Armstrong Ceiling Systems BREEAM Credit Summary

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Armstrong Ceiling Systems BREEAM Credit Summary"

Transcript

1 SOFFITTI&PARETI SOLUZIONI Insieme a noi, le idee prendono forma Armstrong Ceiling Systems BREEAM Credit Summary SALUTE & BENESSERE HEA 01 Comfort Visivo SALUTE & BENESSERE HEA 02 Qualità dell aria negli ambienti indoor SALUTE & BENESSERE HEA 05 Prestazione acustica RIFIUTI WST 01 Gestione dei rifiuti edili RIFIUTI WST 04 Finiture per pavimento e soffitto, a scopo dimostrativo AMMINISTRAZIONE MAN 04 Partecipazione degli Stakeholder BREEAM è una metodologia di valutazione utilizzata per rappresentare la performance ambientale di un edificio. Stabilisce lo standard e le best practice per la progettazione, attraverso l applicazione di specifici criteri in tre macro aree: sostenibilità, costruzione e normative ed è diventato il più completo e diffuso protocollo per misurare l impatto ambientale complessivo degli immobili. Il sistema BREEAM utilizza misure di performance, fissate a partire da parametri prestabiliti ed elaborate in una griglia, per valutare il progetto, la realizzazione e la gestione di un edificio, una volta costruito. Un approccio basato sull analisi di una vasta gamma di categorie e criteri, che spaziano dall energia all ecologia. Sono inclusi anche gli aspetti relativi al consumo di energia e di acqua, all ambiente indoor (salute e benessere), all inquinamento, ai trasporti in termini di consumi ed emissioni di CO2, all impatto ambientale dei materiali, ai rifiuti, alll ecologia ed ai processi di gestione. Il documento di sintesi che segue, relativo alla certificazione BREEAM, è stato sviluppato da Armstrong Ceiling Systems, a supporto della progettazione e dell installazione dei sistemi di controsoffitti Armstrong in una vasta gamma di edifici. I crediti sono identificati in ogni pagina di questo documento e contengono un estratto del manuale tecnico SD :2011 BREEAM per le nuove edificazioni non residenziali. Stabilisce la finalità dei crediti, i criteri di valutazione, i requisiti di conformità, specificando il modo in cui Armstrong può intervenire sia nella fase di progettazione, sia successivamente ad opera ultimata. Prove a supporto sono contenute nell Appendice 1- Tabella delle prestazioni ambientali dei prodotti Armstrong e nell Appendice 2 - Tabella di Confronto Assorbimento e Attenuazione dei prodotti Armstrong - per tutte le gamme dei sistemi di controsoffitti Armstrong. BREEAM utilizza un sistema di punteggio (crediti) semplice e chiaro, supportato da una ricerca basata su esperienza e dati concreti.

2 SALUTE & BENESSERE HEA 01 Comfort Visivo Al fine di garantire le migliori performance visive e il comfort degli occupanti dell edificio, è importante valutare il daylighting e l illuminazione artificiale, in fase di progettazione. Pre-requisito Illuminazione diurna (1-2 crediti) secondo il tipo di costruzione Controllo del riflesso e vista esterna (1-2 crediti) secondo il tipo di costruzione Illuminazione interna ed esterna (1 credito) Arti visive (1 credito) solo per gli edifici adibiti ad uso sanitario HEA 01 Comfort visivo Requisiti di conformità per l illuminazione diurna: Le aree edificabili interessate devono soddisfare le migliori pratiche e i criteri d illuminazione diurna. NB: I criteri d illuminazione variano a seconda della tipologia dell edificio. Essi comprendono il fattore di illuminazione diurna, l indice di uniformità ed indicano anche la proporzione di area dell edificio richiesta per essere conforme. Requisiti di conformità per l illuminazione interna I livelli di illuminazione (lux), in tutte le aree interne interessate, sono definiti in conformità al Codice CIBSE Code for Lighting (2009) e ad altri importanti standard industriali. Per le aree dove si fa regolarmente uso di monitor per computer, la progettazione dell illuminazione deve rispettare le sezioni 3.3, 4.6, 4.7, 4.8 e 4.9 della CIBSE Lighting Guide 7 (2005), che prevede le seguenti raccomandazioni: 1. Limiti alla luminosità dei corpi illuminanti, per evitare riflessi sullo schermo. (Consultare i dati forniti dai produttori degli apparecchi di illuminazione per averne una conferma). 2. Per l illuminazione orientata verso l alto, le raccomandazioni si riferiscono alla luminosità del soffitto illuminato, più che a quella del corpo illuminante. Questo è verificabile mediante calcoli svolti da un Team di progettazione. 3. Suggerimenti relativi all uso dell illuminazione diretta, del soffitto e dell illuminazione media delle pareti. L Appendice 1 riporta le percentuali di riflessione dei pannelli di controsoffitti necessarie per calcolare il fattore di luce diurna ed il rapporto di uniformità. Le gamme di controsoffitti Armstrong, in minerale e in metallo, raggiungono alti livelli di riflessione della luce. I pannelli che presentano un elevato coefficiente di riflessione della luce, aumentano i vantaggi dell illuminazione indiretta, migliorandone l uniformità generale e diffondendo nell ambiente circostante fino al 90% della luce, rispetto al 75% dei soffitti standard*. Una riflessione di oltre il 90%, consente un risparmio del 20% in termini di costi, sfruttando l illuminazione indiretta e può consentire un risparmio energetico fino all 11% per l intero edificio. I controsoffitti della serie CANOPY, installati sul posto di lavoro, possono migliorare la riflessione della luce all interno dello spazio lavorativo ed assicurare un migliore comfort per l utente. * Effetti sull ambiente e sul consumo di energia di soffitti ad alta riflessione della luce: Brinjac Engineering Appendice 1 comprende i valori di riflessione della luce e può, quindi, essere utilizzata per i calcoli. Ulteriori informazioni tecniche dettagliate saranno fornite anche per il manuale di manutenzione e messe a disposizione del certificatore BREEAM per la verifica della conformità agli standard previsti dalla certificazione. BREEAM: Manuale Tecnico BREEAM SD :2011 per la costruzione di nuovi edifici non residenziali.

3 SALUTE & BENESSERE HEA 02 Qualità dell aria negli ambienti indoor Riconoscere ed incoraggiare la realizzazione di un ambiente indoor sano, attraverso le specifiche e l installazione di un adeguato sistema di ventilazione, di apparecchiature e finiture. Ridurre al minimo le fonti di inquinamento dell aria (3 crediti) Possibilità di ventilazione naturale (1 credito) Cappa da laboratorio e aree di contenimento (2 crediti) HEA 02 Qualità dell aria negli ambienti indoor Requisiti per ridurre al minimo le fonti di inquinamento atmosferico 2 dei 3 crediti disponibili possono essere ottenuti dimostrando la conformità ai seguenti punti: 1. Disporre di un piano per la qualità dell aria indoor. 2. Tutte le pitture decorative e le vernici devono soddisfare i requisiti elencati nella Tabella Almeno cinque delle otto restanti categorie di prodotto, elencati nella Tabella 5-3, devono essere conformi ai requisiti di prova ed ai livelli di emissione dei Composti Organici Volatili (COV). Tutti i pannelli Armstrong presentano ottimi risultati, con livelli di emissioni bassi o pari a zero di Composti Organici Volatili e di conseguenza rispettano quanto previsto dal Piano di qualità dell aria interna, che si impegna ad utilizzare finiture a livelli di COV bassi o pari a zero. Tutti i pannelli Armstrong sono stati testati da terze parti, in conformità ai requisiti previsti dalla norma EN 13964:2004, eccetto le categorie esenti da questo tipo di test come i soffitti in metallo o in legno. Nella Tabella in Appendice 1, relativa alle prestazioni ambientali dei prodotti Armstrong, sono illustrati i risultati delle prove relativi ad ogni pannello. L Appendice 1 stabilisce i livelli di emissione raggiunti da ogni pannello. Il perito BREEAM può fornire questo documento per dimostrarne la conformità. BREEAM: Manuale Tecnico BREEAM SD :2011 per la costruzione di nuovi edifici non residenziali. Prodotto Standard europeo Controsoffitti EN 13964:2004 (Extract from table 5-3) Livelli di emissione di COV richiesto Formaldeide E1 (requisito test 1) No amianto.

4 SALUTE & BENESSERE HEA 05 Performance acustica Garantire che la prestazione acustica degli edifici, compreso l isolamento acustico, siano conformi agli standard previsti. Un professionista qualificato e specializzato in acustica (vedi definizioni) è nominato dal cliente durante la fase preliminare di progettazione per fornire una consulenza, in merito a: - Le fonti esterne di rumore che producono un impatto sul sito scelto - La planimetria del sito ed al posizionamento dell edificio per assicurare una buona acustica HEA 05 Prestazione acustica Requisiti acustici per gli utenti con esigenze uditive e di comunicazione specifiche, Trattamento acustico delle varie zone dell edificio e delle facciate. Rispetto degli standard di prestazione acustica ed i requisiti di prova relativi al tipo di edificio ed alla destinazione d uso delle aree, come specificato nella tabella 5-4. Requisiti da soddisfare per ridurre al minimo le fonti di inquinamento atmosferico I requisiti di conformità per questo credito dipendono dal tipo di edificio. La tabella 5-4, del manuale di valutazione BREEAM, stabilisce ed indica in maniera dettagliata i requisiti per ogni tipo di edificio. Informazioni dettagliate sulla prestazione acustica dei pannelli Armstrong sono disponibili all interno dell Appendice 2, Tabella di Confronto dei livelli di Assorbimento e Attenuazione dei prodotti Armstrong. Questi dati possono essere utilizzati per dimostrare come i pannelli di Armstrong siano in grado di contribuire alla performance acustica di ogni spazio. L Azienda propone diverse tipologie di controsoffitti, per migliorare ogni aspetto riguardante l acustica di un edificio: dalla gestione dell acustica passiva, all assorbimento e isolamento acustico, fino al controllo dei tempi di riverbero e dei livelli di rumore dell ambiente. Revisione a fine lavori Il certificatore può verificare che il professionista specializzato in acustica abbia utilizzato i valori corretti, confrontandoli con quelli riportati all interno dell Appendice 2. BREEAM: Manuale Tecnico BREEAM SD :2011 per la costruzione di nuovi edifici non residenziali.

5 RIFIUTI WST 01 Gestione dei rifiuti edili Promuovere l efficienza delle risorse attraverso la gestione efficace e la riduzione del materiale di risulta. Efficienza delle risorse di costruzione (3 crediti) Materiali non inviati alle discariche (1 credito). WST 01 gestione dei materiali di risulta Requisiti di conformità per i materiali edili I rifiuti edili non pericolosi (esclusi quelli di demolizione e scavo) generati durante la fase di progettazione e costruzione dell edificio devono raggiungere o superare i seguenti parametri di riferimento. BREEAM Crediti Quantità di rifiuti generati per 100 m 2 (superficie interna lorda) m 3 tonnellate Un credito Due crediti Tre crediti Livello esemplare Requisiti di conformità relativi ai materiali non inviati alle discariche Le percentuali di rifiuti non pericolosi, derivanti dalle fasi di costruzione e demolizione (dove applicabili) generati dal progetto, da non inviare in discarica: Prodotto Tipo di rifiuto Volume Tonnellaggio 1 credito Livello esemplare Non demolizione 70% 80% Demolizione 80% 90% Non demolizione 85% 90% Demolizione 85% 95% Requisiti per il non invio, in discarica, dei rifiuti: 1. Riutilizzo del materiale in sito o per nuove applicazioni 2. Riutilizzo del materiale in altri siti 3. Recupero o bonifica del materiale per il riutilizzo 4. Materiale restituito al fornitore attraverso un programma di ritiro 5. Recupero del materiale dal sito da parte di un operatore specializzato nella gestione dei rifiuti e nel loro riciclo o recupero energetico. Armstrong fornisce un servizio completo per il ritiro dei pannelli in minerale post-consumer e dei soffitti a fine vita a partire da una quantità minima di 2000 m 2. I professionisti e i periti accreditati possono utilizzare l Appendice 1 per identificare le tipologie di pannelli inclusi nel programma. I dettagli completi del sistema di recupero sono disponibili all indirizzo: Armstrong fornisce ai professionisti BREEAM accreditati e ai progettisti la possibilità di verificare il peso dei rifiuti edili, per verificare l opportunità di includerli nei Piani di Gestione dei materiali di risulta del Sito. BREEAM: Manuale Tecnico BREEAM SD :2011 per la costruzione di nuovi edifici non residenziali.

6 RIFIUTI WST 04 Finiture per pavimento e soffitto, a scopo dimostrativo Promuovere la descrizione particolareggiata e l adattamento delle finiture di pavimenti e soffitti, selezionati dall utente, per evitare lo spreco di materiali. 1. Per le zone in locazione (nei casi in cui il futuro utente non sia noto), prima di completare i lavori, le finiture di pavimenti e soffitti saranno installate solo in un area dimostrativa. 2. In un edificio realizzato per uno specifico soggetto, verranno installate le finiture di pavimento e soffitto da lui scelte. WST 04 Finiture per pavimento e soffitto, a scopo dimostrativo Requisiti di conformità Note di conformità Area dimostrativa Può essere sia un intero piano sia un ufficio. Tuttavia, per ottenere questo credito, l area deve essere inferiore al 25% della superficie calpestabile. I pannelli Armstrong non sono solo una finitura. Sono parte integrante della progettazione di uno spazio e contribuiscono alle sue prestazioni acustiche e visive ed alla qualità dell aria indoor. Fornire al cliente le informazioni sulle credenziali ambientali dei nostri controsoffitti, è un plus fondamentale che ci favorisce nella fase di selezione dei prodotti Se i pannelli utilizzati per la realizzazione dell area dimostrativa in un ufficio sono inclusi nel piano di ritiro, saranno rimossi dal personale incaricato da Armstrong affinché siano raggiunti le condizioni ed i termini stabiliti dal programma. BREEAM: Manuale Tecnico BREEAM SD :2011 per la costruzione di nuovi edifici non residenziali.

7 AMMINISTRAZIONE MAN 04 Partecipazione degli stakeholder Progettare, pianificare e realizzare edifici funzionali e completi, di comune accordo con gli occupanti attuali, futuri ed altri stakeholder. Consultazione (1 credito) Progettazione completa ed accessibile (1 credito) Informazioni all utente (1 credito) Valutazione post abitativa e divulgazione dell informazione (1 credito). MAN 04 Partecipazione degli stakeholder Requisiti di conformità alle informazioni fornite agli utenti dell edificio 1. Sono forniti manuali d uso dell edificio a tutti i suoi utenti (utenti generali, incluso il personale di servizio e, se residenti, anche agli utenti del Facilities Management/ Amministratori, non addetti a mansioni tecniche). 2. Le guide includono tutte le funzioni e gli usi dell edificio, permettendo ai suoi occupanti di usufruirne nel migliore dei modi. Quando necessario, i documenti devono indicare quali sono i servizi da usare in comune e come accedervi. 3. Le informazioni relative all edificio e al sito, devono essere messe subito a disposizione di tutti i futuri utenti, permettendo loro di accedere e utilizzare l edificio, il sito e le infrastrutture adibite al trasporto locale/servizi, in modo efficace. Armstrong fornisce le informazioni relative alle credenziali ambientali (Appendice 1) di tutti i suoi pannelli per controsoffitti. Offre, inoltre, ai professionisti accreditati tutte le informazioni di cui hanno bisogno per dimostrare come un determinato pannello possa contribuire alla strategia ambientale complessiva dell edificio. Questi dati possono essere condivisi durante le riunioni con il Team di progettazione. Scegliendo i controsoffitti Armstrong, il cliente/ progettista può essere certo di trovare tutte le informazioni necessarie per completare il manuale d uso dell edificio, all interno del documento che specifica le caratteristiche dell immobile. Inoltre, questo permetterà di redigere la lettera di impegno, necessaria ad ottenere il sopracitato credito BREEAM relativo alla fase di progettazione. I dati sono a disposizione del certificatore, a dimostrazione di come i pannelli Armstrong contribuiscano alla strategia ambientale di un edificio (incluso l ambiente visivo, acustico, la qualità dell aria indoor e la prestazione energetica) e su come sia organizzato il programma di ritiro dei materiali. BREEAM: Manuale Tecnico BREEAM SD :2011 per la costruzione di nuovi edifici non residenziali. 06/ PX Armstrong Building Products - RCS Besançon B

8 Appendice 1 Tabella delle prestazioni ambientali dei prodotti Armstrong (Giugno 2014) Prodotto Contenuto riciclato Riflessione della luce Profilo ambientale EPD Eco-punti Ciclo di vita 60 anni Emissioni di COV Formaldeide Programma di ritiro Solo Regno Unito e Francia BIOGUARD Acoustic 45% 88% E1 BIOGUARD Plain 45% 90% E1 CERAMAGUARD 38% 79% E1 n/a CIRRUS 33% 83% E1 CIRRUS 75 70% 83% E1 CIRRUS Design 33% 83% E1 COLOURTONE Sahara 51% 48% E1 FINE FISSURED 51% 85% E1 FINE FISSURED Black 51% 9% E1 GRAPHIS 51% 92% E1 CLEANROOM FL 35% 78% E1 n/a NEWTONE 1% 84% E1 Neeva 20% 82% E1 n/a OPTIMA 82% 87% E1 n/a PARAFON Hygien 20% 82% E1 n/a PERLA 33% 86% E1 PERLA db 65% 86% E1 PERLA OP % 86% E1 PERLA OP % 85% E1 PLAIN 44% 87% E1 SAHARA MAX 45% 84% 0,13 E1 SAHARA Vector 31% 85% E1 SAHARA db 60% 84% E1 ULTIMA+ 47% 87% E1 ULTIMA+ db 64% 87% E1 ULTIMA+ OP 33% 87% E1 ULTIMA Vector 33% 87% E1 VISUAL 70% 71% E1 TATRA 51% 80% E1 CORTEGA 51% 80% E1 Grid 25% n/a E1 n/a Legno n/a 35-75% E1 n/a Metal 30% Up to 85% E1 n/a Armstrong sviluppa continuamente l EPD per tutti i suoi prodotti. Per maggiori informazioni e per i certificati EPD si prega di contattare l Ufficio Tecnico Commerciale.

9 06/ PX Armstrong Building Products - RCS Besançon B Appendice 2 Tavola comparativa dell assorbimento e dell isolamento dei prodotti Armstrong Assorbimento acustico Isolamento acustico Prodotti Armstrong αw Classificazione Dnfw / Dncw Prodotti Armstrong Ultima+ OP ( ) + Optima (tutti gli spessori) Perla OP ( ) + Neeva (tutti gli spessori) Metal Perforazione standard + OP19 Metal Microperforato + OP19 Parafon Hygien / Hydroboard Sierra OP Classe A Molto alta db Metal Plain + B15 + Metal Plain (senza correzione acustica) Ultima+ db SL2 doghe Metal Perforazione standard + B15 Perla db / Metal Microperforato + B15 Legno Plain Metal Perforazione standard con materassino (8mm) Metal Microperforato con materassino (8mm) Classe B Alta db Metal Extra Microperforato + B15 / Sahara db / Ultima+ db / Ceramaguard / Cirrus 75 / Ultima+ / Newtone / Bioguard Acoustic / Clean Room FL / Graphis / Cirrus / Cirrus Image / Contrast Cirrus Ultima+ / Perla / Sahara Max Ultima+ db / Perla db / Sahara db Bioguard Acoustic Metal Perforazione standard + velo acustico o B15 Metal Microperforato + velo acustico o B15 Metal Extra Microperforato + OP19 / B15 Fine Fissured / Sahara Vector Legno Rg Classe C Alta db Metal Extra Microperforato + OP19 Perla / Sahara / Sahara Max Colortone Dune / Plain Fine Fissured Bioguard Plain Legno Rg Metal Ultra Microperforato / Metal Extra Microperforato + velo acustico Ceramaguard Cirrus / Cirrus Image Contrast Cirrus (Circles, Squares) Sahara Plus / Colortone Dune Legno Rg 3003 / Legno Rg Classe D Moderate db Metal Perforazione standard + materassino (16-40mm) Metal Microperforato + materassino (16-40mm) Metal Extra Microperforato + velo acustico o materassino (16-40mm) Metal Microperforato + OP19 Metal Perforazione standard + OP19 Sierra OP / Ultima+ OP Neeva Tegular / Neeva Board (20 mm) Legno Rg Bioguard Plain Plain Graphis Clean Room FL Classe E Bassa db Perla OP Metal Perforazione standard + materassino (8mm) Metal Microperforato + materassino (8mm) Metal Extra Microperforato + velo acustico Neeva Board (18mm) / Optima Legno Rg 8013 Metal Plain Newtone Legno Plain Molto bassa Meno di 20 db Metal Perforazione standard + velo acustico Metal Microperforato + velo

Catalogo illustrativo Le soluzioni Armstrong

Catalogo illustrativo Le soluzioni Armstrong SOFFITTI SOLUZIONI [Insieme a noi, le idee prendono forma.] fibra minerale metallo legno sistemi di sospensione Catalogo illustrativo Le soluzioni Armstrong illustration by k_now La gamma Armstrong Soluzioni

Dettagli

SOFFITTI&PARETI SOLUZIONI. Insieme a noi, le idee prendono forma

SOFFITTI&PARETI SOLUZIONI. Insieme a noi, le idee prendono forma SOFFITTI&PARETI SOLUZIONI Insieme a noi, le idee prendono forma catalogo generale 2012 Al vostro servizio per creare UNA PARTNERSHIP DI VALORE! Visita il nostro nuovo sito web! Hai bisogno di consigli

Dettagli

voto peso % voto pesato voto peso % voto pesato valore soglia minima Analisi del sito Analisi del sito

voto peso % voto pesato voto peso % voto pesato valore soglia minima Analisi del sito Analisi del sito SISTEMA DI PESATURA DELLE SCHEDE DEI REQUISITI Modalità di calcolo del punteggio pesato: 1 Voto del requisito x peso = Voto pesato del requisito 2 Somma dei voti pesati del requisito = voto dell'area di

Dettagli

Misurare la qualità e la pulizia dell aria

Misurare la qualità e la pulizia dell aria Misurare la qualità e la pulizia dell aria Misurare la qualità e la pulizia dell aria La qualità e la pulizia dell aria sono determinate dalla limitazione del numero di particelle fisiche sospese. Queste

Dettagli

PROTOCOLLO ITACA 2009

PROTOCOLLO ITACA 2009 Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale PROTOCOLLO ITACA 2009 Art. 9, Schema Legge Regionale: Norme per l edilizia sostenibile LINEE GUIDA E DISCIPLINARE TECNICO

Dettagli

ARCA, marchio di qualità per gli edifici in legno 7 ottobre 2011 MADE Rho (MI)

ARCA, marchio di qualità per gli edifici in legno 7 ottobre 2011 MADE Rho (MI) ARCA, marchio di qualità per gli edifici in legno 7 ottobre 2011 MADE Rho (MI) Prof. Antonio Frattari Facoltà di Ingegneria - Università di Trento) Titolo intervento: LA SOSTENIBILITÀ DEGLI EDIFICI IN

Dettagli

AMBIENTI SANITARI SOFFITTI SOLUZIONI SANITÀ. [Insieme a noi, le idee prendono forma.] BENESSERE AMBIENTE. CI/SfB (35) Xy February 2007 COMFORT

AMBIENTI SANITARI SOFFITTI SOLUZIONI SANITÀ. [Insieme a noi, le idee prendono forma.] BENESSERE AMBIENTE. CI/SfB (35) Xy February 2007 COMFORT SOFFITTI SOLUZIONI [Insieme a noi, le idee prendono forma.] CI/SfB (35) Xy February 2007 SANITÀ AMBIENTI SANITARI COMFORT ACUSTICO SANITÀ E SICUREZZA COMFORT ESTETICO BENESSERE AMBIENTE Prestazioni del

Dettagli

VENTILAZIONE CONTROLLATA NEGLI EDIFICI AD ELEVATE PRESTAZIONI ENERGETICHE

VENTILAZIONE CONTROLLATA NEGLI EDIFICI AD ELEVATE PRESTAZIONI ENERGETICHE VENTILAZIONE CONTROLLATA NEGLI EDIFICI AD ELEVATE PRESTAZIONI ENERGETICHE Arch. Valentina Raisa Assegnista di ricerca dell Università di Ferrara (finanziamento di AldesItalia) Qual è l edificio ad elevate

Dettagli

Efficienza energetica

Efficienza energetica Efficienza energetica negli edifici i La certificazione energetica degli edifici M. De Carli Leggi italiane ai fini del risparmio energetico Legge 373/76 Legge 10/91 DPR 412/93 D.Lgs. 192/2005 D.Lgs. 311/2006

Dettagli

2. SEDI DI SVOLGIMENTO Il corso di formazione si svolgerà: ROMA, presso la Sede di Filca CISL Via del Viminale 43.

2. SEDI DI SVOLGIMENTO Il corso di formazione si svolgerà: ROMA, presso la Sede di Filca CISL Via del Viminale 43. ISTITUTO PER L INNOVAZIONE E TRASPARENZA DEGLI APPALTI E LA COMPATIBILITA AMBIENTALE AVVISO CORSO DI FORMAZIONE PROTOCOLLO ITACA RIVOLTO AL PERSONALE ISPETTIVO SETTORE DI ACCREDITAMENTO EDILIZIA RESIDENZIALE

Dettagli

LA NUOVA NORMA UNI 9795

LA NUOVA NORMA UNI 9795 Le modifiche Le novità Inserimento di nuovi riferimenti normativi Inserimento della UNI 7546-16 per segnalazione dei pulsanti (cartelli indicatori) Inserimento ISO 6790 per simbologia da utilizzare nei

Dettagli

ABITARE SANO CON MATERIALI ISOLANTI IN FIBRA DI LEGNO.

ABITARE SANO CON MATERIALI ISOLANTI IN FIBRA DI LEGNO. ABITARE SANO CON MATERIALI ISOLANTI IN FIBRA DI LEGNO. MASSIMA COIBENTAZIONE. RISPETTO AMBIENTALE. www.homatherm.com Introduzione L ESEMPIO DALLA NATURA Per noi l abitare sostenibile significa usare la

Dettagli

3. TIPOLOGIA Conformemente a quanto previsto dall RT-33 è attivata la tipologia ispettiva: progettazione e realizzazione.

3. TIPOLOGIA Conformemente a quanto previsto dall RT-33 è attivata la tipologia ispettiva: progettazione e realizzazione. ISTITUTO PER L INNOVAZIONE E TRASPARENZA DEGLI APPALTI E LA COMPATIBILITA AMBIENTALE CORSO DI FORMAZIONE PROTOCOLLO ITACA RIVOLTO AL PERSONALE ISPETTIVO SETTORE DI ACCREDITAMENTO EDILIZIA RESIDENZIALE

Dettagli

Principali aspetti del Progettare una scuola

Principali aspetti del Progettare una scuola Principali aspetti del Progettare una scuola Contesto ambientale e orientamento dell edificio Aspetti distributivi e funzionali Comfort e benessere psico-fisico Aspetti gestionali di un edificio scolastico

Dettagli

D. Lgs. 161/2006 recepimento Direttiva 2004/42/CE

D. Lgs. 161/2006 recepimento Direttiva 2004/42/CE Limitazioni delle emissioni di composti organici volatili conseguenti l uso di solventi in talune pitture e vernici, nonché in prodotti per la carrozzeria Composto organico volatile (COV) 1 : qualsiasi

Dettagli

IL SISTEMA GLOBALE PER LA GESTIONE INTELLIGENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE ZEM ZUCCHETTI ENERGY MANAGEMENT

IL SISTEMA GLOBALE PER LA GESTIONE INTELLIGENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE ZEM ZUCCHETTI ENERGY MANAGEMENT IL SISTEMA GLOBALE PER LA GESTIONE INTELLIGENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE 02 IL SISTEMA DEDICATO ALL ENERGY MANAGEMENT CHE RIDUCE COSTI E CONSUMI Gestione intelligente delle informazioni energetiche degli

Dettagli

Qualificazione della sostenibilità di edifici residenziali. Claudio DEL PERO

Qualificazione della sostenibilità di edifici residenziali. Claudio DEL PERO Qualificazione della sostenibilità di edifici residenziali Claudio DEL PERO Bologna, 15 ottobre 2015 Obiettivo Nell ambito della sua attività di ricerca, il Politecnico di Milano ha sviluppato in collaborazione

Dettagli

Sonar. Quando le prestazioni giocano la carta dell eleganza.

Sonar. Quando le prestazioni giocano la carta dell eleganza. 92 Quando le prestazioni giocano la carta dell eleganza. 94 Quando le prestazioni giocano la carta dell eleganza. Esaltazione o sobrietà per una grande uniformità dello spazio, bianco brillante, lana di

Dettagli

INFORMAZIONI TECNICHE ECOSOSTENIBILI LOTTIZZAZIONE LE CORTI EDIFICIO A

INFORMAZIONI TECNICHE ECOSOSTENIBILI LOTTIZZAZIONE LE CORTI EDIFICIO A INFORMAZIONI TECNICHE ED ECOSOSTENIBILI LOTTIZZAZIONE LE CORTI BERGAMASCHI COSTRUZIONI BORGO DEL PARMIGIANINO N.22 43121 PARMA TEL. 0521233166 FAX 0521238024 www.bergacos.it CLASSE ENERGETICA A+ Gli edifici

Dettagli

Norma Titolo Accreditamento

Norma Titolo Accreditamento RREDO BGNO Prove di emissione VOC Norma Titolo ccreditamento ISO 16000-9:2006 NSI/BIFM M7.1-2011 US EP:1999 Indoor air. Determination of emission of volatile organic compounds from building products and

Dettagli

Il piacere di stare in casa. PVC

Il piacere di stare in casa. PVC Il piacere di stare in casa. Amiata Serramenti presenta la linea di infissi in, realizzati con alta tecnologia che nasce da ricerche mirate ad ottenere i migliori coefficenti di isolamento sia termico

Dettagli

SCHEDA TECNICA GRES FINE PORCELLANATO

SCHEDA TECNICA GRES FINE PORCELLANATO SCHEDA TECNICA GRES FINE PORCELLANATO Serie CAMELOT 1. Caratteristiche tecniche Norma UNI EN 14411 - Appendice G Piastrelle ceramiche pressate a secco con basso assorbimento d acqua GRUPPO BIaGL DIMENSIONI

Dettagli

Sistema Edificio Seminario CAM - "Edilizia"

Sistema Edificio Seminario CAM - Edilizia Sistema Edificio Seminario CAM - "Edilizia" Ing. Roberto Garbuglio Coordinatore Operativo ICMQ Spa Roma 21 settembre 2012 presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Chi

Dettagli

AMBIENTE SANITARIO. Soluzioni intelligenti per applicazioni specifiche

AMBIENTE SANITARIO. Soluzioni intelligenti per applicazioni specifiche Sanità AMBIENTE SANITARIO Soluzioni intelligenti per applicazioni specifiche NON PERDIAMO DI VISTA LE VOSTRE ESIGENZE Gli edifi ci sanitari sono probabilmente i luoghi più esigenti in termini di sicurezza,

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE E REQUISITI PRESTAZIONALI DEL MANUFATTO EDILIZIO

LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE E REQUISITI PRESTAZIONALI DEL MANUFATTO EDILIZIO ALLEGATO D LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE E REQUISITI PRESTAZIONALI DEL MANUFATTO EDILIZIO 1. Benessere termoigrometrico 2. Benessere respiratorio, olfattivo e qualità dell aria 3. Benessere visivo 4.

Dettagli

Certificazione energetica degli edifici

Certificazione energetica degli edifici Certificazione energetica degli edifici Cos e la certificazione energetica di un edificio E il processo di analisi dei componenti (muri, pareti, tetto, pavimento, finestre e porte) dell involucro di un

Dettagli

sistema DAMPER isolamento acustico

sistema DAMPER isolamento acustico sistema DAMPER isolamento acustico DAMProll 3 Materassino in gomma per isolamento rumori da calpestio SILEREX 5 Premiscelato sfuso in gomma per isolamento vibrazioni, rumori impattivi e da calpestio DAMPstrip

Dettagli

Definizione delle caratteristiche tecniche costruttive per gli interventi di bioedilizia di cui all art. 3 della legge regionale 23 marzo 2010, n. 6.

Definizione delle caratteristiche tecniche costruttive per gli interventi di bioedilizia di cui all art. 3 della legge regionale 23 marzo 2010, n. 6. Dec. Ass. 7 luglio 2010 (1). Definizione delle caratteristiche tecniche costruttive per gli interventi di bioedilizia di cui all art. 3 della legge regionale 23 marzo 2010, n. 6. Pubblicato sulla Gazz.

Dettagli

Sostenibilità Ambientale: l Ospedale come utilizzatore e promotore di innovazione

Sostenibilità Ambientale: l Ospedale come utilizzatore e promotore di innovazione Sostenibilità Ambientale: l Ospedale come utilizzatore e promotore di innovazione Stefano Cordiner Università di Roma Tor Vergata cordiner@uniroma2.it Sostenibilità ambientale Le strutture sanitarie esplicano

Dettagli

periodo di realizzazione: 2006-2007 committente / proprietario: premi architettonici: tipologia intervento: destinazione intervento: dimensioni:

periodo di realizzazione: 2006-2007 committente / proprietario: premi architettonici: tipologia intervento: destinazione intervento: dimensioni: Enrico Iascone Architetti Case Bianche Case Bianche Residence a Bologna indirizzo: via delle Lame, 29 città: progettista: consulenti: Bologna Enrico Iascone Carlotta Menarini Camilla Belletti Filippo Marsigli

Dettagli

SISTEMI DI CERTIFICAZIONE LEED E GBC: IL CONTRIBUTO DELLA LANA DI ROCCIA CREATE AND PROTECT

SISTEMI DI CERTIFICAZIONE LEED E GBC: IL CONTRIBUTO DELLA LANA DI ROCCIA CREATE AND PROTECT SISTEMI DI CERTIFICAZIONE LEED E GBC: IL CONTRIBUTO DELLA LANA DI ROCCIA CREATE AND PROTECT I sistemi di rating LEED e GBC I sistemi di rating LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) e GBC

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

QUALITÀ DELLA LUCE E RISPARMIO ENERGETICO

QUALITÀ DELLA LUCE E RISPARMIO ENERGETICO Convegno EPH+ La progettazione integrata a servizio dell efficienza energetica e del comfort ILLUMINOTECNICA QUALITÀ DELLA LUCE E RISPARMIO ENERGETICO ENERGY PERFONRMANCE HOME PLUS 1 Gestione digitale

Dettagli

PRESENTAZIONE PRODOTTO

PRESENTAZIONE PRODOTTO PRESENTAZIONE PRODOTTO L'IDEA ECOPARED Ecological System è un sistema di pannelli ecologici che hanno la capacità di eliminare, ridurre, adsorbire umidità, cattivi odori, condensa, muffe e fumo e che permettono

Dettagli

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it

degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it degli Ingg.ri G.Fedrigo C.Gorio VIA SOLFERINO N 55-25121 - BRESCIA www.ingambiente.it - e-mail: ingambiente@bolbusiness.it Tel. 030-3757406 Fax 030-2899490 1 2 3 INDICE 1 Generalità pag. 04 2 Il comparto

Dettagli

RAPPORTO SOSTENIBILITÀ 2014 SINTESI

RAPPORTO SOSTENIBILITÀ 2014 SINTESI RAPPORTO SOSTENIBILITÀ 2014 SINTESI ci prendiamo cura dell ambiente in cui viviamo e abbiamo i numeri per farlo GLI OBIETTIVI DI ECODOM Eccellenza ambientale, efficienza operativa ed economica sono i

Dettagli

Il recupero energetico del patrimonio edilizio esistente

Il recupero energetico del patrimonio edilizio esistente BARI, 19 MARZO 2012 Politecnico di Bari - Aula Magna Attilio Alto Il recupero energetico del patrimonio edilizio esistente sede legale via neghelli 85 ~ 70022 altamura/ba sede operativa via nicola tridente

Dettagli

VITAL PANNELLO DI FIBRE DI CELLULOSA ISOLAMENTO TERMICO ED ACUSTICO BIOECOLOGICO IN FIBRE DI CELLULOSA

VITAL PANNELLO DI FIBRE DI CELLULOSA ISOLAMENTO TERMICO ED ACUSTICO BIOECOLOGICO IN FIBRE DI CELLULOSA PANNELLO DI FIBRE DI CELLULOSA ISOLAMENTO TERMICO ED ACUSTICO BIOECOLOGICO IN FIBRE DI CELLULOSA SOMMARIO - PANNELLO DI FIBRE DI CELLULOSA 4 5 6 8 GENERALITà IL PRODOTTO Vital LE APPLICAZIONI Assorbimento

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI CERTIFICAZIONE ENERGETICA A.P.E.

DOMANDE FREQUENTI CERTIFICAZIONE ENERGETICA A.P.E. DOMANDE FREQUENTI CERTIFICAZIONE ENERGETICA A.P.E. (REALIZZATE SECONDO NUOVA PROCEDURA D.G.R. X/3868 DEL 17 LUGLIO 2015 - ATTUATA DAL D.D.U.O. 6480 DEL 30 LUGLIO 2015) 1 - Quando è obbligatorio redigere

Dettagli

Sapa Building System. e la sostenibilità ambientale secondo i parametri dei protocolli LEED E GBC.

Sapa Building System. e la sostenibilità ambientale secondo i parametri dei protocolli LEED E GBC. Sapa Building System e la sostenibilità ambientale secondo i parametri dei protocolli LEED E GBC. PROFILO AZIENDALE Sapa Group, azienda multinazionale con sede a Stoccolma, è uno dei maggiori produttori

Dettagli

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico Evoluzione Energetica La selezione naturale del risparmio energetico PER VIVERE A UN LIVELLO SUPERIORE ESPERTI DI DENTRO E DI FUORI Dalla E alla A: con Energetica Consulting il passaggio alle classi superiori

Dettagli

Inquinamento indoor: effetti della condensazione superficiale

Inquinamento indoor: effetti della condensazione superficiale 1) La Ventilazione meccanica applicazioni e normativa vigente 2) applicazione nella ristrutturazione 3) La classe A e la ventilazione meccanica i perchè della scelta. Umberto Buzzoni Inquinamento indoor:

Dettagli

Green Energy Audit: Audit Energetico Sostenibile Dalla valorizzazione energetica alla valorizzazione ambientale

Green Energy Audit: Audit Energetico Sostenibile Dalla valorizzazione energetica alla valorizzazione ambientale Green Energy Audit: Audit Energetico Sostenibile Dalla valorizzazione energetica alla valorizzazione ambientale AGOMENTI TRATTATI Concetti generali che stanno alla base dell Energy Audit Differenze tra

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE EDIFICI DI NUOVA COSTRUZIONE 1. INTRODUZIONE 2. OBIETTIVI

INDICE INTRODUZIONE EDIFICI DI NUOVA COSTRUZIONE 1. INTRODUZIONE 2. OBIETTIVI Efficienza energetica e sostenibilità INDICE INTRODUZIONE 5 EDIFICI DI NUOVA COSTRUZIONE 1. INTRODUZIONE 2. OBIETTIVI 3. STRATEGIE PROGETTUALI: AZIONI DI PROGETTO E MODALITÀ DI ATTUAZIONE 3.1 Analisi del

Dettagli

Avviso 1.2014 Fondimpresa. Proposte percorsi Formativi AMBIENTE

Avviso 1.2014 Fondimpresa. Proposte percorsi Formativi AMBIENTE Avviso 1.2014 Fondimpresa Proposte percorsi Formativi AMBIENTE Queste sono alcune delle proposte possibili; qualora siano individuate dalle aziende ulteriori necessità si prega di contattare l Ufficio

Dettagli

Programma SPQR Strategia di valorizzazione BNL. BNL Direzione Immobiliare Roma, 9 Dicembre 2013

Programma SPQR Strategia di valorizzazione BNL. BNL Direzione Immobiliare Roma, 9 Dicembre 2013 Programma SPQR Strategia di valorizzazione BNL BNL Direzione Immobiliare Roma, 9 Dicembre 2013 Programma SPQR Strategia Il programma SPQR prevede la razionalizzazione del patrimonio immobiliare BNL a Roma

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE D E L I B E R A

LA GIUNTA REGIONALE D E L I B E R A DELIBERAZIONE DELLA 2 OGGETTO: LR 22/2009 interventi della Regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l occupazione, migliorare l sicurezza degli

Dettagli

POWERED BY SUN LEAF ROOF

POWERED BY SUN LEAF ROOF POWERED BY SUN LEAF ROOF DALLA COPERTURA COME PROTEZIONE... [...] essendo sorto dopo la scoperta del fuoco un principio di comunità fra uomini [...] cominciarono in tale assembramento alcuni a far tetti

Dettagli

Domotica e risparmio energetico

Domotica e risparmio energetico Corso DOMOTICA ED EDIFICI INTELLIGENTI UNIVERSITA DI URBINO Docente: Ing. Luca Romanelli Mail: romanelli@baxsrl.com Domotica e risparmio energetico La domotica nella normativa europea Un occhiata alla

Dettagli

CRITICITA NELLA VALUTAZIONE DI ZERO ENERGY BUILDINGS

CRITICITA NELLA VALUTAZIONE DI ZERO ENERGY BUILDINGS ECOMONDO 2010 Valutazione di sostenibilità di tecnologie: quale ruolo per l LCA? CRITICITA NELLA VALUTAZIONE LIFE CYCLE SUSTAINABILITY ASSESSMENT DI ZERO ENERGY BUILDINGS Michele Paleari Politecnico di

Dettagli

CHIUSURE VER VER ICALI

CHIUSURE VER VER ICALI CHIUSURE VERTICALI In generale si definisce CHIUSURA l insieme delle unità tecnologiche e degli elementi del sistema edilizio aventi funzione di separare e di conformare gli spazi interni del sistema edilizio

Dettagli

La BIO-ARCHITETTURA : cos'è?

La BIO-ARCHITETTURA : cos'è? La BIO-ARCHITETTURA : cos'è? la bio-architettura non è sicuramente un fenomeno legato alla moda ma piuttosto il frutto di una sensibilità che va sempre più maturando nei confronti di temi come il rispetto

Dettagli

ALLEGATO ENERGETICO AI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI E STRUMENTI A SUPPORTO DEI TECNICI COMUNALI E PROGETTISTI

ALLEGATO ENERGETICO AI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI E STRUMENTI A SUPPORTO DEI TECNICI COMUNALI E PROGETTISTI ALLEGATO ENERGETICO AI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI E STRUMENTI A SUPPORTO DEI TECNICI COMUNALI E PROGETTISTI prof. ing. Politecnico di Torino - Dipartimento di Energetica - Gruppo di Ricerca TEBE Legislazione

Dettagli

ENERGIA ENERGIA EMERGENZE ENERGETICHE ED AMBIENTALI DEI NOSTRI TEMPI PROTOCOLLO DI KYOTO. Modifica delle condizioni climatiche del pianeta

ENERGIA ENERGIA EMERGENZE ENERGETICHE ED AMBIENTALI DEI NOSTRI TEMPI PROTOCOLLO DI KYOTO. Modifica delle condizioni climatiche del pianeta EMERGENZE ENERGETICHE ED AMBIENTALI DEI NOSTRI TEMPI ENERGIA ENERGIA Mantenimento standard di vita Sviluppo delle società industriali e di quelle emergenti Inquinamento Modifica delle condizioni climatiche

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI IN EDILIZIA. Presentazione a cura della DELEGAZIONE DEI GEOMETRI DELLA VALLE DELL AGNO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI IN EDILIZIA. Presentazione a cura della DELEGAZIONE DEI GEOMETRI DELLA VALLE DELL AGNO COLLEGIO DEI GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI della Provincia di VICENZA LE AGEVOLAZIONI FISCALI IN EDILIZIA Presentazione a cura della DELEGAZIONE DEI GEOMETRI DELLA VALLE DELL AGNO 1 RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

Dettagli

E750. -44 db. COMFORT ABITATIVO Fattore solare 45% G. SICUREZZA E TENUTA Tenuta all acqua classe. RISPARMIO ENERGETICO Fattore termico Uw 0,7

E750. -44 db. COMFORT ABITATIVO Fattore solare 45% G. SICUREZZA E TENUTA Tenuta all acqua classe. RISPARMIO ENERGETICO Fattore termico Uw 0,7 COMFORT ABITATIVO Fattore solare 45% G SICUREZZA E TENUTA Tenuta all acqua classe E750 RISPARMIO ENERGETICO Fattore termico 0,7 mqk ISOLAMENTO ACUSTICO Potere fono isolante Rw -44 db E-save: finestre salva

Dettagli

L'idea. Negli edifici del terziario oltre il 30% dell intero costo di costruzione è rappresentato dal costo degli impianti tecnologici.

L'idea. Negli edifici del terziario oltre il 30% dell intero costo di costruzione è rappresentato dal costo degli impianti tecnologici. L'idea Negli edifici del terziario oltre il 30% dell intero costo di costruzione è rappresentato dal costo degli impianti tecnologici. Gli impianti tecnologici contribuiscono in modo molto rilevante ai

Dettagli

EDILIZIA SOSTENIBILE IN LEGNO: PROGETTO ARCA. Trento, 6 luglio 2011

EDILIZIA SOSTENIBILE IN LEGNO: PROGETTO ARCA. Trento, 6 luglio 2011 EDILIZIA SOSTENIBILE IN LEGNO: PROGETTO ARCA Trento, 6 luglio 2011 PROGETTO ARCA. GLI OBIETTIVI. - favorire la creazione di una proposta di mercato distintiva, credibile e competitiva per le aziende trentine

Dettagli

Laurea in Scienze dell Ingegneria Edile Corso di Architettura Tecnica a.a. 2010/2011. 3 Maggio 2011 Ing. Aurora Valori

Laurea in Scienze dell Ingegneria Edile Corso di Architettura Tecnica a.a. 2010/2011. 3 Maggio 2011 Ing. Aurora Valori CONTROSOFFITTI Laurea in Scienze dell Ingegneria Edile Corso di Architettura Tecnica a.a. 2010/2011 Prof. Arch. Frida Bazzocchi 3 Maggio 2011 Ing. Aurora Valori UNI EN 13964:2007 Controsoffitti. e metodi

Dettagli

Green Energy Audit degli edifici quale strumento per conoscere i consumi energefco - ambientali e le priorità di intervento

Green Energy Audit degli edifici quale strumento per conoscere i consumi energefco - ambientali e le priorità di intervento Workshop Finanziare le riqualificazioni energetiche degli edifici pubblici superando il patto di stabilità attraverso i Fondi BEI e le E.S.Co.: casi pratici ed esperienze Trieste, 13 Febbraio 2014 Green

Dettagli

l evoluzione della casa

l evoluzione della casa MART Domotica ed Efficienza Energetica: la EN 15232 I consumi Nazionali. I pianti internazionali. La EN 15232. Metodi di calcolo. Risultati Ottenibili con i sistemi HBES 1 I consumi... Energia impiegata

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche per la Casa, Terzo settore, Servizio civile e Tutela dei Consumatori;

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche per la Casa, Terzo settore, Servizio civile e Tutela dei Consumatori; OGGETTO: Adozione del Regolamento Regionale concernente: Sistema per la certificazione di sostenibilità energetico - ambientale degli interventi di bioedilizia e per l accreditamento dei soggetti abilitati

Dettagli

Analisi Ambientale (AA)

Analisi Ambientale (AA) Sistema di Gestione Ambientale Analisi Ambientale (AA) Revisione: 02 Data: 27/02/2013 Redatto da: P. Novello Verificato da: P. Novello Approvato da: A. Marini INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 1.1. PREMESSA

Dettagli

coscienza ecologica caring for the environment

coscienza ecologica caring for the environment Nella figura vediamo l installazione in esame, in cui sono state previste 10 unità GAHP-AR in configurazione silenziata, distribuite su tre gruppi preassemblati. Le unità sono state installate sulla terrazza

Dettagli

Corso per Certificatori Energetici degli Edifici

Corso per Certificatori Energetici degli Edifici Corso per Certificatori Energetici degli Edifici Gli Indicatori di prestazione energetica degli edifici La normativa tecnica europea a supporto della Direttiva Europea 2002/91/CE Dott. Ing. Renzo Sonzogni

Dettagli

bianchi_acusticaok.qxp 13-07-2007 16:15 Pagina V Indice

bianchi_acusticaok.qxp 13-07-2007 16:15 Pagina V Indice bianchi_acusticaok.qxp 13-07-2007 16:15 Pagina V 3 CAPITOLO 1 Storia dell acustica architettonica 3 1.1 Definizione 3 1.2 Gli inizi 4 1.3 I Greci 9 1.4 I Romani 1.4.1 La geometria, p. 10 1.4.2 L orecchio,

Dettagli

INNAMORATI DELLA SICUREZZA

INNAMORATI DELLA SICUREZZA INNAMORATI DELLA SICUREZZA Zero infortuni, ambiente di lavoro sicuro al 100% e tutela dell ambiente e delle risorse naturali sono gli obiettivi di ROMEO SAFETY ITALIA srl. Per raggiungerli dedichiamo:

Dettagli

La casa domotica: i vantaggi e i costi di realizzazione dell impianto

La casa domotica: i vantaggi e i costi di realizzazione dell impianto La casa domotica: i vantaggi e i costi di realizzazione dell impianto Oggi si sente parlare sempre più spesso di case domotiche. Ma cos è esattamente la casa domotica? Come funziona? Quali sono i suoi

Dettagli

Una Gamma Versatile. YalosKer è disponibile nei seguenti formati di base: - 120x150 cm - 150x250 cm - altri formati sono disponibili su richiesta

Una Gamma Versatile. YalosKer è disponibile nei seguenti formati di base: - 120x150 cm - 150x250 cm - altri formati sono disponibili su richiesta Materiale MATERIA Vetroceramica e luce si fondono in YalosKer in una nuova e raffinata traslucenza, che consente agli architetti e ai progettisti di realizzare ambienti suggestivi grazie all attraversamento

Dettagli

LA SOSTENIBILITÀ PASSA DALL IMPRESA DI DISTRIBUZIONE

LA SOSTENIBILITÀ PASSA DALL IMPRESA DI DISTRIBUZIONE LA SOSTENIBILITÀ PASSA DALL IMPRESA DI DISTRIBUZIONE PER UN EDILIZIA CONSAPEVOLE pag. 32 DIFFONDERE LA SOSTENIBILITÀ pag. 34 BIO E GREEN I DUE TREND DELL EDILIZIA pag. 38 a cura di Sabrina Piacenza 31

Dettagli

L.R. del 27 maggio 2008 n 6 Disposizioni regionali in materia di architettura sostenibile e di bioedilizia (1)

L.R. del 27 maggio 2008 n 6 Disposizioni regionali in materia di architettura sostenibile e di bioedilizia (1) L.R. del 27 maggio 2008 n 6 Disposizioni regionali in materia di architettura sostenibile e di bioedilizia (1) SOMMARIO CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (Finalità e oggetto) Art. 2 (Interventi di edilizia

Dettagli

Leadership in Energy and Environmental Design

Leadership in Energy and Environmental Design LEED Leadership in Energy and Environmental Design LEED è lo standard di certificazione energetica e di sostenibilità degli edifici più in uso al mondo: si tratta di una serie di criteri sviluppati negli

Dettagli

SOFFITTI SOLUZIONI MANUALE DI UTILIZZO. [Insieme a noi, le idee prendono forma.] - 1 -

SOFFITTI SOLUZIONI MANUALE DI UTILIZZO. [Insieme a noi, le idee prendono forma.] - 1 - SOFFITTI SOLUZIONI [Insieme a noi, le idee prendono forma.] MANUALE DI UTILIZZO - 1 - A. Come installare il programma Pagine 1. Scaricare il programma via Internet........ 3 B. Selezionare il Mercato &

Dettagli

Il modo migliore di costruire ECO HOUSING

Il modo migliore di costruire ECO HOUSING Il modo migliore di costruire Desidero una casa così. La filosofia che ispira... Con la tecnologia in legno possiamo offrirvi il massimo del comfort per la Vostra abitazione garantendo altissime prestazioni

Dettagli

Catalogo attività formative Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva Fondimpresa Avviso 1/2013 Ambito B Ambiente

Catalogo attività formative Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva Fondimpresa Avviso 1/2013 Ambito B Ambiente Catalogo attività formative Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva Fondimpresa Avviso 1/2013 Ambito B Ambiente AREA TEMATICA: Gestione e certificazione ambientale di sistema

Dettagli

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno.

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA il marchio di qualità degli edifici in legno ARCA, ARchitettura Comfort Ambiente è il primo sistema di certificazione dedicato alle costruzioni

Dettagli

MARCOTHERM LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA SISTEMA DI ISOLAMENTO TERMICO ESTERNO A CAPPOTTO

MARCOTHERM LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA SISTEMA DI ISOLAMENTO TERMICO ESTERNO A CAPPOTTO MARCOTHERM LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA SISTEMA DI ISOLAMENTO TERMICO ESTERNO A CAPPOTTO NORME DI RIFERIMENTO SULL EFFICIENZA ENERGETICA A livello comunitario, le normative di riferimento in materia di

Dettagli

Provincia di Torino Torino, 25 febbraio 2008 L ALLEGATO ENERGETICO AMBIENTALE TIPO AI REGOLAMENTI EDILIZI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TORINO

Provincia di Torino Torino, 25 febbraio 2008 L ALLEGATO ENERGETICO AMBIENTALE TIPO AI REGOLAMENTI EDILIZI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TORINO Provincia di Torino Torino, 25 febbraio 2008 L ALLEGATO ENERGETICO AMBIENTALE TIPO AI REGOLAMENTI EDILIZI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA DI TORINO prof. ing. Politecnico di Torino Dipartimento di Energetica

Dettagli

Armstrong creatore di soluzioni per interni

Armstrong creatore di soluzioni per interni SOFFITTI SOLUZIONI Insieme a noi, le idee prendono forma Armstrong creatore di soluzioni per interni 2 PERFETTAMENTE POSIZIONATI PER SUPERARE OGNI VOSTRA ASPETTATIVA! Oggi giorno, tutto si muove velocemente

Dettagli

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno.

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA il marchio di qualità degli edifici in legno ARCA, ARchitettura Comfort Ambiente è il primo sistema di certificazione dedicato alle costruzioni

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Ingegneria Industriale SEZIONE DI FISICA TECNICA TESI DI LAUREA DISPONIBILI

Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Ingegneria Industriale SEZIONE DI FISICA TECNICA TESI DI LAUREA DISPONIBILI Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Ingegneria Industriale SEZIONE DI FISICA TECNICA Termotecnica /Termodinamica / Termofluidodinamica Applicata Pag. 2 Acustica Pag. 3 Impianti Tecnici e

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELLA SEDE MANI TESE ONG - MILANO

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELLA SEDE MANI TESE ONG - MILANO RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELLA SEDE MANI TESE ONG - MILANO Arch. Piero Basilico RISANARE : UNA SCELTA OBBLIGATA RISANARE : UNA SCELTA POSSIBILE RISANARE : UNA SCELTA CONVENIENTE? Analisi del layout

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI CERTIFICAZIONE ISO 9001:2008 Rilasciata da RINA con emissione corrente in data 13/07/2012 ATTESTAZIONE SOA Rilasciata da BENTLEY SOA in data 24/01/2013 per le

Dettagli

Norma CEI 64-8 e aggiornamenti

Norma CEI 64-8 e aggiornamenti Norma CEI 64-8 e aggiornamenti Arcavacata Rende, 8 ottobre 2010 La luce come requisito di legge negli ambienti di lavoro Come riconoscere un apparecchio di illuminazione Direttiva ECOdesign e possibili

Dettagli

Il programma è articolato su più livelli con approfondimento di tematiche relative a

Il programma è articolato su più livelli con approfondimento di tematiche relative a Programma 2015-2016 Il programma è articolato su più livelli con approfondimento di tematiche relative a Project Management e BIM Caratteri distintivi del progetto Modelli organizzati dello staff di progetto

Dettagli

una sfida da vincere anche con il legno

una sfida da vincere anche con il legno Nella direzione del cambiamento costruiamo case in legno AMBIENTE una sfida da vincere anche con il legno Problemi epocali come l inquinamento atmosferico ed il riscaldamento globale ci toccano in quanto

Dettagli

Chi siamo. Siamo nati nel 2007 nel paese (oggi Città) di Sotto il Monte Giovanni XXIII.

Chi siamo. Siamo nati nel 2007 nel paese (oggi Città) di Sotto il Monte Giovanni XXIII. Chi siamo Siamo nati nel 2007 nel paese (oggi Città) di Sotto il Monte Giovanni XXIII. Siamo semplici cittadini accomunati dalla sensibilità per le tematiche dell ambiente, dell energia pulita e del risparmio

Dettagli

ABB Group November 23, 2010 Slide 1

ABB Group November 23, 2010 Slide 1 Simone Zoani ABB, IX Giornata Ricerca Anie, 19/11/2010 Aumentare l efficienza energetica negli edifici con la Home & Building Automation Il caso della Regione Molise November 23, 2010 Slide 1 Ridurre gli

Dettagli

Building Automation per il Risparmio Energetico

Building Automation per il Risparmio Energetico Building Automation per il Risparmio Energetico 13 Ottobre ore 13:40 SAVE Veronafiere Sala 4 Padiglione Palaexpo Coordinatore della sessione: A. Servida (Università di Genova) Obiettivi Il risparmio energetico

Dettagli

Soluzioni di Riscaldamento per Luoghi di Culto e Musei

Soluzioni di Riscaldamento per Luoghi di Culto e Musei Soluzioni di Riscaldamento per Luoghi di Culto e Musei Indice 03. Introduzione 04. Pedane Radianti 06. Riscaldamento sotto-moquette o sotto-tappeto 08. Riscaldamento a pavimento per interni 08-09. Cuscini

Dettagli

Divisione. Modernisation & Development. Soluzioni innovative al passo con il mercato.

Divisione. Modernisation & Development. Soluzioni innovative al passo con il mercato. Divisione Modernisation & Development Soluzioni innovative al passo con il mercato. Come ricavare il massimo dal proprio portafoglio immobiliare? Puntando sullo sviluppo di nuovi progetti che rispondano

Dettagli

Conosci la nuova generazione?

Conosci la nuova generazione? Conosci la nuova generazione? GLI ISOLANTI MINERALI DI NUOVA GENERAZIONE www.isover.it CONOSCI LA NUOVA GENERAZIONE? Isover Saint-Gobain presenta G3, la nuova generazione di isolante minerale per tutto

Dettagli

PRODUZIONE DI SERRAMENTI ESTERNI DI QUALITÀ A RISPARMIO ENERGETICO

PRODUZIONE DI SERRAMENTI ESTERNI DI QUALITÀ A RISPARMIO ENERGETICO PRODUZIONE DI SERRAMENTI ESTERNI DI QUALITÀ A RISPARMIO ENERGETICO Via Quattro Ville, 76-38019 Tuenno (TN) - Tel. 0463 45 11 70 - Fax 0463 45 90 84 e-mail: info@valentiniserramenti.com - web: www.valentiniserramenti.com

Dettagli

ESEGUITA DA: CONSULENZA E PROGETTAZIONE IMPIANTI TECNICI CONSULENZA PROF. ZECCHIN ROBERTO DOCENTE DI IMPIANTI TERMOTECNICI DELL UNIVERSITA DI PADOVA

ESEGUITA DA: CONSULENZA E PROGETTAZIONE IMPIANTI TECNICI CONSULENZA PROF. ZECCHIN ROBERTO DOCENTE DI IMPIANTI TERMOTECNICI DELL UNIVERSITA DI PADOVA CAODURO S.p.A. Via Chiuppese fraz. Cavazzale 361 Monticello Conte Otto (VI) Tel.39/444.945959 Fax 39/444.945164 E-mail: info@caoduro.it - http://www.caoduro.it CONDENSATO DELLA RELAZIONE TECNICA COMPARATIVA

Dettagli

Master progettazione urbana sostenibile. L'organizzazione dell'impresa e del progetto Coopcasa a Brescia

Master progettazione urbana sostenibile. L'organizzazione dell'impresa e del progetto Coopcasa a Brescia Master progettazione urbana sostenibile L'organizzazione dell'impresa e del progetto Coopcasa a Brescia - Cooperativa e sostenibilità - Risorse umane e Coop casa Brescia Il bilancio sociale e il processo

Dettagli

9 - Illuminazione 266

9 - Illuminazione 266 9 - Illuminazione 266 Sommario 9.1 Illuminazione naturale... 269 9.1.1 Inserisci ambiente... 269 9.1.2 Nuovo ambiente... 271 9.1.2.1 Inserisci proprietà luminose... 274 9.1.2.2 Elimina proprietà luminosa...

Dettagli

APPROCCIO PRESTAZIONALE ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA ED AMBIENTALE DEGLI EDIFICI: CONSIDERAZIONI SULL APPLICAZIONE DEL PROTOCOLLO ITACA

APPROCCIO PRESTAZIONALE ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA ED AMBIENTALE DEGLI EDIFICI: CONSIDERAZIONI SULL APPLICAZIONE DEL PROTOCOLLO ITACA SOMMARIO APPROCCIO PRESTAZIONALE ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA ED AMBIENTALE DEGLI EDIFICI: CONSIDERAZIONI SULL APPLICAZIONE DEL PROTOCOLLO ITACA ing. Paola Zampiero 1 1 Dottore di Ricerca esperto in

Dettagli

Studio dentistico Nuvolento snc di Bettini Alessandra & C.

Studio dentistico Nuvolento snc di Bettini Alessandra & C. Calcolo di verifica illuminotecnica Studio dentistico in Via Aldo Moro, n.2-25080 - Nuvolento - BS Responsabile: Dott. Ing. Saramondi Michele No. ordine: BM07060 Ditta: Studio dentistico Nuvolento snc

Dettagli

Costruire con rispetto Abitare con comfort Tagliare i consumi. Guida rapida per proprietari, professionisti, Enti Pubblici

Costruire con rispetto Abitare con comfort Tagliare i consumi. Guida rapida per proprietari, professionisti, Enti Pubblici Costruire con rispetto Abitare con comfort Tagliare i consumi Guida rapida per proprietari, professionisti, Enti Pubblici Ecoabita è un progetto della Regione Emilia Romagna, in collaborazione con la Provincia

Dettagli