Classificazione documento: Consip Public

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Classificazione documento: Consip Public"

Transcript

1 Oggetto: Gara a procedura aperta ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., per l affidamento dei servizi per la reingegnerizzazione dei servizi di back-end, per lo sviluppo dell EIM e dei sistemi trasversali e di governance dell INAIL con relativi servizi di manutenzione applicativa ID 1545 I chiarimenti della gara sono visibili sul sito *** 1) Domanda Lotto 1 Capitolato Tecnico Pag. 45 In riferimento al Certificazioni richieste si chiede di confermare che il conseguimento di una delle seguenti certificazioni: Oracle E-Business Suite R12.1 General Ledger Essentials 1Z0-516 Oracle E-Business Suite R12.1 Payables Essentials 1Z0-517 Oracle E-Business Suite R12.1 Receivables Essentials 1Z0-518 può essere considerato equipollente alla certificazione richiesta: Oracle E-Business Suite Financial Management Certification. Non si conferma. La certificazione E-Business Suite Financial Management è l area di riferimento all interno della quale sono richieste le certificazioni specifiche. 2) Domanda Lotti Tutti Appendice 1 CT Contesto applicativo Pag 29 Si chiede se la dicitura RIF nella tabella Interventi software da realizzare deve essere intesa come RENG. Si conferma che la dicitura corretta è RENG 3) Domanda Lotto 1 Disciplinare Pag 50 Con rif. al criterio di valutazione n 5 Strumento per la gestione delle baseline e il conteggio dei Function Point Proposta di uno strumento per la gestione dell'inventario in Function Point del parco applicativo del Lotto 1. E' richiesto al Fornitore di proporre e descrivere uno strumento che, senza alcun onere aggiuntivo per INAIL, sarà adottato dall'istituto per l'inventario dei Function Point del parco applicativo del Lotto 1 e che possa, successivamente, essere esteso anche agli altri lotti della gara. Ai fini dell attribuzione del punteggio saranno valutati, in particolare: a) l affidabilità, l usabilità, la flessibilità e la manutenibilità dello strumento proposto; b) l implementazione di funzionalità di analisi. Si chiede di confermare che, per implementazione delle funzionalità di analisi, si intende la disponibilità - nell ambito dello strumento proposto- di funzionalità atte a fornire analisi sulla baseline dei FP. 4) Domanda Lotti Tutti Disciplinare 6. MODALITÀ DI AGGIUDICAZIONE DELLA GARA In riferimento ai criteri di valutazione che, nei diversi lotti, riguardano le Best practice, linee guida, metodologie e strumenti, (da 13 a 16 per il Lotto 1/ 12, 13, 15 e 16 per il Lotto 2/da 12 a 15 per il lotto 3 e 4), si chiede di confermare che il riferimento a precedenti iniziative su servizi analoghi nell ambito delle pubbliche amministrazioni o contesti di analoga complessità possa essere considerato adeguato anche senza esplicitare i nomi dei clienti. Alcune Amministrazioni ci richiedono infatti di essere riferite solo in forma anonima.

2 5) Domanda Lotto 1 Capitolato Tecnico Pag. 89 Nel 5.3 Luogo di lavoro del Capitolato si dice: In generale, salvo eccezioni, lo sviluppo e la manutenzione devono basarsi su elaboratori di INAIL (es. sistemi conoscitivi, sistemi documentali, ecc.. ). Pertanto, a inizio fornitura verrà concordato con il Fornitore il fabbisogno, in funzione della numerosità del gruppo di lavoro. Si chiede di confermare che trattasi di un refuso, e che le attività possano essere eseguite presso le sedi del Fornitore. Gli ambienti di sviluppo e test, a meno di eccezioni preventivamente concordate con INAIL, sono istallati su elaboratori del Fornitore, mentre, gli ambienti di collaudo ed esercizio dovranno basarsi su elaboratori di INAIL. 6) Domanda Premesso che in caso di RTI il concorrente che intenda partecipare a più lotti è tenuto a presentarsi sempre nella medesima forma associata e con la medesima composizione si pone il seguente quesito: relativamente al punto III.2.2 del bando di gara lettera a1), a2), a3), a4) ed al punto III.2.3, lettera b.1), b.2), b.3), b4), b5), b6), b7), b8) in caso di RTI costituendo composto da aziende con diverse competenze che intende partecipare a più lotti si chiede di chiarire se una o più imprese mandanti possano dichiarare/possedere i requisiti di cui sopra solo per un lotto mentre negli altri lotti tali requisiti possano essere assolti dal RTI nel suo complesso. Si conferma che una o più imprese mandanti possono dichiarare di possedere i requisiti di cui sopra solo per un lotto mentre negli altri lotti tali requisiti possono essere assolti dal RTI nel suo complesso, fermo restando il possesso in misura maggioritaria in senso relativo, in capo all impresa mandataria, dei requisiti di capacita economico-finanziaria (lettere a1, a2, a3, a4 di cui al punto III.2.2. Bando GUUE) e tecnico-organizzativi per ciascuno dei requisiti lettere b1 e b2 (Lotto 1); lettere b3 e b4 (Lotto 2); lettere b5 e b6 (Lotto 3); lettere b7 e b8 (Lotto 4) di cui al punto III.2.3. Bando GUUE. 7) Domanda Bando di gara sezione III.2.3 Capacità tecnica Punto b.3) Si richiede di confermare che il requisito può essere soddisfatto da progetti svolti anche in uno solo degli ambiti citati (es. solo Data Mining, o solo Datawarehouse), e non necessariamente in tutti gli ambiti indicati. Ai fini della soddisfazione del requisito individuato nella sezione III Capacità Tecnica, punto b.3), i progetti svolti dovranno coprire tutti gli ambiti indicati nel Bando di gara (Datawarehouse e Business Intelligence, Data Mining e Statistica Avanzata) nel rispetto della soglia di importo previsto (almeno pari a ,00, IVA esclusa (=unmilione/00). Nel caso in cui venga presentato un unico progetto lo stesso dovrà, pertanto, necessariamente riguardare tutti gli ambiti indicati; nel caso in cui vengano presentati più progetti, il singolo progetto potrà riguardare anche un solo ambito tra quelli indicati, purché gli stessi vengano integralmente coperti dall indicazione di altri progetti sino alla concorrenza della soglia di importo previsto. 8) Domanda Bando di gara - sezione III.2.3 Capacità tecnica Requisito b.2) e b.8) Si richiede di confermare che il requisito può essere soddisfatto da singoli progetti svolti anche in uno solo degli ambiti citati (es. solo contabilità o solo Protocollo), e non necessariamente in tutti gli ambiti indicati. Si rinvia alla risposta alla Domanda n.7. Si ribadisce che nel caso in cui venga presentato un unico progetto lo stesso dovrà, pertanto, necessariamente riguardare tutti gli ambiti indicati; nel caso in cui vengano presentati più progetti, il singolo progetto potrà riguardare anche un solo ambito tra quelli indicati, purché gli stessi vengano integralmente coperti dall indicazione di altri progetti sino alla concorrenza della soglia di importo previsto. 9) Domanda Bando di gara - sezione III.2.2 e III.2.3 Si richiede di confermare che in caso di partecipazione in RTI i requisiti possano essere completamente coperti anche solo da alcune delle imprese del RTI e non necessariamente da tutte, fermo restando il vincolo che la mandataria abbia la maggior parte del requisito.

3 La lex specialis non prevede quote minime di partecipazione in capo alle imprese mandanti con riguardo ai requisiti di cui al punto III.2.2 del bando GUUE di gara lettere a1), a2), a3), a4) ed al punto III.2.3, lettere b.1), b.2), b.3), b4), b5), b6), b7), b8). Ne deriva che, in caso di partecipazione in RTI, fermo il possesso in misura maggioritaria in senso relativo dei predetti requisiti di capacità tecnico-professionale e di capacità economico-finanziaria da parte dell impresa mandataria, gli stessi dovranno essere posseduti dal raggruppamento nel suo complesso. Con riferimento, invece, alle modalità di possesso del requisito di capacità tecnica di cui al punto III.2.3, lettera a) in caso di partecipazione in forma associata, si rinvia al paragrafo 4.2 del Disciplinare di gara (cfr. RTI costituiti da almeno 4 anni/rti costituiti da meno di quattro anni/ RTI costituendi). 10) Domanda Bando si gara Si richiede di precisare l ammontare delle spese di pubblicazione che sarebbero addebitate all aggiudicatario. Come si evince dalla lex specialis di gara e in coerenza con l assetto normativo vigente, non sono previsti rimborsi a carico dell operatore economico aggiudicatario per le spese di pubblicazione del bando. 11) Domanda Disciplinare pag. 74 di 95 Lotto 4 - Criterio 6 Merito tecnico Si richiede di chiarire se il criterio debba essere riferito sia ai corsi specifici sia alle certificazioni; tenendo conto che il punteggio è attribuito considerando le sole certificazioni. Il riferimento è ai corsi finalizzati al conseguimento di certificazioni, pertanto il punteggio è assegnato a fronte delle certificazioni conseguite dalle risorse. 12) Domanda Rif.: Capitolato Tecnico 3.8, pag. 58 "Le suddette garanzie devono essere prestate in proprio dall Impresa anche per il fatto del terzo, intendendo la Committente restare estranea ai rapporti tra l impresa e le ditte fornitrici." Si chiede di confermare se le garanzie richieste facciano riferimento a quanto indicato al (pag. 28) in cui è specificato: nel primo caso il servizio è tenuto alla tempestiva apertura della segnalazione sul contratto di manutenzione del pacchetto ed alla successiva verifica dell esito dell intervento effettuato. Non si conferma. Si specifica che, con terzo, si fa riferimento ad eventuali subfornitori dell Impresa aggiudicataria. 13) Domanda Rif.: Capitolato Tecnico , pag. 72 In riferimento alla figura di "Gestore della Configurazione", il capitolato afferma: Tale referente dovrà essere individuato tra le figure del gruppo di Gestione Applicativa. Poiché non è richiesto, per nessun Lotto di fornitura, un servizio di Gestione Applicativa, si chiede di confermare che la frase riportata possa essere ritenuta un mero refuso. Trattasi di refuso. 14) Domanda Rif.: Capitolato Tecnico 5.2 pag. 88, Par. 5.8 pag. 99 Al 5.2 si riporta: Il Fornitore è tenuto a consegnare, nei tempi e nei modi previsti nella tabella di cui al paragrafo Requisiti Temporali del presente Capitolato Tecnico, i curricula vitae di tutti i referenti e delle risorse che intende utilizzare per la fornitura dei servizi a carattere continuativo. Al 5.8 si riporta, inoltre: Deve essere presentato almeno un Curriculum Vitae per ogni figura professionale richiesta, da impiegare nei diversi servizi dove sono richieste figure professionali che collaborano in attività di tipo continuativo, per le figure di Capo progetto impiegate in tutti i servizi previsti ed eventualmente per altre figure indicate dall Istituto. A fronte delle predette indicazioni del CT, si chiede di fornire maggiori dettagli su quali e quanti CV consegnare nei tempi e nei modi previsti al par del CT. Si conferma quanto specificato al par.3.11 del Capitolato Tecnico, ossia che devono essere consegnati nei tempi previsti i curricula vitae di tutti i referenti e delle risorse che intende utilizzare per la fornitura dei servizi a carattere continuativo. 15) Domanda

4 Rif.: Capitolato Tecnico 4 pag. 75, pag. 83 Appendice 5, 6.10 Nel Capitolato, al 4, si riporta: il software CA Service Desk che consente di pianificare, adottare e implementare best practice ITIL automatizzate nei processi di gestione di richieste, incident, problemi, conoscenza, modifiche, asset e configurazioni ; al 5.1.2, si riporta: Dal momento in cui una richiesta (ticket) per malfunzionamento è registrata nel sistema dell Istituto, attualmente in fase di implementazione, o nel sistema del Fornitore in assenza dello stesso, decorrono i tempi relativi ai livelli di servizio definiti nell Appendice Indicatori di qualità. Nell Appendice 5, al 6.10, si riporta: Sono stati definiti ed approvati i processi per le diverse attività e si è provveduto all adozione di un tool di trouble ticketing, Mantis.. A fronte delle predette indicazioni della documentazione di gara, si chiede di chiarire: Quale sia il sistema di Trouble Ticketing dell'istituto, attualmente in fase di implementazione Se sia richiesto al Fornitore di proporre in Offerta tecnica una soluzione di Trouble Ticketing da utilizzare in assenza del sistema implementato dall'istituto. Il sistema di Trouble Ticketing dell'istituto, attualmente in fase di implementazione, è Service Desk di CA. Non è richiesto al fornitore una soluzione di Trouble Ticketing da utilizzare in assenza del sistema implementato dall'istituto. 16) Domanda Rif.: Capitolato Tecnico 5.12, pag. 103, 5.2 pag. 87 Nel Capitolato, al 5.12 si riporta: La rilevazione e misurazione dei requisiti di qualità relativi ai servizi continuativi dovrà tenere conto dell orario di servizio e dell orario esteso. Il non rispetto delle indicazioni sopra riportate costituirà rilievo della fornitura. Al 5.2 si riporta: Il servizio di supporto specialistico verrà erogato tutti i giorni feriali, dalle 8.00 alle 18.00, esclusi il sabato, la domenica e le altre festività nazionali. A fronte delle predette indicazioni, anche ai fini della determinazione degli indicatori di qualità, si chiede di chiarire quale sia l'orario di erogazione di ciascun servizio e l'eventuale estensione di orario richiesta. L orario di erogazione di tutti i servizi è il seguente: tutti i giorni feriali, dalle 8.00 alle 18.00, esclusi il sabato, la domenica e le altre festività nazionali. In particolare, per il servizio di manutenzione correttiva. L estensione dell orario oltre la fascia di erogazione del servizio è in funzione del rispetto dei livelli di servizio specificati nell Appendice 4 Indicatori di qualità al Capitolato Tecnico, par ) Domanda Rif.: Disciplinare di gara Criterio di valutazione Qualità del software Si chiede di confermare che l'indicazione "3 strumenti" sia un refuso e che il punteggio tabellare sarà attribuito nel modo seguente: punti 0,5 (on/off) per 1 strumento, punti 1 (on/off) per 2 strumenti. " Non si conferma. Verrà attribuito un punto (on/off) solo ed esclusivamente per un minimo di 3 strumenti di verifica della qualità del software. 18) Domanda Rif.: Disciplinare di gara, 4.1, pag. 20 Nel caso di partecipazione di un RTI a più lotti, fermo restando l obbligo di partecipazione nella medesima forma (costituito/costituendo) e composizione soggettiva, si chiede di confermare: 1. se ciascuna società possa detenere, nell ambito di ciascun Lotto, una diversa quota percentuale di partecipazione; 2. se il ruolo di mandante/mandataria, all interno del RTI, possa variare da Lotto a Lotto, fermo restando l obbligo in carico alla mandataria del possesso del requisito di capacità economico-finanziaria in misura maggioritaria in senso relativo. Nel ribadire che in caso di partecipazione di un RTI, a più lotti, la forma e la composizione dovrà essere sempre la stessa (es. RTI (A-B-C) dovrà essere identica per lotto 1, 2, 3, 4; non è ammessa la seguente modalità di composizione: RTI (A-B-C) per il lotto 1, RTI (A-B) per il lotto 2; RTI (A-C) per il lotto 3), RTI (C-B) per il Lotto 4):

5 - con riferimento al quesito sub 1), si conferma che ciascuna impresa componente il RTI può dichiarare, in ogni lotto, una diversa quota percentuale di esecuzione delle prestazioni contrattuali, fermo restando la necessità che l impresa mandataria assuma la quota maggioritaria come richiesto dalla lex specialis; - con riferimento al quesito sub 2) si rappresenta che - fermo il possesso dei requisiti di partecipazione di capacità tecnica ed economica nella misura richiesta dalla lex specialis di gara, rispetto a ciascun lotto, in capo all impresa mandataria/impresa mandante e all RTI nel suo complesso - è possibile prevedere imprese mandatarie diverse per lotti diversi. 19) Domanda Rif.: Disciplinare di gara, 6, pag. 61 Il Disciplinare di Gara, per il Lotto 2, riporta all ID 12 pag.61 il criterio di valutazione delle Best practice, linee guida, metodologie e strumenti per l erogazione del servizio di Sviluppo/MEV per il quale sono previsti 5 punti, distribuiti tra gli ambiti DW e BI (2 punti), Open Data (2 punti), Big Data (1 punto). Si chiede di chiarire in quale di tali ambiti sia valutato il servizio di data mining citato alle pagine 38 e 47 del Capitolato Tecnico. Il servizio relativo alle attività di Data Mining è valutato nell ambito Data Warehouse e Business Intelligence. 20) Domanda Disciplinare di gara Capitolo 2. Punto j), pag. 14/15 Allegato 11 Disciplinare di gara - pag. 15 si fa riferimento all Allegato 11 da presentare in caso di imprese in concordato preventivo con continuità aziendale; tuttavia nei punti ii) e iii),si fa riferimento alla disciplina dell avvalimento ed all Impresa ausiliaria. Trattasi di refuso? Non si conferma. In base alla normativa vigente, ai fini della partecipazione alla gara da parte di un impresa interessata dalla procedura di concordato preventivo con continuità aziendale, il legislatore ha fatto ricorso allo schema dell avvalimento, pertanto, risulta necessario indicare l'impresa ausiliaria in possesso dei requisiti richiesti dal Bando, affinché assuma la responsabilità dell'esecuzione del contratto. Viene in particolare richiesta una apposita dichiarazione di altro operatore economico con il ruolo di impresa ausiliaria, che assuma il duplice impegno di mettere a disposizione dell impresa in concordato preventivo con continuità aziendale, per tutta la durata del contratto, le risorse necessarie all esecuzione dell appalto ed eventualmente, subentrare all impresa stessa in caso di suo fallimento. Per tali ragioni, il modello di dichiarazione dell impresa interessata dalla procedura di concordato preventivo con continuità aziendale (Allegato 11) include al suo interno la produzione di dichiarazioni provenienti dall impresa ausiliaria con schema analogo a quello predisposto per il ricorso all istituto dell avvalimento(allegato 9). 21) Domanda Allegato 11 e Allegato 9 I due Allegati sono identici, si tratta di un refuso? In caso affermativo, si chiede cortesemente di mettere a disposizione gli allegati corretti. Non si tratta di refuso. I due Allegati non sono identici. Per la risposta, si rinvia alla Domanda n ) Domanda Disciplinare di gara 2.1 Bando di gara 17.2 In riferimento a quanto indicato al punto 2.1 Partecipazione a più lotti del Disciplinare di Gara, (... omissis In particolare, relativamente al requisito di fatturato di cui al punto 17.2 del Bando di gara dovrà risultare in possesso di un importo pari almeno alla somma dei fatturati richiesti per la partecipazione a ciascuno dei due lotti di maggiore rilevanza economica per i quali ha formulato la migliore offerta) si chiede di confermare che, qualora il concorrente intenda partecipare a più lotti, dovrà possedere un importo di fatturato specifico pari almeno alla somma dei fatturati richiesti per la partecipazione a ciascuno dei lotti per i quali ha formulato la migliore offerta (es. se un concorrente intende partecipare a tutti e 4 i lotti dovrà possedere nel complesso un importo di fatturato specifico pari almeno a ,00 euro come somma dei fatturati richiesti per ciascun lotto per il quale presenta offerta e quindi pari alla somma di ,00 (Lotto1), ,000 (Lotto 2), ,00 (Lotto 3) e ,00 (Lotto 4).

6 Ai sensi del par. 2.1 del Disciplinare di Gara e fermo restando il vincolo di aggiudicazione di due lotti al massimo secondo le regole specificate dalla lex specialis, il concorrente che intenda partecipare a più lotti dovrà possedere unicamente i requisiti economici richiesti per la partecipazione al lotto di importo superiore tra quelli per cui presenta offerta, tenuto conto delle condizioni minime di partecipazione di cui al punto 17.2 del Bando di gara e avuto riguardo alla forma con la quale il soggetto partecipa. 23) Domanda Bando di gara 17.3 Si chiede di confermare che ai fini della comprova dei requisiti di cui al punto 17.3 lettere dalla b.1) alla b.8), possa essere utilizzata la dichiarazione formulata ai sensi e per gli effetti dell art. 47 D.P.R. 445/2000 con le modalità di cui all art. 38 D.P.R. 445/2000, rilasciata da Revisore Contabile o Società di Revisione o dal Collegio Sindacale della Società dotato degli opportuni requisiti ai fini del controllo contabile ovvero nell ambito del suo potere di vigilanza, anche utilizzando il modello di cui all allegato 8 di gara. Si conferma la possibilità di comprovare i requisiti di cui al punto 17.3 lettere dalla b.1) alla b.8) del bando GURI per il tramite di una dichiarazione formulata ai sensi e per gli effetti dell art. 47 D.P.R. 445/2000 con le modalità di cui all art. 38 D.P.R. 445/2000, rilasciata da Revisore Contabile o Società di Revisione o dal Collegio Sindacale della Società dotato degli opportuni requisiti ai fini del controllo contabile ovvero nell ambito del suo potere di vigilanza. Potrà essere utilizzato all uopo il modello di cui all allegato 8 del Disciplinare di gara apportandovi le necessarie personalizzazioni per l inserimento delle informazioni relative al requisito di cui trattasi. 24) Domanda Lotto 2 Certificazioni richieste (pag. 45) Si chiede di confermare che con "Oracle BI Enterprise Edition (BI EE). Certification - Oracle Business Intelligence Foundation Suite 11 Certified Implementation Specialist Certification si intende la certificazione derivante dal superamento dell'esame "Oracle Business Intelligence (OBI) Foundation Suite 11g Essentials 1Z0-591". In caso contrario si chiede di indicare a quali specifiche certificazioni si fa riferimento. 25) Domanda Lotto 2 Certificazioni richieste (pag. 45) Si chiede di confermare che con Oracle Database 11g Certification - Oracle Database 11g Data Warehousing Implementation Specialist Certification si intende la certificazione derivante dal superamento dell'esame "Oracle Database 11g Data Warehousing Essentials 1Z0-515". In caso contrario si chiede di specificare a quale certificazione si fa riferimento. 26) Domanda Lotto 3 Paragrafo reingegnerizzazione dell area personale. Si chiede di confermare che le componenti custom dei prodotti ADP e-sipert e le successive evoluzioni previste siano in carico all'aggiudicatario. Fermo restando che l'aggiudicatario non dovrà intervenire su eventuali sviluppi che interessano le funzionalità native dei prodotti ADP e-sipert, si confermano a carico all'aggiudicatario le componenti custom richieste dall'inail con riferimento all'ambito specifico. 27) Domanda La Società scrivente, in merito All. 2, argomento Formazione, domanda se la formazione da erogare riguarda anche il personale INAIL.

7 In caso affermativo, si chiede con quale modalità la formazione debba essere erogata (aula / online), le sedi di erogazione, il numero delle sessioni, la disponibilità di aule attrezzate. La formazione non riguarda il personale INAIL. 28) Domanda Nell All. 2 OFFERTA TECNICA, Strumenti software, Al fornitore è richiesto in più punti della documentazione di descrivere gli strumenti proposti per l'erogazione dei servizi di sviluppo e manutenzione delle applicazioni, la formazione, l'assicurazione della qualità del software, la verifica della manutenibilità del sw, la qualità della documentazione, il change management, la misurazione della coerenza fra attività di supporto specialistico e soluzioni sviluppate. Si domanda se la proprietà delle eventuali licenze per l'uso di tali strumenti debba passare all'istituto e, se si, in quale fase del progetto (inizio, fine progetto). In caso affermativo, si domanda se tali licenze devono includere un periodo di manutenzione correttiva e di quale durata. Non è previsto che la proprietà di eventuali licenze per l uso di strumenti proposti dal Fornitore per l erogazione dei servizi debba passare ad INAIL. 29) Domanda Indicatori di qualità, Strumento di trouble ticketing per la rilevazione di alcuni indicatori, Si domanda se il sistema di trouble ticketing indicato quale fonte dati (indicatori DAES, TROI, CSR, DFEA) è messo a disposizione dall'istituto. Si conferma che lo strumento di trouble ticketing è messo a disposizione da INAIL. (cfr. n.15) 30) Domanda Nel caso in cui la risposta fosse negativa (non trattasi cioè di strumento messo a disposizione da Inail) si domanda se il fornitore ne debba proporre uno proprio e se si, se tale strumento debba rimanere nella proprietà dell'istituto al termine del contratto. Ved. n.29 31) Domanda Nel capitolato, Strumenti per la realizzazione della soluzione, al fornitore è richiesto di individuare gli strumenti idonei alla realizzazione della soluzione. Le licenze di tali strumenti/prodotti, se non sono già nella disponibilità di Inail, saranno acquistati dall'istituto? In caso affermativo, si domanda dove è possibile esplicitare il costo di tali licenze non essendoci uno spazio apposito nel template di offerta economica. In caso di risposta negativa, si domanda come l'istituto vorrà erogare i servizi richiesti. In entrambi i casi, si domanda se le licenze degli strumenti devono essere corredate del servizio di manutenzione correttiva (a cura del fornitore dello strumento) e per quale durata. Non si individua il passo citato all interno del Capitolato Tecnico. Si ribadisce, tuttavia, che, come riportato nel Capitolato Tecnico, è facoltà del Fornitore, in sede di offerta tecnica, proporre propri strumenti per gestire l operatività dei servizi ambito della gara, fermo restando che tale utilizzo non dovrà comportare oneri aggiuntivi per INAIL. 32) Domanda Capitolato, PRESA IN CARICO E ACQUISIZIONE KNOW-HOW, Si chiede se la data di avvio delle attività decorra dal termine del periodo di affiancamento con il fornitore uscente, dalla stipula del contratto o da quale altro evento. Si precisa che le modalità di attivazione e la calendarizzazione delle attività vengono sottoposte alla Committente negli atti di pianificazione richiesti secondo i tempi e modi indicati dal Capitolato Tecnico e sono soggette ad approvazione da parte di quest ultima.

8 33) Domanda Si chiede di confermare che, in fase di comprova dei requisiti ai sensi dell art. 48 del D. Lgs. 163/06, relativamente al requisito 17.3 Capacità Tecnica lettere b1) b2) b3) b4) b5) b6) b7) b8), sia possibile produrre alternativamente certificati rilasciati dalle amministrazioni, dichiarazioni dei privati che attestino l esecuzione dei progetti richiesti, contratti e fatture oppure dichiarazione del collegio sindacale. Si confermano le modalità di comprova previste al paragrafo 6 del Disciplinare di gara con riguardo ai requisiti di cui al punto 17.3 lettere dalla b.1) alla b.8) del Bando GURI di gara. Relativamente alla dichiarazione del collegio sindacale, si rinvia alla risposta n ) Domanda Con riferimento al documento Appendice 1 CT - Contesto applicativo, ed in particolare al paragrafo 3.2 Data Warehouse, si chiede conferma del fatto che col termine Data Warehouse si intenda un primo livello e che col termine DataMart un secondo livello? 35) Domanda Con riferimento al documento Appendice 1 CT - Contesto applicativo, ed in particolare al paragrafo 3.2 Data Warehouse si chiede un approfondimento sul Data Warehouse in particolare: Tipologia del Data Warehouse (Dimensionale o Relazionale o altra tipologia) Numerosità media delle tabelle dei fatti e delle dimensioni del Data Warehouse Numerosità dei flussi di alimentazione Il livello di Data Warehouse ha una struttura relazionale, mentre il livello di datamart è di livello dimensionale Fatti: circa 250 tabelle con numerosità media occorrenze Dimensioni: circa 327 tabelle con numerosità media occorrenze Numerosità flussi: circa 400 flussi mensili di alimentazione 36) Domanda Con riferimento al documento Appendice 1 CT - Contesto applicativo, ed in particolare al paragrafo 3.2 Data Warehouse si chiede un approfondimento sui Datamart in particolare: Numerosità dei Datamart Tipologia dei Datamart (MOLAP o ROLAP o altra tipologia) Struttura del Datamart (ogni datamart è composto da una o più stelle/cubi) Numerosità media delle tabelle dei fatti e delle dimensioni dei Datamart Numerosità dei flussi di alimentazione 7 Datamart per aree funzionali: - aziende - statistico - indicatore di gestione - legale - medica - personale - prestazioni Tipologia dei Datamart : ROLAP

9 Struttura del Datamart : ogni datamart è composto da più stelle Numerosità media delle tabelle dei fatti e delle dimensioni dei Datamart (cfr. domanda 35) Numerosità dei flussi di alimentazione (cfr. domanda 35) 37) Domanda Con riferimento al documento Appendice 1 CT - Contesto applicativo, ed in particolare al paragrafo 3.2 Data Warehouse si richiede la numerosità dei flussi di output del sistema verso le tre aree applicative (Banca Dati Statistica, Controllo di Gestione, Open Data)? La numerosità dei flussi di output verso le aree applicative è la seguente: Banca data statistica: 89 flussi Programmazione, bilancio e controllo : 156 flussi Open data: 19 flussi 38) Domanda Con riferimento al documento Appendice 1 CT - Contesto applicativo, ed in particolare al paragrafo 3.2 Data Warehouse si richiede la tipologia dei flussi ETL (Monotracciato o Multitracciato). I flussi ETL hanno un tracciato predefinito a campi fissi. 39) Domanda Nel contesto delle aree applicative del lotto 2 si richiede la numerosità dei report presenti? I report presenti nelle aree applicative del lotto 2 sono circa ) Domanda Con riferimento al Capitolato Tecnico di gara, pagina 13, ed in particolare alle attività (metodologiche e/o applicative) che l aggiudicatario potrà svolgere, con l espressione parte di tali attività si intende che l aggiudicatario potrebbe svolgere attività esclusivamente metodologiche o applicative? No. Come specificato nel Capitolato Tecnico al par , il Fornitore dovrà quindi garantire in ogni momento la disponibilità di risorse che possano coprire l intera gamma di attività di competenza. 41) Domanda Con riferimento all appendice 5 CT Contesto tecnologico, pagina 21, ed in particolare al contenuto descrittivo relativo all architettura SOA presente, si chiede di chiarire maggiormente l utilizzo dell infrastruttura SOA in relazione ai servizi di data architecture a supporto di applicazioni del perimetro relativo all information management e/o per la data governance. L infrastruttura SOA viene attualmente utilizzata all interno dei processi di produzione degli open data e nell ambito dell esposizione di un subset di servizi del MDM. 42) Domanda Con riferimento all appendice 2 CT Profili professionali, pagina 22, ed in particolare ai requisiti richiesti per il profilo professionale del Manager, si fa riferimento anche alle caratteristiche che tale figura deve possedere in relazione alle tematiche affrontate nel Lotto 2 di gara. Poiché nel modello economico riferito al Lotto 2 tale figura professionale non è presente e non è citata nemmeno nei Capitolato tecnico quando si definisce il mix di risorse professionali da allocare per i servizi del lotto2, si chiede conferma del fatto che tale profilo non vada previsto nell ambito del lotto 2 e che le caratteristiche richieste sono un refuso.

10 43) Domanda Con riferimento all appendice 2 CT Profili professionali, per alcuni profili professionali è richiesto il possesso di uno specifico titolo di studio universitario ed è accettata la cultura equivalente consistente in 4 anni aggiuntivi di esperienza professionale nell ambito dei servizi applicativi, di cui almeno 2 aggiuntivi nel ruolo specifico. In relazione ad alcuni profili non è esplicitamente citata la possibilità di ricorrere a risorse in possesso di cultura equivalente. E corretto considerare che si tratta di un refuso e la dizione o in possesso di cultura equivalente è da applicarsi a tutti i profili professionali? Non si tratta di un refuso. Si conferma che, per le figure professionali di Data Scientist e Ontologo, è richiesto il possesso di un titolo di studio universitario. 44) Domanda Con riferimento al Disciplinare di gara, pagina 59, ed in particolare al criterio di valutazione 6 - Skill risorse e certificazioni specifiche si chiede conferma del fatto che il criterio di valutazione riferito ai 2 punti discrezionale sia riferito unicamente alla valutazione della descrizione delle modalità che garantiscano l impiego stabile nei gruppi di lavoro attivi presso INAIL delle risorse certificate offerte, nonché il valore aggiunto apportato nell ambito dei diversi gruppi di lavoro che impiegheranno le risorse con certificazioni. 45) Domanda Si chiede conferma che, in caso di partecipazione a più lotti sia possibile presentare un unico allegato 1. Come previsto dal Disciplinare di Gara (par. 2.1.) in caso di partecipazione a più lotti, dovrà essere presentata un unica busta A contenente tutta la documentazione amministrativa. All interno della predetta Busta A, dovrà essere prodotta, secondo le modalità dettate per la forma di partecipazione prescelta (individuale o associata), la dichiarazione conforme all Allegato 1, all interno del quale il concorrente dovrà indicare il/i lotto/i a cui intende partecipare. 46) Domanda In riferimento al paragrafo 2.1 del disciplinare di gara si chiede di confermare che in caso di partecipazione a più lotti, il concorrente è tenuto a presentarsi sempre nella medesima forma (individuale o associata) con la possibilità per ogni Azienda, di avere percentuali di servizi diversi per i lotti a cui si intende partecipare, fermo restando il ruolo di mandataria per tutti i lotti. Si vedano le risposte alle Domande n. 6, 9 e ) Domanda Data Privacy (Allegato 4 Schema generale contratto. Art. 17G) In materia di Data Privacy, si chiede di confermare che ove necessario nei singoli appalti specifici la Stazione Appaltante, in qualità di Titolare, provvederà a nominare l aggiudicatario Responsabile del trattamento ai sensi e per gli effetti delle disposizioni contenute nell art. 29 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196, Codice in materia di protezione dei dati personali, con riferimento alle sole operazioni di trattamento e ai soli dati che il Responsabile sarà chiamato a trattare in relazione all'esecuzione del Contratto fornendo, altresì, al Responsabile le istruzioni necessarie in conformità al tipo di trattamenti richiesto, nel rispetto delle prescrizioni del Codice. Inoltre, si chiede di confermare che il Responsabile non risponderà della raccolta dei Dati e degli obblighi connessi (per es., raccolta del consenso degli Interessati), nonché della pertinenza ed esattezza dei Dati. Il Titolare sarà pertanto responsabile in ordine ad ogni contestazione da chiunque sollevata a tale proposito nonché di eventuali violazioni derivanti da istruzioni incomplete o errate impartite dal Titolare che, pertanto lo terrà indenne da qualsiasi pretesa conseguente o connessa. Si chiede altresì di confermare che la nomina a Responsabile sarà riferita alla persona giuridica (e non alla persona fisica)."

11 Inoltre, laddove fosse previsto anche un RTI, sarebbe altresì necessario chiarire se possibile prevedere un responsabile esterno per conto di ciascuna società del RTI (meglio, ciascuna società del RTI sarà responsabile esterno rispetto alla porzione dei dati personali nell'ambito delle attività di propria competenza). E facoltà dell Amministrazione nominare il Fornitore quale Responsabile esterno del trattamento dei dati personali, ai sensi dell art. 29 del Codice Privacy (D. Lgs. n. 196/03) con attribuzione di compiti analiticamente specificati nell atto di nomina, da espletarsi sulla base delle indicazioni fornite. In caso di nomina ex art. 29 D.Lgs 196/03, il Fornitore, sarà responsabile del trattamento, ai sensi di legge - solidalmente con il Titolare - nei limiti delle attività che è chiamato a porre in essere. Si conferma che la nomina a Responsabile sarà riferita alla persona giuridica (e non alla persona fisica). In caso di RTI, ciascuna azienda potrà essere nominata Responsabile esterno del trattamento dei dati personali in funzione degli ambiti di competenza. 48) Domanda Penali (Allegato 4 - Contratto Speciale. Art. 14S) Si chiede di confermare che l ammontare massimo di penali applicabili al presente appalto/contratto non potrà in nessun caso superare il 10% del valore complessivo del presente appalto/contratto, in linea con quanto previsto dal DPR 207/2010 art.145. Per ciascun lotto, l art. 14S, comma 19 delle Condizioni Speciali dello Schema di Contratto allegato 4 del Disciplinare di gara prevede unicamente la soglia di valore al di sopra della quale l Isituto potrà avvalersi della facoltà, in qualunque tempo, di risolvere di diritto il contratto oltre a pretendere il risarcimento dei danni eventualmente patiti, e non anche un limite massimo all applicazione delle penali contrattualmente previste. 49) Domanda Subappalto (Disciplinare di gara art. 7) In materia di subappalto, si richiede di confermare che in caso di ricorso al subappalto, in presenza di un raggruppamento temporaneo di imprese, ciascuna mandante possa provvedere autonomamente alla stipula dell'eventuale contratto di subappalto e relativi adempimenti di legge." Si precisa che nulla osta a che siano le singole imprese raggruppate, ove ad aggiudicarsi la gara sia un RTI, a stipulare il/i relativo/i contratto/i di subappalto con l impresa/e subappaltatrice/i a condizione che le prestazioni che si affidano, nel rispetto delle previsioni dell art. 118 D.Lgs. n. 163/2006 e della disciplina di gara, siano ricomprese, a loro volta, all interno dei servizi / attività che la singola impresa raggruppata svolgerà, in ossequio a quanto dalla stessa dichiarato nella Dichiarazione necessaria (Allegato 1) e riportato nel mandato collettivo speciale con rappresentanza conferito all impresa mandataria. Resta ferma comunque l attività di coordinamento e monitoraggio in capo alla mandataria del RTI, anche ai fini del rispetto della quota limite subappaltabile di cui all art. 118 comma 2 del D.lgs. n. 163/ ) Domanda Gestione della Configurazione (Capitolato Tecnico, pag.59) Il Fornitore è tenuto alla gestione della configurazione dell intero Sistema Informativo anche per software realizzato e/o in garanzia da parte di un altro fornitore. Pertanto, quando richiesto dall Istituto, il Fornitore, dovrà rilasciare il software sotto controllo di configurazione all altro fornitore per poi rimettere sotto configurazione, a valle del collaudo positivo, il software modificato. Si prega di chiarire come, tale responsabilità, venga condivisa tra i responsabili della configurazione dei quattro lotti. Quanto specificato nel Capitolato Tecnico fa riferimento unicamente al software in garanzia sviluppato dal fornitore uscente dello specifico Lotto. 51) Domanda Gestore della Configurazione (Capitolato Tecnico, pag.72) Tale referente dovrà essere individuato tra le figure del gruppo di Gestione Applicativa. Si prega di confermare che il riferimento al gruppo di Gestione Applicativa sia da considerare un refuso.

12 Ved. n ) Domanda Referenti per la sicurezza (Capitolato Tecnico, pag.74) cooperando e coordinandosi, in particolare, con i referenti della Committente e dell Agenzia del Territorio Si prega di confermare che il riferimento ai referenti della agenzia del Territorio sia da considerare un refuso. Trattasi di refuso. 53) Domanda Servizio di Manutenzione (Capitolato Tecnico, pag.87) Il servizio di manutenzione dovrà inoltre comprendere la fornitura, entro 15 giorni dalla data della loro immissione sul mercato, delle nuove release e degli aggiornamenti relativi a tutti prodotti software utilizzati dall Amministrazione. Si prega di confermare che la richiesta sia da considerare un refuso. In caso contrario, si prega di fornire una lista dei prodotti dei quali è richiesta la fornitura rispetto a ciascuno dei lotti oggetto di fornitura. La fornitura delle nuove release e dei nuovi aggiornamenti richiesta all aggiudicatario, riguarda unicamente i prodotti software utilizzati/rilasciati dall aggiudicatario stesso, nell ambito dello specifico lotto. 54) Domanda Profilo professionale MANAGER (Appendice 2 CT Profili professionali, pag.22) Garantisce, in accordo con il Capo Progetto, la coerenza e l allineamento tra tutti i progetti in esecuzione, coordinando tutti i gruppi di lavoro ed assicurando la condivisione degli obiettivi; Assicura il monitoraggio delle iniziative in corso, fornendo gli stati di avanzamento lavori dei vari progetti, garantendo l efficacia, l efficienza e la tempestività delle attività progettuali; Si fa portatore delle problematiche rilevate nell'esecuzione dei progetti, propone soluzioni ed intraprende, in accordo con INAIL, le necessarie azioni correttive. Questo profilo viene richiesto nell ambito del servizio Supporto Specialistico: si chiede di confermare l assenza di questo profilo nell ambito del Supporto Specialistico del Lotto 2. 55) Domanda Best practice, linee guida, metodologie e strumenti per la reingegnerizzazione dei processi supportati da soluzioni di DW e Business Intelligence (Disciplinare Modalità aggiudicazione, pag.62) Lotto 2 - Criterio 15 Descrivere best practice, linee guida, metodologie e strumenti, maturati anche in precedenti iniziative nell ambito delle pubbliche amministrazioni o contesti di analoga complessità, che il Fornitore propone e si impegna a mettere a disposizione per l'erogazione del servizio di supporto specialistico e specificatamente nella consulenza per la reingegnerizzazione dei processi, in particolare relative a: processi supportati da soluzioni di DW e Business Intelligence; processi di gestione e pubblicazione di dati pubblici basati su soluzioni di Open Data. Si prega di chiarire se relativamente alle soluzioni di DW e Business Intelligence, le best practice, linee guida, metodologie e strumenti, maturati anche in precedenti iniziative nell ambito delle pubbliche amministrazioni o contesti di analoga complessità riguardano la reingegnerizzazione dei processi a supporto delle soluzioni di DW e Business Intelligence (esempio processi ETL) o processi supportati da soluzioni di DW e Business Intelligence (esempio Performance Measurement o Controllo di Gestione). Si conferma che best practices, linee guida, metodologie e strumenti riguardano la reingegnerizzazione dei processi supportati da soluzioni di Data Warehouse e Business Intelligence.

13 56) Domanda Miglioramento soglie indicatori di qualità. (Disciplinare, pag.79 e Allegato 4 - Indicatori di qualità Pag 14) Proposta di miglioramento della soglia per i Rilievi sull'intervento: - Soglia migliorativa <= 1-1 punto on/off; Allegato 4 Indicatori di qualità Pag 14. Par RLOB - Rilievi sull'intervento: Valore incentivante RLOB = 0 Si prega di confermare che per valore incentivante si intende la Proposta di miglioramento della soglia descritto nel disciplinare, da indicare in offerta tecnica, e che se la Proposta di miglioramento è uguale ad 1, determina l attribuzione del Punteggio Tabellare corrispondente e modifica il valore RLOB Valore incentivante descritto nell Allegato 4 Indicatori di qualità. Non si conferma. La proposta di miglioramento prevista nel criterio Miglioramento soglie indicatori di qualità riguarda il valore di soglia e non il valore incentivante. 57) Domanda Rif. Schema di Contratto Condizioni Speciali Lotto 2 e Lotto 4, articolo 3S Si chiede di confermare che, con riferimento a quanto previsto nell articolo 3S delle Condizioni Speciali di Contratto secondo cui Il Fornitore si impegna altresì a fare si che le attività di realizzazione e/o modifica dei siti web siano coerenti con le indicazioni formulate nella Circolare della Agenzia per l Italia Digitale n.61/2013 del 29 marzo 2013 avente ad oggetto le disposizioni del decreto legge 18/10/2012 n.179 convertito con modificazioni dalla L.17/12/2012, n.221, è esclusa da parte del Fornitore la prestazione di qualsivoglia servizio di consulenza in materia legale e/o normativa e/o giuridica e di confermare, pertanto, che sono rimesse alla Committente le valutazioni e le conseguenti decisioni di carattere legale e/o normativo e/o giuridico, nonché la valutazione e l approvazione di quanto prodotto o eseguito dal Fornitore sulla base degli indirizzi della Committente stessa. Nel confermare che il fornitore non sarà chiamato a espletare prestazioni diverse e/o aggiuntive rispetto a quelle oggetto del presente appalto, si ribadisce altresì quanto previsto nell art. 3S delle Condizioni Speciali di Contratto. 58) Domanda Rif. Schema di Contratto Condizioni Speciali Lotto 2 e Lotto 4, articolo 13S In relazione all accesso e/o alle verifiche da parte della Committente e/o all organismo di ispezione da questa eventualmente designato, si chiede di confermare che: a) le modalità di espletamento delle verifiche da parte di soggetti terzi possano essere di volta in volta concordate con il Fornitore, al fine di tutelare le posizioni giuridiche soggettive di quest ultimo; b) tali verifiche non coinvolgano le sedi del Fornitore ovvero in caso contrario, che possano essere organizzate in maniera tale da non costituire impedimento ad attività estranee all oggetto dell appalto; c) in ogni caso sarà garantita la riservatezza delle informazioni aventi carattere industriale e commerciale del Fornitore. INAIL svolgerà l attività di monitoraggio nei modi e nei termini di cui al paragrafo 5.11 del Capitolato Tecnico. 59) Domanda Rif. Schema di Contratto Condizioni Generali Art. 4G Si chiede di confermare che per l esecuzione dei servizi oggetto del Contratto il Fornitore possa avvalersi, oltre che di risorse con contratto di lavoro subordinato, di somministrazione di lavoro e a progetto certificato, anche di lavoratori distaccati. Si conferma, fermo il rispetto delle previsioni di legge per il ricorso a tale istituto. 60) Domanda Rif. Disciplinare di gara griglia di valutazione tecnica - Lotto 4 - Criterio Skill risorse e certificazioni specifiche

14 In relazione al Lotto 4, si chiede di confermare che per l'attribuzione del punteggio tecnico relativo al possesso della certificazione Oracle E-Business Suite Tools and Technology risulta premiante qualsiasi certificazione ricompresa nella categoria delle certificazioni "Oracle E-Business Suite Tools and Technology". 61) Domanda Rif. Capitolato Tecnico Gestore della configurazione Il capitolato tecnico, al Gestore della Configurazione, definisce i compiti del Gestore della Configurazione. "[omissis] costituirà l interfaccia di riferimento tra i vari servizi al fine di garantire l ottimizzazione del versionamento e gestione della concorrenza del software nei vari ambienti. Il profilo professionale minimo per tale figura deve essere almeno equiparabile a quello di Analista Programmatore. Tale referente dovrà essere individuato tra le figure del gruppo di Gestione Applicativa [omissis]". In riferimento al ruolo del Gestore della Configurazione si chiede di confermare che tale figura - non essendo il servizio di Gestione Applicativa tra quelli richiesti per la fornitura - possa essere individuata tra le figure di un gruppo di lavoro interno alla fornitura. Ved. n ) Domanda Rif. Capitolato Tecnico, Requisiti Tecnici - Gestione della configurazione In riferimento alla frase "Il Fornitore è tenuto alla gestione della configurazione dell intero Sistema Informativo anche per software realizzato e/o in garanzia da parte di un altro fornitore", si chiede di confermare che l'intero Sistema Informativo è da intendersi come parco applicativo del singolo lotto. 63) Domanda Rif. Capitolato Tecnico, Attivazione dei servizi Si chiede se la frase "Il servizio di manutenzione dovrà inoltre comprendere la fornitura, entro 15 giorni dalla data della loro immissione sul mercato, delle nuove release e degli aggiornamenti relativi a tutti prodotti software utilizzati dall Amministrazione" debba essere considerata un refuso, diversamente si chiede di chiarire, per ciascun lotto, a quali prodotti software si fa riferimento. Si conferma che trattasi di un refuso. La fornitura delle nuove release e dei nuovi aggiornamenti richiesta all aggiudicatario, riguarda unicamente i prodotti software utilizzati/rilasciati dall aggiudicatario stesso, nell ambito dello specifico lotto. 64) Domanda Rif. Disciplinare di gara griglia di valutazione tecnica - Lotto 2 - Criterio Skill risorse e certificazioni specifiche Si richiede conferma che la certificazione "Oracle Business Intelligence Foundation Suite 11g Certified Implementation Specialist" risponda a quella indicata nel disciplinare come "Oracle BI Enterprise Edition (BI EE) Certification - Oracle Business Intelligence Foundation Suite 11 Certified Implementation Specialist Certification". 65) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 1 CT - Contesto applicativo par 3.3 pag 37 Requisito: Prodotti in uso - Casewise Domanda: Vi sono i moduli di casewise usati nel contesto Open Data e per quali finalità? Il prodotto, attualmente, non è utilizzato in ambito open data. 66) Domanda

15 Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 1 CT - Contesto applicativo par 3.2 pag 35 Requisito: DWH - Principali funzionalità - Discover viewer Domanda: Si tratta delle funzionalità di Oracle Business Intelligence Discoverer Viewer? 67) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Allegato 5 Capitolato tecnico par 2.1 pag. 7 Requisito: Descrizione oggetto della gara E' riportato: "l oggetto della fornitura è descritto in dettaglio nel paragrafo 0 Definizione della fornitura" Domanda: Il riferimento al paragrafo "0" non è presente. Si chiede conferma che trattasi del par 2.7 dello stesso documento. Il riferimento corretto è al paragrafo 2.4 del Capitolato Tecnico 68) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 3 CT - Cicli e prodotti par 1.1 pag. 6 Requisito: Ciclo Completo" - Viene indicato l' "Allegato 3 - Piano dei processi" per la descrizione delle modalità di passaggio tra le fasi del ciclo. Domanda: Il documento non si trova nel materiale di gara, è possibile integrarlo? Trattasi di refuso. Le modalità di passaggio tra le fasi del ciclo sono descritte interamente nell Appendice 3 Cicli e Prodotti al Capitolato Tecnico. 69) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 3 CT - Cicli e prodotti par pag. 22 Requisito: Prodotti di Fase ciclo completo per DW e MDM" - Come prodotto di fase viene indicata la "Stima iniziale FP Effort (modello per conteggio)". Domanda: Nel capitolato tecnico e nell'offerta commerciale le stime per questa tipologia di attività sono date esclusivamente in giorni persona. Come va intesa in questo contesto la richiesta di stima in FP? La richiesta di stima in Function Point per i cicli di vita relativi a Data Warehouse e Master Data Management è da considerarsi un refuso. 70) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 3 CT - Cicli e prodotti par 2.31 pag. 60 Requisito: Report di Inventario Funzionale". Domanda: E' possibile avere una descrizione e finalità dello strumento INFAP necessario alla produzione di tale report? Il riferimento allo strumento INFAP è da considerarsi un refuso. Il report di inventario funzionale dovrà essere realizzato secondo lo standard che sarà concordato con INAIL in fase di avvio delle attività. 71) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Allegato 5 Capitolato tecnico par pag. 45 Requisito: Certificazioni richieste". Domanda: Si chiede se le certificazioni debbono essere possedute alla data di presentazione dell'offerta o possono essere ritenute valide qualora conseguite prima della sottoscrizione del contratto nel caso il proponente ne risultasse aggiudicatario. Le certificazioni indicate al par del Capitolato Tecnico, che integrano i requisiti minimi per ciascuno dei lotti ai fini dello svolgimento delle prestazioni, e quelle migliorative (eventualmente offerte) devono essere possedute

16 dall operatore economico al momento della stipula del Contratto e documentate secondo quanto previsto nell art. 10S dello Schema di Contratto di Parte Speciale. 72) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Allegato 5 Capitolato tecnico par pag. 45 Requisito: Certificazioni richieste". Domanda: Si richiede in quali di questi due casi una certificazione è ritenuta valida dall istituto: 1. La certificazione è di personale appartenente a un azienda subappaltatrice. 2. La certificazione è di azienda ausiliaria di cui si avvale la proponente. Le certificazioni indicate al par del Capitolato Tecnico, che integrano i requisiti minimi per ciascuno dei lotti ai fini dello svolgimento delle prestazioni, devono essere possedute necessariamente dalle risorse dell aggiudicatario impegnate nell esecuzione della commessa. 73) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 4 CT Indicatori di Qualità par 2.6 pag. 25 Requisito: "Matrici di riepilogo indicatori di qualità ed azioni contrattuali". Domanda: L indicatore SUT-Soddisfazione degli utenti non è presente in alcuna matrice di riepilogo degli indicatori di qualità. Si richiede se va integrato nella matrice Gestione della fornitura. Si conferma che l indicatore SUT fa parte degli indicatori di qualità applicabili alla gestione della fornitura. 74) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 4 CT Indicatori di Qualità Requisito: " Qualità del servizio di supporto specialistico". - L indicatore di prestazione Qualità del servizio di supporto specialistico viene identificato nel documento come IP7 (es. pag. 14) e IP8 (es. pag. 18). Domanda: Si chiede se IP7 e IP8 trattasi effettivamente di stesso indicatore di prestazione ed eventualmente darne un identificazione univoca. Si conferma che l indicatore di prestazione relativo alla qualità del servizio di supporto specialistico è unico e viene identificato come IP7 e che, pertanto, IP8 è da considerarsi equivalente a IP7. 75) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Allegato 5 Capitolato tecnico Pag. 54 Test Factory Requisito: " Il Fornitore non è obbligato ad adottare IBM Rational Quality Manager; tuttavia, nel caso in cui scelga un prodotto diverso, sarà suo obbligo, entro tre mesi dalla data di stipula del contratto, acquisire sul proprio prodotto tutti i test proceduralizzati elaborati precedentemente dall Istituto utilizzando IBM Rational Quality Manager Domanda: Si può fornire una dimensione (numero casi di test, numero dei Punti Funzione, ecc.) dei test proceduralizzati elaborati precedentemente dall Istituto utilizzando IBM Rational Quality Manager? Attualmente il prodotto è utilizzato solo per alcuni ambiti applicativi ed è in fase di estensione sul resto del patrimonio applicativo. I casi di test presenti alla data sono: Si precisa che il fornitore a regime si dovrà, comunque, far carico della trasformazione dei dati verso il prodotto IBM Rational Quality Manager, affinché lo si possa utilizzare in fase di collaudo presso l Istituto. 76) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Allegato 5 Capitolato tecnico Pag. 54 Test Factory Requisito: " I casi di test, proceduralizzati ed automatizzati, devono essere progettati, eseguiti e documentati dal fornitore conformemente agli standard e agli indirizzi metodologici indicati dall Istituto Domanda: Quali standard e indirizzi metodologici sono indicati dall Istituto? Gli standard e indirizzi metodologici per i casi di test dell Istituto sono in fase di formalizzazione e, comunque, non si discostano da quanto previsto dai framework metodologici normalmente utilizzati.

17 77) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Allegato 5 Capitolato tecnico Pag. 54 Test Factory Requisito: "Il fornitore dovrà garantire che una parte dei test proceduralizzati previsti nell ambito del servizio di Sviluppo e MEV, siano anche automatizzati al fine di ottimizzare i tempi di esecuzione dei test Domanda: Oltre a IBM Rational Quality Manager vengono attualmente utilizzati altri tool, ad esempio specifici per l automazione dei test? Vengono utilizzati tutti i prodotti della suite Rational indicati a pag. 75 dell appendice 1 al Capitolato Tecnico. 78) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Allegato 5 Capitolato tecnico Pag. 54 Test Factory Requisito: "Il Fornitore all attivazione del primo obiettivo di tipo progettuale dovrà rendere disponibili all Istituto, tramite internet, tutte le informazioni contenute negli strumenti di test management, permettendo al personale dell Istituto di verificare lo stato d avanzamento del progetto Domanda: L accesso del personale dell Istituto agli strumenti di test management sarà solo di tipo informativo/verifica o anche operativo per l esecuzione/gestione dei test? L accesso del personale dell Istituto agli strumenti di test management sarà solo di tipo informativo e di verifica. 79) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Allegato 5 Capitolato tecnico Pag. 54 Test Factory Requisito: " La test factory del fornitore, dovrà essere operativa all avvio della fornitura: l Istituto si riserva di verificare la rispondenza ai requisiti espressi sotto l aspetto architetturale, funzionale, di risorse, ecc.. Domanda: Nella fase di collaudo è possibile eseguire i test nella test factory del fornitore o bisogna prevedere una fase di installazione dei test presso l Istituto (vedi supporto al collaudo)? La fase di collaudo ufficiale deve essere gestita unicamente su ambienti INAIL. 80) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Allegato 5 Capitolato tecnico par Pag. 35 Requisito: " le figure professionali di Supporto possono essere coinvolte, si richiede che esse siano coordinate da un EIM Manager, il cui profilo è descritto nel paragrafo Domanda: Il paragrafo non è presente. Si chiede conferma che trattasi del par dello stesso documento 81) Domanda Documento: Allegato 5 - Capitolato Tecnico Par Certificazioni Richieste Lotto 2, Disciplinare di gara cap. 6 Modalità di aggiudicazione della gara Lotto 2 ID 6 pag. 59 Requisito: Ai fini dell attribuzione del punteggio saranno valutati, in particolare: - il numero di risorse certificate Oracle BI Enterprise Edition (BI EE) Certification - Oracle Business Intelligence Foundation Suite 11 Certified Implementation Specialist Certification : 0,5 di punto (onoff) per ciascuna risorsa offerta fino ad un massimo di 1 punto; - il numero di risorse certificate Oracle Database 11g Certification - Oracle Database 11g Data Warehousing Implementation Specialist Certification : 0,5 di punto (on-off) per ciascuna risorsa offerta fino ad un massimo di 1 punto; - il numero di risorse certificate IBM Certified Solution Developer - InfoSphere QualityStage v8.5 o superiore : 0,5 di punto (on-off) per ciascuna risorsa offerta fino ad un massimo di 1 punto; - il numero di risorse certificate IBM Certified Solution Developer - InfoSphere DataStage v8.5 o superiore : 0,5 di punto (on-off) per ciascuna risorsa offerta fino ad un massimo di 1 punto Domanda: Si chiede di chiarire se le risorse in possesso di certificazione ai fini dell attribuzione del punteggio siano in aggiunta alle risorse in possesso dei requisiti di certificazione minimi richiesti.

18 82) Domanda Documento: Allegato 2 - Offerta tecnica Pag.2 Requisito: La suddetta Relazione Tecnica: (i) dovrà essere presentata su fogli singoli di formato DIN A4, non in bollo, con una numerazione progressiva ed univoca delle pagine e dovrà essere fascicolata con rilegatura non rimovibile; (ii) dovrà essere contenuta entro le 70 pagine (esclusi eventualmente la copertina e l indice); (iii) dovrà rispettare lo Schema di risposta di seguito riportato. Domanda: - Si chiede di specificare se è possibile inserire nello Schema di risposta ulteriori sottoparagrafi. - Si chiede di confermare che il numero massimo di pagine della offerta tecnica sia di 70 e che in questo limite non siano inclusi copertina, indici e glossario. Si conferma la possibilità di inserire nello schema di risposta ulteriori sottoparagrafi. Si conferma che Il numero di 70 pagine indicato come numero massimo di pagine dell offerta tecnica non include copertina, indice e glossario. 83) Domanda Documento: Allegato 2 - Offerta tecnica Pag.2 Requisito: Inoltre, si rappresenta che il Concorrente è tenuto ad indicare analiticamente le parti dell Offerta contenenti segreti tecnici o commerciali, ove presenti, che intenda non rendere accessibile ai terzi. Domanda: Si chiede di indicare in quale sezione della Relazione Tecnica il Concorrente dovrà segnalare le parti contenenti segreti tecnici o commerciali. Le informazioni riguardanti segreti tecnici e commerciali che si intendano sottrarre all accesso di terzi dovranno essere evidenziate e motivate nella sezione ove viene descritta e trattata la parte dell Offerta interessata da tali esigenze di riservatezza oppure in sezione ad hoc alla fine della Relazione Tecnica, nel rispetto dei limiti di pagine previsto per la redazione della medesima. 84) Domanda Documento: Allegato 5 Capitolato Tecnico Par. 3.7 Pag.52 Requisito: La garanzia opera: per tutto il periodo di erogazione relativamente a tutto il SW collaudato (o forma equivalente) in tale periodo; per i dodici mesi successivi per tutti i prodotti collaudati (o forma equivalente) nel corso dei dodici mesi precedenti. Domanda: Si chiede di confermare che si intende coperto da garanzia tutto il software sviluppato nel corso della durata contrattuale. La durata della garanzia per il singolo prodotto software realizzato avrà una durata di 12 mesi a partire dalla data di collaudo, con esito positivo. La garanzia opera per tutto il periodo di erogazione della fornitura e per tutto il software collaudato in tale periodo. Per tutto il software collaudato negli ultimi dodici mesi di erogazione della fornitura, la garanzia opera per ulteriori dodici mesi. 85) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 1 CT - Contesto applicativo par 5.1 pag. 49 Requisito: Tool Internal Audit Domanda: E' indicata come tipologia di applicazione "package". Di quale package commerciale/open-source si tratta? I framework principali su cui è basata l'applicazione TIA sono i seguenti: Java Hibernate 3 (layer connessione dati) Java Apache POI (preparazione documenti excel e word) Java Spring 3 (business logic e workflow) Java Struts 1.3 (presentation) JQuery (presentation).

19 86) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 1 CT - Contesto applicativo par 5.1 pag. 52 Requisito: Seguro Domanda: E' indicata come tipologia di applicazione "package". Di quale package commerciale/open-source si tratta? L applicazione Seguro è un applicazione di tipo custom e non package come erroneamente indicato nell Appendice 1 al Capitolato Tecnico. 87) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 1 CT - Contesto applicativo par 5.2 pag. 59 Requisito: Caratteristiche applicazione - Prince Domanda: Si conferma che l applicazione su piattaforma ECM è un custom e non di un applicazione sviluppata su package commerciali/open-source? 88) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 1 CT - Contesto applicativo par 5.4 pag. 75 Requisito: Prodotti in uso - Universal Content Management Domanda: Quali sono le applicazioni di Content Management sviluppate sul package Oracle Universal Content Management? Sull Oracle Universal Content management sono attualmente sviluppati gli applicativi Prince e Conservazione INAIL, che utilizzano parzialmente le funzionalità native del package stesso. Le altre applicazioni documentali utilizzato il Content Management esclusivamente come repository. 89) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 5 CT - Contesto tecnologico par 2.1 pag. 9 Requisito: E' riportato quanto segue: "L elenco esaustivo dei servizi offerti dalla Web Farm è descritto al paragrafo 2.2 (Servizi On Line, DURC etc) e 3.7 (Porta di Dominio Cooperazione Applicativa) del presente documento." Domanda: Il paragrafo 2.2 descrive il sistema documentale contributivo. Si tratta piuttosto del par 2.6 Web Server Farm? Nel qual caso al par 2.6 non è comunque presente l'elenco dei servizi offerti dalla Web Farm. La frase L elenco esaustivo dei servizi offerti dalla Web Farm è descritto al paragrafo 2.2 (Servizi On Line, DURC etc) e 3.7 (Porta di Dominio Cooperazione Applicativa) del presente documento è da considerarsi un refuso. Le applicazioni oggetto della presente fornitura sono elencate e descritte nell Appendice 1 al Capitolato tecnico Contesto applicativo. 90) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 5 CT - Contesto tecnologico par 2.1 pag. 10 Requisito: Ambiente Cloud Domanda: Presso il cloud di Microsoft Azure quali applicazioni del documentale sono collocate? Alla data attuale, è parzialmente ospitata l applicazione Gestione Documentale Territoriale. L istituto si riserva, comunque, di allocare diversamente e in qualsiasi momento le applicazioni su altri servizi cloud. 91) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 5 CT - Contesto tecnologico par 2.2 pag. 11 Requisito: "Per un periodo limitato nel tempo i metadati del Documentale, conservati in precedenza su essere riportati sulla nuova soluzione IBM/ZVM". Domanda: La frase sopra riportata sembra essere incompleta. E' possibile completarla/correggerla?

20 La frase corretta è la seguente: Per un periodo limitato nel tempo i metadati del Documentale, conservati in precedenza su sistemi dipartimentali ora dismessi, sono conservati su Azure-Microsoft, in attesa di essere riportati sulla nuova soluzione IBM/ZVM. 92) Domanda Documento: Gara INAIL Sistemi Strumentali - Appendice 4 CT Indicatori di Qualità par 2.6 pag. 25 Requisito: "Matrici di riepilogo indicatori di qualità ed azioni contrattuali". Domanda:? L indicatore SUT-Soddisfazione degli utenti non è presente in alcuna matrice di riepilogo degli indicatori di qualità. Si richiede se va integrato nella matrice Gestione della fornitura. Vedi risposta n.73 Il Direttore Sourcing ICT Gaetano Santucci

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture BANDI-TIPO per l affidamento di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro nei settori ordinari Documento di Consultazione

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito.

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito. Tra le modalità di presentazione è prevista anche mediante agenzia di recapito: deve essere autorizzata o possiamo mandare anche un semplice pony di agenzie di recapito private? Il disciplinare di gara

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO

VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO RELATORE : ING. PAOLO MOLAIONI ING. PIETRO FRATINI 1) LE ORIGINI DELLA VERIFICA DEL

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008) Amministrazione Centrale Direzione Affari Contrattuali e Patrimoniali CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Disciplinare di gara PREMESSO:

Disciplinare di gara PREMESSO: DISCIPLINARE DI GARA TELEMATICA PER L AFFIDAMENTO IN VIA NON ESCLUSIVA DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER L ANALISI, LA COPERTURA E LA GESTIONE DEI RISCHI RIGUARDANTI POLIZZE DI INTERESSE DELLA

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

CIRCOLARE N. 40/E. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti

CIRCOLARE N. 40/E. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti CIRCOLARE N. 40/E Direzione Centrale Normativa Roma, 8 ottobre 2012 OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti Premessa

Dettagli

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in MODELLO PER PERSONE FISICHE ACI SERVIZIO PATRIMONIO E APPROVVIGIONAMENTI Coordinamento e Controllo Gestione Immobili Via Marsala 8 00185 - Roma OFFERTA A TRATTATIVA PRIVATA Oggetto: Offerta per l'acquisto

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Partecipazione alle Gare Smaterializzate

Partecipazione alle Gare Smaterializzate Modulo 2 Partecipazione alle Gare Smaterializzate Pagina 1 di 26 INDICE 1. PREMESSA... 3 1. DIAGRAMMA DI FLUSSO... 6 3. PROCEDURA - DESCRIZIONE DI DETTAGLIO... 7 Pagina 2 di 26 1. PREMESSA Se sei un utente

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Autorità Nazionale Anticorruzione VIGILANZA CONTRATTI PUBBLICI Revisione ed aggiornamento della determinazione del 7 luglio 2010, n. 5 Linee guida per l affidamento dei servizi attinenti all architettura

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Regione Autonoma della Sardegna Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale e della Vigilanza Edilizia Servizio della Pianificazione

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli