Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Scuola secondaria di primo grado. Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Scuola secondaria di primo grado. Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale"

Transcript

1 Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Anno scolastico 2011 / 2012 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classe: 2 Sez. C Prof.: Carolina Busnelli Materia: Arte e Immagine 1 Titolo dell unità didattica / di apprendimento / modulo programmato Osservare e Percepire Descrizione sommaria dei contenuti Consolidare l abilità di Osservare con attenzione agli aspetti della realtà Il volume e il chiaroscuro Percepire e rappresentare la profondità spaziale attraverso gli indici di profondità e le regole prospettiche, prima intuitive successivamente strutturate Utilizzare alcuni codici visuali in modo espressivo : il colore - funzione espressiva e comunicativa Intero anno scolastico 2 Il linguaggio visivo e i suoi codici Produzione e rielaborazione lo spazio prospettiva centrale nella realtà la composizione proporzioni tra i piani e sfondo - luci e ombre, sperimentare con diverse tecniche il fumetto produzione di un elaborato con interdisciplinarietà alla lingua inglese. settembre-dicembre gennaio -giugno 3 Le tecniche Utilizzare in modo corretto alcune tecniche, materiali e strumenti Le matite, le matite colorate - i toni e i segni I pennarelli - brillantezza e versatilità settembre-giugno 1/23

2 4 5 L arte nei secoli - lettura e comprensione : conoscere le opere d arte e la loro tutela L arte nei secoli : l arte nell Alto Medioevo, Romanico Le tempere - scomponibilità, capacità coprente, corposità Mosaico e tecniche di manipolazione dei materiali. Riconoscere le diverse modalità di rappresentazione dello spazio nell arte Individuare il valore espressivo o simbolico della figura umana nell opera d arte Conoscere i caratteri storico-artistici fondamentali del periodo considerato Architettura, scultura, pittura, lettura di alcune opere. La città medioevale, le vie dei Pellegrini e i monasteri. ottobre giugno novembre - dicembre 6 L arte nei secoli : il Gotico Architettura, scultura, pittura, lettura di alcune opere. febbraio-marzo 7 L arte nei secoli : il I Quattrocento Architettura, scultura, pittura, lettura di alcune opere. aprile 8 L arte nei secoli : il II Quattrocento Architettura, scultura, pittura, lettura di alcune opere. maggio 9 L arte nei secoli : il Cinquecento Architettura, scultura, pittura, lettura di alcune opere. maggio - giugno Per i contenuti, le modalità più specifiche, i riferimenti ai documenti nazionali, finalità e obiettivi si vedano le schede relative alle singole unità Saronno, Firma del Dirigente Scolastico Firma dell insegnante.... Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Anno scolastico 2011 / 2012 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classe: 2 Sez. C 2/23

3 Prof.: Materia: Emiliano Bertin Geografia Titolo dell unità didattica / di apprendimento / modulo programmato 1 L Europa: dal mosaico di culture all Unione Europea 2 Regione Iberica 3 Regione Francese, Benelux e Isole Britanniche Descrizione sommaria dei contenuti L Europa delle culture o lingue o religioni o aree di tensione L Unione Europea o la Dichiarazione Schuman (1950): un Europa in cerca di pace o dalla CECA all UE o i Paesi membri o istituzioni e funzioni dell UE Spagna Portogallo Andorra Francia Belgio Lussemburgo Paesi Bassi Gran Bretagna Irlanda settembre-ottobre ottobre novembre 3/23

4 4 Regione Scandinava e Baltica 5 Regione germanica 6 Regione Centro-Orientale e Danubiana 7 Regione Russa 8 Regione Adriatica 9 Mediterraneo Orientale Danimarca Finlandia Svezia Norvegia Islanda Lituania Lettonia Estonia Germania Austria Svizzera Polonia Rep. Ceca Slovacchia Ungheria Romania Bulgaria Russia Ucraina Bielorussia Moldova Slovenia Croazia Serbia Montenegro Kosovo Bosnia-Erzegovina Macedonia Albania Grecia Turchia Cipro Malta dicembre gennaio febbraio marzo aprile maggio Per i contenuti, le modalità più specifiche, i riferimenti ai documenti nazionali, finalità e obiettivi si vedano le schede relative alle singole unità 4/23

5 Saronno, Firma del Dirigente Scolastico Firma dell insegnante.... Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Anno scolastico 2011 / 2012 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classe: 2 Sez. A Prof.: Claudia Crespi Materia: Inglese 1 Titolo dell unità didattica / di apprendimento / modulo programmato Vocabulary (Modulo trasversale) Units 6-8 High Spirits 1 e High Spirits 2 Descrizione sommaria dei contenuti Implemento delle seguenti aree lessicali: Sports Tempo libero Abbigliamento Aspetto fisico Musica Professioni Cinema Mezzi di trasporto Cibi e bevande Luoghi pubblici Faccende domestiche Strumenti: Libro di testo, fotocopie, video e appunti Nel corso dell intero anno scolastico 5/23

6 2 3 4 Grammar (Modulo trasversale) Units 6-8 High Spirits 1 e High Spirits 2 Functions (Modulo trasversale) Units 6-8 High Spirits 1 e High Spirits 2 Culture (Modulo trasversale) Units 6-8 High Spirits 1 e High Spirits 2 Studio e applicazione delle seguenti strutture linguistiche e grammaticali: Simple Present (forma negativa, interrogativa, risposte brevi) Wh- questions Pronomi personali complemento Can Imperativo Present continuous Pronomi possessivi Avverbi di modo Simple past Present continuous per esprimere azioni future Countable e uncountable nouns Some ed any A lot of / much / many / a little / a few Compounds: some / any / no / every Must / have to Strumenti: Libro di testo, fotocopie e appunti Sviluppo delle seguenti funzioni comunicative: Parlare di gusti e preferenze Proporre attività nel tempo libero Esprimere abilità Interagire nei negozi Fare richieste e chiedere permessi Esprimere accordo o disaccordo Scusarsi Raccontare esperienze passate Chiedere e dare informazioni stradali Chiedere il permesso di fare qualcosa Strumenti: Libro di testo, fotocopie e appunti Letture di approfondimento, che accompagnano le diverse unità didattiche del libro di testo e che permettono l acquisizione di contenuti culturali e di civiltà dei paesi di lingua inglese con alcuni collegamenti interdisciplinari (storia, geografia, arte e immagine): School in Britain What do British teenagers do in their free time? British teenagers and money The USA A history of popular music Emergency services in the USA Nel corso dell intero anno scolastico Nel corso dell intero anno scolastico Nel corso dell intero anno scolastico 6/23

7 It all started with a mouse! Blast off! Hard Rock Café Strumenti: Libro di testo Le letture saranno anche utilizzate per avviare gli studenti alla reading comprehension. Per i contenuti, le modalità più specifiche, i riferimenti ai documenti nazionali, finalità e obiettivi si vedano le schede relative alle singole unità. Saronno, Firma del Dirigente Scolastico Firma dell insegnante.... Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Anno scolastico 2011 / 2012 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classe: Prof.: Materia: II C Amodeo Marina italiano Titolo dell unità didattica / di apprendimento / modulo programmato Descrizione sommaria dei contenuti 1 Amici! - la lettera, il diario, l autobiografia - caratteristiche e elementi fissi della tipologia testuale - letture antologiche - guida alla produzione scritta settembre - ottobre 2 - storia del genere e caratteristiche novembre - dicembre 7/23

8 Il racconto giallo - lettura e analisi di alcuni racconti tratti dall antologia - lettura in classe di A. C. Doyle, Il mastino dei Baskerville - visione guidata di alcuni film (Piramide di paura, Delitto sul Nilo, Istantanea di un delitto, Sherlock Holmes..) - la funzione della stampa - la struttura del quotidiano 3 Saper leggere un quotidiano - caratteristiche testuali della cronaca - lettura di articoli e confronto in classe - visita alla redazione del Corriere della sera - ripasso degli strumenti formali del poeta: metrica, suoni delle 4 Leggere e capire una poesia parole, rime, versi e strofe - Paesaggi e sentimenti: ascolto e lettura di testi poetici - Visione del film Il postino - com è costruito il romanzo d avventura, struttura e tecnica 5 Il romanzo d avventura narrativa - lettura in classe del romanzo di formazione di N. Ammaniti, Io non ho paura e visione del film gennaio - febbraio marzo-aprile maggio Itinerari di letteratura 6 7 Educazione linguistica e testuale 8 Il verbo S. Francesco d Assisi, Il Cantico delle creature Dante, La Divina Commedia: la selva, Caronte, Paolo e Francesca, Ulisse, la visione di Dio F. Petrarca, Chiare, fresche e dolci acque, Solo e pensoso G. Boccaccio, Il Decameron L. Ariosto, L Orlando furioso C. Goldoni, La locandiera - attività di esposizione orale - prendere appunti - attività di produzione scritta: lettera e diario cronaca tema riassunto parafrasi - come progettare i vari tipi di testo - esercizi di scrittura guidati - ripasso dei modi e dei tempi, dei verbi transitivi e intransitivi, della forma attiva e passiva tutto l anno gennaio - febbraio tutto l anno 8/23

9 9 Sintassi della frase - la forma riflessiva - i verbi servili e fraseologici - i verbi impersonali - i verbi irregolari - l analisi logica della frase semplice: il gruppo del soggetto il gruppo del predicato (predicato verbale/nominale; verbi servili, fraseologici, copulativi) i complementi diretti i principali complementi indiretti tutto l anno Per i contenuti, le modalità più specifiche, i riferimenti ai documenti nazionali, finalità e obiettivi si vedano le schede relative alle singole unità Saronno, Firma del Dirigente Scolastico Firma dell insegnante.... Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Anno scolastico 2011 / /23

10 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classe: 2 Sez. C Prof.: Manuela Landonio Materia: Scienze Matematiche Titolo dell unità didattica / di apprendimento / modulo programmato Descrizione sommaria dei contenuti ARITMETICA 1a La frazione come numero razionale Ripresa degli argomenti: le operazioni con i numeri razionali. Risoluzione di espressioni con numeri razionali. Le potenze di frazioni. Settembre Ottobre - Novembre 2a Frazioni e numeri decimali 3a La radice quadrata Numeri decimali limitati e periodici; dal numero decimale alla frazione generatrice corrispondente e viceversa. L estrazione di radice quadrata: uso delle tavole numeriche e della calcolatrice. Radice quadrata esatta e approssimata. Dicembre - Gennaio Gennaio - Febbraio 4a Rapporti e proporzioni. La proporzionalità. Le funzioni. Rapporto tra grandezze omogenee e non omogenee. Proporzioni e loro proprietà. Grandezze direttamente e inversamente proporzionali. Rappresentazione cartesiana di funzioni. Problemi del tre semplice. Marzo Aprile-Maggio 10/23

11 GEOMETRIA 1b I triangoli e i quadrilateri 2b Il calcolo delle aree 3b Teorema di Pitagora Ripresa dei triangoli. I quadrilateri: classificazione e loro proprietà. Calcolo del perimetro. Equivalenza di figure piane. Calcolo dell area dei poligoni. Risoluzione di problemi di crescente difficoltà. Enunciato del Teorema di Pitagora. Applicazione del teorema a diverse figure geometriche. Risoluzione di problemi di crescente difficoltà. Settembre Ottobre-Novembre Dicembre Gennaio- Febbraio Marzo - Aprile 4b Le coordinate cartesiane. Indagini e grafici. Le trasformazioni geometriche. Studio di figure nel piano cartesiano. Il rilevamento dei dati. Diversi tipi di rappresentazione grafica. Congruenza e isometria. Traslazione, rotazione e simmetria assiale. Cenni alla similitudine. Maggio Saronno, Firma del Dirigente Scolastico Firma dell insegnante.... Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Anno scolastico 2011 / /23

12 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classe: 2 Sez. C Prof.: Maurizio Bazzoni Materia: Musica Titolo dell unità didattica / di apprendimento / modulo programmato 1 Ripasso delle melodie dell anno precedente 2 3 Studio degli strumenti musicali Studio del flauto dolce 4 Riconoscere il timbro degli strumenti 5 Le proprietà del suono 6 Le voci e i vari tipi di coro 7 Cenni di storia della musica del 1400, 1500, 1600 Descrizione sommaria dei contenuti Si ripasseranno le melodie studiate l anno precedente, in modo che tutti possano ben ricordare le problematiche dell ecuzione strumentale, ed eventualmente colmare qualche lacuna. Si introdurrà l alunno a conoscere e a suddividere i vari strumenti in famiglie. Si esamineranno gli aspetti caratteristici di ogni strumento e come viene prodotto il suono o il rumore. Si continua lo studio del flauto, imperniato quest anno allo studio degli inni nazionali delle principali nazioni europee, alla storia del nostro inno nazionale, alle melodie natalizie, ed altre melodie medievali e moderne. Attraverso ascolti mirati il ragazzo sarà in grado di poter capire tramite ascolto, quale strumento musicale sta suonando Si studieranno le varie proprietà del suono: altezza, intensità, timbro, con riferimenti agli Hertz, ai decibel e all inquinamento acustico. Mediante ascolti guidati i ragazzi riusciranno a distinguere le voci dei soprani, mezzo soprani, contralti, tenori, baritoni e bassi. Si ascolteranno anche i vari tipi di cori: a cappella con strumenti e concertante Si studierà a grandi linee la musica polifonica in Italia e in Francia, i Fiamminghi, la scuola Romana e Veneziana, il corale, il melodramma, l oratorio, la musica strumentale Settembre Ottobre e mesi seguenti Da ottobre in poi Gennaio Novembre Marzo Febbraio Per i contenuti, le modalità più specifiche, i riferimenti ai documenti nazionali, finalità e obiettivi si vedano le schede relative alle singole unità 12/23

13 Saronno, 1 ottobre 2011 Firma del Dirigente Scolastico Firma dell insegnante.... Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Anno scolastico 2011 \ 2012 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classe: 2 Sez. C Prof.: Massimo Lago Materia: religione Titolo dell unità didattica / di apprendimento / modulo programmato Descrizione sommaria dei contenuti e dei metodi 1 La Pasqua di Gesù In questa unità didattica gli alunni saranno guidati all'incontro con il principale avvenimento della fede cristiana: la Pasqua Settembre-Novembre 2 3 La Chiesa delle origini Il Vangelo unisce l'europa In questa unità didattica gli alunni verranno introdotti alla conoscenza della Chiesa delle origini, della sua struttura e della sua diffusione. Si analizzeranno anche alcuni testi tratti dal libro degli Atti degli Apostoli In questa unità di apprendimento gli alunni saranno guidati alla comprensione dell'importanza del cristianesimo nel processo di unificazione dell'europa. In particolare verrà proposto un'attività di ricerca di gruppo sul fenomeno del monachesimo nel medioevo Novembre-Gennaio Febbraio-Marzo 13/23

14 4 La Chiesa e il mondo contemporaneo Questa unità di apprendimento avrà come tema centrale la Chiesa nei rapporti con il mondo contemporaneo. In particolare verrà svolto un approfondimento sul concilio Vaticano II Aprile-Giugno Per i contenuti, le modalità più specifiche, i riferimenti ai documenti nazionali, finalità e obiettivi si vedano le schede di progettazione didattica relative alle singole unità Saronno, 16 settembre 2011 Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Anno scolastico 2011 / 2012 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classe: 2 Sez. C Prof.: Manuela Landonio Materia: Scienze Chimiche, Fisiche e Naturali Titolo dell unità didattica / di apprendimento / modulo programmato 1 Le trasformazioni della materia e la struttura dell atomo Descrizione sommaria dei contenuti Le trasformazioni chimiche e fisiche. I miscugli omogenei e eterogenei. Tecniche di separazione delle sostanze. La materia è formata da atomi. Composti e elementi. Molecole e atomi. Acidi, basi e sali. Settembre - Ottobre 14/23

15 2 L organismo e la sua organizzazione. I principi nutritivi e l alimentazione. L apparato digerente 3 L apparato respiratorio 4 L apparato circolatorio 5 L apparato locomotore La struttura generale del corpo umano. I principi alimentari:carboidrati, grassi, proteine, vitamine e sali minerali. Fabbisogno energetico e nutrizione. Il tubo digerente e le ghiandole annesse. Bocca, faringe, esofago, stomaco e intestino. Le trasformazioni del cibo: frammentazione meccanica, la digestione, l assorbimento, l espulsione delle sostanze di scarto. Fegato e pancreas: secrezioni ed enzimi. Il percorso dell aria: bocca o naso, faringe, laringe, trachea, bronchi, polmoni. La respirazione esterna ed interna, l inspirazione e l espirazione, lo scambio di gas negli alveoli. Gli inquinanti dell aria e il fumo. Le vie del sangue: arterie, vene e capillari. Il cuore e il ciclo cardiaco. Le componenti del sangue: globuli rossi, globuli bianchi, piastrine e il plasma. Il sistema linfatico. L apparato scheletrico: il tessuto osseo. Le articolazioni e i vari tipi di ossa. L apparato muscolare: il tessuto muscolare. La contrazione del muscolo scheletrico: fibre e filamenti. Novembre-Dicembre- Gennaio Gennaio - Febbraio Febbraio - Marzo Marzo -Aprile 6 Il sistema immunitario L immunità naturale e l immunità specifica. La memoria immunitaria. Le allergie. I gruppi sanguinei. Maggio Saronno, Firma del Dirigente Scolastico Firma dell insegnante.... Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Anno scolastico 2011 / /23

16 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Prof.: Sergio bernareggi Classe: 2 Sez. C Materia: Scienze motorie... Titolo dell unità didattica/di apprendimento/modulo programmato Socializzazione 1 Resistenza organica Flessibilità Coordinazione generale 2 Flessibilità Conoscenza corpo Educazione stradale Economia del movimento 3 Gestione degli spazi Gioco sport Educazione stradale Coordinazione generale 4 Collaborazione per un fine comune Presa di coscienza lav.muscolare Educazione stradale Coordinazione oculo manuale Mobilità articolare 5 Gioco sport Burocrazia Unita di apprendimento Conoscenza sport di squadra Studio elementari regole sports 6 Il ritmo Atletica leggera Conoscenza capacità condizionali Uintà di apprendimento Descrizione sommaria dei contenuti Rivisitazione regole e norme comportamento Corsa lenta Norme generali di applicazione Esercizi di controllo del corpo e lateralità,tests Stretching statico e dinamico Lettura libro Lezioni teoriche in classe Percorsi Lavori a gruppi,tests Avvicinamento alla pallamano senza palleggio Lezioni teoriche in classe Trecce,percorsi in palestra,tests Giocosport,tutti contro tutti Esercitazioni a carico naturale Lezioni teoriche in classe Esecuzione di movimenti complessi mano dx,sx-prese- Esercizi da svolgere singolarmente Libera il campo Valutazioni 1 quadrimestre Approccio corretto alla attività sportiva Rugby,basket.Ricerca del gesto tecnico.fondamentali di attacco.test Indicazioni generali Il concetto di marcia,le battute. Tecnica del salto in lungo La velocità Approccio corretto all attività sportiva Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gennaio Febbraio 16/23

17 7 Conoscenza sport di squadra Atletica leggera Giocosport Conoscenza capacità condizionali Unità di apprendimento Rugby,basket.Ricerca del gesto tecnico.fondamentali di difesa.test Staffette,partenze dai blocchi.test Palla contro palla Mobilità ed equilibrio Utilizzo giornate settimana bianca Marzo 8 Espressione corporea Atletica leggera Creazione semplici esercizi aerobici 80 metri piani,lancio pallina Lancio del peso Aprile Linguaggio del corpo 9 Atletica leggera Giocosport Burocrazia 10 Giocosport Giochi all aperto Esercitazioni Salto in lungo, Sparviero,Touch rugby.beach ultimate Valutazioni 2 quadrimestre Minitornei di fine anno Lanci : freesbe,vortex,palle rugby.racchettoni.badminton Maggio Giugno Per i contenuti, le modalità più specifiche, i riferimenti ai documenti nazionali, finalità e obiettivi si vedano le schede di progettazione didattica relativa alle singole unità Saronno Firma dell insegnante Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Sergio Bernareggi Anno scolastico 2011 / 2012 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classe: 2 Sez. C 17/23

18 Prof.: Materia: Alessandra Bottino Seconda Lingua Comunitaria (Spagnolo) Titolo dell unità didattica / di apprendimento / modulo programmato Contenuti grammaticali: Descrizione sommaria dei contenuti Ir y venir (verbi) Llevar y traer (verbi) En, a, por (preposizioni) De (preposizioni) Con, hacia, desde, hasta (preposizioni) 1 En marcha! Contenuti funzionali: Medios de transporte Preguntar y dar indicaciones en la calle Preguntar y dar la dirección Contenuti lessicali: Medios de transporte Direcciones settembre-ottobre 2 Qué moreno estás! Contenuti grammaticali: Ser + adjetivo Estar + adjetivo Ser y estar Pretérito perfecto de indicativo Contenuti funzionali: Describir el aspecto físico Hablar del pasado reciente ottobre-novembre Contenuti lessicali: Partes del cuerpo Aspecto físico 3 Una experiencia inolvidable Contenuti grammaticali: Participios irregulares novembre-dicembre 18/23

19 Uso del pretérito perfecto Ya, todavia no Contenuti funzionali: Hablar de experiencia realizadas y por realizar y comentarlas Contenuti lessicali: Ocio (cine, música, baile) Deporte 4 Todo era más lento Contenuti grammaticali: Imperfecto de indicativo (verbos regulares e irregulares) Uso del imperfecto Comparativos (regulares ye irregulares) Contenuti funzionali: Hablar de hábitos del pasado Expresar comparaciones gennaio-febbraio Contenuti lessicali: Adjetivos para comparar objetos y personas 5 Una ciudad organizada 6 Vamos de compras Contenuti grammaticali: Tener que + infinitivo Poder/No Poder + infinitivo Ser/No ser necesario + infinitivo Contenuti funzionali: Describir una ciudad Comprender información sobre el horario, el día y el precio de la entrada de monumentos y edificios de interés Contenuti lessicali: Lugares públicos en la ciudad comparar la vida en el campo y en la ciudad Contenuti culturali: La ciudad damero Contenuti grammaticali: Verbo querer en las fórmulas de cortesía Posición y orden de pronombres de objeto directo e indirecto Contenuti funzionali: Hablar y comprender información en las tiendas y comercios marzo-aprile aprile-maggio 19/23

20 Contar desde 100 hasta el millón Comprender un recibo de compra Expresar precios Contenuti lessicali: Tiendas Números de 100 al millón Envases, pesos y medidas 7 El hombre del tiempo 8 Qué le regalaste? Contenuti culturali: Dos mercados: el Rastro de Madrid y la Boquería de Barcelona Contenuti grammaticali: Futuro simple de indicativo (regular e irregular) Indefinidos (alguien, algo, nadie, nada) Contenuti funzionali: Hablar del tiempo meteorológico Describir geográficamente un territorio Contenuti lessicali: Geografía y climas de España Contenuti grammaticali: Pretérito indefinido de indicativo (verbos regulares) Contraste entre el pretérito indefinido y el pretérito perfecto Contraste entre los interrogativos qué /cuál Contenuti funzionali: Describir objetos y hablar de su utilidad Hablar de acciones pasadas en un período de tiempo concluido Contenuti lessicali: Poesía en forma de pájaro (J.E. Eielson) aprile-maggio Giugno Per i contenuti, le modalità più specifiche, i riferimenti ai documenti nazionali, finalità e obiettivi si vedano le schede relative alle singole unità Saronno, Firma del Dirigente Scolastico Firma dell insegnante /23

21 Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Anno scolastico 2011 / 2012 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classe: 2 Sez. C Prof.: Emiliano Bertin Materia: Storia Titolo dell unità didattica / di apprendimento / modulo programmato 1 El Siglo de Oro (sec. XVI) 2 Le Grand Siècle (sec. XVI) 3 L età dei Lumi (sec. XVII) 4 Italia e Europa nel primo Ottocento 5 Italia e Europa nel secondo Ottocento Descrizione sommaria dei contenuti Il Rinascimento La scoperta del Nuovo Mondo e gli imperi coloniali I nuovi protagonisti: Spagna, Francia, Inghilterra L Italia terra di conquista Riforma, Controriforma e Riforma Cattolica Gli equilibri della politica europea Tra assolutismo e parlamentarismo La rivoluzione scientifica Gli equilibri della politica europea L Illuminismo L indipendenza americana La Rivoluzione francese Napoleone La prima rivoluzione industriale La Restaurazione e i moti liberali L unità d Italia La seconda rivoluzione industriale L Italia postunitaria Gli equilibri della politica europea e mondiale settembre-ottobre novembre-dicembre gennaio-febbraio marzo-aprile maggio 21/23

22 Per i contenuti, le modalità più specifiche, i riferimenti ai documenti nazionali, finalità e obiettivi si vedano le schede relative alle singole unità Saronno, Firma del Dirigente Scolastico Firma dell insegnante.... Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Anno scolastico 2011 / 2012 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classe:Seconda Prof.:Ilaria Sgarzi Sez. C Materia: Tecnologia Titolo dell unità didattica / di apprendimento / modulo programmato 1 Disegno, Progetto e Realizzazione Descrizione sommaria dei contenuti Il disegno come strumento di progetto e costruzione dell oggetto/spazio Progetto e realizzazione di oggetti/spazi semplici e relativa restituzione grafica in proiezione ortogonale Novembre-Dicembre 2 Disegno e Rappresentazione Introduzione alla geometria descrittiva Costruzione tridimensionale di triedro e rappresentazione ortogonale di un solido su triedro di riferimento Proiezioni mongiane: proiezioni ortogonali di solidi semplici e di gruppi di solidi Sviluppo di solidi e costruzione di solidi in cartoncino Rilievo e rappresentazione dell oggetto/spazio Scale di rappresentazione (attività in collaborazione con i docenti di matematica) Nel corso dell intero anno scolastico 22/23

23 3 Disegno, Design e Progettazione d interni Rappresentazione prospettica, assonometrica e in proiezione ortogonale dell oggetto/spazio Progettazione di uno spazio architettonico. Studio planimetrico e rendering tridimensionale (Google Sketch Up) Gennaio-Maggio 4 Educazione alimentare Attività in collaborazione con i docenti di scienze: Educazione al consumo consapevole e informato Relazione tra potere mediatico e diseducazione alimentare Junk food e obesità come piaga sociale Fame nel mondo Imballaggi, etichette e sicurezza alimentare Conservazione degli alimenti. Gli additivi chimici Alimenti O.G.M. e prodotti BIO Marzo-Maggio Per i contenuti, le modalità, i riferimenti ai documenti nazionali, finalità e obiettivi si vedano le schede di progettazione didattica relative alle singole unità Saronno, 19 settembre 2011 Firma del Dirigente Scolastico Firma dell insegnante /23

Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Scuola secondaria di primo grado. Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale

Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Scuola secondaria di primo grado. Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Scuola secondaria di primo grado Anno scolastico 2011 / 2012 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classe: 2 Sez. A Prof.: Carolina

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA CASAL BIANCO SCUOLA MEDIA STATALE DI CONSIGLIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO DI ITALIANO CLASSE I B

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA CASAL BIANCO SCUOLA MEDIA STATALE DI CONSIGLIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO DI ITALIANO CLASSE I B GRAMMATICA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA CASAL BIANCO PROGRAMMA SVOLTO DI ITALIANO CLASSE I B Fonologia, ortografia e punteggiatura: le regole di trascrizione dei suoni, la corretta scrittura delle parole e

Dettagli

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9

Indice. Unità 2. Unità 1. Unità 3. L Unione Europea 39. Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Unità 1 Gli stati, i popoli, le culture in europa 9 Itinerario 1 Il cammino degli Stati europei 10 Le origini dell Europa 10 Un continente diverso dagli altri 10 L Europa romana e medievale 12 L Impero

Dettagli

LINGUA E CULTURA STRANIERA - SPAGNOLO A.S.: 2015/2016 CLASSE PRIMA sez. C PROGRAMMAZIONE

LINGUA E CULTURA STRANIERA - SPAGNOLO A.S.: 2015/2016 CLASSE PRIMA sez. C PROGRAMMAZIONE LINGUA E CULTURA STRANIERA - SPAGNOLO A.S.: 2015/2016 CLASSE PRIMA sez. C PROGRAMMAZIONE OBIETTIVI Obiettivo del percorso di studi è il raggiungimento della competenza linguistico-comunicativa corrispondente

Dettagli

Scuola primaria statale

Scuola primaria statale ISTITUTO COMPRENSIVO ARDEA III ARDEA (RM) Scuola primaria statale Anno scolastico 2014/2015 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE La Programmazione didattica annuale è stata elaborata conformemente ai nuovi

Dettagli

SETTORE ECONOMICO TURISMO

SETTORE ECONOMICO TURISMO SETTORE ECONOMICO TURISMO PIANO DI LAVORO DOCENTE - URAS MARIA EMILIA LINGUA E CIVILTA SPAGNOLA CLASSE IV A Turismo (terza lingua) Data di presentazione 16 Novembre 2013 1 PROFILO DELLA CLASSE Tutti gli

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE - CLASSE V. Anno scolastico 2012-2013

PROGETTAZIONE ANNUALE - CLASSE V. Anno scolastico 2012-2013 PROGETTAZIONE ANNUALE - CLASSE V. Anno scolastico 2012-2013 ITALIANO. - prende la parola negli scambi comunicativi rispettando i turni di parola; - pone domande pertinenti e chiedi chiarimenti, - esprime

Dettagli

Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Scuola secondaria di primo grado. Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale

Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Scuola secondaria di primo grado. Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Anno scolastico 2011 / 2012 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classe: 1 Sez. A Prof.: Carolina Busnelli Materia: Arte e Immagine

Dettagli

OBIETTIVI di APPRENDIMENTO

OBIETTIVI di APPRENDIMENTO CURRICOLO della LINGUA INGLESE Asse dei linguaggi: utilizzare la lingua straniera per i principali scopi comunicativi ed operativi COMPETENZA CHIAVE EUROPEA -Comunicazione nelle lingue europee: comprendere

Dettagli

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. CARLA FRASCAROLI.. MATERIA: LINGUA INGLESE CLASSE 2 E DATA DI PRESENTAZIONE: 30.11.13 OBIETTIVI TRASVERSALI E COMPORTAMENTALI Si rimanda

Dettagli

settembre (15 giorni circa)

settembre (15 giorni circa) Collegio Arcivescovile A. Castelli Saronno Scuola primaria Anno scolastico 2013/ 2014 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classi : 5 A Insegnante Bressani Cristina (Discipline:

Dettagli

Ci sono tecnologie più evolute per non perdersi.

Ci sono tecnologie più evolute per non perdersi. Ci sono tecnologie più evolute per non perdersi. È il momento di aggiornare il tuo sistema di navigazione Audi. Gamma A7 Sportback. Ciclo combinato: consumo di carburante (l/100 km): 5,1-8,2; emissioni

Dettagli

PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: ITALIANO CLASSE : IIA

PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: ITALIANO CLASSE : IIA PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: ITALIANO CLASSE : IIA DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA Lo sviluppo

Dettagli

Piano di lavoro A.S. 2014-15

Piano di lavoro A.S. 2014-15 ISTITUTO COMPRENSIVO VERONA N. 6 CHIEVO BASSONA BORGO NUOVO Via Puglie, 7/e 37139 Verona Tel.: 045.565602 Fax: 045.572033 e-mail: dirigente@ic6verona.it Piano di lavoro A.S. 2014-15 Docente Disciplina

Dettagli

INGLESE SCUOLA PRIMARIA. INGLESE - CLASSI PRIME, SECONDE e TERZE Scuola Primaria

INGLESE SCUOLA PRIMARIA. INGLESE - CLASSI PRIME, SECONDE e TERZE Scuola Primaria INGLESE SCUOLA PRIMARIA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria per la lingua inglese (I traguardi sono riconducibili al Livello A1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento

Dettagli

AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE. Formazione oltre i confini per crescere insieme

AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE. Formazione oltre i confini per crescere insieme AZIONE KA1 MOBILITA PER L APPRENDIMENTO INDIVIDUALE Formazione oltre i confini per crescere insieme SELEZIONE CANDIDATURE PAESE SELEZIONE CANDIDATURE FORMAZIONE FRANCIA 12 3 Formazione Esabac 3 Formazione

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE Competenza di profilo: Nell incontro con persone di diverse nazionalità è in grado di esprimersi a livello elementare in lingua

Dettagli

ISTITUTO MAGISTRALE STATALE ALESSANDRO DA IMOLA PIANO DI LAVORO. Bartolini Michela MATERIA: SPAGNOLO CLASSE: 3 SEZIONE: G. a.s.

ISTITUTO MAGISTRALE STATALE ALESSANDRO DA IMOLA PIANO DI LAVORO. Bartolini Michela MATERIA: SPAGNOLO CLASSE: 3 SEZIONE: G. a.s. ISTITUTO MAGISTRALE STATALE ALESSANDRO DA IMOLA CON LICEI LINGUISTICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO E DELLE SCIENZE SOCIALI DISTRETTO SCOLASTICO 33 IMOLA Via Manfredi 1/A 40026 Imola (BO) Tel. 0542 23606 PIANO

Dettagli

Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Scuola secondaria di primo grado. Anno scolastico 2012 / 2013. Progettazione Didattica Iniziale

Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Scuola secondaria di primo grado. Anno scolastico 2012 / 2013. Progettazione Didattica Iniziale Collegio Arcivescovile A. Castelli - Saronno Scuola secondaria di primo grado Anno scolastico 202 / 20 Progettazione Didattica Iniziale Classe: ª Sez. C Italiano lezioni di fonologia e lessico - i suoni,

Dettagli

Fondazione Sanguanini Rivarolo MN Programma corso di Spagnolo 1 livello 2012-2013 Docente: Nair Maconi Durata del corso: 30 ore costo: 130 PERIODO/ORE

Fondazione Sanguanini Rivarolo MN Programma corso di Spagnolo 1 livello 2012-2013 Docente: Nair Maconi Durata del corso: 30 ore costo: 130 PERIODO/ORE Fondazione Sanguanini Rivarolo MN Programma corso di Spagnolo 1 livello 2012-2013 Docente: Nair Maconi Durata del corso: 30 ore costo: 130 CONTENUTI SPECIFICI UNITA DIDATTICHE E/O MODULI E/O ED EVENTUALI

Dettagli

CURRICOLO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CLASSE 1^

CURRICOLO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CLASSE 1^ CURRICOLO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CLASSE 1^ Nucleo fondante 1: LISTENING/SPEAKING - L'alunno comprende i punti essenziali di testi orali in lingua straniera su

Dettagli

SCANSIONE TEMPORALE (annuale) DEL CURRICOLO DISCIPLINA: SEZIONE POTENZIAMENTO INGLESE

SCANSIONE TEMPORALE (annuale) DEL CURRICOLO DISCIPLINA: SEZIONE POTENZIAMENTO INGLESE SCANSIONE TEMPORALE (annuale) DEL CURRICOLO DISCIPLINA: SEZIONE POTENZIAMENTO INGLESE CLASSE SECONDARIA: classe prima Periodo Contenuti Attività I BIMESTRE Da settembre a metà novembre II BIMESTRE Da metà

Dettagli

MAPPA DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI classe V

MAPPA DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI classe V MAPPA DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI classe V Italiano Acquisire e dare informazioni orali. Apprezzare la varietà espressiva della lingua. Utilizzare testi adeguati a varie situazioni comunicative Raggiungere

Dettagli

ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE

ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE ANAGRAFICA FORNITORI SENZA RITENUTE parte riservata: CODICE data Alla Direzione Patrimonio Immobiliare Appalti Ufficio Acquisti richiedente struttura RITENUTE l inserimento Si chiede cortesemente di provvedere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE LINGUA INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE LINGUA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE AL TERMINE DELLA

Dettagli

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO OBIETTIVI MINIMI LINGUA INGLESE CLASSE PRIMA COMPRENSIONE ORALE PRODUZIONE ORALE COMPRENSIONE SCRITTA PRODUZIONE SCRITTA CONOSCENZA DELLE STRUTTURE

Dettagli

Programmazione didattica classe 1A Schilpario, Anno Scolastico: 2014/2015

Programmazione didattica classe 1A Schilpario, Anno Scolastico: 2014/2015 METODOLOGIA DIDATTICA E STRUMENTI Le lezioni teoriche vengono sviluppate a partire da momenti pratici e di osservazione di fenomeni. I principi teorici verranno quindi o presentati dall insegnate o ricavati

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PRIMA DELLA SCUOLA SECONDARIA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA L alunno comprende oralmente e per iscritto i punti essenziali di testi in lingua standard su argomenti familiari o di studio che

Dettagli

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMO BIENNIO LICEO LINGUISTICO Profilo generale e competenze della disciplina Lo studio della lingua e della cultura straniera dovrà procedere lungo due assi fondamentali:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2009/2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2009/2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2009/2010 Docente: Francesca Livraghi Materia: Lingua e civiltà spagnola Classe: I B 1. Nel primo consiglio di classe sono stati definiti gli obiettivi educativo-cognitivi

Dettagli

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency Gioventù in Azione 2007-2013 2013 Gioventù in Azione è: Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile

Dettagli

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMO BIENNIO LICEO DELLE SCIENZE UMANE Profilo generale e competenze della disciplina Lo studio della lingua e della cultura straniera dovrà procedere lungo due

Dettagli

Obiettivi di Apprendimento al termine della Classe 4^

Obiettivi di Apprendimento al termine della Classe 4^ ISTITUTO COMPRENSIVO di OPPEANO Via A. Moro, 12 tel. 045/7135458 telefax: 045/7135049 e-mail vric843009@istruzione.it - www.icoppeano.gov.it Nell ambito di una Visione Interdisciplinare, gli Insegnanti,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO R. MORZENTI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO CURRICOLO DI LINGUA INGLESE. CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE Ricezione orale A2

ISTITUTO COMPRENSIVO R. MORZENTI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO CURRICOLO DI LINGUA INGLESE. CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE Ricezione orale A2 ISTITUTO COMPRENSIVO R. MORZENTI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO CURRICOLO DI LINGUA INGLESE CLASSE PRIMA: CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE Ricezione orale A2 - capire frasi ed espressioni relative ad aree di

Dettagli

PROGRAMMI DI LINGUA SPAGNOLA LIVELLI A2-B1-B2-C1-C1acc.-C2 acc. C.L.A. Università di Verona a.a. 2007-2008

PROGRAMMI DI LINGUA SPAGNOLA LIVELLI A2-B1-B2-C1-C1acc.-C2 acc. C.L.A. Università di Verona a.a. 2007-2008 PROGRAMMI DI LINGUA SPAGNOLA LIVELLI A2-B1-B2-C1-C1acc.-C2 acc. C.L.A. Università di Verona a.a. 2007-2008 Dott.ssa Anna Altarriba Dott.ssa Susana Benavente Dott.ssa Margarita Checa Dott.ssa Mª Beatriz

Dettagli

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS 1 ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS SCANSIONE MODULARE DEL PERCORSO DIDATTICO Materia Italiano e Storia Modulo

Dettagli

Creditreform Italia Gruppo Creditreform 2011 Company_2011 1

Creditreform Italia Gruppo Creditreform 2011 Company_2011 1 Creditreform Italia 1 Creditreform in Europa Creditreform nata in Germania nel 1879 Servizi di Informazioni Commerciali, Recupero Crediti e Marketing 543.000.000 fatturato totale 170.000 clienti 200 sedi

Dettagli

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Ascolto (comprensione orale) Parlato (produzione e interazione orale) Lettura (comprensione scritta) Scrittura (produzione scritta) 1. Comprendere

Dettagli

Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma. Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA. Anno scolastico 2014-2015

Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma. Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA. Anno scolastico 2014-2015 Liceo Artistico Statale Giulio Carlo Argan -III Istituto Statale D Arte Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA Anno scolastico

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING MATERIA: INGLESE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 CLASSE SECONDA

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 CLASSE SECONDA Presentazione della classe PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 CLASSE SECONDA All inizio dell anno scolastico vengono effettuate prove d ingresso e osservazioni sistematiche che

Dettagli

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05 Tendenze nazionali nel Processo di Bologna Comunicato stampa In occasione della Conferenza dei Ministri dell'istruzione superiore di Bergen

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE OBIETTIVI MINIMI SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE I /o ascoltati guida II omande V oltare il contenuto globale di brevi testi letti dall insegnante n testo LEGGERE I di illustrazioni II V

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 CLASSI PRIME FINALITA': 1) Sviluppare una competenza plurilingue

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEVANTO PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2013/2014

ISTITUTO COMPRENSIVO LEVANTO PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO LEVANTO PROGRAMMAZIONE CLASSE II ANNO SCOLASTICO 2013/2014 classe 2^ COMPETENZE DISCIPLINARE ISTITUO COMPRENSIVO LEVANTO 2013/2014 ITALIANO 1. Ascolta e interagisce nelle conversazioni

Dettagli

MARKETING. Vi proponiamo gli indirizzi giusti per il Vs. Direct Marketing

MARKETING. Vi proponiamo gli indirizzi giusti per il Vs. Direct Marketing MARKETING Provvediamo allo sviluppo dei vostri affari Vi proponiamo gli indirizzi giusti per il Vs. Direct Marketing Nel Direct Marketing, è fondamentale avere l indirizzo di un impresa solvibile, presupposto

Dettagli

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO a.s. 2012/2013

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO a.s. 2012/2013 PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO a.s. 2012/2013 CURRICOLO DI MATEMATICA classi prime, seconde e terze Riferimenti alle INDICAZIONI NAZIONALI: PECUP - Obiettivi formativi OSA -Obiettivi specifici di apprendimento

Dettagli

N.B. : alcuni Stati dell elenco, grazie a successive convenzioni, potrebbero essere esentati dall obbligo di apostille

N.B. : alcuni Stati dell elenco, grazie a successive convenzioni, potrebbero essere esentati dall obbligo di apostille I documenti devono essere: 1) Legalizzati (o apostillati) 2) Scritti o tradotti in lingua italiana 3) Non contrari a norme imperative o di ordine pubblico I documenti e gli atti dello stato civile formati

Dettagli

Scadenza 20 marzo 2015 ore 13

Scadenza 20 marzo 2015 ore 13 Bando per borse di mobilità anno accademico 2015-2016 Mobilità Staff per Docenza e per Training Scadenza 20 marzo 2015 ore 13 In base alla Erasmus Charter for Higher Education (ECHE), conseguita nel 2014,

Dettagli

FINALITA. 1 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione, passim.

FINALITA. 1 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione, passim. FINALITA L apprendimento delle lingue, oltre a quella materna, permette all alunno di sviluppare una competenza plurilingue e multiculturale. Accostandosi a più lingue, l alunno impara a riconoscere che

Dettagli

AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA

AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. L alunno ha rafforzato un atteggiamento positivo rispetto

Dettagli

CLASSE PRIMA. Abilità Livello A1. Contenuti. Materiali - Strumenti. Raccordi disciplinari. Metodi

CLASSE PRIMA. Abilità Livello A1. Contenuti. Materiali - Strumenti. Raccordi disciplinari. Metodi CLASSE PRIMA Abilità Livello A1 orale scritta Produzione orale Produzione scritta Obiettivi di apprendimento Riconoscere, all ascolto, parole familiari ed espressioni molto semplici riferite al proprio

Dettagli

3. Comprendere frasi ed espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza dalla lettura di testi;

3. Comprendere frasi ed espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza dalla lettura di testi; COMPETENZE SPECIFICHE DELLE LINGUE STRANIERE Lingua Inglese 1. Comprendere frasi ed espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza (ad esempio informazioni di base sulla persona

Dettagli

DIPARTIMENTO LINGUE STRANIERE DISCIPLINA: SPAGNOLO. CONOSCENZE ESSENZIALI DEI MODULI DIDATTICI DI RECUPERO (in riferimento ai saperi minimi )

DIPARTIMENTO LINGUE STRANIERE DISCIPLINA: SPAGNOLO. CONOSCENZE ESSENZIALI DEI MODULI DIDATTICI DI RECUPERO (in riferimento ai saperi minimi ) DIPARTIMENTO LINGUE STRANIERE DISCIPLINA: SPAGNOLO I LICEO LINGUISTICO - Pronomi personali soggetto, riflessivi e complemento - Articoli, preposizioni articolate - Genere/numero di nomi/aggettivi - Presente

Dettagli

I.C. ARBE -ZARA. Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano. a.s. 2015/2016

I.C. ARBE -ZARA. Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano. a.s. 2015/2016 I.C. ARBE -ZARA Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano a.s. 2015/2016 PROGETTAZIONE DIDATTICA DI INGLESE CLASSI 1A - 1B Docente: DANIELA BAIO 1 1. COMPETENZE Tenendo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013. Classe Prima

PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013. Classe Prima Presentazione della classe PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 Classe Prima All inizio dell anno scolastico vengono effettuate prove d ingresso e osservazioni sistematiche che permettono

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9 PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVO- DIDATTICHE IN LINGUA INGLESE

Istituto Comprensivo Perugia 9 PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVO- DIDATTICHE IN LINGUA INGLESE Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVO- DIDATTICHE IN LINGUA INGLESE CLASSE PRIMA Competenze Abilità Conoscenze L alunno: ascolta e comprende istruzioni

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali Le Convenzioni Internazionali Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali La normativa internazionale in materia di sicurezza sociale Regolamenti comunitari Accordi e Convenzioni Bilaterali

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE 2014 AREA 3 COMPETENZE LINGUISTICHE IRECOOP UMBRIA Ente di formazione professionale di CONFCOOPERATIVE UMBRIA 0 INDICE DEI CORSI A CATALOGO CORSO DI LINGUA INGLESE LIVELLO

Dettagli

Istituto comprensivo Arbe Zara

Istituto comprensivo Arbe Zara Istituto comprensivo Arbe Zara Viale Zara,96 Milano Tel. 02/6080097 Scuola Secondaria di primo grado Falcone Borsellino Viale Sarca, 24 Milano Tel- 02/88448270 A.s 2015 /2016 Progettazione didattica della

Dettagli

1. GRAMMATICA. Ente/Agenzia di Formazione (Indirizzo, Telefono, Fax, E.Mail, Sito Web, Referente del Seminario / Corso).

1. GRAMMATICA. Ente/Agenzia di Formazione (Indirizzo, Telefono, Fax, E.Mail, Sito Web, Referente del Seminario / Corso). Ente/Agenzia di Formazione (Indirizzo, Telefono, Fax, E.Mail, Sito Web, Referente del Seminario / Corso). ATON SRL Via Spagna, 50 87036 Rende (CS) tel. e fax 0984/447095 e-mail info@atonweb.it sito web

Dettagli

Programma recupero di lingua spagnola

Programma recupero di lingua spagnola ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE 25 APRILE - CUORGNÈ Indirizzo Turistico Anno scolastico 2014/2015 Classe 1 A Disciplina: LINGUA E CIVILTÀ SPAGNOLA Docente: Prof.ssa Marcelina C. Alderete Libro di testo:

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO EINSTEIN PROGRAMMA D INGLESE - ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSE 1 C DOCENTE : PROF.SSA PATRIZIA ZAMPETTI

LICEO SCIENTIFICO EINSTEIN PROGRAMMA D INGLESE - ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSE 1 C DOCENTE : PROF.SSA PATRIZIA ZAMPETTI LICEO SCIENTIFICO EINSTEIN PROGRAMMA D INGLESE - ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSE 1 C DOCENTE : PROF.SSA PATRIZIA ZAMPETTI La classe 1c si presenta sin dall inizio come gruppo eterogeneo nella sua formazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE IL TESSITORE VIA DEI BOLDU, 32 36015 SCHIO (VI) CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE. Anno Scolastico 2012/2013

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE IL TESSITORE VIA DEI BOLDU, 32 36015 SCHIO (VI) CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE. Anno Scolastico 2012/2013 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE IL TESSITORE VIA DEI BOLDU, 32 36015 SCHIO (VI) CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE Anno Scolastico 2012/2013 CORSO DI INGLESE PER ADULTI Insegnanti: Brazzale Maria Lucia ed un

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2014/2015 MATERIE GRAFICHE TECNICO indirizzo: Grafica e comunicazione TECNOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA - CLASSI

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA Anno scolastico 2014-2015 DOCENTE: Prof.ssa Antonella Di Giannantonio Disciplina: Lingua Inglese Classe: 1 Sez.: D A) Strumenti di verifica e di

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO DISCIPLINARE CLASSE PRIMA

UNITÀ DI APPRENDIMENTO DISCIPLINARE CLASSE PRIMA UNITÀ DI APPRENDIMENTO DISCIPLINARE CLASSE PRIMA UA 1. VIAGGIANDO NEL FANTASTICO 1. Conosce le caratteristiche di un testo narrativo 2. Conosce alcune tipologie (favola, leggenda,fiaba, filastrocca) e

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA 22.9.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 286/23 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA Invito a presentare proposte Programma Cultura (2007-2013) Implementazione del programma:

Dettagli

L ASSICURAZIONE DEI VEICOLI CON TARGA ESTERA - LA CARTA VERDE E LE RELATIVE ESENZIONI. Luca Tassoni Corpo P.M. Bologna

L ASSICURAZIONE DEI VEICOLI CON TARGA ESTERA - LA CARTA VERDE E LE RELATIVE ESENZIONI. Luca Tassoni Corpo P.M. Bologna L ASSICURAZIONE DEI VEICOLI CON TARGA ESTERA - LA CARTA VERDE E LE RELATIVE ESENZIONI Luca Tassoni Corpo P.M. Bologna SESSIONI SPECIALI SPECIALE ASAPS (Associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale)

Dettagli

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011 Gioventù in Azione 2007-20132013 INIZIATIVE GIOVANI Agenzia Nazionale per i Giovani Priorità ed obiettivi del programma Obiettivi Cittadinanza attiva Solidarietà e tolleranza tra i giovani Comprensione

Dettagli

LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN EUROPA

LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN EUROPA LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN EUROPA Credo che sia molto importante parlare di formazione degli insegnanti in generale ed in particolare credo che sia importante fare un confronto tra la nostra situazione

Dettagli

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio,

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio, Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio per motivi di lavoro studio o vacanza è diventato più semplice grazie alla tessera sanitaria europea

Dettagli

Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze

Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze Dal 2007-2013 al 2014-2020 Programmi esistenti fino al LIFELONG LEARNING PROGRAMME Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno scolastico: 2015/2016 Prof. Faes Roberto Disciplina: Musica Classe: 1ª B 1 Livelli di partenza rilevati Livello numero alunni A ottimo 5 B- Discreto / Buono 8 C Sufficiente

Dettagli

LINGUA E CIVILTA INGLESE Obiettivi minimi curricolari B I E N N I O

LINGUA E CIVILTA INGLESE Obiettivi minimi curricolari B I E N N I O LINGUA E CIVILTA INGLESE Obiettivi minimi curricolari B I E N N I O Indirizzi: Socio-Psico-Pedagogico, delle Scienze Sociali e delle Scienze Sociali Musicale 1 Anno - Livello Elementary Salutare e presentare

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA "DANTE ALIGHIERI" PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO

SCUOLA PRIMARIA DANTE ALIGHIERI PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO SCUOLA PRIMARIA "DANTE ALIGHIERI" PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO Favorire la formazione del pensiero critico e creativo attraverso lo sviluppo di una

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea?

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea? L Europa in sintesi Cos è l Unione europea? È europea È un unione = si trova in Europa. = unisce paesi e persone. Guardiamola più da vicino: cosa hanno in comune gli europei? Come si è sviluppata l Unione

Dettagli

LINGUA E CIVILTA INGLESE Obiettivi minimi curricolari B I E N N I O

LINGUA E CIVILTA INGLESE Obiettivi minimi curricolari B I E N N I O LINGUA E CIVILTA INGLESE Obiettivi minimi curricolari Indirizzi Socio-Psico-Pedagogico, delle Scienze Sociali e delle Scienze Sociali Musicale 1 Anno - Livello Elementare B I E N N I O Salutare e presentare

Dettagli

TIPOLOGIE DI ISTITUZIONI E CODICI FUNZIONE

TIPOLOGIE DI ISTITUZIONI E CODICI FUNZIONE ALLEGATO n. 1 TIPOLOGIE DI ISTITUZIONI E CODICI FUNZIONE Il personale docente e ATA (limitatamente a direttori dei servizi generali e amministrativi e assistenti amministrativi) può partecipare alle prove

Dettagli

LINGUE COMUNITARIE INGLESE: SECONDO BIENNIO. classi III e IV scuola primaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

LINGUE COMUNITARIE INGLESE: SECONDO BIENNIO. classi III e IV scuola primaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE LINGUE COMUNITARIE INGLESE: SECONDO BIENNIO classi III e IV scuola primaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE Comprendere e ricavare informazioni dall ascolto e dalla visione di brevi testi mediali, ipertestuali

Dettagli

COMPETENZE IN USCITA PREVISTE AL TERMINE DEL MONOENNIO ( CLASSE 1 )

COMPETENZE IN USCITA PREVISTE AL TERMINE DEL MONOENNIO ( CLASSE 1 ) COMPETENZE IN USCITA PREVISTE AL TERMINE DEL MONOENNIO ( CLASSE 1 ) Funzioni comunicative previste. Per il lessico si fa riferimento alla metodologia del docente Funzioni comunicative per: salutare, congedarsi,

Dettagli

CURRICOLO DI INGLESE

CURRICOLO DI INGLESE CURRICOLO DI INGLESE FINALITÀ Le finalità dell insegnamento della lingua inglese nella Scuola Primaria e Secondaria di primo grado del nostro Istituto riguardano: a) l area formativa: la lingua straniera

Dettagli

SPAGNOLO SECONDA LINGUA

SPAGNOLO SECONDA LINGUA SPAGNOLO SECONDA LINGUA QUINTA GINNASIO Verranno rafforzate ed ampliate le conoscenze linguistiche e le funzioni comunicative apprese nel primo anno, attraverso un analisi più complessa degli esponenti

Dettagli

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE La comunicazione nelle lingue straniere condivide essenzialmente le principali abilità richieste per la comunicazione nella madrelingua:

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. SABRINA MAZZITELLI MATERIA: TECNOLOGIA CLASSE III D DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013

ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. SABRINA MAZZITELLI MATERIA: TECNOLOGIA CLASSE III D DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. SABRINA MAZZITELLI MATERIA: TECNOLOGIA CLASSE III D DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA L'INSEGNAMENTO

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. Prof. ssa: Emma Ferrabò. Testo in adozione. Testo in adozione

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. Prof. ssa: Emma Ferrabò. Testo in adozione. Testo in adozione PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Anno Scolastico: 2014 / 2015 Dipartimento (1) : LINGUE COMUNITARIE SECONDA LINGUA STRANIERA - SPAGNOLO Coordinatore (1) : Novak Giuliana Classe: 3E 3D Indirizzo Tecnico

Dettagli

CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE

CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE COMPETENZE CHIAVE EUROPEA: E considerato essenziale il raggiungimento di un livello di competenza comunicativo riconducibile al livello

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE PREMESSA

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE PREMESSA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SPRESIANO A.S. 2008/2009 PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE PREMESSA L insegnamento della lingua straniera nella Scuola Primaria è considerato come veicolo che contribuisce, insieme

Dettagli

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DAL DOCENTE

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DAL DOCENTE Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto d Istruzione Superiore Severi-Correnti IIS Severi-Correnti 02-318112/1 via Alcuino 4-20149 Milano 02-33100578 codice fiscale 97504620150

Dettagli

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. ROBERTA BIAGI. MATERIA: Matematica CLASSE I E

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. ROBERTA BIAGI. MATERIA: Matematica CLASSE I E PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. ROBERTA BIAGI MATERIA: Matematica CLASSE I E DATA DI PRESENTAZIONE: 28 novembre 2013 Finalità della disciplina La finalità della disciplina

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali UFFICIO STAMPA I CONFERENZA NAZIONALE SULL ALCOL Più salute meno rischi Costruire alleanze per il benessere e la sicurezza SCHEDA ALCOL: L ATTIVITA

Dettagli

La convenzione tra CONFAPI INDUSTRIA e Cribis D&B è nata per soddisfare le seguenti esigenze:

La convenzione tra CONFAPI INDUSTRIA e Cribis D&B è nata per soddisfare le seguenti esigenze: La convenzione tra CONFAPI INDUSTRIA e Cribis D&B è nata per soddisfare le seguenti esigenze: Report su aziende Italia - Estero Liste marketing Italia - Estero 1. Per le piccole imprese e i professionisti

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO LINGUA INGLESE CLASSE SECONDA Testo in adozione: SMART ENGLISH VOL. 1 e 2 Rob Nolasco Oxford

UNITA DI APPRENDIMENTO LINGUA INGLESE CLASSE SECONDA Testo in adozione: SMART ENGLISH VOL. 1 e 2 Rob Nolasco Oxford UNITA DI APPRENDIMENTO LINGUA INGLESE CLASSE SECONDA Testo in adozione: SMART ENGLISH VOL. 1 e 2 Rob Nolasco Oxford PROGETTAZIONE CORSO DI STUDIO UNITA DI APPRENDIMENTO E UNIT 9 - UNIT 10 Parlare di bailità.

Dettagli

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online INFO ITALIA Il presente listino è valido dal Marzo 0. Le tariffe indicate si intendono al netto d IVA e inclusivi dei diritti di segreteria

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORNO DI ZOLDO CURRICOLI DI INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORNO DI ZOLDO CURRICOLI DI INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORNO DI ZOLDO CURRICOLI DI INGLESE Riletti e rivisti alla luce delle nuove Indicazioni per il Curricolo nel settembre 2009 CURRICOLO DI INGLESE PRIMARIA e PRIMO BIENNIO Le competenze,

Dettagli