COMUNE DI TORTORETO Provincia di Teramo REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINA SAGRE REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINA MANIFESTAZIONI DI INTRATTENIMENTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI TORTORETO Provincia di Teramo REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINA SAGRE REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINA MANIFESTAZIONI DI INTRATTENIMENTO"

Transcript

1 COMUNE DI TORTORETO Provincia di Teramo REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINA SAGRE REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINA MANIFESTAZIONI DI INTRATTENIMENTO CON SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.4 DEL 24/01/2013 (MODIFICHE) ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento disciplina, ai sensi delle vigenti leggi, il rilascio delle autorizzazioni per le attività di trattenimento e svago con somministrazione di alimenti e bevande in occasione di tutte quelle manifestazioni di aggregazione che sono espressione di cultura, tradizione e storia della comunità locale definendone le modalità di richiesta, i criteri per il rilascio delle relative autorizzazioni, i tempi di attuazione nonché l idonea ubicazione. ART. 2 DEFINIZIONI 2.1 -Per sagre si intendono manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico con carattere prevalente di somministrazione di alimenti e bevande oltre a trattenimento e svago riconducibili per contenuto, a finalità culturali, folcloristiche, di promozione sociale ed economica, ovvero religiose, di volontariato e di sport e aventi per obbiettivo l aggregazione sociale e la promozione del territorio comunale. Gli alimenti e bevande somministrati nelle manifestazioni in oggetto dovranno essere peculiari per attinenza e rappresentatività locale e dovranno essere presenti nelle successive edizioni della manifestazione come caratterizzanti la manifestazione stessa e il territorio 2.2 Per eventi si intendono manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico con carattere prevalente di tipo sportivo,culturale,ricreativo in cui puo essere la somministrazione di alimenti e bevande a scopo aggregativo e di richiamo di turisti e residenti

2 ART. 3 - SOGGETTI ORGANIZZATORI Le sagre possono essere organizzate dai seguenti organismi aventi sede nel Comune di Tortoreto: associazioni culturali, sportive e di volontariato senza scopo di lucro; comitati di quartiere; organismi religiosi; cooperative; associazioni politiche e sindacali; Amministrazione Comunale. Al di fuori del periodo Maggio-Settembre potranno essere concesse autorizzazioni anche a soggetti privati che dovranno corrispondere all A.C. eventuali compensi per l occupazione del suolo pubblico. ART. 4 - MODALITA DI SVOLGIMENTO Le sagre organizzate nel periodo compreso tra il 1 giugno ed il 30 settembre dovranno rispettare le seguenti modalità di svolgimento: a. numero massimo di manifestazioni pari a 6; b. numero massimo di manifestazioni mensili pari a 2 con una distanza di almeno 10 giorni fra le due manifestazioni che interessano lo stesso mese; c. durata massima di giorni 5 per le sagre e di giorni 3 per gli altri eventi Sarà facoltà dell Amministrazione Comunale concedere il prolungamento di un solo giorno in caso di avverse condizioni atmosferiche a condizione che il prolungamento rispetti comunque la limitazione indicata al punto b). d. divieto di sovrapposizione anche di un solo giorno di due manifestazioni; e. fra due manifestazioni ubicate nella stessa area dovranno trascorrere almeno giorni 7; f. ogni soggetto organizzatore potrà proporre lo svolgimento di una sola manifestazione; g. nel periodo di svolgimento non potrà essere previsto più di un giorno festivo; h. l orario giornaliero della sagra decorre dalle 18,00 alle 01,00. i. l occupazione di suolo pubblico necessaria per l allestimento viene concessa sino ad un massimo di 2 giorni pre e post evento -Eventuali concessioni di manifestazioni in deroga al punto a) e b) potranno essere autorizzate se organizzate nelle contrade Salino Cavatassi Terrabianca. -Dopo l approvazione del suddetto regolamento, annualmente la Giunta Comunale, entro il mese di Febbraio potrà ristabilire la durata e il numero delle manifestazioni per l anno di riferimento

3 Art.4 bis LUOGHI DI SVOLGIMENTO Vengono indicati i seguenti luoghi : - zona sud: Piazzale Antistadio- ex campo sportivo Piano a Mare Piazzale Hotel Ambassador - zona nord: piazza Matteotti - centro storico : piazza Campo della Fiera ART. 5 - MODALITA DI RICHIESTA Gli organizzatori della sagra dovranno presentare richiesta di autorizzazione entro il 30 Marzo (solamente per l anno di prima attuazione, entro il 30 Aprile). La richiesta deve contenere: ragione sociale e sede del soggetto organizzatore o promotore dell iniziativa; atto costitutivo e statuto da cui si evincano gli scopi sociali dell associazione o altro soggetto organizzatore; attestato di iscrizione all albo delle associazioni del Comune di Tortoreto se trattasi di associazione sportiva, culturale, di volontariato etc. (non espressamente necessaria solo per l anno 2010, anno di prima attuazione del presente regolamento); elenco di massima di cibi e bevande somministrati con specifico riferimento ai prodotti tipici caratterizzanti la manifestazione nel rispetto dell art. 2; programma di massima della manifestazione con l indicazione delle: a) iniziative di interesse sociale, collettivo e benefico finanziate dai proventi della manifestazione; b) iniziative di interesse sociale, collettivo, turistico etc. eventualmente abbinate alla manifestazione; bilancio di rendiconto della manifestazione dell anno precedente in caso di organizzazione che rinnovi la richiesta della manifestazione negli anni successivi all approvazione del presente regolamento (non necessario per l anno 2010); periodo e durata della manifestazione; indicazione di massima del luogo di svolgimento con eventuale luogo alternativo in caso di indisponibilità del primo; elenco delle attrezzature pubbliche di cui si richiede la disponibilità e delle eventuali forniture di servizi. La domanda per manifestazioni da svolgersi al di fuori del periodo Maggio-Settembre, fermo restando che la richiesta dovrà contenere la medesima documentazione, dovrà essere presentata almeno 30 giorni prima dell inizio dell evento tramite idonea modulistica fornita dall Ente

4 ART. 6 CALENDARIO Annualmente l Ufficio Sport-Cultura-Turismo del Comune, predispone e istituisce il calendario delle manifestazioni, come sopra individuate, entro il 15 aprile; il calendario dovrà essere approvato da atto di Giunta entro il 30 aprile (per l anno 2010 i termini sono differiti di 30 giorni). ART. 7 - CRITERI PER LA FORMAZIONE DEL CALENDARIO In caso di richieste di più manifestazioni di quelle prevista dall art. 4, lettera a) e/o di manifestazioni coincidenti con gli stessi periodi, verrà data priorità in relazione ai seguenti criteri a cui apposita commissione assegnerà annualmente specifici punteggi: anzianità della manifestazione; anzianità di organizzazione della manifestazione; anzianità di costituzione dell associazione; data di presentazione della domanda; presenza nel programma di eventi di rilevanza turistico-ricreativa; quota dei proventi destinati ad iniziative di rilevanza sociale, collettiva, turistica, etc. rilevanza sociale della destinazione degli utili; rilevanza della tipicità dei prodotti agricoli, marittimi ed artigianali della zona nell offerta gastronomica. ART. 8 - CONCESSIONE DI PATROCINIO Il patrocinio dell Amministrazione Comunale potrà essere concesso insieme ad eventuali altre concessioni stabilite volta per volta, solo: a enti ed associazioni non a scopo di lucro aventi sede nel territorio comunale; se nel bilancio di rendicontazione, una quota dei proventi è destinata a chiare iniziative di interesse collettivo e benefico; se risulta evidente l effettivo contributo della manifestazione alla crescita culturale, sociale, economica, turistica e sportiva della cittadinanza; se promuove attività agricola, di pesca, industriale, artigianale, commerciale e turistica del territorio comunale; se ispirata ai principi di solidarietà; se risponde alle linee programmatiche dell Amministrazione Comunale; se legata alle tradizioni locali. Il patrocinio non comporta l assunzione di oneri finanziari da parte dell Ente ma può tradursi nella concessione di uso gratuito di strutture ed attrezzature comunali, pubblicizzazione dell iniziativa, conferimento di targhe e premi.

5 Eventuali servizi non patrocinati potranno essere effettuati dall ente per conto dell organizzazione dietro pagamento del relativo costo ART. 9 - ONERI A CARICO DEGLI ORGANIZZATORI L organizzazione, la sicurezza, il controllo del territorio e della viabilità così come indicato e prescritto dagli uffici competenti è interamente a carico degli organizzatori, fatto salvo quanto determinato dall amministrazione comunale nell eventuale concessione di Patrocinio. La pulizia dell area della manifestazione è interamente a carico dell organizzazione ed in caso di difficoltà ad ottemperare da parte dell organizzatore provvederà l A.C. dietro pagamento del relativo costo. Per ogni manifestazione dovrà stipulare idonea polizza RC da rimettersi in copia all ufficio commercio ed attività produttive dell Ente. L organizzatore dovrà versare a titolo cauzionale la somma di 1.000,00, con le seguenti modalità: con assegno circolare e/o assegno bancario o polizza fidejussoria ART. 10 AUTORIZZAZIONE Le istanze di autorizzazione alla sagra dovranno essere prodotte, nei tempi e con la documentazione indicata all art. 5, all ufficio commercio ed attività produttive dell Ente. Le manifestazioni verranno autorizzate nel rispetto di quanto segue: a) TRATTENIMENTI IN SPAZI ATTREZZATI CON CAPIENZA SUPERIORE A 200 POSTI: devono prevedere l uso di idonee strutture soggette a verifica di agibilità ex art. 80 TULPS da parte della Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo. La richiesta di autorizzazione deve essere trasmessa al competente ufficio comunale entro 45 giorni prima del verificarsi dell evento. L ufficio trasmetterà la stessa nel termine di 15 giorni alla Commissione di cui sopra per gli adempimenti di spettanza. Il rilascio di autorizzazione ex art. 68 TULPS da parte del Responsabile Servizio Commercio è vincolato all acquisizione del parere della commissione di vigilanza e della documentazione richiesta all istante. b) TRATTENIMENTI IN SPAZI ATTREZZATI CON CAPIENZA INFERIORE O PARI A 200 POSTI: L autorizzazione è subordinata alla presentazione all ufficio competente, almeno trenta giorni prima, di una relazione tecnica di un professionista iscritto all Albo degli ingegneri, architetti, geometri o periti industriali che attesti la rispondenza del locale o degli impianti alle regole tecniche stabilite dal Ministero dell Interno. c) SPETTACOLI E TRATTENIMENTI ALL APERTO, PRIVI DI STRUTTURE SPECIFICATAMENTE DESTINATE ALLO STAZIONAMENTO DEL PUBBLICO: per le manifestazioni organizzate in spazi aperti con solo sedie, panche, transenne, dovrà essere presentata una dichiarazione di inizio attività allegando certificazione di idoneità statica da parte di chi si

6 incarica dell eventuale montaggio del palco o pedana per artisti vari, idoneità e conformità degli impianti luce, elettrico e certificazione conformità sistemi antincendio. ART. 11 ALTRE PRESCRIZIONI E RESPONSABILITA Gli organizzatori sono comunque tenuti al rispetto delle norme primarie e regolamentari applicabili alle varie manifestazioni con particolare riferimento a quelle igienico-sanitarie, di commercio (L.R. Abruzzo n 11/2008 e L.R. Abruzzo n 135/99), di impatto acustico (Legge 447/95 e relative norme di attuazione), di sicurezza (Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza). Eventuali responsabilità per danni e o lesioni a cose e persone nel corso della manifestazione, non potranno che ricadere sui relativi organizzatori manlevando l Amministrazione Comunale.

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI COMUNE DI MELITO DI NAPOLI PROVINCIA DI NAPOLI Regolamento comunale per la disciplina delle sagre e delle feste popolari, in particolare della festa per il Santo Patrono, e per la concessione del patrocinio

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE AUTORIZZAZIONI PER LE SAGRE, FESTE POPOLARI E MANIFESTAZIONI COSTITUENTI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE AUTORIZZAZIONI PER LE SAGRE, FESTE POPOLARI E MANIFESTAZIONI COSTITUENTI PUBBLICO SPETTACOLO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE AUTORIZZAZIONI PER LE SAGRE, FESTE POPOLARI E MANIFESTAZIONI COSTITUENTI PUBBLICO SPETTACOLO APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N 42 DEL 16-11-2015 INDICE 1. Oggetto

Dettagli

COMUNE Di STRONCONE. Provincia di Terni. Art. 1 - Oggetto. Art. 2 Definizione di Sagra. Art. 3 Tipologia delle Sagre

COMUNE Di STRONCONE. Provincia di Terni. Art. 1 - Oggetto. Art. 2 Definizione di Sagra. Art. 3 Tipologia delle Sagre COMUNE Di STRONCONE Provincia di Terni Regolamento Comunale per la disciplina delle sagre, feste popolari e similari, per la concessione del patrocinio e di contributi. Approvato con atto di C.C. n. 57

Dettagli

Comune di Candia Lomellina. REGOLAMENTO COMUNALE DELLE SAGRE e FESTE DEL PAESE

Comune di Candia Lomellina. REGOLAMENTO COMUNALE DELLE SAGRE e FESTE DEL PAESE Comune di Candia Lomellina REGOLAMENTO COMUNALE DELLE SAGRE e FESTE DEL PAESE Approvato con delibera C.C. n.34 del 29.09.2014 INDICE Art.1 Oggetto del Regolamento pag. 3 Titolo I Svolgimento di sagre e

Dettagli

Regolamento comunale per la disciplina delle sagre, feste popolari e similari e per la concessione del patrocinio e di contributi.

Regolamento comunale per la disciplina delle sagre, feste popolari e similari e per la concessione del patrocinio e di contributi. COMUNE DI BOLANO Provincia della Spezia Regolamento comunale per la disciplina delle sagre, feste popolari e similari e per la concessione del patrocinio e di contributi. INDICE Art. 1 - Oggetto Pag. 3

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI STRUTTURE MOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI STRUTTURE MOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE COMUNE di BELFIORE Provincia di Verona REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI STRUTTURE MOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE Approvato con D.C.C. n 6 del 16/02/2009 Modificato con D.C.C. n 11 del 15/05/2009 Art. 1- OGGETTO

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE

R E G O L A M E N T O PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE 17 20083 Gaggiano -Via Roma, 36 Tel. 02/908.99.200 - Fax. 02/908.99.256 Cod. Fisc. 82001390150 - P.IVA03055800159 R E G O L A M E N T O PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE Approvato con deliberazione

Dettagli

VARCHI MAURO PER. IND. ING. EurEta

VARCHI MAURO PER. IND. ING. EurEta Locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo : a. teatri; b. cinematografi; c. cinema-teatri; d. auditori e sale convegno; e. locali di trattenimento, ovvero locali destinati a trattenimenti ed attrazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE SAGRE

REGOLAMENTO DELLE SAGRE COMUNE DI TAINO PROVINCIA DI VARESE Polizia Locale REGOLAMENTO DELLE SAGRE Art. 1 Oggetto Il presente Regolamento disciplina, ai sensi delle normative vigenti, le attività legate allo svolgimento di Sagre,

Dettagli

COMUNE DI MASSA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN OCCASIONE DI SAGRE E MANIFESTAZIONI

COMUNE DI MASSA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN OCCASIONE DI SAGRE E MANIFESTAZIONI COMUNE DI MASSA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN OCCASIONE DI SAGRE E MANIFESTAZIONI Approvato con atto del Consiglio Comunale n. 74 del 27/12/2002 Art. 1 Oggetto Il

Dettagli

COMUNE DI ALBAREDO PER SAN MARCO

COMUNE DI ALBAREDO PER SAN MARCO COMUNE DI ALBAREDO PER SAN MARCO Provincia di Sondrio REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SAGRE, FESTE POPOLARI E SIMILARI Approvato con deliberazione consiliare n. 7 in data 24.03.2017 1 PREMESSA

Dettagli

INCARICATO/PROCURATORE

INCARICATO/PROCURATORE 1 CITTÀ DI LEGNAGO Settore 3^ Lavori Pubblici ed Urbanistica Servizio Gestione del Territorio e SUAP Via XX Settembre, 29 37045 Legnago (Verona) Tel. 0442/634858-634851 Fax 0442/634803 web: www.comune.legnago.vr.it

Dettagli

COMUNE DI COSIO VALTELLINO Provincia di Sondrio REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CASA VACANZE DI SACCO

COMUNE DI COSIO VALTELLINO Provincia di Sondrio REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CASA VACANZE DI SACCO COMUNE DI COSIO VALTELLINO Provincia di Sondrio REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CASA VACANZE DI SACCO Allegato alla Delibera C.C. 32 del 24.11.2015 INDICE SISTEMATICO Art. 1 Oggetto del Regolamento Art.

Dettagli

- DI EFFETTUARE ATTIVITA DI PUBBLICO SPETTACOLO / TRATTENIMENTO NELL AMBITO DELLA MANIFESTAZIONE DENOMINATA

- DI EFFETTUARE ATTIVITA DI PUBBLICO SPETTACOLO / TRATTENIMENTO NELL AMBITO DELLA MANIFESTAZIONE DENOMINATA AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI PECETTO TORINESE OGGETTO: domanda di manifestazione occasionalòe di pubblico spettacolo / somministrazione temporanea di alimenti e bevande in occasione di festa, fiera,

Dettagli

Modello 68 SCIA - per manifestazioni temporanee in area all aperto, o al chiuso con capienza inferiore a 200 persone.

Modello 68 SCIA - per manifestazioni temporanee in area all aperto, o al chiuso con capienza inferiore a 200 persone. Modello 68 SCIA - per manifestazioni temporanee in area all aperto, o al chiuso con capienza inferiore a 200 persone. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MANIFESTAZIONE TEMPORANEA - art. 68 T.U.L.P.S.

Dettagli

COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese)

COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 10 del 28.04.2004) Art 1 Il presente Regolamento disciplina l utilizzo dell area comunale ubicata in località

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE SAGRE, FIERE, FESTE POPOLARI E SIMILARI.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE SAGRE, FIERE, FESTE POPOLARI E SIMILARI. Provincia di Salerno REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE SAGRE, FIERE, FESTE POPOLARI E SIMILARI. Approvato con deliberazione G.C. n. 123 del 23.04.2014 Approvato con deliberazione C.C.. n. 15

Dettagli

COMUNE DI RODIGO PROVINCIA DI MANTOVA

COMUNE DI RODIGO PROVINCIA DI MANTOVA COMUNE DI RODIGO PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO COMUNALE DELLE SAGRE (Art. 18ter, c.1, L.R. 6/2010) Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 41 del 17/10/2016 ART. 1 OGGETTO 1. Il presente

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DI ATTIVITÀ

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DI ATTIVITÀ SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DI ATTIVITÀ AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI CASALEONE Sagre, fiere e manifestazioni temporanee pubbliche. Segnalazione Certificata di inizio di attività ai sensi della

Dettagli

AL COMUNE DI Pietra Ligure Ufficio turismo e Sport Piazza Martiri della Libertà 30

AL COMUNE DI Pietra Ligure Ufficio turismo e Sport Piazza Martiri della Libertà 30 Marca da bollo Euro 14,62 (Qualora esentati indicare i termini di esenzione) AL COMUNE DI Pietra Ligure Ufficio turismo e Sport Piazza Martiri della Libertà 30 Oggetto: Richiesta autorizzazione per MANIFESTAZIONE

Dettagli

NORMATIVA D USO delle PALESTRE SCOLASTICHE

NORMATIVA D USO delle PALESTRE SCOLASTICHE COMUNE DI ALESSANDRIA Assessorato allo Sport NORMATIVA D USO delle PALESTRE SCOLASTICHE Allegato alla deliberazione del C.C. n. 77 del 26.05.2003 1 ART. 1 DISPONIBILITA PALESTRE Il Comune di Alessandria

Dettagli

COMUNE DI SPILAMBERTO REGOLAMENTO DELL ALBO DELLE FORME ASSOCIATIVE DEL COMUNE DI SPILAMBERTO

COMUNE DI SPILAMBERTO REGOLAMENTO DELL ALBO DELLE FORME ASSOCIATIVE DEL COMUNE DI SPILAMBERTO COMUNE DI SPILAMBERTO REGOLAMENTO DELL ALBO DELLE FORME ASSOCIATIVE DEL COMUNE DI SPILAMBERTO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 32 del 07.05.2007 INDICE Art. 1 Finalità pag. 3 Art. 2 Rapporti

Dettagli

COMUNE DI AVIO Provincia di Trento

COMUNE DI AVIO Provincia di Trento COMUNE DI AVIO Provincia di Trento Verbale di Deliberazione N. 124 della Giunta Comunale OGGETTO: INDIVIDUAZIONE SPAZI E CRITERI DI ASSEGNAZIONE DEGLI STESSI PER L ESERCIZIO TEMPORANEO DI ATTIVITA ECONOMICHE

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DEL LAGO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO COMUNALE SAGRE E FESTE

COMUNE DI CASTIGLIONE DEL LAGO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO COMUNALE SAGRE E FESTE REGOLAMENTO COMUNALE SAGRE E FESTE CAPITOLO I CALENDARIO COMUNALE ANNUALE Art. 1 Calendario comunale annuale delle feste e sagre con somministrazione alimenti e bevande E istituito il Calendario comunale

Dettagli

Regolamento per la concessione del patrocinio da parte dell Amministrazione comunale

Regolamento per la concessione del patrocinio da parte dell Amministrazione comunale Regolamento per la concessione del patrocinio da parte dell Amministrazione comunale Approvato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 163 del 14.04.1994 In vigore dal 09.05.1994 I 20099 Sesto

Dettagli

COMUNE DI TORINO DI SANGRO

COMUNE DI TORINO DI SANGRO COMUNE DI TORINO DI SANGRO C.A.P. 66020 PROVINCIA DI CHIETI REGOLAMENTO PER USO COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN FELICE (Area parco Chiesa e piazzale) (Approvato con deliberazione di C.C. n. 28 del 24.7.2012)

Dettagli

Il/la sottoscritto/a nato/a a. in qualità di Presidente e/o Rappresentante Legale dell. Con sede in via n. Codice Fiscale, Tel.

Il/la sottoscritto/a nato/a a. in qualità di Presidente e/o Rappresentante Legale dell. Con sede in via n. Codice Fiscale, Tel. Domanda contributo Straordinario per l organizzazione di manifestazioni Culturali, Folcloristiche e di Spettacolo Nell anno 2010 Al Sig. Sindaco All Assessorato alla Cultura Sport e Spettacolo del Comune

Dettagli

Regolamento per la concessione in uso a terzi delle attrezzature comunali per l organizzazione di manifestazioni e spettacoli

Regolamento per la concessione in uso a terzi delle attrezzature comunali per l organizzazione di manifestazioni e spettacoli Comune di Carmignano Provincia di Prato Regolamento per la concessione in uso a terzi delle attrezzature comunali per l organizzazione di manifestazioni e spettacoli Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA ED IL FUNZIONAMENTO DELLA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA ED IL FUNZIONAMENTO DELLA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO CITTÀ DI OZIERI PROVINCIA DI SASSARI REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

COMUNE DI SANTI COSMA E DAMIANO (Provincia di Latina)

COMUNE DI SANTI COSMA E DAMIANO (Provincia di Latina) COMUNE DI SANTI COSMA E DAMIANO (Provincia di Latina) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE "FESTE ECOSOSTENIBILI" (EVENTI, SAGRE, FESTE POPOLARI E SIMILARI) INDICE Articolo 1 FESTE ECOSOSTENIBILI:

Dettagli

COMUNE DI CASTEL RITALDI

COMUNE DI CASTEL RITALDI COMUNE DI CASTEL RITALDI Provincia di Perugia REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SAGRE, FESTE POPOLARI E SIMILI MANIFESTAZIONI Approvato con Delibera di C.C. n. 22 del 29.04.2011 Sommario: ART.

Dettagli

OGGETTO: Richiesta autorizzazione per pubblico spettacolo/trattenimento. (ai sensi dell'art. 69 T.U.L.P.S.)

OGGETTO: Richiesta autorizzazione per pubblico spettacolo/trattenimento. (ai sensi dell'art. 69 T.U.L.P.S.) Applicare marca da bollo da Euro 16,00 (salvo soggetti esenti) Spettabile Comune di Gavorrano Ufficio SUAP P.zza Buozzi n. 16 58023 GAVORRANO (GR) OGGETTO: Richiesta autorizzazione per pubblico spettacolo/trattenimento.

Dettagli

Art. 1 (Finalità) Art. 2 (Definizioni)

Art. 1 (Finalità) Art. 2 (Definizioni) Criteri e modalità per l organizzazione, adesione e partecipazione a convegni, congressi ed altre manifestazioni a carattere locale, regionale, nazionale o internazionale. Istituzione Albo dei beneficiari

Dettagli

Città di Pomezia Città Metropolitana di Roma Capitale

Città di Pomezia Città Metropolitana di Roma Capitale Città di Pomezia Città Metropolitana di Roma Capitale REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI SAGRE E FESTE E DELLE MANIFESTAZIONI OCCASIONALI DI PUBBLICO SPETTACOLO DEL COMUNE DI POMEZIA ADOTTATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

C O M U N E D I S A T R I A N O ( P R O V I N C I A D I C A T A N Z A R O ) <><><> Sito web:

C O M U N E D I S A T R I A N O ( P R O V I N C I A D I C A T A N Z A R O ) <><><> Sito web: C O M U N E D I S A T R I A N O 8 8 0 6 0 ( P R O V I N C I A D I C A T A N Z A R O ) Sito web: www.comune.satriano.cz.it Regolamento per la concessione in uso temporaneo di beni immobili,beni mobili

Dettagli

COMUNE DI SONDRIO REGOLAMENTO COMUNALE DELLE SAGRE

COMUNE DI SONDRIO REGOLAMENTO COMUNALE DELLE SAGRE COMUNE DI SONDRIO REGOLAMENTO COMUNALE DELLE SAGRE Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 66 del 25.11.2016 - Entrato in vigore il 01.01.2017. COMUNE DI SONDRIO REGOLAMENTO COMUNALE DELLE

Dettagli

OGGETTO: richiesta di: Patrocinio/ Vantaggio economico/ Concessione utilizzo Stemma del Comune di Venaria Reale.

OGGETTO: richiesta di: Patrocinio/ Vantaggio economico/ Concessione utilizzo Stemma del Comune di Venaria Reale. MODULO PER LA RICHIESTA DI PATROCINIO e/o VANTAGGIO ECONOMICO e/o CONCESSIONE UTILIZZO STEMMA (da presentare almeno 30 gg. prima dello svolgimento dell iniziativa) Al Comune di VENARIA REALE Settore Ufficio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DI STRUTTURE COMUNALI PER L ORGANIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONI E SPETTACOLI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DI STRUTTURE COMUNALI PER L ORGANIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONI E SPETTACOLI Comune di Licata Dipartimento 5 Lavori Pubblici - Servizi Tecnologici ed Operativi e Programmazione OO.PP. Approvato con Delibera del Commissario Straordinario n 2 del 23/02/2010 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI TERRAGNOLO Provincia di Trento REGOLAMENTO COMUNALE per l utilizzazione della palestra e delle attrezzature annesse al centro scolastico della fraz. Piazza Approvato con deliberazione consiliare

Dettagli

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI FESTE, MANIFESTAZIONI, SPETTACOLI, COMPETIZIONI SPORTIVE, ecc (EVENTI) SUL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI FESTE, MANIFESTAZIONI, SPETTACOLI, COMPETIZIONI SPORTIVE, ecc (EVENTI) SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI FESTE, MANIFESTAZIONI, SPETTACOLI, COMPETIZIONI SPORTIVE, ecc (EVENTI) SUL TERRITORIO COMUNALE Art.1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina le modalità

Dettagli

COMUNE DI BALLABIO Provincia di Lecco

COMUNE DI BALLABIO Provincia di Lecco COMUNE DI BALLABIO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA CIVICA Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 50 del 29.11.2001. COMUNE DI BALLABIO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER

Dettagli

COMUNE DI GRUMELLO DEL MONTE Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER L USO DEL PALAFESTE

COMUNE DI GRUMELLO DEL MONTE Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER L USO DEL PALAFESTE REGOLAMENTO PER L USO DEL PALAFESTE Approvato con deliberazione consiliare n. 53 del 29 settembre 2008 INTRODUZIONE Il presente regolamento disciplina l utilizzo della struttura di proprietà Comunale sita

Dettagli

COMUNE DI ASCIANO - PROVINCIA DI SIENA

COMUNE DI ASCIANO - PROVINCIA DI SIENA COMUNE DI ASCIANO - PROVINCIA DI SIENA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI E DI CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI PER LA PROMOZIONE DI ATTIVITA CULTURALI, DIDATTICO EDUCATIVE, ISTITUZIONALI,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI, ASSOCIAZIONI, ISTITUZIONI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI, ASSOCIAZIONI, ISTITUZIONI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI, ASSOCIAZIONI, ISTITUZIONI ARTICOLO 1 Finalità 1. L Amministrazione comunale, in attuazione dei principi generali

Dettagli

R R R R R R R R R R ART.

R R R R R R R R R R ART. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO A ENTI O TERZI BENEFICIARI DI PALESTRE, AUDITORIUM, LABORATORI, IMPIANTI ALL APERTO, ATTREZZATURE FISSE DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

SICUREZZA EVENTI ACLI MARCHE

SICUREZZA EVENTI ACLI MARCHE SICUREZZA EVENTI ACLI MARCHE Hotel San Francesco Loreto -17 Ottobre 2015 Ing. Roberta Riggio s.i.l. Teco s.r.l. D.M.19081996 PrevenzioneIncendiLPS E un evento di pubblico spettacolo? D.M. 19 Agosto 1996

Dettagli

e bevande denominata :

e bevande denominata : SEGNALAZIONE CERTIFICATA PER INIZIO ATTIVITA DI MANIFESTAZIONE TEMPORANEA (Art. 68-69 del TULPS ) Al Comune di Berra Classificazione 9.4 Codice Protocollo ART6869S Data, Il sottoscritto nato il a prov.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SAGRE, FESTE CIVILI, RELIGIOSE E PER MANIFESTAZIONI DI PUBBLICO SPETTACOLO.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SAGRE, FESTE CIVILI, RELIGIOSE E PER MANIFESTAZIONI DI PUBBLICO SPETTACOLO. Città di Monte San Giovanni Campano (Provincia di Frosinone) C.F. 80002470609 P.IVA 00281730606 Tel. 0775/28991 Fax 0775/289175 c.c.p. 13138037 c.a.p. 03025 SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO - ATTIVITA ECONOMICHE

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE

SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE CAPES09C.rtf - (06/2016) SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _...l... sottoscritt...: Cognome Nome

Dettagli

COMUNE DI MARTIGNANA DI PO Provincia di Cremona REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SAGRE E FIERE

COMUNE DI MARTIGNANA DI PO Provincia di Cremona REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SAGRE E FIERE COMUNE DI MARTIGNANA DI PO Provincia di Cremona REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SAGRE E FIERE Approvato con Deliberazione C.C. 39 del 26/11/2016 INDICE ART. 1: OGGETTO E PROCEDURA DI APPROVAZIONE

Dettagli

Comune MONTE SAN BIAGIO

Comune MONTE SAN BIAGIO Comune di MONTE SAN BIAGIO (Provincia di LATINA) REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DI MANIFESTAZIONI TEMPORANEE CON SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE (Adottato con delibera del Consiglio Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DEGLI SPETTACOLI VIAGGIANTI COMUNE DI PRAIA A MARE (Provincia di Cosenza) P.zza Municipio,1-87028 Praia a Mare (CS) - Tel. 098572353 - Fax 098572555 www.comune.praia-a-mare.cs.it - e-mail: compraia@tin.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA

Dettagli

REGOLAMENTO CONCESSIONE CONTRIBUTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI E ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO CONCESSIONE CONTRIBUTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI E ASSOCIAZIONI COMUNE DI BUDRIO Provincia di Bologna --------------- REGOLAMENTO CONCESSIONE CONTRIBUTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI E ASSOCIAZIONI 2012 Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 71 del 29/10/2008.

Dettagli

COMUNE DI PAESE Provincia di Treviso REGOLAMENTO DELL ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI E DEL VOLONTARIATO

COMUNE DI PAESE Provincia di Treviso REGOLAMENTO DELL ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI E DEL VOLONTARIATO COMUNE DI PAESE Provincia di Treviso REGOLAMENTO DELL ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI E DEL VOLONTARIATO Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 52 del 26 novembre 2007 In vigore dal 21

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DELLE SALE E SPAZI ASSEGNATI AL SERV.CULTURA E S.B.U. RELAZIONE

OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DELLE SALE E SPAZI ASSEGNATI AL SERV.CULTURA E S.B.U. RELAZIONE OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DELLE SALE E SPAZI ASSEGNATI AL SERV.CULTURA E S.B.U. RELAZIONE Con deliberazione di G.C.n.654 del 17.05.1983 la Giunta Comunale riconosceva

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI COMUNE DI BIENO PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI (Art. 7, L.R. 31 luglio 1993, n. 13 Suppl. ord. n. 1 al B.U. 10

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURA MODULARE PALCO

REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURA MODULARE PALCO COMUNE DI BACOLI ( Provincia di Napoli ) REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURA MODULARE PALCO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 5 del 22.01.2008 ART.1 L Amministrazione Comunale con il presente

Dettagli

REGOLAMENTO. della MOSTRA MERCATO DEI PRODOTTI TIPICI. connessa alla SAGRA DEL SALAME DI CINGHIALE. e dell annesso MERCATINO

REGOLAMENTO. della MOSTRA MERCATO DEI PRODOTTI TIPICI. connessa alla SAGRA DEL SALAME DI CINGHIALE. e dell annesso MERCATINO COMUNE di VAL DELLA TORRE Provincia di TORINO REGOLAMENTO recante le norme generali per lo svolgimento della MOSTRA MERCATO DEI PRODOTTI TIPICI connessa alla SAGRA DEL SALAME DI CINGHIALE e dell annesso

Dettagli

COMUNE DI GORDONA Provincia di Sondrio

COMUNE DI GORDONA Provincia di Sondrio COMUNE DI GORDONA Provincia di Sondrio REGOLAMENTO COMUNALE SULLE SAGRE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n 41 del 28.11.2016 Regolamento comunale sulle sagre - pag. 1 di 12 PREMESSA Regione

Dettagli

Art. 1. Art.2. Art.3. Art.4

Art. 1. Art.2. Art.3. Art.4 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL PALAZZETTO DELLO SPORT DI LEGNAGO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.84 del 22 novembre 2007, in vigore dal giorno 11 dicembre 2007 Art. 1 Il presente regolamento

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI PIAN DEL BRUSCOLO (Provincia di Pesaro e Urbino)

UNIONE DEI COMUNI PIAN DEL BRUSCOLO (Provincia di Pesaro e Urbino) UNIONE DEI COMUNI PIAN DEL BRUSCOLO (Provincia di Pesaro e Urbino) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI, ASSOCIAZIONI, ISTITUZIONI Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE ED IN OCCASIONE DI MANIFESTAZIONI VARIE

REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE ED IN OCCASIONE DI MANIFESTAZIONI VARIE REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE ED IN OCCASIONE DI MANIFESTAZIONI VARIE Approvato con Deliberazione di C.C. n. 19 del 9 aprile 2003 I N D I C E TITOLO I... 1 COMMERCIO

Dettagli

OGGETTO: Richiesta di autorizzazione temporanea per manifestazioni e spettacoli all aperto

OGGETTO: Richiesta di autorizzazione temporanea per manifestazioni e spettacoli all aperto Al Dirigente del Settore Cultura, Ufficio Cultura e Spettacolo Comune di Quartu Sant Elena OGGETTO: Richiesta di autorizzazione temporanea per manifestazioni e spettacoli all aperto Il/la sottoscritto/a

Dettagli

Allegato A alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 41 del

Allegato A alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 41 del Allegato A alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 41 del 27.11.2015 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI ad Enti, Associazioni, e altri Soggetti operanti sul territorio

Dettagli

ALLEGATO B/2 Manifestazioni temporanee con capienza inferiore a 200 persone

ALLEGATO B/2 Manifestazioni temporanee con capienza inferiore a 200 persone ALLEGATO B/2 Manifestazioni temporanee con capienza inferiore a 200 persone Il sottoscritto.. (1) (1) Nome e cognome della persona fisica che richiede il rilascio dell autorizzazione/licenza consapevole

Dettagli

chiede, ai sensi degli artt. 68/69 del R.D. 18/06/1931 n. 773, l autorizzazione allo svolgimento della manifestazione

chiede, ai sensi degli artt. 68/69 del R.D. 18/06/1931 n. 773, l autorizzazione allo svolgimento della manifestazione AL COMUNE DI ILLASI Provincia di Verona Marca da bollo L istanza deve essere presentata al protocollo del Comune almeno 30 giorni prima della manifestazione, pena il mancato rilascio dell autorizzazione

Dettagli

COMUNE DI PONTE DELL OLIO Provincia di Piacenza Concessione contributi ad Associazioni

COMUNE DI PONTE DELL OLIO Provincia di Piacenza Concessione contributi ad Associazioni COMUNE DI PONTE DELL OLIO Provincia di Piacenza Concessione contributi ad Associazioni DESCRIZIONE Il Comune, nell esercizio dei suoi poteri di autonomia ed in armonia con il proprio Statuto, determina

Dettagli

REGOLAMENTO PER UTILIZZO DELLA SALABLU POSTA ALL INTERNO DEL CENTRO CULTURALE BONCOMPAGNO DA SIGNA

REGOLAMENTO PER UTILIZZO DELLA SALABLU POSTA ALL INTERNO DEL CENTRO CULTURALE BONCOMPAGNO DA SIGNA REGOLAMENTO PER UTILIZZO DELLA SALABLU POSTA ALL INTERNO DEL CENTRO CULTURALE BONCOMPAGNO DA SIGNA Approvato con delibera n. 7 di Consiglio Comunale del 06/03/2007. Art.1 Oggetto 1. Il Comune di Signa,

Dettagli

Regolamento per la concessione e l utilizzo delle sale di proprietà comunale

Regolamento per la concessione e l utilizzo delle sale di proprietà comunale Regolamento per la concessione e l utilizzo delle sale di proprietà comunale (Approvato con deliberazione del C.C. n. 20 del 14/04/2010 e modificato con deliberazione del C.C. n. 16 del 30/04/2012) ART.

Dettagli

PUBBLICO SPETTACOLO ATTIVITA RICOMPRESE NEGLI ARTT TULPS 80 TULPS) ISTANZA AUTORIZZAZIONE

PUBBLICO SPETTACOLO ATTIVITA RICOMPRESE NEGLI ARTT TULPS 80 TULPS) ISTANZA AUTORIZZAZIONE PUBBLICO SPETTACOLO ATTIVITA RICOMPRESE NEGLI ARTT. 68 e 69 TULPS senza strutture collaudabili (art. 80 TULPS) ISTANZA AUTORIZZAZIONE Al SUAP del Comune di LAVAGNA Il sottoscritto Cognome Nome Cittadinanza

Dettagli

COMUNE DI VALLEFOGLIA

COMUNE DI VALLEFOGLIA COMUNE DI VALLEFOGLIA (Provincia di Pesaro e Urbino) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI, AUSILI FINANZIARI E VANTAGGI ECONOMICI 61022 VALLEFOGLIA (PU), Piazza IV Novembre,

Dettagli

CONVENZIONE TRA COMUNE DI MORTARA E COMITATO SAGRA PER CONCESSIONE IN COMODATO GRATUITO DEL MATERIALE RELATIVO AL CORTEO STORICO ED AL GIOCO DELL OCA.

CONVENZIONE TRA COMUNE DI MORTARA E COMITATO SAGRA PER CONCESSIONE IN COMODATO GRATUITO DEL MATERIALE RELATIVO AL CORTEO STORICO ED AL GIOCO DELL OCA. CONVENZIONE TRA COMUNE DI MORTARA E COMITATO SAGRA PER CONCESSIONE IN COMODATO GRATUITO DEL MATERIALE RELATIVO AL CORTEO STORICO ED AL GIOCO DELL OCA. da una parte il Comune di Mortara (di seguito denominato

Dettagli

COMUNE DI MAIRANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE SAGRE

COMUNE DI MAIRANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE SAGRE COMUNE DI MAIRANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE SAGRE 1 Indice degli Articoli Pagina Art. 1 Oggetto Art. 2 Calendario delle sagre Art. 3 Modifiche al calendario regionale delle fiere e

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MANIFESTAZIONE TEMPORANEA - art. 68 T.U.L.P.S.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MANIFESTAZIONE TEMPORANEA - art. 68 T.U.L.P.S. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MANIFESTAZIONE TEMPORANEA - art. 68 T.U.L.P.S. AL COMUNE DI LAZISE(VR) Ufficio Manifestazioni Il sottoscritto nato a il residente a Via n. Tel n. e-mail @ C.F:

Dettagli

R I C HI EST A DI AUT O RIZZAZIONE P E R L O S VOLGIME NTO

R I C HI EST A DI AUT O RIZZAZIONE P E R L O S VOLGIME NTO Settore Attività Economiche Servizi alle imprese Progetti e Finanziamenti Comunitari-Sport 1 6, 0 0 R I C HI EST A DI AUT O RIZZAZIONE P E R L O S VOLGIME NTO DI MA NIFEST AZIONI DI P UBBLI CO SPET T A

Dettagli

Modulo di richiesta di concessione in uso della Sala dell Arengo

Modulo di richiesta di concessione in uso della Sala dell Arengo Modulo di richiesta di concessione in uso della Sala dell Arengo Al Signor Sindaco del Comune di Ferrara Il/La sottoscritto/a nella sua veste di (indicare la carica ricoperta) dell associazione - cooperativa

Dettagli

Il sottoscritto Codice fiscale Data di nascita / / Cittadinanza Italiana Luogo di nascita: Provincia Comune Residenza: Comune via C.A.P.

Il sottoscritto Codice fiscale Data di nascita / / Cittadinanza Italiana Luogo di nascita: Provincia Comune Residenza: Comune via C.A.P. Sportello Unico per le attività produttive di Allo Sportello Unico per le attività produttive di DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE UNICA PER ALBERGO Il sottoscritto Codice fiscale Data di nascita / / Cittadinanza

Dettagli

C O M U N E D I U R B I N O Provincia di Pesaro e Urbino. Regolamento per la concessione in uso. delle attrezzature di proprietà comunale

C O M U N E D I U R B I N O Provincia di Pesaro e Urbino. Regolamento per la concessione in uso. delle attrezzature di proprietà comunale C O M U N E D I U R B I N O Provincia di Pesaro e Urbino Regolamento per la concessione in uso delle attrezzature di proprietà comunale per manifestazioni Approvato con delibera di Consiglio Comunale n.

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE

SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE CAPES09C.rtf - (04/2013) SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _...l... sottoscritt...: Cognome Nome

Dettagli

REGOLAMENTO CONCESSIONE IN USO DEI LOCALI DEL COMPLESSO COMUNALE DENOMINATO. Salone Polivalente Enzo GENTILE

REGOLAMENTO CONCESSIONE IN USO DEI LOCALI DEL COMPLESSO COMUNALE DENOMINATO. Salone Polivalente Enzo GENTILE COMUNE MASSERANO DI REGOLAMENTO CONCESSIONE IN USO DEI LOCALI DEL COMPLESSO COMUNALE DENOMINATO Salone Polivalente Enzo GENTILE PER INIZIATIVE CULTURALI, RICREATIVE, PUBBLICHE RIUNIONI E ATTIVITA PRIVATE.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI. REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI. Art. 12 Legge 7 agosto 1990 n.241 Approvato con delibera di Consiglio comunale n.44 del

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Socio Assistenziale SETTORE : Garau Massimiliano. Responsabile: 604 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 200 NUMERAZIONE GENERALE N.

COMUNE DI SUELLI. Settore Socio Assistenziale SETTORE : Garau Massimiliano. Responsabile: 604 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 200 NUMERAZIONE GENERALE N. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsabile: Settore Socio Assistenziale Garau Massimiliano NUMERAZIONE GENERALE N. 604 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 200 in data 07/12/2016 OGGETTO: Avvio collaborazione con l'associazione

Dettagli

COMUNE DI MEANA SARDO PROVINCIA DI NUORO

COMUNE DI MEANA SARDO PROVINCIA DI NUORO COMUNE DI MEANA SARDO PROVINCIA DI NUORO Regolamento Comunale concessione contributi a Enti e Associazioni Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 14/03/2009 1 Art. 1 Oggetto La concessione

Dettagli

COMUNE DI PAVIA SALE E SPAZI DEL SETTORE CULTURA DEL COMUNE DI PAVIA UTILIZZABILI DENOMINAZIONE CAPIENZA (*) TIPOLOGIA DELLO SPAZIO

COMUNE DI PAVIA SALE E SPAZI DEL SETTORE CULTURA DEL COMUNE DI PAVIA UTILIZZABILI DENOMINAZIONE CAPIENZA (*) TIPOLOGIA DELLO SPAZIO COMUNE DI PAVIA ALLEGATO 1 SALE E SPAZI DEL SETTORE CULTURA DEL COMUNE DI PAVIA UTILIZZABILI DENOMINAZIONE CAPIENZA (*) TIPOLOGIA DELLO SPAZIO TARIFFE S.MARIA GUALTIERI conferenza 100 Є 60+IVA al giorno

Dettagli

Allegato alla deliberazione consiliare nr. 06 di data 28 aprile IL SEGRETARIO COMUNALE Viviani dr. Diego

Allegato alla deliberazione consiliare nr. 06 di data 28 aprile IL SEGRETARIO COMUNALE Viviani dr. Diego Allegato alla deliberazione consiliare nr. 06 di data 28 aprile 2011 IL SEGRETARIO COMUNALE Viviani dr. Diego COMUNE DI PELUGO PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

Dettagli

COMUNE DI QUINTO DI TREVISO PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI QUINTO DI TREVISO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI QUINTO DI TREVISO PROVINCIA DI TREVISO P.zza Roma, 2 31055 Quinto di Treviso TV Tel. 0422/472311 Fax 0422/472380 Codice Fiscale 80008290266 P.Iva 01253020265 www.comune.quintoditreviso.tv.it

Dettagli

Regolamento per l'utilizzo nuovi spazi culturali in edifici di proprietà dell'amministrazione Comunale. Art. 1. Art. 2

Regolamento per l'utilizzo nuovi spazi culturali in edifici di proprietà dell'amministrazione Comunale. Art. 1. Art. 2 Regolamento per l'utilizzo nuovi spazi culturali in edifici di proprietà dell'amministrazione Comunale Art. 1 Il presente regolamento disciplina l uso dei seguenti locali: a) Salette al primo piano nuovo

Dettagli

Regolamento per la concessione delle sale del Castello Carlo V

Regolamento per la concessione delle sale del Castello Carlo V Regolamento per la concessione delle sale del Castello Carlo V Deliberazione C.C. n.37 del 04.04.03 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE SALE DEL CASTELLO CARLO V Art. 1 Il Comune di Lecce può concedere

Dettagli

COMUNE DI CALLIANO (Provincia Autonoma di Trento)

COMUNE DI CALLIANO (Provincia Autonoma di Trento) COMUNE DI CALLIANO (Provincia Autonoma di Trento) REGOLAMENTO PER L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI, SALE PUBBLICHE, SPAZI VERDI, A SCOPI SOCIALI, CULTURALI E CIVILI Approvato dal Consiglio Comunale con delibera

Dettagli

COMUNE DI TRECENTA (RO) REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE SAGRE, FIERE E FESTE PAESANE

COMUNE DI TRECENTA (RO) REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE SAGRE, FIERE E FESTE PAESANE COMUNE DI TRECENTA (RO) REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DELLE SAGRE, FIERE E FESTE PAESANE Approvato con deliberazione di C.C. n. 53 del 21.12.2009 Modificato con deliberazione di C.C. n. 3 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, BENEFICI ECONOMICI E PATROCINIO AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI OD ORGANISMI PUBBLICI O PRIVATI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, BENEFICI ECONOMICI E PATROCINIO AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI OD ORGANISMI PUBBLICI O PRIVATI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, BENEFICI ECONOMICI E PATROCINIO AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI OD ORGANISMI PUBBLICI O PRIVATI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 31 del

Dettagli

L anno duemila, addì del mese di. - il Sig.. nato.e residente a. competente alla stipula dei contratti, ai sensi di legge e dell ordinamento

L anno duemila, addì del mese di. - il Sig.. nato.e residente a. competente alla stipula dei contratti, ai sensi di legge e dell ordinamento CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI PIOSSASCO E L ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE.. PER LA CONCESSIONE IN USO GRATUITO DEI LOCALI, DELLO SPAZIO GIOVANI PIOSSASCO SITI IN VILLA DI VITTORIO, VIA RIVALTA 15 PIOSSASCO.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI ED INTERVENTI FINANZIARI VARI. Titolo I Principi

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI ED INTERVENTI FINANZIARI VARI. Titolo I Principi REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI ED INTERVENTI FINANZIARI VARI Titolo I Principi Art. 1 Ambito applicazione Il presente regolamento, a norma dell art.12 della legge 7/8/1990 n.

Dettagli

C O M U N E D I I G L E S I A S

C O M U N E D I I G L E S I A S C O M U N E D I I G L E S I A S rovincia Carbonia - Iglesias DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 369 del 30.12.2015 Oggetto: COIA Festa dell'epifania con i Vigili del Fuoco, a cura dell'associazione

Dettagli

RICHIESTA CONTRIBUTI ECONOMICI E/O FINANZIARI (Manifestazioni, Iniziative, ecc.)

RICHIESTA CONTRIBUTI ECONOMICI E/O FINANZIARI (Manifestazioni, Iniziative, ecc.) RICHIESTA CONTRIBUTI ECONOMICI E/O FINANZIARI (Manifestazioni, Iniziative, ecc.) Modello A Al Sindaco del Comune di SERAVEZZA Via XXIV Maggio, 22 55047 - Seravezza CHIEDE al Comune di Seravezza, ai sensi

Dettagli

COMUNE DI FARA GERA D ADDA

COMUNE DI FARA GERA D ADDA COMUNE DI FARA GERA D ADDA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE SALE CIVICHE - Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 14/05/2015 Art. 1 - Individuazione sale civiche

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE, ENTI PUBBLICI E PRIVATI (ART. 12 L N. 241).

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE, ENTI PUBBLICI E PRIVATI (ART. 12 L N. 241). REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE, ENTI PUBBLICI E PRIVATI (ART. 12 L. 7.8.1990 N. 241). *****************************************************************

Dettagli

Attività di vendita Commercio in forma itinerante

Attività di vendita Commercio in forma itinerante Attività di vendita Commercio in forma itinerante Descrizione In questa tipologia sono comprese tutte le attività di vendita al dettaglio e di somministrazione di alimenti e bevande effettuate in forma

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ALBO COMUNALE DELL ASSOCIAZIONISMO E DEL VOLONTARIATO

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ALBO COMUNALE DELL ASSOCIAZIONISMO E DEL VOLONTARIATO C O M U N E D I S I D E R N O ( P r o v i n c i a d i R e g g i o C a l a b r i a ) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ALBO COMUNALE DELL ASSOCIAZIONISMO E DEL VOLONTARIATO approvato con delibera Commissario Straordinario

Dettagli