Condizioni d impiego

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Condizioni d impiego"

Transcript

1 Condizioni d impiego

2

3 Indice 1. Impiego 4 2. Orario di lavoro 6 3. Diritti e doveri Disdetta Retribuzione e prestazioni sociali Controversie, entrata in vigore 30 3

4 Il presente regolamento costituisce parte integrante del contratto di lavoro individuale. Esso definisce i diritti e i doveri di tutti i collaboratori del gruppo Manor. 1. Impiego 1.1 Contratto di lavoro L assunzione avviene mediante la sottoscrizione del contratto di lavoro individuale da parte dei due contraenti. Esso definisce la funzione, l inizio dell attività, le modalità di retribuzione, il salario e, all occorrenza, il tempo di lavoro e la durata dell impiego. 1.2 Periodo di prova I primi 3 mesi d impiego rispettivamente il primo mese per i collaboratori temporanei, sono considerati come periodo di prova. Se il lavoro è stato interrotto durante il periodo di prova a causa di una malattia, un infortunio o per adempimento di un obbligo legale che incombe al collaboratore senza che questo lo abbia richiesto, il periodo di prova è automaticamente prolungato della stessa durata. In caso di trasferimento all interno delle società Manor, Athleticum, Jumbo e Accarda o di un interruzione del rapporto di lavoro per meno di 6 mesi non è necessario un nuovo periodo di prova. 4 Condizioni d impiego

5 1.3 Anni di servizio Gli anni di servizio sono calcolati a partire dalla data di entrata nel gruppo Manor. In caso di riassunzione dopo un interruzione del rapporto di lavoro, vengono presi in considerazione anche gli anni di servizio prestati precedentemente alla nuova assunzione (questa regola vale per tutte le riassunzioni effettive dal ). Dal vengono presi in considerazione anche gli anni di servizio effettuati presso le società indicate al punto 1.2. Qualora l incarto personale non fosse più in archivio, spetta al collaboratore produrre la prova dei suoi precedenti impieghi. 5

6 2. Orario di lavoro 2.1 Orario lavorativo settimanale L orario lavorativo settimanale regolamentato è di 41 ore. Le ore lavorative settimanali e mensili possono variare a seconda del volume di lavoro. 2.2 Tempo di riposo settimanale Tutti i collaboratori hanno di regola diritto a 2 giorni liberi a settimana o a un giorno e 2 mezze giornate. 2.3 Orario lavorativo giornaliero Di regola, l orario lavorativo giornaliero non deve superare le 10 ore. 2.4 Interruzioni del lavoro e pause Le interruzioni del lavoro (ad esempio acquisti del personale) e le pause non contano come tempo di lavoro. Esse non vengono retribuite e devono essere registrate sul terminale. Le seguenti pause legali in una o più volte devono imperativamente essere rispettate: più di 5 1 / 2 ore: 15 minuti più di 7 ore: 30 minuti più di 9 ore: 60 minuti Le pause minimali indicate qui sopra dovranno essere prese. Qualora non venissero prese, il sistema deduce automaticamente il tempo corrispondente. 6 Condizioni d impiego

7 Oltre le disposizioni legali summenzionate, il collaboratore ha diritto ad una pausa caffè di 20 minuti al giorno, a condizione che il suo orario lavorativo sia di almeno 3 ore. D accordo con il superiore: la pausa può essere presa al mattino o nel pomeriggio si può inserire una pausa più corta o più lunga si può prendere più di una pausa Se per motivi di carattere organizzativo venisse chiesto al collaboratore di lavorare durante la sua pausa, questa verrà considerata come tempo di lavoro. I collaboratori che non possono beneficiare di una luce esterna durante il lavoro, sono autorizzati ad accedere periodicamente ad una fonte di luce naturale e ad una vista verso l esterno. Il contatto con la luce naturale avviene in modo individuale, in base ai propri bisogni, in misura ragionevole e in armonia con il processo lavorativo. Tali assenze non vengono dedotte dal tempo di lavoro. 2.5 Ore supplementari / Lavoro straordinario Se le circostanze lo esigono, il datore di lavoro può chiedere al collaboratore di effettuare delle ore supplementari o del lavoro straordinario. Il lavoro svolto tra le 41 e 45 ore lavorative settimanali viene compensato con del tempo libero di uguale durata oppure, se ciò non fosse possibile, le ore supplementari saranno pagate a tariffa normale, senza supplementi. Il lavoro straordinario che oltrepassa le 45 ore settimanali viene compensato con del tempo libero di uguale durata nei successivi 12 mesi oppure, se ciò non fosse possibile, pagato a tariffa normale con il supplemento del 25 % come prescritto dalla legge. La compensazione viene effettuata in accordo con il superiore. 7

8 Data la loro posizione e conformemente al contratto di lavoro i collaboratori quadri non hanno diritto né ad una compensazione né ad un indennità di eventuali ore supplementari. 2.6 Domeniche e giorni festivi In caso di lavoro effettuato occasionalmente la domenica o nei giorni festivi parificati alla domenica, le ore effettuate vengono accreditate e pagate con un supplemento salariale del 50%. Il lavoro effettuato regolarmente di domenica o durante i giorni festivi non dà diritto ad alcun supplemento di salario né di tempo. 2.7 Lavoro notturno In caso di lavoro notturno effettuato temporaneamente (fra le e le 06.00), le ore prestate vengono accreditate con un supplemento di tempo del 25%. Il lavoro notturno regolare o periodico (più di 25 notti all anno) dà diritto ad una compensazione di tempo equivalente al 10 % della durata di lavoro. 2.8 Lavoro a turni e servizi di picchetto Per il lavoro a turni e i servizi di picchetto si applicano i relativi regolamenti, trasmessi ai diretti interessati. 2.9 Organizzazione del lavoro Gli orari di lavoro, i giorni liberi e le pause vengono stabiliti in base al piano di lavoro preparato dal superiore con almeno due settimane d anticipo. Nella stesura del piano 8 Condizioni d impiego

9 si tiene conto delle esigenze aziendali e, nei limiti del possibile, dei desideri dei collaboratori Viaggi d affari Per ogni giorno di viaggio ai quadri vengono conteggiate 8.12 ore. A tutti gli altri collaboratori vengono invece conteggiate le ore di lavoro effettive (incl. il tempo di viaggio e detratte le pause). Le spese sono conteggiate conformemente al Regolamento Manor per le spese di viaggio Registrazione e conteggio delle ore lavorative Le ore prestate vengono registrate quotidianamente dal collaboratore tramite un badge. Le ore lavorative devono essere registrate in tenuta da lavoro ed esclusivamente sul/ sui terminale / i assegnato/ i. È severamente vietato far registrare le ore lavorative sul terminale da parte di terze persone. La registrazione volutamente erronea del tempo di lavoro oppure qualsiasi manipolazione o uso fraudolento del badge può comportare il licenziamento immediato. Il giornale di controllo viene trasmesso al collaboratore all inizio di ogni mese per il mese appena trascorso. Se il conteggio non viene contestato entro il 20 giorno del mese corrente, esso è da considerarsi accettato. I collaboratori assoggettati al CCNL dell industria alberghiera e della ristorazione devono firmare il loro giornale ogni mese. Se il collaboratore ha dimenticato di timbrare o ha timbrato in modo errato, deve compilare un modulo di correzione che dovrà essere firmato dal collaboratore stesso e dal suo diretto superiore. Il modulo va successivamente inviato al Service Center. Lo smarrimento del badge deve essere immediatamente comunicato all ufficio del personale, al Support Manager o al servizio clienti. Per la sostituzione di un badge smar- 9

10 rito o danneggiato intenzionalmente verrà addebitato un contributo spese di CHF Assenze Comunicazione dell assenza, certificato medico Tutte le assenze dovute a malattia, infortunio o altri motivi devono essere comunicate immediatamente per telefono al superiore o al suo rappresentante (non sono ammessi SMS). Un certificato medico, emesso da un medico o chiropratico riconosciuto dall assicurazione, deve essere portato o spedito al più tardi il 4 giorno di assenza. L assicurazione accetta esclusivamente certificati medici rilasciati in tedesco, francese, italiano o inglese. In caso di assenze prolungate, il collaboratore dovrà informare regolarmente il datore di lavoro e fargli pervenire mensilmente i certificati medici. Indipendentemente dalla durata dell incapacità lavorativa, il datore di lavoro potrà richiedere un certificato medico a partire dal 1 giorno di assenza. Se il collaboratore omette di far pervenire i certificati medici al datore di lavoro è possibile ricorrere al blocco dell indennità giornaliera pagata dall assicurazione risp. del salario. Qualsiasi infortunio professionale o non professionale, con o senza incapacità lavorativa, dovrà assolutamente essere comunicato al Service Center al numero telefonico o (per le chiamate dall estero). In caso di incapacità lavorativa parziale dovuta ad una malattia o un infortunio, l orario lavorativo giornaliero effettivo non può eccedere la durata di lavoro autorizzata dal medico. Le ore in eccedenza non saranno in alcun caso contabilizzate. 10 Condizioni d impiego

11 Visite mediche Gli appuntamenti devono sostanzialmente essere fissati al di fuori dell orario lavorativo. Se ciò non è possibile, valgono le regole seguenti: Per i collaboratori con un tasso occupazionale medio annuale del 50 % o più vengono accreditate al massimo 2 ore per settimana; tuttavia la durata di lavoro giornaliera teorica non può essere in nessun caso superata. Per i collaboratori con un tasso occupazionale medio annuale inferiore al 50 % le visite mediche vengono considerate come assenze non pagate Visite dal dentista Tutti i collaboratori sono tenuti a fissare gli appuntamenti dal dentista al di fuori dell orario lavorativo. In caso contrario, tali assenze sono considerate come assenze non pagate, ad eccezione degli interventi chirurgici giustificati con certificato medico Terapie Gli appuntamenti devono sostanzialmente essere fissati al di fuori dell orario lavorativo. Se ciò non è possibile, valgono le regole seguenti: Per i collaboratori con un tasso occupazionale medio annuale del 50 % o più vengono accreditate al massimo 2 ore per visita; tuttavia la durata di lavoro giornaliera teorica non può essere in nessun caso superata. Un certificato medico deve essere presentato al datore di lavoro. Per i collaboratori con un tasso occupazionale medio annuale inferiore al 50 % le visite mediche vengono considerate come assenze non pagate. 11

12 Cura di figli ammalati Dietro presentazione di un certificato medico ai collaboratori viene accordato un congedo retribuito di massimo 3 giorni per la cura di un figlio ammalato di età inferiore ai 15 anni. Questa norma non è applicabile in caso in cui il figlio si ammalasse durante le vacanze del collaboratore Assenze pagate dei collaboratori con salario a ore Per i collaboratori con salario a ore, i giorni di assenza dovuti a malattia o infortunio, come pure i giorni di congedo speciali (vedi punto 2.15) vengono retribuiti in base alla media delle ore di lavoro effettuate durante gli ultimi 12 mesi o dalla data di entrata in vigore del contratto, se questa risale a meno di 12 mesi Vacanze Il diritto alle vacanze inizia con il primo giorno d impiego Vacanze per i collaboratori fissi 5 settimane per anno civile 6 settimane dall inizio dell anno civile in cui il collaboratore raggiunge i 20 anni di servizio oppure i 50 anni di età e ha prestato almeno 5 anni consecutivi di servizio Vacanze per i collaboratori quadri 6 settimane per anno civile 7 settimane dall inizio dell anno civile in cui il collaboratore raggiunge i 20 anni di servizio oppure i 50 anni di età e ha prestato almeno 5 anni consecutivi di servizio 12 Condizioni d impiego

13 Vacanze per gli apprendisti 6 settimane all anno, durante tutto il periodo dell apprendistato Vacanze per i giovani di età inferiore ai 20 anni 6 settimane per anno civile risp. 5 settimane nell anno civile in cui il collaboratore compie i 20 anni (apprendisti esclusi) Indennità vacanze per i collaboratori con salario a ore Il diritto alle vacanze e i periodi di fruizione sono disciplinati dai paragrafi , , , e L indennità vacanze viene calcolata nel modo seguente: 5 settimane % 6 settimane % I collaboratori con un salario a ore sono tenuti a prendere tutte le vacanze che spettano loro Diritto alle vacanze in caso di riassunzione In caso di una riassunzione dopo un interruzione dei rapporti di lavoro di più di 6 mesi, la settimana di vacanze supplementare disciplinata dai paragrafi e viene concessa solo dall anno in cui il collaboratore raggiunge i 5 anni consecutivi di servizio dalla data della riassunzione. 13

14 Pianificazione delle vacanze Nei limiti del possibile, si tiene conto dei desideri dei collaboratori. Di regola, le vacanze devono essere prese nel corso dell anno civile corrispondente. Almeno 2 settimane di vacanze devono essere consecutive. Il riporto delle vacanze all anno civile successivo è possibile solo in casi eccezionali (p. es. malattia) e al massimo fino al 31 marzo dell anno successivo Vacanze durante un periodo di malattia o d infortunio Il collaboratore che desidera prendere dei giorni di vacanza durante un periodo di incapacità lavorativa dovuta ad una malattia o ad un infortunio è tenuto ad informare il datore di lavoro; le vacanze prese non dovranno in nessun caso intralciare il processo di guarigione. Su richiesta del datore di lavoro, il collaboratore dovrà fornirgli un certificato medico Interruzione delle vacanze in seguito a malattia o infortunio Se una malattia o un infortunio sopravvengono durante le vacanze, queste saranno considerate interrotte, dietro presentazione di un certificato medico. In caso di vacanze all estero, il collaboratore dovrà fornire un certificato medico emesso dal medico contattato sul posto Riduzione del diritto alle vacanze In caso di assenze involontarie (per es. malattia, infortunio, servizio militare) di durata superiore a 90 giorni per anno civile, il diritto alle vacanze viene ridotto di 1 / 12 per ogni ulteriore periodo di assenza di 30 giorni iniziato. 14 Condizioni d impiego

15 La riduzione del diritto alle vacanze non viene applicata in caso d incapacità lavorative parziali e di congedo maternità previsto dalla legge. Il periodo di 90 giorni durante il quale non si procede a nessuna riduzione del diritto alle vacanze è concesso per ogni anno civile. Durante le assenze volontarie (es. congedo sabbatico) il diritto alle vacanze viene ridotto nel modo seguente: se l assenza inizia il 1 giorno del mese e dura almeno un mese: 1 / 12 per ogni mese civile intero se l assenza non inizia il 1 giorno del mese e dura almeno 30 giorni: 1 / 12 per ogni periodo di assenza di 30 giorni 2.14 Giorni festivi Ai collaboratori vengono accordati 9 giorni festivi ufficiali, menzionati nel regolamento interno. I collaboratori retribuiti a ore hanno diritto, a partire dal primo giorno di lavoro, ad un indennità del 3.5 % del salario lordo corrispondente ai 9 giorni festivi. Se un giorno festivo cade sull abituale giorno settimanale libero del collaboratore, il diritto al congedo settimanale è soppresso. Se un giorno festivo è compreso in un periodo di vacanze, questo non viene computato come giorno di vacanze Giorni di congedo speciali Dei congedi pagati sono concessi per i seguenti eventi straordinari: matrimonio del collaboratore matrimonio di un fratello, una sorella, un figlio o genitore nascita di un figlio (padri) adozione di un figlio (padri e madri) 3 giorni 1 giorno 5 giorni 5 giorni 15

16 decesso di un genitore, del coniuge, di un figlio decesso di un suocero, di un fratello o di una sorella decesso di una nonna o di un nonno, di una nipote o di un nipote, di una zia, di uno zio, di una cognata o di un cognato trasloco (appartamento non ammobiliato, al massimo 1 volta per anno civile, se il rapporto di lavoro non è stato disdetto) ispezione 3 giorni 2 giorni 1 giorno 1 giorno 1 /2 giornata I conviventi sono assimilati ai coniugi per quanto riguarda la concessione di giorni di congedo speciali. Questi giorni di congedo speciali non possono essere presi più in là nel tempo. Ai collaboratori retribuiti a ore questi congedi speciali sono concessi in proporzione al loro grado di occupazione. Dei congedi supplementari (p.es. per la partecipazione ad altre cerimonie religiose) possono essere concessi ai collaboratori. Questi devono informare il loro superiore della loro assenza con almeno 2 settimane di anticipo. Questi giorni di congedo non sono retribuiti; possono essere dedotti dal saldo vacanze o dal saldo ore, oppure dallo stipendio Congedi non pagati in caso di nascita, adozione e per la cura di un parente prossimo In caso di nascita di un figlio, il congedo di paternità può, su richiesta del collaboratore, essere prolungato con un congedo non pagato di al massimo 2 settimane. In caso di adozione, il congedo parentale può, su richiesta del collaboratore o della collaboratrice, essere prolungato con un congedo non pagato di al massimo 16 settimane. Le settimane di vacanza supplementari dovranno essere 16 Condizioni d impiego

17 prese tutte in una volta e entro 6 mesi dalla nascita o dall adozione. In accordo con il superiore, e per quanto possibile, un congedo non pagato sarà concesso ai collaboratori e alle collaboratrici per la cura di un parente prossimo (figli, coniugi, partner, genitori) Congedo sabbatico A determinate condizioni, i collaboratori hanno diritto ad un congedo sabbatico non retribuito Servizio militare, servizio di protezione civile, obiezione di coscienza, Gioventù e Sport Pagamento del salario Durante i primi 3 mesi di impiego: vengono pagate soltanto le indennità per perdita di guadagno (IPG). A partire dal 4 mese di lavoro: reclutamento: 100 % dello stipendio scuola reclute e sottoufficiali, formazione di base per il servizio civile e servizio di protezione civile: 80 % del salario (risp. 100% per i collaboratori sposati o celibi con famiglia a carico) o versamento delle indennità per perdita di guadagno (IPG) se queste ultime sono più elevate servizio militare in ferma continuata: 80 % del salario (risp. 100 % per i collaboratori sposati o celibi con famiglia a carico) o versamento delle indennità per perdita di guadagno (IPG) se queste ultime sono più elevate corsi di ripetizione e corsi militari di natura simile, p. es. protezione civile: 100 % del salario servizio militare volontario e attività fuori servizio che non sono oggetto di un ordine di marcia (p.es. gare 17

18 di pattuglia, marche romande ecc.): solo indennità per perdita di guadagno (IPG) altri servizi militari (servizi di avanzamento e pagamento dei gradi): 80 % del salario durante un periodo limitato secondo la scala bernese (cfr. tabella seguente) o versamento delle indennità per perdita di guadagno (IPG) se queste ultime sono più elevate Durata del pagamento del salario secondo Anni di servizio la scala bernese (settimane) Prestazioni, informazione, servizio attivo Le prestazioni erogate della Cassa di compensazione (IPG) spettano al datore di lavoro anche se il servizio cade interamente o parzialmente nel tempo libero del collaboratore. Il collaboratore è tenuto ad informare tempestivamente il datore di lavoro in merito alla data del suo servizio, al più tardi quando riceve l ordine di marcia. Queste disposizioni valgono per il servizio militare in tempo di pace. In caso di servizio attivo verrebbero date nuove disposizioni. 18 Condizioni d impiego

19 Servizio militare femminile Tutte le disposizioni di cui alla cifra 2.18 sono pure applicabili al servizio militare femminile (SMF) Gioventù e Sport, Croce Rossa Per i corsi nell ambito di «Gioventù e Sport» o «Croce Rossa» durante i primi 3 mesi di impiego vengono concesse solo le indennità della Cassa di compensazione. A partire dal quarto mese di lavoro per questi corsi viene versato l 80 % del salario, a condizione che il collaboratore presenti una cartolina IPG. Tutte le altre attività svolte nell ambito di G & S che non comportano il rilascio di una cartolina IPG non sono retribuite dall azienda. Nel corso di ogni anno civile è concessa al massimo 1 settimana G & S Obiezione di coscienza Per il servizio civile riconosciuto da un tribunale valgono le medesime regole come per il servizio militare. Se il collaboratore viene condannato per rifiuto di servizio, non gli sarà corrisposto nessun salario. 3. Diritti e doveri 3.1 Regola generale I nostri collaboratori rappresentano l azienda. Perciò esigiamo da loro un comportamento corretto e un aspetto curato. 19

20 3.2 Obbligo di diligenza I collaboratori sono tenuti a eseguire coscienziosamente i lavori loro affidati e a trattare con cura il materiale e le installazioni dell azienda. Possono essere chiamati a rispondere dei danni causati intenzionalmente o per negligenza. 3.3 Direttive dell organizzazione di vendita (OV) e amministrativa (OA) I collaboratori sono tenuti a prendere conoscenza delle direttive contenute nel documento OV e a rispettarle scrupolosamente. Inoltre, devono rivolgersi al loro superiore diretto per ogni dubbio concernente le procedure amministrative dell OA. 3.4 Segreto professionale I collaboratori sono tenuti al segreto professionale e devono mantenere nei confronti di terzi il massimo segreto su tutte le questioni d affari e i dati personali di cui giungono a conoscenza in virtù della loro attività lavorativa. Tale obbligo di mantenere il segreto vale per tutta la durata del rapporto di lavoro e anche dopo la sua risoluzione. 3.5 Uso dei sistemi informatici Le direttive informatiche che figurano sull Intranet costituiscono parte integrante del presente regolamento. 3.6 Uso dei Social media Le Direttive Social Media che figurano sull Intranet costituiscono parte integrante del presente regolamento. 20 Condizioni d impiego

21 3.7 Igiene / Abbigliamento Ogni collaboratore deve curare l igiene personale. Il badge nominativo deve essere portato in modo ben visibile. Le direttive d abbigliamento sono contenute nel Dresscode. Ulteriori direttive oppure direttive diverse da queste possono essere comunicate tramite comunicazione interna o affisse alla bacheca. 3.8 Alcolici, droghe e sostanze simili L arrivo in stato di ebbrezza oppure sotto l effetto di droghe sul posto di lavoro così come il consumo d alcol, droghe e sostanze simili durante le ore di lavoro sono rigorosamente vietati e possono comportare il licenziamento con effetto immediato. 3.9 Accettazione di regali e favori Ai collaboratori è vietato accettare regali o altri favori da parte di fornitori o altre persone con cui l azienda è in rapporto d affari o comunque procurarsi vantaggi finanziari, nella misura in cui superano il limite della semplice attenzione. Il superiore ne deve essere informato in ogni caso Disposizioni legali in materia di concorrenza Le disposizioni legali vigenti in materia di concorrenza devono essere rispettate obbligatoriamente. In particolare violano le norme sui cartelli o sulla concorrenza i seguenti accordi (in determinati casi particolari è però possibile confutare tale presunzione): Accordi e convenzioni con fornitori o concorrenti miranti a fissare determinati prezzi o prezzi minimi di vendita. 21

22 Accordi e convenzioni con fornitori o concorrenti concernenti l assegnazione di zone geografiche delimitate, quando non consentono a Manor di effettuare i propri acquisti anche presso altri fornitori autorizzati al di fuori di tali zone. In linea di principio non si dovrebbe mai proibire la possibilità di effettuare importazioni parallele. Accordi e convenzioni con fornitori, che fondamentalmente escludono la vendita su internet. Il fornitore può però fissare determinate condizioni per tali vendite su internet. Se si vedono sottoporre un accordo che eventualmente non è conforme alle regole vigenti nell ambito della libera concorrenza, i collaboratori devono informare il proprio superiore o prendere contatto con il Servizio giuridico di Maus Frères, al fine di verificarne la legalità, prima di continuare le trattative Affari privati Durante l orario lavorativo non è permesso sbrigare affari privati. Le telefonate private sono ammesse solo in caso di assoluta necessità Dati personali Qualsiasi cambiamento dei dati personali (nome, stato civile, indirizzo, numero di telefono ecc.) deve essere immediatamente comunicato al service center Lavoro accessorio I collaboratori che esercitano o intendono iniziare un attività lavorativa secondaria sono tenuti ad informare il datore di lavoro per iscritto. Con il suo accordo, un con- 22 Condizioni d impiego

23 tratto di lavoro accessorio può essere concluso con un altro datore di lavoro; però questo è possibile solo se la durata del lavoro settimanale totale non supera la durata massima legale di 45 ore, se l attività accessoria non intralcia l attività principale svolta presso Manor e se essa non costituisce un attività concorrente. I frontalieri sono anche tenuti a informare il datore di lavoro in merito all eventuale esercizio di una seconda attività nella loro nazione di residenza. Va pure notificata qualsiasi situazione di disoccupazione con o senza beneficio di un indennità giornaliera nella nazione di residenza Attività esterne I collaboratori hanno il diritto di dedicarsi ad attività sportive, culturali, sindacali ecc. e di rivestire cariche pubbliche, nella misura in cui ciò non compromette l organizzazione del lavoro e il buon funzionamento del team Protezione della personalità Il gruppo Manor si impegna a proteggere la personalità dei suoi collaboratori, in particolare a intraprendere tutto il possibile per prevenire casi di molestie sessuali o di discriminazione di altro genere (p. es. mobbing). Le relative informazioni sono affisse in bacheca. I collaboratori che si vedono confrontati con un problema del genere possono rivolgersi alle persone indicate nei fogli informativi affissi in bacheca Protezione dei dati Il gruppo Manor s impegna a osservare la legge federale sulla protezione dei dati nel senso della protezione della personalità. 23

24 Previo accordo e in presenza di un collaboratore del servizio del personale risp. del centro HR regionale, ogni collaboratore ha il diritto di prendere visione del suo dossier personale. Conformemente alla legge federale sulla protezione dei dati, non vige alcun obbligo di fornire al collaboratore informazioni concernenti il piano di carriera e le eventuali pratiche in corso. I dati del personale vengono scambiati tra Manor e la ditta che gestisce le carte per il ribasso del personale. Queste informazioni riguardano tutti i dati personali, necessari per l apertura, l amministrazione e la chiusura dei conti come anche i dati dei conti (acquisti a credito o in contanti effettuati con le carte ribasso, saldi dei conti). Con la sottoscrizione della domanda per una carta di credito o carta cash e con il suo uso, si accetta automaticamente lo scambio di dati summenzionato. 4. Disdetta 4.1 Termini di disdetta Il contratto di lavoro può essere disdetto da ambo le parti con i preavvisi seguenti: Per i collaboratori non quadri durante il periodo di prova (anche in caso di riassunzione dopo un interruzione del rapporto di lavoro superiore a 6 mesi): con un preavviso di 7 giorni dopo il periodo di prova: per la fine del mese, con un preavviso di 1 mese dopo 1 anno di servizio: per la fine del mese, con un preavviso di 2 mesi dopo 9 anni di servizio: per la fine del mese, con un preavviso di 3 mesi 24 Condizioni d impiego

25 Per i collaboratori quadri durante il periodo di prova (anche in caso di riassunzione dopo un interruzione del rapporto di lavoro superiore a 6 mesi): con un preavviso di 7 giorni dopo il periodo di prova: per la fine del mese, con un preavviso di 3 mesi Per i collaboratori temporanei durante il periodo di prova (anche in caso di riassunzione dopo un interruzione del rapporto di lavoro superiore a 6 mesi): con un preavviso di 7 giorni dopo il periodo di prova: per la fine del mese, con un preavviso di 1 mese La disdetta verbale o fatta per iscritto deve giungere in possesso della controparte al più tardi l ultimo giorno lavorativo del mese che precede l inizio del periodo di preavviso. Se la disdetta avviene in forma verbale deve essere confermata per iscritto. 4.2 Pensionamento L età di pensionamento si colloca in modo flessibile tra i 60 e i 65 anni per le donne e gli uomini. Per età termine si intende il 65 anno di età compiuto. Un pensionamento prima dell età termine viene considerato come pensionamento anticipato. Se non si va in pensione anticipatamente, il rapporto di lavoro cessa automaticamente l ultimo giorno del mese, in cui la collaboratrice o il collaboratore compie 65 anni. 4.3 Invalidità Il rapporto di lavoro si conclude automaticamente al momento in cui il collaboratore riceve una rendita di invalidità totale e presenta un incapacità lavorativa del 100 %. 25

26 4.4 Licenziamento con effetto immediato Il rapporto di lavoro può essere rescisso in ogni momento con effetto immediato per cause gravi (CO art. 337). E considerata causa grave in particolare qualsiasi circostanza per cui non è più possibile al datore di lavoro mantenere, in base alle regole di buona fede, un rapporto di lavoro, specialmente causa furto. 4.5 Saldi vacanze, ore supplementari e ore flessibili Tutti i saldi positivi o negativi di vacanze, ore supplementari e ore flessibili che non hanno potuto essere compensate prima della partenza sono pagati o dedotti dall ultimo stipendio. 4.6 Indennità a seguito di rapporto di lavoro pluriennale Ai collaboratori, che non sono assicurati presso la Cassa pensioni Manor, viene pagata un indennità pari a 2 salari mensili, se al momento della partenza hanno almeno 50 anni di età e hanno lavorato almeno 20 anni da Manor. In caso di un licenziamento immediato non viene retribuita nessuna indennità. 4.7 Dispensa dal lavoro Qualora il collaboratore venisse dispensato dal lavoro durante il periodo di preavviso, il saldo positivo di ore supplementari o flessibili sarà ridotto proporzionalmente o, se del caso, annullato. Nei limiti del possibile, i giorni di vacanza dovranno anche essere presi durante il periodo di preavviso. 26 Condizioni d impiego

27 4.8 Ricerca di impiego Durante il periodo di preavviso Manor concede dietro comprova il tempo necessario per la ricerca di un impiego. Il momento delle assenze deve essere fissato di comune accordo con l azienda. In caso di disdetta da parte del datore di lavoro nel quadro di una ristrutturazione o di una riduzione dei posti di lavoro, tale tempo viene pagato nella misura di 4 mezze giornate o 2 giorni lavorativi interi al mese. In tutti gli altri casi tale tempo è considerato assenza non retribuita. 5. Retribuzione e prestazioni sociali 5.1 Versamento del salario Il salario viene di regola versato: il giorno 25 del mese in corso per i collaboratori con salario mensile circa il 5 giorno di lavoro del mese successivo per tutti gli altri collaboratori I conteggi salariali vengono spediti al collaboratore solo in caso di modifiche rispetto al mese precedente. 5.2 Tredicesima mensilità Tutti i collaboratori, fatta eccezione per quelli tempo ranei, hanno diritto a una tredicesima mensilità, a con dizione che il rapporto di lavoro non cessi durante il periodo di prova. In caso di interruzione del rapporto di lavoro per un periodo non superiore a 6 mesi, il diritto alla tredicesima inizia con il primo mese del rientro in servizio. Il pagamento ha luogo nel mese di dicembre rispettivamente pro rata nel mese di uscita. 27

28 I collaboratori della categoria «Direzione» non hanno diritto alla tredicesima. Per loro valgono accordi contrattuali speciali. 5.3 Cessione del diritto al salario L azienda versa il salario esclusivamente al collaboratore, liberandosi così da qualsiasi obbligo di pagamento nei confronti di terzi. Fanno eccezione le decisioni giudiziarie e i pignoramenti del salario in via esecutiva. 5.4 Anticipi sul salario Un anticipo sul salario può essere accordato sul salario del mese corrente o sulla tredicesima (pro rata temporis) soltanto in caso di emergenza debitamente giustificata. 5.5 Premi per anzianità di servizio I collaboratori non quadri ricevono dopo: 10 anni di servizio: CHF anni di servizio: CHF anni di servizio: CHF anni di servizio: CHF I collaboratori quadri ricevono dopo: 10 anni di servizio: CHF anni di servizio: CHF anni di servizio: CHF anni di servizio: CHF I collaboratori a tempo parziale ricevono il premio intero se il loro grado di occupazione calcolato come media degli ultimi 10 anni è di almeno il 50 %. In caso contrario viene pagata la metà dell importo. 28 Condizioni d impiego

29 5.6 Prestiti ai collaboratori A certe condizioni sussiste la possibilità di concedere dei prestiti personali ai collaboratori. 5.7 Ribassi sugli acquisti per il personale I collaboratori e le persone che vivono nella medesima economia domestica beneficiano di ribassi sugli acquisti effettuati nei negozi Manor, SM Solo, Athleticum, Jumbo. Dei ribassi sono anche concessi nei ristoranti Manora, Appunto, Il Crostino e Pizza&Pasta. Le carte di ribasso incluse le carte No-Name sono personali e intras feribili. È severamente vietato qualsiasi commercio di merci acquistate con il ribasso accordato al personale come pure effettuare acquisti per persone non aventi diritto al ribasso. È vietato anche il commercio con merce ricevuta gratuitamente. Dopo un primo avvertimento, la violazione di questa disposizione può comportare il licenziamento immediato. Il diritto al ribasso rimane acquisito per i collaboratori Manor pensionati, prepensionati o beneficiari di una rendita d invalidità. Su un numero limitato di articoli, quali le carte regalo, gli articoli di tabaccheria e del chiosco, così come le prestazioni di servizi propri (cfr. «Organizzazione amministrativa») non viene accordato nessun ribasso per il personale. In caso di pagamento con una carta di credito internazionale o con carta EC-direct o Postcard, il ribasso non può essere accordato. 5.8 Contratti collettivi di assicurazione L azienda ha stipulato dei contratti quadro con delle compagnie assicurative importanti e propone ai collaboratori delle assicurazioni (malattia e altre) a delle condizioni preferenziali. L adesione a tali contratti è facoltativa. 29

30 6. Controversie, entrata in vigore 6.1 Controversie e foro competente Le controversie tra il datore di lavoro e il collaboratore sono giudicate dai tribunali previsti a norma di legge. 6.2 Entrata in vigore Il presente regolamento entra in vigore il 1 gennaio Esso sostituisce e annulla tutti i regolamenti precedenti. Basilea, 1 gennaio Condizioni d impiego

31 31

32

R E G O L A M E N T O S U L S A L A R I O A O R E C O O P S O C I E T À C O O P E R A T I V A

R E G O L A M E N T O S U L S A L A R I O A O R E C O O P S O C I E T À C O O P E R A T I V A R E G O L A M E N T O S U L S A L A R I O A O R E C O O P S O C I E T À C O O P E R A T I V A valido a partire dal 1 gennaio 2018 INDICE DISPOSIZIONI GENERALI PAGINA 1. Ambito d applicazione personale

Dettagli

1 Foglio ufficiale 43/2019 Martedì 28 maggio 5142

1 Foglio ufficiale 43/2019 Martedì 28 maggio 5142 1 Foglio ufficiale 43/2019 Martedì 28 maggio 5142 Domanda intesa a conferire l obbligatorietà generale per il Cantone Ticino al contratto collettivo di lavoro (CCL) per il commercio al dettaglio, fino

Dettagli

Proroga e modifica del 12 dicembre Il Consiglio federale svizzero decreta:

Proroga e modifica del 12 dicembre Il Consiglio federale svizzero decreta: Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo nazionale di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione Proroga e modifica del 12 dicembre 2016

Dettagli

Ordinanza del Consiglio dei PF sul personale del settore dei politecnici federali

Ordinanza del Consiglio dei PF sul personale del settore dei politecnici federali Ordinanza del Consiglio dei PF sul personale del settore dei politecnici federali (Ordinanza sul personale del settore dei PF, OPers PF) Modifica dell 11 dicembre 2008 Approvata dal Consiglio federale

Dettagli

Ordinanza concernente il contratto normale di lavoro per i giardinieri privati

Ordinanza concernente il contratto normale di lavoro per i giardinieri privati Ordinanza concernente il contratto normale di lavoro per i giardinieri privati 221.215.329.3 del 3 dicembre 1979 (Stato 1 gennaio 1980) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 359a del Codice

Dettagli

ORDINANZA PER IL PERSONALE AUSILIARIO DEL COMUNE DI PARADISO

ORDINANZA PER IL PERSONALE AUSILIARIO DEL COMUNE DI PARADISO ORDINANZA PER IL PERSONALE AUSILIARIO DEL COMUNE DI PARADISO Ordinanza personale ausiliario del Comune di Paradiso pag. 1 ORDINANZA PER IL PERSONALE AUSILIARIO DEL COMUNE DI PARADISO TITOLO I Contenuto

Dettagli

Contratto di lavoro. impiegata a tempo parziale in uno studio veterinario

Contratto di lavoro. impiegata a tempo parziale in uno studio veterinario Contratto di lavoro per impiegata a tempo parziale in uno studio veterinario Partner contrattuali: Impiegata* Cognome, Nome... Data di nascita... No. AVS... Stati civile, figli... Indirizzo... NAP, Luogo...

Dettagli

PROMEMORIA SUPPLEMENTO DI TEMPO DEL 10% PER LAVORO NOTTURNO REGOLARE

PROMEMORIA SUPPLEMENTO DI TEMPO DEL 10% PER LAVORO NOTTURNO REGOLARE Dipartimento federale dell economia, della formazione e della ricerca DEFR Segreteria di Stato dell economia SECO Condizioni di lavoro Protezione dei lavoratori ABAS PROMEMORIA SUPPLEMENTO DI TEMPO DEL

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del contratto di lavoro

Istruzioni per la compilazione del contratto di lavoro Istruzioni per la compilazione del contratto di lavoro Osservazioni preliminari Per tutti i punti non disciplinati in modo specifico in questo contratto sono applicabili le disposizioni del CO e di un

Dettagli

Modello di Contratto di lavoro temporaneo secondo gli articoli 19 segg. LC e 48 segg. OC

Modello di Contratto di lavoro temporaneo secondo gli articoli 19 segg. LC e 48 segg. OC Modello di Contratto di lavoro temporaneo secondo gli articoli 19 segg. LC e 48 segg. OC Contratto quadro di lavoro temporaneo tra (Nome e indirizzo del prestatore) e (Nome e indirizzo del lavoratore)

Dettagli

Proroga e modifica dell 11 dicembre 2009

Proroga e modifica dell 11 dicembre 2009 Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo nazionale di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione Proroga e modifica dell 11 dicembre 2009

Dettagli

Ordinanza concernente un contratto normale di lavoro per gli educatori negli istituti e nei convitti

Ordinanza concernente un contratto normale di lavoro per gli educatori negli istituti e nei convitti Ordinanza concernente un contratto normale di lavoro per gli educatori negli istituti e nei convitti 221.215.324.1 del 16 gennaio 1985 (Stato 1 febbraio 1985) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo

Dettagli

Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per le costruzioni ferroviarie

Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per le costruzioni ferroviarie Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per le costruzioni ferroviarie Modifica del 9 maggio 2017 Il Consiglio federale svizzero decreta:

Dettagli

PROCEDURA DI CALCOLO DEL SALARIO MENSILE SU BASE ANNUALE VALIDA DAL 1 GENNAIO 2016

PROCEDURA DI CALCOLO DEL SALARIO MENSILE SU BASE ANNUALE VALIDA DAL 1 GENNAIO 2016 1 Allegato A PROCEDURA DI CALCOLO DEL SALARIO MENSILE SU BASE ANNUALE VALIDA DAL 1 GENNAIO 2016 Parte integrante del contratto collettivo di lavoro per le falegnamerie e fabbriche di mobili e serramenti

Dettagli

Ordinanza sul personale federale

Ordinanza sul personale federale Ordinanza sul personale federale (OPers) Modifica del 12 giugno 2015 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 3 luglio 2001 1 sul personale federale è modificata come segue: Art. 1 cpv.

Dettagli

Aggiunta n. 1 al regolamento di previdenza edta

Aggiunta n. 1 al regolamento di previdenza edta Aggiunta n. 1 al regolamento di previdenza 2012 edta Modifica del regolamento decisa alla riunione del Consiglio di fondazione del 23 novembre 2016 in vigore dal 1 gennaio 2017 Le nuove disposizioni sono

Dettagli

6.02 Prestazioni dell IPG (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità

6.02 Prestazioni dell IPG (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità 6.02 Prestazioni dell IPG (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità Stato al 1 gennaio 2016 In breve Le donne che esercitano un attività lucrativa hanno diritto all indennità di maternità per

Dettagli

4.02 Prestazioni dell AI Indennità giornaliere dell AI

4.02 Prestazioni dell AI Indennità giornaliere dell AI 4.02 Prestazioni dell AI Indennità giornaliere dell AI Stato al 1 gennaio 2016 In breve Le indennità giornaliere completano i provvedimenti d integrazione dell assicurazione per l invalidità (AI) e sono

Dettagli

Modifica del 22 settembre Il Consiglio federale svizzero decreta:

Modifica del 22 settembre Il Consiglio federale svizzero decreta: Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo nazionale di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione Modifica del 22 settembre 2005 Il Consiglio

Dettagli

Aggiunta n. 1 al regolamento di previdenza 2012

Aggiunta n. 1 al regolamento di previdenza 2012 Aggiunta n. 1 al regolamento di previdenza 2012 per gli insegnanti delle Scuole Club e delle strutture per il tempo libero della comunità Migros Modifica del regolamento decisa alla riunione del Consiglio

Dettagli

Contratto di lavoro. impiegata a tempo pieno in uno studio veterinario

Contratto di lavoro. impiegata a tempo pieno in uno studio veterinario Contratto di lavoro per impiegata a tempo pieno in uno studio veterinario Partner contrattuali: Impiegata* Cognome, Nome... Data di nascita... No. AVS... Stati civile, figli... Indirizzo... NAP, Luogo...

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICI CAPO-CLINICA

CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICI CAPO-CLINICA CONTRATTO TIPO DI LAVORO PER MEDICI CAPO-CLINICA Il presente contratto si applica a tutti i medici capo-clinica dell Ente ospedaliero cantonale Tra l Ente ospedaliero cantonale rappresentato dalla Direzione

Dettagli

COMUNE DI ARBEDO CASTIONE MUNICIPIO. Ordinanza municipale sull orario di lavoro flessibile presso la cancelleria comunale

COMUNE DI ARBEDO CASTIONE MUNICIPIO. Ordinanza municipale sull orario di lavoro flessibile presso la cancelleria comunale Ordinanza municipale sull orario di lavoro flessibile presso la cancelleria comunale Articolo 1 Base legale In applicazione dell articolo 18 del Regolamento organico per i dipendenti del Comune (ROD) del

Dettagli

ORDINANZA MUNICIPALE PER IL PERSONALE AUSILIARIO DEL COMUNE DI PARADISO

ORDINANZA MUNICIPALE PER IL PERSONALE AUSILIARIO DEL COMUNE DI PARADISO ORDINANZA MUNICIPALE PER IL PERSONALE AUSILIARIO DEL COMUNE DI PARADISO (del 22.09.2003) Aggiornata con RM del 23 aprile 2018 Ordinanza personale ausiliario del Comune di Paradiso pag. 1 ORDINANZA PER

Dettagli

Diritto del lavoro e diritto delle assicurazioni sociali

Diritto del lavoro e diritto delle assicurazioni sociali Diritto del lavoro e diritto delle assicurazioni sociali Testo: Dr. Andrea F. G. Raschèr, Raschèr Consulting Data: agosto 2013 Anche le associazioni di pubblica utilità possono assumere personale (ad es.

Dettagli

Piano di base I della Cassa pensioni Posta

Piano di base I della Cassa pensioni Posta Piano di base I della Cassa pensioni Posta In vigore dal 1 gennaio 2016 Alle persone assicurate nel piano di base I si applicano: il regolamento di previdenza della Cassa pensioni Posta in vigore dal 1

Dettagli

Legge federale sul lavoro nelle imprese di trasporti pubblici

Legge federale sul lavoro nelle imprese di trasporti pubblici Legge federale sul lavoro nelle imprese di trasporti pubblici (Legge sulla durata del lavoro, LDL) Disegno Modifica del L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto il messaggio del Consiglio

Dettagli

Inoltre, il datore di lavoro è obbligato a rispettare, nell esecuzione del contratto di lavoro i divieti di:

Inoltre, il datore di lavoro è obbligato a rispettare, nell esecuzione del contratto di lavoro i divieti di: LEGGE 1204/1971 La tutela accordata dalla Costituzione e dalla legge alle lavoratrici madri è diretta a garantire la funzione essenziale della donna nella famiglia ed a garantirle contemporaneamente i

Dettagli

Ordinanza sul personale del Tribunale federale

Ordinanza sul personale del Tribunale federale Ordinanza sul personale del Tribunale federale (OPersTF) Modifica del 24 giugno 2013 Il Tribunale federale svizzero ordina: I L ordinanza del 27 agosto 2001 1 sul personale del Tribunale federale è modificata

Dettagli

Ordinanza municipale sull orario di lavoro

Ordinanza municipale sull orario di lavoro Ordinanza municipale sull orario di lavoro Il Municipio di Bioggio in applicazione dell art. 20 del Regolamento organico dei dipendenti del Comune di Bioggio (ROD) decreta: Art. 1 Assoggettamento 1. Alla

Dettagli

CCNL Mobilità A/F Art 45

CCNL Mobilità A/F Art 45 A cura della Segreteria Nazionale Mobilità Gennaio 2018 Legge 104/1992 Art 3 comma3 Art 33 D.Lgs 151/2001 Art 42 E successive modifiche CCNL Mobilità A/F Art 45 v L. 104 art.3 comma 3: definisce l handicap

Dettagli

Questo testo è una versione prestampata. Fa stato la versione pubblicata nella Raccolta ufficiale delle leggi federali

Questo testo è una versione prestampata. Fa stato la versione pubblicata nella Raccolta ufficiale delle leggi federali Questo testo è una versione prestampata. Fa stato la versione pubblicata nella Raccolta ufficiale delle leggi federali (https://www.admin.ch/gov/it/paginainiziale/diritto-federale/raccolta-ufficiale.html)

Dettagli

Piano di base I della Cassa pensioni Posta

Piano di base I della Cassa pensioni Posta Piano di base I della Cassa pensioni Posta In vigore dal 1 gennaio 2018 Stato 1 gennaio 2019 Alle persone assicurate nel piano di base I si applicano: il regolamento di previdenza della Cassa pensioni

Dettagli

Ordinanza dell Assemblea federale

Ordinanza dell Assemblea federale Ordinanza dell Assemblea federale concernente i rapporti di lavoro e la retribuzione dei giudici del Tribunale amministrativo federale, dei giudici ordinari del Tribunale penale federale e dei giudici

Dettagli

Ordinanza dell Assemblea federale

Ordinanza dell Assemblea federale Ordinanza dell Assemblea federale concernente i rapporti di lavoro e la retribuzione dei giudici del Tribunale amministrativo federale, dei giudici ordinari del Tribunale penale federale e dei giudici

Dettagli

Previdenza del personale Swiss Life Fondazione collettiva LPP HOVAL SA. Regolamento breve. Piano previdenziale e regolamento. (valido dal 1.1.

Previdenza del personale Swiss Life Fondazione collettiva LPP HOVAL SA. Regolamento breve. Piano previdenziale e regolamento. (valido dal 1.1. Previdenza del personale Swiss Life Fondazione collettiva LPP HOVAL SA Regolamento breve Piano previdenziale e regolamento (valido dal 1.1.2016) 1. Generalità / Organizzazione La Hoval SA, per dar seguito

Dettagli

6.01 Prestazioni dell IPG (servizio e maternità) Indennità di perdita di guadagno

6.01 Prestazioni dell IPG (servizio e maternità) Indennità di perdita di guadagno 6.01 Prestazioni dell IPG ( e maternità) perdita di guadagno Stato al 1 gennaio 2019 In breve Le persone che prestano nell esercito svizzero, nel di protezione civile, nel civile, nel della Croce Rossa

Dettagli

Modifica del 17 dicembre Il Consiglio federale svizzero decreta:

Modifica del 17 dicembre Il Consiglio federale svizzero decreta: Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo nazionale di lavoro dell industria alberghiera e della ristorazione Modifica del 17 dicembre 2001 Il Consiglio

Dettagli

Piano di base I della Cassa pensioni Posta

Piano di base I della Cassa pensioni Posta Piano di base I della Cassa pensioni Posta In vigore dal 1 gennaio 2018 Alle persone assicurate nel piano di base I si applicano: il regolamento di previdenza della Cassa pensioni Posta in vigore dal 1

Dettagli

Ordinanza concernente il contratto normale di lavoro per il personale dell'economia lattiera

Ordinanza concernente il contratto normale di lavoro per il personale dell'economia lattiera Ordinanza 221.215.329.2 concernente il contratto normale di lavoro per il personale dell'economia lattiera dell'11 gennaio 1984 Il Consiglio federale svizzero, visto l'articolo 359a, del Codice delle obbligazioni

Dettagli

EDIZIONE Condizioni complementari d assicurazione (CC) per l assicurazione vacanze e viaggi VACANZA secondo LCA PERCHÉ LA SALUTE È TUTTO

EDIZIONE Condizioni complementari d assicurazione (CC) per l assicurazione vacanze e viaggi VACANZA secondo LCA PERCHÉ LA SALUTE È TUTTO EDIZIONE 2017 Condizioni complementari d assicurazione (CC) per l assicurazione vacanze e viaggi VACANZA secondo LCA PERCHÉ LA SALUTE È TUTTO Sommario pagina Assicurazione vacanze e viaggi VACANZA 3 I

Dettagli

Regolamento sull'orario di lavoro

Regolamento sull'orario di lavoro Regolamento sull'orario di lavoro valido dall'1 gennaio 2018 Regolamento sull'orario di lavoro, aggiornato al 1 gennaio 2018 1 Indice 1 Ambito di validità... 3 2 Modello di orario di lavoro... 3 3 Definizioni...

Dettagli

D.Lgs. N. 66 del 2003 Orario di lavoro (Art. 1)

D.Lgs. N. 66 del 2003 Orario di lavoro (Art. 1) Orario di lavoro (Art. 1) Definizioni: - Orario di lavoro: qualsiasi periodo in cui il lavoratore sia al lavoro a disposizione del datore di lavoro; - Periodo di riposo: qualsiasi periodo che non rientra

Dettagli

L essenziale in breve

L essenziale in breve L essenziale in breve La legge sulla durata del lavoro (LDL) e relativa ordinanza (OLDL) Versione per il prestito di personale Le leggi ci tutelano! le leggi formano il quadro delle nostre azioni. Per

Dettagli

Richiesta di calcolo di una rendita futura

Richiesta di calcolo di una rendita futura Richiesta di calcolo di una rendita futura Richiesta Il calcolo richiesto riguarda una futura rendita di vecchiaia (in questo caso è necessario rispondere anche alle domande del punto 7) rendita d invalidità

Dettagli

Indennità di disoccupazione Mini ASPI

Indennità di disoccupazione Mini ASPI Indennità di disoccupazione Mini ASPI MINI ASPI COSA E E una prestazione economica istituita dal 1 gennaio 2013 e che sostituisce l indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti ridotti.

Dettagli

Messaggio Municipale n concernente l approvazione delle modifiche del Regolamento organico della Polizia Ceresio Nord (ROD PCN)

Messaggio Municipale n concernente l approvazione delle modifiche del Regolamento organico della Polizia Ceresio Nord (ROD PCN) Massagno, 16.04.2018/LCde/NPo Ris. mun. 16.04.2018 Messaggio Municipale n. 2461 concernente l approvazione delle modifiche del Regolamento organico della Polizia Ceresio Nord (ROD PCN) Gentili signore

Dettagli

Legge federale sulle indennità di perdita di guadagno in caso di servizio militare, servizio civile o servizio di protezione civile

Legge federale sulle indennità di perdita di guadagno in caso di servizio militare, servizio civile o servizio di protezione civile Legge federale sulle indennità di perdita di guadagno in caso di servizio militare, servizio civile o servizio di protezione civile (LIPG) Modifica del 18 dicembre 1998 L Assemblea federale della Confederazione

Dettagli

Richiesta di calcolo di una rendita futura

Richiesta di calcolo di una rendita futura Richiesta di calcolo di una rendita futura Richiesta Il calcolo richiesto riguarda una futura rendita di vecchiaia rendita d invalidità rendita per superstiti (in caso di decesso del richiedente) 1. Dati

Dettagli

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA REGOLAMENTO DI PREVIDENZA Piano di previdenza dipendenti con più datori di lavoro (MA) Valido dal gennaio 07 Le denominazioni personali valgono sempre per ambo i sessi. Oltre alle disposizioni seguenti

Dettagli

Piano di base II della Cassa pensioni Posta

Piano di base II della Cassa pensioni Posta Piano di base II della Cassa pensioni Posta In vigore dal 1 gennaio 2018 Alle persone assicurate nel piano di base II si applicano: il regolamento di previdenza della Cassa pensioni Posta in vigore dal

Dettagli

Aperture domenicali. Legge sul lavoro e aperture domenicali (ottobre 2009) Aperture straordinarie per Emozioni Ticino

Aperture domenicali. Legge sul lavoro e aperture domenicali (ottobre 2009) Aperture straordinarie per Emozioni Ticino Legge sul lavoro e aperture domenicali (ottobre 2009) Federcommercio Ticino (Matteo Oleggini settembre 2009) Aperture straordinarie per Emozioni Ticino Domenica 4 ottobre dalle 10.00 alle 18.00 Domenica

Dettagli

Settore alberghiero e della ristorazione 2017

Settore alberghiero e della ristorazione 2017 Settore alberghiero e della ristorazione 2017 n CCNL 2017: Ce l abbiamo fatta! n Formazione Progresso n Calendario per il rapporto delle ore 2017: annota tutte le tue ore di lavoro, perché ogni singola

Dettagli

3.04 Prestazioni dell AVS Riscossione flessibile della rendita

3.04 Prestazioni dell AVS Riscossione flessibile della rendita 3.04 Prestazioni dell AVS Riscossione flessibile della rendita Stato al 1 gennaio 2018 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l età ordinaria di pensionamento.

Dettagli

LA MIA CASSA PENSIONE Informazioni per i dipendenti

LA MIA CASSA PENSIONE Informazioni per i dipendenti LA MIA CASSA PENSIONE 2017 Informazioni per i dipendenti 1 GastroSocial la sua cassa pensione L esercizio nel quale lavora è assicurato presso la Cassa pensione GastroSocial. La Cassa pensione GastroSocial

Dettagli

Regolamento Quote e prestazioni

Regolamento Quote e prestazioni Regolamento Quote e prestazioni Indice 1. Affiliazione 3 2. Prestazioni 4 3. Quote associative 6 Art. 1 Base statutaria Il presente regolamento viene adottato ai sensi degli articoli 5, 6, 9, 11, 12 e

Dettagli

Ordinanza dell Assemblea federale

Ordinanza dell Assemblea federale Ordinanza dell Assemblea federale concernente i rapporti di lavoro e la retribuzione dei giudici del Tribunale amministrativo federale, dei giudici ordinari del Tribunale penale federale e dei giudici

Dettagli

2.02 Contributi Contributi degli indipendenti all AVS, all AI e alle IPG

2.02 Contributi Contributi degli indipendenti all AVS, all AI e alle IPG 2.02 Contributi Contributi degli indipendenti all AVS, all AI e alle IPG Stato al 1 gennaio 2016 In breve L assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (AVS), l assicurazione invalidità (AI) e le

Dettagli

Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore (inferiori a 25 h settimanali)

Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore (inferiori a 25 h settimanali) Le spettanze di una collaboratrice familiare a ore (inferiori a 25 h settimanali) Minimi contrattuali in vigore dal 1/1/2018 al 31/12/2018 Livello Profilo Tabella A C Non Conviventi Paga Oraria A Colf

Dettagli

Età flessibile di pensionamento. Diritto a una rendita di vecchiaia 1 Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno

Età flessibile di pensionamento. Diritto a una rendita di vecchiaia 1 Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno 3.04 Stato al 1 gennaio 2011 Età flessibile di pensionamento Diritto a una rendita di vecchiaia 1 Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l età ordinaria di pensionamento.

Dettagli

Tutti i vantaggi in primo piano. La vostra assunzione in PRIVERA

Tutti i vantaggi in primo piano. La vostra assunzione in PRIVERA Tutti i vantaggi in primo piano La vostra assunzione in PRIVERA I vostri vantaggi PRIVERA vi offre condizioni di impiego e lavoro all'avanguardia che vi consentono di soddisfare gli elevati requisiti della

Dettagli

Letter TCIN. Edizione 2014 / 2

Letter TCIN. Edizione 2014 / 2 Letter TCIN Edizione 2014 / 2 Novembre 2014 Indice Indice Apertura del termine quadro per la riscossione della prestazione Perdita di lavoro computabile in caso di indennità giornaliere dell assicurazione

Dettagli

Previdenza professionale

Previdenza professionale Semplicemente ALDI. Panoramica delle prestazioni PRESTAZIONI ASSICURATIVE A SEGUITO DI MALATTIA (valide anche in caso di durante la gravidanza) SPESE DI CURA fino al 90 giorno a partire dal 91 giorno fino

Dettagli

Guida. Uscita dall azienda

Guida. Uscita dall azienda Guida Uscita dall azienda La guida affronta le questioni assicurative principali e offre ai dipendenti e ai loro superiori consigli pratici sul tema dell «uscita di un collaboratore dall azienda». Le questioni

Dettagli

Domanda di gratuito patrocinio

Domanda di gratuito patrocinio B u n d e s v e r w a l t u n g s g e r i c h t T r i b u n a l a d m i n i s t r a t i f f é d é r a l T r i b u n a l e a m m i n i s t r a t i v o f e d e r a l e T r i b u n a l a d m i n i s t r a

Dettagli

3.04 Prestazioni dell AVS Riscossione flessibile della rendita

3.04 Prestazioni dell AVS Riscossione flessibile della rendita 3.04 Prestazioni dell AVS Riscossione flessibile della rendita Stato al 1 gennaio 2019 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l età ordinaria di pensionamento.

Dettagli

del 19 gennaio 2004 decreta:

del 19 gennaio 2004 decreta: Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per il settore privato dei servizi di sicurezza del 19 gennaio 2004 Il Consiglio federale svizzero,

Dettagli

Legge federale concernente il miglioramento della conciliabilità tra attività lucrativa e assistenza ai familiari

Legge federale concernente il miglioramento della conciliabilità tra attività lucrativa e assistenza ai familiari Legge federale concernente il miglioramento della conciliabilità tra attività lucrativa e assistenza ai familiari Disegno del L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto il messaggio del

Dettagli

Service level agreement prestazioni generali (SLA prestazioni)

Service level agreement prestazioni generali (SLA prestazioni) Allegato II Service level agreement prestazioni generali (SLA prestazioni) concernente il contratto di affiliazione alla Cassa di previdenza della Confederazione del 15 giugno 2007 (stato al 1 gennaio

Dettagli

Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per i rami professionali della carrozzeria

Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per i rami professionali della carrozzeria Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per i rami professionali della carrozzeria Proroga e modifica del 20 agosto 2018 Il Consiglio federale

Dettagli

2.02 Stato al 1 gennaio 2013

2.02 Stato al 1 gennaio 2013 2.02 Stato al 1 gennaio 2013 Contributi degli indipendenti all AVS, all AI e alle IPG Attività lucrativa indipendente 1 L assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (AVS), l assicurazione per l

Dettagli

Regolamento sui bonus

Regolamento sui bonus Regolamento sui bonus valido dall 1.1.2018 Regolamento sui bonus, valido dall 1.1.2018 1 Sommario 1 Preambolo... 3 2 Campo di applicazione... 3 3 Aventi diritto... 3 3.1 Assunzione successiva all inizio

Dettagli

Valide dal 1 gennaio Stato: 1 gennaio

Valide dal 1 gennaio Stato: 1 gennaio Circolare sui contributi AVS, AI e IPG delle persone esercitanti un attività lucrativa che hanno raggiunto l età conferente il diritto alla rendita di vecchiaia (CER) Valide dal 1 gennaio 1994 Stato: 1

Dettagli

SINTESI CCNL LAVORO DOMESTICO

SINTESI CCNL LAVORO DOMESTICO Via Buonarroti, 51 00185 Roma Tel. 06-4927291 Fax 06-4467351 E. Mail regionalelazio@filcams.cgil.it Sito: www.lazio.cgil.it/filcams SINTESI CCNL LAVORO DOMESTICO PERIODO DI PROVA art. 13 Il periodo deve

Dettagli

Ordinanza sull assicurazione degli impiegati dell Amministrazione federale nella Cassa pensioni della Confederazione PUBLICA

Ordinanza sull assicurazione degli impiegati dell Amministrazione federale nella Cassa pensioni della Confederazione PUBLICA Ordinanza sull assicurazione degli impiegati dell Amministrazione federale nella Cassa pensioni della Confederazione PUBLICA (OAIP) del 18 dicembre 2002 (Stato 20 dicembre 2005) Il Consiglio federale svizzero,

Dettagli

Calendario per il rapporto delle ore 2019

Calendario per il rapporto delle ore 2019 Settore alberghiero e della ristorazione Calendario per il rapporto delle ore 2019 Mantenete il controllo sul vostro tempo di lavoro! Trattative per il nuovo CCNL Esame Progresso : la formazione continua

Dettagli

Legge federale concernente il miglioramento della conciliabilità tra attività lucrativa e assistenza ai familiari

Legge federale concernente il miglioramento della conciliabilità tra attività lucrativa e assistenza ai familiari [Signature] [QR Code] Legge federale concernente il miglioramento della conciliabilità tra attività lucrativa e assistenza ai familiari Avamprogetto Modifica del... L Assemblea federale della Confederazione

Dettagli

Ordinanza sul personale dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari

Ordinanza sul personale dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari Ordinanza sul personale dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (Ordinanza sul personale FINMA) Modifica del 25 febbraio 2015 Approvata dal Consiglio federale il 13 maggio 2015 Il consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA

REGOLAMENTO DI PREVIDENZA REGOLAMENTO DI PREVIDENZA Piano di previdenza dipendenti con più datori di lavoro (MA) Valido dal gennaio 08 Per garantire una migliore leggibilità, il regolamento è stato redatto utilizzando solo la forma

Dettagli

Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per le costruzioni ferroviarie

Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per le costruzioni ferroviarie Decreto del Consiglio federale che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per le costruzioni ferroviarie Proroga e modifica del 11 settembre 2012 Il Consiglio federale svizzero

Dettagli

Età flessibile di pensionamento. Diritto a una rendita di vecchiaia 1 Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno

Età flessibile di pensionamento. Diritto a una rendita di vecchiaia 1 Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno 3.04 Stato al 1 gennaio 2014 Età flessibile di pensionamento Diritto a una rendita di vecchiaia 1 Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l età ordinaria di pensionamento.

Dettagli

Requisiti assicurativi previsti per il diritto alla pensione di vecchiaia di coloro che sono nati prima del :

Requisiti assicurativi previsti per il diritto alla pensione di vecchiaia di coloro che sono nati prima del : Allegato n. 2 LEGISLAZIONE POLACCA IN MATERIA DI PENSIONE DI VECCHIAIA (EMERYTURA) (situazione al 1 maggio 2004) 1. Requisiti assicurativi Requisiti assicurativi previsti per il diritto alla pensione di

Dettagli

Aggiunta n 3 al Regolamento 2010

Aggiunta n 3 al Regolamento 2010 Aggiunta n 3 al Regolamento 2010 Cassa pensione della Società svizzera di Farmacia In vigore dal 1 gennaio 2014 Aggiunta n 3 al Regolamento 2010 I. Preambolo A seguito della decisione del 6 giugno 2013,

Dettagli

Le seguenti festività non sono invece parificate: S. Giuseppe 1 o maggio Lunedì di Pentecoste Corpus Domini San Pietro e Paolo Immacolata

Le seguenti festività non sono invece parificate: S. Giuseppe 1 o maggio Lunedì di Pentecoste Corpus Domini San Pietro e Paolo Immacolata Giorni festivi Sono giorni festivi parificati secondo l art. 18 della LFL: Capodanno Epifania Lunedì di Pasqua Ascensione 1 o agosto Assunzione Ognissanti Natale S. Stefano Le seguenti festività non sono

Dettagli

LA MIA CASSA PENSIONE Informazioni per i dipendenti

LA MIA CASSA PENSIONE Informazioni per i dipendenti LA MIA CASSA PENSIONE 2016 Informazioni per i dipendenti 1 GastroSocial la sua cassa pensione L esercizio nel quale lavora è assicurato presso la Cassa pensione GastroSocial. La cassa opera nel rispetto

Dettagli

Piano di base I della Cassa pensioni Posta

Piano di base I della Cassa pensioni Posta Piano di base I della Cassa pensioni Posta In vigore dal 1 agosto 2013 Le persone assicurate nel piano di base I sottostanno: il regolamento di previdenza della Cassa pensioni Posta in vigore dal 1 agosto

Dettagli

Il diritto del lavoro svizzero: - Codice delle obbligazioni (CO) -Legge sul Lavoro (LL)

Il diritto del lavoro svizzero: - Codice delle obbligazioni (CO) -Legge sul Lavoro (LL) Il diritto del lavoro svizzero: - Codice delle obbligazioni (CO) -Legge sul Lavoro (LL) Bruno Bollinger, Responsabile formazione Unia 1 Struttura del diritto del lavoro in Svizzera Diritto del lavoro collettivo

Dettagli

Ordinanza sul collocamento e il personale a prestito

Ordinanza sul collocamento e il personale a prestito Ordinanza sul collocamento e il personale a prestito (Ordinanza sul collocamento; OC) Modifica del 20 ottobre 1999 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 16 gennaio 1991 1 sul collocamento

Dettagli

Modifiche con stato al 1 gennaio 2008 concernenti i contributi e le prestazioni. Indice. Contributi. Stato al 1 gennaio 2008

Modifiche con stato al 1 gennaio 2008 concernenti i contributi e le prestazioni. Indice. Contributi. Stato al 1 gennaio 2008 1.2008 Stato al 1 gennaio 2008 Modifiche con stato al 1 gennaio 2008 concernenti i contributi e le prestazioni Indice Cifra Contributi 1-6 Prestazioni dell AI 7 Previdenza professionale 8 Perdita di guadagno

Dettagli

Ordinanza concernente il pensionamento in particolari categorie di personale

Ordinanza concernente il pensionamento in particolari categorie di personale Ordinanza concernente il pensionamento in particolari categorie di personale (OPPCPers) del 20 febbraio 2013 (Stato 1 maggio 2019) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 37 della legge del 24

Dettagli

Breve panoramica delle disposizioni principali

Breve panoramica delle disposizioni principali Breve panoramica delle disposizioni principali Legge sulla durata del lavoro (LDL) e relativa Ordinanza (OLDL) Versione per il prestito di personale Le leggi ci tutelano! Le leggi rappresentano gli elementi

Dettagli

Piano complementare II della Cassa pensioni Posta

Piano complementare II della Cassa pensioni Posta Piano complementare II della Cassa pensioni Posta In vigore dal 1 gennaio 2018 Alle persone assicurate nel piano complementare II si applicano: il regolamento di previdenza della Cassa pensioni Posta in

Dettagli

Cognome Nome Data di nascita Stato civile. Via / n. NPA Luogo Cantone Paese. N. SS ID personale Luogo di origine

Cognome Nome Data di nascita Stato civile. Via / n. NPA Luogo Cantone Paese. N. SS ID personale Luogo di origine Cassa pensioni della Confederazione PUBLICA Eigerstrasse 57 3007 Berna publica.ch Contatto: info@publica.ch Telefono: +41 58 485 21 11 Cassa pensioni della Confederazione PUBLICA Eigerstrasse 57 3007 Berna

Dettagli

Assicurazione LAINF. Condizioni generali di assicurazione (CGA) Versione 1/2017. Help Point

Assicurazione LAINF. Condizioni generali di assicurazione (CGA) Versione 1/2017. Help Point Versione 1/2017 Assicurazione LAINF Condizioni generali di assicurazione (CGA) Basta telefonare! Siamo sempre a vostra disposizione Help Point 0800 80 80 80 Dall Estero +41 44 628 98 98 Indice Cifra Pagina

Dettagli

Calendario per il rapporto delle ore 2018 Mantenete il controllo sul vostro tempo di lavoro!

Calendario per il rapporto delle ore 2018 Mantenete il controllo sul vostro tempo di lavoro! Settore alberghiero e della ristorazione Calendario per il rapporto delle ore 2018 Mantenete il controllo sul vostro tempo di lavoro! CCNL : vantaggioso per tutti Formazione Progresso Salari : la formazione

Dettagli

Valida dal 1 gennaio Stato: 1 gennaio i CER 10.15

Valida dal 1 gennaio Stato: 1 gennaio i CER 10.15 Circolare sui contributi AVS, AI e IPG delle persone esercitanti un attività lucrativa che hanno raggiunto l età conferente Valida dal 1 gennaio 1994 Stato: 1 gennaio 2016 318.102.07 i CER 10.15 2 di 17

Dettagli