Ai sensi dell art 32 D.lgs 81/2008 e dell'accordo Stato Regioni del 26/01/2006 e s.m.i.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ai sensi dell art 32 D.lgs 81/2008 e dell'accordo Stato Regioni del 26/01/2006 e s.m.i."

Transcript

1 Sede Legale: Via Guido De Ruggiero, Roma Cod. Fisc. : Emanazione CCNL cod Ministero del Lavoro E delle Politiche Sociali e della salute CORSO RESPONSABILI E ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Modulo A: Formazione generale di base ; Modulo B: Formazione specialistica sulla natura dei rischi correlati alle specifiche attività lavorative (macrosettori di riferimento) ; Modulo C: Formazione specialistica Gestionale-Relazionale (quest ultimo modulo destinato esclusivamente ai Responsabili). CORSO RSPP ASPP Mod. A Ai sensi dell art 32 D.lgs 81/2008 e dell'accordo Stato Regioni del 26/01/2006 e s.m.i. Durata complessiva : 2 Programma del Modulo A Durata 1 giorno A1 L approccio alla prevenzione attraverso il D.Lgs. 81/2008 per un percorso di miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori. Il sistema legislativo: esame delle normative di riferimento A2 I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il DLgs. 81/2008: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali. Il sistema pubblico della prevenzione. 2 giorno A3 Criteri e strumenti per la individuazione dei rischi. Documento di valutazione dei rischi. A4 La Classificazione dei rischi in relazione alla normativa. Rischio incendio ed esplosione. 3 giorno A5 La valutazione di alcuni rischi specifici in relazione alla relativa normativa di salute e sicurezza (I). A6 La valutazione di alcuni rischi specifici in relazione alla relativa normativa di igiene del lavoro (II). 4 giorno A7 Le ricadute applicative ed organizzative della valutazione del rischio. 4 ore Esame finale: test

2 PARTECIPANTI Il corso Modulo A di base è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, intendono iniziare il percorso formativo finalizzato a svolgere funzioni di RSPP ed ASPP ai sensi del D.lgs 81/2008 (art 32) e dell'accordo Stato-Regioni del e s.m.i. DESCRIZIONE E OBIETTIVI Il modulo, relativo al corso generale di base, è comune per Responsabili e Addetti al servizio di prevenzione e protezione, vale per qualsiasi macrosettore, costituisce credito formativo permanente ed è finalizzato ad: acquisire elementi di conoscenza relativi alla normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, sui criteri e strumenti per la ricerca delle leggi e norme tecniche riferiti a problemi specifici; acquisire elementi di conoscenza relativi ai vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, ai loro compiti, alle loro responsabilità e alle funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori; acquisire elementi di conoscenza in particolar modo per gli aspetti normativi, relativi ai rischi e ai danni da lavoro, alle misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, ai criteri metodologici per la valutazione dei rischi, ai contenuti del documento di valutazione dei rischi, alla gestione delle emergenze; acquisire elementi di conoscenza relativi alle modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di Prevenzione aziendale. ORGANIZZAZIONE In ordine all organizzazione dei corsi di formazione, si conviene sui seguenti requisiti: a) individuazione di un responsabile del progetto formativo; b) tenuta del registro di presenza dei formandi da parte del soggetto che realizza il corso; c) numero dei partecipanti per ogni corso: massimo 30 unità. METODOLOGIA DIDATTICA Per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie attive, che comportano la centralità dell allievo nel percorso di apprendimento. A tali fini è necessario: a) garantire un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali; b) favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving, applicate a simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione; c) prevedere dimostrazioni e prove pratiche. VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE Al termine del corso si svolgerà una prova di verifica: un questionario a risposta multipla. I test verranno corretti, discussi ed analizzati in aula. Il successo nella prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte. L esito positivo della prova di verifica finale, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell attestato di frequenza con verifica dell apprendimento.

3 CORSO RSPP ASPP Mod. B 1 (Agricoltura) Ai sensi dell art 32 D.lgs 81/2008 e dell'accordo Stato Regioni del 26/01/2006 e s.m.i. Durata complessiva : 40 ore Struttura del Modulo B1 Durata 1 giorno B1.1.1 B1.1.2 B1.1.3 Valutazione dei rischi Analisi dei rischi Rischio fisico e biologico 2 giorno B1.2 La sicurezza antincendio 3 giorno B1.3 Le emergenze 4 giorno B1.4 Rischio chimico 5 giorno B1.5.1 Rischi specifici in agricoltura 1 B1.5.2 Rischi specifici in agricoltura 2 4 ore Esame finale: test 4 ore PARTECIPANTI Il corso Modulo B macrosettore 1 di specializzazione è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, intendono acquisire i crediti formativi necessari per svolgere funzioni di RSPP ed ASPP ai sensi del D.lgs 81/2008 art. 32. Al corso sono ammessi tutti coloro che hanno già frequentato con profitto almeno il modulo A del percorso formativo previsto dall'accordo Stato Regioni pubblicato nella G.U. n. 37 del 14/2/2006 e s.m.i., ovvero coloro che sono esonerati dalla frequenza del modulo A in quanto in possesso dei titoli di studio previsti dall'art. 32 del Dlgs 81/2008. DESCRIZIONE E OBIETTIVI Il modulo è relativo al corso di specializzazione per il macrosettore B1: Agricoltura, è comune per Responsabili e Addetti al servizio di prevenzione e protezione ed è finalizzato ad: acquisire elementi di conoscenza relativi alla normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, sui criteri e strumenti per la ricerca delle leggi e norme tecniche riferiti a problemi specifici; acquisire elementi di conoscenza relativi ai vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, ai loro compiti, alle loro responsabilità e alle funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori; acquisire elementi di conoscenza in particolar modo per gli aspetti normativi, n relativi ai rischi e ai danni da lavoro, alle misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, ai criteri metodologici per la valutazione dei rischi, ai contenuti del documento di valutazione dei rischi, alla gestione delle emergenze; acquisire elementi di conoscenza relativi alle modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di Prevenzione aziendale.

4 ORGANIZZAZIONE In ordine all organizzazione dei corsi di formazione, si conviene sui seguenti requisiti: a) individuazione di un responsabile del progetto formativo; b) tenuta del registro di presenza dei formandi da parte del soggetto che realizza il corso; c) numero dei partecipanti per ogni corso: massimo 30 unità. d) assenze ammesse: massimo 10% del monte orario complessivo. METODOLOGIA DIDATTICA Per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie attive, che comportano la centralità dell allievo nel percorso di apprendimento. A tali fini è necessario: a) garantire un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali; b) favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving, applicate a simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione; c) prevedere dimostrazioni e prove pratiche. VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE Al termine del corso si svolgerà una prova di verifica: un questionario a risposta multipla. I test verranno corretti, discussi ed analizzati in aula. Il successo nella prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte. L esito positivo della prova di verifica finale, unitamente ad una presenza pari almeno al 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell attestato di frequenza con verifica dell apprendimento.

5 CORSO RSPP ASPP Mod. B 2 (Pesca) Ai sensi dell art 32 D.lgs 81/2008 e dell'accordo Stato Regioni del 26/01/2006 e s.m.i. Durata complessiva : 40 ore Struttura del Modulo B2 Durata 1 giorno B2.1.1 B2.1.2 Valutazione dei rischi Analisi dei rischi 2 giorno B2.2.1 B2.2.2 Esercitazione Documenti ed emergenze 3 giorno B2.3.1 B2.3.2 Rischi specifici (Prima Parte) Rischi specifici (Seconda Parte) 4 giorno B2.4 Fattore Umano Ambientale 5 giorno B2.5 Le emergenze 4 ore Esame finale: test 4 ore PARTECIPANTI Il corso Modulo B macrosettore 2 di specializzazione è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, intendono acquisire i crediti formativi necessari per svolgere funzioni di RSPP ed ASPP ai sensi del D.lgs 81/2008 art. 32. Al corso sono ammessi tutti coloro che hanno già frequentato con profitto almeno il modulo A del percorso formativo previsto dall'accordo Stato Regioni pubblicato nella G.U. n. 37 del 14/2/2006 e s.m.i., ovvero coloro che sono esonerati dalla frequenza del modulo A in quanto in possesso dei titoli di studio previsti dall'art. 32 del Dlgs 81/2008. DESCRIZIONE E OBIETTIVI Il modulo è relativo al corso di specializzazione per il macrosettore B2: Pesca, è comune per Responsabili e Addetti al servizio di prevenzione e protezione ed è finalizzato ad: acquisire elementi di conoscenza relativi alla normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, sui criteri e strumenti per la ricerca delle leggi e norme tecniche riferiti a problemi specifici; acquisire elementi di conoscenza relativi ai vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, ai loro compiti, alle loro responsabilità e alle funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori; acquisire elementi di conoscenza in particolar modo per gli aspetti normativi, n relativi ai rischi e ai danni da lavoro, alle misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, ai criteri metodologici per la valutazione dei rischi, ai contenuti del documento di valutazione dei rischi, alla gestione delle emergenze; acquisire elementi di conoscenza relativi alle modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di Prevenzione aziendale.

6 ORGANIZZAZIONE In ordine all organizzazione dei corsi di formazione, si conviene sui seguenti requisiti: a) individuazione di un responsabile del progetto formativo; b) tenuta del registro di presenza dei formandi da parte del soggetto che realizza il corso; c) numero dei partecipanti per ogni corso: massimo 30 unità. d) assenze ammesse: massimo 10% del monte orario complessivo. METODOLOGIA DIDATTICA Per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie attive, che comportano la centralità dell allievo nel percorso di apprendimento. A tali fini è necessario: a) garantire un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali; b) favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving, applicate a simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione; c) prevedere dimostrazioni e prove pratiche. VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE Al termine del corso si svolgerà una prova di verifica: un questionario a risposta multipla. I test verranno corretti, discussi ed analizzati in aula. Il successo nella prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte. L esito positivo della prova di verifica finale, unitamente ad una presenza pari almeno al 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell attestato di frequenza con verifica dell apprendimento.

7 CORSO RSPP ASPP Mod. B 3 (Costruzioni; Estrazione dei minerali; Altre industrie estrattive) Ai sensi dell art 32 D.lgs 81/2008 e dell'accordo Stato Regioni del 26/01/2006 e s.m.i Durata complessiva : 64 ore Struttura del Modulo B3 Durata 1 giorno B3.1.1 Sicurezza nella gestione degli appalti B3.1.2 Rischio meccanico: macchine ed attrezzature 2 giorno B3.2.1 Rischio Incendio B3.2.2 Gestione delle emergenze 3 giorno B3.3.1 Rischio chimico principi generali B3.3.2 Verifica intermedia: prova di evacuazione in azienda 4 giorno B3.4.1 Valutazione dei rischi principi generali B3.4.2 Valutazione dei rischi esempi pratici 5 giorno B3.5.1 Rischi nei cantieri edili 1 B3.5.2 Rischi nei cantieri edili 2 6 giorno B3.6.1 Rischi nei cantieri edili 3 B3.6.2 Esercitazione: elaborazione check-up antinfortunistico 7 giorno B3.7.1 Procedure di sicurezza:gestione degli infortuni B3.7.2 Rischio organizzazione lavoro movimentazione merci B3.8 Rischi fisici: vibrazioni, rumori ecc. 4 ore 8 giorno Esame finale: test 4 ore

8 PARTECIPANTI Il corso Modulo B macrosettore 3 di specializzazione è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, intendono acquisire i crediti formativi necessari per svolgere funzioni di RSPP ed ASPP ai sensi del D.lgs 81/2008 art. 32. Al corso sono ammessi tutti coloro che hanno già frequentato con profitto almeno il modulo A del percorso formativo previsto dall'accordo Stato Regioni pubblicato nella G.U. n. 37 del 14/2/2006 e s.m.i., ovvero coloro che sono esonerati dalla frequenza del modulo A in quanto in possesso dei titoli di studio previsti dall'art. 32 del Dlgs 81/2008. DESCRIZIONE E OBIETTIVI Il modulo è relativo al corso di specializzazione per il macrosettore B3: Costruzioni; Estrazione dei minerali; Altre industrie estrattive, è comune per Responsabili e Addetti al servizio di prevenzione e protezione ed è finalizzato ad: acquisire elementi di conoscenza relativi alla normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, sui criteri e strumenti per la ricerca delle leggi e norme tecniche riferiti a problemi specifici; acquisire elementi di conoscenza relativi ai vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, ai loro compiti, alle loro responsabilità e alle funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori; acquisire elementi di conoscenza in particolar modo per gli aspetti normativi, n relativi ai rischi e ai danni da lavoro, alle misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, ai criteri metodologici per la valutazione dei rischi, ai contenuti del documento di valutazione dei rischi, alla gestione delle emergenze; acquisire elementi di conoscenza relativi alle modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di Prevenzione aziendale. ORGANIZZAZIONE In ordine all organizzazione dei corsi di formazione, si conviene sui seguenti requisiti: a) individuazione di un responsabile del progetto formativo; b) tenuta del registro di presenza dei formandi da parte del soggetto che realizza il corso; c) numero dei partecipanti per ogni corso: massimo 30 unità. d) assenze ammesse: massimo 10% del monte orario complessivo. METODOLOGIA DIDATTICA Per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie attive, che comportano la centralità dell allievo nel percorso di apprendimento. A tali fini è necessario: a) garantire un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali; b) favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving, applicate a simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione; c) prevedere dimostrazioni e prove pratiche. VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE Al termine del corso si svolgerà una prova di verifica: un questionario a risposta multipla. I test verranno corretti, discussi ed analizzati in aula. Il successo nella prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte. L esito positivo della prova di verifica finale, unitamente ad una presenza pari almeno al 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell attestato di frequenza con verifica dell apprendimento.

9 CORSO RSPP ASPP Mod. B 4 (Industria alimentare; Tessile e Abbigliamento; Conciaria e Cuoio; Legno; Carta, Editoria, Stampa; Minerali non metalliferi; Produzione e lavorazione metalli; Fabbricazione macchine e apparecchi meccanici; Fabbricazione macchine e apparecchi elettrici ed elettronici; Autoveicoli; Mobili; Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas, acqua; Smaltimento rifiuti) Ai sensi dell art 32 D.lgs 81/2008 e dell'accordo Stato Regioni del 26/01/2006 e s.m.i. Durata complessiva : 54 ore Struttura del Modulo B4 Durata 1 giorno B4.1.1 Analisi e valutazione dei rischi B4.1.2 Rischio cancerogeno e biologico 2 giorno B4.2.1 Rischio chimico (vapori, polveri, liquidi, etichettatura) B4.2.2 Gestione delle emergenze 3 giorno B4.3.1 Microclima e illuminazione B4.3.2 Ambienti di lavoro 4 giorno B4.4.1 Movimentazione manuale dei carichi e movimenti ripetitivi B4.4.2 Movimentazione meccanica dei carichi 5 giorno B4.5.1 B4.5.2 B4.5.3 Rischio elettrico Rischio meccanico macchine e attrezzature Cadute dall alto 6 giorno B4.6.1 Prevenzione incendi B4.6.2 Atmosfere esplosive (ATEX) 7 giorno B4.7 Interrelazione tra medico competente e sistema di prevenzione e protezione 2 ore Esame finale: test 4 ore

10 PARTECIPANTI Il corso Modulo B macrosettore 4 di specializzazione è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, intendono acquisire i crediti formativi necessari per svolgere funzioni di RSPP ed ASPP ai sensi del D.lgs 81/2008 art. 32. Al corso sono ammessi tutti coloro che hanno già frequentato con profitto almeno il modulo A del percorso formativo previsto dall'accordo Stato Regioni pubblicato nella G.U. n. 37 del 14/2/2006 e s.m.i., ovvero coloro che sono esonerati dalla frequenza del modulo A in quanto in possesso dei titoli di studio previsti dall'art. 32 del Dlgs 81/2008. DESCRIZIONE E OBIETTIVI Il modulo è relativo al corso di specializzazione per il macrosettore B4: Industria alimentare; Tessile e Abbigliamento; Conciaria e Cuoio; Legno; Carta, Editoria, Stampa; Minerali non metalliferi; Produzione e lavorazione metalli; Fabbricazione macchine e apparecchi meccanici; Fabbricazione macchine e apparecchi elettrici ed elettronici; Autoveicoli; Mobili; Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas, acqua; Smaltimento rifiuti, è comune per Responsabili e Addetti al servizio di prevenzione e protezione ed è finalizzato ad: acquisire elementi di conoscenza relativi alla normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, sui criteri e strumenti per la ricerca delle leggi e norme tecniche riferiti a problemi specifici; acquisire elementi di conoscenza relativi ai vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, ai loro compiti, alle loro responsabilità e alle funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori; acquisire elementi di conoscenza in particolar modo per gli aspetti normativi, n relativi ai rischi e ai danni da lavoro, alle misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, ai criteri metodologici per la valutazione dei rischi, ai contenuti del documento di valutazione dei rischi, alla gestione delle emergenze; acquisire elementi di conoscenza relativi alle modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di Prevenzione aziendale. ORGANIZZAZIONE In ordine all organizzazione dei corsi di formazione, si conviene sui seguenti requisiti: a) individuazione di un responsabile del progetto formativo; b) tenuta del registro di presenza dei formandi da parte del soggetto che realizza il corso; c) numero dei partecipanti per ogni corso: massimo 30 unità. d) assenze ammesse: massimo 10% del monte orario complessivo. METODOLOGIA DIDATTICA Per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie attive, che comportano la centralità dell allievo nel percorso di apprendimento. A tali fini è necessario: a) garantire un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali; b) favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving, applicate a simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione; c) prevedere dimostrazioni e prove pratiche. VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE Al termine del corso si svolgerà una prova di verifica: un questionario a risposta multipla. I test verranno corretti, discussi ed analizzati in aula. Il successo nella prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte. L esito positivo della prova di verifica finale, unitamente ad una presenza pari almeno al 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell attestato di frequenza con verifica dell apprendimento.

11 CORSO RSPP ASPP Mod. B 5 (Raffinerie, Trattamento combustibili nucleari; Gomma, Plastica; Industria chimica, Fibre) Ai sensi dell art 32 D.lgs 81/2008 e dell'accordo Stato Regioni del 26/01/2006 e s.m.i. Durata complessiva : 72 ore (compreso il test finale) Struttura del Modulo B5 Durata 1 giorno B5.1.1 Sicurezza nella gestione degli appalti B5.1.2 Rischio meccanico: macchine ed attrezzature 2 giorno B5.2.1 Rischio Incendio B5.2.2 Gestione delle emergenze 3 giorno B5.3.1 Rischio chimico principi generali B5.3.2 Verifica intermedia: prova di evacuazione in azienda 4 giorno B5.4.1 La gestione delle attività a grandi rischi - 01 B5.4.2 La gestione delle attività a grandi rischi giorno B5.5.1 Valutazione dei rischi principi generali B5.5.2 Valutazione dei rischi esempi pratici 6 giorno B5.6.1 Rischio da atmosfere esplosive B5.6.2 Rischio chimico Atex - polveri 7 giorno B5.7 Atex polveri: esercitazione 4 ore 8 giorno B5.8.1 Rischi fisici: vibrazioni, rumore, ecc B5.8.2 Rischio chimico ADR 9 giorno B5.9 Rischio organizzazione lavoro - movimentazione merci 4 ore 10 giorno B5.10 Procedure di sicurezza: gestione degli infortuni 4 ore Esame finale: test 4 ore

12 PARTECIPANTI Il corso Modulo B macrosettore 5 di specializzazione è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, intendono acquisire i crediti formativi necessari per svolgere funzioni di RSPP ed ASPP ai sensi del D.lgs 81/2008 art. 32. Al corso sono ammessi tutti coloro che hanno già frequentato con profitto almeno il modulo A del percorso formativo previsto dall'accordo Stato Regioni pubblicato nella G.U. n. 37 del 14/2/2006 e s.m.i., ovvero coloro che sono esonerati dalla frequenza del modulo A in quanto in possesso dei titoli di studio previsti dall'art. 32 del Dlgs 81/2008. DESCRIZIONE E OBIETTIVI Il modulo è relativo al corso di specializzazione per il macrosettore B5: Raffinerie, Trattamento combustibili nucleari; Gomma, Plastica; Industria chimica, Fibre, è comune per Responsabili e Addetti al servizio di prevenzione e protezione ed è finalizzato ad: acquisire elementi di conoscenza relativi alla normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, sui criteri e strumenti per la ricerca delle leggi e norme tecniche riferiti a problemi specifici; acquisire elementi di conoscenza relativi ai vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, ai loro compiti, alle loro responsabilità e alle funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori; acquisire elementi di conoscenza in particolar modo per gli aspetti normativi, n relativi ai rischi e ai danni da lavoro, alle misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, ai criteri metodologici per la valutazione dei rischi, ai contenuti del documento di valutazione dei rischi, alla gestione delle emergenze; acquisire elementi di conoscenza relativi alle modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di Prevenzione aziendale. ORGANIZZAZIONE In ordine all organizzazione dei corsi di formazione, si conviene sui seguenti requisiti: a) individuazione di un responsabile del progetto formativo; b) tenuta del registro di presenza dei formandi da parte del soggetto che realizza il corso; c) numero dei partecipanti per ogni corso: massimo 30 unità. d) assenze ammesse: massimo 10% del monte orario complessivo. METODOLOGIA DIDATTICA Per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie attive, che comportano la centralità dell allievo nel percorso di apprendimento. A tali fini è necessario: a) garantire un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali; b) favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving, applicate a simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione; c) prevedere dimostrazioni e prove pratiche. VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE Al termine del corso si svolgerà una prova di verifica: un questionario a risposta multipla. I test verranno corretti, discussi ed analizzati in aula. Il successo nella prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte. L esito positivo della prova di verifica finale, unitamente ad una presenza pari almeno al 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell attestato di frequenza con verifica dell apprendimento.

13 CORSO RSPP ASPP Mod. B 6 (Commercio ingrosso e dettaglio, Attività artigianali non assimilabili alle precedenti (Carrozzerie, Riparazione veicoli, Lavanderie, Parrucchieri, Pasticceri, etc..); Trasporti, Magazzinaggi, Comunicazioni) Ai sensi dell art 32 D.lgs 81/2008 e dell'accordo Stato Regioni del 26/01/2006 e s.m.i. Durata complessiva : 2 Struttura del Modulo B6 Durata 1 giorno B6.1.1 Sicurezza nella gestione degli appalti B6.1.2 Rischio meccanico: macchine ed attrezzature 2 giorno B6.2.1 Rischio Incendio B6.2.2 Gestione delle emergenze 3 giorno B6.3 Rischio organizzazione lavoro - movimentazione merci 4 ore 4 giorno B6.4 Procedure di sicurezza: gestione degli infortuni 4 ore Esame finale: test 4 ore PARTECIPANTI Il corso Modulo B macrosettore 6 di specializzazione è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, intendono acquisire i crediti formativi necessari per svolgere funzioni di RSPP ed ASPP ai sensi del D.lgs 81/2008 art. 32. Al corso sono ammessi tutti coloro che hanno già frequentato con profitto almeno il modulo A del percorso formativo previsto dall'accordo Stato Regioni pubblicato nella G.U. n. 37 del 14/2/2006 e s.m.i., ovvero coloro che sono esonerati dalla frequenza del modulo A in quanto in possesso dei titoli di studio previsti dall'art. 32 del Dlgs 81/2008. DESCRIZIONE E OBIETTIVI Il modulo è relativo al corso di specializzazione per il macrosettore B6: Commercio ingrosso e dettaglio, Attività artigianali non assimilabili alle precedenti (Carrozzerie, Riparazione veicoli, Lavanderie, Parrucchieri, Pasticceri, etc..); Trasporti, Magazzinaggi, Comunicazioni, è comune per Responsabili e Addetti al servizio di prevenzione e protezione ed è finalizzato ad: acquisire elementi di conoscenza relativi alla normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, sui criteri e strumenti per la ricerca delle leggi e norme tecniche riferiti a problemi specifici; acquisire elementi di conoscenza relativi ai vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, ai loro compiti, alle loro responsabilità e alle funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori; acquisire elementi di conoscenza in particolar modo per gli aspetti normativi, n relativi ai rischi e ai danni da lavoro, alle misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, ai criteri metodologici per la valutazione dei rischi, ai contenuti del documento di valutazione dei rischi, alla gestione delle emergenze; acquisire elementi di conoscenza relativi alle modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di Prevenzione aziendale.

14 ORGANIZZAZIONE In ordine all organizzazione dei corsi di formazione, si conviene sui seguenti requisiti: a) individuazione di un responsabile del progetto formativo; b) tenuta del registro di presenza dei formandi da parte del soggetto che realizza il corso; c) numero dei partecipanti per ogni corso: massimo 30 unità. d) assenze ammesse: massimo 10% del monte orario complessivo. METODOLOGIA DIDATTICA Per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie attive, che comportano la centralità dell allievo nel percorso di apprendimento. A tali fini è necessario: a) garantire un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali; b) favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving, applicate a simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione; c) prevedere dimostrazioni e prove pratiche. VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE Al termine del corso si svolgerà una prova di verifica: un questionario a risposta multipla. I test verranno corretti, discussi ed analizzati in aula. Il successo nella prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte. L esito positivo della prova di verifica finale, unitamente ad una presenza pari almeno al 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell attestato di frequenza con verifica dell apprendimento.

15 CORSO RSPP ASPP Mod. B 7 (Sanità; Servizi Sociali) Ai sensi dell art 32 D.lgs 81/2008 e dell'accordo Stato Regioni del 26/01/2006 e s.m.i. Durata complessiva : 64 ore (compreso il test finale) Struttura del Modulo B7 Durata 1 giorno B7.1 Analisi e gestione del rischio B7.2 Rischio da agenti chimici 1a parte 2 giorno B7.3 Rischio da agenti chimici 2a parte B7.4 Rischio cancerogeni e mutageni 3 giorno B7.5 Rischio da agenti biologici B7.6 Rischio da agenti fisici 1a parte 4 giorno B7.7 Rischio da agenti fisici 2a parte B7.8 Movimentazione manuale dei carichi B7.9 Strutture, impianti, macchine e attrezzature 1a parte 5 giorno B7.10 Strutture, impianti, macchine e attrezzature 2a parte 6 giorno B7.11 Rischio da esplosione: atmosfere esplosive B7.13 Sicurezza antincendio 7 giorno B7.14 Qualità dell aria negli ambienti confinati (IAQ) B7.15 Uso di attrezzature munite di videoterminale B7.16 Organizzazione del lavoro fattori psicologici 8 giorno B7.17 Prevenzione 4 ore Esame finale: test 4 ore

16 PARTECIPANTI Il corso Modulo B macrosettore 7 di specializzazione è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, intendono acquisire i crediti formativi necessari per svolgere funzioni di RSPP ed ASPP ai sensi del D.lgs 81/2008 art. 32. Al corso sono ammessi tutti coloro che hanno già frequentato con profitto almeno il modulo A del percorso formativo previsto dall'accordo Stato Regioni pubblicato nella G.U. n. 37 del 14/2/2006 e s.m.i., ovvero coloro che sono esonerati dalla frequenza del modulo A in quanto in possesso dei titoli di studio previsti dall'art. 32 del Dlgs 81/2008. Il modulo è relativo al corso di specializzazione per il macrosettore B7: Sanità; Servizi Sociali, è comune per Responsabili e Addetti al servizio di prevenzione e protezione ed è finalizzato ad: acquisire elementi di conoscenza relativi alla normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, sui criteri e strumenti per la ricerca delle leggi e norme tecniche riferiti a problemi specifici; acquisire elementi di conoscenza relativi ai vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, ai loro compiti, alle loro responsabilità e alle funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori; acquisire elementi di conoscenza in particolar modo per gli aspetti normativi, n relativi ai rischi e ai danni da lavoro, alle misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, ai criteri metodologici per la valutazione dei rischi, ai contenuti del documento di valutazione dei rischi, alla gestione delle emergenze; acquisire elementi di conoscenza relativi alle modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di Prevenzione aziendale. ORGANIZZAZIONE In ordine all organizzazione dei corsi di formazione, si conviene sui seguenti requisiti: a) individuazione di un responsabile del progetto formativo; b) tenuta del registro di presenza dei formandi da parte del soggetto che realizza il corso; c) numero dei partecipanti per ogni corso: massimo 30 unità. d) assenze ammesse: massimo 10% del monte orario complessivo. METODOLOGIA DIDATTICA Per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie attive, che comportano la centralità dell allievo nel percorso di apprendimento. A tali fini è necessario: a) garantire un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali; b) favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving, applicate a simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione; c) prevedere dimostrazioni e prove pratiche. VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE Al termine del corso si svolgerà una prova di verifica: un questionario a risposta multipla. I test verranno corretti, discussi ed analizzati in aula. Il successo nella prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte. L esito positivo della prova di verifica finale, unitamente ad una presenza pari almeno al 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell attestato di frequenza con verifica dell apprendimento.

17 CORSO RSPP ASPP Mod. B 8 (Pubblica amministrazione; Istruzione) Ai sensi dell art 32 D.lgs 81/2008 e dell'accordo Stato Regioni del 26/01/2006 e s.m.i. Durata complessiva : 24 ore 1 giorno Programma del Modulo B8 B8.1 Valutazione e gestione del rischio B8.2 Rischio da agenti chimici B8.3 Dispositivi di Protezione Individuale B8.4 Rischio da agenti biologici Interrelazione tra sorveglianza sanitaria e valutazione del rischio Durata 2 giorno B8.5 Rischi fisici: videoterminali, microclima e illuminazione B8.6 Rischio da organizzazione del lavoro: ambienti di lavoro, movimentazione manuale dei carichi 3 giorno B8.7 Rischio elettrico B8.8 Rischio meccanico, macchine e attrezzature B8.9 Sicurezza antincendio 4 giorno Esame finale: test 4 ore PARTECIPANTI Il corso Modulo B macrosettore 8 di specializzazione è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, intendono acquisire i crediti formativi necessari per svolgere funzioni di RSPP ed ASPP ai sensi del D.lgs 81/2008 art. 32. Al corso sono ammessi tutti coloro che hanno già frequentato con profitto almeno il modulo A del percorso formativo previsto dall'accordo Stato Regioni pubblicato nella G.U. n. 37 del 14/2/2006 e s.m.i., ovvero coloro che sono esonerati dalla frequenza del modulo A in quanto in possesso dei titoli di studio previsti dall'art. 32 del Dlgs 81/2008. DESCRIZIONE E OBIETTIVI Il modulo è relativo al corso di specializzazione per il macrosettore B8: Pubblica amministrazione; Istruzione, è comune per Responsabili e Addetti al servizio di prevenzione e protezione ed è finalizzato ad: acquisire elementi di conoscenza relativi alla normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, sui criteri e strumenti per la ricerca delle leggi e norme tecniche riferiti a problemi specifici; acquisire elementi di conoscenza relativi ai vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, ai loro compiti, alle loro responsabilità e alle funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori; acquisire elementi di conoscenza in particolar modo per gli aspetti normativi, n relativi ai rischi e ai danni da lavoro, alle misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, ai criteri metodologici per la valutazione dei rischi, ai contenuti del documento di valutazione dei rischi, alla gestione delle emergenze; acquisire elementi di conoscenza relativi alle modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di Prevenzione aziendale.

18 ORGANIZZAZIONE In ordine all organizzazione dei corsi di formazione, si conviene sui seguenti requisiti: a) individuazione di un responsabile del progetto formativo; b) tenuta del registro di presenza dei formandi da parte del soggetto che realizza il corso; c) numero dei partecipanti per ogni corso: massimo 30 unità. d) assenze ammesse: massimo 10% del monte orario complessivo. METODOLOGIA DIDATTICA Per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie attive, che comportano la centralità dell allievo nel percorso di apprendimento. A tali fini è necessario: a) garantire un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali; b) favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving, applicate a simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione; c) prevedere dimostrazioni e prove pratiche. VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE Al termine del corso si svolgerà una prova di verifica: un questionario a risposta multipla. I test verranno corretti, discussi ed analizzati in aula. Il successo nella prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte. L esito positivo della prova di verifica finale, unitamente ad una presenza pari almeno al 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell attestato di frequenza con verifica dell apprendimento.

19 CORSO RSPP ASPP Mod. B 9 (Alberghi; Ristoranti;Assicurazioni; Immobiliari; Informatica; Associazioni ricreative, culturali, sportive; Servizi domestici; Organizzazioni extraterritoriali) Ai sensi dell art 32 D.lgs 81/2008 e dell'accordo Stato Regioni del 26/01/2006 e s.m.i. Durata complessiva : 12 ore (compreso il test finale) Struttura del Modulo B9 Durata 1 giorno B9.1 Analisi e gestione del rischio B9.2 Sicurezza antincendio B9.3 Rischi fisici: videoterminali, illuminazione e microclima B9.4 Rischio da organizzazione del lavoro: ambienti di lavoro, movimentazione manuale dei carichi 2 giorno B9.5 Dispositivi di protezione individuale B9.6 Rischi infortunistici: rischio elettrico, rischio meccanico, macchine ed attrezzature B9.7 Rischio da agenti chimici e biologici 4 ore Esame finale: test PARTECIPANTI Il corso Modulo B macrosettore 9 di specializzazione è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, intendono acquisire i crediti formativi necessari per svolgere funzioni di RSPP ed ASPP ai sensi del D.lgs 81/2008 art. 32. Al corso sono ammessi tutti coloro che hanno già frequentato con profitto almeno il modulo A del percorso formativo previsto dall'accordo Stato Regioni pubblicato nella G.U. n. 37 del 14/2/2006 e s.m.i., ovvero coloro che sono esonerati dalla frequenza del modulo A in quanto in possesso dei titoli di studio previsti dall'art. 32 del Dlgs 81/2008. DESCRIZIONE E OBIETTIVI Il modulo è relativo al corso di specializzazione per il macrosettore B9: Alberghi; Ristoranti; Assicurazioni; Immobiliari; Informatica; Associazioni ricreative, culturali, sportive; Servizi domestici; Organizzazioni extraterritoriali, è comune per Responsabili e Addetti al servizio di prevenzione e protezione ed è finalizzato ad: acquisire elementi di conoscenza relativi alla normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, sui criteri e strumenti per la ricerca delle leggi e norme tecniche riferiti a problemi specifici; acquisire elementi di conoscenza relativi ai vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, ai loro compiti, alle loro responsabilità e alle funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori; acquisire elementi di conoscenza in particolar modo per gli aspetti normativi, n relativi ai rischi e ai danni da lavoro, alle misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, ai criteri metodologici per la valutazione dei rischi, ai contenuti del documento di valutazione dei rischi, alla gestione delle emergenze; acquisire elementi di conoscenza relativi alle modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di Prevenzione aziendale.

20 ORGANIZZAZIONE In ordine all organizzazione dei corsi di formazione, si conviene sui seguenti requisiti: a) individuazione di un responsabile del progetto formativo; b) tenuta del registro di presenza dei formandi da parte del soggetto che realizza il corso; c) numero dei partecipanti per ogni corso: massimo 30 unità. d) assenze ammesse: massimo 10% del monte orario complessivo. METODOLOGIA DIDATTICA Per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie attive, che comportano la centralità dell allievo nel percorso di apprendimento. A tali fini è necessario: a) garantire un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali; b) favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving, applicate a simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione; c) prevedere dimostrazioni e prove pratiche. VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE Al termine del corso si svolgerà una prova di verifica: un questionario a risposta multipla. I test verranno corretti, discussi ed analizzati in aula. Il successo nella prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte. L esito positivo della prova di verifica finale, unitamente ad una presenza pari almeno al 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell attestato di frequenza con verifica dell apprendimento.

21 CORSO RSPP ASPP Mod. C Ai sensi dell art 32 D.lgs 81/2008 e dell'accordo Stato Regioni del 26/01/2006 e s.m.i. Durata complessiva : 24 ore Struttura del Modulo C Durata 1 giorno C1 Organizzazione e sistemi di gestione C2 Il sistema delle relazioni e della comunicazione 2 ore 2 giorno C3 Rischi di natura psicosociale 2 ore C4 Rischi di natura ergonomica 4 ore 3 giorno C5 Ruolo dell informazione e della formazione 4 giorno Verifica Finale 4 ore PARTECIPANTI Il corso Modulo C di specializzazione è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, intendono acquisire i crediti formativi necessari per svolgere funzioni di RSPP ed ASPP ai sensi del D.lgs 81/2008 art. 32. Al corso sono ammessi tutti coloro che hanno già frequentato con profitto almeno il modulo A del percorso formativo previsto dall'accordo Stato Regioni pubblicato nella G.U. n. 37 del 14/2/2006 e s.m.i., ovvero coloro che sono esonerati dalla frequenza del modulo A in quanto in possesso dei titoli di studio previsti dall'art. 32 del Dlgs 81/2008. DESCRIZIONE E OBIETTIVI Il modulo è relativo al corso di specializzazione per il macrosettore C, è comune per Responsabili e Addetti al servizio di prevenzione e protezione ed è finalizzato ad: acquisire elementi di conoscenza relativi alla normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, sui criteri e strumenti per la ricerca delle leggi e norme tecniche riferiti a problemi specifici; acquisire elementi di conoscenza relativi ai vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, ai loro compiti, alle loro responsabilità e alle funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori; acquisire elementi di conoscenza in particolar modo per gli aspetti normativi, n relativi ai rischi e ai danni da lavoro, alle misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, ai criteri metodologici per la valutazione dei rischi, ai contenuti del documento di valutazione dei rischi, alla gestione delle emergenze; acquisire elementi di conoscenza relativi alle modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di Prevenzione aziendale.

22 ORGANIZZAZIONE In ordine all organizzazione dei corsi di formazione, si conviene sui seguenti requisiti: a) individuazione di un responsabile del progetto formativo; b) tenuta del registro di presenza dei formandi da parte del soggetto che realizza il corso; c) numero dei partecipanti per ogni corso: massimo 30 unità. d) assenze ammesse: massimo 10% del monte orario complessivo. METODOLOGIA DIDATTICA Per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie attive, che comportano la centralità dell allievo nel percorso di apprendimento. A tali fini è necessario: a) garantire un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali; b) favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving, applicate a simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione; c) prevedere dimostrazioni e prove pratiche. VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE Al termine del corso si svolgerà una prova di verifica: un questionario a risposta multipla. I test verranno corretti, discussi ed analizzati in aula. Il successo nella prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte.

23 CORSO RSPP Datore di lavoro per lo svolgimento diretto dei compiti di R.S.P.P. Ai sensi art. 34 comma 2 D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. PROGRAMMA - durata complessiva 16 ore L approccio alla prevenzione attraverso il D.Lgs. 81/2008 La filosofia del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n.81 in riferimento alla organizzazione di un Sistema di Prevenzione aziendale, alle procedure di lavoro, al rapporto uomo-macchina e uomo ambiente/sostanze pericolose, alle misure generali di tutela della salute dei lavoratori e alla valutazione dei rischi; Il sistema legislativo La gerarchia delle fonti giuridiche; Le Direttive Europee; La Costituzione, Codice Civile e Codice Penale; L evoluzione della normativa sulla sicurezza e igiene del lavoro; Statuto dei Lavoratori e normativa sulla assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e malattie professionali; Il D.Lgs. 81/2008: l organizzazione della prevenzione in azienda, i rischi considerati e le misure preventive esaminati in modo associato alla normativa vigente collegata; La legislazione relativa a particolari categorie di lavoro: lavoro minorile, lavoratrici madri, lavoro notturno, lavori atipici, etc..; Le norme tecniche UNI, CEI e loro validità; I soggetti del sistema aziendale, obblighi, compiti, responsabilità Il Datore di lavoro, i Dirigenti e i Preposti; Il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), gli Addetti del SPP; Il Medico Competente (MC); Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)e il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale (RLST); Gli Addetti alla prevenzione incendi, evacuazione dei lavoratori e pronto soccorso; I Lavoratori; I Progettisti, i Fabbricanti, i Fornitori e gli Installatori; I Lavoratori autonomi; l sistema pubblico della prevenzione Vigilanza e controllo; Il sistema delle prescrizioni e delle sanzioni; Informazione, assistenza e consulenza; Criteri e strumenti per l individuazione e la valutazione dei rischi Concetti di pericolo, rischio, danno, prevenzione; Analisi degli infortuni; Documento di valutazione dei rischi: contenuto e specificità; Individuazione e quantificazione dei rischi; Priorità e tempistica degli interventi di miglioramento;

24 Classificazione dei rischi Rischio da ambienti di lavoro; Rischio elettrico; Rischi fisici ( rumore vibrazioni elettromagnetismo mmc); Rischi chimici, cancerogeni e mutageni; Rischio ergonomico; Vdt; Rischio movimentazione merci (apparecchi di sollevamento, mezzi di trasporto); Rischio di incendio ed esplosione Il quadro legislativo antincendio e C.P.I.; Gestione ed organizzazione delle emergenze elementari: antincendio e primo soccorso; Informazione, e formazione L informazione, la formazione e l addestramento dei lavoratori; Le ricadute applicative e organizzative della valutazione dei rischio Il piano delle misure di prevenzione; Il piano e la gestione del pronto soccorso; La sorveglianza sanitaria: (definizione della necessità della sorveglianza sanitaria, specifiche tutele per le lavoratrici madri, minori, invalidi, visite mediche e giudizi di idoneità, ricorsi); I Dispositivi di Protezione Individuale (DPI): criteri di scelta e di utilizzo; La gestione degli appalti. REQUISITI DEI DOCENTI Le docenze verranno effettuate, con riferimento ai diversi argomenti, da personale con esperienza formativa, documentata, almeno biennale, nel settore della prevenzione, sicurezza e salute nei luoghi di lavoro ORGANIZZAZIONE In ordine all organizzazione dei corsi di formazione, si conviene sui seguenti requisiti: a) individuazione di un responsabile del progetto formativo; b) tenuta del registro di presenza dei formandi da parte del soggetto che realizza il corso; c) numero dei partecipanti per ogni corso: massimo 30 unità. d) assenze ammesse: massimo 10% del monte orario complessivo. METODOLOGIA DIDATTICA Per quanto concerne la metodologia di insegnamento/apprendimento si concorda nel privilegiare le metodologie attive, che comportano la centralità dell allievo nel percorso di apprendimento. A tali fini è necessario: a) garantire un equilibrio tra lezioni frontali, valorizzazione e confronto delle esperienze in aula, nonché lavori di gruppo, nel rispetto del monte ore complessivo e di ciascun modulo, laddove possibile con il supporto di materiali anche multimediali; b) favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving, applicate a simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione; c) prevedere dimostrazioni e prove pratiche. VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE Al termine del corso si svolgerà una prova di verifica: un questionario a risposta multipla. I test verranno corretti, discussi ed analizzati in aula. Il successo nella prova, che si intende superata con almeno il 70% delle risposte esatte. L esito positivo della prova di verifica finale, unitamente ad una presenza pari almeno al 90% del monte ore, consente il rilascio, al termine del percorso formativo, dell attestato di frequenza con verifica dell apprendimento.

PROGRAMMA CORSO PER RSPP

PROGRAMMA CORSO PER RSPP PROGRAMMA CORSO PER RSPP MODULO A Titolo Argomenti Tempi Presentazione del corso L approccio alla prevenzione attraverso il D. Lgs. 626/94 per un percorso di miglioramento della sicurezza e della salute

Dettagli

Modulo B6. PROGRAMMA CORSO MODULO A Il sistema legislativo: D. Lgs. 81/2008 e modifiche (D. Lgs. 106/09)

Modulo B6. PROGRAMMA CORSO MODULO A Il sistema legislativo: D. Lgs. 81/2008 e modifiche (D. Lgs. 106/09) Corso RSPP Modulo A+B+C+ per consulenti Titolo corsosettore Costo (IVA Durata ore esclusa) Modulo A 28 600 Modulo B1 Agricoltura 36 800 Modulo B2 Pesca 36 800 Modulo B3 Estrazioni Minerali e Costruzioni

Dettagli

MODULO A PER RSPP/ASPP- MACRO SETTORE DI ATTIVITA : TUTTI

MODULO A PER RSPP/ASPP- MACRO SETTORE DI ATTIVITA : TUTTI MODULO A PER RSPP/ASPP- MACRO SETTORE DI ATTIVITA : TUTTI MODULO ORE ARGOMENTO La filosofia del D.lgs 66/94 in riferimento METODI MATERIALI DIDATTICI DOCENTI L approccio alla prevenzione attraverso il

Dettagli

FORMAZIONE OBBLIGATORIA RESPONSABILE SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) E ADDETTO SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (ASPP) Modulo base A

FORMAZIONE OBBLIGATORIA RESPONSABILE SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) E ADDETTO SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (ASPP) Modulo base A FORMAZIONE OBBLIGATORIA RESPONSABILE SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) E ADDETTO SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (ASPP) Modulo base A Comparto: Sicurezza aziendale Codice: 1911023 Descrizione

Dettagli

Modulo B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo (per RSPP e ASPP) Da 8 a 68 ore a seconda del macrosettore di appartenenza

Modulo B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo (per RSPP e ASPP) Da 8 a 68 ore a seconda del macrosettore di appartenenza Modulo B Formazione tecnica specifica per settore produttivo (per RSPP e ASPP) Da a 6 ore a seconda del macrosettore di appartenenza Questo modulo si articola in macrosettori costruiti tenendo conto dell

Dettagli

CORSO PER RESPONSABILE SICUREZZA R.S.P.P. ***** CORSO ADDETTO SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE A.S.P.P. ***** Finalità del corso

CORSO PER RESPONSABILE SICUREZZA R.S.P.P. ***** CORSO ADDETTO SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE A.S.P.P. ***** Finalità del corso CORSO PER RESPONSABILE SICUREZZA R.S.P.P. ***** CORSO ADDETTO SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE A.S.P.P. ***** Finalità del corso Il corso di formazione per RSPP costituito dai moduli A, B, C con lo

Dettagli

Corso di formazione per ASPP - RSPP (MOD. A) - Corso abilitante alla funzione -

Corso di formazione per ASPP - RSPP (MOD. A) - Corso abilitante alla funzione - Studio di Consulenza e Formazione Consulting Professional Napoli - Corso Arnaldo Lucci 102 Cell.393.943.81.57 Centro di formazione Certificazione per erogazione a marchio Aifos Riferimenti legislativi

Dettagli

DATORI DI LAVORO - RESPONSABILI DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE RESP. SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE - MOD.C

DATORI DI LAVORO - RESPONSABILI DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE RESP. SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE - MOD.C CORSI A CATALOGO AREA TEMATICA SICUREZZA SETTORE IGIENE, AMBIENTE E SICUREZZA Responsabile del settore: Dott. ssa Maria Grazia DELL OMO Telefono:0773/441241 Cellulare:393/9301007 E-mail: dellomo@stepspa.it

Dettagli

LAVORATORI. Accordo Stato Regioni n. 221 del 21/12/2011 sulla formazione. Formazione da fare ex novo. Formazione già effettuata. Aggiornamento 6 ore

LAVORATORI. Accordo Stato Regioni n. 221 del 21/12/2011 sulla formazione. Formazione da fare ex novo. Formazione già effettuata. Aggiornamento 6 ore Accordo Stato Regioni n. 221 del 21/12/2011 sulla formazione LAVORATORI FASE Formazione da fare ex novo Le ore sono 4 (parte Generale) + 4/8/12 in funzione del rischio del settore di appartenenza e valutazione

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE ASPP / RSPP

CORSO DI FORMAZIONE ASPP / RSPP CORSO DI FORMAZIONE ASPP / RSPP MODULO A DATA ORARIO UNITA DIDATTICA LEZIONE 30 marzo 2017 4 aprile 2017 9:00 13:00 6 aprile 2017 11 aprile 2017 A1-8 ore Presentazione e apertura del corso; L'approccio

Dettagli

In particolare, l Accordo prevede un percorso formativo composto da diversi moduli, denominati:

In particolare, l Accordo prevede un percorso formativo composto da diversi moduli, denominati: MODULI A, B, SP1, SP2, SP3, SP4 E C: FORMAZIONE RSPP E ASPP L Accordo Stato Regioni del 7/7/16 ha modificato le caratteristiche dei percorsi formativi necessari per assumere il ruolo di Responsabile del

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Giunta Regionale della Campania Ufficio del Datore di Lavoro Corso modulare per la formazione di Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione ASPP 1. Organizzazione Soggetto organizzatore del corso:

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Giunta Regionale della Campania Ufficio del Datore di Lavoro Corso modulare per la formazione di Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione ASPP 1. Organizzazione Soggetto organizzatore del corso:

Dettagli

RLS Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza (Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009, art. 37 commi 10,11 e art.

RLS Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza (Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009, art. 37 commi 10,11 e art. RLS Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza (Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009, art. 37 commi 10,11 e art. 47 ) Corso rivolto a LAVORATORI Date 13-14-15-16 Novembre 2017 Orari 9.00-13.00

Dettagli

RLS - D.Lgs.81/ ore Online

RLS - D.Lgs.81/ ore Online RLS - D.Lgs.81/08 32 ore Online Descrizione del corso Obbiettivi Il corso per RLS costituisce corso di base per lo svolgimento del ruolo di R.L.S. in applicazione all art. 37 del D.Lgs. 9 Aprile 2008,

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA R.L.S. Decreto Legislativo n. 81/2008, art.

CORSO DI FORMAZIONE PER RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA R.L.S. Decreto Legislativo n. 81/2008, art. CORSO DI FORMAZIONE PER RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA R.L.S. Decreto Legislativo n. 81/2008, art. 37, commi 10 e 11 Corso rivolto ai lavoratori Date Lunedì 02 ottobre 2017 Martedì 03 ottobre

Dettagli

CORSO PER RSPP - ASPP MODULO B

CORSO PER RSPP - ASPP MODULO B CORSO PER RSPP - ASPP MODULO B Il modulo B di specializzazione è relativo al corso di formazione che tratta la natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro, correlati alle specifiche attività lavorative.

Dettagli

CORSO RLS SETTORE CHIMICO

CORSO RLS SETTORE CHIMICO CORSO RLS SETTORE CHIMICO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI 40 ORE con modulo aggiuntivo di formazione specifica sul rischio chimico Corso rivolto ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

Responsabile e Addetto del Servizio di Prevenzione e Protezione

Responsabile e Addetto del Servizio di Prevenzione e Protezione Responsabile e Addetto del Servizio di Prevenzione e Protezione MODULO B5 Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009-STATO-REGIONI 26.01.06 RAFFINERIE-TRATTAMENTO COMBUSTIBILI NUCLEARI- INDUSTRIA

Dettagli

8 edizioni di ore 16,00 ciascuna di cui n.7 edizioni per i lavoratori del comparto e n. 1 edizione per i dirigenti

8 edizioni di ore 16,00 ciascuna di cui n.7 edizioni per i lavoratori del comparto e n. 1 edizione per i dirigenti PROGETTO Formazione obbligatoria per Lavoratori in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ai sensi del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. e Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011 Oristano dal 25/05/2012

Dettagli

Formazione ex art. 37 D.Lgs 81/08 Testo unico per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Formazione ex art. 37 D.Lgs 81/08 Testo unico per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro Formazione ex art. 37 D.Lgs 81/08 Testo unico per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato le Regioni e le province autonome di Trento e Bolzano tra

Dettagli

MODULO 2 Rischio elettrico _ Rischio meccanico Macchine attrezzature _ Cadute dall alto

MODULO 2 Rischio elettrico _ Rischio meccanico Macchine attrezzature _ Cadute dall alto ModuloAteco Raffinerie Trattamento combustibili nucleari. Industria chimica, Fibre Gomma, Plastica. MODULO 1 L approccio alla prevenzione e valutazione dei rischi attraverso il D. Lgs. 81/2008 _La valutazione

Dettagli

PROGRAMMA MODULO B9 (12 ore)

PROGRAMMA MODULO B9 (12 ore) AICQ-Meridionale Via Giulio Cesare 101, 80125 Napoli Tel e fax: 081-2396503 P.I.: 07503000535 CORSO PER ADDETTII E RESPONSABIILII DELLA SIICUREZZA (contenuti conformi all art. 32 del D.Lgs. 81/2008 così

Dettagli

CORSO RSPP ASPP MODULO A di base - MODULO DAT. LAV.

CORSO RSPP ASPP MODULO A di base - MODULO DAT. LAV. Corso di Formazione per Responsabili ed Addetti del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP ASPP Modulo A) (RSPP Dat. Lavoro) edizione Titolo I Capo III Sez. III D.Lgs. 81/2008 (agg. D.Lgs. 106/09)

Dettagli

DATORE DI LAVORO RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

DATORE DI LAVORO RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DATORE DI LAVORO RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE IL CORSO In base al D.lgs. 81/2008, in tutte le aziende deve essere nominato il "Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione"

Dettagli

Modulo B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo (per RSPP e ASPP) Durata 60 ore per il macrosettore ATECO 1 Agricoltura

Modulo B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo (per RSPP e ASPP) Durata 60 ore per il macrosettore ATECO 1 Agricoltura Modulo B Formazione tecnica specifica per settore produttivo (per RSPP e ASPP) Durata 60 ore per il macrosettore ATECO 1 Agricoltura Questo modulo si articola in macrosettori costruiti tenendo conto dell

Dettagli

Modulo B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo (per RSPP e ASPP) Durata 60 ore per il macrosettore ATECO 7 - sanità servizi sociali

Modulo B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo (per RSPP e ASPP) Durata 60 ore per il macrosettore ATECO 7 - sanità servizi sociali Modulo B Formazione tecnica specifica per settore produttivo (per RSPP e ASPP) Durata 60 ore per il macrosettore ATECO 7 - sanità servizi sociali Questo modulo si articola in macrosettori costruiti tenendo

Dettagli

FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER RSPP, ASPP, DATORI DI LAVORO, LAVORATORI, DIRIGENTI E PREPOSTI

FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER RSPP, ASPP, DATORI DI LAVORO, LAVORATORI, DIRIGENTI E PREPOSTI OBBLIGATORIA PER RSPP, ASPP, DATORI DI LAVORO, LAVORATORI, DIRIGENTI E PREPOSTI I corsi proposti in questa sezione sono progettati per fornire e assicurare la formazione di base obbligatoria prevista dalla

Dettagli

FORMAZIONE PER RESPONSABILI E ADDETTI SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE. art. 32 D.Lgs 81/2008 e Accordo Stato Regioni 7 luglio 2016.

FORMAZIONE PER RESPONSABILI E ADDETTI SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE. art. 32 D.Lgs 81/2008 e Accordo Stato Regioni 7 luglio 2016. FORMAZIONE PER RESPONSABILI E ADDETTI SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE art. 32 D.Lgs 81/2008 e Accordo Stato Regioni 7 luglio 2016 MODULO A 28 ore Cod. Sas1.3/2016 PROGRAMMA UNITA DIDATTICA A1 8 Presentazione

Dettagli

SICUREZZA AMBIENTE ALIMENTI ENERGIA CERTIFICAZIONI AMMINISTRAZIONE, FISCO E LEGALE MANAGEMENT COMUNICAZIONE E MARKETING PROFESSIONALIZZANTI CATALOGO

SICUREZZA AMBIENTE ALIMENTI ENERGIA CERTIFICAZIONI AMMINISTRAZIONE, FISCO E LEGALE MANAGEMENT COMUNICAZIONE E MARKETING PROFESSIONALIZZANTI CATALOGO 2016 CATALOGO CORSI SICUREZZA AMBIENTE ALIMENTI ENERGIA CERTIFICAZIONI AMMINISTRAZIONE, FISCO E LEGALE MANAGEMENT COMUNICAZIONE E MARKETING PROFESSIONALIZZANTI 2016 CATALOGO CORSI SICUREZZA AMBIENTE ALIMENTI

Dettagli

A.F.P. - Confartigianato Barletta

A.F.P. - Confartigianato Barletta in collaborazione con: ZETA VU Società di Ingegneria srl Barletta A.I.B.A.T. Associazione Ingegneri BAT A.F.P. - Confartigianato Barletta Organizza corsi di: 1. RESPONSABILE/ADDETTO SERVIZIO DI PREVENZIONE

Dettagli

CATALOGO CORSI E SERVIZI

CATALOGO CORSI E SERVIZI CATALOGO CORSI E SERVIZI Via Iacobucci, 102 Frosinone. Tel.0775 203053 SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO DOCUMENTAZIONE Documento Di Valutazione Dei Rischi (D.V.R.) Rilevazioni tecniche: fonometriche e vibrazioni

Dettagli

-PROGRAMMA DEL CORSO-

-PROGRAMMA DEL CORSO- -PROGRAMMA DEL CORSO- RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE MODULO B 7 (Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009-STATO-REGIONI 26.01.06 ) SANITA - SERVIZI SOCIALI Corso di 60 ore

Dettagli

Corso di formazione per RSPP Datore di lavoro

Corso di formazione per RSPP Datore di lavoro Studio di Consulenza e Formazione Consulting Professional Napoli - Corso Arnaldo Lucci 102 Cell. 393.943.81.57 Centro di formazione Riferimenti legislativi D.Lgs. 09 Aprile 2008 n. 81 art. 34 comma 1 Salvo

Dettagli

Modulo B. Obiettivi generali:

Modulo B. Obiettivi generali: Modulo B Formazione tecnica specifica per settore produttivo (per RSPP e ASPP) Durata 60 ore per il macrosettore ATECO 3 Estrazioni minerali - Altre industrie estrattive - Costruzioni Questo modulo si

Dettagli

SCHEDA DI ISCRIZIONE AL CORSO DI FORMAZIONE

SCHEDA DI ISCRIZIONE AL CORSO DI FORMAZIONE SCHEDA DI ISCRIZIONE AL CORSO DI FORMAZIONE DATI AZIENDA Ragione Sociale con sede in alla via tel. fax. e-mail attività esercitata n. dipendenti Partita Iva Codice Fiscale DATI DEL TITOLARE/AMM./LEGALE

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PER RESPONSABILE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS)

ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PER RESPONSABILE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS) ORGANIZZAZIONE DEL CORSO PER RESPONSABILE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS) Capitale Sociale 10 000,00 i.v. Iscrizione Registro Imprese di Viterbo e P.IVA 01894250560 - R.E.A. di Viterbo n 136832 In

Dettagli

Operatori ASL/SPISLL impegnati: 1 biologo 1 medico 1 infermiere 2 operatori prof.li, 1 amministrativo

Operatori ASL/SPISLL impegnati: 1 biologo 1 medico 1 infermiere 2 operatori prof.li, 1 amministrativo Storia del corso di formazione per le scuole superiori Nel 1998 viene elaborato il progetto INTERVENTO PER UNA NUOVA CULTURA DELLA PREVENZIONE NELLA FASE DI ORIENTAMENTO AL LAVORO in collaborazione tra

Dettagli

CATALOGO CORSI. Novembre Dicembre Catalogo corsi Novembre - Dicembre 2016 Valrisk S.r.l. Pagina 1 di 15

CATALOGO CORSI. Novembre Dicembre Catalogo corsi Novembre - Dicembre 2016 Valrisk S.r.l. Pagina 1 di 15 CATALOGO CORSI Sede Operativa: Via Stelvio, 19-23014 Delebio (Sondrio) Sede legale: Via Giulio Uberti, 12-20129 MILANO Telefono:0342-684377 - FAX:0342-685899 e-mail: info@valrisk.it P.Iva 07246240969 Novembre

Dettagli

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I DATORI DI LAVORO (ART. 34 D.LGS. 81/08)

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I DATORI DI LAVORO (ART. 34 D.LGS. 81/08) FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I DATORI DI LAVORO (ART. 34 D.LGS. 81/08) L Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011 (pubblicato in G.U. 11 gennaio 2012 n. 8) disciplina la durata, i contenuti minimi,

Dettagli

RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE MODULO B5 Chimico PER R.S.P.P (D.Lgs. 81/2008 - Stato-Regioni 26/01/2006)

RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE MODULO B5 Chimico PER R.S.P.P (D.Lgs. 81/2008 - Stato-Regioni 26/01/2006) RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE MODULO B5 Chimico PER R.S.P.P (D.Lgs. 81/2008 - Stato-Regioni 26/01/2006) Programma del corso: (Durata: Corso di 68 ore + simulazione finale) Modulo

Dettagli

-PROGRAMMA DEL CORSO- RAPPRESENTANTE LAVORATORI - R.L.S.

-PROGRAMMA DEL CORSO- RAPPRESENTANTE LAVORATORI - R.L.S. -PROGRAMMA DEL CORSO- Metodologia: Aula+Azienda+Formazione e-learning RAPPRESENTANTE LAVORATORI - R.L.S. D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 art. 37 coordinato al D. Lgs. 3 agosto 2009, n. 106 Durata del corso

Dettagli

Responsabile ed Addetto del Servizio di Prevenzione e Protezione

Responsabile ed Addetto del Servizio di Prevenzione e Protezione Responsabile ed Addetto del Servizio di Prevenzione e Protezione CORSO DI AGGIORNAMENTO 12 ORE Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009, art. 32 e Accordo Stato Regioni 26.01.06 PER TUTTI I SETTORI

Dettagli

FORMAZIONE RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA

FORMAZIONE RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA FORMAZIONE RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE BASE PER RLS Corso rivolto ai lavoratori eletti o designati RLS Date Orari Durata del corso Sede CFA Obiettivi e Finalità del

Dettagli

SAN LORENZO SERVIZI Sicurezza del lavoro Igiene degli Alimenti Ambiente Formazione

SAN LORENZO SERVIZI Sicurezza del lavoro Igiene degli Alimenti Ambiente Formazione CORSI DI FORMAZIONE PER AGGIORNAMENTO RSPP DATORE DI LAVORO SEDE: Via Arrigo da Settimello, 7/5 50135 Firenze (FI) - Martedì 15 novembre 2016 orario 14.00-18.00 Dott. Paolo Deidda Principi generali e basi

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE DEI LAVORATORI - GENERALE E SPECIFICA

CORSO DI FORMAZIONE DEI LAVORATORI - GENERALE E SPECIFICA CORSO DI FORMAZIONE DEI LAVORATORI - GENERALE E SPECIFICA L art. 37 del D. Lgs. 81/08 prevede che il Datore di lavoro provveda alla formazione di tutti i lavoratori, secondo i contenuti e la durata previsti

Dettagli

I NOSTRI CORSI DI FORMAZIONE

I NOSTRI CORSI DI FORMAZIONE I NOSTRI CORSI DI FORMAZIONE via palestro 16 23900 lecco tel. 0341 283999 fax: 0341 272359 e-mail info@studioares.net via baertsch 4 24124 bergamo tel. 035 363319 e-mail infobg@studioares.net Datori di

Dettagli

Addetto e Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione. Modulo B3 - Costruzioni

Addetto e Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione. Modulo B3 - Costruzioni PROGRAMMA Addetto e Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Modulo B3 - Costruzioni (Art. 32 D.Lgs. 9 Aprile 2008 n.81 e s.m.i. Accordo Stato Regioni 26/01/2006) Durata 60 ore Date e orari

Dettagli

RAGIONE SOCIALE SINTHESI ENGINEERING S.R.L.

RAGIONE SOCIALE SINTHESI ENGINEERING S.R.L. RAGIONE SOCIALE SINTHESI ENGINEERING S.R.L. OGGETTO CATALOGO FORMATIVO SICUREZZA SUL LAVORO Lista di revisione n. revisione data identificazione documento modifiche 00 02 Ottobre 2017 CatalogoFormativo_rev00

Dettagli

Durata 32 ore. Il corso è destinato a coloro che assumono la funzione di Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) aziendale.

Durata 32 ore. Il corso è destinato a coloro che assumono la funzione di Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) aziendale. Corsi di formazione e informazione in materia di sicurezza destinati alle varie figure aziendali C005 Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Art. 37 comma 11 del D.Lgs 81/2008

Dettagli

CORSO B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo

CORSO B. Formazione tecnica specifica per settore produttivo Centro di Ateneo per la Ricerca, Trasferimento e Alta Formazione nell'ambito dello studio delle condizioni di rischio e di sicurezza e per lo sviluppo delle attività di protezione civile ed ambientale

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE FINANZIABILI DA FONDIMPRESA

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE FINANZIABILI DA FONDIMPRESA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2017-2018 FINANZIABILI DA FONDIMPRESA Revisione 02 del 02/01/2017 INDICE CORSI PER DATORI DI LAVORO 1. Corso di Formazione per Datore di Lavoro che svolge direttamente la funzione

Dettagli

Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione CORSO DI AGGIORNAMENTO 60 ORE Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009, art. 32 e Accordo Stato Regioni 26.01.06 PER TUTTI I SETTORI DI MACROATTIVITA

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE AZIENDALE IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

CORSI DI FORMAZIONE AZIENDALE IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO CORSI DI FORMAZIONE AZIENDALE IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO NORMATIVE Quali sono le normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro in vigore? Le principali leggi di riferimento per gli adempimenti

Dettagli

R.S.P.P./A.S.P.P. MODULO B5 (RESPONSABILE E ADDETTO AL SERVIZIO PREVENZIONE E

R.S.P.P./A.S.P.P. MODULO B5 (RESPONSABILE E ADDETTO AL SERVIZIO PREVENZIONE E PROGRAMMA DEL CORSO R.S.P.P./A.S.P.P. MODULO B5 (RESPONSABILE E ADDETTO AL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE MODULO DI SPECIALIZZAZIONE) MACROSETTORE N. 5 INDUSTRIA CHIMICA, GOMMA RAFFINERIE (Decreto Legislativo

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO AREA SICUREZZA EDIZIONE 01/2015

CATALOGO FORMATIVO AREA SICUREZZA EDIZIONE 01/2015 CATALOGO FORMATIVO AREA SICUREZZA EDIZIONE 01/2015 Studio Crosta & Associati S.r.l. Viale di Casabianca, 19-63900Fermo (FM) Tel. 0734_641928 Fax 0734_278007 REGOLAMENTO GENERALE PER LA PARTECIPAZIONE AI

Dettagli

Associazione Ambiente e Lavoro Soggetto Formatore accreditato dalla Regione Lombardia - DDG del 06/12/05

Associazione Ambiente e Lavoro Soggetto Formatore accreditato dalla Regione Lombardia - DDG del 06/12/05 Associazione Ambiente e Lavoro Soggetto Formatore accreditato dalla Regione Lombardia - DDG 18416 del 06/12/05 E stato attivato l accredito Nell ambito del progetto E stato chiesto l accredito Circolare

Dettagli

-PROGRAMMA DEL CORSO- Metodologia in Aula

-PROGRAMMA DEL CORSO- Metodologia in Aula -PROGRAMMA DEL CORSO- Metodologia in Aula CORSO R.S.P.P. MODULO B4 -INDUSTRIA D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 art. 32 coordinato al D. Lgs. 3 agosto 2009, n. 106 ed Accordo Stato-Regione del 26 gennaio 2006

Dettagli

CORSO PER LAVORATORI RISCHIO AZIENDALE BASSO Parte generale + Parte specifica durata: 4 ore + 4 ore = 8 ore

CORSO PER LAVORATORI RISCHIO AZIENDALE BASSO Parte generale + Parte specifica durata: 4 ore + 4 ore = 8 ore FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO PER LAVORATORI, DIRIGENTI E PREPOSTI Accordo Stato-Regioni del 21.12.2011 e Linee Guida Formazione del 25.07.2012 Alla luce

Dettagli

Date delle lezioni del corso: Sede del corso: Segreteria organizzativa: Programma del corso: Giovedì 5 Novembre 2015 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00

Date delle lezioni del corso: Sede del corso: Segreteria organizzativa: Programma del corso: Giovedì 5 Novembre 2015 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00 Date delle lezioni del corso: Data Ora Giovedì 5 Novembre 2015 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00 Martedì 10 Novembre 2015 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00 Giovedì 12 Novembre 2015 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00 Giovedì

Dettagli

Formazione per la sicurezza: il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Formazione per la sicurezza: il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Formazione per la sicurezza: il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Ing.Marco Masi Regione Toscana - D.G. Diritto alla Salute Coordinamento Tecnico delle Regioni e Province Autonome IL

Dettagli

G COMMERCIO ALL INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONI DI

G COMMERCIO ALL INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONI DI Commercio ingrosso e dettaglio Attività artigianali non assimilabili alle precedenti(carrozzerie, riparazione veicoli, lavanderie, parrucchieri, panificatori, pasticceri, ecc.) RISCHIO BASSO G G COMMERCIO

Dettagli

Modulo B. Obiettivi generali:

Modulo B. Obiettivi generali: Modulo B Formazione tecnica specifica per settore produttivo (per RSPP e ASPP) Durata 24 ore per il macrosettore ATECO 8 Pubblica amministrazione e istruzione Questo modulo si articola in macrosettori

Dettagli

PROGRAMMA. TITOLO ARGOMENTI TEMPI Modulo A 1. 4 ore. Presentazione del corso

PROGRAMMA. TITOLO ARGOMENTI TEMPI Modulo A 1. 4 ore. Presentazione del corso PROGRAMMA Modulo A 1 Presentazione del corso L approccio alla prevenzione attraverso il D.Lgs. 626/94 per un percorso di miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori. Il sistema legislativo:

Dettagli

RISCHIO BASSO (6 ore)

RISCHIO BASSO (6 ore) Pagina1 RISCHIO BASSO (6 ore) Commercio ingrosso e dettaglio Attività Artigianali non assimilabili alle precedenti (carrozzerie, riparazione veicoli lavanderie, parrucchieri, panificatori, pasticceri,

Dettagli

nei confronti del proprio personale e di quello delle altre istituzioni scolastiche

nei confronti del proprio personale e di quello delle altre istituzioni scolastiche Linee guida per l attuazione dei corsi per ASPP e RSPP di cui all accordo tra Governo e le Regioni e Province autonome dd. 26 gennaio 2006, art 2 commi 2,3,4,5 del D.Lgs 195/03. Soggetti attuatori : Regioni

Dettagli

ESTRATTO dell'allegato XXI T.U. D.Lgs. 81/2008

ESTRATTO dell'allegato XXI T.U. D.Lgs. 81/2008 ESTRATTO dell'allegato XXI T.U. D.Lgs. 81/2008 SOGGETTI FORMATORI, DURATA, INDIRIZZI E REQUISITI MINIMI DEI CORSI DI FORMAZIONE TEORICO-PRATICO PER LAVORATORI ADDETTI AI SISTEMI DI ACCESSO E POSIZIONAMENTO

Dettagli

Formazione dei Lavoratori

Formazione dei Lavoratori pagina 1 di 8 Formazione dei Lavoratori articolo 37 D.Lgs. 81/08 Accordo Conferenza Stato Regioni del 21/12/2011 Rep. Atti n. 221/CSR Gazzetta Ufficiale n. 8 del 11 gennaio 2012 pagina 2 di 8 paragrafo

Dettagli

Corso di Formazione per i Coordinatori per la progettazione e per l esecuzione dei lavori

Corso di Formazione per i Coordinatori per la progettazione e per l esecuzione dei lavori Corso di Formazione per i Coordinatori per la progettazione e per l esecuzione dei lavori PARTE TEORICA: 1^ MODULO GIURIDICO 28 Ore 1.1 2.02.2016 0,5 15,00-15,30 Introduzione al Corso. 1,5 15,30-17,00

Dettagli

MODULO B Macro Settori di attività (ATECO) CORSO per RSPP e ASPP

MODULO B Macro Settori di attività (ATECO) CORSO per RSPP e ASPP MODULO B Macro Settori di attività (ATECO) CORSO per RSPP e ASPP (ex Art. 32 comma 2 D.Lgs. n. 81/08 e smi) Responsabile del corso e docente: Per. Ind. Mario Passarelli Requisiti Docenti: Esperienza almeno

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Sicilia 1 7 Campania 1 7 Emilia Romagna 1 5 Veneto 8, 4 Basilicata 3 Calabria 3 Liguria 3 Piemonte 3 Valle d'aosta 2 Trentino Alto Adige 2 Puglia 2 Abruzzo 1 Sardegna 1 Lazio 1 Friuli Venezia Giulia 0

Dettagli

Tecniche Nuove - Formazione per la Sicurezza nei luoghi di lavoro

Tecniche Nuove - Formazione per la Sicurezza nei luoghi di lavoro Tecniche Nuove - Formazione per la Sicurezza nei luoghi di lavoro FAQ NORMATIVE Quali sono le normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro in vigore? Quali aziende hanno l'obbligo di adeguarsi alle normative

Dettagli

Date delle lezioni del corso:! Sede del corso:! Segreteria organizzativa:! Programma del corso:!

Date delle lezioni del corso:! Sede del corso:! Segreteria organizzativa:! Programma del corso:! Date delle lezioni del corso: Data Ora Martedì 23 Settembre 2014 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00 Martedì 30 Settembre 2014 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00 Martedì 7 Ottobre 2014 Ore 9:00-13:00 / 14:00-18:00

Dettagli

-Durata 28 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI

-Durata 28 ore- DESTINATARI CONTENUTI ED OBIETTIVI Corsi di formazione per Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione Art. 32 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Accordo Stato-regioni del 26 gennaio 2006 B031 Corso di aggiornamento ASPP -Durata 28 ore- DESTINATARI

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Trentino Alto Adige 2 Campania

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Trentino Alto Adige 2 Molise

Dettagli

Decreto legislativo , n. 626 (Gazzetta Ufficiale 12 novembre 1994, n. 265)

Decreto legislativo , n. 626 (Gazzetta Ufficiale 12 novembre 1994, n. 265) Decreto legislativo 19.09.1994, n. 626 (Gazzetta Ufficiale 12 novembre 1994, n. 265) Attuazione delle direttive 89/391/CEE, 89/654/CEE, 89/655/CEE, 89/656/CEE, 90/269/CEE, 90/270/CEE, 90/394/CEE, 90/679/CEE,

Dettagli

RISCHIO BASSO H I - ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI ALLOGGIO E DI RISTORAZIONE 55 - ALLOGGIO 56 - ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI RISTORAZIONE

RISCHIO BASSO H I - ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI ALLOGGIO E DI RISTORAZIONE 55 - ALLOGGIO 56 - ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI RISTORAZIONE RISCHIO BASSO ATECO 2002 ATECO 2007 Commercio ingrosso e dettaglio Attività Artigianali non assimilabili alle precedenti (carrozzerie, riparazione veicoli lavanderie, parrucchieri, panificatori, pasticceri,

Dettagli

Percorso formativo SICUREZZA SUL LAVORO IN AGRICOLTURA (ai sensi del D.Lgs 81/2008 art. 32)

Percorso formativo SICUREZZA SUL LAVORO IN AGRICOLTURA (ai sensi del D.Lgs 81/2008 art. 32) Percorso formativo SICUREZZA SUL LAVORO IN AGRICOLTURA (ai sensi del D.Lgs 81/2008 art. 32) MODULO A Corso base [Cod. 1-16] MODULO B Corso comune [Cod. 2a-16] MODULO B SP1 Modulo di Specializzazione Agricoltura,

Dettagli

CATALOGO CORSI. Da Settembre Catalogo corsi da Settembre 2016 Valrisk S.r.l. Pagina 1 di 36

CATALOGO CORSI. Da Settembre Catalogo corsi da Settembre 2016 Valrisk S.r.l. Pagina 1 di 36 CATALOGO CORSI Sede Operativa: Via Stelvio, 19-23014 Delebio (Sondrio) Sede legale: Via Giulio Uberti, 12-20129 MILANO Telefono:0342-684377 - FAX:0342-685899 e-mail: info@valrisk.it P.Iva 07246240969 Da

Dettagli

Catalogo corsi sicurezza 2016 sede di Cesena

Catalogo corsi sicurezza 2016 sede di Cesena Catalogo corsi sicurezza 2016 sede di Cesena A tutte le applichiamo lo sconto del 10% dal secondo iscritto in poi IVA R.S.P.P. - Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione in Azienda - Modulo A 28

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Liguria Marche 8 7,0

Dettagli

INFORMAZIONE, AGGIORNAMENTO

INFORMAZIONE, AGGIORNAMENTO RSPP Corso di aggiornamento 14 ore LAVORATORI E RSPP: FORMAZIONE, INFORMAZIONE, AGGIORNAMENTO Contenuti della formazione e informazione ai lavoratori, della formazione RSPP e relative scadenze 4.1 RSPP

Dettagli

MODULO PRATICO (ORE) RSPP 16/32/48 // // Provana Quality Center. Aggiornamento RSPP 6/10/14 // // Provana Quality Center

MODULO PRATICO (ORE) RSPP 16/32/48 // // Provana Quality Center. Aggiornamento RSPP 6/10/14 // // Provana Quality Center CATALOGO CORSI ANNO 2016 1. RIEPILOGO CORSI Area SICUREZZA SUL LAVORO ATTREZZATURA MODULO TEORICO (ORE) MODULO PRATICO (ORE) SEDE DEL CORSO Piattaforma di Lavoro mobili elevabili (PLE) 4 4 per PLE con

Dettagli

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. A

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. A PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. A DATA ARGOMENTI ORARIO L approccio alla attraverso il D. Lgs. 626/94 per un percorso di miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori La filosofia del D. Lgs.

Dettagli

La formazione dei datori di lavoro RSPP LA FORMAZIONE. Durata Art. 34 D.Lgs. 81/08

La formazione dei datori di lavoro RSPP LA FORMAZIONE. Durata Art. 34 D.Lgs. 81/08 LA FORMAZIONE DEL DATORE DI LAVORO-RSPP Durata 05 27 Accordo Stato-Regioni 21 dicembre 2011 Formazione del datore di lavoro-rspp (G.U. n. 8 dell 11.1.2012) 2/10 Il datore di lavoro RSPP Art. 34 D.Lgs.

Dettagli

BENVENUTI AL CORSO DI FORMAZIONE per RSPP e ASPP. Filippo Macaluso - Corso di formazione per RSPP e ASPP Modulo A 1

BENVENUTI AL CORSO DI FORMAZIONE per RSPP e ASPP. Filippo Macaluso - Corso di formazione per RSPP e ASPP Modulo A 1 BENVENUTI AL CORSO DI FORMAZIONE per RSPP e ASPP Filippo Macaluso - Corso di formazione per RSPP e ASPP Modulo A 1 MODULO 1 Ruolo di RSPP Presentazione del corso Filippo Macaluso - Corso di formazione

Dettagli

In collaborazione con: Direzione Regionale Veneto. Percorso formativo SICUREZZA SUL LAVORO IN AGRICOLTURA (ai sensi del D.Lgs 81/2008 art 32)

In collaborazione con: Direzione Regionale Veneto. Percorso formativo SICUREZZA SUL LAVORO IN AGRICOLTURA (ai sensi del D.Lgs 81/2008 art 32) In collaborazione con: Direzione Regionale Veneto Percorso formativo SICUREZZA SUL LAVORO IN AGRICOLTURA (ai sensi del D.Lgs 81/2008 art 32) MODULO A Corso base - Addetto Responsabile Servizio di Prevenzione

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Emilia Romagna 4,5% 2 Lombardia 4,5% 2 Sicilia 2,0% 0 Campania 8 Piemonte 7,2% 6 Veneto 6,0% 5 Basilicata 4,8% 4 Calabria 4,8% 4 Trentino

Dettagli

Modulo 00 Introduzione alla formazione

Modulo 00 Introduzione alla formazione e-mail:info@studioingsardo.com Generale insegnanti e personale ATA Modulo 00 Introduzione alla Materiale tratto dai pacchetti di del SiRVeSS (Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole)

Dettagli

ENTE DI FORMAZIONE INTERDISCIPLINARE MODENA PROGRAMMA DIDATTICO

ENTE DI FORMAZIONE INTERDISCIPLINARE MODENA PROGRAMMA DIDATTICO PROGRAMMA DIDATTICO CORSO DI FORMAZIONE DI 120 ORE PER COORDINATORI PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI (art. 98 del D. Lgs. 81/08 e s.m.i.) Sede del Corso: c/o Collegio Geometri e Geometri

Dettagli

Progetto SCUOLAV 2015/16. Catalogo attività per gli studenti e insegnanti delle istituzioni scolastiche di Torino e provincia. a.s.

Progetto SCUOLAV 2015/16. Catalogo attività per gli studenti e insegnanti delle istituzioni scolastiche di Torino e provincia. a.s. Catalogo attività per gli studenti e insegnanti delle istituzioni scolastiche di Torino e provincia a.s. 2015/201 /2016 1 AZIONE 1 Formazione per i formatori della sicurezza settore alberghiero Corso di

Dettagli

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. B

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. B PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. B Essendo un modulo di specializzazione, esso tratta la natura dei rischi presenti nei luoghi di lavoro, correlati alle specifiche attività lavorative. La sua durata varia

Dettagli

Sommario PARTE I - T.U. N. 81/2008

Sommario PARTE I - T.U. N. 81/2008 XI Presentazione... Profili Autori... V VII PARTE I - T.U. N. 81/2008 CAPITOLO 1 TITOLO I T.U. - PRINCIPI COMUNI CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI... 1 Il lavoratore... 6 Il datore di lavoro... 8 Il dirigente...

Dettagli

Calendario degli incontri di formazione aggiornato al 05 Ottobre FORMAZIONE GENERALE PER TUTTI I LAVORATORI - 4 ore 21 OTTOBRE :00-13:00

Calendario degli incontri di formazione aggiornato al 05 Ottobre FORMAZIONE GENERALE PER TUTTI I LAVORATORI - 4 ore 21 OTTOBRE :00-13:00 Pagina 1 di 12 Calendario degli incontri di formazione aggiornato al 05 Ottobre 2015 FORMAZIONE GENERALE PER TUTTI I LAVORATORI - 4 ore 21 OTTOBRE 2015 9:00-13:00 FORMAZIONE SPECIFICA LAVORATORI IN ATTIVITA

Dettagli

Provincia di Forlì-Cesena

Provincia di Forlì-Cesena Provincia di Forlì-Cesena Servizio Progettazione e Manutenzione Fabbricati Ufficio Servizio Prevenzione e Protezione PROGRAMMA DELLA FORMAZIONE ANNUALE Provincia di Forlì-Cesena 2012 sito web: www.provincia.fc.it

Dettagli

FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO PER I TECNICI DELLA SICUREZZA

FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO PER I TECNICI DELLA SICUREZZA FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO PER I TECNICI DELLA SICUREZZA PROCEDURE DI LAVORO IN LUOGHI CONFINATI O SOSPETTI DI INQUINAMENTO, ADDESTRAMENTO, GESTIONE EMERGENZE File: Codice protocollo formativo: SkCorso_DL81_LuoghiConfinati_4+16+4h_Rev1_141219_AZ.docx

Dettagli

IL SISTEMA PREVENZIONISTICO AZIENDALE NELLE AZIENDE DELLA ASL della PROVINCIA di MONZA E BRIANZA ANNO 2009

IL SISTEMA PREVENZIONISTICO AZIENDALE NELLE AZIENDE DELLA ASL della PROVINCIA di MONZA E BRIANZA ANNO 2009 IL SISTEMA PREVENZIONISTICO AZIENDALE NELLE AZIENDE DELLA ASL della PROVINCIA di MONZA E BRIANZA ANNO 2009 DESCRIZIONE DEL CAMPIONE SONO STATE 131 LE AZIENDE CAMPIONATE NEL CORSO DEL 2009 NELL AMBITO DEL

Dettagli

Percorso formativo SICUREZZA SUL LAVORO IN AGRICOLTURA (ai sensi del D.Lgs 81/2008 art. 32)

Percorso formativo SICUREZZA SUL LAVORO IN AGRICOLTURA (ai sensi del D.Lgs 81/2008 art. 32) Percorso formativo SICUREZZA SUL LAVORO IN AGRICOLTURA (ai sensi del D.Lgs 81/2008 art. 32) MODULO A Corso base [Cod. 1-16] MODULO B Corso comune [Cod. 2a-16] MODULO B SP1 Modulo di Specializzazione Agricoltura,

Dettagli