Dott. IJW' Luisi / I~~G NTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dott. IJW' Luisi / I~~G NTE"

Transcript

1 ba AO~.PROVNCA D BAR Poizia Provinciae, Protezione Civie e Ambiente PG de 9/07202 Fusso: U8cita PROVNCA D BAR Servizio Poizia Provinciae, Protezione Civie e Ambiente C.so Sonnino n.85 =Bari 7026 Te. 080/ Fa 080/54288 A.n. (trasmissione er osta eettronica) e,.c. Sett.e Ecosud s.r.,. via degi Ebanisti BAR REGONE PUGLA Assessorato a'ecoogia Settore Gestione Rifiuti e Bonifiche V.e Dee Magnoie ZJ. e ENAP MODUGNO Sezione Regionae Abo - mrese Gestione Rifiuti c/o CAMERA D COMMERCO 7000BAR A'ARPA - PUGLA- D.A.P. BAR Oberdan 8/E 7000BAR COMUNE di 7000 BAR A.U.S.L.BA 7000 BAR Sezione Nuceo Seciae Poizia Provinciae SEDE A sig. Presidente - A sig. Assessore A'Ecoogia ed Ambiente A sig. Assessore Attuazione de Programma Trasarenza e Legaità - errei. A Sig. Presidente Commissione Consiiare Ambiente e Rifiuti it Amministrazione Provinciae SEDE OGGETTO: DLgs. n. 52/2006 art Ditta ECOLSUD s.r... Richiesta arovazione rogettuae ed autorizzazione a'esercizio di un imianto er e oerazioni R2 ed R 3 di rifiuti ericoosi e non ericoosi in agro di Bari - zona artigianae AS - via degi Ebanisti 7, Si notifica, ad ogni conseguente effetto, a 09/07/202, concernente 'oggetto, determinazione igenziae n. 582 de j / Ft ~~G NTE Dott. JW' Luisi

2 SERV.~rZ(): Poizia Provinciaie, Proiezione Ctviie e Af?)j:teEtrte L'4.TTç=~ }D~fR~t}E\~ZP;..--_- i.,e \f...)~:~.. o 9 tue. 202 Prcme~ o! che!~e!str&t8.~ vigore de D.L.~.!G52/06 reativo ae "Norme in materia amoientae" disciina, aa arte 0, titoo, cao P/:; r'a:rov22lg:ie dei rogetti e 'autorizzazione aa reaizzazione d-eg~imianti di smatimento e di recuero dei rifhrd; ehe tae a.tti'vii ai sensi de'art. 96 ce~d~lgs. E. 52/06 è esressarneate demandata aue F:egi'JE!.L~savo quanto disosto dai'art. 77!, CO. 2 deio stesso. D.Lgs. n, 52/06 che, revedendo che e stesse adeguino i risettivi ordinamenti entro un anno da'entrata in vigore deo stesso D.Lgs.~ fa save e strribuzioni di funzioni deegate ù trasferite grconferite dae eg oni a.e Province; c~e a Regione Pugia con L~R, L. 7 de4/06ig7 art. 6 CO. 3~.h.~conçTQate ~ deega ae Province tiehe funzioni ccncernenti i riascio, ne risetto dei temi e dee modaetà. definite daa normativa comunìtaria nazionae d~ settore vigente, dee autorizzszioni er ia reaizzezione e er a gestione ei imianti d~ SE2hth7.tBi"tO o di recuero di rtuti, anche ericoosi, ivi comresi gi imiav.."ti di mcers,:;:rmaento rifiuti, già deegate ai sensi dea L~R. r/~30/36 e àei'artico~o 23 deia L.R. n07/gq; efue e suodette funzioni -assano essere sicuramente ricornrese nea iù amnia categoria dehe funzioai asnministrative reviste Géi.r'srt. 9 creè D.Lgs. 267/0Q, i! qiae revede che ae Province s~r-tetg:fi~ ::;atre, e ft~t7~gti8.fì.;:;,inistiati""\<'"6 ci hit~;ess6rovinciae reative '~arorgatizz:2zioeie aeho sn.atimento dei tifi~.2.ti 8: iveo orovinciae. ~." TSicr. eb:e 2:.[~iriZ.n ECC~LST_TDs.r... ', con sede egae ed cerativa m BE::-i - zona artigianae AS- via. degi Ebanisti 7, egaìmense rsresenteta r~ sig. Giorgio Piccininni, nato 8. Bitonto i 2//974~ con istanza de 9/04/205 in rti s.t.3450 de~ 9/04/20 e successive integrazioni, ha chieste, ai sensi deh~a7t. \;!!=E:~t~;~~~~i,~~':E:~~E'~;i,~;:;~~ ~i~~~~~ ;cr~:c~;~~;:?;:'~i~!~:;:~~~~;,j~e~~:~a~~ ~:::T~:O;~~iS:~ seciai ericccsi) e (33,5= tonn./eanue di rifh.s.-t seciai n.on ericoosi); ~7Ì tg cimei Comitato Tecnico Provinciae- e art. 5 dea L.F~~D..30i86-, ne2- s3dù.4~ de 27/Q72(t ~ha e

3 ... SEi?VTZEO: Protezione Poizia.J;.?:J!ro.'inciae:; Civie 2 A;'~t[;'ier'.té N. o 9 LUG. 202 OGGETTO: D.Lgs. n. 52/2006 art Ditta ECOLSuu s.r... Richiesta arovazione rogettuae ed autorizzazione a'esercizio di un imianto er e oerazioni R.2ed F~3 di rifiuti ericoosi te non ericoosi in agro di E-ari - zona artigianae AS - via degi Ebanisti 7. Preraesso: che r'eutrsta in vigore de! D.L-,~~;o52/06 reativo 2.He"Norme in materia ambientse" Qisciih-;~8a. arte V, titoo ~ cao \', È~8.rovazioTe dei rogetti e 'autorizzazione aa reaizzazione degi imianti di smatimento e di recuero dei rifiuti; cae tae attività ai sensi de'art. 96 de D.L.gs. L 52/06 è esressamente demandata ae Regioni, savo quanto disosto da'art.. 77:,cc. 2 deo ~t.esso D.Lgs.!. 52/06 che, revedendo che Ìe stesse adeguino i risettivi ordiaamenti en'ltoun anno da'entrata i;r~vigore deo stesso D.L.gsr~ fa save e anribuzioni ce funzioni deega.te o trasferite gir conferite dde R...egior.i a:.hepro-vince; cfuie 2.:t~egionePugia CO! L~P,- i. 7 de ~4i06/G7 art. 6 cc. 3=_ha coafennato m. deega ae Pi"CYVCe dee funzioni concernenti H riascio, ne risetto dei temi e aee modaità definite daa normativa comunitaria e nazionae di settore vigente, oeìe att~;)rtazioni er a reaizzazione e P;;" a gestione di imiar{~i di smahimentc D d recuero di rifiuti, anche ericoosi, rvr comresi gu imiaati di incenerimento rifiuti, già deegate ai sensi dea L.P,- t.='30/86 e de.'articoo 23 dea ~.R. rro7/08; càe e s'i3d.dette funzioni 0S5030 essere sicuramente ricomrese nea iù 8H8categorie deiie funzioni amministrative reviste da'art. 9 dei D'Lgs, 267/0G~i quae revede che ae Province settano, fra ìe atre, e funzioni E~m.mDistrativedi interesse rovinciae reative "a'organizzezione -ieho sraatimentc dei rifiuti a E~ieH.Gs-cfviczJe. rhtté Vr ECC::LSt!J s.r... ~~:;CGn sede ~egaeed oerativa i Bari - zona ertigisnae AS - via d:.:g!i Ebanisti 7, egamente rsreseatsta dai sig. Giorgio PicciDTUÌ~, nato 8. Bitonto i 2//974, con. istanza de 9/04/20:: in arti a &.3450 de 9/04/20 e successive irriegrazioni, ha chiesto, ai sensi de "art. 208 de D.Lgs.~. 52!v6~ Farovazioe rogettuae ed autorizzazione a'esercizio di un ~:-~i&:t0er e oerazioni R 2 scambio éi rifiuti er sottcori ad una dee onerazioai indicate nei numi da R a :_J ed P:. 3 messa m riserva di rifiuti er sottoori a-una dee oerazioni indicate nei unti d~ R a R2~ in agro di!i~~- :-=Z~~~;if~~~~:;!~~~i~ii=~a~ ~ 3P~~;~!;~~~O~O~~~~;;5 T~:~ ~:~~~~! :.~~&~~~: ~~Co~~~;~6_, rassegnato E rorio arere favorevoe, con rescrizioni, 2'h.t:~er-\ieEtoroosto ~ iie2- sedutade27!o7/20, ha

4 ~~[nc \ Rfn W'h.t non. ~. ~~"-:. Pertcces! P~r~rOtOS. _., fj,u;:>~tità... -~~- Q~antrta,' -- ;;r~codice CER atri soventi organici, souzioni 00 ozo: r'l. - v~\.. z, di avaggio ed acque madri \ i ì... '" atrì soìventì orzamci, SO!UZOm.. r!ì"'" '! _._. À t-! ~.!LV~ dì ìavaggìo tu. acque maun N ç~~ ''9 ~ ~-J ~ f.i ~ QJ f CJ E'!.,... ~ w =' ~.- t'-) ~ ~,.." ~ ~ ('~,f.:j ~ rkw,"" ~.-.", ~~ ~ ~ "'"" """ ~ < Z0 Zu 5002 NP!imbaaggi in astica X j 20 )'}ff\ L.=V 5005 NP mbaaggi in materiaiccmosìtt.! 20! NP mbaaggì in vetro X X 20 im~o~~gg!.u;etahid CGnt~neTti 50 P i" SOWJ. -o:rgse~encoos.e 2«:» X X ~ad e~e~~i~arr:riant? Ji comr~si i \ i rn(~;ai.'ji-:;r2-ri..?! n~occ-;:f,n.a. \i? io-ri ~ -L ~\_'~_'~_~_"~_~_4 _~~_~_ ~_r.~_'_p_~~_"~_'v_a~_~_<~,~_"~_,~_. ~ ~ \~,--~-;f~ 3

5 ! '...vvl.t...t...v ~,;)~,'n '', i f 6023 " "i""'r>..."~r.,.,r-~!~~i-r.,,,-,. ~-r....,::?-c"'- aa.!. t:l. ua!.'->._ ç! -h.h uso contenenti rcs o da essi '-_!,-"",..! o""'...l. ~!-- ~~ d--n-.n. ]._ CG,-i!i..d.ffi!ìa.e; crver ;:,ca y.ùca!c di cui aa voce adareo::hiat.re fuori uso, i ~. -,..,. contenenti corofuorocarburì. ncsc, HFC \ _! aareccnìature é' " rucn uso, contenenti comonenti ericoosi diversi da quei dìcui ae voci e \ / i n~,...,..... _ov5uj i NP ~~mo:::.~,~:~co!:si da aai eccmature comnonenti -rimnc~i da r~n~ossi ruon uso ~~~~r~~~hi~~~_~~-i~~ri. Uso, \crversi da quei di CU aa voce 6025 ".... '.' 'rinun "- "--- _... orzamci - W --"-_'::'J contenenti '---~-'- \ sostanze ericoose rifiuti organici, diversi da quei [ NP di cui aa voce > oartene H. a. iombo " ' 57 5i ì r~ arrre oatrerìe eu accumuratort 267 ', '" r Q oggetn ua ragno eccen..o 0' '.i o '.,i ) \,ar L anatomiche ed organi incuse e sacche er i asma e 250 e riserve di sangue (tranne 8 003) - ~ ' '"-Lo., ' '.' rifiuti che devono essere raccoti \' w = ', X recauzioni articoari er *... t:.. evitare mreziom 0(»0 4

6 i i 8004 NP 8006, P 8007 NP 8008 P '8009 NP -QrOn\..UV.;...t'U NP ' D J ~ t::.,~ D J NP i "o0... F Lv _.:);:) NP P rifiuti che non devono essere raccoti e smatiti aicando nrecauzion n... i..; r»oa... i De'" evitare ìnfezìon [es, bende, ingessature, enzuoa, ìndumentì monouso, assorbenti igienici)!'""'_ o..uu..;.u... _Q..o:. _t... v s: L-t. r., ,. h. sostanze cmrmcne ertcorose (} contenenti sostanze ericoose sostanze chimiche diverse da quee di cui aa voce medicinai cìtotossìcì e cito stati ci oggetti da tagio[eccetto ' ).. rifiuti che devono essere raccoti e smatiti aicando recauzioni articoari er evitare infezioni rifiuti che non devono essere raccoti e smatiti aicando recauzioni articoari er evitare infezioni sostanze chimiche ericoose o - - L i con Lenenti SOStanze ericorose '..'... J mecncman COmSSC cito stati ci tubi fuorescenti ed atri rifiuti contenenti mercurio medicinai citostatìcì e cìtotossìcì e medicinai diversi da quei di cui aa voce aarecchìature eettriche ed eettroniche fuori uso, diverse da quee di cui aa voce e 20023, contenenti comonenti ericoosi

7 ! NP aarecchìature eettriche ed t...'",. eiett<omche ruon uso, mverse " 'ì"'" ' U...:. r.'? nh"", 0rP ~o;;...e.~.l _ "'-"i. u_ ' ~.. cr.': '"A ('; ~! -!,-: ---'iich.... LoU '0L 2; e S )ìa Ditta n ECOLSUD s.r...", dur-ante t'esercizio de'attività autorizzata, è tenuta a'osservanza dei seguenti obbighi: a) risettare e norme generai di sicurezza; b 'T., (P" "\.,.. '''''''; ) rovveaere a a messa m. nserva v:-...:;j uei rnml er sottceori ad une dee oeraziom t. L"i--. ~ - _ " - ~ indicate ai unti da R a R2 de'at "C" a D.Lgs. n. 52/2006; c) risettare, in materia di. imbaaggi di cui a codice 50000, i titoo T daa arte LV de D.Lgs. n. 52/2006; d) escudere, con riferimento a codice 2000UO, i rifiuti soidi urbani ed assimiabii da commercio, industria ed istituzioni incusi i rifiuti dea raccota differenziata, se ed in quanto rientranti nea escusiva cometenza obbigatoria dei Comuni; e) f) a) 0/ indicare negi sazi destinati, a tioogia dei rifiuti steccati; esorre i cartei con e norme di rimo soccorso;. irnitsre C mesi sei a durata massima deo stoccaggio, con effetto daa data di assunzioneìn carico dei rifiuti; i,..'\ osservare er]. rìrìun '~'..i ' samtan _e rnsosszrom ~ D"" 25&.' t 0. cm a J...:.. U. : cei '5'07/200". Je di T' autonzzare,3- durata massima di. stoccaggio di giorni cinque, COT effetto daa data di assunzione in carico dei rifiuti; i) comunicare a'amministrazioneprovinciae gi imianti di recuero finae dei rifiuti steccati; j) osservare ogni atra norma, con articoare riferimento a quee in materia di igiene, ambiente e territorio; e) OSS~Jare tutte e disosizioni di cui a'art. n. 78, COTiTa 2~ nonché de~i artt, n, 87!, i. 88, T. 89 e n. 90 de D.Lgs. n. 52/2006; ) effettuare e comunicazioni ai sensi dea egge 25/94, i. 70; m) quaora i carico di rifiuti sia resinto, i gestore deve comunicaro aa Provincia entro e non otre 24. ore, trasmettendo fotocoia dei formuari di identificazione; ~n) effettuare eriodici interventi di dìsìnfestazione de'intero stabiimentc, con frequenza ameno settimanae nei eriodo estivo; o) non effettuare acuna oerazione che ossa configurarsi come "eiminazione mediante incenerimento, trattamento chimico o stoccaggio i terra" dei rifiuti seciai ericoosi reviste da'art. 78, de D.Lgs. i. 52/2006; ) osservare e disosizioni reviste daa arte :m: de testo unico ambientae.52/06 in materia di tutea dee acque da'inquinamento; q) garantire, in ogni caso, a sussistenza dee condizioni reviste da'art. n,de DLgs ; r) ademiere aei obbighi tutti di cui a resente rovvedimento autorizzatorio, ena à comminatoria dee sanzioni di cui a'art. g dea L.R. n. 3D986 ed a'art. 256, de D'Lgs; n. 52/2006; 4) di obbigare, a Ditta "ECOLSUD s.r...", a trasmettere, rima de'entrata in esercizio de'attività di gestione de'imianto a seguente documentazione e avvenuto ademimento dee condizioni formuate daa ASL 3A con nota U. 398/9 de 9/08/20; autorizzazione ao smatimento dee acque meteoriche, ai sensi dei D.Lgs.rr.52f06; reazione di coaudo e/o di fine avori merito ae strutture, oere ed aestìmenti funzionai con attestazione di conformità agi eaborati rogettuai acquisiti agi atti; accettazione, da arte de Servizio Ambiente e Rifiuti dea. Provincia, dee garanzie finanziarie restate m. conformità a regoamento regionae n. E/2007 er t'imorto di ,50 i cui beneficiario deve essere ' Amministrazione Provinciae di Bari; 6

8 5) C!2 riservarsi i'adozicne di eventuai rovvedimenti integrativi e/d modifìcstivi de resente at~o in diendenza di disosizioni esicative e regoamenteri attt.:ztive de citato D...gs. ~L 52 Q; 03i04/2006; 6) di dare atto che, ai sensi e er gi effetti dei comraa 2!, art. 208~dei D'Lgs, T.. 52/2;aG6~ r~u:tori7.7&tione riiescista C0E!i resente 2.~c!,:i~T~Gvsbie ~i sensi deo stesso D.Lg2. L 52/2Gt.:;}~re:;té: veica. er a durata 6.asni dieci, a. decorrere r~$;s~~ta di avvio deì'esercizic; 7) si ritiene fui save e autorizzazioni, e rescrizioni e a vigianza di comet-enza. deo Stato, dea Regione, ne! Comune o di aitri srrti, derrv2ti. daa egisazione vigente i SEterif.. cii tg:=3:i deh~j~~bie2te!idea saute ubb-ica ed urbanistiche; g) di notificare i resente rovvedimento aa Regione Pugia Assessorate a' Ecoogia - Settore Gestione ~jfi;.!.-ti e BG:iT2=r:e, ~i~p~~ ~giia D..::~.F. ci Eari, EH~ Sezione rtegi0~ae dei'~!:.ib0gestori Ambientaìi, &t Cozaene d Bari, -a Senr:ZG di 9ienç; 6 Sanità Pubbica. de'.:~.u.s..l. B-\ cometente er territorio, E. Dirigente dea "Poizia" Provinciae" dea Provincia di Bari ed aa Ditta interessata ~.y di recisare, ai sensi de'art. 3!) comma 4 deìa L. 24/90, che avverso a resente determinazione ~ ossibie resentare ricorso dinanzi a Tribunse Amministrativo Regionae entra 60 giorni daa iena conoscenza, ovvero in aternativa ricorso straordinario dinanzi a Presidente dea Reubbica entro 20 giorni daa iena conoscenza; O.) di dare atto che a resente determinazione non da uogo ad imegno di sesa. O C J L""" th, '0 = " Bari, t

9 RACCOMANDATA A.R. PROVNCA D BAR Servizio "Ambiente, Protezione Civie e Poizia Provinciae" C.so Sonnino n Bari 702 Te. 080/ Fa 080/54288 _ba AOO PROVNCA D BAR Poizia Provinciae, Protezione Civie e Ambiente PG de 2/05/203 Fusso: Uscita Sett.e ECOLSUD s.r., z. a. AS - via degi Ebanisti MODUGNO Oggetto: D.Lgs. n.52/2006. Garanzie finanziarie reative ae attività di smatimento e di recuero di rifiuti. Ademimenti. Con riferimento aa nota de 22/03/203 si rende atto dea trasmissione dea oizza fideiussoria n de 2/03/203 emessa da Eba Assicurazioni S..A. - Agenzia Urbano - Bari de'imorto di ,50= e, ne contemo, si invita codesta Ditta a trasmettere, entro i termine di 20 giorni daa data di ricezione dea resente, ena a sosensione de 'attività, garanzie finanziarie ne risetto dee condizioni e modaità reviste da Regoamento Regionae n. 8/ aegato A e C - da adattarsi a caso concreto. Tenuto conto che er effetto di quanto sora e sua base di quanto stabiito aegato B de regoamento regionae n. 8/2007, e uteriori garanzie finanziarie determinate er 'attività in questione, ammontano er un totae comessivo di ,00= e come di seguito secificato : (.3,OO X Tonn. di R.S.N.P.) = ,00=; (.25,OO X.953 Tonn. di R.S.P.) = ,00==; Totae ,00=; Distinti sauti

10 RACCOMANDATA A.R. PROVNCA D BAR Servizio "Ambiente, Protezione Civie e Poizia Provinciae" C.so Sonnino n Bari 702 Te. 080/ Fa 080/54288 _ba AOO PROVNCA D BAR Poizia Provinciae, Protezione Civie e Ambiente PG de 04/06/203 Fusso: Uscita Sett.e ECOLSUD S.r.. z. a. AS - via degi Ebanisti MODUGNO Oggetto: D.Lgs. n.52/2006. Garanzie finanziarie reative ae attività di smatimento e di recuero di rifiuti. Ademimenti. Con riferimento aa nota de 28/05/203, si comunica che e garanzie finanziarie restate a favore di questa Amministrazione, giusta oizza n emessa da Eba Assicurazioni S..A. er 'imorto comessivo di.6.80,50, sono state accettate e, ertanto, 'autorizzazione osseduta è vaida ed efficace. Distinti sauti

Iscrizione N: T000629 Il Presidente della Sezione regionale del Piemonte dell'albo Nazionale Gestori Ambientali

Iscrizione N: T000629 Il Presidente della Sezione regionale del Piemonte dell'albo Nazionale Gestori Ambientali J Abo Nazionae Gestori Ambientai SE ZIONE REGIONALE DEL PIEMONTE a presso a Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricotura di TORINO Iscrizione N: T000629 I Presidente dea Sezione regionae de Piemonte

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE N. 8258

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE N. 8258 PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE N. 8258 OGGETTO APPROVAZIONE REGOLAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE 20/62 L anno duemiasei i giorno trenta de

Dettagli

SICUREZZA ELETTRICA: LE NOVITÀ PER IL DATORE DI LAVORO SUGLI IMPIANTI E SULLE APPARECCHIATURE

SICUREZZA ELETTRICA: LE NOVITÀ PER IL DATORE DI LAVORO SUGLI IMPIANTI E SULLE APPARECCHIATURE Focus TU Articoo SICUREZZA ELETTRICA: LE NOVITÀ PER IL DATORE DI LAVORO SUGLI IMPIANTI E SULLE APPARECCHIATURE di Fausto Di Tosto, primo tecnoogo, Sezione Impianti e apparecchiature eettriche - ISPESL

Dettagli

Provincia di Pistoia Economato, Provveditorato e Patrimonio Mobiliare

Provincia di Pistoia Economato, Provveditorato e Patrimonio Mobiliare Provincia di Pistoia Economato, Provveditorato e Patrimonio Mobiiare Convenzione fra 'Amministrazione provinciae di Pistoia e a PROD. 84 di Pistoia (PT) ai sensi de'art. 5 Legge 381191 e S. di puizia dei

Dettagli

il DM 27012004 "Modifiche al Regolamento recante norme concernenti l'autonomia

il DM 27012004 Modifiche al Regolamento recante norme concernenti l'autonomia carica presso a sede de'università; e La Federazione CONFAL-UNSA Coordinamento Nazionae Beni Cuturai (di seguito denominata Federazione) con sede c/o Ministero per i Beni e e AttivitA Cuturai. Via de Coegio

Dettagli

Determinazione nr. 3 -i del 21 APR. 20!4

Determinazione nr. 3 -i del 21 APR. 20!4 CITTA' DI CASTELLAMMARE DI STABIA AMBITO 27 egge 328/00 Determinazione nr. 3 -i de 21 APR. 20!4 N 3't L; de Registro Generae de 2 3 APR. 2014 Oggetto: Tirocinante Di Maio Serena : autorizzazione ad effettuare

Dettagli

n.68/1999, attraverso la copertura dei seguenti posti disponibili per

n.68/1999, attraverso la copertura dei seguenti posti disponibili per Università degi St di di Cagiari DREZONE PER L PER$ NALE Dirigente: Dott.ssa FaJ izia Biggio A DRETTOR GENERAL DELLE UNVERSTA' Prot. n. 16520 A TUTTE LE PP.AA. Cagiari, 11 maggio 2015 Pubbicato ne sito

Dettagli

Provincia di Terni DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Repertorio Generale delle Determinazioni dirigenziali n. 114 del 27/02/2015

Provincia di Terni DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Repertorio Generale delle Determinazioni dirigenziali n. 114 del 27/02/2015 Tit. SETTRE: DIRIGENTE: SERVIZI: Ambiente e Difesa de Suoo Arch. Donatea Venti Gestione amm.va contabie Repertorio U.. dee determinazioni dirigenziai n. 2 de 26/01/2015 GGETT: Piano di Azione Ambientae

Dettagli

G278 AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

G278 AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE -~ ' UNIVERSITÀ AREA AFFARI GENERAU mtuzionali E LEGAU Ufficio Ediizia Universitaria e Contratti prot SòeaA dei cd?;\ o:t..wx::. G278 AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ART, -OGGETTO, 1. L'Università

Dettagli

~~~(!?d;ne Jf/~~. @rouffu.~~.e @r~.j~

~~~(!?d;ne Jf/~~. @rouffu.~~.e @r~.j~ ~~~(!?d;ne Jf/~~ @rouffu~~e @r~j~ Jt~U&?o r~/if:~/m::u r 96~"g~ 96ur: n o ~ 30110/2009 4228/2009 AS/amp Ai Sigri Presidenti degi Ordini Provinciai dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestai Ai Sigri Presidenti

Dettagli

74 Quadro RF. Unico 2009 Società di capitali ed enti commerciali

74 Quadro RF. Unico 2009 Società di capitali ed enti commerciali 74 Per i beni mobii registrati, con costo ammortizzabie ai fini fiscai in un periodo non inferiore a dieci anni, a cui utiizzazione richieda un equipaggio di ameno sei persone, quaora siano concessi in

Dettagli

BANCA POPOLARE FRIULADRIA ALLEGATO DELL'ACCORDO 17 MARZO 201 0 COSTITUZIONE DELLA RAPPRESENTANZA DEI LAVORATORI PER SICUREZZA IN FRIULADRIA

BANCA POPOLARE FRIULADRIA ALLEGATO DELL'ACCORDO 17 MARZO 201 0 COSTITUZIONE DELLA RAPPRESENTANZA DEI LAVORATORI PER SICUREZZA IN FRIULADRIA REGOLAMENTO PER L'ELEZIONE DEI RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SUI LUOGHI DI LAVORO ("RRLLSS") BANCA POPOLARE FRIULADRIA SPA (aegato a'accordo 17 marzo 2010) Art 1 - INDRIONE

Dettagli

-- -1. n. l istanza. nel termine di scadenza previsto dal bando, è pervenuta CONCESSIONE PER POSTEGGIO AL MERCATO COPERTO DI P MARZOLI.

-- -1. n. l istanza. nel termine di scadenza previsto dal bando, è pervenuta CONCESSIONE PER POSTEGGIO AL MERCATO COPERTO DI P MARZOLI. { CONCESSONE PER POSTEGGO AL MERCATO COPERTO D P MARZOL. L'anno duemiaquindici (20L5) addì...-...( ) de resid enza comunae di Bernada, con a presente scrittura privata da vaere ad ogni effetto di egge

Dettagli

Il) BOBBIO Luigi SINDACO x

Il) BOBBIO Luigi SINDACO x ' CITTA DI CASTELLAMMARE DI STABIA Provincia di Napoi DELIBERAZIONE N. De S" { J ~ 2 :J :J fz ). VERBALE di DELIBERAZIONE dea GIUNTA COMUNALE OGGETTO: concessione patrocinio morae aa manifestazione "Giornata

Dettagli

Ordine del Giorno. 2. Esame ed approvazione della bozza di bilancio di esercizio chiuso al 3 1.12.2014;

Ordine del Giorno. 2. Esame ed approvazione della bozza di bilancio di esercizio chiuso al 3 1.12.2014; UNGAS DSTRBUZONE S.R.L. - VA LOMBARDA N. 27-24027 NEMBRO (BG) - C.F. P..V.A. 03083850168 LBRO DELLE DECSON DEGL AMMNSTRATOR VERBALE DEL CONSGLO D AMMNSTRAZONE DEL 26 FEBBRAO 2015 Oggi, 26 febbraio 2015,

Dettagli

SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI

SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI La sicurezza ne azienda agricoa e nei cantieri forestai Le opportunità per i dottori agronomi e forestai SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI Prof. Danio MONARCA Art. 26 Obbighi connessi ai contratti

Dettagli

SEITORE POLITICHE GIOVANILI E PUBBLICA ISTRUZIONE

SEITORE POLITICHE GIOVANILI E PUBBLICA ISTRUZIONE Gim 41 Cutrtt ""mare d s.a ; ~rmrr ~,.,,tj,,mi~:u Finauiario 'rofocoo N. 'i. 8 DI C 2011 CITTA' DI CASTELLAMMARE DI STABIA Provincia di Napoi SEITORE POLITICHE GIOVANILI E PUBBLICA ISTRUZIONE Determinazione

Dettagli

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA art.. 146 Decreto Legisativo 22/01/200 n. 42 AL COMUNE DI FARRA DI SOLIGO SPORTELLO UNICO EDILIZIA RESIDENZIALE SPAZIO RISERVATO ALL UFFICIO PROTOCOLLO ATTIVITÀ

Dettagli

SETTORE : AMBIENTE. DETERMINAZIONE N. 0 s-- DEL '2.3 GEN. 2015

SETTORE : AMBIENTE. DETERMINAZIONE N. 0 s-- DEL '2.3 GEN. 2015 CITTÀ DI CASTELLAMMARE DI STABIA (Provincia di Napoi ) SETTORE AMBIENTE Via De Turris n.16 "Paazzo S.Anna" Te. 081 3900212 Fax 081 39005382 PEC: ambiente.stabia@asmepec.it SETTORE : AMBIENTE DETERMINAZIONE

Dettagli

La bonifica dei siti contaminati è un tema sul quale, da diversi anni, si confrontano soggetti

La bonifica dei siti contaminati è un tema sul quale, da diversi anni, si confrontano soggetti Tra i tanti, acque di fada e terre e rocce, MISE e Conferenza dei Servizi Bonifiche in siti produttivi: quai gi aspetti più critici? La bonifica dei siti contaminati è un tema su quae, da diversi anni,

Dettagli

REGOLAMENTO DI FOGNATURA

REGOLAMENTO DI FOGNATURA Comune di aglatc CO\-(ASco REGOLAMENTO DI FOGNATURA NOTA: Gi articoi scritti con carattere incinato dipendono daa normativa nazionae e regionae o sono correati con i regoamento consortie; essi non possono

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n. 475 del 02 marzo 2010

ALLEGATOB alla Dgr n. 475 del 02 marzo 2010 ALLEGATO D SCHEMA DEL CONTRATTO DI GARANZIA [Nota: testo di garanzia da rivedere una volta che la Regione avrà assunto le necessarie determinazioni/leggi] CONTRATTO PER LA CONCESSIONE DI GARANZIA A PRIMA

Dettagli

UOC: Sviluppo Competenze e Formazione DIRETTORE: Dott. M. Bizzoca Te!' 0746 278769 - FAX 0746 278742 - e-mail: formazione@as!.rieti.

UOC: Sviluppo Competenze e Formazione DIRETTORE: Dott. M. Bizzoca Te!' 0746 278769 - FAX 0746 278742 - e-mail: formazione@as!.rieti. +ASL RET AZENDA UNTÀ SANTARA LOCALE RET Via de Terminio, 42-02100 RET - Te. 0746.2781 - PEe: as.rieti@pec.it C.F. e P.1. 00821180577 REGONE T LAZO.. UOC: Sviuppo Competenze e Formazione DRETTORE: Dott.

Dettagli

Guida alle applicazioni ESF Lexmark

Guida alle applicazioni ESF Lexmark Guida ae appicazioni ESF Lexmark Aiutate i vostri cienti a sfruttare a massimo e stampanti e e mutifunzione Lexmark abiitate per e souzioni Le appicazioni Lexmark sono state progettate per consentire ae

Dettagli

Atto costitutivo dell'associazione di volontariato

Atto costitutivo dell'associazione di volontariato Esente da imposte di boo e registro ex artt. 6-8 Legge 266/1991. Atto costitutivo de'associazione di voontariato ART. 1 - È costituita fra i suddetti comparenti 'associazione di voontariato costituita

Dettagli

COMUNE DI OSILO Provincia di Sassari Via Sanna Tolu, n.30 07033 Osilo T el. 079 3242211-3242200 - 324221 O - Fax 079 3242245

COMUNE DI OSILO Provincia di Sassari Via Sanna Tolu, n.30 07033 Osilo T el. 079 3242211-3242200 - 324221 O - Fax 079 3242245 COMUNE DI OSILO Provincia di Sassari Via Sanna Tou, n.30 07033 Osio T e. 079 32422-3242200 - 32422 O - Fax 079 3242245 I presente documento, inviato via Pec agi indirizzi Pec dei Comuni e Provincia sottoindicati

Dettagli

SCHEMA DI D.LGS SULLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI L APPRENDISTATO

SCHEMA DI D.LGS SULLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI L APPRENDISTATO SCHEMA DI D.LGS SULLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI L APPRENDISTATO A cura deo studio egae Aberto Guariso Livio Neri Aggiornamento a 04.03.2015 Art 39: Definizione I contra*o di apprendistato è definito secondo

Dettagli

DETERMINAZIONE IL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE IL DIRIGENTE Determina Dirigenziale N. 8235 del 13/11/2014 Protocollo N. 162708/2014 Firmato digitalmente da LASTELLA CATALDO Edilizia pubblica, Territorio e Ambiente DETERMINAZIONE Oggetto: D.Lgs. n.152/2006 - Art.

Dettagli

Risoluzione di travature reticolari iperstatiche col metodo delle forze. Complemento alla lezione 43/50: Il metodo delle forze II

Risoluzione di travature reticolari iperstatiche col metodo delle forze. Complemento alla lezione 43/50: Il metodo delle forze II Risouzione di travature reticoari iperstatiche co metodo dee forze ompemento aa ezione 3/50: I metodo dee forze II sercizio. er a travatura reticoare sotto riportata, determinare gi sforzo nee aste che

Dettagli

RSU ELEZIONI DEL 3-4-5 MARZO 2015 BREVI NOTE SULLA CONTRATTAZIONE D ISTITUTO

RSU ELEZIONI DEL 3-4-5 MARZO 2015 BREVI NOTE SULLA CONTRATTAZIONE D ISTITUTO RSU ELEZIONI DEL 3-4-5 MARZO 2015 BREVI NOTE SULLA CONTRATTAZIONE D ISTITUTO RSU eezioni de 3-4-5 marzo 2015 3 Caendario e tempistica dee procedure eettorai e termine per e adesioni 13 gennaio 2015 annuncio

Dettagli

U.N.I.T.A.L.S.I. REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO ELETTORALE

U.N.I.T.A.L.S.I. REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO ELETTORALE U.N.I.T.A.L.S.I. Unione Nazionae Itaiana Trasporto Ammaati a Lourdes e Santuari Internazionai REGOLAMENTO GENERALE * * * * REGOLAMENTO ELETTORALE * * * * SECONDA EDIZIONE INDICE GENERALE PREFAZIONE ALLA

Dettagli

GOAP.0263931.2006 ~~-~~~~-5000-08/08/2008-0263931-2008

GOAP.0263931.2006 ~~-~~~~-5000-08/08/2008-0263931-2008 DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generae dee Risorse Materiai, dei Beni e dei Servizi Ufficio I - Sezione I M IRIRIRIR IY IIIIIIII GOAP.0263931.2006 ~~-~~~~-5000-08/08/2008-0263931-2008

Dettagli

RE GOLEm SPINALE. rmanez. PARERE SUL BILANCIO DI PREVISIONE 2014 della COM UNITA' delle REGOLE DI SPINALE E MANEZ e RELATIVI ALLEGATI

RE GOLEm SPINALE. rmanez. PARERE SUL BILANCIO DI PREVISIONE 2014 della COM UNITA' delle REGOLE DI SPINALE E MANEZ e RELATIVI ALLEGATI [ RE GOLEm SPINALE rmanez da1249 PARERE SUL BILANCIO DI PREVISIONE 2014 dea COM UNITA' dee REGOLE DI SPINALE E MANEZ e RELATIVI ALLEGATI Premessa sottoscritti revisori dei conti Casteani Ezio (Ragoi),

Dettagli

Fare riferimento ad ambienti confinati e sospetti di inquinamento vuol dire contemplare una

Fare riferimento ad ambienti confinati e sospetti di inquinamento vuol dire contemplare una Articoo In arrivo una nuova norma per a quaificazione dee imprese Le procedure di avoro per garantire a sicurezza negi ambienti confinati Fare riferimento ad ambienti confinati e sospetti di inquinamento

Dettagli

CITTA' DI CASTELLAMMARE DI STABIA Provincia di Napoli SETTORE LAVORI PUBBLICI E AMBIENTE

CITTA' DI CASTELLAMMARE DI STABIA Provincia di Napoli SETTORE LAVORI PUBBLICI E AMBIENTE Protocoo N. 12 D C 2011 CITTA' DI CASTELLAMMARE DI STABIA Provincia di Napoi SETTORE LAVORI PUBBLICI E AMBIENTE - ()&-j DETERMINAZIONE No DEL.1 8 NOV ZUH OGGETIO: Oggetto: Arredamento scoastico anno 201t/

Dettagli

Prof. M. Giampietro Dott.sa M. Ballesio Dott. I. Bertini. Dott. E.Paolini. Tirrenia, 09/12/2011

Prof. M. Giampietro Dott.sa M. Ballesio Dott. I. Bertini. Dott. E.Paolini. Tirrenia, 09/12/2011 Prof. M. Giampietro Dott.sa M. Baesio Dott. I. Bertini Dott sa E.Ebner Dott.sa E Ebner Dott. E.Paoini Tirrenia, 09/12/2011 Med Sci Sports Exerc. 2009 Mar; 41(3):709Ǧ31 JADA. 2009 Mar; 109 (3): 509Ǧ527.

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO 1tEGIONiì CAABR ~~~."fscoastico Regionae ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLE DELL'INFANZIA, PRIMARIE, SECONDARIE DI 1 GRADO DI AMENDOLARA, ORIOLO E ROSETO CAPO SPULICO Via Roma, 1-87071- AMENDOLARA (CS) I PROT.

Dettagli

DETERMINAZIONE IL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE IL DIRIGENTE Determina Dirigenziale N. 8657 del 25/11/2014 Protocollo N. 169773/2014 Firmato digitalmente da LASTELLA CATALDO Edilizia pubblica, Territorio e Ambiente DETERMINAZIONE Oggetto: D. Lgs.n. 152/2006, artt.

Dettagli

Pilkington Optilam Pilkington Optiphon Linee guida per l utilizzo

Pilkington Optilam Pilkington Optiphon Linee guida per l utilizzo Pikington Optiam Pikington Optiphon Linee guida per utiizzo Pikington Optiam Pikington Optiphon Introduzione I vetro stratificato è prodotto assembando due o più astre di vetro foat con uno o più intercaari.

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI

INFORMAZIONI GENERALI INFORMAZIONI GENERALI SEDE Ergife Paace Hote Roma Via Aureia, 619-00165 ROMA Come raggiungere a sede IN AEREO: Da Aeroporto Internazionae Leonardo da Vinci di Fiumicino a km.25 taxi treno Fiumicino/Roma

Dettagli

LA NUOVA REGOLAMENTAZIONE SUI LAVORI ELETTRICI SOTTO TENSIONE

LA NUOVA REGOLAMENTAZIONE SUI LAVORI ELETTRICI SOTTO TENSIONE LA NUOVA REGOLAMENTAZIONE SUI LAVORI ELETTRICI SOTTO TENSIONE di Fausto Di Tosto dipartimento Certificazione e Conformità dei Prodotti e Impianti INAIL, ex ISPESL Osservatorio a cura de Ufficio Reazioni

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna Direzione Generale Ufficio 4

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna Direzione Generale Ufficio 4 Ministero de struzione, de Università e dea Ricerca Ufficio Scoastico Regionae per a Sardegna Direzione Generae Ufficio 4 AOODRSA.REG.UFF. prot. n. 7373 Cagiari, 9 maggio 206 Ai Dirigenti Scoastici Direzioni

Dettagli

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento , ROMA CAPTALE '21M~ BANDO D GARA D' APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. N PUBBLCAZONE DAL~...1:Jj~jM.~ A L _.2 /~L-MZ: = 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento

Dettagli

TRIBUNALE DI TORINO Sezione Esec. lmm. PERIZIA PER ESECUZIONE IMMOBILIARE

TRIBUNALE DI TORINO Sezione Esec. lmm. PERIZIA PER ESECUZIONE IMMOBILIARE Arch. Favio Contardo Via Baretti 36 ~0125 Torino TRIBUNALE DI TORINO Sezione Esec. mm. Giudice dott. Moroni R.G. Bg/2015 Attore: Xxx Convenuto: Yyy PERIZIA PER ESECUZIONE IMMOBILIARE Con atti des/n/zo4,

Dettagli

tni. 1994-2002 Costituzione istituto A. Cleopatra - -' Istituto di formazione professionale aut. Reg. Campania LR. 19/87 1

tni. 1994-2002 Costituzione istituto A. Cleopatra - -' Istituto di formazione professionale aut. Reg. Campania LR. 19/87 1 Curricuum Vitae : Europass i! Informazioni personai ; Nome(i) Cognome(i) ; Antonio Ceopatra ndirizzo(i)! -Pomigiano darco Na!-..:=-- Teefono(i) i~ Ceuare i_.swii-.._. E-mai i "p L 1: &Hbffi Qiìijit Codice

Dettagli

Un mondo di vantaggi. Un offerta personalizzata. Là dove i Papi vanno in vacanza CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL TECNOLOGIA PER IL CLIENTE

Un mondo di vantaggi. Un offerta personalizzata. Là dove i Papi vanno in vacanza CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL TECNOLOGIA PER IL CLIENTE ECONOMIA CULTURA SOLIDARIETÀ TERRITORIO SPORT PLEIADI N 62 - Semestrae - Aprie 2013 CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL Un mondo di vantaggi TECNOLOGIA PER IL CLIENTE Un offerta personaizzata CASTELLI ROMANI

Dettagli

Assicurazione Infortuni Cumulativa

Assicurazione Infortuni Cumulativa FS FMV ontratto di ssicurazione de amo Danni ssicurazione nfortuni umuativa presente Fascicoo nformativo contiene: nformativa ex art.13 de D.gs.196 de 30/6/2003 ota nformativa Gossario ondizioni di Poizza

Dettagli

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale delle Risorse Materiali, dei Beni e dei Servizi Ufficio I - Sezione I

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale delle Risorse Materiali, dei Beni e dei Servizi Ufficio I - Sezione I MOD. 40/255 DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generae dee Risorse Materiai, dei Beni e dei Servizi Ufficio I - Sezione I LETTERA CIRCOLARE Ai Proweditori Regionai LORO SEDI AUfficio

Dettagli

Lexmark Print Management

Lexmark Print Management Lexmark Print Management Ottimizzate a stampa in rete e create un vantaggio informativo con una souzione di gestione dee stampe che potrete impementare in sede o attraverso coud. Riascio stampe sicuro

Dettagli

Il Preposto. Stress da lavoro correlato, gestanti, sicurezza negli uffici. Materiale didattico per la formazione dei Preposti

Il Preposto. Stress da lavoro correlato, gestanti, sicurezza negli uffici. Materiale didattico per la formazione dei Preposti Materiae didattico per a formazione dei Preposti I Preposto Stress da avoro correato, gestanti, sicurezza negi uffici Cutura dea sicurezza patrimonio comune de mondo de avoro: impresa, avoratori e parti

Dettagli

CONCESSIONE DELLA COLTIVAZIONE DI ORTI SOCIALI SU APPEZZAMENTO DI TERRENO COMUNALE.

CONCESSIONE DELLA COLTIVAZIONE DI ORTI SOCIALI SU APPEZZAMENTO DI TERRENO COMUNALE. Lavori Pubbici Urbanistica Ecoogia e Ambiente Ediizia Privata Moniga de Garda, ì 28/09/2015 CONCESSIONE DELLA COLTIVAZIONE DI ORTI SOCIALI SU APPEZZAMENTO DI TERRENO COMUNALE. IL RESPONSABILE DELL'AREA

Dettagli

Le pensioni dal 1 gennaio 2014

Le pensioni dal 1 gennaio 2014 Argomento A cura deo Spi-Cgi de Emiia-Romagna n. 1 gennaio 2014 Le pensioni da 1 gennaio 2014 Perequazione automatica 2014 pensioni, assegni e indennità civii assistenziai importo aggiuntivo per anno 2013

Dettagli

ESERCIZIO GUIDA p Tracciamo il grafico della curva di equazione y ˆ

ESERCIZIO GUIDA p Tracciamo il grafico della curva di equazione y ˆ LE CONICHE E LA RISOLUZIONE GRAFICA DI EQUAZIONI Rivedi a teoria La raresentazione grafica di articoari curve: e curve irrazionai Mediante o studio dee coniche ossiamo costruire in modo semice i grafico

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MNSTERO DELL NTERNO DECRETO MNSTERALE 18 aprie 2000, n. 142 Regoamento di integrazione e modifica de regoamento di attuazione degi articoi 2 e 4 dea egge 7 agosto 1990, n. 241, adottato con decreto ministeriae

Dettagli

Sistemi di gestione per la qualità UNI EN ISO 9001. (edizione 2015)

Sistemi di gestione per la qualità UNI EN ISO 9001. (edizione 2015) Sistemi di gestione per a quaità UNI EN ISO 9001 (edizione 2015) 1 4) CONTESTO DELL'ORGANIZZAZIONE 4.1 Comprendere 'organizzazione e i suo contesto L'organizzazione deve determinare i fattori esterni ed

Dettagli

SISTEMI INTEGRATI DI PREFABBRICAZIONE

SISTEMI INTEGRATI DI PREFABBRICAZIONE COPERTURE CATALOGO GENERALE ITEMI INTEGRATI DI PREFABBRICAZIONE G E N N A I O 2 0 1 3 I T A L I A COPERTURA UNI EN 149:06 Gamet Panneo metaico autoortante coibentato con schiuma oiuretanica indicato er

Dettagli

Per la gestione automatica. delle forniture telematiche. Tante forniture un unica soluzione

Per la gestione automatica. delle forniture telematiche. Tante forniture un unica soluzione TuttoTe Per a gestione automatica Tante forniture un unica souzione dee forniture teematiche. La souzione competa per e forniture teematiche di dichiarazioni e deeghe. Per gestire in maniera automatica

Dettagli

IMPRESAPERTA IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

IMPRESAPERTA IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII IMPRESAPERTA IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII Un modo migiore di avorare, attraverso un coinvogimento che iberi energie, capacità e potenziaità per a crescita dea motivazione, dea partecipazione e dea

Dettagli

Il) BOBBIO LUIGI SINDACO x. 15) STRIANESE LOREDANA ASSESSORE x. 16) DI SOMMA FRANCESCO ASSESSORE x

Il) BOBBIO LUIGI SINDACO x. 15) STRIANESE LOREDANA ASSESSORE x. 16) DI SOMMA FRANCESCO ASSESSORE x CITTÀ DI CASTELLAMMARE DI STABIA Provincia di Napoi DELIBERAZIONE N. 5 de 28/0412011 - OGGETTO Richiesta de "Centro Emergenza Stabia" ( C.Em.S.), Ass.ne di Protezione Civie, di utiizzo di una struttura

Dettagli

TERMODINAMICA E TERMOFLUIDODINAMICA. Cap. 3 TERMODINAMICA E LAVORO MECCANICO

TERMODINAMICA E TERMOFLUIDODINAMICA. Cap. 3 TERMODINAMICA E LAVORO MECCANICO TERMODINMIC E TERMOFLUIDODINMIC Ca. 3 TERMODINMIC E LVORO MECCNICO d 0 stato finae 0 stato iniziae F V m 0 / 0 G. Cesini Termodinamica e termofuidodinamica - Ca. 3_TD e aoro meccanico Ca. 3 TERMODINMIC

Dettagli

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DELL ISTITUTO BANCARIO SAN PAOLO DI TORINO

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DELL ISTITUTO BANCARIO SAN PAOLO DI TORINO Newsetter n.7 - (1/2014) CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DELL ISTITUTO BANCARIO SAN PAOLO DI TORINO presente numero dea newsetter dea Cassa iustra una rapida situazione de andamento de

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento Po) AA/AZ ft.'f ROMA CAPTALE BANDO D GARA D'APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento Sviuppo nfrastrutture e Manutenzione

Dettagli

COMUNE DI SPINO D ADDA LISTA PROGETTO PER SPINO PAOLO RICCABONI SINDACO PAOLO RICCABONI SINDACO. ELEZIONI COMUNALI 15/16 Maggio 2011

COMUNE DI SPINO D ADDA LISTA PROGETTO PER SPINO PAOLO RICCABONI SINDACO PAOLO RICCABONI SINDACO. ELEZIONI COMUNALI 15/16 Maggio 2011 COMUNE DI SPINO D ADDA ELEZIONI COMUNALI 15/16 Maggio 2011 LISTA PROGETTO PER SPINO Disponibiità a servizio Metteremo i singoi cittadini e a coettività a primo posto quai destinatari de nostro avoro. Tutti

Dettagli

Corrispettivi e Tariffe

Corrispettivi e Tariffe ., Teefonia Mobie 5 Corrispettivi e Tariffe 1\(EF i\ini\tcro dc'wnomia C Jt:JJc rijilc Tariffe e corrispettivi di cui ne seguito non comprendono tasse ed imposte, quai a tassa di concessione governativa,

Dettagli

La Carta della statistica pubblica svizzera

La Carta della statistica pubblica svizzera La Carta dea statistica pubbica svizzera Fritz Faser, Ufficio di statistica de Canton Argovia La Carta I frontaieri I 24 maggio 2002 a Conferenza svizzera degi uffici regionai di statistica (CORSTAT) ha

Dettagli

Emissione imposte di circolazione e di navigazione 2012

Emissione imposte di circolazione e di navigazione 2012 Sezione dea circoazione, Camorino 1 Emissione imposte di circoazione e di navigazione 2012 L importo totae fatturato per anno 2012 è di: Frs. 120'788'224.-- Così suddiviso: imposte di circoazione Frs.

Dettagli

Smalti. Protezione ottimale, fascino assoluto. Qualità da vivere.

Smalti. Protezione ottimale, fascino assoluto. Qualità da vivere. Smati Protezione ottimae, fascino assouto Quaità da vivere. 2 Sostenibii, resistenti e innovative Le pitture hanno da sempre aiutato uomo a vaorizzare gi ambienti abitativi e a proteggere i propri beni

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELL'ASSEMBLEA CONSORTILE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELL'ASSEMBLEA CONSORTILE COPA VERBALE D DELBERAZONE DELL'ASSEMBLEA CONSORTLE N. 8 ANNO 2011-.E. OGGETTO: Approvazione dea reazione previsionae e programmatica de Consorzio per i triennio 2011-2013 con annessi i biancio di previsione

Dettagli

COMUNE DI VIGGIANO PROVINCIA DI POTENZA AREA: AREA F SPORTELLO SVILUPPO

COMUNE DI VIGGIANO PROVINCIA DI POTENZA AREA: AREA F SPORTELLO SVILUPPO COMUNE DI VIGGIANO PROVINCIA DI POTENZA AREA: AREA F SPORTELLO SVILUPPO DETERMINAZIONE N DetSet 00318/2015 del 23/10/2015 Resonsabile dell'area: GIUSEPPE GALANTE Istruttore roonente: GIUSEPPE GALANTE OGGETTO:

Dettagli

---- ~4/e --- -- _... --- . ",., l Entrate per la realizzazione di programmi e progetti nazionali ed internazionali. ---l.- -t -

---- ~4/e --- -- _... --- . ,., l Entrate per la realizzazione di programmi e progetti nazionali ed internazionali. ---l.- -t - . ",., Agenzia per 'Itaia Digitae ---- D VALORE DELLA PRODUZIONE Parziai, Totai ---.- 1 Anno 2012 Parziai, Totai 0.06 Entrate di tributi 0.07 Proventi e corrispettivi per a produzione dee prestazioni e/o

Dettagli

FNOMCeO COMUNICAZIONE N. Al PRESIDENTI DEGLI ORDINI PROVINCIALI DEl MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI. ...- l. ...- Li'~ f'j

FNOMCeO COMUNICAZIONE N. Al PRESIDENTI DEGLI ORDINI PROVINCIALI DEl MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI. ...- l. ...- Li'~ f'j FNOMCeO Prot. N : ------ Rif. Nota: Resp. Proced.: Resp. strut. : OGGETTO: - Dr. Marceo Fontana ~ OBBLIGO DI ASSICURAZIONE PROFESSIONALE PER GLI ESERCENTI LE PROFESSIONI SANITARIE: TRASMISSIONE PARERE

Dettagli

Costi del ciclo di vita (LCC) dei sistemi di pompaggio per le acque reflue

Costi del ciclo di vita (LCC) dei sistemi di pompaggio per le acque reflue WHITE PAPER Costi de cico di vita (LCC) dei sistemi di pompaggio per e acque refue Giugno 215. Costi de cico di vita (LCC) dei sistemi di pompaggio per e acque refue Questo white paper si prefigge o scopo

Dettagli

ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA

ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA STTUT OSPTALER D CREMONA Azienda Ospedaiera DETERMNAZONE DRGENZALE U.O. PROVVEDTORATO ECONOMATO N. 84 DEL 07/08/2014 PROT. 3370/14 OGGETTO FORNTURA D N. 1 VDEOLARNGOSCOPO PER NTUBAZON DFFCL PER U.O. TERAPA

Dettagli

COMUNE DI VIGGIANO PROVINCIA DI POTENZA AREA: AREA F SPORTELLO SVILUPPO

COMUNE DI VIGGIANO PROVINCIA DI POTENZA AREA: AREA F SPORTELLO SVILUPPO COMUNE DI VIGGIANO PROVINCIA DI POTENZA AREA: AREA F SPORTELLO SVILUPPO DETERMINAZIONE N DetSet 00219/2015 del 19/08/2015 Resonsabile dell'area: GIUSEPPE GALANTE Istruttore roonente: MICHELINA BALZANO

Dettagli

D.M. 23 LUGLIO 2009 E ASCENSORI: PIÙ SICUREZZA PER LE INSTALLAZIONI ANTE D.P.R. N. 162/1999

D.M. 23 LUGLIO 2009 E ASCENSORI: PIÙ SICUREZZA PER LE INSTALLAZIONI ANTE D.P.R. N. 162/1999 D.M. 23 LUGLIO 2009 E ASCENSORI: PIÙ SICUREZZA PER LE INSTALLAZIONI ANTE D.P.R. N. 162/1999 di Laura Tomassini Dipartimento Tecnoogie di Sicurezza ISPESL Osservatorio a cura de Ufficio Reazioni con i Pubbico

Dettagli

- La REGIONE BASILICATA, in qualità di TITOLARE del servizio di Trasporto

- La REGIONE BASILICATA, in qualità di TITOLARE del servizio di Trasporto GRUPPO FERROVE DELLO STATO REGONE BASLCAT i CONTRATTO D SERVZO REGONALE SERVZ D TRASPORTO FERROVAR ED AUTOMOBLSTC SOSTTUTV ex art. 9 D.Leg.vo 42297 e succ. modificazioni PERODO 0.0.2009-3. 2.204 n Potenza.

Dettagli

ALLEGATO SUB B) ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 64 DEL 11.07.20ll SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE

ALLEGATO SUB B) ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 64 DEL 11.07.20ll SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE ALLEGATO SUB B) ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 64 DEL 11.07.20 SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE VALUTAZIONE ANNO DIPENDENTE: CATEGORIA: B (amministrativo)

Dettagli

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

n 08c k DEGLI STUDI i> io c.f. / P. lva L262t57O7s4 TITOLO EVENTO: Sessualità e nuovi media UNIVERSITA' DEGLI SruDI DI MILANO - BICOCCA

n 08c k DEGLI STUDI i> io c.f. / P. lva L262t57O7s4 TITOLO EVENTO: Sessualità e nuovi media UNIVERSITA' DEGLI SruDI DI MILANO - BICOCCA k DEGLI STUDI F, IU ct') F{ É, fr t< if i> i io n 08c UNIVERSITA' DEGLI SruDI DI MILANO - BICOCCA Piaa de'ateneo Nuovo, T -20126 Miano c.f. / P. va L262t57O7s4 PROGRAMMA: EVENTO RESIDEN ZIALE TITOLO EVENTO:

Dettagli

1 Centro di Responsabilità Risorse Umane e Affari Legali

1 Centro di Responsabilità Risorse Umane e Affari Legali ,. Biancio di Previsione 201 1 Biancio Puriennae 201 1-2013 PANO DEGL OBETTV 201 de RSORSE UMANE E AFFAR LEGAL 1 CENTROD RESPONSABLTA' Risorse Umane e Affari Legai Riferimenti PEG 1 Risorse Umane e Affari

Dettagli

PROGETTO OFFERTA. Contraente. L appaltatore della fornitura del servizio e acces-sori

PROGETTO OFFERTA. Contraente. L appaltatore della fornitura del servizio e acces-sori PROGETTO OFFERTA OGGETTO ID. 014/09 PROGETTAZIONE ESECUTIVA E BONIFICA CON MISURE DI SICUREZZA DELL ARENILE DI COGOLETO RICADENTE NEL SITO DI INTERESSE NAZIONALE DI COGOLETO STOPPANI - GENOVA COMMITTENTE/CONTRAENTE

Dettagli

Polizza di assicurazione cumulativa contro gli infortuni. A.S.I. Alleanza Sportiva Italiana. Opzione A

Polizza di assicurazione cumulativa contro gli infortuni. A.S.I. Alleanza Sportiva Italiana. Opzione A A.S Aeanza Sportiva taiana Poizza nfotuni Opuonc "A" PO N 716979760 dd. 01/09/2009 Pagina di Poizza di assicurazione cumuativa contro gi infortuni A.S.. Aeanza Sportiva taiana CC 99 Opzione A Poizza N.

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana U.O. Qualità e. Controllo - Via Luigi Petroselli n. 45 00186 ROMA Telefono

BANDO DI GARA D'APPALTO. Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana U.O. Qualità e. Controllo - Via Luigi Petroselli n. 45 00186 ROMA Telefono () ROMA CAPTALE " BANDO D GARA D'APPALTO SEZONE J) AMMNSTRAZONE AGGTDCATRCE..) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento Sviuppo nfrastrutture e Manutenzione Urbana U.O. Quaità

Dettagli

STUDIO D ALESSIO COMMERCIALISTI

STUDIO D ALESSIO COMMERCIALISTI Circolare informativa n 4/2011 STUDIO D ALESSIO COMMERCIALISTI Novità fiscali introdotte dalla Legge 14 settembre 2011 n. 148 La resente circolare ha lo scoo di fornire una anoramica delle numerose novità

Dettagli

O IZI3riO- N o&-14gennaio2013-18.15. Ufficio stampa, Comune di Como- tel. 031/252338 addettostampa@comune.como.it. www.comune.como.

O IZI3riO- N o&-14gennaio2013-18.15. Ufficio stampa, Comune di Como- tel. 031/252338 addettostampa@comune.como.it. www.comune.como. comune 01 como N t... O IZI3riO- N o&-14gennaio2013-18.15 Ufficio stampa, Comune di Como- te. 031/252338 addettostampa@comune.como.it www.comune.como.it MUSEI CIVICI La ricerca arche ogica: mercoedì una

Dettagli

QUADRI ELETTRICI BT: GARANTIRE LA SICUREZZA CON LA CONFORMITÀ ALLA NORMATIVA TECNICA

QUADRI ELETTRICI BT: GARANTIRE LA SICUREZZA CON LA CONFORMITÀ ALLA NORMATIVA TECNICA Osservatorio CEI Articoo QUADRI ELETTRICI BT: GARANTIRE LA SICUREZZA CON LA CONFORMITÀ ALLA NORMATIVA TECNICA di Cristina Timò diret tecnico - CEI Angeo Baggini membro comitato - CEI Con i 2012 i periodo

Dettagli

Lexmark Solutions Platform: soluzioni software

Lexmark Solutions Platform: soluzioni software Lexmark Soutions Patform Lexmark Soutions Patform: souzioni software Lexmark Soutions Patform è i framework d appicazione creato e sviuppato da Lexmark per fornire efficienti e accessibii souzioni software

Dettagli

I NUOVI AMMORTIZZATORI SOCIALI

I NUOVI AMMORTIZZATORI SOCIALI I NUOVI AMMORTIZZATORI SOCIALI CIGO, CIGS, CdS, Fondi biaterai Roberto Benagia - Giugno 2015 Lavoratori beneficiari Operai, impiegati, quadri + apprendisti in professionaizzante per Cigo e Cigs crisi aziendae

Dettagli

13~ 0~00. Agenzia per l'italia Digitale PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - Esercizio 2013 - - - - 5.542.200,0l

13~ 0~00. Agenzia per l'italia Digitale PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - Esercizio 2013 - - - - 5.542.200,0l Agenzia per 'Itaia Digitae PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE Esercizio 2013 PARTE 1 ENTRATA Residui attivi Previsioni Previsioni di Previs ioni di presunti aa fine definitive c ompetenza cassa per 'anno

Dettagli

E ANTROPOLOGIA ESISTENZIALE Anno accademico 2015-16

E ANTROPOLOGIA ESISTENZIALE Anno accademico 2015-16 COME RAGGIUNGERE L ATENEO n In treno Da stazione Termini, prendere i treno direzione Civitavecchia e scendere a stazione Aureia. Proseguire a piedi per un breve tratto fino ad arrivare in via de Bazo e

Dettagli

MOSS (Mini One Stop Shop) Mini Sportello Unico

MOSS (Mini One Stop Shop) Mini Sportello Unico MOSS (Mini One Sto Sho) Mini Sortello Unico Oerazioni di e-commerce diretto Giovedì 13 novembre 2014 Gruo di lavoro oerazioni doganali e intracomunitarie Gruo di lavoro oerazioni doganali e intracomunitarie

Dettagli

FAX Canon B230C FAX Canon B210C. Suite FAX Canon Versione 3.10 Manuale per l utente

FAX Canon B230C FAX Canon B210C. Suite FAX Canon Versione 3.10 Manuale per l utente FAX Canon B230C FAX Canon B210C Suite FAX Canon Versione 3.10 Manuae per utente Copyright 1999 Canon, Inc. Tutti i diritti riservati. Non è consentito riprodurre i presente manuae in acuna forma, competa

Dettagli

Roma, 18 settembre 2014. Claai

Roma, 18 settembre 2014. Claai .:.ontratto Coettivo Nazionae di Lavoro per i dipendenti dae imprese artigiane esercenti Servizi di puizia, Disinfezione, Disinfestazione, Derattizzazione e Sanificazione Roma, 18 settembre 2014 Caai Si

Dettagli

SOLO P.E.C. Ai Comuni di: & Alimena Aliminusa Altofonte Bisacauino. Segreteria Generale Ufficio Albo Pretorio SEDE

SOLO P.E.C. Ai Comuni di: & Alimena Aliminusa Altofonte Bisacauino. Segreteria Generale Ufficio Albo Pretorio SEDE PROVNCA REGONALE D PALERMO OGG LBERO CONSORZO COMUNALE ai sensi dea L.R. 8/2014 DREZONE NFRASTR~ - VABLTA PROVNCALE, MOBLTÀ E TRASPORT - SOLO P.E.C. CLASSFCAZONE STRU'TURE RCE~VE ALBERGHERE UFFCO CLASSFCAZONE

Dettagli

SEZIONE 1 INTRODUZIONE

SEZIONE 1 INTRODUZIONE SEZIONE 1 INTRODUZIONE Sezione 1 INTRODUZIONE Gi argomenti trattati in questa sezione sono Veicoi commerciai Cassi, autorizzazioni e imitazioni dea patente di guida per uso commerciae Requisiti per a patente

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIAN. TRIBUNALE DI MODENA Sez. IO civile. Il collegio, composto dai seguenti magistrati

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIAN. TRIBUNALE DI MODENA Sez. IO civile. Il collegio, composto dai seguenti magistrati REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIAN TRIBUNALE DI MODENA Sez. IO cive SENTENZA ~.o.&v.-.t-.'y6>-., Nr...;J..f:f..:;:. \1'\ dàta..l7.ùt.(u. Nf, Cron. ~.f!t.l...~.~n.n. Nt, R&,op..?~-?1..R:G. CRON.N

Dettagli