NOTIZIE LÕASSOCIAZIONE UNIVER- SITARIA ÒLUIGI LA VISTAÓ BASILICATA REGIONE CULTURA. Giuseppe Settembrino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTIZIE LÕASSOCIAZIONE UNIVER- SITARIA ÒLUIGI LA VISTAÓ BASILICATA REGIONE CULTURA. Giuseppe Settembrino"

Transcript

1 BASILICATA REGIONE NOTIZIE CULTURA LÕASSOCIAZIONE UNIVER- SITARIA ÒLUIGI LA VISTAÓ Giuseppe Settembrino Sto lavorando anche per l Ass. Studi in senso buono per noi : così Rocco Scotellaro scriveva a Tommaso Pedio, principale referente negli anni del suo iniziale impegno politico, in una lettera 1 risalente ai primi di gennaio del Lo informa così dell attività profusa per arrivare a costituire l associazione universitaria Luigi La Vista, significativamente intitolata al giovane venosino che nato nel 1826 fu fucilato dai mercenari svizzeri al soldo di Ferdinando II sulle barricate napoletane il 15 Maggio Anche nel mondo universitario della Lucania regione da sempre priva di sede universitaria, si può dire venivano maturando aperti atteggiamenti critici di antifascismo nutrito nella clandestinità di rapporti, di discussioni, di militanza politica. Era però un attività limitata a singole personalità sia locali che esterne cresciute in altre realtà urbane extraregionali, dove avevano potuto stringere contatti con esponenti politici italiani clandestini e confinati, presenti in numero consistente anche in Basilicata. D altra parte in luoghi e città da sempre elettivi per la formazione della gioventù lucana universitaria (ad esempio la città di Napoli), quella parte di giovani già orientata verso l antifascismo aveva potuto trovare occasione di dibattito non solo letterario, ma anche politico in diverse manifestazioni ufficiali indette dal fascismo. Ai Littoriali della città partenopea nel 1937 ed a Palermo nel 1938 avevano partecipato, ad esempio, Bruno Zevi e Mario Alicata 2, quest ultimo responsabile della Gioventù Universitaria Fascista (GUF) di Lettere a Roma, prima dell inizio della sua militanza attiva (1940) nel nucleo antifascista comunista romano di cui facevano parte, tra gli altri, Lucio Lombardo Radice, Bruno Sanguinetti, Aldo Natoli, Pietro Amendola, Paolo Bufalini, Pietro Ingrao. Nella città di Potenza, nel 1940, era stato stampato un numero unico GUF da parte di un gruppo di giovani universitari fascisti 3, mentre agli inizi del 1942 e sino al 1943 venne editato il quindicinale 59

2 governo, trasferitisi a Brindisi dopo i tragici fatti di Roma dell 8 settembre 1943, ebbero competenza (sino al 10 febbraio 1944) solo nelle province di Bari, Brindisi, Lecce, Taranto. con il trasferimento della capitale del regno del sud a Salerno vennero lasciate alla sua amministrazione anche le province siciliane, sarde, calabresi, lucane e la provincia di Salerno. 7 Vi è da tener presente, inoltre, che il meridione e le isole erano sottoposte al regime di occupazione bellica, dopo l armistizio firmato a Cassabile (Sicilia) il 3 settembre del Nei territori occupati agiva il Governo Militare Alleato (AMGOT, poi AMG), con vastissimi poteri sul governo italiano da parte della Commissione Alleata di Controllo (ACC, poi AC). In tale situazione, mentre da parte del Comitato di Liberazione Nazionale si stava preparando a Bari per il 28 Gennaio 1944, il primo congresso dei comitati di liberazione dell Italia meridionale e delle isole (dopo il divieto opposto dalle autorità militari alleate a svolgerlo per il 20 Dicembre 1943 a Napoli, per la vicinanza della città al fronte di guerra) e i partiti avevano già ripreso a riorganizzare le fila della propria organizzazione politica nonostante persistesse nel Meridione l ostilità del governo monarchico e degli alleati, a Potenza si perseguì anche la ricostruzione nella regione di un nuovo assetto associativo nel mondo studentesco universitario e giovanile, esplicitamente rifondandolo sui valori dell antifascismo, su cui gli stessi partiti aderenti al CLN ormai basavano la propria azione per la ricostruzione morale e materiale del Paese. L iniziativa della costituzione di un nuova associazione universitaria venne assunta da un gruppo di studenti antifascisti (Claudio Merenda, Giuseppe Ciranna, Rocco Scotellaro ed altri), un movimento di giovani intellettuali con l intento di promuovere una revisione dei valori morali,culturali e politici della gioventù lucana. Raggruppava al proprio interno in sindacato libero gli studenti universitari della regione per la difesa degli interessi materiali e culturali della classe studentesca lucana. 8 Preannunciata 9 e seguita con interesse negli ambienti politici del capoluogo di regione, l attività dell associazione trova ancora riscontro in diverse cronache dei periodici dell epoca. 10 L associazione universitaria Luigi La Vista venne costituita a Potenza il 20 gennaio In una movimentata riunione 11 svoltasi in un aula del regio Istituto Magistrale fu approvato lo statuto e si provvide alla elezione delle cariche sociali. Nell assemblea generale dei soci il 5 marzo furono assunte diverse deliberazioni di carattere organizzativo e venne eletto il comitato Potenza Fascista, diretto prima da Franco Luongo, poi da Nino Popolizio, il cui capo-redattore era il direttore del Museo Archeologico provinciale, Concetto Valente. Su questo periodico è possibile rinvenire ancora, nel numero del 25 aprile 1943, notizie sullo svolgimento dei ludi lucani, campani e pugliesi, tra cui Rocco Scotellaro (classificatosi secondo al convegno letterario per il Guf di Matera), al quale il periodico Il Meridiano di Roma 5, aveva pubblicato alcuni giorni prima un altra poesia dopo quella apparsa l anno prima sul periodico. 6 Al fine di introdurre velocemente e solo per cenni il quadro degli avvenimenti determinatisi in Italia dopo la destituzione di Mussolini, la formazione del primo governo Badoglio e lo scioglimento del Partito nazionale Fascista, occorrerà ricordare che, firmato l armistizio con i nuovi alleati anglo-americani, la cosiddetta Italia del Re dichiarò guerra alla Germania il 13 ottobre del 1943, mentre il Comitato di Liberazione nazionale (vi aderivano i sei partiti antifascisti) immediatamente pose il problema della legittimazione della monarchia a rappresentare il Paese nella lotta di liberazione, chiedendo al governo l impegno di convocare il popolo al cessare delle ostilità per decidere sulla forma istituzionale dello Stato. Il re ed il suo 60

3 direttivo. In quella sede venne approvato tra l altro, un ordine del giorno così formulato: L assemblea della Luigi La Vista, convinta che solo una salda coscienza politica possa dare ai suoi membri il giusto senso delle civiche libertà, che sono un diritto e un dovere nello stesso tempo, e consapevole del grave senso di responsabilità che le incombe in una svolta così decisiva della storia nazionale, prima di chiudere i suoi lavori, indirizza a tutti gli antifascisti d intelligenza e di cuore un doveroso saluto e un pressante appello, chiedendo loro di collaborare serenamente e spassionatamente alla opera di rieducazione politica e sociale della gioventù lucana avvilita, come il resto del popolo italiano, da un ventennio di coercizione e di oscurantismo dittatoriale. 12 Netto e chiaro fu dunque il giudizio espresso sul ventennio fascista dall associazione degli universitari lucani e l impegno di collaborare alla rieducazione politica e sociale della gioventù lucana. Le cronache dell epoca 13 riferiscono, inoltre, della pubblicazione, da parte dell associazione sindacale degli studenti universitari, di un numero unico, Universitario, edito nel marzo del 1944, mentre in quello stesso periodo venne assunta dall associazione l iniziativa di farsi promotrice di una sottoscrizione pro studenti profughi rifugiati in Lucania 14. vennero in tal senso stilate apposite liste e si raccolsero anche libri per i fratelli prigionieri che languiscono nei campi di concentramento. Il 14 maggio 1944, una settimana prima della celebrazione del primo congresso comunista a Potenza (21-22 maggio) con la partecipazione di Palmiro Togliatti, venne editato inoltre, dall associazione sindacale degli studenti universitari lucani, il periodico Battaglie Goliardiche 15, una pubblicazione diretta dal ventitreenne Claudio Merenda, uno dei fondatori della DC potentina, proveniente dalle fila dell azione cattolica, dirigente diocesano e ispettore regionale dei comitati civici. 16 L attività dell associazione proseguì in quei mesi con alcune conversazioni e incontri con esponenti politici 17, mentre da parte dei partiti iniziavano gli appelli ai giovani per ricostruire nella libertà la martoriata Italia. 18 Sta di fatto che alle proteste degli studenti contro i deliberati del ministro della pubblica istruzione Adolfo Omodeo (facente parte del secondo governo Badoglio) vi furono a Potenza fermi arbitrari di alcuni studenti da parte della Questura. Furono commentati sul periodico potentino del partito comunista Azione Proletaria così: Non comprendiamo (...) il bisogno delle misure adottate nei confronti di questi giovani che aspirano ad essere compresi nei loro bisogni, sorretti nell opera faticosa della ricostruzione della scuola, sollecitati verso la riabilitazione dei valori intellettuali. Sugli organi dello Stato sovrasta il dovere di prendere in esame tutti i problemi che si affacciano in quest angosciosa ripresa della vita della nazione, tutte le proteste che non sempre rivelano indisciplina inconsulta o rivolta arbitraria e che non è lecito a nessuno soffocare con metodi che ricordano il troppo recente passato. 19 La lunga mano della repressione di una base associativa fondata sui valori dell antifascismo era giunta fino a Potenza, che nel capoluogo di regione aveva avuto il proprio sottosegretario e poi Ministro degli Interni, Vito Reale (dal 16 dicembre 1943 al 22 aprile 1944, durante il primo governo Badoglio), aderente alla Democrazia del Lavoro. E vero d altronde che il prosieguo delle vicende politico-istituzionali nel corso del 1944 (dopo la svolta di Salerno con il succedersi del governo Bardoglio, l istituzione dell Alto Commissariato per l epurazione nazionale dal fascismo, la formazione del governo presieduto da Ivanoe Bonomi, primo governo di unità antifascista dei partiti nella storia italiana e primo governo d Europa che includeva rappresentanti comunisti) vide impegnati diversamente, e in partiti distinti, i dirigenti universitari antifascisti che avevano dato vita alla associazione universitaria sindacale Luigi La Vista. 61

4 A distanza di un anno circa dalla sua costituzione, sul periodico della democrazia cristiana edito a Potenza si lamentava che l associazione dopo breve, varia ed intelligente attività, si fosse spenta silenziosamente, come a significare che i nostri universitari, presi dagli innumerevoli diversivi della vita cittadina, non avessero tempo ogni tanto di riunirsi per trattare di Marx o di Mazzini, di dittature o di democrazie, per organizzare una data iniziativa, per stare insomma un po insieme. 20 In quella cronaca si sollecitavano nuovamente gli universitari a riunirsi per conoscersi ed affratellarsi in modo da saper lottare con lealtà, con onestà, con sincerità per il loro bene e forse anche per quello della collettività. L invito, che già sottintendeva forme diverse di impegno, non restò inascoltato. Due giorni dopo in un aula dell Istituto magistrale di Potenza, un congruo numero di universitari, iscritti e non iscritti all associazione si riunì per considerare la possibilità di ripresa dell attività organizzativa, ormai abbandonata dai soci 21 In quella riunione domenicale, dopo ampie discussioni, con una deliberazione di carattere provvisorio, venne nominata una giunta temporanea con il compito di riallacciarsi alla passata attività riordinando la situazione esistente e formulando al più presto un piano di iniziative a carattere finanziario ed organizzativo. Allo stato delle ricerche non è possibile evincere se vi furono ulteriori riunioni dal momento che sui giornali dell epoca non si riscontrano informazioni in tal senso. Altra cosa è la notizia del giugno 1945, riportata sul settimanale della federazione socialista provinciale edito a Potenza, riguardante la costituzione nel capoluogo di regione di un club universitario destinato a raccogliere tutti gli studenti universitari, i laureati ed i diplomati, di età non superiore ai trentadue anni allo scopo di svolgere una attività culturale, assistenziale, sportiva e ricreativa creando vincoli di affettuosa solidarietà tra tutti i giovani studenti. 22 Come si può evincere chiaramente gli intenti e le finalità associative risultavano ormai completamente mutati rispetto a quanto perseguito a livello sindacale e culturale dai giovani universitari lucani che si erano associati nella prima metà del NOTE 1) R. SCOTELLARO, Lettere a Tommaso Pedio, a cura di Raffaele Nigro, ed. Osanna, Venosa (d ora in poi L.T.P., pp Già in altra lettera del tricaricese a Tommaso Pedio, del 26 dicembre 1943, in cui si fa cenno, tra l altro, alla riunione svoltasi in casa di Scotellaro per la costituzione della sezione socialista, si può leggere: la riunione fu imponente. La stanza non era troppo più larga di quella di Potenza in cui si sarebbe dovuto lavorare per L Ass. Stud. (R. Scotellaro, L.T.P., ivi, p. 45). 2) P. SALVETTI, M. ALICATA, in AA.VV., Il Parlamento Italiano, , Il Centrismo, Apogeo e caduta di De Gasperi, ed. Nuova Cei informatica, Milano, 1991, vol. 16, pp ) M. RESTIVO, Origine e sviluppo della stampa in Basilicata, Pietro Lacaita ed., Manduria (Lecce) 1993, pp ) AA.VV., Un poeta come Scotellaro, ed. Cometa, Roma ) Tra il Mario Alicata (Reggio Calabria, 8 maggio 1918 Roma, 6 dicembre 1966) prestava la sua firma a Il Meridiano di Roma con Mario Socrate, Sotgiu, Antonello Trombadori nella rubrica di polemica letteraria. Dall aprile del 1940 al maggio del 1941 fu nel comitato di redazione della rivista La Ruota assieme a Trombadori, Giuliano Briganti, Carlo Muscetta, Guglielmo Petroni, quando le divergenze politico redazionali con il direttore della rivista Meschini lo indussero a troncare quell esperienza. A partire dal 1940 Alicata collaborò inoltre come critico letterario a Primato, diretto da Giuseppe Bottai e da Giorgio Vecchietti, e ad Oggi, diretto da Arrigo Benedetti e Mario Pannunzio. Si era laureato, nell estate del 1940, con una tesi in letteratura italiana, dive- 62

5 nendo assistente di Natalino Sapegno. Nel 1941 Alicata estese i propri interessi al campo cinematografico, lavorando come sceneggiatore per la realizzazione del film Ossessione di Lucchino Visconti e iniziò a collaborare alla casa editrice Einaudi, quale redattore della sede romana. Aveva l incarico di proporre nuovi autori e scrittori di letteratura italiana contemporanea, collaborando con Cesare Pavese nella proposta di autori stranieri per la collana Biblioteca dello Struzzo e di curare i rapporti con il Ministero della Cultura popolare per ottenere l approvazione dei titoli proposti. Arrestato il 29 dicembre del 1942 per avere avuto contatti con il gruppo comunista romano Scintilla, rimase in carcere a Regina Coeli per oltre sette mesi sino al 6 agosto Dopo l 8 settembre 1943 e fin dopo la liberazione di Roma (giugno 1944) diresse L Unità clandestina di Roma nei mesi dell occupazione nazista della città. Scrisse lui l articolo che rivendicava con orgoglio ai GAP (Gruppi di azione patriottica) comunisti romani la responsabilità dell attacco contro una colonna tedesca di polizia in via Rasella il 23 marzo Nell attentato a cui parteciparono dieci persone (Rosario Bentivegna, Carla Capponi., Carlo Salinari, Franco Calamandrei, Raoul Falcioni, Francesco Currelli, Silvio Serra, Pasquale Balsamo, Fernando Vitaliano, Guglielmo Blasi) perirono 13 civili, 33 soldati del battaglione Bozen ed un agente di pubblica sicurezza autista del questore. L attentato portò alla rappresaglia nazista delle Fosse Ardeatine, con l uccisione di 335 persone. Nell ottobre 1944 Alicata fu inviato a Napoli per dirigere, assieme al socialista L. Porzio, La Voce, giornale diretto in condominio da comunisti e socialisti, sostituendo Eugenio Reale, nominato sottosegretario al Ministero degli Affari Esteri nel secondo governo presieduta da Ivanoe Bonomi. Dal 23 gennaio 1946 fu nominato condirettore de L Unità a Roma, accanto a Velio Sapano, combinando l attività di consigliere comunale a Napoli e di membro del comitato direttivo della Federazione comunista nella stessa città. Nel luglio 1946 fu nuovamente inviato a Napoli per assumere la direzione de La Voce, periodico che cessò le pubblicazioni nel ) La poesia di Rocco Scotellaro Letargo fu pubblicata su Il meridiano di Roma l 11 ottobre Sullo stesso periodico apparve l 11 aprile 1943 la poesia Ultimo Ottobre. 7) Sempre nel corso del 1944 il 20 luglio furono trasferite all amministrazione italiana le altre province campane, Foggia e Campobasso; il 15 agosto le province di Roma, Latina e Frosinone; il 16 ottobre le altre province laziali e quelle abruzzesi; il 9 maggio 1945 le province umbre, marchigiane e quelle di Arezzo, Grosseto e Siena; il 18 giugno le altre province toscane; il 31 dicembre tutte le province dell Italia settentrionale meno Bolzano, Udine, Gorizia, Trieste, Pola e Fiume; il 14 dicembre 1947, data di entrata in vigore del Trattato di pace e di termine del regime armistiziale, passarono all amministrazione italiana anche queste ultime province, salvo quelle interessate al cosiddetto territorio libero di Trieste. Cfr. Ugo Siervo, Il nodo istituzionale ( ), in AA. VV., Il Parlamento italiano, : Dalla resistenza alla democrazia. Da Badoglio a De Gasperi, ed. Nuova Cei informatica, Milano 1989, vol. 13, pp ) Da Potenza. Associazione Sindacale Universitaria L. La Vista, L Ordine, periodico della Democrazia Cristiana, Potenza 15 marzo 1944, a. 3, n. 4, numero speciale, p. 6; 9) L Ordine, periodico della Democrazia Cristiana, Potenza 15 febbraio 1944, a. 3, n. 1, p ) Il Gazzettino dell 8 e del 28 marzo 1944; L Ordine del 15 marzo e del 30 maggio 1944, del 12 e del 25 gennaio 1945; Azione Proletaria del 21 maggio e del 4 giugno ) La costituzione di un associazione universitaria, il Gazzettino, Potenza 8 marzo a- 1. n. 3. p ) Cfr. nota 8. 13) Il primo giornale sindacale, il Gazzettino, Potenza 28 marzo 1944, a. 1, n. 5, p ) Nel Sindacato Universitari, Il Gazzettino, Potenza 28 marzo 1944, a. 1, n. 5, p ) Il numero Battaglie Goliardiche del 14 maggio 1944, contenente l articolo di Rocco Scotellaro Memoria di Prampolini è posseduto dallo studioso Pietro Varuolo, di Pomarico, nella sua biblioteca privata, come documenta Maurizio Restivo, nel suo testo già citato (alla nostra nota 3) alle pp. 133 e succ. Sullo stesso argomento cfr. inoltre: Saluto agli studenti, Azione Proletaria, settimanale del Partito Comunista, Potenza 21 maggio 1944, a. 1, n. 1, p

6 16) G. ARCIERI (a cura di), 40 anni di democrazia. Uomini della Basilicata Tecnica Eliografica, Potenza, 1986, pp ) Conversazioni nella L. La Vista, L Ordine, periodico della Democrazia Cristiana, Potenza 30 maggio 1944, a. 3, n. 9, p. 3, Il compagno Pellicani parla agli studenti, Azione Proletaria, settimanale del Partito Comunista, Potenza 4 giugno 1944, a. 1, n. 3, p ) Un appello ai giovani, L Ordine, periodico della Democrazia Cristiana, Potenza 30 maggio 1944, a. 1, n. 3, p ) Le proteste degli studenti e i metodi della Questura, Azione Proletaria, settimanale del Partito Comunista, Potenza 4 giugno 1944, a. 1, n. 3, p ) Associazione Universitaria L. La Vista, L Ordine periodico della Democrazia Cristiana, Potenza 12 gennaio 1945, a. 4, n. 27, p ) Associazione Universitaria L. La Vista, L Ordine periodico della Democrazia Cristiana, Potenza 25 gennaio 1945, a. 4, n. 28, p ) Attività Universitaria, Il Lavoratore, settimanale della Federazione Socialista provinciale, Potenza 2 giugno 1945, a. XVII, n. 13, p

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Biblioteca Nazionale Braidense presenta: DOMANI AVVENNE 2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Sala Microfilm 30 maggio - 30 giugno 2009 1 Rassegna DOMANI AVVENNE : ciclo di mostre documentarie di

Dettagli

L abolizione della pena di morte in Italia

L abolizione della pena di morte in Italia L abolizione della pena di morte in Italia 1. Dal Medioevo all Ottocento: il primato della Toscana. La pena capitale cominciò ad essere applicata in Italia dall Imperatore Enrico II, all inizio dell XI

Dettagli

Tappe della trasformazione fascista dello Stato. Gli eventi

Tappe della trasformazione fascista dello Stato. Gli eventi Tappe della trasformazione fascista dello Stato Gli eventi DESTRA CENTRO SINISTRA GRUPPI POLITICI SEGGI Partito Comunista d'italia 19 Partito Socialista Italiano 22 Partito Socialista Unificato 24 Partito

Dettagli

VIA GIOVANNI AMENDOLA

VIA GIOVANNI AMENDOLA VIA GIOVANNI AMENDOLA Via Giovanni Amendola unisce Via Indipendenza a Via F.lli Cervi. Si tratta di una via situata nel centro del paese.costeggia Piazza dei Quartieri e dopo una curva a destra si immette

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo

Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo L Italia fascista Il crollo dello stato liberale e l avvento del fascismo La nascita e l affermazione del Fascismo La prima riunione del movimento dei fasci di combattimento si tenne a Milano nel 1919.

Dettagli

Gli asili nido comunali in Italia, tra caro retta e liste di attesa

Gli asili nido comunali in Italia, tra caro retta e liste di attesa Gli asili nido comunali in Italia, tra caro retta e liste di attesa Dossier a cura dell Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva1 1. Premessa Roma, febbraio 2007 Gli asili nido comunali rientrano

Dettagli

Una storia difficile, di piccolo centro del Delta padano. Una storia fatta di miseria, di privazioni, di lotte, di emigrazione, ma anche una storia

Una storia difficile, di piccolo centro del Delta padano. Una storia fatta di miseria, di privazioni, di lotte, di emigrazione, ma anche una storia Una storia difficile, di piccolo centro del Delta padano. Una storia fatta di miseria, di privazioni, di lotte, di emigrazione, ma anche una storia gloriosa, una storia di coraggio, di tenacia, di orgoglio

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006 DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel A cura della Camera di commercio di Milano Imprese attive nel settore

Dettagli

Storia contemporanea. Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16

Storia contemporanea. Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16 Storia contemporanea Università degli studi di Cagliari Anno accademico 2015/16 GIOLITTI 1892-93 1893 dimissioni scandalo Banca romana 1903-1905 1906-1907 1911-1914 GIOLITTI Liberale, abile e scrupoloso

Dettagli

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado PIEMONTE ALESSANDRIA A028 EDUCAZIONE ARTISTICA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A032 EDUCAZIONE MUSICALE NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A033 EDUCAZIONE TECNICA NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA

Dettagli

LE LEGGI ELETTORALI. Estremi Oggetto Elementi innovativi essenziali Legge 2 agosto 1848

LE LEGGI ELETTORALI. Estremi Oggetto Elementi innovativi essenziali Legge 2 agosto 1848 LE LEGGI ELETTORALI Estremi Oggetto Elementi innovativi essenziali Legge 2 agosto 1848 Introduce sul modello francese il consiglio come assemblea rappresentativa. Regno Subalpino Regno di Sardegna Legge

Dettagli

FONDO GIANCARLO SALMINI CENSIMENTO

FONDO GIANCARLO SALMINI CENSIMENTO FONDO GIANCARLO SALMINI CENSIMENTO a cura di Marco Giovanella Il fondo Giancarlo Salmini è stato tra i primi a essere conferito al Centro di documentazione «Mauro Rostagno», alla fine degli anni ottanta.

Dettagli

Ingegneria discipline varie

Ingegneria discipline varie Ingegneria discipline varie I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-8 - INGEGNERIA

Dettagli

Scienze dell educazione Scienze della formazione Scienze sociali

Scienze dell educazione Scienze della formazione Scienze sociali Scienze dell educazione Scienze della formazione Scienze sociali LAUREA QUINQUENNALE (A CICLO UNICO) I T A L I A CLASSE DELLE LAUREE LM-85 bis - SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA Università degli Studi

Dettagli

GUF GRUPPI UNIVERSITARI FASCISTI LA STAMPA UNIVERSITARIA

GUF GRUPPI UNIVERSITARI FASCISTI LA STAMPA UNIVERSITARIA GUF GRUPPI UNIVERSITARI FASCISTI LA STAMPA UNIVERSITARIA Il giornalismo fascista è, come tutte le altre forze della Nazione, al servizio del Regime, e in ciò esso trova la sua ragione d essere, il suo

Dettagli

A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI. c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia

A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI. c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia Settembre 2015 Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi &

Dettagli

Giovanni Calò 1882-1970

Giovanni Calò 1882-1970 Giovanni Calò 1882-1970 Solo col trascendente c è la libertà 1 GIOVANNI CALO, nato a Francavilla Fontana (Brindisi) il 24-12-1882, e ivi improvvisamente mancato il 25 maggio 1970. Laureato in Filosofia,

Dettagli

ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA

ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA SERVIZIO DELLA BIBLIOTECA GIORNALI CORRENTI E CESSATI POSSEDUTI DALLA BIBLIOTECA elenco in ordine alfabetico di titolo * aggiornato al 4 marzo 2009 TITOLO CONSISTENZA AGRICOLTURA

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quarta annualità un indagine

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

FONDO GUERRINO MALISARDI LINA ANGHEL (1943-1983)

FONDO GUERRINO MALISARDI LINA ANGHEL (1943-1983) FONDO GUERRINO MALISARDI LINA ANGHEL (1943-1983) La documentazione che compone questo fondo si può distinguere in tre parti. Un primo nucleo di materiale è composto da materiale relativo a Guerrino Malisardi:

Dettagli

La produzione di rifiuti urbani in Italia

La produzione di rifiuti urbani in Italia La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER 1 RIFIUTI OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE APRILE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la terza annualità un indagine

Dettagli

Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA

Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA Mario Teglio LA MIA VITA CON LE LEGGI RAZZIALI DEL1938 CONSEGUENZE DELLA LEGGE SULLA MIA FAMIGLIA Siamo nel 1938 e la mia famiglia, composta da 5 persone (i miei genitori e noi tre figli), viveva come

Dettagli

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 27 giugno 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000181 12 Alle Imprese di assicurazione autorizzate all esercizio del ramo R.C. auto con sede legale in Italia LORO

Dettagli

CESARE CAMPIOLI. Antifascista, sindaco e imprenditore (1902-1971) Atti del convegno svoltosi il 16 dicembre 2011 a Reggio Emilia, Sala del Tricolore

CESARE CAMPIOLI. Antifascista, sindaco e imprenditore (1902-1971) Atti del convegno svoltosi il 16 dicembre 2011 a Reggio Emilia, Sala del Tricolore CESARE CAMPIOLI Antifascista, sindaco e imprenditore (1902-1971) Atti del convegno svoltosi il 16 dicembre 2011 a Reggio Emilia, Sala del Tricolore ANPI, ALPI-APC, ANPPIA, ISTORECO, Centro Studi R60 Comitato

Dettagli

ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA

ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA I DEPUTATI QUESTORI DEL PARLAMENTO SICILIANO: POTERI E COMPITI di Ignazio La Lumia Palermo 16 marzo 2005 I Deputati Questori del Parlamento siciliano: poteri e compiti di

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO

SINTESI DELLO STUDIO SINTESI DELLO STUDIO CARO AFFITTI E COSTO PER LA CASA: DIFFICOLTA DA RISOLVERE Maggio 2009 Nel II semestre 2008 le famiglie italiane per pagare l affitto della casa in cui vivono hanno impiegato il 26,4%

Dettagli

ProdottiTipici.it. il portale più gustoso che c è. Viaggio nel mondo dei prodotti tipici news, eventi e curiosità a portata di click.

ProdottiTipici.it. il portale più gustoso che c è. Viaggio nel mondo dei prodotti tipici news, eventi e curiosità a portata di click. ProdottiTipici.it il portale più gustoso che c è Chi Siamo Più di 200 clienti e oltre 500 siti realizzati, la BBC da 10 anni consente alle aziende di essere visibili tramite internet, dalla nostra esperienza

Dettagli

MOSTRA DOCUMENTARIA GRANDE GUERRA

MOSTRA DOCUMENTARIA GRANDE GUERRA EDUCAZIONE alla MEMORIA STORICA _INAUGURAZIONE_ MOSTRA DOCUMENTARIA GRANDE GUERRA Quello che portammo di nostro alla guerra non lo riportammo indietro più: fu veramente una vita che ci fu tolta come la

Dettagli

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO ABRUZZO DR ABRUZZO AREA DI STAFF AL DIRETTORE REGIONALE ABRUZZO DR ABRUZZO CENTRO DI ASSISTENZA MULTICANALE DI PESCARA ABRUZZO DR ABRUZZO DIRETTORE REGIONALE AGGIUNTO 1 ABRUZZO DR ABRUZZO UFFICIO ACCERTAMENTO

Dettagli

Statuto dello Studio Interprovinciale San Bernardino

Statuto dello Studio Interprovinciale San Bernardino Statuto dello Studio Interprovinciale San Bernardino Titolo I: Costituzione Art. 1 Lo Studio Teologico S. Bernardino dei Frati Minori, con sede in Verona Stradone A. Provolo, 28: è eretto in conformità

Dettagli

219 a Seduta Pubblica

219 a Seduta Pubblica SENATO DELLA REPUBBLICA X I I I L E G I S L A T U R A Venerdì 11 Luglio 1997 alle ore 10 219 a Seduta Pubblica ORDINE DEL GIORNO Interpellanze e interrogazioni (testi allegati). TIPOGRAFIA DEL SENATO (1700)

Dettagli

Allegato A ELENCO INDIRIZZI

Allegato A ELENCO INDIRIZZI Allegato A A ELENCO INDIRIZZI SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA Ufficio per gli Affari Militari PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Ufficio del Consigliere Militare MINISTERO DELLA

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Asili nido comunali in Italia: tra caro rette e liste di attesa

Asili nido comunali in Italia: tra caro rette e liste di attesa Asili nido comunali in Italia: tra caro rette e liste di attesa Indagine a cura dell Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva Novembre 2012 Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI PREMESSA La presente premessa costituisce parte integrante del regolamento. Alcuni anni fa, in un momento in cui la realtà giovanile ha cominciato a prendere maggiormente

Dettagli

Bibliografia Referendum sul divorzio Testi presenti nella Biblioteca Gabriele De Rosa

Bibliografia Referendum sul divorzio Testi presenti nella Biblioteca Gabriele De Rosa Bibliografia Referendum sul divorzio Testi presenti nella Biblioteca Gabriele De Rosa Nella Bibliografia sono indicati,in ordine cronologico, i testi presenti in Biblioteca sulla posizione dei cattolici

Dettagli

Curriculum Vitae. Informazioni personali Cognome/Nome Vincenzo Coli Indirizzo Via Giuseppe Di Vittorio 4 Telefoni 0577-332163. Mobile 356885704 E-mail

Curriculum Vitae. Informazioni personali Cognome/Nome Vincenzo Coli Indirizzo Via Giuseppe Di Vittorio 4 Telefoni 0577-332163. Mobile 356885704 E-mail Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome/Nome Vincenzo Coli Indirizzo Via Giuseppe Di Vittorio 4 Telefoni 0577-332163. Mobile 356885704 E-mail vincenzo.coli@provincia.siena.it ; vincenzocoli@hotmail.it

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT ALLEGATO 3 PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame

Dettagli

SCHEDA FIGURE DEL MOVIMENTO OPERAIO PIETRO AMENDOLA

SCHEDA FIGURE DEL MOVIMENTO OPERAIO PIETRO AMENDOLA PIETRO AMENDOLA Pietro Amendola nasce a Roma il 26/10/1918, ultimo figlio di Giovanni Amendola, martire della Libertà, e di Eva Kuhn. Dopo la morte del padre avvenuta a causa dei postumi di un ennesimo

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE

STATUTO DELLA FONDAZIONE STATUTO DELLA FONDAZIONE Art. 1 Scopi Tra i costituiti, che si sono proposti di dare un impulso vivo e concreto allo sviluppo dell Europa e dell unità politica europea, attraverso progetti di studio, di

Dettagli

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco http://www.agimeg.it/?p=2768 AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco Giochi 2012, Milano la provincia dove si è giocato di più. In sole 4 province finisce il 25% delle giocate Sul podio anche

Dettagli

Il Collegio Universitario d Eccellenza Fondazione Comunità Domenico Tardini aderisce alla Conferenza dei Collegi Universitari (CCU) legalmente

Il Collegio Universitario d Eccellenza Fondazione Comunità Domenico Tardini aderisce alla Conferenza dei Collegi Universitari (CCU) legalmente Il Collegio Universitario d Eccellenza Fondazione Comunità Domenico Tardini aderisce alla Conferenza dei Collegi Universitari (CCU) legalmente riconosciuti dal Ministero dell Istruzione, dell Università

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE STATUTO

PROVINCIA DI LECCE STATUTO PROVINCIA DI LECCE FORUM PROVINCIALE DEI GIOVANI STATUTO TITOLO 1 COSTITUZIONE FINALITÀ E PRINCIPI GENERALI ART. 1 COSTITUZIONE E istituito il Forum Provinciale dei Giovani, di seguito Forum, della Provincia

Dettagli

LA STORIA DELL ANPAS

LA STORIA DELL ANPAS LA STORIA DELL ANPAS Le Pubbliche Assistenze nascono alla metà dell 800 sulla spinta degli ideali risorgimentali SCHEDA 2 Le radici storiche SOCIETÀ OPERAIE DI MUTUO SOCCORSO Sodalizi attivi negli stati

Dettagli

CURRICULUM VITAE AC STUDIORUM

CURRICULUM VITAE AC STUDIORUM CURRICULUM VITAE AC STUDIORUM in forma breve DAVIDE ROSSI, nato a Verona (1975). Domicilio: PALAZZO GIUSTI DEL GIARDINO, Via Giardino Giusti n. 2 (37129) Verona Tel. 045/8031887 Fax 045/8069397 E-mail:

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI Analisi della UIL sui siti internet dei Comuni Capoluogo di Provincia e delle Regioni Roma Agosto 2008 UIL- Servizio Politiche Territoriali TRASPARENZA

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame di Stato ha

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quinta annualità un indagine

Dettagli

Regolamento della Consulta Comunale degli Studenti universitari del Comune di Bari

Regolamento della Consulta Comunale degli Studenti universitari del Comune di Bari Regolamento della Consulta Comunale degli Studenti universitari del Comune di Bari Art. 1 Istituzione 1. Il Comune di Bari istituisce la Consulta comunale degli Studenti Universitari della Città di Bari,

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Fax dell ufficio Email istituzionale D'Amico Mauro 15/01/1960 Generale di Brigata Dirigente

Dettagli

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena SMART CITY INDEX La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena Lo Smart City Index Al fine di misurare il livello di smartness di una città, Between ha creato lo Smart City Index, un ranking delle

Dettagli

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA 1848-1849 La Prima Guerra d Indipendenza Nel 1848 un ondata rivoluzionaria investì quasi tutta l Europa. La ribellione scoppiò anche nel Veneto e nella Lombardia,

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia.

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. La Francia e l Inghilterra a loro volta intervennero a sua difesa. Cosi Hitler

Dettagli

BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA

BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA BREVE STORIA DELLA LINGUA ITALIANA Introduzione. Nei film del Neorealismo, spesso gli attori non parlano in italiano standard, ma parlano in dialetto. Cosa sono i dialetti? Come sono nati? 1. Dal latino

Dettagli

Comitato civico cittadino CENTRO STORICO Genzano di Roma STATUTO

Comitato civico cittadino CENTRO STORICO Genzano di Roma STATUTO Comitato civico cittadino CENTRO STORICO Genzano di Roma STATUTO ART. 1 Costituzione - Denominazione - Sede È costituito un Comitato civico cittadino denominato Centro Storico, di seguito chiamato anche

Dettagli

I N D I C E TITOLO I PRINCIPI E FINALITA DEL REGOLAMENTO. Art. 1 principi fondamentali TITOLO II L ALBO E LE CONSULTE

I N D I C E TITOLO I PRINCIPI E FINALITA DEL REGOLAMENTO. Art. 1 principi fondamentali TITOLO II L ALBO E LE CONSULTE Regolamento comunale per il riconoscimento, la promozione e la valorizzazione delle libere forme associative e delle organizzazioni di volontariato (Approvato con delibera n.110/cc del 18.10.1999) I N

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

Autorizzati a partire dal 13 marzo 2014

Autorizzati a partire dal 13 marzo 2014 ELENCO DEI SOGGETTI AUTORIZZATI A SVOLGERE CORSI DI FORMAZIONE PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI, AI SENSI DEL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 APRILE 2013, n. 75 e s.m.i. Autorizzati

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA FEBBRAIO 2012 A.G. ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

IN ARRIVO LO SPAURACCHIO TASI: CON LA PRIMA RATA DI GIUGNO I COMUNI INCASSERANNO 2,3 MILIARDI DI EURO

IN ARRIVO LO SPAURACCHIO TASI: CON LA PRIMA RATA DI GIUGNO I COMUNI INCASSERANNO 2,3 MILIARDI DI EURO IN ARRIVO LO SPAURACCHIO TASI: CON LA PRIMA RATA DI GIUGNO I COMUNI INCASSERANNO 2,3 MILIARDI DI EURO Con la scadenza della prima rata della Tasi prevista per il prossimo 16 giugno, i Comuni incasseranno

Dettagli

IL FASCISMO. La via italiana al totalitarismo

IL FASCISMO. La via italiana al totalitarismo IL FASCISMO La via italiana al totalitarismo LA MARCIA SU ROMA La Marcia su Roma (inizia il 27 ottobre) colpisce lo Stato nel pieno disfacimento dei suoi poteri. Facta si dimette il 28 ottobre. Il Re,

Dettagli

La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato

La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato Data l indecisione sul metodo della votazione ( per stato o per testa) il terzo stato si riunì

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO. Statuto del Forum dei Giovani

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO. Statuto del Forum dei Giovani COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO Statuto del Forum dei Giovani Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.8 del 30/06/2011 Titolo Primo: Istituzione, durata, sede, principi programmatici

Dettagli

C O M U N E D I O S T U N I Provincia di Brindisi * * * * * REGOLAMENTO DEL COMITATO CITTADINO PER LE PARI OPPORTUNITA FRA UOMO E DONNA

C O M U N E D I O S T U N I Provincia di Brindisi * * * * * REGOLAMENTO DEL COMITATO CITTADINO PER LE PARI OPPORTUNITA FRA UOMO E DONNA C O M U N E D I O S T U N I Provincia di Brindisi * * * * * REGOLAMENTO DEL COMITATO CITTADINO PER LE PARI OPPORTUNITA FRA UOMO E DONNA approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 18 del 18.05.05

Dettagli

Economia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-33 - SCIENZE ECONOMICHE

Economia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) CLASSE DELLE LAUREE L-33 - SCIENZE ECONOMICHE Economia I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET DELLE SINGOLE UNIVERSITA CLASSE DELLE LAUREE L-33 - SCIENZE ECONOMICHE Università

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica PRESSO LE SOCIO-RIABILITATIVE ALLE DATE DEL 31 MARZO E 30 GIUGNO 2002

Dettagli

STATUTO DEL TEATRO STABILE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA - TRIESTE

STATUTO DEL TEATRO STABILE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA - TRIESTE STATUTO DEL TEATRO STABILE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA - TRIESTE Art. 1 DENOMINAZIONE SEDE NATURA GIURIDICA DURATA 1. Il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, di seguito detto l Ente, è una Associazione

Dettagli

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata Mobilità professionale personale ATA profilo professionale DSGA Destinatari dei corsi di di cui all'art. 7 CCNI 3.12.29 - art. 1, comma 2, sequenza contrattuale 25.7.28 - (ex art. 48 CCNL/27) DSGA Personale

Dettagli

Capitolo 10. Elezioni

Capitolo 10. Elezioni Capitolo 10 Elezioni 10. Elezioni I dati presentati si riferiscono alle principali consultazioni che si sono tenute in Italia nel corso del 2013. Nei mesi tra febbraio e giugno, i cittadini italiani sono

Dettagli

PERCENTUALE DI OCCUPATI NELL INDUSTRIA

PERCENTUALE DI OCCUPATI NELL INDUSTRIA PERCENTUALE DI OCCUPATI NELL INDUSTRIA La percentuale di occupati nell industria in Italia, in base al 14 Censimento della popolazione e delle abitazioni (2001), è pari al 33,48%. Quote particolarmente

Dettagli

Domenico Elia. Biografia

Domenico Elia. Biografia Domenico Elia Biografia Studi: (in corso) Assegno di ricerca in L informazione sportiva: dalle origini al Codice Media e Sport presso il Dipartimento di Studi Umanistici. Lettere, Beni Culturali, Scienze

Dettagli

Pianificazione e valutazione negli uffici giudiziari

Pianificazione e valutazione negli uffici giudiziari Pianificazione e valutazione negli uffici giudiziari La sperimentazione e lo sviluppo di percorsi di pianificazione e valutazione negli uffici giudiziari che partecipano al Progetto interregionale transnazionale

Dettagli

A Pergusa la consulta regionale delle aggregazioni laicali

A Pergusa la consulta regionale delle aggregazioni laicali A Pergusa la consulta regionale delle aggregazioni laicali di Ferdinando Russo Si è riunita, ancora a Pergusa, l Assemblea generale della Consulta regionale dei movimenti, delle associazioni d ispirazione

Dettagli

Estratto dal verbale del 21 aprile 2015

Estratto dal verbale del 21 aprile 2015 PROCEDURA DI SELEZIONE PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 2 COMMA 3 LETT. A) DELLA LEGGE N. 2/21 PER IL SETTORE CONCORSUALE 1 C 1, SETTORE SCIENTIFICO

Dettagli

Regolamento del Forum Comunale Giovani

Regolamento del Forum Comunale Giovani COMUNE DI CASTELVENERE Provincia di Benevento ------ Regolamento del Forum Comunale Giovani 1 INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9 - Art. 10 - Art. 11 -

Dettagli

MEDIEN II Giornalismo Scienze della comunicazione

MEDIEN II Giornalismo Scienze della comunicazione MEDIEN II Giornalismo Scienze della comunicazione I T A L I A LAUREA DI PRIMO LIVELLO (TRIENNALE) PER SINGOLI INDIRIZZI O CURRICULA CONSULTARE L INDIRIZZO INTERNET - http://offf.miur.it CLASSE DELLE LAUREE

Dettagli

DISCORSO DEL MAGNIFICO RETTORE PROF.SSA CRISTIANA COMPAGNO

DISCORSO DEL MAGNIFICO RETTORE PROF.SSA CRISTIANA COMPAGNO CARNIA 1944. UN ESTATE DI LIBERTÀ INCONTRO SULL ESPERIENZA DELLA REPUBBLICA LIBERA DELLA CARNIA ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA martedì 29 maggio 2012, ore 11 Aula Magna di Piazzale Kolbe

Dettagli

gmanni@mannieditori.it

gmanni@mannieditori.it C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome GRAZIA MANNI Indirizzo VIA MARIO DI LECCE N. 2 73100 LECCE Telefono 0832/205577 (anche fax) 329/4172672 E-mail gmanni@mannieditori.it Nazionalità

Dettagli

MODULO LOCALE. Quotidiani e periodici con diffusione locale

MODULO LOCALE. Quotidiani e periodici con diffusione locale MODULO LOCALE Quotidiani e periodici con diffusione locale ABRUZZO Chieti Centro (il) - ed. Chieti Lanciano-Vasto L Aquila Centro (il) - ed. l'aquila Avezzano Sulmona Pescara Centro (il) Pescara Centro

Dettagli

La Sicurezza nel Territorio Nazionale. Quadro generale e le pertinenti attività della Polizia di Stato

La Sicurezza nel Territorio Nazionale. Quadro generale e le pertinenti attività della Polizia di Stato La Sicurezza nel Territorio Nazionale Quadro generale e le pertinenti attività della Polizia di Stato 1 2 PREVENZIONE : Attività informativa Enti preposti Attività controllo territorio PCCT; Poliziotto/

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 592 DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE d iniziativa del senatore COSSIGA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L 8 GIUGNO 2006 Riconoscimento del diritto di autodeterminazione

Dettagli

Rivoluzione Francese

Rivoluzione Francese Rivoluzione Francese Alla fine degli anni 80 del XVIII secolo la Francia attraversata una grave crisi economica: la produzione agricola era calata, le spese militari viste le numerose guerre erano aumentate,

Dettagli

Oggetto: Blue tongue riformulazione del sistema di sorveglianza sierologica.

Oggetto: Blue tongue riformulazione del sistema di sorveglianza sierologica. 0016156-18/06/2015-DGSAF-COD_UO-P Trasmissione elettronica N. prot. DGSAF in Docspa/PEC Ministero della Salute DIREZIONE GENERALE DELLA SANITA ANIMALE E DEI FARMACI VETERINARI Ufficio III Centro Nazionale

Dettagli

Il Fascismo in Italia (1922-1936)

Il Fascismo in Italia (1922-1936) Il Fascismo in Italia (1922-1936) Le fasi del fascismo 1. Fase legalitaria (1922-1924) I Fascisti fanno parte di un governo di coalizione. Termina con le elezioni del 1924 e l uccisione di Matteotti. 2.

Dettagli

PRESENTAZIONE dell AZIENDA

PRESENTAZIONE dell AZIENDA 2015 PRESENTAZIONE dell AZIENDA INTRODUZIONE Presentazione dell Azienda anno 2015 ENAIP, Ente Nazionale ACLI Istruzione Professionale, è una rete nazionale di servizi per la formazione e il lavoro che

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli