Programmazione Fondi Strutturali 2007/ Programma Operativo Nazionale Competenze per lo Sviluppo Cofinanziato con il Fondo Sociale Europeo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programmazione Fondi Strutturali 2007/2013 - Programma Operativo Nazionale Competenze per lo Sviluppo Cofinanziato con il Fondo Sociale Europeo"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. BARRA Lungomare Trieste Salerno Tel e fax tel segreteria sito web: cod mecc SAIC8A700R - CF Programmazione Fondi Strutturali 2007/ Programma Operativo Nazionale Competenze per lo Sviluppo Cofinanziato con il Fondo Sociale Europeo C-1-FSE // - D-1-FSE Annualità Obiettivo: C Migliorare i livelli di conoscenza e competenza dei giovani Azione: C 1 Interventi per lo sviluppo delle competenze chiave PIANO INTEGRATO D ISTITUTO CARATTERISTICHE DESTINATARI Le azioni del Piano Integrato d'intervento sono rivolte a gruppi di alunni che, selezionati attraverso test a risposta multipla e/o aperta,mostrano di possedere i prerequisiti per il raggiungimento delle competenze previste in uscita. Le attività laboratoriali dell'obiettivo C1 costituiscono un ampliamento dei contenuti disciplinari e quindi vedranno impegnati gli alunni di tutte le classi che risulteranno motivati ed interessati al maggiore impegno scolastico. Parimenti saranno coinvolte le famiglie mediante opuscoli informativi, incontri di informazione sulle opportunità formative messe in atto dalla scuola mediante i cofinanziamenti PON e, successivamente, con la sottoscrizione del patto formativo di corresponsabilità. I percorsi proposti, in continuità con quanto realizzato nelle annualità precedenti, riguardano: - Lingua comunitaria 'Senza Frontiere': due moduli per gli alunni delle classi 3e che, in linea con quanto svolto nell'annualità PON C1-FSE 2012/2013, sono in possesso dei requisiti per seguire attività finalizzate al superamento del Grade IV V VI dell'esame GESE del Trinity College London. - Lingua comunitaria 'Senza Frontiere Primaria': due moduli per gli alunni di scuola primaria delle classi 5 in possesso dei prerequisiti per un approccio facile e giocoso alla lingua inglese. Avviando gli alunni sin dalla scuola primaria alla conoscenza della lingua inglese si favorirà l'approccio spontaneo alla comunicazione in L2 e l'innalzamento della competenza di base nel corso degli studi successivi. - Competenze digitali 'Al passo con i tempi': due moduli, uno per gli alunni delle classi 5 primaria, 1 e 2 sec. di primo grado che iniziano il percorso informatico e che saranno guidati al superamento dei moduli 2-3 ECDL, un secondo modulo per gli alunni delle classi 2 e 3 sec di primo grado che hanno già superato, nelle annualità precedenti, i test dei moduli base e che conseguiranno i moduli 4 e 6 ECDL. - Competenze matematiche 'Matematicando': due moduli rivolti ciascuno agli alunni delle classi 2 e 3 dei due plessi di scuola secondaria di primo grado che attraverso attività laboratoriali di logica e di problem-solving possano potenziare le abilità e le conoscenze matematiche nonchè partecipare alle gare del KANGOUROU della Matematica. - Consapevolezza ed espressione culturale 'La mia lingua...la storia della mia lingua': un modulo per avvicinare i ragazzi allo studio della lingua latina attraverso una metodologia riflessiva logicolinguistica. L'approccio alla conoscenza della lingua latina significa non solo acquisire consapevolezza

2 delle proprie radici linguistiche, ma anche elementi di strutturazione del proprio sistema linguistico per recuperare e/o consolidare le proprie competenze comunicative in lingua madre. Inoltre si ritiene tale azione fortemente caratterizzante per favorire il rapporto di continuità didattica e formativa fra Scuola Media e Scuola Superiore. Destinatari saranno gli alunni delle classi Terze della scuola Secondaria di I grado. - Competenze lingue straniere 'Francese per tutti': un corso di lingua francese per lo sviluppo ed il consolidamento delle competenze per il conseguimento del livello A1. Destinatari saranno gli alunni delle classi 2 e 3 della sec. di primo grado in possesso dei prerequisiti previsti. - Competenze sociali e civiche 'A.R.C.O.B.A.L.E.N.O.': due moduli di laboratorio teatrale che in linea con quanto programmato nel progetto di Miglioramento PON-Invalsi, promuoverà attraverso la personalizzazione didattica la libera espressione degli alunni. Destinatari: per un modulo gli alunni delle classi 4 e 5 della scuola primaria 'Barra' e gli alunni della Sec. di Primo Grado 'Lanzalone'; per il secondo modulo gli alunni delle classi 2 della sec. di primo grado 'Posidonia' coinvolte nel progetto di Miglioramento quali classi di progetto e classi di confronto; OBIETTIVI Sviluppare e migliorare le competenze di base degli alunni per assecondare le proprie esigenze e quelle di una società sempre più caratterizzata dalla conoscenza e dall'apprendimento permanente. Garantire una maggiore adesione al concetto di istruzione e di formazione permanente anche per aumentare la consapevolezza dell'importanza dell'istruzione e per ridurre l'abbandono scolastico. Espandere le proprie capacità comunicative in lingua inglese e francese per poter essere e sentirsi membri attivi dell'ue. Far propri strumenti e metodologie disciplinari per rafforzare le competenze. Interiorizzare strumenti e metodologie disciplinari attraverso attività ludico-didattiche. Promuovere le identità personali valorizzando le diversità. Valorizzare le differenze e le caratteristiche di ciascun alunno mediante una didattica che favorisca l'accrescimento dei punti di forza di ciascuno, lo sviluppo consapevole delle sue 'preferenze' e del suo talento, per creare le basi del personale successo formativo. Apprendere attraverso il lavoro cooperativo. Acquisire la consapevolezza che studiare può essere anche un gioco divertente. Allargare l'offerta formativa per offrire modalità di aggregazione positive e costruttive. Individuare autonomamente relazioni causa - effetto. Riunire gli elementi studiati per formare una struttura organizzata e coerente METODOLOGIE Con il prolungamento del tempo scuola e con l'offerta di esperienze innovative e coinvolgenti, si intende adottare la sperimentazione laboratoriale quale strumento efficace per differenziare la proposta formativa e adeguarla alle esigenze di ciascuno. Attraverso la personalizzazione didattica, la ricercaazione, la cooperative learning ed il problem-solving si rafforzeranno le ricadute positive che si registrano in ambito curricolare e si offriranno agli alunni occasioni per l'apprendimento attivo delle conoscenze e l'acquisizione dei linguaggi fondamentali per l'organizzazione dei saperi.

3 Nei moduli 'SENZA FRONTIERE'e 'Francese per tutti' l'approfondimento della lingua inglese e francese consentirà agli alunni l'acquisizione delle competenze linguistiche necessarie per poter interagire e comunicare nel mondo contemporaneo. L'apprendimento avverrà attraverso il TFR (Total Fisical Response) per il pieno coinvolgimento dell'alunno che mediante imitazione della lingua parlata dall'insegnante madrelingua apprenderà le strutture e le funzioni linguistiche necessarie. Nei moduli 'AL PASSO CON I TEMPI' la metodologia si avvale di attività laboratoriali finalizzate alla simulazione pratica dei test, secondo le indicazioni del Syllabus 5.0. Nel modulo 'MATEMATICANDO' la metodologia adottata intende sollecitare, stimolare e promuovere le attività che impegnano il pensiero e sviluppare la capacità di intuire, progettare, ipotizzare e dedurre. Partendo dal principio dell'operatività concreta si articolerà il successivo passaggio dell'astrazione e della simbolizzazione attraverso giochi logici e soluzione di problemi concreti. L'esperienza degli ultimi anni ha dimostrato come l'utilizzo dell'e-learning in modalità blended sia efficace nel migliorare l'apprendimento e la motivazione degli studenti per cui molte attività di logica saranno attinte da internet sia in forma ludica che tecnico-esperenziale. Nei moduli 'A.R.C.O.B.A.L.E.N.O.' la metodologia attuata privilegia la metodologia del laboratorio teatrale, dove l'attore può sperimentare e proporre ad altri la sua umanità attraverso il proprio corpo, la propria voce, e il proprio movimento. Si basa sull'approfondimento psicologico del personaggio e sulla esternazione delle emozioni interiori attraverso la loro interpretazione e rielaborazione al fine di far crescere la consapevolezza del se, rafforzare l'autostima e garantire il successo formativo. Nel modulo 'La mia lingua...la storia della mia lingua' la metodologia è di accostarsi al Latino come a una lingua viva, secondo il cosiddetto 'metodo naturale' con il quale l'allievo affronta lo studio della lingua attraverso un percorso di apprendimento simile a quello delle lingue moderne, secondo unità didattiche di difficoltà progressiva, in situazioni concrete ed affiancate alla lingua madre in un continuo confronto tra conoscenza-approfondimento delle lingua italiana e conoscenza- apprendimento dei rudimenti della lingua latina. RISULTATI ATTESI I risultati attesi dovranno rispondere a quanto indicato nella scheda di autodiagnosi ed in particolare: - assicurare agli studenti una crescita formativa coerente con 1. gli obiettivi formativi del POF; 2. il piano di Miglioramento PON-Invalsi 2012/2015; 3. gli indicatori previsti dal Quadro strategico Nazionale e dalle Linee guida di Lisbona; - confermare, attraverso il superamento del II- III-IV-V Grade del Trinity, i punti di forza degli alunni nelle competenze in lingua inglese; - confermare, attraverso il superamento del DELF-A1, i punti di forza degli alunni nelle competenze in lingua francese; - superare il punto di criticità della competenza informatica degli alunni in entrata e rafforzare, attraverso il raggiungimento della certificazione ECDL, la competenza nelle ITC degli alunni della scuola in uscita; - assicurare agli studenti una crescita formativa coerente con gli obiettivi formativi del POF, in linea con quanto definito nella progettualità 2012/2015 'Valutazione e Miglioramento' sulla personalizzazione didattica, in linea con gli indicatori previsti dal Quadro strategico Nazionale e dalle Linee guida di Lisbona, garantendo competenze didattiche e certificazioni spendibili nell'immediato come crediti nella scuola secondaria di secondo grado e successivamente nel mondo del lavoro; - superare la criticità nelle competenze matematiche e scientifico-tecnologico;

4 - superare la criticità nell'approccio allo studio e attivare una sempre crescente personalizzazione nelle attività di studio e nella vita socio-affettiva; - far acquisire un metodo di studio personale ed autonomo; - sviluppare delle potenzialità di ciascun alunno; - sviluppare in ciascuno attraverso la personalizzazione didattica l'autonomia metodologico-didattica e la competenza socio-relazionale; - creare in ciascuno le basi per il successo formativo; - condivisione e coinvolgimento nell'azione didattica di tutti gli attori della scuola. Per la valutazione in itinere e finale si inviteranno gli esperti e i tutor a valutare i livelli di apprendimento, l'acquisizione delle conoscenze e i progressi registrati nella sfera relazionale e comportamentale. L'azione valutativa continuerà con la somministrazione di una scheda di monitoraggio finale, che sarà redatta a cura dei tutor, degli esperti nonché dai docenti curricolari allo scopo di pervenire ad una valutazione globale dei livelli di competenze raggiunti dagli alunni, la ricaduta sulle attività curricolari e il raggiungimento del successo scolastico per tutti gli alunni, particolarmente per quelli che devono migliorare i livelli di competenza nell'ambito delle discipline quali matematica, inglese, scientifico-tecnologico e socio-relazionale. Le attività, come definito nel piano di Miglioramento PON-INVALSI dovranno tendere alla personalizzazione didattica e, attraverso le schede di osservazione approntate in fase di progetto, sarà monitorata la valenza della metodologia didattica verificando l'innalzamento dei livelli di partecipazione, di interesse e di competenze di base. SPECIFICHE INFORMAZIONI COLLEGATE AL PROGETTO La nostra scuola intende promuovere, all'interno del Piano Integrato degli Interventi FSE, il progetto di Miglioramento PON-INVALSI realizzando un ambiente di apprendimento stimolante, innovativo e creativo, nell'ottica della ricerca costante di nuovi strumenti e metodologie per apprendere e operare. La valutazione effettuata nelle annualità precedenti ha fatto registrare esiti positivi nell'acquisizione delle competenze, del grado di soddisfazione, della partecipazione e della capacità di lavorare in gruppo. Pertanto per le azioni di valutazione del Piano Integrato proposto, si programmeranno schede di monitoraggio identiche, allo scopo di poter compiere una rilevazione comparativa iniziale e finale riguardo a: - livelli e modi di partecipazione - motivazione e interazione - capacità di rielaborazione - assiduità e frequenza - comportamento e collaborazione. *Informazione e pubblicizzazione Sono previsti interventi di informazione e pubblicizzazione dell'intero Piano e dei singoli moduli, per informare famiglie e territorio sulle opportunità offerte agli alunni nel quadro dei programmi PON FSE cofinanziati dalla Commissione Europea. Saranno utilizzati: brochure, manifesti, targhe, comunicati stampa su quotidiani provinciali. Eventuali prodotti dell'intervento saranno pubblicati sul sito web della scuola. Le manifestazioni conclusive e l'evento della Giornata Europea, alle quali saranno invitati i genitori e la collettività territoriale, saranno occasioni per la nostra scuola, per divulgare i risultati raggiunti, i prodotti finali elaborati dagli alunni e far conoscere le opportunità che si realizzano con le risorse dell'unione Europea.

5 *Per il modulo C1 'Matematicando', gli alunni parteciperanno alla gara KANGOUROU della Matematica, organizzata da Kangourou Italia e Università degli studi di Milano-Dipartimento di Matematica. *Per i moduli 'Senza Frontiere Inglese', gli alunni accederanno alla certificazione Trinity di 2, 3, 4 e 5 livello. *Per il modulo 'Francese per tutti', gli alunni accederanno alla certificazione DELF-A1. *Per i moduli 'Al passo con i tempi', gli alunni accederanno alla certificazione AICA-ECDL in relazione ai moduli secondo le indicazioni del Syllabus 5.0, le lezioni si terranno nei moderni laboratori della sede Posidonia realizzati con i finanziamenti PON-FESR. Obiettivo: D Accrescere la diffusione, l'accesso e l'uso della società dell'informazione nella scuola Azione: D 1 Interventi formativi rivolti ai docenti e al personale della scuola, sulle nuove tecnologie della comunicazione CARATTERISTICHE DESTINATARI L'azione si rivolge ai docenti dell'istituto Comprensivo attuatore il progetto che interessati al processo di longlife-learning intendono acquisire la certificazione CERT-LIM Interactive Teacher. Il progetto si rivolge in particolare a coloro che: - vogliono acquisire quelle conoscenze e abilità che favoriranno l'attività didattica mediante l'uso consapevole della LIM. - desiderano avere una formazione specifica dedicata all'utilizzo della LIM e un riconoscimento ufficiale a livello nazionale delle proprie conoscenze, abilità e competenze acquisite nell'ambito della formazione pubblica o privata. OBIETTIVI - offrire a tutti gli insegnanti la possibilità di utilizzare le moderne tecnologie - utilizzare metodi, contenuti e strumenti per innovare l'insegnamento - migliorare la professionalità dei docenti e dare un notevole contributo all'efficacia del processo di insegnamento-apprendimento - accogliere le indicazioni dell'unione Europea indirizzate a definire e a favorire il concetto di competenza in generale e nello specifico di competenza digitale sulle tecnologie d'informazione e comunicazione (TIC e LIM) - permettere al candidato attraverso un percorso di apprendimento formale istituzionalizzato e certificato di acquisire conoscenze, abilità e competenze relative all'utilizzo dello strumento LIM (Lavagna Interattiva Multimediale) nell'ambito della didattica e della formazione -offrire la possibilità di raggiungere la CERT-LIM Interactive Teacher.

6 METODOLOGIE La metodologia si avvale di attività laboratoriali, su PC-LIM in connessione internet, finalizzate alla simulazione pratica dei test, secondo le indicazioni del Syllabus CERT-LIM Interactive Teacher. Modulo 1.0 e Modulo 2.0. RISULTATI ATTESI I risultati attesi dovranno rispondere a quanto indicato nella scheda di autodiagnosi: - superare il punto di criticità della competenza informatica del personale docente e rafforzare attraverso il raggiungimento della certificazione "CERT-LIM Interactive Teacher", la competenza dei docenti nelle ITC-LIM - incentivare l'utilizzo delle tecnologie informatiche e della comunicazione ITC-LIM nella pratica didattica. SPECIFICHE INFORMAZIONI COLLEGATE AL PROGETTO La richiesta di autorizzazione del corso D1 ( Interventi formativi rivolti ai docenti e al personale della scuola, sulle nuove tecnologie della comunicazione) dal titolo "Tecnologie didattiche e LIM" riservata al solo personale docente, è finalizzata alla certificazione del livello formativo nell'uso delle tecnologie per la didattica ed in particolare della LIM. La necessità della formazione nasce dall'esigenza di un uso competente e professionale delle nuove strumentazioni LIM presenti nelle classi e dalla necessità di fornire ai docenti una certificazione delle proprie competenze professionali spendibile nel mondo del lavoro. La richiesta, inoltre, intende migliorare la professionalità dei docenti e fornire un notevole contributo all'efficacia del processo di insegnamento-apprendimento mediante l'utilizzo competente delle LIM ed il ricorso ad una didattica frontale versatile e innovativa. Le attività laboratoriali del corso D1, di 30 ore, si svolgeranno nella sede Posidonia dotata, grazie ai cofinanziamenti PON-FESR, di moderno laboratorio per l'aggiornamento e l'autoformazione dei docenti di buona connettività internet, di attrezzato laboratorio informatico per le lezioni frontalilaboratoriali e di aule con LIM per l'esercitazione pratica individuale. La selezione dei contenuti includerà temi connessi alle azioni e iniziative del MIUR per la scuola.

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità Istituto Comprensivo Statale Lorenzo Bartolini di Vaiano Piano dell Offerta Formativa Scheda di progetto Progetto 5 Formazione, discipline e continuità I momenti dedicati all aggiornamento e all autoaggiornamento

Dettagli

PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA

PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA Scuola primaria di Ponchiera Istituto Comprensivo Paesi Retici Sondrio PREMESSA : CORPO - CUORE contemporanea MENTE PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA Lo sviluppo delle

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO PIANO DI MIGLIORAMENTO Premessa Nel mese di settembre 2015 si è conclusa la fase di autovalutazione di Istituto con la pubblicazione del Rapporto di Autovalutazione consultabile sul sito dell Istituto

Dettagli

Comunicazione n. 134 del 16 gennaio 2014

Comunicazione n. 134 del 16 gennaio 2014 Via San Tommaso d Aquino, n. 4 70124 Bari Tel/fax: 080/5043941-080/5045457 Succursale Via Giovanni XXIII n. 55 70124 Bari Tel/fax 080/5562081 e-mail: bapc150004@istruzione.it; socrateliceo@virgilio.it

Dettagli

DIDATEC Corso base e corso avanzato

DIDATEC Corso base e corso avanzato PROGETTI DI FORMAZIONE PER DOCENTI 2012/2013 DIDATEC Corso base e corso avanzato PER I TUTTI DOCENTI I DOCENTI DI ITALIANO Fotografia di Giuseppe Moscato Scuola primaria e secondaria di primo grado e biennio

Dettagli

PROGETTI DI AMPLEMENTO DELL'OFFERTA DIDATTICA a.s. 2015-16

PROGETTI DI AMPLEMENTO DELL'OFFERTA DIDATTICA a.s. 2015-16 PROGETTI DI AMPLEMENTO DELL'OFFERTA DIDATTICA a.s. 2015-16 Progetto Descrizione Destinatari Valorizzazione della matematica Coinvolge tutto L Istituto; in particolare vede coinvolte le classi V^ della

Dettagli

Oggetto: descrizione dettagliata del progetto Un curricolo verticale per il successo formativo, Linea 1.

Oggetto: descrizione dettagliata del progetto Un curricolo verticale per il successo formativo, Linea 1. Castelfranco E., 13 04-2013 Oggetto: descrizione dettagliata del progetto Un curricolo verticale per il successo formativo, Linea 1. Come già specificato il progetto, parte integrante del POF della scuola,

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico

LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico Non si impara mai pienamente una scienza difficile, per esempio la matematica,

Dettagli

"ALVARO - GEBBIONE" Via Botteghelle, 29 89129 REGGIO CALABRIA C.F. 92031140806 C.M.RCIC870003

ALVARO - GEBBIONE Via Botteghelle, 29 89129 REGGIO CALABRIA C.F. 92031140806 C.M.RCIC870003 ISTITUTO COMPRENSIVO " - GEBBIONE" Via Botteghelle, 29 89129 REGGIO CALABRIA C.F. 92031140806 C.M.RCIC870003 PIANO INTEGRATO PON 2013/14 PROT. N. AOODGAI8439 DEL 02/08/2014 Prot. 2252/18.08.2014 Al personale

Dettagli

PROGETTO FORMAZIONE ALUNNI

PROGETTO FORMAZIONE ALUNNI ISTITUTO COMPRENSIVO Gen. Gonzaga Via Caduti di Bruxelles 84025 - EBOLI (SA) tel 0828 328154 - fax 0828 333444 mail: saic8bg00b@istruzione.it sito: www.icgonzagaeboli.gov.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015 DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI Composizione I Dipartimenti sono composti dai docenti, raggruppati per aree disciplinari e/o per

Dettagli

Linee guida per l'attivazione dei moduli di formazione (a cura di Maria Pia Magliokeen, Referente regionale per le lingue)

Linee guida per l'attivazione dei moduli di formazione (a cura di Maria Pia Magliokeen, Referente regionale per le lingue) UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA SICILIA Progetto di formazione di docenti e studenti dei tecnici e professionali del settore turisticoalberghiero in Sicilia Sicily is a Treasure Island for tourism

Dettagli

Relazione finale. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti

Relazione finale. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti Relazione finale Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti Il progetto English Podcast è stato finalizzato alla registrazione di file audio o video di lezioni in

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CLASSI 2^ - 3^ - 4^ - 5^ CLASSE PRIMA ANNOTAZIONI TUTTI I PLESSI 14/09 9,00 12,00 8,30 12,00

SCUOLA PRIMARIA CLASSI 2^ - 3^ - 4^ - 5^ CLASSE PRIMA ANNOTAZIONI TUTTI I PLESSI 14/09 9,00 12,00 8,30 12,00 SCUOLA PRIMARIA PREMESSA I primi giorni di scuola per i bambini non solo delle classi prime rappresentano un esperienza significativa, densa di attese, di emozioni e, talora, di ansia. La scuola deve impegnarsi,

Dettagli

Istituto Tecnico Settore Tecnologico Marie Curie Meccanica, meccatronica ed energia Biotecnologie Ambientali. Prot. N 1448/D8 Napoli, 04/03/2015

Istituto Tecnico Settore Tecnologico Marie Curie Meccanica, meccatronica ed energia Biotecnologie Ambientali. Prot. N 1448/D8 Napoli, 04/03/2015 Prot. N 1448/D8 Napoli, 04/03/2015 AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE ESPERTI ESTERNI ALL ISTITUZIONE SCOLASTICA ANNUALITÀ 2014/2015 PON COMPETENZE PER LO SVILUPPO FSE-2007- IT 05 1 PO 007 ASSE II OB. H-AZ.

Dettagli

2.1 Conosciamo le lingue straniere pag. 2 2.2 Ampliamo le opportunità di formazione pag. 4 2.3 Salute, benessere, sicurezza pag. 6

2.1 Conosciamo le lingue straniere pag. 2 2.2 Ampliamo le opportunità di formazione pag. 4 2.3 Salute, benessere, sicurezza pag. 6 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia gli alunni che i genitori apprezzano: - competenze e

Dettagli

Aula Digitale per Tutti

Aula Digitale per Tutti Premessa Progetto Aula digitale per tutti Il progetto si inserisce nella fase attuale di introduzione delle Lavagne Interattive Multimediali nelle scuole. Con la sua attuazione intende promuovere interventi

Dettagli

Direzione Didattica Statale G. MAZZINI

Direzione Didattica Statale G. MAZZINI Direzione Didattica Statale G. MAZZINI Progetto A.M.I.C.O. Azioni Metodologiche ed Iniziative per la Cooperazione aa.ss. 2014/2015 Sede/i di realizzazione del progetto: Plessi di scuola primaria della

Dettagli

Istituto Comprensivo di Bruino Piano triennale dell offerta formativa A.S. 2016/2017 2017/2018 2018/2019

Istituto Comprensivo di Bruino Piano triennale dell offerta formativa A.S. 2016/2017 2017/2018 2018/2019 Istituto Comprensivo di Bruino Piano triennale dell offerta formativa A.S. 2016/2017 2017/2018 2018/2019 PREMESSA E MISSIONE Il piano si basa su criteri educativi-formativi di: Flessibilità Programmazione

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA 10 CIRCOLO SCUOLA PRIMARIA SALICETO PANARO MODENA

DIREZIONE DIDATTICA 10 CIRCOLO SCUOLA PRIMARIA SALICETO PANARO MODENA DIREZIONE DIDATTICA 10 CIRCOLO SCUOLA PRIMARIA SALICETO PANARO MODENA Mod. g 2 b - Unità di apprendimento CLASSE: 5^ A TITOLO: Appunti di viaggio: ricordi e racconti delle esperienze della classe Quinta

Dettagli

progetto FORMAZIONE CLASSI PRIME

progetto FORMAZIONE CLASSI PRIME MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO "Maria Montessori" RONCO BR.NO/SULBIATE progetto FORMAZIONE CLASSI PRIME Scuole PRIMARIE di Ronco Briantino e

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

Prot. n.432 A/6 Lentini, 05/02/2014

Prot. n.432 A/6 Lentini, 05/02/2014 ISTITUTO SCOLASTICO STATALE COMPRENSIVO SCUOLA DELL'INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA - SCUOLA SEC. 1 GRADO "RICCARDO DA LENTINI" Via Focea 3/5-96016 Lentini (SR) e-mail: sric83800x@istruzione.it - C.F. 91016040890

Dettagli

La Scuola Secondaria di Primo Grado

La Scuola Secondaria di Primo Grado La Scuola Secondaria di Primo Grado È un ambiente educativo sereno, nel quale i ragazzi imparano solide nozioni di base e un efficace metodo di studio, utilizzando le nuove tecnologie, la rete internet

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca MOTIVAZIONI Educativa Metodologica Esistenziale Sociale Ambientale

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca MOTIVAZIONI Educativa Metodologica Esistenziale Sociale Ambientale Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale C. CARMINATI Scuola Primaria e Scuola Secondaria di 1 grado Via Dante 4 21015 - LONATE POZZOLO (VA) Tel 0331/66.81.62

Dettagli

PIANO FORMATIVO 2014/2015

PIANO FORMATIVO 2014/2015 PIANO FORMATIVO 2014/2015 Il CFP Francesco d Assisi La Cooperativa "Francesco d'assisi" gestisce da più di otto anni un Centro di Formazione Professionale accreditato presso la Regione Veneto, rivolto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE R. MAGIOTTI

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE R. MAGIOTTI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE R. MAGIOTTI Via F.lli Rosselli n. 4-52025 Montevarchi (AR ) e-mail: aric834004@istruzione.it - aric834004@pec.it http://www.magiotti-mv.it/ Tel. e Fax. 055/9102637-055/9102704

Dettagli

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado Classe: Sezione: Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado PROGETTAZIONE CURRICOLARE Approvazione del Consiglio di Classe in data: Coordinatore:Prof.

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

Imparare ad imparare Comunicazione nella lingua straniera Spirito d'iniziativa Competenze sociali e civiche Consapevolezza ed espressione culturale

Imparare ad imparare Comunicazione nella lingua straniera Spirito d'iniziativa Competenze sociali e civiche Consapevolezza ed espressione culturale LIVELLO: Esperienze significative, lezioni partecipate, progetti... realizzati Drama Scuola dell'infanzia/1^ Scuola Primaria Disciplina di riferimento LINGUA INGLESE Obiettivi formativi Competenze europee

Dettagli

I S T I T U T O C O M P R E N S I V O

I S T I T U T O C O M P R E N S I V O I S T I T U T O C O M P R E N S I V O Scuola Infanzia - Primaria e Secondaria di 1 Grado Via S. Pertini, 1 tel. 0836/817370-73020 UGGIANO LA CHIESA (LE) C.F. 92012650757 C.M. LEIC84300C e-mail: leic84300c@istruzione.it

Dettagli

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA mediante momenti di raccordo pedagogico, curriculare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ TRASVERSALI Sviluppa autostima Sviluppa competenze disciplinari e trasversali Impara a cooperare e vivere in gruppo Impara a superare ansie e difficoltà Impara a conoscere

Dettagli

TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA

TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO RIVA 1 PIANO DI STUDIO DI ISTITUTO TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA PREMESSA Secondo le Linee Guida per l elaborazione dei Piani di Studio Provinciali (2012) la TECNOLOGIA, intesa nel suo

Dettagli

www.scuoledilampedusa.gov.it

www.scuoledilampedusa.gov.it ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO L. PIRANDELLO LICEO SCIENTIFICO E. MAJORANA VIA GRECALE - Tel. e Fax 0922/970439 971354 92010 - LAMPEDUSA E LINOSA (AG) COD. MIN. AGPS08000A C.F. 80006700845 Emailpec agic81000e@pec.istruzione.it

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA. Sperimentare un nuovo metodo d insegnamento per un apprendimento integrato di contenuto e lingua.

SCUOLA PRIMARIA. Sperimentare un nuovo metodo d insegnamento per un apprendimento integrato di contenuto e lingua. SCUOLA PRIMARIA Denominazione progetto Priorità cui si riferisce (L.107/2015)e Traguardi di risultato Obiettivo di processo CLIL SCIENCE Sviluppare e potenziare le competenze chiave di cittadinanza. Rispondere

Dettagli

SCHEDA DI PROGETTAZIONE PROGETTO GIARDINO

SCHEDA DI PROGETTAZIONE PROGETTO GIARDINO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di MALCESINE Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I Grado Via Campogrande, 1 37018 Malcesine VR Telefono 0457400157 Fax 0456570669 www.icsmalcesine.it

Dettagli

CL@SSI 2.0. I l G u e r c i n o. I l P r o g e t t o d i C l a s s e 1A

CL@SSI 2.0. I l G u e r c i n o. I l P r o g e t t o d i C l a s s e 1A CL@SSI 2.0 I S T I T U T O C O M P R E N S I V O N. 9 B O L O G N A S c u o l a s e c o n d a r i a d i I g r a d o I l G u e r c i n o a. s. 2009-2 0 1 0 I l P r o g e t t o d i C l a s s e 1A F e b b

Dettagli

DISCIPLINE INSEGNATE MONTE ORE SETTIMANALE PER DISCIPLINA ITALIANO - STORIA - GEOGRAFIA - LATINO

DISCIPLINE INSEGNATE MONTE ORE SETTIMANALE PER DISCIPLINA ITALIANO - STORIA - GEOGRAFIA - LATINO OFFERTA FORMATIVA La Scuola Secondaria di 1 Grado - nel rispetto del Regolamento relativo all assetto ordinamentale, organizzativo e didattico art. 64 D.L. 25 giugno 2008 n. 112, convertito dalla Legge

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO. Brochure per un viaggio di istruzione di un giorno

UNITA DI APPRENDIMENTO. Brochure per un viaggio di istruzione di un giorno UNITA DI APPRENDIMENTO DENOMINAZIONE IL VIAGGIO: UNIRE L UTILE AL DILETTEVOLE COMPITO E PRODOTTO FINALE Il prodotto finale dell UDA è una brochure realizzata al computer per un viaggio di istruzione di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA Scuola Primaria Anno scolastico 2013/2014 Il Collegio dei Docenti della Scuola Primaria dell Istituto Comprensivo di Balangero condivide

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE GUIDO CAVALCANTI SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI Via G. Guerrazzi 178, 50019 Sesto Fiorentino (FI) Tel 055/4210541/2 FAX 055/4200419 E-mail: fimm495000x@istruzione.it Sito Web: www.scuolacavalcanti.gov.it

Dettagli

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Anno Scolastico 2012/2013 [[[Nessun bambino può essere considerato straniero, laddove ci si occupa di educazione, di trasmissione di valori, di conoscenze

Dettagli

I.I.S. F. Brunelleschi - L. Da Vinci Istituto Tecnico per Geometri "F. Brunelleschi" Corso Serale SIRIO Frosinone A.S. 2012-2013

I.I.S. F. Brunelleschi - L. Da Vinci Istituto Tecnico per Geometri F. Brunelleschi Corso Serale SIRIO Frosinone A.S. 2012-2013 I.I.S. F. Brunelleschi - L. Da Vinci Istituto Tecnico per Geometri "F. Brunelleschi" Corso Serale SIRIO Frosinone A.S. 2012-2013 PRESENTAZIONE DEL CORSO SERALE PROGETTO SIRIO Il CORSO SERALE A partire

Dettagli

Progetto PON rivolto alle Istituzioni scolastiche statali per la realizzazione di ambienti digitali.

Progetto PON rivolto alle Istituzioni scolastiche statali per la realizzazione di ambienti digitali. Ministero Dell Istruzione, Dell Università e Della Ricerca Istituto Comprensivo Statale Don Milani Via Ugo Foscolo 13 21050 Bisuschio Tel. 0332/471213 Fax 0332/473798 sito Web: www.icbisuschio.gov.it e-mail

Dettagli

Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. "Ma qual è la pietra che sostiene il ponte?" - chiede Kublai Kan. "Il ponte non è sostenuto da

Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. Ma qual è la pietra che sostiene il ponte? - chiede Kublai Kan. Il ponte non è sostenuto da LA CONCRETEZZA DELL'INVISIBILE Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. "Ma qual è la pietra che sostiene il ponte?" - chiede Kublai Kan. "Il ponte non è sostenuto da questa o quella pietra, -

Dettagli

Obiettivi formativi Competenze europee Da Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo d'istruzione (2012)

Obiettivi formativi Competenze europee Da Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo d'istruzione (2012) LIVELLO: Esperienze significative, lezioni partecipate, progetti... realizzati Drama Filastrocche / Canzoni / Giochi di Total Physical Response (TPR) Scuola dell'infanzia/1^ Scuola Primaria Disciplina

Dettagli

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LA DIMENSIONE DEL BISOGNO: COMUNICAZIONE E DIVERSITÀ Motivazione dell idea progettuale Il nostro Istituto

Dettagli

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Corso Serale I.G.E.A. LA FORMAZIONE TRA SCUOLA ED AZIENDA ANNO SCOLASTICO 2010 2011 DIRIGENTE SCOLASTICO : Dott.ssa ADDOLORATA BRAMATO RESPONSABILE DEL PROGETTO :Prof.ssa LOREDANA CAROPPO REFERENTE SCUOLA

Dettagli

DIDATEC Corso base e corso avanzato

DIDATEC Corso base e corso avanzato PROGETTI DI FORMAZIONE PER DOCENTI DIDATEC Corso base e corso avanzato PER I TUTTI DOCENTI I DOCENTI DI ITALIANO Scuola Primaria e Secondaria di I Grado e Biennio Secondaria di II Grado D-5-FSE-2010-1

Dettagli

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI PROGETTO LETTURA UNA CASCATA DI LIBRI Il progetto si prefigge di stimolare negli alunni la motivazione alla lettura e all ascolto, guidandoli a saper cogliere, insieme

Dettagli

I.C.S. QUASIMODO - LOCATELLI. Progetto didattico per accesso ai fondi

I.C.S. QUASIMODO - LOCATELLI. Progetto didattico per accesso ai fondi Progetto didattico per accesso ai fondi!1 TITOLO Laboratori mobili per l apprendimento. DESCRIZIONE Grazie a questo progetto sarà possibile trasformare l ambiente di apprendimento e potenziare, grazie

Dettagli

1. TITOLO DEL PROGETTO TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO (STAGE/ALTERNANZA SCUOLA LAVORO)

1. TITOLO DEL PROGETTO TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO (STAGE/ALTERNANZA SCUOLA LAVORO) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. SACCO ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE AD INDIRIZZO IGEA E PROGRAMMATORI I S T I T U T O P R O F E S S I O N A L E PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE S A N T

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO P.LE SAN FRANCESCO 3. Cod. Ministeriale GEMM867015

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO P.LE SAN FRANCESCO 3. Cod. Ministeriale GEMM867015 ISTITUTO COMPRENSIVO CHIAVARI 2 Anno Scolastico 2013/14 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO P.LE SAN FRANCESCO 3 Cod. Ministeriale GEMM867015 LINEE ESSENZIALI DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 1 FINALITÀ La nostra

Dettagli

proporre iniziative comuni per realizzare la continuità attraverso le fasi dell accoglienza e la formazione delle classi iniziali;

proporre iniziative comuni per realizzare la continuità attraverso le fasi dell accoglienza e la formazione delle classi iniziali; CONTINUITA' Il concetto di continuità nella scienza educativa, si riferisce a uno sviluppo e a una crescita dell individuo che si realizza senza macroscopici salti o incidenti. La continuità nasce dall

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

LA CERAMICA TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE Anni scolastici 2011-2012/2012-2013/2013-2014 Progetto triennale

LA CERAMICA TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE Anni scolastici 2011-2012/2012-2013/2013-2014 Progetto triennale LA CERAMICA TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE Anni scolastici 2011-2012/2012-2013/2013-2014 Progetto triennale Gruppo di progetto: Dirigente scolastico Referente di Istituto Tutor di classe ANALISI DEI BISOGNI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado

ISTITUTO COMPRENSIVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENVO Tivoli -A.Baccelli- Scuola dell infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado Piano Annuale per l Inclusività A.S. 2013/14 L I.C. Tivoli 2 A.Baccelli pone particolare attenzione

Dettagli

Progettare esperienze per generare competenze

Progettare esperienze per generare competenze Progettare esperienze per generare competenze L insegnamento della matematica nella prospettiva della ricerca-azione Ins. Facondina Salvatore Premessa (dalle Nuove Indicazioni) Obiettivo della scuola è

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana. Direzione Generale

CONVENZIONE QUADRO. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana. Direzione Generale CONVENZIONE QUADRO tra Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e il Consiglio Regionale della Toscana L', P.I. 80022410486, con sede legale in Firenze, via Mannelli n. 113, rappresentato

Dettagli

all'innalzamento del livello di scolarità e del tasso di successo scolastico; allo sviluppo dell'introduzione delle nuove tecnologie didattiche;

all'innalzamento del livello di scolarità e del tasso di successo scolastico; allo sviluppo dell'introduzione delle nuove tecnologie didattiche; I progetti relativi all arricchimento dell offerta formativa sono da considerare parte integrante del curricolo e consentono una didattica più integrata, efficace e partecipativa. La nostra scuola propone

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

Tre plessi e tre ordini di scuola

Tre plessi e tre ordini di scuola LANCUSI FRAZIONE DI FISCIANO (SA Tre plessi e tre ordini di scuola Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Uff. Dirigenza/Segreteria Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola sec. di primo grado Scuola

Dettagli

Scheda descrittiva del Laboratorio Didattico

Scheda descrittiva del Laboratorio Didattico Scheda descrittiva del Laboratorio Didattico Tipologia: Recupero e consolidamento delle capacità linguistiche Recupero e consolidamento delle capacità logiche Recupero e consolidamento delle capacità matematiche

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ. Istituto Compresivo Rita Levi-Montalcini. Una scuola da scoprire e da vivere

PROGETTO CONTINUITÀ. Istituto Compresivo Rita Levi-Montalcini. Una scuola da scoprire e da vivere PROGETTO CONTINUITÀ Istituto Compresivo Rita Levi-Montalcini [Plesso di Arbostella, Plesso di Fuorni, Plesso di Mariconda, Plesso di Mercatello] Una scuola da scoprire e da vivere icritalevimontalcini.gov.it

Dettagli

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE SICUREZZA E RISPETTO DELLE REGOLE FINALITA e OBIETTIVI DEL PROGETTO Le direttive comunitarie in tema di salute e sicurezza sul luogo di lavoro sottolineano la necessità

Dettagli

PROGETTO L. INGLESE (Lab. alunni) Move on Trinity 2 RELAZIONE FINALE

PROGETTO L. INGLESE (Lab. alunni) Move on Trinity 2 RELAZIONE FINALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.MARCONI Via Gen.A.Di Giorgio, 4-90143 Palermo Tel e Fax: 091.6255080 e-mail : paic89300r@istruzione.it sito web: www.scuolamediamarconipa.gov.it COD.MEC.: paic89300r PROGETTO

Dettagli

L I C E O V E R O N E S E. Quale liceo scegliere?

L I C E O V E R O N E S E. Quale liceo scegliere? hioggia (V) L V R S L'intervento formativo del Liceo Veronese ha come priorità la crescita dello studente in tutte le sue dimensioni. L'attività didattica mira a fornire una preparazione culturale solida

Dettagli

LE RETI LA COOPERAZIONE CON IL TERRITORIO

LE RETI LA COOPERAZIONE CON IL TERRITORIO LE RETI LA COOPERAZIONE CON IL TERRITORIO Le Reti favoriscono meccanismi di scambio finalizzati alla cooperazione con il territorio, con le altre agenzie formative e le strutture amministrative attraverso

Dettagli

Convivenza civile e cittadinanza attiva e consapevole

Convivenza civile e cittadinanza attiva e consapevole Istituto Comprensivo Statale C. Carminati di Lonate Pozzolo Scuola Primaria e Scuola Secondaria di 1 grado Classi: 2 C- Scuola Primaria Volta 1 A- Scuola Secondaria Carminati a.s. 2009-2010 Unità di Apprendimento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM Località Villaggio 84047 CAPACCIO (SA) - C.M. SAIC8AZ00C Tel. 0828725413/0828724471 Fax. 0828720747/0828724771 e-mail SAIC8AZ00C@istruzione.it Ascolta i bambini

Dettagli

SCHEDE PROGETTUALI SCUOLA DELL INFANZIA

SCHEDE PROGETTUALI SCUOLA DELL INFANZIA ALLEGATO 2 PTOF 2016/2019 SCHEDE PROGETTUALI SCUOLA DELL INFANZIA INDICE ACCOGLIENZA CONTINUITÀ SI/SP LINGUA INGLESE ATTIVITA MOTORIA EDUCAZIONE MUSICALE LABORATORIO TEATRALE 1 ACCOGLIENZA Integrazione

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI DISABILI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI DISABILI All.9 POF 2015-2016 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI DISABILI Il Protocollo di Accoglienza è il documento che predispone e organizza le modalità che l Istituto intende seguire relativamente all

Dettagli

L alternanza scuola lavoro Dott.ssa Eleonora Grossi

L alternanza scuola lavoro Dott.ssa Eleonora Grossi L alternanza scuola lavoro Dott.ssa Eleonora Grossi Neuroscienze e Riabilitazione neuropsicologica Psicologia dello sviluppo e dell educazione Potenziamento cognitivo Metodo Feuerstein L alternanza scuola

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE. referente ins. MASCI LUANA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE. referente ins. MASCI LUANA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE F. MASCI FRANCAVILLA AL MARE referente ins. MASCI LUANA 1 Con l anno scolastico 2013-14 entrano pienamente in vigore le Indicazioni Nazionali per il Curricolo della Scuola

Dettagli

HELLO ENGLISH! & FIRST STEPS

HELLO ENGLISH! & FIRST STEPS HELLO ENGLISH! & FIRST STEPS Il bambino bilingue a contatto con due culture diverse ha bisogno di un doppio repertorio di usanze e conoscenze culturali che lo portino ad avere un alta considerazione di

Dettagli

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA SCHEDA INFORMATIVA Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA Per l iniziativa ministeriale nazionale PON C3 LE(G)ALI AL SUD. UN PROGETTO PER LA LEGALITA IN OGNI SCUOLA moduli didattici: Ambientiamoci

Dettagli

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE Gallarate (VA) - Via Bonomi, 4 Tel. 0331.795141 - Fax 0331.784134 sacrocuoregallarate@fastwebnet.it www.sacrocuoregallarate.it Scuola Secondaria di I grado PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE DEGLI ALUNNI CON

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO DELL ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE G. FERRARIS DI MOLFETTA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO DELL ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE G. FERRARIS DI MOLFETTA Prot. N. 3273/A13c del 30 maggio 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO DELL ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE G. FERRARIS DI MOLFETTA Vista la nota della MIUR - Direzione Generale per gli Affari Internazionali prot.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA PROGETTO INFORMATICA: UNPLUGGED ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PREMESSA Come è noto, l insegnamento della tecnologia/informatica è entrata a far parte del normale curricolo

Dettagli

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I.C.S. MAREDOLCE FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA La nostra scuola dell Infanzia con la sua identità specifica sotto il profilo pedagogico e metodologico-organizzativo persegue: l acquisizione di capacità

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente Ufficio VI

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente Ufficio VI EDUCAZIONE alla SICUREZZA STRADALE Il Progetto Nazionale Il Progetto ha la finalità di educare a comportamenti corretti e responsabili e, in particolare i giovani utenti della strada, ad una guida dei

Dettagli

SITUAZIONE DI PARTENZA

SITUAZIONE DI PARTENZA CLASSE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA POSEIDONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2013/14 CLASSE SEZ COORDINATORE Alunni Maschi Femmine Ripetenti Altre culture

Dettagli

Attività extracurriculari

Attività extracurriculari 8 Attività extracurriculari Ipsar Petronio Pof.2010 2011 Attività extracurriculari pag 1 di 6 Attività di orientamento L attività di orientamento, finalizzata a garantire scelte consapevoli per acquisire

Dettagli

Classe 19 delle lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione CORSO DI LAUREA A DISTANZA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

Classe 19 delle lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione CORSO DI LAUREA A DISTANZA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE Università degli Studi di Padova Facoltà di Scienze della Formazione Classe 19 delle lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione CORSO DI LAUREA A DISTANZA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

Il PNSD. Cosa è stato attuato nel nostro Istituto ad oggi per quanto riguarda il digitale:

Il PNSD. Cosa è stato attuato nel nostro Istituto ad oggi per quanto riguarda il digitale: Il PNSD Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD) è un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione, come previsto nella riforma della Scuola (legge 107/

Dettagli

F-3-FSE04_POR_CAMPANIA-2013-206 ISTITUTO TITOLO DEI PERCORSI

F-3-FSE04_POR_CAMPANIA-2013-206 ISTITUTO TITOLO DEI PERCORSI PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE - PIANO AZIONE COESIONE FONDO SOCIALE EUROPEO COMPETENZE PER LO SVILUPPO COFINANZIATO DAL FONDO SOCIALE EUROPEO AVVISO AOODGAI/199 DEL 08/01/2013 CIRCOLARE AOODGAI/11666 DEL

Dettagli

Anno Scolastico 2007 2008. Progetto di Tirocinio Animazione Musicale

Anno Scolastico 2007 2008. Progetto di Tirocinio Animazione Musicale Istituto di Istruzione Superiore L.R. D.M. 14/06/1946 e Paritario provvedimento del 28/02/2001 "Gesù Eucaristico" Indirizzi: Socio-Psico-Pedagogico Linguistico via Monte, 52-75019 Tricarico MT tel. + fax

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI "L. EINAUDI"

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI L. EINAUDI PROPOSTA ATTIVITA A.S. 2008-09 M1/PA08 CURRICOLARE EXTRACURRICOLARE ALTRO Titolo del Progetto Accoglienza- Alfabetizzazione,- Educazione interculturale Responsabile del Progetto Prof. ssa Colombo Lidia

Dettagli

RELAZIONE CONCLUSIVA

RELAZIONE CONCLUSIVA Liceo Scientifico "G. Salvemini" - Sorrento A.S. 2011/12 2012/13 PROGETTI B-7-FSE-2011-300 ATTIVITA DI VALUTAZIONE RELAZIONE CONCLUSIVA Il sottoscritto INGENITO CATELLO, docente presso il Liceo Scientifico

Dettagli

PROGETTO "Diversità e inclusione"

PROGETTO Diversità e inclusione MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO CERVARO Corso della Repubblica, 23 (Fr) Tel. 0776/367013 - Fax 0776366759 - e-mail:fric843003@istruzione.it

Dettagli

Prot. n. 795/B32 PON Mascalucia, 10/02/2014

Prot. n. 795/B32 PON Mascalucia, 10/02/2014 Repubblica italiana- Regione Siciliana ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Federico II di Svevia Via Del Sole Massannunziata - 95030 Mascalucia (CT) 095-910718 FAX 095-7918204 Cod. Fisc. 93105190875, Cod. Mecc.

Dettagli

I CIRCOLO DIDATTICO GENNARO SEQUINO. Prot. n. 5515/B18-FSE Mugnano di Napoli, 08/11/2013

I CIRCOLO DIDATTICO GENNARO SEQUINO. Prot. n. 5515/B18-FSE Mugnano di Napoli, 08/11/2013 I CIRCOLO DIDATTICO GENNARO SEQUINO Via Roma, 80 80018 MUGNANO DI NAPOLI Telefono/Fax 081-7451142 Distretto 26 Codice NAEE15100R Codice fiscale 80101770636 @-mail: naee15100r@istruzione.it web site: www.cdsequino.it

Dettagli

SOMMARIO. Destinatario pag. 3. Normativa di riferimento pag. 3. Finalità del progetto pag. 3. Obiettivi generali pag. 3

SOMMARIO. Destinatario pag. 3. Normativa di riferimento pag. 3. Finalità del progetto pag. 3. Obiettivi generali pag. 3 1 SOMMARIO Destinatario pag. 3 Normativa di riferimento pag. 3 Finalità del progetto pag. 3 Obiettivi generali pag. 3 Obiettivi educative e didattici pag. 3 Obiettivi specifici di apprendimento pag. 4

Dettagli

I.C. DE AMICIS - Busto Arsizio

I.C. DE AMICIS - Busto Arsizio I.C. DE AMICIS - Busto Arsizio http://www.icdeamicis.gov.it Secondaria di 1 Grado E. De Amicis Anno scolastico 2016/2017 Piano Triennale dell Offerta Formativa (ex. L. 107 cd. «Buona scuola») La carta

Dettagli

RUOLO CENTRALE DEL DS NELL ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DISABILI COME SENSIBILIZZARE E RESPONSABILIZZARE I DIRIGENTI

RUOLO CENTRALE DEL DS NELL ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DISABILI COME SENSIBILIZZARE E RESPONSABILIZZARE I DIRIGENTI INTEGRAZIONE, ORIENTAMENTO E BUONE PRASSI RUOLO CENTRALE DEL DS NELL ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DISABILI COME SENSIBILIZZARE E RESPONSABILIZZARE I DIRIGENTI L iscrizione degli alunni con certificazione L.104

Dettagli