322/98; tali documenti riguardano il modello CUD dei lavoratori dipendenti, le certificazioni delle ritenute d acconto su professionisti e soggetti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "322/98; tali documenti riguardano il modello CUD dei lavoratori dipendenti, le certificazioni delle ritenute d acconto su professionisti e soggetti"

Transcript

1 322/98; tli documenti rigurdno il modello CUD dei lvortori dipendenti, le certificzioni delle ritenute d cconto su professionisti e soggetti che svolgono ttività d impres (genti e rppresentnti) e le certificzioni sugli utili corrisposti; 2. entro il 31.7 devono invire telemticmente il 770 semplificto (ossi quello reltivo lle certificzioni di cui sopr: dipendenti, professionisti, rppresentnti e collborzioni); 3. entro il 31.7 devono invire telemticmente il 770 ordinrio (ossi quello contenente gli ulteriori dti necessri per liquidzione e controllo d prte del Fisco; es. ritenute su redditi di cpitli). Chi h semplificto ed ordinrio deve trsmettere i qudri rissuntivi ST/SV/SX di entrmbi i modelli con il 770 ordinrio; potrà in lterntiv presentre il 770 semplificto comprensivo dei prospetti ST/SV/SX solo nel cso in cui non sino stte operte compenszioni interne fr i versmenti ttinenti i due modelli ordinrio e semplificto. È inoltre previst l possibilità di suddividere il 770 semplificto per l invio distinto delle comuniczioni reltive l lvoro dipendente e utonomo, condizione che non sino stte effettute compenszioni interne fr i versmenti reltivi i due tipi di redditi. 112

2 DIPENDENTI: RETRIBUZIONI e CONTRIBUTI - Artt. 95 / 100 / 2425 / 2427 Se le retribuzioni (e conseguenti contributi) reltive l mese di dicembre, compres l 13^, non sono stte contbilizzte occorre procedere in sede di scritture di integrzione. Indictivmente: Slri industrili c.e. B.9. retribuzioni lorde Stipendi c.e. B.9. Retribuzioni lorde Inps c/ contributi s.p. Pss. D.13 nticipzioni per c/ Inps (Assegni fmiliri, mltti, mternità, congedo mtrimonile) Dipendenti c/ retribuzioni contributi crico dipendenti Dipendenti c/ retribuzioni ritenute fiscli Dipendenti c/ retribuzioni contributi sindcli Inps c/ contributi fisclizzzione oneri socili (Oic n. 12) Contributi industrili c.e. B.9.b contributi operi crico ditt Contributi mministrtivi contributi impiegti crico ditt Dipendenti c/ retribuzioni s.p. Pss. D.14 Dipendenti c/ retribuzioni Dipendenti c/retribuzioni Inps c/ contributi Errio c/ ritenute dipendenti s.p. Pss. D.12 Sindcti c/ ritenute s.p. Pss. D.14 Contributi... c.e. B.9.b Inps c/ contributi Inps c/ contributi INAIL H funzione di grntire un protezione snitri ed economic i lvortori infortunti o colpiti d mlttie professionli, nonché di fornire ssistenz economic i superstiti del lvortore deceduto. Il costo dell ssicurzione grv esclusivmente sul dtore di lvoro medinte il pgmento di pposito premio. Il dtore di lvoro entro il 16 febbrio di ogni nno deve provvedere i seguenti dempimenti: - nel cso in cui presum di erogre per l nno in corso un importo di retribuzioni inferiori quello corrisposto l nno precedente, deve presentre pposit comuniczione motivndo l riduzione delle retribuzioni presunte; - l pgmento del premio nticipto per l nno in corso sull bse delle retribuzioni effettive dell nno precedente o sulle minori retribuzioni presunte comunicte; - ll regolzione del premio reltivo ll nno precedente sull bse delle retribuzioni effettive dell nno stesso. L somm dovut ll INAIL può essere verst in unic soluzione oppure rtelmente. A fine esercizio per il premio di competenz: Inil c.e. B.9.b Inil c/ premi s.p. Pss. D.13 Crediti verso Inil s.p. Att. C.II.5 Inil Secondo il Oic n. 12 l Inil v tr gli oneri socili. Gli Uffici fiscli controllno se i costi dei dipendenti esposti in bilncio corrispondono con il Mod Predisporre un prospetto di rccordo delle eventuli differenze. FERIE DEI DIPENDENTI Ai sensi dell rt 36 dell Costituzione le ferie sono un diritto irrinuncibile, nel senso che sono vietti gli ccordi individuli tendenti d impedirne l fruizione e/o finlizzti ll monetizzzione, come previsto dll'rt. 10 del D. Lgs. 66/2003, il qule h fissto in quttro settimne il periodo di ferie nnule che non può essere sostituito dll'indennità sostitutiv. Solmente in cso di cesszione del rpporto di lvoro tutte le ferie non godute devono essere trmutte in indennità sostitutiv. Le ferie possono essere godute: ) intermente nel corso dell'esercizio; b) przilmente nel corso dell esercizio, m con l obbligo di effetture lmeno due settimne nell nno di mturzione. Le restnti due settimne devono essere godute entro i 18 mesi successivi il termine dell'nno di mturzione; c) oltre il mturto. 113

3 Le somme corrisposte titolo di indennità per ferie non godute ll cesszione del rpporto di lvoro sono considerte elementi dell retribuzione imponibile (Css. n del CTR di Torino del ). Il criterio di tsszione è il seguente (Min. Fin. not n del ): - indennità riferite lle ferie mturte nell'nno di cesszione: tsszione ordinri; - indennità riferite lle ferie mturte nell'nno precedente, ovvero per le 2 settimne che possono essere godute nei 18 mesi successivi l'nno mturzione: tsszione ordinri; - indennità per ferie non godute riferite d nni precedenti (escluse dl precedente punto): tsszione seprt secondo i criteri previsti per gli emolumenti rretrti. A fine esercizio, per le ferie non godute, m di competenz: Retribuzioni per l retribuzione lord Contributi per contributi crico dell'impres All ripertur dei conti: Dipendenti c/ ferie giroconto inizile Istituti c/ ferie giroconto inizile Dipendenti c/ ferie Istituti c/ ferie Retribuzioni Contributi 14^ MENSILITA' L 14^ mensilità h un periodo di mturzione ( ) che non coincide con l'nno solre. Per le società che ne sono soggette (es. commercio ingrosso e minuto, lberghi e pubblici esercizi; industri: lpide, depurzione e nettezz urbn, trsporti e spedizioni, limentri, impiegti nell'edilizi) e con esercizi coincidenti con l nno solre, è necessrio contbilizzre, fine esercizio, l quot mturt ( ) che srà pgt l nno successivo. Retribuzioni per l retribuzione lord Contributi per contributi crico dell'impres All ripertur dei conti Dipendenti c/ 14^ giroconto inizile Istituti c/ 14^ giroconto inizile Dipendenti c/ 14^ Istituti c/ 14^ Retribuzioni Contributi COMPETENZE ARRETRATE Le competenze rretrte pgte i dipendenti, derivnti dl rinnovo del contrtto di lvoro, vente efficci in prte retrottiv, sono imputbili ll esercizio nel qule si perfezion il nuovo contrtto, in bse l qule si relizz il requisito dell certezz del personle godere di un diverso trttmento economico, null rilevndo qunto previsto ll rt. 14.4/600 e ll rt bis n. 4 c.c. (R.M. 9/167 del ). OMESSI VERSAMENTI DELLE RITENUTE PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI L omesso versmento delle ritenute previdenzili e/o ssistenzili operte dl dtore di lvoro sulle retribuzioni dei lvortori dipendenti è punito con l reclusione fino tre nni e con l mult fino d euro 1.033,00. L norm non si pplic nel cso in cui il dtore di lvoro provved l versmento di dette ritenute entro il termine di tre mesi dll contestzione e dll notific dell vvenuto ccertmento dell violzione. ASSICURAZIONI INFORTUNI DIPENDENTI Le ssicurzioni sugli infortuni, qundo sono stipulte per coprire i rischi che possono derivre dll'ttività lvortiv, non costituiscono vntggi imponibili, essendo direttmente ed esclusivmente stipulte tutel delle responsbilità del dtore di lvoro (beneficirio); esse, quindi, rilevno esclusivmente come costo deducibile inerente ll'ttività dell'impres. Nel cso in cui l impres devolv volontrimente prte o tutt l somm ricevut fvore del lvortore, dovrà ssoggettrl tsszione (R.M. 200/E/2001). Qundo invece sono stipulte per coprire nche o esclusivmente il rischio di infortuni extrlvortivi costituiscono benefici tssbili in cpo l dipendente, con possibilità di beneficire delle detrzioni previste. L indennità per infortunio h ntur risrcitori (C.M. 1 del ). 114

4 PREMIO INCENTIVANTE (c.e.: B.9) C.c. - Possono verificrsi due csi (vedi nche Oic n. 29): - l quntificzione del premio, vviene dopo l dt di chiusur dell esercizio, m prim dell dt di predisposizione del bilncio - l importo del premio deve essere recepito in bilncio; - l quntificzione vviene in dt successiv - dovrà essere inserit in bilncio un stim del premio. Fisco - L erogzione del premio divent cert solo con l deliber del C.d.A. che dispone l ssegnzione; mnc quindi il requisito dell certezz richiesto dll rt Anche l quntificzione viene spesso res possibile solo nell esercizio successivo. Per questi motivi l A.F. h mmesso l deducibilità solo nell esercizio successivo quello di competenz. Con sentenz n del l Css. h invece ritenuto che il termine entro cui devono mnifestrsi i requisiti di cui ll rt. 109 (certezz e determinbilità) è l redzione e presentzione dell dichirzione dei redditi. Poiché certezz e determinbilità si mnifestno prim di dette scdenze, i premi srebbero intermente deducibili nell esercizio in chiusur. PRESTITI A DIPENDENTI O COLLABORATORI (non mministrtori) I prestiti rppresentno crediti dell impres d inserire ll voce C.II.5 Crediti verso ltri. Costituisce beneficio tssbile in cpo l dipendente o collbortore il 50% dell differenz tr l importo degli interessi clcolto l tsso ufficile di riferimento vigente l termine di ciscun nno e l importo degli interessi clcolto l tsso pplicto l dipendente o collbortore. In cso di licenzimento in corso d nno il dtore di lvoro frà riferimento l tsso vigente l momento di effettuzione del conguglio. SOMME EROGATE A SEGUITO DI TRANSAZIONE GIUDIZIALE (o dirett con l Istituto) Le somme erogte i dipendenti in sede di trnszione e concilizione, collegte o collegbili ll'intercorso rpporto di lvoro, dovrebbero essere deducibili nell'esercizio in cui si verific l condizione dell certezz del debito (rt. 109); occorre però tenere presente che lo stesso rticolo pone nche l competenz, come condizione essenzile per l deducibilità. E necessrio quindi fre delle distinzioni. 1) Somme pgte per degumento dello stipendio rispetto i minimi contrttuli, per il riconoscimento di un diverso livello retributivo o di lvoro prestto l di fuori delle ore ordinrie, per il riconoscimento dello sttus di lvortore dipendente, per l richiest di dnni conseguenti l'illegittimo o l'ingiustificto licenzimento, ecc.: reddito per il dipendente e costo (soprvvenienz pssiv) deducibile per l'impres. 2) Somme pgte seguito di zione giudizile sfumt, che ppre prevlentemente un ripicc: come 1). 3) Somme pgte per chiudere un zione giudizile inizit per uno qulsisi dei motivi di cui i punti precedenti, m che dl verble di concilizione ppiono verste come liberlità: non imponibili in cpo l beneficirio e non deducibili per l'impres. 4) Somme pgte titolo di risrcimento di dnni non ptrimonili o morli: non tssbili in cpo l beneficirio e deducibilità d verificrsi di volt in volt per l'impres. Fisclmente l competenz si verific l momento di perfezionmento dell ccordo, m civilisticmente c è obbligo di ccntonre un somm già dll inizio dell zione. CONTRIBUTI INPS DIPENDENTI NON VERSATI In cso di mncti/ ritrdti versmenti di contributi previdenzili e ssistenzili per i dipendenti: - i contributi sono deducibili i fini Ires ed indeducibili i fini Irp (slvo: contributi Inil, contributi per pprendisti, per c.f.l. e disbili che sono deducibili nche dll Irp); - gli interessi sono deducibili i fini Ires ed indeducibili i fini Irp; - le snzioni sono indeducibili i fini Ires ed Irp. INDENNITA DI TRASFERTA E RIMBORSI SPESE Le indennità di trsfert e i rimborsi spese consistono in somme erogte l dipendente che viene invito in trsfert, ovvero è destinto occsionlmente e tempornemente svolgere le proprie mnsioni in luogo diverso d quello in cui si trov l su sede bitule di lvoro, l fine di compensrlo del scrificio e degli oneri sostenuti. Il lvortore h diritto d essere rimborsto per le spese sostenute per l llontnmento dll sede di lvoro bitule per conto del dtore di lvoro e non per le spese sostenute per il rggiungimento dell sede di lvoro dll propri bitzione. L Css. (sent , n. 239) h esminto l ntur dei compensi dovuti per le trsferte giungendo lle conclusioni seguenti: - ntur retributiv: qundo servono soddisfre normli esigenze di vit del lvortore, remunerndo le prestzioni d lui fornite, si che si trtti di compensi in denro si in ntur, con crttere di bse oppure integrtivo, m sempre con requisiti di determintezz e di corrispettività dell oper prestt; - ntur risrcitori: qundo sono diretti d indennizzre il dipendente per prticolri condizioni disgevoli lle quli v incontro in occsionli situzioni di lvoro; - ntur restitutori: qundo tendono rimborsre l lvortore l nticipzione di costi di produzione del 115

5 dtore di lvoro. I rimborsi spese vnno innnzitutto distinti in bse ll mbito territorile e cioè per trsferte effettute: - nello stesso comune in cui oper l ziend; - fuori dl comune in cui h sede l ziend. TRASFERTE NEL COMUNE dove si trov l sede di lvoro del dipendente o mministrtore - I reltivi rimborsi sono imponibili in cpo l dipendente/mministrtore, con l unic eccezione delle spese di trsporto (txi, mezzi pubblici) comprovte d documentzione rilscit dl vettore, con esclusione, quindi, di quelle sostenute per uso di mezzi propri del lvortore (rt. 48.5; R.M. n. 232 del ; R.M. 5/879 del ). Si limit l ntur restitutori lle sole spese sicurmente documentte e si esclude l ntur risrcitori di eventuli compensi del disgio ffrontto per gli spostmenti nell mbito del territorio stesso. TRASFERTE FUORI DAL TERRITORIO COMUNALE - Sono considerte tli le trsferte in un Comune diverso d quello in cui si trov l sede bitule di lvoro e d esso distnte lmeno 10 Km. Per tli tipi di trsferte sono previsti tre metodi di rimborso/indennizzo differenziti, con i reltivi trttmenti fiscli. 1) Rimborso piè di list o nlitico: le spese documentte e rissunte in un pposit not spese vengono nliticmente rimborste dl dtore di lvoro. Non è necessrio che i giustifictivi di spes sino intestte l dipendente, m devono risultre sostenute nei luoghi e nel tempo dell trsfert (C.M , n. 188/E).Tli somme non costituiscono reddito tssbile per il lvortore dipendente / mministrtore. Può trttrsi di spese di: - vitto e/o lloggio - (rt. 95.3) cumultivmente sono deducibili per l impres nel limite mssimo giornliero di 180,75 per trsferte nzionli o 258,22 per trsferte ll estero (spese sostenute d dipendenti o d collbortori); - ltre spese documentbili o meno (es. lvnderi, telefono, mnce, prcheggio, ecc.): sono intermente deducibili per l impres; non sono imponibili in cpo l dipendente, per spese sostenute giornlmente, fino 15,49 per trsferte in Itli o 25,82 per trsferte ll estero. Documentzione necessri per l deducibilità dei rimborsi: - letter d incrico, - not spese del dipendente (deve essere nomintiv, dettglit, documentt e sottoscritt e contenere nche il dettglio di eventuli ltre spese non documentbili ), - pezze giustifictive delle spese sostenute (ftture, ricevute fiscli, scontrini, biglietti erei, ferroviri, pedggi utostrdli,...) ovvimente recnti dte e orri concordnti con l letter d incrico. E opportuno che il documento si intestto l dipendente o ll società (con indiczione nche del nomintivo del dipendente). L Circolre n. 6/E/2009 h rivisto l obbligo di cointestzione dell fttur, prevedendo che i dti dei dipendenti o dei fruitori dell prestzione sino indicti lterntivmente nel corpo dell fttur oppure in un pposit not d ess llegt. L condizione indispensbile per l deducibilità delle spese comprovte d documento non intestto (es. scontrino fiscle) è che le stesse risultino sostenute nel luogo e nei tempi dell trsfert e sino inserite nell not riepilogtiv (C.M. 188/98). Vedi nche Css. n. 6650/2006, 14570/2001, ) Rimborso forfetrio: è un indennità prestbilit corrispost prescindere dlle spese effettivmente sostenute dl dipendente. Per l impres le indennità corrisposte sono deducibili senz limite. Per il dipendente non sono imponibili entro il limite di: - 46,48 l giorno per trsferte in Itli, - 77,47 l giorno per trsferte fuori confine, l netto delle spese di viggio e trsporto sostenute e documentte, in qunto venti ntur risrcitori qule compenso di ltre spese e del disgio derivnte dll prestzione di lvoro in regime prticolre. L prte dell indennità eccedente i predetti limiti è considert di ntur retributiv. Tli limiti vlgono per intero nche se l missione viene portt termine in meno di un giornt o non comporti il pernottmento del dipendente (C.M n. 326/E). E' necessri l letter d incrico, m non serve documentre le spese sostenute, se non quelle di viggio e trsporto, nel cso in cui, sommte ll indennità corrispost, si superno i suddetti limiti di esenzione. 3) Rimborso misto: le indennità forfetrie nei limiti degli importi previsti per il rimborso forfetrio vengono ridotte di 1/3 ( 30,99 in Itli o 51,65 ll estero) qulor l ziend rimborsi l dipendente o le spese di vitto o le spese di lloggio; se l ziend rimbors l dipendente entrmbe le spese in form nlitic, gli importi vengono ridotti di 2/3 ( 15,49 in Itli o 25,82 ll estero). In cso l ziend fornisc l dipendente un somm vlere sul rimborso delle spese che il dipendente dovrà sostenere è necessrio contbilizzre un sospeso di css fr i crediti e tle erogzione è fuori cmpo Iv (rt. 2.3 lett. ) Dpr. 633/72). 116

6 Le spese che il dipendente dovesse sostenere, titolo di rppresentnz previ comunque l utorizzzione dell ziend, che non sino qulificbili come spese di trsfert o di viggio devono essere intestte ll ziend stess che procederà ll registrzione secondo le regole ordinrie RIMBORSO SPESE DI VIAGGIO E DI TRASPORTO Se fferenti spese utorizzte e documentte, nche se sotto form di indennità chilometric: - non costituiscono mi reddito in cpo l dipendente / mministrtore cui vengono rimborste, - sono deducibili per l impres. Not: le spese di trsporto (txi, mezzi pubblici, uto noleggio) sono ssimilte quelle di viggio. Vedere nche l R.M n. 54/E. Nel cso di viggi e trsporti in uto, se il dipendente utilizz un uto per l trsfert, l deduzione per l impres delle reltive spese è limitt in misur differente second che il veicolo si: - di proprietà del dipendente - l dipendente spett il rimborso d tbelle ACI reltive ll propri uto; l società potrà dedurre il costo di percorrenz fissto nel triffrio ACI per utoveicoli di potenz non superiore i 17 c. f. (benzin) o i 20 c. f. (diesel); - preso noleggio dl dipendente - l dipendente spett il rimborso dell spes sostenut indipendentemente dll'uto ust; l società potrà dedursi l spes corrispondente ll triff di noleggio reltiv d utoveicoli di potenz non superiore i 17 c. f. (benzin) o i 20 c. f. (diesel); - di proprietà dell impres (o cquisito in lesing noleggio) - se non è dto in uso promiscuo l dipendente, limite di deduzione - mmortmento e costi di gestione deducibili l 40%; - se è dto in uso promiscuo l dipendente per più di metà del periodo di impost o di possesso, l impres si deduce il 90% di tutti i costi. PRESTAZIONE SOTITUTIVA DELLA MENSA AZIENDALE TICKET RESTAURANT Non concorre formre il reddito di lvoro dipendente fino ll importo complessivo giornliero di 5,29; l importo che eccede non può pertnto essere considerto ssorbibile dll frnchigi di esenzione previst dll rt. 51.3, e quindi, concorre ll formzione del reddito di lvoro dipendente (R:M: n. 26/E/2010). COMPENSI E RIMBORSI SPESE A DIPENDENTI E ASSIMILATI (CO.CO.CO E CO.CO.PRO) COMPENSI E RIMBORSI SPESE A DIPENDENTI E ASSIMILATI reltivi l 2011 COMPENSI DEGLI AMMI- NISTRATORI reltivi l 2011 Imponibilità per il percipiente Deducibilità per l impres erognte Erogti entro il Reddito 2011 Deducibilità 2011 (criterio di competenz) Erogti entro il Reddito 2011 Deducibilità 2011 (criterio di competenz) Erogti dl Reddito 2012 Deducibilità 2011 (criterio di competenz) Erogti entro il Reddito 2011 Deducibilità 2011 (criterio di css) Erogti entro il Reddito 2011 Deducibilità 2011 (criterio di css) Erogti dl Reddito 2012 Deducibilità 2012 (criterio di css) Le imprese deducono i compensi e i rimborsi spese dipendenti e ssimilti sull bse del criterio di competenz. L unic eccezione è rppresentt dl compenso mministrtori che in bse ll rt. 95 sono deducibili per css (utilizzndo il c.d. principio dell css llrgt). PRESTITO / DISTACCO DEL PERSONALE PRESSO TERZI Il distcco/prestito del personle è mmesso se temporneo, non definitivo, e posto in essere nell interesse del dtore di lvoro distccnte. Il prestito/distcco non modific lo stto giuridico del dipendente, né dà luogo ll nscit di un nuovo diverso rpporto di lvoro; pertnto continuno grvre sull società distccnte, titolre del rpporto di lvoro, tutti gli obblighi gestionli ed mministrtivi concernenti il dipendente (retribuzioni, contributi, previdenz, mministrzione, spetti fiscli, ecc.) che costituiscono costi di esercizio deducibili i fini del reddito d impres. Iv: sono operzioni fuori cmpo Iv (ex rt L. 67/98) quelle reltive presititi/distcchi del personle, fronte dei quli è versto solo il rimborso del reltivo costo (retribuzione, oneri previdenzili e contrttuli). Se le somme rimborste sono invece superiori (o inferiori) l costo, l inter operzione è soggett d Iv con liquot ordinri. In tle specific ipotesi, l operzione è sempre soggett d imposizione nel Pese del committente, secondo l regol generle del nuovo rt. 7-ter Dpr 633/72 (prestzioni servizi c.d. businnes to businnes ). Le modlità di tsszione, prevedono l ppliczione del meccnismo de reverse chrge e più 117

7 precismente: - se il presttore è residente nell Unione europe, il committente itlino h l obbligo di integrre l fttur ricevut dl presttore e di presentre il modello Intr 2-quter; - se il presttore non è residente nell Unione europe, il committente itlino h l obbligo di emettere utofttur. R.M. n. 346/2002/E - Il prestito di personle è soggetto d Iv se si inqudr nel contesto di un prestzione compless (es. ffitto di mcchinri e prestito del personle); quindi l intero corrispettivo è soggetto d Iv. Impost di registro: l convenzione post in essere tr distccnte e distcctrio scont l impost di registro in termine fisso; se sono concluse trmite scmbio di corrispondenz, solo in cso d uso. Irp: si i rimborsi ricevuti dl distccnte, si l onere sostenuto dl distcctrio, non concorrono ll formzione dell bse imponibile. R..: Non sono ssoggettbili r.. i redditi di lvoro dipendente, i fringe benefit (uto ziendle, bitzione ecc.) e i rimborsi spese percepiti d personle estero distccto in Itli e ivi tssto (nche se erogti direttmente dll distcctri residente) Ris. Direzione Regionle Veneto n del Lvoro interinle - Vedi prgrfo: Lvoro interinle. DIPENDENTI CHE LAVORANO ALL ESTERO I dipendenti che lvorno ll estero pur conservndo l residenz in Itli, hnno diritto l recupero delle imposte pgte ll estero sotto form di credito di impost (R.M. 12/2002/E). TRASFERTISTI - Art. 51 Si trtt dei lvortori tenuti per contrtto svolgere le proprie prestzioni in luoghi sempre diversi e per i quli, mncndo un sede fiss di lvoro, non è possibile prlre di trsfert. Le indennità o mggiorzioni di retribuzione ttribuite loro contrttulmente per tutti i giorni retribuiti, non sono legte ll effettuzione o meno di un trsfert. Tli indennità o mggiorzioni di retribuzione sono imponibili, si i fini fiscli che previdenzili, nell misur del 50% del loro mmontre. PATTO DI NON CONCORRENZA L rt sncisce che il ptto con il qule si limit lo svolgimento dell ttività del presttore di lvoro per il tempo successivo ll cesszione del contrtto, è nullo se non risult d tto scritto, se non è pttuito un corrispettivo e se il vincolo non è contenuto entro determinti limiti di oggetto, di tempo e di luogo. L durt non può essere superiore 5 nni per i dirigenti ed 3 nni per gli ltri. Per il dtore di lvoro, ll mturzione del corrispettivo del ptto, si possono presentre due strde: - cpitlizzzione del costo, se si ritiene (in bse l Oic n. 24) sino produttivi di benefici per l impres lungo l rco temporle di più esercizi (ttenzione l consenso del Collegio sindcle); - imputzione costo di esercizio, in cso contrrio. L scelt civilistic condizion il comportmento fiscle (rt ). Per il lvortore il compenso concorre ll formzione del reddito di lvoro dipendente. Il compenso per il ptto di non concorrenz, che può essere, in form fiss o percentule dell retribuzione, purché si congruo e proporzionto ll'obbligo imposto, in relzione ll riduzione delle possibilità di gudgno (Css. n del ), può essere erogto: ) durnte il rpporto, b) ll su conclusione, c) successivmente ll cesszione. Il corrispettivo erogto in percentule sull retribuzione è ssoggettto contributi previdenzili (Css. n del ). Regime contributivo - Qulor il corrispettivo del ptto di non concorrenz veng erogto con cdenz mensile (o ltr cdenz) mentre il rpporto di lvoro è in corso, rientr nell bse imponibile contributiv previdenzile. - Se è erogto un tntum ll fine del rpporto: non è ssoggettto contributi. - Se è erogto dopo l cesszione del rpporto non è ssoggettto d lcun contribuzione. Regime fiscle - Erogzione continutiv durnte il rpporto di lvoro: soggetto Irpef tsszione ordinri. - Erogzione in toto l termine del rpporto: soggett Irpef col sistem dell tsszione seprt. - Erogzione in un momento successivo ll'vvenut cesszione del rpporto: pgmento di somm fronte di un obbligo di "fre, non fre, permettere, con ritenut fiscle del 20%. CESSIONE DI BENI CHE L AZIENDA PRODUCE O COMMERCIALIZZA A PREZZO RIDOTTO Ai sensi dell rt Dpr 917/86 l differenz tr il prezzo di listino/vlore normle e l importo eventulmente corrisposto dl dipendente l lordo dell Iv, concorre formre il reddito del dipendente/collbortore. L documentzione che l ziend deve rilscire l dipendente è quell ordinri. 118

8 OPERAZIONE A PREMIO e VIAGGI PREMIO In cso di ssegnzione di premi in mbito di operzioni premio (DPR 430/2001), l operzione è riconducibile, nche se il premio è corrisposto d terzi, reddito di lvoro dipendente e pertnto d ssoggettre ritenut titolo d cconto i sensi rt. 23/600 (R.M. 101 del ). OMAGGI AI DIPENDENTI Gli omggi dipendenti rientrno tr i costi del personle deducibili nei limiti posti dgli rt. 51, 95 e 100. Sono intermente deducibili i sensi dell rt e non costituiscono reddito per il dipendente: - gli omggi ftti in occsione di ricorrenze o festività, rigurdnti l ziend e/o i dipendenti; - gi omggi rivolti ll generlità o ctegorie di dipendenti (l C.M. 326/97 precis che ctegori deve essere inteso in senso lto, quindi nche tutti i dipendenti che si sposno, i quli nsce un figlio, ecc); - gli omggi il cui vlore normle complessivo nnuo non super 258,23: se il limite viene superto, il vlore concorre per intero formre il reddito del dipendente; - i sussidi occsionli, indipendentemente dl vlore, se sono concessi: - in occsione di rilevnti esigenze personli o fmiliri del dipendente; - fvore dei dipendenti vittime dell usur; - fvore dei dipendenti mmessi godere delle erogzioni pecunirie ristoro dei dnni conseguiti seguito di rifiuto opposto richieste estorsive. Sono deducibili entro il limite del 5 per mille delle spese per prestzioni di lvoro dipendente i sensi dell rt. 1- le erogzioni che rientrno tr le spese ricretive (es. brindisi ugurli e prnzi socili; in questo senso C.T.C. Sez. XII dec. n del ); Ai fini Iv L R.M. n del h disposto l indetribilità dell Iv sugli cquisti di beni non oggetto dell ttività dti in omggio i dipendenti. Pur essendoci delle interpretzioni contrrie, si consigli di non detrrre l Iv sugli cquisti di omggi dipendenti; l corrispondente cessione grtuit costituisce operzione fuori cmpo Iv i sensi dell rt. 2.2 n. 4 (l contrrio, l cessione di beni oggetto dell ttività è sempre soggett d Iv). Inps: gli omggi dipendenti sono soggetti contribuzione previdenzile solo se costituiscono benefit per il dipendente. Vlore normle - Per vlore normle si intende il prezzo medimente prticto per i beni ed i servizi dell stess specie o similri, in condizioni di liber concorrenz e l medesimo stdio di commercilizzzione, nel tempo e nel luogo in cui i beni o servizi sono cquisiti o prestti e, in mncnz, nel tempo e nel luogo più prossimi. Per le ziende che effettuno cessioni i grossisti si dovrà fre riferimento l prezzo medio, l lordo dell Iv, prticto i grossisti, sull bse di eventuli listini, senz tener conto degli sconti d uso. SERVIZIO DI TRASPORTO Non concorrono formre il reddito di lvoro dipendente e sono deducibili per l impres le spese per i servizi di trsporto - collettivo, - reso ll generlità dei dipendenti o di ctegorie di dipendenti, - per il trsferimento dll bitzione (o centro di rccolt) l luogo di lvoro, - purché il servizio si effettuto direttmente dll impres o - ppltto terzi, purché il dipendente resti estrneo l rpporto con il vettore. Null viet che il dipendente concorr in prte l costo del servizio (Assonime circ. 25/98; C.M. 326/97). AZIONI AI DIPENDENTI - STOCK OPTIONS Se l ssegnzione delle zioni è rivolt ll generlità dei dipendenti o determinte ctegorie di dipendenti (rt. 51.2, lett. g) il vlore delle zioni stesse, fino d un mssimo di 2.065,83 per ciscun periodo d impost (che operno come un frnchigi), non concorre formre reddito d lvoro dipendente. Se i dipendenti beneficino di diverse ssegnzioni di zioni nello stesso periodo, si titolo grtuito che oneroso, si dovrà procedere ll somm per verificre che quest non ecced il suddetto limite e l prte eccedente verrà ssoggettt tsszione qule reddito di lvoro dipendente (R.M. 97/E/2005). L non imponibilità è esclus qulor, prim del decorso di tre nni dll ssegnzione, vengno ricquistte dll società emittente o dl dtore di lvoro o cedute (R.M. 3/E/2002). Qulor le zioni sino cedute prim del predetto termine, l importo che non h concorso formre il reddito l momento dell cquisto è ssoggettto tsszione nel periodo di impost in cu vviene l cessione. Determinzione del vlore: per le zioni quotte, si f riferimento l vlore normle (i sensi dell rt. 9); per le zioni non quotte, si f riferimento l vlore del ptrimonio netto dell società e non l ptrimonio contbile, vlore risultnte d un relzione giurt di stim cui si pplic l rt. 64 del C.P.C., redtt d soggetti iscritti nell lbo dei dottori commercilisti, rgionieri e revisori contbili (C.M. 112/E/1999). Vi è un divers disciplin se i pini di stock option sono individuli, rivolti, cioè, determinti dipendenti. Fino prim del 4/7/2006, i pini di stock option venivno gevolti nell tsszione; in seguito i D.L. 223 e 262/2006 con l modific dell letter g-bis Tuir il mntenimento del regime di impost sostitutiv del 12,50% si h or solo se: 119

9 - l opzione si esercitbile non prim che sino scduti tre nni dll su ttribuzione; - l momento in cui l opzione è esercitbile, l società risulti quott in mercti regolmentti; - possesso per 5 nni dll opzione del vlore dell importo delle zioni che non h concorso formre il reddito di lvoro dipendente. L R.M , n. 316/E h ritenuto pplicbili le gevolzioni fiscli lle opzioni esercitte nel rispetto del periodo minimo prescritto e derivnti d pini stock optino prtiti prim dell entrt in vigore dell nuov normtiv, nche qundo lcuni dipendenti bbino già esercitto il loro diritto di opzione senz rispettre il requisito del vesting period minimo, mentre l R.M n. 366/E h fornito preciszioni sull decorrenz delle nuove disposizioni. TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO L rt. 105 disciplin l deducibilità degli oneri reltivi lle prestzioni di lvoro d ccntonrsi nnulmente per competenz per essere poi corrisposti ll cesszione del rpporto. Le quote di indennità non dedotte negli esercizi di competenz non possono essere recuperte in seguito; ci sono tuttvi due risoluzioni (R.M. 9/1192 dell e n. 9/1189 del ) che mmettono il recupero solo l momento del licenzimento. Con l introduzione dell riform dell previdenz complementre divent un obbligo effetture il clcolo del Tfr mturto con periodicità mensile, in qunto necessrio per versre tle importo i reltivi fondi di previdenz scelti di lvortori o l Fondo di Tesoreri dell Inps. In sostnz solo per le imprese con meno di 50 ddetti rimne l possibilità di mntenere il Tfr mturto in ziend, con le medesime scritture contbili utilizzte in pssto; tle opzione si può sovrpporre, nell medesim ziend, con l obbligo di devoluzione del Tfr mturto i Fondi di previdenz complementre scelti d ltri dipendenti. Per le ziende con lmeno 50 ddetti il Tfr non rimne più in ziend, nonostnte l scelt del dipendente in tl senso, m si deve provvedere l versmento l fondo di Tesoreri dell Inps. In ziend rimne solo il Tfr mturto fino l , che deve essere rivlutto nnulmente. In cso di devoluzione del Tfr mturto, cmbi l ntur contbile del vlore, che deve pertnto essere inserito nello Stto ptrimonile non più in qulità di fondo Tfr, m come debito breve che è periodicmente nnullto l momento del versmento. Nell not integrtiv è richiest l indiczione delle scelte operte di lvortori dipendenti in merito ll destinzione del Tfr mturto dll Dunque le scelte possono essere così rissunte: 1. Il Tfr è rimsto in ziend. 2. Il Tfr è stto destinto d un fondo di previdenz complementre. 3. Il Tfr è stto destinto l Fondo pensione istituito presso l Inps. Gli ccntonmenti per trttmenti di fine rpporto rigurdno: - Fondo trttmento di fine rpporto (disciplinto dll rt. 2120), ppostto c.e. B. 9.c Trttmento di fine rpporto - s.p. C Fondo trttmento di quiescenz e simili; b - Fondi di previdenz, quli fondi pensione interni, sostitutivi o integrtivi (rt. 2117), ppostti c.e. B.9.d Trttmento di quiescenz - s.p. B.1 Fondo trttmento di quiescenz e simili; c - Fondi indennità per l cesszione dei rpporti di genzi, ppostti c.e. B.9.d Trttmento di quiescenz - s.p. B.3 Altri fondi per rischi ed oneri; d - Fondi indennità percepite d sportivi professionisti, ppostti c.e. B.9 d Trttmento di quiescenz - s.p. B.3 Altri fondi per rischi ed oneri; - Per l'ccntonmento dell'indennità mturt nell esercizio, second dell destinzione: Ind. licenzimento mturt c.e. B.9.c Fondo trttmento fine rpporto lvoro subordinto s.p. C Indennità licenzimento mturt c.e. B.9.c Debiti v/so Fondi Pensione s.p. D.14 Indennità licenzimento mturt c.e. B.9.c Debiti v/so Tesoreri Inps s.p. D.13 I mggiori ccntonmenti necessri per degure il fondo indennità soprvvenute modificzioni normtive e retributive (rt. 105) sono fisclmente deducibili: - per intero nell'esercizio dl qule hnno effetto le modificzioni, o - per quote costnti nell'esercizio stesso e nei due successivi. Civilisticmente devono essere imputti per intero ll'esercizio in cui è sorto l'obbligo di degumento. Se fisclmente si intende suddividere in tre esercizi, occorrerà recuperre sull'unico tr le vrizioni in umento i 2/3 dell'importo (oppure l'intero importo llocndo poi 1/3 tr le vrizioni in diminuzione); nei due successivi esercizi vrizioni in diminuzione per 1/3. - Per l'degumento (intero mmontre): 120

10 Indennità licenzimento mturt 121 Fondo trttmento fine rpporto lv. subordinto Se c'è un POLIZZA ASSICURATIVA per grntire il trttmento di fine rpporto i dipendenti, il vlore non deve essere compensto m deve essere inserito in ttivo di s.p.; Polizz Tfr - Dipendenti v inserito tr Crediti verso ltri C.II.5 o Attività finnzirie immobilizzte B.III.2 lett. d, second dell ntur. Al pgmento dei premi: Polizz Tfr Dipendenti (voce di s.p.) Bnc c/c - ll fine di ciscun esercizio, per l quot di competenz: Indennità licenzimento mturt Fondo Tfr Dipendenti - l momento dell cesszione del rpporto, per l liquidzione dell'indennità ccntont: ==/== Dipendenti c/ liquidzione Fondo Tfr - Dipendenti Indennità licenzimento liquidt (quot Tfr reltiv ll esercizio in corso) Indennità di prevviso (in cso di licenzimento senz prevviso) Dipendenti c/liquidzione ==/== Bnc c/c Errio c/ritenute - l momento dell'incsso del cpitle ssicurto (polizze nte ): ==/== Css o Bnc c/c (per l importo netto incssto) Imposte Indeducibili (ritenut 12,50%) ==/== - l momento dell'incsso del cpitle ssicurto (polizze dl ): ==/== Css o Bnc c/c (per l importo netto incssto) Errio c/ r.. Polizz Tfr Dipendenti (tot. premi pgti) Proventi vri (differenz l lordo impost tr premi pgti e cpitle riscosso; d riprendere nell dichirzione dei redditi) ==/== Polizz Tfr Dipendenti (tot. premi pgti) Proventi vri (differenz l lordo impost tr premi pgti e cpitle riscosso) CESSAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO. L indennità mturt dll'inizio dell esercizio fino ll dt di cesszione del rpporto, si imput direttmente costo (indennità di fine rpporto liquidt B.9.c). Reltivmente ll quot mturt fino ll chiusur dell esercizio precedente l cesszione: ) le indennità mturte fino ll chiusur del precedente esercizio corrispondono quelle già imputte costo - dett indennità ndrà stornt dl fondo; b) le indennità mturte fino ll fine dell esercizio precedente e l cesszione del rpporto di lvoro sono inferiori quelle ccntonte, cus errori o dimenticnze - l differenz costituisce soprvvenienz pssiv fisclmente indeducibile, d riprendere in Unico (m le R.M. 9/1192 dell e n. 9/1189 del ne mmettono l deducibilità); c) ci sono stte recenti modifiche normtive, che non sono stte ncor imputte, in tutto o in prte, l fondo - l differenz v imputt costo nell esercizio dell cesszione del rpporto. RIVALUTAZIONE DEL TFR - IMPOSTA SOSTITUTIVA L rt c.c. prevede che il Tfr si composto d un quot cpitle e d un quot finnziri, pri ll rivlutzione dell mmontre del fondo mturto l dell nno precedente. L rivlutzione è compost d un prte fiss, pri ll 1,50% più un prte vribile pri l 75% dell umento dell indice Istt per le fmiglie di operi e impiegti. L quot cpitle è ssoggettt ll tsszione seprt, mentre l quot finnziri è soggett d un impost sostitutiv definitiv ttulmente dell 11%. L impost sostitutiv nticipt nnulmente dll ziend v imputt riduzione del fondo. Al momento del-

11 l cesszione del rpporto di lvoro subordinto il dipendente percepirà il Tfr l netto delle imposte su di esso grvnti e già decurtto dell impost sostitutiv verst dll impres. L impost deve essere verst in due quote: - cconto pri l 90% delle rivlutzioni mturte nell nno precedente (metodo storico) o scelt delle rivlutzioni che mturno nell nno per il qule l cconto stesso è dovuto (metodo previsionle), entro il giorno dell nno di competenz (codice 1712); - sldo (differenz fr impost dovut e cconto versto), entro il 16.2 dell nno successivo (codice 1713). Scritture contbili: rivlutzione nno precedente: 5.250,00 rivlutzione mturt nell nno : 5.064,00 impost sostitutiv dovut: (5.064,00 x 11%) = 557,04 cconto versto : (5.250,00 x 90%) x 11% = 519,75 sldo dovuto : (557,04 519,75) = 37,29 Per il versmento dell cconto dell impost sostitutiv: Acconto impost sostitutiv D.Lgs 47/00 Bnc c/c 519,75 Per l rilevzione del debito per impost sostitutiv l 31 Dicembre ed il pgmento del sldo l 16 Febbrio del mese successivo: Fondo T.F.R. Debiti per impost sostitutiv 557,04 Debiti per impost sostitutiv ==/== Acconto impost sostitutiv Bnc c/c 519,75 37,49 557,04 Il versmento deve vvenire trmite Mod. F24; sono pertnto pplicbili le disposizioni che consentono l compenszione con ltre imposte o contributi. Può essere utilizzto nche il credito di impost derivnte dl versmento dell nticipo di impost sul Tfr ed in questo cso l importo compensto non rilev i fini dell determinzione del limite di In cso di operzioni societrie strordinrie, gli obblighi di versmento dell'impost sostitutiv sulle rivlutzioni dell'11% sono dempiuti:. nel cso in cui non interveng l'estinzione dei soggetti preesistenti: - dl soggetto originrio, reltivmente l personle per il qule non si verific un pssggio presso ltri dtori di lvoro; - dl soggetto presso il qule si verific, senz interruzione del rpporto di lvoro, il pssggio di dipendenti e del corrispondente TFR mturto, reltivmente detti dipendenti; b. nel cso in cui interveng l'estinzione del soggetto preesistente: - dl soggetto estinto fino ll dt di efficci dell'operzione societri; - dl nuovo soggetto risultnte dll'operzione societri. 122

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI

PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI PERDITE SU CREDITI E SVALUTAZIONE CREDITI Codice civile: I crediti devono essere iscritti secondo il vlore presumibile di relizzzione; quindi già l netto dell svlutzione derivnte dl monitorggio di ciscun

Dettagli

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE Riservto ll Poste itline Sp N. Protocollo t di presentzione UNI CONORME AL PROVVEIMENTO AGENZIA ELLE ENTRATE EL 000 E SUCCESSIVI PROVVEIMENTI Periodo d'impost 0 COGNOME COICE ISCALE Informtiv sul trttmento

Dettagli

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI GUIDA ll ASSUNZIONE e ll CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI Aggiornt l 31 gennio 2015 PROGRAMMA POT Pinificzione Territorile Opertiv PROGRAMMA POT Pinificzione

Dettagli

Sommario GIOVANI... 5 DONNE... 7. iscritti nelle liste. di mobilità IRAP... 24. Basilicataa. Piemontee Sicilia Toscana.

Sommario GIOVANI... 5 DONNE... 7. iscritti nelle liste. di mobilità IRAP... 24. Basilicataa. Piemontee Sicilia Toscana. lle ASSUN ZIONI AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIO NI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALII Guid 2013 PROGRAMMAA POT Pinificzione territorile opertiv Aggiornt l 31 dicembre 20133 Sommrio PRINCIPI GENERALI... 4 GIOVANI...

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi 11. Attività svolt dll Agenzi, risorse e spetti orgnizztivi 11.1 Attività istituzionle svolt i sensi dell Deliberzione istitutiv In un vlutzione complessiv delle ttività svolte dll Agenzi i sensi dell

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ai sensi dell art. 26 della Legge 116/2014

ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ai sensi dell art. 26 della Legge 116/2014 ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI i sensi dell rt. 26 dell Legge 116/2014 (c.d. Legge Copetitività ) Ro, 3 novebre 2014 Indice 1. Contesto

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è:

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è: Titolzione Acido Debole Bse Forte L rezione che vviene nell titolzione di un cido debole HA con un bse forte NOH è: HA(q) NOH(q) N (q) A (q) HO Per quest rezione l costnte di equilibrio è: 1 = = >>1 w

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA Modello 9/11 DIHIRZIONE DI INIZIO TTIVITÀ, VRIZIONE DTI O ESSZIONE TTIVITÀ I FINI IV (IMPRESE INDIVIDULI E LVORTORI UTONOMI) Informativa sul dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del

Dettagli

Fringe benefits e rimborsi spese ai lavoratori: trattamento fiscale

Fringe benefits e rimborsi spese ai lavoratori: trattamento fiscale Fringe benefits e rimborsi spese ai lavoratori: trattamento fiscale Mauro Porcelli 1 I fringe benefits sono emolumenti aggiuntivi della retribuzione costituiscono vantaggi accessori servono a motivare

Dettagli

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo Istituto di Antropologi dell Regi Università di Rom Vrizioni di sviluppo del lobo frontle nell'uomo pel Dott. SERGIO SERGI Libero docente ed iuto ll cttedr di Antropologi. Il problem dei rpporti di sviluppo

Dettagli

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo 232 Definizione ed ttitudini 232 Serie 233 Vrinti 233 Tollernze e giochi 234 Elementi di clcolo 236 Crtteristiche

Dettagli

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone 3 Questionrio Quesito 1 Provre che un sfer è equivlente i /3 del cilindro circoscritto. r 4 3 Il volume dell sfer è 3 r Il volume del cilindro

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14)

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14) . Funzioni iniettive, suriettive e iiettive (Ref p.4) Dll definizione di funzione si ricv che, not un funzione y f( ), comunque preso un vlore di pprtenente l dominio di f( ) esiste un solo vlore di y

Dettagli

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC)

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC) 4. Trsporto pubblico non di line: txi e noleggio con conducente (NCC) L domnd di mobilità dei cittdini incontr un corrispondente offert delle diverse modlità di trsporto, sull bse delle crtteristiche degli

Dettagli

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio "Mercury Premier"

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio Mercury Premier Grzie per vere cquistto uno dei migliori motori fuoribordo sul mercto che si rivelerà un ottimo investimento per l nutic d diporto. Il fuoribordo è stto fbbricto d Mercury Mrine, leder internzionle nel

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Definizioni fondamentali

Definizioni fondamentali Definizioni fondmentli Sistem scisse su un rett 1 Un rett si ce orientt qundo su ess è fissto un verso percorrenz Dti due punti qulsisi A e B un rett orientt r, il segmento AB che può essere percorso d

Dettagli

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1).

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1). D.Lgs. 29-12-2006 n. 311 Disposizioni correttive ed integrtive l D.Lgs. 19 gosto 2005, n. 192, recnte ttuzione dell direttiv 2002/91/CE, reltiv l rendimento energetico nell'edilizi. Pubblicto nell Gzz.

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it Ftturimo Versione 5 Mnule per l utente Active Softwre Corso Itli 149-34170 Gorizi emil info@ctiveweb.it Se questo documento ppre nell finestr del vostro browser Internet di defult, richimte il comndo Registr

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

Ing. Alessandro Pochì

Ing. Alessandro Pochì Dispense di Mtemtic clsse quint -Gli integrli Quest oper è distriuit con: Licenz Cretive Commons Attriuzione - Non commercile - Non opere derivte. Itli Ing. Alessndro Pochì Appunti di lezione svolti ll

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1 M.Blconi e R.Fontn, Disense di conomi: 3) quilirio del consumtore L scelt di equilirio del consumtore ntegrzione del C. 21 del testo di Mnkiw 1 Prte 1 l vincolo di ilncio Suonimo che il reddito di un consumtore

Dettagli

HELP 03 RIMBORSI SPESE

HELP 03 RIMBORSI SPESE a cura di Flavio Chistè RIMBORSI SPESE RIMBORSI SPESE Nella gestione ordinaria degli enti non commerciali accade spesso che vengano erogate delle somme ai collaboratori, ai professionisti e ai dipendenti

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

Circolare n. 1 del 20/01/2015

Circolare n. 1 del 20/01/2015 Circolare n. 1 del 20/01/2015 Inviato da adminweb il 19 Gennaio 2015 SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE Circolare n. 1 del 20/01/2015 e p.c. A TUTTE LE AZIENDE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ISCRITTE Loro Sedi

Dettagli

METODO VOLTAMPEROMETRICO

METODO VOLTAMPEROMETRICO METODO OLTAMPEOMETCO Tle etodo consente di isrre indirettente n resistenz elettric ed ipieg l definizione stess di resistenz : doe rppresent l tensione i cpi dell resistenz e l corrente che l ttrers coe

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi IL TRATTAMENTO FISCALE DEI COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI 1 Inquadramento degli amministratori persone fisiche: a. rapporto di collaborazione b. amministratore e lavoro dipendente c. amministratore e lavoro

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile Corso di Anlisi Mtemtic Clcolo integrle per funzioni di un vribile Lure in Informtic e Comuniczione Digitle A.A. 2013/2014 Università di Bri ICD (Bri) Anlisi Mtemtic 1 / 40 1 L integrle come limite di

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

Esercizi sulle serie di Fourier

Esercizi sulle serie di Fourier Esercizi sulle serie di Fourier Corso di Fisic Mtemtic,.. 3- Diprtimento di Mtemtic, Università di Milno Novembre 3 Sviluppo in serie di Fourier (esponenzile) In questi esercizi, si richiede di sviluppre

Dettagli

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000 ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLE TRE VENEZIE L'INSERTO 2 Analisi della rilevanza ai fini IRAP delle voci del Conto Economico A cura

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

= Circolare n. 9/2013

= Circolare n. 9/2013 = Scadenze + 27 dicembre + Invio degli elenchi INTRA- STAT mensili versamento acconto IVA mediante Mod. F24 + 30 dicembre + Stampa dei libri contabili dell'anno 2012 (libro giornale, registri IVA, libro

Dettagli

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ EMC VMA AX 10K EMC VMAX 10K fornisce e un'rchitettu ur scle-out multi-controlller Tier 1 rele e che nsolidmento ed efficienz. EMC VMAX 10 0K utilizz l stess s grntisce lle ziende con stemi VMAX 20 0K e

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

COMPENSO IN MISURA FISSA

COMPENSO IN MISURA FISSA AMMINISTRATORI Per gli amministratori può essere previsto un compenso: a) in misura fissa; b) variabile in base agli utili (partecipazione agli utili); c) misto, base fissa più variabile in base agli utili;

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Domanda di pagamento dei ratei di pensione maturati e non riscossi - 1/7

Domanda di pagamento dei ratei di pensione maturati e non riscossi - 1/7 Istituto Nazionale Previdenza Sociale PR O TOC OL L O COD. P23 maturati e non riscossi - 1/7 Questi moduli vanno utilizzati da tutti gli eredi di un pensionato, in assenza del coniuge. Se esistono più

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA n u m e r o m o n o g r f i c o IL DIRIGENTE SCOLASTICO IN EUROPA PREMESSA Nell Comuniczione dell Commissione Europe del 3 luglio 2008, intitolt Migliorre le competenze per il 21 secolo: un ordine del

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

LA BUSTA PAGA FISAC CGIL

LA BUSTA PAGA FISAC CGIL La tua Busta Paga INDICE Ad Personam 8 Ad Personam Ex Art. 66 8 Ad Personam Inquadramento Superiore 8 Anzianità: Assegno Mensile 6 Anzianità: Premio 14 Apprendisti 21 Arretrati 14 Assistenza Sanitaria:

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura .S.: - - IC GIOVNNI XXIII/CESTE MIICBC (CF: ) nno Finnzirio: Ftture registro unico Ftture trovte: Numero- Dt Prg Reg Procoll o /B - -- /B - -- /B - -- Tipo Doc fttur fttur fttur Numero Fttur V- /M Dt Fttur

Dettagli

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine YOGURT FATTO IN CASAA CON YOGURTIERA Lo yogurt ftto in cs è senz ltro un modoo sno per crere un limento eccezionlee per l nostr slute. Ricco di ltticii iut intestino fermenti il nostroo lvorre meglioo

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace Appunti di Anlisi mtemtic Polo Acquistpce 23 febbrio 205 Indice Numeri 4. Alfbeto greco................................. 4.2 Insiemi..................................... 4.3 Funzioni....................................

Dettagli

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Sebastiano Di Diego Sebastiano Di Diego Il regime fiscale delle perdite La disciplina generale

Dettagli

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE G. Smmito, A. Bernrdo, Formulrio di mtemti Equzioni lgerihe F. Cimolin, L. Brlett, L. Lussrdi. EQUAZIONI ALGEBRICHE. Prinipi di equivlenz Si die identità un'uguglinz tr due espressioni ontenenti un o più

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

Roma, 28 aprile 2015

Roma, 28 aprile 2015 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 42/E Roma, 28 aprile 2015 Oggetto: Estensione alla modalità di versamento F24 Enti pubblici dei codici tributo utilizzati con il modello F24 per

Dettagli

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie?

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie? ESERCITZIONI. I 1)Un coppi h già due figlie. Se pinificssero di vere 6 figli, con qule probbilità vrnno un fmigli di tutte figlie? ) 1/4 b)1/8 c)1/16 d)1/32 e)1/64 2)In un fmigli con 3 bmbini, qul e l

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA

CERTIFICAZIONE UNICA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO CERTIFICAZIONE UNICA VITTORIA LETIZIA LEONE 06 Febbraio 2015 - ODCEC Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Esempio 1 La Società Pollicino

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 17 07.05.2014 Riporto perdite e imposte differite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Il meccanismo del riporto delle perdite ex art.

Dettagli

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione 07 Guid ll progettzione Scelt tubzioni e giunti 2 tubi di misur [mm] Dimetro tubzioni unità esterne (A) Giunti 12Hp 1Hp 1Hp Selezionre il dimetro delle unità esterne dll seguente tbell Giunto Y tr unità

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 02 FASCICOLO 2 Quadro RH Quadro RL Quadro RM Quadro RT Quadro RR Redditi di partecipazione in

Dettagli

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco

Dettagli

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Cod. 1879.185M STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Crtteristiche tecniche Corpo in lluminio pressofuso Portello di chiusur vno cblggio/btterie in termoindurente Riflettore in lluminio vernicito binco Diffusore

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Dispense CHIMICA GENERALE E ORGANICA (STAL) 010/11 Prof. P. Crloni EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Qundo si prl di rezioni di equilirio dei composti inorgnici, un considerzione prticolre viene rivolt lle

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

Circolare Informativa n 57/2013

Circolare Informativa n 57/2013 Circolare Informativa n 57/2013 TRATTAMENTO FISCALE E CONTRIBUTIVO DELLE SOMME EROGATE A SEGUITO DI TRANSAZIONE Pagina 1 di 9 INDICE Premessa pag.3 1) La transazione: aspetti giuridici pag. 3 2) Forme

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti Problemi di mssimo e minimo in Geometri olid Problemi su poliedri Indice dei problemi risolti In generle, un problem si riferisce un figur con crtteristice specifice (p.es., il numero dei lti dell bse)

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli