COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia"

Transcript

1 COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia OGGETTO: Convenzione disciplinante modalità per la concessione di finanziamenti ai dipendenti da parte di banche ed intermediari finanziari con delegazione convenzionale. Rep. N. Prot. N. L anno, addì del mese di nella Sede Municipale TRA I SIGNORI 1), nato a il, Dirigente del Settore Risorse Umane, Formative, Informative e Culturali del Comune Di MIRA (Cod. fisc ) nel seguito per brevità anche Comune, che agisce nel presente atto in nome, per conto e nell esclusivo interesse dell Amministrazione che rappresenta giusto Decreto concernente l individuazione di detto incarico dirigenziale; 2), nato a il, in qualità di della S.p.A. con Sede Legale in, partita Iva n., U.I.C. n. - nel seguito per brevità anche Istituto ; PREMESSO CHE l Istituto concede finanziamenti ai dipendenti del Comune di Mira, da estinguersi con trattenute mensili sui loro emolumenti in forza di delega da essi rilasciata; le parti concordano che ai fini della presente convenzione le operazioni di delegazione di pagamento sono da ritenersi assimilate alle cessioni dello stipendio di cui al DPR n. 180/1950; i suddetti prestiti non sono garantiti dall Amministrazione; i suddetti prestiti devono essere idoneamente garantiti dai rischi elencati all art. 32 del DPR n. 180/1950; l Amministrazione non risponde, altresì, per inadempienza nei confronti del delegatario per fatti dipendenti da azioni giudiziarie sugli stipendi; VISTE 1) Il DPR 05/01/1950 n. 180 e le circolari nr. 46 del 08/08/1995, nr. 63 del 16/10/1996, nr. 29 del 11/03/1998, 37 del 05/09/2003, nr. 21 del 03/06/2005, nr. 13 del 13/3/2006, nr. 1 del 17/01/2011 e n. 30 del 20 ottobre 2011 emanate dal Ministero dell Economia e delle Finanze - Ragioneria Generale dello Stato - in materia di ritenute mensili sugli stipendi dei dipendenti pubblici;

2 2) la deliberazione di Giunta Comunale n. del che descrive ed approva le motivazioni che hanno determinato l intenzione di ricorrere alla presente convenzione ed approva altresì la bozza della convenzione stessa; CONVENGONO E STIPULANO QUANTO SEGUE: Art. 1 La Convenzione disciplina le modalità operative per la concessione, da parte di banche ed intermediari Finanziari di cui agli art 106 e 107 del D.lgs n. 385 del 01/09/1993, di prestiti da estinguersi con trattenuta mensile in busta paga per i dipendenti in attività di servizio con contratto di lavoro a tempo indeterminato. Art. 2 Le domande relative ai prodotti di finanziamento devono essere presentate dai richiedenti direttamente presso i punti operativi dell Istituto aderente. Il dipendente dovrà richiedere il rilascio del certificato di stipendio. Il contratto di finanziamento andrà notificato a questa Amministrazione, presso il Settore Risorse Umane, Formative, Informative e Culturali Ufficio Stipendi e Previdenza, attraverso una delle seguenti modalità: tramite ufficiale giudiziario, raccomandata o a mano entro 30 giorni dalla stipula. Art. 3 L Istituto concede crediti ai dipendenti a tempo indeterminato del Comune Di Mira da estinguersi con pagamenti mediante trattenute mensili sui loro emolumenti in forza di delega da essi rilasciata. I contratti di finanziamento possono avere durata massima decennale e comunque tale da non eccedere la data del conseguimento del diritto al trattamento di quescenza. Le trattenute saranno effettuate a decorrere dal mese successivo al ricevimento del contratto. Qualora il dipendente usufruisca di un prestito con ritenute sullo stipendio ed intenda estinguerlo o contrarne uno nuovo, agli atti dell Amministrazione dovrà pervenire la documentazione comprovante l avvenuta estinzione del precedente prestito. Le richieste di rinnovo del contratto di finanziamento saranno consentite solo dopo che siano decorsi i due quinti della durata dei medesimi. L Amministrazione, quindi, darà corso alla nuova ritenuta dal mese successivo a quello di ricezione dell attestazione dell avvenuta estinzione del debito per la precedente delegazione. Al fine di ottenere il prestito non è necessario che il destinatario sia titolare di un conto corrente presso l istituto che concede il finanziamento. Art. 4 Le ritenute delegate non dovranno essere superiori ai limiti di cedibilità previsti dal Testo Unico approvato con D.P.R n. 180 e successive modificazioni. In caso di concorso della quota delegata con altre delegazioni la cui esecuzione è atto dovuto per

3 l'amministrazione (ritenute per il pagamento di quote del prezzo o della pigione di alloggi popolari e altre fattispecie, di cui all'art. 58 dello stesso T.U.), non può superarsi la metà dello stipendio. In caso di concorso della delega convenzionata con altro prestito contro cessione del quinto, diverso da quello di cui al punto precedente, la somma delle due trattenute non può comunque superare il quaranta per cento della retribuzione al netto delle ritenute di legge. Si precisa che la quota relativa all istituto della delegazione deve essere unica e non superiore al singolo quinto delle competenze mensili. Qualora lo stipendio sia gravato da pignoramento verrà dato avvio alle ritenute delegate unicamente dopo avere ricevuto dal creditore pignoratizio la comunicazione di totale estinzione del debito. Art. 5 In caso di riduzione dello stipendio, anche a seguito dell applicazione di ritenute per recupero di crediti erariali ai sensi dell art. 3 del R.D.L. 19 gennaio 1939 n. 295, o di ritenute d ufficio per morosità ex artt. 60, 61 e 62 T.U. nr. 180/1950 o altre analoghe disposizioni di legge, la quota delegata su convenzione continuerà ad essere trattenuta a condizione che al delegante sia garantita la conservazione di metà dello stipendio in godimento anteriormente alla riduzione. In caso contrario potrà essere ridotta o sospesa. Art. 6 La presente convenzione non produce effetti in relazione alle partite stipendiali chiuse a seguito della cessazione dal servizio del dipendente per qualunque causa, a far data dall avvenuta cessazione. Art. 7 L effettuazione delle trattenute di cui ai precedenti articoli verrà eseguita dall Amministrazione a mezzo dei propri uffici i quali provvederanno alle necessarie operazioni contabili di verifica, modifica o cessazione della ritenuta stessa. Art. 8 L Amministrazione provvederà a versare, entro il 10 del mese successivo a quello in cui è stata operata la ritenuta, l importo della stessa mediante emissione di titoli di spesa estinguibili con accreditamento sul c/c postale nr. intestato a o su c/c bancario IBAN: intestato a Art. 9 L'Istituto si impegna, quale corrispettivo per i servizi resi dall Amministrazione (risorse umane ed informatiche impiegate), a corrispondere per ogni delega le seguenti somme, determinate in riferimento alla circolare del Ministero dell Economia e delle Finanze Ragioneria Generale dello Stato n. 1 del 17/01/2011: - 18,00 (euro diciotto/00) una tantum per ogni delega di nuova attivazione; - 2,05 (euro due/05) mensili per ogni delega attiva;

4 Fermo restando l esercizio della facoltà di recesso, eventuali successivi aggiornamenti degli oneri amministrativi saranno applicati anche alle delegazioni già in essere. Art. 10 L'Istituto, contestualmente alla stipula del contratto di finanziamento con il dipendente, si impegna a versare la somma una tantum ed in via anticipata l importo pari alla quota mensile dovuta per i mesi che decorrono dalla data di inizio della trattenuta al 31 dicembre. Art. 11 Le somme dovute di cui ai precedenti articoli, sono versate dall Istituto con una delle seguenti modalità: Bonifico sul c/c bancario. Coordinate IBAN: IT versamento sul c/c postale n. intestato al Comune di MIRA Servizio Tesoreria, causale rimborso onere per prestiti delegati. In particolare, entro il 31 gennaio di ogni anno, l'istituto provvede con le suindicate modalità al versamento delle somme di cui all art. 10 in relazione all'anno in corso, e per il numero di deleghe effettivamente attivate nell'anno precedente. Art. 12 E prevista la facoltà di recesso di ciascuna delle due parti da esercitarsi in forma scritta e con preavviso di almeno sessanta giorni, rispetto alla scadenza prevista dal successivo art. 13. Art. 13 La presente convenzione ha validità triennale a decorrere dal, salvo rinnovo per un ulteriore triennio espresso tramite scambio di lettere raccomandate, fatte comunque salve le clausole contenute negli art.14 e 15. Art. 14 L Istituto si impegna ad espletare la sua attività direttamente o per il tramite di agenti in attività finanziaria vincolati da contratto monomandatario. L istituto si impegna a garantire che a tutti i dipendenti siano praticate condizioni particolari quali un T.E.G. (Tasso Effettivo Globale), un T.A.E.G. (Tasso Annuo Effettivo Globale) e un I.S.C. (Indicatore Sintetico dei Costi) massimi inferiori al "Tasso Soglia", risultante dalla rilevazione trimestrale dal Ministero dell Economia e delle Finanze in applicazione della legge 7 marzo 1996 n. 108 per la categoria n. 10 Altri finanziamenti alle famiglie ed alle imprese vigente al momento della stipula del contratto di finanziamento, ridotto di 3 punti percentuali. Eventuali oneri addebitati ai dipendenti e riferibili in qualsiasi modo al servizio di assicurazione, mediazione e/o consulenza personalizzato, al ritiro e all inoltro della documentazione occorrente ad una corretta istruttoria dellla pratica di finanziamento dovranno, quindi, tutti essere ricompresi nei suindicati valori di riferimento.

5 L eventuale inadempienza a quanto prescritto nel presente articolo comporta la risoluzione unilaterale della convenzione, senza obbligo di preavviso. Art. 15 Nel periodo di vigenza della convenzione, indicato nell art. 13, l Istituto si impegna comunicare all Amministrazione, entro il termine di 30 giorni dal verificarsi degli eventi, qualsiasi intervenuta variazione concernente l istituto stesso quali, ad esempio e senza pretesa di esaustività, il cambiamento della sede, il mutamento della denominazione sociale, l avvenuta cessione del credito nonché ogni fatto che ne limiti la capacità giuridica. La violazione di tali impegni costituisce motivo di risoluzione della convenzione. Art. 16 Le Parti si impegnano ad adottare tutte le misure necessarie per garantire la riservatezza dei dati e delle informazioni conosciute nell esecuzione della presente convenzione. Le parti si impegnano inoltre all osservanza, ciascuna nel proprio ambito e per la migliore esecuzione della presente convenzione, delle norme in materia della privacy (D. Lgs. 196/2003) e del segreto bancario. A tal fine le parti prendono atto, dandone reciprocamente conferma, che le stesse si configurano ai fini privacy quali autonomi titolari del trattamento dei dati personali, ciascuna per quanto di sua spettanza e nel proprio ambito di competenza. Art 17 Tutte le spese inerenti e conseguenti alla stipula del presente atto sono a carico dell Istituto. Il presente atto è soggetto a registrazione solo in caso d'uso. Art 18 Qualsiasi controversia relativa e conseguente all esistenza, alla validità, all interpretazione ed alle modalità di esecuzione della presente convenzione, insorta in corso o al termine del rapporto convenzionale, è decisa preliminarmente in via amministrativa. La decisione compete di norma al dirigente interessato, salvo che non comporti modifiche sostanziali all assetto originario degli interessi, oneri aggiuntivi di spesa o lo scioglimento della convenzione, in tali casi deciderà la Giunta Comunale. Qualora le parti non raggiungano un accordo per risolvere la controversia, ogni decisione dovrà essere rimessa al giudice ordinario, a norma del codice di procedura civile e sarà competente il Foro di Venezia. La presente convenzione letta e confermata dalle parti, viene così sottoscritta PER IL COMUNE DI MIRA IL DIRIGENTE PER L ISTITUTO IL LEGALE RAPPRESENTANTE

COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani

COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani Oggetto: convenzione disciplinante modalità per la concessione di finanziamenti ai dipendenti da parte di banche ed intermediari finanziari con delegazione convenzionale.

Dettagli

CONVENZIONE. premesso che

CONVENZIONE. premesso che Allegato A CONVENZIONE....... (codice fiscale.. ), di seguito Amministrazione, nella persona di., nato il... a., in qualità di.. e.... con sede legale in..... (codice fiscale.... e iscrizione all albo

Dettagli

CONVENZIONE. per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze

CONVENZIONE. per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze CONVENZIONE per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze TRA - L Azienda Regionale per il Diritto allo Studio

Dettagli

CONVENZIONE. premesso che

CONVENZIONE. premesso che Schema di convenzione- tipo per contratti di finanziamento CONVENZIONE L Università degli Studi di Roma La Sapienza (codice fiscale 80209930587) di seguito Amministrazione, nella persona di., nato il...

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE II SETTORE RESPONSABILE DEL SETTORE : Istr. Dir. Angelo Buonincontri Registro Generale n. 120 del 17/02/2015 Registro Settore n. 30 del 13/02/2015

Dettagli

Schema di convenzione-tipo per contratti di finanziamento

Schema di convenzione-tipo per contratti di finanziamento Schema di convenzione-tipo per contratti di finanziamento CONVENZIONE L Università degli Studi di Roma La Sapienza (codice fiscale 80209930587) di seguito Amministrazione, nella persona di., nato il.....

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE Settore II RESPONSABILE DEL SETTORE I. D. Angelo Buonincontri Registro Generale n. 157 del 24/02/2015 Registro Settore n 41 del_23/02/2015 OGGETTO:

Dettagli

Convenzione in materia di contratti di finanziamento CONVENZIONE TRA

Convenzione in materia di contratti di finanziamento CONVENZIONE TRA Convenzione in materia di contratti di finanziamento CONVENZIONE TRA L Università degli Studi di Napoli Parthenope (Partita IVA 01877320638), nella persona del Prof. Claudio QUINTANO nato a Castellammare

Dettagli

CONVENZIONE. premesso che

CONVENZIONE. premesso che CONVENZIONE MIUR Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Direzione Generale Regionale, con sede in Torino, Via Pietro Micca n. 20, (codice fiscale 97613140017), di seguito Amministrazione, nella persona

Dettagli

CONVENZIONE. Visti. Premesso

CONVENZIONE. Visti. Premesso CONVENZIONE L anno il giorno del mese di, in Palermo, nella sede di Via ; tra RAP spa Risorse Ambiente Palermo- (cod. fiscale 06232420825), di seguito Azienda, con sede in Piazzetta Cairoli Palermo, rappresentata

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA DI STATO

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA DI STATO CONVENZIONE CONVENZIONE TRA IL FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA DI STATO IN NOME E PER CONTO DEL MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA - E LA SOCIETA CONVENZIONATA

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA Rep. GenJe lì.. PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA SERVIZI FINANZIARI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. _Jjf DEL Oggetto: Modifica dello schema dì disciplinare "per adesione" relativo ai finanziamenti erogati

Dettagli

Delibera del Direttore Generale n. 1007 del 11/12/2014

Delibera del Direttore Generale n. 1007 del 11/12/2014 Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 Delibera del

Dettagli

CONVENZIONE. visti. convengono e stipulano quanto segue. Art. 1

CONVENZIONE. visti. convengono e stipulano quanto segue. Art. 1 CONVENZIONE MIUR - Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte - Direzione Generale Regionale, con sede in Torino, Corso Vittorio Emanuele n. 70, (codice fiscale 97613140017), di seguito "Amministrazione",

Dettagli

CONVENZIONE. Allegato A. ... (codice fiscale.. ), di seguito Amministrazione, nella persona di., nato il... a., in qualità di

CONVENZIONE. Allegato A. ... (codice fiscale.. ), di seguito Amministrazione, nella persona di., nato il... a., in qualità di Allegato A CONVENZIONE....... (codice fiscale.. ), di seguito Amministrazione, nella persona di., nato il... a., in qualità di.. e.... con sede legale in..... (codice fiscale.... e iscrizione all albo

Dettagli

DIPARTIMENTO DELL'AMNIINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione

DIPARTIMENTO DELL'AMNIINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione Giustizia - 87 Mod. 401255 DIPARTIMENTO DELL'AMNIINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione LETTERA CIRCOLARE All. n.5 All'Ufficio del Capo del Dipartimento Alle Direzioni

Dettagli

REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI ENNA

REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI ENNA Regolamento allegato alla delibera n. 278 del 30.04.2015 REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI ENNA REGOLAMENTO PER LE DELEGAZIONI CONVENZIONALI DI PAGAMENTO REGOLAMENTO PER LE DELEGAZIONI

Dettagli

INDICE ART. 1 PREMESSA ART. 2 FINALITA E OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 3 QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO

INDICE ART. 1 PREMESSA ART. 2 FINALITA E OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 3 QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO REGOLAMENTO PER LE DELEGAZIONI CONVENZIONALI DI PAGAMENTO MEDIANTE TRATTENUTE OPERATE DALL ASL DI CAGLIARI SULLO STIPENDIO DEI DIPENDENTI A FAVORE DEGLI ISTITUTI ESERCENTI IL CREDITO E DELLE SOCIETÀ DI

Dettagli

8 Oggetto: Convenzione con la FIDES S.p.A., via Vittorio Veneto n. 96 - Roma, per la

8 Oggetto: Convenzione con la FIDES S.p.A., via Vittorio Veneto n. 96 - Roma, per la Mod. 401255 && DIPARTIMENTO DELL'AMMINTSTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione LETTERA CIRCOLARE All. n.5 All'Ufficio del Capo del Dipartimento Alle Direzioni Generali

Dettagli

. /. GDAP 0089548 2009 PU-GOAP-~OOO-09/03/~OO9'OO89648_20OQ

. /. GDAP 0089548 2009 PU-GOAP-~OOO-09/03/~OO9'OO89648_20OQ MDDUlARìOi GiU8tiZia~ Mod.401255 DIPARTIMENTO DELL'AMMINI8TRAZ PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione Trattamento economico - giuridico del personale di polizia penitenziaria

Dettagli

GOAP-00g3517-2008 p~.~~~p-~ooo-i~~o~~zoo~-oo~~517-2008

GOAP-00g3517-2008 p~.~~~p-~ooo-i~~o~~zoo~-oo~~517-2008 MOO. 401255 DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione Ufficio I1 - Sezione I1 - Trattamento Giuridico ed Economico.,.... - -- GOAP-00g3517-2008

Dettagli

II~~~~I~I~~IIIIIIIIII~~

II~~~~I~I~~IIIIIIIIII~~ ?m, Giustizia - 87 Mod. 401255 DIPARTIMENTO DELL'~~STRAZ1ONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione LETTERA CIRCOLARE All. n.5 111~IIII~II~~~I~IIII~~~~~I~ II~~~~I~I~~IIIIIIIIII~~

Dettagli

CITTÀ DI AVIGLIANO. (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 114 del 12 dicembre 2013

CITTÀ DI AVIGLIANO. (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 114 del 12 dicembre 2013 CITTÀ DI AVIGLIANO (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 114 del 12 dicembre 2013 OGGETTO: Disciplina dei prestiti personali mediante l istituto della delegazione di pagamento.

Dettagli

MARINA MILITARE Ufficio Generale del Centro di Responsabilità Amministrativa 4 Ufficio Contratti

MARINA MILITARE Ufficio Generale del Centro di Responsabilità Amministrativa 4 Ufficio Contratti MARINA MILITARE Ufficio Generale del Centro di Responsabilità Amministrativa 4 Ufficio Contratti CONVENZIONE La Marina Militare Ufficio Generale del Centro di Responsabilità Amministrativa 4 Ufficio Contratti

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE ALLEGATO A Art. 1 I competenti Uffici periferici del Dipartimento della Pubblica Sicurezza operano le ritenute sulle competenze

Dettagli

Copia di Deliberazione della Giunta Municipale

Copia di Deliberazione della Giunta Municipale CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA Copia di Deliberazione della Giunta Municipale Deliberazione N 629.. Seduta del 13.12.2012 OGGETTO: Autorizzazione stipula dell intesa con la IBL Banca per le ritenute

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO TRA

CONVENZIONE QUADRO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO TRA CONVENZIONE QUADRO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO TRA La FONDAZIONE IRCCS ISTITUTO NAZIONALE DEI TUMORI, con sede in Milano, Via Venezian n. 1, C.F. 80018230153 P.I. 04376350155,

Dettagli

~\~-0289360-2001 pu-g~ap.2~00-q i 109/2006-~2~9360-2006

~\~-0289360-2001 pu-g~ap.2~00-q i 109/2006-~2~9360-2006 DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione LETTERA CIRCOLARE All. n.5 Roma, li 1 f SEI. 2008 ~\~-0289360-2001 pu-g~ap.2~00-q i 109/2006-~2~9360-2006

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Num. rep. A0301B/43/2015 Data: 21 aprile 2015 Direzione: A0301B

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Num. rep. A0301B/43/2015 Data: 21 aprile 2015 Direzione: A0301B REGIONE PIEMONTE BU20 21/05/2015 Consiglio Regionale DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Num. rep. A0301B/43/2015 Data: 21 aprile 2015 Direzione: A0301B Approvazione dei modelli della disciplina e della convezione

Dettagli

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione. e, p.c. Al Dipartimento per la GiustiziaMinorile

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione. e, p.c. Al Dipartimento per la GiustiziaMinorile &a+ DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione LETTERA CIRCOLARE All. n.5 GDAP-0133578-2006 PU-~0~P-2000-18/04/2oo6-oi~~~~8-~o~ All'Ufficio del

Dettagli

CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA

CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA Copia di Deliberazione della Giunta Comunale Deliberazione N. 65.. Seduta del 24.02.2015 OGGETTO: Autorizzazione stipula dell intesa con la Banca di Sassari S.p.A.

Dettagli

111111111111"llm~lglllllllllllll"lll'

111111111111llm~lgllllllllllllllll' .... MOD.40/255 111111111111"llm~lglllllllllllll"lll' 11I11 GOAP OOSS8S8 2009 PU.GDAP.1aOO-20/02/2009.0066S88.2009 All'Ufficio del Capo del Dipartimento dell'amministrazione Penitenziaria Alle Direzioni

Dettagli

Direzione Generale del Personale e della Fonnazione Trattamento economico - giuridico del personale di polizia penitenziaria Roma, lì

Direzione Generale del Personale e della Fonnazione Trattamento economico - giuridico del personale di polizia penitenziaria Roma, lì MOD.40/255 ~c ~D~~&~~~ Direzione Generale del Personale e della Fonnazione Trattamento economico - giuridico del personale di polizia penitenziaria Roma, lì All'Ufficio del Capo del Dipartimento dell'amministrazione

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE ALLEGATO A Art. 1 I competenti Uffici periferici del Dipartimento della Pubblica Sicurezza operano le ritenute sulle competenze

Dettagli

DIPARTIMENTO DELL'AMMZMSTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione

DIPARTIMENTO DELL'AMMZMSTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione DIPARTIMENTO DELL'AMMZMSTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione LETTERA CIRCOLARE All. n.5 Roma, lì AIl'Uficio del Capo del Dipartimento dell'rlmministrazione Penitenziaria

Dettagli

Direzione Generale del Personale e della Formazione

Direzione Generale del Personale e della Formazione Giustizia - 87 LETTERA CIRCOLARE All. n.5 Direzione Generale del Personale e della Formazione All'Ufficio del Capo del Dipartimento Alle Direzioni Generali del Dipartimento Alla Direzione dell'istituto

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA CONVENZIONE TRA IL FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA IN NOME E PER CONTO DEL MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUERZZA E LA SOCIETA CONVENZIONATA SULLE RITENUTE

Dettagli

SEDI. All'Ufficio del Capo del Dipartimento dell'anuninistrazione Penitenziaria

SEDI. All'Ufficio del Capo del Dipartimento dell'anuninistrazione Penitenziaria 4,\{)D'pAIO Giustizia 17, Mod.401255 DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Fonnazione Trattamento economico - giuridico del personale di polizia penitenziaria

Dettagli

DIPARTIMENTO DELL'AMMTNISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione

DIPARTIMENTO DELL'AMMTNISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione Giustizia - 87 ~TEl * DIPARTIMENTO DELL'AMMTNISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione LE'iTERA CIRCOLARE All. n.5 Roma, lì 75 MQ& 2007 Ail'Ufficio del Capo del Dipartimento

Dettagli

MARINA MILITARE Ufficio Generale del Centro di Responsabilità Amministrativa (MARIUGCRA 4 Ufficio Contratti)

MARINA MILITARE Ufficio Generale del Centro di Responsabilità Amministrativa (MARIUGCRA 4 Ufficio Contratti) MARINA MILITARE Ufficio Generale del Centro di Responsabilità Amministrativa (MARIUGCRA 4 Ufficio Contratti) AVVISO PUBBLICO DI INVITO A MANIFESTARE INTERESSE L Ufficio Generale del Centro di Responsabilità

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 76 del 16.6.2014 Oggetto: Autorizzazione prestiti personali mediante l istituto della delegazione di pagamento. Approvazione

Dettagli

; ; 0, ~11\111!11~1111111~lllllllmllllllm~

; ; 0, ~11\111!11~1111111~lllllllmllllllm~ / MOD.40/255 ; ; 0, -(:/ ' c~~ ~ (/,~ DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione Trattamento economico - giuridico del personale di polizia penitenziaria

Dettagli

Copia di Deliberazione della Giunta Comunale

Copia di Deliberazione della Giunta Comunale CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA Copia di Deliberazione della Giunta Comunale Deliberazione N. 293.. Seduta del 23.05.2013. OGGETTO: Autorizzazione stipula dell intesa con la UNIFIN S.p.A. per le

Dettagli

GOAp 0024079 201O PU.OOAP-2000. 19/01/2010-0024079_2010

GOAp 0024079 201O PU.OOAP-2000. 19/01/2010-0024079_2010 MODULARI() G;u~itia - 87 " Mod.40/255 DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZI NE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione Trattamento economico - giuridico del personale di polizia penitenziaria

Dettagli

L anno nel mese di il giorno.in Milano Via Vivaio, 1 TRA

L anno nel mese di il giorno.in Milano Via Vivaio, 1 TRA SCHEMA DI CONVENZIONE TIPO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI AI DIPENDENTI DELLA CITTA' METROPOLITANA DI MILANO CON ESTINZIONE MEDIANTE L ISTITUTO DELLA DELEGAZIONE DI PAGAMENTO L anno nel mese di il giorno.in

Dettagli

-CJ. 1111111111111m1l11l1111111111JIII~11I111I111I11111. ~~$%#~ W ~~t'6f?~d/ GDAp 0031880 2009 PU-GDAP-2000-27/01/200Q-0031880_2009 .!.

-CJ. 1111111111111m1l11l1111111111JIII~11I111I111I11111. ~~$%#~ W ~~t'6f?~d/ GDAp 0031880 2009 PU-GDAP-2000-27/01/200Q-0031880_2009 .!. MOD.40/255 " '// -CJ Cii,,/ ' ~~$%#~ W ~~t'6f?~d/ DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione Trattamento economico -giuridico del personale di polizia

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n 465 del 11/11/2015 Oggetto: Presa d'atto Convenzione per la Delega di pagamento relativa a contratti di finanziamento ai dipendenti dell1stituto - PROFAMILY S.p.a.

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n 238 del 19/05/2015 Oggetto: Presa d'atto convenzione per la delega di pagamento relativa a contratti di finanziamento ai dipendenti dell'istituto - Intesa San Paolo

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze CreditoNet_Conv-2.0 Ministero dell Economia e delle Finanze CONVENZIONE TRA Il Dipartimento dell Amministrazione Generale del Personale e dei Servizi, (di seguito DAG) (codice fiscale n 80232730582) nella

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Servizio Sanitario Regionale Basilicata Azienda Sanitaria Locale di Potenza NUMERO 2015/00477 DEL 21/07/2015 Collegio Sindacale il 21/07/2015 OGGETTO Approvazione Regolamento

Dettagli

CITTÀ DI AVIGLIANO. (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 10 del 28 gennaio 2011

CITTÀ DI AVIGLIANO. (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 10 del 28 gennaio 2011 CITTÀ DI AVIGLIANO (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 10 del 28 gennaio 2011 OGGETTO: Disciplina dei prestiti personali mediante l istituto della delegazione di pagamento. Approvazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Servizio Sanitario Regionale Basilicata Azienda Sanitaria Locale di Potenza NUMERO 2015/00580 DEL 03/09/2015 Collegio Sindacale il 03/09/2015 OGGETTO Deliberazione

Dettagli

DELL'UMBRIA E DELLE MARCHE '.' DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. n 269 del 05/06/2015

DELL'UMBRIA E DELLE MARCHE '.' DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. n 269 del 05/06/2015 ""', ",..'\.. ~\ l,> l'.' '\~ \'". ;":-.... \ SPERIMEN\fALE.:'~:\.\ '~j ISTITUTO ZOOPROFILATTICO,//,i/ DELL'UMBRIA E DELLE MARCHE '.' "", ";/...,~, '.-,,-. ",",'" DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n

Dettagli

Ministero dell Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza e Fondo di Assistenza per il Personale della Pubblica Sicurezza

Ministero dell Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza e Fondo di Assistenza per il Personale della Pubblica Sicurezza Ministero dell Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza e Fondo di Assistenza per il Personale della Pubblica Sicurezza Avviso Pubblico di Invito a manifestare interesse Il Fondo di Assistenza per

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE ,-------_.- --------- DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n 464 del 11/11/2015 Oggetto: Presa d'atto Convenzione per la Delega di pagamento relativa a contratti di finanziamento ai dipendenti dell'istituto

Dettagli

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli)

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) COPIA DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO (Nominato con decreto del Presidente della Repubblica del 22.08.2014) N. 20 del 10.02.2015 (adottata

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007

FOGLIO INFORMATIVO. MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007 FOGLIO INFORMATIVO Mod.01/07 MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007 Sezione 1 - Informazioni sull Intermediario finanziario Denominazione

Dettagli

. /. 1\\ ~1~1~11~11111\1~11\1 Il\1IIIIIIIIImlllllill GDAP 0157235 2009 PU GOAP.2000.29/04/2009.0157235 2009 SEDI LORO

. /. 1\\ ~1~1~11~11111\1~11\1 Il\1IIIIIIIIImlllllill GDAP 0157235 2009 PU GOAP.2000.29/04/2009.0157235 2009 SEDI LORO MOOULARIO Giustizia - 87 Mod.40/255 DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Fonnazione Trattamento economico - giuridico del personale di polizia penitenziaria

Dettagli

indirizzo e n. civico:

indirizzo e n. civico: Imposta di bollo assolta in modo virtuale. Autorizzazione Agenzia delle Entrate di ROMA. Provvedimento n. 008655/10 del 16/03/2010 RACES FINANZIARIA S.p.A. Sede legale: (00161) Roma, via A. Torlonia, 16/18,

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza e Fondo di Assistenza per il Personale della Pubblica Sicurezza

Ministero dell Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza e Fondo di Assistenza per il Personale della Pubblica Sicurezza Ministero dell Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza e Fondo di Assistenza per il Personale della Pubblica Sicurezza Avviso Pubblico di Invito a manifestare interesse Il Fondo di assistenza Personale

Dettagli

ALLEGATO A PROCEDURA OPERATIVA

ALLEGATO A PROCEDURA OPERATIVA ALLEGATO A PROCEDURA OPERATIVA INDICE 1. premessa 2. introduzione 3. FASI DEL PROCEDIMENTO fase 1 primo contatto tra dipendente/istituto di credito fase 2 Stipula e notifica del contratto di finanziamento

Dettagli

10AC_ap_credito_cc_Vilibero_SPV.doc 1/5 VIBanca Banca di Credito Cooperativo di S.Pietro

10AC_ap_credito_cc_Vilibero_SPV.doc 1/5 VIBanca Banca di Credito Cooperativo di S.Pietro INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione legale: - Sede legale e Amministrativa: Via Provinciale Lucchese, 125/b Tel.: 0573/91391 Fax: 0573/572442 Sito Internet: www.vibanca.it - E-mail: info@vibanca.it

Dettagli

Foglio informativo (C0218) CONTO CORRENTE LAVORATORI DIPENDENTI c/o Aziende o Enti convenzionati

Foglio informativo (C0218) CONTO CORRENTE LAVORATORI DIPENDENTI c/o Aziende o Enti convenzionati Foglio informativo (C0218) CONTO CORRENTE LAVORATORI DIPENDENTI c/o Aziende o Enti convenzionati INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI PISA E FORNACETTE CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa per Azioni Sede

Dettagli

PREFINANZIAMENTO - INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI. 1. Identità e contatti del finanziatore /intermediario del credito

PREFINANZIAMENTO - INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI. 1. Identità e contatti del finanziatore /intermediario del credito PREFINANZIAMENTO - INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI Finanziatore 1. Identità e contatti del finanziatore /intermediario del credito ATLANTIDE SPA Via De Carracci,93 40131 Bologna

Dettagli

FID: APER. CREDITO C/C TF CCD Apertura di credito ordinario in conto corrente a tasso fisso destinata a consumatori.

FID: APER. CREDITO C/C TF CCD Apertura di credito ordinario in conto corrente a tasso fisso destinata a consumatori. 1/7 Apertura di credito ordinario in conto corrente a tasso fisso destinata a consumatori. INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DEL FERMANO CREDITO COOPERATIVO VIALE TRENTO, 72 63900 FERMO (FM) Tel.: 0734/223429

Dettagli

Foglio informativo (C0221) CONTO CORRENTE STUDENTI UNIVERSITA DI PISA Scadenza 31.12.2015

Foglio informativo (C0221) CONTO CORRENTE STUDENTI UNIVERSITA DI PISA Scadenza 31.12.2015 Foglio informativo (C0221) CONTO CORRENTE STUDENTI UNIVERSITA DI PISA Scadenza 31.12.2015 INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI PISA E FORNACETTE CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa per Azioni Sede legale

Dettagli

Sito internet Http://www.bancasassari.it indirizzo e-mail direzionegenerale@bancasassari.it

Sito internet Http://www.bancasassari.it indirizzo e-mail direzionegenerale@bancasassari.it FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI ACQUISTO DI CREDITI DI IMPRESA (Factoring) Aggiornamento al 1.1.2009 Servizio offerto da: BANCA DI SASSARI S.p.A. (codice ABI 5676.2) Società per Azioni con sede legale

Dettagli

COMUNE DI VITTORIA DISCIPLINARE IN MATERIA DI CESSIONI, DELEGHE, SEQUESTRI E PIGNORAMENTI SULLO STIPENDIO DEI DIPENDENTI

COMUNE DI VITTORIA DISCIPLINARE IN MATERIA DI CESSIONI, DELEGHE, SEQUESTRI E PIGNORAMENTI SULLO STIPENDIO DEI DIPENDENTI COMUNE DI VITTORIA DISCIPLINARE IN MATERIA DI CESSIONI, DELEGHE, SEQUESTRI E PIGNORAMENTI SULLO STIPENDIO DEI DIPENDENTI ALLEGATO AL REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE UFFICI E SERVIZI Allegato alla Delibera

Dettagli

PRESTITO con DELEGAZIONE di PAGAMENTO al datore di lavoro CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DELL OPERAZIONE

PRESTITO con DELEGAZIONE di PAGAMENTO al datore di lavoro CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DELL OPERAZIONE 1 FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi delle disposizioni di cui alla Delibera CICR 04.03.2003 e successivo provvedimento di attuazione della Banca d Italia 29.07.2003 INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO IDEA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA

FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Normativa sulla Trasparenza Bancaria (Testo Unico Bancario D.Lgs. 385/93 e norme di attuazione) FINANZIAMENTI CON CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER CESSIONE DEL QUINTO - N. 3 DEL 01 luglio 2010 -

FOGLIO INFORMATIVO PER CESSIONE DEL QUINTO - N. 3 DEL 01 luglio 2010 - FOGLIO INFORMATIVO PER CESSIONE DEL QUINTO - N. 3 DEL 01 luglio 2010 - LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO GE Capital Servizi Finanziari

Dettagli

Foglio informativo (C0209) CONTO CORRENTE ORDINARIO CONSUMATORI (Cat. 02)

Foglio informativo (C0209) CONTO CORRENTE ORDINARIO CONSUMATORI (Cat. 02) Foglio informativo (C0209) CONTO CORRENTE ORDINARIO CONSUMATORI (Cat. 02) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FORNACETTE S.C.P.A. Sede Legale e amministrativa: via Tosco Romagnola

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI DELEGAZIONE DI PAGAMENTO

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI DELEGAZIONE DI PAGAMENTO Copia originale per UNICREDIT Sig./Sig.ra Cognome e Nome INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI DELEGAZIONE DI PAGAMENTO 1. identità e contatti del finanziatore/intermediario DEL CREDITO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA

FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T.U. Leggi Bancarie D.Lgs. 385/93 e norme di attuazione) FINANZIAMENTI CON CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO O DELLA PENSIONE E CON DELEGA DI PAGAMENTO MEDIANTE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA

FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Normativa sulla Trasparenza Bancaria (Testo Unico Bancario D.Lgs. 385/93 e norme di attuazione) FINANZIAMENTI CON DELEGA DI PAGAMENTO MEDIANTE TRATTENUTE SULLO STIPENDIO FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI

Dettagli

Foglio informativo (C0209) CONTO CORRENTE BUSINESS IMPRESA

Foglio informativo (C0209) CONTO CORRENTE BUSINESS IMPRESA Foglio informativo (C0209) CONTO CORRENTE BUSINESS IMPRESA INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FORNACETTE S. C.P.A. Sede Legale e amministrativa: via Tosco Romagnola n. 101/A Fornacette

Dettagli

Apertura di credito C/C TF CCD Apertura di credito in c/c T.F. Consumatori

Apertura di credito C/C TF CCD Apertura di credito in c/c T.F. Consumatori 1/7 Apertura di credito in c/c T.F. Consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA B.C.C. DI FALCONARA MARITTIMA SOC.COOP. Via Nino Bixio n.92 60015 Falconara Marittima (AN) Tel.: 071 91691 - Fax: 071 9170502 Email:

Dettagli

APERTURA DI CREDITO IN C/C IPOTECARIA

APERTURA DI CREDITO IN C/C IPOTECARIA 1/7 Apertura di credito ipotecaria relativa al conto corrente IMPRESE 500 OPERAZIONI GRATUITE. INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DELL'ALTA MURGIA CRED. COOP. P.ZZA ZANARDELLI 16 70022 ALTAMURA (BA) Tel.:

Dettagli

Cessione, pignoramento e sequestro dei crediti di lavoro

Cessione, pignoramento e sequestro dei crediti di lavoro Cessione, pignoramento e sequestro dei crediti di lavoro Assolombarda 27 Settembre 2007 Area relazioni Industriali e affari Sociali Tiziana Cardone Argomenti trattati Le somme oggetto della cessione (retribuzione,

Dettagli

PRESTITO PERSONALE. 1. Identità e contatti del finanziatore/ intermediario del credito. 2. Caratteristiche principali del prodotto di credito

PRESTITO PERSONALE. 1. Identità e contatti del finanziatore/ intermediario del credito. 2. Caratteristiche principali del prodotto di credito INFORMAZIONI EUROPEE PRESTITO PERSONALE 1/2 Informazioni Europee di Base sul credito ai consumatori PRESTITO PERSONALE VERDIRAME CHRISTIAN Prodotto offerto da FinecoBank S.p.A. tramite tecniche di comunicazione

Dettagli

Cognome e nome.. Nato/a a prov.. il. Codice fiscale. Residente a. prov... Via/piazza... cap. Tel/fax.. e mail. Eventuale domicilio.

Cognome e nome.. Nato/a a prov.. il. Codice fiscale. Residente a. prov... Via/piazza... cap. Tel/fax.. e mail. Eventuale domicilio. ALLEGATO A DOMANDA DI FINANZIAMENTO (compilazione a cura del dipendente) Residente a. prov.... Via/piazza.... cap. Tel/fax.. e mail. Eventuale domicilio. C H I E D E CESSIONE (art. 1, c. 137, legge n 311/04)

Dettagli

GUIDA CESSIONE DEL QUINTO / DELEGAZIONE DI PAGAMENTO

GUIDA CESSIONE DEL QUINTO / DELEGAZIONE DI PAGAMENTO GUIDA CESSIONE DEL QUINTO / DELEGAZIONE DI PAGAMENTO Sommario LE DOMANDE DI BASE... 2 QUALI SONO I PRINCIPALI DIRITTI DEL CONSUMATORE?... 4 COS E IL SECCI (Standard European Consumer Credit Information

Dettagli

Contratto per la Verifica Triennale di mantenimento dei Requisiti di Qualificazione ai sensi del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207

Contratto per la Verifica Triennale di mantenimento dei Requisiti di Qualificazione ai sensi del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 Contratto per la Verifica Triennale di mantenimento dei Requisiti di Qualificazione ai sensi del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 Regolamento di esecuzione del Decreto Legislativo 12 Aprile 2006, n. 163.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA

FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Normativa sulla Trasparenza Bancaria (Testo Unico Bancario D.Lgs. 385/93 e norme di attuazione) FINANZIAMENTI CON CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI

Dettagli

ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO. L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale

ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO. L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale TRA L Azienda Sanitaria Provinciale di Catania, con sede

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI INPS. L anno duemilasette, il giorno del mese di in Roma Via

CONVENZIONE QUADRO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI INPS. L anno duemilasette, il giorno del mese di in Roma Via CONVENZIONE QUADRO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI INPS L anno duemilasette, il giorno del mese di in Roma Via TRA L Istituto Nazionale della Previdenza Sociale,

Dettagli

APERTURA DI CREDITO IN C/C FORME VARIE

APERTURA DI CREDITO IN C/C FORME VARIE FOGLIO INFORMATIVO relativo a: INFORMAZIONI SULLA BANCA APERTURA DI CREDITO IN C/C FORME VARIE BANCA DI VERONA credito coop. cadidavid s.c.p.a. Via Forte Tomba, 8-37135 - Verona (VR) n. telefono e fax:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RELATIVA AL CONTRATTO DI PRESTITO CON RITENUTA DELEGATA

FOGLIO INFORMATIVO DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RELATIVA AL CONTRATTO DI PRESTITO CON RITENUTA DELEGATA FOGLIO INFORMATIVO Pagina 1 di 5 RELATIVA AL CONTRATTO DI PRESTITO CON RITENUTA DELEGATA Redatto secondo le istruzioni di vigilanza di Banca d Italia Documento n 05 - data ultimo aggiornamento APRILE 2010

Dettagli

PROPOSTA DI FINANZIAMENTO ESTINGUIBILE MEDIANTE CESSIONE PRO SOLVENDO DI QUOTE DI PENSIONE - Mod. CQP 01/10

PROPOSTA DI FINANZIAMENTO ESTINGUIBILE MEDIANTE CESSIONE PRO SOLVENDO DI QUOTE DI PENSIONE - Mod. CQP 01/10 Cod. Fisc./Part. IVA 02007340025 - R.E.A. n. 176931 - Trib. di Biella n. n. 13478/2000 - Iscritta nell'elenco Generale art. 106 T.U. n. 32042 e nell'elenco Speciale art. 107 T.U. n. 32494 Imposta di bollo:

Dettagli

CONTO ARANCIO e DEPOSITO ARANCIO

CONTO ARANCIO e DEPOSITO ARANCIO CONTO ARANCIO e DEPOSITO ARANCIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO (VERSIONE DEL 09/10/2013) relativo ai: Conti di deposito Conto Arancio e Deposito Arancio ING DIRECT N.V. è una banca di diritto

Dettagli

serfactoring San Donato Milanese, 1 giugno 2015 Pagina 1 di 6

serfactoring San Donato Milanese, 1 giugno 2015 Pagina 1 di 6 TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI FINANZIARI Schema foglio informativo Dilazioni di pagamento Servizio offerto da Serfactoring S.p.A. Via Fabiani, 1/B - 20097 San Donato Milanese (MI) Fax:0252045730/8/9

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO VALORE IMPRESA ANTICIPI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È L'ANTICIPO FATTURE E SALVO BUON FINE

FOGLIO INFORMATIVO VALORE IMPRESA ANTICIPI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È L'ANTICIPO FATTURE E SALVO BUON FINE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Padovana Credito Cooperativo S.C. in Amministrazione Straordinaria Via Caltana n. 7-35011 Campodarsego (Padova) Tel.: +39 049 9290111 Fax: +39 049 9290340 Email: info@bancapadovana.it

Dettagli

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO relativo a: INFORMAZIONI SULLA BANCA APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE BANCA DI VERONA credito coop. cadidavid s.c.p.a. Via Forte Tomba, 8-37135 - Verona (VR) n. telefono e fax:

Dettagli

RICHIESTA DI FINANZIAMENTO ESTINGUIBILE MEDIANTE CESSIONE DI QUOTE DELLA RETRIBUZIONE

RICHIESTA DI FINANZIAMENTO ESTINGUIBILE MEDIANTE CESSIONE DI QUOTE DELLA RETRIBUZIONE CONSEL S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: Via V. Bellini 2 10121 Torino Tel. 011.50.61.111 Fax 011.57.32.578 info@e-consel.it www.e-consel.it Cod. Fisc./Part. IVA 02007340025 Capitale sociale e riserve:

Dettagli

GUIDA ALLA CESSIONE DEL QUINTO E ALLA DELEGAZIONE DI PAGAMENTO

GUIDA ALLA CESSIONE DEL QUINTO E ALLA DELEGAZIONE DI PAGAMENTO GUIDA ALLA CESSIONE DEL QUINTO E ALLA DELEGAZIONE DI PAGAMENTO Sommario LE DOMANDE DI BASE QUALI SONO I PRINCIPALI DIRITTI DEL CONSUMATORE? COS E IL SECCI (Standard European Consumer Credit Information

Dettagli

1. Identità e contatti del Finanziatore/Intermediario del credito

1. Identità e contatti del Finanziatore/Intermediario del credito Imposta di bollo assolta in modo virtuale. Autorizzazione Agenzia delle Entrate di Roma Provvedimento n. 008655/10 del 16/03/2010 RACES FINANZIARIA S.p.A. Sede legale: (00161) Roma, via A. Torlonia, 16/18,

Dettagli

Foglio informativo (C0208) CONTO CORRENTE BUSINESS COMMERCIO

Foglio informativo (C0208) CONTO CORRENTE BUSINESS COMMERCIO Foglio informativo (C0208) CONTO CORRENTE BUSINESS COMMERCIO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DÌ FORNACETTE S. C.P.A. Sede Legale e amministrativa: via Tosco Romagnola n. 101/A Fornacette

Dettagli

APERTURA DI CREDITO IPOTECARIA

APERTURA DI CREDITO IPOTECARIA FOGLIO INFORMATIVO relativo a: APERTURA DI CREDITO IPOTECARIA INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI SAVIGLIANO S.p.A. PIAZZA DEL POPOLO N. 15 12038 Savigliano CN n. telefono e fax: 0172.2031

Dettagli

Affidamenti in conto corrente e castelletto s.b.f.

Affidamenti in conto corrente e castelletto s.b.f. Aggiornamento n. 023 Data ultimo aggiornamento 04.10.2011 FOGLIO INFORMATIVO Affidamenti in conto corrente e castelletto s.b.f. Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: Banca Alpi Marittime

Dettagli