prestito locale, prestiti interbibliotecari complessivi (ad altre biblioteche e da altre per i nostri utenti).;80 posti di lettura, 6 testate di quotidiani disponibili,20 riviste disponibili, i testi posseduti, più di 481pubblicazioni in lingue diverse dall italiano, 989 i titoli di sola lettura, documenti multimediali, le opere per i bambini Orario apertura: da settembre 2011 ampliamento orario a 41 ore settimanali, compreso il sabato mattina. Costo complessivo del personale per l anno ,00 Costi dei progetti e di gestione complessiva del settore ,00 Individuazione soluzione più adeguata per il trasferimento dell archivio storico

45 La Biblioteca:i progetti PREMIO LETTERARIO CHIANTI ( CONVEGNI E CIONFERENZE sulla pedagogia e la storia della civiltàcontadina a livello nazionale dove portare il nostro contributo con il FONDO MALTONI e i QUADERNI DISAN GERSOLE. RECUPERO DELLE TESTIMONINAZE ORALI DEGLI EX-ALLIEDELLA SCUOLA DI SAN GERSOLE PROMOZIONE DEL PERCORSO MULTIMEDIALE sull Impruneta dei primi del Novecento. PUBBLICAZIONE DEL VOLUME sulla riorganizzazione, la catalogazione e la risistemazione dell inventario dell ARCHIVIO STORICO LETTURE ANIMATE PER I BAMBINI:; EDUCAZIONE ALLA LETTURA dei piùpiccoli:lavoro costante e continuo con le SCUOLE del territorio per un primo approccio guidato. L COME LIBRI, ciclo di letture ad alta voce di volumi di letteratura del Novecento, 2 incontri settimanali da ottobre a giugno. PARTECIPAZIONE GRATUITA Attivazione di una SEZIONE di autori locali Dopo I LAUREATI IN IMPRUNETINITA (per la valorizzazione, la presentazione e la conoscenza di tesi di laurea e lavori accademici sul nostro territorio realizzati dai giovani imprunetini) al via IMPRUNETACHESCRIVE PRESENTAZIONE DA PARTE DEGLI STESSI AUTORI dei volumi scritti da imprunetini, CICLO DISERATE LETTERARIE, il quarto venerdìdel mese da aprile a giugno e da ottobre a dicembre 2012

46 La comunicazione riorganizzazione complessiva dell l ufficio relazioni con il pubblico con il protocollo, l anagrafe, i servizi demografaicie la comunicazione: creazione di un ufficio-sportello unico, razionalizzazione del personale e sviluppo competenze trasversali aumento orario di apertura ufficio urpad impruneta, da settembre 2011 funzioni:sportello polifunzionale: protocollo,centralino,comunicazione istituzionale, attivitàdi promozione e pubblicizzazione eventi e appuntamenti dell ente pubblicazione in comune inserto di reporter:creazione di una edizione unica dell intera zona chianti, con san cascianoe l unione comunale tavarnellee barberinov.d e.edizione 2012, 10 numeri di in comune, per ,00 sito web: la gestione del sito ècurata in economia dal personale dell urpcon il supporto dell ufficio servizi informatici.

47 Sviluppo e promozione azioni 2012 supporto alle deleghe del sindaco nelle procedure di sostegno alle aziende in crisi nei tavoli provinciali e regionali consolidamento degli interventi a sostegno al turismo (il 2011 ha visto il raggiungimento del record assoluto di presenze turistiche oltre dati provincia di firenze) in particolare:partecipazione a fiere internazionali; corsi di formazione web,marketing per le aziende; iniziative promozione territoriale; pacchetti e visite es:raduni camper,visite alle aziende ecc

48 Settore del cotto partecipazione bando regionale strada della terracotta progetti di innovazione tecnologica e sgravi fiscali per le aziende del cotto percorsi di formazione nel campo del marketing e del design in accordo cft chiantiform e istituti universitari e di alta formazione (ied) progetto tracciabilità della terracotta e altri prodotti locali mediante nuove tecnologie qr code allestimento e partecipazione a mostre commerciali-promozionali allestimento arredi in cotto

49 Settori agricoltura e commercio iniziative a sostegno aziende agricole costituzione nuovo soggetto associativo tra le aziende organizzazione di eventi commerciali vedi emozioni dal chianti valutazione nuovo progetto tracciabilità iniziative a supporto tessuto commerciale collaborazione centri commerciali naturali riassetto mercato Tavarnuzze per lavori riqualificazione piazza

50 Cultura e manifestazioni convenzione gestione museo arte sacra nel rinnovato sistema museale Chianti-Valdarno organizzazione mostra Città degli Uffizi in collaborazione con il museo degli Uffizi collaborazione con le associazioni locali nell organizzazione di eventi culturali (mostre d arte, musica, teatro, poesia, promozione cultura scientifica e aggregazione sociale) festa dell uva- fiera di san luca: parziale riassetto aree mercatali organizzazione eventi di intrattenimento

51 Trasporto pubblico locale riassetto corse a seguito tagli regionali 5% rimborso integrazione tariffaria conferenza dei servizi per gara regionale tpl valutazione forme trasporto secondarie in adduzione alla rete

52 Sport: impianti Gestione Palestre- Impruneta, Tavarnuzze e Palazzetto dello Sport, la Soc. USSI che coordina le attività di Pallavolo Femminile -MiniBasket-Calcetto- judo-karate-pattinaggio- Ginnastica (dolce, sportiva, Aerobica, anziani ecc.) con circa 600 atleti e praticanti.ontributo Comunale 6000 euro più le utenze. Gestione Campo Sportivo di Tavarnuzze La ASD Impruneta-Tavarnuzze con attività di calcio dilettantistico ( Prima categoria) Scuola Calcio e calcetto a 5 (serie C2) complessivamente 300 atleti. Contributo comunale ( 1000 euro di affitto annuale). Gestione Campo Sportivo di Impruneta- la Soc. Tuttauto C5 ha vinto il bando di gara nel 2011.L impianto sportivo è stato rimesso completamente a norma, entro la prossima primaverà verrà riaperto alle attività calcistiche. La Tuttauto C5 è formata da un gruppo di imprenditori Imprunetini che si sono impegnati in un Cronoprogramma del Valore di euro. Gestione Piscine complesso Zodiac Tavarnuzze- L Acquatica SRL di Livorno, gestisce principalmente attivita agonistica ed è stata più volte campione Regionale UISP, conta circa 400 bambini che frequentano i corsi di nuoto circa 300 adulti per nuoto libero e circa 100 atleti per nuoto Agonistico. Contributo comunale euro( L Acquatica per convenzione si accolla la manutenzione ordinaria e straordinaria

53 Attività per il 2012 Atletica Impruneta-Primo Levi organizza il Trofeo del Chianti Fiorentino, promosso dai comuni di Bagno a Ripoli, Barberino, Greve, Tavarnelle, San Casciano e Impruneta che è capofila. Il Trofeo, riservata agli alunni delle scuole Medie, comprende attività di Atletica- Pallamano-Baseball- Pallavolo, con circa 700 partecipanti.siamo alla 18 edizione.contributo dei comuni 6000 euro. Trofeo Ivo Boscherini- gara di Montain-Bike categoria Amatoriale che si svolge fuori pista a Tavarnuzze, arrivata alla 10 edizione, circa 200 partecipanti. Contributo comunale 500 Euro. Mese dello Sport. Si svolge principalmente nel mese di Giugno con attività sportive di Pallavolo-Pattinaggio-MiniBasket-Calcio-Calcio a 5- Karate-Judo-Ciclismo-Tennis-Nuoto. Contributo comunale 3000 euro. Iniziative varie di promozione sportiva

54 personale Personale a tempo indeterminato n.118 n Personale a tempo n.8 determinato n.14 co.co.co. n.1? Totale numero n.140 n Spesa complessiva , ,00 di cui ,00 per arretrati contrattuali ,00 di cui ,00 per Arretrati contrattuali

55 personale La limitatezza delle risorse e i vincoli normativi non hanno permesso fino ad oggi di assumere nessuna unità di personale a tempo pieno; non è stata effettuata nessuna sostituzione del personale collocato a riposo Dopo la prima riorganizzazione del luglio scorso, si continua nella riorganizzazione della struttura organizzativa e nell impiego delle risorse umane

56 Personale: la riorganizzazione Si procede con l accorpamento degli uffici e la riduzione delle posizioni organizzative Si sono ridistribuite le funzioni tra i servizi e gli uffici in maniera da ridistribuire i carichi di lavoro conseguentemente alla riduzione degli addetti Si valuterà quali posizioni ricoprire dal 2013 con nuove assunzioni coerentemente con gli obiettivi dell Amministrazione.

57 Polizia municipale notizie di reato per abusi edilizi 10 sanzioni per abbandono di rifiuti 23 veicoli abbandonati rimossi 6 veicoli rubati recuperati 73 incidenti rilevati (in diminuzione rispetto al sanzioni del codice della strada (1920 nel 2010)

58 Polizia municipale 2012 Prosecuzione delle azioni precedenti Anticipazione Estate sicura ad aprile Pattugliamenti notturni con PM di altri comuni, carabinieri Richiesta e installazione due ulteriori autovelox Nuova sede nel Municipio Acquisto veicolo per pronto intervento

59 Manutenzioni previsioni bilancio 2012 come da assestato 2011 Oggetto Stanziamento Note Illuminazione pubblica Acquisto materiali Strade Acquisto materiali Strade Servizi esterni Segnaletica stradale Servizi e materiali Edifici pubblici Acquisto materiali Edifici pubblici (OO.PP.) Servizi esterni

60 manutenzioni Oggetto Autoparco Carburanti e lubrificanti Quota consortile ATO 3 Operazioni cimiteriali Stanziamento Note Manutenzioni e riparazioni mezzi

61 Ufficio ambiente Oggetto Stanziamento Derattizzazione e lotta alla processionaria Contributi associazioni AUSER e Combattenti per manutenzioni e gestione verdi pubblici Materiali centro operativo per interventi ambientali 5.000

62 Utenze Dettaglio stanziamenti per utenze comunali Pubblica illuminazione: Scuole: Palestre e impianti sportivi: Verdi pubblici: Edifici comunali: Cimiteri ed altre minori: Totale:

63 Gestione rifiuti e servizi di igiene urbana Stanziamento sul bilancio 2012 Quota consortile ATO: Raccolta e smaltimento rifiuti: Servizi di spazzamento manuale e meccanizzato :

64 Protezione Civile Contributo per il funzionamento del Centro Intercomunale di Protezione Civile: Contributo all'associazione La Racchetta per attività di Antincendio Boschivo e Protezione Civile Contributo all'associazione Misericordiadi Impruneta per attività di Protezione Civile: Contributo all'associazione Pubblica Assistenza di Tavarnuzze per attività di protezione civile 1500

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 38.83,47.000,00 75.86,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 04 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0,00 980,00 9.007,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 6.40,57.44,00 38.640,43

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 203 Funzion Servizi. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizi 0. 02 Segreteria generale,personale e organizzazione Servizi 0. 03

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2012

CONTO DEL BILANCIO 2012 CONTO DEL BILANCIO 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 7.640,44 750,00 8.66,48 5.343,90

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 007 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 9 0 3 5.00 7.00.00 Servizio

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Che cos è il Centro diurno regionale Ai Gelsi? Il nuovo Centro diurno socio-assistenziale con sede a Riva San Vitale si inserisce nel

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008 T itolo 1 Spese correnti 01 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo 01. 04 Gestione delle entrate tributarie e servizi fiscali 01. 01. 04. 01 Personale 01. 01. 04. 03 Prestazioni

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Città di Biella Rendiconto 2013

Città di Biella Rendiconto 2013 erogati a domanda individuale I servizi a domanda individuale raggruppano quelle attività gestite dal comune che non sono intraprese per obbligo istituzionale, che vengono utilizzate a richiesta dell'utente

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

IL NUOVO ISEE. Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti

IL NUOVO ISEE. Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti IL NUOVO ISEE Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti Consorzio MIPA 2 Indice IL NUOVO ISEE: UN QUADRO D'INSIEME Riferimenti del nuovo Isee e ambiti di applicazione

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Come noto, l'imu sostituisce, in caso di immobili non locati, l'irpef e relative addizionali riguardanti i redditi fondiari. Il Mod. 730/2013, è stato di conseguenza

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa

Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa Affitti in nero: convenienza ZERO Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa A cura del Comando Provinciale Guardia di Finanza Studia e vivi Roma Studia e vivi Roma è una guida di

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it COMUNE DI CELLE LIGURE PROVINCIA DI SAVONA VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it Ufficio Entrate Tributarie e Tariffarie A decorrere

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione 1. Approvazione addendum al contratto di concessione della progettazione, realizzazione e gestione di impianti fotovoltaici asserviti ad immobili di proprietà del Comune di Casapinta 2. Verifica quantità

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE PROSPETTO DELLE ENTRATE DI BILANCIO PER TITOLI, TIPOLOGIE E CATEGORIE PREVISIONI DI COMPETENZA

BILANCIO DI PREVISIONE PROSPETTO DELLE ENTRATE DI BILANCIO PER TITOLI, TIPOLOGIE E CATEGORIE PREVISIONI DI COMPETENZA Pag.1 ENTRATE CORRENTI DI NATURA TRIBUTARIA CONTRIBUTIVA PEREQU 1010100 Tipologia 101: Imposte, tasse e proventi assimilati 1010106 Imposta municipale propria 2.019.505,00 2.019.505,00 2.019.505,00 1010108

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

IMMOBILI. Art.1. Art.2

IMMOBILI. Art.1. Art.2 Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 010100 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www..comune.marta.vt.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL P.R.G., NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI. Approvato con

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012)

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) L art.19 del DL 95/2012 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,

Dettagli

IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti

IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti Premessa L IMU comporta un forte aumento del prelievo patrimoniale sugli immobili (pari al 233% dell ICI) gran parte del quale va a beneficio

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Tassi di Assenza e di Maggior presenza del personale in servizio presso COMUNE DI SALERNO dal 01 03 2015 al 31 03 2015 GG. LAVORATIVI TOTALE PERSONALE

Tassi di Assenza e di Maggior presenza del personale in servizio presso COMUNE DI SALERNO dal 01 03 2015 al 31 03 2015 GG. LAVORATIVI TOTALE PERSONALE GRECO GIUSEPPE Dirigente DIREZIONE/SEGRETERIA (INGGRECO), EDILIZIA SCOLASTICA, MAN.PATRIMONIO ABITATIVO, MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI, PUBBLICA ILLUMINAZIONE UOPI ASSENZA ASSENZA/ PRESENZA PRESENZA/

Dettagli

DELLA REGIONE DELL UMBRIA

DELLA REGIONE DELL UMBRIA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 59 del 27 dicembre 2006 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE Sistema tributario Insieme di tributi intesi come prestazioni di denaro obbligatorie (art. 53 Costituzione) L obbligatorietà vs. la contribuzione volontaria dovrebbe

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 maggio 2013 - Delibera n. 35 INDICE: Articolo

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI

CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI Il presente documento contiene la classificazione dei servizi pubblici adottata per l iniziativa Mettiamoci la faccia. Si tratta di una classificazione e non di una

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

RELAZIONE AL RENDICONTO DELLA GESTIONE 2012

RELAZIONE AL RENDICONTO DELLA GESTIONE 2012 Comune di Villafranca Padovana Provincia di Padova RELAZIONE AL RENDICONTO DELLA GESTIONE 2012 a cura della Giunta Comunale art. 151, comma 6 e art. 231 D.Lgs.267/2000 Pag. 1 1. IL CONTESTO PREMESSA Il

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

COMUNE DI MAGLIANO IN TOSCANA PROVINCIA DI GROSSETO

COMUNE DI MAGLIANO IN TOSCANA PROVINCIA DI GROSSETO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA STRAORDINARIA DI 1 CONVOCAZIONE SEDUTA PUBBLICA N 25 DEL 14/08/2014 COPIA Oggetto: Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) - Aliquote per l'anno

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli