PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA Parte seconda

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA Parte seconda"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO GIACOMO LEOPARDI POTENZA PICENA COMUNI DI MONTELUPONE E POTENZA PICENA PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA Parte seconda ANNO SCOLASTICO Approvato dal Collegio dei Docenti il 28/10/2013 e adottato dal Consiglio di Istituto il 29/10/2013

2 INDICE POPOLAZIONE SCOLASTICA..» 2 COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO..» 4 COMPOSIZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA..» 5 DIRIGENZA..» 6 FUNZIONI TRUMENTALI» 7 COORDINATORI DI PLESSO...» 11 RESPONSABILI DELLA SICUREZZA...» 12 COORDINATORI DI CLASSE....» 13 PERSONALE DOCENTE» 14 PERSONALE SCOLASTICO ATA..» 17 ORARIO DI RICEVIMENTO DIRIGENTE SCOLASTICO...» 19 ORARIO DI RICEVIMANTO DELLA SEGRETERIA..» 20 ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA(Alunni-Docenti-Classi)» 21 ARTICOLAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEI CORSI.» 23 ORGANIZZAZIONE ORARIA DELLE SCUOLE DELL'ISTITUTO.» 29 CALENDARIO SCOLASTICO PER L'ANNO » 31 ATTIVITÀ QUALIFICAANTI DELL ISTITUTO» 33 AREA DELLA PROGETTUALITÀ FORMATIVA E DIDATTICA DI PLESSO.» 33 PROGETTI INFANZIA MONTELUPONE.» 33 PROGETTI INFANZIA SAN FIRMANO.» 34 PROGETTI INFANZIA POTENZA PICENA..» 35 PROGETTI PRIMARIA MONTELUPONE» 37 PROGETTI PRIMARIA POTENZA PICENA.» 39 PROGETTI SECONDARIA DI PRIMO GRADO MONTELUPONE» 43 PROGETTI SECONDARIA DI PRIMO GRADO POTENZA PICENA..» 45 PROGETTI SECONDARIA DI PRIMO GRADO MONTELUPONE- POTENZA PICENA 46 COLLABORAZIONE SCUOLA-AMMINISTRAZIONE COMUNALE- MONTELUPONE.» 47 PROGETTI E ATTIVITA FINANZIATI CON I FONDI DEL COMUNE DI MONTELUPONE..» 48 COLLABORAZIONE SCUOLA-AMMINISTRAZIONE COMUNALE- POTENZA PICENA.» 49 PROGETTI E ATTIVITA FINANZIATI CON I FONDI DEL COMUNE DI POTENZA PICENA..» 50 PROGETTO "ECO-SCHOOL".» 51 PIANO DELLE USCITE E DEI VIAGGI DIDATTICI E DI ISTRUZIONE..» 52 1

3 Popolazione Scolastica La popolazione scolastica è composta da alunni motivati, da alunni in situazione di svantaggio culturale e da un numero consistente di alunni stranieri in continuo aumento soprattutto nel comune di Montelupone. I plessi sopraelencati accolgono 1059 alunni così distribuiti: Scuola dell'infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di primo grado n. 188 Plesso "G.Leopardi" di Potenza Picena n. 52 Plesso "Arcobaleno" di Montelupone n. 22 Plesso "San Firmano" di Montelupone n. 348 Plesso "G.Leopardi" di Potenza Picena n. 153 Plesso "M.T. di Calcutta" di Montelupone Tot 262 Tot. 501 Tot. 296 Totale generale degli alunni n. 215 Plesso "L.Da Vinci" di Potenza Picena n. 81 Plesso "Benedettucci" di Montelupone n Negli ultimi anni èstato registrato un considerevole incremento degli alunni non italiani che contribuiscono ad un arricchimento dell Offerta Formativa. Quest anno la presenza di alunni di altre nazioni è pari a 152alunnisul totale sopra indicato,così distribuiti nelle scuole dell Istituto dei comuni di Potenza Picena e Montelupone. Plesso Montelupone Via Vecchiotti Plesso Montelupone San Firmano 19% 81% Italiani Stranieri 18% 82% Italiani Stranieri Plesso Potenza Picena 9% 91% Italiani Stranieri 2

4 Montelupone Potenza Picena 18% 82% Italiani 14% 86% Italiani Stranieri Stranieri Montelupone Potenza Picena 76% 89% 24% Italiani 11% Italiani Stranieri Stranieri Montelupone Potenza Picena 80% 88% 20% Italiani 12% Italiani Stranieri Stranieri 3

5 Composizione del Consiglio d Istituto La composizione del Consiglio d Istituto, per gli anni scolastici 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015, èla seguente. PRESIDENTE Alessandra Gattari Rappresentanti dei Docenti Rappresentanti dei Genitori Rappresentanti degli A.T.A. DIRIGENTE SCOLASTICO Luigina Silvestri Linardelli Maria Sc. Second. di 1 grado Montelupone Beatrice Santoni Vice presidente del C.I. Giuliana Bongelli Assistente Amministrativa Rinaldoni Rosaria Sc. Secondaria di 1 grado Montelupone Giovanna Francolini Giuliano Sabbatinelli Collaboratore scolastico Patrizia Giacomini Sc.Primaria Potenza Picena Luca Zamponi Carla Rossi Sc. Primaria Potenza Picena Roberta Bernacchini Marzia Bernacchini Sc. Primaria Potenza Picena Francesca Bolognese con funzioni di segretaria Giordano Elisei Monica Bonfé Sc Primaria Potenza Picena Giorgio Foglia Armanda Verdicchio Sc. dell Infanzia Potenza Picena Daniela Perticarari Sc. dell'infanzia Potenza Picena 4

6 Composizione della Giunta Esecutiva La composizione della Giunta Esecutiva del Consiglio d Istituto, per gli anni scolastici 2012/2013, 2013/2014 e 2014/2015, èla seguente: PRESIDENTE DELLA GIUNTA Luigina Silvestri DIRIGENTE SCOLASTICO COMPONENTE DI DIRITTO DIRETTORE S.G.A. Rappresentanti dei Docenti Rappresentanti dei Genitori Rappresentanti degli A.T.A. Angela Natali Componente di diritto Armanda Verdicchio Giorgio Foglia Giuliano Sabbatinelli Collaboratore scolastico Potenza Picena Giovanna Francolini 5

7 Dirigenza DIRIGENTE SCOLASTICO Luigina Silvestri Ha la rappresentanza dell'istituto Comprensivo 1 COLLABORATORE VICARIO Frezzotti Manuela Collabora con il Dirigente per l'organizzazione scolastica con funzioni di coordinamento didattico, gestionali e relazionali nei tre ordini di scuola. 2 COLLABORATORE Bernabiti Mirna Coordina le attività e l'organizzazione della Scuola Primaria con il compito di sovrintendere il processo di applicazione della riforma scolastica nella Scuola Primaria. Redige l'elenco dei registri di classe e degli insegnanti delle Scuole Primarie dell'i.c. SEGRETARIA DEL COLLEGIO DOCENTI UNITARIO Frezzotti Manuela Redige il verbale del Collegio Docenti unitario 6

8 Funzioni Strumentali e Commissioni Per collaborare al funzionamento dell Istituto e far fronte alle varie esigenze sono state individuate cinque aree e due funzioni strumentali per ciascuna area. AREA 1 POF ORARIO AREA 2 ACCOGLIENZA-CONTINUITÀ- VALUTAZIONE-ORIENTAMENTO MENGASCINI M.L. ROSSINI G. INTORRE G. RINALDONI R. AREA 3 ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI-DSA-BES AREA 4 INTERCULTURA CRUCIANELLI S. RUGGERI S. MELATINI E. PARIGI M. 7

9 AREA 5 INFORMATIZZAZIONE DIDATTICA E INFORMAZIONE AL TERRITORIO PATTI R. (SITO D'ISTITUTO) CARLINI D. Consulenza per attività informatiche e registro elettronico Competenze referenti area 1: Recepire le istanze del Consiglio di Istituto e del Collegio dei Docenti. Collaborare con il Dirigente e con i referenti delle varie Commissioni. Redigere il Piano dell'offerta Formativa. Elaborare l organizzazione e la stesura dell orario della Scuola Primaria di Potenza Picena e delle Scuole Secondarie di primo grado di Potenza Picena e Montelupone. Elaborare i criteri per la definzione degli orari. Competenze referenti area 2: Organizzare sistemi per l'attuazione della continuità nei tre ordini di scuola. Organizzare l'accoglienza degli alunni all'ingresso scolastico e negli anni ponte fra ordini di scuola. Organizzare le attività e le procedure per le iscrizioni agli Istituti Superiori per le classi terze della Scuola Sec. di 1 grado. Proporre i criteri per la valutazione degli alunni. Competenze area 3: Organizzare le attività per l'integrazione degli alunni diversamente abili. Predisporre strumenti di lavoro comuni per gli insegnanti di sostegno. Attivare rapporti di collaborazione fra Comuni ed ASUR del territorio. Le funzioni del gruppo per i DSA sono: Attivazione di iniziative progettuali mirate alla piena integrazione degli alunni in difficoltà Analisi delle proposte del territorio in tema di svantaggio Elaborazione di un progetto che coinvbolga alunni, genitori e docenti per sviluppare sensibilità sul tema della diversità 8

10 Elaborazione di un modello PEP per alunni DSA Presentare eventuali proposte di acquisto materiali Competenze area 4: Organizzare le attività relative all'inserimento degli alunni in oggetto attraverso l'individuazione delle competenze degli stessi e dei criteri di assegnazione delle classi. Organizzare i contatti con le famiglie di appartenenza e con gli educatori assegnati dai Comuni per il "sostegno linguistico". Competenze area 5: Rendere un servizio di consulenza riguardo all'uso del software Rapportarsi con il territorio e con gli organi di stampa dandone preventiva conoscenza al Dirigente Scolastico Operare in modo che, nei plessi delle Primarie e Secondarie di 1 gradodell'istituto Comprensivo, possano essere formulati i giudizi globali in sede di scrutinio. Segnalare eventuali non funzionamenti delle LIM e dei computers allacoordinatrice delgruppo, ins.canestrari, la quale provvede a contattare il tecnico per la manutenzione delle aule didattiche. Le funzioni strumentali sono supportate da cinque commissioni, una per ciascuna area, che hanno la seguente composizione e le relative competenze: COMMISSIONE AREA 1 - Mancini T. - Melatini E. - Miliozzi M. - Rossi B. - Scarabotto G. COMMISSIONE AREA 2 - Bernacchini M. - Canonico S. - Flamini M. - Pavoni S. - Rossi C. - Trifirò L. 9

11 COMMISSIONE AREA 3 - Camertoni S. - Castelli L. - Lambertucci S. - Mancini S. - Pennesi L. - Scataglini M. COMMISSIONE AREA 4 - Miliozzi M. - Olmetti A. - Simonetti S. COMMISSIONE AREA 5 - Bonfè M. - Canestrari M.L. - Leoni A. - Pieroni S. REFERENTI I referenti, di seguito riportati, sono docenti che coordinano alcuni settori fondamentali dell attività scolastica : Bernacchini Marzia : referente attività motoria; Scarabotto Giuseppina : referente educazione alla salute; Canestrari Maria Luisa: referente INVALSI; Maccioni Martina: referente Ecoschools. 10

12 Coordinatori di Plesso I Coordinatori dei vari Plessi dell Istituto sono: SCUOLA DELL'INFANZIA DI MONTELUPONE Pavoni Sara SCUOLA DELL'INFANZIA DI S. FIRMANO Trifirò Lucia SCUOLA DELL'INFANZIA DI POTENZA PICENA Verdicchio Armanda SCUOLA PRIMARIA DI MONTELUPONE Sabbatinelli A.Maria SCUOLA PRIMARIA DI POTENZA PICENA Rotelli Rosalba SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO DI MONTELUPONE Rinaldoni Rosaria SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO DI POTENZA PICENA Mengascini Maria Luisa coadiuvata da Grandinetti Wanda Ai sette Coordinatori di Plesso sono stati affidati i seguenti incarichi: fanno da tramite fra il Dirigente in ordine a diffusione di circolari, comunicazioni e ne controllano le firme per la presa visione; gestiscono eventuali improvvise emergenze di ordine didattico e funzionale della scuola, previa comunicazione al D.S.; organizzano interventi di esperti esterni, anche con l utilizzo delle apparecchiature necessarie; gestiscono la sicurezza nel plesso e segnalano al Dirigente le eventuali problematiche che insorgono durante l anno; controllanol osservanza di divieto di fumo all interno della scuola; coordinano le prove di evacuazione per la sicurezza del plesso; 11

13 organizzano la stesura della scansione temporale dei viaggi di istruzione e delle visite guidate provvedono alla sostituzione di docenti assenti su indicazioni del Dirigente scolastico. Responsabili della Sicurezza REFERENTE PER LA SICUREZZA E RSPP ING.ALBERTO MARCHIONNI SCUOLA DELL'INFANZIA DI MONTELUPONE Pavoni Sara SCUOLA DELL'INFANZIA DI S. FIRMANO Trifirò Lucia SCUOLA DELL'INFANZIA DI POTENZA PICENA Verdicchio Armanda SCUOLA PRIMARIA DI MONTELUPONE Sabbatinelli A.Maria SCUOLA PRIMARIA DI POTENZA PICENA Rotelli Rosalba SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO DI MONTELUPONE Rinaldoni Rosaria SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO DI POTENZA PICENA Mengascini Maria Luisa coadiuvata da Grandinetti Wanda RESPONSABILE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA Sabbatinelli Giuliano 12

14 Coordinatori di Classe I Coordinatori di Classe nella Scuola Secondaria di 1 grado sono: SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI MONTELUPONE COORDINATORI RINALDONI R. OLMETTI A. CERQUETTI GIORGIA(per MANCINI GIOVANNA) PIERONI LINARDELLI M. MORICONI E. MENGASCINI M.L. GIULI G. SABBATINI A. SIMONETTI S. SCARABOTTO G. TARTUFOLI A. MELONI S. CANONICO S. SCARABOTTO G 1 A 2 A 3 A 2 B 3 B CLASSI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADODI POTENZA PICENA COORDINATORI 1 A 1 B 1 C 2 A 2 B 2 C 3 A 3 B 3 C 3ª D CLASSI I Coordinatori di Classe svolgono le seguenti funzioni: Coordinano i Consigli di classe in assenza del Dirigente Scolastico; Redigono i verbali in collaborazione con i componenti del Consiglio di Classe; Presentano la classe durante le elezioni dei Rappresentanti dei genitori; Consegnano le schede di valutazione. Comitato di Valutazione Docenti Il COMITATO di VALUTAZIONE è composto dai seguenti docenti dei diversi ordini e delle varie scuole dell Istituto: BONFÈ MONICA (membro effettivo) FREZZOTTI MANUELA (membro effettivo) BERNABITI MIRNA (membro effettivo) SCARABOTTO GIUSEPPINA (membro effettivo) VERDICCHIO ARMANDA (membro supplente) TRIFIRÒ LUCIA (membro supplente) 13

15 Personaledocente I docenti delle scuole dell'istituto nei plessi scolastici del Comune di Potenza Picenae di Monteluponesono, in totale, 119. Alcuni sono impegnati sia nel plesso di Potenza Picena che di Montelupone. SCUOLA DELL'INFANZIA MONTELUPONE SCUOLA DELL'INFANZIA SAN FIRMANO MOBILI PAOLA PASCUCCI ZENAIDE PAVONI SARA SPURIO ANNA PALAZZETTI GIANCARLA CAMERTONI SILVIA BIANCONI ROSANNA MENGONI GIOVANNA PIEROZZI GIOVANNA TRIFIRÒ LUCIA MENGONI GIOVANNA PENNESI LAURA BIANCONI ROSANNA SCUOLA DELL'INFANZIA POTENZA PICENA BIANCHI ERIKA CASTELLI LUCIA COPPONI CLELIA CORCOGLIONITI ANNA MARIA DE FEUDIS ANGELA MARIA FLAMINI MANUELA GIUSTOZZI CARLA LUCHINI ELISABETTA MERCURI GABRIELLA NATALINI ANTONELLA NATALINI MARIA CRISTINA NINONÀ ROBERTA PERTICARARI DANIELA RINALDELLI PATRIZIA SCORTICHINI ANNUNZIATA SCOZZI PATRIZIA VALENTINI VITTORIA VERDICCHIO ARMANDA 14

16 SCUOLA PRIMARIA MONTELUPONE SCUOLA PRIMARIA POTENZA PICENA BIANCONI ROSANNA CANESTRARI MARIA LUISA CAPOMASI MARIA LUISA CAPPELLETTI MARIA CATIA CONFLITTI PAOLA DAMATO ANGELA MARIA MARIOTTI ILENIA (per D'INTRONO S.) GRASSETTI ILARIA MANCINI SABRINA MARCONI DANIELA MILIOZZI MARILENA SABBATINELLI ANNAMARIA SABBATINI LAURA SPADONI LUCIA TARTUFOLI LORETTA BERNABITI MIRNA BERNACCHINI MARZIA BIONDI SILVIA BONFÈ MONICA BORRONI MONICA BRANDONI MARIA TERESA CENSI CLAUDIA CIAMPICALI MANOLA COLA ADELE CORRADI MICHELA DE CRISTOFARO MARIA ROTONDA ERCOLINO NUNZIA FERMANI ROSSELLA GASPARRONI MILENA GIACOMELLI VANDA GIACOMINI PATRIZIA GRASSETTI ILARIA MACCIONI MARTINA MANCINI TIZIANA MARIOTTI ILENIA (per D'INTRONO S.) MELATINI ELISABETTA MONTEMARANI ADA NAVISSE NOEMI PARIGI MICHELA PECORARI GIULIANA ROSSI CARLA ROSSI BEATRICE ROSSINI GIUSEPPA ROTELLI ROSALBA RUGGERI SABRINA SCATAGLINI MARIA SONAGLIA SIMONA TORRESI GIOVANNA TUVERI LOREDANA VERDINI LUCIANA 15

17 SCUOLA SEC. DI 1 GRADO MONTELUPONE SCUOLA SEC. DI 1 GRADO POTENZA PICENA ANCONETANI SARA CASAGRANDE SILVIA CASCINI LUCIA CERQUETTI GIORGIA CRUCIANELLI STEFANO DAMIANI ANGELA FREZZOTTI MANUELA GRICCINI MARZIA LINARDELLI MARIA LUCHETTI ELFRIDA NINA LUISA OLMETTI ANDREA PIERONI SERENELLA RINALDONI ROSARIA SERRANGELI SAURO CANONICO SARA CARDARELLI LAURA CARLINI DINO CIURCIOLA SILVIA GIANNETTI ROSITA GIORGETTI LUCIA GIULI GIOVANNA GRANDINETTI WANDA INTORRE GAETANO LAMBERTUCCI SILVIA LEONI AGOSTINO MELONI STEFANIA MENGASCINI MARIA LUISA MESSA ALESSANDRA MONTI GABRIELLA MORICONI ELENA MORONCINI SANDRA MOSCA MICHELA NINA LUISA OLMETTI ANDREA PATTI ROSARIO PIETRONI STEFANIA QUARCHIONI ROSARIA RINALDONI ROSARIA SABBATINI ANNA SANTUCCI DANIELE SCARABOTTO GIUSEPPINA SIMONETTI SIMONETTA TARTUFOLI ANNA 16

18 Personale ATA DIRETTORE dei Servizi Generali Amministrativi: NATALI ANGELA AREA CONTABILITÁ AREA PERSONALE AREA ALUNNI PROTOCOLLO E AFF. GEN. NATALI ANGELA BONGELLI GIULIANA IONESCU ELENA ANTINORI FRANCESCA DSGA Ass.te Amm.va Ass.te Amm.va Ass.te Amm.va SCARPONI FRANCESCA PACIARONI INES PACIARONI INES Ass.te Amm.va Acquisti Ass.te Amm.va Contratti personale supplente Ass.te Amm.va Organi collegiali Viaggi di istruzione 17

19 I Collaboratori Scolastici I Collaboratori scolastici dell Istituto sono 17, ripartiti come da seguente prospetto: SCUOLA DELL'INFANZIA POTENZA PICENA MONTELUPONE SAN FIRMANO STIZZA FABIOLA MARZIOLI TERESA DI GIULIO FLAVIA MODAFERI ANTONIA SERVILI SANDRO POTENZA PICENA SCUOLA PRIMARIA MONTELUPONE LOMBARDELLI SEVERINO FRATINI ADRIANO CUTINI PAOLO CIPPITELLI ANNAMARIA PETTIROSSI MANUELA SABBATINELLI GIULIANO PERUGINI SONIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO POTENZA PICENA MONTELUPONE CICCIOLI LUIGI FOGLIA ARMANDA MORRESI DANIELA RENDINA MICHELE DE CRESCENZO STEFANIA 18

20 ORARIO DI RICEVIMENTO DIRIGENTE SCOLASTICO Il Dirigente Scolastico riceve il pubblico, previo appuntamento, dalle ore 10,30 nei giorni: LUNEDÌ MERCOLEDÌ SABATO Orario di ricevimento della Segreteria Gli Uffici Amministrativi hanno sede in via dello Sport, 2 presso la Scuola Primaria di Potenza Picena. L Ufficio di Segreteria è funzionante dal Lunedì al Sabato, con il seguente orario di apertura al pubblico: GIORNO MATTINO LUNEDÌ 11,30-13,00 MARTEDÌ 11,30-13,00 MERCOLEDÌ 11,30-13,00 19

21 GIOVEDÌ 11,30-13,00 VENERDÌ 11,30-13,00 SABATO 08,30-10,00 Durante i periodi di sospensione delle attivitàdidattiche la Segreteria rimane chiusa nella giornata del Sabato. Inoltre la Segreteria rimarrà chiusa nei seguenti giorni prefestivi: 02 novembre dicembre dicembre gennaio aprile aprile , 12, 19, 26 luglio , 09, 14, 16, 23, 30 agosto 2014 Sul sito dell Istituto saranno pubblicate eventuali aperture dell ufficio di segreteria in relazione alle esigenze specifiche. Organizzazione Scolastica 20

22 SCUOLA DELL INFANZIA ARCOBALENO MONTELUPONE Alunni iscritti n 52 di cui 5H; le sezioni sono 2, entrambe a tempo pieno (8,05-16,05); ad ogni sezione sono assegnate 2 insegnanti, che si alternano di mattino e di pomeriggio, svolgendo 25 ore settimanali ciascuna. I docenti sono: quattro di classe (di cui 1 part-time), tre di sostegno e una di Religione. SCUOLA DELL INFANZIA SAN FIRMANO MONTELUPONE Alunni iscritti n 22 di cui 2H; sezione unica mista a turno intero; alla sezione sono assegnate 2 insegnanti che si alternano di mattino e di pomeriggio, svolgendo 25 ore settimanali ciascuna. I docenti sono: due di classe, due di sostegno e una di Religione. SCUOLA PRIMARIA M. TERESA di CALCUTTA MONTELUPONE Alunni iscritti n 153 di cui 5H. Ci sono 8 classi organizzate a 27 ore. L'Inglese è garantito su tutte le classi dalle tre insegnanti curriculari specializzate. I docenti sono: undici di classe, tre di sostegno e una di Religione. SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO P.C. BENEDETTUCCI MONTELUPONE Alunni iscritti n 81 di cui 3H ; le sezioni sono due (IA-IIA-IIIA-IIB-IIIB); tutte le classi sono a tempo normale. I docenti sono 12, di cui n.3 hanno cattedra mista Potenza Picena-Montelupone, due insegnanti sono di sostegno, uno di Religione e tre docenti svolgono l'attività alternativa alla Religione. 21

23 PLESSI DI POTENZA PICENA SCUOLA DELL INFANZIA G. LEOPARDI POTENZA PICENA Alunni iscritti n 188 di cui 5H; le sezioni sono n 7; ad ogni sezione a tempo pieno (8-16) sono assegnate 2 insegnanti che si alternano di mattino e di pomeriggio svolgendo 25 ore settimanali ciascuna. I docenti sono: n. 14 di classe, tre di sostegno e una di Religione. SCUOLA PRIMARIA G. LEOPARDI" POTENZA PICENA Alunni iscritti n 348 di cui 15 H. Le classi sono: n.10 a modulo di 27 ore settimanali; n 5 classi a tempo pieno di 40 ore settimanali. Le classi organizzate a 27 ore settimanali hanno una insegnante prevalente e altre insegnanti che opera in più classi prevalentemente per l'ambito antropologico e scientifico; ogni docente opera per 24 ore settimanali divise in 22 ore di insegnamento e 2 ore di programmazione. I moduli a 27 ore (IA-IB-IIA-IIB-IIIA-IIIB-IVA-IVB-VA-VB) settimanali e il tempo pieno sono organizzati a classi parallele. Nelle classi a 40 ore settimanali operano 2 insegnanti per ogni classe, dal lunedì al venerdì, con le stesse ore settimanali degli altri docenti. Le classi a 40 ore settimanali sono IC-IIC-IIIC-IVC-VC. I docenti sono: n 13 di classe a modulo (cinque specializzate in L2) e n 10 di classe a tempo pieno. n 9 sono di sostegno, n 1 di Lingua inglese e n 2 di Religione. SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO LEONARDO DA VINCI POTENZA PICENA Alunni iscritti n 215 di cui 4H; le sezioni sono 4 (IA-IIA-IIIA-IB-IIB-IIIB-IC-IIC-IIIC- IIID); le classi IIA e IIIA sono a tempo prolungato; tutte le altre sono a tempo normale. I docenti sono 29 di cui uno part-time, due di Religione e due di sostegno. Quattro hanno cattedra mista. Uno dei due insegnanti di Religione ha cattedra con il Liceo Classico di Civitanova Marche; l'altro completa con Porto Potenza Picena. 22

24 ARTICOLAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEI CORSI SCUOLA DELL INFANZIA La maggiore novità introdotta nella Scuola dell Infanzia dalla Riforma Gelmini è: Estensione della frequenza ai bambini di due anni e mezzo(il bambino deve compiereitre anni entro il mese di Aprile) in base alla disponibilità dei posti e le disposizioni del Regolamento di Istituto. La Scuola Primaria è così strutturata: SCUOLA PRIMARIA Etàd ingresso 6/7 ANNI 7/8 ANNI 8/9 ANNI 9/10 ANNI Scansione TRIENNIO BIENNIO Classi Prima Seconda Terza Quarta Quinta Libri di testo Il libro della prima classe Sussidiario - Sussidiariodeilinguaggi - Sussidiariodelle discipline Religione e Inglese Viste le Indicazioni Ministeriali, quelle del Consiglio d Istituto e del Collegio dei Docenti, la Scuola Primaria dell Istituto Comprensivo offre un percorsoformativo con l articolazione settimanale di seguito indicata: Un tempo scuola di 27 ore settimanali per tutte le classi non a tempo pieno; un tempo-scuola di 40 ore settimanali, comprensivo di quota oraria obbligatoria (27 ore settimanali), quota oraria integrativa disciplinare (3 ore settimanali) e 10 ore di mensa e dopo-mensa. La quota oraria obbligatoria è dedicata allo svolgimento delle attività educativodidattiche; quella integrativa al potenziamento delle discipline. Gli insegnanti della Scuola Primaria operano anche in compresenza, dove è consentito dall orario, specialmente per attività di recupero. E previsto per due ore settimanali l insegnamento di religione dall insegnante specialista; l insegnamento di lingua straniera è effettuato dalla titolare solo se ha tra le sue competenze questa specializzazione, altrimenti necessita dell insegnante specialista. 23

25 E previsto l insegnante di sostegno se ci sono disabilità in classe e comunque solo per il numero di ore che possono essere finanziate dalla spesa prevista dallo Stato. Ore settimanali: 24 ore estendibili a 27. Orario giornaliero: 4,30 ore al mattino per sei giorni settimanali. Ritorno ai voti decimali: è stato reintrodotto il voto decimale (da 4 a 10) che sarà affiancato da un giudizio. Si arriverà alla bocciatura «solo in casi eccezionali e comprovati da specifica motivazione, con decisione assunta all'unanimità dai docenti». Voto in condotta: Il decreto prevede la valutazione della condotta che sarà determinante per il giudizio finale dell'alunno, infatti con il «non sufficiente» in pagella, si è bocciati. Libri di testo: il decreto prevede che i testi scolastici adottati durino almeno cinque anni nella Scuola Primaria. Educazione Civica: lo studio dell'educazione civica deve avvenire nell ambito storicogeografico. 24

26 Organizzazione delle classi a27 ore Italiano classe I classe II classe III classe IV classe V Storia Geografia Inglese Matematica Scienze Informatica Arte e Immagine Musica Scienze Motorie Religione Cattolica Quota oraria integrativa

27 Organizzazione delle classi a tempo pieno Italiano classe I classe II classe III classe IV classe V Storia Geografia Inglese Matematica Scienze Informatica Arte e Immagine Musica Scienze Motorie Religione Cattolica Quota oraria integrativa Mensa

28 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Le Scuole Secondarie di primo grado dell Istituto Comprensivo offrono percorsi formativi con le articolazioni settimanali di seguito indicate. SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO DI MONTELUPONE E DI POTENZA PICENA TEMPO SCUOLA DI 30 ORE SETTIMANALI ITALIANO, STORIA, GEOGRAFIA MATEMATICA E SCIENZE INGLESE FRANCESE ARTE E IMMAG. MUSICA SC. MOT. E SPORT. TECNOL. RELIG. 10 ORE 6 ORE 3 ORE 2 ORE 2 ORE 2 ORE 2 ORE 2 ORE 1 ORA La durata massima dell impegno scolastico giornaliero degli alunni è fissata in 5 ore. In orario antimeridiano sono attivi corsi di sostegno linguistico per alunni extracomunitari. Essi possono essere tenuti sia da educatori messi a disposizione dalle Amministrazioni Comunali di Montelupone e Potenza Picena, sia da docenti al di fuori del loro orario di servizio. Attualmente a Montelupone tutte le classi sono a 30 ore settimanali, mentre a Potenza Picena le classi a 30 ore sono: IA-IB-IC-IIB-IIC-IIIB-IIIC- IIID. 27

29 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI POTENZA PICENA TEMPO SCUOLA DI 36 ORE SETTIMANALI ITALIANO, STORIA, GEOGRAFIA MATEMATICA E SCIENZE 14 ORE 8 ORE INGLESE FRANCESE ARTE E IMMAG. MUSICA SC. MOT. E SPORT. TECNOL. 3 ORE 2 ORE 2 ORE 2 ORE 2 ORE 2 ORE RELIG. 1 ORA Il suddetto orario è strutturato su 5 ore giornaliere per 6 mattinate, 3 ore settimanali nel pomeriggio del Martedì e 3 ore settimanali nel pomeriggio del Venerdì. Le classi che attualmente a Potenza Picena hanno 36 ore settimanali sono: IIA, IIIA. Rispetto al tempo-scuola di 30 ore settimanale risulta evidente il potenziamento delle discipline letterarie e matematiche. 28

30 ORGANIZZAZIONE ORARIA DELLE SCUOLE DELL ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA Classi a 40 ore settimanali (dal Lunedì al Venerdì) MONTELUPONE POTENZA PICENA SAN FIRMANO FUNZIONAMENTO: FUNZIONAMENTO: FUNZIONAMENTO: dalle ore 8,05alle ore 16,05 dalle ore 8,00alle ore 16,00 dalle ore 8,30alle ore 16,30 ORARIO ENTRATE: ORARIO ENTRATE: ORARIO ENTRATE: dalle ore 8,05 alle ore 9,30 dalle ore 8,00 alle ore 9,30 dalle ore 8,30 alle ore 9,30 dalle ore 13,45 alle ore 14,00 dalle ore 13,00 alle ore 14,00 dalle ore 14,00 alle ore 14,30 ORARIO USCITE: ORARIO USCITE: ORARIO USCITE: dalle ore 12,00 alle ore 12,30 dalle ore 11,45 alle ore 12,15 dalle ore 12,00 alle ore 12,30 dalle ore 13,45 alle ore 14,00 dalle ore 13,00 alle ore 14,00 dalle ore 14,00 alle ore 14,30 dalle ore 15,30 alle ore 16,05 dalle ore 15,30 alle ore 16,00 dalle ore 16,00 alle ore 16,30 SCUOLAPRIMARIAClassi a 27 ore settimanali di didattica MADRE TERESA DI CALCUTTA DI MONTELUPONE Funzionamento dal Lunedì al Sabato G. LEOPARDI DI POTENZA PICENA Funzionamento dal Lunedì al Sabato I dalle ore 8,10 alle ore 12,40 I dalle ore 8,10 alle ore 12,40 II dalle ore 8,10 alle ore 12,40 II dalle ore 8,10 alle ore 12,40 III dalle ore 8,10 alle ore 12,40 III dalle ore 8,10 alle ore 12,40 IV dalle ore 8,10 alle ore 12,40 IV dalle ore 8,10 alle ore 12,40 V dalle ore 8,10 alle ore 12,40 V dalle ore 8,10 alle ore 12,40 Classi a 40 ore settimanali(30 ore di didattica e 10 ore di mensa e dopo-mensa) Funzionamento dal lunedì al venerdì Rientropomeridiano IC-IIC-IIIC-IVC-VC dalle ore 8,10 alle ore 16,10 dal lunedì al venerdì SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MONTELUPONE P. C. BENEDETTUCCI Classi a 30 ore settimanali Classi Funzionamento Orarioantimeridiano Tutte dalle ore 8,10 alle ore 13,10 29

31 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO POTENZA PICENA LEONARDO DA VINCI Classi a 30 ore settimanali Classi IA-IB-IC IIB-IIC IIIB-IIIC-IIID Funzionamento Orarioantimeridiano dalle ore 8,10 alle ore 13,10 Classi a 36 ore settimanali Classi IIA IIIA Funzionamento Orarioantimeridiano dalle ore 8,10 alle ore 13,10 dalle ore 14,15 alle ore 17,15 Rientropomeridiano MartedìVenerdì dalle ore 14,15 alle ore 17,15 30

32 Calendario per l a.s. 2013/2014 Secondo le indicazioni della delibera regionale n.636 del 29 aprile 2013 che ha avuto per oggetto il Calendario Scolastico Regionale per l anno scolastico le lezioni sono iniziate Giovedì12 Settembre 2013in entrambi i Comuni di Potenza Picena e Montelupone. Le attività didattiche saranno sospesenei seguenti giorni: FESTIVITÀ DI RILEVANZA NAZIONALE Tutte le domeniche 1 novembre: festa di tutti i Santi 8 dicembre: ImmacolataConcezione 25 dicembre: S. Natale 26 dicembre: S. Stefano 1 gennaio: Capodanno 6 gennaio: Epifania 11 marzo 2014: festa di S.Firmano, S.Patrono(Del. C.I. del 24/06/2013) solo nei plessi di Montelupone 21 aprile 2014 Lunedìdell Angelo 25 aprile: anniversariodellaliberazione 1 maggio: Festa del lavoro 25 maggio: festa di San Girio, S. Patrono (Del. C.I. del 24/06/2013) solo nei plessi di Potenza Picena 2 giugno: Festa della Repubblica Italiana LE LEZIONI INOLTRE SONO SOSPESE 28 Settembre 2013 Festa del Grappolo d oro (Del. C.I. del 24/06/2013) solo nei plessi di Potenza Picena Ponte Ognissanti: 2 novembre 2013 Vacanze di Natale da lunedì 23dicembre 2013a lunedì 6 gennaio marzo 2014S.Patrono (Del. C.I. del 24/06/2013) solo nei plessi di Montelupone Vacanze di Pasqua da venerdì 17aprile 2014 a martedì 22 aprile 2014 Ponte 25 aprile da venerdì 25 aprile a sabato 26 aprile maggio 2014 (Del. C.I. del 24/06/2013) solo i plessi di Potenza Picena Il giorno 10 dicembre 2013 è giornata dedicata alle Marche. Le scuole sono invitate a partecipare alle iniziative che saranno organizzate dalla Regione sul tema. Le attività didattiche in questa giornata non sono sospese. Il termine delle lezioni nella Scuola Primaria e nella Scuola Secondaria di primo grado sarà sabato07giugno Termine delle lezioni nella Scuola dell Infanzia sarà lunedì30giugno

33 Nel periodo successivo al 7 Giugno e sino al 30 Giugno 2014, termine della attività educative, funzioneranno, per la Scuola dell Infanzia, le sole sezioni ritenute necessarie in relazione al numero dei bambini frequentanti. I giorni di lezione per l a.s.2013/2014 sono: - n 206 per le Scuole del Comune di Potenza Picena - n 206 per le Scuole del Comune di Montelupone Il numero minimo di giorni di lezione determinati per ciascuna autonomia scolastica è di 205 giorni. L anno scolastico sarà suddiviso in quadrimestri, assicurando una periodica informazione alle famiglie sull andamento didattico-comportamentale dei propri figli. 32

34 ATTIVITÀ QUALIFICANTI DELL ISTITUTO -ADESIONE ALLA RETE DI SCUOLE DEL TERRITORIO denominata RETE DEL MARE e adesione alla rete interculturale che fa riferimento all Istituto Comprensivo di Petritoli per attività di aggiornamento e formazione sulle Indicazioni Nazionali per il curricolo della Scuola dell Infanzia e del Primo Ciclo di Istruzione Attraverso di essa i docenti potranno sperimentare nuovi metodi di insegnamento finalizzati a far acquisire agli alunni le competenze previste dai documenti normativi nazionali ed europei. -FLESSIBILITÀ PER LA CONTINUITÀ DIDATTICA Attività dei docenti,finalizzata ad assicurare la continuità didattica, la realizzazione di quanto previsto nelle Indicazioni per il Curricolo, la sperimentazione di nuove metodologie, che consiste nella sostituzione di docenti assenti con la prestazione di ore aggiuntive e nella flessibilità oraria. AREA DELLA PROGETTUALITÀ FORMATIVA E DIDATTICA DI PLESSO I docenti delle Scuole dei due comuni di Montelupone e Potenza Picena, facendo propria la didattica per progetti,hanno proposto al Collegio dei Docenti un preciso piano progettuale che il Collegio ha approvato nelle linee didattico-formative. Progetti Infanzia-Montelupone Respons. Progetto Classi OBIETTIVI NOME PROGETTO PAVONI PAVONI PAVONI Sez. A-B Sez. A-B Sez. A-B Sollecitare il bambino ad esprimere preferenze; condurre il bambino a chiedersi che significa regola ; guidare il bambino ad una analisi dei possibili comportamenti Sollecitare il bambino ad esprimere preferenze; condurre il bambino a chiedersi che significa regola ; guidare il bambino ad una analisi dei possibili comportamenti Rispettare ed aiutare gli altri; riflettere sui significati delle feste religiose e non; sentirsi parte di una comunità culturale.., LE EDUCAZIONI E LA CONVIVENZA CIVILE RITMO, ATTENZIONE, ASCOLTO NEL RISPETTO ALTRUI SCUOLA APERTA 33

35 Progetti Infanzia-San Firmano Respons. Progetto Docenti coinvolti OBIETTIVI NOME PROGETTO TRIFIRÓ TRIFIRÓ PIEROZZI TRIFIRÓ UNICA UNICA UNICA UNICA Accogliere attraverso l affettività, per condurre alla sicurezza e alla padronanza di sé Stimolare l interesse e la capacità di ascolto Stimolare l uso appropriato di vocaboli verbi aggettivi articoli Stimolare la pronuncia corretta di vocaboli verbi aggettivi articoli Stimolare l arricchimento linguistico VEDI PROGETTO CRESCERE CON LA MUSICA A CURA DEGLI ESPERTI DEL METODO RUSTICUCCI Sentirsi parte di una comunità. Vivere le feste tradizionali con gioia e collaborazione. Ascoltare e memorizzare. Sviluppare la creatività. Coordinarsi nel gruppo classe. SVILUPPARE AUTONOMIA AUTOSTIMA IN GRUPPI OMOGENEI PER ETA E/O COMPETENZE FAVORIRE RELAZIONI TRA PARI CONTROLLARE L AFFETTIVITA RINFORZARE OB. SPECIFICI PER ETA ATTRAVERSO I LINGUAGGI VERBALI E ALTERNATIVI SVILUPPARE LA CREATIVITA ATTRAVERSO LABORATORI MOTORI PITTORICO/MANIPOLATIVI E MIMICO/GESTUALI GIOCO IN ITALIANO CRESCERE CON LA MUSICA SCUOLA VIVA APERTA I LINGUAGGI 34

36 Progetti Infanzia-Potenza Picena Respons. Progetto Classi OBIETTIVI NOME PROGETTO VERDICCHIO Sez. A,B,C,D,E,F,G Vivere il Natale come messaggio d amore, di pace e fratellanza. Conoscere la simbologia del Natale. Scoprire le tradizioninatalizie. Sapercogliereemozioni e sentimenti. ARIA DI FESTA È NATALE VERDICCHIO Sez. C-D-G Favorire l acquisizione degli schemi motori di base, l evoluzione motoria affettiva, la coordinazione dinamica globale e segmentaria, la socializzazione. FACCIAMO GINNASTICA VERDICCHIO TUTTE Promuovere un modello di intervento didattico per trasmettere forti stimoli, esaltare i principi all attività sportiva,sviluppare, consolidare padroneggiare schemi motori di base, valorizzare creatività e spirito di iniziativa, acquisire abilità motorie FIABA MOTORIA PERTICARARI PERTICARARI Sez.C-D-G Sez.C-D-G Individuare le migliori condizioni per la formazione di gruppi/classe per il futuro ingresso alla Scuola Primaria. Condividere una giornata comune tra la Scuola dell infanzia di Potenza Picena e quella di Porto Potenza Picena facendo festa e scambiandoci regali realizzati dai bambini PREPARIAMOCI AD ANDARE ALLA SCUOLA PRIMARIA COLLINA- MARE 35

37 FLAMINI Sez.C-D-G Facilitare, attraverso un incontro con le puericultrici del nido di Potenza Picena, l inserimento dei bambini alla Scuola dell Infanzia. Realizzare una comunicazione efficace ed una condivisione di linee comuni a livello organizzativo e progettuale con le docenti della Scuola Primaria. CONTINUITÁ NIDO - SCUOLA PRIMARIA FLAMINI Sez.C-D-G Accoglienza: progettare ed organizzare un inizio anno scolastico che faciliti nel bambino l instaurarsi di un atteggiamento di fiducia nelle persone che lo accolgono. Fine anno: vivere momenti di festa insieme ai genitori le insegnanti con canti giochi e allegria. ACCOGLIENZA FINE ANNO 1)Sviluppare una graduale consapevolezza sull'importanza di un bene prezioso come la carta e conoscerne la provenienza SCORTICHINI Sez.E/F 2)Sviluppare la capacità del riuso attraverso modalità e tecniche diverse 3)Stimolare la capacitàludico-creativa per trasformare, inventare, e ri-usare RICICLAMICARTA 4) Favorire atteggiamenti di cooperazione nei lavori di gruppo 36

38 Progetti Primaria- Montelupone Respons. Progetto Docenti coinvolti OBIETTIVI NOME PROGETTO TARTUFOLI 2 A, 2B, 3 A Conoscenza dei primi elementi del linguaggio musicale: ritmo e sequenze ritmiche, contrasto suono silenzio, riconoscimento e classificazione di suoni e di oggetti sonori. INTRODUZIONE ALLA MUSICA TARTUFOLI 5 A, 5 B Sviluppo delle capacità espressive, comunicative e psicomotorie degli alunni attraverso la realizzazione di uno spettacolo che vedrà coinvolte in modo interdisciplinare attività musicali, di lingua italiana e di lingua inglese MUSICA E POESIA SABBATINI 4 A,B Esplorare diverse possibilità espressive attraverso la musica, la poesia e la danza. -Approfondire la conoscenza del codice musicale. -Favorire la cooperazione e la socializzazione. -Favorire l autostima e valorizzare le abilità individuali. TRA NOTE E PAROLE SABBATINI TUTTE Favorire una crescita psico-fisica armoniosa in ogni bambino. -Favorire la costituzione di basi motorie ampie e sicure. -Promuovere l autonomia, l autovalutazione, l autocontrollo. -Orientare i bambini alla pratica sportiva nel rispetto delle regole del gioco. GIOCHI DELLA GIOVENTÙ TARTUFOLI 4 A,B Prendere consapevolezza dell importanza della fotografia come fonte storica e documentaristica. -Dalla fotografia al disegno: riproduzione grafica di alcune istantanee attraverso tecniche diverse DALLA FOTOGRAFIA AL DISEGNO CONFLITTI 1 A Sviluppare le capacità di percezione, riproduzione, memorizzazione e creazione di CANTANDO SI IMPARA 37

39 RINALDONI TUTTE CANESTRARI I A- IIIA MLATINI Associazione Learn & play CLASSI PRIME TUTTE semplici strutture musicali ritmiche e melodiche. Sviluppare la capacità di usare la voce attraverso l esecuzione di semplici canti e filastrocche, collegati alla gestualità, al ritmo, al movimento del corpo. Conoscere e saper usare adeguatamente gli strumenti didattici. Esercitazione dell abilità di interazione e comprensione in lingua inglese. Diffusione di una maggiore conoscenza del valore del territorio, delle risorse e dei paesaggi. LETTORATO INGLESE MADE IN FAMILY Screening sui disturbi specifici di apprendimento della lettoscrittura You can camp 38

40 Progetti Primaria- Potenza Picena Respons. Progetto Classi OBIETTIVI NOME PROGETTO ERCOLINO 3A, 3B, 3C Sviluppare e integrare la crescita culturale sonoro musicale degli alunni attraverso attività musicali, strumentali e coreografiche. - Avviare ad una basilare codifica della grammatica musicale attraverso attività vocali e strumentali. CRESCERE CON LA MUSICA MANCINI 2 A-B-C 3 A-B-C Comprendere che cos è l energia.. Il risparmio e l efficienza energetica. Rispetto dell ambiente e di tutte le sue forme di vita IL GIOCO DELL'ENERGIA ROTELLI 1 A B C 2 A B C 3 A B C 4 A B C 5 A B C Sensibilizzare, responsabilizzare, indirizzare i bambini, le famiglie e la scuola al consumo di frutta fresca di stagione come spuntino scolastico, rendendo ciò naturale, piacevole e abituale. IL MERCOLEDÍ DELLA FRUTTA GIACOMELLI BERNACCHINI 1 A B C 5 C La scuola è l agenzia formativa che meglio di qualsiasi altra può dare il suo contributo per la riqualificazione territoriale, attraverso la riscoperta e la valorizzazione di alcuni aspetti folcloristici legati alla banda musicale del paese Imparare a conoscere se stessi e gli altri. - Rispettare i bambini appartenenti a culture diverse. Cogliere ed esprimere stati d animo. Esprimere i propri sentimenti. Educare all empatia. Esprimersi attraverso linguaggi diversi (parlato recitato danzato cantato).-educare al senso di Giustizia. PROPEDEUTICA MUSICALE DIRITTI IN SCENA 39

41 BERNACCHINI TUTTE Importanza di una corretta e consapevole conoscenza del proprio corpo, per una crescita psicofisica armoniosa di ogni bambino. 1) Promuovere atteggiamenti consapevoli e comportamenti positivi verso se stessi e gli altri;2) contribuire allo sviluppo complessivo della personalità; 3) favorire la conoscenza di un ampia base motoria; 4)promuovere l autonomia, l autostima, l autovalutazione e l autocontrollo;5) orientare il bambino alla pratica sportiva nel rispetto di un sano processo di maturazione. LO SPORT A SCUOLA BERNACCHINI 3 A,B,C L orientamento, La meteorologia L ambiente mare.la navigazione La nomenclatura e i nodi-la sicurezza in mare Sviluppo delle capacità coordinative. VELASCUOLA SONAGLIA BRANDONI BONFÈ Da definirein attesa di informazioni dal Miur 4 C 4C Sensibilizzare sui diritti dell infanzia e dell adolescenza -Educare all accoglienza Potenziare la capacità di attenzione e di concentrazione Stimolare una maggiore motivazione allo studio Migliorare la qualità del processo di insegnamento/apprendimento conoscere ed usare i diversi tipi di linguaggio (verbale, sonoro, corporeo, fantastico); abituare i soggetti al lavoro di gruppo; sviluppare le capacità mnemoniche; integrare nel gruppo i bambini in situazione di handicap e di disagio;favorire il pieno sviluppo delle potenzialità, spesso sommerse di cui tutti gli alunni sono portatori;potenziare le capacità di socializzazione e di cooperazione degli alunni; migliorare la fiducia in se stessi;saper gestire le proprie emozioni VERSO UNA SCUOLA AMICA UN TEMPO PER DIRE, FARE, TEATRARE 40

42 BONFÈ BONFÈ DE CRISTOFARO 4 A,B,C 4C 4 A,B Accrescere un atteggiamento di rispetto e salvaguardia nei confronti dell ambiente;scoprire la raccolta differenziata e il riciclaggio;conoscere il potenziale ludico - creativo dei materiali di riciclo;sviluppare la capacità di riuso e di trasformazione dei rifiuti;esprimere la creatività con materiali diversi;porsi domande, formulare ipotesi;sviluppare la capacità di lavorare in gruppo Iniziare i ragazzi verso il mondo dell arte avviarli al riconoscimento dei vari stili e delle principali correnti pittoriche -collegare l arte con il mondo reale Potenziare le capacità di partecipazione ai valori della cultura. Offrire possibilità di sviluppo della personalità in tutte le direzioni. Potenziare capacità progettuali, organizzative ed operative. Utilizzare la musica come canale comunicativo per favorire l aggregazione tra gli alunni. Creare occasioni per suonare/cantare ed esprimere le proprie qualità e gusti musicali. RICICLARTIAMO CRESCIAMO CON L ARTE MUSICA INSIEME TUVERI 2C Stimolare la capacità d ascolto; arricchire il lessico; comprendere il contenuto dei singoli brani e il messaggio intrinseco (morale). CONOSCIAMO CIPÍ E IL SUO MONDO PARIGI 2A-2B Tra gli obiettivi principali vi è quello di fornire gli strumenti per comprendere, a vari livelli, un'opera letteraria. Sviluppare la capacità leggere, è compito dell'educatore, chiamato a studiare i modi per formarla attraverso sistemi che evitino il rifiuto di tutto ciò che è carta stampata. É fondamentale far scaturire la curiosità e l'amore per il libro UN LIBRO PER AMICO: CIPÍ 41

43 BERNABITI M. TUTTE Sviluppo e potenziamento delle abilità audio-orali e delle capacità espressive Sviluppo delle abilità di interazione/mediazione orale e delle abilità integrate Sviluppo della competenza socio-culturale LETTORE DI MADRE LINGUA INGLESE MELATINI Associazione Learn & play CLASSI PRIME TUTTE Progetto:screening sui disturbi specifici di apprendimento della lettoscrittura You can camp DOCENTE RECUPERO E/O POTENZIAMENTO Classi ERCOLINO Recupero e potenziamento di italiano 3C BERNABITI M. Recupero e potenziamento di matematica 2 A 2 B BERNACCHINI Recupero e potenziamento di italiano 5 C COLA Recupero e potenziamento di matematica 3C PARIGI Recupero e potenziamento di italiano 2 A - 2 B DE CRISTOFARO Recupero e potenziamento di italiano/matematica 4 A GIACOMELLI Recupero e potenziamento di italiano 1 A GIACOMINI Recupero e potenziamento di italiano 4 B MANCINI Recupero di matematica 2 C ROSSI B. Recupero e potenziamento di matematica 1 A, B- 4B ROSSINI Recupero e potenziamento di matematica/italiano 5 A ROTELLI Recupero e potenziamento di matematica/italiano 5 B RUGGERI Recupero e potenziamento di italiano 1 B SCATAGLINI Recupero e potenziamento di matematica/italiano 3A SONAGLIA Recupero e potenziamento di matematica 5C TUVERI Recupero di italiano 2C 42

44 Progetti Secondaria-Montelupone Respons. Progetto Classi OBIETTIVI NOME PROGETTO LINARDELLI 3 A, 3 B RIFORZO E APPROFONDIMENTO ARGOMENTI DI GRAMMATICA ITALIANA ACQUISIRE CONSAPEVOLEZZA DELLE ANALOGIE TRA LINGUA ITALIANA E LINGUA LATINA ACCOSTARSI ALLA LINGUA LATINA NEI SUOI NODI FONDAMENTALI AVVIARE ALLO STUDIO DEL LATINO PER FACILITARE IL SUCCESSIVO SUCCESSO SCOLASTICO IN PERCORSI DI TIPO LICEALE. PICCOLO LATINO SCARABOTTO 3A-3B Acquisire la consapevolezza in merito all influenza di una corretta alimentazione sullo stato di benessere generale. Saper leggere le etichette e scelta consapevole dei prodotti alimentari; conoscenza e confronto delle varie panificazioni. Riflettere sulle proprie abitudini alimentari EDUCAZIONE ALLA SALUTE RINALDONI TUTTE Esercitazione dell abilità di interazione e comprensione in lingua inglese. LETTORATO LINGUA INGLESE LUCHETTI TUTTE MIGLIORAMENTO DELLE COMPETENZE PSICO-MOTORIE IN ATTIVITÁ SPORTIVA SCOLASTICA 43

45 CONTESTI LUDICO- SPORTIVI DIVERSIFICATI EDUCAZIONE AL FAIR- PLAY,NEL CONFRONTO ANCHE CON ALTRE REALTA SCOLASTICHE OLMETTI 2B, 3B Conoscere le origini di un genere musicale e di un ballo attraverso la storia del popolo che li ha creati. Allestire uno spettacolo teatrale con drammatizzazione, musicalizzazione e ballo. TANGO RINALDONI 3A/3B Potenziamento delle conoscenze grammaticali, lessicali di speaking e di listening al fine di conseguire la certificazione linguistica Ket rilasciata con la collaborazione dell università di Cambridge CERTIFICAZIONE LINGUISTICA "KET" DOCENTE RECUPERO Classi RINALDONI Recupero inglese 2A 2B, 3A 3B PIERONI Recupero matematica 2 A, 2 B, 3 B FREZZOTTI Recupero matematica 3 A 44

46 Progetti Secondaria-Potenza Picena Respons. Progetto Classi OBIETTIVI NOME PROGETTO MORONCINI MORONCINI RINALDONI MESSA 3A/3B/3C/3D 2A/2B/2C/ 3A/3B/3C/3D 3A/3B/3C/3D 2 A,B,C 3 A,B,C,D Riflessione sull uso della lingua attraverso la sperimentazione quotidiana a diversi livelli Scoperta delle realtà artistiche e territoriali della Cote d Azur Confronto di ambienti, patrimoni culturali e linguistici differenti dai propri Rispetto delle differenze vissute come arricchimento Sviluppo e potenziamento delle abilità audio-orali e delle capacità espressive Sviluppo delle abilità di interazione/mediazione orale e delle abilità integrate Sviluppo della competenza socio-culturale Potenziamento delle conoscenze grammaticali, lessicali di speaking e di listening al fine di conseguire la certificazione linguistica Ket rilasciata con la collaborazione dell università di Cambridge Conoscenza ed approfondimento del concetto di fair play nei vari ambiti del sociale - per le classi terze: essere ambasciatori del fair play per gli alunni della quinta elementare COTE D'AZUR ATTIVITÁ LETTRICE MADRE LINGUA FRANCESE-ETON SCHOOL CERTIFICAZIONE LINGUISTICA "KET" IL FAIR PLAY NELLA MIA VITA? SÍ, GRAZIE MESSA MELONI TUTTE 3B,3D Miglioramento delle capacità coordinative, condizionali, relazionali e psicologiche di ciascun alunno. Conoscere le origini latine della lingua italiana, Conoscere il sistema della lingua latina: i casi, le declinazioni, il paradigma, le coniugazioni. Conoscere le regole di pronuncia del Latino. Conoscere le strutture logiche della frase Italiana e il loro corrispettivo nella frase latina. CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO AVVIAMENTO ALLO STUDIO DELLA LINGUA LATINA 45

47 BERNABITI TUTTE Esercitazione dell abilità di interazione e comprensione in lingua inglese. LETTORATO DI LINGUA INGLESE DOCENTE RECUPERO Classi SCARABOTTO RECUPERO DI MATEMATICA 2C, 3C, 3D GRANDINETTI RECUPERO DI MATEMATICA 2B- 3B MELONI RECUPERO DI ITALIANO 3B-3D RINALDONI RECUPERO INGLESE 3D GIANNETTI RECUPERO INGLESE 3A Progetti Secondaria Montelupone-Potenza Picena SCARABOTTO TUTTE Acquisire la consapevolezza in merito all influenza di una corretta alimentazione sullo stato di benessere generale. Saper leggere le etichette e scelta consapevole dei prodotti alimentari; conoscenza e confronto delle varie panificazioni. Riflettere sulle proprie abitudini alimentari EDUCAZIONE ALLA SALUTE MENGASCINI TUTTE Favorire lo sviluppo personale; rigettare ogni forma di violenzae di sopraffazione; conoscere e rispettare i valori democratici; sensibilizzare ai valori della giustizia, della cooperazione, della solidarietà SCUOLA DI LEGALITÁ ASSOCIAZIONE LEARN & PLAY YOU CAN CAMP 46

48 COLLABORAZIONE SCUOLA - AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI MONTELUPONE Collaborazione con i tre ordini di scuola RASSEGNA TEATRALE Collaborazione con la Scuola Primaria FESTA DELL ALBERO I GIOCHI DELLA GIOVENTÙ Collaborazione con la Scuola Secondaria di primo grado LA GIORNATA DELLA MEMORIA 47

49 PROGETTI E ATTIVITA' FINANZIATI CON I FONDI DEL COMUNE DI MONTELUPONE Per tutti gli ordini di scuola ASSISTENZA ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Per la Primaria e la Secondaria SOSTEGNO LINGUISTICO ALUNNI STRANIERI E/O NON DI LINGUA ITALIANA Scuola dell'infanzia Arcobaleno LE EDUCAZIONI E LA CONVIVENZA CIVILE Scuola Primaria RADICI PROFONDE 48

50 COLLABORAZIONE SCUOLA - AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI POTENZA PICENA Collaborazione con i tre ordini di scuola RACCOLTA DIFFERENZIATA "PORTA A PORTA" Collaborazione con la Scuola Primaria COMMEMORAZIONE DEL 4 NOVEMBRE PROGETTO LETTURA AMICO LIBRO RIUSO E PROGETTO AMBIENTE FESTA DELL ALBERO ATTIVITA TEATRALE GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI ANZIANO E NUOVE GENERAZIONI Collaborazione con la Scuola Secondaria di primo grado COMMEMORAZIONE DEL 4 NOVEMBRE IL GIORNO DELLA MEMORIA SCAMBIO CULTURALE PROGETTO EDUCAZIONE AMBIENTALE PROGETTO EDUCAZIONE ALLA SALUTE ANZIANO E NUOVE GENERAZIONI FESTA DELL ALBERO GIOCHI SPORTIVI STUDENTESCHI 49

51 PROGETTI E ATTIVITA' FINANZIATI CON I FONDI DEL COMUNE DI POTENZA PICENA Per i tre ordini di scuola ASSISTENZA ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI ECO SCHOOLS Scuola Primaria e Scuola Secondaria SOSTEGNO LINGUISTICO ALUNNI STRANIERI E/O NON DI LINGUA ITALIANA Scuola Primaria ATTIVITA' TEATRALE, MUSICALE E MOTORIA RIUSO Scuola Secondaria di primo grado PROGETTO "SCUOLA DI LEGALITÀ " PROGETTO "LETTRICE MADRELINGUA FRANCESE" 50

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI GELLO PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE. Anno scolastico 2012-2013

SCUOLA DELL INFANZIA DI GELLO PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE. Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA DELL INFANZIA DI GELLO PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE Anno scolastico 2012-2013 INSEGNANTI Clagluna Alessandra Corvitto Giovanna De Gaetanis Antonella Ficicchia Valeria Giuliani Cristina

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO EDUCAZIONE STRADALE GEMELLAGGIO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA NUOTO XX CONCORSO LETTERARIO «POESIA A MEOLO» EDUCAZIONE ALLA SALUTE PARLAWIKI LINGUA LATINA CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015.

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015. CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014 Ai Docenti Agli Studenti Al Personale A.T.A. Alle Famiglie Al D.S.G.A. Oggetto: Piano delle attività a.s. 2014-2015 Si trasmette, in allegato, il piano delle attività

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012.

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012. Circolare interna n. 25 Ai docenti Al DSGA Alla segreteria alunni Alla segreteria docenti E, p.c. ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 15 settembre 2011 Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri La documentazione Dall ICF alla DF al PDF al PEI La Diagnosi Funzionale (DF) 1. Utilizzo degli items di ICF nella definizione

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

Scuola dell infanzia: Il corpo e il movimento. Scuola primaria: Educazione fisica

Scuola dell infanzia: Il corpo e il movimento. Scuola primaria: Educazione fisica Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva Scuola dell infanzia: Il corpo e il movimento Scuola primaria: Educazione fisica Prof. CRONISTORIA

Dettagli

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ALCUNI DATI L Istituto Trento 5 comprende 3 scuole primarie e 2 scuole secondarie di I grado. Il numero totale di alunni

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE A.S. 2013-14 ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE SCUOLA INFANZIA COLLE INNAMORATI Doc. curricolari Sostegno IRC Sezione A Cattelan Cristina Ranieri Paola (antimer.)

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI INGRESSO Si mostra sereno Ricerca gli altri bambini Porta gli oggetti a scuola SERVIZI IGIENICI Ha il controllo sfinterico

Dettagli

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to Progetto educativo "Le quattro stagioni" ANNO 2011-2012 Il progetto Le stagioni al nido intende proporre ai bambini un viaggio nelle stagioni e nel tempo finalizzato

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14

ISTITUTO COMPRENSIVO UGO FOSCOLO VESCOVATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA' A.S. 2013/14 STTUTO COMPRENSVO UGO FOSCOLO SCUOLA SECONDARA D 1 GRADO PANO ANNUALE DELLE ATTVTA' A.S. 2013/14 PROT. N. 5991 /A-19 Vescovato, 19/09/2013 Data Giorno Sedi scolastiche Classi Orario Durata ATTVTA' COLLEGO

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Prof. CRONISTORIA DELLA DISCIPLINA DAL 1979

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA P9.07.1 attività didattica scuoleinfanzia.doc P9.07.1 Comune di Rimini p.za Cavour, 27 47921 Rimini http://qualità.comune.rimini.it Direzione e di Protezione Sociale via Ducale, 7 47900 Rimini tel. 0541/

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo.

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Tutti i bambini che ne fanno richiesta v engono ammessi al Coro,

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato Centro d Infanzia Giacinto Bonanome Via San Marco 217 37050 Isola Rizza (Vr) Asilo Nido Integrato Progetto psicopedagogico DELLA SEZIONE API Anno scolastico 2013/2014 Centro d Infanzia Giacinto Bonanome

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

Ministero dellʼistruzione, dellʼuniversità e della Ricerca Direzione Generale per gli Affari Internazionali. Il sistema educativo italiano

Ministero dellʼistruzione, dellʼuniversità e della Ricerca Direzione Generale per gli Affari Internazionali. Il sistema educativo italiano Ministero dellʼistruzione, dellʼuniversità e della Ricerca Direzione Generale per gli Affari Internazionali Il sistema educativo italiano 29 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca (MIUR)

Dettagli

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Una breve guida per la lettura e l utilizzo delle Indicazioni Nazionali nell elaborazione di un curricolo

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli