scenari contaminati numero_sei I CONTENUTI Dragon Mart La (di)sacra alleanza Forecasting Scenari a confronto Fast economy Tirare le somme

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "scenari contaminati numero_sei I CONTENUTI Dragon Mart La (di)sacra alleanza Forecasting Scenari a confronto Fast economy Tirare le somme"

Transcript

1 L OSSERVATORIO INTERNAZIONALE SULLE TENDENZE DEL RETAIL E DEI CONSUMI a cura di Thomas Bialas numero_sei I CONTENUTI Dragon Mart 2 La (di)sacra alleanza Forecasting 4 Scenari a confronto Fast economy 6 Tirare le somme China connection 8 Provate a (L)imitarci Survival kit 1 10 Cavalcare la Tigre Survival kit 2 12 Lezioni di cinese Miao Mao Comunisti per caso consumisti per forza 14 Direttore Responsabile Luigi Rubinelli Stampa Rotolito Lombarda Via Brescia 53/65 Cernusco s/naviglio Progetto grafico Walter Tinelli scenari contaminati

2 2 nextfuture china update Dragon Mart La (di)sacra alleanza Dragon Mart, inaugurata lo scorso 7 dicembre nella disneyiana Dubai, non è solo una gigantesca piattaforma commerciale B2B lunga 1,2 chilometri e a forma di drago minaccioso, ma anche, o soprattutto, un simbolo e monito allusivo: chi di walmartizzazione ferisce di wal-martizzazione perisce. Cheap economy. Cheap competition. Cheap shopping. Cheap jobbing. L era del costa meno è l era dell impero del drago, che in futuro detterà le regole del commercio, anche se solo indirettamente per osmosi e contaminazione. Un filo sottile lega discountizzazione, polarizzazione, wal-martizzazione e smartizzazione, con la globalizzazione made in Cina. Ovviamente, la cheap mania si paga a caro prezzo, poiché, come facilmente intuibile, i prezzi sempre più bassi sono semplicemente la risposta ai redditi sempre più bassi e viceversa. Ma anche per i cinesi il gioco delle reciproche contaminazioni è assai pericoloso. Sintomatico, in Cina Wal- Mart incarna il paradosso della crescita economica: chi lavora nelle fabbriche dei suoi fornitori non guadagna abbastanza per comprare la merce nei suoi negozi. Aumenta il benessere, ma anche il gap, in perfetto stile americano, fra ricchi e poveri. Un gatto, o meglio un drago che si morde la coda.

3 nextfuture 3 Da impero celeste a impero del kitsch. La Cina è come un immensa Las Vegas? I segnali non mancano. La prima generazione di super-ricchi cinesi fa il verso ai tycoon Usa anni Venti, fra cavalcate nei ranch, macchinone e falsi castelli stile Versailles o Neuschwanstein, ma c è anche lo stile da vero impero capitalista: veni, vidi e Visa. I cinesi fanno shopping di imprese e marchi. Il computer Ibm, icona delle tecnologia Usa nel mondo è passato alla Cina (Lenovo, ora la terza azienda di Pc nel mondo). La MgRover sta per fallire e finire nelle mani della Shanghai Automotive. In Italia la Meneghetti ha ceduto il ramo che produce frigoriferi al colosso cinese Haier. Parte anche la sfida a Bill Gates e Windows con Asianux. Ormai è scritto: la Cina ruberà il primato all Occidente in moltissimi e impensabili settori: dalle automobili, all alta moda (come Shanghai Tang, un marchio con negozi di fascia alta già presenti in Europa), al Web (alibaba.com fa già tremare Ebay e Amazon e presto sarà leader nel mondo) fino alle sofisticate nano e biotecnologie. Poi c è l impero dei falsi (+1.700% dal 1993 ad oggi): dalle borse ai medicinali fino ai ricambi per auto, praticamente tutto e, ironia della sorte, sono proprio i delocalizzatori occidentali ad avere fornito le macchine che poi i terzisti sfruttano per i side business. Infine, c è l impero decadente, già contaminato dalle cattive abitudini, dunque oscurato da scandali stile Enron. Casi come China Aviation Oil o China Construction Bank travolti da furti dei dirigenti e buchi da centinaia di milioni di dollari sanno già di capitolazione per un paese che in passato metteva maoisticamente all indice i ricchi sfruttatori. Non solo. La Cina riesce anche ad avere contemporaneamente l economia più dinamica e la Borsa più depressa del mondo (Shanghai è in perdita da quattro anni). Stile impero 01 Gli americani presidiano il territorio cinese con 40 superstore Wal-Mart e con un altro centinaio previsto nei prossimi 5 anni. I cinesi presidiano, secondo un dossier di Repubblica, i pdv Wal- Mart con circa l 80% dei prodotti Gli americani sommergono i cinesi con abitudini ad alto rischio: i McDonlad s in Cina sono già 600 e prima delle olimpiadi del 2008 ne verranno aperti altri 400, i supermercati abbondano di invitante cibo spazzatura. Risultato? I magrolini cinesi subiscono le prime mutazioni: ci sono già 200 milioni in sovrappeso, 20 milioni di diabetici e 160 milioni che soffrono di ipertensione. I cinesi sommergono gli americani con prodotti a basso prezzo e con una crescita del Pil e dell esportazione paurosa (+ 40% nel 2004). Negli ultimi quattro anni il made in Cina ha distrutto 1,5 milioni di posti di lavoro negli Stati Uniti (principale importatore di prodotti cinesi nel mondo). La strategia degli americani è nota e collaudata: contaminare con l irresistibile american way of life, attuando dirompenti operazioni di marketing. Più sottile l approccio cinese: attirare il nemico sul tetto e poi togliere la scala. Detto altrimenti: usa (il know how Usa) e getta. Gli americani puntano sul WTORDINE : imbrigliare il nemico nella ragnatela delle asfissianti regole del commercio mondiale. I cinesi più che ai ragni si ispirano alla polarità della tigre e del drago e al logoramento tattico: nel gioco delle ombre cinesi nulla è come appare. Gli americani abituati a mostrare i muscoli accusano i cinesi di ogni nefandezza nel rapporto annuale del Dipartimento di Stato Usa sui diritti umani. I cinesi rispondono per le rime con un durissimo e documentatissimo rapporto intitolato Human Rights Record of the United States dove dimostrano, dati alla mano, che l America è violenta, corrotta e razzista. Gli americani sono sicuri di vincere la partita. I cinesi pure. Ma a dar retta al profetico capolavoro Blade Runner, la sceneggiatura del futuro è già stata scritta. Contaminazione e confusione. Ping Pong 02

4 4 nextfuture china update Forecasting Scenari a confronto Scenario segreto La Cia nel suo recente scenario Mapping the future mette in guardia gli Stati Uniti dal pericolo giallo. La globalizzazione cambia volto: meno americana e sempre più asiatica. Cina, Giappone, India, Corea del Sud, Taiwan. Nel 2020 la Cina farà il grande sorpasso sulle vecchie potenze industriali, diventando la seconda del globo. Gli Usa rischiano di perdere la loro leadership tecnologica, scientifica e in campo finanziario. Anche il dollaro potrebbe perdere il suo primato per gli scambi. Scenario virulento Polli al virus mutante che contagiano e uccidono l uomo, virus vivo dell asiatica spedito per errore in laboratori sparsi in 18 paesi. L ossessione per un era virus free resta un miraggio (vedi computer), mentre all orizzonte si materializza lo spettro di una tragica epidemia mondiale preannunciata dalla Sars nel 2003 e che la Cia considera inevitabile, tant è che anche l OMS prevede una ondata di influenze letali, globalmente distribuite.

5 Scenario italiano Secondo l Ice di Pechino, il Pil della Cina raggiungerà nel 2010 i miliardi di dollari, posizionandosi davanti a Italia, Francia e Gran Bretagna, ma ancora dietro a Giappone, Germania e Usa, mentre i consumi cresceranno a ritmi annui del 10%. Scenario ridotto Le riviste specializzate sono piene zeppe di dritte enfatiche per conquistare il nuovo Far East dalle mille opportunità. Invece, come fa notare il rapporto Global scenario Shell 2020, per i grandi gruppi internazionali si aprono grandi spazi per nuovi affari, ma per quelli con le spalle meno forti e i piccoli partecipare al gioco diventa sempre più difficile e il rischio di illudersi o di fare viaggi a vuoto è molto elevato. Scenario cheap L Europa vola basso. Euro uguale a zeuro. Decadente e latente non manifesta propositi di rinascita. Fra i vari scenari, il Zukunftsinstitut tedesco ne vede uno all orizzonte estremamente cheap: discountizzazione coatta dell esistenza dei cittadini europei, vita e lavoro precari. Molto crepuscolare. In quest ottica va anche vista l elezione di Ratzinger a Papa, ma basterà il pensiero discutibile ma forte dell intellettuale di ferro per strappare il vecchio continente dall oblio? Scenario appaltato L era dell impero del drago è l era dell outsourcing estremo. Delocalizzare per restare a galla. Per molti imprenditori è una cosiddetta scelta obbligata (alla competitività non si comanda), per il sistema economico italiano nel suo complesso è una funesta dieta dimagrante,che ora mette a regime anche i servizi e i colletti bianchi. Dopo l autsourcing produttivo arriva l offshoring, ovvero la delocalizzazione dei servizi anche qualificati (informatica, servizi finanziari e addirittura medici). Basti pensare che le scuole inglesi iniziano, per risparmiare, a far correggere i compiti via da insegnanti indiani. Forrester Research calcola che nel 2008 il giro d affari globale dell offshoring quintuplicherà. Come fa notare l Economist Intelligence Unit, l offshoring è rimbalzata dall India, prima destinazione, in Cina, nelle Filippine a Singapore. Non ci resta che tornare alla terra, ma seriamente. Scenario importato Secondo lo studio Capturing global Advantage del Boston Consulting Group (BCG) le importazioni dai paesi low cost raddoppieranno entro il La Cina diventerà il più grosso produttore mondiale, mentre gli altri paesi asiatici e quelli dell est europeo contribuiranno a togliere ulteriore ossigeno a Italia, Francia e Gran Bretagna. Scenario sportivo Il medagliere delle ultime Olimpiadi di Atene sembra rispecchiare l economia globale: gli Stati Uniti al primo posto e i cinesi secondi distanziati di poco per medaglie vinte. La ricerca della Deutsche Bank Asia: lo sprint finale parla chiaro: per l Occidente inizia l era della rincorsa. Scenari collaterali Che aria tira? Pessima. La Cina inquina. Una foto impressionante raccolta dal satellite Envisat dell Agenzia spaziale europea, ci mostra come l impero del drago faccia già parte delle zone più inquinate della terra. È solo l inizio, le imponenti dighe della Cina stanno uccidendo il fiume Mekong e la pesca locale dei paesi confinanti. Aumentano tempeste di sabbia, siccità e desertificazione: le stime ufficiali rivelano, fa notare il WWF, che chilometri quadrati di terra si trasformano ogni anno in deserto. Un area altrettanto vasta produce sempre meno, a causa dello sfruttamento intensivo, mentre i satelliti degli Stati Uniti, che hanno monitorato l uso della terra in Cina per circa 30 anni, documentano la sparizione di migliaia di laghi nel nord. Anche il World Watch Institute lancia l allarme: il pianeta non può reggere un altro miliardo e mezzo di consumatori con un tenore di vita occidentale. La salvezza potrebbe chiamarsi etica della sufficienza. Ma siamo in grado di digerire idee così sobrie? Scenario consumato Globalizzazione surriscaldata. L annuale State of the future del Millennium Project, che coinvolge analisti e futurologi di tutto il mondo, disegna uno scenario consumato e pieno di sfide. Nel 2050, più di 2 miliardi di persone vivranno in zone semi desertiche e lotteranno quotidianamente per la pura e semplice sopravvivenza. La scarsità di acqua e cibo fa prevedere un ondata di migrazioni senza precedenti nella storia dell umanità. In futuro, mutamenti climatici e ambientali saranno una delle principali cause di conflitti internazionali. Scenario sorpassato Cina nella corsia di sorpasso. Secondo lo studio Dreaming with BRIC s, The Path to 2050 di Goldman Sachs, l economia cinese supererà quella britannica nel 2007 e quella tedesca nel 2010 per diventare entro il 2041 la prima nel mondo. Ma attenzione a non trarre conclusioni sbagliate: potere economico e potere d acquisto non vanno di pari passo. Il volume del mercato cinese è interessante, ma non la capacità di spesa effettiva del cinese medio. Scenario mobile Grandi manovre e movimenti. Secondo lo studio Global Footprint Design (Rolandberger) nei prossimi 5 anni il 90% delle società europee sarà impegnata nella ridefinizione dell assortimento prodotti e dei relativi mercati di sbocco. Per esempio, la tendenza di molte aziende è di inseguire la propria clientela negli spostamenti (Asia e paesi dell est). La ragione: molte imprese industriali occidentali faticano a trovare in loco fornitori qualificati per i loro processi produttivi. L altro trend: studiare nuove linee di prodotto, sia per i neoconsumatori dei paesi emergenti sia per i consumatori interni, che ora hanno nuove esigenze. Scenario finale Nostradamus diceva nelle sue profezie che il mondo sarebbe finito con l elezione di un Papa nero. Ma no, sarà il Papa giallo il vero segnale.

6 6 nextfuture china update Fast economy Tirare le somme 1 la Cina è al primo posto nella produzione di giocattoli, cellulari, dvd e tv 10 gli anni che registrano in Cina tassi di crescita fra i più alti del pianeta miliardi di euro i capitali stranieri affluiti nel 2004 in Cina per cento del cemento mondiale è stato usato dalla Cina nel milioni i cinesi che nel 2007 avranno un reddito di 3.000$ 80 per cento dei giocattoli venduti a Natale nel 2003 erano made in Cina mila gli ingegneri che ogni anno escono 500 dalle università cinesi mila gli episodi di protesta da parte della popolazione 60 cinese nel 2003 i reati punibili con la pena 69 di morte per un totale di 40 miliardi di dollari l anno necessari per riequilibrare 10 mila esecuzioni l anno il sistema bancario mila i titoli esposti nella più grande 230 libreria della Cina 420 milioni gli utenti di telefonia mobile previsti nel milioni il numero degli utenti internet a fine 2005 miliardi di dollari il valore degli scambi 236 fra Cina e Ue

7 Cina. Secondo la Banca mondiale, già oggi il vero Pil cinese (adeguato al potere d acquisto) la classifica come seconda potenza economica mondiale dietro gli Stati Uniti e davanti a Giappone e Germania. 9,5 la crescita percentuale del Pil cinese nel 2004 il tasso di crescita percentuale annuale 9 dell industria dell It miliardi di dollari il volume complessivo 485 di esportazioni cinesi mila le aziende straniere operanti in Cina mila i cinesi morti sul posto di lavoro nei primi 6 mesi del 2004 milioni i cinesi che possono già permettersi l acquisto di un auto milioni di cinesi nel 2015 faranno la spesa 700 come un europeo salari di operai cinesi equivalgono al salario 50 di un italiano euro la paga mensile di un operaio nordcoreano che lavora 7 in subappalto per i cinesi mila i nuovi Paperon 230 de Paperoni per cento l aumento di imprenditori cinesi 103 in Veneto in tre anni i funzionari del governo giustiziati negli ultimi 4 25 anni per corruzione 3 miliardi di dollari la cifra che la Cina investirà nel 2005 per i trasporti aerei

8 8 nextfuture china update China connection Provate a (L)imitarci Limitare l invasione Tessile: 80 mila posti di lavoro persi solo nel nostro paese in appena quattro anni e la prospettiva di perderne altri 100 mila a breve. C è ancora spazio per il concetto di dazio? No, perché ciò significherebbe rinnegare in blocco anche il concetto di globalizzazione dei mercati chiamandosi fuori, ma per andare dove? Il boom dell importazione del tessile nei primi tre mesi del 2005 (per esempio + 732% per maglie e pullover secondo la commissione UE) ha scatenato il panico, tardivo, a Bruxelles, che ora minaccia clausole di protezione. I cinesi, però, non stanno facendo dumping, come insinuano politici e molti giornali, poiché non vendono in massa prodotti sottocosto, ma vendono a prezzi bassi perché i loro prezzi sono bassissimi. Poca ipocrisia: le aziende gradiscono i grandi profitti e i consumatori i grandi affari come un Pc superdotato a meno di mille euro (salvo poi stupirsi che i figli non trovano lavoro e la busta paga si restringe). La giapponese Sony è prodotta in Cina, l olandese Philips pure, come anche l americana Black&Decker. Difficile oggi comprare qualcosa non prodotto dalla fabbrica del mondo. Non solo: i cinesi cominciano a invadere i mercati anche con i loro vini pregiati (manca solo il Brunello di Pechino). In pratica: ogni prodotto immaginabile. Per finire, l invasione territoriale: iniziano (per esempio in Italia) le operazioni per rastrellare punti di vendita e aziende in difficoltà e le licenze del commercio ambulante. Cina no limits. Imitare l invasione Erickson, Nokia, P&G, l Oreal, Ikea, Volkswagen, Auchan, Metro, ma anche aziende italiane come Merloni, Perfetti o Armani, più che dell invasione cinese, si preoccupano e si occupano della loro invasione. Centinaia di milioni di consumatori affamati si stanno per affacciare sul mercato e nei pdv. Reclamano un auto, uno stereo, un frigorifero, un televisore, una cena al ristorante. Certo, per ora hanno ancora le tasche vuote, ma la globalizzazione dal basso è comunque iniziata. I poveri di oggi sono i consumatori di domani e viceversa. Si stima che, nella sola Cina, ci saranno, nel 2010, circa 50 milioni di persone con un reddito annuale di 50 mila dollari. Nelle vie commerciali delle grandi metropoli cinesi si trovano tutti i negozi e le marche più famose dell Occidente. La concentrazione dei big retailer -da Carrefour a Tesco- e delle catene di franchising, a sua volta, è impressionante. Nanjing Road a Shanghai sta mutando da caotica arteria stradale a isola pedonale e paradiso dello shopping. Conquistare i mercati locali si può e, in un certo senso, a volte, si rende pan per focaccia (anche se involontariamente). Ad esempio: Carrefour importa l 80% dei prodotti alimentari che ha sugli scaffali cinesi.

9 nextfuture 9 Produttività più ricca, display più bello. System25 ottimizza il display della merce sullo scaffale, grazie all asola passo 25 mm, al piano h. 25 mm e alle mensole raccordate. Con la base extrabassa Cefla, offre 15 cm (*) in più in altezza, ovvero un piano in più di esposizione, per molti packaging. SPAZIO EXTRA Limitare i danni L Italia è piccola e deve puntare sul piccolo (utile rileggere Piccolo è bello dell economista Schumacher). Un iniziativa che d istinto va nella direzione giusta (almeno nelle intenzioni) è Symbola, la neonata fondazione per la qualità italiana promossa da Ermete Realacci, che si pone come missione l esaltazione delle vere vocazioni del nostro paese (vocazionale, una via d uscita alla crisi che Nextfuture suggerisce fin dal primo numero). Cinesi e asiatici sanno e possono, oramai, produrre tutto, servizi inclusi. L Italia deve fare un patto con se stessa e con tutti i suoi cittadini, ricompattarsi e abbandonare l ottusa rincorsa alla competizione e innovazione, puntando alla creazione di differenziazioni e posizionamenti inaspettati. Per esempio, sostituire il Pil (prodotto interno lordo) con il Qil (qualità interna lorda). O contrapporre lo slow tech all high tech. Il declino si evita solo con visioni audaci. Il resto è patetica concorrenza e, come ricorda giustamente la recente cover story del settimanale economico Il Mondo su l Italianità senza gli italiani, le grandi aziende nostrane si contano sulla punta delle dita e non sono attrezzate per reggere le sfide del mercato globale. Il resto è stato o sta per essere svenduto agli stranieri. Lo schienale centrale opzionale, grazie ad un sistema brevettato Cefla, offre un aumento di spazio su ogni piano che equivale a +10% (**) di produttività (fatturato/mq) dello scaffale o +12% di confezioni in display (media pesata, LCC supermarket). Cefla ha sempre la soluzione giusta per voi, dagli alimentari al bricolage, dal tessile all elettronica, dal bazar al PoP, e vi segue in ogni momento, dal progetto del layout personalizzato al montaggio, all assistenza post-vendita. Cefla è leader nella produzione di arredamenti per la distribuzione moderna. Il Gruppo Cefla fattura più di 250 milioni di Euro, con oltre 1200 addetti, sede in Italia e filiali in Europa, America e Asia. (*) rispetto al Modular System36 h. 220 mm con base bassa a parità di volume e portata. (**) rispetto ai normali scaffali 25 mm senza schienale centrale, a parità di volume e portata. Cefla s.c.r.l. Via Selice Prov.le 23/a I Imola (BO) Italy Tel. (+39) Fax (+39) Vision 2000 Certified Quality System

10 10 nextfuture china update Survival kit 1 Cavalcare la Tigre Non abbiamo bisogno di niente, possediamo già tutto. Con queste secche parole, nel lontano 1793, l imperatore cinese Chien Lung respinse le offerte di collaborazione commerciale degli inglesi. Fu una delle ultime volte che i cinesi difesero il loro dorato isolamento. Da lì a poco (1841) avrebbero perso la guerra dell oppio, l isola di Hong Kong e il loro millenario modus operandi e vivendi. I cinesi, però,hanno una concezione ciclica del tempo. Attesero con pazienza il divenire dei mutamenti in corso. Oggi, dopo due secoli di umiliazioni, il goffo gigante ha messo in pista danzatori sfrenati che impongono un ritmo che ci coglie impreparati (anche in termini di produttività e dedizione al lavoro). È un boomerang che ci torna indietro. Che fare dunque? Assecondare il passo o osare e quindi domare? Il detto orientale cavalcare la tigre significa -come ricorda il filosofo italiano Evola- non farsi travolgere e annientare da quanto non si può controllare direttamente. Sopravvivere, dunque, in un epoca di dissoluzione del mercato interno con nuove soluzioni e spirito da pioniere. Perché una cosa è chiara. La Cina è una palestra che mette ogni impresa a dura prova: chi si impone lì, si impone ovunque.

11 Ok il prodotto è giusto L errore più diffuso è voler rifilare al consumatore cinese i format, i prodotti, il packaging e la pubblicità negli stessi termini con cui tutto ciò viene proposto in Occidente. Come ha scritto il direttore di GDOWEEK, Luigi Rubinelli, dopo il suo viaggio in Cina, il Natale, che in Cina non significa alcunché, vede Decathlon far fare il salto con l asta nella neve a Babbo Natale sia a Milano sia a Shanghai. Non è l unico esempio. Ai cinesi piace Ikea, ma non il do it yoursef. Solo oggi, dopo 6 anni dal suo ingresso in Cina, la società svedese riprova a convincere i consumatori che il porta a casa e monta conviene. BMW e Mercedes hanno imparato a loro spese che conviene ribattezzare le auto con nomi cinesi: rispettivamente Bao Ma (cavallo pregiato) e Ben/che (galoppare). Lo stesso hanno fatto Siemens e Coca Cola. La catena Kentucky Fried Chicken è arrivata molto dopo McDonald s, ma è molto più diffusa grazie a una maggiore attenzione al local ed a una minore rigidità sui format. Creare prodotti e servizi appositamente studiati per il mercato cinese, come in parte stanno già facendo Unilever, Ericsson o Danone che propone biscotti che vanno incontro ai vari gusti regionali, è forse la strada giusta. Buone prospettive anche per i prodotti alimentari che in Cina, a causa dell industrializzazione, cominciano a scarseggiare (superficie coltivata solo 13,31%) e, all estremo opposto, per Bentley, BMW, Rolex, Armani, Veuve Cliquot e Nokia, che sono alcune delle marche amate dai nuovi milionari comunisti. Adattarsi agli usi e costumi: i cioccolatini alla menta After Eight potrebbero far breccia, poiché il numero 8 porta fortuna e lunga vita, il contrario del 4 simbolo di morte. Nuovi mercati: il prossimo boom potrebbe essere quello del turismo medico low cost: rifarsi i denti, il seno o un operazione al cuore mentre si è in vacanza. Ottime chance in futuro per le agenzie che propongono viaggi nei paesi asiatici con cure incluse nel prezzo. Less oblige Produrre a meno diventa un must. Il settore automobilistico preannuncia i tempi a venire: i fornitori vengono invitati dagli uffici acquisti a praticare prezzi cinacompatibili. Mediamente fa risparmiare dal 30 al 50% spostare la produzione in Cina, ma non è una passeggiata e non bisogna mai fidarsi delle apparenze: molti certificati Iso esposti nelle fabbriche sono falsi. I siti produttivi devono essere nelle vicinanze dei porti, poiché i collegamenti sono ancora pessimi. Richieste di produzioni just-in-time non sono realistiche, poiché una spedizione dalla Cina richiede mediamente sei settimane più due di dogana, quando tutto fila liscio. Meglio programmare con largo anticipo. Rischio black out energetico: molte fabbriche restano mediamente senza corrente per due o tre giorni la settimana. Burocrazia, regolamenti, restrizioni, corruzione e furti di brevetti e/o know how rendono la vita difficile e spesso fanno lievitare i costi. Sembra inverosimile, ma le risorse umane iniziano a scarseggiare, aumenta la resistenza dei contadini ad abbandonare i campi. Mercato iper competitivo: su questo terreno di gioco si scontrano le imprese di mezzo mondo, ricordando molto la corsa all oro in Alaska. Chi opera in regime di semi monopolio o con brevetti e tecnologie sofisticate ha più convenienza a rimanere a casa, come dimostrano i casi delle aziende tedesche Tesa e Varta tornate a produrre in Germania. SPAZIO EXTRA System25 ottimizza il display della merce sullo scaffale, grazie all asola passo 25 mm. Con la base extrabassa offre un piano in più di esposizione per molti packaging. Lo schienale centrale opzionale, grazie ad un sistema brevettato Cefla, offre un aumento di spazio su ogni piano che equivale a +10% (*) di produttività (fatturato/mq) dello scaffale o +12% di confezioni in display (media pesata, LCC supermarket). Cefla s.c.r.l. Via Selice Prov.le 23/a I Imola (BO) Italy Tel. (+39) Fax (+39) Produttività più ricca, display più bello. (*) rispetto ai normali scaffali 25 mm senza schienale centrale, a parità di volume e portata. Vision 2000 Certified Quality System Cefla è leader nella produzione di arredamenti per la distribuzione moderna e ha sempre la soluzione giusta per voi, dagli alimentari al bricolage, dal tessile all elettronica, dal bazar al PoP. Il Gruppo Cefla fattura più di 250 milioni di Euro, con oltre 1200 addetti, sede in Italia e filiali in Europa, America e Asia. WE SHOPFIT YOUR SALES

12 12 nextfuture china update Survival kit 2 Lezioni di cinese Lesson 2 Niente è facile Lesson 1 Tutto è possibile Lesson 14 Quando siete disperati pensate alla regola numero 1 Auguri! Lesson 13 Quando siete euforici pensate alla regola numero 2 Lesson 3 La logica aziendale occidentale non è applicabile Lesson 4 Un progetto senza timing preciso è un progetto morto in partenza Lesson 5 La Cina esaspera i difetti di un impresa straniera ed esalta i suoi pregi Lesson 6 Mai abdicare, la Cina richiede pazienza e perseveranza Lesson 12 A grandi linee nessun problema significa grande problema Lesson 11 Disposizioni interne significa che hanno le scatole piene di voi Lesson 10 Nuove disposizioni significa che si è trovato il modo di evitare di fare qualcosa Lesson 7 In Cina la fiducia conta più di un buon contratto Lesson 8 Il fallimento è spesso la levatrice del futuro successo Lesson 9 Lei non conosce la Cina significa che non si è d accordo con voi

13 nextfuture 13 Trattare con il Tao Se non si comprende il Tao non si può comprendere l uomo d affari cinese. Se dice di sì, può voler dire di no, se dice di no, può voler dire di sì, o entrambe le cose simultaneamente. O, detto con il Tao: se si vuole ottenere una cosa bisogna iniziare dal suo opposto. Lo ying e yang non è un giochino new age per perditempo. La condotta cinese si ispira sempre alla fluida contaminazione degli opposti che convivono sincronicamente. Come il comunismo con il capitalismo. Non c è da studiare e ragionare da bravi occidentali, c è da contemplare (come i koan Zen) il simbolo, per cogliere l essenza della trattativa cinese, abbandonando l occidentale dualismo che tutto separa e nulla unisce. Il business che non vacilla Chi ben comincia è già a metà dell opera. I fondamentali sono il Tao Te Ching, il Libro della Via e della Virtù di Lao Tzu (edizione Adelphi); il Zhunag-zi, un altro dei grandi classici del taoismo, (edizione Adelphi); Confucio, studio integrale e l Asse che non vacilla, magari nella versione curata da Ezra Pound (ed. All insegna del Pesce d oro); l antica bibbia cinese I Ching, il libro dei mutamenti (edizione Adelphi) da cui deriva ogni tipo di pensiero e saggezza cinese; Storie da proverbi cinesi (Mondadori) e per finire anche l Antologia di Mao Tse Tung (Edizioni Oriente): perché lo stesso comunismo cinese si riferisce con allusioni più o meno chiare alla logica dello ying e yang. Dica 36 Secondo gli antichi strateghi cinesi, la miglior vittoria si raggiunge con l astuzia e gli stratagemmi. Ai 36 stratagemmi derivati dall arte della guerra cinese Harro von Senger, sinologo svizzero e docente universitario, ha dedicato parecchi libri. L ultimo appena uscito si chiama 36 Stratageme für Manager (a breve l edizione italiana) ed è un adattamento ad uso e consumo dei manager. Ottimo anche l ormai classico When yes Means no di Laurence Brahm. Da non snobbare: in Cina la saggistica economica conta circa 50 titoli dedicati al management con i 36 stratagemmi. Entrare nel giro Attenzione ai cliché. Agopuntura, Fengshui, Tai Qi, meditazione e arti marziali, o film come L anno del dragone e più in generale Chinatown, danno un immagine distorta del cinese, che oscilla fra sofisticati valori spirituali e brutali violenze da triade mafiosa. C è, ovviamente, dell altro. Per esempio, il cinese ama il successo e la bella vita, solo che a differenza dell occidentale la vuole e la deve (per confuciana moralità) condividere con famiglia, parenti e amici stretti. Per questa (e altre) ragioni, il networking è obbligatorio per operare, anche se dal primo gennaio di quest anno non è più necessario fare joint-venture con i cinesi per aprire un attività. La società cinese ha una complessa struttura a clan e chi la vuole bypassare affonda nella giungla dei regolamenti locali e cade in trappole ostili. Meglio far parte della famiglia. Cosa che a molti italiani non dovrebbe riuscire difficile.

14 14 nextfuture china update Miao Mao Comunisti per caso/consumisti per forza 01_Piccola parentesi Da taoismo a maoismo e poi a consumismo, a tempo di record. A Shanghai il comunismo è nato e a Shanghai il comunismo è stato ibernato. I monumenti e gli edifici sono stati cancellati, o hanno subito restyling consumistici. La prima sede del partito comunista è diventata un ristorante, mentre il palazzo della Cultura Popolare che ospitò Mao è ora un albergo a cinque stelle. Paragonato alle millenarie dinastie dell impero celeste questa è solo una piccola parentesi di storia. 02_Marketing basic I consumatori cinesi sono attratti dalle novità, soprattutto la fascia che va dai 25 ai 34 anni, che risulta assai vorace. Come hanno già notato le grandi multinazionali di marca, il neoconsumatore è sprovvisto di difese, vergine e sempliciotto, malleabile alle lusinghe del sofisticato marketing stile americano. Un mercato che attualmente si fonda sul branding più che sul contenuto intrinseco. La marca batte nettamente la qualità. 03_ Liberi di consumare I cinesi non consumano ancora abbastanza? La trovata del governo di Pechino è Jiari Jingji, espressione impronunciabile che significa liberi di consumare. Tre volte all anno i cinesi ricevono in omaggio una settimana di ferie. L invito è perentorio: fare shopping o spendere i soldi in viaggi. 04_ Cyber china Dominare il mondo reale e quello virtuale. Gli americani hanno inventato Internet, il transumanesimo, le biotecnologie, gli ogm e tutto ciò che è davvero high-tech. Ma i cinesi si stanno appropriando velocemente degli skills per controllare il cyberspazio del futuro. 05_Dai Lama Arrenditi alla storia. Il Tibet, uno degli ultimo luoghi sacri della Terra, sta per capitolare e arrendersi alla modernità e al consumismo. È in atto una colonizzazione strisciante: strade, ferrovie sopra i 4 mila metri per portare merci, turisti e ricchezza. Lhasa come futuro parco divertimenti dello spirito? 06_Riso amaro Orari massacranti, salari miseri, pochi diritti. In Cina, il sindacato unico ha un unico ruolo: controllare gli operai e verificare il rispetto delle regole. Di rivendicazioni neanche a parlarne. Si dorme in fabbrica, o accanto alla fabbrica. Chi protesta rischia il licenziamento se non peggio. Urbanizzazione selvaggia, centinaia di milioni di contadini espropriati della terra, destinata ad uso industriale o commerciale, completano il quadro della vita da boom e preannunciano futuri disordini e instabilità sociale. 07_ Vuoto a perdere Cautela. È vero che ci sono potenzialmente 1,3 miliardi di consumatori, ma è altrettanto vero, come ha rilevato Luigi Rubinelli nel suo viaggio in Cina, che i negozi dei grandi mall sono vuoti tutta la settimana, o con scontrini talmente bassi da escludere affari d oro nel breve periodo. La conferma: molti centri commerciali stanno chiudendo i piani alti per assenza di domanda, mentre a Pechino e a Shanghai interi nuovi palazzi sono vuoti.

15 nextfuture 15 08_Hong Tong Le terribili tong e le gang affiliate sono nate verso la fine del 1800 in Usa dalla prima generazione di emigrati (deportati) cinesi. Oggi, la mafia cinese può ringraziare la tossicodipendenza indotta dagli inglesi nella Cina ottocentesca, che il tempo ha trasformato in una curiosa e forzata forma di pagamento per i debiti commerciali della corona con l impero celeste. Chi semina vento raccoglie tempesta? 09_Sade in Cina Sadismo allo stato puro. A leggere il libro del padre missionario Cervellera Missione Cina Viaggio nell impero tra mercato e repressione si rimane perlomeno perplessi: accusati di cospirare contro il regime, i cristiani cinesi vengono perseguitati e volentieri bastonati. Niente di isolato. A leggere i rapporti di Amnesty International o Human Rights Watch sugli abusi di violenza, torture e repressioni viene voglia di restare a casa a curare il proprio piccolo orto. 10_Crescere in fretta Anche il tasso di crescita fisica tende al rialzo: sempre più cinesi si sottopongono a spericolate e dolorose operazioni (rottura e allungamento delle ossa) cercando di diventare più alti per emulare uno dei tanti aspetti del benessere occidentale e per trovare migliori occasioni di lavoro. 11_Conti sospesi La guerra dell oppio, la rivolta dei boxer, le spedizioni punitive delle potenze europee, l occidentalizzazione coatta, il saccheggio e smembramento dell impero celeste definito dagli storici inglesi break-up of China, dovrebbero far riflettere sui conti in sospeso con le vecchie potenze industriali. 12_Segnali di fumo Per i fumatori il paradiso della libertà individuale è la Cina. Una volta tanto niente repressioni. Si fuma liberamente nei taxi, nei ristoranti, negli uffici pubblici, negli ospedali e, soprattutto, si fuma tanto. Non stupisce che le multinazionali del tabacco sbadiglino di fronte alla crociata antifumo nel mondo occidentale. È la Cina la nuova Marlboro country. 13_(Di)soluzione finale L idiozia del commercio ha sostituito l idiozia dell ideologia scrive in Sipario (edizione Adelphi), Milan Kundera, a proposito dell involuzione del regime comunista. È così? Può esserci sostituzione, dove in realtà vige unione? Liberalismo e marxismo, consumismo e comunismo, destra e sinistra. Figli entrambi della Rivoluzione industriale sono solo due facce della stessa medaglia. Entrambi sono modernisti, illuministi, progressisti, ottimisti, razionalisti, materialisti, economicisti, tecnoeuforici, succubi delle crescita infinita e infantilmente aggrappati alla bella favoletta dello sviluppo sostenibile (allo stato attuale un ossimoro più paradossale del ghiaccio bollente). Questo drago che incombe -salutato dalla business community come immenso paese della cuccagna e ignorato per i suoi devastanti effetti sull ecosistema- richiama cupamente la bestia dell Apocalisse? La soluzione finale è una dissoluzione stile Atlantide? Una tabula rasa del pianeta? Già trent anni fa il Club di Roma di Aurelio Peccei lanciò l allarme sui limiti dello sviluppo e non aveva visto ancora il rullo compressore della globalizzazione dei consumi. Etimologia docet: consumare significa distruggere. Qualcosa vorrà pur dire.

16 OSSERVATORIO INTERNAZIONALE SULLE TENDENZE DEL RETAIL E DEI CONSUMI????_Nasce il retail politically correct Il futuro è già scritto. Leggetelo in anteprima Firmato

La globalizzazione e l economia

La globalizzazione e l economia La globalizzazione e l economia La globalizzazione Oggi nel mondo sono scomparse sia le distanze fisiche sia le distanze culturali. La cultura è diventata di massa: ovunque nel mondo abbiamo stili di vita

Dettagli

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS TOYOTA Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS 1 1. ANALISI DEL SETTORE 2. TOYOTA 3. LANCIO AYGO 4. CONCLUSIONI 2 INDUSTRIA Più IMPORTANTE PER FATTURATO La rilevanza del settore si

Dettagli

LE VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA FOCUS SULL INDUSTRIA FARMACEUTICA

LE VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA FOCUS SULL INDUSTRIA FARMACEUTICA LE VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA FOCUS SULL INDUSTRIA FARMACEUTICA Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare, diceva Seneca. Oggi l Italia, con la crisi quasi alle spalle

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!!

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! A comprare il nostro Paese sono pronte le maggiori istituzioni finanziarie internazionali che,

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

L industria agroalimentare italiana

L industria agroalimentare italiana Il sistema italiano L importanza del sistema italiano Strette connessioni fra agricoltura, industria di trasformazione e distribuzione : necessità di una visione più complessiva del sistema L industria

Dettagli

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali.

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali. il testo: 01 L Impero romano d Oriente ha la sua capitale a Costantinopoli. Costantinopoli è una città che si trova in Turchia, l antico (vecchio) nome di Costantinopoli è Bisanzio, per questo l Impero

Dettagli

L ITALIA IN EUROPA. 1 Voyager 5, pagina 172

L ITALIA IN EUROPA. 1 Voyager 5, pagina 172 L ITALIA IN EUROPA L Italia, con altri Stati, fa parte dell Unione Europea (sigla: UE). L Unione Europea è formata da Paesi democratici che hanno deciso di lavorare insieme per la pace e il benessere di

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

Capitolo 13. Crescita economica, produttività e tenore di vita

Capitolo 13. Crescita economica, produttività e tenore di vita Capitolo 13 Crescita economica, produttività e tenore di vita Crescita economica prima di tutto Fino a 100 anni fa la ricchezza delle nazioni (anche di quelle più sviluppate) era assai modesta rispetto

Dettagli

Investire in Cina, India, Brasile e Turchia Il costo e la normativa del lavoro

Investire in Cina, India, Brasile e Turchia Il costo e la normativa del lavoro Investire in Cina, India, Brasile e Turchia Il costo e la normativa del lavoro A cura di Centro Studi Assolombarda Ufficio Studi Unione Industriale di Torino Argomenti della Presentazione Condizioni alla

Dettagli

NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati

NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati FABIO PICCOLI Esperto Internazionalizzazione Wine Monitor Bologna, 3 aprile 2013 L internazionalizzazione non

Dettagli

Crescita della produttività e delle economie

Crescita della produttività e delle economie Lezione 21 1 Crescita della produttività e delle economie Il più spettacolare effetto della sviluppo economico è stata la crescita della produttività, ossia la quantità di prodotto per unità di lavoro.

Dettagli

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere.

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. L idea Il Consorzio Il Made in Italy, conosciuto ovunque nel mondo, ha nei PRODOTTI AGROALIMENTARI una delle

Dettagli

CREPAPANZA ERA. 1.buono e generoso 2.avido ed ingordo 3.cattivo e pericoloso CREPAPANZA ERA. 1.buono e generoso 2.avido ed ingordo 3.cattivo e pericoloso IL NUTRIMENTO E UNA NECESSITA VITALE PER L UOMO,

Dettagli

Corso di Economia Internazionale 2015-16 Prof. Gianfranco Viesti

Corso di Economia Internazionale 2015-16 Prof. Gianfranco Viesti 1-1 Dipartimento di Scienze Politiche Università di Bari Corso di Economia Internazionale 2015-16 Prof. Gianfranco Viesti Modulo 1 Introduzione Hill, capitolo 1 molto integrato C.W.L. Hill, International

Dettagli

Scheda 3 «Eco-innovazioni»

Scheda 3 «Eco-innovazioni» Scheda 3 «Eco-innovazioni» UNA PANORAMICA DEL CONTESTO NAZIONALE GREEN JOBS Formazione e Orientamento UNA PANORAMICA DEL CONTESTO NAZIONALE Secondo una indagine fatta nel 2013 dall Unione Europea sulla

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 Fondata nel 1945, UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE è associazione costruttori italiani

Dettagli

Che cos è il Marketing 3.0?

Che cos è il Marketing 3.0? Che cos è il Marketing 3.0? di Fabrizio Pieroni Philip Kotler, studioso di Marketing attento ai cambiamenti della società e pronto a modificare di conseguenza le sue posizioni, ha recentemente presentato

Dettagli

Introduzione. Lezione 1 29 ottobre 2014. UniGramsci a.a. 2014/2015 1

Introduzione. Lezione 1 29 ottobre 2014. UniGramsci a.a. 2014/2015 1 Introduzione Lezione 1 29 ottobre 2014 UniGramsci a.a. 2014/2015 1 Rivoluzione industriale (ca.( 1780) Trasformazione della vita umana più radicale della storia Uk: intera economia mondiale costruita attorno

Dettagli

Nei prossimi anni ingenti capitali saranno destinati al settore della green economy ; solo in Italia già oltre 3 miliardi di Euro nel 2010.

Nei prossimi anni ingenti capitali saranno destinati al settore della green economy ; solo in Italia già oltre 3 miliardi di Euro nel 2010. Note sul Piano di Azione Nazionale per le energie rinnovabili (PAN). Nei prossimi anni ingenti capitali saranno destinati al settore della green economy ; solo in Italia già oltre 3 miliardi di Euro nel

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

Gli incentivi non mettono in moto l automobile

Gli incentivi non mettono in moto l automobile 115 idee per il libero mercato Gli incentivi non mettono in moto l automobile di Andrea Giuricin Il rallentamento economico e la crisi finanziaria hanno avuto un forte impatto su uno dei settori più importanti

Dettagli

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere RASSEGNA WEB giornalettismo.com Data Pubblicazione: 07/06/2013 giornalettismo.com http://www.giornalettismo.com/archives/967721/vacanze-studio-tutto-quello-che-ce-da-sapere/comment-page1/#comment-972985

Dettagli

Capitolo 19. Crescita economica, produttività e tenore di vita. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S.

Capitolo 19. Crescita economica, produttività e tenore di vita. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Capitolo 19 Crescita economica, produttività e tenore di vita Crescita economica prima di tutto Fino a 100 anni fa, la ricchezza delle nazioni (anche di quelle più sviluppate) era assai modesta rispetto

Dettagli

Capitolo primo L Apocalisse dell Occidente

Capitolo primo L Apocalisse dell Occidente Capitolo primo L Apocalisse dell Occidente In un bel libro di qualche anno fa Cormac McCarthy immagina un uomo e un bambino, padre e figlio, che spingono un carrello, pieno del poco che è rimasto, lungo

Dettagli

LA QUESTIONE MERIDIONALE

LA QUESTIONE MERIDIONALE ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI Centro Linceo Interdisciplinare Beniamino Segre I LINCEI PER LA SCUOLA Lezioni Lincee di Economia Roma, 9 febbraio 2011 LA QUESTIONE MERIDIONALE Anna Giunta agiunta@uniroma3.it

Dettagli

FAST QUALITY. Progetto per il Master di I Livello in Fashion Design Management. Miriam Martine Manco @: miriam-martine@live.it

FAST QUALITY. Progetto per il Master di I Livello in Fashion Design Management. Miriam Martine Manco @: miriam-martine@live.it FAST QUALITY Progetto per il Master di I Livello in Fashion Design Management Miriam Martine Manco @: miriam-martine@live.it FAST QUALITY: UNA MODA VELOCE A KM ZERO La Moda si sta direzionando sempre più

Dettagli

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Brasile IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Tra i BRIC (Brasile Russia India Cina paesi caratterizzati da una notevole crescita del PIL), il Brasile rappresenta il paese che indubbiamente sta dando segnali

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA VOLUME 1 CAPITOLO 0 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: Terra... territorio...

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

Introduzione dell autore

Introduzione dell autore Introduzione dell autore Scrivo questo libro nel gennaio del 1998, in pieno boom della Borsa italiana, sapendo che arriverà il tempo in cui i molti che si sono avvicinati a Piazza degli Affari, allettati

Dettagli

La cultura globalizzata. Chiedigli la marca.

La cultura globalizzata. Chiedigli la marca. La cultura globalizzata. Chiedigli la marca. Uno degli aspetti più evidenti della cosiddetta globalizzazione è la diffusione di culture, mode, modi di vivere e pensare, oggetti uguali in tutto il mondo.

Dettagli

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl Grazie a tutti Voi per essere qui dalle fabbriche del Legno, del Cemento, dei materiali

Dettagli

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati

Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati ebook pubblicato da: www.comefaresoldi360.com Guadagnare Con i Sondaggi Remunerati Perché possono essere una fregatura Come e quanto si guadagna Quali sono le aziende serie Perché alcune aziende ti pagano

Dettagli

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Grazie mille. sono io la violenza, scusatemi tanto, spero che sia una bella violenza in realtà. Mi piaceva molto il titolo della

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

1.3. La nuova geografia economica mondiale

1.3. La nuova geografia economica mondiale 28 A cavallo della tigre 1.3. La nuova geografia economica mondiale Internet, elettronica, auto: da Occidente a Oriente Negli ultimi tre-cinque anni si sono verificati mutamenti molto profondi nell importanza

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

Capitolo 10. Il mercato valutario. La strategia di copertura della Volkswagen

Capitolo 10. Il mercato valutario. La strategia di copertura della Volkswagen EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo 10 Il mercato valutario La strategia di copertura della Volkswagen 10-3 La Volkswagen, il più grande produttore europeo di autovetture, ha comunicato una diminuzione

Dettagli

Alimentazione al Femminile A cura di

Alimentazione al Femminile A cura di Milano, 22 Giugno 2015 Alimentazione al Femminile A cura di SCENARIO E OBIETTIVI DELLA RICERCA PRESSO LE DONNE ITALIANE Questa ricerca ha l obiettivo di indagare a 360 gradi il tema dell alimentazione

Dettagli

Cina e India cambiano l economia mondiale. Michela Floris micfloris@unica.it

Cina e India cambiano l economia mondiale. Michela Floris micfloris@unica.it Cina e India cambiano l economia mondiale Michela Floris micfloris@unica.it Una premessa L Asia non è nuova a miracoli economici Giappone, Corea del Sud, Cina e India sono protagonisti di una rapida crescita

Dettagli

Il mercato del lapideo. Passato e presente

Il mercato del lapideo. Passato e presente Il mercato del lapideo Passato e presente Il mercato per il settore lapideo è il mondo che noi dividiamo in macro aree: Europa, America, Medio Oriente e Africa, Estremo Oriente e Australia. Massa Carrara

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli

I cinesi in Veneto. Una stima dei costi economici tra contraffazione e criminalità. a cura del Centro Studi Unioncamere Veneto 1/21

I cinesi in Veneto. Una stima dei costi economici tra contraffazione e criminalità. a cura del Centro Studi Unioncamere Veneto 1/21 . Una stima dei costi economici tra contraffazione e criminalità. a cura del Centro Studi Unioncamere Veneto 1/21 I cinesi fuori dalla Cina 9,3 milioni sono i cinesi emigrati nel mondo oggi, pari allo

Dettagli

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina www.confapiexport.org Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina E-mail: info@umbriaproduce.com Un Paese due Sistemi: Hong Kong Tradizionale Modello di Consumo

Dettagli

Capitolo 2. Commercio. uno sguardo. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) [a.a.

Capitolo 2. Commercio. uno sguardo. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) [a.a. Capitolo 2 Commercio internazionale: uno sguardo d insieme [a.a. 2012/13 ] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) Struttura della Presentazione Il commercio

Dettagli

Mercato del lavoro locale in un economia globale

Mercato del lavoro locale in un economia globale Mercato del lavoro locale in un economia globale Rico Maggi Istituto Ricerche Economiche, USI Associazione Società Civile della Svizzera Italiana Quid? Viviamo in un economia globale It is all about: -

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Investor Pitch ItaliaWorldWide.it, E.Palmeri

Investor Pitch ItaliaWorldWide.it, E.Palmeri Founder - Ercole Palmeri (http://it.linkedin.com/in/ercolepalmeri ) MarketPlace online per la distribuzione dell eccellenza italiana nel mondo, e diffusione di una visione positiva del vivere italiano.

Dettagli

La dura realtà del guadagno online.

La dura realtà del guadagno online. La dura realtà del guadagno online. www.come-fare-soldi-online.info guadagnare con Internet Introduzione base sul guadagno Online 1 Distribuito da: da: Alessandro Cuoghi come-fare-soldi-online.info.info

Dettagli

LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS NEL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO INDIANO

LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS NEL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO INDIANO LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS NEL SETTORE DELL ABBIGLIAMENTO INDIANO 1 Introduzione La nuova legge sugli Investimenti Diretti Esteri nel multi-brand retail apre nuovi scenari e nuove opportunità all interno

Dettagli

Natale. Gli italiani e i regali di Natale: scelte e tendenze per il 2006. Milano, 12 ottobre 2006 Lavoro n 25600683

Natale. Gli italiani e i regali di Natale: scelte e tendenze per il 2006. Milano, 12 ottobre 2006 Lavoro n 25600683 Natale Gli italiani e i regali di Natale: scelte e tendenze per il 2006 Milano, 12 ottobre 2006 Lavoro n 25600683 Marketing background e obiettivi della ricerca Fondato nel settembre del 1995, ebay è un

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

Risultati Sondaggio 1.La maggior parte degli intervistati ha risposto correttamente: le attività che producono CO2 infatti si dividono equamente tra settori produttivi, dei trasporti e abitativi. Per quanto

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Dal financial al social verso nuovi modelli di Economia

Dal financial al social verso nuovi modelli di Economia Dal financial al social verso nuovi modelli di Economia Vedano Olona 20 3 2012 "Quando una persona viene al mondo è un albero di possibilità, di tante possibili vite; tanti rami, tanti bivi: di questo

Dettagli

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè #innoviamo Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita Alessandro Frè Non si fa altro che parlare di cambiamento, crescita, innovazione, crisi dei mercati, competizione sempre più

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 3 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web MISURAZIONE ED OBIETTIVI INDEX 3 7 13 Strumenti di controllo e analisi Perché faccio un sito web? Definisci

Dettagli

No, grazie! Si nota una certa tensione nel mercato immobiliare mondiale, quello italiano sembra resistere egregiamente. A cura di Donato Palombella

No, grazie! Si nota una certa tensione nel mercato immobiliare mondiale, quello italiano sembra resistere egregiamente. A cura di Donato Palombella CRISI NEL MERCATO immobiliare? No, grazie! Si nota una certa tensione nel mercato immobiliare mondiale, quello italiano sembra resistere egregiamente. A cura di Donato Palombella 36 CRISI NEL MERCATO IMMOBILIARE?

Dettagli

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Quadro di riferimento Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Tendenze primo semestre 2012 L economia svizzera è una delle più ricche e solide dell Occidente, fortemente orientata ai servizi ed

Dettagli

ECONOMIA DI COMUNIONE: UNA NUOVA FORMA DI IMPRESA Ivan Vitali

ECONOMIA DI COMUNIONE: UNA NUOVA FORMA DI IMPRESA Ivan Vitali ECONOMIA DI COMUNIONE: UNA NUOVA FORMA DI IMPRESA Ivan Vitali Cremona, 23 febbraio 2013 Agenda-1 Introduzione e presentazione Impresa e imprenditore Imprenditore e innovazione Competizione vs cooperazione?

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani

MARKETING LOW COST di Cristina Mariani Indice Introduzione Ringraziamenti 1. Come effettuare un analisi di mercato low cost 1. Ricerca di mercato low cost 1.1. Ricerca formale 1.2. Ricerca informale 2. Segmentare un mercato in evoluzione 2.1.

Dettagli

OSSERVATORIO CULTURALE DEL PIEMONTE

OSSERVATORIO CULTURALE DEL PIEMONTE LIBRERIE INDIPENDENTI E PICCOLA EDITORIA IN PIEMONTE SINTESI DEI DATI 15 Maggio 2010 La piccola editoria in Piemonte Il Piemonte si presenta oggi come il secondo polo produttivo d Italia sia per numero

Dettagli

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Chi conosce l Analisi Ciclica capirà meglio la sequenza logica qui seguita. Anche chi non consoce bene l Analisi

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

DOMANDA ED OFFERTA IN INTERNET: Imprese università ed altro

DOMANDA ED OFFERTA IN INTERNET: Imprese università ed altro DOMANDA ED OFFERTA IN INTERNET: Imprese università ed altro C' era una volta un mercato di scambio: una merce...per un altra... Tutto li. Poi venne il danaro: si scambiò danaro per merce... Il mondo cambiò

Dettagli

Capitale finanziario ed imperialismo

Capitale finanziario ed imperialismo Capitale finanziario ed imperialismo Lezione 14 1 aprile 2015 1 dalla (mia) scorsa lezione Dimensione internazionale «naturale» del modo di produzione del capitale; Tendenze fondamentali sono quelle alla

Dettagli

Trade in Counterfeit and Pirated Goods MaPPinG The economic impact Contents Trade in Counterfeit Commercio di merci contraffatte

Trade in Counterfeit and Pirated Goods MaPPinG The economic impact Contents Trade in Counterfeit Commercio di merci contraffatte Trade Commercio in Counterfeit di merci contraffatte and e di merci Pirated usurpative: Goods MaPPinG UNA MAPPA The DELL IMPATTO economic ECONOMICO impact Aprile 2016 SINTESI Questo studio analizza l impatto

Dettagli

Il mercato dei beni. Prof. Sartirana

Il mercato dei beni. Prof. Sartirana Il mercato dei beni Prof. Sartirana Gli scambi di beni economici avvengono tra soggetti che vengono definiti: soggetti economici I soggetti economici sono 4 ed ognuno di essi ha necessità diverse. I soggetti

Dettagli

Parla come mangi! Come comunicare a un pubblico di foodie. Myriam Sabolla

Parla come mangi! Come comunicare a un pubblico di foodie. Myriam Sabolla Parla come mangi! Come comunicare a un pubblico di foodie Myriam Sabolla Il gusto del Museo 2.0 Forlimpopoli, Casa Artusi - 24 giugno 2013 Piacere Myriam Sabolla Social Media Strategist Social Media &

Dettagli

Guadagnare con Internet con. guida pratica per scegliere il modello giusto per te. www.acquisireclienti.com

Guadagnare con Internet con. guida pratica per scegliere il modello giusto per te. www.acquisireclienti.com Guadagnare con Internet con i modelli di business online: guida pratica per scegliere il modello giusto per te. www.acquisireclienti.com Internet e business Molte persone guardano a Internet come strumento

Dettagli

Gli studi del cristianesimo in Cina

Gli studi del cristianesimo in Cina Gli studi del cristianesimo in Cina Gli studi del cristianesimo in Cina costituiscono sia un tema vecchio che un orrizonte assai nuovo. Essi hanno percorso le due ultime dinastie dei Ming e dei Qing come

Dettagli

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012 Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario Roma 22 giugno 2012 Arrivi e spesa per viaggi internazionali nel mondo (milioni di viaggiatori

Dettagli

La grande disuguaglianza? Oxfam Italia Elisa Bacciotti 13 maggio 2014

La grande disuguaglianza? Oxfam Italia Elisa Bacciotti 13 maggio 2014 La grande disuguaglianza? Oxfam Italia Elisa Bacciotti 13 maggio 2014 Una emergenza? L estrema diseguaglianza economica, rapidamente crescente, è stata citata dal World Economic Forum s Global Risk Report

Dettagli

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Un altra speranza Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Riccardo Dossena Tutti i diritti riservati Progetto scrivere di Riccardo Dossena. Con il mio

Dettagli

IL MADE IN ITALY ABITA IL FUTURO IL LEGNO ARREDO VERSO L ECONOMIA CIRCOLARE : IL RAPPORTO DI FONDAZIONE SYMBOLA E FEDERLEGNOARREDO

IL MADE IN ITALY ABITA IL FUTURO IL LEGNO ARREDO VERSO L ECONOMIA CIRCOLARE : IL RAPPORTO DI FONDAZIONE SYMBOLA E FEDERLEGNOARREDO IL MADE IN ITALY ABITA IL FUTURO IL LEGNO ARREDO VERSO L ECONOMIA CIRCOLARE : IL RAPPORTO DI FONDAZIONE SYMBOLA E FEDERLEGNOARREDO Il Legno Arredo italiano il più efficiente e sostenibile in Europa: consumiamo

Dettagli

La situazione dell investitore è chiaramente scomoda e occorre muoversi su due fronti:

La situazione dell investitore è chiaramente scomoda e occorre muoversi su due fronti: Analisti e strategisti di mercato amano interpretare le dinamiche dei mercati azionari in termini di fasi orso, fasi toro, cercando una chiave interpretativa dei mercati, a dimostrazione che i prezzi non

Dettagli

Le risposte del rapporto SINTESI

Le risposte del rapporto SINTESI SINTESI Il rapporto Crescita digitale. Come Internet crea lavoro, come potrebbe crearne di più, curato da Marco Simoni e Sergio de Ferra (London School of Economics) per Italia Futura, in collaborazione

Dettagli

Intervento di Anna Maria Artoni Spunti di discussione

Intervento di Anna Maria Artoni Spunti di discussione Lo sviluppo asiatico e il business logistico Roma, 24 gennaio 2007 Intervento di Anna Maria Artoni Spunti di discussione Il Mediterraneo torna al centro del mondo Nel mercato globale - e nella Grande Europa

Dettagli

DUBAI. Economia. Sviluppo Immobiliare

DUBAI. Economia. Sviluppo Immobiliare DUBAI 2013 DUBAI Economia Dubai oggi è un importante centro che basa la propria economia sul commercio marittimo (grazie ai suoi due Porti), sul turismo (con oltre 60 milioni di turisti all anno), sul

Dettagli

Le imprese italiane nelle filiere produttive globali Salvatore Rossi

Le imprese italiane nelle filiere produttive globali Salvatore Rossi Le imprese italiane nelle filiere produttive globali Salvatore Rossi (Made in) Italy Works? Cantina Icario, 7 maggio 2011 I pregiudizi sono duri a morire Dal Financial Times del 30 aprile 2011: Il marchio

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte EDIZIONE 16 prima parte SETTEMBRE La voce di Databank 2012 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata ABBIGLIAMENTO INFANTILE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 8 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 8 1. L andamento del mercato

Dettagli

Management Game 2011

Management Game 2011 Management Game 2011 La Mobilé Inc 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini che ha sede negli Stati Uniti che si è concentrata sulla produzione di telefonini

Dettagli

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito Vivere il Sogno Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito VIVERE IL SOGNO!!! 4 semplici passi per la TUA indipendenza finanziaria (Il Network Marketing)

Dettagli

Capitolo 7. Struttura della presentazione. Movimenti dei fattori produttivi. La mobilità internazionale dei fattori

Capitolo 7. Struttura della presentazione. Movimenti dei fattori produttivi. La mobilità internazionale dei fattori Capitolo 7 La mobilità internazionale dei fattori preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Rosario Crinò) 1 Struttura della presentazione Mobilità internazionale del lavoro Prestiti internazionali

Dettagli

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin Comunicato stampa Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin La sfida del regime di free zone per i punti franchi di Trieste lanciata dal presidente Marina Monassi. Il messaggio

Dettagli