Perché investire nel mercato azionario statunitense?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Perché investire nel mercato azionario statunitense?"

Transcript

1 Perché investire nel mercato azionario statunitense? Sintesi dei contenuti Riteniamo che gli investitori non statunitensi commetterebbero un grave errore ignorando i mercati internazionali, e in particolare quello americano. Un esposizione eccessiva al proprio mercato locale espone al pericolo di non cogliere le opportunità di guadagno offerte dai principali temi d'investimento. Inoltre, comporta anche dei rischi a livello di diversificazione. Alcuni dei vantaggi degli investimenti in mercati esterni a quello del proprio paese o regione sono: Migliore allocazione strategica degli asset. Gli investimenti in altre regioni geografiche rappresentano un ottimo modo per migliorare la performance corretta per il rischio del proprio portafoglio. Gli investitori esclusivamente orientati ai propri mercati locali tendono ad investire eccessivamente nei titoli che conoscono meglio, il che spesso determina un'inefficiente allocazione del capitale. Maggiori opportunità. A differenza di altre piazze azionarie di minori dimensioni, l ampiezza e l elevata liquidità del mercato statunitense offrono eccellenti opportunità di diversificazione a livello di temi, settori e trend d investimento. Inoltre, in virtù della forte presenza internazionale di molte aziende statunitensi, investire in azioni americane spesso significa investire nella crescita globale. Per finire, l economia statunitense è anche la più tecnologicamente avanzata e competitiva del mondo. Un economia solida. L economia americana in passato ha beneficiato di robusti livelli di crescita della produttività, alimentati dalla costante rigenerazione del capitale umano dovuta al costante afflusso di cervelli da ogni parte del mondo. Gli Stati Uniti sono inoltre i principali beneficiari dei flussi di investimenti stranieri diretti (FDI). Tuttavia, esistono anche dei rischi, ad esempio normativi o legati alla valuta, mentre in alcuni casi la maturità stessa del mercato Usa significa che le opportunità di crescita più promettenti (ma rischiose) si trovano in paesi esterni. Altri rischi riguardano la stabilità politica, la carenza di informazioni e (in particolare nei mercati emergenti) l assenza di norme e regolamenti finanziari e contabili rigorosi. La recessione iniziata nel 2008 rappresenta un ulteriore problema. Tuttavia, numerosi economisti ritengono che gli Stati Uniti saranno il primo paese ad emergere dalla crisi grazie alla flessibilità del loro mercato e all ampia portata delle misure fiscali adottate per risollevare l'economia. Inoltre, l America ha dimostrato ottime capacità di risollevarsi da gravi crisi, sia economiche che politiche. Alcuni dei fattori alla base di queste brillanti capacità di ripresa sono la cultura imprenditoriale e innovativa, l elevata produttività e i trend demografici favorevoli.

2 A nostro parere, i motivi per cui la diversificazione del portafoglio, in particolare mediante una consistente esposizione al mercato azionario americano, rappresenta una decisione vincente sono numerosi ed estremamente validi. In questo articolo li esamineremo tutti, uno per volta. I rischi di un'esposizione concentrata nel proprio mercato locale Le nostre analisi indicano che gli investitori spesso tendono ad esporsi in modo eccessivo ai propri mercati nazionali, limitando così il potenziale di diversificazione del portafoglio. Ad esempio, gli europei tendono a concentrare i propri investimenti in azioni europee, sebbene i titoli statunitensi rappresentino circa il 50% del mercato mondiale 1, mentre quelli giapponesi quasi il 12%, quelli britannici il 9%, quelli francesi il 5%, quelli tedeschi il 4%, e via dicendo. Spesso gli investitori non si preoccupano di ottimizzare la diversificazione dei propri portafogli. Ciò può essere dovuto ai regolamenti imposti dalle autorità locali, ma in genere dipende dal fatto che preferiscono restare in acque conosciute. Tuttavia, l impressione di conoscere bene un mercato può distorcere la percezione del rischio: gli investitori spesso pensano che i titoli stranieri siano molto più rischiosi di quelli nazionali, anche senza prove concrete, e allo stesso tempo tendono a sopravvalutare le aspettative di rendimento dei titoli nazionali. Se la ripartizione degli asset venisse sempre effettuata sulla base della Moderna Teoria di Portafoglio 2, l esposizione ai mercati locali tenderebbe ad essere inferiore, e quella ai listini Usa notevolmente più alta. Il rapporto rischio/rendimento In passato la diversificazione internazionale degli investimenti ha quasi sempre permesso di ridurre il rischio totale dei portafogli, offrendo al contempo maggiori possibilità di guadagno. Questa teoria è corroborata dai risultati di numerosi studi. La diversificazione aumenta inserendo nel portafoglio investimenti con una bassa correlazione reciproca. Le correlazioni sono dinamiche e complesse Il concetto di correlazione degli asset è stato elaborato partendo da un aspetto poco noto della Moderna Teoria di Portafoglio, per fornire un supporto analitico alle decisioni di investimento. Combinando opportunamente coppie di classi di attività con bassa correlazione reciproca si dovrebbe in teoria poter mitigare la volatilità dei risultati e migliorare la performance corretta per il rischio. Ad esempio, dieci anni fa la correlazione tra l indice S&P 500 e l indice MSCI EAFE (che non contiene azioni Usa) era pari a 0,31, un livello che indica la presenza di opportunità di incrementare i rendimenti corretti per il rischio mediante la diversificazione degli investimenti tra azioni statunitensi e straniere. Successivamente la correlazione tra i due benchmark ha iniziato ad aumentare gradualmente, toccando il massimo storico di 0,87 nel luglio Ciò ha portato alcuni osservatori a mettere in dubbio i presunti vantaggi della diversificazione globale sulla performance di portafoglio corretta per il rischio. Tuttavia, tali conclusioni si basano sui dati storici quinquennali per periodi di rendimenti mensili costanti. Con un orizzonte storico più sensibile di soli due anni le conclusioni raggiunte sono molto diverse, in quanto si osserva che la correlazione tra le azioni Usa e quelle straniere raggiunge il picco di 0,93 nel marzo del 2005 e scende a 0,62 entro fine giugno Le analisi su un orizzonte temporale più dinamico indicano che i migliori risultati in termini di diversificazione si conseguono mediante una combinazione di investimenti in azioni statunitensi e straniere. 3 1 Indice azionario globale MSCI World, dati al 31 dicembre Fonte: Wilshire Atlas. 2 Cfr. ad es. Harry M. Markowitz, Portfolio Selection Journal of Finance, vol.7, no.1 (marzo 1952), pp Fonte: FactSet. 2 Perché investire nel mercato azionario statunitense? INVESTMENT INSIGHTS

3 Sette buoni motivi per investire nel mercato azionario statunitense 1. La maggiore economia mondiale e il più grande mercato azionario del mondo Gli Stati Uniti sono l economia più grande e importante del mondo. La seconda economia mondiale, quella giapponese, è grande solo un terzo di quella statunitense. Il mercato azionario americano, che rappresenta circa la metà dell MSCI World Index 4, ne è la prova concreta. La concentrazione di ricchezza del mercato americano, che a fine 2007 aveva una capitalizzazione complessiva di 19,9 mila miliardi di dollari 5, è ineguagliata nel mondo. La capitalizzazione di borsa delle imprese statunitensi è 5,2 volte maggiore di quelle britanniche, 4,5 volte maggiore di quelle giapponesi, 9,5 volte maggiore di quelle tedesche e 17,2 volte più alta di quelle di Hong Kong 6. Inoltre, nel 2008 nove delle prime 20 società della lista Forbes Global 2000 avevano sede centrale negli Stati Uniti, mentre in Gran Bretagna e Francia ne esistevano solo tre ciascuna; due nei Paesi Bassi e una a testa in Germania, Russia e Giappone. Ben 29 delle prime 100 società mondiali hanno sede centrale negli Stati Uniti 7. Le dimensioni dell economia americana e del suo mercato azionario, e la forte presenza di società ad elevata capitalizzazione di borsa leader di mercato nei rispettivi settori offre agli investitori maggiori possibilità di scelta. I mercati più ampi tendono inoltre a promuovere la concorrenza e, pertanto, l efficienza aziendale. La vasta scelta di società in cui investire significa inoltre che il mercato azionario degli Stati Uniti è più diversificato internamente, a differenza di molti paesi più piccoli in cui spesso poche grandi aziende dominano i listini nazionali. Tabella n. 1 Numero di società quotate nel mondo Lussemburgo 34 Italia 301 Portogallo 47 Singapore 472 Irlanda 60 Germania 658 Austria 102 Francia 707 Paesi Bassi 122 Hong Kong 1029 Finlandia 130 Australia 1913 Nuova Zelanda 154 Regno Unito 2588 Belgio 163 Danimarca 198 Norvegia 208 Spagna 3498 Canada 3881 Giappone 3884 Stati Uniti 5130 Svizzera Svezia Mercati sviluppati Grecia 292 Totale mondiale Fonte: Standard and Poors Global Stock Markets Factbook 2008, p Dati al 31 dicembre Fonte: Wilshire Atlas. 5 Fonte: Standard and Poors Global Stock Markets Factbook 2008, p Fonte:. Standard and Poors Global Stock Markets Factbook 2008, p Fonte:. The Global Forbes.com INVESTMENT INSIGHTS Perché investire nel mercato azionario statunitense? 3

4 2. Un mercato altamente diversificato che permette di sviluppare numerosi temi di investimento Abbiamo già accennato ai numerosi potenziali vantaggi della diversificazione geografica sul rischio complessivo di portafoglio e lo stesso vale, a nostro parere, per la diversificazione settoriale. Il mercato statunitense, su cui a fine 2007 erano quotate aziende un numero decisamente maggiore a qualsiasi altra borsa internazionale (vedasi la Tabella n. 1), offre opportunità ineguagliabili per diversificare il portafoglio a livello di società, industrie e settori. Rispetto a molti listini nazionali di minori dimensioni, spesso altamente concentrati e dominati da un numero limitato di settori o industrie, il mercato azionario statunitense non solo permette di diversificare al massimo la selezione degli investimenti, ma offre anche agli investitori non statunitensi una vasta scelta a livello di temi, settori e trend d investimento, difficilmente reperibile nei rispettivi mercati locali. 3. Maggiore liquidità Il mercato azionario statunitense è uno dei più liquidi al mondo. Nel 2007 il valore complessivo delle azioni trattate sui listini americani era stimato a 42,6 mila miliardi di dollari9, ovvero 4,1 volte quello delle azioni trattate sulla borsa di Londra lo stesso anno e 6,6 volte quelle trattate sulla borsa di Tokyo. Ciò significa che i più comuni problemi associati alla costruzione e successiva riduzione delle posizioni azionarie, così comuni in alcune piazze, sono molto più rari in quella statunitense. 4. Investendo nelle aziende americane si investe nell economia globale Molte aziende statunitensi sono presenti in tutto il mondo e, di conseguenza, danno agli investitori la possibilità di ottenere esposizione alla crescita internazionale. Sebbene blue chip come Microsoft, General Electric e Coca-Cola abbiano uffici in quasi tutti i paesi del mondo, sono numerosissime le grandi aziende americane - in particolare dei settori dei beni di consumo ciclici, IT ed energia - che generano una quota consistente dei propri ricavi da operazioni esterne agli Stati Uniti. Infatti, le stime elaborate da Standard&Poor s alla fine del 2007 rivelano che quasi il 50% dei ricavi delle società dell indice S&P 500 proveniva da vendite in paesi esteri agli Stati Uniti mentre nel 2001 tale quota era pari al 30% 10. Investendo nelle multinazionali americane, che hanno interessi in tutto il mondo, si finisce pertanto per investire nell economia globale. Inoltre, grazie alla natura globale delle attività di molte società statunitensi le fasi di deprezzamento del dollaro non costituiscono una fonte di preoccupazione, dato che grazie agli effetti positivi della conversione valutaria contribuiscono alla crescita degli utili in dollari. 5. L esposizione al mercato azionario statunitense può migliorare il rapporto/rischio rendimento Il confronto tra la distribuzione dei rischi e dei rendimenti offerti dagli indici di mercato più rappresentativi evidenzia che, su base storica, l'esposizione al mercato azionario statunitense ha sempre sostenuto la performance di portafoglio (Tabella n. 2, pagina 5). Ad esempio, nei 15 anni che vanno dal gennaio del 1994 al dicembre del 2008 l indice MSCI EAFE 11 ha generato un rendimento del 3,88% con una deviazione standard del 17,87%, mentre l'indice S&P 500 ha guadagnato il 6,46% con una deviazione standard del 16,77%. Per gli investitori non statunitensi un esposizione dell 80% all indice EAFE e del 20% all S&P 500 ha determinato un incremento dei rendimenti accompagnato dalla parziale riduzione del livello di rischio (deviazione standard) rispetto ad un esposizione del 100% in azioni di mercati non Usa. Le stesse conclusioni sono state tratte dall'analisi dei rendimenti per il periodo di vent'anni compreso tra gennaio 1989 e dicembre Anche gli investimenti congiunti su mercati emergenti e listini americani hanno generato risultati analoghi. Tuttavia, se per lo stesso periodo di riferimento di 15 anni l investimento avesse interessato esclusivamente titoli dei mercati emergenti, la performance si sarebbe limitata al 2,75% con una deviazione standard del 27,45%, mentre un'esposizione del 50-80% nell indice S&P 500 avrebbe prodotto rendimenti più elevati a fronte di un minor rischio. In un orizzonte ventennale, l allocazione all indice S&P 500 sarebbe servita per minimizzare il rischio preservando lo stesso livello di rendimenti. Anche se sul breve periodo i listini statunitensi potrebbero sottoperformare quelli degli altri paesi o degli indici dei mercati emergenti, i dati storici indicano che sul lungo termine l'esposizione al mercato americano comporta notevoli vantaggi. 8 Fonte: Standard and Poors Global Stock Markets Factbook 2008, p Fonte: Standard & Poors Global Stock Markets Factbook 2008, p Fonte, Standard and Poors, citata dal Financial Times del 5 febbraio 2009, pagina L indice MSCI EAFE è un indice di azioni straniere dal punto di vista degli investitori nordamericani cioè formato da azioni europee, dell Australasia e dell'estremo oriente. I dati relativi a questi esempi sono tratti da Zephyr StyleADVISOR 4 Perché investire nel mercato azionario statunitense? INVESTMENT INSIGHTS

5 Tabella n. 2 a 15 anni (gen 04-dic 08) a 20 anni (gen 89-dic 08) Rendimenti annui Deviazione standard Rendimenti annui Deviazione standard (%) (%) S&P 500 6,46 16,77 8,43 15,72 MSCI EAFE 3,88 17,87 3,49 18,23 MSCI EM 2,73 27,45 10,12 27,66 50% EAFE 50%S&P 500 5,35 16,66 6,19 16,09 80% EAFE 20% S&P 500 4,51 17,23 4,63 17,18 50% EM 50% S&P 500 5,58 20,38 10,27 19,95 80% EM 20% S&P 500 4,13 24,34 10,44 24,33 Fonte: Zephyr StyleADVISOR. Le combinazioni di indici sono illustrazioni ipotetiche, rappresentative delle allocazioni di portafoglio dell investitore-tipo. Gli indici sono ribilanciati di anno in anno e i dividendi reinvestiti. 6. Un mercato che premia l'innovazione e l'imprenditorialità Non è un caso che molte delle aziende più dinamiche, internazionalmente competitive e redditizie siano americane. Gli investimenti di borsa sono molto comuni negli Stati Uniti, le politiche statali favorevoli alle aziende, la creatività e l'imprenditorialità doti generosamente premiate. L'elevato livello di specializzazione e l'elevato livello di apertura del mercato americano promuovono una cultura altamente innovativa che incoraggia gli imprenditori a rischiare, fondando nuove aziende e investendo in tecnologie d avanguardia. La classifica stilata dall INSEAD nel Global Report per il periodo assegna al mercato statunitense il primo posto per l innovazione. Per citare il rapporto stesso Ciò non deve sorprendere, dato che da cento anni gli Stati Uniti si attestano quasi sempre in cima alla classifica dell'innovazione. Analogamente, per l IMD World Competitiveness Yearbook gli Stati Uniti sono l economia più competitiva, come ogni anno dal 1994, anno in cui hanno superato il Giappone. L IMD sottolinea che il mercato statunitense - aperto, resiliente e altamente votato all imprenditorialità - riesce sempre a reinventarsi con mezzi spesso sconosciuti al Giappone (e a gran parte dell Europa). 7. Un solido vantaggio economico Nel corso degli anni l economia statunitense ha saputo dimostrarsi, a nostro parere, una delle più solide del mondo, esibendo una capacità ineguagliata di ripresa da crisi economiche e politiche. Tra i principali fattori alla radice di tale fenomeno spiccano, a parte la cultura innovativa e imprenditoriale, la vivace crescita della produttività e la costante rigenerazione del capitale umano grazie all'immigrazione e alla crescita demografica. Sul lungo periodo la crescita economica è sostenuta dall aumento dei livelli di produttività, ma anche sul breve termine i guadagni di produttività influenzano le variabili economiche più importanti, come ad esempio l occupazione, il tasso d inflazione e l accelerazione dell output. Il costante incremento della produttività della manodopera, ovvero della produzione oraria, ha costituito uno dei più importanti fattori della crescita dell economia statunitense degli ultimi dieci anni. Tra l inizio degli anni 70 e il 1995, l espansione della produttività del settore non agricolo statunitense è stata pari all 1,5 per cento circa su base annua. Si tratta di un risultato deludente sia rispetto ai dati storici per gli Stati Uniti tra il 1948 e il 1973 l output orario era infatti cresciuto in media a un vertiginoso ritmo di quasi il 3 per cento l anno che rispetto ad altre economie industriali. Tuttavia, secondo il Presidente della Federal Reserve Ben Bernanke 14, dopo il 1995 la produttività è salita al tasso annuo del 2,5 per cento circa. Per citare un passaggio del discorso tenuto dal Presidente della Fed all Università di Harvard nel giugno del 2008, Il rimbalzo della produttività verso la metà degli anni 90 dimostra ancora una volta l'ottima capacità di tenuta dell'economia americana. 12 Confederation of Indian Industry & INSEAD, Global Innovation Index INSEAD 13 L IMD World Competitiveness Yearbook valuta 55 paesi in base a 331 parametri. Gli Stati Uniti sono seguiti a ruota da Singapore, le cui dimensioni sono molto inferiori. 14 Cfr. il Presidente del Board of Governors del Federal Reserve System, Ben S.Bernanke, Remarks on Class Day 2008, Presso la Harvard University di Cambridge, Massachusetts e lo Speech Before Leadership del 31 agosto 2006 a Greenville, South Carolina. INVESTMENT INSIGHTS Perché investire nel mercato azionario statunitense? 5

6 Bernanke attribuisce la ripresa della produttività durante tale periodo all'iniziativa del settore privato, unita all'effetto positivo delle politiche statali mirate a promuovere ricerca di base e competitività, nonché alle politiche monetarie. L economia statunitense vanta inoltre un ulteriore vantaggio, rappresentato dai trend di immigrazione. Il paese ha sempre beneficiato delle successive ondate di immigrati altamente qualificati provenienti da tutto il mondo. Questo fenomeno ha favorito la costante rigenerazione del capitale umano statunitense, con conseguenze particolarmente felici. Tra il 1994 e il 2004 la crescita statunitense ha superato quella di Eurolandia di un punto percentuale. La maggiore produttività dell economia americana spiega in parte la differenza, ma anche la più veloce espansione demografica degli Stati Uniti gioca un ruolo importante. Anche in futuro tale tendenza dovrebbe continuare a sostenere la crescita del paese. Mentre Europa e Giappone devono fare i conti con una popolazione in rapido invecchiamento, le proiezioni demografiche per gli Stati Uniti elaborate dal Pew Research Centre 16 dimostrano che, sulla base dei trend attuali, la popolazione statunitense salirà da 296 milioni di abitanti nel 2005 a 438 milioni nel L 82% di questo incremento proverrà da immigrati giunti tra il 2005 e il 2050 e dai loro discendenti. Vale tuttavia la pena di sottolineare che anche a questi livelli, il paese sembra in grado di assorbire tassi di immigrazione ancora più elevati. L indagine sulla produttività globale condotta dal gruppo Proudfoot Consultancy per il 2008 dimostra che negli Stati Uniti il 31% dei dirigenti individua nella carenza di personale, in particolare personale specializzato, il principale ostacolo all incremento della produttività 17. Per finire, l'economia americana è anche una delle maggiori beneficiarie degli investimenti diretti stranieri. Nel 2008, l UNCTAD 18 ha calcolato che i flussi di investimenti diretti stranieri (FDI) erano scesi del 21% a 1,4 mila miliardi di dollari e dovrebbero scendere ulteriormente nel La recessione globale ha penalizzato sia gli investimenti dall estero che le regioni beneficiarie. Ciononostante, le stime preliminari dell'unctad rivelano che gli Stati Uniti sono ancora il primo paese in termini di volumi di investimenti diretti stranieri: 220 miliardi di dollari, pari al 26.2% di tutti i flussi di investimento verso i paesi sviluppati e il 15,2% dei flussi di investimenti diretti stranieri mondiali (comprese le economie in via di sviluppo). L economia statunitense è l unica al mondo a non risentire del rallentamento della produttività globale - The Conference Board L ultimo rapporto sulla produttività del Conference Board 15, un organizzazione che raccoglie economisti e imprese di tutto il mondo, sostiene che nonostante nel 2008 la produttività globale abbia fatto segnare un rallentamento, l output per ora lavorata è salito dell 1,7 per cento negli Stati Uniti dopo l incremento dell 1,7 per cento registrato nel 2007 Gli ultimi guadagni in termini di produttività sono stati tuttavia realizzati grazie ad aggressivi programmi di esubero, il che lascia pensare che la produttività dei lavoratori rimasti e, di conseguenza, delle aziende, stia in realtà migliorando. Parlando dell Europa, il Conference Board osserva che la crescita della produttività europea ha subito un drastico ridimensionamento, dato che molte aziende del Vecchio continente hanno indugiato a ridurre gli organici di fronte al crollo della produzione. La crescita della produttività nei 27 paesi membri dell Ue è scesa dall 1,3 per cento nel 2007 e a solo lo 0,2 per cento nel 2008, mentre nel 2009 dovrebbe toccare quota zero. Possibili problemi Sebbene vi siano ottimi motivi per investire nel mercato statunitense, è opportuno menzionare anche i rischi connessi a questa particolare regione. Innanzitutto, gli investitori stranieri sono esposti alle oscillazioni dei cambi contro il dollaro, che incidono sempre, a volte in maniera positiva e a volte negativa, sui rendimenti. Il biglietto verde non risente solo dei flussi di capitali in entrata ed uscita dagli Stati Uniti, ma anche delle politiche fiscali e monetarie e dei dati macroeconomici. Ad esempio, l inflazione svolge un ruolo di primo piano nell andamento dell economia Usa, e di conseguenza nella forza del dollaro. Ciò potrebbe costituire un fattore di rischio, dato che il controllo dell inflazione non costituisce per la Federal Reserve un obiettivo primario come lo è per la BCE ed altre banche centrali. In realtà, per gli investitori non statunitensi investire in aziende americane comporta un maggiore livello di incertezza economica e la minore conoscenza di questo mercato potrebbe richiedere maggiore ricerche e attenzione. Tuttavia, gli investitori possono coprirsi contro gli effetti avversi delle oscillazioni dei cambi o scegliere fondi che lo facciano per loro, isolando i movimenti dei prezzi azionari. 15 The Conference Board, Comunicato Stampa/Notizia, 22 gennaio 2009, U.S. Bucks Slowdown in Global Productivity Says the Conference Board 16 Tendenze Demografiche negli Stati Uniti per il periodo , di Jeffrey S. Passel e D VeraCohn, Pew Research Center, 11 febbraio Proudfoot Consulting Global Productivity Report 2008, pagina UNCTAD (United Nations Conference On Trade and Development) Comunicato stampa 19/01/09 6 Perché investire nel mercato azionario statunitense? INVESTMENT INSIGHTS

7 La presenza globale delle imprese americane rappresenta un altro fattore importante. Molte aziende statunitensi stanno concentrando i propri piani di crescita nei mercati stranieri, in particolare quelli emergenti. Sebbene investire in società americane significhi investire nella crescita globale e offra notevoli vantaggi a livello di diversificazione, in alcuni casi potrebbe risultare più conveniente investire direttamente in questi mercati. Per finire, i rischi normativi specifici del mercato statunitense potrebbero modificare in modo sostanziale il modello industriale delle aziende selezionate dagli investitori. Vari provvedimenti amministrativi, come ad esempio la legge Sarbanes-Oxley, hanno ridotto, a giudizio di molti, il vantaggio competitivo degli Stati Uniti introducendo regolamenti eccessivamente complessi. Il rischio di contenzioso è particolarmente elevato in questa regione, mentre le tendenze protezionistiche sono un problema che si ripresenta con regolare frequenza durante i cicli economici sfavorevoli. Esiste anche il rischio che le riforme dei mercati finanziari successive alla crisi creditizia possano far salire il costo dei finanziamenti, con gravi ripercussioni sulla redditività e la crescita aziendali. Nonostante tali obiezioni, riteniamo però che nel complesso i vantaggi offerti dagli investimenti nel mercato statunitense superino i rischi. Il governo americano sta facendo il possibile per rivitalizzare l economia e, nonostante l'attuale congiuntura negativa, le prospettive di ripresa sono migliori negli Stati Uniti che altrove. Segnali incoraggianti Di fronte alla peggiore recessione degli ultimi decenni la Federal Reserve ha reagito tempestivamente tagliando i tassi d interesse nove volte nel corso di 15 mesi e Tabella 3 Andamento dell indice S&P 500 dal 1979 ad oggi adottando misure di allentamento quantitativo. Successivamente l amministrazione Obama ha varato un pacchetto di stimolo fiscale del valore di ben 787 miliardi di dollari, finalizzato alla creazione di posti di lavoro e a stimolare la ripresa. Se a queste misure si aggiungono il piano di salvataggio del settore finanziario, il cosiddetto TARP (Troubled Assets Relief Program) e il programma di riduzione dei pignoramenti delle abitazioni in caso di morosità e insolvenza sulle rate del mutuo, è evidente che gli Stati Uniti hanno fatto più di qualsiasi altro paese per stimolare la propria crescita. Per tale motivo, molti ritengono che l'america potrebbe essere la prima economia ad emergere dall attuale fase recessionistica, e la sua borsa la prima a riprendere quota. In base al principio FIFO (first in, first out), dato che gli Stati Uniti sono stati il primo paese ad entrare in recessione, molti economisti prevedono che entro la fine del 2009 dovrebbero apparire qui i primi segnali di ripresa. Questa opinione è corroborata dalla flessibilità dei mercati americani, e dal fatto che molte aziende sono state capaci di ridurre organici e costi più tempestivamente di molte altre economie avanzate. I mercati azionari in genere "precorrono" le fasi di ripresa In passato i mercati azionari hanno sempre anticipato le fasi di ripresa economica, mettendo a segno dei rialzi prima che si verificasse un accelerazione percepibile della crescita dell economia reale. La Tabella n. 3, che illustra l andamento dell indice S&P 500 dal 1979 ad oggi, mostra che in tutte le precedenti quattro fasi recessionistiche a partire dal 1979 (rappresentate dalle barre verticali), il mercato azionario statunitense ha iniziato a guadagnare terreno qualche mese prima della ripresa dell economia reale (nel 2001 la borsa si era ripresa prima della fine della recessione). Fonte: Factset, prezzo di chiusura settimanale dell indice (dividendi/plusvalenze esclusi). I dati si riferiscono al periodo compreso tra febbraio 1979 e febbraio INVESTMENT INSIGHTS Perché investire nel mercato azionario statunitense? 7

8 Le azioni statunitensi sono ancora le favorite Un altro segnale incoraggiante per il mercato azionario statunitense è costituito dal fatto che i responsabili delle scelte di allocazione degli investimenti continuano a preferire i titoli americani, ed infatti gli Stati Uniti sono l'unica regione in cui questi fondi presentano un sovrappeso netto. La Tabella n. 4 mostra che il mercato in cui gestori di fondi preferiscono sovraesporsi (in termini netti) su un orizzonte di 12 mesi è quello statunitense: Inoltre, secondo l'indagine, i gestori considerano le prospettive di redditività delle aziende e la qualità dei loro utili più favorevoli negli Stati Uniti che altrove. Tabella n. 4 Su un orizzonte di 12 mesi, in quale regione preferireste assumere una posizione di sovrappeso/sottopeso? % di gestori intervistati che ha risposto: Sovrappeso più probabile Dic 08 Nov 08 Ott 08 Usa Eurolandia Regno Unito Giappone Mercati emergenti globali Sottopeso più probabile Netta Usa Eurolandia Regno Unito Giappone Mercati emergenti globali Usa Eurolandia Regno Unito Giappone Mercati emergenti globali Fonte: Merrill Lynch, Global Fund Manager Survey, 17 dicembre Tavola 33. Conclusioni Il mercato azionario statunitense è uno dei più sofisticati del mondo. È anche il mercato più ampio a livello mondiale: offre pertanto enormi opportunità di diversificazione in termini di temi, trend e settori, spesso assenti negli altri mercati internazionali. Di conseguenza, riteniamo che la mancata esposizione a questa piazza potrebbe comportare gravi conseguenze per la performance del portafoglio d investimento.

9 Per maggiori informazioni consultare il sito o contattare il proprio team locale. Janus Capital International Limited Tel: Janus Capital Asia Limited Tel: Janus Capital International Limited Tel Janus Capital International Limited Tel: Janus Capital Asia Limited Tel: Pubblicato in Europa da Janus Capital International Limited, autorizzata e disciplinata dalla Financial Services Authority. Emesso e distribuito a: (a) Taiwan R.O.C da Janus Capital International Limited, autorizzata e disciplinata dalla Financial Services Authority del Regno Unito; (b) Hong Kong e Australia da Janus Capital Asia Limited (ARBN ), costituita ad Hong Kong e pertanto non tenuta ad ottenere il permesso di distribuire i propri prodotti e servizi finanziari in Australia, autorizzata e disciplinata dalla Securities and Futures Commission di Hong Kong ai sensi delle leggi di Hong Kong, che sono diverse da quelle australiane. In Australia questa pubblicazione è riservata esclusivamente ai clienti professionali; a Taiwan (ROC) e nella Repubblica Popolare Cinese è distribuita esclusivamente a investitori istituzionali selezionati. Il presente documento non costituisce una raccomandazione di investimento né tantomeno un offerta di vendita, acquisto o una raccomandazione di titoli eccetto secondo le condizioni specificamente previste da eventuali accordi stipulati in conformità con le leggi, le norme e i regolamenti applicabili. Janus Capital Group e le sue controllate non sono responsabili della distribuzione illecita a terzi, integrale o parziale, del presente documento né di informazioni in esso contenute e non garantiscono che i dati riportati siano accurati, completi o aggiornati, né tantomeno rilasciano alcuna garanzia circa i risultati ottenibili mediante l uso del documento stesso. Come per tutti i tipi d investimento, sono presenti dei rischi che ciascun investitore deve considerare attentamente. La distribuzione del presente documento o delle informazioni ivi contenute può essere soggetta a restrizioni di legge e non verrà effettuata in giurisdizioni o in circostanze in cui non sia consentita dalla legge. Se il broker e/o l intermediario intende trasmettere a terzi il presente documento o le informazioni ivi contenute è tenuto a verificare personalmente se ciò è consentito dalle leggi vigenti e a rispettare la normativa applicabile. Janus declina ogni responsabilità in caso di distribuzione illecita a terzi del presente documento. Il presente documento non costituisce una sollecitazione alla vendita di azioni e nulla di quanto ivi contenuto intende fungere da consulenza per gli investimenti. Prima dell adesione leggere il Prospetto informativo RC-0509(22)0510 Italy Retail Perché investire nel mercato azionario statunitense? INVESTMENT INSIGHTS 8

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap Small Cap Piccole imprese grandi opportunità. A sei anni dall inizio della crisi finanziaria internazionale, l economia mondiale sembra recuperare, pur in presenza di previsioni di crescita moderata. In

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

Top players in Europa. PARVEST Equity Best Selection Euro

Top players in Europa. PARVEST Equity Best Selection Euro Top players in Europa PARVEST Equity Best Selection Euro 5 motivi per investire in PARVEST Equity Best Selection Euro 1 I nostri esperti ritengono che potrebbe essere il momento opportuno per investire

Dettagli

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato No. 10 giugno 2015 N. 10 giugno 2015 2 Le principali Banche Centrali hanno aumentato complessivamente di oltre 6.000 miliardi

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 LUGLIO 2015 Il momento del commercio mondiale segna un miglioramento ad aprile 2015, ma i volumi delle importazioni e delle esportazioni sembrano muoversi in direzioni

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Per Consulenti E Investitori Qualificati Strategic Solutions Schroder Global Diversified Growth Fund Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Quando gli strumenti classici non bastano

Dettagli

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo No. 5 - Settembre 2013 2 I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo Con il mercato obbligazionario

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

Schroder ISF EURO Short Term Bond

Schroder ISF EURO Short Term Bond Pagina 1 Indice Review su mercato e fondo pag. 2 Il mercato Il fondo Cosa ci aspettiamo dal mercato e dal fondo pag. 3 Uno sguardo al mercato Le scelte strategiche I risultati di pag. 4 Descrizione del

Dettagli

Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS F INFLAZIONE

Dettagli

AZIMUT SGR SpA PARTE I DEL PROSPETTO INFORMATIVO CARATTERISTICHE DEI FONDI E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

AZIMUT SGR SpA PARTE I DEL PROSPETTO INFORMATIVO CARATTERISTICHE DEI FONDI E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE AZIMUT SGR SpA AZIMUT GARANZIA AZIMUT REDDITO EURO AZIMUT REDDITO USA AZIMUT TREND TASSI AZIMUT SOLIDITY AZIMUT SCUDO AZIMUT BILANCIATO AZIMUT STRATEGIC TREND AZIMUT TREND AMERICA AZIMUT TREND EUROPA AZIMUT

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

MERCATI-Ambrosetti A.M. SIM: commento giugno 2015, stabile l esposizione azionaria complessiva

MERCATI-Ambrosetti A.M. SIM: commento giugno 2015, stabile l esposizione azionaria complessiva Data Pubblicazione 04/06/2015 Sito Web www.impresamia.com MERCATI-Ambrosetti A.M. SIM: commento giugno 2015, stabile l esposizione azionaria complessiva Commento mensile di Giugno 2015 a firma di Alessandro

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

GP Benchmark GP Quantitative

GP Benchmark GP Quantitative Servizio d'investimento commercializzato da: GP Benchmark GP Quantitative Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461.313111 www.cassacentrale.it Messaggio pubblicitario.

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Azioni: la nuova opzione sicura

Azioni: la nuova opzione sicura 6 Azioni Update II/2014 Azioni: la nuova opzione sicura In un orizzonte d investimento di lungo periodo le azioni sono più sicure rispetto alle obbligazioni governative con rating elevati. Tutto dipende

Dettagli

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012 Come usare gli ETF Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team Rimini, 17 maggio 2012 Cosa sono gli Etf? Gli Etf sono una particolare categoria di fondi d investimento mobiliare quotati

Dettagli

CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund

CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund CoStrUirE Un patrimonio mese dopo mese ControLLando il rischio Con nord ESt fund piano di accumulo gennaio 100 febbraio 50 marzo 150 agosto 50 aprile 15o maggio 100 LUgLio 100 giugno 50 La SoLUzionE per

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione MACCHINE E APPARECCHIATURE ELETTRICHE Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell industria dell elettronica;

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 30/04/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

Comitato Investimenti 11.1.2016

Comitato Investimenti 11.1.2016 Comitato Investimenti 11.1.2016 1 SNAPSHOT Il 2016 non dovrebbe presentare delle sorprese nell'euro-zona, con ciò il Comitato Investimenti intende un rialzo dei rendimenti, perché l'inflazione è modesta

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 Il presente supplemento è parte integrante del Prospetto di Fidelity Funds del giugno 2014 e comprendente il supplemento dell agosto

Dettagli

CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO

CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO Costruzioni: all illusione del 2011 fa seguito un nuovo calo produttivo nel 2012 Verona 21 giugno 2012 - Dopo tre anni di profondo declino,

Dettagli

Capitolo 10. Il mercato valutario. La strategia di copertura della Volkswagen

Capitolo 10. Il mercato valutario. La strategia di copertura della Volkswagen EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo 10 Il mercato valutario La strategia di copertura della Volkswagen 10-3 La Volkswagen, il più grande produttore europeo di autovetture, ha comunicato una diminuzione

Dettagli

FR0010222224 LU0613540185 FR0010344853 LU0533032859

FR0010222224 LU0613540185 FR0010344853 LU0533032859 Vediamo di aggiornare l Etf Portfolio in ottica di Investimento, che avevo introdotto a fine gennaio 2009. (a fondo articolo metto anche un portafoglio per chi inizia adesso, chiaramente con differenti

Dettagli

Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile

Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Sviluppo Rete Arca Fund Manager Webinar Fondi Obbligazionari

Dettagli

ETICA AZIONARIO SISTEMA VALORI RESPONSABILI

ETICA AZIONARIO SISTEMA VALORI RESPONSABILI Società di Gestione del Risparmio appartenente al Gruppo Banca Popolare Etica Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI Economie divergenti

Dettagli

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale No. 4 - Giugno 2013 Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Nelle ultime settimane si sono verificati importanti

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa. Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015

CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa. Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015 CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015 Cfa Society: +56,8 pt Italy sentiment in maggio, fiducia confermata 2015-05-04

Dettagli

Certificati a Leva Fissa

Certificati a Leva Fissa Certificati a Leva Fissa Commerzbank, leader europeo dei prodotti di borsa, propone da oggi i suoi certificati a Leva Fissa sul mercato italiano! Messaggio pubblicitario La banca al tuo fianco 2 I Certificati

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 1. QUADRO MACROECONOMICO INTERNAZIONALE Negli ultimi mesi del 2011 si è verificato un peggioramento delle prospettive di crescita nelle principali economie

Dettagli

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A.

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. Relazione Semestrale al 30.06.2015 FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO Kairos Income Kairos Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via San Prospero 2, 20121 Milano Tel 02.777181

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

ILR con. Posizione. attuale.

ILR con. Posizione. attuale. ILR con il gestore G. Spinola del 16/04/15 Trend vs. Msci World Dal lancio ( 15/02/93 ) al 16/04/15. Posizione attuale. 63% %* in Azioni (profilo di rischio teoricoo del portafoglio mediamente in lineaa

Dettagli

La gestione degli investimenti

La gestione degli investimenti La gestione degli investimenti Un servizio personalizzato, professionale e trasparente. L investimento patrimoniale dovrebbe produrre il massimo rendimento possibile in base all evoluzione dei mercati

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 80 MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti,

Dettagli

Nota stampa. 17 novembre 2009. Nota Stampa Gli ETF FTSE RAFI di Invesco PowerShares.

Nota stampa. 17 novembre 2009. Nota Stampa Gli ETF FTSE RAFI di Invesco PowerShares. Nota stampa Nota Stampa Gli ETF FTSE RAFI di Invesco PowerShares. 17 novembre 2009 Se doveste avventurarvi per un lungo viaggio, scegliereste un automobile del 1957 o una superaccessoriata berlina del

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione PRODOTTI IN METALLO Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

Notizie Merrill Lynch & Co., Inc.

Notizie Merrill Lynch & Co., Inc. Notizie Merrill Lynch & Co., Inc. Merrill Lynch Investment Managers - Europe, Middle East & Africa (EMEA) 33 King William Street London EC4R 9AS Data di pubblicazione: Venerdì 30 Aprile 2004 MERRILL LYNCH

Dettagli

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione IV trimestre 213 Rapporto in sintesi I consumatori continuano a pensare che l inflazione salirà oltre i livelli attuali, sia nel breve (un anno) che

Dettagli

Fideuram Multibrand. Linea Value

Fideuram Multibrand. Linea Value Fideuram Multibrand Linea Value Banca Fideuram mette a disposizione dei propri clienti Fideuram Multibrand, una gamma completa che unisce all offerta della Casa oltre 700 tra fondi comuni e SICAV di rinomate

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 4 OTTOBRE 2015 Il commercio mondiale risente del rallentamento dei paesi emergenti, ma allo stesso tempo evidenzia una sostanziale tenuta delle sue dinamiche di fondo.

Dettagli

UN FONDO, TRE SEMPLICI MODI PER INVESTIRE

UN FONDO, TRE SEMPLICI MODI PER INVESTIRE AD USO ESCLUSIVO DEI CLIENTI PROFESSIONALI E DEGLI INVESTITORI QUALIFICATI UN FONDO, TRE SEMPLICI MODI PER INVESTIRE BLACKROCK GLOBAL FUNDS (BGF) GLOBAL MULTI-ASSET INCOME FUND Un fondo, tre possibili

Dettagli

8a+ Investimenti Sgr. Latemar

8a+ Investimenti Sgr. Latemar 8a+ Investimenti Sgr Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Latemar RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Sede Legale: Varese, Piazza Monte Grappa 4 Tel 0332-251411 Telefax 0332-251400 Capitale

Dettagli

Fidelity Funds - Fidelity Global Global Strategic Bond Fund

Fidelity Funds - Fidelity Global Global Strategic Bond Fund Fidelity Funds - Fidelity Global Global Strategic Bond Fund Stabilizza i tuoi investimenti Tutti i vantaggi dell'obbligazionario flessibile globale Prima della sottoscrizione leggere attentamente il documento

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

Fondi Managed, oltre gli alti e bassi dei mercati

Fondi Managed, oltre gli alti e bassi dei mercati Fondi Managed, oltre gli alti e bassi dei mercati Oltre gli schemi, verso nuove opportunità d investimento Adottare un approccio di gestione standard, che utilizza l esposizione azionaria come un indicatore

Dettagli

+39 02 414931 +39 02 65594203. Community consulenza nella comunicazione Brunswick +39 02 89404231 + 39 02 92 88 62 04/203

+39 02 414931 +39 02 65594203. Community consulenza nella comunicazione Brunswick +39 02 89404231 + 39 02 92 88 62 04/203 Capgemini Contacts: Merrill Lynch Contacts: Raffaella Poggio Martina Corak raffaella.poggio@capgemini.com martina_corak@ml.com +39 02 414931 +39 02 65594203 Community consulenza nella comunicazione Brunswick

Dettagli

Il nostro team, all interno di PFT ITALIA, e dedicato all analisi e selezione, strutturazione di strumenti di investimento per i privati.

Il nostro team, all interno di PFT ITALIA, e dedicato all analisi e selezione, strutturazione di strumenti di investimento per i privati. 1 2 Il nostro team, all interno di PFT ITALIA, e dedicato all analisi e selezione, strutturazione di strumenti di investimento per i privati. Siamo all avanguardia in particolare nel campo di Prodotti

Dettagli

Il nostro team, all interno di PFT ITALIA, e dedicato all analisi e selezione, strutturazione di strumenti di investimento per i privati.

Il nostro team, all interno di PFT ITALIA, e dedicato all analisi e selezione, strutturazione di strumenti di investimento per i privati. Il nostro team, all interno di PFT ITALIA, e dedicato all analisi e selezione, strutturazione di strumenti di investimento per i privati. Siamo all avanguardia in particolare nel campo di Prodotti Finanziari

Dettagli

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Hong Kong / Parigi, 12 marzo 2015 Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Nel 2015 prevista una crescita più lenta e un aumento dei prestiti in sofferenza Un nuovo studio

Dettagli

GP Private. Servizio d'investimento commercializzato da: Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461.

GP Private. Servizio d'investimento commercializzato da: Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461. GP Private Servizio d'investimento commercializzato da: Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461.313111 www.cassacentrale.it Messaggio pubblicitario. Non costituisce offerta

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015

Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015 Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015 (ECO) ###Crisi: Cfa, a febbraio piu' ottimismo, +39,4 pt Italy Sentiment Index (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 02 feb - Cresce l'ottimismo per il futuro dell'economia

Dettagli

SIAMO CIÒ CHE SCEGLIAMO.

SIAMO CIÒ CHE SCEGLIAMO. PAC sui Fondi Etici - 2013 Un piccolo risparmio per un futuro più sostenibile. fondi etici, l investimento responsabile. SIAMO CIÒ CHE SCEGLIAMO. CAMBIARE I DESTINATARI DEGLI INVESTIMENTI PER COSTRUIRE

Dettagli

Il mercato tedesco del vino

Il mercato tedesco del vino Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Berlino Nota Settoriale Il mercato tedesco del vino Berlino, marzo 2013 2 INDICE 1. Importanza del mercato

Dettagli

SISTEMA SYMPHONIA REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI ARMONIZZATI APPARTENENTI AL GESTITI DA SYMPHONIA SGR

SISTEMA SYMPHONIA REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI ARMONIZZATI APPARTENENTI AL GESTITI DA SYMPHONIA SGR REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI ARMONIZZATI APPARTENENTI AL SISTEMA SYMPHONIA GESTITI DA SYMPHONIA SGR validità 1 gennio 2012 TESTO A FRONTE PER CONFRONTO VARIAZIONI REGOLAMENTARI

Dettagli

Copertura Valutaria Franklin Templeton Investments

Copertura Valutaria Franklin Templeton Investments Copertura Valutaria COSA E LA COPERTURA VALUTARIA? La copertura valutaria è utilizzata allo scopo di ridurre l effetto causato sui rendimenti dalle fluttuazioni dei tassi di cambio. I movimenti valutari

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Leading the Intelligent ETF Revolution

Leading the Intelligent ETF Revolution Gli ETF Intelligent Index di Invesco PowerShares Il valore della selezione Leading the Intelligent ETF Revolution Il presente documento è destinato esclusivamente agli investitori professionali e non può

Dettagli

6. ITALIA E INVESTIMENTI INTERNAZIONALI DI PORTAFOGLIO

6. ITALIA E INVESTIMENTI INTERNAZIONALI DI PORTAFOGLIO 92 6. ITALIA E INVESTIMENTI INTERNAZIONALI DI PORTAFOGLIO Nel corso degli anni Ottanta e Novanta si è registrata una crescita rilevante dei flussi internazionali di capitali, sia sotto forma di investimenti

Dettagli

Investire in Cina, India, Brasile e Turchia Il costo e la normativa del lavoro

Investire in Cina, India, Brasile e Turchia Il costo e la normativa del lavoro Investire in Cina, India, Brasile e Turchia Il costo e la normativa del lavoro A cura di Centro Studi Assolombarda Ufficio Studi Unione Industriale di Torino Argomenti della Presentazione Condizioni alla

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Valore Cedola x 5-11/2014 A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Valore Cedola x 5-11/2014 A chi si rivolge info Prodotto è un Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, promosso da Eurizon Capital S.A. e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un rendimento

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Economia > News > Italia - lunedì 13 gennaio 2014, 16:00 www.lindro.it Segnali positivi Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Antonio Forte La

Dettagli

altre economie avanzate: composizione geografica e settoriale del debito sovrano a confronto

altre economie avanzate: composizione geografica e settoriale del debito sovrano a confronto altre economie avanzate: composizione geografica e settoriale del debito sovrano a confronto In corrispondenza della crisi finanziaria, confluita nella tumultuosa stagione dei debiti sovrani, la composizione

Dettagli

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione ALIMENTARE Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione L industria alimentare è piuttosto importante per l economia italiana; il valore aggiunto prodotto da questo settore rappresenta

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 12 giugno 2015 Credito in folle I dati di aprile 2015 del sistema bancario italiano 1 confermano la lentezza del settore creditizio nel reagire agli stimoli monetari. Dopo il

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I DATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2008

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I DATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2008 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I DATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2008 Parmalat consegue un EBITDA di 330,5 milioni di euro al lordo delle differenze cambio e 316,3 milioni di

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

Private Banking e Fondi Immobiliari

Private Banking e Fondi Immobiliari 0 Private Banking e Fondi Immobiliari Il mercato dei fondi immobiliari Il mercato dei fondi immobiliari nel mondo e in Europa Nel 2005 il portafoglio dei gestori professionali ha superato gli 800 mld di

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon A chi si rivolge info Prodotto è un Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, promosso da Eurizon Capital SA e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un rendimento

Dettagli

Oggetto: Fondo Pensione Aperto Arca Previdenza - modifiche regolamentari e fusione del comparto Garanzia nel comparto Obiettivo TFR

Oggetto: Fondo Pensione Aperto Arca Previdenza - modifiche regolamentari e fusione del comparto Garanzia nel comparto Obiettivo TFR Oggetto: Fondo Pensione Aperto Arca Previdenza - modifiche regolamentari e fusione del comparto Garanzia nel comparto Obiettivo TFR Gentile Aderente, la persistente difficoltà ad uscire dalla crisi economica

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 9 luglio 2014 Ancora luci ed ombre I dati presentati in questo aggiornamento sono interlocutori. Da un lato, in negativo, abbiamo il credito, ancora in territorio negativo, e

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 86 MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il 29 giugno

Dettagli

Per investitori italiani. Presentazione degli ETF ishares

Per investitori italiani. Presentazione degli ETF ishares Per investitori italiani Presentazione degli ETF ishares Perché scegliere gli ETF? Vantaggi degli ETF Gli Exchange Traded Fund (ETF) hanno rivoluzionato il modo in cui gli investitori gestiscono il proprio

Dettagli

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione III trimestre 214 Rapporto in sintesi Secondo l ultimo Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione, in diversi Paesi l inflazione attesa dai

Dettagli

L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro: l 84% del totale

L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro: l 84% del totale Il commercio con l estero dell Italia: I vini Doc-Docg e PREVISIONI Igt nel 2014 di PRODUZIONE Il commercio con l estero dell Italia 14 aprile 2015 L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro:

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2014 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 2.200.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

L economia australiana brilla sulle altre

L economia australiana brilla sulle altre L economia australiana brilla sulle altre 28 marzo 2011 Le stime sulla crescita per molti paesi sviluppati hanno subito una flessione a causa della tragedia che continua a investire il Gippone, uno dei

Dettagli

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 Secondo i dati forniti dall Eurostat, il valore della produzione dell industria agricola nell Unione Europea a 27 Stati Membri nel 2008 ammontava a circa 377 miliardi

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

PRODOTTI ALIMENTARI. Return on Investment (ROI) (%) 5,6 3,7 Return on Sales (ROS) (%) 4,6 3,2 Return on Equity (ROE) (%) 6,0 1,4

PRODOTTI ALIMENTARI. Return on Investment (ROI) (%) 5,6 3,7 Return on Sales (ROS) (%) 4,6 3,2 Return on Equity (ROE) (%) 6,0 1,4 L INDUSTRIA ALIMENTARE E IL COMMERCIO CON L ESTERO DEI PRODOTTI ALIMENTARI 1. L Industria alimentare (Indagine sui bilanci delle imprese) Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da un aumentato interesse

Dettagli

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Equity Coupon 02/2014 A chi si rivolge

info Prodotto Investment Solutions by Epsilon Equity Coupon 02/2014 A chi si rivolge info Prodotto è il nuovo Comparto del fondo comune di diritto lussemburghese Investment Solutions by Epsilon, promosso da Eurizon Capital S.A. e gestito da Epsilon SGR. Il Comparto mira ad ottenere un

Dettagli

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori.

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013 1 La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. A luglio 2013 gli occupati sono il 55,9% ossia 22 milioni 509 mila, mentre i disoccupati sono 3 milioni

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011 SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE COMUNICATO STAMPA CRESCE DEL 4,3 PER CENTO IL RISPARMIO GESTITO IN IMMOBILI TOTALE MONDIALE A 1.450 MILIARDI DI EURO OBIETTIVO 100 MILIARDI

Dettagli

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini, con sede negli Stati Uniti, che si è concentrata sulla produzione di telefonini di nuova generazione a partire

Dettagli

Portafogli Modello Giugno 2014

Portafogli Modello Giugno 2014 Portafogli Modello Giugno 2014 Investment Advisory 10 Giugno 2014 Milano Indice Commento Generale (p. 3) Portafoglio Obbligazionario (p. 4) Portafoglio Bilanciato (p. 6) Portafoglio Azionario (p. 8) Ranking

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli