Serena Briotti, Lorella Camporesi. StoriaLab. E-Book di Storia per la scuola secondaria di primo grado. Volume 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Serena Briotti, Lorella Camporesi. StoriaLab. E-Book di Storia per la scuola secondaria di primo grado. Volume 1"

Transcript

1 Serena Briotti, Lorella Camporesi StoriaLab E-Book di Storia per la scuola secondaria di primo grado Volume 1

2 Garamond 2009 Tutti i diritti riservati Via Tevere, 21 Roma Prima edizione Cod. ISBN Volume 1 978_88_86180_50_4 2

3 Sezione1. Dalla caduta dell Impero romano alla civiltà altomedievale Alla fine del IV secolo l Impero romano è definitivamente diviso in due parti. Dopo varie invasioni l Italia è occupata dai Longobardi. In Francia si forma il regno dei Franchi; nasce l Europa feudale. L Impero d Oriente continuerà ad esistere fina al Unità 1. L Europa nell Alto Medioevo Unità 2. L Islam e la sua diffusione Unità 3. Il regno dei Franchi Unità 4. L Europa feudale Unità 5. Decadenza e riforma della Chiesa 3

4 Unità1. L Europa nell Alto Medioevo PREREQUISITI Conoscere i principali avvenimenti della storia romana fino al 395 D.C. Conoscere i termini specifici del linguaggio storico. Saper collegare gli avvenimenti storici. Saper utilizzare i documenti storici. OBIETTIVI Comprendere le cause della caduta dell Impero romano d Occidente. Conoscere i territori in cui si formarono i regni romano-germanici Conoscere gli avvenimenti dell Impero d Occidente. Conoscere l estensione cronologica del medioevo. Conoscere il ruolo politico e culturale assunto dalla Chiesa. Capitolo1 Il declino dell Impero romano 1. Il sacco di Roma L imperatore Teodosio alla sua morte nel 395 d.c. lasciò l Impero ai suoi due figli: Arcadio e Onorio. Al primo diede l Oriente con capitale Costantinopoli e al secondo l Occidente con capitale Ravenna; da quel momento l Impero fu governato da due differenti dinastie. La parte orientale era economicamente più sviluppata, ma soprattutto era meno soggetta alle incursioni dei barbari 1 ; la parte Occidentale era invece sempre più debole e sempre più sottoposta al pericolo delle invasioni barbariche. 1 Termine con cui i Greci indicavano gli stranieri, perché quando parlavano sembrava pronunciassero un suono bar-bar dato che non conoscevano la lingua greca, da qui nasce il termine Barbaro. 4

5 I successori di Teodosio infatti, dovettero affrontare le incursioni delle popolazioni germaniche. I Germani erano originari dell Europa settentrionale e a partire dal 500 a.c. avevano iniziato a migrare verso sud-est. Erano suddivisi in diverse tribù, abitavano in una vasta zona compresa tra il Mare del Nord e Mar Baltico, il bacino reno-danubiano, il Mar Nero e il Don. Si suddividevano in: Germani orientali: Goti (Ostrogoti e Visigoti). Vandali, Burgundi, Longobardi e Svevi; Germani occidentali: Alamanni, Bavari, Franchi, Sassoni. Erano popolazioni nomadi, la loro organizzazione politica e sociale era semplice, ciascuna tribù era guidata da un capo eletto dall assemblea dei guerrieri. L attività più importante per queste tribù era la guerra a scopo di razzia, con la quale potevano ottenere tutto ciò di cui avevano bisogno. Non avevano leggi scritte, le regole erano tramandate oralmente e la giustizia veniva garantita dalla faida, legge che permetteva a chi aveva subito un torto di vendicarsi personalmente. Alla fine del IV secolo le popolazioni germaniche iniziarono a penetrare nei territori dell Impero perché spinti dalla popolazione Unna, che dalle zone asiatiche si stavano spostando verso Occidente. Questa popolazione spinse verso i territori dell Impero prima gli Ostrogoti, che a loro volta spinsero i Visigoti in Italia e, sotto il comando di Alarico, nel 410 giunsero a Roma e la saccheggiarono. Questo evento causò grande impressione e passò alla storia con il nome di Sacco di Roma. In pochi decenni l Impero romano perse numerosi territori: in Portogallo e parte della Spagna si stabilirono i Visigoti; 5

6 nel bacino del Rodano si fermarono i Burgundi; nelle regioni del basso Reno e nella Gallia settentrionale (Francia settentrionale e Belgio) si stanziarono i Franchi; nelle isole britanniche si stabilirono gli Angli e i Sassoni; In Africa settentrionale, in Sardegna e in Corsica si stanziarono i Vandali; Nella valle del Danubio e in Italia si formò il regno degli Ostrogoti, come vedremo nei prossimi paragrafi. Titolo della figura: I regni romano- barbarici alla fine del V secolo 2. Gli Unni Gli Unni erano Mongoli di origine siberiana, la loro lingua era simile a quella turca infatti, i loro discendenti sono proprio i Turchi. Erano una popolazione nomade, vivevano in tribù, le leggi erano tramandate oralmente e la loro economia si basava sulla razzia. Nel 445 gli Unni guidati da Attila, soprannominato per la sua ferocia flagello di Dio, si diressero verso la Gallia, ma furono sconfitti dal generale romano Ezio. Successivamente invasero l Italia, assediarono Aquileia, saccheggiarono Milano e quando giunsero a Ravenna nel 452, una delegazione inviata da papa Leone I Magno, offrì loro un tributo purché non saccheggiassero Roma. Attila accettò e Roma fu salvata grazie all intervento del papa, perché gli imperatori d Occidente non erano più in grado di difendere l Impero. 6

7 Attila oltrepassò le Alpi e, mentre tornava in Bulgaria, morì. Successivamente gli Unni furono battuti più volte così si ritirarono in Russia dove si dispersero. Inizia il medioevo Capitolo2 1. La caduta dell Impero romano d Occidente I romani ormai da molti anni arruolavano nel loro esercito elementi germanici. Così durante il IV secolo crebbe il numero degli ufficiali di origine barbarica, che salirono fino al comando supremo e che sempre più spesso ottenevano più importanza dell imperatore. Nel 475 salì al trono Romolo, che, a causa della sua incapacità di governare, fu soprannominato Augustolo. Egli dopo un anno di governo fu deposto da Odoacre, un ufficiale germanico. Dopo Romolo non vi furono più imperatori romani, finì così l Impero romano d Occidente; gli storici considerano il 476 la data in cui termina l Era antica e inizia il Medioevo, che durerà fino al 1492, quando Cristoforo Colombo scoprirà l America. Medioevo significa età di mezzo, viene diviso in: Alto Medioevo dal 476 all anno mille; Basso Medioevo dall anno mille al 1492, anche se alcuni storici preferiscono come data finale il 1453, quando Costantinopoli viene conquistata dai Turchi e finisce così anche l Impero romano d Oriente. Questo periodo è importante perché si sono sviluppate molte delle nostre tradizioni e soprattutto per il fatto che sono nate le lingue nazionali: il francese, il tedesco e l italiano, ecc., inoltre è proprio in questi secoli che è nata la civiltà europea. 2. L Impero romano d Oriente L Impero romano d Oriente comprendeva i Balcani meridionali, La Grecia e le sue isole, l Asia minore, la Siria, la Palestina e l Egitto; a differenza di quello d Occiedente era rimasto unito e aveva saputo frenare le invasioni barbariche. La capitale di questo Impero era Costantinopoli, luogo dove prima sorgeva l antica città greca Bisanzio, per questo motivo è detto anche Impero Bizantino. Qui si parlava il greco, l Imperatore aveva sia il potere politico, sia militare, sia religioso e veniva chiamato basileus. L Impero bizantino sopravvivrà fino al 1453, quando giungeranno i Turchi. Nel 527 a Costantinopoli regnava l imperatore Giustiniano, che tentò di riconquistare i territori occidentali occupati dai barbari. Si scontrò così con i Vandali e li scacciò dall Africa e dalle isole italiane; successivamente andò contro gli Ostrogoti in Italia. Dopo una lunga e sanguinosa guerra, detta greco-gotica, che durò dal 535 al 553, i bizantini riuscirono a sconfiggere 7

8 gli Ostrogoti e l Italia fu dichiarata provincia dell Impero d Oriente. Il governo fu affidato a un esarca che si stabilì a Ravenna. Giustiniano s impegnò anche per riaffermare i valori della civiltà romana infatti, fece scrivere da dei letterati presso la sua corte una raccolta di tutte le leggi romane, il Corpus Iuris Civilis, esso raccoglie tutte le leggi romane insieme alle sentenze e agli scritti dei più grandi giuristi dell epoca romana e ancora oggi è alla basa del diritto di numerose nazioni europee. L arte bizantina L arte bizantina si ritrova soprattutto nelle chiese e nelle grandi basiliche. L abilità principale degli artisti bizantini era il mosaico infatti le chiese bizantine hanno intere pareti decorate con pezzetti di pietra o vetro colorato che disegnano figure della religione cristiana. Questa tecnica si può ammirare a Ravenna nella chiesa di Sant Apollinare Nuovo. L imperatore Giustiniano 3.La nascita del monachesimo Dalla fine del III secolo alcuni cristiani del Medio Oriente decisero di allontanarsi dai grandi centri abitati e dalla società per vivere in luoghi solitari dedicandosi alla preghiera e alla meditazione, solo così pensavano di poter seguire profondamente gli insegnamenti di Gesù; furono per questo detti eremiti (dal greco eremos, deserto ). Altri invece si riunirono in zone isolate in piccole comunità con a capo un abate e si dedicavano, oltre che alla preghiera e alla meditazione, anche a piccoli lavori. Questi furono chiamati cenobiti (dal greco koinobios, vita comune ). Essi vivevano in monasteri e la loro giornata era disciplinata da delle norme dette Regola. Sia i cenobiti, sia gli eremiti presero il nome di monaci (dal greco monos, solo ) e diedero avvio al monachesimo. Durante il IV secolo il monachesimo si diffuse anche in Europa soprattutto grazie a San Benedetto da Norcia ( ). Egli, dopo essere stato un monaco eremita, nel 529 fondò un monastero a Montecassino, in Lazio, dove scrisse la Regola, che poi fu adottata da molti monasteri. Essa scandiva la vita dei monaci, dedicando determinate ore della giornata alla preghiera 8

9 e altre al lavoro infatti, alla base della regola benedettina si trova la frase latina: ora et labora, cioè Prega e lavora. La preghiera occupava circa quattro ore; la lettura dalle due alle quattro ore; il lavoro dalle cinque alle otto ore. Si mangiava una volta al giorno d inverno e due d estate. Tra le attività svolte dai monaci aveva molta importanza la coltivazione dei campi. Molto rilevante per la trasmissione della cultura fu il lavoro dei monaci amanuensi, che trascrivevano le antiche opere greche, latine e religiose su pergamene, inoltre decoravano i fogli con miniature, splendide illustrazioni di momenti di vita di Gesù, dei santi, di vita quotidiana, vegetali o animali. Spesso venivano decorate anche le lettere iniziali di ogni capitolo o paragrafo. Grazie all opera degli amanuensi sono giunte fino a noi opere che altrimenti sarebbero andate perdute. Ben presto i monasteri divennero un punto di riferimento per la popolazione che viveva nei paesi vicini. Infatti in caso di epidemie, carestie o guerre i monaci offrivano aiuto e riparo dentro le mura del monastero. Per tutti questi motivi i monasteri durante il medioevo furono dei centri culturali ed ebbero un importante ruolo sociale ed economico. L ATTIVITA DEGLI AMANUENSI Uno dei luoghi più importanti del monastero era lo scriptorium.qui gli amanuensi trascrivevano i testi sacri e le opere latine e greche. Il libro scritto a mano dai monaci si chiamava codice, era formato da fogli di pergamena cuciti. La pergamena era fatta con la pelle di pecora, capra, montone o vitello e levigata con una pietra pomice in modo da renderla lisca. L inchiostro usato era il nero o il rosso; per le decorazioni si utilizzava anche il verde, l azzurro, l oro e l argento. Per scrivere si servivano di una piuma d oca appuntita che intingevano nel calamaio. Per cancellare eventuali errori raschiavano le parole sbagliate con un raschietto. Di solito il monaco che scriveva non era lo stesso che minava. Il copista lasciava sul foglio uno spazio bianco per farlo poi riempiere dalla miniatura. Le copertine dei codici erano molto belle infatti erano in avorio o oro con pietre preziose. Il lavoro di copiatura era molto lungo e faticoso, per una Bibbia ci voleva un anno intero di lavoro e molte persone. 9

10 4. Mappa concettuale: nascita regni romano-germanici Impero romano Occidente cade Oriente sopravvive nel 476 fino al 1453 Si formano regni romano germanici Impero Bizantino: Giustiniano Scrive il corpus iuris civilis Nasce il monachesimo San Benedetto da Norcia Regola Amanuensi Ora et labora 10

11 HAI IMPARATO CHE L Impero romano d Occidente cade nel 476 d. C. e si formano i regni romano-germanici In Oriente nasce l Impero Bizantino Giustiniano fu un imperatore d Oriente e scrisse il Corpus iuris civilis. Inoltre cercò di riconquistare territori occidentali occupati dai barbari. Alla fine del III secolo nasce il monachesimo. NOTE 11

12 Unità2. L ISLAM E LA SUA DIFFUSIONE PREREQUISITI Conoscere i termini specifici del linguaggio storico. Saper collegare gli avvenimenti storici. Saper utilizzare i documenti storici. OBIETTIVI Conoscere quando e dove si sviluppò la religione islamica; Conoscere la predicazione di Maometto; Conoscere i territori in cui si diffuse l Islam Gli Arabi 1. la popolazione araba Capitolo1. La penisola arabica è bagnata a ovest dal Mar Rosso, a sud e a est dall oceano Indiano e a nord-ovest dal mar Mediterraneo. E un territorio grande circa un terzo dell Europa, prevalentemente desertico e solo in alcune zone si trovano le oasi, zone ricche di acqua in cui è possibile la coltivazione, che divennero presto importanti città, abitate da ricchi mercanti; fra queste si distinse particolarmente La Mecca. Nel VII secolo questo territorio era abitato dai beduini, popolazione nomade, che viveva di commercio e razzie e come mezzo di trasporto utilizzava il dromedario, soprannominato la nave del deserto per il fatto che è un animale in grado di sopravvivere anche otto giorni senza bere, in luoghi particolarmente caldi. I beduini commerciavano con l estremo Oriente sete, metalli preziosi, gemme, spezie e profumi. Questa popolazione era divisa in tribù formate da più famiglie con a capo uno sceicco, scelto fra i più valorosi. La loro religione era politeista, ogni tribù aveva le proprie tradizioni e divinità legate soprattutto al mondo della natura, tra queste divinità vi era anche Allah. Il santuario più importante dedicato ad Allah si trovava a La Mecca, dove c era la Kaaba, un edificio a forma di cubo in cui era conservata la pietra nera, probabilmente un 12

13 meteorite proveniente dallo spazio, che gli Arabi ritenevano fosse stata mandata dagli dei. A La Mecca si recavano numerosi pellegrini per adorare la pietra nera e gli altri idoli conservati nel tempio. Le popolazioni che vivevano lungo le coste e quelle delle città conobbero altre civiltà e spesso subirono l influenza di due religioni monoteiste: quella ebraica e quella cristiana. La penisola arabica nel VI secolo d.c. 2. La predicazione di Maometto Maometto nacque nel 570 circa, da una famiglia beduina politeista, ma rimase presto orfano, così fu cresciuto dallo zio, che era un mercante. Maometto seguì lo zio nei suoi spostamenti in Siria. Palestina e Mesopotamia e questo gli perm9ise di conoscere la religione ebraica e cristiana. Nel 610 iniziò la sua predicazione. Egli disse di aver avuto una visione in cui l arcangelo Gabriele gli aveva rivelato che Allah era l unico Dio e lo aveva nominato suo profeta. Iniziò così a predicare una nuova religione monoteista che chiamò musulmana ( in arabo muslin significa sottomesso a Dio ), infatti l uomo deve sottomettersi completamente ad Allah, tale sottomissione in arabo è detta islam, perciò questa religione è detta anche islamica. 13

14 Maometto ebbe molti seguaci, ma ciò infastidì i ricchi mercanti de La Mecca che temevano che la predicazione monoteista di Maometto avrebbe diminuito le vendite dei numerosi oggetti sacri ai pellegrini. Perciò nel 622 costrinsero Maometto e i suoi seguaci a fuggire da La Mecca e a rifugiarsi a Medina. I musulmani chiamarono questo evento Egira e da questa data contano gli anni del loro calendario. Nel 630 Maometto riuscì a tornare a La Mecca grazie all aiuto dei suoi sempre più numerosi fedeli. La predicazione di Maometto e la fede islamica si diffuse in tutta l Arabia tanto che nel 632, quando morì Maometto, si può dire che tutta la penisola si era convertita. 3. I precetti della religione islamica Gli insegnamenti di Allah sono raccolte nel Corano, testo sacro della religione islamica. Nel Corano oltre alle prescrizioni religiose ci sono alcune regole riguardanti la vita sociale che i musulmani devono seguire nella loro vita per poter accedere al Paradiso. Queste regole sono dette cinque pilastri dell Islam: - i fedeli devono testimoniare che esiste un unico Dio, Allah, clemente e misericordioso e il suo profeta è Maometto; - devono pregare cinque volte al giorno, rivolti verso La Mecca e ogni venerdì, giorno festivo, devono recarsi alla preghiera comune nelle moschee; - Rispettare il mese del Ramadan, durante il quale devono digiunare dall alba al tramonto; - fare l elemosina verso i più poveri; - compiere almeno una volta nella vita un pellegrinaggio a La Mecca. Ogni musulmano ha inoltre il dovere di combattere la guerra santa ( Jihad) contro gli infedeli; chi sacrifica la propria vita in questa guerra riceverà la beatitudine eterna. Sunniti e Sciiti Quando Maometto morì nel 632 non nominò il suo successore così tra i suoi fedeli vi furono contrasti per scegliere chi avrebbe dovuto prendere il suo posto. Fu scelto un califfo tra i suoi seguaci, ma Alì, genero di Maometto, rivendicò il potere. Vi furono scontri tra le fazioni e Alì fu ucciso. I seguaci di Alì però si unirono in una nuova comunità, gli sciiti, contrapponendosi all altra fazione, quella dei sunniti. La maggior parte dei mussulmani oggi è sunnita, gli sciiti abitano soprattutto in Iran e in Iraq. I sunniti affermano che per la loro religione hanno valore sia gli insegnamenti di Maometto, sia il Corano; gli sciiti seguono solo gli insegnamenti del Corano. 14

15 4. Le conquiste degli Arabi A Maometto succedettero i califfi ( che in arabo significa successori )che ebbero sia autorità politica, sia religiosa. Essi guidarono gli arabi alla conquista di nuovi territori infatti, tra il 634 e il 644 conquistarono importanti province dell impero bizantino come la Siria, la Palestina e l Egitto. In seguito distrussero l impero persiano, occupando la Mesopotamia e la Persia. Nel 711 gli Arabi sotto la guida degli Omayyadi, famiglia che prese il potere dopo la morte dell ultimo dei quattro califfi, continuarono l espansione occupando l Africa settentrionale e giungendo sino in Spagna. Nel VII secolo però l espansione araba fu fermata dai Franchi che sconfissero gli Arabi a Poitiers. Nel IX secolo anche la Sicilia viene conquistata dal popolo arabo. Gli Arabi si dimostrarono tolleranti con le popolazioni sottomesse che per questo accettarono di buon grado la loro dominazione. I popoli conquistati infatti erano liberi di continuare a professare la loro religione, dovevano solo pagare un tributo, solo chi si convertiva all Islam poteva partecipare alla vita politica e non doveva pagare alcun tributo. Per questo motivo molti popoli si convertirono all Islam. Alla dinastia degli Omayyadi seguì quella degli Abbasidi, che fondarono una nuova capitale a Baghdad, in Mesopotamia. 15

16 Sotto il dominio arabo fiorirono i commerci, in Europa giunsero nuovi prodotti come il riso, l arancio, lo zafferano, il limone e gli spinaci. In questo periodo anche la cultura, soprattutto la scienza, ebbe una grande diffusione. In Occidente si iniziarono ad utilizzare i numeri arabi e il sistema decimale. Anche in campo medico s sfruttarono le conoscenze arabe. Inoltre in tutte le zone conquistate si diffuse l arte araba, che utilizzava molto le forme geometriche, dato che l Islam proibiva la rappresentazione di uomini o animali. LE MILLE E UNA NOTTE Dalla tradizione letteraria araba ci è giunta una raccolta di fiabe Le mille e una notte scritte tra il VI e il XVI secolo. Questi racconti sono collegati tra loro da una storia che fa da cornice infatti, la vicenda narra l astuzia di Shahrazad, una donna coraggiosa che riesce a placare l ira del re Shahriyar, che, dopo aver scoperto il tradimento della moglie, decide di trascorrere ogni notte con una fanciulla diversa, che uccide al sorgere del sole. Shahrazad, per evitare di essere uccisa, inizia a raccontare al re delle storie, che interrompe al sorgere del sole, così il re, desideroso di conoscere la continuazione della storia, non la uccide e trascorre molte notti con lei. Alla fine il re si innamora della donna, così smette di condannare a morte le donne. Tra le fiabe più famose ci sono Alì Baba e i quaranta ladroni e Aladino e la lampada magica. 16

17 5. Mappa concettuale: l islam e la sua diffusione Maometto Arabia Religione Musulmana Beduini Sceicchi Mecca Corano 5 pilastri Guerra santa 17

18 HAI IMPARATO CHE La popolazione araba era politeista e viveva nella penisola arabica; Maometto predicò che Allah è l unico Dio e diffuse la religione musulmana; I precetti della religione musulmana sono scritti nel Corano; I successori di Maometto conquistarono numerosi territori. NOTE 18

19 Unità3. Il regno dei Franchi PREREQUISITI Conoscere i termini specifici del linguaggio storico. Saper collegare gli avvenimenti storici. Saper utilizzare i documenti storici. OBIETTIVI Conoscere chi erano i Longobardi e dove si insediarono; Conoscere chi erano i Franchi e la loro organizzazione politica e sociale; Sapere chi era e cosa fece Carlo Magno; Sapere come venne suddiviso l Impero di Carlo Magno alla sua morte; Sapere come e perché nacque lo Stato della Chiesa; Capitolo1. I Longobardi 1. I Longobardi invadono l Italia I Longobardi, che significa popolo dalle lunghe barbe, erano una popolazione che viveva nella Pannonia, l odierna Ungheria. Essi intorno al VI secolo furono spinti a fuggire verso la penisola italiana dagli Avari, una popolazione guerriera che proveniva dall Asia. Così guidati dal re Alboino nel 568 occuparono Aquileia, la pianura padana, Brescia e Pavia, che poi divenne la capitale del regno longobardo. Successivamente scesero in Toscana e in breve tempo arrivarono fino a Spoleto e Benevento. Infatti i Longobardi non trovarono una forte opposizione da parte degli italici, che erano stremati da guerre, carestie ed epidemie e perciò non erano preparati a d affrontare un altra popolazione. L Italia si trovò quindi divisa in due parti: una dominata dai Longobardi detta Longobardia, da cui prenderà poi il nome la Lombardia; l altra sotto 19

20 l impero d Oriente a cui rimaneva la Liguria, la Romagna, parte dell Emilia, le Marche, il Lazio le coste della Campania, parte della Puglia e della Calabria. Nel 593 tentarono di conquistare anche Roma, ma grazie all intervento di papa Gregorio Magno, che con il pagamento di un tributo li convinse a lasciare libera la città, Roma fu salva. L occupazione dell Italia venne portata a termine dai comandanti militari dei Longobardi, detti duchi, per questo i territori conquistati furono detti ducati. Essi erano entità autonome che spesso non riconoscevano l autorità del re. L unità del regno e la sua organizzazione fu iniziata da re Autari tra il 584 e il

21 2. La società longobarda I Longobardi furono un popolo violento e di particolare ferocia, infatti sottrassero all aristocrazia italica molti possedimenti e sfruttarono le popolazioni locali. La loro religione era politeista anche se alcuni di loro si erano convertiti al cristianesimo ariano. In seguito quando il re Autari sposò Teodolinda, una principessa che si era convertita al cattolicesimo, molti longobardi si avvicinarono alla religione cattolica. La loro conversione permise una maggiore integrazione con le popolazioni italiche. La situazione migliorò ulteriormente quando nel 643 il re Rotari decise di raccogliere tutte le leggi fino allora tramandate oralmente, in un unico codice, scritto in latino, detto Editto di Rotari. Grazie a questa raccolta di leggi longobarde si pose fine alla faida utilizzata dai Longobardi per farsi giustizia da soli, senza l intervento di giudici. La faida fu sostituita dal guidrigildo, una penale pecuniaria che il colpevole avrebbe dovuto versare alla vittima secondo la gravità del reato commesso. In questo modo si pose fine alle numerose vendette diffuse tra le famiglie longobarde. 3. La donazione di Sutri Al re Rotari successe Liutprando, che portò al massimo splendore il regno longobardo e cercò di distendere i rapporti con la chiesa di Roma. Egli nel 728 donò al papa Gregorio II i territori che aveva conquistato vicino a Roma; dato che in questo territorio sorgeva il castello di Sutri, questa azione è detta donazione di Sutri. Da questo momento la Chiesa potrà esercitare non solo il potere spirituale, ma anche quello temporale infatti, il castello di Sutri rappresenta il primo possedimento della Chiesa che in seguito andrà a costituire lo Stato della Chiesa. La regina Teodolinda e il tesoro di Monza La regina Teodolinda nel 595 decise di stabilire la sua residenza estiva a Modicia, la futura Monza. Lì si fece costruire un suntuoso palazzo e fece edificare una cappella, che divenne poi il Duomo di Monza. Qui è conservata, tra i vari tesori, la corona ferrea, che secondo la tradizione fu fabbricata con un chiodo della croce di Cristo ridotto a lamina. Con questa corona furono incoronati molti imperatori tra cui anche Napoleone. Corona ferrea. 21

22 4. La fine dei longobardi Il successore di Liutprando, Astolfo, riprese le conquiste dei territori di Ravenna e parte del Lazio. Il papa Stefano II sentendosi ormai accerchiato e temendo che i Longobardi conquistassero anche Roma, chiese aiuto ai Franchi, popolazione germanica convertitasi al cattolicesimo, che studierai nella prossima unità. Pipino il Breve, un maestro di palazzo così chiamato così per la sua bassa statura, scese in Italia e sconfisse i Longobardi, che dovettero cedere al papa i territori conquistati ai bizantini; nacque così lo Stato della Chiesa, il papa ora aveva il potere temporale in quanto governava su alcuni territori italiani e il potere spirituale in quanto era a capo della Chiesa. I possedimenti della chiesa furono ancora oggetto di conquista da parte del re longobardo Desiderio, il papa chiese ancora aiuto ai Franchi e il re Carlo, il futuro Carlo Magno, intervenne con un esercito sconfiggendo definitivamente i Longobardi. L Adelchi di Manzoni Manzoni ambienta una delle sue famose tragedie, l Adelchi, proprio nel periodo longobardo. Egli narra la storia di Ermengarda, figlia del re Desiderio, che viene ripudiata da Carlo Magno. Perciò Desiderio decide di vendicarsi e vuole nominare re dei Franchi i figli di Carlomanno, fratello di Carlo Magno, che si sono rifugiati presso di lui. Carlo allora dichiara guerra ai Longobardi. Intanto Ermengarda si ritira in convento e muore dal dolore di essere stata ripudiata. Adelchi, figlio del re Desiderio, prova a fermare i Franchi, ma molti duchi longobardi tradiscono il loro re, così i Franchi sconfiggono il popolo longobardo. Adelchi muore combattendo valorosamente. Capitolo II. I Franchi 1. I Merovingi I Franchi nel V secolo dalle zone est del Reno si spostarono in Gallia, l odierna Francia che prese il nome proprio dai Franchi. Li guidava re Clodoveo della dinastia dei Merovingi, dal nome del loro capostipite Meroveo. Nel 498 Clodoveo si convertì al cristianesimo, ottenendo così la fiducia e la stima della chiesa. Inoltre ciò favorì l integrazione tra Franchi e Gallo-Romani, che abitavano in quella zona. Successivamente Clodoveo 22

23 sconfisse i Visigoti e i Burgundi, espandendo sempre più i suoi domini in Francia. I re merovingi erano sempre più deboli e incapaci di imporre il loro potere, essi infatti avevano incaricato i conti di amministrare le diverse regioni. I conti spesso approfittavano delle lotte per le successioni per appropriarsi del potere; i re quindi dovettero comprare la loro fedeltà donandogli terreni; in breve tempo i conti erano divenuti più potenti dei re, tanto che questi furono soprannominati re fannulloni. I signori di Heristal erano i conti più potenti per questo erano anche Maestri di palazzo, cioè ministri del re. Nell VII secolo gli Arabi avevano conquistato tutta la Spagna e stavano varcando i Pirenei, minacciando i territori francesi. I Franchi allora mandarono contro gli Arabi un maestro di palazzo, Carlo, detto Martello cioè piccolo Marte per le sue capacità belliche. Nel 732 egli sconfisse gli Arabi a Poiters, ponendo fine all espansione musulmana in Europa. Grazie a questa sua impresa ottenne molta fama, tanto da essere considerato il vero sovrano. 2. I Carolingi A Carlo Martello successe come maestro di palazzo Pipino detto il Breve per la sua statura. Egli grazie all appoggio di papa Zaccaria, depose l ultimo re Merovingio, Childerico. Nacque la dinastia carolingia, così chiamata in onore di Carlo Martello. Successivamente Pipino per dare maggior valore alla sua nomina di re, fu incoronato da papa Stefano II, che gli concesse l unzione papale in cambio di aiuto contro i Longobardi. Con questo atto si instaurò un rapporto privilegiato tra Franchi e Papato, inoltre l unzione papale aveva reso Pipino un re-sacerdote e questo darà ai suoi discendenti la possibilità di rivendicare il loro potere anche sul papa, come vedremo nelle prossime unità. Grazie alla donazione di Sutri fatta da Pipino al papa, che hai studiato nel capitolo precedente, anche il papa era ora un papa-re. 3. Carlo Magno Alla morte di Pipino nel 768 il regno fu diviso tra i suoi due figli: Carlo e Carlomanno. Nel 771 Carlomanno morì così tutto il regno passò nelle mani di Carlo. Carlo sposò la figlia del re longobardo Desiderio, ma quando questo decise di attaccare nuovamente i territori della Chiesa, Carlo ripudiò la moglie, scese in Italia e sconfisse definitivamente i Longobardi. Carlo si fece nominare re dei Franchi e dei longobardi e donò al papa i territori sottratti ai bizantini. Successivamente Carlo combatté contro gli Arabi a Cordova, ma l impresa fallì e mentre tornava in Francia, mentre attraversava i Pirenei al passo di Roncisvalle, l esercito franco subì un imboscata da parte dei Baschi, 23

24 alleati degli arabi. Tra i suoi paladini morì Orlando, che successivamente divenne protagonista di numerosi poemi cavallereschi. Nel 787 Carlo sconfisse anche i Bavari, che abitavano nell odierna Baviera. Infine conquistò i territori dei Sassoni nella Germania nordorientale. Con questa popolazione Carlo fu particolarmente crudele, massacrò numerose tribù e li costrinse a convertirsi al cristianesimo. In pochi anni Carlo era riuscito a conquistare numerosi territori che un tempo appartenevo all impero romano d Occidente, così il papa Leone III decise di incoronarlo imperatore la notte di Natale dell 800. Da allora Carlo venne detto Magno cioè Il grande. Grazie a Carlo si ricostituì il sacro romano impero, sacro perché riconosciuto dall autorità pontificia, romano perché ricordava il grande impero di Roma. Le conquiste di Carlo Magno 4. L organizzazione del sacro romano impero Carlo Magno per riuscire a governare un così vasto impero decise di suddividerlo in marchesati e contee, governati da marchesi e conti. I marchesati erano le regioni di confine più pericolose perché esposte all attacco di invasori; le contee si trovavano nelle zone interne. Per controllare che sia conti che marchesi ubbidissero agli ordini dell imperatore, Carlo Magno nominò dei missi dominici che dovevano controllare il loro operato, verificando che facessero rispettare le leggi e amministrassero con giustizia i territori che erano stati affidati loro; se qualcosa non funzionava i missi dominici, che erano sempre in due, dovevano riferirlo immediatamente all imperatore. Inoltre Carlo Magno 24

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

L INVENZIONE DELLA STAMPA

L INVENZIONE DELLA STAMPA L INVENZIONE DELLA STAMPA L invenzione della stampa è una rivoluzione (= cambiamento molto grande) perché la stampa fa riprodurre velocemente uno stesso testo in un grande numero di copie. La stampa riduce

Dettagli

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO 1 1. I tre mondi dell alto medioevo I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO INTRODUZIONE. MEDIOEVO SIGNIFICA ETÀ DI MEZZO, CIOÈ IN MEZZO TRA L ETÀ ANTICA E L ETÀ MODERNA ( MEDIO = MEZZO; EVO = ETÀ). IL MEDIOEVO

Dettagli

Carlo Magno e il Sacro Romano Impero

Carlo Magno e il Sacro Romano Impero Leggo il testo e faccio gli esercizi. Non importa se non capisco tutto subito, posso ritornare tante volte sul testo. unità Carlo Magno e il Sacro Romano Impero 5.1 II popolo dei Franchi crea uri grande

Dettagli

Il Basso Medioevo. A cura del prof. Marco Migliardi

Il Basso Medioevo. A cura del prof. Marco Migliardi Il Basso Medioevo A cura del prof. Marco Migliardi Introduzione Il drammatico scontro per il diritto di nomina dei vescovi (le investiture) che oppone Papato e Impero è in realtà solo un aspetto del più

Dettagli

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali.

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali. il testo: 01 L Impero romano d Oriente ha la sua capitale a Costantinopoli. Costantinopoli è una città che si trova in Turchia, l antico (vecchio) nome di Costantinopoli è Bisanzio, per questo l Impero

Dettagli

la struttura amministrativa dello stato il sistema economico su cui esso si fondava un economia agricola le strade commerci economia curtense

la struttura amministrativa dello stato il sistema economico su cui esso si fondava un economia agricola le strade commerci economia curtense Economia e società nell Europa altomedievale L Europa nell Alto Medioevo: un passaggio che cambia Alto Medioevo primi secoli medievali fra il VII e il X secolo Con la caduta dell impero romano d Occidente

Dettagli

Indice del volume. L impero greco-romano PARTE V III. Cesare e Augusto: la nascita del principato. Il consolidamento e l apogeo dell impero

Indice del volume. L impero greco-romano PARTE V III. Cesare e Augusto: la nascita del principato. Il consolidamento e l apogeo dell impero PARTE V L impero greco-romano Cap. 12 Cesare e Augusto: la nascita del principato 1. Il primo triumvirato 4 La disfatta dimenticata: Carre 6 2. La seconda guerra civile e la dittatura di Cesare 7 3. La

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

La fine dell'impero in Occidente

La fine dell'impero in Occidente La fine dell'impero in Occidente 476 d.c. Odoacre, capo degli Sciri, depone l'imperatore Romolo Augustolo e invia le insegne imperiali in Oriente Solido coniato da Odoacre, ma recante il nome dell'imperatore

Dettagli

L'Impero Romano d'oriente sopravvisse fino al 1453, quando Maometto II conquistò la città di Bisanzio, l'attuale Istambul.

L'Impero Romano d'oriente sopravvisse fino al 1453, quando Maometto II conquistò la città di Bisanzio, l'attuale Istambul. Il territorio dell'impero Romano d'oriente prima delle conquiste di Giustiniano L'impero alla morte dell'imperatore nel 565 L'Impero Romano d'oriente sopravvisse fino al 1453, quando Maometto II conquistò

Dettagli

IL PIENO MEDIOEVO. 1 3. Il pieno medioevo. 1000 d.c 1300 d.c. 1492 D.C. 476 D.C. V VI VII VIII IX X XI XII XIII XIV XV BASSO PIENO MEDIOEVO

IL PIENO MEDIOEVO. 1 3. Il pieno medioevo. 1000 d.c 1300 d.c. 1492 D.C. 476 D.C. V VI VII VIII IX X XI XII XIII XIV XV BASSO PIENO MEDIOEVO 1 3. Il pieno medioevo IL PIENO MEDIOEVO 476 D.C. 1000 d.c 1300 d.c. 1492 D.C. V VI VII VIII IX X XI XII XIII XIV XV ALTO MEDIOEVO PIENO MEDIOEVO BASSO MEDIOEVO INTRODUZIONE. IL PIENO MEDIOEVO È UN EPOCA

Dettagli

La Riforma protestante

La Riforma protestante La Riforma protestante Alla fine del XV secolo la Chiesa attraversava una nuova crisi a causa delle corruzione e della decadenza dei costumi ecclesiastici. Gli studiosi umanisti avviarono uno studio critico

Dettagli

La Spagna musulmana e la reconquista (VIII-XIII sec.)

La Spagna musulmana e la reconquista (VIII-XIII sec.) Lezione n. 2 La Spagna musulmana e la reconquista (VIII-XIII sec.) Fabrizio Alias L invasione araba della penisola iberica (al-andalus) 711. Invasione degli arabi nella penisola iberica 713. Conquista

Dettagli

Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sofia Tavella

Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sofia Tavella Cristianesimo, Ebraismo e Islam Sofia Tavella Che cos è una religione? Ritenendo che il termine RELIGIO derivi dal verbo latino RE-LIGARE che significa legare insieme, la religione indica il RAPPORTO tra

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

Vol I, pp. 176-217. ARTE PALEOCRISTIANA BIZANTINA e BARBARICA

Vol I, pp. 176-217. ARTE PALEOCRISTIANA BIZANTINA e BARBARICA Vol I, pp. 176-217 ARTE PALEOCRISTIANA BIZANTINA e BARBARICA II sec. 476 d.c. Decadenza dell impero romano Dal II sec. al 476 è il periodo della decadenza dell impero romano L esercito era incapace di

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone

PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone 1. MODULO 1: l Europa feudale PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone 1. Il sistema feudale 1.1 Vassallaggio e beneficio nell Europa carolingia 1.2 I feudi verso

Dettagli

LA CIVILTÀ DEL MEDIOEVO

LA CIVILTÀ DEL MEDIOEVO 10 UN ARCHIVIO DEL MONDO MEDIEVALE UN ARCHIVIO DEL MEDIOEVO LA CIVILTÀ DEL MEDIOEVO UNO SGUARDO D INSIEME Il Medioevo è un periodo di circa 10 secoli che inizia con il crollo dell impero romano d occidente

Dettagli

Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno

Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno Il periodo storico che viene trattato in questa unità didattica va dagli inizi del V secolo a.c. alla fine del I secolo a.c. e riguarda la Grecia, la Macedonia

Dettagli

RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE

RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE RICCARDO I D'INGHILTERRA, noto anche con il nome di Riccardo Cuor di Leone nacque in Inghilterra l 8 settembre 1157, quarto figlio del re d Inghilterra ENRICO

Dettagli

PROGRAMMA FINALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015. Libro di testo: F. Bertini Storia. Fatti e interpretazioni Ed. Mursia scuola Vol. 1

PROGRAMMA FINALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015. Libro di testo: F. Bertini Storia. Fatti e interpretazioni Ed. Mursia scuola Vol. 1 PROGRAMMA FINALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 CLASSE III D Professoressa Cocchi Monica Programma svolto di storia Libro di testo: F. Bertini Storia. Fatti e interpretazioni Ed. Mursia scuola Vol. 1 Istituzioni,

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI DELL ETA MEDIEVALE A PARTIRE DALL XI SECOLO

LE TRASFORMAZIONI DELL ETA MEDIEVALE A PARTIRE DALL XI SECOLO LE TRASFORMAZIONI DELL ETA MEDIEVALE A PARTIRE DALL XI SECOLO A partire dall XI secolo si introducono rilevanti novità nella SOCIETA MEDIEVALE Tali trasformazionie novità provocheranno, in un lungo periodo

Dettagli

Il mondo musulmano tra unità e divisioni

Il mondo musulmano tra unità e divisioni 3 Il mondo musulmano tra unità e divisioni Fonte Il viaggio in Sicilia Senti che storia Quando uno zero fa la differenza PARTIAMO DA... L islam e le culture Il mondo islamico ha rappresentato nella storia

Dettagli

Islam significa sottomissione (ad Allah) Questo termine viene preferito a Maomettismo perché non mette l enfasi sull uomo. Il termine musulmano in

Islam significa sottomissione (ad Allah) Questo termine viene preferito a Maomettismo perché non mette l enfasi sull uomo. Il termine musulmano in L Islam Islam significa sottomissione (ad Allah) Questo termine viene preferito a Maomettismo perché non mette l enfasi sull uomo. Il termine musulmano in italiano deriva dal Persiano musliman : lett.

Dettagli

INFORMAZIONI SULL ISIS

INFORMAZIONI SULL ISIS INFORMAZIONI SULL ISIS Brevi linee di storia da Maometto all ISIS 1 2 3 L ISIS OGGI 4 IL MEDIO ORIENTE Superficie Italia kmq. 300.000 Superficie Iraq kmq. 430.000 Superficie Iran kmq. 1.640.000 Superficie

Dettagli

Nel 750 dinastia Abbaside fondazione di Baghdad, che divenne la nuova capitale del califfato, notevole fioritura delle arti e delle scienze

Nel 750 dinastia Abbaside fondazione di Baghdad, che divenne la nuova capitale del califfato, notevole fioritura delle arti e delle scienze In Arabia Dopo la morte di Maometto (570-632) presero il titolo di Califfi i successori del Profeta di Allah Nel 661 dinastia degli Omayyadi spostarono la capitale dalla Mecca a Damasco e governarono su

Dettagli

http://circolopliniocorreadeoliveira.blogspot.it/2010/10/santa-teresa-davila.html Santa Teresa d Avila

http://circolopliniocorreadeoliveira.blogspot.it/2010/10/santa-teresa-davila.html Santa Teresa d Avila http://circolopliniocorreadeoliveira.blogspot.it/2010/10/santa-teresa-davila.html Santa Teresa d Avila Le mura di Avila Santa Teresa d Avila (1515-1582) era al Carmelo di Toledo quando il re del Portogallo,

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO DI STORIA

PROGRAMMA SVOLTO DI STORIA PROGRAMMA SVOLTO DI STORIA TESTO ADOTTATO: Il mosaico e gli specchi Vol.3 Dal Feudalesimo alla Guerra dei Trenta anni Casa Editrice: Laterza- Autori: A. Giardina, G. Sabbatucci, V. Vidotto PROGRAMMA ANALITICO

Dettagli

Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi

Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi ISIS I. Calvino -Città della Pieve Liceo scientifico Programma di STORIA LIBRO DI TESTO: GIARDINA-SABBATUCCI-VIDOTTO, Storia, Nuovi programmi, vol.

Dettagli

MATERIA STORIA PROGRAMMA CONSUNTIVO. Anno scolastico 2014/2015 INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA. Ore annuali

MATERIA STORIA PROGRAMMA CONSUNTIVO. Anno scolastico 2014/2015 INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA. Ore annuali Anno scolastico 2014/2015 INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA PROGRAMMA CONSUNTIVO MATERIA STORIA classe partecipante al progetto Generazione Web DOCENTE DI MAIO G. CLASSE 2^B ELE Ore annuali 61 FINALITA

Dettagli

Napoleone, la Francia, l l Europa

Napoleone, la Francia, l l Europa L Età napoleonica Napoleone, la Francia, l l Europa Nel 1796 Napoleone intraprese la campagna d d Italia. Tra il 1796 e il 1799 l l Italia passò sotto il dominio francese. Nacquero alcune repubbliche(cisalpina,

Dettagli

UNITÀ 4 L Europa e l Islàm nel Medioevo

UNITÀ 4 L Europa e l Islàm nel Medioevo UNITÀ 4 L Europa e l Islàm nel Medioevo Capitolo 18 Germani a Occidente e Bizantini a Oriente 1. Erano sedentari. Avevano leggi scritte. Sul piano militare, essi furono sempre inferiori ai Romani. Tutti

Dettagli

L Alto e il Basso Medioevo

L Alto e il Basso Medioevo L Alto e il Basso Medioevo Panoramica L abbazia di St. Maurice, Cantone del Vallese, fondata nel VI secolo in una posizione strategica, all altezza di un restringimento della valle. Marc-André Miserez/swissinfo

Dettagli

PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI

PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI MOLTO TEMPO FA IN GRECIA C'ERA LA CIVILTÀ MICENEA. NEL 1200 A. C. I DORI (UN POPOLO CHE VENIVA DALL'EUROPA) INVASERO LA GRECIA. I DORI

Dettagli

La Rivoluzione inglese

La Rivoluzione inglese La Rivoluzione inglese I conflitti tra monarchia inglese e parlamento PREMESSA 1215 il re inglese Giovanni senza terra è costretto a concedere la Magna Charta Libertatum Il re non poteva chiedere nuove

Dettagli

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte.

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte. RELIGIONE I Fenici erano un popolo molto religioso: erano politeisti, cioè credevano in molti dei. Questi dei erano i fenomeni naturali: la pioggia, i tuoni, i fulmini, i fiumi, i mari, le stagioni, la

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO DI GEOGRAFIA, CITTADINANZA, STORIA CLASSE II A/S - ANNO SCOLASTICO 2013/2014 - PROF. MARIA STELLA BONURA

PROGRAMMA SVOLTO DI GEOGRAFIA, CITTADINANZA, STORIA CLASSE II A/S - ANNO SCOLASTICO 2013/2014 - PROF. MARIA STELLA BONURA PROGRAMMA SVOLTO DI GEOGRAFIA, CITTADINANZA, STORIA CLASSE II A/S - ANNO SCOLASTICO 2013/2014 - PROF. MARIA STELLA BONURA GEOGRAFIA E CITTADINANZA Flussi migratori Fattori di attrazione e di espulsione;

Dettagli

S.M.S. M. VALGIMIGLI ALBIGNASEGO PD - PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA MATERIA: STORIA CLASSE: 1 SEZIONE:B INSEGNANTE: MASIERO

S.M.S. M. VALGIMIGLI ALBIGNASEGO PD - PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA MATERIA: STORIA CLASSE: 1 SEZIONE:B INSEGNANTE: MASIERO S.M.S. M. VALGIMIGLI ALBIGNASEGO PD - PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA MATERIA: STORIA CLASSE: 1 SEZIONE:B INSEGNANTE: MASIERO Livello della classe (indicare con X a sinistra): Medio-alto; Medio; X Medio-basso;

Dettagli

L'Europa cristiana si espande: la Reconquista e le Crociate

L'Europa cristiana si espande: la Reconquista e le Crociate L'Europa cristiana si espande: la Reconquista e le Crociate Cristiani e musulmani nell'xi secolo Fra mondo cristiano e mondo musulmano erano continuati, nel corso del Medioevo, gli scambi commerciali e

Dettagli

M4. ALTO MEDIOEVO: REGNI ROMANO-BARBARICI E SACRO ROMANO IMPERO; IMPERO BIZANTINO; CIVILTÁ ARABO-ISLAMICA

M4. ALTO MEDIOEVO: REGNI ROMANO-BARBARICI E SACRO ROMANO IMPERO; IMPERO BIZANTINO; CIVILTÁ ARABO-ISLAMICA M4. ALTO MEDIOEVO: REGNI ROMANO-BARBARICI E SACRO ROMANO IMPERO; IMPERO BIZANTINO; CIVILTÁ ARABO-ISLAMICA 1. Introduzione 2. L Europa dalle grandi migrazioni al Sacro Romano Impero di Carlo Magno. 2.1

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

Anno scolastico 2015 / 2016

Anno scolastico 2015 / 2016 Anno scolastico 2015 / 2016 Docente : Rosaria Borzì Materia : Storia e geografia Classe : II A Indirizzo : Liceo scientifico 1 Argomenti (indicare anche eventuali percorsi di ripasso) Capitoli e/o pagine

Dettagli

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO IL MEDIOEVO IL MEDIOEVO MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna (mezzo) (età) MEDIO + EVO I FATTI PIÙ IMPORTANTI ALL INIZIO DEL MEDIOEVO i barbari e i

Dettagli

LA CHIESA NEL RINASCIMENTO

LA CHIESA NEL RINASCIMENTO LA CHIESA NEL RINASCIMENTO SI PERCEPISCE L URGENTE NECESSITA DI UN RINNOVAMENTO DI TUTTA LA CHIESA IL LIVELLO DI DECADENZA AVEVA RAGGIUNTIO IL CAMPO RELIGIOSO, MORALE E CIVILE LA VITA MORALE DI ALCUNI

Dettagli

A Ovest, il Canale di Suez, il Mar Rosso e il Golfo di Aden; A Est, le montagne sugli orli degli altipiani iranico e afgano.

A Ovest, il Canale di Suez, il Mar Rosso e il Golfo di Aden; A Est, le montagne sugli orli degli altipiani iranico e afgano. IL MEDIO ORIENTE Medio Oriente è una denominazione convenzionale, di origine francese, che viene data all Asia occidentale, a quella parte compresa tra l Africa e l India. I suoi confini sono: A Nord il

Dettagli

Celtic Ogham Reiki CHI ERANO I CELTI?

Celtic Ogham Reiki CHI ERANO I CELTI? CHI ERANO I CELTI? Dare una risposta precisa su una popolazione che ha coperto un area geografica tanto ampia da estendersi dall Irlanda alla Turchia e, che ha avuto una presenza storica estremamente forte

Dettagli

Dall Impero Ottomano alla Repubblica di Turchia L A T U R C H I A N E L L A P R I M A G U E R R A M O N D I A L E E S U B I T O D O P O

Dall Impero Ottomano alla Repubblica di Turchia L A T U R C H I A N E L L A P R I M A G U E R R A M O N D I A L E E S U B I T O D O P O Dall Impero Ottomano alla Repubblica di Turchia L A T U R C H I A N E L L A P R I M A G U E R R A M O N D I A L E E S U B I T O D O P O L Impero Ottomano Massima espansione (1683) L Impero nel 1914 La

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

I PROMESSI SPOSI (Unità didattiche per gli studenti stranieri di recente immigrazione dell ITIS J. TORRIANI di Cremona)

I PROMESSI SPOSI (Unità didattiche per gli studenti stranieri di recente immigrazione dell ITIS J. TORRIANI di Cremona) I PROMESSI SPOSI (Unità didattiche per gli studenti stranieri di recente immigrazione dell ITIS J. TORRIANI di Cremona) Unità 1 In prima e in seconda ITIS noi studiamo I PROMESSI SPOSI. Che cosa è? I Promessi

Dettagli

LA DONAZIONE DI COSTANTINO

LA DONAZIONE DI COSTANTINO LA DONAZIONE DI COSTANTINO La Chiesa per secoli ha giustificato il potere politico (temporale) dei papi, eredi degli imperatori romani, in base a un documento: la "Donazione di Costantino". Secondo questo

Dettagli

L Alto Medioevo. 1. Che cos è il «Medioevo»? La fine del Medioevo. L origine della parola «Medioevo» L inizio del Medioevo

L Alto Medioevo. 1. Che cos è il «Medioevo»? La fine del Medioevo. L origine della parola «Medioevo» L inizio del Medioevo L Alto Medioevo L assedio di Costantinopoli in due miniature del XV sec. 1. Che cos è il «Medioevo»? L inizio del Medioevo A metà del V secolo, l Impero romano, che da secoli univa sotto un unica autorità

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA 1) L alunno riconosce che Dio si è rivelato attraverso Gesù, stabilendo con l

Dettagli

Alle radici della questione balcanica. 1. L impero ottomano e i mutamenti di lungo periodo 2. La conquista ottomana nei Balcani

Alle radici della questione balcanica. 1. L impero ottomano e i mutamenti di lungo periodo 2. La conquista ottomana nei Balcani Alle radici della questione balcanica 1. L impero ottomano e i mutamenti di lungo periodo 2. La conquista ottomana nei Balcani L impero ottomano L impero turco ottomano raggiunge la sua massima espansione

Dettagli

Oliviero Carafa fu condoero e finanziatore della Crociata

Oliviero Carafa fu condoero e finanziatore della Crociata Michele Langella Oliviero Carafa fu condoero e finanziatore della Crociata 2012 vesuvioweb Oliviero Carafa e la Crociata Qualche cenno alla storia della vita del personaggio, coinvolto in una importante

Dettagli

IL CARDINALE RICHELIEU

IL CARDINALE RICHELIEU In Francia la monarchia fu rafforzata dall opera di due abili ministri IL CARDINALE RICHELIEU Tra i propositi di Richelieu alla guida dello stato, c'erano il rafforzamento del potere del re di Francia e

Dettagli

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Progetto : Io con te Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Il 12 Ottobre ricorre un avvenimento molto importante per la Storia: la scoperta dell America. Il protagonista di questo evento

Dettagli

UN ESEMPIO DI TURISMO RELIGIOSO: LA VIA FRANCIGENA

UN ESEMPIO DI TURISMO RELIGIOSO: LA VIA FRANCIGENA UN ESEMPIO DI TURISMO RELIGIOSO: LA VIA FRANCIGENA Nei tempi antichi i pellegrini partivano per i pellegrinaggi con una lettera del parroco o del vescovo che attestava la loro intenzione di compiere un

Dettagli

L impero persiano dalle origini al regno di Dario

L impero persiano dalle origini al regno di Dario Indice: L impero persiano dalle origini al regno di Dario L impero persiano alla conquista della Grecia La Prima Guerra Persiana La Seconda Guerra Persiana L Atene di Pericle L impero persiano dalle origini

Dettagli

LA RIFORMA PROTESTANTE

LA RIFORMA PROTESTANTE LA RIFORMA PROTESTANTE LE CAUSE DELLA RIFORMA interessi temporali dei papi corruzione diffusa crisi della chiesa grande indulgenza 1517 pubblicazione tesi di Lutero 1. scontro tra principi e imperatore

Dettagli

CON GLI OCCHI DELLA STORIA

CON GLI OCCHI DELLA STORIA O.G IU G D LI 97 OC IL ICI 8- CH NU A. 88 I O B -8 DE VO EN CI 33 L L N 2- A I 50 S T 4- O R 5 IA 1 CO N ORLANDO GIUDICI ANDREA BENCINI Questo volume sprovvisto del talloncino a fronte (o opportunamente

Dettagli

IL CRISTIANESIMO, NASCITA DI UNA NUOVA RELIGIONE

IL CRISTIANESIMO, NASCITA DI UNA NUOVA RELIGIONE IL CRISTIANESIMO, NASCITA DI UNA NUOVA RELIGIONE Dal I secolo d.c. nell Impero romano si diffonde una nuova religione: il Cristianesimo. Il nome di questa religione deriva dal nome di Gesù Cristo. La religione

Dettagli

Le migrazioni degli Unni LA CIVILTÀ DEGLI UNNI PROVENGONO DALLA MONGOLIA, VICINA ALLA CINA GLI UNNI SONO NOMADI E OTTIMI GUERRIERI A CAVALLO

Le migrazioni degli Unni LA CIVILTÀ DEGLI UNNI PROVENGONO DALLA MONGOLIA, VICINA ALLA CINA GLI UNNI SONO NOMADI E OTTIMI GUERRIERI A CAVALLO I M P E R O R O M A N O Le migrazioni degli Unni M o n g o l i a C I N A IL PROGETTO Mappe illustrate Strumenti compensativi per chi incontra difficoltà nella lettura. UNITÀ 1 CAPITOLO 1 La migrazione

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

L Italia nei secoli XIV e XV

L Italia nei secoli XIV e XV L Italia nei secoli XIV e XV Con le sue città, i suoi commerci, la sua cultura, l Italia di fine Medio Evo costituisce forse la più alta espressione delle civiltà europea, ma allo stesso tempo è insidiata

Dettagli

Programmi a.s. 2014-15

Programmi a.s. 2014-15 Docente BERNARDI KATIA Classi 2 sezione/i D 1. Roma: Origini di Roma tra leggenda e realtà Roma monarchica - Roma repubblicana Conquista dell'italia Conquista del Mediterraneo - Le guerre puniche L'identità

Dettagli

L idea di Medioevo. Lezioni d'autore

L idea di Medioevo. Lezioni d'autore L idea di Medioevo Lezioni d'autore Immagine tratta da http://bibliotecamakart.altervista.org Il Medioevo come un lungo periodo di secoli oscuri : guerre, torture, caccia alle streghe. È importante sradicare

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI

3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI 3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI SIGNORI E PRINCIPI Fra la metà del Duecento e il Quattrocento, nell'italia settentrionale e centrale > numerose signorie. Molti signori, dopo avere preso il potere con la

Dettagli

PROGETTO STRANIERI STORIA

PROGETTO STRANIERI STORIA Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 9 1600-1700 A cura di Maurizio Cesca PROGETTO STRANIERI SMS Maffucci-Pavoni Milano pag. 1 L Europa dal

Dettagli

DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRE ANNI QUATTRO ANNI CINQUE ANNI

DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRE ANNI QUATTRO ANNI CINQUE ANNI APPENDICE: INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZA CHIAVE EUROPEA RELIGIONE CATTOLICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRE ANNI QUATTRO ANNI CINQUE

Dettagli

1.1. Riconoscere le dimensioni del tempo e dello spazio attraverso l osservazione di eventi storici e di aree geografiche

1.1. Riconoscere le dimensioni del tempo e dello spazio attraverso l osservazione di eventi storici e di aree geografiche Competenze di asse coinvolte dalla prova: Competenze Abilità/capacità Conoscenze 1. Comprendere il cambiamento e la diversità dei tempi storici in una dimensione diacronica attraverso il confronto fra

Dettagli

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA 1848-1849 La Prima Guerra d Indipendenza Nel 1848 un ondata rivoluzionaria investì quasi tutta l Europa. La ribellione scoppiò anche nel Veneto e nella Lombardia,

Dettagli

Rivoluzione Francese

Rivoluzione Francese Rivoluzione Francese Alla fine degli anni 80 del XVIII secolo la Francia attraversata una grave crisi economica: la produzione agricola era calata, le spese militari viste le numerose guerre erano aumentate,

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Saraceni, Ungari e Normanni. Popoli in movimento tra IX e X sec.

Saraceni, Ungari e Normanni. Popoli in movimento tra IX e X sec. Saraceni, Ungari e Normanni Popoli in movimento tra IX e X sec. Incursioni nell'europa Occidentale Incursioni tra IX e X sec. Nuovi popoli compaiono sull'orizzonte europeo: Saraceni Normanni Ungari Sono

Dettagli

Scuola Secondaria di 1 grado Paritaria S. Luigi. A.S. 2011-2012 Prof.ssa Dora Meroni Dispensa di approfondimento al libro di testo di Storia

Scuola Secondaria di 1 grado Paritaria S. Luigi. A.S. 2011-2012 Prof.ssa Dora Meroni Dispensa di approfondimento al libro di testo di Storia LA GUERRA DEI CENT ANNI Tra il 1337 e il 1453 la Francia e l Inghilterra si affrontarono in un conflitto caratterizzato da tante tregue ma tutte molto brevi e subì due interruzioni più lunghe, sancite

Dettagli

La crisi del XVII secolo

La crisi del XVII secolo La crisi del XVII secolo L Europa visse nel XVII una grave emergenza economica e sociale. Nel XV e nel XVI secolo la popolazione era aumentata era necessario accrescere anche la produzione agricola. Le

Dettagli

La divisione dell Impero romano e le invasioni barbariche

La divisione dell Impero romano e le invasioni barbariche La divisione dell Impero romano e le invasioni barbariche L'Impero romano è lo Stato romano consolidatosi nell'area euro-mediterranea tra il I secolo a.c. e il IV secolo d.c. Osserva la cartina: Unni Come

Dettagli

La società francese. Nobiltà

La società francese. Nobiltà 1. Nuovi ideali e crisi economica demoliscono l antico regime La Rivoluzione francese, insieme a quella americana, è giustamente considerata uno dei momenti essenziali della nostra storia e della nostra

Dettagli

Storia dello Zafferano

Storia dello Zafferano Riso e zafferano Riso Zafferano Origine: India Orientale Arriva in Europa: grazie alla conquista dell Asia da parte di Alessandro Magno All'inizio viene utilizzato: a scopo terapeutico Trionfa definitivamente

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE Gli Italiani vogliono essere indipendenti. Gli Italiani cercano di liberarsi dagli austriaci e dagli amici degli austriaci. Questo periodo si chiama RISORGIMENTO. Gli

Dettagli

La civiltà greca. scaricato da www.risorsedidattiche.net

La civiltà greca. scaricato da www.risorsedidattiche.net La civiltà greca I CRETESI Tra il 2.500 a.c. e il 1.500 a.c. nell'isola di Creta fiorì la civiltà cretese. Essa si basava sull'artigianato, e sul commercio. I Cretesi vivevano in città costituite da un

Dettagli

Unità 5 L età di Calvino e Filippo II

Unità 5 L età di Calvino e Filippo II Unità 5 L età di Calvino e Filippo II L UNITà IN BREVE Unità 5 L età di Calvino e Filippo II 1. Il Cinquecento, un secolo di crescita demografica Il xvi secolo fu un periodo di ripresa in campo demografico.

Dettagli

ARTICOLO 4 di Veronica Longhini

ARTICOLO 4 di Veronica Longhini ARTICOLO 4 di Veronica Longhini NESSUN INDIVIDUO POTRA ESSERE TENUTO IN STATO DI SCHIAVITU O DI SERVITU ; LA SCHIAVITU E LA TRATTA DEGLI SCHIAVI SARANNO PROIBITE SOTTO QUALSIASI FORMA Il fenomeno della

Dettagli

L età delle scoperte geografiche

L età delle scoperte geografiche L età delle scoperte geografiche L Europa medievale si concentrava nell area del mar Mediterraneo. Per gli antichi l Oceano Atlantico era il simbolo della fine del mondo, l estremo limite oltre il quale

Dettagli

I comuni attravero due documenti

I comuni attravero due documenti I comuni attravero due documenti Nel corso dell XI secolo nell Italia del nord e in Europa, gruppi di cittadini o di abitanti del contado danno origine a nuovi ordinamenti giuridici, politici ed economici.

Dettagli

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale 1 e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale Alla morte di Filippo II, avvenuta nel 336 a.c., salì sul trono della Macedonia il figlio Alessandro. Il giovane ventenne era colto

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

SCUOLA BOTTEGA S. POLO A. s. 2014 /2015 CLASSE 1CD. STORIA E GEOGRAFIA (Prof.ssa Manuela Magurno) RECUPERO /POTENZIAMENTO ESTIVO

SCUOLA BOTTEGA S. POLO A. s. 2014 /2015 CLASSE 1CD. STORIA E GEOGRAFIA (Prof.ssa Manuela Magurno) RECUPERO /POTENZIAMENTO ESTIVO SCUOLA BOTTEGA S. POLO A. s. 2014 /2015 CLASSE 1CD STORIA E GEOGRAFIA (Prof.ssa Manuela Magurno) RECUPERO /POTENZIAMENTO ESTIVO Civiltà minoica e micenea Quale civiltà si sviluppò nell isola di Creta?

Dettagli

Storia di Alessandria

Storia di Alessandria Storia di Alessandria Alessandria è nata con la lega lombarda nel 1168, nel periodo storico che va sotto il nome di Medioevo. Da tanto tempo, attorno al borgo di Rovereto, ed alla sua chiesa di Santa Maria

Dettagli

L Inghilterra Tudor ha visto due dei sovrani più forti che mai si siano seduti sul trono inglese: Enrico VIII e sua figlia Elisabetta I.

L Inghilterra Tudor ha visto due dei sovrani più forti che mai si siano seduti sul trono inglese: Enrico VIII e sua figlia Elisabetta I. Che cosa simboleggia la rosa dei Tudor? La rosa dei Tudor simboleggia l unione tra le famiglie inglesi dei Lancaster e degli York. Il simbolo della rosa Tudor fu il risultato del matrimonio tra Enrico

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA DIREZIONE DIDATTICA II CIRCOLO - MONDOVI Insegnanti: CRAVERO ELENA FIORENTINO STEFANIA SALVAGNO MARIA ANNO SCOLASTICO 20-20 Traguardi per lo sviluppo delle competenze

Dettagli

La Rivoluzione francese segnò quindi la fine dell'assolutismo e diede inizio a un nuovo periodo in cui i protagonisti sono la borghesia e il popolo.

La Rivoluzione francese segnò quindi la fine dell'assolutismo e diede inizio a un nuovo periodo in cui i protagonisti sono la borghesia e il popolo. La Rivoluzione francese fu un periodo di grandi sconvolgimenti sociali, politici e culturali avvenuto tra il 1789 e il 1799, che segna il limite tra l'età moderna e l'età contemporanea nella storia francese.

Dettagli

Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi

Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi battaglia di Azio 31 a.c. Ottaviano padrone di Roma Con la sconfitta di Marco Antonio ad Azio nel 31 a.c., Ottaviano rimane il solo padrone di Roma. OTTAVIANO

Dettagli