IL POTERE DELLE INFORMAZIONI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL POTERE DELLE INFORMAZIONI"

Transcript

1

2 Antonio Teti IL POTERE DELLE INFORMAZIONI Comunicazione globale, cyberspazio, intelligence della conoscenza Prefazione di Nicolò Pollari

3 Sommario 9 Prefazione di Nicolò Pollari 13 Introduzione 1. Il trionfo della rivoluzione delle informazioni 19 L informazione come base per la conoscenza 23 Comunicazione e tecnologie 26 Influenza dello sviluppo delle tecnologie: il determinismo tecnologico 29 La comunicazione in Rete 35 Il condizionamento psicologico delle informazioni 2. La guerra delle informazioni: concetti, metodologie, intelligence 41 Il concetto di information warfare 42 Forme di information warfare 48 Metodologie di raccolta delle informazioni 58 Una figura strategica: l analista di intelligence 62 Le funzioni dell analista nel processo di intelligence 3. Dalla geopolitica alla cyber-geopolitica 71 La geopolitica: concetti, storia e teorie 76 Il valore strategico della geopolitica 83 Strumenti di comunicazione di massa nella geopolitica 87 Geopolitica e cyberspazio: un connubio imprevedibile 93 Cyber-geopolitica: il nuovo campo di battaglia per il potere

4 6 Sommario 4. Il controllo delle informazioni nel terzo millennio 101 L informazione di massa: teorie e concetti 106 Utilizzo degli strumenti di comunicazione: manipolazione e propaganda 107 La manipolazione delle informazioni 112 Informare per condizionare: la propaganda 115 Il controllo delle informazioni 119 Il futuro delle informazioni: il controllo del cyberspazio 122 Information warfare: la nascita dei cyber-eserciti 5. Subordinazione psicologica in Rete: condizionamento e persuasione attraverso le nuove tecnologie 133 Il potere dei media, classici e new 136 Persuasione e credibilità: concetti e principi 140 La tecnologia della persuasione in Rete: la captologia 144 Tecniche di captologia nel Web 147 Altre strategie di persuasione 149 Utilizzo della persuasione: moralità, immoralità, etica 6. Hacker, cyber-attivisti e cracker: cavalieri, idealisti e mercenari informatici del terzo millennio 153 Criminalità informatica: l evoluzione del fenomeno 163 Dai cracker ai cyber-attivisti: evoluzione della specie o mistificazione virtuale? 168 Hacker venture: apologia del potere 7. Evoluzione del potere dell informazione digitale 177 Cultura in Rete: la metamorfosi del sistema informativo 184 La tecnologia digitale che produce conoscenza: dai feed RSS alla connected tv 188 La comunicazione nel futuro: uomini o sistemi digitali? 192 Informazione vs disinformazione 8. Information cyberwarfare: dai conflitti armati ai conflitti tecnologici 217 Guerra cibernetica: storia, concetti e metodologie 225 Attacchi cibernetici: da Stuxnet a Flame

5 Sommario Il mercato delle informazioni 244 Riservatezza e privacy: cosa ci riserva il futuro? 9. Open source intelligence: la nuova frontiera del potere della conoscenza 247 La raccolta delle informazioni da fonti aperte 254 Caratteristiche delle informazioni 255 Fonti dell open source intelligence 258 Produttori e prodotti dell OSINT: importanza in finanza, commercio e industria, media, istituzioni governative 263 Benefici apportati dall OSINT 265 Debolezze e aspetti negativi dell OSINT 266 OSINT e Information Technology: tecnologie e applicazioni 270 Utilizzo dell OSINT 279 Bibliografia

6 Prefazione Considero Antonio Teti uno dei più autorevoli e costanti studiosi italiani in materia di Information & Communication Technology. Analizzando il percorso individuale di studi, di ricerca scientifica e poi di docenza di Teti anch esso reperibile e visibile in quello sconfinato repository di informazioni globale che è oggi la Rete non si può che rimanere impressionati. E non solo per la lineare costanza di impegno professionale da lui sviluppata nello specifico campo di indagine qui in argomento (i sistemi e le reti informatiche, i mezzi di comunicazione, non solo cibernetici, e le tecnologie linguistiche e psicologiche di persuasione e/o manipolazione del pensiero), ma soprattutto per la elevatissima qualità ideativo/creativa e produttiva dimostrata fattivamente sul campo e riconosciuta a livello internazionale. È dunque con grande piacere e convinzione intellettuale che mi sento di rivolgere la seguente, viva esortazione: dedicate un pizzico del vostro prezioso tempo alla lettura di qualche pagina di questo libro, il resto verrà da sé! Il potere delle informazioni vi catturerà più di quanto non sappia già farlo la stessa Rete, se siete davvero appassionati di Web, di psicologia della comunicazione, di geopolitica e di intelligence internazionale. Questo libro, infatti, va dritto al cuore di quelli che sono i veri interessi e problemi, politici e geopolitici, globali oggi in gioco, con l avvento della Web Age. La posta in gioco, sulla scacchiera geopolitica planetaria, è costituita, a ben vedere, non tanto dal controllo di questo o quel territorio, in quanto ricco o più ricco di risorse naturali rispetto ad altri, e per il beneficio e l arricchimento egoistico di comunità nazionali storicamente più ricche, potenti (o prepotenti) di altre; quanto, piuttosto, dal controllo delle coscienze degli uomini. E quando dico degli uomini

7 10 Prefazione penso a tutti gli uomini e a tutte le comunità nazionali, nell emisfero nord come nell emisfero sud del pianeta, senza distinzioni di sorta. Il libro e l analisi ricca ed estremamente documentata di Teti, in definitiva, ci portano a riflettere naturalmente nell ambito di una prospettiva temporale che potrebbe essere (in una visione tecnologica nemmeno troppo accelerata) di medio termine su quello stesso, identico tema di indagine che era stato già affrontato da George Orwell nel suo libro forse più famoso: Nineteen Eighty-Four, alias Con la piccola, sostanziale differenza che quando le persone iniziarono a leggere il messaggio/monito di Orwell eravamo nel 1949, con una terribile dittatura appena abbattuta a Occidente, nel cuore pulsante dell Europa, e una altrettanto terribile dittatura a Oriente che terrà di fatto soggiogate intere nazioni del centro-est Europa fino a tutto il Negli anni in cui Orwell immaginava e descriveva, sullo sfondo delle macerie ancora fumanti della seconda guerra mondiale, il sistema elettronico di controllo delle classi sociali esterne, il cosiddetto Grande Fratello, la tecnologia cibernetica era letteralmente agli albori. Essa, per dirla in modo semplice, veniva pensata e immaginata come materia da futurologi, quasi come fantascienza. Oggi, Antonio Teti, con questo suo importante contributo di matrice socio-cybernetica, vuole dire a mio avviso proprio questo: Signori, stiamo attenti perché ci siamo: il Grande Fratello è arrivato, è qui fra noi, e molti di noi ancora non se ne sono accorti. Tutto quello che scriviamo via , tutto quello che postiamo su un blog o su un social network, tutte le immagini, foto o filmati di noi stessi e di altri che carichiamo su YouTube, su Facebook o su altri software di comunicazione in Rete viene fagocitato da questo nuovo e infinitamente più potente Grande Fratello che è la Rete Web. E domani, invero, o oggi stesso, qualcuno (o, peggio, qualcosa, in un ottica che potrebbe apparire ai più come meramente futuribile) potrebbe recuperare, rielaborare, distorcere, plasmare a proprio piacimento tutti quei dati sensibili personali, in violazione di un ancora fanciullesco e ingenuo diritto alla privacy (sul piano dell efficacia concreta della tutela ordinamentale a oggi realmente apprestata e cogente nei vari sistemi giuridici nazionali) e conquistare, attraverso l uso socialmente massivo e diffuso del ricatto, il controllo politico generale e dunque il potere, dal livello socio-aggregativo più basso

8 Prefazione 11 fino a quello più alto di intere nazioni o, peggio, dell intero pianeta. In questo senso Orwell, nel suo libro e nel suo essere visionario, aveva immaginato, per il 1984, la formazione di tre grandi aggregazioni socio-politiche, geograficamente corrispondenti a grandi linee alle Americhe, all Europa e alla Russia e, infine, al Sud-Est asiatico, con Cina, Australia e Oceania. A ben vedere, non sembra che Orwell abbia visto poi così male nel futuro geopolitico del pianeta Terra. Quelli da lui immaginati sono, infatti, gli scacchieri e gli scenari geopolitici in cui le linee di faglia tra culture e civiltà per molti aspetti ancora oggi molto diverse si incontrano e, in effetti, rischiano di scontrarsi. Il libro, in quest ottica, ci permette di capire come la Rete Web e l ecosistema digitale specie per le generazioni più giovani, che egli acutamente definisce con il neologismo nativi digitali possa divenire il principale teatro tattico-strategico di scontro in una ipotetica guerra cibernetica e, nel contempo, lo stesso target essenziale, cioè il terreno di conquista vitale per l affermazione delle nuove supremazie geopolitiche. Tutte le avvisaglie di cui siamo già oggi testimoni sembrano confermare la credibilità di questi timori. L aspetto che l Autore lascia intravedere, peraltro, è che nella nuova era digitale i possibili vincitori di questi conflitti potrebbero essere, sul piano quantitativo, veramente pochi, se non proprio pochissimi individui (o macchine?), e dall altro lato le vittime, non intere nazioni, come in passato, ma l intera umanità. È bene, dunque, proprio per scongiurare questa ipotesi di rischio di apocalisse, che ogni spirito realmente democratico studi attentamente tutti i possibili risvolti e le varie implicazioni, non solo tecnologiche ma anche sociologiche, psicologiche, politologiche e filosofiche che la Rete Web presenta e sempre più presenterà nel futuro. Il contributo di Antonio Teti ci aiuta certamente in un siffatto percorso, non privo di difficoltà, indicandoci l obiettivo principale per tutti noi e in particolare per le generazioni future: quello di rendere la Rete e l enorme bacino di informazioni e di conoscenze, umane e scientifiche, che essa rappresenta un autentico strumento di pace, di giustizia e di democrazia reale. Uno strumento di progresso della civiltà dell uomo, che lo aiuti a prendere coscienza, finalmente, della infinita limitatezza, bellezza e rarità (se non proprio unicità) del no-

9 stro pianeta, al cospetto dell infinita freddezza e silenziosità dell universo. E della stupidità intrinseca di ogni guerra tra gli uomini. La Rete, dunque, può essere e potrà divenire uno straordinario strumento di democrazia e di pace: solo che gli uomini vogliano renderla tale! Nicolò Pollari Generale della Guardia di Finanza

10 Introduzione Niente è più necessario e utile a un generale del conoscere le intenzioni e i progetti del nemico. Quanto è più difficile l acquisizione di questa conoscenza, tanto maggiore è il merito di chi riesce a prevederla correttamente. Niccolò Machiavelli Quella di scrivere un libro che in qualche modo richiamasse l attenzione sul potere delle informazioni e sulle metodologie del loro utilizzo era un idea che inseguivo da tempo. Potrei anzi definirla una vera e propria esigenza personale, un bisogno radicato nelle esperienze vissute in oltre trent anni di lavoro e all origine della graduale ma costante sedimentazione della ferma consapevolezza che una parte consistente della popolazione mondiale non abbia ancora ben compreso il ruolo e la potenza delle informazioni. Lasciando da parte le innumerevoli teorie e considerazioni formulate da esperti della comunicazione, filosofi, sociologi e psicologi, non vi è dubbio che quella che attualmente viene definita come conoscenza globalizzata altro non è che il prodotto dell evoluzione dei processi informativi quotidianamente erogati da giornali, radio, televisione e soprattutto dal cyberspazio. Ma cos è esattamente un informazione? Secondo l accezione più comune del termine, significa dar forma, istruire o dare notizia. Si tratta quindi di un atto, di un azione finalizzata alla divulgazione di una notizia volta a comunicare qualcosa o magari a istruire su un tema. In verità corrisponde a un azione che ha uno scopo ben definito: comunicare qualcosa a un recettore (individuo o massa) con l intento di produrre effetti, anche difficilmente prevedibili, a livello sociale e comportamentale. L informazione si è sempre resa protagonista della storia dell evoluzione dell uomo sin dalla sua comparsa. Le conquiste del sapere, le scoperte scientifiche, la cultura, l arte, le grandi opere, le rivoluzioni e le guerre di ogni epoca, inevitabilmente seguite dalla creazione e/o dall abbattimento di governi e di regimi, sono state tutte caratterizzate, nel bene e nel male, dall utilizzo di uno straordinario elemento

11 14 Introduzione di influenza: la comunicazione, in grado di produrre conseguenze spesso inaspettate. La comunicazione rappresenta quindi il veicolo di trasporto della storia dell uomo, il vettore che ha accompagnato e condizionato l individuo nelle sue scelte e, di conseguenza, nella creazione della sua stessa identità. Sin dai primi sistemi di scrittura, preceduti da quelli di protoscrittura (sistemi di memorizzazione simbolica) e risalenti all Età del Bronzo nel tardo Neolitico, l informazione ha sempre occupato un ruolo basilare nella vita dell uomo. Ma sono stati soprattutto i giornali, la radio, la televisione e i new media a incrementare, nel corso dei decenni, il valore e la potenza dell utilizzo delle informazioni. Internet e le sue molteplici applicazioni hanno poi definitivamente consacrato il passaggio storico dal mondo dell informazione a quello della conoscenza. È però la Rete che rappresenta il vero punto di partenza per la nascita di un nuovo modello di produzione di conoscenza e di una nuova etica della società. L accesso a questo sconfinato contenitore informativo ha spalancato le porte a possibilità fino a quel momento considerate semplicemente impensabili per l uomo. Internet è la porta che consente il passaggio da un mondo fino a qualche decennio fa considerato sconfinato, e per certi versi ancora sconosciuto, a un mondo completamente accessibile, privo di confini geografici e di barriere temporali, idealmente contenuto all interno del monitor di un personal computer. L individuo si sente finalmente e realmente cittadino del mondo, parte integrante dell intero pianeta. La progressiva, inarrestabile eliminazione delle barriere culturali e linguistiche agevola ed esorta il suo ingresso nel mondo virtuale rappresentato dalla Rete, consentendogli di interagire in maniera determinante con quello reale. La stessa differenziazione tra i due mondi, in realtà, appare oggi come un immagine desueta: tutto quello che facciamo nel mondo virtuale produce conseguenze in quello reale. La valorizzazione della Rete, quale strumento di conoscenza e di partecipazione di ogni singolo individuo all arricchimento di questo sterminato repository informativo, ha di fatto trasformato ogni individuo da semplice fruitore di informazioni a produttore di esse. Ec-

12 Introduzione 15 co quindi che la comunicazione non è più una prerogativa esclusiva degli addetti ai lavori (giornalisti, opinionisti, comunicatori), ma è diventata appannaggio di tutte le categorie sociali, diffondendo una nuova cultura e un nuovo modo di intendere la comunicazione che gli anglosassoni definiscono con il termine di globalized knowledge, conoscenza globalizzata. Come asserisce il futurologo statunitense Alvin Toffler nel suo libro The Third Wave, l individuo è passato da consumer a prosumer. Con la Rete e l utilizzo delle più avanzate tecnologie informatiche, le generazioni contemporanee sono state fortemente soggiogate dal fascino e dalle potenzialità del nuovo habitat sociale psico-virtuale, basato sulle diverse applicazioni offerte dal cyberspazio, che hanno prodotto inevitabili e profonde mutazioni psicologiche e sociali. Ma gli effetti delle sterminate potenzialità della Rete sono andate ben oltre l immaginabile. Con il trascorrere degli anni, l individuo digitale ha cominciato a percepire l inizio dell esaurimento della scoperta del mondo conoscibile, avvertendo nel contempo una sottile ma sempre più evidente modificazione dell utilizzo dei mezzi di comunicazione digitali. Ciò ha prodotto un inversione del concetto stesso di conoscenza. Se una volta il fabbisogno primario dell individuo era concentrato sulla scoperta e la conoscenza di ciò che c era fuori di lui oggi avviene il contrario: l uomo vede negli strumenti tecnologici di comunicazione un mezzo per giungere alla comprensione di ciò che risiede dentro di lui. Dinanzi allo schermo di un computer, l uomo non si sente più un fabbricante di risposte ma un propositore di domande. Il computer diventa un rifugio sicuro per la formulazione di ogni quesito, per soddisfare qualsiasi pulsione, per interagire con gli altri con metodi e forme alternative, per nascondere le proprie insicurezze e paure. Lo strumento tecnologico assume il ruolo di istruttore-guida, quasi unico riferimento in un mondo senza più ideali e sogni, sempre più confuso e denso di timori e di pericoli, in cui la stessa sovranità nazionale comincia ad apparire come una costruzione scricchiolante. In questo ambiente socioculturale complesso e insicuro, l individuo risulta maggiormente influenzabile e facilmente manipolabile, presupposti essenziali per il condizionamento della sua mente. E quale strumento migliore può essere utilizzato se non la Rete? Que-

13 16 Introduzione sto magnifico e ineguagliabile strumento digitale, che fagocita ininterrottamente, ogni secondo, miliardi di informazioni attinte da tutto il globo terrestre, è il vero strumento di potere del terzo millennio. Il cyberspazio contiene il nostro mondo più intimo e segreto, rappresenta il nostro confidente più sicuro, la nostra isola segreta in cui riversare le nostre pulsioni ed emozioni. E noi lo ripaghiamo rimpinzandolo di informazioni personali di ogni genere e senza che nessuno ci obblighi a farlo. Social network, blog, forum, mailing list, chat, sono solo alcune delle applicazioni che fagocitano pezzi della nostra esistenza e del nostro modo di essere. A essi affidiamo, quasi inconsapevolmente, le storie, le foto, i dati, le abitudini e le informazioni più riservate della nostra vita. E tutto ciò contribuisce ad accrescere, giorno per giorno, il valore delle aziende che operano nel settore dell acquisizione di informazioni in Rete. A maggio 2012 Facebook, il più famoso social network creato nel 2004 quasi per gioco da Mark Zuckerberg e da alcuni suoi compagni di college, veniva valutato circa 104 miliardi di dollari. Un osservatore poco attento potrebbe interrogarsi sulle motivazioni che spingono a una simile valutazione un azienda che offre gratuitamente servizi di socializzazione virtuale. La risposta è di una semplicità imbarazzante: il valore dell azienda è dato dalla rilevanza del suo database, in cui sono memorizzate tutte le informazioni personali degli oltre 900 milioni dei suoi utenti. Ogni singola notizia può assumere un valore, e le quotazioni sono stabilite in funzione dell interesse che riesce a suscitare nel mercato. Per questo motivo la produzione e la distribuzione di informazioni alimentano settori importanti, anche in virtù della possibilità di manipolare il consenso delle masse, fattore determinante per la conduzione di politiche internazionali. Le informazioni caratterizzano le economie contemporanee e fungono da strumento propulsivo per il funzionamento di molti mercati, in cui la disponibilità di notizie e dati corretti può agevolare scambi e interazioni economiche di enorme portata, facilitando l organizzazione e la gestione delle attività economiche di ogni settore e a qualsiasi livello. L informazione sta assumendo sempre più la caratteristica di bene pubblico. Questa considerazione, tuttavia, non può prescindere

14 Introduzione 17 dall aspetto della tutela delle informazioni, soprattutto in funzione del rispetto della privacy. Ed è proprio nella contrapposizione tra obiettivi e azioni che si consuma la quotidiana guerra delle informazioni, meglio definita dagli anglosassoni con il termine di information warfare o infowar. Al di là della problematica del rispetto e della tutela della privacy e della riservatezza delle informazioni, che merita approfondimenti maggiori e di più ampia portata, è opportuno soffermarsi sulla questione della qualità delle informazioni ricercate. La semplice acquisizione di enormi quantitativi di notizie non determina automaticamente la creazione di uno strumento di conoscenza utile nella sua specificità. Solo il possesso della capacità di trovare, usare e produrre informazioni fruibili e valorizzabili può consentire la costruzione di un vero strumento di conoscenza. Pertanto, la conoscenza si basa su informazioni raffinate, la cui produzione implica la capacità di saper individuare, interpretare, selezionare e gestire le notizie, per poi collegarle ad altre e produrne di nuove. La conoscenza è un prodotto ad alto valore strategico, che richiede l impiego di personale altamente specializzato e qualificato, capace di scovare le informazioni realmente utili e fruibili per impieghi diversi. Oggi il bisogno informativo ha assunto una rilevanza decisiva ed esige di analizzare l aspetto della centralità e della delicatezza dell uso delle informazioni in un mondo ormai completamente globalizzato, dominato da dinamiche politiche, economiche, sociali e in particolare tecnologiche che hanno trasformato la semplice diffusione di notizie in uno strumento di guerra dalle potenzialità sconfinate. In un pianeta in cui la gestione dell informazione è sinonimo di potenza, disporre di mezzi di comunicazione tecnologicamente avanzati significa disporre di un potere di condizionamento di enorme rilevanza, per conseguire finalità diverse e alle volte discutibili, ma soprattutto realmente in grado di produrre trasformazioni sociali, economiche e politiche, a livello mondiale, difficilmente prevedibili.

15 2. La guerra delle informazioni: concetti, metodologie, intelligence Raggiungere cento vittorie in cento battaglie non è il culmine di eccellenza. Sottomettere l esercito del nemico senza combattere è l apice di vera eccellenza. Sun Tzu Il concetto di information warfare Il termine information warfare (guerra dell informazione) identifica una metodologia di approccio al conflitto che non si basa sull utilizzo delle armi, ma sull utilizzo e la gestione mirata delle informazioni, con ogni mezzo e in qualsiasi forma. Il fine ultimo è quello di garantirsi un vantaggio sull avversario, soprattutto in campo militare, armonizzato, completo e multilivello. Le azioni possono essere sia offensive sia difensive: nel primo caso le azioni si basano sulla costruzione/manipolazione di notizie (vere o false) con il preciso obiettivo di arrecare danno al nemico; nel secondo vengono diffuse informazioni che mirano a contrastare notizie predisposte e propagandate dal nemico. In sostanza, entrambe le azioni sono finalizzate all acquisizione, manipolazione e diffusione di informazioni. Queste azioni possono essere incluse in un vero e proprio settore di attività, meglio noto con il termine di disinformazione. In uno scenario in cui si pratica la guerra delle informazioni, è fondamentale attivare tutte quelle misure in grado di garantire l integrità e quindi la salvaguardia del proprio assetto informativo. Proteggere le proprie informazioni, di qualsiasi tipo, consente di ridurre drasticamente la possibilità di ricevere attacchi di questo tipo. Inizialmente concepita in contesti militari, l information warfare ha trovato rapida applicazione anche in altri ambiti, come quello politico, economico, sociale e perfino religioso, assumendo, soprattutto negli ultimi anni, un ruolo decisivo tra le metodologie di contrasto e di lotta che si consumano, a livello planetario, in scenari diversi.

16

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it 1 COSA SONO? piazze virtuali, luoghi in cui, via Internet, ci si ritrova portando con sé e condividendo

Dettagli

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel 64 anniversario della sua proclamazione Fernando Sacco

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel 64 anniversario della sua proclamazione Fernando Sacco La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel 64 anniversario della sua proclamazione Fernando Sacco Dirittosuweb.it La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, proclamata dall Assemblea Generale

Dettagli

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Infosecurity italia 2003 INFORMATION WARFARE & BUSINESS INTELLIGENCE

Infosecurity italia 2003 INFORMATION WARFARE & BUSINESS INTELLIGENCE Infosecurity italia 2003 INFORMATION WARFARE & BUSINESS INTELLIGENCE INTRODUZIONE AI LAVORI Ferrante Pierantoni Introduzione ai Lavori La rapida evoluzione degli ultimi decenni e la conseguente trasformazione

Dettagli

1. Corso istituzionale di Formazione politica 2012

1. Corso istituzionale di Formazione politica 2012 1. Corso istituzionale di Formazione politica 2012 Descrizione del progetto L Istituto di Formazione Politica Pedro Arrupe Centro Studi Sociali è per tradizione e per vocazione impegnato nella promozione

Dettagli

Ricordo che solo la coesione nazionale e la completa conoscenza dei fini ultimi dell intelligence, da parte della collettività di uno Stato, permette

Ricordo che solo la coesione nazionale e la completa conoscenza dei fini ultimi dell intelligence, da parte della collettività di uno Stato, permette A13 Ricordo che solo la coesione nazionale e la completa conoscenza dei fini ultimi dell intelligence, da parte della collettività di uno Stato, permette il superamento del dilemma morale che si cela dietro

Dettagli

Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012.

Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012. Recensione di A. Mutti, Spionaggio. Il lato oscuro della società, Il Mulino, Bologna 2012. di Giacomo Fabiani e Vera Facchinutti, 5 F Sull'onda della moda esplosa negli ultimi anni degli studi sui servizi

Dettagli

La strategia italiana in materia di cyber-security Cyber risks, social network e rischi reputazionali Boyd e app spingono il cybercrime nell

La strategia italiana in materia di cyber-security Cyber risks, social network e rischi reputazionali Boyd e app spingono il cybercrime nell La strategia italiana in materia di cyber-security Cyber risks, social network e rischi reputazionali Boyd e app spingono il cybercrime nell indifferenza generale La Direttiva Comunitaria per prevenire

Dettagli

La privacy è un diritto fondamentale oggi riconosciuto dall ordinamento giuridico di tutti i paesi europei e delle principali nazioni del mondo.

La privacy è un diritto fondamentale oggi riconosciuto dall ordinamento giuridico di tutti i paesi europei e delle principali nazioni del mondo. LUCERNA IURIS LEGAL EUROPEAN NETWORK STUDIO LEGALE MAGLIO E ASSOCIATI - Cosa è la privacy - Cosa sono i dati personali - I principi fondamentali da conoscere per proteggere i dati personali a. Cosa è la

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

A. Cosa è la privacy B. Cosa sono i dati personali C. I principi fondamentali da conoscere per proteggere i dati personali

A. Cosa è la privacy B. Cosa sono i dati personali C. I principi fondamentali da conoscere per proteggere i dati personali ACE PROTEGGE LA RISERVATEZZA DEI TUOI DATI Ace European Group Ltd. fin dalla sua nascita ha deciso di ispirare la propria azione ai valori della sicurezza, della trasparenza e della qualità. Il risultato

Dettagli

PROGETTO CHIOCCIOL@.IT

PROGETTO CHIOCCIOL@.IT PROGETTO CHIOCCIOL@.IT Premessa: Secondo una ricerca condotta da Skuola.net, in Italia un giovane su tre (nella fascia di età che va dagli undici ai venti anni) sarebbe sempre connesso ai social network.

Dettagli

La Famiglia nell era digitale

La Famiglia nell era digitale La Famiglia nell era digitale sabato 22 gennaio 2011 Firenze - Convitto della Calza Alcuni siti web che possono essere utilmente consultati per Navigare sicuri bambini e adulti Siti che possono essere

Dettagli

L OSSERVATORIO. 30 Dicembre 2013 CATEGORIA: SOCIETA POPOLO DI NAVAGATORI MA NON SU INTERNET

L OSSERVATORIO. 30 Dicembre 2013 CATEGORIA: SOCIETA POPOLO DI NAVAGATORI MA NON SU INTERNET L OSSERVATORIO 30 Dicembre 2013 CATEGORIA: SOCIETA POPOLO DI NAVAGATORI MA NON SU INTERNET POPOLO DI NAVIGATORI MA NON SU INTERNET 30 Dicembre 2013 Nella fascia di popolazione tra i 54 e i 59 anni, la

Dettagli

Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it

Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it Ciascuno di noi ha oggi a disposizione uno spazio potenzialmente illimitato

Dettagli

Letteratura Profetica

Letteratura Profetica Letteratura Profetica Rossella Bolner 5sG Anno scolastico 2010-2011 Motivazioni: Partendo dai dati auditel del GRANDE FRATELLO (programma di intrattenimento), tre sono le questioni che mi hanno portato

Dettagli

Bambine e bambini costruttori di scenari di democrazia

Bambine e bambini costruttori di scenari di democrazia Bambine e bambini costruttori di scenari di democrazia a cura di Cristian Fabbi La riflessione sul tema dei diritti ha portato alcune consapevolezze che, per altro, già erano diffuse tra noi, ma che ora

Dettagli

INTERVENTO DI APERTURA DELL ON.LE SIG. MINISTRO ALLA CONFERENZA G8 SUI FATTORI DESTABILIZZANTI E SULLE MINACCE TRANSNAZIONALI (Roma, 23 aprile 2009)

INTERVENTO DI APERTURA DELL ON.LE SIG. MINISTRO ALLA CONFERENZA G8 SUI FATTORI DESTABILIZZANTI E SULLE MINACCE TRANSNAZIONALI (Roma, 23 aprile 2009) INTERVENTO DI APERTURA DELL ON.LE SIG. MINISTRO ALLA CONFERENZA G8 SUI FATTORI DESTABILIZZANTI E SULLE MINACCE TRANSNAZIONALI (Roma, 23 aprile 2009) Cari colleghi, autorità, gentili ospiti, voglio darvi

Dettagli

L evoluzione del gioco del calcio in Italia

L evoluzione del gioco del calcio in Italia S E T T O R E T E C N I C O F. I. G. C. C o r s o M a s t e r per allenatori professionisti di 1 categoria UEFA - PRO Licence TESI L evoluzione del gioco del calcio in Italia Studio sui modelli sociali

Dettagli

CODICE EUROPEO DI ETICA SPORTIVA

CODICE EUROPEO DI ETICA SPORTIVA CODICE EUROPEO DI ETICA SPORTIVA (approvato dai Ministri europei responsabili per lo Sport, riuniti a Rodi per la loro 7^ conferenza, 13-15 maggio 1992) FAIR PLAY - IL MODO VINCENTE CHI GIOCA LEALMENTE

Dettagli

Le marche su Internet: una conversazione che ha già luogo

Le marche su Internet: una conversazione che ha già luogo CAPITOLO 1 Le marche su Internet: una conversazione che ha già luogo Le origini della conversazione Internet ha dato alle persone una possibilità tanto semplice quanto potente. Quella di farsi ascoltare.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. LEOPARDI. SCUOLA PRIMARIA N. Stigliani Classi V A e V B. Anno Scolastico 2013/14

ISTITUTO COMPRENSIVO G. LEOPARDI. SCUOLA PRIMARIA N. Stigliani Classi V A e V B. Anno Scolastico 2013/14 ISTITUTO COMPRENSIVO G. LEOPARDI SCUOLA PRIMARIA N. Stigliani Classi V A e V B Anno Scolastico 2013/14 Laboratorio linguistico Ins. Bifolco Rosaria COMUNICARE OGGI Nella pratica scolastica, il punto di

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 1 CHE COS È INTERNET? INTERNET (connessione di rete) E' la "rete delle reti" perché collega fra

Dettagli

Estratto dal sito: www.eventtemples.com

Estratto dal sito: www.eventtemples.com 1 Estratto dal sito: www.eventtemples.com INTRODUZIONE AL PROGETTO Questa introduzione è la trascrizione di un intervista a James, il creatore visionario dei siti EventTemples.com, WingMakers.com e Lyricus.org.

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT ALLEGATO 3 PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame

Dettagli

Un nuovo corso. Intervista ai Fluon - Studio35Live

Un nuovo corso. Intervista ai Fluon - Studio35Live Un nuovo corso I Fluon sono una band figlia del synth pop degli anni 80, una band che ha rotto convenzioni e offerto sprazzi di originalita. Nata dal genio di Andy Fumagalli (ex membro dei Bluvertigo,

Dettagli

Anna Fata Psicologo Articolo scaricato da www.humantrainer.com IL MONDO DEI BLOG

Anna Fata Psicologo Articolo scaricato da www.humantrainer.com IL MONDO DEI BLOG Pag. 1 di 5 IL MONDO DEI BLOG INDICE: Premessa Internet e Weblog Regole e caratteristiche della blogosfera Conclusioni Bibliografia Sitografia Blog al top Populary index Premessa Da qualche tempo la mia

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO ISTITUTO

PROGETTO EDUCATIVO ISTITUTO PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Pag. 1 di 6 PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) 2012/2013 Come saprete il nostro istituto opera da oltre 40 anni, ed è l unico LICEO paritario

Dettagli

L obiettivo della normazione tecnica e della certificazione è migliorare la qualità della vita

L obiettivo della normazione tecnica e della certificazione è migliorare la qualità della vita L obiettivo della normazione tecnica e della certificazione è migliorare la qualità della vita di Stefano Bonetto (Client manager Audit in Italy) L obiettivo della normazione è migliorare la qualità della

Dettagli

CORSO FARE UN GIORNALE modulo 3. COME REALIZZARE UN GIORNALE WEB2.0 teoria e pratica

CORSO FARE UN GIORNALE modulo 3. COME REALIZZARE UN GIORNALE WEB2.0 teoria e pratica COME REALIZZARE UN GIORNALE WEB2.0 teoria e pratica!!1 Differenza tra i media (www.gandalf.it)!2 GIORNALISMO ON LINE Pasquale Mallozzi CRISI DEL GIORNALISMO TRADIZIONALE non è solo economica, ma investe

Dettagli

L Ethos ritrovato di Stefano Montobbio Responsabile Sri di BSI

L Ethos ritrovato di Stefano Montobbio Responsabile Sri di BSI L Ethos ritrovato di Stefano Montobbio Responsabile Sri di BSI L a Storia perde i pezzi. Non capita sempre, soltanto qualche volta. Alcune cose vengono rimosse, dimenticate e spesso sono gli aspetti più

Dettagli

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning.

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Manuale sintetico Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Moodle fornisce un supporto all attività didattica attraverso una serie di strumenti molto ampia

Dettagli

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. The Leader Sviluppo personale - self Help Permettimi di darti un consiglio: Scegli ora di essere tu il tuo LEADER SEMPRE! Sviluppo personale

Dettagli

Il Counseling Maieutico Orientamenti teorici e operativi

Il Counseling Maieutico Orientamenti teorici e operativi IlCounselingMaieutico Orientamentiteoricieoperativi 1.IlconflittocomerisorsaperilCounselingMaieutico Dr.DanieleNovara Responsabilescientifico Il Counseling Maieutico è uno strumento innovativo nato dopo

Dettagli

ASSOCIAZIONE RETETOSTA ONLUS

ASSOCIAZIONE RETETOSTA ONLUS ASSOCIAZIONE RETETOSTA ONLUS IL MANIFESTO Il Manifesto esprime i principali concetti ispiratori dei soci fondatori dell Associazione, che contribuiscono a definirne gli aspetti caratteristici e a indirizzarne

Dettagli

Gestione della conoscenza

Gestione della conoscenza Gestione della conoscenza Prof.ssa Enrica Gentile a.a. 2011-2012 Automazione del lavoro d ufficio Chiunque può avvalersi di un computer allo scopo di snellire ed ottimizzare il proprio lavoro Voler fare

Dettagli

ricercatore presso l Istituto di Formazione politica «Pedro Arrupe» di Palermo

ricercatore presso l Istituto di Formazione politica «Pedro Arrupe» di Palermo Empowerment di Giuseppe Burgio Insegnante e formatore; ricercatore presso l Istituto di Formazione politica «Pedro Arrupe» di Palermo Tra le parole straniere ormai di uso corrente, empowerment è una delle

Dettagli

CODICE ETICO per la gestione delle biblioteche

CODICE ETICO per la gestione delle biblioteche ELABORAZIONE DATI CODICE ETICO per la gestione delle biblioteche Comportamenti professionali che gli operatori Co.Libri' si impegnano ad attuare, rispettare e promuovere nella gestione dei servizi di biblioteca

Dettagli

MAMMA E PAPÀ MI RACCONTATE COME SI FANNO I BAMBINI?

MAMMA E PAPÀ MI RACCONTATE COME SI FANNO I BAMBINI? Carla Geuna - Jessica Lamanna MAMMA E PAPÀ MI RACCONTATE COME SI FANNO I BAMBINI? Una storia per educare il cuore di chi sta crescendo ARMANDO EDITORE SOMMARIO Ringraziamenti 7 Introduzione di Fabio Veglia

Dettagli

4.6 La socialità e la nuova povertà urbana. 4.6.1 Povertà e modernizzazione

4.6 La socialità e la nuova povertà urbana. 4.6.1 Povertà e modernizzazione Lo sviluppo e il sottosviluppo 269 4.6 La socialità e la nuova povertà urbana Come dimostra la recente nascita di un pianeta di bidonville: i contadini espulsi dalle terre non possono venire assorbiti

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

LAB. L osservatorio web users di SWG. Dai creators ai service users: i web clan. Che cosa fanno in rete gli italiani ESSERE NEL WEB

LAB. L osservatorio web users di SWG. Dai creators ai service users: i web clan. Che cosa fanno in rete gli italiani ESSERE NEL WEB IL TEMA DEL MESE GLI ITALIANI IN RETE ESSERE NEL WEB L osservatorio web users di SWG 2 Dai creators ai service users: i web clan 4 5 Che cosa fanno in rete gli italiani Tutti i diritti riservati. Creators:

Dettagli

IDEOLOGY THE WAR OF IDEAS

IDEOLOGY THE WAR OF IDEAS IDEOLOGY THE WAR OF IDEAS INTRODUZIONE In Ideology: The War of Ideas, ogni giocatore interpreta una delle più potenti ideologie del 20 secolo: Capitalismo, Comunismo, Fascismo, Imperialismo e Fondamentalismo

Dettagli

V iviamo in una civiltà evoluta che, soprattutto

V iviamo in una civiltà evoluta che, soprattutto L uomo al centro V iviamo in una civiltà evoluta che, soprattutto nell ultimo secolo, ha fatto passi da gigante attraverso un progresso tecnologico senza precedenti. Una congiuntura in costante accelerazione,

Dettagli

Università Commerciale Luigi Bocconi

Università Commerciale Luigi Bocconi Università Commerciale Luigi Bocconi E-privacy 2013 Winter edition Big Data 2.0 Milano, 16 novembre 2013 Big Data e Sicurezza nazionale Un connubio possibile e prossimi scenari A V V. S T E F A N O M E

Dettagli

Comunicazione e Mass media

Comunicazione e Mass media Comunicazione e Mass media I mass-media La stampa Il cinema La radio La televisione Il telefono Il computer Le reti internet Comunicazione di massa Comprendono le istituzioni e le tecniche grazie alle

Dettagli

PREMESSA. È sembrato opportuno partire, in questo elaborato, da. un analisi del mezzo usato per l emissione del messaggio e la

PREMESSA. È sembrato opportuno partire, in questo elaborato, da. un analisi del mezzo usato per l emissione del messaggio e la PREMESSA Lo studio dei mass media non può mai prescindere dal contesto storico-sociale in cui opera e di cui tratta influenzando, spesso, i soggetti che vi vivono. È sembrato opportuno partire, in questo

Dettagli

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo:

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo: 01 L Europa divisa La seconda guerra mondiale provoca (fa) grandi danni. Le vittime (i morti) sono quasi 50 milioni. L Unione Sovietica è il Paese con più morti (20 milioni). La guerra con i bombardamenti

Dettagli

Relazione venerdì 13/11/2015 Torino Assemblea Nazionale ASPPI (seduta riservata) Alfredo Zagatti Presidente Nazionale

Relazione venerdì 13/11/2015 Torino Assemblea Nazionale ASPPI (seduta riservata) Alfredo Zagatti Presidente Nazionale S E D E N A Z I O N A L E Relazione venerdì 13/11/2015 Torino Assemblea Nazionale ASPPI (seduta riservata) Alfredo Zagatti Presidente Nazionale Nel novembre 1985, 30 anni fa, si celebrava il congresso

Dettagli

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE ESPERIENZA DI VITA E DI CITTADINANZA ATTIVA FONDAMENTO STORICO E GIURIDICO

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE ESPERIENZA DI VITA E DI CITTADINANZA ATTIVA FONDAMENTO STORICO E GIURIDICO SERVIZIO CIVILE NAZIONALE ESPERIENZA DI VITA E DI CITTADINANZA ATTIVA FONDAMENTO STORICO E GIURIDICO La storia del servizio civile affonda le sue radici nella Costituzione Italiana e nel concetto di Obiezione

Dettagli

Carta d Identità del CNGEI

Carta d Identità del CNGEI Carta d Identità del CNGEI "Il nostro è un movimento libero, accanitamente, irriducibilmente libero da ingerenza politica, confessionale o di interesse e deve rimanere tale contro chiunque fosse di diverso

Dettagli

Catalogo formativo Anno 2012-2013

Catalogo formativo Anno 2012-2013 Catalogo formativo Anno 2012-2013 www.kaleidoscomunicazione.it marketing & innovazione >> Email Marketing >> L email è ad oggi lo strumento di comunicazione più diffuso tra azienda e cliente e dunque anche

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

Introduzione. (Martha C. Nussbaum, Non per profitto. Perché le democrazie hanno bisogno della cultura umanistica, Il Mulino, 2010)

Introduzione. (Martha C. Nussbaum, Non per profitto. Perché le democrazie hanno bisogno della cultura umanistica, Il Mulino, 2010) 7 Introduzione «Cosa c è nell esistenza umana che rende così difficile sposare le istituzioni democratiche basate sul rispetto dei princìpi dell uguaglianza e delle garanzie del diritto, e così facile

Dettagli

PSICOLOGIA E APNEA. di Lorenzo Manfredini

PSICOLOGIA E APNEA. di Lorenzo Manfredini PSICOLOGIA E APNEA di Lorenzo Manfredini Psicologia e Apnea 1 La paura dell acqua 3/4 Domande, luoghi comuni e responsabilità 4/5/6 Discipline come l apnea e Scuole come Apnea Academy riconoscono alla

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA. Codice di accreditamento: NZ04566 REGIONE CAMPANIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA. Codice di accreditamento: NZ04566 REGIONE CAMPANIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE Ente proponente il progetto: Comune di Mugnano di Napoli Codice di accreditamento: NZ04566 Albo e classe di iscrizione: REGIONE

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

Per i diritti umani di Barbara Pezzini

Per i diritti umani di Barbara Pezzini Accademia della Guardia di Finanza, Bergamo 25 novembre 2009 Premiazione del Concorso ScuolAccademia 2009 Per i diritti umani di Barbara Pezzini Questo intervento si rivolge ad una comunità di studenti

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati

NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati FABIO PICCOLI Esperto Internazionalizzazione Wine Monitor Bologna, 3 aprile 2013 L internazionalizzazione non

Dettagli

CONOSCERE, FORMARE per CAMBIARE

CONOSCERE, FORMARE per CAMBIARE 1 CONOSCERE, FORMARE per CAMBIARE Percorsi educativi per l affermazione di una cultura di genere Contro ogni forma di violenza e discriminazione Piena cittadinanza delle differenze A cura dell Associazione

Dettagli

Obiettivo Specifico Le azioni previste per il raggiungimento della creazione dello spazioattiva idee sono:

Obiettivo Specifico Le azioni previste per il raggiungimento della creazione dello spazioattiva idee sono: :.. la res publica è cosa del popolo; e il popolo non è un qualsiasi aggregato di gente, ma un insieme di persone associatosi intorno alla condivisione del diritto e per la tutela del proprio interesse

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1151

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1151 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1151 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore IZZO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 23 OTTOBRE 2008 Istituzione del Giorno delle radici in ricordo della storia,

Dettagli

È scontato che, di questi tempi, nei discorsi dei politici, sui media, si

È scontato che, di questi tempi, nei discorsi dei politici, sui media, si queste istituzioni n. 158-159 luglio-dicembre 2010 La crisi, il futuro, e i giovani di Laura balbo È scontato che, di questi tempi, nei discorsi dei politici, sui media, si porti l attenzione sugli effetti

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche Fondazione Minoprio - corso ITS Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche I social media Facebook La maggior parte dei proprietari di piccole aziende hanno dichiarato

Dettagli

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Corso Scegli Gesù SG01 Lezione 1 IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Troppo difficile? Antiquato? Solo per persone molto religiose? No! Ti dimostreremo che sono solo pregiudizi. LA NOSTRA GENERAZIONE È INSICURA

Dettagli

LIBRI SULLE NAZIONI UNITE RECENTEMENTE PUBBLICATI IN ITALIA

LIBRI SULLE NAZIONI UNITE RECENTEMENTE PUBBLICATI IN ITALIA LIBRI SULLE NAZIONI UNITE RECENTEMENTE PUBBLICATI IN ITALIA La lista che segue, elaborata dai curatori, intende solo fornire alcune indicazioni sui volumi che, negli ultimi anni, sono stati pubblicati

Dettagli

ANTONIO MARTELLI MARTE E MERCURIO. Strategie militari e Strategie aziendali. Workshop del CeRiCo Marte e Mercusio : 26 Gennaio 2012

ANTONIO MARTELLI MARTE E MERCURIO. Strategie militari e Strategie aziendali. Workshop del CeRiCo Marte e Mercusio : 26 Gennaio 2012 ANTONIO MARTELLI MARTE E MERCURIO 1 Strategia d impresa e polemologia: quale rapporto? 2 Ma che c entra la strategia d impresa con la polemologia?... eppure un rapporto esiste. 3 La polemologia occidentale:

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Internet e i social network visti dal Nord Est

OSSERVATORIO NORD EST. Internet e i social network visti dal Nord Est OSSERVATORIO NORD EST Internet e i social network visti dal Nord Est Il Gazzettino, 04.05.2011 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame di Stato ha

Dettagli

Dispense di Filosofia del Linguaggio

Dispense di Filosofia del Linguaggio Dispense di Filosofia del Linguaggio Vittorio Morato II settimana Gottlob Frege (1848 1925), un matematico e filosofo tedesco, è unanimemente considerato come il padre della filosofia del linguaggio contemporanea.

Dettagli

I cambiamenti nel decennio 1980-1990

I cambiamenti nel decennio 1980-1990 LA STORIA DI LUCCA 2 CIRCOLO I cambiamenti nel decennio 1980-1990 Per opera del dimensionamento dei plessi scolastici avviato dal M.P.I. ed a causa del calo demografico della popolazione scolastica degli

Dettagli

Introduzione alla Business Intelligence. E-mail: infobusiness@zucchetti.it

Introduzione alla Business Intelligence. E-mail: infobusiness@zucchetti.it Introduzione alla Business Intelligence E-mail: infobusiness@zucchetti.it Introduzione alla Business Intelligence Introduzione Definizione di Business Intelligence: insieme di processi per raccogliere

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

MALEVIČ PER LA SCUOLA

MALEVIČ PER LA SCUOLA MALEVIČ PER LA SCUOLA Kazimir Malevič nasce a Kiev nel 1878, e nel 1915 il suo Quadrato nero su fondo bianco che vede quest anno il centenario - è stato identificato come l icona del nostro tempo dal suo

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

Educazione di genere: impossibile non farla

Educazione di genere: impossibile non farla Educazione di genere: impossibile non farla Inizia prima della nascita Riguarda loro, ma innanzitutto noi Riguarda la soggettività individuale ma anche la struttura sociale E la struttura sociale a sua

Dettagli

AMBITO ANTROPOLOGICO CURRICOLO E PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GEOGRAFIA

AMBITO ANTROPOLOGICO CURRICOLO E PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GEOGRAFIA AMBITO ANTROPOLOGICO CURRICOLO E DI GEOGRAFIA 1- IDEA, SVILUPPO E RAPPRESENTAZIONE DELLO SPAZIO CLASSE 1^ CURRICOLO - Uso corretto dei principali indicatori topologici Riconoscere la propria posizione

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

Il Rapporto CLUSIT 2015 sulla sicurezza ICT in Italia

Il Rapporto CLUSIT 2015 sulla sicurezza ICT in Italia Il Rapporto CLUSIT 2015 sulla sicurezza ICT in Italia Il tema della sicurezza informatica sta acquisendo sempre maggiore rilevanza, sia dal punto di vista sociale che economico. Gli ultimi dieci anni hanno

Dettagli

Master universitario di primo livello in Analisi e gestione della comunicazione

Master universitario di primo livello in Analisi e gestione della comunicazione UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRIESTE SCHEDA DI PRESENTAZIONE Parte integrante del Bando di attivazione dei Master universitari a.a. 2008/2009 Master universitario di primo livello in Analisi e gestione della

Dettagli

Reputazione online. Andrea Barchiesi, CEO Reputation Manager andrea.barchiesi@reputation-manager.it NEL CORSO DEL WEBINAR SCOPRIRAI:

Reputazione online. Andrea Barchiesi, CEO Reputation Manager andrea.barchiesi@reputation-manager.it NEL CORSO DEL WEBINAR SCOPRIRAI: Reputazione online NEL CORSO DEL WEBINAR SCOPRIRAI: FONDAMENTI DI COMUNICAZIONE DIGITALE: LE REGOLE DEL WEB NUOVI OBIETTIVI DI COMUNICAZIONE: DAL BRAND ALL IDENTITÀ DIGITALE DEFINIZIONE DI WEB REPUTATION

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (T.I.C.)

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (T.I.C.) TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (T.I.C.) PROGRAMMAZIONE INIZIALE ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 INSEGNANTE: Teresa Bruno CLASSE: 2 a sez. A Operatore Elettrico SETTORE: Industria e Artigianato

Dettagli

Presentazione. L inizio fu rappresentato da un mio saggio: Per una politica di comunicazione nell azienda, L Impresa, 1973, 5-6, pp. 325 ss.

Presentazione. L inizio fu rappresentato da un mio saggio: Per una politica di comunicazione nell azienda, L Impresa, 1973, 5-6, pp. 325 ss. Presentazione Proprio quarant anni fa, dopo un periodo di tempo dedicato allo studio specifico della pubblicità 1 allora, a livello internazionale e non solo italiano, di gran lunga il più importante strumento

Dettagli

LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO

LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO di Lorenzo Sartini 1. Quali necessità nell azione del volontario? Ciò che contraddistingue le associazioni di volontariato fra le altre organizzazioni che agiscono per

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

La tutela della privacy nei social network. I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di

La tutela della privacy nei social network. I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di La tutela della privacy nei social network di Stefano Santini I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di diffusione e di accesso pressoché illimitato, permettendo

Dettagli

Anno scolastico 2012-2013 INTRODUZIONE

Anno scolastico 2012-2013 INTRODUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO BOZZAOTRA SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO Via Roma, 27-80061 MASSA LUBRENSE(NA) Cod. Mecc. NAIC8D8002 C. F. n 90078340636 Tel e/o fax. 081/8789205-8089695 Sito

Dettagli

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO La Carta dei valori è

Dettagli

ciò incrementare le forme di collaborazione basate su rapporti consolidati e veloci; perché è proprio nella lentezza delle indagini a estensione

ciò incrementare le forme di collaborazione basate su rapporti consolidati e veloci; perché è proprio nella lentezza delle indagini a estensione Presentazione La protezione delle infrastrutture critiche per le reti di telecomunicazione è un argomento importante per gli Stati moderni, nei quali si riscontra una progressiva trasformazione della società

Dettagli

WEBBOOK MONDO DEL WEB TUTTO QUELLO CHE UN BUON IMPRENDITORE DEVE SAPERE SUL

WEBBOOK MONDO DEL WEB TUTTO QUELLO CHE UN BUON IMPRENDITORE DEVE SAPERE SUL WEBBOOK TUTTO QUELLO CHE UN BUON IMPRENDITORE DEVE SAPERE SUL MONDO DEL WEB Uno Smart Book per imprenditori che non hanno tempo da perdere e vogliono arrivare al sodo! PREMESSA Tutto sta cambiando nel

Dettagli

LA NOSTRA POLITICA MILITARE

LA NOSTRA POLITICA MILITARE LA NOSTRA POLITICA MILITARE (24-25 gennaio 1934) Il testo che segue è un rapporto presentato da Mao Tse-tung a nome del governo centrale della Repubblica sovietica cinese al secondo Congresso nazionale

Dettagli

MOTIVARE UN TEAM DISPENSA (dispensa Start Up - la presente dispensa rappresenta un estratto di quella abitualmente utilizzata nel corso)

MOTIVARE UN TEAM DISPENSA (dispensa Start Up - la presente dispensa rappresenta un estratto di quella abitualmente utilizzata nel corso) MOTIVARE UN TEAM DISPENSA (dispensa Start Up - la presente dispensa rappresenta un estratto di quella abitualmente utilizzata nel corso) A CURA DI VINCENZO FANELLI 1 IL SIGNIFICATO DI LEADERSHIP La leadership

Dettagli