L anticipo su fatture

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L anticipo su fatture"

Transcript

1 L anticipo su fatture E S E R C I T A Z I O N E 2 T E C N I C A B A N C A R I A / D O T T. S T E F A N O P A L A

2 Smobilizzo di crediti commerciali (breve termine) Prevede un anticipo da parte dell ente creditizio I crediti sono detenuti dalle imprese clienti Anticipa i soldi del credito all impresa Banca Incassa i soldi dal debitore dell impresa Impresa cliente Debitore impresa

3 Operazioni autoliquidabili I mezzi per il rimborso non provengono direttamente dal finanziato VANTAGGI : 1. Ripartizione del rischio su soggetti diversi 2. Possibilità di prevedere correttamente i flussi in entrata

4 Modalità di cessione del credito Pro solvendo: se il terzo non assolve il debito la banca si rivale sul sovvenuto Pro soluto: l affidato è sollevato da qualsiasi responsabilità circa il buon fine dell operazione

5 Principali operazioni di smobilizzazione 1. Factoring 2. Sconto bancario ( es: cambiali allo sconto) 3. Anticipo su portafoglio sbf (Riba) 4. Anticipo su fatture (per crediti non cartolarizzati) Castelletto: Importo massimo di crediti che la banca andrà ad anticipare

6 L anticipo fatture Con quest operazione la banca intende fornire una forma di sostegno creditizio alle imprese che non dispongono di effetti cambiari da scontare o ricevute bancarie, ma tendono a regolare le loro transazioni commerciali attraverso le richieste di bonifici o giroconti ai soggetti debitori. (Borroni, Oriani)

7 I soggetti dell anticipo La banca: anticipa generalmente non più dell 80% del credito Impresa cliente: Riceve prima della scadenza buona parte del credito Soggetto debitore dell impresa: Estingue il debito direttamente verso la banca La banca accredita l importo non anticipato all impresa cliente

8 Il mancato buon fine Nel caso di mancato buon fine la banca si rivale sull impresa cliente. NB: gli interessi passivi relativi all anticipo verranno addebitati ugualmente sulle competenze del cliente.

9 Funzionamento contabile L anticipo su fatture è strettamente connesso al conto corrente dell impresa cliente Congiuntamente all utilizzo del c/c ordinario è prevista l apertura di un conto transitorio fruttifero Il conto ordinario subirà unicamente incrementi in avere quando la banca anticiperà i crediti oggetto dell operazione

10 Il funzionamento del conto fruttifero Il conto fruttifero funziona esattamente come quello ordinario I saldi del conto fruttifero saranno solamente in dare L interesse passivo sul conto fruttifero in genere diverge da quello del conto ordinario Le valute delle operazioni corrisponderanno al giorno di concessione dell anticipo e a quello della scadenza del debito

11 Le fatture oggetto di anticipo La banca anticipa solo una parte del credito totale La restante parte prende il nome di margine di garanzia Il margine di garanzia viene accreditato dalla banca a scadenza in caso di buon fine dell operazione. Nel conto ordinario è un movimento in avere Nel conto fruttifero è un movimento in dare, definibile giroconto in quanto a scadenza, il cliente regola la fattura per l importo totale e la banca rigira il margine di garanzia al conto ordinario dell impresa cliente

12 Steps per il calcolo dell anticipo su fatture 1. Calcolare il valore dell anticipo e il relativo margine di garanzia 2. Si redige elenco movimenti e staffa del conto ordinario 3. Si redige elenco movimenti e staffa del conto fruttifero 4. Calcolo degli interessi conto ordinario (attivi/passivi) 5. Calcolo degli interessi sul conto fruttifero 6. Calcolo delle competenze

13 Il costo complessivo dell operazione di finanziamento Competenze dare*365 totale numeri debitori

14 Esercizio 1 La società Youtroll srl ha a disposizione un castelletto di anticipo su fatture. Nel corso del secondo trimestre, la società ha eseguito le seguenti operazioni: Data Descrizione Importo Valuta 01/01/2016 Saldo dare inizio trimestre 15/01/2016 Versamento assegno bancario 03/02/2016 Prelievo su sportello A.T.M /01/ /02/2016

15 Anticipi su fatture Il 4 gennaio 2016 la società richiede un anticipo su una fattura del valore di euro, con scadenza il 4 febbraio Lo stesso giorno la banca concede un anticipo del 70% del valore della fattura. Il 4 febbraio 2016 il cliente regola la fattura. Il 10 febbraio la società richiede un anticipo su una fattura del valore di 8000 euro, con scadenza il 10 marzo Lo stesso giorno la banca concede un anticipo del 75% del valore della fattura. Il 10 marzo la banca comunica al cliente la mancata riscossione della fattura.

16 Riassunto anticipi su fatture Data anticipo importo Percentuale anticipo Scadenza Buon fine 04/01/ % 04/02/2016 SI 10/02/ % 10/03/2016 NO

17 Condizioni contrattuali Si redigano l elenco movimenti e il conto scalare sia del conto ordinario che di quello transitorio fruttifero. Tasso debitorio su conto ordinario: 12% Spese di tenuta conto: 25 euro Tasso debitorio su conto anticipo fatture:11%

18 Calcolo anticipazioni fatture Valore credito fattura Valore credito fattura Margine di garanzia 30% 3000 Margine di garanzia 25% 2000 Anticipo 70% 7000 Anticipo 75% 6000

19 Elenco movimenti conto ordinario Data operazione Valuta Movimenti dare Movimenti avere Descrizione operazioni 01/01/ /12/ Saldo dare inizio trimestre 04/01/ /01/ Accredito anticipo fattura 1 15/01/ /01/ Versamento assegno bancario 03/02/ /02/ Prelievo A.T.M 04/02/ /02/ Accredito margine di garanzia fattura 1 10/02/ /02/ Accredito anticipo fattura 2 10/03/ /03/ Mancata riscossione fattura 2 31/03/ /03/ Saldo finale

20 Riassunto scalare conto ordinario Valuta Movimenti dare Movimenti avere Saldi per valuta Giorni Numeri debitori 31/12/ /01/ /01/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/2016 Totale numeri trimestre

21 Elenco movimenti conto fruttifero Data operazione Valuta Movimenti dare Movimenti avere Descrizione operazioni 31/12/ /01/2016 Saldo inizio trimestre 04/01/ /01/ Addebito per anticipo fattura 1 04/02/ /02/ Regolamento fattura 1 04/02/ /02/ Giroconto margine di garanzia 30% 10/02/ /02/ Addebito per anticipo fattura 2 10/03/ /03/ Giroconto per mancata riscossione fattura 2 31/03/ /03/2016 Saldo finale

22 Riassunto scalare conto fruttifero Valuta Movimenti dare Movimenti avere Saldo Giorni Numeri Debitori 01/01/ /01/ /02/ /02/ /02/ /03/ /03/2016 Totale numeri

23 Calcolo interessi Interessi debitori su conto ordinario 425,62 (numeri debitori*tasso/36500) Interessi debitori su conto fruttifero 117,84 (numeri debitori*tasso/36500)

24 Riepilogo competenze Riepilogo competenze conto ordinario Interessi Passivi 425,62 Spese e commissioni 25,00 TOT COMPETENZE DARE 450,62 Riepilogo competenze conto fruttifero Interessi Passivi 117,84 Spese e commissioni 0,00 TOT COMPETENZE DARE 117,84

25 Esercizio 2 La società Deliver srl ha a disposizione un castelletto di anticipo su fatture. Nel corso del secondo trimestre, la società ha eseguito le seguenti operazioni: Data Descrizione Importo Valuta 31/09/2015 Saldo avere a inizio trimestre /10/2015 Disposizione di bonifico a favore di cliente x 03/11/2015 Bonifico a vostro favore da parte di cliente y /10/ /11/2015

26 Anticipi fatture L 11 ottobre 2015 la società richiede un anticipo su una fattura del valore di euro, con scadenza il 11 novembre Lo stesso giorno la banca concede un anticipo del 75% del valore della fattura. L 11 febbraio 2015 il cliente regola la fattura. Il 2 novembre la società richiede un anticipo su una fattura del valore di 5000 euro, con scadenza il 3 dicembre Lo stesso giorno la banca concede un anticipo del 70% del valore della fattura. Il 3 dicembre la banca comunica al cliente la mancata riscossione della fattura. Il 10 novembre la società richiede un anticipo su una fattura del valore di 9000 euro, con scadenza il 10 dicembre Lo stesso giorno la banca concede un anticipo dell 80% del valore della fattura. IL 10 dicembre 2015 il cliente regola la fattura.

27 Riassunto anticipi su fatture Data anticipo importo Percentuale anticipo Scadenza Buon fine 11/10/ % 11/11/2015 si 02/11/ % 03/11/2015 no 10/11/ % 10/12/2015 si

28 Condizioni contrattuali Si redigano l elenco movimenti e il conto scalare sia del conto ordinario che di quello transitorio fruttifero. Tasso creditorio sul conto ordinario 2% Tasso debitorio su conto ordinario: 12% Spese di tenuta conto: 15 euro Tasso debitorio su conto anticipo fatture:10%

29 Calcolo degli anticipi Valore fattura Margine di garanzia 25% 3000 Anticipo 75% 9000 Valore fattura Margine di garanzia 30% 1500 Anticipo 70% 3500 Valore fattura Margine di garanzia 20% 1800 Anticipo 80% 7200

L anticipo su fatture.

L anticipo su fatture. L anticipo su fatture ESERCITAZIONE 2 TECNICA BANCARIA 2016/2017 DOTT. M A SSIMILIANO MAMELI doppiaemme@live.it Smobilizzo di crediti commerciali Prevede un anticipo da parte dell ente creditizio I crediti

Dettagli

rispondenza intestato a una società C/c c di corrispondenza

rispondenza intestato a una società C/c c di corrispondenza Esercitazioni svolte 2005 Scuola Duemila 189 Obiettivi, conoscenze e competenze Saper fare: l elaborazione tecnico-compustica di un c/c di corrispondenza. Esercitazione n. 32 C/c c di corrispondenza rispondenza

Dettagli

E S E R C I T A Z I O N E 1 T E C N I C A B A N C A R I A / D O T T. S T E F A N O P A L A

E S E R C I T A Z I O N E 1 T E C N I C A B A N C A R I A / D O T T. S T E F A N O P A L A Il conto corrente ESERCITAZIONE 1 TECNICA BANCARIA 2015/2016 DOTT.STEFANO PALA Caratteristiche generali Strumento di raccolta diretta Rappresenta tipicamente un rapporto debitorio per la banca Deposito

Dettagli

E S E R C I T A Z I O N E 1 T E C N I C A B A N C A R I A / D O T T. M A M E L I M A S S I M I L I A N O

E S E R C I T A Z I O N E 1 T E C N I C A B A N C A R I A / D O T T. M A M E L I M A S S I M I L I A N O Il conto corrente ESERCITAZIONE 1 TECNICA BANCARIA 2016/2017 DOTT. M A M ELI MASSIMILIANO Aree di operatività delle banche Operazioni di raccolta: permettono l approvvigionamento di risorse finanziarie

Dettagli

Le operazioni di smobilizzo dei crediti commerciali

Le operazioni di smobilizzo dei crediti commerciali Le operazioni di smobilizzo dei crediti commerciali 1 Bibliografia della corrente lezione Di riferimento: Borroni M., Oriani M. (2008), Le operazioni bancarie, Il Mulino Capitolo III Ruozi R. (2011), Economia

Dettagli

Esercitazione (estratto conto, staffa, prospetto competenze spese, interessi e saldo finale)

Esercitazione (estratto conto, staffa, prospetto competenze spese, interessi e saldo finale) Esercitazione (estratto conto, staffa, prospetto competenze spese, interessi e saldo finale) L azienda agricola BIOLIFE di Viterbo produce vino e olio che distribuisce presso enoteche del Lazio. A inizio

Dettagli

CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2012-2013

CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2012-2013 Università degli Studi di Cagliari Dipartimento di Scienze Economiche ed Aziendali CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2012-2013 Dott. Rundeddu Vincenzo Riepilogo 2 Argomenti trattati Il conto corrente bancario

Dettagli

Si ipotizzi che il conto corrente offerto dalla Banca delle Streghe e dei Maghi preveda le seguenti condizioni:

Si ipotizzi che il conto corrente offerto dalla Banca delle Streghe e dei Maghi preveda le seguenti condizioni: Si ipotizzi che il conto corrente offerto dalla Banca delle Streghe e dei Maghi preveda le seguenti condizioni: FOGLIO INFORMATIVO (estratto) SERVIZIO P.O.S. E ACQUIRING PAGOBANCOMAT Costi per l esercente

Dettagli

ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA

ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA V.O. N.O. Tutti gli studenti devono rispondere alle domande: 1-9. Gli studenti del vecchio ordinamento devono rispondere anche alle

Dettagli

Esercitazione La seguente esercitazione si riferisce a più di un argomento. I temi trattati sono i seguenti:

Esercitazione La seguente esercitazione si riferisce a più di un argomento. I temi trattati sono i seguenti: Esercitazione La seguente esercitazione si riferisce a più di un argomento. I temi trattati sono i seguenti: Carta di debito Carta di Anticipo su Ri Ba Pronti contro termine di raccolta Testo esercitazione

Dettagli

Corso teorico - pratico di contabilità generale e di bilancio

Corso teorico - pratico di contabilità generale e di bilancio Premessa Corso teorico - pratico di contabilità generale e di bilancio a cura di: Enrico Larocca Dottore Commercialista e Revisore Contabile in Matera 6. Le operazioni di smobilizzo dei crediti commerciali.

Dettagli

L APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE

L APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE I FINANZIAMENTI A BREVE TERMINE PROF. GIANLUCA GINESTI Indice 1 INTRODUZIONE -------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 2 L APERTURA

Dettagli

Università di Cagliari CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2014-2015

Università di Cagliari CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2014-2015 Università di Cagliari Dipartimento di Scienze Economiche ed Aziendali Facoltà di scienze economiche giuridiche e politiche CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2014-2015 Dott. Rundeddu Vincenzo LE OPERAZIONI

Dettagli

ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA

ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA Nome e cognome Matricola V.O. N.O. Tutti gli studenti devono rispondere alle domande: 1-9. Gli studenti del vecchio ordinamento devono

Dettagli

Esame di Stato - Lo smobilizzo dei crediti. Svolgimento

Esame di Stato - Lo smobilizzo dei crediti. Svolgimento Esame di Stato - Lo smobilizzo dei crediti di Maurizio Belli Proposta di esercitazione di Economia aziendale Il candidato, dopo aver illustrato le operazioni bancarie di impiego a breve termine ed evidenziato

Dettagli

ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA

ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA ECONOMIA DEGLI STRUMENTI FINANZIARI E ASSICURATIVI/ TECNICA BANCARIA Nome e cognome Matricola V.O. N.O. Tutti gli studenti devono rispondere alle domande: 1-9. Gli studenti del vecchio ordinamento devono

Dettagli

Le operazioni bancarie. A breve termine

Le operazioni bancarie. A breve termine Le operazioni bancarie A breve termine Funzioni delle banche moderne Funzione creditizia: reperiscono i mezzi finanziari sul mkt (stimolano il risparmio) e lo concedono in prestito ad altri soggetti meritori

Dettagli

Fonti di finanziamento esterne:

Fonti di finanziamento esterne: Fonti di finanziamento esterne: DEFINIZIONE: Le fonti esterne di finanziamento sono rappresentate da tutti quei debiti che, con diverse modalità e varie scadenze, l impresa accende con i terzi. SONO FONTI

Dettagli

CALCOLO SCONTO CAMBIARIO: GIORNI DI SCONTO: dal 7/12 (incl.) al 24/02 (incl.) + 10 gg. Banca 90 gg. TASSO DI SCONTO: 5%

CALCOLO SCONTO CAMBIARIO: GIORNI DI SCONTO: dal 7/12 (incl.) al 24/02 (incl.) + 10 gg. Banca 90 gg. TASSO DI SCONTO: 5% Punto n. 1 1/12 Effetti allo sconto a Cambiali attive Presentati effetti allo sconto 55.550,00 CALCOLO SCONTO CAMBIARIO: GIORNI DI SCONTO: dal 7/12 (incl.) al 24/02 (incl.) + 10 gg. Banca 90 gg. TASSO

Dettagli

o Il regolamento della posizione IVA

o Il regolamento della posizione IVA IL REGOLAMENTO DEI DEBITI E CREDITI COMMERCIALI o Il pagamento dei debiti verso fornitori o L incasso dei crediti verso clienti o Il fronteggiamento dei rischi per svalutazione crediti o Il regolamento

Dettagli

Rilevazioni in Co.Ge. di operazioni di compravendita

Rilevazioni in Co.Ge. di operazioni di compravendita Esercitazioni svolte 2006 Scuola Duemila 73 Esercitazione n. 12 Rilevazioni in Co.Ge. di operazioni di compravendita Obiettivi, conoscenze e competenze Sapere: classificare e distinguere i conti in base

Dettagli

esercitazione EIF n 1 a.a : IL FUNZIONAMENTO TECNICO DEI C/C DI CORRISPONDENZA

esercitazione EIF n 1 a.a : IL FUNZIONAMENTO TECNICO DEI C/C DI CORRISPONDENZA esercitazione EIF n 1 a.a. 2006-2007: IL FUNZIONAMENTO TECNICO DEI C/C DI CORRISPONDENZA 1 Premessa l inquadramento dei c/c tra: - raccolta personalizzata e standardizzata - raccolta diretta e indiretta

Dettagli

I FINANZIAMENTI: IL CAPITALE DI TERZI. o Operazioni di finanziamento a breve termine o Operazioni di finanziamento a lungo termine

I FINANZIAMENTI: IL CAPITALE DI TERZI. o Operazioni di finanziamento a breve termine o Operazioni di finanziamento a lungo termine I FINANZIAMENTI: IL CAPITALE DI TERZI o Operazioni di finanziamento a breve termine o Operazioni di finanziamento a lungo termine Cenni introduttivi Il ricorso al finanziamento esterno è necessario, talvolta,

Dettagli

IL FACTORING. SOMMARIO: 1. Factoring 1.1. Generalità 1.2. Aspetti giuridici e fiscali 1.3. Aspetti contabili. 1. Factoring

IL FACTORING. SOMMARIO: 1. Factoring 1.1. Generalità 1.2. Aspetti giuridici e fiscali 1.3. Aspetti contabili. 1. Factoring IL FACTORING SOMMARIO: 1. Factoring 1.1. Generalità 1.2. Aspetti giuridici e fiscali 1.3. Aspetti contabili 1. Factoring 1.1. Generalità Il factoring è un contratto mediante il quale un azienda (industriale,

Dettagli

IL REGOLAMENTO DEI DEBITI E DEI CREDITI

IL REGOLAMENTO DEI DEBITI E DEI CREDITI IL REGOLAMENTO DEI DEBITI E DEI CREDITI OBIETTIVI DELLA LEZIONE Gli effetti commerciali La cambializzazione dei debiti La cambializzazione dei crediti L incasso di effetti attivi Gli effetti attivi presentati

Dettagli

INDICE. Premessa. Capitolo primo IL CAPITALE E IL REDDITO DELLE IMPRESE. Capitolo secondo LA CONTABILITÀ GENERALE: ASPETTI INTRODUTTIVI

INDICE. Premessa. Capitolo primo IL CAPITALE E IL REDDITO DELLE IMPRESE. Capitolo secondo LA CONTABILITÀ GENERALE: ASPETTI INTRODUTTIVI V INDICE Premessa XI Capitolo primo IL CAPITALE E IL REDDITO DELLE IMPRESE 1.1. Il capitale d impresa sotto l aspetto qualitativo 1 1.2. Il capitale d impresa sotto l aspetto quantitativo 5 1.3. Il reddito

Dettagli

Prova di verifica sulle operazioni di acquisto e di vendita e sulla loro rilevazione contabile

Prova di verifica sulle operazioni di acquisto e di vendita e sulla loro rilevazione contabile Alunno.. Prova di verifica sulle operazioni di acquisto e di vendita e sulla loro rilevazione contabile 1. Completa il testo inserendo i termini opportuni. Termini da inserire: consumatori finali, consumo,

Dettagli

Valore nominale del credito < var. fin. + (riscossione) Si riscuotono interessi di mora o penali.

Valore nominale del credito < var. fin. + (riscossione) Si riscuotono interessi di mora o penali. INCASSO CREDITI Valore nominale del credito < var. fin. + (riscossione) Si riscuotono interessi di mora o penali. Cassa (Banca c/c) a Crediti v/clienti 110 100 Interessi di mora 10 Valore nominale del

Dettagli

I CONTRATTI BANCARI. I contratti bancari tipici si ricollegano alle caratteristiche dell attività bancaria. Pertanto si ricollegano a:

I CONTRATTI BANCARI. I contratti bancari tipici si ricollegano alle caratteristiche dell attività bancaria. Pertanto si ricollegano a: I CONTRATTI BANCARI TIPOLOGIE DI CONTRATTI I contratti bancari tipici si ricollegano alle caratteristiche dell attività bancaria. Pertanto si ricollegano a: la raccolta, definita come acquisizione di fondi

Dettagli

. CONVENZIONI BANCA MONTE PARMA - CARISBO. CONVENZIONI BANCO POPOLARE. BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA. CONVENZIONI CARIPARMA CREDIT AGRICOLE

. CONVENZIONI BANCA MONTE PARMA - CARISBO. CONVENZIONI BANCO POPOLARE. BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA. CONVENZIONI CARIPARMA CREDIT AGRICOLE DI SEGUITO. CONVENZIONI BANCA MONTE PARMA - CARISBO. CONVENZIONI BANCO POPOLARE. BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA. CONVENZIONI CARIPARMA CREDIT AGRICOLE BANCA MONTE PARMA - CARISBO Spese tenuta conto

Dettagli

BASE 30 1,50 6,00 0,85 TOTAL illimitate esente 27,00 0,85 0,30% 0,40% 0,50%

BASE 30 1,50 6,00 0,85 TOTAL illimitate esente 27,00 0,85 0,30% 0,40% 0,50% CARIPARMA Spese tenuta conto corrente Operazioni gratuite Costo per operazione Canone mensile trimestrali dopo quelle gratuite Invio e/c BASE 30 1,50 6,00 0,85 TOTAL illimitate esente 27,00 0,85 Carnet

Dettagli

ESERCITAZIONE N 2 RAGIONERIA

ESERCITAZIONE N 2 RAGIONERIA Corso di studi in Economia e Commercio ESERCITAZINE N 2 RAGINERIA Mercoledì 30.11.2016 Esercizi I PARTE 1. Vengono vendute merci per 1.600 + IVA al 22% con regolamento in contanti. Redigere le scritture

Dettagli

Costo per operazione dopo quelle gratuite. A/C altre banche. Contanti, A/B e A/C su Cariparma

Costo per operazione dopo quelle gratuite. A/C altre banche. Contanti, A/B e A/C su Cariparma CARIPARMA Spese tenuta conto corrente Operazioni gratuite trimestrali Costo per operazione dopo quelle gratuite Canone mensile Invio e/c Aziende generiche 20 1,70 7,00 0,85 Tabaccai 30 1,00 7,00 0,85 Benzinai

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING PRIMUS CAPITAL SPA Sede legale (e sede amministrativa): Corso Venezia, 36 20121 Milano (MI) Numero di telefono 02 33401396

Dettagli

CARIPARMA CONVENZIONI BANCARIE ASCOM PARMA: APRILE Spese tenuta conto corrente Operazioni gratuite trimestrali

CARIPARMA CONVENZIONI BANCARIE ASCOM PARMA: APRILE Spese tenuta conto corrente Operazioni gratuite trimestrali CARIPARMA Spese tenuta conto corrente Operazioni gratuite trimestrali Costo per operazione dopo quelle gratuite Canone mensile Invio e/c Aziende generiche 20 1,70 7,00 0,85 Tabaccai 30 1,00 7,00 0,85 Benzinai

Dettagli

ESERCITAZIONE CLASSE SECONDA COMPRAVENDITA DI MERCI: RILEVAZIONI IN P.D. 1 Crediti v/clienti Merci c/vendite Iva a debito 525

ESERCITAZIONE CLASSE SECONDA COMPRAVENDITA DI MERCI: RILEVAZIONI IN P.D. 1 Crediti v/clienti Merci c/vendite Iva a debito 525 ESERCITAZIONE CLASSE SECONDA COMPRAVENDITA DI MERCI: RILEVAZIONI IN P.D. 1) Prelevate merci per uso personale dell imprenditore il cui valore normale ammonta a 2.500 euro. 1 Crediti v/clienti 3.025 Merci

Dettagli

IL FACTORING. SOMMARIO: 1. Factoring. 1.1 Generalità Aspetti giuridici e fiscali Aspetti contabili. 1 Factoring. 1.

IL FACTORING. SOMMARIO: 1. Factoring. 1.1 Generalità Aspetti giuridici e fiscali Aspetti contabili. 1 Factoring. 1. IL FACTORING SOMMARIO: 1. Factoring. 1.1 Generalità. 1.2. Aspetti giuridici e fiscali. 1.3. Aspetti contabili. 1 Factoring 1.1 Generalità Il factoring è un contratto mediante il quale un azienda (industriale,

Dettagli

FACTORING PRO SOLVENDO Con accredito alla scadenza

FACTORING PRO SOLVENDO Con accredito alla scadenza FACTORING PRO SOLVENDO Con accredito alla scadenza In data 1/10/10 viene ceduto ad una società di Factoring alla clausola pro-solvendo senza accredito anticipato, il credito di 10.000 Euro scadente il

Dettagli

Circuito della produzione

Circuito della produzione 1 Acquisto materie prime (ffs) in contanti 1. Si acquistano materie prime in contanti per 80. V.E.N. + Costi per acquisto FFS (Materie prime) 80 -Cassa 80 2 Acquisto materie prime (ffs) a dilazione 2.

Dettagli

Capitale di credito PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE

Capitale di credito PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE Definizione È una forma di finanziamento basata sulla presentazione all incasso, da parte dell impresa, di crediti in scadenza aventi o meno natura cambiaria e

Dettagli

5^ classe ITC - secondo quadrimestre

5^ classe ITC - secondo quadrimestre Concessione di fido per anticipo su fatture: documentazione bancaria; registrazioni in P.D. sui giornali di contabilità generale della banca e dell azienda cliente 5^ classe ITC - secondo quadrimestre

Dettagli

Finimpresa s.r.l. ACCORDO QUADRO REGIONALE TESORERIA Condizioni accordo del 15 ottobre Associati C.N.A. Modena e Imola

Finimpresa s.r.l. ACCORDO QUADRO REGIONALE TESORERIA Condizioni accordo del 15 ottobre Associati C.N.A. Modena e Imola ACCORDO QUADRO REGIONALE TESORERIA Condizioni accordo del 15 ottobre 2013 Associati C.N.A. Modena e Imola Aggiornato 30/06/2017 Valido nel mese LUGLIO 2017 ISTITUTI DI CREDITO CONVENZIONATI ACCORDO REGIONALE

Dettagli

Debiti verso banche: le aperture di credito

Debiti verso banche: le aperture di credito Debiti verso banche: le aperture di credito I debiti verso le banche per le imprese comprendono tutti quei debiti in cui la controparte è un istituto di credito, a titolo di anticipazione, affidamento

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Attività e passività finanziarie I prestiti bancari e altre operazioni di finanziamento I prestiti bancari - aspetti generali I prestiti bancari: sono eterogenei

Dettagli

LA CONTABILITÀ GENERALE

LA CONTABILITÀ GENERALE LA CONTABILITÀ GENERALE OGGETTO: IL SISTEMA DELLE OPERAZIONI DI GESTIONE SCOPO: 1) DETERMINAZIONE PERIODICA CAPITALE DI FUNZIONAMENTO E REDDITO 2) CONTROLLO CONTINUO MOVIMENTI FINANZIARI ED ECONOMICI STRUMENTO:

Dettagli

Genova, 10 marzo 2016. Titolo OIC 14 Le disponibilità liquide. Sede di svolgimento Genova

Genova, 10 marzo 2016. Titolo OIC 14 Le disponibilità liquide. Sede di svolgimento Genova Genova, 10 marzo 2016 Titolo OIC 14 Le disponibilità liquide Sede di svolgimento Genova 1 Il cash pooling Cash pooling: si concentra nella figura di un unico soggetto, che generalmente fa capo alla capo

Dettagli

UNICREDIT SPA (*) CONVENZIONE CON GARANZIA CONFIDI LAZIO AREA RETAIL E CORPORATE (DECORRENZA 30/01/2012) Condizioni economiche Garanzia sussidiaria

UNICREDIT SPA (*) CONVENZIONE CON GARANZIA CONFIDI LAZIO AREA RETAIL E CORPORATE (DECORRENZA 30/01/2012) Condizioni economiche Garanzia sussidiaria Mutuo Chirografario a 5 anni Prestito Partecipativo, Credit Più massima 4,85% elevata 5,10% 5,35% Ampia 6,10% regolare 6,60% Discreta 6,85% sufficiente 7,85% UNICREDIT SPA (*) CONVENZIONE CON GARANZIA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING PRIMUS CAPITAL SPA Sede legale (e sede amministrativa): Corso Venezia, 36 20121 Milano (MI) Numero di telefono 02 33401396

Dettagli

Conoscere due modalità di finanziamento dell impresa. Facoltà di Economia. oggetto della lezione. obiettivo della lezione

Conoscere due modalità di finanziamento dell impresa. Facoltà di Economia. oggetto della lezione. obiettivo della lezione Università degli studi di L Aquila RAGIONERIA GENERALE E APPLICATA I FINANZIAMENTI: IL RIPORTO PASSIVO E LO SMOBILIZZO DI CREDITI FABIO CIAPONI Facoltà di Economia oggetto della lezione I FINANZIAMENTI:

Dettagli

Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A BREVE TERMINE. Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio

Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A BREVE TERMINE. Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A BREVE TERMINE 1 Le Operazioni di Impiego: I Finanziamenti a Breve Termine Finanziamenti Bancari Finanziamenti a breve termine Finanziamenti a medio-

Dettagli

CHE COS E IL FACTORING

CHE COS E IL FACTORING Schema Operazioni di factoring pro solvendo Servizio offerto da Serfactoring S.p.A. Via Fabiani, 1/B - 20097 San Donato Milanese (MI) Fax:0252045730/8/9 Tel. Centralino: 025201 Società per Azioni Sede

Dettagli

Merci c/apporti ,00 Merci ,00

Merci c/apporti ,00 Merci ,00 In data 1/3 si è costituita l'azienda individuale del Sig. Rossi che ha apportato 50.000 euro in contanti, un impianto valutato 10.000 euro e macchine d'uffcio del valore di 15.000 euro. 01- mar Denaro

Dettagli

ANTICIPAZIONE AL SALVO BUON FINE (SBF)

ANTICIPAZIONE AL SALVO BUON FINE (SBF) Foglio informativo relativo a ANTICIPAZIONE AL SALVO BUON FINE (SBF) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo San Giuseppe di Mussomeli s.c.r.l. Piazzale Concordato n.5 93014 Mussomeli (CL)

Dettagli

Data Descrizione Dare Avere. 01/01 Apertura del conto , 00 31/12 Prelevamenti extragestione , 00 31/12 Ritenute subite 270, 00

Data Descrizione Dare Avere. 01/01 Apertura del conto , 00 31/12 Prelevamenti extragestione , 00 31/12 Ritenute subite 270, 00 2. LE SCRITTURE DI EPILOGO E DI CHIUSURA DEI CONTI 2.1 completamento di conti di mastro ( ) 90.01 Conto di risultato economico Data Descrizione Dare Avere 31/12 Totale componenti positivi 900 000, 00 31/12

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI. Condizioni Economiche

DOCUMENTO DI SINTESI. Condizioni Economiche DOCUMENTO DI SINTESI N 13 del 18/12/2016 relativo ai Servizi di Conto Corrente Arancio Condizioni Economiche Spese variabili Accredito stipendio/pensione 0 Portabilità 0 Ricariche telefoniche 0 Bollettini

Dettagli

Sifin S.r.l. Soluzioni finanziarie per la gestione crediti di derivazione pubblica. Dedicato ad aziende Corporate. Ottobre 2008.

Sifin S.r.l. Soluzioni finanziarie per la gestione crediti di derivazione pubblica. Dedicato ad aziende Corporate. Ottobre 2008. Sifin S.r.l. dal 1985 Soluzioni finanziarie per la gestione crediti di derivazione pubblica Dedicato ad aziende Corporate Ottobre 2008-1 - La nostra storia Sifin Srl è una società di factoring regolarmente

Dettagli

CHE COS E IL FACTORING

CHE COS E IL FACTORING - serfactoring Schema Operazioni Maturity Servizio offerto da Serfactoring S.p.A. Via Fabiani, 1/B - 20097 San Donato Milanese (MI) Fax:0252045730/8/9 Tel. Centralino: 025201 Società per Azioni Sede legale

Dettagli

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito. I servizi di finanziamento e di hedging

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito. I servizi di finanziamento e di hedging Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito I servizi di finanziamento e di hedging I servizi di finanziamento I prestiti sono concessi nell ambito di un predefinito rapporto di fido o di affidamento

Dettagli

Pagina 1 / 13 NICOLA TRIPODI VIA LUIGI ARNALDO VASSALLO 51 00159 ROMA (RM) 1030 3213 8613 13839 CC CONDIZIONI E TASSI

Pagina 1 / 13 NICOLA TRIPODI VIA LUIGI ARNALDO VASSALLO 51 00159 ROMA (RM) 1030 3213 8613 13839 CC CONDIZIONI E TASSI NICOLA TRIPODI VIA LUIGI ARNALDO VASSALLO 51 00159 ROMA (RM) Rapporto 1030 3213 8613 13839 CC CONDIZIONI E TASSI IBAN Italiano: C 01030 03213 000001383910 IBAN Europeo: IT 22 C 01030 03213 000001383910

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO INCASSI CARTACEI ED ELETTRONICI Servizi di incasso: RI.BA., SEPA SDD, M.AV., Titoli cambiari, Fatture

FOGLIO INFORMATIVO INCASSI CARTACEI ED ELETTRONICI Servizi di incasso: RI.BA., SEPA SDD, M.AV., Titoli cambiari, Fatture FOGLIO INFORMATIVO INCASSI CARTACEI ED ELETTRONICI Servizi di incasso: RI.BA., SEPA SDD, M.AV., Titoli cambiari, Fatture INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Sant Angelo Corso Vittorio Emanuele n. 10-92027

Dettagli

Finanziamento BNL Ciclo Produttivo

Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Limiti di importo esclusione del settore armamenti, con fatturato annuo fino a 30 Finanziamento a breve termine, con piano di ammortamento e covenant commerciali contrattualizzati

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Gestione Incassi S.B.F. (Salvo Buon Fine) e D.I. (Dopo Incasso)

FOGLIO INFORMATIVO. Gestione Incassi S.B.F. (Salvo Buon Fine) e D.I. (Dopo Incasso) FOGLIO INFORMATIVO Gestione Incassi S.B.F. (Salvo Buon Fine) e D.I. (Dopo Incasso) INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-4138 San Felice sul Panaro

Dettagli

ESERCIZI DI CONTABILITA

ESERCIZI DI CONTABILITA ESERCIZI DI CONTABILITA (PRIMA PARTE) ACQUISTO E VENDITA: In data 1/7 la società X paga fitti passivi per euro 6000, con denaro in cassa. In data 3/7la società riscuote, in contanti, fitti attivi per euro

Dettagli

Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail

Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail Impegni commerciali Penali Condizioni Banca regolamentari del Fondo Centrale di Garanzia Finanziamento a BT, con piano di ammortamento e covenant commerciali contrattualizzati

Dettagli

RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA Prova scritta del 10 settembre 2012

RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA Prova scritta del 10 settembre 2012 Esercizio 1 RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA Prova scritta del 10 settembre 2012 Dalla situazione contabile dell azienda industriale Cielo spa in data 01/01/2011 risultano, tra gli altri, i seguenti conti:

Dettagli

Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli articoli n. 115 e seguenti T.U.B.

Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli articoli n. 115 e seguenti T.U.B. Foglio Informativo n UF06 Aggiornamento n 30 ultimo aggiornamento 04/11/2016 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli articoli n. 115 e seguenti T.U.B.

Dettagli

PORTAFOGLIO FOGLIO INFORMATIVO. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo del Carso Soc.Coop. Zadruga Zadružna kraška banka

PORTAFOGLIO FOGLIO INFORMATIVO. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo del Carso Soc.Coop. Zadruga Zadružna kraška banka INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo del Carso Soc.Coop. Zadruga Zadružna kraška banka Via Ricreatorio 2-34151 Opicina(TS) Tel.: 040/21491 Fax: 040/211879 Email: info@bcccarso.it Sito

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di ANTICIPAZIONE AL SALVO BUON FINE (SBF)

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di ANTICIPAZIONE AL SALVO BUON FINE (SBF) FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di ANTICIPAZIONE AL SALVO BUON FINE (SBF) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cagliari s.c. Viale Armando Ciusa 52, - 09131 CAGLIARI - (CA)

Dettagli

1) In data 18/5 si riceve la fattura n. 470 della Gamma Srl per l acquisto di merci per ,00 + IVA 22%.

1) In data 18/5 si riceve la fattura n. 470 della Gamma Srl per l acquisto di merci per ,00 + IVA 22%. ESERCITAZIONE DEL 06/11/2013 CORSO DI ECONOMIA AZIENDALE ACQUISTI DI BENI A FECONDITA SEMPLICE 1) In data 18/5 si riceve la fattura n. 470 della Gamma Srl per l acquisto di merci per 20.500,00 + IVA 22%.

Dettagli

Definizione. I crediti rappresentano il diritto di esigere, ad una certa data determinati importi da clienti e da altri soggetti OIC 11

Definizione. I crediti rappresentano il diritto di esigere, ad una certa data determinati importi da clienti e da altri soggetti OIC 11 I CREDITI Definizione I crediti rappresentano il diritto di esigere, ad una certa data determinati importi da clienti e da altri soggetti OIC 11 Aspetti di osservazione rilevanti: L origine La natura del

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo a ANTICIPAZIONI FATTURE O ALTRI DOCUMENTI

FOGLIO INFORMATIVO. relativo a ANTICIPAZIONI FATTURE O ALTRI DOCUMENTI INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo a ANTICIPAZIONI FATTURE O ALTRI DOCUMENTI Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25-25024 Leno (BS) Tel.: 030 9040265/280 Fax: 030 9068361

Dettagli

Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail

Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail Impegni commerciali Penali Condizioni Banca settore armamenti, associate a Fidi Impresa & Turismo Veneto, con fatturato previste dalle norme regolamentari del

Dettagli

Prima esercitazione A.A. 2007/2008 ANALISI DELLE VARIAZIONI

Prima esercitazione A.A. 2007/2008 ANALISI DELLE VARIAZIONI Prima esercitazione A.A. 2007/2008 ANALISI DELLE VARIAZIONI 1) VE- VE+ + COSTI SOSTENUTI NEL PERIODO Apporto di merci 20.000 2) VE- VE+ + COSTI SOSTENUTI NEL PERIODO Acquisto merci 135.000 3) VE- VE+ +

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 26 09.07.2014 Il nuovo OIC 15 Crediti 2 Parte: la cancellazione dei crediti dal bilancio Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Principi contabili

Dettagli

Situazione contabile, scritture di esercizio, scritture di assestamento, rilevazione del reddito e chiusura dei conti.

Situazione contabile, scritture di esercizio, scritture di assestamento, rilevazione del reddito e chiusura dei conti. Situazione contabile, scritture di esercizio, scritture di assestamento, rilevazione del reddito e chiusura dei conti. I valori della Situazione contabile dell azienda AreaNord s.p.a. al 20/12/n sono i

Dettagli

Foglio Informativo del Servizio/Prodotto APERTURA DI CREDITO E ANTICIPI IN CONTO CORRENTE Non consumatori Serie FI0201

Foglio Informativo del Servizio/Prodotto APERTURA DI CREDITO E ANTICIPI IN CONTO CORRENTE Non consumatori Serie FI0201 Foglio Informativo del Servizio/Prodotto APERTURA DI CREDITO E ANTICIPI IN CONTO CORRENTE Non consumatori Serie FI0201 INFORMAZIONI SULLA BANCA Condizioni praticate dal 01/12/2016 Banca Popolare del Lazio

Dettagli

PIANO DEI CONTI BILANCIO. Biblioteca di Economia aziendale STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO DI UN IMPRESA MERCANTILE INDIVIDUALE

PIANO DEI CONTI BILANCIO. Biblioteca di Economia aziendale STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO DI UN IMPRESA MERCANTILE INDIVIDUALE Biblioteca di Economia aziendale PIANO DEI CONTI DI UN IMPRESA MERCANTILE INDIVIDUALE Documento Piano dei conti BILANCIO DI UN IMPRESA MERCANTILE INDIVIDUALE STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO per il secondo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo a ANTICIPAZIONI AL SALVO BUON FINE

FOGLIO INFORMATIVO. relativo a ANTICIPAZIONI AL SALVO BUON FINE INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo a ANTICIPAZIONI AL SALVO BUON FINE Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25-25024 Leno (BS) Tel.: 030 9040265/280 Fax: 030 9068361

Dettagli

CREDITI ALL ESPORTAZIONE

CREDITI ALL ESPORTAZIONE CREDITI ALL ESPORTAZIONE Quali forniture sono ammissibili all'intervento? I beni forniti devono essere beni di investimento italiani: macchinari, impianti, studi, progettazioni, lavori e servizi, nonché

Dettagli

SCONTO DI PORTAFOGLIO

SCONTO DI PORTAFOGLIO SCONTO DI PORTAFOGLIO Foglio informativo in ottemperanza alle disposizioni di cui alla delibera CICR del 4 marzo 2003 e alle successive Istruzioni di Vigilanza della Banca d Italia del 15 luglio 2015 INFORMAZIONI

Dettagli

Il nuovo regime di deducibilità delle perdite su crediti

Il nuovo regime di deducibilità delle perdite su crediti Alain Devalle (Università di Torino - Ordine di Torino) Il nuovo regime di deducibilità delle perdite su crediti 1 I crediti Valore di Iscrizione Valore nominale Fondo svalutazione crediti Valore di presumibile

Dettagli

PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - SERVIZIO BANCARIO DI BASE TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 1 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' PER I

Dettagli

ECONOMIA AZIENDALE I (D-L) Esercizio n. 5. Florentia s.r.l. La soluzione

ECONOMIA AZIENDALE I (D-L) Esercizio n. 5. Florentia s.r.l. La soluzione (D-L) Esercizio n. 5 Florentia s.r.l. La soluzione 23 gennaio: VERSAMENTO CAPITALE SOCIALE VF+ Liquidità 40.000 VE+ Conto di capitale Capitale sociale 40.000 Capitale sociale 40.000 40.000 12 febbraio:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO INCASSI CARTACEI ED ELETTRONICI

FOGLIO INFORMATIVO INCASSI CARTACEI ED ELETTRONICI FOGLIO INFORMATIVO INCASSI CARTACEI ED ELETTRONICI INFORMAZIONI SULLA BANCA Offerta Fuori Sede Promotore Finanziario Nome e Cognome Nr. Iscrizione Albo CHE COS È IL SERVIZIO INCASSI CARTACEI ED ELETTRONICI

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

La pianificazione dell equilibrio finanziario

La pianificazione dell equilibrio finanziario La pianificazione dell equilibrio finanziario Sebastiano Di Diego - Fabrizio Micozzi 1 L ottimizzazione della gestione delle fonti di finanziamento richiede l analisi di una metodologia di calcolo del

Dettagli

LENTE D'INGRANDIMENTO: ESTRATTO CONTO BANCARIO

LENTE D'INGRANDIMENTO: ESTRATTO CONTO BANCARIO LENTE D'INGRANDIMENTO: ESTRATTO CONTO BANCARIO Essere intestatari di un rapporto di conto corrente bancario non è un obbligo; tuttavia, rappresenta una necessità, e tutti noi siamo di fatto costretti ad

Dettagli

LE FONTI DEL DIRITTO BANCARIO E FINANZIARIO

LE FONTI DEL DIRITTO BANCARIO E FINANZIARIO INDICE Introduzione....................................... VII Capitolo I LE FONTI DEL DIRITTO BANCARIO E FINANZIARIO 1. Nozione di diritto bancario.......................... 1 2. Le fonti......................................

Dettagli

Contabilità e bilancio

Contabilità e bilancio Lezione-online Contabilità e bilancio 8 - Acquisti e vendite Dott. Riccardo Russo ACQUISTI E VENDITE Le imprese nascono con l obiettivo di generare un reddito e di perdurare nel tempo. Per fare ciò realizzano

Dettagli

dell andamento dei rischi:

dell andamento dei rischi: Schema Dilazioni di pagamento Servizio offerto da Serfactoring S.p.A. Via Fabiani, 1/B - 20097 San Donato Milanese (MI) Fax:0252045730/8/9 Tel. Centralino: 025201 Società per Azioni Sede legale in San

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE OPERAZIONI DI ACQUISTO 1 LE OPERAZIONI DI ACQUISTO DI BENI DI SERVIZI DI IMMOBILIZZAZIONI SUI MERCATI ESTERI 2 Pag. 1 DI BENI CORRETTA VALORIZZAZIONE DELL OPERAZIONE

Dettagli

Capitolo 30. Gestione della liquidità. Principi di finanza aziendale. Richard A. Brealey Stewart C. Myers Sandro Sandri.

Capitolo 30. Gestione della liquidità. Principi di finanza aziendale. Richard A. Brealey Stewart C. Myers Sandro Sandri. Principi di finanza aziendale Capitolo 30 IV Edizione Richard A. Brealey Stewart C. Myers Sandro Sandri Gestione della liquidità Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 30-2 Argomenti trattati

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana Dicembre 2011 A partire dalla data contabile settembre 2010, il flusso di ritorno statistico della "matrice dei conti" è stato riattivato nella sua interezza.

Dettagli

chiusura; bilancio d esercizio ( )

chiusura; bilancio d esercizio ( ) 5. ESERCIZI DI RIEPILOGO 5.1 scritture di apertura, di esercizio, di assestamento, di epilogo e di chiusura; bilancio d esercizio ( ) 01/01 01.01 COSTI DI IMPIANTO apertura del conto 7 000, 00 01/01 02.01

Dettagli

Partita doppia: esercitazione 01 del

Partita doppia: esercitazione 01 del Partita doppia: esercitazione 01 del 02 12-2016 La ditta individuale Tanca rileva i seguenti fatti amministrativi di gestione esterna relativi al mese di ottobre 2016. Gli importi sono in euro. 03 Si costituisce

Dettagli

LA RILEVAZIONE DELLE OPERAZIONI DI REALIZZO

LA RILEVAZIONE DELLE OPERAZIONI DI REALIZZO LA RILEVAZIONE DELLE OPERAZIONI DI REALIZZO OBIETTIVI DELLA LEZIONE La rilevazione delle fatture di vendita I resi e rettifiche sulle vendite Gli anticipi da clienti Gli aspetti contabili della rilevazione

Dettagli

CARTA PREPAGATA NOMINATIVA RICARICABILE FONDAZIONE PER IL TUO CUORE. Carta Prepagata: n.: / Scadenza: n.: (*)

CARTA PREPAGATA NOMINATIVA RICARICABILE FONDAZIONE PER IL TUO CUORE. Carta Prepagata: n.: / Scadenza: n.: (*) SIGILLO SOCIETÀ PER AZIONI - SEDE LEGALE E DIREZIONE GENERALE: I-36100 VICENZA, VIA BTG. FRAMARIN 18 - TEL. +39-0444 339 111 -- FAX +39-0444 329364 - SWIFT BPVI IT 22 CAPITALE SOCIALE AL 31/12/2015 377.204.358,75

Dettagli

Corso teorico pratico di contabilità generale e bilancio

Corso teorico pratico di contabilità generale e bilancio Corso teorico pratico di contabilità generale e bilancio di Enrico Larocca Dottore Commercialista e Revisore Contabile in Matera IL FORFAITING FINANCING: ASPETTI OPERATIVI E CONTABILI Quadro di riferimento

Dettagli

Foglio informativo Anticipi su crediti commerciali Italia ed Estero

Foglio informativo Anticipi su crediti commerciali Italia ed Estero Foglio Informativo 11 Ottobre 2016 Foglio informativo cc dipendenti di azienda CC09 Foglio Informativo Foglio informativo Anticipi su crediti commerciali Italia ed Estero INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca

Dettagli

Università di Cagliari CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2013-2014

Università di Cagliari CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2013-2014 Università di Cagliari Dipartimento di Scienze Economiche ed Aziendali Facoltà di scienze economiche giuridiche e politiche CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2013-2014 Dott. Rundeddu Vincenzo LE OPERAZIONI

Dettagli