PON PER LA SCUOLA Competenze e ambienti per l apprendimento STRATEGIA DI COMUNICAZIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PON 2014-2020 PER LA SCUOLA Competenze e ambienti per l apprendimento STRATEGIA DI COMUNICAZIONE"

Transcript

1 PON PER LA SCUOLA Competenze e ambienti per l apprendimento STRATEGIA DI COMUNICAZIONE Sonia Schirato Roma, 11 Aprile 2016

2 LA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE E GLI OBBLIGHI DI PUBBLICITÀ La Strategia di comunicazione condivide e sostiene gli obiettivi e le priorità di investimento del PON Per la Scuola attraverso l informazione e la pubblicizzazione del Programma, degli interventi realizzati e dei risultati. La Strategia di comunicazione si colloca all interno del quadro del rinnovato impegno della Commissione europea AL FINE DI sostenere la democrazia, la trasparenza e l efficacia delle proprie azioni puntando a garantire massima visibilità e partecipazione sia ai diretti beneficiari delle opportunità offerte dal Programma, sia più in generale alla cittadinanza.

3 LA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE E GLI OBBLIGHI DI PUBBLICITÀ Dall esigenza di garantire trasparenza e fornire all utente uno strumento di navigazione immediato ed intuitivo in grado di valorizzare le informazioni trasformandole in servizi, nasce PON in chiaro

4 LA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE E GLI OBBLIGHI DI PUBBLICITÀ

5 NORMATIVA DI RIFERIMENTO Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio Articolo Informazione e comunicazione Articolo Strategia di comunicazione Articolo Funzionari incaricati dell'informazione e della comunicazione e relative reti Allegato XII Informazioni e comunicazione sul sostegno fornito dai fondi Regolamento di esecuzione (UE) n.821/2014 della Commissione Indica le caratteristiche tecniche delle misure di informazione e di comunicazione per le operazioni e il sistema di registrazione e memorizzazione dei dati. La Strategia di comunicazione del PON "Per la Scuola" è stata definita in conformità con la disciplina europea ed è stata approvata in occasione del primo Comitato di Sorveglianza - 28 maggio 2015.

6 CARATTERISTICHE DELLA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE La Strategia di comunicazione si configura come un piano di azioni pluriennale, volto alla promozione del PON Per la Scuola durante tutto il periodo di programmazione. Garanzia di trasparenza Rivolta a tutto il territorio nazionale Percorso sostenuto da azioni di monitoraggio e valutazione STRATEGIA DI COMUNICAZIONE PLURIENNALE Adeguata ad un programma plurifondo Partecipata attraverso il coinvolgimento degli stakeholders Mirata al raggiungimento di gruppi target specifici Funzionale alla promozione dello sviluppo ecosostenibile

7 FINALITÀ DELLA STRATEGIA L attività di comunicazione rappresenta - a norma dei regolamenti comunitari un elemento essenziale di ogni intervento finanziato con i Fondi Strutturali europei L approccio metodologico individuato per la Strategia di comunicazione risponde a 3 FINALITÀ: FAR CONOSCERE LE AZIONI DEL PON FAR COMPRENDERE COME PARTECIPARE SOSTENERE L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI

8 IL SITO 1ATTRAVERSO FAR CONOSCERE LE AZIONI DEL PON

9 1 Cliccando EVENTI

10 Cliccando IL PON SI RACCONTA 1

11 Cliccando MATERIALE INFORMATIVO 1

12 1 FAR CONOSCERE LE AZIONI DEL PON Cataloghi dei progetti FSE e FESR Le esperienze significative realizzate dalle scuole

13 1 FAR CONOSCERE LE AZIONI DEL PON Testimonianze Raccolte

14 1 FAR CONOSCERE LE AZIONI DEL PON

15 STRUMENTI DELLA COMUNICAZIONE 2 FAR COMPRENDERE 3 SOSTENERE COME PARTECIPARE L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI DISSEMINAZIONE IN PRESENZA Evento di lancio e convegni Manifestazioni e concorsi Evento annuale Seminari tematici Stand mobili MEDIA Stampa, radio e televisione Web e comunicazione digitale Open data - «Pon in Chiaro», «AdG Trasparente» MATERIALE INFORMATIVO E PROMOZIONALE Brochure, booklet, volantini, infografica Linea grafica e kit di documenti ALTRI CANALI Help desk FAQ, schede e tutorial Introduzione di strumenti di videoconferenza (es. Skype)

16 Adempimenti dell istituto scolastico beneficiario

17 INFORMAZIONE E PUBBLICITÀ Adempimenti dell istituto scolastico beneficiario Le azioni di pubblicità rappresentano un obbligo per le scuole beneficiarie e sono finanziate attraverso la voce di spesa «pubblicità» dei progetti autorizzati. Tali azioni prevedono una programmazione durante tutte le fasi del progetto. FASE DI AVVIO Comunicazioni alle famiglie e al territorio, pubblicazione dei documenti formali (in particolare i bandi per l acquisizione di beni e/o servizi); NEL CORSO DELLA PROGRAMMAZIONE Mettere in evidenza le attività in corso Attraverso il sito web, la stampa locale; FASE FINALE Evidenziare i risultati raggiunti attraverso mostre, spettacoli, giornate «porte aperte» e altre manifestazioni.

18 SPAZI PER LA PUBBLICITÀ E SITO WEB Il sito web della scuola è lo strumento indispensabile per la pubblicizzazione dei PON: sulla home page del sito della scuola deve essere evidenziata una rubrica PON nella quale saranno inserite informazioni e illustrati i vari progetti

19

20

21 I documenti, sia in formato elettronico che cartaceo, prodotti nell ambito del progetto PON devono menzionare il cofinanziamento del FESR/FSE. È obbligatorio collocare, preferibilmente in alto ed in orizzontale il logo così articolato: l emblema dell Unione Europea (riproduzione a norma); il logo del PON Scuola; il logo del MIUR; il titolo del Programma; il fondo (FESR) Il logo deve essere (artt. 3, 4 e 5 Regolamento di Esecuzione UE 821/ sempre a colori, tranne casi giustificati di monocromia; in posizione di primo piano, sempre chiaramente visibile; di proporzioni adeguate rispetto alle dimensioni del materiale/documento utilizzato; in un sito web, deve essere visibile all'interno dell'area di visualizzazione del dispositivo digitale, senza che l'utente debba scorrere la pagina verso il basso; se in aggiunta ci sono altri logo firma, esso deve presentare almeno dimensioni uguali, in altezza o larghezza, a quelle del più grande degli altri logotipi. Per facilitare le scuole è stato creato un logo che assicura una visibilità unitaria a tutte le iniziate finanziate dal PON Per la scuola - Competenze e ambienti per l'apprendimento": reperibile alla pagina x_info_spot in KIT PUBBLICITA'- Loghi

22 I documenti, prodotti nell ambito del progetto PON devono menzionare il cofinanziamento del FESR/FSE.

23 SPAZI PER LA PUBBLICITÀ Nella scuola devono essere presenti appositi spazi dedicati alla pubblicità e all informazione sulle attività realizzate con i fondi PON (bacheca, schermo, giornalino)

24 SPAZI PER LA PUBBLICITÀ Un cartello o una targa sulla facciata della scuola che evidenzi l uso dei Fondi Strutturali Europei e all ingresso di spazi allestiti con i fondi (ad es. laboratori multimediali)

25 SPAZI PER LA PUBBLICITÀ Una targa su attrezzature e materiali acquistati con i fondi strutturali europei nell ambito del PON «Per la Scuola»

26 MATERIALI PER LA PUBBLICITÀ

27 PER SAPERNE DI PIÙ Puoi iscriverti anche alla nostra newsletter: mazione_2014_2020/newsletter

28 Grazie

MIUR.AOODGEFID.REGISTRO UFFICIALE(U)

MIUR.AOODGEFID.REGISTRO UFFICIALE(U) MIUR.AOODGEFID.REGISTRO UFFICIALE(U).0011805.13-10-2016 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la Programmazione e Gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali

Dettagli

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO LA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE 2014-2020 LA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE E GLI OBBLIGHI DI PUBBLICITÀ La Strategia

Dettagli

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO STRATEGIA DI COMUNICAZIONE 2014-2020 La Strategia di comunicazione e gli obblighi di pubblicità 2 L attività

Dettagli

INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE

INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE STATO DI ATTUAZIONE E PIANO DI COMUNICAZIONE 2017 Francesca Bergamini Bologna, 28 giugno 2017 COMITATO DI SORVEGLIANZA PROGRAMMAZIONE FSE 2014-2020 Strategia

Dettagli

POR SARDEGNA FESR 2007-2013 RAPPORTO ANNUALE DI ESECUZIONE AL 31.12.2007. Estratto

POR SARDEGNA FESR 2007-2013 RAPPORTO ANNUALE DI ESECUZIONE AL 31.12.2007. Estratto REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SARDEGNA UNIONE EUROPEA POR SARDEGNA FESR 2007-2013 RAPPORTO ANNUALE DI ESECUZIONE AL 31.12.2007 Estratto Giugno 2008 5. INFORMAZIONE E PUBBLICITA Nel corso del 2007 è stata

Dettagli

VISTA la relazione di seguito riportata:

VISTA la relazione di seguito riportata: RITENUTO di dover provvedere in merito, con l adozione della presente decisione finale, in quanto trattasi di materia ricadente in quella di cui all art. 5/comma 1 della già richiamata L.R. n. 7/97. VISTA

Dettagli

POR CALABRIA FESR/FSE COMITATO DI SORVEGLIANZA. Informativa sullo stato di attuazione della Strategia di comunicazione

POR CALABRIA FESR/FSE COMITATO DI SORVEGLIANZA. Informativa sullo stato di attuazione della Strategia di comunicazione POR CALABRIA FESR/FSE 201-2020 COMITATO DI SORVEGLIANZA Cosenza, 1 dicembre 2016 Informativa sullo stato di attuazione della Strategia di comunicazione Dati aggiornati al 30 Novembre 2016 Informativa sullo

Dettagli

PO FSE della Provincia Autonoma di Bolzano Manuale per le misure di informazione e comunicazione e l utilizzo del logo

PO FSE della Provincia Autonoma di Bolzano Manuale per le misure di informazione e comunicazione e l utilizzo del logo PO FSE della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020 Manuale per le misure di informazione e comunicazione e l utilizzo del logo 1 PO FSE della Provincia autonoma di Bolzano 2014-2020 Manuale per le misure

Dettagli

Linee guida per i beneficiari sulle responsabilità in materia di informazione e comunicazione

Linee guida per i beneficiari sulle responsabilità in materia di informazione e comunicazione sulle responsabilità in materia di informazione e comunicazione INDICE 3 INTRODUZIONE 4 OBBLIGHI DEI BENEFICIARI 6 UTILIZZO DEL E DEL CLAIM 11 CARTELLONISTICA 14 SITO WEB 15 PRODUZIONE DI MATERIALE FOTOGRAFICO

Dettagli

Il nuovo sito PON. Guida alla navigazione

Il nuovo sito PON. Guida alla navigazione Il nuovo sito PON Guida alla navigazione Introduzione La presente guida ha lo scopo di illustrare la struttura del nuovo sito PON e la sua organizzazione, per rendere così la navigazione ancora più semplice

Dettagli

PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DELLA MISURA 511 ASSISTENZA TECNICA DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/13

PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DELLA MISURA 511 ASSISTENZA TECNICA DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/13 Allegato A PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DELLA MISURA 511 ASSISTENZA TECNICA DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/13 1. Obiettivi della misura Ai sensi dell art. 66 del Reg CE 1698/2005 gli interventi dell

Dettagli

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO AVVIO DEL PROGRAMMA E RELATIVE PROCEDURE L AVVIO DEL PROGRAMMA Incontri con il partenariato istituzionale,

Dettagli

Programmazione

Programmazione PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE Per la Scuola, competenze e ambienti per l apprendimento Programmazione 2014-2020 FESR MANUALE OPERATIVO FUNZIONE Richiesta di proroga 1 Sommario 1. Premessa... 3 2. Iscrizione

Dettagli

Allegato 9 : Loghi e cartellonistica

Allegato 9 : Loghi e cartellonistica Allegato 9 : Loghi e cartellonistica 1 INDICE DISPOSIZIONI GENERALI... 3 LOGO FSC... 4 CARTELLONISTICA DI CANTIERE... 4 TARGA PERMANENTE... 6 PUBBLICITÀ SUI DOCUMENTI... 7 DISPOSIZIONI TRANSITORIE... 7

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Dipartimento Programmazione e Finanze PO FSE BASILICATA

REGIONE BASILICATA. Dipartimento Programmazione e Finanze PO FSE BASILICATA REGIONE BASILICATA Dipartimento Programmazione e Finanze PO FSE BASILICATA 2014 2020 Piano annuale di 1. Piano annuale di 1.1. Pianificazione annuale L anno sarà un anno significativo per le attività di

Dettagli

L AVVISO QUADRO PER UNA SCUOLA APERTA, INCLUSIVA E INNOVATIVA. Attivati e partecipa

L AVVISO QUADRO PER UNA SCUOLA APERTA, INCLUSIVA E INNOVATIVA. Attivati e partecipa L AVVISO QUADRO PER UNA SCUOLA APERTA, INCLUSIVA E INNOVATIVA L AVVISO QUADRO: che cos è? È un grande investimento sulle competenze di studentesse e studenti È il contributo della scuola verso lo sviluppo

Dettagli

Strategia di comunicazione Programmazione FSE

Strategia di comunicazione Programmazione FSE Comitato di Sorveglianza Programma Operativo 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Strategia di comunicazione Programmazione FSE 2014-2020 Bologna, 05 giugno 2015 Approccio STRATEGIA MONOFONDO > Risponde a

Dettagli

Piano di comunicazione Anno 2016 POR FSE

Piano di comunicazione Anno 2016 POR FSE ASSESSORADU DE SU TRABALLU, FORMATZIONE PROFESSIONALE, COOPERATZIONE E SEGURÀNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE Direzione Generale Piano di

Dettagli

POR CALABRIA FESR/FSE COMITATO DI SORVEGLIANZA Vibo Valentia, 22 giugno 2017

POR CALABRIA FESR/FSE COMITATO DI SORVEGLIANZA Vibo Valentia, 22 giugno 2017 POR CALABRIA FESR/FSE 2014-2020 COMITATO DI SORVEGLIANZA Vibo Valentia, 22 giugno 2017 Informativa sullo stato di attuazione della Strategia di comunicazione 1 Informativa sullo stato di attuazione della

Dettagli

Il Piano di Rafforzamento Amministrativo del Piemonte

Il Piano di Rafforzamento Amministrativo del Piemonte fondi strutturali e di investimento europei 2014-2020 FONDO SOCIALE EUROPEO e FONDO EUROPEO SVILUPPO REGIONALE Il Piano di Rafforzamento Amministrativo del Piemonte Luciano Conterno Capo di Gabinetto della

Dettagli

IL PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 "PER LA SCUOLA"

IL PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE 2014-2020 Investiamo nel vostro futuro IL PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 "PER LA SCUOLA" Competenze e ambienti per l apprendimento Torino - 8-9 aprile 2015 L attività

Dettagli

KIT DI COMUNICAZIONE

KIT DI COMUNICAZIONE KIT DI COMUNICAZIONE KIT DI COMUNICAZIONE PER I BENEFICIARI FINALI Nell accettare un finanziamento pubblico derivante dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) il beneficiario accetta l inclusione

Dettagli

POR FESR Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015

POR FESR Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 Piano di comunicazione 2016 Indice Premessa 3 Azioni di comunicazione 3 Comunicazione digitale 3 Relazione con i media

Dettagli

Programmazione

Programmazione PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE Per la Scuola, competenze e ambienti per l apprendimento Programmazione 2014-2020 FESR MANUALE OPERATIVO FUNZIONE AGGIORNAMENTI 27/10/2016 1 2 Sommario 1. Premessa... 4 2.

Dettagli

PON PER LA SCUOLA Competenze e ambienti per l apprendimento LA VALUTAZIONE DEL PON SCUOLA

PON PER LA SCUOLA Competenze e ambienti per l apprendimento LA VALUTAZIONE DEL PON SCUOLA PON 2014-2020 PER LA SCUOLA Competenze e ambienti per l apprendimento LA VALUTAZIONE DEL PON SCUOLA 2014 2020 Loredana Boeti Roma, 11 Aprile 2016 IL QUADRO DI RIFERIMENTO La nuova programmazione 2014-2020

Dettagli

Linee guida. Obblighi di Informazione e Pubblicità. Reg. Ue n.808/2014. Allegato III art.2. Reg. Ue n.669/2016

Linee guida. Obblighi di Informazione e Pubblicità. Reg. Ue n.808/2014. Allegato III art.2. Reg. Ue n.669/2016 Linee guida Obblighi di Informazione e Pubblicità Reg. Ue n.808/2014 Allegato III art.2 Reg. Ue n.669/2016 Programma di Sviluppo Rurale Calabria 2014/2020 1 PSR Calabria 2014/2020 Obblighi di Comunicazione

Dettagli

Programma Operativo Nazionale Per la Scuola - Competenze e ambienti per l apprendimento FSE FESR STRATEGIA DI COMUNICAZIONE

Programma Operativo Nazionale Per la Scuola - Competenze e ambienti per l apprendimento FSE FESR STRATEGIA DI COMUNICAZIONE Programma Operativo Nazionale Per la Scuola - Competenze e ambienti per l apprendimento FSE FESR STRATEGIA DI COMUNICAZIONE 2014-2020 INDICE PREMESSA... 4 1. ESPERIENZE E RISULTATI DEL PRECEDENTE PERIODO

Dettagli

Il Sistema per la gestione, documentazione e monitoraggio GPU Caterina Orlandi INDIRE Verona, 21 novembre 2014

Il Sistema per la gestione, documentazione e monitoraggio GPU Caterina Orlandi INDIRE Verona, 21 novembre 2014 PON Per la Scuola - Competenze e ambienti per l Apprendimento Il Sistema per la gestione, documentazione e monitoraggio GPU 2014-2020 Caterina Orlandi INDIRE Verona, 21 novembre 2014 Regolamento 1303/2013

Dettagli

POR FSE /SARDEGNA

POR FSE /SARDEGNA 4 5 6 7 8 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 32 33 34 35 37 38 39 Premessa Il Manuale d uso POR FSE 2014-2020 /SARDEGNA Gli elementi della linea grafica del POR FSE Caratteristiche

Dettagli

PERCORSO IN... PROGETTAZIONE... EUROPEA...

PERCORSO IN... PROGETTAZIONE... EUROPEA... PERCORSO IN... PROGETTAZIONE... EUROPEA... I fondi diretti 2014-2020... e la buona proposta di successo... INTRODUZIONE Con la nuova programmazione comunitaria, tra il 2014 e il 2020 l Unione europea investirà

Dettagli

PRODOTTI DI COMUNICAZIONE. Versione aggiornata al: 01 agosto 2014 YG - PRODOTTI DI COMUNICAZIONE CATALOGO 1

PRODOTTI DI COMUNICAZIONE. Versione aggiornata al: 01 agosto 2014 YG - PRODOTTI DI COMUNICAZIONE CATALOGO 1 PRODOTTI DI COMUNICAZIONE Versione aggiornata al: 01 agosto 2014 YG - PRODOTTI DI COMUNICAZIONE CATALOGO 1 SOMMARIO CATALOGO PRODOTTI DI COMUNICAZIONE 1. QUESTO CATALOGO 2. L IDENTITÀ VISIVA DELLA GARANZIA

Dettagli

Bando di concorso e Regolamento di Partecipazione del Concorso a Premi IN LUCE indetto da Liceo artistico Istituto d Arte Pino Pascali Bari

Bando di concorso e Regolamento di Partecipazione del Concorso a Premi IN LUCE indetto da Liceo artistico Istituto d Arte Pino Pascali Bari LICEO ARTISTICO ISTITUTO D'ARTE PINO PASCALI Con l'europa, investiamo nel vostro futuro 70123 Bari, Corso Vittorio Veneto 14, tel. 080 5793902 501 BASD01000A serale:basd01050q c.c.p. 12902706 c.f. 80006080727

Dettagli

KA 3 Support for policy reform

KA 3 Support for policy reform KA 3 Support for policy reform Seminario di formazione Torino 10/11 giugno 2014 KA 3 Supporto per la riforma di politiche Conoscenza nei settori di istruzione, formazione, gioventù Iniziative di prospettiva

Dettagli

FORMAZIONE FROFESSIONALE,FSE ED ALTRI COFINAN.TI DETERMINAZIONE. Estensore SEGUITI ALESSANDRO. Resposabile del procedimento ORNELLA GUGLIELMINO

FORMAZIONE FROFESSIONALE,FSE ED ALTRI COFINAN.TI DETERMINAZIONE. Estensore SEGUITI ALESSANDRO. Resposabile del procedimento ORNELLA GUGLIELMINO REGIONE LAZIO Dipartimento: Direzione Regionale: Area: DIPARTIMENTO SOCIALE FORMAZIONE FROFESSIONALE,FSE ED ALTRI COFINAN.TI PROGRAMMAZIONE FORMAZIONE DETERMINAZIONE N. D2825 del 01/09/2008 Proposta n.

Dettagli

Prodotti e strumenti di informazione e comunicazione. Fondo Sociale Europeo Riunione Europe Direct e CDE - Seminario Milano, 21 maggio 2010

Prodotti e strumenti di informazione e comunicazione. Fondo Sociale Europeo Riunione Europe Direct e CDE - Seminario Milano, 21 maggio 2010 Prodotti e strumenti di informazione e comunicazione Fondo Sociale Europeo 2007-2013 Riunione Europe Direct e CDE - Seminario Milano, 21 maggio 2010 Ministero del lavoro e delle politiche sociali Direzione

Dettagli

Linee guida per le attività di comunicazione da parte dei soggetti attuatori

Linee guida per le attività di comunicazione da parte dei soggetti attuatori Percorsi di accompagnamento alla creazione d impresa e al lavoro autonomo in Piemonte Linee guida per le attività di comunicazione da parte dei soggetti attuatori La comunicazione del programma MIP-Mettersi

Dettagli

La comunicazione del Por Fesr

La comunicazione del Por Fesr La comunicazione del Por Fesr 2007-2013 Attività realizzate e risultati raggiunti Anna Maria Linsalata Responsabile Comunicazione Por Fesr Comitato di sorveglianza Bologna, 17 marzo 2017 Il piano di comunicazione

Dettagli

G.Reale Centro Studi ottobre 2014

G.Reale Centro Studi ottobre 2014 MONITORAGGIO FONDI EUROPEI IN CAMPANIA AD OTTORE 2014 1 Fondi 2007-2013) Dall ultimo monitoraggio sull attuazione della spesa dei fondi europei 2007-2013, pubblicato a luglio 2014 dall Ispettorato Generale

Dettagli

PUNTO 7 ALL ORDINE DEL GIORNO: INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE UNITARIA (PARTE FESR)

PUNTO 7 ALL ORDINE DEL GIORNO: INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE UNITARIA (PARTE FESR) PUNTO 7 ALL ORDINE DEL GIORNO: INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE UNITARIA (PARTE FESR) Comitato di Sorveglianza POR FESR e FSE 2014 2020 13 e 14 giugno 2017 Punto 7 all OdG Informativa sulla

Dettagli

Programma Operativo 2014/2020

Programma Operativo 2014/2020 Programma Operativo 2014/2020 Piano annuale di comunicazione 2017 Premessa La Strategia di Comunicazione, così come approvata dal Comitato di Sorveglianza adottata dalla Giunta regionale con Deliberazione

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE ESTERNA DEL GAL KROTON

PIANO DI COMUNICAZIONE ESTERNA DEL GAL KROTON UNIONE EUROPEA MiPAF REGIONE CALABRIA LEADER+ PIANO DI COMUNICAZIONE ESTERNA DEL GAL KROTON Il Consiglio di Amministrazione del GAL KROTON, visto: - il Regolamento CE n. 1260/99 del Consiglio recante disposizioni

Dettagli

Informativa sull attuazione della strategia di comunicazione (attività 2016 e 2017)

Informativa sull attuazione della strategia di comunicazione (attività 2016 e 2017) Informativa sull attuazione della strategia di comunicazione (attività 2016 e 2017) Fernanda De Marco Responsabile Informazione e Comunicazione - Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020 3 Comitato

Dettagli

Linee guida e manuale d uso comunicazione a cura dei Beneficiari

Linee guida e manuale d uso comunicazione a cura dei Beneficiari Segretariato generale - Servizio II Programmazione strategica nazionale e comunitaria PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA E SVILUPPO FESR 2014-2020 (CCI: 2014IT16RFOP001) Decisione C(2015) 925 del 12

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 508 del 01/08/2017

Delibera della Giunta Regionale n. 508 del 01/08/2017 Delibera della Giunta Regionale n. 508 del 01/08/2017 Dipartimento 50 - GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA Direzione Generale 10 - DIREZIONE GENERALE PER L'UNIVERSITA', LA RICERCA E L'INNOVAZIONE Oggetto

Dettagli

Informazione e comunicazione dei Fondi SIE

Informazione e comunicazione dei Fondi SIE Informazione e comunicazione dei Fondi SIE 2014-2020 Questo materiale didattico rientra nell ambito dei Percorsi e-learning di alta formazione specialistica del Progetto Esperi@ - Rafforzamento della capacità

Dettagli

SCHEDA di presentazione progetto

SCHEDA di presentazione progetto Mod. A2 PGZ SCHEDA di presentazione progetto 1 Codice Progetto 1 2 Titolo del Progetto 3 Riferimenti del compilatore 2 Nome Cognome Recapito telefonico Recapito e-mail Funzione 4 Soggetto proponente 3

Dettagli

Disposizioni in materia di informazione e pubblicità nell ambito del Programma di sviluppo rurale (PSR)

Disposizioni in materia di informazione e pubblicità nell ambito del Programma di sviluppo rurale (PSR) Disposizioni in materia di informazione e pubblicità nell ambito del Programma di sviluppo rurale (PSR) 2007-2013 1. Obblighi generali dei beneficiari I beneficiari, pubblici o privati, delle misure del

Dettagli

indirizzi e linee guida per i beneficiari dei finanziamenti relativamente alle azioni di comunicazione, informazione e pubblicità

indirizzi e linee guida per i beneficiari dei finanziamenti relativamente alle azioni di comunicazione, informazione e pubblicità fondo europeo sviluppo regionale POR FESR Piemonte 2014-2020 indirizzi e linee guida per i beneficiari dei finanziamenti relativamente alle azioni di comunicazione, informazione e pubblicità per una crescita

Dettagli

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 Premessa Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 Il Piano nazionale scuola Digitale (PNSD) (D.M. n.851 del 27/10/2015) si pone nell ottica di scuola non più unicamente trasmissiva e di scuola

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE P.A. COPPOLA Via Medaglie d Oro, 25 C A T A N I A

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE P.A. COPPOLA Via Medaglie d Oro, 25 C A T A N I A Prot. n. 4664 A/22 Catania 21/11/2013 OGGETTO: Programmazione Fondi Strutturali 2007/2013 Programma Operativo Nazionale: Ambienti per l Apprendimento Asse I Obiettivo A 1 Dotazioni tecnologiche e laboratori

Dettagli

Piano di Comunicazione PSR Veneto 2007 2013

Piano di Comunicazione PSR Veneto 2007 2013 Piano di Comunicazione PSR Veneto 2007 2013 28 giugno 2012 RAE 2011 Target PdC PSR Veneto Beneficiari potenziali beneficiari Portatori d interesse Collettività cittadinanza della regione 1 Sistemi Informativi

Dettagli

Titolo del servizio Comunico. Piattaforma APACI

Titolo del servizio Comunico. Piattaforma APACI Titolo del servizio Comunico Piattaforma APACI Introduzione Con Comunico cittadini, imprese, liberi professionisti e associazioni possono inviare documenti alla Pubblica Amministrazione Toscana attraverso

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome LAURA PALCHETTI E-mail Nazionalità italiana Data di nascita 02/06/1974 l.palchetti@provincia.fi.it ISTRUZIONE

Dettagli

LINEA INTERREGIONALITA

LINEA INTERREGIONALITA PON Governance e Assistenza tecnica (FESR) 2007-2013 Obiettivo 1 Convergenza - Azioni mirate di rafforzamento della governance multilivello e delle filiere di attuatori dei programmi operativi Linea 2.

Dettagli

BANDO DI IDEE PER ATTIVITÀ DI PROMOZIONE

BANDO DI IDEE PER ATTIVITÀ DI PROMOZIONE BANDO DI IDEE PER ATTIVITÀ DI PROMOZIONE ANNO 2007 Art. 1 Obiettivi e oggetto del bando All interno delle azioni comuni dei cinque CSV della Campania, al fine di favorire il protagonismo delle esperienze

Dettagli

FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE. Estensore PEGORARO CARMEN

FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE. Estensore PEGORARO CARMEN REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO PROGRAMM. DELL'OFF. FORMAT. E DI ORIENTAMENTO DETERMINAZIONE N. G14284 del 20/11/2015 Proposta n. 17931 del 18/11/2015

Dettagli

Formulario Offerta tecnica Servizio di sviluppo e attuazione del Piano di comunicazione del PSR Veneto

Formulario Offerta tecnica Servizio di sviluppo e attuazione del Piano di comunicazione del PSR Veneto giunta regionale Allegato F al Decreto n. 1 del 11/10/2016 pag. 1/14 Direzione AdG FEASR Formulario Offerta tecnica Servizio di sviluppo e attuazione del Piano di comunicazione del PSR Veneto 2014-2020

Dettagli

GLI STRUMENTI FINANZIARI DELL'UNIONE EUROPEA

GLI STRUMENTI FINANZIARI DELL'UNIONE EUROPEA Soggetti proponenti AREA TEMATICA DI PERTINENZA PROGETTAZIONE EUROPEA PER L UTILIZZAZIONE DEI FONDI COMUNITARI CORSO I LIVELLO GLI STRUMENTI FINANZIARI DELL'UNIONE EUROPEA I fondi comunitari e la loro

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO AMBIENTE E TERRITORIO DECRETO DEL DIRIGENTE SETTORE. (assunto 30 Giugno 2017 prot.

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO AMBIENTE E TERRITORIO DECRETO DEL DIRIGENTE SETTORE. (assunto 30 Giugno 2017 prot. REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO AMBIENTE E TERRITORIO DECRETO DEL DIRIGENTE SETTORE (assunto 30 Giugno 2017 prot. n 650) Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria n 7550

Dettagli

Le politiche europee e nazionali PER LA SCUOLA

Le politiche europee e nazionali PER LA SCUOLA Le politiche europee e nazionali PER LA SCUOLA Dott.ssa Sabrina Bono Capo Dipartimento MIUR - Dipartimento per la Programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali PER IL RAGGIUNGIMENTO

Dettagli

I fondi europei 2014-2020

I fondi europei 2014-2020 Giuliano Bartolomei - Alessandra Marcozzi I fondi europei 2014-2020 Guida operativa per conoscere ed utilizzare i fondi europei 2 a edizione ampliata ed aggiornata dopo l approvazione dei Programmi Operativi

Dettagli

Manuale per l'attuazione delle attività di comunicazione Interreg V-A Italia-Austria /05/2017

Manuale per l'attuazione delle attività di comunicazione Interreg V-A Italia-Austria /05/2017 Manuale per l'attuazione delle attività di comunicazione Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020 22/05/2017 Premessa Le raccomandazioni contenute in questo manuale aiutano i beneficiari del programma di

Dettagli

Scheda progetto Interregionale/ transnazionale

Scheda progetto Interregionale/ transnazionale Allegato n. 1 alla Delib.G.R. n. 52/72 del 23.12.2011 Scheda progetto Interregionale/ transnazionale Modelli di semplificazione dei costi ed analisi delle relative procedure di gestione e controllo in

Dettagli

DECRETO N Del 21/04/2017

DECRETO N Del 21/04/2017 DECRETO N. 4581 Del 21/04/2017 Identificativo Atto n. 281 DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO Oggetto POR FESR 2014-2020 ASSE III AZIONE III.3.B.2.3 (AZIONE 3.3.4 DELL ACCORDO DI PARTENARIATO) RETTIFICA

Dettagli

Piano di Sviluppo Rurale della Regione Toscana Firenze 11 settembre 2013

Piano di Sviluppo Rurale della Regione Toscana Firenze 11 settembre 2013 Piano di Sviluppo Rurale della Regione Toscana 2007-2013 Firenze 11 settembre 2013 Obiettivo operativo portare a conoscenza dei cittadini e dei beneficiari, attuali e potenziali, le opportunità di cofinanziamento,

Dettagli

Iniziativa interregionale PON 4 ALL e Piano regionale di informazione

Iniziativa interregionale PON 4 ALL e Piano regionale di informazione Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia UFFICIO III - Politiche formative e rete scolastica U.O. 2: Fondi Strutturali dell Unione Europea Iniziativa

Dettagli

DETERMINAZIONE N. PROT. 421 N. REP 16 Del 10/01/2017

DETERMINAZIONE N. PROT. 421 N. REP 16 Del 10/01/2017 DETERMINAZIONE N. PROT. 421 N. REP 16 Del 10/01/2017 Oggetto: Approvazione dell Avviso pubblico SERVIZI PER LA CREAZIONE DI IMPRESA PROGRAMMA IMPRINTING Annualità 2016. Avviso pubblico per il supporto

Dettagli

MISSIONE 001: Organi Costituzionali a rilevanza Costituzionale e Presidenza del Consiglio dei Ministri

MISSIONE 001: Organi Costituzionali a rilevanza Costituzionale e Presidenza del Consiglio dei Ministri CDR 16 Gioventù e Servizio civile nazionale MISSIONE 001: Organi Costituzionali a rilevanza Costituzionale e Presidenza del Consiglio dei Ministri Programma 003: Presidenza del Consiglio dei Ministri MISSIONE

Dettagli

Art. 1 Premessa. Art. 2 Obiettivi del Programma

Art. 1 Premessa. Art. 2 Obiettivi del Programma COMUNE DI ELVA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015-2017 (ART. 10 DEL DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33) APPROVATO CON DELIBERA SINDACALE N. 1 DEL 30/01/2015 Art. 1 Premessa

Dettagli

REGIONE MOLISE DIREZIONE GENERALE DELLA GIUNTA - AREA SECONDA

REGIONE MOLISE DIREZIONE GENERALE DELLA GIUNTA - AREA SECONDA REGIONE MOLISE DIREZIONE GENERALE DELLA GIUNTA - AREA SECONDA (cod. 2Q.02) SERVIZIO ECONOMIA DEL TERRITORIO, ATTIVITA' INTEGRATIVE,INFRASTRUTTURE RURALI E SERVIZI ALLE IMPRESE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO 2010 AZIONE PROVINCEGIOVANI. Assistenza Tecnica

AVVISO PUBBLICO 2010 AZIONE PROVINCEGIOVANI. Assistenza Tecnica AVVISO PUBBLICO 2010 AZIONE PROVINCEGIOVANI iniziativa promossa da UPI e finanziata dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Protocollo d Intesa 2007) giunta alla terza

Dettagli

OBBLIGHI DI INFORMAZIONE E PUBBLICITÀ LINEE GUIDA PER I BENEFICIARI

OBBLIGHI DI INFORMAZIONE E PUBBLICITÀ LINEE GUIDA PER I BENEFICIARI OBBLIGHI DI INFORMAZIONE E PUBBLICITÀ LINEE GUIDA PER I BENEFICIARI PSR 2014-2020 PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE PUGLIA I regolamenti europei (nn. 1305/2013 e 808/2014 - allegato III e ss.mm.i.)

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE 2017

PIANO DI COMUNICAZIONE 2017 PIANO DI 2017 Documento programmatico annuale relativo alle attività di Comunicazione istituzionale a supporto del Dipartimento per gli Affari regionali le Autonomie A cura del Servizio per la Comunicazione

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Giunta Regionale della Campania DECRETO DIRIGENZIALE DIPARTIMENTO Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali CAPO DIPARTIMENTO DIRETTORE GENERALE / DIRIGENTE STAFF DIPARTIMENTO DIRIGENTE UNITA

Dettagli

Il Monitoraggio delle azioni di mobilità: finalità e strumenti

Il Monitoraggio delle azioni di mobilità: finalità e strumenti Il Monitoraggio delle azioni di mobilità: finalità e strumenti La gestione delle azioni di mobilità Leonardo da Vinci Seminario Progetti Approvati Annualità di Selezione 2011 Roma, 26 Ottobre 2011 Centro

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA tra. REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA e PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITÀ

PROTOCOLLO D INTESA tra. REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA e PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITÀ PROTOCOLLO D INTESA tra REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA e PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITÀ Visto la delibera la Delibera CIPE n. 20 del 2004 relativa alla Ripartizione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO (approvato dal consiglio direttivo dell 8 marzo 2016)

REGOLAMENTO PER IL SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO (approvato dal consiglio direttivo dell 8 marzo 2016) REGOLAMENTO PER IL SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO (approvato dal consiglio direttivo dell 8 marzo 2016) ART. 1 OBIETTIVI DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento è volto a sostenere

Dettagli

Programmi di Finanziamento dell Unione Europea Le Politiche Comunitarie di interesse per il Consiglio dell Ordine degli Psicologi dell Abruzzo

Programmi di Finanziamento dell Unione Europea Le Politiche Comunitarie di interesse per il Consiglio dell Ordine degli Psicologi dell Abruzzo Programmi di Finanziamento dell Unione Europea Le Politiche Comunitarie di interesse per il Consiglio dell Ordine degli Psicologi dell Abruzzo Il Consiglio degli Psicologi dell Abruzzo - organizza il corso

Dettagli

IL PNSD DELL IC AIELLO DEL SABATO

IL PNSD DELL IC AIELLO DEL SABATO IL PNSD DELL IC AIELLO DEL SABATO Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD) è un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione, come previsto nella riforma

Dettagli

MANUALE OPERATIVO FUNZIONE. Variazione importi procedure di gara FESR

MANUALE OPERATIVO FUNZIONE. Variazione importi procedure di gara FESR MANUALE OPERATIVO FUNZIONE Variazione importi procedure di gara FESR Sommario 1. Premessa... 3 2. Richiesta variazione finanziaria lotti di gara... 4 2.1. Accesso al sistema... 4 2.2. Area Gestione progetti

Dettagli

Tablet School #sponsorship

Tablet School #sponsorship Tablet School #sponsorship Sommario ImparaDigitale... 3 L Associazione... 3 Tablet School: il format... 3 Il Tablet School: meeting nazionale sulla scuola digitale... 3 Il target... 3 La struttura dei

Dettagli

Comitato di Sorveglianza Roma, 10 giugno Il Piano di Valutazione dei PON: stato di avanzamento

Comitato di Sorveglianza Roma, 10 giugno Il Piano di Valutazione dei PON: stato di avanzamento Il Piano di Valutazione dei PON: stato di avanzamento LA VALUTAZIONE dei PON ISTRUZIONE 2007-2013 Quadro di riferimento GLI OBIETTIVI DI SERVIZIO innalzamento delle competenze degli studenti riduzione

Dettagli

03/12/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 97. Regione Lazio

03/12/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 97. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 20 novembre 2015, n. G14284 Strategia di comunicazione programmazione FSE 2014-2020

Dettagli

COMUNE DI DELLO. Provincia di Brescia PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

COMUNE DI DELLO. Provincia di Brescia PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI DELLO Provincia di Brescia PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017 ai sensi dell art. 10 del d.lgs n. 33/2013 INTRODUZIONE: organizzazione e funzioni dell amministrazione.-

Dettagli

Allegato 4 Indicatori del Programma

Allegato 4 Indicatori del Programma Allegato 4 Indicatori del Programma 20 marzo 2017 4. Indicatori del programma Introduzione metodologica alle tabelle. Indicatori di output Per ciò che concerne la identificazione dei valori target degli

Dettagli

DETERMINAZIONE N. PROT N. REP 1448 Del 10/05/2017

DETERMINAZIONE N. PROT N. REP 1448 Del 10/05/2017 DETERMINAZIONE N. PROT. 16604 N. REP 1448 Del 10/05/2017 Oggetto: Sostituzione pag. 19 e 20 dell Avviso pubblico SERVIZI PER LA CREAZIONE DI IMPRESA PROGRAMMA IMPRINTING Annualità 2016. Avviso pubblico

Dettagli

Il Programma di cooperazione interregionale INTERREG EUROPE

Il Programma di cooperazione interregionale INTERREG EUROPE Il Programma di cooperazione interregionale INTERREG EUROPE Marta VETTORE Sezione Cooperazione Transfrontaliera e Territoriale Europea Regione del Veneto Programma INTERREGIONALE approvato l 11/06/2015

Dettagli

lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione;

lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; Direzione Generale Servizio programmazione, monitoraggio e valutazione PROT. N. 1623 DETERMINAZIONE N. 172 DEL 10/02/2012 Oggetto: PO FESR 2007/2013, Competitività regionale e occupazione, Asse V - Sviluppo

Dettagli

A Scuola di OpenCoesione: Open Data, monitoraggio civico e Data Journalism nelle scuole italiane

A Scuola di OpenCoesione: Open Data, monitoraggio civico e Data Journalism nelle scuole italiane COMPORTAMENTI INDIVIDUALI E RELAZIONI SOCIALI IN TRASFORMAZIONE UNA SFIDA PER LA STATISTICA UFFICIALE 22 GIUGNO 2016 11.15 12.45 NUOVE FONTI E DOMANDE A Scuola di OpenCoesione: Open Data, monitoraggio

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLE REGOLE PER LA COMUNICAZIONE

PRESENTAZIONE DELLE REGOLE PER LA COMUNICAZIONE PRESENTAZIONE DELLE REGOLE PER LA COMUNICAZIONE PERCHE DELLE REGOLE PER LA COMUNICAZIONE? La comunicazione è un elemento indispensabile per il raggiungimento e l incremento del livello di impatto e visibilità

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 10 Turismo, Beni Culturali, Istruzione, Cultura

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 10 Turismo, Beni Culturali, Istruzione, Cultura REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 10 Turismo, Beni Culturali, Istruzione, Cultura DECRETO DEL DIRIGENTE GENERALE (assunto il 21 marzo 2017 prot. N 305 ) Registro dei decreti dei Dirigenti

Dettagli

MBSCONSULTING S.p.A. 00186 ROMA Via del Corso 52 T +39 06 32652707 F +39 06 3231315. 20122 MILANO Piazza Erculea 11 T +39 02 89096061 F +39 02 8693862

MBSCONSULTING S.p.A. 00186 ROMA Via del Corso 52 T +39 06 32652707 F +39 06 3231315. 20122 MILANO Piazza Erculea 11 T +39 02 89096061 F +39 02 8693862 Attività di assistenza tecnica volta alla revisione/aggiornamento degli indicatori di risultato del POAT e di monitoraggio delle attivita poste in essere attraverso il POAT MBSCONSULTING S.p.A. 20122 MILANO

Dettagli

Visto Visto Visto Visto Vista Visto Vista Visto Vista Vista

Visto Visto Visto Visto Vista Visto Vista Visto Vista Vista Il Presidente della Regione Puglia, Dott. Michele Emiliano, sulla base dell istruttoria espletata dal Servizio Attuazione del Programma, Monitoraggio e Valutazione, confermata dal Dirigente della Sezione

Dettagli

Proposte politiche di coesione

Proposte politiche di coesione Proposte politiche di coesione 2014-2020 2020 Fondo Sociale Europeo Valentina Curzi 18 priorità di investimento su 4 obiettivi tematici 1. Promozione occupazione e sostegno mobilità professionale 2. Investimento

Dettagli

LINEE GUIDA per i Beneficiari dei Fondi FEASR

LINEE GUIDA per i Beneficiari dei Fondi FEASR Azioni informative e pubblicitarie a cura dei beneficiari Fondo FEASR e pubblicitaria, i seguenti elementi: a)l'emblema dell'unione; b) il logo della Repubblica Italiana; c) il logo della Regione Lazio;

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 57 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 57 del 24502 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 57 del 18-5-2017 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE PROMOZIONE DELLA SALUTE E DEL BENESSERE 9 maggio 2017, n. 502 Approvazione Avviso Pubblico per

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE N 2 SAVONESE. Via Manzoni, n. 14 Savona. N. 138 del 10/03/2017

AZIENDA SANITARIA LOCALE N 2 SAVONESE. Via Manzoni, n. 14 Savona. N. 138 del 10/03/2017 AZIENDA SANITARIA LOCALE N 2 SAVONESE Via Manzoni, n. 14 Savona DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE DI STRUTTURA COMPLESSA N. 138 del 10/03/2017 Oggetto: AVVISO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI NECESSARI PER LE ATTIVITA'

Dettagli

Interreg Adrion al via il primo bando!

Interreg Adrion al via il primo bando! La Newsletter di UPEL Bandi e finanziamenti europei A cura di Unione Provinciale Enti Locali Newsletter n. 2 18 febbraio 2016 http://www.upel.va.it Interreg Adrion al via il primo bando! Il programma ADRION

Dettagli

Modulo 4 La pianificazion ne delle attività trasversali

Modulo 4 La pianificazion ne delle attività trasversali Modulo 4 La pianificazion ne delle attività trasversali Unità 4.1 L identificazione e delle azioni di disseminazione Cosa si intende per disseminazione Processo pianificato volto a fornire informazioni

Dettagli

PILASTRI DELLA POLITICA

PILASTRI DELLA POLITICA PILASTRI DELLA POLITICA DI SOSTEGNO EUROPEA STRATEGIA DI LISBONA 13.12.2007 firma del Trattato di Lisbona 1.12.2009 entrata in vigore del Trattato che modifica il Trattato sull UE e del Trattato che istituisce

Dettagli