Il presente supplemento al prospetto è conforme al modello depositato presso la CONSOB alla data sopra indicata. Absolute Insight Funds p.l.c.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il presente supplemento al prospetto è conforme al modello depositato presso la CONSOB alla data sopra indicata. Absolute Insight Funds p.l.c."

Transcript

1 Supplemento al Prospetto completo depositato presso la CONSOB in data Il presente supplemento al prospetto informativo è la traduzione fedele dell ultimo prospetto approvato dalla Banca centrale della Repubblica d Irlanda. Il presente supplemento al prospetto è conforme al modello depositato presso la CONSOB alla data sopra indicata. Absolute Insight Funds p.l.c. Supplemento datato 27 febbraio 2015 del Prospetto informativo per l Absolute Insight Equity Market Neutral Fund Questo Supplemento contiene informazioni specifiche relative all Absolute Insight Equity Market Neutral Fund (il Fondo), un Fondo di Absolute Insight Funds p.l.c. (la Società), società d investimento multicomparto a capitale variabile e responsabilità separate tra i comparti autorizzata dalla Banca centrale come OICVM ai sensi del Regolamento. Questo Supplemento deve essere letto insieme alla descrizione generale della Società contenuta nel Prospetto informativo della Società datato 17 febbraio 2014 (il Prospetto informativo), di cui è parte integrante. Gli Amministratori della Società i cui nomi sono riportati nell elenco degli Amministratori nel Prospetto informativo si assumono la responsabilità delle informazioni contenute nel Prospetto informativo e in questo Supplemento. Per quanto a conoscenza degli Amministratori (che si sono assicurati con tutta la cura ragionevole che questo sia il caso) le informazioni contenute in questo documento corrispondono ai fatti e non ci sono omissioni che possano diminuirne l attendibilità. Gli Amministratori se ne assumono quindi la responsabilità. Il Fondo può investire principalmente in strumenti finanziari derivati e le sue politiche d investimento possono causare un alta volatilità del Valore patrimoniale netto. L investimento nel Fondo comporta un rischio notevole, non deve costituire una quota importante di un portafoglio d investimenti e può non essere adatto a tutti gli investitori. I termini e le espressioni definiti nel Prospetto informativo avranno lo stesso significato se utilizzati in questo Supplemento, salvo differenze legate al contesto. 1

2 Indice OBIETTIVO E POLITICHE D INVESTIMENTO... 3 USO DI STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI... 4 RESTRIZIONI DEGLI INVESTIMENTI... 8 FATTORI DI RISCHIO... 8 COPERTURA DELLA CATEGORIA DI AZIONI... 8 POLITICA IN MATERIA DI DIVIDENDI... 8 INFORMAZIONI FONDAMENTALI PER L ACQUISTO E IL RIACQUISTO... 9 ONERI E SPESE QUOTAZIONE IN LISTINO VARIE

3 Obiettivo e politiche d investimento Obiettivo d investimento L obiettivo d investimento del Fondo è fornire un rendimento assoluto positivo e interessante in qualsiasi condizione di mercato. Politica d investimento Il Fondo si propone di realizzare il suo obiettivo su base annualizzata tramite una gestione discrezionale e può utilizzare varie tecniche di copertura. Il Fondo intende inoltre conseguire il LIBID a 3 mesi + 3% su base annualizzata a 5 anni al lordo delle commissioni e delle spese. La politica generale del Fondo consiste di due elementi distinti. Primo, il Fondo mira a generare una crescita del capitale a lungo termine, realizzata prioritariamente con l investimento in varie Azioni e titoli correlati ad azioni di società quotate o negoziate in Mercati regolamentati secondo quanto riportato all interno dell Appendice 2 del Prospetto informativo e strumenti finanziari derivati consentiti dal Regolamento. Non sono previste limitazioni specifiche circa le ponderazioni per paese che potrebbero essere rilevate dal Gestore delegato agli investimenti e gli investimenti detenuti dal Fondo potrebbero talvolta essere concentrati, ad esempio, in Europa e nel Regno Unito. Secondo, il Fondo investirà in un ampia gamma di Attività liquide o quasi liquide. Questa categoria patrimoniale sarà detenuta sia come categoria patrimoniale produttiva di un rendimento assoluto a suo pieno diritto sia per fornire liquidità e copertura di esposizioni generate dall uso di strumenti finanziari derivati. Una caratteristica essenziale del Fondo è quella di essere un fondo a rendimento assoluto, in quanto mira a fornire rendimenti assoluti positivi in qualsiasi condizione di mercato. Oltre a mantenere un portafoglio di Attività liquide o quasi liquide (come descritto qui sopra), in genere il Fondo perseguirà il suo obiettivo riducendo al minimo i rischi di mercato abitualmente associati all investimento in azioni (altrimenti noti come "beta"), isolando allo stesso tempo i rendimenti specifici dei titoli (altrimenti noti come "alfa"). A tale scopo il Fondo usa principalmente una tecnica chiamata "pairing" (accoppiamento). In base al "pairing" ogni titolo azionario o posizione correlata ad un titolo azionario del Fondo si compone di due parti: la prima parte rispecchia l opinione del Gestore delegato riguardo a un titolo azionario particolare, mentre la seconda parte riduce al minimo il rischio beta associato a tale titolo. La prima o la seconda parte sarà una posizione corta. Una posizione corta viene creata quando il Fondo vende un attività di cui non è proprietario con l intenzione di riacquistarla in futuro. Quando il prezzo dell attività venduta allo scoperto diminuisce il valore della posizione aumenta e viceversa. L altra parte di ogni coppia sarà una posizione lunga creata acquistando un attività. Il Fondo può quindi essere considerato un fondo "long/short" (lungo/corto). Pur vietando la vendita allo scoperto di titoli fisici, il regolamento OICVM consente la creazione di posizioni ribassiste sintetiche (intendendo per sintetico in questo contesto essenzialmente la realizzazione dello stesso risultato economico senza un effettiva vendita allo scoperto) tramite l uso di strumenti derivati, come per esempio swap di azioni, contratti a termine o contratti su differenziali. (Si invita a consultare anche Uso di strumenti finanziari derivati più avanti). Il Fondo farà quindi uso frequente di strumenti derivati per la creazione di posizioni sia lunghe sia corte (inclusi, senza essere limitati a essi, contratti su differenziali, swap di indici e settori azionari e swap di singole azioni) correlate a indici del mercato azionario, settori, titoli e panieri di titoli, sempre nel rispetto delle condizioni e dei limiti stabiliti nelle Comunicazioni della Banca centrale. Si invita a consultare anche Uso di strumenti finanziari derivati più avanti. 3

4 Il Fondo investirà in "coppie" solo qualora si siano individuate prospettive d investimento che a parere del Gestore delegato offrano al Fondo la possibilità di realizzare plusvalenze consistenti su un periodo di tempo più lungo. In caso contrario il Fondo resterà investito in Attività liquide o quasi liquide. Il Gestore delegato può creare posizioni che rispecchiano la sua opinione sulla volatilità futura del mercato relativamente a indici del mercato azionario, settori, titoli e panieri di titoli azionari, sempre nel rispetto delle condizioni e dei limiti stabiliti nelle Note della Banca centrale. L investimento nella volatilità generalmente sarà effettuato attraverso l uso di strumenti finanziari derivati come per esempio contratti a premio e opzioni su contratti a termine (si invita a consultare anche Uso di strumenti finanziari derivati più avanti). Qualora il Gestore delegato sia convinto che la volatilità futura sarà più elevata delle previsioni di altri investitori, aumenterà l esposizione nella volatilità comprando contratti a premio. Il Fondo beneficerebbe pertanto di qualsiasi aumento futuro della volatilità di una certa attività o mercato. Qualora invece il Gestore delegato sia convinto che la volatilità futura sarà inferiore alle previsioni di altri investitori, ridurrà l esposizione nella volatilità vendendo contratti a premio. Il Fondo beneficerebbe pertanto di qualsiasi calo futuro della volatilità dell attività o del mercato. Il Fondo può inoltre perseguire i suoi obiettivi e le sue politiche prendendo posizioni in organismi d investimento collettivo fino ad un massimo del 10% del suo patrimonio netto. Il Fondo può investire in organismi d investimento collettivo che soddisfino i requisiti stabiliti dalla Banca centrale per l ammissibilità di organismi a fini d investimento da parte di OICVM descritti nella Guidance Note 2/03 (e successive modifiche). Tali organismi possono essere costituiti come OICVM o fondi comuni d investimento a capitale variabile non OICVM, società d investimento, fondi autorizzati in borsa (ETF) o altri organismi autorizzati, con sede principalmente in GB, Irlanda, Lussemburgo e Isole della Manica, pur potendo anche aver sede in altri paesi e territori riconosciuti, e possono essere fondi aperti o chiusi. Qualsiasi eventuale investimento in ETF di tipo aperto sarà effettuato in conformità ai limiti di investimento previsti per organismi d investimento collettivo, e qualsiasi eventuale investimento in ETF di tipo chiuso avverrà conformemente ai limiti di investimento relativi a valori mobiliari, secondo quanto definito nella sezione Restrizioni degli investimenti dell Appendice 1 al Prospetto informativo. Tutti gli investimenti in fondi chiusi saranno limitati a fondi che il Gestore delegato ritiene relativamente liquidi in natura, in quanto quotati in un Mercato regolamentato o perché esiste un mercato secondario per le quote-parti di tali fondi; i suddetti investimenti costituiranno investimenti in Valori mobiliari conformemente ai requisiti della Banca centrale. Gli organismi nei quali investe il Fondo possono essere anche gestiti dal Gestore o dal Gestore delegato o da entità a essi affiliate. I vari tipi di investimento descritti in queste politiche di investimento possono includere prodotti che il Gestore delegato considera strutturati in quanto consentiranno al Fondo di guadagnare un esposizione di mercato indiretta in titoli azionari, indici del mercato azionario, settori e/o panieri di titoli azionari. Di solito questi prodotti strutturati assumono la forma di Valori mobiliari e/o Strumenti del mercato monetario. Un esempio di questo tipo di prodotti potrebbe essere un obbligazione con protezione del capitale e cedola zero nella quale è integrato un derivato che fornisce un rendimento agganciato ad un indice azionario. Nella misura in cui tali investimenti espongono il Fondo alla performance di un indice, questi deve essere sufficientemente diversificato, rappresentare un riferimento adeguato per i mercati nei quali sono effettuati gli investimenti, essere pubblicato con le dovute modalità ed essere stato approvato preventivamente dalla Banca centrale. Tali prodotti strutturati saranno limitati prioritariamente ad attività quotate o negoziate in uno dei Mercati regolamentati elencati nell Appendice 2 o, se non quotati in borsa, non potranno superare il 10% del patrimonio netto del Fondo e saranno conformi ai requisiti stabiliti dalla Banca centrale. Ad eccezione degli investimenti consentiti in titoli non quotati in borsa e organismi d investimento collettivo organizzati come fondi aperti, gli investimenti saranno effettuati nei Mercati regolamentati elencati nell Appendice 2 del Prospetto informativo. Il Fondo può anche stipulare contratti di riacquisto/riacquisto inverso e contratti di prestito titoli a scopo d investimento, purché siano conformi alle condizioni e ai limiti stabiliti nelle Note della Banca centrale. Uso di strumenti finanziari derivati 4

5 Il Fondo può effettuare transazioni che prevedono l uso di strumenti derivati, sia a scopo d investimento sia per una gestione efficiente del proprio portafoglio. Il termine "gestione efficiente del portafoglio" si riferisce a transazioni effettuate allo scopo di ridurre il rischio, contenere le spese o generare capitale supplementare per il Fondo con un livello di rischio opportuno, tenendo conto del profilo di rischio del Fondo descritto in questo Supplemento e delle disposizioni generali della Direttiva. Un elenco dei Mercati regolamentati nei quali gli strumenti derivati possono essere quotati in listino o negoziati è riportato nell Appendice 2 del Prospetto informativo. Il Fondo può anche effettuare transazioni che prevedono l uso di derivati over the counter. Come indicato in precedenza, il Fondo può anche stipulare contratti di riacquisto/riacquisto inverso e contratti di prestito titoli a scopo d investimento, purché siano conformi alle condizioni e ai limiti stabiliti nelle Comunicazioni della Banca centrale. Si fa presente agli investitori che, quando il Fondo stipula contratti di riacquisto/riacquisto inverso o derivati (anche ai fini di copertura valutaria come descritto in modo più approfondito di seguito), dal reddito generato per il Fondo verranno dedotti costi operativi e/o commissioni. Tali commissioni e costi possono includere commissioni di finanziamento e, nel caso di derivati quotati su Mercati regolamentati, possono comprendere commissioni di intermediazione. Nel selezionare intermediari e controparti di operazioni in derivati per conto del Fondo, il Gestore delegato provvede a verificare, tra l altro, che tali eventuali costi e/o commissioni dedotti dal reddito generato per il Fondo siano ai normali tassi commerciali e non contengano proventi occulti. Tali commissioni e costi diretti o indiretti saranno versati al broker o alla controparte dell'operazione in derivati che, nel caso di derivati utilizzati per fini di copertura valutaria di una categoria di azioni, può comprendere il Depositario o entità correlate a quest ultimo. Nel caso di operazioni in derivati, i broker o le controparti di tali operazioni saranno gli istituti di credito elencati al paragrafo 2.7 delle restrizioni generali degli investimenti illustrate nell'appendice 1 del Prospetto informativo, aventi un rating creditizio pari ad almeno A- (assegnato da un'agenzia di rating riconosciuta quale Standard and Poor s) o inferiore, laddove l istituto di credito conferisca il margine iniziale. Ferma restando la conformità alle suddette condizioni, il Gestore delegato può nominare a sua completa discrezione le controparti dei contratti derivati che intende stipulare a supporto dell obiettivo e delle politiche d investimento del Fondo. Non è possibile in questa sede fornire l elenco completo di tutte le controparti, in quanto le stesse non sono state selezionate alla data di pubblicazione del presente Supplemento e possono variare di volta in volta. Tutti i redditi generati con l impiego di derivati ai fini di una gestione efficiente del portafoglio, al netto di commissioni e costi operativi diretti e indiretti, saranno riaccreditati al Fondo. Come illustrato nel presente Supplemento, il Fondo può utilizzare determinati strumenti derivati per investire in indici finanziari che offrono un esposizione nelle categorie di attività elencate nella politica d investimento. Per informazioni più dettagliate in merito, si invita a consultare la sezione del Prospetto informativo intitolata Investimento in Indici finanziari mediante l uso di Strumenti finanziari derivati. Il Fondo potrà fare ricorso a leva finanziaria con l uso di strumenti finanziari derivati fino al limite massimo permesso dalla Banca centrale. Il Fondo adotterà l'approccio basato sugli impegni per misurare, monitorare e gestire in modo accurato l effetto leva generato dall uso dei derivati. L approccio basato sugli impegni si calcola convertendo la posizione in derivati nella posizione equivalente nell'attività sottostante, in base al valore di mercato di quest ultima o al valore di mercato del contratto, come illustrato nel Processo di gestione del rischio. I prezzi degli strumenti derivati, inclusi i contratti a termine e a premio, sono molto volatili. Anche i pagamenti effettuati per contratti di swap possono essere molto volatili. I movimenti dei prezzi di contratti a termine e a premio e i pagamenti effettuati per contratti di swap sono molto volatili e soggetti, ma non limitatamente a essi, a tassi d interesse, variazioni del rapporto tra domanda e offerta, programmi e politiche governative commerciali, fiscali, monetari e di controllo sui cambi, oltre che a eventi e politiche nazionali e internazionali di natura economica e politica. Il valore dei contratti a 5

6 termine, a premio e swap dipende anche dal prezzo delle attività sottostanti. Le attività del Fondo inoltre sono esposte al rischio di insolvenza di qualsiasi borsa valori nella quale sono negoziate le sue posizioni o delle loro camere di compensazione o delle parti interessate al contratto. Gli strumenti finanziari derivati nei quali il Fondo può investire includono contratti a termine, a premio, vari tipi di swap, operazioni su swap e contratti a consegna differita di valuta. Collaterale Ove necessario, il Fondo provvederà ad accettare garanzie collaterali dalle controparti allo scopo di ridurre l esposizione al rischio di controparte dovuto all impiego di strumenti derivati over-the-counter. Qualsiasi collaterale ricevuto dal Fondo comprenderà una garanzia collaterale in contanti e/o titoli garantiti da governi, con varie scadenze, in grado di soddisfare i requisiti della Banca centrale relativamente a garanzie collaterali non in contanti incassabili da un OICVM. Il collaterale in contanti ricevuto dal Fondo può essere reinvestito in conformità con i requisiti della Banca centrale a discrezione del Gestore delegato. A tale proposito, qualsiasi collaterale in contanti ricevuto dal Fondo può essere depositato presso istituti di credito secondo quanto previsto dal Regolamento OICVM. In tal caso, il Fondo sarà esposto all affidabilità creditizia del rispettivo istituto di credito presso cui il collaterale viene depositato. Il livello di collaterale richiesto da depositare può variare a seconda della controparte con la quale il Fondo effettua operazioni. La politica di haircut (margini di sicurezza) applicata ai collaterali depositati sarà negoziata con la singola controparte e varierà in funzione della categoria di attività ricevuta dal Fondo, tenendo conto della situazione creditizia e della volatilità del prezzo della controparte interessata. Contratti a termine I contratti a termine sono contratti stipulati per l acquisto o la vendita di una quantità standard di un attività specifica (o, in certi casi, per un pagamento percepito o versato in contanti in base alla performance di un attività, uno strumento o un indice sottostante) in una data futura fissata anticipatamente e ad un prezzo stabilito tramite una transazione effettuata in una borsa valori. I contratti a termine consentono agli investitori di coprire il rischio di mercato o guadagnare esposizione nel mercato sottostante. Questi contratti sono quotati quotidianamente per cui gli investitori, chiudendo la propria posizione, possono svincolarsi dall obbligo di acquistare o vendere le attività sottostanti prima della data di scadenza del contratto. L uso frequente di contratti a termine per la realizzazione di una strategia particolare, anziché l uso del titolo o dell indice sottostante o correlato, o settore indicizzato o paniere di titoli azionari porta spesso come risultato a una riduzione dei costi delle transazioni. Per esempio, il Fondo può stipulare contratti a termine su indici azionari purché tali indici soddisfino i requisiti stabiliti dalla Banca centrale, in modo da poter neutralizzare (o rettificare) il rischio generale di mercato in seguito al giudizio del Gestore delegato su un particolare titolo azionario. 6

7 Opzioni Le opzioni possono essere di due tipi, put e call (di vendita e di acquisto). Le opzioni put sono contratti venduti dietro pagamento di un premio che conferisce ad una parte (l acquirente) il diritto, ma non l obbligo, di vendere all altra parte (il venditore) contrattuale una quantità specifica di un prodotto o strumento finanziario particolare ad un prezzo stabilito. Le opzioni call sono contratti simili, venduti dietro pagamento di un premio che conferisce all acquirente il diritto, ma non l obbligo, di acquistare l opzione dal venditore ad un prezzo stabilito. Le opzioni possono essere pagate anche in contanti. Il Fondo può essere acquirente o venditore di opzioni put e call. Il Fondo può acquistare o vendere questi strumenti singolarmente o in combinazione. Ciò consentirebbe al Fondo di beneficiare di qualsiasi incremento della performance, limitando allo stesso tempo la sua esposizione generale al premio pagato originariamente. I contratti a premio possono essere usati anche per creare posizioni che rispecchiano opinioni sulla volatilità di singoli titoli, panieri di titoli azionari, indici e/o settori indicizzati. Per esempio, il Fondo può fare uso di una strategia di contratti a premio chiamata "straddle" o contratto a doppio premio. Uno straddle comporta l acquisto simultaneo di due opzioni con prezzo di esercizio e data di scadenza analoghi. Per esempio, il Gestore può acquistare esposizione nella volatilità acquistando uno "straddle lungo" che comporta l acquisto di un opzione call e di un opzione put sullo stesso titolo. Il Fondo beneficerebbe pertanto di qualsiasi aumento della volatilità del mercato. Allo stesso modo, il Gestore delegato può vendere esposizione nella volatilità vendendo uno straddle che comporta la vendita di un opzione call e di un opzione put sullo stesso titolo. Il Fondo beneficerebbe pertanto di un calo della volatilità del mercato. Swap di azioni/indici azionari/settori e Contratti per differenza Uno swap è un contratto negoziato tra due parti per scambiare il rendimento di un tasso d interesse di riferimento, come per esempio un tasso fisso o variabile del mercato monetario, con il rendimento di un singolo titolo azionario, paniere di titoli azionari, indice o settore indicizzato. Per esempio, gli swap di una singola azione consentono di creare una posizione che rispecchia un opinione riguardo alla variazione del prezzo di una singola azione. Questi swap possono essere usati per rispecchiare opinioni sia positive sia negative su titoli azionari (creando una posizione corta sintetica). Si può fare uso di swap di indici o settori azionari in modo da poter neutralizzare (o rettificare) il rischio generale di mercato in seguito al giudizio del Gestore delegato su un particolare titolo azionario, a condizione che tali indici siano conformi ai requisiti stabiliti dalla Banca centrale. Gli swap di titoli, indici e settori azionari possono essere usati singolarmente o in combinazione. Un contratto differenziali per differenza è un tipo di contratto derivato che consente al Fondo di realizzare esposizione su base sintetica ad un attività sottostante senza diventarne necessariamente il proprietario. A differenza dei contratti future, i contratti su differenziali non hanno una data di scadenza o un volume contrattuale fissi e abitualmente sono negoziati over the counter. Un contratto per differenza può essere usato con modalità simili a quelle sopra descritte per gli swap e può riferirsi a singoli titoli azionari, indici o settori, a condizione che tali indici siano conformi ai requisiti stabiliti dalla Banca centrale. Contratti di cambio a termine Un contratto a termine immobilizza il prezzo di acquisto o vendita in una data futura di un indice o di un attività. Nei contratti di cambio a termine le parti contrattuali si impegnano reciprocamente ad acquistare o vendere la valuta a un prezzo determinato, in una quantità determinata e in una data futura determinata. I contratti di cambio a termine possono essere usati per coprire qualsiasi esposizione valutaria nella Valuta di base. Possono essere usati anche per modificare la composizione valutaria totale o parziale del Fondo, senza fare necessariamente ricorso alla copertura nella Valuta di base. La copertura valutaria può essere usata per coprire categorie di azioni denominate in valute diverse dalla Valuta di base del Fondo. Si invita a consultare Copertura delle categorie di Azioni più avanti. Prima di investire in uno strumento finanziario derivato la Società presenterà alla Banca centrale una relazione sul processo di gestione del rischio utilizzato dal Fondo e può usare unicamente gli strumenti 7

8 finanziari derivati descritti nella relazione così come approvata dalla Banca centrale. La Società su richiesta fornirà agli Azionisti ulteriori informazioni relative ai metodi usati per la gestione del rischio, inclusi i limiti quantitativi applicati e qualsiasi sviluppo recente del rischio e delle caratteristiche del rendimento delle principali categorie di investimento in strumenti finanziari derivati. Restrizioni degli investimenti Sono valide le restrizioni degli investimenti generali descritte nell Appendice 1 del Prospetto informativo. Gli Amministratori possono di volta in volta imporre qualsiasi ulteriore restrizione degli investimenti purché compatibile con o nell interesse degli Azionisti, per conformarsi alle leggi e ai regolamenti dei paesi in cui sono stabiliti gli Azionisti. Fattori di rischio Sono validi i fattori di rischio generali descritti nella Parte 9 del Prospetto informativo. Copertura della categoria di Azioni Le Azioni di categoria Ap euro, le Azioni di categoria Ap euro, le Azioni di categoria B1p euro, le Azioni di categoria B2p euro, le Azioni di categoria B3p euro, le Azioni di categoria B4p euro, le Azioni di categoria S euro, le Azioni di categoria Sp euro, le Azioni di categoria Ap dollaro USA, le Azioni di categoria Ap dollaro USA, le Azioni di categoria B1p dollaro USA, le Azioni di categoria B2p dollaro USA, le Azioni di categoria B3p dollaro USA, le Azioni di categoria B4p dollaro USA, le Azioni di categoria S dollaro USA e le Azioni di categoria Sp dollaro USA, le Azioni di categoria Ap franco svizzero, le Azioni di categoria B1p franco svizzero e le Azioni di categoria B2p franco svizzero (cui ci si riferirà singolarmente come "Categoria di Azioni Coperte" e collettivamente come "Categorie di Azioni Coperte") sono denominate in una valuta diversa dalla Valuta di base, vale a dire l euro, il dollaro USA o il franco svizzero. Attualmente gli Amministratori intendono realizzare la copertura in euro, in dollari USA o in franchi svizzeri dell esposizione valutaria dei detentori delle categorie di Azioni Coperte. Attualmente gli Amministratori intendono realizzare la copertura di queste esposizioni valutarie, fermo restando che non è possibile garantire l esito positivo di una strategia di copertura che attenui esattamente questo rischio. Gli strumenti finanziari eventualmente usati per attuare tali strategie in riferimento a una o più categorie, dovranno essere attività/passività del Fondo nel complesso, ma saranno attribuibili alle categorie pertinenti e i profitti/le perdite, nonché i costi degli strumenti finanziari in oggetto matureranno unicamente per la categoria in questione. L eventuale esposizione valutaria di una categoria non può essere combinata oppure compensata a fronte di quella di qualsiasi altra categoria. Ove l esito della copertura sia positivo, le performance della categoria pertinente sono destinate a muoversi in linea con quelle delle attività sottostanti nella valuta di base e coloro che investono in una categoria coperta non trarranno alcun beneficio se la valuta della categoria scende rispetto alla valuta di base e/o alla valuta di denominazione delle attività del Fondo. L esposizione valutaria delle attività attribuibili a una Categoria non può essere allocata ad altre Categorie. Sebbene il Fondo non intenda procedere a sovracoperture o sottocoperture, si potrebbero verificare situazioni di sovra o sottocopertura imputabili a fattori esulanti dal controllo del Fondo. Il Fondo non consentirà posizioni di sovracopertura superiori al 105% del Valore patrimoniale netto di una categoria coperta. Le posizioni coperte saranno tenute sotto controllo per garantire che le sovracoperture non superino il 105% del Valore patrimoniale netto di una categoria coperta. Tale controllo includerà una procedura volta a garantire che le posizioni significativamente superiori al 100% non siano riportate di mese in mese. Politica in materia di dividendi Le Azioni di categorie denominate in euro, in dollari USA e in franchi svizzeri sono Azioni a tesaurizzazione e quindi non conferiscono alcun diritto alla distribuzione di dividendi. Il rendimento netto attribuibile alle Azioni della categoria corrispondente sarà incamerato nel Fondo e riflesso di conseguenza nel valore delle Azioni della categoria corrispondente. Le Azioni di categoria Ap sterlina, le Azioni di categoria B1p sterlina, le Azioni di categoria B2p sterlina, le Azioni di categoria B3p sterlina, le Azioni di categoria B4p sterlina, le Azioni di categoria S sterlina e 8

9 le Azioni di categoria Sp sterlina sono Azioni a reinvestimento per le quali gli Amministratori intendono distribuire un dividendo trimestrale pagabile dai profitti disponibili a tale scopo, attribuibile alle Azioni della categoria corrispondente. La distribuzione di tali dividendi e il reinvestimento sono previsti entro due mesi dalla chiusura di ogni esercizio finanziario del Fondo e avranno luogo secondo la procedura descritta nella Parte 5 del Prospetto informativo. Le Azioni di categoria B3p sterlina a reddito sono Azioni a reddito per le quali gli Amministratori intendono distribuire un dividendo trimestrale pagabile dagli importi disponibili a tale scopo, attribuibile alle Azioni della categoria B3p sterlina a reddito. La distribuzione dei dividendi delle azioni è prevista entro 20 giorni dalla chiusura di ogni periodo di allocazione del reddito come elencato qui di seguito e avrà luogo tramite versamento telegrafico a rischio e spese del detentori di Azioni di categoria B3p sterlina a reddito. I periodi di allocazione del reddito del Fondo sono: 1 novembre 31 gennaio 1 febbraio 30 aprile 1 maggio 31 luglio 1 agosto 31 ottobre INFORMAZIONI FONDAMENTALI PER L ACQUISTO E IL RIACQUISTO Periodo di offerta iniziale Prezzo dell emissione iniziale Dalle ore 9:00 del 18 novembre 2008 alle 16:00 del 27 agosto 2015 per le Azioni di categoria B3p euro, le Azioni di categoria B3p dollaro USA, le Azioni di categoria B4p dollaro USA, le Azioni di categoria Sp sterlina, le Azioni di categoria Sp euro e le Azioni di categoria Sp dollaro USA e dalle ore 9:00 del 18 febbraio 2014 alle 16:00 del 27 agosto 2015 per le Azioni di categoria B1p franco svizzero. Il Periodo di offerta iniziale può essere ridotto o prolungato per ogni categoria di Azioni dagli Amministratori, che lo notificheranno alla Banca centrale. Dopo il Periodo di offerta iniziale di ognuna di queste categorie le Azioni saranno disponibili per la sottoscrizione in via continuativa. 1 euro per le Azioni di categorie denominate in euro. 1 sterlina inglese per le Azioni di categorie denominate in sterline. 1 dollaro USA per le Azioni di categorie denominate in dollari USA. 1 franco svizzero per le Azioni di categorie denominate in franchi svizzeri. Valuta di base Sterlina inglese. Limiti di assunzione di prestiti 10% del Valore patrimoniale netto del Fondo, come descritto nel capitolo "Assunzione di prestiti e concessione di crediti" nella Parte 1 del Prospetto informativo. Il Fondo potrà fare ricorso a leva finanziaria con l uso di strumenti finanziari derivati fino al limite massimo permesso dalla Banca centrale. 9

10 Giorno lavorativo Giorno di negoziazione Qualsiasi giorno di apertura normale delle banche a Dublino, escluso il sabato e la domenica e/o qualsiasi altro giorno stabilito dagli Amministratori con l approvazione del Depositario. Ogni Giorno lavorativo del Fondo o qualsiasi altro giorno come stabilito di volta in volta dagli Amministratori con l approvazione del Depositato e notificato preventivamente a tutti gli Azionisti o agli Azionisti del Fondo, purché vi sia almeno un Giorno di negoziazione ogni due settimane. Categorie di Azioni Onere minimo preliminare Sottoscrizione minima iniziale Sottoscrizione minima aggiuntiva Quota detenuta minima Azioni di categoria Ap Nessuno euro Azioni di categoria Ap Nessuno sterlina Azioni di categoria Ap Nessuno US$4.500 US$1.500 US$2.000 dollaro USA Azioni di categoria Ap Nessuno CHF3.000 CHF1.500 CHF2.000 franco svizzero Azioni di categoria B1p 4% euro Azioni di categoria B1p 4% sterlina Azioni di categoria B1p 4% US$4.500 US$1.500 US$2.000 dollaro USA Azioni di categoria B1p 4% CHF3.000 CHF1.500 CHF2.000 franco svizzero Azioni di categoria B2p Nessuno euro Azioni di categoria B2p Nessuno sterlina Azioni di categoria B2p Nessuno US$ US$1.500 US$ dollaro USA Azioni di categoria B2p Nessuno CHF CHF1.500 CHF franco svizzero Azioni di categoria B3p Nessuno euro Azioni di categoria B3p Nessuno sterlina Azioni di categoria B3p 4% US$ US$1.500 US$ dollaro USA Azioni di categoria B4p 4% euro Azioni di categoria B4p 4% sterlina Azioni di categoria B4p 4% US$ US$1.500 US$ dollaro USA Azioni di categoria S Nessuno Nessuna Nessuna Nessuna euro Azioni di categoria S Nessuno Nessuna Nessuna Nessuna sterlina Azioni di categoria S Nessuno Nessuna Nessuna Nessuna dollaro USA Azioni di categoria Sp Nessuno Nessuna Nessuna Nessuna 10

11 euro Azioni di categoria Sp sterlina Azioni di categoria Sp dollaro USA Nessuno Nessuna Nessuna Nessuna Nessuno Nessuna Nessuna Nessuna Le Azioni di categoria B1p sono destinate alla distribuzione in determinati Paesi tramite distributori, piattaforme e altri intermediari che adottano accordi commissionali specifici con i rispettivi clienti. Secondo quanto previsto dallo Statuto gli Amministratori possono, secondo il proprio insindacabile giudizio, accettare o respingere del tutto o in parte qualsivoglia richiesta di sottoscrizione di Azioni. Gli Amministratori potranno chiudere del tutto o in parte le Categorie di azioni del Fondo alla sottoscrizione da parte di nuovi Azionisti o di Azionisti esistenti qualora le attività attribuibili allo stesso siano a un livello oltre il quale, come stabilito dagli Amministratori, l'accettazione di ulteriori sottoscrizioni non sia nel miglior interesse degli azionisti (ad esempio laddove le dimensioni del Fondo possano limitare la capacità del Gestore delegato agli investimenti di conseguire l'obiettivo d'investimento). Gli Amministratori potranno in seguito riaprire del tutto o in parte le Categorie di azioni del Fondo a ulteriori sottoscrizioni da parte dei nuovi o degli Azionisti esistenti secondo la propria discrezione e il processo di chiusura e, potenzialmente, riapertura delle stesse potrà essere ripetuto in futuro come di volta in volta eventualmente stabilito dagli Amministratori. Gli Azionisti possono accertare lo stato di chiusura o apertura alle sottoscrizioni di queste Categorie di azioni e l'eventuale apertura delle stesse ad Azionisti esistenti e/o nuovi contattando l'agente amministrativo. La chiusura delle Categorie di azioni a nuove sottoscrizioni per i nuovi o per gli Azionisti esistenti non inciderà sui diritti di rimborso degli Azionisti. Per ogni rispettiva categoria di Azioni gli Amministratori possono rinunciare a proprio insindacabile giudizio a tale onere preliminare, sottoscrizione minima iniziale, quota minima detenuta e importi minimi addizionali di sottoscrizione e potranno distinguere in conformità tra i richiedenti. Le Azioni di categoria S euro, le Azioni di categoria S sterlina, le Azioni di categoria S dollaro USA, le Azioni di categoria Sp euro, le Azioni di categoria Sp sterlina e le Azioni di categoria Sp dollaro USA possono essere acquistate unicamente da investitori che hanno sottoscritto un mandato separato di consulenza per investimenti con Insight o qualsiasi società da questa controllata o a essa collegata. Scadenza di negoziazione Data di pagamento Alle ore (ora dell Irlanda) di ogni Giorno di negoziazione. L accredito dei fondi deve essere ricevuto e accettato dall Amministratore entro il quarto Giorno lavorativo successivo al Giorno di negoziazione, salvo altre disposizioni approvate dagli Amministratori. Nel caso di riacquisti i ricavati saranno abitualmente pagati tramite trasferimento elettronico su un conto specifico a rischio e spese dell Azionista il quarto Giorno Lavorativo successivo al Giorno di negoziazione (e in ogni caso non oltre 10 Giorni lavorativi) dopo il ricevimento della rispettiva documentazione di riacquisto debitamente firmata. Punto di valutazione Correzione per diluizione Alle ore mezzogiorno (ora dell Irlanda) di ogni Giorno di negoziazione. Nel caso di sottoscrizioni nette o di riacquisti netti in qualsiasi Giorno di negoziazione, la Società può procedere a una correzione del Valore patrimoniale netto per Azione come 11

12 stabilito nella Parte 4, "Prezzi e valutazione" del Prospetto informativo, al capitolo "Prezzi di emissione e riacquisto". Oneri e spese Il riacquisto o lo scambio sono effettuati a titolo non oneroso. Commissioni del Gestore Gli addebiti effettuati dal Gestore per ogni categoria di Azioni del Fondo sono i seguenti: Categoria di Azioni Oneri annui di gestione degli investimenti Azioni di categoria Ap euro 1,50% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria Ap euro Azioni di categoria Ap sterlina 1,50% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria Ap sterlina Azioni di categoria Ap dollaro USA 1,50% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria Ap dollaro USA Azioni di categoria Ap franco svizzero 1,50% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria Ap franco svizzero Azioni di categoria B1p euro 1,00% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B1p euro Azioni di categoria B1p sterlina 1,00% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B1p sterlina Azioni di categoria B1p dollaro USA 1,00% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B1p dollaro USA Azioni di categoria B1p franco svizzero 1,00% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B1p franco svizzero Azioni di categoria B2p euro 0,85% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B2p euro Azioni di categoria B2p sterlina 0,85% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B2p sterlina Azioni di categoria B2p dollaro USA 0,85% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B2p dollaro USA Azioni di categoria B2p franco svizzero 0,85% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B2p franco svizzero Azioni di categoria B3p euro 0,75% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B3p euro Azioni di categoria B3p sterlina 0,75% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B3p sterlina Azioni di categoria B3p dollaro USA 0,75% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B3p dollaro USA Azioni di categoria B3p sterlina a reddito 0,75% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B3p sterlina a reddito Azioni di categoria B4p euro 0,65% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B4p euro Azioni di categoria B4p sterlina 0,65% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B4p sterlina Azioni di categoria B4p dollaro USA 0,65% p.a. del Valore patrimoniale netto del Fondo imputabile alle Azioni di categoria B4p dollaro USA Azioni di categoria S euro Nessuna commissione di gestione Azioni di categoria S sterlina Nessuna commissione di gestione Azioni di categoria S dollaro USA Nessuna commissione di gestione Azioni di categoria Sp euro Nessuna commissione di gestione Azioni di categoria Sp sterlina Nessuna commissione di gestione Azioni di categoria Sp dollaro USA Nessuna commissione di gestione 12

13 Queste commissioni maturano e sono calcolate ogni Giorno di negoziazione e vengono pagate in rate mensili retroattive. Commissione di performance In ordine alle azioni di Categoria S euro, Categoria S sterlina e Categoria S dollaro USA, il Fondo non è tenuto a pagare alcuna Commissione di performance. Il Gestore degli investimenti ha il diritto di ricevere una commissione di gestione degli investimenti legata ai rendimenti (la "Commissione di performance") pagabile in arretrato in riferimento a ogni Periodo di performance. La Commissione di performance è dovuta in ordine al patrimonio netto attribuibile alle azioni delle Categorie seguenti: Categoria Ap euro, Categoria Ap sterlina, Categoria Ap dollaro USA, Categoria Ap franco svizzero, Categoria B1p euro, Categoria B1p sterlina, Categoria B1p dollaro USA, Categoria B1p franco svizzero, Categoria B2p euro, Categoria B2p sterlina, Categoria B2p dollaro USA, Categoria B2p franco svizzero, Categoria B3p euro, Categoria B3p sterlina, Categoria B3p dollaro USA, Azioni di categoria B3p sterlina a reddito, Categoria B4p euro, Categoria B4p sterlina, Categoria B4p dollaro USA, Categoria Sp euro, Categoria Sp sterlina e Categoria Sp dollaro USA. La Commissione di performance viene calcolata per ogni singola Azione in circolazione alla fine del Periodo di performance (come definito più avanti) e la commissione totale dovuta per una determinata Categoria di azioni è la somma di tutti i singoli calcoli siffatti relativi a quella Categoria di azioni. In riferimento a una particolare Azione in circolazione, la Commissione di performance è dovuta nel caso in cui siano soddisfatte entrambe le condizioni di seguito elencate: la crescita percentuale del Valore patrimoniale netto (NAV) per Azione nel Periodo di performance supera un tasso obiettivo di crescita o Hurdle Rate applicabile a quella particolare Azione (come definito più avanti), per lo stesso periodo; e il NAV per Azione alla fine del Periodo di performance supera l High Water Mark per quella particolare Azione ossia il NAV più alto per Azione alla fine di qualunque Periodo di performance precedente per l Azione in questione (ovvero il prezzo di emissione laddove l Azione sia stata emessa nel Periodo di performance corrente). Il Periodo di performance decorrerà di norma dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno, salvo nei casi di seguito indicati: nel caso dell emissione iniziale di Azioni di ogni categoria, il primo Periodo di performance decorrerà dalla data di emissione al 31 dicembre; nel caso di rimborso di Azioni, il Periodo di performance in riferimento alle Azioni in questione terminerà alla data di rimborso delle Azioni stesse e la Commissione di performance sarà dovuta ed esigibile entro un mese. Ai fini del primo calcolo della Commissione di performance per una particolare Azione, il punto di partenza del NAV per ogni Azione pertinente è il NAV per Azione alla data di emissione dell Azione. La Commissione di performance relativa a ogni singola Azione è pari al 10% dell eccedenza del NAV per Azione alla fine di un Periodo di performance rispetto al NAV obiettivo per Azione. Il NAV obiettivo per Azione è pari al NAV per Azione alla fine del Periodo di performance precedente (oppure al prezzo di emissione, laddove l Azione sia stata emessa nel Periodo di performance corrente), moltiplicato per il valore maggiore tra l Hurdle Rate + 1 o l High Water Mark per la particolare Azione. La Commissione di performance deve essere pagata un mese dopo la fine del Periodo di performance. L Hurdle Rate per ogni Categoria di azioni è il tasso a pronti pertinente, come descritto nella tabella seguente, calcolato come media nel Periodo di performance. 13

14 Categoria di azioni Categoria Ap euro, Categoria B1p euro, Categoria B2p euro, Categoria B3p euro, Categoria B4p euro e Categoria Sp euro Categoria Ap sterlina, Categoria B1p sterlina, Categoria B2p sterlina, Categoria B3p sterlina, Categoria B3p sterlina a reddito, Categoria B4p sterlina e Categoria Sp sterlina Categoria Ap dollaro USA, Categoria B1p dollaro USA, Categoria B2p dollaro USA, Categoria B3p dollaro USA, Categoria B4p dollaro USA e Categoria Sp dollaro USA Categoria Ap franco svizzero, Categoria B1p franco svizzero e Categoria B2p franco svizzero Tasso a pronti pertinente (espresso in percentuale) EURIBID a 3 mesi definito come EURIBOR a 3 mesi (Euro Interbank Offer Rate, come determinato dalla Federazione bancaria europea) meno lo 0,1% LIBID a 3 mesi definito come LIBOR a 3 mesi (London Interbank Offer Rate, come determinato dalla ICE Benchmark Administration (IBA)) meno lo 0,125% LIBID US a 3 mesi definito come LIBOR US a 3 mesi (US Dollar London Interbank Offer Rate, come determinato dalla ICE Benchmark Administration (IBA)) meno lo 0,1% LIBID CHF a 3 mesi definito come LIBOR CHF a 3 mesi (Swiss Franc London Interbank Offer Rate, come determinato dalla ICE Benchmark Administration (IBA)) meno lo 0,1% La Commissione di performance può essere espressa nel modo seguente: n Commissione di performance = 10% x Eccedenza_Rendimento_i i = 1 Laddove: n = il numero di Azioni in circolazione per la determinata Categoria di azioni alla fine del Periodo di performance oppure il numero di Azioni rimborsate laddove la Commissione di performance sia calcolata in riferimento a un rimborso di Azioni Eccedenza_Rendimento_i = il valore maggiore tra: (a) NAVfinale NAVobiettivo_i ; e (b) Zero NAV finale = NAVobiettivo_i = NAViniziale_i = il NAV per Azione (prima dell eventuale maturazione di Commissioni di performance) l ultimo giorno del Periodo di performance Il valore maggiore tra: (a) il NAViniziale_i x (1 + Hurdle Rate); e (b) l High Water Mark in riferimento all i a Azione in circolazione il NAV per Azione l ultimo giorno del Periodo di performance precedente oppure la data di emissione dell i a Azione, laddove questa sia stata emessa nel corso del Periodo di performance corrente All atto di rimborso delle Azioni, il rimborso sarà attribuito alle Azioni esistenti in circolazione allo scopo di determinare quali particolari Azioni siano oggetto di rimborso in maniera ragionevole ed equa secondo quanto concordato con la Banca depositaria. La Commissione di performance totale dovuta sarà la Commissione di performance calcolata come sopra attribuibile alle Azioni oggetto di rimborso su identica base. La Commissione di performance matura ed è considerata nel calcolo del Valore patrimoniale netto per Azione in ogni Punto di valutazione. L importo maturato in ogni Punto di valutazione sarà determinato calcolando la Commissione di performance eventualmente dovuta qualora il Punto di valutazione fosse l ultimo giorno del Periodo di performance corrente. Va rilevato che il Valore patrimoniale netto per Azione può variare tra categorie di Azioni e saranno quindi effettuati calcoli distinti della Commissione di performance per categorie di Azioni distinte nello 14

15 stesso Fondo. Ogni categoria di Azioni potrebbe pertanto essere soggetta a una Commissione di performance di importo diverso. Va inoltre rilevato che, laddove dovuta, la Commissione di performance sarà calcolata in base ai profitti e alle perdite netti realizzati e non realizzati alla fine di ogni Periodo di performance; è pertanto possibile che venga pagata una Commissione di performance su profitti non realizzati che potrebbero in seguito non essere mai realizzati. Il calcolo della Commissione di performance deve essere verificato dal Depositario. A propria esclusiva discrezione e a valere sulle proprie risorse, il Gestore degli investimenti può di volta in volta decidere quanto segue; (a) ridurre interamente o parzialmente la commissione di gestione degli investimenti addebitata a intermediari e/o Azionisti detentori delle categorie seguenti: Categoria Ap euro, Categoria Ap sterlina, Categoria Ap dollaro USA, Categoria Ap franco svizzero, Categoria B1p euro, Categoria B1p sterlina, Categoria B1p dollaro USA, Categoria B1p franco svizzero, Categoria B2p euro, Categoria B2p sterlina, Categoria B2p dollaro USA, Categoria B2p franco svizzero, Categoria B3p euro, Categoria B3p sterlina, Categoria B3p dollaro USA, Categoria B3p sterlina a reddito, Categoria B4p euro, Categoria B4p sterlina e Categoria B4p dollaro USA e/o (b) ridurre interamente o parzialmente la Commissione di performance addebitata a intermediari e/o Azionisti detentori delle categorie seguenti: Categoria Ap euro, Categoria Ap sterlina, Categoria Ap dollaro USA, Categoria Ap franco svizzero, Categoria B1p euro, Categoria B1p sterlina, Categoria B1p dollaro USA, Categoria B1p franco svizzero, Categoria B2p euro, Categoria B2p sterlina, Categoria B2p dollaro USA, Categoria B2p franco svizzero, Categoria B3p euro, Categoria B3p sterlina, Categoria B3p dollaro USA, Categoria B3p sterlina a reddito, Categoria B4p euro, Categoria B4p sterlina, Categoria B4p dollaro USA, Categoria Sp euro, Categoria Sp sterlina e/o Categoria Sp dollaro USA. Le eventuali riduzioni suddette possono essere applicate all atto della liberazione di nuove Azioni da emettere all Azionista oppure (a discrezione del Gestore degli investimenti) pagate in contanti. Rimborso per commissioni e spese pagate ai consulenti Il Gestore ha diritto anche al rimborso di tutte le spese ragionevoli e delle altre spese vive sostenute dallo stesso o dal Gestore delegato per pagare tutti i consulenti esterni incaricati dal Gestore stesso al fine di ottenere determinati dati quantitativi per assisterlo nello svolgimento delle sue funzioni di sorveglianza nella gestione del rischio relative al Fondo corrispondente. Commissioni del Gestore delegato Le commissioni e le spese del Gestore delegato saranno a carico del Gestore. Commissione dell Amministratore L Amministratore ha diritto a percepire a carico del patrimonio netto del Fondo una commissione annua calcolata ai tassi commerciali concordati di volta in volta fino ad un massimo dell 1% del NAV del Fondo, maturata e calcolata ogni Giorno di negoziazione e pagabile in rate mensili posticipate. L Amministratore ha diritto al rimborso di tutte le spese ragionevoli concordate per transazioni e altri oneri (da calcolare ai tassi commerciali normali) e altre spese vive imputabili ad attività del Fondo (maggiorate di Iva Imposta sul Valore Aggiunto, se applicabile). Compenso del Fornitore di supporto amministrativo Il Fornitore di supporto amministrativo ha diritto a ricevere, a valere sul patrimonio netto del Fondo, il compenso di volta in volta convenuto con la Società. L importo di tale compenso, sommato alla commissione dovuta all Agente amministrativo, non deve superare l 1% del Valore patrimoniale netto del Fondo e maturerà e sarà calcolato ogni Giorno di negoziazione e pagabile mensilmente in via posticipata. L Agente amministrativo ha diritto al rimborso di tutte le spese ragionevoli concordate per transazioni e altri oneri (da calcolare ai tassi commerciali normali) e altre spese vive imputabili ad attività del Fondo (più eventuale Iva). Commissioni del Depositario 15

16 Il Depositario ha diritto a percepire a carico del patrimonio netto del Fondo una commissione annua calcolata ai tassi commerciali concordati di volta in volta fino ad un massimo dello 0,5% del NAV del Fondo, maturata e calcolata ogni Giorno di negoziazione e pagabile in rate mensili posticipate (maggiorate di Iva, se applicabile). Il Depositario ha diritto anche a percepire commissioni di depositario delegato che saranno calcolate ai tassi commerciali normali oltre a spese di transazione concordate (a tassi commerciali normali) e altre spese vive imputabili alle attività del Fondo (maggiorate di Iva, se applicabile). Per informazioni più dettagliate sugli oneri e sulle spese a carico del Fondo si invita a consultare la Parte 6 del Prospetto informativo, capitolo Commissioni e spese. Quotazione in listino È stata presentata alla Borsa Valori irlandese la domanda di ammissione a quotazione nel Listino Ufficiale e di negoziazione nel mercato principale di detta borsa di tutte le categorie di Azioni del Fondo (escluse le Azioni di categoria B4p euro, le Azioni di categoria B4p sterlina, le Azioni di categoria B4p dollaro USA, le Azioni di categoria S euro, le Azioni di categoria S sterlina e le Azioni di categoria S dollaro USA). Si prevede che l ammissione sarà effettiva intorno alla fine del Periodo di offerta iniziale di ognuna di queste categorie. Il Prospetto informativo unitamente al presente Supplemento costituisce la documentazione di quotazione ai fini della domanda. Non è stata presentata alcuna domanda per l ammissione di queste categorie di Azioni alla quotazione in nessun altra Borsa Valori. Gli Amministratori non prevedono lo sviluppo di un mercato secondario attivo delle Azioni. Varie Sono stati costituiti altri cinque Fondi della Società, e precisamente: 1. Absolute Insight Emerging Market Debt Fund 2. Absolute Insight Currency Fund 3. Absolute Insight Credit Fund 4. Insight Broad Opportunities Fund 5. Absolute Insight Dynamic Opportunities Fund Gli Amministratori possono creare di volta in volta nuovi Fondi previa approvazione dela Banca centrale; in tal caso la Società pubblicherà altri Supplementi con le disposizioni relative a tali Fondi. Non vi è stata alcuna variazione sostanziale della situazione finanziaria o delle negoziazioni della Società dal 31 ottobre 2012, la data di redazione delle relazioni annuali sottoposte a revisione e che costituiscono parte integrante del presente documento. Q:\Commer\Supplem.nts\A\Absolute Insight Funds plc\ai Equity Market Neutral Fund Supplement 2013 df.doc 16

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC Seconda Appendice al Prospetto informativo La presente Seconda Appendice costituisce parte integrante e deve essere letta contestualmente al prospetto informativo, datato 17

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Il presente Documento Informativo (di seguito anche Documento ) rivolto ai Clienti o potenziali Clienti della Investire Immobiliare SGR S.p.A è redatto in conformità a quanto prescritto

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario 13 maggio 2009 Agenda Criteri di classificazione dei mercati Efficienza dei mercati finanziari Assetto dei mercati mobiliari

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Giugno 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese.

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy CREDIT SUISSE LIFE & PENSIONS AG (ITALIAN BRANCH) Via Santa Margherita 3 Telefono +39 02 88 55 01 20121-Milano Fax +39 02 88 550 450 REA Registro Imprese di Milano n. 1753146 C.F. Part. IVA 04502630967

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore I principali prodotti derivati Elementi informativi di base Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice I - Premessa 3 II - Cosa sono i prodotti derivati 4 III - I principali prodotti

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Operativitàin derivati Marialaura Napoli 2 Agenda I contratti derivati nell attuale quadro normativo Novità introdotte dalla Dir. 2004/39 Le sedi

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI I. Disposizioni generali 1. Le presenti Regole di esecuzione delle istruzioni dei clienti riguardanti i contratti di compensazione delle differenze (CFD) e gli strumenti

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

001-818- 728-0421. (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944

001-818- 728-0421. (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944 Perfavore inviare al numero di fax: 001-818- 728-0421 Per ulteriori domande la prego di contattarci al numero: (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944 Nome del titolare del conto Nome del broker Apertura del

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

AMP Global Clearing, LLC Documentazione per conto future

AMP Global Clearing, LLC Documentazione per conto future AMP Global Clearing, LLC Documentazione per conto future INDIVIDUALE Nome del conto Numero del conto AMP: SOLO PER USO INTERNO Approvazioni (inserire data e firma) F.A. Data Responsabile agenzia Data 1

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

Perché esistono gli intermediari finanziari

Perché esistono gli intermediari finanziari Perché esistono gli intermediari finanziari Nella teoria economica, l esistenza degli intermediari finanziari è ricondotta alle seguenti principali ragioni: esigenza di conciliare le preferenze di portafoglio

Dettagli

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO 18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO L utilizzo durevole è il criterio per classificare le partecipazioni come immobilizzazioni finanziarie. Le tipologie

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli