Il comma 2, primo periodo, dello stesso art. 32, citato dal comma 5, recita che:

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il comma 2, primo periodo, dello stesso art. 32, citato dal comma 5, recita che:"

Transcript

1 ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA BARLETTA ANDRIA TRANI Modalità formative degli Ingegneri ed Architetti responsabili del servizio prevenzione e protezione (RSPP) (Approfondimenti dell Area tematica Sicurezza aggiornamento Febbraio 2015) Il D.Lgs. 81/2008 ha introdotto alcune modifiche alle modalità formative degli Ingegneri ed Architetti che desiderano svolgere le mansioni di RSPP: l art. 32 indica le capacità e i requisiti professionali dei Responsabili dei Servizi di Prevenzione e Protezione interni o esterni. In particolare il comma 5 dell art. 32, precisa che: Coloro che sono in possesso di laurea in una delle seguenti classi: L7, L8, L9, L17, L23, di cui al decreto del Ministro dell'università e della ricerca in data 16 marzo 2007, pubblicato nel S.O. alla Gazzetta Ufficiale n. 155 del 6 luglio 2007, o nelle classi 8, 9, 10, 4, di cui al decreto del Ministro dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica in data 4 agosto 2000, pubblicato nel S.O. alla Gazzetta Ufficiale n. 245 del 19 ottobre 2000, ovvero nella classe 4 di cui al decreto del Ministro dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica in data 2 aprile 2001, pubblicato nel S.O. alla Gazzetta Ufficiale n. 128 del 5 giugno 2001, ovvero di altre lauree riconosciute corrispondenti ai sensi della normativa vigente, sono esonerati dalla frequenza ai corsi di formazione di cui al comma 2, primo periodo. Ulteriori titoli di studio possono essere individuati in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano. Il comma 2, primo periodo, dello stesso art. 32, citato dal comma 5, recita che: Per lo svolgimento delle funzioni da parte dei soggetti di cui al comma 1, è necessario essere in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore nonché di un attestato di frequenza, con verifica dell'apprendimento, a specifici corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative. In sintesi tutto questo sta a significare che coloro che sono in possesso di una delle Lauree rientranti nelle Classi elencate al comma 5 art. 32 (per la maggior parte trattasi di tutte le Classi di Laurea nei diversi indirizzi di Ingegneria o Architettura, vedi tabella 2) possono svolgere le mansioni di Addetto al Servizio Prevenzione e Protezione, senza l obbligo di partecipare al modulo A e ai moduli B dei diversi Macrosettori di Attività, previsti dall Accordo Stato/Regioni del 25/01/2006 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 37 del 14 febbraio Questa possibilità ha però, riguardo ai moduli B, delle limitazioni temporali, come vedremo in seguito. Il comma 2 secondo periodo dello stesso art. 32 recita che: Per lo svolgimento della funzione di responsabile del servizio prevenzione e protezione, oltre ai requisiti di cui al precedente periodo, è necessario possedere un attestato di frequenza, con verifica dell'apprendimento, a specifici corsi di formazione in materia di 1

2 prevenzione e protezione dei rischi, anche di natura ergonomica e da stress lavorocorrelato di cui all'articolo 28,comma 1, di organizzazione e gestione delle attività tecnico amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali. E un chiaro riferimento al Modulo C che tutti, indipendentemente dal titolo di studio posseduto, devono frequentare per poter svolgere la funzione di RSPP. Le novità introdotte dal comma 5 dell art. 32 in sintesi rendono pressoché inutile l organizzazione, da parte degli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti, dei Corsi di Formazione moduli A e B, che, come previsto dal punto 4 dell Accordo Stato/Regioni del 26 gennaio 2006, devono essere rivolti esclusivamente ai propri iscritti. Gli Ordini suddetti possono comunque continuare ad organizzare, sempre limitatamente ai propri iscritti, i Corsi di Formazione del solo Modulo C ed i corsi quinquennali di aggiornamento. Il Comma 6 dello stesso articolo 32 prevede infatti che: I responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione sono tenuti a frequentare corsi di aggiornamento secondo gli indirizzi definiti nell'accordo Stato/Regioni di cui al comma 2. Come per il modulo C, anche per tali aggiornamenti, riguardanti i moduli B, non è previsto esonero per nessuno. A questo proposito l Accordo Stato/Regioni del 26 gennaio 2006, integrato dalle linee interpretative del 5 ottobre 2006, prescrive che la durata dei corsi di aggiornamento deve essere così articolata: Per i Responsabili SPP: 60 ore per l aggiornamento cumulativo dei Macrosettori nn. 3, 4, 5 e 7; 40 ore per l aggiornamento cumulativo dei Macrosettori nn. 1, 2, 6, 8 e 9; Le succcitate linee interpretative precisano inoltre che: La decorrenza del quinquennio di aggiornamento parte dalla data del conseguimento della Laurea Triennale (nds: si tratta delle lauree in "Ingegneria della sicurezza e protezione", di "Scienze della sicurezza e protezione" e di "Tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro") e/o conclusione del modulo B e/o dalla data di conclusione dell aggiornamento previsto per coloro che possono usufruire dell esonero. Tale data costituisce riferimento per gli aggiornamenti quinquennali successivi. 2

3 Le indicazioni legislative, perentorie, sono pertanto le seguenti: a) gli Ingegneri ed Architetti laureati da meno di 5 anni che intendono svolgere le mansioni di Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione, devono prima frequentare, con esito positivo, il Corso di Formazione Modulo C, e sono obbligati, entro 5 anni conseguimento della laurea, a conseguire specifici crediti di aggiornamento formativo per una durata complessiva di 40 ore se operano nei macrosettori 1, 2, 6, 8 e 9, di 60 ore se operano nei macrosettori 3, 4, 5 e 7, di 100 ore se operano in più macrosettori trasversali ai due gruppi di macrosettori stessi; b) gli Ingegneri ed Architetti laureati da più di cinque anni che intendono svolgere le mansioni di Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione, devono prima frequentare, con esito positivo, il Corso di Formazione Modulo C, e devono prima frequentare i corsi cumulativi di aggiornamento per una durata complessiva di 40 ore se operano nei macrosettori 1, 2, 6, 8 e 9, di 60 ore se operano nei macrosettori 3, 4, 5 e 7, di 100 ore se operano in più macrosettori trasversali ai due gruppi di macrosettori stessi; c) per tutti gli Ingegneri ed Architetti (sia quelli con meno di 5 anni di laurea, sia quelli con più di 5 anni di laurea) che hanno ottenuto dal 14 febbraio 2006 in poi gli attestati del modulo B relativi ai macrosettori di interesse, la data dell aggiornamento quinquennale dei singoli macrosettori parte conseguimento di ciascun attestato e non laurea; inoltre, in accordo al Provvedimento del 26/01/2006 della Conferenza Stato- Regioni gli ingegneri ed architetti che hanno svolto l attività di RSPP prima del 14/02/2003, con incarico in corso al 14/02/2006 ed esperienza maggiore di tre anni a tale data, rimane la facoltà dell esonero della frequenza del modulo B relativo all azienda in cui si svolge l incarico, con obbligo di effettuare l aggiornamento entro il 14/02/2012, con un minimo del 20% entro il 14/02/2008. In pratica questo significa che un ingegnere ed un architetto che abbiano un esperienza pregressa con le caratteristiche citate, possono continuare a svolgere la funzione di RSPP per cinque anni fino al 14/02/2012 (cinque anni dopo il 14/02/2007) solo nei macrosettori per i quali avevano l esonero dal modulo B, mentre per gli altri macrosettori il quinquennio si computa laurea. 3

4 Nella tabella 1 è sono riepilogati i casi sopra descritti. E ovvio che resta salva la possibilità per chiunque di frequentare qualsiasi modulo. Ad esempio un ingegnere o architetto che non possieda alcuna conoscenza in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, sarebbe opportuno, sia per la sua cultura in materia che per la sua incolumità giudiziaria, che frequentasse il modulo A. Oppure, in caso si debba svolgere la funzione di RSPP in un solo macrosettore potrebbe essere conveniente frequentare solo il modulo B dello specifico macrosettore. Ad esempio si pensi al caso di un professionista o di un ingegnere che svolga la funzione di RSPP solo nel settore Scuola (Macroettore 8): sarebbe certamente conveniente ogni 5 anni frequentare il modulo B( della durata di 24 ore invece che conseguire nell arco di ogni quinquennio 40 ore di aggiornamento. Si ricorda infine che chi non dovesse rispettare le regole sopra riportate rischia l accusa di esercizio abusivo di professione da parte degli organi ispettivi nei luoghi di lavoro, con conseguenti provvedimenti giudiziari e deontologici. 4

5 Tabella 1. Aggiornamento del modulo B Situazione al 15/05/2008 (entra in vigore il D.Lgs. 81/08) Ingegneri e architetti che non hanno mai svolto l attività di RSPP Ingegneri e architetti che hanno conseguito alcuni moduli B in vari macrosettori dopo il 14/02/2006 Ingegneri e architetti che hanno svolto l attività di RSPP o ASPP in data anteriore al 14/02/2003, con incarico vigente al 14/02/2006, e con tre anni di esperienza a tale data Termine per l aggiornamento del modulo B laurea conseguimento del modulo B per il macrosettore specifico. laurea per gli altri macrosettori. 14/02/2012 per i macrosettori in cui si dispone dei requisiti elencati a fianco. laurea per gli altri macrosettori. Note Va considerata la condizione più vantaggiosa: per i laureati 3+2 bisogna considerare la data della laurea specialistica. E utile ricordare che ogni quinquennio riparte completamento dell ultimo aggiornamento. Chi, pur avendo i requisiti dell esonero dalla frequenza al modulo B, al 14/02/2008 non aveva svolto il 20% dell aggiornamento, giorno 15/02/2008 avrebbe dovuto dimettersi dalla funzione di RSPP. L articolo 32 del D. Lgs. 81/2008 permette agli stessi soggetti di riprendere l incarico dal 15/05/2008 fino al 14/02/

6 Tabella 2. Prospetto delle Classi di Laurea Decreto di riferimento Decreto Ministro Università e della Ricerca del 16/03/2007 S.O. G.U. n 155 del 6/07/2007 Classi di Laurea L 7 L 8 L 9 L 17 L 23 Tipologia della Classe di Laurea Ingegneria Civile ed Ambientale Ingegneria dell informazione Ingegneria Industriale Scienze dell Architettura Scienze e tecniche dell edilizia Decreto Ministro Università e Ricerca Scientifica e Tecnologica del 4 Agosto 2000 S.O. G.U. n 245 del 19/10/2000 Scienze dell architettura e dell 4 ingegneria Edile 8 Ingegneria Civile ed Ambientale 9 Ingegneria dell informazione Ingegneria Industriale 10 Decreto Ministro Università e Ricerca Scientifica e Tecnologica del 2 Aprile 2001 S.O. G.U. n 128 del 5/06/ (4/S) Classe delle lauree Specialistiche nelle scienze delle professioni sanitarie della prevenzione 6

NORMATIVA PER L OBBLIGO DI AGGIORNAMENTO RSPP a cura di: Arch. Gianluca Licari

NORMATIVA PER L OBBLIGO DI AGGIORNAMENTO RSPP a cura di: Arch. Gianluca Licari NORMATIVA PER L OBBLIGO DI AGGIORNAMENTO RSPP a cura di: Arch. Gianluca Licari Premessa del curatore: Per lo svolgimento del ruolo di Aspp e di Rspp è necessario frequentare periodici corsi di aggiornamento,

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE PER LA SICUREZZA. organizzati da ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI SALERNO

CORSI DI FORMAZIONE PER LA SICUREZZA. organizzati da ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI SALERNO CORSI DI FORMAZIONE PER LA SICUREZZA organizzati da ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI SALERNO ANNO 2011-2012 Referenti: Ing. Giovanna Salzano Direttore dei corsi di formazione per la sicurezza

Dettagli

CORSI PER RESPONSABILI E ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI SUI LUOGHI DI LAVORO

CORSI PER RESPONSABILI E ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI SUI LUOGHI DI LAVORO CORSI PER RESPONSABILI E ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI SUI LUOGHI DI LAVORO Art. 8 bis del D. Lgs. 19 settembre 1994, n. 626 introdotto dal D. Lgs. 23 giugno 2003, n. 195 LE

Dettagli

Novità su formazione RSPP e ASPP

Novità su formazione RSPP e ASPP 1 Novità su formazione RSPP e ASPP Il 3 Settembre 2016 è entrato in vigore nuovo Accordo Stato Regioni del 07.07.2016 sulla formazione RSPP e ASPP: novità e cambiamenti rispetto alla normativa precedente.

Dettagli

FORMAZIONE PER RESPONABILI ED ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI

FORMAZIONE PER RESPONABILI ED ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI FORMAZIONE PER RESPONABILI ED ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI L articolo 17 del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 impone al Datore di Lavoro la designazione di un responsabile

Dettagli

Il nuovo accordo sulla formazione di RSPP/ASPP e le novità introdotte per le altre figure aziendali

Il nuovo accordo sulla formazione di RSPP/ASPP e le novità introdotte per le altre figure aziendali Il nuovo accordo sulla formazione di RSPP/ASPP e le novità introdotte per le altre figure aziendali Pagina 1 L accordo nasce con la finalità di operare una revisione dell Accordo della Conferenza Stato

Dettagli

Corso di aggiornamento RSPP aziende edili. Lezione: Servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale

Corso di aggiornamento RSPP aziende edili. Lezione: Servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale Corso di aggiornamento RSPP aziende edili Lezione: Servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale In questa unità didattica illustreremo i requisiti professionali di responsabili e addetti al servizio

Dettagli

Nel dettaglio evidenziamo alcuni aspetti innovativi dell accordo stato regioni.

Nel dettaglio evidenziamo alcuni aspetti innovativi dell accordo stato regioni. Alle imprese edili della Provincia di Napoli Napoli, 26.09.2016 Prot. N 134 OGGETTO: Circolare informativa n. 2/2016 Accordo Stato Regioni RSPP Vi informiamo che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Dettagli

LE NUOVE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE PER I RESPONSABILI DEI SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE. A cura di: Danilo Monarca

LE NUOVE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE PER I RESPONSABILI DEI SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE. A cura di: Danilo Monarca CORSO RESPONSABILI DEI SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e dell Accordo tra Stato e Regioni 26 gennaio 2006 LE NUOVE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE PER I RESPONSABILI DEI SERVIZI

Dettagli

ACCORDO 7 LUGLIO CONFERENZA STATO REGIONI ANALISI DEI CONTENUTI PRINCIPALI

ACCORDO 7 LUGLIO CONFERENZA STATO REGIONI ANALISI DEI CONTENUTI PRINCIPALI Rif. 124/16 06-09-2016 ACCORDO 7 LUGLIO 2016 - CONFERENZA STATO REGIONI ANALISI DEI CONTENUTI PRINCIPALI 1. INDIVIDUAZIONE DI ULTERIORI TITOLI DI STUDIO VALIDI AI FINI DELL ESONERO DALLA FREQUENZA AI CORSI

Dettagli

Linee Guida 5 ottobre 2006 attuative art. 8-bis D.Lgs. n. 626/94 427

Linee Guida 5 ottobre 2006 attuative art. 8-bis D.Lgs. n. 626/94 427 Linee Guida 5 ottobre 2006 attuative art. 8-bis D.Lgs. n. 626/94 427 Accordo ai sensi dell articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 Linee guida interpretative dell Accordo sancito in Conferenza

Dettagli

Corso di formazione e aggiornamento per RSPP

Corso di formazione e aggiornamento per RSPP Corso di formazione e aggiornamento per RSPP Moduli per datori di lavoro secondo l'art. 34 del D.Lgs. 81/2008 e l'accordo Stato Regioni del 21/12/2011 Modulo AGG: Principali novità in ambito di FORMAZIONE

Dettagli

Committente e/o Responsabile dei lavori

Committente e/o Responsabile dei lavori Committente e/o Responsabile dei lavori Impresa affidataria, Imprese esecutrici e Lavoratori autonomi Committente CHI E : soggetto per conto del quale l intera opera viene realizzata, indipendentemente

Dettagli

Criteri di qualificazione della figura del formatore per la salute e sicurezza sul lavoro.

Criteri di qualificazione della figura del formatore per la salute e sicurezza sul lavoro. Pagina 1 di 7 Epigrafe Premessa Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Allegato - Criteri di qualificazione della figura del formatore per la Salute e sicurezza sul Lavoro - (articolo 6 comma 8, lett.

Dettagli

LA FORMAZIONE DI RSPP E ASPP: ASPETTI CRITICI

LA FORMAZIONE DI RSPP E ASPP: ASPETTI CRITICI ARTICOLO DI PUNTOSICURO Anno 8 - numero 1448 di giovedì 30 marzo 2006 LA FORMAZIONE DI RSPP E ASPP: ASPETTI CRITICI Un approfondimento sui molti punti ritenuti "enigmatici" dell'accordo Stato-regioni.

Dettagli

Precedente esperienza come docente esterno, per almeno 90 ore negli ultimi 3 anni, nell area tematica oggetto della docenza.

Precedente esperienza come docente esterno, per almeno 90 ore negli ultimi 3 anni, nell area tematica oggetto della docenza. 1 criterio Precedente esperienza come docente esterno, per almeno 90 ore negli ultimi 3 anni, nell area tematica oggetto della docenza. fare riferimento 2 criterio aree tematiche cui Laurea (vecchio ordinamento,

Dettagli

ACCORDI STATO-REGIONI 21 DICEMBRE 2011 FORMAZIONE ED ESONERI

ACCORDI STATO-REGIONI 21 DICEMBRE 2011 FORMAZIONE ED ESONERI ACCORDI STATO-REGIONI 21 DICEMBRE 2011 FORMAZIONE ED ESONERI L accordo stato regioni del 21 Dicembre 2011 disciplina la durata, i contenuti minimi, le modalità della formazione ed aggiornamento dei lavoratori

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVI 81/2008 e 106/2009

DECRETO LEGISLATIVI 81/2008 e 106/2009 DECRETO LEGISLATIVI 81/2008 e 106/2009 CAMPO D APPLICAZIONE DEFINIZIONI MODULO A2 1 CAMPO DI APPLICAZIONE (Art.3): TUTTI I SETTORI DI ATTIVITÀ, PRIVATI E PUBBLICI, E TUTTE LE TIPOLOGIE DI RISCHIO (c.1).

Dettagli

Le Regioni e Province Autonome. Premesso

Le Regioni e Province Autonome. Premesso Linee interpretative condivise dell'accordo in Conferenza Stato-Regioni attuativo dell'art. 2, commi 2 e 3, del D.Lgs. n. 23 giugno 2003, n. 195 (pubblicato su G.U. del 14-2-2006 n. 37) Le Regioni e Province

Dettagli

I soggetti deputati alla realizzazione dell attività formativa si distinguono in due tipologie:

I soggetti deputati alla realizzazione dell attività formativa si distinguono in due tipologie: Indicazioni operative per la formazione ed aggiornamento dei Responsabili e degli Addetti del Servizio di Prevenzione e Protezione ai sensi dell art. 32 del D.Lgs. 81/08 e dell Accordo della Conferenza

Dettagli

formazione alla sicurezza le novità

formazione alla sicurezza le novità formazione alla sicurezza le novità ACCORDO SULLA DURATA E SUI CONTENUTI MINIMI DELLA FORMAZIONE PER RSPP E ASPP 07.07.2016 Testo del nuovo accordo sulla formazione: http://www.ambienteeuropa.it/formazione/normative/accordo_stato-regioni_07072016.pdf

Dettagli

AGGIORNAMENTO DOCENTI 26 MARZO 2015

AGGIORNAMENTO DOCENTI 26 MARZO 2015 AGGIORNAMENTO DOCENTI 26 MARZO 2015 CRITERI DI QUALIFICAZIONE DELLA FIGURA DEL FORMATORE PER LA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Decreto interministeriale del 6 marzo 2013 in vigore dal 18 marzo 2014 PREREQUISITO

Dettagli

LA FORMAZIONE NEL NUOVO ACCORDO STATO REGIONI

LA FORMAZIONE NEL NUOVO ACCORDO STATO REGIONI LA FORMAZIONE NEL NUOVO ACCORDO STATO REGIONI L Accordo Stato Regioni del 21 Dicembre 2011 disciplina la durata, i contenuti minimi, le modalità della formazione ed aggiornamento dei lavoratori, dei dirigenti

Dettagli

NOTIZIARIO SULLA SICUREZZA N IL NUOVO ACCORDO STATO-REGIONI 7 LUGLIO 2016

NOTIZIARIO SULLA SICUREZZA N IL NUOVO ACCORDO STATO-REGIONI 7 LUGLIO 2016 ACCREDITATA REGIONE PIEMONTE "accreditamento n. 1029/001 del 29/11/2010" nell'ambito della formazione corsi riconosciuti CERTIFICATA ISO 9001:2008 BUREAU VERITAS ITALIA S.P.A. Certificato n. 220703 NOTIZIARIO

Dettagli

Nuovo Accordo Formazione RSPP e ASPP: durata, contenuti e modalità dei percorsi formativi

Nuovo Accordo Formazione RSPP e ASPP: durata, contenuti e modalità dei percorsi formativi Nuovo Accordo Formazione RSPP e ASPP: durata, contenuti e modalità dei percorsi formativi Speaker Mariarosaria Spagnuolo e Andrea Burlini 17 ottobre 2016 Le nostre domande. Voglio fare l RSPP/ASPP, cosa

Dettagli

CARRELLO ELEVATORE (valido anche come aggiornamento)

CARRELLO ELEVATORE (valido anche come aggiornamento) 2 3 4 CARRELLO ELEVATORE (valido anche come aggiornamento) N. ORE 12 ore // 4 ore aggiornamento 11-12-15 Settembre dalle 9.00 alle 13.00 16 Ottobre dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 17 Ottobre

Dettagli

FORMAZIONE GENERALE AGGIORNAMENTO FORMAZIONE SICUREZZA RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

FORMAZIONE GENERALE AGGIORNAMENTO FORMAZIONE SICUREZZA RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE AGGIORNAMENTO FORMAZIONE SICUREZZA RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE SCUOLA PROFESSIONALE EDILE - CPT PREVENZIONE INFORTUNI della provincia di Varese (Decreto Legislativo 9 aprile 2008

Dettagli

I soggetti deputati alla realizzazione dell'attività formativa si distinguono in due tipologie:

I soggetti deputati alla realizzazione dell'attività formativa si distinguono in due tipologie: Regione Veneto Formazione ed aggiornamento dei Responsabili e degli Addetti del Servizio di Prevenzione e Protezione. Indicazioni operative interpretative dell'accordo della Conferenza Stato Regioni di

Dettagli

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, , NAPOLI

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, , NAPOLI Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 80121, NAPOLI codice meccanografico: NAPC14000P Telefono 081 415084 e-mail: napc14000p@istruzione.it Fax 081 7944596 A TUTTI I DOCENTI Oggetto: D.

Dettagli

Ente Paritetico Unificato per la Formazione, la Sicurezza e la Salute della Provincia di L Aquila (Ese-Cpt L Aquila)

Ente Paritetico Unificato per la Formazione, la Sicurezza e la Salute della Provincia di L Aquila (Ese-Cpt L Aquila) AREA FORMAZIONE CIRCOLARE N. 14/2016 L Aquila 1 Settembre 2016 Imprese iscritte alla Cassa Edile di L Aquila Studi di consulenza del lavoro Parti Sociali Territoriali LORO SEDI OGGETTO: Formazione RSPP

Dettagli

CITTA DI FRANCAVILLA FONTANA

CITTA DI FRANCAVILLA FONTANA CITTA DI FRANCAVILLA FONTANA PROVINCIA DI BRINDISI Area Tecnica Settore LL.PP. Via Municipio n. 22 P.I. 0017176620748 Tel. 0831/820329 Fax: 0831/810228 OGGETTO: AVVISO PUBBLICO FINALIZZATO ALL'INDIVIDUAZIONE

Dettagli

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) GIUNTA MUNICIPALE DELIBERAZIONE N. 28 DEL 29/03/2013

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) GIUNTA MUNICIPALE DELIBERAZIONE N. 28 DEL 29/03/2013 COPIA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) GIUNTA MUNICIPALE DELIBERAZIONE N. 28 DEL 29/03/2013 L anno duemilatredici, il giorno ventinove del mese di Marzo alle ore 11:30 nel Palazzo Municipale,

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA D.Lgs. 195 del 23/06/2003 Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, per l'individuazione delle capacita' e dei requisiti professionali richiesti agli addetti ed ai responsabili

Dettagli

Accordo Stato Regioni 7 Luglio 2016

Accordo Stato Regioni 7 Luglio 2016 Accordo Stato Regioni 7 Luglio 2016 ROMA 4 OTTOBRE 2016 DANIELE RANIERI L Accordo non contiene solo le indicazioni per la Formazione per RSPP e APP, ma anche: Revisione Accordi Sostituzioni Modifiche 26

Dettagli

LA FORMAZIONE SULLA SICUREZZA SETTEMBRE/DICEMBRE 2016 PMINFORMA CONFAPINDUSTRIA PIACENZA

LA FORMAZIONE SULLA SICUREZZA SETTEMBRE/DICEMBRE 2016 PMINFORMA CONFAPINDUSTRIA PIACENZA LA FORMAZIONE SULLA SICUREZZA SETTEMBRE/DICEMBRE 2016 PMINFORMA CONFAPINDUSTRIA PIACENZA 1 INDICE ATTREZZATURE 4 LAVORATORI 6 CORSI TECNICO SPECIFICI 7 FORMAZIONE FORMATORI 8 RSPP 9 RLS 11 PREPOSTI 12

Dettagli

FORMAZIONE RSPP E ASPP - NUOVO ACCORDO CONFERENZA PERMANENTE STATO, REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

FORMAZIONE RSPP E ASPP - NUOVO ACCORDO CONFERENZA PERMANENTE STATO, REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO RIF. N.229 19.09.2016 DE PALO/pm FORMAZIONE RSPP E ASPP - NUOVO ACCORDO CONFERENZA PERMANENTE STATO, REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO Il 4 settembre 2016 è entrato in vigore il nuovo Accordo

Dettagli

Efficacia degli Accordi

Efficacia degli Accordi Circolare 056 Udine, 3 ottobre 2012 ALL RSPP ALL ASPP AL RLS AI DOCENTI DI LABORATORIO AI DOCENTI AL DSGA AL PERSONALE ATA OGGETTO: novità sulla formazione in materia di sicurezza: Accordo Stato-Regioni

Dettagli

ED E U D C U A C Z A I Z ON O E N E CO C N O T N I T NU N A U A IN N ME M D E I D CI C NA N Avv. Marco Rodolfi

ED E U D C U A C Z A I Z ON O E N E CO C N O T N I T NU N A U A IN N ME M D E I D CI C NA N Avv. Marco Rodolfi EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA NORMATIVA ARTT. 16 BIS - 16 SEXIES D. LGS. 30.12.1992 N. 502 E SUCCESSIVE MODIFICHE (D. LGS. 19.06.1999 N. 229) ART. 16 BIS FORMAZIONE CONTINUA La formazione continua comprende

Dettagli

DI RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DI ATENEO, AI SENSI DELL ARTICOLO 32 DEL DECRETO LEGISLATIVO DEL 9 APRILE 2008 NUMERO

DI RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DI ATENEO, AI SENSI DELL ARTICOLO 32 DEL DECRETO LEGISLATIVO DEL 9 APRILE 2008 NUMERO Allegato A) SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DI ATENEO, AI SENSI DELL ARTICOLO 32 DEL DECRETO LEGISLATIVO DEL 9 APRILE

Dettagli

Il contratto di apprendistato

Il contratto di apprendistato Il contratto di apprendistato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È IL CONTRATTO DI APPRENDISTATO? Il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a contenuto formativo definito a causa mista (lavoro

Dettagli

Provincia di Cremona Ufficio tecnico AVVISO PUBBLICO

Provincia di Cremona Ufficio tecnico AVVISO PUBBLICO Romanengo, 6 aprile 2010 AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE ESTERNO DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE AI SENSI DELL ART. 31 E SEGUENTI DEL DECERETO LEGISLATIVO

Dettagli

Ripercussioni sull attività dei CSP e CSE oltre che degli RSPP e dei formatori in materia di sicurezza

Ripercussioni sull attività dei CSP e CSE oltre che degli RSPP e dei formatori in materia di sicurezza Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016 Durata e contenuti minimi dei percorsi formativi per Responsabili ed Addetti dei Servizi di Prevenzione e Protezione Ripercussioni sull attività dei CSP e CSE oltre

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ATTIVITÀ DI FORMAZIONE SPECIFICA DEI LAVORATORI IN MATERIA DI SALUTE SICUREZZA SUL LAVORO

LINEE GUIDA PER L ATTIVITÀ DI FORMAZIONE SPECIFICA DEI LAVORATORI IN MATERIA DI SALUTE SICUREZZA SUL LAVORO LINEE GUIDA PER L ATTIVITÀ DI FORMAZIONE SPECIFICA DEI LAVORATORI IN MATERIA DI SALUTE SICUREZZA SUL LAVORO ai sensi dell art. 37 del D.Lgs. 81/08 e dell Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 UNIVERSITÀ

Dettagli

Organismo di Certificazione del Personale e della Formazione Organization for Personnel and Training Certification NOME E COGNOME :

Organismo di Certificazione del Personale e della Formazione Organization for Personnel and Training Certification NOME E COGNOME : Organismo di Certificazione del Personale e della Formazione Organization for Personnel and Training Certification SAFETY MANAGER QUALIFICAZIONE DELLA FIGURA DEL FORMATORE PER LA SALUTE E SICUREZZA SUL

Dettagli

Previsto numero massimo di 35 partecipanti per corso. Frequenza minima del 90% delle ore di formazione previste.

Previsto numero massimo di 35 partecipanti per corso. Frequenza minima del 90% delle ore di formazione previste. Articolazione del percorso formativo per RSPP e ASPP Accordo Stato regioni del 7 luglio 2016 Repertorio Atti n.: 128/CSR del 07/07/2016 Organizzazione dei corsi Previsto numero massimo di 35 partecipanti

Dettagli

Titoli professionali per addetti stampa nella P.A.

Titoli professionali per addetti stampa nella P.A. Dpr, 21 settembre 2001, numero 422 Titoli professionali per addetti stampa nella P.A. Regolamento recante norme per l'individuazione dei titoli professionali del personale da utilizzare presso le pubbliche

Dettagli

Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza Porreca.it e Silea Isforp Bari CONVEGNO

Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza Porreca.it e Silea Isforp Bari CONVEGNO Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza Porreca.it e Silea Isforp Bari CONVEGNO L impianto del nuovo Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016 sulla formazione in materia di salute e sicurezza

Dettagli

Riepilogo sull Accordo Stato- Regioni del 7 luglio 2016

Riepilogo sull Accordo Stato- Regioni del 7 luglio 2016 Riepilogo sull Accordo Stato- Regioni del 7 luglio 2016 Inquadramento generale; Nuova formazione RSPP/ASPP Aggiornamenti RSPP/ASPP Prospettive e opportunità E-learning www.farag.it 1 Il nuovo accordo prevede

Dettagli

-Durata 9 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI

-Durata 9 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI Corsi di aggiornamento per Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (rif. Art. 32 del D.Lgs 81/2008) B002 Criteri e metodi per la valutazione dei rischi. Il DVR -Durata 9 ore- DESTINATARI

Dettagli

REGIONE LIGURIA Dipartimento Istruzione, Formazione, Lavoro Settore Politiche del Lavoro e delle Migrazioni

REGIONE LIGURIA Dipartimento Istruzione, Formazione, Lavoro Settore Politiche del Lavoro e delle Migrazioni Allegato A) REGIONE LIGURIA Dipartimento Istruzione, Formazione, Lavoro Settore Politiche del Lavoro e delle Migrazioni Disposizioni per la realizzazione degli interventi formativi per lo svolgimento diretto

Dettagli

Profilo professionale degli assistenti sociali

Profilo professionale degli assistenti sociali Profilo professionale degli assistenti sociali 1 Schema di regolamento a norma dell'art. 12, comma 2, della L. 8 novembre 2000, n. 328: "Profilo professionale degli assistenti sociali, formazione universitaria

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO. Dipartimento della d. Servizio Istruzione. Insegnante Smaniotto Emilia

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO. Dipartimento della d. Servizio Istruzione. Insegnante Smaniotto Emilia PROVINCIA AUTONOMA TRENTO Dipartimento della d conoscenza Servizio Istruzione Insegnante Smaniotto Emilia Decreto Legislativo n. 81 del 9 aprile 2008 art. 36 e 37 Informazione formazione addestramento

Dettagli

FORMAZIONE RSPP IL NUOVO ACCORDO STATO-REGIONI 07 LUGLIO 2016

FORMAZIONE RSPP IL NUOVO ACCORDO STATO-REGIONI 07 LUGLIO 2016 FORMAZIONE RSPP IL NUOVO ACCORDO STATO-REGIONI 07 LUGLIO 2016 SOMMARIO DELL INTERVENTO Il Profilo Professionale del RSPP La formazione base per ASPP/RSPP Aggiornamento per ASPP/RSPP e decorrenza Validità

Dettagli

Proposta d Accordo Datori di Lavoro

Proposta d Accordo Datori di Lavoro Proposta d Accordo Datori di Lavoro Accordo in Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato le Regioni e le Province Autonome sui corsi di formazione per lo svolgimento diretto da parte del datore

Dettagli

INDICAZIONE DEI CORSI E DELLE SEDI IN CUI SI DICHIARA LA DISPONIBILITA' IN QUALITA' DI FORMATORE QUALIFICATO. Il sottoscritto...

INDICAZIONE DEI CORSI E DELLE SEDI IN CUI SI DICHIARA LA DISPONIBILITA' IN QUALITA' DI FORMATORE QUALIFICATO. Il sottoscritto... Allegato A INDICAZIONE DEI CORSI E DELLE SEDI IN CUI SI DICHIARA LA DISPONIBILITA' IN QUALITA' DI FORMATORE QUALIFICATO Il sottoscritto... Visto il contenuto del bando per l'individuazione all'interno

Dettagli

ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO. Pubblichiamo le Linee interpretative Del Decreto RSPP del 5 ottobre 2006

ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO. Pubblichiamo le Linee interpretative Del Decreto RSPP del 5 ottobre 2006 ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO Associazione di Protezione Ambientale di interesse nazionale (D.M. 1/3/88 - G.U. 19/5/88) Pubblichiamo le Linee interpretative Del Decreto RSPP del 5 ottobre 2006 Il provvedimento

Dettagli

FORMAZIONE PER RESPONSABILI E ADDETTI DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP E ASPP) I NUOVI REQUISITI

FORMAZIONE PER RESPONSABILI E ADDETTI DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP E ASPP) I NUOVI REQUISITI BIOIKOS AMBIENTE S.r.l. Sede legale e operativa - via G. Rivani, 99 40138 Bologna (Bo) Cap soc. 99.000 euro i.v.; P.IVA e Cod. Fisc. 02026311205; R.E.A. 407418 Tel. +39 051 5878211 Fax +39 0515878200 www.bioikosambiente.it;

Dettagli

CIRCOLARE 04-2016 CORSI DI FORMAZIONE D.LGS. 81/2008 TESTO UNICO SULLA SICUREZZA

CIRCOLARE 04-2016 CORSI DI FORMAZIONE D.LGS. 81/2008 TESTO UNICO SULLA SICUREZZA CIRCOLARE 04-2016 DESTINATARIO Titolare dell attività Responsabile servizio prevenzione e protezione Responsabile A ambientale MITTENTE DA TecnoAdda S.a.s. Email info@tecnoadda.com TEL. N. 0341.281459

Dettagli

RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI

RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Scheda requisiti per la valutazione Ai fini dell inserimento nel Registro Professionale (Legge 14 gennaio 2013, n. 4) Distribuzione Il presente documento

Dettagli

Comune di Castano Primo Provincia di Milano Sevizio Urbanistica e Suap

Comune di Castano Primo Provincia di Milano Sevizio Urbanistica e Suap AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DEI COMPONENTI DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO (art. 146, comma 6, D.L.vo n. 42/2004 e artt. 80-81 della L.R. n. 12/2005 e ss.mm.ii.) Visto il Decreto Legislativo 22/01/2004,

Dettagli

ACCORDO STATO REGIONI SULLA FORMAZIONE DI DIRIGENTI, PREPOSTI E LAVORATORI

ACCORDO STATO REGIONI SULLA FORMAZIONE DI DIRIGENTI, PREPOSTI E LAVORATORI ACCORDO STATO REGIONI SULLA FORMAZIONE DI DIRIGENTI, PREPOSTI E LAVORATORI Permessa Il 21 dicembre 2011 è stato approvato in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province

Dettagli

OBBLIGHI FORMATIVI sulla SICUREZZA nei LUOGHI di LAVORO. Documento di Sintesi della Formazione SIREGEST. IDENTIFICAZIONE del RISCHIO nelle ATTIVITA

OBBLIGHI FORMATIVI sulla SICUREZZA nei LUOGHI di LAVORO. Documento di Sintesi della Formazione SIREGEST. IDENTIFICAZIONE del RISCHIO nelle ATTIVITA OBBLIGHI FORMATIVI sulla SICUREZZA nei LUOGHI di LAVORO Documento di Sintesi della Formazione IDENTIFICAZIONE del RISCHIO nelle ATTIVITA ( B ) BASSO : Uffici e Servizi, Commercio, Artigianato, Turismo.

Dettagli

Giunta Regionale della Campania Ufficio del Datore di Lavoro

Giunta Regionale della Campania Ufficio del Datore di Lavoro Il Direttore dell Giunta Regionale della Campania Visti la Legge Regionale n. 14/2009; i Regolamenti Regionali n. 9/2010 e n. 7/2013; le Linee guida in materia di tirocini, adottate dalla Conferenza Stato-Regioni

Dettagli

Accordo Stato Regioni 7 luglio finalizzato all individuazione. della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi. per RSPP e gli ASPP

Accordo Stato Regioni 7 luglio finalizzato all individuazione. della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi. per RSPP e gli ASPP Accordo Stato Regioni 7 luglio 2016 finalizzato all individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi per RSPP e gli ASPP Entrata in vigore 3 settembre 2016 Per 12 mesi si formazione

Dettagli

LA FUNZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

LA FUNZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE LA FUNZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Una delle novità principali del D. lgs. n. 626/94 è l introduzione del principio dell autotutela sulla base del quale i lavoratori,

Dettagli

Decreto legislativo n. 276/03 artt. 47-53

Decreto legislativo n. 276/03 artt. 47-53 Decreto legislativo n. 276/03 artt. 47-53 Titolo VI Apprendistato e contratto di inserimento Capo I Apprendistato Art. 47 Definizione, tipologie e limiti quantitativi 1. Ferme restando le disposizioni

Dettagli

IL NUOVO ACCORDO SULLA FORMAZIONE DEI R.S.P.P. E DEGLI A.S.S.P. Corrado Cigaina

IL NUOVO ACCORDO SULLA FORMAZIONE DEI R.S.P.P. E DEGLI A.S.S.P. Corrado Cigaina IL NUOVO ACCORDO SULLA FORMAZIONE DEI R.S.P.P. E DEGLI A.S.S.P. Corrado Cigaina corrado_cigaina@ats-pavia.it Pavia, 25 ottobre 2016 RESPONSABILITA' DEL RSPP Un RSPP che abbia dato un suggerimento sbagliato,

Dettagli

R.S.P.P. A.S.P.P. (RESPONSABILE/ADDETTO SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA)

R.S.P.P. A.S.P.P. (RESPONSABILE/ADDETTO SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA) CPRP R.S.P.P. A.S.P.P. (RESPONSABILE/ADDETTO SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA) (D.Lgs. 81/08 e ss.mm.ii.) REQUISITI COMPITI RESPONSABILITA Il Testo Unico per la Sicurezza (D.Lgs. 81/08) redatto in attuazione

Dettagli

La sorveglianza sanitaria nel nuovo Testo Unico

La sorveglianza sanitaria nel nuovo Testo Unico La sorveglianza sanitaria nel nuovo Testo Unico A.O. G Salvini Ospedale di Garbagnate M.se. Unità Operativa Ospedaliera di Medicina del Lavoro Responsabile: Dott.G. Tangredi Medico Competente - Definizione

Dettagli

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I DATORI DI LAVORO (ART. 34 D.LGS. 81/08)

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I DATORI DI LAVORO (ART. 34 D.LGS. 81/08) FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I DATORI DI LAVORO (ART. 34 D.LGS. 81/08) L Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011 (pubblicato in G.U. 11 gennaio 2012 n. 8) disciplina la durata, i contenuti minimi,

Dettagli

Il/la sottoscritto/a geometra, C H I E D E

Il/la sottoscritto/a geometra, C H I E D E DOMANDA DI AMMISSIONE AGLI ESAMI DI ABILITAZIONE ALLA LIBERA PROFESSIONE DI GEOMETRA SESSIONE 2017 Riservato all Ufficio Protocollo Marca da Bollo 16,00 Preg.mo Dirigente Scolastico dell I.T.G.S. per Geometri

Dettagli

Corso Qualifica Tecnico Meccatronico delle Autoriparazioni

Corso Qualifica Tecnico Meccatronico delle Autoriparazioni Corso Qualifica Tecnico Meccatronico delle Autoriparazioni Nuovaformazione, Ente formativo accreditato presso la Regione Umbria ha attivato il corso abilitante alla Qualifica di Tecnico Meccatronico delle

Dettagli

Qualifiche e abilitazioni per il settore di coperta e di macchina per gli iscritti alla gente di mare.

Qualifiche e abilitazioni per il settore di coperta e di macchina per gli iscritti alla gente di mare. VISTA VISTA VISTA VISTE VISTA VISTO Qualifiche e abilitazioni per il settore di coperta e di macchina per gli iscritti alla gente di mare. la legge 21 novembre 1985, n. 739, concernente l adesione alla

Dettagli

Tavolo di concertazione sulle professioni sociali

Tavolo di concertazione sulle professioni sociali Tavolo di concertazione sulle professioni sociali Prima riunione Bari, 12 aprile 2006 I riferimenti normativi I riferimenti normativi - La l. n. 328/2000 (artt. 9 e 12) - La l. n. 251/2000 e s.m. (servizio

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 30 DELIBERAZIONE 10 luglio 2012, n. 607

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 30 DELIBERAZIONE 10 luglio 2012, n. 607 58 25.7.2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 30 DELIBERAZIONE 10 luglio 2012, n. 607 DGR n. 235/2011: Indirizzi per la realizzazione del le attività formative di cui artt. 47 e 32 del

Dettagli

FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA. 5 Dicembre 2016

FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA. 5 Dicembre 2016 FORMAZIONE CONTINUA OBBLIGATORIA 5 Dicembre 2016 SITUAZIONE AD OGGI: 914 Iscritti totali 326 Iscritti con più di 40 CFP 209 Iscritti con più di 1 CFP e meno di 40 379 Iscritti a 0 CFP 379 326 Iscritti

Dettagli

DISPOSIZIONI PER LA FORMAZIONE DEL CONDUTTORE DI IMPIANTI TERMICI, IN ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 287 del D.lgs. 3 aprile 2006, n.

DISPOSIZIONI PER LA FORMAZIONE DEL CONDUTTORE DI IMPIANTI TERMICI, IN ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 287 del D.lgs. 3 aprile 2006, n. ALLEGATO 2 DISPOSIZIONI PER LA FORMAZIONE DEL CONDUTTORE DI IMPIANTI TERMICI, IN ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 287 del D.lgs. 3 aprile 2006, n. 152 Tipologia di impianti Le disposizioni seguenti concernono

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI PROGRESSIONE VERTICALE PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE

REGOLAMENTO IN MATERIA DI PROGRESSIONE VERTICALE PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE REGOLAMENTO IN MATERIA DI PROGRESSIONE VERTICALE PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 25.9.2001; 19.7.2006 DECRETO RETTORALE 424/AG dd. 17.10.2001; 1288/2006 dd. 2.8.206

Dettagli

FORMATORI ALLA SALUTE E SICUREZZA

FORMATORI ALLA SALUTE E SICUREZZA FORMATORI ALLA SALUTE E SICUREZZA Scheda requisiti per la valutazione Ai fini dell inserimento nel Registro Professionale (Legge 14 gennaio 2013, n. 4) Distribuzione Il presente documento viene distribuito

Dettagli

Corso di aggiornamento RSPP aziende edili. Lezione: La formazione dei lavoratori in quota

Corso di aggiornamento RSPP aziende edili. Lezione: La formazione dei lavoratori in quota Corso di aggiornamento RSPP aziende edili Lezione: La formazione dei lavoratori in quota In questa unità didattica spiegheremo a chi è rivolta la formazione per i lavoratori in quota e in particolare ci

Dettagli

-Durata 28 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI

-Durata 28 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI Corsi di formazione per Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione Art. 32 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Accordo Stato-regioni del 26 gennaio 2006 B031 Corso di aggiornamento ASPP -Durata 28 ore- DESTINATARI

Dettagli

DIPARTIMENTO Attuazione della Riforma Professionale

DIPARTIMENTO Attuazione della Riforma Professionale DIPARTIMENTO Attuazione della Riforma Professionale Consigliere Coordinatore Riccardo Pisanti, Dottore Agronomo e-mail: segretario@conaf.it Responsabile del procedimento: Dott.ssa Barbara BRUNI 1. Competenza

Dettagli

-Durata 9 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI

-Durata 9 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI Corsi di aggiornamento per Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (rif. Art. 32 del D.Lgs 81/2008) B003 La gestione dei contratti di appalto, d opera o di somministrazione. Il DUVRI

Dettagli

DECRETO N Del 27/07/2016

DECRETO N Del 27/07/2016 DECRETO N. 7400 Del 27/07/2016 Identificativo Atto n. 572 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto AVVISO PUBBLICO PER L APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE E DI RICERCA (ART. 45 D.LGS.

Dettagli

-Durata 9 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI

-Durata 9 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI Corsi di aggiornamento per Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (rif. Art. 32 del D.Lgs 81/2008) B004 Il rischio chimico: criteri e metodi di valutazione -Durata 9 ore- DESTINATARI

Dettagli

-Durata 9 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI ARTICOLAZIONE DEL CORSO

-Durata 9 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI ARTICOLAZIONE DEL CORSO Corsi di aggiornamento per Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (rif. Art. 32 del D.Lgs 81/2008) B016 Dispositivi di protezione individuali (DPI), caratteristiche e scelta -Durata

Dettagli

Insegnante di autoscuola

Insegnante di autoscuola Standard formativo relativo alla formazione iniziale propedeutica per il conseguimento dell abilitazione e formazione periodica Insegnante di autoscuola ai sensi Decreto ministeriale 26 gennaio 2011, n.

Dettagli

INFORMAZIONE, AGGIORNAMENTO

INFORMAZIONE, AGGIORNAMENTO RSPP Corso di aggiornamento 14 ore LAVORATORI E RSPP: FORMAZIONE, INFORMAZIONE, AGGIORNAMENTO Contenuti della formazione e informazione ai lavoratori, della formazione RSPP e relative scadenze 4.1 RSPP

Dettagli

La formazione di RSPP e ASPP il nuovo Accordo Stato Regioni

La formazione di RSPP e ASPP il nuovo Accordo Stato Regioni La formazione di RSPP e ASPP il nuovo Accordo Stato Regioni (G.U. del 19/8/2016 serie generale n. 193) a cura di Norberto Canciani 1 Riferimenti normativi D.Lgs. 81/08 Art. 32 Capacità e requisiti professionali

Dettagli

STUDIO BERGAMINI ASSOCIATI commercialisti consulenti del lavoro revisori contabili

STUDIO BERGAMINI ASSOCIATI commercialisti consulenti del lavoro revisori contabili STUDIO BERGAMINI ASSOCIATI commercialisti consulenti del lavoro revisori contabili Gentile cliente, ringraziando dell attenzione e della fiducia, riteniamo opportuno ricordare alcune novità in materia

Dettagli

MANUALE DI COMPILAZIONE DELLA DOMANDA PER IL RILASCIO/RINNOVO DEL CERTIFICATO DI ABILITAZIONE PER L ACQUISTO E L UTILIZZO DI PRODOTTI FITOSANITARI

MANUALE DI COMPILAZIONE DELLA DOMANDA PER IL RILASCIO/RINNOVO DEL CERTIFICATO DI ABILITAZIONE PER L ACQUISTO E L UTILIZZO DI PRODOTTI FITOSANITARI MANUALE DI COMPILAZIONE DELLA DOMANDA PER IL RILASCIO/RINNOVO DEL CERTIFICATO DI ABILITAZIONE PER L ACQUISTO E L UTILIZZO DI PRODOTTI FITOSANITARI D.lgs. 14 agosto 2012, n. 150 DM 22 gennaio 2014 DGR n.

Dettagli

RESPONSABILE SCIENTIFICO UFFICIO CONVEGNI E FORMAZIONE AMMINISTRAZIONE via Saragat Ferrara

RESPONSABILE SCIENTIFICO UFFICIO CONVEGNI E FORMAZIONE AMMINISTRAZIONE via Saragat Ferrara Corso Modulo B per ASPP RSPP CORSO DI ABILITAZIONE (ASR 07.07.2016) MODULO COMUNE 50 ore (48 + test apprendimento) Laboratorio TekneHub Tecnopolo dell Università di Ferrara Rete Alta Tecnologia Emilia

Dettagli

Responsabile e Addetto del Servizio di Prevenzione e Protezione

Responsabile e Addetto del Servizio di Prevenzione e Protezione Responsabile e Addetto del Servizio di Prevenzione e Protezione Definizione (art. 2, comma f, l D.Lgs 81/08): Il Datore di Lavoro designa il responsabile (e l addetto) del servizio di prevenzione e protezione

Dettagli

Il contenuti del nuovo accordo per quanto concerne la formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro

Il contenuti del nuovo accordo per quanto concerne la formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro Il contenuti del nuovo accordo per quanto concerne la formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro Pagina 1 L accordo oltre a disciplinare la formazione degli RSPP e ASPP interviene sui seguenti

Dettagli

2.9 Guida all Immatricolazione

2.9 Guida all Immatricolazione 2.9 Guida all Immatricolazione 1) Scelta tipo Corso di Studio 1 Lo studente dovrà selezionare il tipo di corso di studio al quale intende immatricolarsi facendo riferimento a quanto scritto sopra 1 NOTA

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA PER L ABILITAZIONE D.M. 5 AGOSTO 2011

EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA PER L ABILITAZIONE D.M. 5 AGOSTO 2011 EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA PER L ABILITAZIONE DEI PROFESSIONISTI ANTINCENDIO D.M. 5 AGOSTO 2011 Parma 16 novembre 2012 S.D.A.C. Arch. Fabrizio Finuoli NUOVA NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.M. 5 agosto 2011

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI TECNICI COMPETENTI IN ACUSTICA

DOMANDA DI ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI TECNICI COMPETENTI IN ACUSTICA Allegato A imposta di bollo di 16 euro assolta digitalmente nei modi di legge previsti DOMANDA DI ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI TECNICI COMPETENTI IN ACUSTICA Alla Regione Toscana Settore Servizi Pubblici

Dettagli

Legge 1 febbraio 2006, n. 43

Legge 1 febbraio 2006, n. 43 Legge 1 febbraio 2006, n. 43 "Disposizioni in materia di professioni sanitarie infermieristiche, ostetrica, riabilitative, tecnico-sanitarie e della prevenzione e delega al Governo per l'istituzione dei

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA E TRA L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA - FACOLTA DI SCIENZE

CONVENZIONE QUADRO TRA L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA E TRA L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA - FACOLTA DI SCIENZE CONVENZIONE QUADRO TRA L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA E IL COMUNE DI ROMA con la presente scrittura privata redatta in duplice originale e da valere ad ogni effetto di legge TRA L UNIVERSITA DEGLI

Dettagli

Cambia la costituzione: problemi e prospettive per la sicurezza sul lavoro

Cambia la costituzione: problemi e prospettive per la sicurezza sul lavoro Convegno gratuito Cambia la costituzione: problemi e prospettive per la sicurezza sul lavoro Relatore: Lucio Fattori BOLOGNA, 21 ottobre 2016 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 Parleremo di. L Accordo Stato-Regioni

Dettagli