ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E

2 D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E L apprendimento di due lingue comunitarie permette all alunno di sviluppare una competenza plurilingue e pluriculturale. L importanza dell apprendimento delle lingue straniere è oggi più che mai una realtà ed è sempre più sottolineata non soltanto nel mondo della scuola. Il Quadro Europeo Comune di Riferimento ricorda giustamente la necessità di una Educazione Interculturale per favorire la comprensione e il rispetto delle culture diverse dalla propria e della convivenza civile. Le lingue straniere sono un mezzo privilegiato per questo scopo. La nostra appartenenza all Unione Europea ci impegna a sostenere la sua pluralità linguistica e a favorire il miglioramento qualitativo dell apprendimento delle diverse lingue comunitarie. È pertanto compito dei docenti sensibilizzare gli alunni al carattere multilinguistico e multiculturale dell Unione, spiegando loro i vantaggi che comporta tale apprendimento lungo tutto l arco della vita attiva. La conoscenza di una seconda lingua comunitaria conduce inoltre ad una maggiore sensibilizzazione verso nuove realtà, incoraggiando così la reciproca comprensione e l accettazione dell altro, riducendo così le distanze emotive e mentali tra i popoli. Sotto questo profilo, gli insegnanti desiderano sottolineare, nel loro lavoro quotidiano, l importanza della comunicazione in una lingua diversa dalla nostra e mettono in evidenza gli aspetti utilitaristici e pratici di una buona padronanza di una o più lingue straniere per un loro utilizzo a scopo professionale o semplicemente di ampliamento della cultura personale. In particolare nella scuola secondaria di primo grado i docenti guideranno gli alunni a riconoscere gradualmente, rielaborare e riutilizzare modalità di comunicazione e regole della lingua che applicheranno in modo sempre più autonomo e consapevole, nonché a sviluppare la capacità di riflettere sugli usi e di scegliere tra forme e codici linguistici diversi,

3 quelli più adeguati ai loro scopi comunicativi e alle diverse situazioni. Sulla base delle direttive nazionali e tenendo conto dei traguardi stabiliti in conformità al Quadro Europeo Comune di Riferimento per le Lingue del Consiglio d Europa i docenti della scuola secondaria di primo grado di questa istituzione scolastica hanno elaborato il seguente Piano di Lavoro Annuale di Lingua Inglese e Francese per le classi prime, seconde e terze; conoscenze e abilità verranno specificate nel dettaglio nelle unità di apprendimento che saranno modulate sulla base dei bisogni formativi della classe, Il percorso formativo e la fase di mediazione didattica saranno registrate attraverso le annotazioni e le osservazioni sistematiche nel registro dell'insegnante. Questo strumento potrà diventare una sorta di diario di bordo sul quale annotare il cammino dei singoli e della classe. Se lo stesso non dovesse essere sufficiente o si rivelasse inadeguato allo scopo si integrerà con apposite schede o altri materiali da allegare che formeranno la documentazione del percorso in atto. Da queste osservazioni dovranno essere fatte le considerazioni necessarie ad aggiustare "la rotta" prevista dall'azione progettuale, fino a documentare il cammino realmente compiuto nella relazione finale che sarà il documento di sintesi delle Unità di Apprendimento. P R O G R A MMAZIONE ANNUA L E D I L I N G U A I N G L E S E Classi1 e Classi 2 e Classi 3 e C L A S S I 1 E O B I E T T I V I E D U C A T I V I ampliare gli orizzonti culturali degli alunni

4 migliorare la consapevolezza della propria identità e della diversità altrui, per arrivare alla convivenza interculturale ed interetnica O B I E T T I V I O S S E R V A B I L I M E T O D O L O G I A, S T R A T E G I E, S U S S I D I Comprensione orale: comprende il senso globale del messaggio e isola semplici informazioni richieste riconosce ed individua gli elementi essenziali di un contesto personale e familiare Comprensione scritta: comprende il messaggio in modo globale riconosce il lessico noto comprende il messaggio identificando informazioni specifiche Produzione orale: legge in modo corretto riproduce il messaggio in base ad un modello dato risponde e formula domande utilizzando il registro adeguato Produzione scritta sa scrivere sotto dettatura rispetta l ortografia sa produrre semplici messaggi Approccio metodologico di tipo comunicativo Strategie La moderna metodologia prevede un approccio comunicativo che consenta uno sviluppo costante delle abilità linguistiche. L azione didattica mirerà a coinvolgere l alunno nella comunicazione orale e scritta, valorizzando il suo contributo personale di esperienze ed opinioni. Tale azione didattica si baserà su: una fase di ascolto-comprensione (presentazione del materiale linguistico) una fase produttiva orale e scritta (scambi e produzione di messaggi) una fase di lettura (intensiva- estensiva) una fase di comprensione del testo scritto attività di ascolto verifica della comprensione ripetizione corale e/o individuale deduzione della funzione e/o della struttura grammaticale analisi dell errore, autocorrezione comparazione L1-L2 approccio all uso del dizionario bilingue reimpiego guidato e/o autonomo confronti fra aspetti della civiltà inglese e italiana

5 risponde e formula domande Sussidi Conoscenza ed uso delle strutture e funzioni riconosce le strutture e le funzioni le applica in esercizi di tipo guidato usa il lessico corrente Conoscenza della cultura e della civiltà libro di testo registratore e relativo materiale sonoro materiale autentico (dépliants, foto, riviste, libri, videocassette) fotocopie cartine geografiche dizionario sussidi di tipo informatico conosce semplici aspetti degli usi e costumi del paese di cui studia la lingua OBIETTIVI MINIMI Comprensione orale sa ascoltare comprende il senso globale di semplici messaggi Comprensione scritta Comprende globalmente, se guidato, semplici messaggi Produzione orale sa ripetere enunciati minimi Produzione scritta sa copiare sa completare messaggi minimi su modello

6 E S E R C I T A Z I O N I F I N A L I Z Z A T E A L C O N S E G U I M E N T O D E L L A : C O M P R E N S I O N E O R A L E : V E R I F I C H E ascolto di materiale sonoro con test di comprensione (ex. vero/falso, a scelta multipla) compilazioni di schemi, griglie abbinamento di immagini a frasi domande dell insegnante Alla classe verranno somministrate delle prove d ingresso riguardanti le quattro abilità di base per verificare i traguardi di competenze in uscita dalla Scuola primaria. Le verifiche verranno effettuate alla fine di ogni unità e saranno graduate secondo le competenze degli alunni. Si faranno verifiche sulle singole abilità linguistiche, verifiche sulla padronanza strutturale e/o verifiche strutturate in modo da comprendere più abilità Le prove saranno costituite dalle stesse esercitazioni usate nella fase di fissaggio e reimpiego. C O M P R E N S I O N E S C R I T T A completamento, riordino, manipolazione di dialoghi o documenti vari abbinamento di immagini a frasi questionari vero/falso, scelta multipla, aperti relativi ad un documento

7 P R O D U Z I O N E O R A L E V A L U T A Z I O NE memorizzazione dialoghi con particolare attenzione all intonazione e alla pronuncia risposte a domande giochi di ruolo conversazioni guidate descrizione documenti letture Per la valutazione intesa in senso formativo si terrà conto: della valutazione delle verifiche scritte e orali dei progressi compiuti rispetto alla situazione di partenza dell impegno, della partecipazione, del senso di responsabilità nei confronti del lavoro scolastico P R O D U Z I O N E S C R I T T A copiatura documenti sempici questionari relativi ad un testo completamento o creazione di brevi dialoghi su traccia o schemi redazione di semplici messaggi personali brevi e semplici dettati C L A S S I 2 E

8 O B I E T T I V I E D U C A T I V I ampliare gli orizzonti culturali degli alunni migliorare la consapevolezza della propria identità e della diversità altrui, per arrivare alla convivenza interculturale ed interetnica O B I E T T I V I O S S E R V A B I L I M E T O D O L O G I A, S T R A T E G I E, S U S S I D I Comprensione orale riconosce ed individua gli elementi essenziali di un contesto di vita quotidiana individua le parole chiave individua le informazioni specifiche Comprensione scritta: comprende il messaggio in modo globale ricava informazioni dettagliate sa riconoscere vocaboli e campi lessicali nuovi Produzione orale: legge rispettando la giusta intonazione produce messaggi in situazioni note su modello produce semplici messaggi relativi alla vita quotidiana Approccio metodologico di tipo comunicativo Strategie La moderna metodologia prevede un approccio comunicativo che consenta uno sviluppo costante delle abilità linguistiche. L azione didattica mirerà a coinvolgere l alunno nella comunicazione orale e scritta, valorizzando il suo contributo personale di esperienze ed opinioni. tale azione didattica si baserà su: una fase di ascolto-comprensione (presentazione del materiale linguistico) una fase produttiva orale e scritta (scambi e produzione di messaggi) una fase di lettura (intensiva- estensiva) una fase di comprensione del testo scritto domande stimolo di pre-ascolto attività di ascolto verifica della comprensione

9 Produzione scritta utilizza un ortografia corretta e un lessico appropriato sa produrre semplici messaggi su traccia sa redigere semplici testi se guidato Conoscenza ed uso delle strutture e funzioni riconosce le strutture e le funzioni le riutilizza in modo corretto ripetizione a coppie e individuale deduzione della funzione e/o della struttura grammaticale analisi dell errore, autocorrezione comparazione L1-L2 approccio all uso del dizionario bilingue reimpiego guidato e autonomo confronti fra aspetti della civiltà inglese e italiana avvio alla corrispondenza Sussidi Conoscenza della cultura e della civiltà conosce semplici aspetti degli usi e costumi del paese di cui studia la lingua OBIETTIVI MINIMI Comprensione orale libro di testo registratore e relativo materiale sonoro sussidi di tipo informatico materiale autentico (dépliants, foto, riviste, libri, videocassette) fotocopie cartine geografiche dizionario sa ascoltare, guidato, semplici messaggi di tipo quotidiano corrente Comprensione scritta comprende globalmente, guidato, semplici testi (dialoghi, lettere, descrizioni, ..) Produzione orale sa rispondere a semplici domande sa riprodurre qualche semplice situazione anche con un lessico limitato

10 Produzione scritta sa copiare sa completare o produrre brevi testi, se guidato E S E R C I T A Z I O N I F I N A L I Z Z A T E A L C O N S E G U I M E N T O D E L L A : C O M P R E N S I O N E O R A L E : V E R I F I C H E ascolto di materiale sonoro con test di comprensione (ex. vero/falso, a scelta multipla) compilazioni di schemi, griglie domande dell insegnante Alla classe verranno somministrate delle prove d ingresso riguardanti le quattro abilità di base dopo aver effettuato un ripasso delle unità svolte l anno precedente. Le verifiche verranno effettuate alla fine di ogni unità e saranno graduate secondo le competenze degli alunni. Si faranno verifiche sulle singole abilità linguistiche, verifiche sulla padronanza strutturale e/o verifiche strutturate in modo da comprendere più abilità Le prove saranno costituite dalle stesse esercitazioni usate nella fase di fissaggio e reimpiego. C O M P R E N S I O N E S C R I T T A completamento, riordino, manipolazione di dialoghi o documenti vari

11 questionari vero/falso, scelta multipla, aperti relativi ad un documento P R O D U Z I O N E O R A L E V A L U T A Z I O N E giochi di ruolo conversazioni guidate descrizione documenti, foto, situazioni risposte a domande letture Per la valutazione intesa in senso formativo si terrà conto: della valutazione delle verifiche scritte e orali dei progressi compiuti rispetto alla situazione di partenza dell impegno, della partecipazione, del senso di responsabilità nei confronti del lavoro scolastico P R O D U Z I O N E S C R I T T A questionari relativi ad un testo completamento o creazione di brevi dialoghi su traccia descrizioni documenti redazione di messaggi personali completamento tabelle semplici dettati semplici lettere su traccia

12 C O N O S C E N Z A S T R U T T U R E : esercizi di completamento, sostituzione, trasformazione, manipolazione C L A S S I 3 E O B I E T T I V I E D U C A T I V I ampliare gli orizzonti culturali degli alunni migliorare la consapevolezza della propria identità e della diversità altrui, per arrivare alla convivenza interculturale ed interetnica O B I E T T I V I O S S E R V A B I L I M E T O D O L O G I A, S T R A T E G I E, S U S S I D I Comprensione orale: Approccio metodologico di tipo comunicativo

13 comprende il senso globale di un messaggio o di un testo individua le informazione specifiche inferisce elementi non dati Comprensione scritta: comprende testi di tipologia varia in modo globale ricava informazioni dettagliate deduce le informazioni implicite Produzione orale: La moderna metodologia prevede un approccio comunicativo che consenta uno sviluppo costante delle abilità linguistiche. L azione didattica mirerà a coinvolgere l alunno nella comunicazione orale e scritta, valorizzando il suo contributo personale di esperienze ed opinioni. tale azione didattica si baserà su: una fase di ascolto-comprensione (presentazione del materiale linguistico) una fase produttiva orale e scritta (scambi e produzione di messaggi) una fase di lettura (intensiva- estensiva) una fase di comprensione del testo scritto legge rispettando la giusta intonazione e il ritmo produce messaggi interagisce in modo corretto in situazioni comunicative già note Produzione scritta sa rispondere ad un questionario sa produrre testi su traccia (lettera, dialogo, .) sa redigere testi personali Conoscenza ed uso delle strutture e funzioni riconosce le strutture e le funzioni le riutilizza in modo adeguato Conoscenza della cultura e della civiltà conosce aspetti più significativi del paese di cui studia la lingua OBIETTIVI MINIMI Strategie motivazione all ascolto attività di ascolto verifica della comprensione ripetizione a coppie e individuale uso di registri e linguaggi specifici deduzione della funzione e/o della struttura grammaticale analisi dell errore, autocorrezione comparazione L1-L2 L3 uso del dizionario bilingue reimpiego autonomo confronti fra aspetti della civiltà inglese e italiana Sussidi libro di testo registratore e relativo materiale sonoro laboratorio linguistico materiale autentico (dépliants, foto, riviste, libri, videocassette) fotocopie cartine geografiche dizionario

14 Comprensione orale sussidi di tipo informatico comprende il senso globale di semplici messaggi, se guidato Comprensione scritta Comprende globalmente, se guidato, semplici testi e/o documenti autentici, Produzione orale sa rispondere a semplici domande sa interagire in situazioni già note anche con un lessico limitato Produzione scritta sa rispondere a semplici domande sa completare o produrre brevi testi, se guidato Conoscenza della cultura e della civiltà conosce alcuni aspetti della civiltà di cui studia la lingua C O M P R E N S I O N E O R A L E : V E R I F I C H E ascolto di materiale sonoro con test di comprensione (ex. vero/falso, a scelta multipla) compilazioni di schemi, griglie domande dell insegnante Alla classe verranno somministrate delle prove d ingresso riguardanti le quattro abilità di base dopo aver effettuato un ripasso delle unità svolte l anno precedente. Le verifiche verranno effettuate alla fine di ogni unità e saranno graduate

15 secondo le competenze degli alunni. Si faranno verifiche sulle singole abilità linguistiche, verifiche sulla padronanza strutturale e verifiche strutturate in modo da comprendere più abilità Le prove saranno costituite dalle stesse esercitazioni usate nella fase di fissaggio e reimpiego. C O M P R E N S I O N E S C R I T T A completamento, riordino, manipolazione di dialoghi o documenti vari questionari vero/falso, scelta multipla, aperti, relativi ad un documento P R O D U Z I O N E O R A L E V A L U T A Z I O N E giochi di ruolo conversazioni guidate descrizione documenti, foto, situazioni risposte a domande letture Per la valutazione intesa in senso formativo si terrà conto: della valutazione delle verifiche dei progressi compiuti rispetto alla situazione di partenza dell impegno, della partecipazione, del senso di responsabilità nei confronti del lavoro scolastico P R O D U Z I O N E S C R I T T A

16 1. questionari relativi ad un testo completamento o creazione di brevi dialoghi su traccia descrizioni documenti redazione di messaggi personali completamento tabelle dettati redazione semplici lettere di tipo informale C O N O S C E N Z A S T R U T T U R E : esercizi di completamento, sostituzione, trasformazione, manipolazione P R O G R A MMAZIONE ANNUA L E D I L I N G U A F R A N C E S E Classi1 e Classi 2 e Classi 3 e

17 C L A S S I 1 E O B I E T T I V I E D U C A T I V I ampliare gli orizzonti culturali degli alunni migliorare la consapevolezza della propria identità e della diversità altrui, per arrivare alla convivenza interculturale ed interetnica O B I E T T I V I O S S E R V A B I L I M E T O D O L O G I A, S T R A T E G I E, S U S S I D I Comprensione orale: Approccio metodologico di tipo comunicativo comprende il senso globale del messaggio riconosce ed individua gli elementi essenziali di un contesto personale e familiare Comprensione scritta: comprende il messaggio in modo globale riconosce il lessico noto comprende il messaggio identificando alcune informazioni specifiche La moderna metodologia prevede un approccio comunicativo che consenta uno sviluppo costante delle abilità linguistiche. L azione didattica mirerà a coinvolgere l alunno nella comunicazione orale e scritta, valorizzando il suo contributo personale di esperienze ed opinioni. Tale azione didattica si baserà su: una fase di ascolto-comprensione (presentazione del materiale linguistico) una fase produttiva orale e scritta (scambi e produzione di messaggi) una fase di lettura (intensiva- estensiva) una fase di comprensione del testo scritto

18 Produzione orale: legge in modo corretto riproduce il messaggio in base ad un modello dato risponde e formula domande in modo guidato Produzione scritta sa scrivere sotto dettatura copia in modo corretto un testo rispetta l ortografia sa produrre semplici testi risponde e formula domande se guidato Strategie attività di ascolto verifica della comprensione ripetizione corale e/o individuale deduzione della funzione e/o della struttura grammaticale analisi dell errore, autocorrezione comparazione L1-L2 approccio all uso del dizionario bilingue reimpiego guidato e/o autonomo confronti fra aspetti della civiltà francese e italiana Sussidi Conoscenza ed uso delle strutture e funzioni riconosce le strutture e le funzioni e le riutilizza in esercizi di tipo guidato usa il lessico noto Conoscenza della cultura e della civiltà libro di testo registratore e relativo materiale sonoro materiale autentico (dépliants, foto, riviste, libri, videocassette) fotocopie cartine geografiche dizionario sussidi di tipo informatico conosce semplici aspetti degli usi e costumi del paese di cui studia la lingua OBIETTIVI MINIMI Comprensione orale sa ascoltare comprende il senso globale di semplici messaggi Comprensione scritta Comprende globalmente, se guidato, semplici messaggi

19 Produzione orale sa ripetere enunciati minimi Produzione scritta sa copiare sa completare messaggi minimi su modello E S E R C I T A Z I O N I F I N A L I Z Z A T E A L C O N S E G U I M E N T O D E L L A : C O M P R E N S I O N E O R A L E : V E R I F I C H E ascolto di materiale sonoro con test di comprensione (ex. vero/falso, a scelta multipla) compilazioni di schemi, griglie abbinamento di immagini a frasi domande dell insegnante Le verifiche verranno effettuate alla fine di ogni unità e saranno graduate secondo le competenze degli alunni. Si faranno verifiche sulle singole abilità linguistiche, verifiche sulla padronanza strutturale e/o verifiche strutturate in modo da comprendere più abilità Le prove saranno costituite dalle stesse esercitazioni usate nella fase di fissaggio e reimpiego. C O M P R E N S I O N E S C R I T T A completamento, riordino, manipolazione di dialoghi o documenti vari

20 abbinamento di immagini a frasi questionari vero/falso, scelta multipla, aperti relativi ad un documento P R O D U Z I O N E O R A L E V A L U T A Z I O N E lettura dialoghi con particolare attenzione all intonazione e alla pronuncia risposte a domande giochi di ruolo conversazioni guidate descrizione documenti Per la valutazione intesa in senso formativo si terrà conto: della valutazione delle verifiche scritte e orali dei progressi compiuti rispetto alla situazione di partenza dell impegno, della partecipazione, del senso di responsabilità nei confronti del lavoro scolastico P R O D U Z I O N E S C R I T T A copiatura documenti semplici questionari relativi ad un testo completamento di brevi testi su traccia o schemi redazione di semplici messaggi personali brevi e semplici dettati

21 C O N O S C E N Z A S T R U T T U R E : esercizi di completamento, sostituzione, trasformazione, manipolazione C L A S S I 2 E O B I E T T I V I E D U C A T I V I ampliare gli orizzonti culturali degli alunni migliorare la consapevolezza della propria identità e della diversità altrui, per arrivare alla convivenza interculturale ed interetnica O B I E T T I V I O S S E R V A B I L I M E T O D O L O G I A, S T R A T E G I E, S U S S I D I Comprensione orale Approccio metodologico di tipo comunicativo

22 riconosce ed individua gli elementi essenziali di un contesto di vita quotidiana individua le informazioni specifiche Comprensione scritta: comprende il messaggio in modo globale ricava alcune informazioni dettagliate sa riconoscere campi lessicali nuovi Produzione orale: La moderna metodologia prevede un approccio comunicativo che consenta uno sviluppo costante delle abilità linguistiche. L azione didattica mirerà a coinvolgere l alunno nella comunicazione orale e scritta, valorizzando il suo contributo personale di esperienze ed opinioni. tale azione didattica si baserà su: una fase di ascolto-comprensione (presentazione del materiale linguistico) una fase produttiva orale e scritta (scambi e produzione di messaggi) una fase di lettura (intensiva- estensiva) una fase di comprensione del testo scritto legge rispettando la giusta intonazione produce semplici messaggi in situazioni note su modello e relativi alla vita quotidiana Produzione scritta utilizza un ortografia e un lessico corretti sa produrre semplici messaggi su traccia sa redigere semplici testi se guidato Conoscenza ed uso delle strutture e funzioni riconosce le strutture e le funzioni le riutilizza in modo corretto Strategie domande stimolo di pre-ascolto attività di ascolto verifica della comprensione ripetizione a coppie e individuale deduzione della funzione e/o della struttura grammaticale analisi dell errore, autocorrezione comparazione L1-L2 approccio all uso del dizionario bilingue reimpiego guidato e autonomo confronti fra aspetti della civiltà inglese e italiana avvio alla corrispondenza Sussidi Conoscenza della cultura e della civiltà conosce semplici aspetti degli usi e costumi del paese di cui studia la lingua OBIETTIVI MINIMI Comprensione orale libro di testo registratore e relativo materiale sonoro sussidi di tipo informatico materiale autentico (dépliants, foto, riviste, libri, videocassette) fotocopie cartine geografiche

23 sa ascoltare, guidato, semplici messaggi di tipo quotidiano corrente dizionario Comprensione scritta comprende globalmente, guidato, semplici testi (dialoghi, lettere, descrizioni, ..) Produzione orale sa rispondere a semplici domande sa riprodurre qualche semplice situazione anche con un lessico limitato Produzione scritta sa copiare sa completare o produrre brevi testi, se guidato E S E R C I T A Z I O N I F I N A L I Z Z A T E A L C O N S E G U I M E N T O D E L L A : C O M P R E N S I O N E O R A L E : V E R I F I C H E ascolto di materiale sonoro con test di comprensione (ex. vero/falso, a scelta multipla) compilazioni di schemi, griglie Alla classe verranno somministrate delle prove d ingresso riguardanti le quattro abilità di base dopo aver effettuato un ripasso delle unità svolte l anno precedente.

24 domande dell insegnante Le verifiche verranno effettuate alla fine di ogni unità e saranno graduate secondo le competenze degli alunni. Si faranno verifiche sulle singole abilità linguistiche, verifiche sulla padronanza strutturale e/o verifiche strutturate in modo da comprendere più abilità Le prove saranno costituite dalle stesse esercitazioni usate nella fase di fissaggio e reimpiego. C O M P R E N S I O N E S C R I T T A completamento, riordino, manipolazione di dialoghi o documenti vari questionari vero/falso, scelta multipla, aperti relativi ad un documento P R O D U Z I O N E O R A L E V A L U T A Z I O N E giochi di ruolo conversazioni guidate descrizione documenti, foto, situazioni risposte a domande letture Per la valutazione intesa in senso formativo si terrà conto: della valutazione delle verifiche scritte e orali dei progressi compiuti rispetto alla situazione di partenza dell impegno, della partecipazione, del senso di responsabilità nei confronti del lavoro scolastico

25 P R O D U Z I O N E S C R I T T A questionari relativi ad un testo completamento di brevi dialoghi su traccia descrizioni documenti redazione di messaggi personali completamento tabelle brevi e semplici dettati stesura di semplici lettere su traccia C O N O S C E N Z A S T R U T T U R E : esercizi di completamento, sostituzione, trasformazione, manipolazione C L A S S I 3 E O B I E T T I V I E D U C A T I V I

26 ampliare gli orizzonti culturali degli alunni migliorare la consapevolezza della propria identità e della diversità altrui, per arrivare alla convivenza interculturale ed interetnica O B I E T T I V I O S S E R V A B I L I M E T O D O L O G I A, S T R A T E G I E, S U S S I D I Comprensione orale: comprende il senso globale di un messaggio relativo ad ambiti familiari individua le informazione specifiche Comprensione scritta: comprende in modo globale testi di tipologia varia ricava alcune informazioni dettagliate Produzione orale: legge rispettando la giusta intonazione e il ritmo produce semplici messaggi interagisce in modo corretto in situazioni comunicative già note sa ripetere semplici contenuti in lingua Produzione scritta sa rispondere ad un questionario Approccio metodologico di tipo comunicativo Strategie La moderna metodologia prevede un approccio comunicativo che consenta uno sviluppo costante delle abilità linguistiche. L azione didattica mirerà a coinvolgere l alunno nella comunicazione orale e scritta, valorizzando il suo contributo personale di esperienze ed opinioni. tale azione didattica si baserà su: una fase di ascolto-comprensione (presentazione del materiale linguistico) una fase produttiva orale e scritta (scambi e produzione di messaggi) una fase di lettura (intensiva- estensiva) una fase di comprensione del testo scritto motivazione all ascolto attività di ascolto verifica della comprensione ripetizione a coppie e individuale uso di registri e linguaggi specifici deduzione della funzione e/o della struttura grammaticale

27 sa produrre testi su traccia (lettera, dialogo, .) sa redigere testi personali Conoscenza ed uso delle strutture e funzioni riconosce le strutture e le funzioni le riutilizza in modo adeguato analisi dell errore, autocorrezione comparazione L1-L2 L3 uso del dizionario bilingue reimpiego autonomo confronti fra aspetti della civiltà inglese e italiana Sussidi Conoscenza della cultura e della civiltà conosce aspetti più significativi del paese di cui studia la lingua OBIETTIVI MINIMI Comprensione orale comprende il senso globale di semplici messaggi, se guidato Comprensione scritta libro di testo registratore e relativo materiale sonoro laboratorio linguistico materiale autentico (dépliants, foto, riviste, libri, videocassette) fotocopie cartine geografiche dizionario sussidi di tipo informatico Comprende globalmente, se guidato, semplici testi e/o documenti autentici, Produzione orale sa rispondere a semplici domande sa interagire in situazioni già note anche con un lessico limitato Produzione scritta sa rispondere a semplici domande sa completare o produrre brevi testi, se guidato

28 Conoscenza della cultura e della civiltà conosce alcuni aspetti della civiltà di cui studia la lingua E S E R C I T A Z I O N I F I N A L I Z Z A T E A L C O N S E G U I M E N T O D E L L A : COM P R E N S I O N E O R A L E : V E R I F I C H E ascolto di materiale sonoro con test di comprensione (ex. vero/falso, a scelta multipla) compilazioni di schemi, griglie domande dell insegnante Alla classe verranno somministrate delle prove d ingresso riguardanti le quattro abilità di base dopo aver effettuato un ripasso delle unità svolte l anno precedente. Le verifiche verranno effettuate alla fine di ogni unità e saranno graduate secondo le competenze degli alunni. Si faranno verifiche sulle singole abilità linguistiche, verifiche sulla padronanza strutturale e verifiche strutturate in modo da comprendere più abilità Le prove saranno costituite dalle stesse esercitazioni usate nella fase di fissaggio e reimpiego. C O M P R E N S I O N E S C R I T T A completamento, riordino, manipolazione di dialoghi o documenti vari questionari vero/falso, scelta multipla, aperti, relativi ad un

29 documento P R O D U Z I O N E O R A L E V A L U T A Z I O N E giochi di ruolo conversazioni guidate descrizione documenti, foto, situazioni risposte a domande letture ripetizione semplici contenuti Per la valutazione intesa in senso formativo si terrà conto: della valutazione delle verifiche dei progressi compiuti rispetto alla situazione di partenza dell impegno, della partecipazione, del senso di responsabilità nei confronti del lavoro scolastico P R O D U Z I O N E S C R I T T A questionari relativi ad un testo completamento o creazione di brevi dialoghi su traccia descrizioni documenti redazione di messaggi personali completamento tabelle semplici dettati redazione brevi e semplici lettere di tipo informale

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 Pagina 1 di 73 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUA ITALIANA DISCIPLINE

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Una breve guida per la lettura e l utilizzo delle Indicazioni Nazionali nell elaborazione di un curricolo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 Graphics U nits 1-2 2 Graphics U nits 3-4 3 Cultura e società DETTAGLIO UFC N. 1 DENOMINAZIONE GRAPHICS (Units 1-2) ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO LINGUISTICO COMPETENZE

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI INGRESSO Si mostra sereno Ricerca gli altri bambini Porta gli oggetti a scuola SERVIZI IGIENICI Ha il controllo sfinterico

Dettagli

Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT

Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue Apprendimento-Insegnamento-Valutazione ABSTRACT A cura di Linda Rossi Holden Council of Europe 2001 1 IL PLURILINGUISMO Il plurilinguismo non va confuso

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

SIS Piemonte. Parlare del futuro, fare delle previsioni. Specializzata: Paola Barale. Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi. a.a.

SIS Piemonte. Parlare del futuro, fare delle previsioni. Specializzata: Paola Barale. Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi. a.a. SIS Piemonte Parlare del futuro, fare delle previsioni Specializzata: Paola Barale Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi a.a. 2003-2004 1 1. Contesto Liceo linguistico, secondo anno 2. Livello A2

Dettagli

CURRICOLO D ISTITUTO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE-SCUOLA SECONDARIA I GRADO

CURRICOLO D ISTITUTO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE-SCUOLA SECONDARIA I GRADO CURRICOLO D ISTITUTO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE-SCUOLA SECONDARIA I GRADO Competenze chiave del Parlamento europeo e del Consiglio d Europa per l apprendimento permanente (Racc. UE 18/12/2006). Competenze

Dettagli

Risultati delle prove di ingresso delle classi prime e raffigurazione del profilo medio delle conoscenze e abilità degli allievi.

Risultati delle prove di ingresso delle classi prime e raffigurazione del profilo medio delle conoscenze e abilità degli allievi. Risultati delle prove di ingresso delle classi prime e raffigurazione del profilo medio delle abilità degli allievi. I risultati sono stati raccolti in un foglio elettronico e visualizzati con grafici,

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle scatole alle figure piane Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo Le conoscenze matematiche contribuiscono alla formazione

Dettagli

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu Studiare in una L2 È un'attività cognitivamente complessa: apprendere (comprendere, elaborare, inquadrare,

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE O B I E T T I V I M I N I M I P E R L A S C U O L A P R I M A R I A E S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere semplici consegne operative Comprendere

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Il buon nome - Chiavi di risposta e classificazione degli item Item Risposta corretta Ambito di valutazione Processi

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Prove di valutazione delle competenze linguistiche in italiano

Prove di valutazione delle competenze linguistiche in italiano Comune di Modena Settore Istruzione Il volume presenta i materiali che documentano tre diverse esperienze, realizzate nelle scuole se- condarie di I grado di Modena nell ambito di azioni e progetti per

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale La biblioteca multiculturale Porta di accesso a una società di culture diverse in dialogo Tutti viviamo in una società sempre più eterogenea. Nel mondo vi

Dettagli

Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa

Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa L insegnamento della lingua materna nella scuola secondaria superiore si dimostra particolarmente importante

Dettagli

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione La natura del linguaggio e il processo di acquisizione Il bambino nasce con un patrimonio genetico e con una predisposizione innata per il linguaggio. Affinché ciò avvenga normalmente è necessario che

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

I livelli di competenza dell allievo straniero: il contributo del Quadro comune europeo di riferimento delle lingue

I livelli di competenza dell allievo straniero: il contributo del Quadro comune europeo di riferimento delle lingue Centro Territoriale Intercultura, CTI 3 Chiari CIS - Centro di Italiano per Stranieri - Università degli Studi di Bergamo Insegnare nella classe plurilingue: stesura di un sillabo delle competenze in Italiano

Dettagli

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo.

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Tutti i bambini che ne fanno richiesta v engono ammessi al Coro,

Dettagli

Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile IL CANOCCHIALE DI GALILEO Sviluppo sostenibile Progetto asse scientifico tecnologico con il coinvolgimento del Consiglio di Classe 2 GLI STUDENTI - a.s. 2012-13 due classi prime: AMBIENTE-ENERGIA - a.s.

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Viva le vacanze! Leitfaden

Viva le vacanze! Leitfaden Viva le vacanze! Viva le vacanze! è un corso ideato per un pubblico adulto, senza preconoscenze della lingua italiana ed interessato ad acquisire una competenza linguistica e culturale di base, soprattutto

Dettagli

DSA e EES ESIGENZE EDUCATIVE DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO SPECIALI

DSA e EES ESIGENZE EDUCATIVE DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO SPECIALI DSA e EES DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO ESIGENZE EDUCATIVE SPECIALI DISTURBI SPECIFICI dell APPRENDIMENTO Interessano alcune specifiche abilità dell apprendimento scolastico in un contesto di funzionamento

Dettagli

10 passi verso i CPIA

10 passi verso i CPIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione generale per l istruzione e formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Traguardi e Obiettivi di Apprendimento della Scuola Secondaria di 1 grado

Traguardi e Obiettivi di Apprendimento della Scuola Secondaria di 1 grado ISTITUTO COMPRENSIVO di OPPEANO Via A. Moro, 12 tel. 045/7135458 telefax: 045/7135049 e-mail vric843009@istruzione.it - www.icoppeano.gov.it Nell ambito di una Visione Interdisciplinare, gli Insegnanti,

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

STRUMENTI E ATTIVITÀ PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA COMUNICATIVA IN UN CORSO DI LINGUA ONLINE SU MOODLE

STRUMENTI E ATTIVITÀ PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA COMUNICATIVA IN UN CORSO DI LINGUA ONLINE SU MOODLE STRUMENTI E ATTIVITÀ PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA COMUNICATIVA IN UN CORSO DI LINGUA ONLINE SU MOODLE Arianna Danelon 1 1 Università degli Studi di Torino, Scuola di Dottorato in Scienze del Linguaggio

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10.

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10. GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) IN (min. 5- max. 7,5) DISCRETO BUONO E (max 5) Analisi dei livelli e degli elementi del testo incompleta incompleta

Dettagli

PROGRAMMA MODULO B Didattica delle discipline CLASSI A245 A246 AREA COMUNE Data lezione Docente Numero

PROGRAMMA MODULO B Didattica delle discipline CLASSI A245 A246 AREA COMUNE Data lezione Docente Numero PROGRAMMA MODULO B Didattica delle discipline CLASSI A245 A246 AREA COMUNE Data lezione Docente Numero modulo Titolo Venerdì 14/11 Martinelli 1 Le quattro abilità linguistiche di base. I livelli di competenza

Dettagli

Linguistica Generale

Linguistica Generale Linguistica Generale Docente: Paola Monachesi Aprile-Maggio 2003 Contents 1 La linguistica e i suoi settori 2 2 La grammatica come mezzo per rappresentare la competenza linguistica 2 3 Le componenti della

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

PAI Piano Annuale per l Inclusione

PAI Piano Annuale per l Inclusione ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio

nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio Strumee nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio Giorgia Lorenzato 2011 by Mondadori Education S.p.A., Milano Tutti i diritti riservati www.mondadorieducation.it

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

Approfondimento N 2. Scuola primaria

Approfondimento N 2. Scuola primaria Approfondimento N 2 Scuola primaria, Nuclei tematici e Obiettivi di apprendimento al termine della classe quinta Italiano L'allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Il tempo che dedico alla valutazione delle prove di apprendimento lo considero:

Il tempo che dedico alla valutazione delle prove di apprendimento lo considero: Progetto LLP-LDV-TOI-9-IT-8 8 ValeRIA Valutare la relazione tra insegnamenti e apprendimenti Autoriflessione del formatore sulla valutazione Il questionario è stato somministrato a 6 formatori di cui 98

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

In ce. pagina 89. Istruzioni delle attività di classe. Soluzioni - Esercizi, Fonetica, Test

In ce. pagina 89. Istruzioni delle attività di classe. Soluzioni - Esercizi, Fonetica, Test In ce di Introduzione Cos è Parla con me? pagina 4 Parla con me 2 pagina 4 Il libro di classe pagina 5. Le unità didattiche pagina 5. Le schede culturali pagina 6. La storia a fumetti pagina 6. Le appendici

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

"IMPARIAMO A RICICLARE"

IMPARIAMO A RICICLARE COLLEGIO ARCIVESCOVILE Castelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE "IMPARIAMO A RICICLARE" (progetto di durata annuale) Anno scolastico 2008/2009 Classi terze e quarte - Scuola primaria FINALITA' Il Progetto

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli