Principi di economia Politica economica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Principi di economia Politica economica"

Transcript

1 Principi di economia Politica economica 6. Risparmio, investimento e sistema finanziario Giuseppe Vittucci Marzetti 1 Corso di laurea in Sociologia Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Università degli Studi di Milano-Bicocca A.A Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Via Bicocca degli Arcimboldi 8, 20126, Milano, Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 1/59

2 Layout Mercati finanziari e istituzioni finanziarie 1 Mercati finanziari e istituzioni finanziarie Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari 2 Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili 3 Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 2/59

3 Sistema finanziario Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Sistema finanziario: insieme delle istituzioni finalizzate al coordinamento di prestatori e prestatari; finanziamento diretto attraverso i mercati finanziari: mercato obbligazionario; mercato azionario. finanziamento indiretto attraverso gli intermediari finanziari: intermediari finanziari bancari; intermediari finanziari non bancari. Esempi: compagnie di assicurazione, Società di Intermediazione Mobiliare (SIM), società di leasing. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 3/59

4 Obbligazioni Mercati finanziari e istituzioni finanziarie Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Obbligazione (bond o fixed-income security): titolo di credito, emesso da società o enti pubblici, che attribuisce al suo possessore (obbligazionista o investitore, investor) il diritto a: rimborso in unica soluzione da parte dell emittente (issuer) alla scadenza (maturity date) del valore nominale del titolo (face value); interessi su tale somma (cedola, o coupon), liquidati periodicamente (trimestralmente, semestralmente o annualmente). Emissione obbligazionaria finalizzata a reperire liquidità da parte dell emittente; Esempio: obbligazione con valore nominale 1000e, cedola 8% semestrale e durata 10 anni paga 40e due volte l anno (1000e 0.08 = 80e) per 10 anni; dopo 10 anni rimborso del valore nominale di 1000e. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 4/59

5 Caratteristiche delle obbligazioni Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Valore nominale (nominal, principal, par o face value): valore che l emittente si impegna a rimborsare alla scadenza (maturity date); Prezzo di emissione (issue price): prezzo pagato dall investitore per l acquisto del titolo all emissione; Prezzo di mercato (market price): prezzo per l acquisto del titolo sul mercato; Durata (tenor o maturity); Cedola (coupon): tasso di interesse corrisposto all obbligazionista obbligazioni a tasso fisso (straight, plain vanilla o fixed-rate bonds), calcolato in percentuale del valore nominale; obbligazioni a tasso variabile (floaters); obbligazioni a cedola nulla (zero-coupon); Frequenza dei pagamenti: trimestrale; semestrale; annuale. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 5/59

6 Caratteristiche delle obbligazioni Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Emittente: obbligazioni statali, o titoli pubblici (government bond): obbligazioni societarie (corporate bond); Rischio emittente, valutato in genere sulla base del rating dato dalle agenzie di rating ( big three : Standard & Poor s, Moody s, Fitch) junk bond (o high-yield bond): bond sotto l investment grade; Opzionalità (optionality): obbligazioni callable: rimborsabili prima della scadenza da parte dell emittente; obbligazioni puttable: da rimborsare prima della scadenza in caso di richiesta da parte dell obbligazionista; obbligazioni convertibili (convertible bond): convertibili in azioni. Priorità: obbligazioni senior; obbligazioni junior (o subordinate): con rimborso, in caso di fallimento, successivo ai creditori privilegiati o chirografari. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 6/59

7 Obbligazioni statali Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Obbligazioni statali, o titoli pubblici, o titoli di stato: in Italia, emesse dal Ministero dell Economia e delle Finanze: Buoni Ordinari del Tesoro (BOT): obbligazione a cedola nulla a breve termine (3, 6 o 12 mesi); Certificati del Tesoro Zero Coupon (CTZ): obbligazione a cedola nulla a 24 mesi; Certificati di Credito del Tesoro (CCT): obbligazioni a tasso variabile (legate al tasso Euribor a 6 mesi) a 7 anni; Buoni del Tesoro Poliennali (BTP): obbligazioni a tasso fisso con cedole semestrali a 3, 5, 10, 15 o 30 anni. negli Stati Uniti: Treasury bills (T-Bills): obbligazioni a cedola nulla di durata uguale o inferiore all anno; Treasury notes (T-Notes): obbligazioni a tasso fisso con cedole semestrali di durata da uno a 10 anni; Treasury bonds (T-Bonds): obbligazioni a tasso fisso con cedole semestrali di durata maggiore di 10 anni. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 7/59

8 Yield-To-Maturity Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Rendimento a scadenza (Yield-To-Maturity): tasso di rendimento interno (internal rate of return) delle obbligazioni (tasso che rende nullo il valore scontato dei flussi). P: prezzo di acquisto dell obbligazione; M: valore nominale; C t : pagamenti per interessi al tempo t. T C t P (1+YTM) t + M (1+YTM) T = 0 t=1 Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 8/59

9 Prezzo delle obbligazioni Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Prezzo di mercato dell obbligazione (prezzo tel quel, dirty price) dato dalla somma dei flussi finanziari attualizzati (al tasso d interesse i): P = T t=1 C t (1+i) t + M (1+i) T Nota: tolti i ratei maturati ma non ancora riscossi si ottiene il corso secco (clean price). Nelle obbligazioni a tasso fisso (con tasso cedolare r = C/M) si ha: P = T t=1 C (1+i) t + M (1+i) T = 1 (1+i) T i = 1 (1+i) T i r M + M (1+i) T = (( 1 M C + (1+i) T ) 1 r (1+i) T + i ) 1 (1+i) T M Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 9/59

10 Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Prezzo e valore nominale delle obbligazioni Prezzo dell obbligazione: superiore al valore nominale (sopra la pari): obbligazione a premio, o sopra la pari (premium bond) tasso cedolare maggiore del tasso d interesse di mercato (r > i); uguale al valore nominale: obbligazione alla pari (par bond) tasso cedolare uguale al tasso d interesse di mercato (r = i); inferiore al valore nominale: obbligazione a sconto, o sotto la pari (discount bond) tasso cedolare minore del tasso d interesse di mercato (r < i). Titoli zero-coupon sono obbligazioni a sconto puro, sotto la pari: P = M (1+i) T Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 10/59

11 Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Prezzo delle obbligazioni e tasso d interesse Relazione negativa tra tasso d interesse sul mercato (i) e prezzo delle obbligazioni (già emesse) (P): i P Prezzo Rendimento Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 11/59

12 Curva dei rendimenti Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Curva dei rendimenti (yield curve), o struttura a termine dei tassi di interesse (term structure of interest rates): relazione che lega i rendimenti dei titoli alle rispettive maturità (scadenze). Curva dei rendimenti normale: rendimenti crescenti al crescere della maturità. Con aspettative di tassi d inflazione e crescita economica costanti, gli investitori richiedono rendimenti più alti per compensare un posticipo nel rimborso del capitale; Curva dei rendimenti invertita: rendimenti decrescenti al crescere della maturità del titolo. Inclinazione negativa della curva dei rendimenti rara e dovuta alle aspettative degli investitori circa l andamento dei tassi di interesse a breve: gli investitori pensano che i tassi a breve diminuiranno, a seguito, ad esempio, di politiche monetarie espansive volte a fronteggiare una recessione. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 12/59

13 Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Obbligazioni garantite e altri strumenti finanziari Obbligazioni garantite (secured bond): obbligazioni dotate di specifiche garanzie, fornite dall emittente, per il pagamento delle cedole e il rimborso del capitale; Cartolarizzazione (securitization): operazione finalizzata alla creazione di titoli negoziabili (securities) i titoli derivano i flussi di cassa che remunerano i sottoscrittori da un portafoglio di attività illiquide: prestiti ipotecari (Mortgage-Backed Securities, MBS); crediti commerciali,... (in generale Asset-Backed Securities, ABS). a garanzia degli investitori, tale portafoglio assume soggettività autonoma attraverso il conferimento a un ente autonomo (Special Purpose Vehicle, SPV). Se lo SPV emette diverse tranche di titoli caratterizzati da diversi gradi di rischio e priorità nei rimborsi (senior tranche, junior tranche, equity tranche), si hanno, con portafoglio costituito da: mutui ipotecari: Collateralized Mortgage Obligation (CMO); junk bond: Collateralized Bond Obligation (CBO); più in generale, obbligazioni, strumenti di debito e altri titoli: Collateralized Debt Obligation (CDO); Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 13/59

14 CDO come asset tossici Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Asset tossici (toxic asset): termine utilizzato per indicare particolari asset finanziari il cui valore è diminuito drasticamente e per cui non c è più un mercato funzionante; Con la crisi dei mercati subprime nel 2007 aumento delle insolvenze (delinquencies) nei prestiti concessi a persone considerate non del tutto solvibili diminuzione considerevole del valore di CDO e CMO; Scoppio della bolla immobiliare e diminuzione del valore delle garanzie ipotecarie a tutela dei rimborsi; Aumento dei mancati rimborsi anche per le senior tranche, con rating di tripla A. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 14/59

15 Azioni Mercati finanziari e istituzioni finanziarie Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Azionista (shareholder) di una società è il possessore di almeno un azione della società; Azione (stock, equity o shares): titolo rappresentativo di una quota della proprietà di una società Azioni ordinarie (common stock), che assegnano: diritti patrimoniali: rimborso del capitale in caso di scioglimento della società, una volta che i creditori siano stati soddisfatti; diritto al dividendo laddove venga decisa la distribuzione degli utili; diritto di opzione in caso di aumento del capitale; diritto di voto nelle assemblee societarie (ordinarie e straordinarie). Azioni privilegiate (preferred stock): azioni che assicurano precedenza nella ripartizione degli utili e nel rimborso del capitale rispetto agli azionisti ordinari, ma con limitazioni al diritto di voto (precluso nelle assemblee ordinarie). Le azioni rispetto alle obbligazioni hanno un rischio più elevato, cui fa seguito un rendimento in media più elevato. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 15/59

16 Prezzo delle azioni Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Prezzo di mercato delle azioni determinato sui mercati dall interazione tra domanda e offerta; Valore dell azione (P 0 ) riflette il flusso scontato dei dividendi futuri attesi: + D t P 0 = (1+r) t t=1 dove D t è il dividendo atteso al tempo t e r il tasso di rendimento richiesto. In caso di vendita dell azione al tempo T si ha: P 0 = T t=1 D t (1+r) t + P T (1+r) T dove P T è il prezzo atteso dell azione al tempo T. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 16/59

17 Valore delle azioni Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Assumendo tasso di crescita costante dei dividendi: D t = (1+g)D t 1 = (1+g) t D 0 Se g < r, il valore di un azione in 0 sarà dato da: P 0 = Rendimento: r = + t=1 = (1+g)D 0 1+r (1+g) t D 0 (1+r) t = (1+g)D 0 1+r g 1+r + t=0 = (1+g)D 0 r g ( ) t 1+g 1+r = D 1 r g D 1 + g P }{{} 0 }{{} Rendimento da capital gain Rendimento del dividendo Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 17/59

18 Prezzo delle azioni Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Prezzo delle azioni determinato da aspettative circa: utili (earnings) futuri: maggiori gli utili futuri attesi, maggiori i dividendi futuri attesi, maggiore il valore dell azione; tasso di interesse di mercato: maggiore il tasso di interesse sul mercato, maggiore il fattore di sconto, e quindi minore il valore dell azione; cambiamenti di prezzo futuri dell azione: guadagni/perdite in conto capitale (capital gains/losses). Capitalizzazione (capitalization): valore di mercato del capitale di rischio di una società (numero delle azioni per il prezzo di mercato di ciascuna azione). Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 18/59

19 Listini azionari Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Prezzi delle azioni consultabili online: Yahoo Finance; Google Finance; MilanoFinanza; Borsa Italiana;... Indicazioni: Nome della società (company name); Codice (ticker symbol): codice identificativo dell azione (es. in Google Finance BIT:ENI codice delle azioni ENI quotate sulla Borsa di Milano); Dividendo per azione (Dividend per share, Div.); Rendimento del dividendo (dividend yield, Yield): dividendo annuale per azione in percentuale del prezzo medio dell azione; Rapporto prezzo-utili (Price/Earnings ratio, P/E): rapporto tra il prezzo dell azione e gli utili per azione come risultano dagli ultimi quattro trimestri (valore normale : 15); Volume: numero di azioni scambiate; Range: prezzo minimo e massimo intraday; Open: prezzo di apertura; Close: prezzo di chiusura;... Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 19/59

20 Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Quotazione ENI 1 Aprile Aprile 2013 Fonte: Google Finance. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 20/59

21 Borse valori Mercati finanziari e istituzioni finanziarie Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Molte azioni e obbligazioni scambiate nelle Borse valori (Stock exchange), mercati secondari (secondary market) regolamentati; Esempi di borse valori: New York Stock Exchange (NYSE): indice azionario più importante: Dow Jones; Nasdaq: mercato virtuale Over-The-Counter (OTC); importante nel settore high-tech. London Stock Exchange: indice azionario più importante: FTSE 100 (pronuncia futsi ); Borsa di Tokyo: indice azionario Nikkei; Borsa di Francoforte: indice più importante: DAX 30; Borsa Italiana: indice azionario più importante: FTSE MIB, comprende le maggiori 40 società per capitalizzazione; nel 2007 si è fusa con la London Stock Exchange. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 21/59

22 Gli animali della Borsa Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Bulls make money, bears make money, but pigs just get slaughtered! Mercato toro (bull market): mercato in salita; Mercato orso (bear market): mercato in discesa; Parco buoi: massa di piccoli e medi risparmiatori, che si muovono spesso a traino di coloro che conducono il gioco ; Chickens: investitori eccessivamente timorosi; Pigs: investitori con atteggiamento altamente speculativo che si accollano rischi alti in cerca del colpaccio. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 22/59

23 Intermediari finanziari Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Intermediari finanziari: istituzioni attraverso cui i risparmiatori forniscono indirettamente fondi a chi ne fa richiesta; Tra gli intermediari finanziari vi sono in particolare: Banche; Fondi comuni di investimento. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 23/59

24 Banche Mercati finanziari e istituzioni finanziarie Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Banche: istituzioni finanziarie risultato di due processi evolutivi dalla custodia dei fondi all attività creditizia (funzione creditizia): raccolta fondi con operazioni di credito passivo (depositi) ed erogazione fondi con operazioni di credito attivo (impieghi) intermediazione creditizia; miglioramento della qualità del credito: le banche vantano crediti di qualità normale, ma sono prestatari di qualità alta per diversificazione delle attività; trasformazione della scadenza: la banche prendono a prestito con depositi a vista o a breve termine e prestano a lungo termine. consenso graduale nel far accettare i propri debiti come mezzi di pagamento (funzione monetaria): depositi bancari in conto corrente (checkable deposits) fungono da moneta su base fiduciaria Emissione di moneta; Creazione di moneta nel sistemi bancari a riserva frazionaria. Proventi attività bancaria (margine di intermediazione) risultato di: margine di interesse: differenza fra interessi attivi e passivi; commissioni e provvigioni per servizi finanziari: attività di consulenza e valutazione del rischio; assistenza alle imprese in operazioni di finanziamento sul mercato; operazioni su valori mobiliari e derivati (swaps, options, futures); ecc. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 24/59

25 Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Margine di intermediazione di Intesa Sanpaolo Figura: Margine di intermediazione da bilancio riclassificato di Intesa Sanpaolo Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 25/59

26 Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Fondi comuni di investimento e altri investitori istituzionali Investitori istituzionali: strumenti di gestione collettiva del risparmio: Fondi comuni; Società di Investimento a Capitale Variabile (SICAV). Fondi pensione; Società di assicurazione. Fondi comuni di investimento (mutual funds): patrimoni autonomi, suddivisi in quote dei singoli partecipanti, gestiti da Società di Gestione del Risparmio (SGR) per conto dei partecipanti al fondo e a loro rischio. Fondi suddivisi, a seconda del: tipo in Fondi chiusi (closed-end fund): quote predeterminate; Fondi aperti (open-end fund): patrimonio (Net Asset Value, NAV) variabile in funzione di nuove sottoscrizioni e rimborsi. SGR deve accettare sempre le sottoscrizioni o le richieste di rimborso. dell oggetto in: i) mobiliari; ii) immobiliari; iii) speculativi (hedge funds). Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 26/59

27 Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Attività finanziarie delle famiglie in Europa Fonte: Eurostat, Attività finanziarie Biglietti e depositi Biglietti Depositi Titoli (escluse azioni) Prestiti Azioni e partecipazioni Azioni quotate Azioni non quotate Altre partecipazioni Quote di fondi comuni Riserva per premi assicurativi Altre attività Tabella: Attività delle famiglie nello stato patrimoniale consolidato nell EU27 (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 27/59

28 Obbligazioni e mercato obbligazionario Azioni e mercato azionario Borse valori Intermediari finanziari Attività finanziarie delle famiglie in Italia Fonte: Eurostat, Figura: Composizione delle attività finanziarie delle famiglie in Italia nel 2011 (somma delle attività finanziarie pari al 226.3% del PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 28/59

29 Risparmio Mercati finanziari e istituzioni finanziarie Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Risparmio: reddito disponibile al netto dei consumi; Tasso di risparmio: rapporto tra risparmio e reddito; Risparmio nazionale somma di: Risparmio privato nazionale: reddito disponibile meno spese per consumi finali dei residenti; Risparmio pubblico (o del settore pubblico): entrate (tutte le imposte) meno uscite (compresi i trasferimenti e i pagamenti per interessi), a tutti i livelli della pubblica amministrazione. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 29/59

30 Determinanti del risparmio privato Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Nelle economie di mercato, risparmio privato derivante da decisioni individuali basate su un confronto di utilità tra: desiderio di anticipare il consumo (sostituzione intertemporale); desiderio di provvedere ai bisogni futuri, personali, familiari e degli eredi (risparmio a scopo di eredità), bisogni certi (sostituzione intertemporale); bisogni incerti (risparmio precauzionale). Decisione determinata da: valore del patrimonio individuale; aspettative circa i redditi futuri in ogni periodo; grado di impazienza; spirito di previdenza; autocontrollo; premura per i propri discendenti. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 30/59

31 Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Ciclo di vita e consumption smoothing Decisioni di risparmio collegate all allocazione intertemporale del consumo; In base alla teoria del reddito permanente (permanent income theory) di Friedman (1956) e del ciclo di vita (life-cycle theory) di Modigliani e Brumberg (1954), la compresenza di: agenti forward-looking (che formano aspettative circa il futuro e agiscono in accordo con tali aspettative); il desiderio di avere un path tendenzialmente stabile di consumo nel tempo (consumption smoothing); il path dei redditi attesi: bassi in gioventù; più alti nella maturità; più bassi nella vecchiaia; determinano tassi di risparmio: negativi in gioventù, con ricorso al debito; positivi nella maturità: con restituzione dei debiti e formazione di un patrimonio; negativi nella vecchiaia, in cui si dilapida in tutto o in parte il patrimonio accumulato. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 31/59

32 Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Analisi della relazione tra risparmio e tasso d interesse Un agente vive due periodi e non ha patrimonio; L utilità complessiva è funzione del consumo nei due periodi: con C t consumo nel periodo t; U = u(c 1,C 2 ) I consumi nei due periodi sono sostituti imperfetti; Vincolo di bilancio intertemporale: (1+r)(Y 1 C 1 ) = C 2 Y 2 C 2 = (1+r)Y 1 +Y 2 (1+r)C 1 dove: Y t: reddito reale guadagnato nel periodo t; r: tasso d interesse reale. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 32/59

33 Pattern di consumo di equilibrio Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili C 2 (1+r)Y 1 +Y 2 C 2 C 1 Y 1 + Y2 1+r C 1 Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 33/59

34 Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Effetto di un aumento del tasso d interesse Aumento di r fa ruotare il vincolo di bilancio; Aumento del tasso d interesse (r > r) provoca un aumento del prezzo del consumo presente in termini di consumo futuro ((1+r ) > (1+r)), con conseguente effetto sostituzione: il consumo presente, diventato relativamente più caro, viene sostituito con quello futuro; Se C 1 diminuisce, il risparmio (S = Y 1 C 1 ) aumenta. Nota: vi può essere anche un effetto reddito: effetto reddito aumenta il consumo presente e futuro; se effetto sostituzione prevalente, il risparmio comunque aumenta. r S Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 34/59

35 Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Effetto di un aumento del tasso d interesse C 2 C 2 C 2 C 1 C 1 C 1 Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 35/59

36 Tasso di risparmio delle famiglie Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Fonte: OECD, Figura: Risparmio delle famiglie in percentuale del reddito disponibile Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 36/59

37 Investimenti Mercati finanziari e istituzioni finanziarie Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Investimenti reali: domanda di beni di investimento, come immobili, impianti e macchinari, ecc.; Dato il tasso di interesse reale r, Valore Attuale Netto (VAN) di un progetto di investimento pari alla somma dei flussi reali scontati generati dall investimento: VAN = T t=0 V e t (1+i) t con Vt e ricavo (+) o costo ( ) in termini reali atteso al tempo t; Saggio di rendimento interno (Internal Rate of Return, IRR) reale di un progetto di investimento, o efficienza marginale del capitale (marginal efficiency of capital): tasso d interesse reale che rende nullo il VAN T Vt e (1+IRR) t = 0 t=0 Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 37/59

38 Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Relazione tra investimenti e tasso d interesse Conveniente intraprendere solo gli investimenti con tasso di rendimento interno maggiore del tasso di interesse di mercato; Dati i progetti di investimento, un aumento del tasso di interesse reale riduce il numero di progetti profittevoli, e quindi il livello di investimenti programmati: r I Dato il tasso di interesse, un miglioramento delle aspettative degli imprenditori aumenta il livello di investimenti programmati. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 38/59

39 Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Identità risparmi-investimenti nella contabilità nazionale Assumendo economia chiusa e senza settore pubblico: Y C +I Y C I S I Y: PIL reddito totale spesa totale; C: consumi di beni e servizi finali; I: investimenti lordi (inclusi investimenti in scorte); S: risparmio. Nella contabilità nazionale l uguaglianza risparmi-investimenti è un identità contabile (sempre vera per definizione), poiché gli investimenti lordi includono gli investimenti in scorte non programmati; Possibili in teoria differenze tra risparmio e investimenti reali programmati? Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 39/59

40 Mercato dei fondi mutuabili Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Mercato dei fondi mutuabili: luogo d incontro tra domanda di fondi mutuabili: richiesta di prestiti per investimenti programmati; offerta di fondi mutuabili: offerta di prestiti derivanti da risparmi (eccedenza del reddito sui consumi). Sul mercato del credito si determina il tasso d interesse reale; Determinando contemporaneamente il livello di: investimenti, e quindi ammontare del reddito destinato ad usi produttivi che aumentano il reddito futuro; risparmio, e quindi livello dei consumi aggregati nel periodo corrente; i mercati del credito collegano presente e futuro: tasso di crescita del prodotto interno (attraverso variazioni del tasso di accumulazione del capitale fisico); allocazione intertemporale del consumo. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 40/59

41 Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Equilibrio sul mercato dei fondi mutuabili r S r I S = I Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 41/59

42 Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Equilibrio sul mercato dei fondi mutuabili Domanda di fondi prestabili (investimenti): tendenzialmente più elastica dell offerta di fondi prestabili; dipendente anche dalle aspettative degli imprenditori: un miglioramento delle aspettative sposta la curva di domanda verso destra. Offerta di fondi prestabili (risparmi): dipendente anche dalla distribuzione del reddito: poiché il tasso di risparmio tende ad aumentare all aumentare del reddito, un aumento della diseguaglianza distributiva sposta verso destra la curva di offerta; non necessariamente sempre con inclinazione positiva. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 42/59

43 Risparmio Investimenti Identità risparmi-investimenti Mercato dei fondi mutuabili Equilibri e disequilibri sul mercato dei fondi mutuabili Con offerta abbondante e molto rigida, e imprenditori molto pessimisti, tasso d interesse reale di equilibrio possibilmente negativo: affinché r < 0, tasso d inflazione atteso (π e ) positivo e maggiore del tasso di interesse nominale (i 0); Assumendo: risparmio e investimenti funzione del tasso d interesse reale; tasso d interesse reale libero di muoversi; sempre assicurata comunque l uguaglianza tra risparmi e investimenti programmati nell aggregato; Possibili squilibri settoriali, ma non recessioni; La macroeconomia keynesiana mette in dubbio l esistenza di un meccanismo di mercato che assicura sempre l uguaglianza tra risparmi e investimenti: in un economia monetaria non tutto il risparmio monetario viene investito: preferenza per la liquidità e possibilità di tesaurizzazione; livello di risparmio dipendente dal reddito e non dal tasso di interesse; prezzi di beni e fattori rigidi (sticky prices). Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 43/59

44 Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Identità I-S in un economia aperta con settore pubblico Reddito Nazionale Disponibile Lordo (RNDL) somma di: consumi (C); investimenti (I); spesa pubblica (G); saldo delle partite correnti (CAB). RNDL C +I +G +CAB Investimenti somma di risparmio: privato (delle famiglie e delle imprese); pubblico; resto del mondo. I RNDL C G CAB I (RNDL+F T C)+(T F G) CAB I S privato +S pubblico +S estero F: trasferimenti netti dal settore pubblico alle famiglie (compresi interessi pagati sul debito pubblico); T: imposte. Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 44/59

45 Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Investimenti e risparmio nazionale negli Stati Uniti Fonte: Eurostat, Figura: Risparmio nazionale, investimenti e saldo delle partite correnti (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 45/59

46 Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Investimenti e risparmio nazionale in Giappone Fonte: Eurostat, Figura: Risparmio nazionale, investimenti e saldo delle partite correnti (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 46/59

47 Investimenti e risparmio nazionale in Italia Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Fonte: Eurostat, Figura: Risparmio nazionale, investimenti e saldo delle partite correnti (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 47/59

48 Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Investimenti e risparmio nazionale in Germania Fonte: Eurostat, Figura: Risparmio nazionale, investimenti e saldo delle partite correnti (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 48/59

49 Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Investimenti e risparmio nazionale nel Regno Unito Fonte: Eurostat, Figura: Risparmio nazionale, investimenti e saldo delle partite correnti (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 49/59

50 Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Entrate e uscite del settore pubblico negli Stati Uniti Fonte: IMF World Economic Outlook, Figura: Entrate, uscite e deficit del settore pubblico (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 50/59

51 Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Entrate e uscite del settore pubblico in Giappone Fonte: IMF World Economic Outlook, Figura: Entrate, uscite e deficit del settore pubblico (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 51/59

52 Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Entrate e uscite del settore pubblico in Italia Fonte: Eurostat, Figura: Entrate, uscite e deficit del settore pubblico (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 52/59

53 Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Entrate e uscite del settore pubblico in Germania Fonte: Eurostat, Figura: Entrate, uscite e deficit del settore pubblico (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 53/59

54 Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Entrate e uscite del settore pubblico nel Regno Unito Fonte: Eurostat, Figura: Entrate, uscite e deficit del settore pubblico (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 54/59

55 Andamento dei tre saldi negli Stati Uniti Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Fonte: Eurostat, 2011 e IMF World Economic Outlook, Figura: Eccedenza del risparmio privato sugli investimenti, risparmio pubblico e saldo delle partite correnti (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 55/59

56 Andamento dei tre saldi in Giappone Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Fonte: Eurostat, 2011 e IMF World Economic Outlook, Figura: Eccedenza del risparmio privato sugli investimenti, risparmio pubblico e saldo delle partite correnti (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 56/59

57 Andamento dei tre saldi in Italia Formazione del capitale in economia aperta con settore pubblico Risparmio e investimenti nazionali Risparmio pubblico Andamento dei tre saldi Fonte: Eurostat, Figura: Eccedenza del risparmio privato sugli investimenti, risparmio pubblico e saldo delle partite correnti (% PIL) Giuseppe Vittucci Marzetti Principi di economia Politica economica 57/59

Strumenti finanziari e scelte di investimento. Roma, 8 maggio 2009

Strumenti finanziari e scelte di investimento. Roma, 8 maggio 2009 Strumenti finanziari e scelte di investimento Roma, 8 maggio 2009 IL MERCATO DEI CAPITALI Il MERCATO DEI CAPITALI è il luogo ideale dove si incontrano domanda e offerta di strumenti finanziari. Lo scopo

Dettagli

ISSIS DON MILANI LICEO ECONOMICO SOCIALE Corso di DIRITTO ed ECONOMIA POLITICA. Liceo Don Milani classe I ECONOMICO SOCIALE Romano di Lombardia 1

ISSIS DON MILANI LICEO ECONOMICO SOCIALE Corso di DIRITTO ed ECONOMIA POLITICA. Liceo Don Milani classe I ECONOMICO SOCIALE Romano di Lombardia 1 ISSIS DON MILANI LICEO Corso di DIRITTO ed ECONOMIA POLITICA 1 NEL MERCATO FINANZIARIO SI NEGOZIANO TITOLI CON SCADENZA SUPERIORE A 18 MESI AZIONI OBBLIGAZIONI TITOLI DI STATO 2 VALORE DEI TITOLI VALORE

Dettagli

1. I Tassi di interesse. Stefano Di Colli

1. I Tassi di interesse. Stefano Di Colli 1. I Tassi di interesse Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Strumenti (in generale) Un titolo rappresenta un diritto sui redditi futuri dell emittente o sulle sue attività Un

Dettagli

Tipo Scadenza Periodicità cedola Rimborso BOT (Buoni Ordinari del Tesoro)

Tipo Scadenza Periodicità cedola Rimborso BOT (Buoni Ordinari del Tesoro) TABELLA 10.1 Titoli di Stato: le caratteristiche principali Tipo Scadenza Periodicità cedola Rimborso BOT (Buoni Ordinari del Tesoro) CTZ (Certificati del Tesoro Zerocoupon) CCT (Certificati di Credito

Dettagli

Lezione 5 del modulo introduttivo di Economia politica a cura di R. Capolupo e G. Ferri

Lezione 5 del modulo introduttivo di Economia politica a cura di R. Capolupo e G. Ferri Lezione 5 del modulo introduttivo di Economia politica a cura di R. Capolupo e G. Ferri 1 Risparmio e investimento Risparmio è l ammontare di reddito che non viene consumato. Si origina nelle famiglie

Dettagli

Obiettivi del corso. Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari

Obiettivi del corso. Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari Obiettivi del corso Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari Studiare l articolazione e l organizzazione dei mercati in cui questi strumenti vengono negoziati Principali

Dettagli

Le obbligazioni: misure di rendimento e rischio Titoli di Stato e altre obbligazioni

Le obbligazioni: misure di rendimento e rischio Titoli di Stato e altre obbligazioni Le obbligazioni: misure di rendimento e rischio Titoli di Stato e altre obbligazioni Economia degli Intermediari Finanziari 5 maggio 2009 A.A. 2008-2009 Agenda 1. Introduzione 2. Titoli di Stato e di enti

Dettagli

I titoli obbligazionari. Giuseppe G. Santorsola EIF 1

I titoli obbligazionari. Giuseppe G. Santorsola EIF 1 I titoli obbligazionari Giuseppe G. Santorsola EIF 1 Titoli a reddito fisso Tutte le caratteristiche relative al profilo di rischio e rendimento (durata, diritto alla remunerazione e al rimborso del capitale)

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 6

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 6 SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 6 1. I mercati finanziari rappresentano un canale di trasferimento diretto di risorse finanziarie tra soggetti in surplus e soggetti in deficit, alternativo all insieme di trasferimenti

Dettagli

Azioni e obbligazioni: caratteristiche e stima del valore

Azioni e obbligazioni: caratteristiche e stima del valore Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Azioni e obbligazioni: caratteristiche e stima del valore Capitolo 14 Indice degli argomenti 1. Obbligazioni 2. Valutazione delle obbligazioni

Dettagli

Risparmio, investimenti e sistema finanziario

Risparmio, investimenti e sistema finanziario Risparmio, investimenti e sistema finanziario Testo di studio raccomandato: Mankiw, Principi di Economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Capitolo 26 Il sistema finanziario Il sistema finanziario fa in modo che

Dettagli

Prof. Carlo Salvatori 1. UNA VISIONE D ASSIEME 5. BANCA VERSUS MERCATO. UniversitàdegliStudidiParma

Prof. Carlo Salvatori 1. UNA VISIONE D ASSIEME 5. BANCA VERSUS MERCATO. UniversitàdegliStudidiParma UniversitàdegliStudidiParma Banca e Finanza in Europa Prof. 1 5. BANCA VERSUS MERCATO 1. Una visione d assieme 2. I mercati: le tipologie 3. I mercati creditizi: gli intermediari 4. Gli intermediari in

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Prof. Filippo Stefanini A.A. Corso 60012 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Edile Tassi di interesse Per ciascuna divisa, sono regolarmente quotati diversi

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

I contratti finanziari. Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

I contratti finanziari. Corso di Economia degli Intermediari Finanziari I contratti finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Definizioni I contratti finanziari-detti anche attività finanziarie e strumenti finanziari-sono beni intangibili che costituiscono

Dettagli

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento

Dettagli

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 A chi si rivolge Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento del

Dettagli

Risparmio Investimenti Sistema Finanziario

Risparmio Investimenti Sistema Finanziario 26 Risparmio Investimenti Sistema Finanziario Il Sistema Finanziario Il sistema finanziario è costituito dalle istituzioni che operano per far incontrare l offerta di denaro (risparmio) con la domanda

Dettagli

The Economics of Structured Finance. Economia delle scelte di portafoglio

The Economics of Structured Finance. Economia delle scelte di portafoglio The Economics of Structured Finance Economia delle scelte di portafoglio La finanza strutturata è il pooling di attività (e.g. prestiti, obbligazioni, mutui) e la conseguente emissione di trance con differenti

Dettagli

I VALORI MOBILIARI I VALORI MOBILIARI I VALORI MOBILIARI CORSI DI RIALLINEAMENTO 19/10/2011

I VALORI MOBILIARI I VALORI MOBILIARI I VALORI MOBILIARI CORSI DI RIALLINEAMENTO 19/10/2011 CORSI DI RIALLINEAMENTO ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2011-2012 Sono titoli di credito negoziabili e trasferibili emessi da enti pubblici o da società private, che rappresentano crediti fruttiferi in denaro

Dettagli

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa Indice 3 PREFAZIONE 5 INTRODUZIONE - Tendenze evolutive del rapporto banca-impresa 5 I.1 Premessa 6 I.2 Le recenti riforme dell ordinamento bancario 9 I.2.1 Le direttive del Comitato di Basilea 12 I.2.2

Dettagli

Economia dei Mercati Finanziari Secondo Modulo Prof. Luca Malavolta. Mercato Obbligazionario

Economia dei Mercati Finanziari Secondo Modulo Prof. Luca Malavolta. Mercato Obbligazionario Economia dei Mercati Finanziari Secondo Modulo Prof. Luca Malavolta Mercato Obbligazionario OBBLIGAZIONE: Titolo di debito che impegna l'emittente al rimborso del capitale oltre che alla corresponsione

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

Il mercato azionazio ed effetto sulle società per azioni

Il mercato azionazio ed effetto sulle società per azioni Il mercato azionazio ed effetto sulle società per azioni Il mercato azionario è quel luogo in cui avviene la compravendita dei titoli mobiliari, composti sia da titoli azionari che da obbligazioni. Originariamente

Dettagli

POLITICHE DI INVESTIMENTO DEI PRODOTTI

POLITICHE DI INVESTIMENTO DEI PRODOTTI Milano, 28 febbraio 2005 Prot. n. 001407/2005/DG/LB Gentile Sottoscrittore, anche quest anno Zenit SGR S.p.A. invia alla Sua attenzione, quale partecipante ai fondi comuni di investimento gestiti dalla

Dettagli

2 è calcolato in funzione del prezzo di mercato del. 3 è pubblicato quotidianamente sulla stampa. 4 è il prezzo ufficiale di mercato del fondo

2 è calcolato in funzione del prezzo di mercato del. 3 è pubblicato quotidianamente sulla stampa. 4 è il prezzo ufficiale di mercato del fondo Rispondere ai seguenti quesiti. Livello Knowledge 1 2 3 4 Nelle forme pensionistiche individuali, attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita, l ammontare dei premi: 1 è sempre definito in misura

Dettagli

Capitolo 23. Mercati finanziari e flussi internazionali di capitali. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S.

Capitolo 23. Mercati finanziari e flussi internazionali di capitali. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Capitolo 23 Mercati finanziari e flussi internazionali di capitali In questa lezione Sistema finanziario e allocazione del risparmio a usi produttivi: sistema bancario obbligazioni e azioni Ruolo dei mercati

Dettagli

Glossario Finanziario. Aggiotaggio

Glossario Finanziario. Aggiotaggio Glossario Finanziario Aggiotaggio E un atteggiamento, punito penalmente dalla legge, che viene assunto da coloro che per il proprio personale profitto diffondono notizie false e tendenziose relative a

Dettagli

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale IL CAPITALE 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale CAPITALE FINANZIARIO E CAPITALE REALE Col termine capitale i si può riferire a due concetti differenti Il capitale finanziario è costituito dalla

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. PRODOTTI FINANZIARI A MEDIO-LUNGO TERMINE BTP: Buoni del Tesoro Poliennali

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. PRODOTTI FINANZIARI A MEDIO-LUNGO TERMINE BTP: Buoni del Tesoro Poliennali AREA FINANZA DISPENSE FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto PRODOTTI FINANZIARI A MEDIO-LUNGO TERMINE BTP: Buoni del Tesoro Poliennali ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE

Dettagli

Economia del Credito e della Finanza

Economia del Credito e della Finanza Università degli Studi di Cagliari Facoltà di Economia Economia del Credito e della Finanza Parte II: Mercati Finanziari Docente: Massimo Pinna A.A. 2011/2012 - I semestre Indice Introduzione Prezzi e

Dettagli

Università di Cagliari CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2013-2014

Università di Cagliari CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2013-2014 Università di Cagliari Dipartimento di Scienze Economiche ed Aziendali Facoltà di scienze economiche giuridiche e politiche CORSO DI TECNICA BANCARIA A.A. 2013-2014 Dott. Rundeddu Vincenzo LA RACCOLTA

Dettagli

CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato

CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato Pubblicato mediante deposito presso l Archivio Prospetti della CONSOB in data 31 gennaio 2012 Società di gestione Collocatore Unico 2/44 Il presente Prospetto Semplificato

Dettagli

DOMANDE PER LA PREPARAZIONE DELL ESAME DI STRUMENTI FINANZIARI

DOMANDE PER LA PREPARAZIONE DELL ESAME DI STRUMENTI FINANZIARI DOMANDE PER LA PREPARAZIONE DELL ESAME DI STRUMENTI FINANZIARI Cap. 1. La moneta e i bisogni di pagamento 1) Si illustrino i problemi che incontrano gli scambisti nel regolamento di uno scambio monetario.

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

Gestione patrimoniale e finanziaria

Gestione patrimoniale e finanziaria Gestione patrimoniale e finanziaria Investimenti e disponibilità Operatività svolta nel corso del 2013 Durante il 2013 le politiche di investimento adottate dall area finanza hanno perseguito, in un ottica

Dettagli

Bisogno di investimento del risparmio

Bisogno di investimento del risparmio Bisogno di investimento del risparmio Domanda e Offerta di strumenti di investimento del risparmio Bisogno di investimento Strumenti bancari (contratti bilaterali) depositi tempo; PcT; CD Strumenti di

Dettagli

INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI/PRODOTTI FINANZIARI Informazioni generali sulla natura e sui rischi degli strumenti/prodotti finanziari

INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI/PRODOTTI FINANZIARI Informazioni generali sulla natura e sui rischi degli strumenti/prodotti finanziari INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI/PRODOTTI FINANZIARI Informazioni generali sulla natura e sui rischi degli strumenti/prodotti finanziari Mifi d Info Strum/Prodotti Finanz. Ed. Gennaio 2012 Il documento ha

Dettagli

AZIONI E OBBLIGAZIONI: CARATTERISTICHE E STIME DEL VALORE. Docente: Prof. Massimo Mariani

AZIONI E OBBLIGAZIONI: CARATTERISTICHE E STIME DEL VALORE. Docente: Prof. Massimo Mariani AZIONI E OBBLIGAZIONI: CARATTERISTICHE E STIME DEL VALORE Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Le obbligazioni: definizioni e caratteristiche Particolari tipologie di obbligazioni La valutazione delle

Dettagli

Regolamento Unico di Gestione dei Fondi Comuni di Investimento Mobiliare Aperti appartenenti al Sistema Strategie di Investimento :

Regolamento Unico di Gestione dei Fondi Comuni di Investimento Mobiliare Aperti appartenenti al Sistema Strategie di Investimento : Regolamento Unico di Gestione dei Fondi Comuni di Investimento Mobiliare Aperti appartenenti al Sistema Strategie di Investimento : LINEA RENDIMENTO ASSOLUTO Eurizon Rendimento Assoluto 2 anni Eurizon

Dettagli

Strumenti di finanziamento a medio e lungo termine

Strumenti di finanziamento a medio e lungo termine Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Strumenti di finanziamento a medio e lungo termine Capitolo 21 Indice degli argomenti 1. Alternative di finanziamento a lungo termine

Dettagli

IL MERCATO OBBLIGAZIONARIO

IL MERCATO OBBLIGAZIONARIO IL MERCATO OBBLIGAZIONARIO LE FUNZIONI, GLI STRUMENTI, I PARTECIPANTI, I SISTEMI DI SCAMBIO Capitolo 12 SAPRESTE RISPONDERE A QUESTA DOMANDA? La vostra azienda ha bisogno di un nuovo impianto per rispondere

Dettagli

Il dizionario dei termini finanziari

Il dizionario dei termini finanziari Il dizionario dei termini finanziari Tipi di ordine Ordine a mercato Ordine in stop (buystop-sellstop) Ordine a limite (buylimit-sellimit) Viene dato senza precisare alcun prezzo. Significa che lo si deve

Dettagli

Bisogno di investimento del risparmio

Bisogno di investimento del risparmio Bisogno di investimento del risparmio Domanda e Offerta di strumenti di investimento del risparmio Bisogno di investimento Strumenti bancari (contratti bilaterali) depositi tempo; PcT; CD Strumenti di

Dettagli

In collaborazione con il Gruppo Montepaschi e le Associazioni dei Consumatori:

In collaborazione con il Gruppo Montepaschi e le Associazioni dei Consumatori: Guida ai PRODOTTI Finanziari In collaborazione con il Gruppo Montepaschi e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum Adoc Assoconsum Assoutenti Casa del Consumatore Cittadinanzattiva Codici Confconsumatori

Dettagli

I titoli obbligazionari

I titoli obbligazionari I titoli obbligazionari 1 Tipologie di titoli La relazione di equivalenza consente di attribuire un valore oggi ad importi monetari disponibili ad una data futura. In particolare permettono di determinare

Dettagli

LIUC Anno Accademico 2007/2008 F83102 Economia e Tecnica dei Mercati Finanziari Dott. Marco Fumagalli. Take Home Exam Data di consegna 20.12.

LIUC Anno Accademico 2007/2008 F83102 Economia e Tecnica dei Mercati Finanziari Dott. Marco Fumagalli. Take Home Exam Data di consegna 20.12. LIUC Anno Accademico 2007/2008 F83102 Economia e Tecnica dei Mercati Finanziari Dott. Marco Fumagalli Sistema Finanziario Take Home Exam Data di consegna 20.12.2007 1 Individuare, all interno dell appendice

Dettagli

I TITOLI DI STATO. Modalità di collocamento

I TITOLI DI STATO. Modalità di collocamento I TITOLI DI STATO I Titoli di Stato sono strumenti di debito utilizzati dallo Stato Italiano per finanziare le proprie esigenze finanziarie. Il Ministero dell Economia e delle Finanze ha previsto di effettuare

Dettagli

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio Glossario Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio (nell accezione accolta nella Relazione e con esclusione dei termini entrati nel lessico comune italiano oppure inseriti in un contesto

Dettagli

Banca di Legnano 29 Luglio 2011/2015 Tasso Fisso 3,30%, ISIN IT000474669 6. BANCA DI LEGNANO S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO

Banca di Legnano 29 Luglio 2011/2015 Tasso Fisso 3,30%, ISIN IT000474669 6. BANCA DI LEGNANO S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle obbligazioni Banca di Legnano 29 Luglio 2011/2015 Tasso Fisso 3,30%, ISIN IT000474669 6 da emettersi nell ambito del programma BANCA DI LEGNANO S.p.A. OBBLIGAZIONI

Dettagli

Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio

Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio 1 Mercati e strumenti finanziari gestiti Dal 1998 Borsa Italiana SpA regolamenta, sviluppa e gestisce i mercati italiani azionari (MTA e Mercato Expandi), il mercato degli strumenti derivati (IDEM), il

Dettagli

Base Target High Dividend Scheda Sintetica - Informazioni specifiche

Base Target High Dividend Scheda Sintetica - Informazioni specifiche 1 di 8 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del fondo interno. INFORMAZIONI

Dettagli

Economia del Mercato Mobiliare

Economia del Mercato Mobiliare Economia del Mercato Mobiliare Presentazione del corso Gli strumenti finanziari: aspetti introduttivi I titoli di debito (continua la prossima lezione) Presentazione del corso Docenti Ricevimento Calendario

Dettagli

MiniBond: disciplina normativa ed emissioni Shari ah compliant

MiniBond: disciplina normativa ed emissioni Shari ah compliant MiniBond: disciplina normativa ed emissioni Shari ah compliant Giovanni Luppi Partner Mini Bond 1 1. Decreto Sviluppo 2012 - Principali novità Ambito civilistico Eliminazione dei limiti previsti dall articolo

Dettagli

Prestiti divisi. 1 I prestiti obbligazionari. 1.1 Introduzione. 1.2 Grandezze fondamentali

Prestiti divisi. 1 I prestiti obbligazionari. 1.1 Introduzione. 1.2 Grandezze fondamentali Prestiti divisi 1 I prestiti obbligazionari 1.1 Introduzione Nell ammortamento di prestiti indivisi (mutui), un unico soggetto (creditore o mutuante) presta denaro ad un unico soggetto debitore (mutuatario).

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze Quale titolo di Stato per quale profilo di investitore? Forum della PA - 25 maggio 2007 Dott.ssa Maria Cannata Direttore Generale del Debito Pubblico -1- Introduzione

Dettagli

Il mercato mobiliare

Il mercato mobiliare Il mercato mobiliare E il luogo nel quale trovano esecuzione tutte le operazioni aventi per oggetto valori mobiliari, ossia strumenti finanziari così denominati per la loro attitudine a circolare facilmente

Dettagli

Elementi di Finanza Immobiliare

Elementi di Finanza Immobiliare Elementi di Finanza Immobiliare Enrico Cestari Università di TorVergata 18 gennaio 2013 Agenda Introduzione I fondi immobiliari SIIQ Cartolarizzazione Case study 2 Introduzione Obiettivo della finanza

Dettagli

FONDI FLESSIBILI Vegagest Obb. Flessibile Vegagest Rendimento Vegagest Flessibile

FONDI FLESSIBILI Vegagest Obb. Flessibile Vegagest Rendimento Vegagest Flessibile FONDI ARMONIZZATI FONDI LIQUIDITÀ Vegagest Monetario FONDI OBBLIGAZIONARI Vegagest Obb. Euro Breve Termine Vegagest Obb. Euro Vegagest Obb. Euro Lungo Termine Vegagest Obb. Internazionale Vegagest Obb.

Dettagli

AVVISO n.17336 26 Settembre 2007 MOT DomesticMOT

AVVISO n.17336 26 Settembre 2007 MOT DomesticMOT AVVISO n.17336 26 Settembre 2007 MOT DomesticMOT Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : CAPITALIA dell'avviso Oggetto : DomesticMOT inizio negoziazione obbligazioni "Capitalia" Testo

Dettagli

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività.

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività. Glossario finanziario Asset Allocation Consiste nell'individuare classi di attività da inserire in portafoglio al fine di allocare in maniera ottimale le risorse finanziarie, dati l'orizzonte temporale

Dettagli

UD 7.2. Risparmio, investimento e sistema finanziario

UD 7.2. Risparmio, investimento e sistema finanziario UD 7.2. Risparmio, investimento e sistema finanziario Inquadramento generale In questa unità didattica analizzeremo come i risparmi delle famiglie affluiscono alle imprese per trasformarsi in investimenti.

Dettagli

Globalizzazione economica

Globalizzazione economica Globalizzazione economica Docente: Antonio Forte 1 Lezione 14 I processi di cartolarizzazione (cap 3) Lo shadow banking system (cap 3) Le agenzie di rating (cap 3) 2 I processi di cartolarizzazione - 1

Dettagli

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 Il presente supplemento è parte integrante del Prospetto di Fidelity Funds del giugno 2014 e comprendente il supplemento dell agosto

Dettagli

ISIN IT000469394 8 CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO

ISIN IT000469394 8 CASSA DI RISPARMIO DI ALESSANDRIA S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle obbligazioni Cassa di Risparmio di Alessandria 6 Aprile 2011/2018 Tasso Fisso 4,10%, ISIN IT000469394 8 da emettersi nell ambito del programma CASSA DI

Dettagli

Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento

Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento Capitolo 17 Indice degli argomenti 1. Rischio operativo e finanziario

Dettagli

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 00_caparrelli 20-01-2004 13:10 Pagina VII Prefazione XIII Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 Capitolo 1 I prodotti del mercato monetario 3 1.1 Introduzione al mercato monetario

Dettagli

rendimento e protezione Le Obbligazioni e i Titoli di Stato

rendimento e protezione Le Obbligazioni e i Titoli di Stato rendimento e protezione Le Obbligazioni e i Titoli di Stato Le Obbligazioni e i Titoli di Stato Indice Introduzione 1 Le tipologie: 2 elementi chiave e strategie di investimento - Titoli di Stato - Corporate

Dettagli

5 Risparmio e investimento nel lungo periodo

5 Risparmio e investimento nel lungo periodo 5 Risparmio e investimento nel lungo periodo 5.1 Il ruolo del mercato finanziario Il ruolo macroeconomico del sistema finanziario è quello di far affluire i fondi risparmiati ai soggetti che li spendono.

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

spa-etf.com a 4 Triton Square, Regent s Place, London, NW1 3HG, UK +44 (0)20 7396 3270 f +44 (0)20 7396 3201

spa-etf.com a 4 Triton Square, Regent s Place, London, NW1 3HG, UK +44 (0)20 7396 3270 f +44 (0)20 7396 3201 a 4 Triton Square, Regent s Place, London, NW1 3HG, UK t +44 (0)20 7396 3270 f +44 (0)20 7396 3201 spa-etf.com 2007 SPA ETF Europe Ltd SPA ETF Europe Ltd. is an appointed representative of London & Capital

Dettagli

Tassi a zero e Azioni: le risposte per il Cliente

Tassi a zero e Azioni: le risposte per il Cliente Tassi a zero e Azioni: le risposte per il Cliente 2 Eurizon Capital: un grande patrimonio di competenza e fiducia 193 miliardi Patrimonio gestito 1,4 milioni di clienti retail (fondi italiani e GP) 15%

Dettagli

IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA

IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria, di seguito testo unico ); Visto l'articolo

Dettagli

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI 1 Indice Definizione di contratto finanziario Contratti finanziari bilaterali e multilaterali Contratto di debito Contratto di partecipazione Contratto assicurativo Contratto

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE

TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE DOCUMENTO PUBBLICITARIO TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE CON BGF FIXED INCOME GLOBAL OPPORTUNITIES FUND (FIGO) È un nuovo mondo per i mercati obbligazionari. È quindi giunto il momento di considerare un approccio

Dettagli

Il sistema finanziario

Il sistema finanziario Il sistema finanziario 1. Definizione Il sistema finanziario (SF) rappresenta la fondamentale struttura attraverso cui si svolge nell ambito di un dato contesto economico l attività finanziaria, ossia

Dettagli

Base Target 04/2022 Scheda Sintetica - Informazioni specifiche 1 di 8

Base Target 04/2022 Scheda Sintetica - Informazioni specifiche 1 di 8 Scheda Sintetica - Informazioni specifiche 1 di 8 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

MOT ed ExtraMOT. Le Obbligazioni e i Titoli di Stato: rendimento e protezione

MOT ed ExtraMOT. Le Obbligazioni e i Titoli di Stato: rendimento e protezione MOT ed ExtraMOT Le Obbligazioni e i Titoli di Stato: rendimento e protezione Introduzione MOT ed ExtraMOT: i mercati Fixed Income per gli investitori retail e professionali. Negli ultimi anni, le Obbligazioni

Dettagli

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1. 1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.2 La dematerializzazione delle azioni 1.1.2.1 Profili fiscali 1.1.3

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO FISSO Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita l

Dettagli

La definizione di Spread e le diverse metodologie di calcolo. 17 Maggio 2012

La definizione di Spread e le diverse metodologie di calcolo. 17 Maggio 2012 La definizione di Spread e le diverse metodologie di calcolo 17 Maggio 2012 DEFINIZIONE DELL UNIVERSO INVESTIBILE UNIVERSO INVESTIBILE AZIONARIO OBBLIGAZIONARIO L acquisto di una azione o simil strumento

Dettagli

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale

IL CAPITALE. 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale IL CAPITALE 1) Domanda di capitale 2) Offerta di capitale CAPITALE FINANZIARIO E CAPITALE REALE Col termine capitale i si può riferire a due concetti differenti Il capitale finanziario è costituito dalla

Dettagli

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento Sezione Terza I Fondi comuni di investimento 369. Nella valutazione dei beni del fondo comune di investimento, il valore degli strumenti finanziari ammessi alle negoziazioni su mercati regolamentati è

Dettagli

AI SOCI DELLA SEZIONE LOMBARDIA

AI SOCI DELLA SEZIONE LOMBARDIA AI SOCI DELLA SEZIONE LOMBARDIA Milano, 22 marzo 2011 MT/dg Caro Socio, un gruppo di ricercatori dell area Finanza dell Università di Ferrara (facoltà d economia) in collaborazione con il Master CFO ANDAF-UNIFE

Dettagli

Le azioni e gli altri titoli di capitale

Le azioni e gli altri titoli di capitale Le azioni e gli altri titoli di capitale azioni Caratteristiche tecniche Categorie giuridiche ed economiche I titoli azionari L azione è un strumento finanziario che rappresenta una frazione del capitale

Dettagli

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI (in vigore dal 1 gennaio 2015) FONDI COMUNI Il presente Regolamento è stato approvato dall organo

Dettagli

Azioni azioni ordinarie o privilegiate che rappresentano una quota di proprietà di una società.

Azioni azioni ordinarie o privilegiate che rappresentano una quota di proprietà di una società. Glossario Accettazioni bancarie strumenti a breve termine emessi dai debitori internazionali garantiti da banche di rilievo internazionale. Agency bonds Obbligazioni emesse (ma non garantite) da agenzie

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO MISTO

SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO MISTO SCHEDA PRODOTTO PER PRESTITO OBBLIGAZIONARIO A TASSO MISTO Quanto segue costituisce una sintesi delle principali caratteristiche del Prestito Obbligazionario. Per un illustrazione esaustiva si invita l

Dettagli

La crisi finanziaria del 2007-2010

La crisi finanziaria del 2007-2010 La crisi finanziaria del 2007-2010 1 La cronologia Agosto 2007-Agosto 2008: il preludio alla crisi 31 luglio 2007: Bearn Sterns liquida due hedge funds (fondi speculativi) che investono in attività finanziarie

Dettagli

INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI/PRODOTTI FINANZIARI

INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI/PRODOTTI FINANZIARI INFORMAZIONI SUGLI STRUMENTI/PRODOTTI FINANZIARI Informazioni generali sulla natura e sui rischi degli strumenti/prodotti fi nanziari Il documento ha la finalità di fornire alcune informazioni di base

Dettagli

Banca Popolare di Mantova 31 Maggio 2011/2013. Tasso Fisso 2,60%, ISIN IT000471447 0. "BANCA POPOLARE DI MANTOVA S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO"

Banca Popolare di Mantova 31 Maggio 2011/2013. Tasso Fisso 2,60%, ISIN IT000471447 0. BANCA POPOLARE DI MANTOVA S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle obbligazioni Banca Popolare di Mantova 31 Maggio 2011/2013 Tasso Fisso 2,60%, ISIN IT000471447 0 da emettersi nell ambito del programma "BANCA POPOLARE

Dettagli

ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY

ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY 28 NOVEMBRE e 12 DICEMBRE DOMANDE E RISPOSTE DOMANDE GENERALI Che cos è il Btp day? Il BTP-day è una iniziativa che ha l obiettivo di agevolare temporaneamente i

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CONDIZIONI DEFINITIVE CONDIZIONI DEFINITIVE relative all Offerta di obbligazioni Carilo-Cassa di Risparmio di Loreto S.p.A Step Up con facoltà di rimborso anticipato a favore dell Emittente 2010-2015 Codice

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

SYMPHONIA LUX SICAV Société d investissement à capital variable 33, rue de Gasperich L- 5826 Hesperange R.C.S. Luxembourg B 65.036

SYMPHONIA LUX SICAV Société d investissement à capital variable 33, rue de Gasperich L- 5826 Hesperange R.C.S. Luxembourg B 65.036 Hesperange, 12 settembre 2013 NOTA AGLI AZIONISTI DI Gentili Signori, La presente per informarvi che il Consiglio di Amministrazione di Sicav (di seguito la Sicav ) ha approvato le seguenti modifiche al

Dettagli

COMUN FONDI. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Valore Aggiunto, al Sistema Etico ed al Sistema Profili & Soluzioni

COMUN FONDI. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Valore Aggiunto, al Sistema Etico ed al Sistema Profili & Soluzioni Eurizon Capital SGR S.p.A. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Valore Aggiunto, al Sistema Etico ed al Sistema Profili & Soluzioni FONDI COMUN INVEST MOBIL COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI DELLE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI

FOGLIO INFORMATIVO REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI FOGLIO INFORMATIVO REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI OBBLIGAZIONI CARIGE SERIE 294 INFLATION BOND II Per conoscere il rendimento offerto

Dettagli

NOTA DI SINTESI. Sintesi dei Fattori di Rischio

NOTA DI SINTESI. Sintesi dei Fattori di Rischio NOTA DI SINTESI La presente nota di sintesi fornisce un sommario di quelle che, ad avviso dell Emittente, sono le principali caratteristiche e rischi associati all Emittente, nonché alle Obbligazioni (Notes)

Dettagli

Lezione 2: L investimento in strumenti finanziari I drivers dell analisi del valore L analisi dei titoli obbligazionari:

Lezione 2: L investimento in strumenti finanziari I drivers dell analisi del valore L analisi dei titoli obbligazionari: Lezione 2: L investimento in strumenti finanziari I drivers dell analisi del valore L analisi dei titoli obbligazionari: Analisi degli Investimenti 2014/15 Lorenzo Salieri L investimento in strumenti finanziari

Dettagli