Materiale didattico realizzato appositamente per la scuola secondaria di primo grado. H2O: una molecola molto speciale.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Materiale didattico realizzato appositamente per la scuola secondaria di primo grado. H2O: una molecola molto speciale."

Transcript

1 ACQUA 1 H2O: una molecola molto speciale. L acqua, secondo il dizionario, è un liquido incolore e insapore, con punto di fusione a 0 C e punto di ebollizione a 100 C. La sua molecola è formata da un atomo di ossigeno cui sono legati due atomi di idrogeno; la sua formula chimica è H2O. Gli atomi di idrogeno hanno una debole carica positiva, mentre sull atomo di ossigeno ce n è una negativa. In questo modo si crea una polarità, un po come avviene nelle calamite. Mari, fi umi e laghi sono formati da enormi insiemi di queste molecole: il polo negativo di una molecola d acqua attira il polo positivo di un altra fi no a creare le enormi distese di acqua che ricoprono circa il 70% della superfi cie della Terra. Diciamo subito che il nostro Pianeta dispone di grandissime quantità di questo prezioso liquido, purtroppo però l acqua dolce rappresenta solo una piccolissima parte del totale. Dei km 3 di acqua presenti sulla Terra, il 97,5% è costituito dall acqua salata di mari ed oceani. L acqua dolce è quindi solo il 2,5%, ma la maggior parte di questa non è disponibile perché è imprigionata nei ghiacciai, sottoterra a profondità irraggiungibili o dispersa nell atmosfera. L intera umanità per bere, lavarsi, irrigare i campi ed altre mille attività deve accontentarsi dello 0,5-1% dell acqua del Pianeta: più o meno la goccina blu del disegno qui accanto. Forse sarà bene non dimenticarsi il rubinetto aperto... Atlante alla mano, assegna un numero ad ogni oceano e ad ogni mare: 1 per il più piccolo fi no a 10 per il più vasto. OCEANO INDIANO MAR DEI CARAIBI MAR GLACIALE ARTICO MERE DEL NORD MAR CINESE ORIENTALE MAR MEDITERRANEO OCEANO PACIFICO MAR NERO MARE DI BERING OCEANO ATLANTICO

2 Gli stati dell acqua. 2 L acqua è l unica sostanza che in natura si trova in tutti e tre gli stati della materia: solido, liquido e gassoso. Collega ogni forma dell acqua allo stato corrispondente STATO SOLIDO STATO LIQUIDO STATO GASSOSO GRANDINE RUGIADA NUVOLE VAPORE PIOGGIA NEVE MARI NEBBIA FIUMI LAGHI BRINA L acqua è anche uno dei migliori solventi esistenti in natura: nell acqua del mare sono disciolti numerosi sali, tra cui il cloruro di sodio, che le conferiscono tra l altro il suo caratteristico sapore. Ma quanto sale può essere sciolto in una determinata quantità d acqua? Riempi 10 bicchieri con lo stesso quantitativo d acqua in ciascuno di essi. Aggiungi un cucchiaino di sale al primo bicchiere e mescola per scioglierlo bene ed ottenere quindi una soluzione; nel secondo versa 2 cucchiaini, 3 nel terzo e così via. Quando non sarà più possibile sciogliere in acqua tutto il sale aggiunto vorrà dire che la soluzione è satura. Se hai la fortuna di essere al mare, puoi effettuare un esperimento contrario. Riempi un pentolino con acqua di mare e mettilo sul fuoco. Dopo un po l acqua inizierà a bollire e quindi ad evaporare, lasciando sul fondo del pentolino una specie di incrostazione biancastra: il sale. Osservando le gocce che cadono da un rubinetto si può notare che assumono la forma di piccole sfere ben delimitate, come se l acqua di cui sono fatte si comportasse intorno alla goccia come una specie di guscio. Alcuni insetti sono in grado di zampettare sulla superfi cie di pozzanghere e stagni come se si trovassero su di materiale solido. Fenomeni di questo tipo sono dovuti alla tensione superfi ciale dell acqua. La tensione superficiale è dovuta ai legami tra le sue molecole. Prova ad appoggiare sulla superfi cie dell acqua contenuta in un catino diversi oggetti che, essendo più densi dell acqua, in teoria dovrebbero affondare. Con un po di attenzione, invece, spilli, graffette ed altri oggetti metallici saranno sostenuti dalla tensione superfi ciale. Per saperne di più Far bollire l acqua signifi ca aggiungere calore a questo composto di idrogeno e ossigeno. A 100 C i legami che tengono unite le molecole d acqua si allentano fi no a rompersi, l acqua bolle ed inizia a trasformarsi in vapore, libero di espandersi. Ma se ci troviamo in montagna, dove la pressione atmosferica è minore, le molecole d acqua sottoposte al calore hanno bisogno di meno energia per rompere i loro legami e l acqua quindi bolle a temperature più basse, magari ad 80 o a 90. Ti sei invece mai chiesto come mai il ghiaccio galleggia nel bicchiere della tua bibita? Perché l acqua, solidifi candosi in ghiaccio alla temperatura di 0 C, si comporta in modo diverso da molte altre sostanze: anziché diminuire il proprio volume, allo stato solido esso aumenta. Il ghiaccio ha quindi un peso specifi co più basso rispetto a quello dell acqua liquida: i cubetti galleggiano nel bicchiere d acqua e le lastre di ghiaccio navigano sulla superfi cie degli oceani.

3 La storia dell acqua, l acqua nella Storia. 3 Come si sono creati i quasi milioni di miliardi di tonnellate di acqua del nostro Pianeta? Nelle righe che seguono viene esposta in breve la spiegazione scientifi ca attualmente più accreditata. Completa il testo. L acqua presente sulla...sarebbe stata immessa nell atmosfera dalle eruzioni..., che per 3 miliardi di anni hanno interessato la superfi cie del Pianeta. Gli altri gas emessi dai..., lentamente ma progressivamente, si sarebbero combinati con le...che costituivano l antica crosta terrestre. Il vapore..., a causa del raffreddamento della Terra, si sarebbe condensato e l acqua sarebbe precipitata sulla superfi cie sotto forma di...intense ed interminabili, dalle quali sono nati gli...primordiali. PIOGGE VULCANI VULCANICHE ACQUEO TERRA ROCCE OCEANI La vita nasce dall acqua. Nelle acque degli oceani, 3,5 miliardi di anni fa, apparvero le prime forme di vita, rappresentate da cellule semplicissime che continuarono ad evolversi in organismi viventi sempre più complessi e diversifi cati. La data di nascita dei protozoi risale ad 800 milioni di anni fa, mentre nei successivi 200 milioni di anni comparvero meduse, ricci e stelle marine. Per milioni di anni l acqua fu l unico ambiente in cui poté manifestarsi la vita. Gli anfi bi, capaci di vivere anche fuori dall ambiente acquatico, fecero la loro apparizione 360 milioni di anni fa. 4 milioni di anni fa toccò infi ne ai primi ominidi. Tutti gli organismi viventi, comunque, nell antico passato come nel presente, dipendono totalmente dall acqua. Molte tra le più importanti antiche civiltà nacquero sulle rive di grandi fi umi. Il fi ume garantiva acqua potabile, acqua per le coltivazioni, pesca, una via di trasporto per persone e merci ed infi ne, spesso, assolveva alla funzione di confi ne e difesa nei confronti dei popoli vicini. Traccia su questo planisfero il corso dei fiumi che nel lontano passato sono stati la culla di queste civiltà: EGIZI ROMANI - CIVILTÀ DELLA VALLE DELL INDO - ASSIRO-BABILONESI - CIVILTÀ HUAXIA (POPOLO HAN) INDO NILO FIUME GIALLO (HUANG HE) TEVERE TIGRI ED EUFRATE

4 Gli uomini e l acqua. 4 Per le antiche civiltà agricole l acqua ha rappresentato vita e progresso; in considerazione del clima, l Egitto, senza le piene del fi ume Nilo atte a fertilizzare con il limo le sue terre, non sarebbe potuto essere defi nito il primo granaio dell area mediterranea, grazie ai suoi quattro raccolti annuali. Anzi, secondo lo storico greco Erodoto, l Egitto stesso era un dono del Nilo. Lo stesso può dirsi per la civiltà cinese che a partire dal IV millennio nasce come comunità di agricoltori lungo le sponde del medio corso del Fiume Giallo. Qui il fi ume rende fertili le terre depositandovi il loss, una polvere gialla derivata da una roccia sedimentaria. Naturalmente l acqua protagonista nella storia non è stata solo quella dolce, ma anche l acqua salata del mare. Sull acqua salata del mare i Fenici hanno fondato la propria fortuna di commercianti, mentre in epoche più vicine alla nostra, gli Europei sono giunti alla scoperta di America ed Oceania sfi dando ed attraversando gli oceani. Il medico greco Ippocrate, nel V secolo a. C., scriveva che gli uomini civili dovevano bere vino, essendo l acqua adatta solo ad animali o a selvaggi. Probabilmente questa convinzione nasceva dall esperienza che l acqua all epoca era spesso portatrice di malattie. La preferenza di Greci e Romani verso miscele di acqua e vino non era solo un fatto di gusto, ma anche l empirica constatazione delle proprietà antibatteriche di questi ultimi. E oggi? Sicuramente l acqua non è vista come una bevanda di seconda scelta, anzi, alcuni marchi sono prestigiosi quanto quelli di vini pregiati. Svolgi una ricerca per desumere, dalle etichette, le proprietà salutistiche delle acque minerali in bottiglia. L acqua nel tempo. Il fi losofo Eraclito di Efeso ci ha lasciato questa descrizione dell acqua: L acqua... non è mai una cosa sola: è fi ume, è mare, è lago, stagno e quant altro... / è dolce, salata, salmastra, / è luogo presso cui ci si ferma e su cui si viaggia / è piacere e paura, nemica ed amica / è confi ne ed infi nito / è cambiamento ed immutabilità / è ricordo ed oblio / principio e fi ne. Cerca in biblioteca una poesia di qualsiasi epoca che parli dell acqua e che ti sembri particolarmente suggestiva, trascrivila sul tuo quaderno e commenta con i tuoi compagni i diversi scritti. Gli uomini, oltre a sfruttare i fi umi, impararono a costruire i canali, fi umi artifi ciali adatti alla navigazione. In Iraq sono presenti i resti di un canale navigabile risalente al 4000 a. C.. Nel corso della storia l uomo ha scavato migliaia di canali navigabili; si possono ricordare il Gran Canale cinese (1600 km, iniziato nel 600 a.c. e completato nel 1327) o il sistema di canali realizzato in Russia nel XVIII secolo per collegare la città di San Pietroburgo con il mar Caspio. Due canali molto importanti sono quello di Suez e quello di Panamà. Fai una ricerca su uno di essi. Se terme ed acquedotti erano patrimonio dell uomo già in epoca romana, nel medioevo il rapporto dell uomo col prezioso liquido cambiò molto: quella medioevale fu sicuramente un epoca più secca, durante la quale, per esempio, i pozzi individuali prevalsero sugli acquedotti collettivi. Un certo regresso tecnologico e le convinzioni religiose allontanarono il sentire comune dall acqua come piacere. L acqua era considerata un bene necessario (ogni castello disponeva del proprio pozzo a carrucola e di cisterne per raccogliere l acqua piovana), ma usarla per fi ni diversi dal dissetarsi o nei campi, ad esempio per fare il bagno, era all epoca ben poco comune. Le cose cambiano tra il IXX ed i XX secolo. Le città cominciano a dotarsi di reti idriche moderne, l acqua potabile entra gradualmente in tutte le case, vengono costruiti o migliorati gli impianti fognari. La stanza da bagno diventa un luogo importante all interno della casa dove le persone, inizialmente solo quelle più abbienti, possono dedicarsi alla cura del corpo ed all igiene personale. Siamo arrivati al giorno d oggi fatto di docce quotidiane, piscine e parchi acquatici; un uso forse smodato dell acqua sul quale dobbiamo rifl ettere per non trovarci, un domani, a secco. Qual è il tuo rapporto con l acqua?

5 Acqua per giocare. 5 L acqua è in assoluto l alimento più importante. È scientifi camente provato che un essere umano può sopravvivere settimane senza cibo, mentre il nostro organismo non può resistere per più di 2 o 3 giorni senz acqua. Nel nostro corpo l acqua svolge numerosissime e vitali funzioni ed è sicuramente l elemento più presente: siamo fatti di acqua secondo una percentuale che va dal 60% al 75% circa, essenzialmente in base all età. Dato che mediamente il nostro corpo elimina 2 litri di acqua al giorno, dovremmo berne quotidianamente almeno un litro; il resto ci viene fornito dal cibo solido, il quale contiene tra l altro acqua in percentuali variabili. Il ciclo (biologico) dell acqua. Sicuramente conosci il ciclo dell acqua, quel meccanismo naturale che mantiene in movimento l acqua del Pianeta: l acqua evapora da mari ed oceani, si condensa negli strati superiori dell atmosfera e quindi torna alla terra sottoforma di precipitazioni come pioggia e neve. Anche nel nostro corpo l acqua è in costante movimento, garantendo la nostra salute e la nostra vita. È il momento di bere! L acqua che ingeriamo ci permette di mantenere la giusta temperatura corporea, di digerire ed assimilare il cibo, di fi ltrare ed eliminare le sostanze tossiche. Le nostre ghiandole possono produrre le proprie secrezioni e le sostanze nutritive viaggiano nel sangue (che è composto da acqua in altissima percentuale) per raggiungere ogni tessuto del nostro corpo. Solo l acqua contenuta all interno delle nostre cellule rappresenta il 40% del peso corporeo! Un centro nervoso nel cervello (detto centro della sete ), riceve i segnali della carenza di acqua nel corpo. Tramite la sete l organismo protegge l equilibrio fra l acqua bevuta, quella ottenuta dal cibo e quella che viene eliminata nelle attività fi siologiche. Questo centro nervoso avverte quando nel sangue c è una concentrazione troppo alta di sali. Per mezzo della sensazione della sete ci spinge a bere per riportare il nostro organismo al normale equilibrio tra acqua e sale. L acqua che ha partecipato a tutti i processi metabolici ed alle reazioni chimiche del nostro organismo viene eliminata attraverso la traspirazione, l espulsione di urina e feci, la respirazione. In media il corpo di un adulto contiene circa 45 litri di acqua. Come è distribuita l acqua tra i vari organi? Prova a collegare ogni parte del corpo alla quantità d acqua in essa contenuta. Le soluzioni sono in fondo alla pagina; non spiare e ricordati di bere durante il gioco: anche il cervello ha bisogno di acqua! PELLE (strati profondi) PLASMA DEL SANGUE MIDOLLO OSSEO 10% 75% 91% 70% 83% 99% 79% 75% CERVELLO MUSCOLI RENI DENTI CUORE LE SOLUZIONI: pelle 70%, plasma 91%, muscoli 75 %, cervello 75%, midollo osseo 99%, reni 83%, denti 10%, cuore 79%

6 Una questione di etichetta. 6 Bere molta acqua fa bene, e la dose quotidiana dovrebbe aumentare quando pratichiamo dello sport o quando il clima è particolarmente caldo: si tratta di situazioni nelle quali il nostro corpo perde, sudando, ingenti quantità di acqua. Ma quale acqua dovremmo bere? L acqua del rubinetto e l acqua in bottiglia non sono mai completamente pure, in quanto contengono sempre, in quantità variabili, una serie di altre sostanze. Dato che nel corso della nostra vita beviamo circa litri del prezioso liquido, è importante sapere cosa c è (e soprattutto cosa non ci deve essere!) nell acqua potabile. Deve essere limpida, incolore, inodore, non avere sapore sgradevole né sostanze in sospensione, non devono essere presenti germi ed all analisi chimica devono risultare assenti ammoniaca, nitrati e sostanze organiche. Può contenere al massimo 600 mg di sali per litro. Essenzialmente quindi l acqua, per essere defi nita potabile, non deve contenere batteri, virus ed agenti inquinanti. Di solito l acqua che sgorga dal rubinetto di casa è buona da bere, in quanto prima di arrivare a noi subisce vari trattamenti che la rendono sicura: viene fi ltrata per eliminare eventuali impurità ed aggiunta, se è necessario, di sostanze disinfettanti come il cloro, per eliminare microrganismi pericolosi per la nostra salute, come ad esempio l Escherichia coli. CARATTERI ORGANOLETTICI Limpida, inodore, insapore ed incolore ESAME CHIMICO E CHIMICO-FISICO Residuo fisso (mg/l): 151,36 Conducibilità elettrica: 265,80 ph: 7,35 Anidride carbonica (mg/l): 11,52 Puoi invece trascrivere sul tuo quaderno i dati presenti sull etichetta di un acqua realmente in commercio, o se preferisci puoi incollare l etichetta SOSTANZE DISCIOLTE (mg/l) Calcio: 68,3 Sodio: 3,6 Magnesio: 5,4 Bicarbonati: 165,2 Solfati: 7,9 Cloruri: 9,7 Nitrati: 0,4 Silice: 3,75 FonteVerde Qualche spiegazione ANIDRIDE CARBONICA: più ce n è, più l acqua è frizzante RESIDUO FISSO: il peso totale dei minerali disciolti CONDUCIBILITÀ ELETTRICA: la presenza di minerali permette il passaggio di elettricità SOSTANZE DISCIOLTE o RISULTATI ANALITICI: l elenco dei minerali presenti nell acqua. L acqua minerale viene classifi cata in quattro categorie in base alla quantità di tutti i minerali presenti: MINIMAMENTE MINERALIZZATA - OLIGOMINERALE MEDIOMINERALE - RICCA DI SALI MINERALI

7 Materiale didattico realizzato appositamente per la scuola secondaria di primo grado. L acqua è energia. 7 Fin dall antichità l uomo si è reso conto di un ulteriore potenzialità di sfruttamento dell elemento acqua: la produzione di energia. Già gli antichi Greci e Romani usavano ruote idrauliche, mosse dall acqua corrente, per macinare il grano. Per duemila anni, l acqua fu una delle fonti di energia utilizzate nei mulini. Vitruvio, nel suo trattato De Architectura (25 a.c.), già descriveva un mulino a ruota verticale. Ma per assistere ad una grande diffusione di questa tecnologia basata sulla forza dell acqua occorre attendere l epoca medioevale. Il principio era semplice: una ruota a pale, mossa dal flusso dell acqua, era La diga Hoover Dam collegata ad un perno che faceva girare un ingranaggio. Gli ingranaggi costruita sul fiume Colorado potevano macinare il grano o spremere le olive. A partire dall XI secolo il rapido sviluppo delle attività artigianali richiese l utilizzo della forza idraulica per far funzionare i primi rudimentali, ma per l epoca efficienti, macchinari, come ad esempio i telai. Le città di pianura o di collina percorse da numerosi corsi d acqua basarono la propria prosperità anche su questa disponibilità praticamente infinita di energia. Alle crescenti richieste industriali di energia, gli inventori risposero con la macchina a vapore. In questo caso, a muovere macchinari o a far viaggiare treni non è direttamente la forza dell acqua corrente, bensì l energia sprigionata dal vapore acqueo prodotto scaldando l acqua tramite la combustione del carbone. La prima macchina a vapore fu inventata nel 1690 dal francese Denis Papin e venne usata per il pompaggio dell acqua. Il vero salto di qualità nella conversione dell acqua in energia avviene però nel corso del 1800, con la costruzione delle prime centrali idroelettriche. In una centrale di questo tipo una diga blocca il flusso di un corso d acqua, in modo da crearne una riserva all interno di una specie di gigantesca vasca artificiale. Da questo bacino l acqua, attraverso delle condotte forzate, raggiunge ed aziona una turbina posta in basso che, girando sotto la spinta del liquido, alimenta il generatore di corrente. L energia elettrica così ottenuta è pulita, in quanto non è stato necessario bruciare alcun combustibile per produrla. Molto spesso però la costruzione delle enormi dighe necessarie al funzionamento di una centrale idroelettrica produce grandi alterazioni all ambiente naturale. Attualmente in Italia le centrali idroelettriche (situate principalmente nelle zone alpine ed in alcune zone appenniniche) producono il 10,7% del fabbisogno energetico nazionale. Per capire davvero come è fatta e come funziona una centrale idroelettrica bisognerebbe... vederla. Cerca in internet o su un libro un immagine che la rappresenti e riproducila sul tuo quaderno.

8 La forza delle maree. 8 È possibile ricavare energia anche dagli spostamenti d acqua generati dalle maree. In alcune zone del Pianeta, infatti, il dislivello tra alta e bassa marea arriva fi no a 20 metri. Non è un idea nuova, nell antichità esistevano già mulini a marea. Attualmente in questo modo si ottiene energia elettrica, in maniera simile a quanto avviene nelle centrali idroelettriche situate nelle zone montane. L acqua dell alta marea riempie dei bacini che successivamente si svuotano determinando la rotazione di una serie di turbine. Una centrale che sfrutta le maree è stata costruita in Francia: il dislivello tra alta e bassa marea a Saint Malo supera i 13 metri e la centrale riesce a fornire il 3% dell energia elettrica necessaria alla Normandia. Anche l energia del moto ondoso del mare e quella delle correnti possono essere convertite in elettricità. Il pieno di minerale, grazie! Sarà vero? Sembra che per il nostro preziosissimo liquido trasparente ci sia un futuro anche nei serbatoi delle automobili! Esiste un prototipo di auto nella quale schiacciando il pedale dell acceleratore non si brucia costosa ed inquinante benzina, bensì una miscela composta da 3 4 di acqua e solo 1 4 di idrocarburi. Le emissioni dannose si riducono dell 85% e con un litro si potranno percorrere fi no a 50 km. La tecnologia alla base di questa auto del futuro ha un nome: Processore Multi-carburante di GEET, ed è lo sviluppo di una vecchia idea sviluppata diversi anni fa dal francese Hector-Pierre Vaes, il quale percorse 1855 km in un viaggio sperimentale tra Francia, Belgio e Svizzera. Sembra che importanti case automobilistiche abbiano preso in seria considerazione questo nuovo motore (o meglio reattore al plasma a reazione endotermica ) e che perciò nei prossimi anni dai tubi di scappamento delle nostre auto uscirà solo vapore acqueo. Staremo a vedere. Certo sarebbe bello fare rifornimento di carburante a una fontanella! L acqua è la fonte di energia più pulita che esista al mondo, non è inquinante, si rinnova costantemente tramite il ciclo naturale evaporazione-condensazione-precipitazione, è gratuita e come abbiamo visto ci fornisce preziosa energia elettrica. Nel nostro Paese, però, come in molte altre parti del mondo, praticamente tutti i bacini montani, naturali o artifi ciali, di dimensioni adatte sono già sfruttati per alimentare centrali idroelettriche. Non è quindi probabile che in futuro si possa aumentare ulteriormente la quantità di energia così prodotta. Svolgi una breve ricerca per scoprire e spiegare quali sono e come funzionano le alternative: anche il sole ed il vento sono puliti, gratuiti, naturali e non fi niscono mai. Sul tuo quaderno riporta tutte le informazioni che riesci a scoprire sull energia solare e su quella eolica.

9 In guerra per l acqua e sull acqua. 9 L acqua è stata nel corso dei millenni al centro di lotte e guerre in quasi ogni parte del mondo, in misura maggiore nelle aree in cui ne esiste una ridotta disponibilità, come in Medio Oriente. In qualche occasione i popoli hanno lottato per averne il controllo, in altre occasioni l acqua stessa è stata usata come arma per prevalere sugli avversari. Quelli che seguono sono, purtroppo, solo alcuni esempi. NEL LONTANO PASSATO EGITTO, 1200 A.C. Mosè salva il suo popolo dagli inseguitori egizi attraversando le acque del mar Rosso, che si aprono miracolosamente al suo passaggio e si richiudono poi bloccando l esercito del faraone. SIRIA, A.C. Assurbanipal, in lotta contro Elam e Arabia, svuota i pozzi per togliere l acqua alle truppe elamite. Tornando dalla campagna militare che lo ha visto vincitore, Assurbanipal inonda la città di Sapibel e blocca il fi ume Ulai con i corpi dei soldati elamiti uccisi. IRAK, 2500 A.C. Le città Stato sumere di Umma e Lagash combattono per il controllo del fi ume Tigri. Per quasi un secolo i re di Lagash deviano le acque attraverso alcuni canali per privare la città di Umma dell acqua. La guerra fi nisce grazie alla stipulazione di un trattato: il primo accordo internazionale sull uso delle acque. NEL SECOLO SCORSO IRAN, D.C. Nel corso della guerra tra Iraq ed Iran, l aviazione militare iraniana bombarda una centrale idroelettrica in Kurdistan: gran parte dell Iraq resta senza elettricità. Durante questo confl itto i generali iraniani ordinano molte volte di deviare i corsi d acqua per allagare le posizioni militari irachene. KUWAIT, 1991 D.C. L esercito iracheno durante la Guerra del Golfo distrugge gran parte degli impianti kuwaitiani per la desalinizzazione dell acqua del mare. PIANETA TERRA, 21 SECOLO D.C. OGGI Oggi ancor più che nell antichità i popoli combattono per il controllo delle risorse idriche. L eccessivo sfruttamento dei terreni, la distruzione delle foreste tropicali e l aumento della popolazione causano una continua diminuzione di riserve d acqua dolce. Vediamo alcuni tipi di confl itti, tenendo presente che in alcuni casi la tensione sale sino allo scontro armato. Israele - Siria-Giordania: vengono contese le acque del Lago di Tiberiade, del Fiume Giordano e dei suoi affl uenti. Egitto - Sudan - Etiopia: l acqua del fi ume Nilo causa perenni contrasti. Turchia - Siria - Iraq: antiche e perduranti tensioni per le acque dei fi umi Tigri ed Eufrate. India - Bangladesh: motivo dell annoso contrasto sono le acque del fi ume Gange. Senegal - Mali - Mauritania: le tensioni tra i tre Paesi africani riguardano la distribuzione delle acque del fi ume Senegal. Spagna - Portogallo: il fi ume Tago è l oggetto della contesa tra i due Paesi. Argentina - Brasile: la costruzione di dighe e le inondazioni del fi ume Paranà contrappongono questi Stati americani.

10 Battaglie navali. 10 Le battaglie navali di cui ci occupiamo ora non sono quelle divertenti che ci richiedono di individuare ed affondare le corazzate degli amici dislocate su un foglietto di carta o lampeggianti dallo schermo di un videogioco. Si tratta di vere battaglie sul mare nelle quali fl otte avversarie si sono combattute in varie epoche. Battaglie che in molti casi hanno cambiato il corso della Storia. Leggi e prova a rispondere alle domande poste nei seguenti box: Battaglia navale di Salamina (480 a. C.) Al largo dell isola situata nel Golfo Saronico si scontrarono la fl otta greca, guidata da Temistocle, e quella persiana di re Serse. Chi uscì vittorioso da questo famosissimo scontro navale? La sconfitta dell Invincibile Armata (Agosto 1587) La fl otta inviata da Filippo II di Spagna alla conquista dell Inghilterra, dopo vari scontri con gli inglesi, fu attaccata nuovamente nei pressi di Calais e costretta alla ritirata. Delle 130 navi che costituivano l Invincibile Armata spagnola, solo 67 rientrarono in patria. A quale dinastia apparteneva il re di Spagna Filippo II? Battaglia di Trafalgar (21 ottobre 1805) La fl otta britannica guidata dall ammiraglio Nelson sconfi sse quella francese al largo delle coste meridionali della Spagna. Gli Inglesi, grazie alla vincente strategia del loro ammiraglio, riuscirono a catturare o affondare venti navi nemiche, senza subire alcuna perdita. Nelson però fu ucciso nello scontro. Chi era a quel tempo l imperatore francese? Prima battaglia di Lepanto (agosto 1499) Si tratta di un episodio della guerra che contrappose l Impero Turco alla Repubblica di Venezia. Fu la prima battaglia navale nella quale le navi (all epoca le principali navi da guerra erano le galere) furono armate con cannoni. La fl otta veneziana fu sconfi tta dalle forze turche guidate dall ammiraglio Kemal Reis. Quale mare fu teatro di questo famoso scontro? Battaglia di Lissa (20 luglio 1866) La fl otta austriaca affondò due navi italiane (la Re d Italia e la Palestro) prima di ritirarsi rapidamente. Nel corso di quale guerra ebbe luogo questo scontro navale, avvenuto nelle acque dell Adriatico? Battaglia dello Jutland (31 maggio 1916) Prima Guerra Mondiale, Mare del Nord. 110 navi tedesche e 149 inglesi si confrontarono in una serie di sanguinosi scontri navali, nel corso dei quali vennero affondate complessivamente 25 navi e morirono quasi uomini. Gli incrociatori e le altri navi tedesche subirono meno danni, ma furono ugualmente messe in fuga. La fl otta inglese mantenne il blocco alle coste continentali ed il predominio sul Mare del Nord fi no alla fi ne della guerra. Lo Jutland è una penisola. Attualmente di quale Stato europeo fa parte? Le soluzioni: a Salamina vinse la fl otta greca, i Persiani persero 200 navi. La prima battaglia di Lepanto, come la più famosa seconda, fu combattuta nel Mar Ionio. Filippo II ( ) apparteneva alla dinastia degli Asburgo. La battaglia di Lissa è un episodio della III guerra d indipendenza italiana. All epoca della battaglia di Trafalgar l imperatore francese era Napoleone Bonaparte. Lo Jutland attualmente è una regione della Danimarca.

11 Acqua: i problemi. 11 È arrivato il momento di dare un occhiata alla situazione attuale: alcuni indizi ci portano a temere che la spia della riserva del nostro carburante più prezioso (altro che petrolio!) stia per cominciare a lampeggiare. L ACQUA C È, MA NON PER TUTTI Se nel milioni di persone non disponevano di acqua potabile, nel 1995 erano diventate 300 milioni. Attualmente una persona su 5 non ha a disposizione acqua pulita da bere. Le stime degli esperti prevedono che la domanda d acqua nel 2025 raddoppierà rispetto a quella di oggi, specialmente per il fatto che l umanità passerà dagli attuali circa 6 miliardi di persone ad 8,3 miliardi. Solo per produrre il cibo necessario, la quantità di acqua per irrigare i campi dovrà aumentare forse fi no al 100%. Esiste il rischio concreto che fra vent anni 2 persone su 3 abbiano problemi legati alla scarsità di acqua. Il problema principale è quello della distribuzione ineguale dell acqua: in media uno statunitense consuma metri cubi di acqua l anno, mentre un nigeriano può consumarne solo 45. L Italia ha il suo maggiore problema nelle reti idriche, che con le loro perdite fanno precipitare la disponibilità per ciascuno di noi da litri teorici a circa 930 reali, con carenze sempre più consistenti nel Sud. LA SPORCHIAMO L uomo è il principale responsabile dell inquinamento dell acqua. Fabbriche, pozzi petroliferi, coltivazioni trattate con prodotti chimici, depositi acidi sono tra i più importanti fattori che determinano l inquinamento. Uno dei più gravi problemi consiste in questo: le falde acquifere, ricevono contemporaneamente dal terreno sempre maggiori quantità di agenti inquinanti, come i residui dei pesticidi. Anche il riscaldamento globale del Pianeta concorre ad alterare l equilibrio idrologico: piove meno, ma le precipitazioni più rare si fanno più violente. Ciò produce danni di ogni genere e fa inceppare i meccanismi naturali che regolano il ciclo dell acqua. NE CONSUMIAMO TROPPA Siccome, apparentemente, di acqua ce n è moltissima, l uomo è portato ad usarla e spesso a sprecarla senza preoccuparsi troppo delle conseguenze. Alcuni esempi? Eccoli. Solo in Italia ognuno di noi in media consuma 214 litri di acqua al giorno; nelle nostre case usiamo acqua dolce persino per innaffi are l orto e per lo sciacquone del water! Pensiamo che in agricoltura si utilizza il 65% dell acqua disponibile. Peccato però che un sistema di tubature e condotte antiquato ne perda per strada circa il 40%. Naturalmente anche l industria impiega enormi quantità d acqua nei propri processi produttivi e non tutta riesce ad essere effi cacemente riciclata dal processo naturale che conosciamo come ciclo dell acqua. Attualmente quasi il 30% degli italiani non ha acqua regolarmente o a suffi cienza e su 100 rubinetti solo 80 ci forniscono con sicurezza acqua potabile. ACQUA...DA MANGIARE Come abbiamo accennato prima, molta parte dell acqua mondiale disponibile viene usata in agricoltura e per l allevamento del bestiame. I numeri che leggerai adesso potranno aiutarti a comprendere le dimensioni del problema. PER OTTENERE 1 kg di riso 1 kg di farina 1 kg di formaggio 1 bicchiere di vino 1 hamburger 1 litro di latte SERVONO 2000 litri d acqua 1000 litri 5000 litri 2500 litri litri 2000 litri

12 ...E le soluzioni. 12 I problemi sono così grossi che le soluzioni si troveranno solo a livello mondiale, quando tutti i Governi comprenderanno che solo un serio sforzo comune potrà evitare al Pianeta di restare drammaticamente all asciutto. In effetti qualcosa comincia a muoversi nella giusta direzione. Carta Europea dell Acqua Non c è vita se non c è acqua. L acqua è un bene indispensabile per ogni attività umana. Le risorse d acqua dolce non sono inesauribili. È quindi necessario salvaguardarle. Peggiorare la qualità dell acqua significa recare danno alla vita dell uomo e di tutti gli esseri la cui sopravvivenza è legata ad essa. Una volta utilizzata, l acqua deve essere restituita all ambiente in condizioni tali da non comprometterne gli usi successivi. la conservazione delle foreste è indispensabile per salvaguardare le risorse d acqua. L acqua è un patrimonio comune il cui valore deve essere riconosciuto da tutti. Ciascuno ha il dovere di usarla con cura e moderazione. Leggi sul contatore dell acqua la cifra riportata e registrala in questo spazio insieme alla data Ripeti l operazione dopo un mese Ora conosci il consumo mensile di acqua in casa tua. Nel mese seguente cerca di mettere in pratica i consigli che hai letto e ripeti le misurazioni. Quanti metri cubi di acqua sei riuscito a risparmiare? Un uso più intelligente dell acqua nelle nostre case potrà essere di aiuto. Con semplici accorgimenti ogni famiglia avrà la possibilità di dare una mano al Pianeta e nel contempo di ridurre l importo della bolletta. Per lavarsi, meglio la doccia del bagno: è più igienica e fa risparmiare molti litri di acqua. Installiamo sui rubinetti gli appositi miscelatori che, mischiando l aria all acqua, consentono risparmi fi no al 50%. Introduciamo una bottiglia vuota ermeticamente chiusa nella cassetta dello sciacquone: meno volume disponibile = meno acqua sprecata. Incanaliamo l acqua piovana in apposite cisterne, potremo usarla per innaffi are orto e giardino. Quando l acqua non serve il rubinetto deve essere chiuso. Ricordiamolo ogni volta che ci insaponiamo le mani o ci spazzoliamo i denti Laviamo frutta e verdura in una vaschetta e riutilizziamo l acqua per i nostri vasi di fi ori. Compriamo elettrodomestici di nuova generazione, progettati per ridurre al minimo i consumi di acqua ed energia. In ogni il lavaggio vanno avviati solo a pieno carico. ED ORA LA COSA PIÙ IMPORTANTE! SE VOGLIAMO CHE IL MONDO NON MUOIA DI SETE RICORDIAMOCI DI DARE IL NOSTRO CONTRIBUTO ALLE CAMPAGNE UMANITARIE CHE SI PONGONO L OBIETTIVO DI DOTARE DI POZZI, RETI IDRICHE E FOGNARIE I PAESI IN VIA DI SVILUPPO. INFORMATI PRESSO LE ASSOCIAZIONI E RICERCA IN INTERNET: SE TUTTI CI IMPEGNEREMO PER L ACQUA CI SARÀ ACQUA PER TUTTI!

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA

FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA Lavoro della classe III H Scuola secondaria di 1 1 grado L. Majno - Milano a.s. 2012-13 13 Fin dall antichità l uomo ha saputo sfruttare le forme di

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Il vapor saturo e la sua pressione

Il vapor saturo e la sua pressione Il vapor saturo e la sua pressione Evaporazione = fuga di molecole veloci dalla superficie di un liquido Alla temperatura T, energia cinetica di traslazione media 3/2 K B T Le molecole più veloci sfuggono

Dettagli

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Come arriva l'energia a casa Siamo talmente abituati ad avere tutta l energia che vogliamo, che è ormai inconcepibile anche solo pensare di farne

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

Al Rawdatain. ZHUJIANG BEER. Al Rawdatain in breve

Al Rawdatain. ZHUJIANG BEER. Al Rawdatain in breve ZHUJIANG BEER Al Rawdatain. Al Rawdatain in breve SETTORE ACQUA & CSD Al-Rawdatain Al-Rawdatain Water Bottling Co. Safat, Kuwait >> cartonatrice SMI WP 300 >> fardellatrice SMI SK 350 T >> manigliatrice

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

di questi il SECONDO PRINCIPIO ΔU sistema isolato= 0

di questi il SECONDO PRINCIPIO ΔU sistema isolato= 0 L entropia e il secondo principio della termodinamica La maggior parte delle reazioni esotermiche risulta spontanea ma esistono numerose eccezioni. In laboratorio, ad esempio, si osserva come la dissoluzione

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca La Spezia 20 ottobre 2009 Requisiti : Strutturali (Strutture ed attrezzature) Funzionali Requisiti strutturali : n Applicabili a tutte le imbarcazioni

Dettagli

Il sistema energetico. Introduzione. L uomo e l energia. Il sistema energetico

Il sistema energetico. Introduzione. L uomo e l energia. Il sistema energetico Il sistema energetico Introduzione Con il termine "sistema energetico" si è soliti indicare l'insieme dei processi di produzione, trasformazione, trasporto e distribuzione di fonti di energia. I sistemi

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA PROGETTO COMENIUS FONTI ENERGETICHE IN SICILIA Energia Solare Energia da gas Energia Eolica Energia da biomassa Energia Termica Energia da carbone Energia Idrica Energia Geotermica Centrale idroelettrica

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1 1 La sostanza combustibile può essere: Solida Liquida o Gassosa. I combustibili utilizzati negli impianti di riscaldamento sono quelli visti precedentemente cioè: Biomasse Oli Combustibili di vario tipo

Dettagli

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Relazione sull incontro con Massimo Volante Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Il ciclo della vita di una stella (1) Protostella (2b) Nana bruna (2a) Stella (3) Gigante rossa Sono esaurite le

Dettagli

La struttura della materia

La struttura della materia Unità didattica 11 La struttura della materia Competenze 1 Descrivere il modello atomico di Dalton 2 Spiegare le caratteristiche macroscopiche e microscopiche delle principali trasformazioni fisiche 3

Dettagli

COMUNE DI PICCO I L E G S I T PER U O D I N O M G I R L O E N M

COMUNE DI PICCO I L E G S I T PER U O D I N O M G I R L O E N M COMUNE DI PICCOLI GESTI PER UN MONDO MIGLIORE La Città di Udine aderisce, con altri 14 enti pubblici europei, al progetto Cyber Display. Lo scopo è aumentare e migliorare la conoscenza nell uso delle risorse

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

BUONE AZIONI PER RISPARMIARE

BUONE AZIONI PER RISPARMIARE BUONE AZIONI PER RISPARMIARE A cura del Servizio Socio Assistenziale della Comunità Alta Valsugana e Bersntol in collaborazione con i dipendenti delle Casse Rurali di Pergine Valsugana, Caldonazzo, Levico

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

ALLEANZA MONDIALE FRA I GIOVANI E LE NAZIONI UNITE (YUNGA) Brevetto. Acqua. Prodotto in collaborazione con

ALLEANZA MONDIALE FRA I GIOVANI E LE NAZIONI UNITE (YUNGA) Brevetto. Acqua. Prodotto in collaborazione con ALLEANZA MONDIALE FRA I GIOVANI E LE NAZIONI UNITE (YUNGA) Brevetto Acqua Prodotto in collaborazione con L Associazione Mondiale delle Guide e delle Scout (WAGGGS) e l Organizzazione Mondiale del Movimento

Dettagli

Gli organismi viventi

Gli organismi viventi Gli organismi viventi Gli organismi viventi Quali caratteristiche contraddistinguono i viventi? È facile distinguere un organismo vivente da un oggetto non vivente? Gli organismi viventi Tutti gli organismi

Dettagli

Non c è vita senz acqua, non c è acqua senza vita.

Non c è vita senz acqua, non c è acqua senza vita. Dossier 2003 Non c è vita senz acqua, non c è acqua senza vita. Introduzione L acqua è l elemento vitale per la sopravvivenza del nostro pianeta e la corretta gestione delle risorse idriche è la sfida

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

Na, C, Cl, H2O, CO2, C2H6O ma che lingua è? ATOMI E MOLECOLE: IMPARIAMO IL LINGUAGGIO LA CHIMICA

Na, C, Cl, H2O, CO2, C2H6O ma che lingua è? ATOMI E MOLECOLE: IMPARIAMO IL LINGUAGGIO LA CHIMICA Na, C, Cl, H2O, CO2, C2H6O ma che lingua è? ATOMI E MOLECOLE: IMPARIAMO IL LINGUAGGIO LA CHIMICA Chimica è una parolaccia? Si direbbe di sì, a giudicare dalle reazioni della opinione pubblica che associa

Dettagli

Inizia presentazione

Inizia presentazione Inizia presentazione Che si misura in ampère può essere generata In simboli A da pile dal movimento di spire conduttrici all interno di campi magnetici come per esempio nelle dinamo e negli alternatori

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

si modificavano radicalmente, anche se si delineava un problema nuovo: il possibile esaurimento delle fonti ed il deterioramento dell'ambiente.

si modificavano radicalmente, anche se si delineava un problema nuovo: il possibile esaurimento delle fonti ed il deterioramento dell'ambiente. L'ENERGIA NEL FUTURO Le risorse energetiche della Terra sono tante, ciò nonostante il consumo avvenuto negli ultimi anni da parte delle società industriali è diventato altissimo. La radio che trasmette

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c RSB0001 In quale/i dei disegni proposti l area tratteggiata é maggiore dell area lasciata invece bianca? a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. b) In nessuno dei due. c) Nel disegno contrassegnato

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

L EQUILIBRIO CHIMICO

L EQUILIBRIO CHIMICO EQUIIBRIO CHIMICO Molte reazioni chimiche possono avvenire in entrambe i sensi: reagenti e prodotti possono cioè scambiarsi fra di loro; le reazioni di questo tipo vengono qualificate come reazioni reversibili.

Dettagli

Com è fatto l atomo ATOMO. UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile. OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle

Com è fatto l atomo ATOMO. UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile. OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle STRUTTURA ATOMO Com è fatto l atomo ATOMO UNA VOLTA si pensava che l atomo fosse indivisibile OGGI si pensa che l atomo è costituito da tre particelle PROTONI particelle con carica elettrica positiva e

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ Perché produrre energia elettrica Tutta la società moderna si basa sul consumo di energia, per fare qualsiasi attività necessitiamo di qualche forma di energia.

Dettagli

Alice e la zuppa di quark e gluoni

Alice e la zuppa di quark e gluoni Alice e la zuppa di quark e gluoni Disegnatore: Jordi Boixader Storia e testo: Federico Antinori, Hans de Groot, Catherine Decosse, Yiota Foka, Yves Schutz e Christine Vanoli Produzione: Christine Vanoli

Dettagli

Recuperare energia dai

Recuperare energia dai Recuperare energia dai rifiuti del tabacco Riduzione dell impatto ambientale e sanitario delle cicche di sigaretta e produzione di energia mediante pirogassificazione Raffaella Uccelli- Ricercatore ENEA

Dettagli

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI di Gaetano Cacciola 1 Secondo il World Energy Outlook (WEO) 2007, dell Agenzia Internazionale dell Energia, l aumento dei consumi

Dettagli

CORSO DI GEOPEDOLOGIA A.S. 2012 2013 prof. Luca Falchini LA STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA

CORSO DI GEOPEDOLOGIA A.S. 2012 2013 prof. Luca Falchini LA STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA CORSO DI GEOPEDOLOGIA A.S. 2012 2013 prof. Luca Falchini LA STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA Indagini dirette Scavi per ricerche minerarie, energetiche e idriche; carotaggi Non si giunge oltre i 12 km di

Dettagli

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA C V A M O S T R E Mostre in Centrale 2010 Doppio appuntamento a Maën A Valtournenche, in occasione dei dieci anni

Dettagli

A Ferrara, 14 miliardi di anni fa

A Ferrara, 14 miliardi di anni fa A Ferrara, 14 miliardi di anni fa 1 L eredità di Copernico Quale è la relazione fra l uomo e l universo per ciò che riguarda: x : lo spazio t : il tempo m: la materia m t C X 2 Un viaggio nel tempo t di

Dettagli

Centrale ad accumulazione con sistema di pompaggio da 1.000 megawatt

Centrale ad accumulazione con sistema di pompaggio da 1.000 megawatt Progetto «Lago Bianco» Centrale ad accumulazione con sistema di pompaggio da 1.000 megawatt L energia che ti serve. Repower AG Repower è una società del settore energetico operante a livello internazionale

Dettagli

L=F x s lavoro motore massimo

L=F x s lavoro motore massimo 1 IL LAVORO Nel linguaggio scientifico la parola lavoro indica una grandezza fisica ben determinata. Un uomo che sposta un libro da uno scaffale basso ad uno più alto è un fenomeno in cui c è una forza

Dettagli

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO Studio di tecniche innovative per la razionalizzazione dell uso di fertilizzanti abbinato alla razionalizzazione della risorsa idrica PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 1) Una certa quantità di solfato di ferro (II), sciolta in una soluzione acquosa di acido solforico, viene trattata con 1.0 10-3 mol di permanganato di potassio. Si ottengono

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Idrogeno - Applicazioni

Idrogeno - Applicazioni Idrogeno - Applicazioni L idrogeno non è una fonte di energia, bensì un mezzo per accumularla, un portatore di energia che potrà cambiare in futuro molti settori della nostra vita e, con la cella a combustibile,

Dettagli

Quello che Dovete Sapere Quando Salta la Corrente Elettrica

Quello che Dovete Sapere Quando Salta la Corrente Elettrica Quello che Dovete Sapere Quando Salta la Corrente Elettrica Sicurezza del Cibo Se rimanete senza corrente per meno di 2 ore, il cibo nel vostro frigorifero e congelatore si potrà consumare con sicurezza.

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli 1 E1-ALCOLI CIMICA OGANICA ALCOLI Formula generale Desinenza -olo Gli alcoli Gli alcoli sono, dopo gli idrocarburi, i composti organici più comuni, che è possibile considerare come derivati dagli alcani

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO 2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO L aria è una miscela eterogenea formata da gas e particelle di varia natura e dimensioni. La sua composizione si modifica nello spazio e nel tempo per cause naturali e non,

Dettagli

10.- DISINFETTANTI PIÙ COMUNI E MODALITÀ D USO

10.- DISINFETTANTI PIÙ COMUNI E MODALITÀ D USO 10.- DISINFETTANTI PIÙ COMUNI E MODALITÀ D USO 10.0.- Disinfettanti e loro caratteristiche Questa sezione descrive alcune famiglie di disinfettanti facilmente reperibili sul mercato che attualmente vengono

Dettagli

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola.

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. La formula empirica e una formula in cui il rappporto tra gli atomi e il piu semplice possibil Acqua Ammoniaca

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli