PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA MARTEDÌ 26 GENNAIO Rassegna per testata/edizione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA MARTEDÌ 26 GENNAIO 2010. Rassegna per testata/edizione"

Transcript

1 PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA MARTEDÌ 26 GENNAIO 2010 Rassegna per testata/edizione

2 N Titolo Testata-Edizione Data 1 Booom di accessi al sito web Provincia Il Piccolo Gorizia Provincia di Gorizia - 2 Medagli e di Napoloitano alle vittime Shoah Il Piccolo Gorizia Provincia di Gorizia - 3 Ricevere un premo a Gorizia ha un sapore speciale Il Piccolo Gorizia Provincia di Gorizia - Sara Vito - 4 Bocciare la riforma Kosic Il Piccolo Gorizia Enrico Gherghetta - Provincia di Gorizia - 5 Museo della memoria del Carso Il Piccolo Gorizia Enrico Gherghetta - Provincia di Gorizia - 6 Tribunale, competenza anche su Cervignano Il Piccolo Gorizia Provincia di Gorizia - 7 Dolegna rispamrmia senza il direttore generale Il Piccolo Gorizia Provincia di Gorizia - 8 Grande Guerra, 4 milioni per il museo del Carso Il Piccolo Gorizia Enrico Gherghetta - Provincia di Gorizia - 9 La memoria storica va tutelata Il Piccolo Gorizia Provincia di Gorizia - Roberta Demartin - 10 Grande Guerra, 4 milioni per il museo del Carso Il Piccolo Nazionale Enrico Gherghetta - Provincia di Gorizia - 11 La giunta ha aumentato le tasse Messaggero Veneto Gorizia Provincia di Gorizia - 12 Celebrazioni per il Giorno della memoria Messaggero Veneto Gorizia Enrico Gherghetta - Marco Marincic - Provincia di Gorizia - 13 Cervignanese nella sfera goriziana Messaggero Veneto Gorizia Provincia di Gorizia - 14 Si' alla diga Messaggero Veneto Gorizia Enrico Gherghetta - Provincia di Gorizia - 15 Doppio bis al concerto Messaggero Veneto Gorizia Provincia di Gorizia - 16 Incontro sul terizario Messaggero Veneto Gorizia Enrico Gherghetta - Provincia di Gorizia - 17 Presentata la nuovo comunita' Messaggero Veneto Gorizia Provincia di Gorizia - 18 Pacor: Comune insensibile Messaggero Veneto Gorizia Provincia di Gorizia -

3 26 GEN 2010 Il Piccolo Gorizia Cronaca pagina 12 NEL2009GLI UTENTI SONO STATI 200M ILA. IL PORTALE LAVORO IL PiÙ CLICCATO Boom di accessi al sito web della Provincia In quattro anni contatti aumentati di due volte e mezzo. Consultate 27milioni di pagine Dal 2006 al 2009 gli utenti che hanno visitato il sito web della Provincia di Gorizia sono cresciuti di due volte e mezzo passando da 81mila a oltre 200mila. Dall'aprile di quattro anni fa allo scorso 31 dicembre, le pagine internet dell'amministrazione provinciale sono state viste da persone per un totale di 27 milioni 653 mila 303 pagine consultate. L'andamento statistico è stato costantemente in crescita sotto ogni voce, segno che per i cittadini dell'isontino la rete è sempre più spesso il mezzo migliore per entrare negli uffici pubblici alla ricerca di informazioni utili e necessarie. Digitando su un motore di ricerca la parola giusta si va al cuore del problema. Grazie a qualche semplice click si risparmia tempo e non si deve bussare a una porta nella speranza che sia quella giusta. Il fai-da-te tecnologico piace e nella top-ten delle parole chiave più digitate, alle spalle delle varie combinazioni legate ai termini "Provincia" e "Gorizia", compare la parola "lavoro" declinata nelle sue più svariate forme, segno che molti cittadini senza occupazione ripongono nella sezione appositamente dedicata all'impiego speranze di reinserimento nel ciclo produttivo. Come era già successo negli anni passati, molte delle pagine sono state consultate dall'estero. Negli ultimi 12 mesi le pagine visitate dalla Slovenia sono più che raddoppiate passando da 14mila a 33mila. Forse spinti dalla pressante crisi economica, i nostri vicini di casa hanno scalzato in classifica gli argentini che nel 2008 guidavano saldamente la pattuglia straniera davanti ai brasiliani. Lo scorso anno gli accessi alle pagine dall'argentina sono stati 15mila contro i 18mila del periodo di riferimento precedente. Sul terzo gradino del podio sono saliti i tedeschi che con visite hanno superato i navigatori carioca di 709 unità. Quinti in classifica sono gli ungheresi (6.948 pagine consultate). Spulciando tra le varie statistiche elaborate per conto della Provincia da Ikon Multimedia si scopre che la maggior parte degli accessi avviene attraverso il motore di ricerca di Google. Tra le curiosità ci sono i contatti stabiliti da un telefono cellulare, i 587 effettuati tramite Play station portable e i due effettuati con una consolle Amiga. Stefano Bizzi Taglio basso

4 26 GEN 2010 Il Piccolo Gorizia Cronaca pagina 13 Medaglie di Napoliìano alle vittime della Shoah Fitto calendario di manifestazioni per il Giorno della Memoria. Letture in Sinagoga Domani ricorre il "Giorno della Memoria" per celebrare il ricordo dello sterminio e delle persecuzioni subite dal popolo ebraico e dai deportati militari e politici italiani nei campi nazistio L'appuntamento commemorativo - istituito con la legge n. 11 del 20 luglio prevede anche nella provincia di Gorizia numerose iniziative di approfondimento e di studio, finalizzate soprattutto a sensibilizzare le coscienze delle giovani generazioni sugli orrori delle persecuzioni razziali e politiche poste in essere dal nazismo. Il programma degli eventi avrà inizio oggi alle 9.15 con un intervento del prefetto di Gorizia, Maria Augusta Marrosu, all'incontro con gli studenti delle scuole medie superiori del territorio, e organizzato dall'assessorato alla pace della Provincia, in collaborazione con le associazioni "Terra del fuoco" di Torino e "Tenda per la pace e i diritti" di Staranzano. Le cele- Bianca Brainiricorda la Shoah brazioni domani prenderanno l'avvio alle 10.30, con la deposizione della corona d'alloro, a cura del sindaco Romoli, al monumento ai deportati in Germania in piazzale Martiri della Libertà d'italia di Gorizia (stazione ferroviaria) alla presenza del prefetto e delle massime autorità istituzionali, civili, religiose e militari. Successivamente alle 11 nella sala conferenze dell'apt nell'ambito di una solenne cerimonia concertata con la provincia di Gorizia e sempre alla presenza delle autorità, il prefetto consegnerà le medaglie d'onore, conferite con decreto del Presidente della Repubblica, ai seguenti insigniti residenti nella provincia di Gorizia: Mario Simaz, residente a Gorizia, sopravvissuto all'internamento nei campi di Natzeiler e Markisch, in Germania. Rientrato in patria, ha svolto il lavoro di guardia forestale; Giovanni Bruno, in memoria del padre internato Pasquale Bruno; Giuseppe Ilario Fantin, in memoria del padre internato Giacinto Fantin; Nevia Rodos vedo Moratto, in memoria del marito internato Tullio Moratto deceduto a dicembre del 2009; Pia Letizia, Andrea e Paolo Zorzin, in memoria del marito e padre Ulderico Zorzin. Dal canto suo l'anpi - che sarà presente a tutte le manifestazioni di cui sopra - ha promosso nelle scuole cittadine testimonianze dei superstiti dei campi di concentramento nazisti e dei perseguitati politici del regime fascista. Nella ricorrenza della Liberazione del campo di sterminio di Auschwitz da parte dell'armata Rossa, proporranno la propria triste esperienza nei campi della morte gli esponenti dell'anpi provinciale Wilma Braini all'iti "Galilei" e Mario Candotto alle Magistrali "Slataper" e ai Licei Classico e Scientifico. Al Polo sloveno ci sarà una conferenza dello storico Branko Marusic. L'Anpi sarà presente anche giovedì al Kinemax di Gorizia all'assemblea degli studenti del D'Annunzio insieme al presidente dell'aned Milovan Bressan che porterà una testimonianza diretta. Domani alle 18, nella sinagoga di via Ascoli, a cura dell'associazione Amici di Israele le vittime della Shoah saranno ricordate con la lettura di alcuni brani tratti dal Diario di Anna Frank. Taglio basso

5 26 GEN 2010 Il Piccolo Gorizia Cronaca pagina 14 «Sono orgoglioso di essere di Gorizia». Parole dell'olimpionico Paolo Vittori, vera leggenda dello sport di casa nostraòalla Festa olimpica L'appuntamento è stato ospitato ieri sera nel "tempio» del'ugg - come l'ha voluto definire il presidente regionale del Coni Emilio Felluga -, in una sala storica completamente gremita ed alla (?resenza di tante autorita civili e militari. A fare gli onori di casa i presidenti dei tre sodalizi promotori dell'evento, Giorgio Brandolin per il Com provinciale, Chiara Call1garis per gli Atleti AZZUrrI d'italia ed Elisabetta Ponte Ilo per il Panathlon Club. Proprio il Panathlon, tra l'altro, ha visto ieri sera la presentazione pubblica della nuova presidente, Patrizia Clarig. Tra i momenti più coinvolgenti, quando ha preso parola Paolo Vittori, premiato dal Panathlon con il riconoscimento "Una vita per lo sport». Tra i simboli del basket goriziano, Vittori vanta un palmares da capogiro, con 98 maglie azzurre e tre avventure olimpiche (Roma 1960, Tokio 1964 e Città del Messico 1968), solo per citare l'attività con la Nazionale. "Ricevere un premio è sempre un'emozione, ma farlo nella mia Gorizia è un qualcosa di speciale - ha detto Paolo Vittori, prima di essere premiato dal suo ex allenatore Bruno Gubana -. Sono orgoglioso della passione e della tradizione nello sport che c'è qu i, e vorrei che la città trasmettesse ai suoi giovani i valori che ha regalato UGG AFFOLLATA PER LA FESTA OLIMPICA. TUTIII PREMIATI «Ricevere un premio a Gorizia ha un sapore speciale» La leggenda Vittori: vorrei che la città trasmettesse ai suoi giovani i valori che ha dato alla mia generazione a me ed a quelli della mia generazione". AI microfono si sono alternate diverse autorità - tra cui Giorgio Brandolin»; il presidente dell'ugg Giorgio Stabon, l'assessore provinciale Sara Vito, Elisabetta PontelloJI consigliere regionale rranco Brussa e Chiara Calligaris -, che hanno sottolineato tutte il valore, sociale ancor rrima che agonistico, dell impegno delle istituzioni a favore dello sport. Ecco gli altri premiati. Premi Panathlon Club agli studenti: Andrea Marion, Laura Vidali Laura Culot, Veronica \rida e Chiara Dal Pont. Premi Atleti Azzurri d'italia - Under 18: Luca Bressan (tennistavo lo), Francesco Candussi (basket), Mirco Turel (basket), Riccardo Bonadio (tennis) e squadra di ginnastica femminile (Camilla Bordin, Chiara Dal Pont, Alice De Fornasari, Veronika Franceschini e Lisa Punteri). Atleti Azzurri in attività: Massimiliano Gallina ed Elisa Trecarichi (pattinaggio). Atleti Azzurri non in attività: Alessandro Bacciocchini (ciclismo). Campioni mondiali 2009: Chiara Trecarichi e Andrea Marion (pattinaggio artistico). Premi del Coni. Medaglia di bronzo al valore atletico: Sarah Barbarossa. Palma di bronzo al valore tecnico: Spartaco Barbo. Stella di bronzo al merito sportivo: Umberto Blason, Edy Mario Rossetti, Mario Vianello, Ilver Zampar e Gruppo Marciatori Gorizia. Stella d'oro al merito sportivo: Franco Tommasmi Ṁarco Bisiach L'olimpionicoPaolo Vittoripremiato dall'ex allenatore Bruno Gubana Giovanistelle goriziane vestono d'azzurro Sala storica dell'ugg affollata per la Festa olimpicaorganizzata da Coni, Atletiazzurri d'italia e Panathlon club 1/2 Taglio basso

6 26 GEN 2010 Il Piccolo Gorizia Cronaca pagina 14 UGG AFFOLLATA PER LA FESTA OLIMPICA TUTIII PREMIATI «Ricevere un premio a Gorizia ha un sapore speciale» La leggenda Vittori: vorrei che la città trasmettesse ai suoi giovani i valori che ha dato alla mia generazione «Sono orgoglioso di essere di Gorizia». Parole dell'olimpionico Paolo Vittori, vera leggenda dello sport di casa nostra, alla Festa olimpica L'appuntamento è stato ospitato ieri sera nel «tempio» del'ugg - come l'ha voluto defmire il presidente regionale del Coni Emilio Felluga -, in una sala storica completamente gremita ed alla presenza di tante autorità civili e militari. A fare gli onori di casa i presidenti dei tre sodalizi promotori dell'evento, Giorgio Brandolin per il Coni provincialei Chiara Calligaris per gli Atleti Azzurri d'italia ed Elisabetta Pontello per il Panathlon Club. Proprio il Panathlon, tra l'altro, ha visto ieri sera la presentazione pubblica della nuova presidente, Patrizia Clarig. Tra i momenti più coinvolgenti, quando ha preso parola Paolo Vittori, premiato dal Panathlon con il riconoscimento «Una vita per lo sport». Tra i simboli del basket goriziano, Vittori vanta un palmares da capogiro, con 98 maglie azzurre e tre avventure olimpiche (Roma 1960, Tokio 1964 e Città del Messico 1968), solo per citare l'attività con la Nazionale. «Ricevere un premio è sempre un'emozione, ma farlo nella mia Gorizia è un qualcosa di speciale - ha detto Paolo VIttori, prima di essere premiato dal suo ex allenatore Bruno Gubana -. Sono orgoglioso della passione e della tradizione nello sport che c'è qui, e vorrei che la città trasmettesse ai suoi giovani i valori che ha regalato a me ed a quelli della mia generazione». Al microfono si sono alternate diverse autorità - tra cui Giorgio Brandolin;.)l presidente dell'ugg Giorgio Stabon, l'assessore provinciale Sara Vito, Elisabetta P.ontelloJl consigliere regionale rranco Brussa e Chiara Calligaris -, che hanno sottolineato tutte il valore, sociale ancor prima che agonistico, dell impegno delle istituzioni a favore dello sport. Ecco gli altri premiati. Premi Panathlon Club agli studenti: Andrea Marion, Laura Vidali Laura Culot, Veronica \rida e Chiara Dal Pont. Premi Atleti Azzurri d'italia - Under 18: Luca Bressan (tennistavolo), Francesco Candussi (basket), Mirco Turel (basket), Riccardo Bonadio (tennis) e squadra di ginnastica femminile (Camilla Bordin, Chiara Dal Pont, Alice De Fornasari, Veronika Franceschini e Lisa Punteri). Atleti Azzurri in attività: Massimiliano Gallina ed Elisa Trecarichi (pattinaggio). Atleti Azzurri non in attività: Alessandro Bacciocchini (ciclismo). Campioni mondiali 2009: Chiara Trecarichi e Andrea Marion (pattinaggio artistico). Premi del Coni. Medaglia di bronzo al valore atletico: Sarah Barbarossa. Palma di bronzo al valore tecnico: Spartaco Barbo. Stella di bronzo al merito sportivo: Umberto Blason, Edy Mario Rossetti, Mario Vianello, Ilver Zampar e Gruppo Marciatori Gorizia. Stella d'oro al merito sportivo: Franco Tommasmi Ṁarco Bisiach 2/2 Taglio basso

7 26 GEN 2010 Il Piccolo Gorizia Lettere pagina 15 SANITÀ Bocciare la riforma Kosic In tema di sanità ha la memoria corta il consigliere Nicoli perché, due anni fa, di fronte alla riforma Beltrame che tagliava le strutture burocratiche e non quelle sanitarie, riuscimmo, proprio grazie all'azione del presidente Enrico Gherghetta che coordinò un'azione comune con tutti i sindaci dell'isontino, a presentare delle controproproste e, anche allora, la riforma si bloccò. La riforma Kosic invece taglia interi reparti ospedali eri, che è cosa ben diversa. Ricordo che proponeva di ridurre Beltrame a tre le aziende sanitarie (quelle che per intenderei fanno strategie di governo e non hanno alcun rapporto con i cittadini). Ci opponemmo perché allora come ora (perché è questo uno degli scopi anche della riforma Kosic), era una riforma che faceva scomparire la Provincia di Gorizia. A questo punto occorrono due parole di chiarimento sul declassamento degli ospedali, perché mi pare che ci sia una rincorsa a chi la spara più grossa. Attualmente grazie alla legge Fasola, la famosa Legge Regionale 13/1995, i nostri ospedali (Gorizia e Monfalcone) sono ancora classificati come ospedali di rilievo regionale, così come lo era Pordenone poi diventato Azienda Ospedali era. Gli ospedali a rilevo regionale "sono caratterizzati, oltre che dalla presenza di servizi e funzioni tali da garantire livelli adeguati di sicurezza nel trattamento degli acuti, dalla presenza di funzioni specialistiche che possono costituire riferimento anche per altri ospedali". Gli ospedali di Palmanova, Latisana, Tolmezzo, Gemona etc... sono invece già dalla succitata legge 13 classificati come ospedali di rete. Per cambiare questa classificazione occorre una Legge Regionale e non basta un Piano socio sanitario che è adottato con delibera di giunta. Quindi sulla carta i nostri ospedali non sono di rete, pensiamo a specialità che stanno facendo scuola come l'ortopedia di Monfalcone. Anche nei fatti, i numeri dei dimessi e la complessità degli interventi effettuati, ci dicono che sono di un livello superiore rispetto agli ospedali di rete. La riforma Kosic invece li declassa a ospedali di rete, a scapito dell'epidemiologia e delle esigenze di cura dei cittadini, in modo forzato con tre operazioni fondamentali: 1) sopprimendo i reparti di rianimazione generale e rianimazione cardiologica, facendoli confluire in una generica area di emergenza, con livelli di sicurezza per il paziente ben inferiori 2) tagliando dei reparti come ad esempio il punto nascita - perché sul piano è scritto nero su bianco che si vuole arrivare ad uno, anche se ora l'assessore pare aver fatto retromarcia - ma anche il laboratorio per citarne un altro, per no parlare della risonanza magnetica 3) riducendo il numero di specialità a gestione autonoma come p.e. urologia e oculistica (e molti altri) per darli in gestione all' ospedale di Cattinara. Era meglio la riforma Beltrame che tagliava le strutture burocratiche o la riforma Kosic che taglia i servizi al cittadino costringendolo così, lo voglia o no, a rivolgersi alle strutture private e, per gli abitanti in provincia di Gorizia, alle strutture private di altri territori? Barbara Zilli capogruppo Pd Monfalcone Taglio medio

8 26 GEN 2010 Il Piccolo Gorizia Lettere pagina 15 L'INTERVENTO Museo della memoria del Carso, i conti non tornano Sul San Michele il Museo più vasto d'europa. Con questo titolo "il Piccolo" del 23 annunciava il Protocollo d'intesa siglato a Trieste e sottoscritto dal sottosegretario alla Difesa Giuseppe Cossiga, dal presidente della Regione Renzo Tondo, dal presidenfe della Provincia di Gorizia Enrico Gherghetta, da quello della Camera di commercio Emilio Sgarlatta e dai sindaci dei sei Comuni del Carso isontino interessati. Ottima e importante notizia per il turismo locale, anche in considerazione che è stato annunciato che in autunno partiranno i lavori che prevedono una spesa di 5 milioni ai euro, per la messa in sicurezza delle cannoniere del San Michele. L'articolo poi continua annunciando, per il futuro, la costruzione di un Museo interattivo destinato ad attrarre un milione di visitatori l'anno. Questa seconda parte della notizia mi ha fatto un poco riflettere; mentalmente ho diviso il milione di visitatori per i giorni dell'anno e il risultato mi dava una cifra che mi sembava subito sballata. Messomi a tavolino ho così calcolato: diviso 52 settimane dà visitatori alla settimana; considerando un giorno di riposo come fanno tutti i musei in Italia al lunedì e una bassa frequenza per i giorni lavorativi dal martedì al giovedì si può considerare una maggiore frequenza al venerdì e il numero massimo di presenze nei giorni di sabato e domenica. Ho ripartito quindi a sentimento i visitatori nel seguente modo; da martedì a giovedì visitatori per tre giorni danno visitatori; venerdì visitatori, rimangono per i due giorni clou visitatori al giorno. Fino a qui va tutto bene i numeri tornano, ma visitatori al giorno comportano, così a spanne, 100 autovetture con una media di tre passeggeri e14 pullman con 50 passeggeri e visitatori al giorno comportano (mantenendo la proporzione) 700 autovetture e 100 pullman. A questo punto mi viene da pensare: o il giornalista ha capito male o si è inventato lui il milione e questo sarebbe il male minore. Un richiamo del Direttore e una precisazione correttiva su un prossimo numero risolverebbe tutto. Oppure la notizia è proprio di fonte politico-amministrativa e allora siamo veramente mal messi, perché se quell' amministratore-politico voleva dare una notizia che facesse scalpore anche se non veritiera, siamo di fronte ai soliti imbonitori che oggi dicono e domani si dimenticano sperando che anche il popolo dimentichi, oppure non sa fare i conti, cosa ancora peggiore/ non sa che tutto il Friuli Venezia Giulia ha circa abitanti circa su kmq., che tutta la parte collinare della regione ne e il 19% e che il Carso isontino è una piccola parte di questo territorio collinare, e che.l?erospitare mediamente visitatori alla settimana, bisognerebbe pensare anche alle infrastrutture: strade, parcheggi, ristori, per il piccolo territorio del Carso isontino. Se poi pensiamo che il rilevamento degli ultimi anni danno circa arrivi turistici su tutto il territorio che comprende la montagna, la collina, Grado, Lignano, Marano e le città di richiamo turistico, penso che veramente un milione di visitatori per il Museo interattivo della Grande Guerra sul Carso, anche se il più vasto d'europa, sia una previsione sballata. Ringrazio per l'attenzione e sarei grato per una risposta che mi chiarisse le idee, da parte del Presidente della Provincia di Gorizia Enrico Gherghetta che aveva annunciato quanto sopra. Osvaldo Carraro Gradisca d'isonzo Spalla destra

9 26 GEN 2010 Il Piccolo Gorizia Lettere pagina 15 ILCASO Tribunale, competenza Viene ciclicamente affrontata, con articoli e interventi sulla stampa locale, la delicata questione della prospettata soppressione del Tribunale di Gorizia, scelta alla cui base ci sarebbe alla mancanza dei parametri di popolazione insufficienti. Recentemente il Presidente dell'ordine ed in passato l'avvocato Devetag ed il sottoscritto, avevano più volte prospettato la concreta ed unica soluzione, ossia quella di allargare la competenza territoriale al limitrofo mandamento di Cervignano, che già apparteneva storicamente alla Contea di Gorizia, poi anche alla Provincia. Sarebbe ora che la Provincia, il Comune di Gorizia, i sindaci isontini la Regione Friuli Venezia Giulia e i nostri singoli deputati in Parlamento, si riunissero e pretendessero dal anche su Cervignano ministro della Giustizia Alfano e dal Governo Berlusconi tutto, di provvedere con decreto l'immediato allargamento della Giurisdizione del, Tribunale di Gorizia. E finito il tempo delle chiacchiere, noi operatori della Giustizia Cl attendiamo un'azione concreta da parte dei politici poiché la richiesta è legittima e praticamente realizzabile in pochissimo tempo. Udine sta chiudendo la sezione staccata di Palmanova, ove adesso grava il suddetto mandamento di Cervignano, ed è quindi necessario che si provveda subito. Auspico Inoltre che alla stampa si apra un dibattito sull'argomento, che per Gorizia è vitale, poiché altrimenti subiremmo un ulteriore declassamento della nostra città, con tutti gli effetti economici annessi. avv. Michele Formentini Gorizia Taglio alto

10 26 GEN 2010 Il Piccolo Gorizia Isontino pagina 21 MANOVRE SUL PERSONALE PER FAR QUADRARE IL BILANCIO Dolegna risparmia senza il direttore generale Il sindaco: «Riduciamo le spesevisto che i trasferimenti regionali caleranno di 30mila euro» DOLEGNA Un taglio alle spese del personale comunale e il congelamento dei progetti di opere pubbliche: sono questi gli interventi che il Comune di Dolegna intende apportare al bilancio 2010 che sarà penalizzato da minori entrate. «I trasferimenti regionali caleranno del 20%: si tratterà di circa 30mila euro in meno nelle casse comunali», il sindaco di Dolegna Diego Bernardis è realista. L'anno appena iniziato sarà duro e dai numeri non certo entusiasmanti sotto il profilo economico a causa della crisi, ma il Comune da tempo aveva previsto questo periodo di «magre» e aveva già cominciato ad operare una politica di risparmio. «Abbiamo puntato già da mesi su una riduzione delle spese sul personale amministrativo comunale - spiega Bernardis - e infatti per questo motivo abbiamo deciso di cambiare il segretario comunale, affidandoci ad una professionista altamente qualificata come il segretario precedente ma che non ricoprendo la carica anche di direttore generale ci poteva garantire un forte ridimensionamento dei costi. Allo stesso modo abbiamo provveduto a bandire un concorso per un posto come addetto alla segreteria, che permettesse anche ai non laureati Le dolci colline di Dolegna ricamate da filari di viti di accedere alla carica: in questo modo ci sarà un numero più nutrito di pretendenti, e ovviamente per il Comune costerà meno assumere un diplomato piuttosto che un laureato: non ampliando i parametri di accesso a questa carica si rischiava sia di restare senza pretendenti, sia di dover eventualmente pagare molto di più il professionista laureato che sarebbe stato assunto». La politica di risparmio del Comune collinare, però, non riguarderà solamente la pubblica amministrazione. «Chiuderemo il bilancio in pareggio - annuncia Bernardis - e dobbiamo ringraziare la Provincia per il grande sostegno economico che ci garantirà con i 600mila euro che ci metterà a disposizione per la messa in sicurezza di strade e frane. Sugli altri lavori pubblici in generale c'è poi sempre un punto di domanda perché dovremo fare i conti su quello che vorremmo realizzare e i soldi a nostra effettiva disposizione». A questo proposito il sindaco incontrerà oggi il responsabile dell'ufficio Protezione civile regionale Guglielmo Berlasso. «Faremo un po' il punto della situazione insieme sulle opere pubbliche sulle quali ci potrà essere un aiuto da parte regionale - precisa Bernardis -, nel piano triennale sulle opere pubbliche prevediamo interventi sull'illuminazione pubblica e sui due cimiteri di Ruttars e Mernico. Se non arriveranno trasferimenti che ci permettano di realizzarli, potrebbero essere congelati». Matteo Femia Taglio medio

11 26 GEN 2010 Il Piccolo Gorizia Isontino pagina 22 ILLUSTRATO IL PROGETIO DI SVILUPPO TURISTICO Grande guerra, 4 milioni per il museo sul Carso Euforico Gherghetta: «È la prima volta che il Governo cede in comodato un'intera area» di FRANCESCO FAIN SAGRADO «È la prima volta che lo Stato decide di trasferire i propri beni (che non siano caserme) in comodato gratuito agli enti locali. Il Protocollo d'intesa siglato nei giorni scorsi che ci permetterà di realizzare sul San Michele il museo più vasto d'europa è il frutto di un lavoro durato due anni. Mi hanno fatto molto piacere le parole dal sottosegretario alla Difesa Giuseppe Cossiga, il quale ha affermato che se tutto funzionerà per il meglio, verrà esportato il "modello Gorizia"». Enrico Gherghetta è euforico. Il presidente della Provincia intravvede un'eccezionale opportunità nella concretizzazione del maxi-progetto Carso 2014 che corre parallelo - seppure con strategie e modalità diverse - con il "Marketing del Collio". Obiettivo chiave della programmazione portata caparbiamente avanti dall'ente intermedio è «la promozione ed il potenziamento del sistema territoriale e paesaggistico dell'altopiano carsico in relazione ai siti della prima guerra mondiale». In poche parole, si è capito finalmente di avere a disposizione una risorsa che può essere sfruttata a fini turistici: oggi, visto che è fortunatamente finito il tempo delle battaglie, il Carso si trova - in un certo senso - svuotato del suo ruolo. Ecco che allora si è pensato di valorizzare quelle ferite del passato. «Partendo dalla riqualificazione dei principali percorsi di guerra, attraverso la messa in sicurezza e la valorizzazione delle trincee e delle gallerie come punti di elevato interesse storico-paesaggistico, si andranno a riqualificare i principali poli attrattivi del territorio cominciando dall'area sacra del monte San Michele fino alle riserve naturali costruendo un'importante cornice attraverso il parco lungo il fiume Isonzo per aver ospitato numerose battaglie lungo il suo percorso», fa sapere la Provincia che è in prima linea. Quattro i milioni a disposizione per tramutare un sogno in realtà. La cifra stanziata sarà in buona parte (1,9 milioni) dedicata agli interventi necessari al recupero delle cannoniere del San Michele. A questi soldi si aggiungono altri 500mila euro per gli arredi interni delle grandi fortificazioni che ospitano i pezzi d'artiglieria. Altri 900mila euro, invece, serviranno alla manutezione straordinaria dei percorsi sterrati. Ci sono, poi, ulteriori 300mila che serviranno per alcune opere di recupero ambietale. Infine, per tutti gli aspetti legati alla comunicazione e alla promozione turistica dell'intervento, sempre all'interno del pacchetto da 4 milioni, sono stati stanziati 400mila euro. Nei giorni scorsi, come detto, è stato siglato un importante Protocollo d'intesa che prevede testualmente la realizzazione del più grande museo d'europa dedicato alla Prima guerra mondiale, realizzato all'aperto con tecniche interattive per promuovere il turismo sul Carso goriziano. Il documento è stato sottoscritto dal sottosegretario alla Difesa Giuseppe Cossiga, dal presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Renzo Tondo, dal presidente della Provincia di Gorizia Enrico Gherghetta, da quello della Camera di commercio, Emilio Sgarlata, e dai sindaci dei sei Comuni del Carso isontino interessati. Intanto, quattrocentomila euro sono stati destinati per la messa in sicurezza delle gallerie Lukacich e Terza Armata situate nella zona monumentale del monte San Michele e della galleria del colle San Elia. Questo dimostra che la Provincia crede nello sviluppo turistico del Carso e stanzia ulteriori fondi per interventi di tipo infrastrutturale. Apertura

12 26 GEN 2010 Il Piccolo Gorizia Isontino pagina 22 IL SINDACO DI SAGRADO ELISABETTA PIAN «La memoria storica va tutelata» SAGRADO «La nascita del più vasto museo d'europa sulla Grande Guerra non è una vittoria di Sagrado, ma di tutto un territorio che si riappropria della sua identità e della sua memoria». È il commento del sindaco del comune isontino, Elisabetta Pian, all'avvenuta stipula del protocollo d'intesa per la realizzazione sul Carso goriziano di progetti per la promozione del turismo nei luoghi sacri alla Patria. Sagrado, che per evidenti ragioni storiche sarà uno dei fulcri dell'iniziativa il cui step iniziale sarà il ripristino di trincee e cannoniere per un primo stanziamento di 5 milioni di euro (4 dalla Regione, 1 da Provincia e comuni). «La positiva conclusione di questo percorso, come ha affermato dal sena- di un riparo sul Carso Un graffito rinvenuto all'imbocco tore Cossiga, riavvicina i cittadini a questi luoghi responsabilizzando tutti gli enti locali nella tutela della memoria - spiega -. Ecco perchè il protocollo d'intesa non è una vittoria di Sagrado, nè i risultati concreti che esso produrrà saranno una nostra proprietà, ma il patrimonio di tutto un territorio. Si è concluso un percorso durato anni - così ancora il sindaco Pian - superando le singole esigenze e aspettative dei comuni. In questo hanno giocato un ruolo fondamentale la Regione, con il suo sostegno, e la Provincia di Gorizia che ha saputo svolgere un ruolo importante di coordinamento. Ma in questa fase - riflette la Pian - non possiamo non ringraziare anche il commissariato generale per le Onoranze ai caduti e le tante, singole associazioni dei Comuni che in questi anni si sono adoperate con forza e sacrifici per rendere sempre visitabili e decorosi i luoghi della Grande guerra». «Ora si entra in una fase nuova - prosegue ancora il sindaco di Sagrado - nella quale anche grazie all'intuizione dell'assessore Roberta Demartin i comuni si metteranno a rete, contribuendo ciascuno con le proprie competenze e i propri luoghi a creare un' offerta turistica valida e completa». (l.m.) Taglio alto

13 26 GEN 2010 Il Piccolo Nazionale Regione pagina 11 SVILUPPO TURISTICO Grande Guerra, 4 milioni per il Museo sul Carso SAGRADO «È la prima volta che lo Stato decide di trasferire i propri beni (che non siano caserme) in comodato gratuito agli enti locali. Il Protocollo d'intesa siglato nei giorni scorsi che ci permetterà di realizzare sul San Michele il museo più vasto d'europa è il frutto di un lavoro durato due anni. Mi hanno fatto molto piacere le parole dal sottosegretario alla Difesa Giuseppe Cossiga, il quale ha affermato che se tutto funzionerà per il meglio, verrà esportato il "modello Gorizia"». Enrico Gherghetta è euforico. Il presidente della Provincia intravvede un'eccezionale opportunità nella concretizzazione del maxi-progetto Carso 2014 che corre parallelo - seppure con strategie e modalità diverse con il "Marketing del Collio". Si andranno cosi a riqualificare i principali poli attrattivi del territorio cominciando dall'area sacra del monte San Michele fino alle riserve naturali costruendo un'importante cornice attraverso il parco lungo il fiume Isonzo per aver ospitato numerose battaglie lungo il suo percorso», fa sapere la Provincia che è in prima linea. Quattro i milioni a disposizione per tramutare un sogno in realtà. La cifra stanziata sarà in buona parte (1,9 milioni) dedicata agli interventi necessari al recupero delle cannoniere del San Michele. A questi soldi si aggiungono per altri gli 500mila euro arredi interni delle grandi fortificazioni che ospitano i pezzi d'artiglieria. Altri 900mila euro, invece, serviranno alla manutezione straordinaria dei percorsi sterrati. Ci sono, poi, ulteriori 300mila che serviranno per alcune opere di recupero ambietale. Infine, per tutti gli aspetti legati alla comunicazione e alla promozione turistica dell'intervento, sempre all'interno del pacchetto da 4 milioni, sono stati stanziati 400mila euro. Spalla destra

14 26 GEN 2010 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 1 r-: La polemica ~ «La giunta ha aumentato le tasse ai goriziani» Waltritsch (Pd): i dati dicono che lapressione tributaria è superiore al tasso d'inflazione «In questi giorni il consiglio comunale è impegnato a verificare e discutere il terzo bilancio preventivo del centro-destra. Nelle ultime settimane abbiamo visto, letto e sentito proclami e desideri, molti dei quali risultano essere smentiti dalle relazioni e dai dati che vengono ora portati all'esame dell'aula»: è quanto sostiene Ales Waltritsch del Partito democratico. «Non è assolutamente vero che il governo Romoli - tuona - non aumenta le tasse ai goriziani. Da un'attenta lettura dei dati a disposizione, la pressione tributaria del Comune guidato dal centro-destra aumenta di quasi 3 euro a testa (da 163,92 euro della previsione 2009 a 166,87 della previsione 2010), pari a 1,8%, un aumento superiore al tasso d'inf1azione. LedichiarazionicheRomoli e Pettarin sbandieravano sulla stampa di pressione fiscale locale immutata sono - continua Waltritsch-smaccatamente smentite dalle parole da loro stessi scritte». «Dai dati emerge anche un aumento dell'indebitamento dei goriziani di oltre il 250/0.Il debito di ogni singolo cittadino per i prestiti contratti dal Comune passa infatti da890,45 a 1.141,02 euro». L'esponente delpd evidenzia inoltre «un'altra inspiegabile chicca e cioè la previsione di un aumento della ricchezza dei goriziani del 7,6%. Sembra noto ed evidente che la crisi economica e il peggioramento generale della situazione abbiano toccato, e profondamente, anche Gorizia. Non più tardi di due settimanefa l'assessore al Bilancio Pettarin al convegno sull'economia organizzato dalla Provincia ha parlato di una previsione di forte calo delle entrate tributarie dei Comuni (addizionali Irpef) sia quest'anno che il prossimo. Nel bilancio di previsione che presenterà alla cittadinanza, invece, le entrate tributarie aumentano. Cos'è? Finanza creativa o previsioni senza fondamento?», «Ulteriore dato che emerge prepotentemente dalla letturadelbilancio è-evidenzia ancora -la quasi totale mancanza di iniziative comuni con i territori contermini, tanto con i piccoli comuni che circondano Gorizia quanto con Nuova Gorizia e San Pietro, con i quali è stata appena avviata la costituzione di un Gect. Se escludiamo i progetti finanziati con fondi europei troviamo ben poca cosa di derivazione diretta dalle casse comunali». «E infine una visione abbastanza pessimistica dellagiunta Romoli sull'economia goriziana. Il bilancio del centro-destra prevede il miglioramento economico della nostra città non prima del 2013, secondo i dati di previsione del bilancio pluriennale. Non c'è che dire. I loro numeri - conclude Waltritsch - sprizzano pessimismo da ogni cent». Riguardo all'articolo pubblicato nell'edizione di ieri, merita specificare che l'iniziativa di destinare i 140 mila euro recuperati dal pagamento dell'ici a provvedimenti contro la crisi deriva da un ordine del giorno presentato dallo stesso Waltritsch. Taglio medio

15 26 GEN 2010 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 2 nprefetto incontrerà gli studenti delle scuole superiori e parteciperà a diverse cerimonie assieme ad altre autorità Celebrazioni per il Giorno della memoria All'auditorium i racconti di alcuni ex deportati nei campi di concentramento Domani ricorre il "Giorno della memoria" per celebrare il ricordo dello sterminio e delle persecuzioni subite dal popolo ebraico e dai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. L'appuntamento commemorativo prevede anche nella provincia di Gorizia numerose iniziative di approfondimento e di studio, finalizzate soprattutto a sensibilizzare le coscienze delle giovani generazioni sugli orrori e persecuzioni razziali e politiche poste in essere dal nazismo. Il programma degli eventi avrà inizio alle 9.15 di oggi, con intervento del prefetto, MariaAugustaMarrosu, all'incontro con gli studenti delle scuole medie superiori del territorio e organizzato dall'assessorato alla pace della Provincia, in collaborazione con le associazioni "Terra del Fuoco" di Torino e "Tenda per la pace e i diritti" di Staranzano. Le celebrazioni di domani prenderanno avvio alle 10.30, con la deposizione della corona d'alloro, a cura del sindaco Romoli, al Monumento ai deportati in Germania in piazzale Martiri della libertà d'italia (stazione ferroviaria) alla presenza del prefetto e delle massime autorità istituzionali, civili, religiose e militari. Successivamente, alle 11,nella sala conferenze dell'apt(di fronte al Monumento ai deportati in Germania - zona taxi) nell'ambito di una solenne cerimonia concertata con la Provincia e sempre alla presenza delle massimo autorità locali, il prefetto consegnerà le medaglie d'onore, conferite con decreto del presidente della Repubblica, ai seguenti insigniti residenti in provincia: Mario Simaz, residente a Gorizia, sopravvissuto all'internamento nei campi di Natzeiler e Markisch, in Germania. Rientrato in patria, ha svolto il lavoro di guardia forestale; Giovanni Bruno, in memoria del padre internato Pasquale; Giuseppe Ilario Fantin, in memoria del padre internato Giacinto; NeviaRodosvedovaMoratto, in memoria del marito internato Tullio, deceduto un mese fa; Letizia Pia, Andrea e Paolo Zorzin, in memoria del marito e padre Ulderico. Nel pomeriggio, infine, il prefetto parteciperà in Sinagoga alla commemorazione della Shoah, (lettura di alcuni brani tratti dal "Diario dianne Frank"), a cura dell'associazione "Amici di Israele". Inoltre, oggi, alle 9.15,all'auditorium di via Roma, nell'ambito delle celebrazioni legate al Giorno della memoria, si terrà un incontro con alcuni ex deportati dei campi di concentramento nazisti e lo spettacolo teatrale "Come una rana d'inverno", tratto da alcuni scritti di Primo Levi. Sarà presente l'assessore provinciale, Marko Marincic. Domani, invece, ci sarà la deposizione di una corona in piazzale Martiri della libertà e, a seguire, verso alle 11, una manifestazione commemorativa nell'adiacente sala Apt con la proiezione del documentario "E adesso sono nel vento", realizzato da due studenti dell'istituto Brignoli di Gradisca. Saranno presenti il presidente della Provincia, Enrico Gherghetta, e il prefetto, Maria Augusta Marrosu, che consegnerà dei riconoscimenti ad alcuni sopravvissuti ai campi di sterminio nazisti. L'Anpi, invece, ha promosso nelle scuole cittadine testimonianze dei superstiti dei campi di concentramento nazisti e dei perseguitati politici del regime fascista. Nella ricorrenza della Liberazione del campo di sterminio di Auschwitz da parte dell'armata rossa, proporranno la propria triste esperienza nei campi della morte gli esponenti dell'anpi provinciale, Wilma Braini all'iti "Galilei" e Mario Candotto alle Magistrali "Slataper', e ai licei classico e scientifico. Al Polo sloveno questi fatti della 2 a guerra mondiale e le premesse che li hanno prodotti, con specifico richiamo alle leggi razziali italiane, saranno illustrati dallo storico Branko Marusic. L'Anpi sarà presente anche giovedì, al Kinemax, all'assemblea degli studenti del D'Annunzio, assieme al presidente dell'aned, Milovan Bressan, che porterà una testimonianza diretta. Taglio medio

16 26 GEN 2010 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 2 Giustizia «Cervignanese nella sfera.. gornana» Si tratta periodicamente, sulla stampa, la prospettata soppressione del Tribunale di Gorizia, in base alla mancanza dei parametri di popolazione insufficienti. Recentemente il presidente dell'ordine e in passato l'avvocato Devetag e il sottoscritto avevano più volte prospettato la concreta e unica soluzione e cioè di allargare la competenza territoriale al limitrofo mandamento di Cervignano, che già apparteneva storicamente alla Contea di Gorizia, poi anche alla provincia. Sarebbe ora che la Provincia, il Comune di Gorizia, i sindaci, la Regione e i singoli deputati in Parlamento si riunissero e pretendessero dal ministro Alfano e dal governo tutto, di provvedere con decreto l'immediato allargamento della giurisdizione del Tribunale di Gorizia. È finito il tempo delle chiacchiere, noi operatori della giustizia ci attendiamo un'azione concreta da parte dei politici, poiché la richiesta è legittima e praticamente realizzabile in pochissimo tempo. Udine sta chiudendo la sezione staccata di Palmanova, ove adesso grava il suddetto mandamento di Cervignano, ed è quindi necessario che si provveda subito. Awocato Michele Formentini Taglio medio

17 26 GEN 2010 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 3 AMBIENTI TIpresidente circoscrizionale accoglie positivamente il rilancio del progetto I residenti chiedono intanto interventi contro l'erosione sulla sponda del fiume Sì alla diga anche dal cdq di Piedimonte Bandel] «Siamo d'accordo, ma attenzione au'impatto paesaggistico» di PIERO TALLANDINI Anche tra i residenti di Piedimonte la realizzazione di un nuovo sbarramento sull'isonzo per evitare le piene e garantire una maggiore regolarità del flusso di portata dell'acqua viene vista con favore. A confermarlo è direttamente il presidente del consiglio circoscrizionale Walter Bandelj. Il rappresentante di vertice del parlamentino ormai da anni si occupa in prima persona delle problematiche del quartiere ed ha ben chiara la particolare situazione dell'lsonzo. Nei giorni scorsi a caldeggiare il rilancio del progetto, già contemplato dagli accordi di Osimo, erano stati il presidente del Consorzio di bonifica della pianura isontina Lorenzon e il presidente della Provincia Il presidente del Cdq di Piedimonte, Walter Bandelj Gherghetta il quale aveva anche espresso la volontà di porsi in un ruolo operativo perfardiventare realtà il progetto di nuovo sbarramento sull'lsonzo che si inserirebbe nel più ampio piano di ricostruzione ambientale del fiume che Gherghetta intende portare avanti. Proprio nel tratto antistante Piedimonte l'lsonzo non versa certo in condizioni ideali dal punto di vista del flusso di portata e il problema non è balzato all'occhio soltanto durante l'ultima eccezionale ondata di piena lo scorso Natale: «Quello che è successo un mese fa ha confermato che la situazione non è delle migliori - puntualizza Bandelj - ma anche quando non ci sono condizioni di piena eccezionale si riscontrano problemi di erosione sulla sponda destra del fiume e difficoltà di deflusso che creano ripercussioni sulla fauna ittica». «Aquesto punto, anche per evitare che si ripetano situazioni come quella dello scorso Natale, ben venga la realizzazione dell'opera, una scelta che mi risulta sia condivisa anche dalla maggioranza dei residenti del quartiere - continua il presidente circoscrizionale di Piedimonte -ma dovrà trattarsi di uno sbarramento non impattante dal punto di vista paesaggistico. In questo senso credo si possa pensare di contemplare nel progetto l'ipotesi di realizzare la nuova infrastruttura partendo dal vecchio sbarramento, ormai dismesso da quasi vent' anni ma di cui esistono tuttora i resti, in corrispondenza della passerella». Per Bandelj, infine, è indispensabile inserire contestualmente alla realizzazione della diga una serie di interventi per migliorare a Piedimonte le condizioni della sponda destra del fiume. Apertura

18 26 GEN 2010 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 4 Stagione musicale. Applaudito protagonista dell'appuntamento organizzato dall'associazione "Musica aperta" è stato il maestro Catena Doppio "bis" al concerto sul trionfo del pianoforte Ha ottenuto un nuovo "tutto esaurito" con due impegnativi "bis" il secondo concerto del ciclo invernale 2010 della stagione "Gorizia classica 2009/2010", che si è tenuto sabato scorso, alla presenza di un pubblico foltissimo, convenuto nella sala dei Musei provinciali anche da fuori città e proveni ente da altre regioni. Il pomeriggio musicale era inserito nella seconda parte della rassegna concertistica promossa dall'associazione "Musica aperta", organizzata con il contributo della Regione e della Fondazione Carigo. L'iniziativa è altresì realizzata con il sostegno e il patrocinio della Provincia e dei Musei provinciali, del Comune e del Gruppo Carso Gorizia. Il concerto inserito nel ciclo "Inverno iltrionfo del pia- Applauditissimo protagonista è stato il pianista salernitano Costantino Catena noforte", che comprende dieci concerti, è stato presentato dal professor Giorgio Samar, presidente e direttore artistico dell'associazione "Musica aperta", ideatore e curatore anche delle precedenti edizioni della stagione. L'intera rassegna è dedicata adue maestri romantici universalmente noti, grandi compositori e pianisti, entrambi nati nel 1810:si tratta di Fryderyk Chopin e RobertSchumann, che sono proposti da tutti gli esecutori presenti in cartellone. Applauditissimo protagonista è stato il pianista salernitano, Costantino Catena, con alle spalle un notevole curriculum concertistico che lo ha visto esibirsi in tutto il mondo, effettuare importanti registrazioni discografiche, studi universitari e ricerche in campo accademico nel settore della filosofia e attività didattica presso i Conservatori statali di musica. Costantino Catena ha introdotto l'ascolto fornendo al pubblico alcuni brevi spunti sulle composizioni proposte e l'intera prima parte del programma è stata dedicata a Schumann, con i sei brani che compongono l'humoresque op. 20, composizione molto raffinata e complessa scritta quando lo stile era già ben definito e che raccoglie, in un'alternanza continua di tempi, le emozioni e la sensibilità dell'autore. L'esecuzione è stata di notevole intensità, con un'ampia escursione dinamica nelle sonorità e molta disinvoltura stilisti ca, tali da incontrare immediatamente il favore del foltissimo pubblico. Nella seconda parte, tutta riservata a Fryderyk Chopin, sono state presentate alcune composizioni fra le più caratterizzanti dell'anima polacca dell'autore, che terminò la propria carriera in Francia, a Parigi. La Polacca op.44infadiesisminore è una delle più note del genere e contiene al proprio interno, nella parte centrale, una Mazurka, altra danza polacca molto presente nelle produzione chopiniana. Si tratta di un brano di notevole impegno presentato con grinta e sicurezza da Costantino Catena, ed è stato seguito dalla Fantasia in Fa minore op. 49, una pagina molto nota caratterizzata da una struttura ben definita e di grande effetto. Il concerto si è concluso con la Polacca-Fantasia op. 61 in La bemolle maggiore, risalente agli anni 1845/46,che è un po' la sintesi dell'arte pianistica chopiniana ed è stata accolta da vivissimi consensi dal pubblico, che ha applaudito ripetutamente il maestro salernitano. Ben due i "fuoriprogramma" e sicuramente non tipici brani da "bis": il primo è stato un omaggio al Sud d'italia, con la travolgente Tarantella op. 43 di Chopin, seguito dall'eccezionale Parafrasi sul Rigoletto di Franz Liszt, per un pomeriggio musicale da ricordare. Taglio basso

19 26 GEN 2010 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 4 Incontro sul terziario "Gorizia domani e ilterziario in città -Progettualità, imprenditorialità, risorse, strategie di cambiamento per le piccole imprese e la rete distributiva tradizionale oggi". E questo il tema dell'incontro pubblico sollecitato da Ascom Confcommercio Gorizia, con l'obiettivo di mettere a fuoco, assieme ai soggetti istituzionali, la critica situazione del comparto commerciale goriziano e i suoi possibili scenari futuri. Realizzata in collaborazione con la Cameradi commercio di Gorizia, l'iniziativa è in programma oggi, alle 10, nella sala Verdi di palazzo De Bassa (passaggio Edling 2):un momento di confronto e presa di coscienza delle importanti responsabilità di amministratori e imprenditori, nell'ambito del quale si svolgerà anche la cerimonia di consegna delle onorificenze Fenacom agli anziani del commercio della Provincia di Gorizia. Dopo gli interventi istituzionali, con ilsindaco di Gorizia Romoli e il Presidente della Provincia Gherghetta, il presidente della Fondazione CariGo Obizzi e il presidente della Camera di commercio Emilio Sgarlata, il programma prevede tre relazioni tecniche: aprirà la sezione l'intervento del presidente Ascom Confcommercio della Provincia di Gorizia Pio Traini, che richiamerà alla necessità di una più concreta incentivazione e coordinata programmazione. Tra gli aspetti toccati dal suo intervento, la crisi congiunturale e caratteristica, le riqualificazioni, l'università, il tema del centro commerciale urbano integrato, gli eventi di animazione, il ruolo dei diversi attori coinvolti. Il segretario generale della Camera di commercio, Pierluigi Medeot, proporrà invece un'analisi dei fattori di competitività territoriale e le linee strategiche di sviluppo socio economico per la provincia. Chiuderà quindi l'intervento dell'ospite dell'incontro, la professoressa Chiara Mio,docente presso il Dipartimento di economia e direzione aziendale dell'u niversità Ca' Foscari di Venezia e assessore al bilancio, programmazione e innovazione del Comune di Pordenone, che affronterà il tema delle strategie di cambiamento per la rete commerciale tradizionale. Taglio alto

20 26 GEN 2010 Messaggero Veneto Gorizia Isontino pagina 5 Villesse. li progetto che vede coinvolti cooperativa Montanari, consorzio li mosaico, Ikea, Provincia e Comune è stato illustrato ieri nella sede municipale Presentata la nuova comunità socio-educativa per minori VILLESSE. È stato presentato ieri in municipio il progetto della struttura del Servizio residenziale socio-educativo per ragazze dai 12 ai 18 anni che sorgerà in piazza San Rocco in un edificio che sarà ristrutturato e che appartiene alla cooperativa sociale Montanari. Alla realizzazione del centro collaborano il consorzio di cooperative Il mosaico, di cui la cooperativa Montanari fa parte, l'amministrazione comunale di Villesse, la Provincia e Ikea. Alla presentazione del progetto sono intervenuti il presidente del consorzio di cooperative Il mosaico Mauro Perissini, il sindaco di Villesse Simonetta Vecchi, le responsabili di Ikea per local marketing e specialy sociale-ambientale, rispettivamente Marisa Ricci e Sara Alzetta. Il sindaco Vecchi ha espresso la propria soddisfazione nel presentare il progetto nella sala consi liare e ha sotto lineato che la realizzazione del servizio residenziale è un'iniziativa di alto contenuto sociale che vede coinvolti numerosi operatori. Per la comunità di Villesse rappresenta un valore aggiunto e la ristrutturazione dell' edificio si inserisce anche nel quadro del recupero del centro storico del paese. Il presidente Perissini ha sottolineato che il Consorzio si è preoccupato di dare un futuro all'edificio e si è ritenuto opportuno realizzare una comunità residenziale anche perché nel territorio mancano strutture del genere. Il progetto è stato predisposto dall'architetto Zanin di San Vito al Torre e c'è stato l'importante contributo della Provincia che ha erogato 100 mila euro di contributo mentre altre risorse sono state messe dalla cooperativa. Altro fattore importante è stato l'inizio dell'attività di Ikea che ha sponsorizzato l'intervento con i propri progetti sociali. I lavori di ristrutturazione, di cui si occu perà la ditta di Moreno Weffort di Villesse, dovrebbero concludersi entro il 2010 e si punta quindi a cominciare l'attività di accoglienza nel Il centro ospiterà otto persone residenziali che per vari motivi si sono allontanate dal nucleo familiare e vivono situazioni di disagio. Nel centro troveranno un ambiente familiare promuovendo un processo educativo destinato a facilitare poi l'inserimento nella società e nel mondo lavorativo, una volta raggiunti i 18 anni. All'interno della struttura lavoreranno da otto a dieci operatori professionali e la loro presenza sarà garantita sulle 24 ore. Una proposta occupazionale rivolta a partire dalla comunità di Villesse. Sara Alzetta e Marisa Ricci hanno evidenziato che nell'ambitodelle strategie socio-ambientali l'ikea collabora a livello internazionale e locale con associazioni e cooperative per contribuire a migliorare le qualità della vita delle persone che vivono in stato di disagio. Si cercherà di raggiungere l'obiettivo attraverso laconsulenzanell'arredamento, la sicurezza dei materiali, il trasporto e il montaggio. (m.s.) Taglio medio

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio.

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. 1. I passaporti diplomatici e di servizio, di cui all'articolo

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE Adottata all'unanimità a Parigi durante la 31esima sessione della Conferenza Generale dell'unesco, Parigi, 2 novembre 2001 La Conferenza

Dettagli

IL MAGGIO DEI LIBRI. Premessa

IL MAGGIO DEI LIBRI. Premessa IL MAGGIO DEI LIBRI Premessa Fino al 2010 esistevano in Italia due iniziative a carattere nazionale per la promozione del libro e dell a lettura, del tutto distinte per patrocinatore, soggetto promotore,

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014).

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014). COMUNICATO STAMPA ADRIATIC SEA FORUM: al via oggi a Dubrovnik la seconda edizione di Adriatic Sea Forum cruise, ferry, sail & yacht, evento internazionale itinerante dedicato ai settori del turismo via

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 luglio 2009, n. 189

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 luglio 2009, n. 189 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 luglio 2009, n. 189 Regolamento concernente il riconoscimento dei titoli di studio accademici, a norma dell'articolo 5 della legge 11 luglio 2002, n. 148. (09G0197)

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università COS'È TORNO SUBITO Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università finanziata con fondi POR FSE Lazio 2007-2013 Asse II Occupabilità; Asse V Transnazionalità

Dettagli

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE COMUNICATO STAMPA 17.10.2007 Con cortese preghiera di diffusione Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE -Incontro pubblico

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO Art. 1 Disposizioni generali 1.1. Per gli anni scolastici 1997-98, 1998-99 e 1999-2000, nell'autorizzazione al funzionamento

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Sergio dal Maso Viale C.Colombo, 165 Foggia Telefono 328/2775122 Fax 0881/720007 E-mail Nazionalità

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Concorso La scuola più riciclona

Concorso La scuola più riciclona Il futuro è nella nostra natura Concorso La scuola più riciclona Nell'ambito del Piano dell'offerta Formativa Territoriale (POFT) 2014/2015, il Comune di Bitonto indice il concorso La scuola più riciclona

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 1388/2013 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno lunedì 30 del mese di settembre dell' anno 2013 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori:

Dettagli