Istituto paritario SACRO CUORE VERBALE N 3. OGGETTO: seduta Consiglio d Istituto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istituto paritario SACRO CUORE VERBALE N 3. OGGETTO: seduta Consiglio d Istituto"

Transcript

1 Istituto paritario SACRO CUORE VERBALE N 3 OGGETTO: seduta Consiglio d Istituto In data 27 maggio 2015, alle ore 15,30, per convocazione della Direzione dell Istituto (in data 22 maggio 2015 e come stabilito nell ultima seduta del 4 febbraio), si è tenuta la 3^ seduta del Consiglio in oggetto. Presenti: Ida Dovy (Soeur Ida) Pascale Gouiran (Soeur Pascale) prof.ssa Maria Luisa Campa Per il personale docente Per i Genitori Per gli Studenti Per il personale amministrativo, tecnico in qualità di rappresentante della gestione economica dell Istituto e Legale rappresentante dell Ente Gestore in qualità di rappresentante dell Ente Gestore (vice Presidente e Tesoriere) Coordinatrice delle attività educativo-didattiche della Scuola dell infanzia, primaria, secondaria di I grado, secondaria di II grado-liceo Linguistico Europeo Scuola FRESCHI MICHELA dell infanzia FRIGNANI CARLOTTA Scuola BANDIERA LAURA primaria FALLANI DAVIDE Scuola CERVELLI MARIA CATERINA secondaria di I grado RELLEVA ROSA Scuola DUCHINI DONATA secondaria di II grado SPATOLA LAURA Scuola dell infanzia Scuola primaria Scuola secondaria di I grado Scuola secondaria di II grado Scuola secondaria di II grado RICCIARDI NICODEMI REBECCA ARVEDI ARVEDO de MEO LICHINO MURIEL RIZZUTI GIANFRANCESCO GIACOMONI SARA VALLE GIANLUIGI GATTAMELATA STEFANO VESTINI FRANCESCA GASPARRI GAIA MOLINARI MARTA MIRTI ROSA ANNA Presidente Organo di garanzia Componente Organo di garanzia Vice Presidente Componente Organo di garanzia Componente Organo di garanzia Presidente Componente Organo di garanzia Componente Organo di garanzia Segretaria assente assente assente Diana Napo sig.r Ordine del giorno: 1. Calendario scolastico 15/ Novità organizzative per il prossimo anno scolastico 3. Iniziative volontariato 4. Progetti scolastici stato dei lavori 1

2 5. varie ed eventuali 1. Calendario scolastico 15/ 16 Pur attendendo eventuali diverse direttive dall attuale a.s. nel Lazio, l Ufficio Scolastico Regionale ha disposto l avvio delle lezioni/attività per la data 15 settembre (DGR 315/2014), in ogni ordine di scuola; di ciò il Consiglio prende atto, riservandosi poi di eventualmente adattare il calendario secondo le indicazioni che dovessero sopravvenire. Il Consiglio delibera quindi la scelta della settimana bianca, che, tenuto conto delle esigenze della Scuola e dell Istituto, determina da lunedì 22 a venerdì 26 febbraio Novità organizzative per il prossimo anno scolastico La Coordinatrice espone che proseguendo sul cammino dell attenzione all approfondimento della lingua inglese (l Istituto è già impegnato in ogni ordine di scuola nella preparazione al conseguimento dei diversi livelli Cambridge che gli studenti possono autonomamente sostenere anche presso la Scuola stessa), si è deciso che nel primo biennio del Liceo, la GEOGRAFIA (monte ore settimanale 1h) verrà insegnata in Inglese, prevedendo la compresenza del docente titolare e del docente madrelingua. Rispondendo poi alla richiesta di numerosi genitori, si avvia nel 1 anno del Liceo un progetto di potenziamento dell insegnamento della MATEMATICA: in 2 delle ore lettive previste, il gruppo classe verrà diviso in due sottogruppi (affidati a due docenti) il che offrirà l opportunità di approfondire gli argomenti curricolari. Viene peraltro esposto dall Ente gestore, che la realizzazione di tali iniziative ha ovviamente un onere, cosicchè è richiesta al Consiglio l approvazione di un contributo da parte delle famiglie della Scuola secondaria a copertura delle spese vive che si quantifica in 30,00 (= trenta) annuali, distribuibili sulle 3 rate trimestrali della retta scolastica, che verrebbero quindi incrementate di 10,00 (= dieci) ciascuna. Il Consiglio approva. La rappresentante degli studenti manifesta poi un esigenza didattica, condivisa dal Consiglio, cosicchè la Scuola studierà le modalità per eventualmente ripristinare l obbligatorietà, per coloro che sono iscritti nel V anno nella sezione ESABAC, della frequenza di un ora suppletiva di STORIA in Francese (in aggiunta alle 2 ore curricolari di ordinamento) Viene poi illustrato che la graduale, sempre maggiore, sostituzione ai viaggi di istruzione tradizionali di una serie diversificata di iniziative quali: - scambi con scolaresche di altra nazione - percorsi d Arte - settimane di full immersion linguistico in paesi europei. Il Consiglio, preso atto di quanto sopra ed in continuità con quanto richiesto in occasione dell ultima seduta, ribadisce la necessità di dare maggiore visibilità ai programmi curricolari (approfittando delle Assemblee generali di ogni classe nonché delle Assemblee di Interclasse per la Scuola primaria e degli incontri di Consiglio aperti ai rappresentanti dei Genitori previsti dallo Statuto degli Organi collegiali) nonché alle attività extracurriculari prevedendone, per queste ultime, la presentazione ad inizio anno scolastico, magari anche nelle medesime suddette occasioni di incontro, che potrebbero così essere ottimizzate ed ampliate come oggetto. Viene infine esposto che grazie all interessamento di alcuni Genitori (cfr. varie dell ultima seduta), è stato istituito il servizio trasporto scolastico per gli alunni della Scuola primaria e secondaria di I grado. L iniziativa, pur privata ed organizzata dai Genitori, ha trovato la condivisione della Scuola, che si è offerta per supportare gli stessi nell accertamento della serietà professionale della ditta da essi scelta (Perrella) e per il controllo della necessaria documentazione, assicurando la possibilità di parcheggio ai bus all interno dello spazio aperto dell Istituto nonché l assistenza giornaliera agli studenti nel tragitto dal/al pulmino locali della Scuola. 3. Iniziative volontariato 2

3 Da tempo la nostra Scuola se ne occupa e le richieste di accoglienza tra i nostri progetti di iniziative in tal senso sono sempre più numerose tanto da dover necessariamente fare delle scelte per evitare di disperdere le nostre possibilità. Oltre a quelle già previste, quest anno, con successo, ci si è dedicati anche - al sostegno dell Organizzazione umanitaria internazionale Operation smile, che ha visto genitori e ragazzi impegnati in una giornata di giochi presso l Istituto, - al servizio presso la Casa di Accoglienza San Bernardo per Rifugiati di guerra, che vede i nostri ragazzi dedicarsi settimanalmente all assistenza nello studio di bambini appunto rifugiati nel nostro paese, - ad un aiuto alla Caritas diocesana, in particolare attraverso una periodica raccolta di cibo, - alla promozione, negli spazi della Biblioteca scolastica, dell iniziativa per la raccolta fondi finalizzata alla ricerca, organizzata dall ospedale Bambino Gesù con la distribuzione del testo Spunti e spuntini 4. Progetti scolastici stato dei lavori I progetti sono moltissimi ed il Consiglio preferisce per essi rinviare al seguente elenco, da cui emerge il rispettivo status. In sede di Consiglio sono peraltro state particolarmente apprezzate e dunque è stato espresso un auspicio per la loro prosecuzione nel prossimo anno- iniziative quali la biblioteca, il giornalino, la donazione del sangue, lo sportello di ascolto ed assistenza, il progetto sulle start up. Di seguito l elenco già presentato nella precedente seduta del Consiglio, in rosso il punto d arrivo dell anno: Volontariato Iniziative attuate per il 3 anno consecutivo BABBI NATALE CASE FAMIGLIA INTERO ISTITUTO Progetto LETTURA ANCHE SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DELL INFANZIA PERSONE/CLASSI COINVOLTE 1. Scuola dell Infanzia, primaria, secondaria di I grado, Liceo. Alunni e docenti. 2. Alunni del Liceo per la consegna dei regali di Natale e dei giocattoli alle case famiglia ENTI COINVOLTI 1. Ospedale Policlinico Umberto I Reparto Pediatrico 2. Casa famiglia san Bernardo 3. Casa famiglia Tor Bella Monaca 1. Sensibilizzare i ragazzi alla condivisione e responsabilità in solido degli altri 2. Contribuire concretamente alla raccolta di giocattoli nuovi e vestiti usati in buono stato. 1. Raccolta di giocattoli/vestiti a scuola 2. Consegna dei giocattoli la mattina del 24 dicembre al reparto pediatrico del Policlinico Umberto I e del centro di Ematologia 3. Consegna dei giocattoli e dei vestiti alle case famiglia coinvolte Con l aiuto di genitori e docenti Raccolta, catalogazione, classificazione di testi completata Il 23 aprile inaugurazione della Biblioteca Da allora apertura ogni martedì dalle h 15,30 alle h 17,00 Per quest anno fino all 8 giugno SCUOLA PRIMARIA 3

4 Donazione del Sangue ANCHE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO + LICEO Progetto DELF Prim Progetto scambio Book Project Progetto LETTURA ANCHE SCUOLA infanzia Volontariato Iniziative attuate per il 3 anno consecutivo BABBI NATALE CASE FAMIGLIA INTERO ISTITUTO PERSONE/CLASSI COINVOLTE 3. Tutto il personale della scuola 4. Tutte le classi ENTI COINVOLTI 4. Centro Trasfusionale dell Ospedale Fatebenefratelli dell Isola Tiberina 5. Associazione dei volontari donatori di sangue EMATOS FIDAS 3. Diffondere tra i giovani la cultura della donazione del sangue 4. Contribuire concretamente alla raccolta di sangue 1. Lezioni nelle classi tenute dalle insegnanti di scienze, aventi come obiettivi: - comprendere la necessità e l importanza della donazione del sangue - sviluppare la cultura della solidarietà, della condivisione e del volontariato 2. Organizzazione della/e giornata/e di raccolta. I bambini della classe 4^ della sezione bilingue e della classe 5^ della sezione tradizionale si sono preparati per l esame Delf Prim A1. I bambini della classe 5^ della sezione bilingue per l esame Delf Prim A2. Tutti gli esami sono appena stati sostenuti Obiettivi : raggiungere le 4 competenze di comunicazione in FRANCESE: comprensione orale ( ascoltare e capire), comprensione scritta (leggere e capire), produzione orale (parlare), produzione scritta (scrivere) 39 il numero degli alunni che hanno sostenuto le prove Classe V con corrispettiva della Guiana francese scuola statale Si fermeranno per 3 giorni a Roma. Nostra accoglienza per 1 giorno, nel mese di marzo Classi III/IV/V Lezioni frontali e laboratoriali per la realizzazione di INDOVINELLI IN LINGUA INGLESE e FRANCESE (solo cl V) E DISEGNI REALIZZATI IN CLASSE Il libro è stato realizzato, sarà registrato su CD in questi giorni Con l aiuto di genitori e docenti Raccolta, catalogazione, classificazione di testi completata Il 23 aprile inaugurazione della Biblioteca Da allora apertura ogni martedì dalle h 15,30 alle h 17,00 Per quest anno fino all 8 giugno PERSONE/CLASSI COINVOLTE Scuola dell Infanzia, primaria, secondaria di I grado, Liceo. Alunni e docenti. Alunni del Liceo per la consegna dei regali di Natale e dei giocattoli alle case famiglia ENTI COINVOLTI Ospedale Policlinico Umberto I Reparto Pediatrico Casa famiglia san Bernardo Casa famiglia Tor Bella Monaca Sensibilizzare i ragazzi alla condivisione e responsabilità in solido degli altri Contribuire concretamente alla raccolta di giocattoli nuovi e vestiti usati in buono stato. 4

5 Raccolta di giocattoli/vestiti a scuola Consegna dei giocattoli la mattina del 24 dicembre al reparto pediatrico del Policlinico Umberto I e del centro di Ematologia Consegna dei giocattoli e dei vestiti alle case famiglia coinvolte CAMPIONATI INTERNAZIONALI DI GIOCHI MATEMATICI Unibocconi Milano ANCHE LICEO Progetti SCAMBI Progetto Delf A scuola di News Young European Journalists promosso da A scuola di News Snc ANCHE LICEO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Si tratta di campionati indetti dall Università Bocconi di Milano, che prevedono la partecipazione di studenti di tutte le classi di scuola secondaria, suddivise in categorie: C1: classi I e II secondaria di 1 grado; C2: classi III secondaria di 1 grado e I secondaria di 2 grado; L1: classi dalla II alla IV secondaria di 2 grado; L2: classe V secondaria di 2 grado. La scuola secondaria di I grado partecipa dal 2011 a tali campionati, estesi quest anno, facoltativamente, anche agli studenti del Liceo. I campionati consistono in una serie di selezioni, a partire dai cosiddetti Giochi d Autunno, che si svolgono nel mese di Novembre presso il proprio istituto. A questa sessione partecipa il 100% degli studenti della nostra scuola secondaria di I grado e, quest anno, vi ha preso parte anche circa il 30% degli studenti del Liceo. I primi tre classificati per ogni categoria accedono di diritto alla sessione di Marzo dei cosiddetti Campionati Nazionali, che si svolgono in una scuolapolo della propria città. I primi 8/10 classificati di questa sessione accedono poi alla Finale Nazionale a Milano, nel mese di Maggio. Ogni anno, sin dalla prima partecipazione, l istituto ha avuto studenti che sono arrivati in finale per la categoria C2 Alle classi 2^ e 3^ è stato proposto uno scambio con la scuola media Sainte-Thérèse a Nizza. A novembre, i ragazzi di 2^ hanno alloggiato in albergo con i loro insegnanti e hanno seguito le lezioni nella scuola francese. A marzo, i ragazzi di 3^ hanno alloggiato nelle famiglie dei loro corrispondenti e hanno seguito le lezioni nella scuola francese. Obiettivi : pratica della lingua francese nei contesti scolastico e famigliare, approccio alla cultura, crescita personale. Sezione tradizionale : le classi 2^ e 3^ si sono preparati per l esame DELF livello A2. L esame è stato sostenuto dai ragazzi di classe 3^ a maggio. Sezione bilingue : le classi 2^ e 3^ si sono preparati per l esame DELF livello B1. L esame è stato sostenuto dai ragazzi di classe 3^ a maggio Obiettivi : raggiungere le 4 competenze di comunicazione : comprensione orale (ascoltare e capire), comprensione scritta (leggere e capire), produzione orale (parlare), produzione scritta (scrivere). classe 3^ progetto teorico e pratico volto ad insegnare le tecniche base del giornalismo e a sviluppare l idea di cittadinanza attiva, privilegiando un approccio alla conoscenza diretta della realtà, attraverso l esperienza e la sperimentazione. I giornalisti tutor che seguono e affiancano i ragazzi - stanno preparando, con loro, un giornale di istituto e per stamparlo si stanno raccogliendo dei fondi attraverso la vendita di spazi pubblicitari. L ambizione è grande: stampare almeno due numeri, pubblicarli sul nostro 5

6 Concorso LIVING TOGETHER: GIOVANI E ANZIANI ALLA RICERCA DELLA PACE. Attività legate al teatro Eliseo IO AMO:sulla poesia spettacolo teatrale: Endecasilla boh giocato sulla forza della poesia. Sarà integrato dall incontro, a scuola, con l attore Sebastiano Nardone, uno degli interpreti dello spettacolo, sulla importanza della recitazione, a partire dai più celebri versi di Dante ANCHE II LICEO Attività legate al teatro Eliseo IO LEGGO: VALORIZZARE I CLASSICI Elementi di scrittura creativa. IO LEGGO: per la valorizzazione del patrimonio letterario e teatrale, Il piacere dell onestà ANCHE I LICEO sito e creare, nel futuro, un tg d istituto da diffondere attraverso la piattaforma multimediale. I-II-III classe ENTI COINVOLTI: Comunità di Sant Egidio : 1. far emergere e valorizzare i frutti positivi e le potenzialità degli adolescenti, messi a confronto con le generazioni che li hanno preceduti per un confronto tra le generazioni la cui importanza formativa è a volte trascurata nel quotidiano. 2. Utilizzare lo strumento dell intervista Lezioni/riflessioni nelle classi, tenute dall insegnante di italiano, con la collaborazione degli insegnanti di storia, aventi come obiettivi: - Comprensione dell importanza della storia e della testimonianza diretta. - Sviluppo della cultura della solidarietà, della condivisione e del volontariato. Organizzazione di una giornata di visita in un centro anziani II-III classe ENTI COINVOLTI: Teatro Eliseo : - Ricerca della bellezza, palese e da scoprire, per educare. I ragazzi soprattutto sono ancora affascinati dalla bellezza, pur nella non bellezza che ci circonda. - Coniugare la poesia classica con i linguaggi artistici più vicini ai giovani. Lezioni nelle classi, tenute dalla insegnante di italiano, aventi come obiettivi: - proporre la poesia agli studenti per essere consapevoli dei propri sentimenti; - educarli ad accettare le emozioni provenienti dalla parola e dalla musica del verso stesso. III classe ENTI COINVOLTI: Teatro Eliseo : libera creazione di un monologo teatrale, ispirato al tema dell inganno, che è il motore narrativo della sceneggiatura pirandelliana Il piacere dell Onestà. I monologhi che i ragazzi produrranno, autonomamente o in gruppo, dopo gli incontri, saranno inviati alla direzione di Eliseo Scuola che li promuoverà attraverso i propri canali e le autrici saranno a diposizione dei ragazzi - sulla pagina facebook ELISEO SCUOLA o all indirizzo di posta elettronica - anche nel periodo seguente agli incontri, per suggerimenti e affiancamento. La sezione ha la partnership di Fazi editore, realtà editoriale italiana, specializzata in narrativa e saggistica Lo staff di Fazi affiancherà le autrici nel percorso di valutazione degli elaborati. I tre racconti più originali saranno pubblicati sul blog letterario di 6

7 Progetto COSTUMI Progetto TEAM CUP IL TORNEO DELLE SQUADRE DI CLASSE ANCHE LICEO Donazione del Sangue ANCHE LICEO Fazi Stoner. Lezioni nelle classi, tenute dall insegnante di italiano, aventi come obiettivi: 1.proporre l Autore, Pirandello, anticipandolo rispetto alla consueta programmazione, in vista dello spettacolo e della attività previste 2. Incontro con le autrici Melania Petriello (giornalista, consulente per la comunicazione di istituzioni nazionali ed internazionali, responsabile editoriale di ELISEO SCUOLA), e/o Isabella Pedicini (storica dell arte, scrittrice, consulente di case editrici e agenzie letterarie): con il supporto di schede didattiche e di approfondimento porteranno all attenzione dei ragazzi altri esempi dei classici della narrazione e, attraverso la discussione sugli elementi fondamentali della scrittura creativa, gli studenti coinvolti lavoreranno sugli input necessari al percorso successivo di elaborazione. Di 2 alunne della cl III sec di I grado, la creazione è stata scelta per il merito dell originalità. I testi saranno pubblicati sul blog letterario Stoner Il Progetto interdisciplinare si rivolge alle tre classi di scuola secondaria di I grado. Il tema scelto quest anno verte sui quattro elementi fondamentali: Fuoco, Aria, Acqua e Terra. Le materie interessate sono: Tecnologia, Arte, Storia, Geografia, Scienze, Italiano. I ragazzi dopo uno studio approfondito di un elemento a scelta, progettano il proprio costume rappresentativo dell elemento. I costumi saranno realizzati con carta e cartoni. Il lavoro si chiuderà con la sfilata che si terrà giovedì grasso 12 febbraio. Organizzato dall Ufficio Scuola Cattolica del Vicariato di Roma, con il patrocinio della CEI Ufficio per l Educazione, la Scuola e l Università, in collaborazione con il CSI Roma Centro Sportivo Italiano - Comitato provin-ciale di Roma e Scholas Occurrentes. Intende promuovere la cultura dell incontro, secondo quanto auspicato da papa Francesco, attraverso lo sport. Il torneo, ri-partito in calcio a cinque misto e pallavolo mista, prevede due categorie di età: biennio e triennio. PERSONE/CLASSI COINVOLTE 5. Tutto il personale della scuola 6. Tutte le classi ENTI COINVOLTI 6. Centro Trasfusionale dell Ospedale Fatebenefratelli dell Isola Tiberina 7. Associazione dei volontari donatori di sangue EMATOS FIDAS 5. Diffondere tra i giovani la cultura della donazione del sangue 6. Contribuire concretamente alla raccolta di sangue 3. Lezioni nelle classi tenute dalle insegnanti di scienze, aventi come obiettivi: - comprendere la necessità e l importanza della donazione del sangue - sviluppare la cultura della solidarietà, della condivisione e del volontariato 4. Organizzazione della/e giornata/e di raccolta. 7

8 Volontariato Iniziative attuate per il 3 anno consecutivo BABBI NATALE CASE FAMIGLIA INTERO ISTITUTO Concorso Internazionale Guess what in the Ocean? By Nancy O Neill Libro per bambini PROGETTO DELE Progetti di FORMAZIONE PERSONE/CLASSI COINVOLTE 7. Scuola dell Infanzia, primaria, secondaria di I grado, Liceo. Alunni e docenti. 8. Alunni del Liceo per la consegna dei regali di Natale e dei giocattoli alle case famiglia ENTI COINVOLTI 8. Ospedale Policlinico Umberto I Reparto Pediatrico 9. Casa famiglia san Bernardo 10. Casa famiglia Tor Bella Monaca 7. Sensibilizzare i ragazzi alla condivisione e responsabilità in solido degli altri 8. Contribuire concretamente alla raccolta di giocattoli nuovi e vestiti usati in buono stato. 4. Raccolta di giocattoli/vestiti a scuola 5. Consegna dei giocattoli la mattina del 24 dicembre al reparto pediatrico del Policlinico Umberto I e del centro di Ematologia 6. Consegna dei giocattoli e dei vestiti alle case famiglia coinvolte Il Progetto Internazionale si è rivolto alle tre classi di scuola secondaria di I grado. Il concorso artistico è consistito nella produzione di disegni sul mare utilizzati per l illustrazione del libro, i cui proventi aiutano a sostenere l ospedale pediatrico Randy di San Diego, in California. LICEO Come tutti gli anni l'istituto propone agli allievi del Liceo la possibilità di presentarsi alle prove d'esame per il conseguimento del Diploma di Spagnolo, livelli A1, A2, B1, B2, che si terrà a Roma, nel mese di maggio. Il Diploma di Spagnolo è un certificato ufficiale che il Ministero dell Istruzione Spagnolo rilascia attraverso l Istituto Cervantes. Oltre al suo prestigio nel territorio spagnolo, il DELE gode di un ampio riconoscimento internazionale; inoltre sono sempre più numerose le Università italiane che riconoscono il DELE come credito formativo (CFU). Le date delle prove scritte sono fissate il 22 e il 23 di maggio 2015 e per le prove orali dal 18 al 23 di maggio 2015 a seconda dei livelli. I livelli sono misti in tutte le classi. La preparazione soprattutto scritta e di comprensione auditiva si svolge dentro l'orario scolastico ed in aggiunta ci sono incontri pomeridiani dedicati soprattutto alla simulazione delle prove orali che i ragazzi affrontano a seconda del livello. SPORTELLO DI ASCOLTO E CONSULENZA PERSONE/CLASSI COINVOLTE 1. Tutti gli studenti del liceo - costituire un momento qualificante di educazione alla salute e prevenzione del disagio, per il benessere psicofisico degli studenti e degli insegnanti - promuovere negli studenti la motivazione allo studio e la fiducia in se stessi costituire un momento qualificante di ascolto e di sviluppo di una relazione di aiuto - costituire un momento qualificante per la prevenzione del disagio evolutivo - collaborare con le famiglie per la prevenzione del disagio 8

9 LA PROMOZIONE DEL BENESSERE GIOVANILE - INSIEME PER CRESCERE. Istituto Metafora PROGETTO DI EDUCAZIONE SOCIO- AFFETTIVA (THEOLOGY OF THE BODY FOR TEENS). Progetto ORIENTAMENTO universitario e al mondo scolastico : Incontri individuali con gli studenti Incontri con i genitori all inizio e alla fine del percorso Incontri con la Coordinatrice delle attività didattiche ed il collegio docenti È stato frequentato da circa 40 alunni; di questi alcuni hanno seguito un percorso con regolarità. Inoltre è stato previsto 1 incontro iniziale con i genitori (per la firma del consenso informato) ed uno finale. Ore totale di sportello: 95 Classi: IA e IB La proposta progettuale prevede: un intervento multidimensionale in classe che produca una sinergia tale da creare o rafforzare ambienti favorevoli alla promozione del benessere e della socialità. Gli interventi prevedono: incontri di gruppo nelle classi in cui si tenderà ad utilizzare tecniche e metodi che possano favorire la partecipazione individuale e promuovere le capacità di ascolto reciproco e di confronto; l attivazione di uno Sportello di Ascolto e Consulenza, a cui i ragazzi potranno accedere liberamente durante tutto l anno scolastico. Sono stati svolti gli incontri nelle classi come da calendario e programma stabilito per ciascuna classe. L'unica variazione riguarda l' incontro finale per il quale abbiamo pensato ad un momento di condivisione e di restituzione rispetto al percorso fatto. Per gli stessi ragazzi è stato proposto uno spazio d'ascolto gestito dagli psicologi dell'istituto Metafora per un totale di 40 ore. Classi: II A, II B, III A, III Be III C La proposta progettuale prevede un intervento multidimensionale in classe che produca una sinergia tale da creare o rafforzare ambienti favorevoli alla promozione del benessere individuale e relazionale. L affettività e la sessualità vengono affrontati come aspetti inseriti nel percorso di crescita di ciascuno, in una dimensione che non è essenzialmente biologica, ma che coinvolge la soggettività in termini psicologici, relazionali, spirituali, culturali e sociali. In particolare si intende: - ampliare le loro conoscenze da un punto di vista anatomo-fisiologico, psicologico e spirituale anche come forma di prevenzione dei comportamenti a rischio; - rilevare conoscenze, problemi, atteggiamenti degli alunni nei confronti dell affettività e della sessualità; - aiutare i ragazzi a comprendere meglio le proprie emozioni ed i propri comportamenti legati alla fase dell adolescenza e promuovendo l accettazione di sé e del proprio corpo. Incontri mensili nelle classi da ottobre a dicembre Incontri pomeridiani negli altri mesi dell anno scolastico Il progetto è stato svolto come da programma(brochure e calendario) per i secondi Liceo; per i terzi abbiamo annullato gli appuntamenti pomeridiani per la poca affluenza dei ragazzi e l'accavallamento di diverse attività. Abbiamo riprogrammato un calendario in alcune mattinate durante l'anno ed il progetto è stato portato a termine. 1. Incontro con esponenti del mondo del lavoro sul tema Cosa mi aspetta dopo la maturità? Conoscere, capire e scegliere. 9

10 del lavoro Progetto IMUN (Italian Model United Nations) FAO/ONU Progetto BIC-LAZIO Progetto EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA ECONOMICA Progetto EDUCAZIONE ALLA LEGALITA TAR DI ROMA Progetti SCAMBI L obiettivo è quello di mostrare ai ragazzi gli eventuali pro e contro delle scelte effettuate dai relatori invitati che li hanno portati a raggiungere l apice delle rispettive professioni 2. Le classi quinte sono costantemente informate rispetto alle attività di orientamento di diverse università. Partecipano regolarmente (la partecipazione è del singolo studente, se lo desidera) alle attività di orientamento offerte da Roma Tre giornate in cui si simulano le lezioni dei diversi corsi di laurea ed eventualmente anche i test e a quelle offerte dal Centro San Luigi per presentare le università francesi. In istituto abbiamo ospitato il rappresentante orientamento di Sciences Po e a breve avremo il rappresentante della Luiss. Sono simulazioni dell Assemblea Generale delle Nazioni Unite o di altri multilateral bodies, nei quali gli studenti approfondiscono e si confrontano sui temi oggetto dell agenda politica internazionale indossando i panni di ambasciatori e diplomatici. Nel rivestire questo ruolo, i delegati svolgono le attività tipiche della diplomazia: tengono discorsi, preparano bozze di risoluzione, negoziano con alleati e avversari, risolvono conflitti ed imparano a muoversi all interno delle committees adottando le regole di procedura delle Nazioni Unite. La classe II A/B partecipa al progetto promosso dall Associazione Leonardo Educazione Formazione e Lavoro con la sovvenzione della Regione Lazio. Il progetto si rivolge a scuole che hanno conoscenze linguistiche buone in quanto si svolge completamente in lingua inglese, prevede un corso di formazione di diverse giornate dove i ragazzi imparano a conoscere le organizzazioni internazionali a capire le problematiche che affrontano preparando i documenti, i cosiddetti MODELS, il tutto si concluderà con una simulazione di lavoro di tre giorni presso la FAO di Roma. Le classi IVA/B partecipano al progetto più ampio dell ONU. Corso di formazione di diversi giorni in lingua inglese, preparazione dei Models in gruppi, simulazione alla FAO di Roma di tre giorni per imparare le procedure internazionali, infine viaggio a NEW YORK di una settimana con simulazione finale alla sede ONU di NEW YORK. La classe III B/C (con alcuni studenti delle classi del IV anno) indirizzo giuridico economico ha partecipato al progetto promosso dalla Regione Lazio START UP SUI BANCHI DI SCUOLA, imparare modelli per proporre promuovere ed applicare idee imprenditoriali Il II liceo A/B ha partecipato a due giornate promosse dalla FONDAZIONE BANCARIA ABI per promuovere la legalità economica, come usare il denaro in modo consapevole e il dovere di pagare le imposte. Il II liceo A/B per promuovere l educazione al rispetto dei diritti e alla loro tutela anche nei confronti dello Stato Progetto di collaborazione con il III liceo del Sacro Cuore di Nantes. Il lavoro coinvolge tutte e 3 le nostre classi di III Liceo. Creazione di un aula virtuale italo francese sulla piattaforma Moodle. Con gruppi di lavoro su tematiche della vita quotidiana divisi in due aspetti : - La presenza dell'altro nella mia città 10

11 SkyTg24 per le scuole - Presentare un aspetto della mia città. GRUPPI ITALO FRANCESI I ragazzi sono divisi in 8 gruppi italo francesi. Ogni gruppo italo francese deve approfondire una tematica in modo da creare poi un dossier, con articoli, interviste, foto, video (online), quizz ecc da inserire in una rivista del Sacro Cuore Roma-Nantes. La rivista è prevista per una diffusione online appunto con vari video, foto ecc. Se sarà possibile realizzeremo una versione cartacea. TEMATICHE Le tematiche sono le seguenti : Nell'ambito della presenza dell'altro nella mia città, 4 argomenti : Economia, lingua, gastronomia, architettura. Nell'ambito della presentazione di alcuni aspetti della propria città, 4 argomenti : cinema, sport, ecologia, vivere la mia città. ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO 1) Ogni gruppo va sul campo a raccogliere informazioni : interviste, foto, video... 2) Il materiale viene poi caricato dai ragazzi sulla piattaforma mano mano che il lavoro va avanti. 3) Essendo il lavoro condiviso sulla piattaforma moodle, online, tutti i partecipanti italiani e francesi possono avere accesso al materiale del proprio gruppo. I ragazzi si incontrano 1 volta ogni 3 settimane a scuola durante un'ora di lezione e conversano via skype e chat. Anche la classe IV Liceo sez ESABAC ha avviato uno scambio simile con l Istituto Sasserno di Nizza nell aprile I ragazzi sono stati alloggiati nelle famiglie ed hanno frequentato lezioni volte alla scoperta culturale della regione Per il secondo a.s. consecutivo un intera classe del biennio partecipa al concorso per la realizzazione di un video servizio su alcune tematiche scelte dal gruppo. Quest anno i ragazzi verranno edotti sulle tecniche, le metodologie di indagine e realizzazione di un servizio, attraverso delle video chat con i giornalisti tutor responsabili dei diversi settori. Progetto studi Filosofici In collaborazione con la sezione romana dell Istituto per gli Studi Filosofici 5 ragazzi delle classi quinte sono impegnati in attività di approfondimento e studio della filosofia contemporanea (filosofi del 900 che in generale non trovano posto nei programmi scolastici) attraverso la partecipazione a conferenze tenute da docenti universitari e lo studio di materiali specifici che l Istituto per gli studi filosofici mette loro a disposizione Progetto Sofia Barat Una sera a teatro Una decina di alunni delle classi IIIA e IIIB sono impegnati nel preparare una mostra per la fine dell anno e delle attività allo scopo di riscoprire l identità della fondatrice e l appartenenza alla rete del Sacro Cuore (contatti e interviste con altre alunne di altri Paesi e continenti). Gli alunni del triennio sono periodicamente invitati a cinema o a teatro la sera per articolare tematiche facenti parte del programma scolastico e più in generale affinché imparino il piacere di andare a teatro. 11

12 Attività contro la Pena di morte Progetto DELF SCOLAIRE Concorso IL CINESCATTO CAMPIONATI INTERNAZIONALI DI GIOCHI MATEMATICI Unibocconi Milano ANCHE media A scuola di News Young European Journalists promosso da A scuola di News Snc ANCHE media L Istituto quest anno ha aderito alla campagna promossa dalla Comunità di Sant Egidio contro la pena di morte. I ragazzi delle classi quarte hanno partecipato a due incontri per confrontarsi sul tema e alcuni di loro, insieme ad alcuni ragazzi delle classi quinte, hanno prodotto un breve video contro la pena di morte proiettato al Colosseo in occasione della fiaccolata organizzata dalla Comunità a fine novembre nonché al Tg1 che dava la notizia. classe I Liceo tradizionale che sostiene il Delf A1 classe di II Liceo tradizionale che sostiene il Delf A2 classe di III Liceo che sostiene il Delf B1 classe di IV Liceo che sostiene il Delf B2. Le classi del bilinguismo continuano il loro percorso fino ad ottenere il livello B2, durante il I liceo se provengono dal nostro istituto e hanno conseguito il Delf B1 in III Media. Gli esterni conseguono il Delf B1 in I Liceo e il Delf B2 in II liceo. Quest anno il numero degli alunni che ha sostenuto le prove è stato pari a 198 Classi del biennio Indetto da AGIScuola in collaborazione con il MIUR Tematica: Che cosa rappresenta il cinema per le nuove generazioni invitate ad esprimersi attraverso una foto a partire da una pellicola Si tratta di campionati indetti dall Università Bocconi di Milano, che prevedono la partecipazione di studenti di tutte le classi di scuola secondaria, suddivise in categorie: C1: classi I e II secondaria di 1 grado; C2: classi III secondaria di 1 grado e I secondaria di 2 grado; L1: classi dalla II alla IV secondaria di 2 grado; L2: classe V secondaria di 2 grado. La scuola secondaria di I grado partecipa dal 2011 a tali campionati, estesi quest anno, facoltativamente, anche agli studenti del Liceo. I campionati consistono in una serie di selezioni, a partire dai cosiddetti Giochi d Autunno, che si svolgono nel mese di Novembre presso il proprio istituto. A questa sessione partecipa il 100% degli studenti della nostra scuola secondaria di I grado e, quest anno, vi ha preso parte anche circa il 30% degli studenti del Liceo. I primi tre classificati per ogni categoria accedono di diritto alla sessione di Marzo dei cosiddetti Campionati Nazionali, che si svolgono in una scuolapolo della propria città. I primi 8/10 classificati di questa sessione accedono poi alla Finale Nazionale a Milano, nel mese di Maggio. Ogni anno, sin dalla prima partecipazione, l istituto ha avuto studenti che sono arrivati in finale per la categoria C2 progetto teorico e pratico volto ad insegnare le tecniche base del giornalismo e a sviluppare l idea di cittadinanza attiva, privilegiando un approccio alla conoscenza diretta della realtà, attraverso l esperienza e la sperimentazione. I giornalisti tutor che seguono e affiancano i ragazzi - stanno preparando, con loro, un giornale di istituto e per stamparlo si stanno raccogliendo dei fondi attraverso la vendita di spazi pubblicitari. L ambizione è grande: stampare almeno due numeri, pubblicarli sul nostro sito e creare, nel futuro, un tg d istituto da diffondere attraverso la piattaforma multimediale. 12

13 Attività legate al teatro Eliseo IO AMO: sulla poesia spettacolo teatrale: Endecasilla boh giocato sulla forza della poesia. Sarà integrato dall incontro, a scuola, con l attore Sebastiano Nardone, uno degli interpreti dello spettacolo, sulla importanza della recitazione, a partire dai più celebri versi di Dante II LICEO Attività legate al teatro Eliseo IO LEGGO: VALORIZZARE I CLASSICI Elementi di scrittura creativa. IO LEGGO: per la valorizzazione del patrimonio letterario e teatrale, Il piacere dell onestà I LICEO Progetto TEAM CUP IL TORNEO DELLE SQUADRE DI CLASSE Quest anno siamo riusciti a pubblicare il 1 numero. Ci proponiamo la massima diffusione dell iniziativa tra i ragazzi di tutta la Scuola secondaria II-III classe media ENTI COINVOLTI: Teatro Eliseo : - Ricerca della bellezza, palese e da scoprire, per educare. I ragazzi soprattutto sono ancora affascinati dalla bellezza, pur nella non bellezza che ci circonda. - Coniugare la poesia classica con i linguaggi artistici più vicini ai giovani. Lezioni nelle classi, tenute dalla insegnante di italiano, aventi come obiettivi: - proporre la poesia agli studenti per essere consapevoli dei propri sentimenti; - educarli ad accettare le emozioni provenienti dalla parola e dalla musica del verso stesso. III classe media ENTI COINVOLTI: Teatro Eliseo : libera creazione di un monologo teatrale, ispirato al tema dell inganno, che è il motore narrativo della sceneggiatura pirandelliana Il piacere dell Onestà. I monologhi che i ragazzi produrranno, autonomamente o in gruppo, dopo gli incontri, saranno inviati alla direzione di Eliseo Scuola che li promuoverà attraverso i propri canali e le autrici saranno a diposizione dei ragazzi - sulla pagina facebook ELISEO SCUOLA o all indirizzo di posta elettronica - anche nel periodo seguente agli incontri, per suggerimenti e affiancamento. La sezione ha la partnership di Fazi editore, realtà editoriale italiana, specializzata in narrativa e saggistica Lo staff di Fazi affiancherà le autrici nel percorso di valutazione degli elaborati. I tre racconti più originali saranno pubblicati sul blog letterario di Fazi Stoner. Lezioni nelle classi, tenute dall insegnante di italiano, aventi come obiettivi: 1.proporre l Autore, Pirandello, anticipandolo rispetto alla consueta programmazione, in vista dello spettacolo e della attività previste 2. Incontro con le autrici Melania Petriello (giornalista, consulente per la comunicazione di istituzioni nazionali ed internazionali, responsabile editoriale di ELISEO SCUOLA), e/o Isabella Pedicini (storica dell arte, scrittrice, consulente di case editrici e agenzie letterarie): con il supporto di schede didattiche e di approfondimento porteranno all attenzione dei ragazzi altri esempi dei classici della narrazione e, attraverso la discussione sugli elementi fondamentali della scrittura creativa, gli studenti coinvolti lavoreranno sugli input necessari al percorso successivo di elaborazione. Organizzato dall Ufficio Scuola Cattolica del Vicariato di Roma, con il patrocinio della CEI Ufficio per l Educazione, la Scuola e l Università, in collaborazione con il CSI Roma Centro Sportivo Italiano - 13

14 LICEO Donazione del Sangue LICEO Volontariato Iniziative attuate per il 3 anno consecutivo BABBI NATALE CASE FAMIGLIA Comitato provin-ciale di Roma e Scholas Occurrentes. Intende promuovere la cultura dell incontro, secondo quanto auspicato da papa Francesco, attraverso lo sport. Il torneo, ri-partito in calcio a cinque misto e pallavolo mista, prevede due categorie di età: biennio e triennio. PERSONE/CLASSI COINVOLTE 9. Tutto il personale della scuola 10. Tutte le classi ENTI COINVOLTI 11. Centro Trasfusionale dell Ospedale Fatebenefratelli dell Isola Tiberina 12. Associazione dei volontari donatori di sangue EMATOS FIDAS 9. Diffondere tra i giovani la cultura della donazione del sangue 10. Contribuire concretamente alla raccolta di sangue 5. Lezioni nelle classi tenute dalle insegnanti di scienze, aventi come obiettivi: - comprendere la necessità e l importanza della donazione del sangue - sviluppare la cultura della solidarietà, della condivisione e del volontariato 6. Organizzazione della/e giornata/e di raccolta. Sono state organizzate due giornate di raccolta, il 16 e il 18 febbraio. Complessivamente si sono presentati all Isola 22 donatori di cui 19 sono risultati idonei. OSSERVAZIONI - Complessivamente il numero dei donatori è molto diminuito (le sacche raccolte negli anni precedenti sono sempre state intorno alle unità) - Rispetto agli anni il numero di alunni che ha donato è stato superiore (gli alunni che sono andati all Isola sono stati 11, numero nettamente superiore agli anni precedenti) - La raccolta all interno della scuola ha avuto una risonanza inferiore PROSPETTIVE FUTURE Resta da decidere come condurre le donazioni negli anni successivi. - Raccogliendo in Istituto, coinvolgendo le classi nell organizzazione della giornata di raccolta, si è riusciti a diffondere tra i ragazzi il desiderio di diventare donatori attivi. - La nuova modalità rischia di affievolire la valenza educativa del progetto, anche se presenta notevoli vantaggi in termini di sicurezza. Volendo continuare su questa linea bisognerebbe cercare modi per aumentarne la visibilità, istituendo una sorta di GIORNATA/E DELLA SOLIDARIETA in cui far confluire una serie di attività in cui coinvolgere ragazzi e famiglie, tra le quali anche la donazione. PERSONE/CLASSI COINVOLTE 11. Scuola dell Infanzia, primaria, secondaria di I grado, Liceo. Alunni e docenti. 12. Alunni del Liceo per la consegna dei regali di Natale e dei giocattoli alle case famiglia 14

15 INTERO ISTITUTO Volontariato presso Casa di Accoglienza San Bernardo per Rifugiati di guerra. Iniziativa iniziata ad Aprile 2015 ENTI COINVOLTI 13. Ospedale Policlinico Umberto I Reparto Pediatrico 14. Casa famiglia san Bernardo 15. Casa famiglia Tor Bella Monaca 11. Sensibilizzare i ragazzi alla condivisione e responsabilità in solido degli altri 12. Contribuire concretamente alla raccolta di giocattoli nuovi e vestiti usati in buono stato. 7. Raccolta di giocattoli/vestiti a scuola 8. Consegna dei giocattoli la mattina del 24 dicembre al reparto pediatrico del Policlinico Umberto I e del centro di Ematologia 9. Consegna dei giocattoli e dei vestiti alle case famiglia coinvolte PERSONE COINVOLTE alunni del triennio (libera partecipazione) e docenti accompagnatori Sensibilizzare i ragazzi alla difficoltà di vivere la condizione di rifugiati di paesi attualmente in guerra. Scambio interculturale e linguistico Fornire aiuto per il doposcuola dei bambini stranieri aiutare gli adulti stranieri a potenziare la lingua italiana e inglese Favorire un clima di accoglienza e condivisione MODALITA' - Gruppi di alunni accompagnati da uno e/o due docenti presso il centro di accoglienza ogni mercoledì e giovedì N.B. Di tutte queste iniziative c è notizia su apposito spazio sul sito della scuola in nome della <visibilità > di quanto l Istituto va organizzando per l ampliamento dell offerta formativa Varie ed eventuali Il Consiglio passa poi ad affrontare questioni che sono poste all attenzione di tutti dal Presidente ovvero dai Consiglieri, ed in particolare In linea con quanto stabilito nel precedente Consiglio d Istituto ancora in data 26 ottobre 2012, in esecuzione della determinazione del presente Consiglio dello scorso 4 febbraio, nonché in attuazione dell art. 18 dello Statuto degli Organi Collegiali circa la predeterminazione di modalità unitarie per l esercizio del diritto del voto per l elezione dei rappresentanti di classe che devono essere fissate dal Consiglio e per esso da apposita Commissione, la Coordinatrice delle attività educative e didattiche comunica che detta Commissione, nella seduta del ha disciplinato le modalità di costituzione del seggio, l'orario di apertura e chiusura del medesimo e le modalità di votazione ivi compreso il voto per delega. Il verbale della seduta è pubblicato sul sito della scuola. La Consigliera Vestini si fa portavoce della richiesta dell organizzazione di corsi extracurricolari dedicati all INFORMATICA fin dalla Scuola primaria. L iniziativa è già allo studio. La Vice Presidente ed il Presidente espongono che è richiesta la disponibilità dell Istituto a provvedere all acquisto per conto delle famiglie, di tutti (o del maggior numero possibile) i libri in 15

16 adozione nella Scuola primaria. Si assicurerebbe così il tempestivo avvio della didattica solitamente rimandato nell attesa che tutti gli alunni abbiano i testi indicati. La Scuola cerca di venire incontro a tale esigenza, e di essa prende buona nota, segnalando che già lo sforzo è in atto (con alcuni buoni risultati, ad esempio con riguardo ai libri per le vacanze), ma segnala che non tutte le Case Editrici sono disponibili a provvedere alle richieste di numeri elevati di testi Il Presidente segnala poi che appare opportuna un adeguata manutenzione degli spazi esterni dell Istituto ad iniziare soprattutto da quelli dove le scolaresche passano in uscita dalle lezioni (ii riferimento in particolare è a quelli dell uscita della 3 primaria). L Ente gestore prende nota e condivide, segnalando che provvederà in tal senso; segnala altresì che, durante il periodo estivo, verranno realizzati lavori di ammodernamento/manutenzione dei servizi igienici della Scuola dell infanzia, primaria e del Liceo nonché l installazione di una caldaia che provvederà al riscaldamento degli ambienti della Scuola dell Infanzia e primaria. Il Presidente segnala infine che le diverse votazioni sono state assunte all unanimità, e, considerando che la presente è l ultima seduta dell anno, ringrazia tutti per la disponibilità manifestata ed il lavoro proficuo svolto, sempre in un clima di collaborazione propositiva; con l arrivederci invita altresì ad immaginare eventuali progetti e/o iniziative da proporre nel prossimo anno scolastico. Il presente verbale è pubblicato sul sito dell Istituto ed inviato ai Consiglieri ed anche ai Genitori rappresentanti di ogni classe/sezione di ogni ordine di scuola. Il Consiglio si riunirà all avvio del prossimo anno scolastico La seduta ha termine alle ore 16,45 La segretaria f.to Rosa Anna Mirti La Coordinatrice delle attività educative e didattiche f.to Maria Luisa Campa Il Presidente f.to Stefano Gattamelata 16

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE PREMESSA 1 SERVIZIO ORIENTAMENTO E RIORIENTAMENTO 2 C.I.C. (Centro di Informazione e Consulenza) 4 SERVIZIO PSICOLOGICO 7 LA BIBLIOTECA 8 ATTIVITA CULTURALI 8 ATTIVITÀ EXTRACURRICOLARI

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015.

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015. CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014 Ai Docenti Agli Studenti Al Personale A.T.A. Alle Famiglie Al D.S.G.A. Oggetto: Piano delle attività a.s. 2014-2015 Si trasmette, in allegato, il piano delle attività

Dettagli

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la Buona Scuola di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti Genesi Principi Finalità Metodologia e didattica Apertura

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA

Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA DIPARIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

OGGETTO: Giornata del dono e Concorso "Donare, molto più di un semplice dare"

OGGETTO: Giornata del dono e Concorso Donare, molto più di un semplice dare Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione e la Partecipazione Ufficio

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO EDUCAZIONE STRADALE GEMELLAGGIO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA NUOTO XX CONCORSO LETTERARIO «POESIA A MEOLO» EDUCAZIONE ALLA SALUTE PARLAWIKI LINGUA LATINA CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli