COMUNE DI FINALE EMILIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI FINALE EMILIA"

Transcript

1 COMUNE DI FINALE EMILIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE C O P I A BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014 E BILANCIO PLURIENNALE ANNI : APPROVAZIONE NR. Progr. Data 90 14/07/2014 Seduta NR. 10 Adunanza ORDINARIA Seduta PUBBLICA di PRIMA convocazione in data 14/07/2014 alle ore 21:00. Il PRESIDENE ha convocato il CONSIGLIO COMUNALE nella sala consiliare di viale della Rinascita, oggi 14/07/2014 alle ore in adunanza ORDINARIA di PRIMA Convocazione. Fatto l'appello nominale risultano: Cognome e Nome FERIOLI FERNANDO Pre. S Cognome e Nome LODI LAURA Pre. S Cognome e Nome GARUI MIRCO Pre. S RAI ANDREA S MOLESINI MICHELE S BIAGI LORENZO S POLLASRI GIULIO-MARIA S GOLINELLI GIOVANNI S BOEI MAURIZIO S BENAI VALERIA N GULINELLI MICHELE S SCACCHEI MICHELE S POLEI MAURIZIO S MANOVANI LEIZIA S BORGAI GIANLUCA S BALDINI CLAUDIO S PALAZZI SANDRO S otale Presenti 16 otali Assenti 1 Sono presenti gli Assessori: MONARI DANIELE, RIGHINI MASSIMILIANO, D'AIELLO ANGELO, POLEI LISA, MENGOLI FABRIZIO Partecipa alla seduta il VICESEGREARIO COMUNALE MONICA MANOVANI. In qualità di PRESIDENE, il Sig. MICHELE SCACCHEI constatata la legalità della adunanza, invita il Consiglio a deliberare sull'oggetto sopraindicato. Fungono da scrutatori i seguenti Consiglieri:,,. Pagina 1

2 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 90 DEL 14/07/2014 ad oggetto: BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014 E BILANCIO PLURIENNALE ANNI : APPROVAZIONE OGGEO: BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014 E BILANCIO PLURIENNALE ANNI : APPROVAZIONE IL CONSIGLIO COMUNALE PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Assessore, la prego di prendere posto. Ricordo che al bilancio di previsione sono stati presentati, dal Gruppo consiliare della Lega Nord, numero 19 emendamenti, 5 dei quali non sono stati ritenuti ammissibili da un punto di vista tecnico, ossia il n. 2, il n. 4, il n. 16, il n. 17 e il n. 18, mentre gli altri, posti alla valutazione della Giunta, la Giunta ha ritenuto di accoglierne 5, e per la precisione il n. 7, il n. 8, il n. 9, il n. 14 e il n. 19, che già sono andati a modificare il bilancio in approvazione questa sera, mentre. (Intervento fuori microfono) PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Allora, approvati dalla Giunta il 7, l 8, il 9, il 14 e il 19; mentre la Giunta ha respinto gli emendamenti n. 1, 3, 5, 6, 10, 11, 12, 13 e 15, che verranno quindi sottoposti al voto in questo Consiglio comunale. Ha la parola il Vice Sindaco Monari. Prego, Vice Sindaco. VICE SINDACO: Io, sull analisi tecnica del bilancio, voglio approfittare della presenza qui della preziosa, per me preziosissima, ragioniera Baravelli, che farà lei, e mi farà anche respirare, un esame anche più approfondito di quello che riuscirei a fare io. Dunque do la parola a lei. Grazie. DO.SSA BARAVELLI: Buonasera a tutti. Io invece volevo cercare di essere non molto come devo dire, oppressiva e un po più leggera, per cui davo una scorsa generale del bilancio, poi chiaramente a disposizione per ulteriori chiarimenti, se qualcuno ne avesse bisogno. Anche perché, siccome i 10 oggetti precedenti fanno parte del bilancio, sono allegati al bilancio, diciamo che di diverse cose si è anche già parlato. Allora, il bilancio di previsione 2014 allora, come lo analizzo io è già comprensivo dei 5 emendamenti approvati dalla Giunta, perché i 5 emendamenti approvati non intervengono assolutamente sulle entrate, hanno solo apportato delle modifiche all interno degli interventi nella parte spesa, per cui io seguo a grandi linee la relazione dei revisori dei conti perché comunque i numeri generali quadrano. Allora, quadro generale riassuntivo entrate uguale a spese sono circa 41 milioni di euro. Come sapete il esto Unico degli Enti locali prevede che le entrate correnti, che sono costituiti dei primi tre itoli delle entrate, vadano a finanziare le spese correnti e la quota capitale dei mutui. In questo senso abbiamo una somma dei itoli delle entrate correnti di circa 16 milioni di euro - sono a fronte di una spesa corrente al itolo I di euro e un rimborso per quote capitali mutui di euro. La differenza di euro sul corrente è stata coperta con euro di avanzo non vincolato del 2013 e euro di permessi di costruire, pari al 75 per cento della quota prevista sul bilancio 2014 come oneri di urbanizzazione. La normativa fino a tutto il 2014 permette proprio l utilizzo massimo del 75 per cento degli oneri di urbanizzazione per finanziare la spesa corrente Il Comune, diciamo, ha utilizzato questa possibilità, che invece gli è preclusa per gli anni 2015 e 16, dove infatti nel bilancio pluriennale non vedete utilizzo di oneri di urbanizzazione. Per quanto riguarda la parte in conto capitale, allora il itolo IV delle entrate va a finanziare il

3 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 90 DEL 14/07/2014 ad oggetto: BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014 E BILANCIO PLURIENNALE ANNI : APPROVAZIONE itolo II delle spese. In realtà sarebbero itolo IV e itolo V delle entrate, dove il V è l accensione di prestiti. Il Comune non prevede accensione di prestiti. Abbiamo un entrata al itolo IV, quindi per entrate in conto capitale, di circa 21,5 milioni di euro, a fronte di una spesa di 21,9 milioni euro. La differenza è avanzo di amministrazione vincolato proveniente dal Io sto scorrendo la relazione dei revisori, se ce l avete. La verifica fra le entrate a destinazione specifica, o vincolate per legge, spese connesse e finanziate, vedono una quadratura tra le funzioni delegate dalla Regione, entrate previste euro, spese euro; contributi in conto capitale dalla Regione, e questa è la ricostruzione, quindi le grosse opere del Comune che sono previste nel triennio , sono oltre 17,5 milioni di euro; altri contributi straordinari, questi sono correnti, spese correnti, entrate correnti e spese correnti, sono 1,7 milioni di euro, contengono ancora i trasferimenti a chi è fuori casa perché casa inagibile, quindi a chi percepisce ancora il CAS, e sempre altri trasferimenti dalla Regione per i traslochi, che anche lì devono essere circa euro, quindi questi 1,7 milioni di euro sono quasi tutti finanziati con trasferimenti regionali per spese legata ancora al terremoto; sanzioni al Codice della Strada abbiamo previsto euro, il vincolo è del 50 per cento, euro, a norma dell articolo 208 del Codice della Strada. Per quanto riguarda l equilibrio di parte corrente c è uno squilibrio, perché le entrate straordinarie eccezionali sono oltre 3 milioni di euro, a fronte di spese straordinarie di 2 milioni di euro. Per cui, da questo punto di vista sul corrente c è, diciamo, uno squilibrio. Questo l abbiamo già visto. Il bilancio pluriennale chiaramente dà il pareggio di bilancio, non è previsto l utilizzo degli oneri di urbanizzazione, quindi le entrate correnti finanziano interamente le spese correnti, e le entrate in conto capitale le spese in conto capitale. Parliamo, sul corrente, di 17,5 milioni di euro sul 2015 e 17,6 milioni sul 2016, invece per il conto capitale sul 2015 e sul Chiaramente questo bilancio tiene conto del piano triennale delle opere pubbliche, che anche quello è un allegato al bilancio e che è stato approvato con delibera di Giunta ad aprile. Rispetto del contenimento delle spese di personale, in diminuzione rispetto agli anni precedenti, a norma di legge. Non cercate una corrispondenza tra quelle che sono le indicazioni nella tabella delle spese del personale con quelli che sono gli elementi del bilancio, perché la tabella delle spese di personale è fatta su una circolare del 2006, che tiene conto di voci specifiche, che ad andare a recuperare sul bilancio sono di difficile reperimento, anche perché, ad esempio, tolgono gli ultimi due arretrati di contratto, che non sono una voce iscritta a bilancio, a parte, quindi non è identificabile, comunque e poi è previsto anche l inserimento delle spese di personale dell Unione e dell ASP, che non rientrano nel nostro bilancio, e delle partecipate, della quota di personale per le partecipate, società partecipate, però il rispetto è mantenuto. Patto di Stabilità, anche questo rispettato. Ricordo, peraltro, che nel 2013 noi abbiamo regalato, non mi viene un termine diverso, comunque agli altri Comuni della Regione 1,8 milioni di euro euro come buono sull obiettivo del Patto di Stabilità, che quest anno ci viene restituito, per cui partiamo da un obiettivo negativo di euro, mentre invece nel 2015 e il 2016 sarà rispettivamente di euro e euro. Faccio però presente che, sempre sul discorso del Patto di Stabilità, anche ultimamente ci sono insomma, sono state approvate delle delibere dalla Giunta regionale che hanno riconosciuto ulteriori spazi finanziari per gli Enti terremotati che ne hanno fatto richiesta, da finanziare tramite contributi liberali, quindi tramite le donazioni. Noi abbiamo chiesto euro, ci sono stati tutti concessi. Quindi un ulteriore riduzione, ecco, abbattimento di quello che è il nostro obiettivo di Patto. Le entrate tributarie le abbiamo già analizzate prima, perché parlando di addizionale IRPEF, ICI, IMU, ASI, insomma, le abbiamo già analizzate, non sto a ripeterlo. Piccolo inciso sulla ARI, visto che non se n è potuto discutere, perché sono oggetti ritirati, da quest anno sul bilancio compare l importo della ARI, perché fino all anno scorso sia gli incassi che i costi del servizio giravano sul bilancio della società che gestisce il servizio, quindi Geovest, perché fino all anno scorso noi abbiamo avuto la possibilità, concessa dal legislatore, di rimanere a IA, da quest anno invece tutti i Comuni sono obbligati a passare a ARI, e la ARI prevede che i costi e i

4 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 90 DEL 14/07/2014 ad oggetto: BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014 E BILANCIO PLURIENNALE ANNI : APPROVAZIONE ricavi di questo servizio transitino per il bilancio comunale, per cui abbiamo questi euro in più. Il fondo di solidarietà comunale vede un abbattimento notevole, si passa dai 4 milioni ai 2,2 milioni, però in questi 2,2 milioni sono inclusi sono stati abbattuti del 1,1 milione di euro che l anno scorso era iscritto nella parte spesa per alimentazione del fondo di solidarietà comunale. Purtroppo i trasferimenti statali hanno un meccanismo un po contorto e quindi prevedono che ci danno 100, però noi dobbiamo restituire 20 da distribuire agli altri Comuni d Italia. Mentre l anno scorso avevamo 4 milioni nella parte entrata e euro nella parte spesa, quest anno i 2,2 milioni di euro sono già quanto riconosciuto, abbattuto di quello che sarà la presunta quota di alimentazione del fondo di solidarietà comunale, peraltro sono già usciti i numeri del fondo 2014, sono già usciti qualche giorno fa, ulteriormente ridotti della spending review, che a noi, come Comuni terremotati, ci avevano esentato, e che invece ci applicano a decorrere dal Quindi per quello che comunque c è un ulteriore abbattimento di euro, perché la spending review, diversi decreti che si sono susseguiti e che hanno ridotto ulteriormente i trasferimenti dallo Stato. Qui se n è ha parlato. Adesso non volevo dilungarmi Permessi di costruire l abbiamo detto. Servizi a domanda individuale. Io, sinceramente, mi fermerei qua, perché poi dopo tutti gli altri elementi salienti sono stati analizzati nei primi 10 oggetti, quindi non vedo altre cose di cui parlare. Avevamo detto in Commissione è stato detto, che è stato iscritto un fondo di svalutazione crediti di euro, legato all eventuale morosità della ARI, il fondo di riserva è stato iscritto per una quota di appena superiore allo 0,3 per cento, che è il minimo previsto da norma di legge, l importo deve stare tra lo 0,3 e il 2 per cento. I revisori, come anche la sottoscritta, si sono espressi favorevolmente all approvazione alla bozza di questo bilancio, e chiaramente hanno anche espresso il loro parere favorevole sui 5 emendamenti che sono stati accolti. Io mi fermerei, poi dopo quando c è da parlare degli emendamenti nel dettaglio, quelli respinti, perché sono quelli che vanno in votazione, se avete bisogno di chiarimenti anche su quelli, insomma Grazie. PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Grazie, dottoressa Baravelli. Io direi che a questo punto, se siete d accordo, possiamo passare anche all esposizione degli emendamenti da parte del Gruppo che li ha presentati. Chi chiede la parola? Prego, consigliere Biagi. CONSIGLIERE BIAGI: Una cosa preliminare all esposizione volevo chiedere. Si possono discutere presentare tutti, anche quelli accettati dalla Giunta e anche quelli che non?. (Intervento fuori microfono non udibile) CONSIGLIERE BIAGI: utti. Okay. Certo. Chiaro. Sì, sì. Sì, perché quelli accolti sono già andati a intervenire nel bilancio, giustamente. Esatto. Allora, prima di discutere gli emendamenti, trenta secondi per dire che anche il sistema degli emendamenti p un sistema un po particolare, nel senso che noi andiamo a intervenire sui cosiddetti interventi generali, esempio prestazioni di servizi, o trasferimenti, o personale, e via dicendo, acquisto di materie prime, e non andiamo a intervenire, né in entrata e né in uscita direttamente sull azione che il determinato Ufficio va a fare. Noi abbiamo provato a ragionare sia per capitoli, sia, più nello specifico, per il singolo intervento. Io non so com è meglio presentarli, nel senso che si capisce poco se io dico: va bene, prendiamo euro delle prestazioni di servizi e le mettiamo nei trasferimenti. Qua ho chiuso. Se invece approfondisco un po, se posso.

5 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 90 DEL 14/07/2014 ad oggetto: BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014 E BILANCIO PLURIENNALE ANNI : APPROVAZIONE (Intervento fuori microfono non udibile) CONSIGLIERE BIAGI: Okay, perfetto. Allora, primo emendamento, che mi pare che non sia stato accettato dalla Giunta. Noi proponiamo di togliere, quindi variare in diminuzione, prestazione di servizi, del capitolo 1, quindi Affari Generali, di un importo pari a euro che, se uno va a vedere il PEG, è abbastanza immediato riconoscere, che si tratta del fondo dei Gruppi consiliari. Noi abbiamo pensato che in un periodo di crisi, come dicevo prima, in cui purtroppo la tassazione è direttamente proporzionale, appunto, all entità della crisi, e quindi meno tu, contribuente, guadagni, più io ti tasso, abbiamo pensato che dare un piccolo segnale per un anno, da parte dei Gruppi consiliari, non costi più di tanto. Un piccolo segnale in direzione in questo caso delle imprese, perché è lì che vorremmo andare a intervenire, con trasferimenti a imprese, commercio e artigiane, per dare un aiuto alle imprese, una piccola cifra, se vogliamo, simbolica, che comunque riteniamo che noi possiamo rinunciare e magari le aziende potrebbero beneficiarne in un certo modo. Anticipo già i colleghi, sia dell opposizione, che della maggioranza, che non saranno d accordo con questa nostra visione, noi, per dire, l anno del terremoto abbiamo rinunciato al fondo dei Gruppi consiliari, per adesso non siamo ancora andati nel fosso e non abbiamo dovuto far debiti per pagare l attività istituzionale del Gruppo consiliare. Quindi potrebbe essere un segnale, al di là non vogliamo essere i populisti che togliamo i soldi ai partiti, però, analizzando il bilancio, ci è sembrata una somma, benché piccola, però abbastanza significativa per andare a intervenire sulle imprese. Sta a voi, dato che il parere tecnico è favorevole, il parere della Giunta è negativo, vedere se accettare o meno. Ripeto, secondo noi è un piccolo sacrificio che possiamo sicuramente fare, non ci costa più di tanto. Questo è il primo emendamento. Proseguo, o su ognuno c è? Presidente. (Interventi fuori microfono non udibili) PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Diamo la parola all Amministrazione, intanto, per motivare il respingimento. VICESINDACO: Allora perché è una cosa anche un po nuova per tanti. La discussione verte se eliminare i 7.745, la voce, che è il finanziamento dei Gruppi consiliari, che sapete già che se n è già discusso anche in maggioranza, io in qualche modo l avevo già portato con una riduzione nel 2011 e un dimezzamento nel 2012, da l avevo dimezzato a 7.745, e volevo proseguire in questa mia attività. Ovviamente, ne abbiamo già discusso anche in questo Consiglio comunale, mi ricordo che qui c è una maggioranza trasversale, perché mi ricordo Borgatti e altri che sono contrari all eliminazione di finanziamenti, come anche mi ricordo Ratti, da un altra parte, che ha sempre detto ragazzi, qui capisco tutto, ma già abbiamo tagliato, tagliato e dimezzato, perché ricordo che sono questi euro per tutti i Gruppi consiliari. A voi il dibattito, proprio perché la discussione di questo emendamento verte su questa questione. Grazie. PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Grazie a lei. Chi chiede la parola su questo emendamento? Nessuno? Prego, consigliere Ratti. CONSIGLIERE RAI: Molto velocemente. Non voglio ripetere quello che Monari ha appena finito di dire. Noi ne abbiamo parlato in maggioranza, ci siamo trovati, dove abbiamo discusso un po tutto l insieme del quadro degli emendamenti e, laddove ritenevamo, come dire, opportuno accoglierli, l abbiamo fatto, insieme alla Giunta, in una riunione di maggioranza, proprio per poterci trovare qui e condividere, insomma, un percorso, e anche il voto, che ovviamente è determinante. Per quello che riguarda questo primo emendamento, Monari giustamente ricorda che siamo

6 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 90 DEL 14/07/2014 ad oggetto: BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014 E BILANCIO PLURIENNALE ANNI : APPROVAZIONE partiti con questo mandato amministrativo che prevedeva euro di contributo ai Gruppi consiliari, e ben volentieri abbiamo accettato di diminuire, viste le difficoltà anche il Comune affrontava e le scelte anche che si dovevano attuare. Quindi il primo passo, ovviamente, senza appellarci a scelte demagogiche e quant altro ma, dovendo dare l esempio, è stato fatto in quel verso. Così come anche il secondo passo è stato fatto e, voglio dire, lo si è Il tema di azzerarlo completamente io capisco lo spirito con il quale il Gruppo della Lega ha presentato questo emendamento, dopo che è stato spiegato, cioè lo voglio cogliere in maniera positiva, non lo voglio mettere, diciamo, in luce demagogica mah, l attacco, l antipolitica, quelle robe lì non mi interessano, capisco il senso. Però capisco anche un altro ragionamento, che azzerare completamente il fondo ai Gruppi consiliari toglie completamente valore alla dignità della politica. Cosa voglio dire? Noi siamo qui e compiamo, in questo modo, trovandoci qua, un compito, svolgiamo un compito che fa parte della parte più alta della vita democratica e pubblica e distoglierne anche un valore, per il suo mantenimento, credo che si faccia un cattivo servizio a quella che, voglio ribadire, chiamare la dignità della politica perché, ovviamente, poter fare attività politica, poter fare degli incontri, poter fare delle serate, poter fare un volantino, poter spiegare ai propri elettori le cose che si stanno facendo hanno comunque anche dei costi, e sono doverose. E sono doverose. Quindi il senso del mio ragionamento che, insomma, voglio dire, abbiamo portato alla discussione della maggioranza, è quello di manteniamo acceso un pelino questo fondo, l abbiamo già fatto il passo, ne abbiamo già fatti due, di passi, credo che privare completamente anche di questi pochi fondi che ci dividiamo sia screditare completamente il lavoro che noi qua stiamo facendo in maniera, se vuoi, così, di passione politica e spirito civico, che però ha un ruolo importante nella vita democratica di questo Comune. Questo è il senso. Poi, come devo dire, ogni Gruppo politico potrebbe anche fare delle scelte, ben venga la donazione o altre forme di aiuto a chi però credo che debba passare sempre attraverso questo riconoscimento del valore dell attività della politica e della rappresentanza. Credo che togliere completamente questo piccolo contributo sia uno svilire il nostro Poi, ripeto, ogni Gruppo è liberissimo di usarli come meglio crede, ovviamente vanno documentati, conosciamo tutti il Regolamento, e si possono compiere azioni a servizio della cittadinanza anche in altro modo, non possono servire solo magari per pagare dei volantini o il noleggio di un impianto audio per una serata pubblica, questo voglio dire. Credo che vada riconosciuto questo. Capisco lo spirito con cui viene fatto, non polemizzo assolutamente, però credo che vada sottolineata questa cosa. Grazie. PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Grazie a lei, consigliere Ratti. Altri? Prego, consigliere Poletti. CONSIGLIERE POLEI: Sono pienamente d accordo con l iniziativa della Lega. Voglio ricordare che io dal primo Consiglio comunale ho rinunciato non solo ai fondi del mio Gruppo ma anche al gettone di presenza, per non avere nulla a che fare con questo bilancio debitorio e come denuncia forte, appunto, nei confronti dell inefficienza e inefficacia di quest Amministrazione, che ha ridotto questo Paese in questo modo. Per cui io lo voglio ricordare, e quindi sono ben felice che la Lega abbia fatto questo emendamento : PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Grazie, consigliere Poletti. Altri? Se non ci sono altri, direi che possiamo mettere immediatamente ai voti l emendamento n. 1. Quindi, l emendamento n. 1, presentato dal Gruppo consiliare della Lega, così com è stato esposto. Chi vota a favore dell emendamento? Chi vota contro l emendamento? L emendamento è respinto a maggioranza. Hanno votato.

7 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 90 DEL 14/07/2014 ad oggetto: BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014 E BILANCIO PLURIENNALE ANNI : APPROVAZIONE (Intervento fuori microfono non udibile) PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Sì, sì. Ah beh, scusi, ha ragione. Chi si astiene? Scusate. Qui c è una votazione complessa. Allora. (Intervento fuori microfono non udibile) PRESIDENE DEL CONSIGLIO. Certo. No, no, la riepiloghiamo immediatamente, per evitare qualsiasi. (Intervento fuori microfono non udibile) PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Certo. qualsiasi fraintendimento. Ma io so, essendo il relatore, so esattamente cosa faccio, sa?. (Intervento fuori microfono non udibile) PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Aspetti. Va bene, ha ragione, ha ragione. Lo facciamo. Ha ragione. L emendamento lo facciamo. Ha ragione. (Intervento fuori microfono non udibile) PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Ha ragione. Ripetiamo la votazione. Chi vota a favore dell emendamento alzi la mano. Quindi hanno votato a favore dell emendamento i consiglieri Boetti, Biagi, Poletti e Golinelli. Chi vota contro l emendamento? Avete preso nota? Sì. Chi si astiene sull emendamento? Si astiene il consigliere Garutti. Quindi l emendamento è respinto. Bene. Se volete passare ad illustrare il successivo, prego. Sempre lei, consigliere Biagi? Prego. CONSIGLIERE BIAGI: Chiedo di illustrarlo insieme al 4, che è strettamente connesso, se no. (Interventi fuori microfono non udibili) CONSIGLIERE BIAGI: Noi proponiamo cioè no, proponevamo - dato che il parere tecnico è negativo, quindi lo presento, ma non prevede il voto, immagino - di diminuire di euro spese sul personale, riferite in maniera più specifica al famoso fondo progettazione interna e, contestualmente, emendamento n. 4, ridurre la percentuale IRAP connessa ovviamente a tale cifra, quindi abbiamo calcolato la percentuale su La ragione, va beh, è molto semplice, nel senso, noi siamo sempre stati abbastanza contrari e abbiamo sempre, diciamo, avuto un punto di vista critico riguardo al fondo progettazione, il famoso 2 per cento e, alla luce anche di quello che sta avvenendo, dei cambiamenti che stanno avvenendo, ovvero si parla sempre più di frequente della stazione appaltante unica, che dovrà essere la Regione tramite Intercent, ovviamente non è sicuro, ma è probabile, può essere probabile una diminuzione dei progetti incaricati fatti dai dipendenti del Comune di Finale Emilia e, ovviamente, contestualmente, un aumento delle progettazioni effettuate dalla stazione appaltante unica, che è la Regione. Quindi, in ragione di questo, e anche - non lo neghiamo - del nostro punto di vista critico riguardo al famoso 2 per cento, avevamo pensato di diminuire da un totale di euro, farlo diventare sostanzialmente , riducendolo quindi di euro circa.

8 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 90 DEL 14/07/2014 ad oggetto: BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014 E BILANCIO PLURIENNALE ANNI : APPROVAZIONE Niente. Non è stato accolto il parere tecnico, quindi se lei mi autorizza, passo al successivo. PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Sì, sì, prego. (Intervento fuori microfono non udibile) CONSIGLIERE BIAGI: No, l IRAP, va beh, era connesso al 4, quindi No, l ho detto prima, sì, sì, l ho detto. (Intervento fuori microfono non udibile) CONSIGLIERE BIAGI: Se no mando un prospetto. No, per non far perdere tempo al Consiglio, poi. (Interventi fuori microfono non udibili) CONSIGLIERE BORGAI: Gli emendamenti sono 19, se ogni emendamento ci mettiamo un quarto d ora, viene dopodomani. Cioè bisognerebbe che il consigliere Biagi illustrasse gli emendamenti con estrema sintesi. Un minuto. E poi si vota. (Interventi fuori microfono non udibili) CONSIGLIERE BIAGI: Dopo, se la dottoressa Baravelli mi vuole fare la gentilezza di mandare a tutti i Consiglieri le ragioni per cui non sono stati accolti gli emendamenti, mi fa un favore. Grazie. Così accontentiamo tutti. Emendamento n. 3. Non parlo del capitolo. Molto brevemente: carburante dell Ufficio tecnico. Considerando che è prevista una spesa di euro, che ci pare una spesa francamente eccessiva, noi proponevamo una diminuzione di euro, sempre andando a beneficio anzi, la proponiamo, perché questa ha il parere tecnico favorevole, andando a beneficio dei trasferimenti imprese e commercio. Questo perché? Sono stati stanziati euro anche negli esercizi precedenti, quindi 2012 e 2013, allora noi ci siamo posti la questione: l Ufficio tecnico, e sicuramente qua ci entreranno anche i cantonieri, immagino, le auto dei cantonieri, ha sicuramente avuto più da fare e ha avuto più bisogno, diciamo, di un automezzo durante il periodo di stretta emergenza, adesso che l emergenza ovviamente non è passata, ma sta passando, pian piano, e sicuramente c è meno necessità di usare l automezzo, sicuramente meno rispetto agli anni precedenti, noi proponiamo una diminuzione del carburante, anche perché, se facciamo un paio di calcoli, euro di carburante in un anno non sono pochi, considerando che la Polizia municipale ne spende La proporzione secondo me non sta neanche in piedi, cioè una Polizia municipale, con due veicoli, tre veicoli, quelli che sono, si rompono, non si rompono, non si sa mai quanti sono i veicoli definitivi della Polizia municipale, però ha più veicoli, spende in proporzione poco di più, e la Polizia municipale proprio è ovvio che, almeno, dai ragionamenti che faccio io, dovrebbe girare molto di più rispetto a quello che fa l Ufficio tecnico, e quindi noi proponiamo una diminuzione di 3.850, nella direzione, anche qui, come il primo emendamento, trasferimenti a imprese, commercio e artigiane. PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Sì, questo, come ricordava anche lei, consigliere Biagi, è stato dichiarato tecnicamente ammissibile, respinto dall Amministrazione, e quindi questo verrà messo ai voti. Qualcuno chiede la parola? Mettiamo quindi ai voti l emendamento n. 3. Chi vota a favore dell emendamento alzi la mano? Quindi hanno votato a favore i Gruppi di opposizione. Chi vota contro l emendamento alzi la mano? Chi si astiene? L emendamento è respinto a maggioranza.

9 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 90 DEL 14/07/2014 ad oggetto: BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014 E BILANCIO PLURIENNALE ANNI : APPROVAZIONE Prego, consigliere Biagi, se vuole passare ai successivi. (Intervento fuori microfono non udibile) PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Prego, consigliere Boetti allora. CONSIGLIERE BOEI: 4. No, 5, scusate. (Intervento fuori microfono: 5 e 6 ) PRESIDENE DEL CONSIGLIO: 5 e 6 li illustra insieme?. CONSIGLIERE BOEI: Ah, sì, sì, chiedo scusa. Quindi, il 5, 7.292,64, che abbiamo pensato, quindi, ai centri preso dall intervento , incarichi per funzioni dirigenziali, e abbiamo deciso di trasferirlo nei centri storici, azioni per il rilancio; invece, per quanto riguarda il n. 6, 619,88, che è l IRAP di questo importo, abbiamo pensato di dirigerlo, in funzione poi anche di un altro successivo, alla gestione dei musei. Qui dov è il punto di fondo? Già dal 2011 quest Amministrazione voleva abbassare gli incarichi, quindi l importo, cercava da tutte le parti in qualche maniera di abbassare, e non c era mai questo abbassamento, è venuta l occasione, per carità, ahimè, abbiamo perso un dirigente importante, che è la dottoressa Restani, è chiaro che il suo ufficio, i suoi incarichi sono stati trasferiti ad altri, e quindi potevano essere anche spalmati maggiormente in altri servizi. Comunque questo capitolo ha circa dai euro, è andato intorno ai euro, e quindi abbiamo pensato che un sacrificio il sacrificio lo può fare il Consigliere comunale, lo può fare il Gruppo consiliare, lo possono fare i finalesi con l aumento delle tasse, io penso che il sacrificio lo può fare, ogni tanto, per quest anno, anche qualche dirigente di quest Amministrazione. Perché questo? Abbiamo visto, ritornando al ragionamento del 2 per cento, che c è chi è stato, chi ha preso la voglio buttare così, quasi euro, e quindi la divisione proporzionale di euro, diviso 12 mesi, si riduce in poche briciole sui dirigenti. Quindi questo non è uno spostamento mero, tecnico, ma è uno spostamento politico, perché noi vogliamo far vedere che ci siamo e vogliamo far capire anche agli altri come vengono spesi questi quattrini. Quindi la scelta è stata proprio quella, siamo andati a leggere, a valutare, ci potevano essere altri punti, ma questo era il punto essenziale. Quindi noi chiediamo alla maggioranza, e anche all opposizione, che sia favorevole a questi oggetti, al 5 e al 6, che siano votati favorevolmente gli emendamenti. Grazie. PRESIDENE DEL CONSIGLIO: Ha terminato, consigliere Boetti? Sì. Grazie, consigliere Boetti. Qualcuno intende intervenire? Prego, consigliere Ratti. CONSIGLIERE RAI: Io, solo velocemente, per chiarire un concetto rispetto al voto degli emendamenti, cioè ci tengo a noi, come Gruppo consiliare, ci siamo adesso non so se l ho detto prima, però voglio ribadirlo in maniera chiara. Ci siamo incontrati insieme alla Giunta in una riunione di maggioranza, abbiamo valutato gli emendamenti, e insieme abbiamo deciso quali accogliere e quali non accogliere, cioè nel senso che insieme alla Giunta abbiamo sostenuto quelli che potevano essere accoglibili, li abbiamo condivisi e quant altro. Quindi noi voteremo contro quelli che la Giunta ritiene di votare contro, perché li abbiamo discussi insieme, mentre, ovviamente, voteremo a favore quando voteremo il bilancio, perché si voteranno in quella sede lì, gli emendamenti che sono stati accolti.

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 GENNAIO 2014 INIZIO ORE 20,00

COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 GENNAIO 2014 INIZIO ORE 20,00 COMUNE DI EMPOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) CONSIGLIO COMUNALE DEL 20 GENNAIO 2014 INIZIO ORE 20,00 APPELLO ORE 20,30 Sindaco Luciana Cappelli assente Consiglieri: 1. Brenda Barnini assente 2. Schauer presente

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

L a Camera dei Comuni

L a Camera dei Comuni L a Camera dei Comuni breve guida CONTATTI Ufficio informazioni della Camera dei Comuni Tel: +44 (0)20-7219 4272 London SW1A 2TT Fax: +44 (0)20-7219 5839 Email: hcinfo@parliament.uk Ufficio informazioni

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 922 DEL 12/11/2013 PROPOSTA N. 191 Centro di Responsabilità: Servizi Sociali, Istruzione, Associazionismo, Cultura, Promozione del Territorio

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale COMUNE DI CESENA Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale Seduta del 31/07/2014 - delibera n. 57 OGGETTO: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (IUC-TASI) - ALIQUOTE E ALTRE MISURE APPLICATIVE

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010

CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010 CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010 SINDACO BOVI ROBERTO: Buonasera. Innanzitutto mi fa piacere che finalmente abbiamo dei microfoni che mi auguro, senz altro, anzi sono certo che funzioneranno

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione 1. Approvazione addendum al contratto di concessione della progettazione, realizzazione e gestione di impianti fotovoltaici asserviti ad immobili di proprietà del Comune di Casapinta 2. Verifica quantità

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO

QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO Illustrazione di Matteo Pericoli 2002 Lui. Onroignoub! Lei. Come dice, scusi? Lui. Ouroignoub. Ah, mi perdoni. Buongiorno. Credevo che si fosse tutti d accordo a parlare

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI STATUTO

COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI STATUTO COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI STATUTO (Testo così come modificato con deliberazione di Consiglio Comunale n 20 in data 03/07/2006) TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 DEFINIZIONE Il Comune di San Demetrio

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP)

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Che il sistema previdenziale italiano sia un cantiere sempre aperto testimonia la profonda discrasia

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO (Approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO ESTRATTO COMUNE DI PIANEZZA PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI COMUNICAZIONI INTERROGAZIONI INTERPELLANZE. L anno duemilaquattordici addì trenta del mese di settembre alle ore 21:00 nella Sala delle adunanze

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43

CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 CODICE DEONTOLOGICO TITOLO V CAPO I Articoli 41-42-43 1 Gruppo di Lavoro Ambiti 5 Iseo Sebino e 13 Vallecamonica Hanno prestato il proprio contributo per questa giornata: Bottichio Federica Calvetti Sara

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli