SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA CENTRI ESTIVI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA CENTRI ESTIVI"

Transcript

1 SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA E CENTRI ESTIVI - PROCEDURA RECUPERO CREDITI - Approvata dal C.d.A con deliberazione n 54 del 30/12/2014 e in vigore dal 05/01/2015

2 INDICE Premessa 1. Il recupero dei crediti anno scolastico o solare in corso 2. Il recupero dei crediti pregressi 3.Informazione agli utenti e decorrenza della validità

3 Premessa L iscrizione al Servizio di Ristorazione Scolastica e/o dei Centri Estivi comporta l obbligo di corrispondere, in via anticipata, il corrispettivo per accedere alla mensa e consumare il pasto, commisurato alla tariffa, piena o agevolata, assegnata all atto dell iscrizione. L accesso alla mensa e il consumo del pasto è possibile anche per i non iscritti ai servizi anzidetti. In entrambi i casi potrebbe essersi verificato il mancato versamento del corrispettivo dovuto che, a sua volta, determina o ha determinato nel tempo, l insorgere di un credito per l AFM. Il presente documento definisce conseguentemente la procedura di recupero dei crediti relativi al Servizio di Ristorazione scolastica e dei Centri Estivi gestiti dall AFM, distinguendo tra crediti insorti durante l anno scolastico in corso e/o durante il periodo di apertura dei Centri Estivi, e crediti relativi ad anni pregressi. Per i due tipi di credito si prevedono due diverse modalità di estinzione, come meglio specificato in appresso. 1. Il recupero dei crediti insorti durante l anno scolastico e/o l apertura dei Centri Estivi 1.1 Qualora l iscritto al Servizio di Ristorazione Scolastica e/o dei Centri estivi abbia esaurito il suo credito o non abbia effettuato alcun versamento e abbia consumato almeno un pasto alla mensa scolastica, l AFM invierà alla famiglia interessata, l invito (Testo allegato 1) ad effettuare il versamento entro un termine di 10 giorni. Effettuato il versamento, si ricostituirà un credito a favore dell utente, diminuito contestualmente dell importo corrispondente ai pasti nel frattempo già consumati. Il mancato versamento entro il termine di 10 giorni assegnato, potrà dare luogo all avvio della procedura di recupero forzoso (in ordine successivo: diffida ad adempiere/messa in mora, atto di citazione e, in difetto di pagamento, atto di precetto e pignoramento mobiliare e/o presso terzi) delle somme dovute all AFM, relative all anno scolastico in corso. 1.2 Per i non iscritti al Servizio di Ristorazione Scolastica e/o dei Centri Estivi che accedono alla mensa e consumano il pasto, l A.F.M. invierà alla famiglia

4 interessata la lettera di invito (Testo allegato 2) a regolarizzare l iscrizione del proprio figlio/a o protetto/a, entro il termine di 10 giorni dalla data di ricevimento, e ad effettuare, entro lo stesso termine, il versamento anticipato della tariffa, piena o agevolata, assegnata al momento dell iscrizione, nella misura prevista dalle disposizioni aziendali in vigore, recuperando così automaticamente il corrispettivo già dovuto. Qualora l accesso non sia seguito dalla regolarizzazione dell iscrizione, il corrispettivo dovuto sarà sempre pari alla tariffa piena, e l AFM potrà dare luogo all avvio della procedura di recupero forzoso (in ordine successivo: diffida ad adempiere/messa in mora, atto di citazione e, in difetto di pagamento, atto di precetto e pignoramento mobiliare e/o presso terzi) delle somme dovute all AFM, relative all anno scolastico in corso. 1.3 Al termine dell anno scolastico in corso, qualora l AFM vantasse ancora un credito per pasti fruiti e non pagati dal genitore/tutore dell utente interessato, verrà inviato al debitore, un ulteriore lettera Raccomandata R.R. di diffida e messa in mora (Testo allegato 3 e 4) affinché l interessato provveda a saldare il proprio debito, entro e non oltre il 31 luglio (mensa scolastica) o il 30 settembre (mensa Centro Estivo) seguente. La lettera conterrà in allegato l estratto conto con l elenco delle date nelle quali è stato consumato il pasto non pagato. Qualora il debito non fosse saldato entro il termine anzidetto, l AFM, o una Società a tal fine incaricata, procederà al recupero giudiziale forzoso delle somme dovute, di cui al successivo punto 1.4 e, da quel momento, sarà da essa considerato come Credito pregresso 1.4 La procedura per il recupero giudiziale forzoso del credito, relativo all anno scolastico o al periodo di apertura del Centro Estivo dell anno in corso, svolta direttamente dall AFM o da altra Società specializzata a tal fine incaricata, sarà la seguente: Atto di citazione; Atto di precetto; Pignoramento mobiliare e/o presso terzi. 1.5 Il genitore/tutore del bambino/a o del ragazzo/a che usufruisce del servizio di mensa scolastica e/o del Centro Estivo può verificare in qualsiasi momento gli accessi effettuati dal proprio figlio/a, o protetto/a, e il saldo positivo o negativo dei corrispettivi dovuti, accedendo al sito web dell AFM selezionare poi Servizio Mensa - opzione servizio web gratuito ; seguire poi le istruzioni per registrarsi e poter così visionare i dati sopra indicati per scaricarli e/o stamparli.

5 2.Il recupero dei crediti pregressi 2.1 In prima applicazione della presente Procedura, il credito pregresso ancora da recuperare è quello che risulta in capo a ciascun utente inadempiente alla data di approvazione della presente Procedura, riferito agli anni scolastici precedenti al e ai periodi di apertura dei Centri Estivi precedenti all anno 2015, ripartito per singolo servizio e per i diversi anni in cui il credito si è formato. Successivamente, al termine di ogni anno scolastico e/o al periodo di apertura del Centro Estivo, i crediti non riscossi alla data del 31 luglio (Mensa scolastica) o del 30 settembre (Centro Estivo), entreranno a far parte dei crediti pregressi, identificati con l anno scolastico o periodo di Centro estivo di riferimento, determinandosi così le condizioni per l avvio della procedura di recupero giudiziale forzoso ai sensi del precedente punto 1.4 (qualora già non fosse stata avviata). I punti che seguono si applicano pertanto ai crediti pregressi relativi agli anni scolastici precedenti al e ai periodi di Centro Estivo antecedenti al Il recupero del credito di cui al 1 capoverso del precedente punto 2.1 avviene distinguendo in primo luogo tra: a) i crediti per i quali è già in corso la procedura di recupero giudiziale forzoso; b) i crediti per i quali la procedura di recupero forzoso deve ancora essere avviata. 2.3 Nei casi di cui al precedente punto 2.2 a), l AFM o Società a tal fine incaricata, porterà a compimento la procedura già avviata. 2.4 Nei casi di cui al precedente punto 2.2 b), il recupero del credito è gestito direttamente dall AFM e, per gli atti di recupero giudiziario, eventualmente mediante Società a tal fine incaricata. Il recupero avviene con la procedura di cui ai successivi punti 2.5 e La procedura inizia con l invio a tutti gli interessati, di una lettera Raccomandata R.R. con allegato l estratto conto del debito che essi hanno contratto con l AFM per pasti consumati e non pagati. La lettera (Testo allegato 5 e 6), che costituisce a tutti gli effetti diffida ad adempiere, conterrà l invito ad effettuare, entro il termine di 15 giorni dalla data di ricevimento, una delle tre seguenti azioni: a) Saldare il debito entro il termine sopra indicato. A tal fine il pagamento sarà effettuato mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli, Banca Popolare di Sondrio, codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice

6 identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la seguente motivazione Saldo debito pregresso ; b) Concordare con l AFM un pagamento rateale (Testo allegato 7 e 8); c) Presentare all AFM, entro 10 giorni dalla data di ricevimento, idonea documentazione che comprovi l impossibilità economica a saldare il debito. Detta documentazione potrà essere rappresentata, a titolo esemplificativo, da: Attestato ISEE; lettera di licenziamento; accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell orario di lavoro; cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale; mancato rinnovo di contratti a termine o di lavori atipici; cessazione di attività libero-professionali derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente; malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali. 2.6 Qualora entro il termine di 15 giorni di cui al punto precedente 2.5, non si sia ottemperato ad alcuna delle tre azioni delineate, la procedura proseguirà con il recupero giudiziario forzoso del credito, ai sensi delle vigenti disposizioni di Legge (atto di citazione e, in difetto di pagamento, atto di precetto e successiva richiesta di pignoramento mobiliare e/o presso terzi). 2.7 L interessato che abbia concordato con l AFM il pagamento del suo debito con modalità rateale, riceverà al proprio domicilio una lettera Raccomandata R.R. (Testo allegato 9) con allegato l elenco delle rate da pagare, alle scadenze stabilite, mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli, Banca Popolare di Sondrio codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Pagamento debito pregresso rata n. Il mancato pagamento di una rata comporta l invio da parte dell AFM, di un avviso all interessato, mediante sms (testo: La rata n. del.. non è stata pagata. La invitiamo ad effettuare il pagamento entro 10 giorni. Grazie), affinché provveda entro 10 giorni dal ricevimento. Decorso inutilmente detto termine senza che sia stata pagata la rata, l accordo sulla rateizzazione del debito verrà automaticamente a decadere e si determineranno cosi le condizioni per il recupero giudiziale forzoso del complessivo residuo debito da parte dell AFM, o di una Società a tal fine incaricata.

7 2.8 Qualora la procedura di recupero del credito si concludesse negativamente, ossia con il mancato incasso parziale o totale delle somme registrate a credito, l AFM provvederà ad eliminare il credito inesigibile dalla propria contabilità, utilizzando il Fondo Svalutazione Crediti iscritto nello Stato Patrimoniale e/o richiedendo al Comune di Vercelli l integrazione finanziaria necessaria a salvaguardare l equilibrio del bilancio. 2.9 I genitori del bambino/a o del ragazzo/a che risultassero titolari di un debito pregresso nel confronti dell AFM per pasti consumanti alla mensa scolastica e non pagati, possono verificare in qualsiasi momento l ammontare del debito e gli accessi effettuati dal proprio figlio/a, seguendo il seguente percorso: entrare nel sito web dell AFM selezionare Servizio Mensa ; opzione servizio web gratuito ; seguire poi le istruzioni per visionare i dati o per scaricarli e/o stamparli. 3.Informazione agli utenti e decorrenza della validità 3.1 La presente Procedura verrà portata a conoscenza dell utenza mediante: Pubblicazione del documento sul sito internet dell AFM; Distribuzione del documento a tutti le famiglie degli iscritti alle scuole materne, primarie e secondarie di 1 grado, per il tramite dei rispettivi Istituti scolastici; Invio di SMS (testo: Avviso: E entrata in vigore la nuova procedura di recupero crediti, visionabile e scaricabile dal sito web dell AFM che si applicherà agli utenti titolari di un debito relativo agli anni scolastici pregressi e ai Centri estivi 2014 e precedenti. Analogamente l AFM procederà in caso di successive modificazioni e variazioni apportate alla Procedura. 3.2 La Procedura si applicherà a far tempo dal 1 lunedì successivo alla data di approvazione e così pure dopo l approvazione di eventuali variazioni.

8 Allegato 1 Punto 1.1 Testo della 1 lettera raccomandata R.R. di sollecito Oggetto: Servizio Ristorazione Scolastica e/o Centro Estivo. Credito esaurito. Gentile sig./sig.ra.., Vercelli, La informiamo che nonostante l avviso inviato con sms al Suo cellulare, il Suo credito relativo ad uno a ad entrambi i Servizi in oggetto si è definitivamente esaurito, mentre suo figlio/a o protetto/a ha continuato a fruire della mensa consumando il pasto, come potrà verificare accedendo al sito web dell AFM selezionare poi Servizio Mensa ; opzione servizio web gratuito ; successivamente, seguire le istruzioni per registrarsi e poter così visionare i dati o scaricarli e/o stamparli. Qualora non avesse nel frattempo già provveduto, La invitiamo ad effettuare sollecitamente, entro e non oltre giorni 10 dal ricevimento della presente, un nuovo versamento, al fine di evitare ulteriori aggravi di spese. Decorso inutilmente il predetto termine di 10 giorni, La informiamo che l AFM potrà provvedere, direttamente, e/o per il tramite di Società specializzata a tal fine incaricata, al recupero forzoso delle somme da Lei dovute, con i maggiori oneri a Suo esclusivo carico. Confidiamo pertanto in un Suo positivo riscontro.

9 Allegato 2 Punto 1.2 Testo della lettera Raccomandata R.R. di invito a regolarizzare l iscrizione al Servizio di Ristorazione Scolastica e/o dei Centri Estivi Oggetto: Servizio Ristorazione Scolastica e/o Centro Estivo. Invito a regolarizzare l iscrizione con il contestuale versamento della tariffa. Gentile Sig./Sig.ra.., Vercelli, La informiamo che Suo figlio/a o protetto/a, pur non essendo iscritto ad uno a ad entrambi i servizio in oggetto, ha fruito della mensa consumando il pasto, come potrà Lei stesso/a verificare accedendo al sito web dell AFM selezionare poi Servizio Mensa - opzione servizio web gratuito ; successivamente, seguire le istruzioni per registrarsi e poter così visionare i dati o scaricarli e/o stamparli. La invitiamo pertanto a regolarizzare l iscrizione in oggetto entro il termine di 10 giorni dalla data di ricevimento della presente lettera e, contestualmente, ad effettuare, entro lo stesso termine, il versamento anticipato della tariffa, piena o agevolata assegnata al momento dell iscrizione, nella misura prevista dalle disposizioni aziendali in vigore, ossia per l equivalente di n 20 pasti. La modalità con la quale effettuare il versamento sarà comunicata all atto della regolarizzazione dell iscrizione. Ovviamente, da detto importo verranno subito detratte le somme dovute all AFM per i pasti sino a quel momento già consumanti e non pagati. Il residuo credito a Sua disposizione, potrà essere utilizzato per il consumo di altri pasti fino al suo esaurimento. Successivamente occorrerà effettuare un nuovo versamento, qualora si continuasse ad usufruire della mensa. Per la regolarizzazione dell iscrizione potrà rivolgersi direttamente al personale dell AFM (Corso Libertà n 72,2 piano) addetto al servizio di ristorazione scolastica dal Lunedì al Giovedì dalle ore 14,00 alle ore 16,00; il Venerdì dalle ore 9,00 alle ore12,00. Decorso inutilmente il predetto termine di 10 giorni, La informiamo che l AFM potrà provvedere, direttamente o per il tramite di Società specializzata a tal fine incaricata, al recupero giudiziale delle somme da Lei dovute, con i maggiori oneri a Suo esclusivo carico. Confidiamo pertanto in un Suo positivo riscontro.

10 Allegato 3 Punto 1.3. Testo della 2 Raccomandata RR di sollecito e diffida al debitore a conclusione dell anno scolastico. Oggetto: Servizio Ristorazione Scolastica. Estratto conto delle somme dovute. 2 e ultimo sollecito. Diffida ad adempiere. Gentile Sig./Sig.ra.., Vercelli, A conclusione dell anno scolastico, è emerso dalle nostre risultanze contabili che la S.V. risulta debitore/debitrice nei confronti dell AFM della somma di per pasti fruiti da Suo/a figlio/a o protetto/a alla mensa scolastica, come risulta dall estratto conto allegato che riporta le date nelle quali è stato consumato il pasto. La invitiamo a controllare che l importo sia corretto e a segnalarci tempestivamente eventuali anomalie riscontrate nell estratto conto, nel qual caso provvederemo ad apportare le opportune rettifiche. Se l importo dovuto fosse invece corretto, La invitiamo ad effettuare il saldo, entro ma non oltre il termine ultimo del 31 luglio c.a., il versamento della somma di.., pari all importo dei pasti consumati alla mensa scolastica e non pagati, maggiorato di. per le spese relative alla raccomandata inviatale in data. e per quelle della presente. La modalità di versamento delle somme dovute per chi è in possesso del codice PAN è quella consueta, ossia presso le Farmacie Comunali con pagamento in contanti/bancomat o carta di credito. Per chi non fosse in possesso del codice PAN, ossia i non iscritti al servizio di ristorazione scolastica, il versamento deve essere effettuato mediante bonifico bancario a favore dell AFM di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Pagamento a saldo debito anno scolastico in corso. Decorso inutilmente il predetto termine del 31 luglio, La informiamo che si determineranno le condizioni per il recupero giudiziale forzoso delle somme da Lei dovute, con i maggiori oneri a Suo esclusivo carico, da parte dell AFM o per il tramite di Società specializzata a tal fine incaricata. La presente vale quale diffida e messa in mora ad ogni effetto di Legge. Confidiamo pertanto in un Suo positivo riscontro.

11 Allegato 4 Punto 1.3. Testo della 2 Raccomandata RR di sollecito e diffida al debitore a conclusione del Centro Estivo. Oggetto: Servizio Ristorazione Centri Estivi. Estratto conto delle somme dovute. 2 e ultimo sollecito. Diffida ad adempiere. Gentile Sig./Sig.ra.., Vercelli, a conclusione del Centro Estivo relativo all anno in corso, è emerso dalle nostre risultanze contabili che la S.V. risulta debitore/debitrice nei confronti dell AFM della somma di per pasti fruiti da Suo/a figlio/a o protetto/a alla mensa, come da estratto conto allegato che riporta anche le date nelle quali è stato consumato il pasto alla mensa. La invitiamo a controllare che l importo sia corretto e a segnalarci tempestivamente eventuali anomalie riscontrate nell estratto conto, nel qual caso provvederemo ad apportare le opportune rettifiche. Se l importo dovuto fosse invece corretto, La invitiamo ad effettuare il saldo, entro ma non oltre il termine ultimo del 31 luglio c.a., il versamento della somma di.., pari all importo dei pasti consumati alla mensa scolastica e non pagati, maggiorato di. per le spese relative alla raccomandata inviatale in data. e per quelle della presente. La modalità di versamento delle somme dovute per chi è in possesso del codice PAN è quella consueta, ossia presso le Farmacie Comunali con pagamento in contanti/bancomat o carta di credito. Per chi non fosse in possesso del codice PAN, ossia i non iscritti al servizio di ristorazione Centri Estivi, il versamento deve essere effettuato mediante bonifico bancario a favore dell AFM di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Pagamento a saldo debito anno scolastico in corso. Decorso inutilmente il predetto termine del 31 luglio, La informiamo che si determineranno le condizioni per il recupero giudiziale forzoso delle somme da Lei dovute, con i maggiori oneri a Suo esclusivo carico, da parte dell AFM o per il tramite di Società specializzata a tal fine incaricata. La presente vale quale diffida e messa in mora ad ogni effetto di Legge. Confidiamo pertanto in un Suo positivo riscontro

12 Allegato 5 Punto 2.5 Ristorazione Scolastica. Testo della Raccomandata RR di invito a saldare il debito pregresso. Diffida ad adempiere. Oggetto: Servizio Ristorazione Scolastica. Estratto conto delle somme dovute relative ad anni scolastici antecedenti a quello in corso.. Diffida ad adempiere. Gentile Sig./Sig.ra.., Vercelli, è emerso dalle nostre risultanze contabili che la S.V. risulta debitore/debitrice nei confronti dell AFM della somma di per pasti fruiti da Suo/a figlio/a o protetto/a alla mensa scolastica negli anni scolastici antecedenti a quello in corso, come da estratto conto allegato che riporta anche le date nelle quali è stato consumato il pasto alla mensa. La invitiamo a controllare che l importo sia corretto e a segnalarci tempestivamente eventuali anomalie riscontrate nell estratto conto, nel qual caso provvederemo ad apportare le opportune rettifiche. Se l importo dovuto fosse invece corretto, La invitiamo ad effettuare il saldo entro ma non oltre gg. 15 dal ricevimento della presente con una delle seguenti tre modalità: a) mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Saldo debito pregresso. b) Presentandosi alla AFM in orario d ufficio (dal Lunedì al Giovedì dalle ore 14,00 alle ore 16,00; il Venerdì dalle ore 9,00 alle ore12,00) per concordare un pagamento rateale; c) Presentando alla AFM idonea documentazione comprovante l impossibilità economica a saldare il debito. Detta documentazione potrà essere, a titolo esemplificativo, costituita da: Attestato ISEE; lettera di licenziamento; accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell orario di lavoro; cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale; mancato rinnovo di contratti a termine o di lavori atipici; cessazione di attività liberoprofessionali derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente; malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali. Decorso inutilmente il predetto termine di 15 giorni, La informiamo che si determineranno le condizioni per il recupero giudiziale forzoso delle somme da Lei dovute, con i maggiori oneri a Suo esclusivo carico, da parte dell AFM o per il tramite di una Società specializzata a tal fine incaricata. La presente lettera vale quale diffida e messa in mora ad ogni effetto di Legge. Confidiamo in un Suo positivo riscontro.

13 Allegato 6 Punto 2.5 Ristorazione Centro Estivo. Testo della Raccomandata RR di invito a saldare il debito pregresso. Diffida ad adempiere. Oggetto: Servizio Ristorazione Centro Estivo. Estratto conto delle somme dovute relative agli anni antecedenti a quello in corso. Diffida ad adempiere. Gentile Sig./Sig.ra.., Vercelli, è emerso dalle nostre risultanze contabili che la S.V. risulta debitore/debitrice nei confronti dell AFM della somma di per pasti fruiti da Suo/a figlio/a o protetto/a alla mensa del Centro estivo, negli anni antecedenti a quello in corso, come da estratto conto allegato che riporta anche le date nelle quali è stato consumato il pasto alla mensa. La invitiamo a controllare che l importo sia corretto e a segnalarci tempestivamente eventuali anomalie riscontrate nell estratto conto, nel qual caso provvederemo ad apportare le opportune rettifiche. Se l importo dovuto fosse invece corretto, La invitiamo ad effettuare il saldo entro ma non oltre gg. 15 dal ricevimento della presente con una delle seguenti tre modalità: a) mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Saldo debito pregresso. b) Presentandosi alla AFM in orario d ufficio (dal Lunedì al Giovedì dalle ore 14,00 alle ore 16,00; il Venerdì dalle ore 9,00 alle ore12,00) per concordare un pagamento rateale; c) Presentando alla AFM idonea documentazione comprovante l impossibilità economica a saldare il debito. Detta documentazione potrà essere, a titolo esemplificativo, costituita da: Attestato ISEE; lettera di licenziamento; accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell orario di lavoro; cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale; mancato rinnovo di contratti a termine o di lavori atipici; cessazione di attività liberoprofessionali derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente; malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali. Decorso inutilmente il predetto termine di 15 giorni, La informiamo che si determineranno le condizioni per il recupero giudiziale forzoso delle somme da Lei dovute, con i maggiori oneri a Suo esclusivo carico, da parte dell AFM o per il tramite di una Società specializzata a tal fine incaricata. La presente lettera vale quale ulteriore diffida e messa in mora ad ogni effetto di Legge.

14 Allegato 7 Punto 2.5 b) Ristorazione Scolastica. Testo dell accordo sulla rateizzazione del debito pregresso Oggetto: Servizio Ristorazione Scolastica. Accordo sulla rateizzazione del debito pregresso per pasti consumati e non pagati. Vercelli, Il Sig/a.nato/a a residente in..genitore/tutore di.. non potendo estinguere in unica soluzione il proprio debito di...nei confronti della A.F.M. di Vercelli per la causale di cui all oggetto, espressamente richiede di poter effettuare un pagamento rateale del dovuto in n.rate mensili, di.cadauna, da versarsi entro il 1 giorno di ogni mese, e così sino al saldo. L AFM di Vercelli conseguentemente invierà al Sig/ra.. una lettera Raccomandata R.R. con allegato l elenco delle rate da pagare alle scadenze concordate, mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Pagamento debito pregresso rata n ; L AFM informa altresì che: a) in caso di mancato pagamento della rata in scadenza, il Sig/a.riceverà un avviso mediante sms affinché provveda entro 10 giorni dal ricevimento del messaggio. b) Decorso inutilmente detto termine senza che sia stata pagata la rata, l accordo sulla rateizzazione del debito verrà automaticamente a decadere e si determineranno così le condizioni per il recupero giudiziale forzoso (atto di citazione e, in difetto di pagamento, atto di precetto e successiva richiesta di pignoramento mobiliare e/o presso terzi) del complessivo residuo debito oltre le spese. Il presente accordo vale altresì quale diffida ad adempiere e messa in mora ad ogni effetto di Legge. Il Sig/a dichiara di accettare espressamente e di aver ben compreso il significato delle clausole di cui ai precedenti punti a) e b), consapevole delle conseguenze che ne deriverebbero dalla loro mancata osservanza. Il Signor/ra

15 Allegato 8 Punto 2.5 b) Ristorazione Centro Estivo. Testo dell accordo sulla rateizzazione del debito pregresso Oggetto: Servizio Ristorazione Centro Estivo. Accordo sulla rateizzazione del debito pregresso per pasti consumati e non pagati. Vercelli, Il Sig/a.nato/a a residente in..genitore/tutore di.. non potendo estinguere in unica soluzione il proprio debito di...nei confronti della A.F.M. di Vercelli per la causale di cui all oggetto, espressamente richiede di poter effettuare un pagamento rateale del dovuto in n.rate mensili, di.cadauna, da versarsi entro il 1 giorno di ogni mese, e così sino al saldo. L AFM di Vercelli conseguentemente invierà al Sig/ra..una lettera Raccomandata R.R. con allegato l elenco delle rate da pagare alle scadenze concordate, mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Pagamento debito pregresso rata n ; L AFM informa altresì che: a) in caso di mancato pagamento della rata in scadenza, il Sig/a.riceverà un avviso mediante sms affinché provveda entro 10 giorni dal ricevimento del messaggio. b) Decorso inutilmente detto termine senza che sia stata pagata la rata, l accordo sulla rateizzazione del debito verrà automaticamente a decadere e si determineranno così le condizioni per il recupero giudiziale forzoso (atto di citazione e, in difetto di pagamento, atto di precetto e successiva richiesta di pignoramento mobiliare e/o presso terzi) del complessivo residuo debito oltre le spese. Il presente accordo vale altresì quale diffida ad adempiere e messa in mora ad ogni effetto di Legge. Il Sig/a dichiara di accettare espressamente e di aver ben compreso il significato delle clausole di cui ai precedenti punti a) e b), consapevole delle conseguenze che ne deriverebbero dalla loro mancata osservanza. Il Signor/ra...

16 Allegato 9 Punto 2.7 Testo della lettera raccomandata successiva all accordo sulla rateizzazione del debito pregresso Oggetto: Servizio Ristorazione Scolastica e/o Centro Estivo Accordo sulla rateizzazione del debito pregresso Gentile Sig./Sig.ra.., Vercelli, Con accordo sottoscritto in data..la S.V. ha richiesto di estinguere il proprio debito di nei confronti della A.F.M. di Vercelli in n.rate mensili di.cadauna, da versarsi entro il 1 giorno di ogni mese, e così sino al saldo. Pertanto, in ossequio a quanto sopra, qui accluso Le inviamo l elenco delle rate da pagare alle scadenze stabilite, mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Pagamento debito pregresso rata n. Con l occasione, Le ricordiamo nuovamente che: a) in caso di mancato pagamento della rata in scadenza, riceverà da parte dell AFM un avviso mediante sms affinché provveda entro 10 giorni dal ricevimento del messaggio; b) Decorso inutilmente detto termine senza che sia stata pagata la rata, l accordo sulla rateizzazione del debito verrà automaticamente a decadere e si determineranno così le condizioni per il recupero giudiziario forzoso (atto di citazione e, in difetto di pagamento, atto di precetto e successiva richiesta di pignoramento mobiliare e/o presso terzi) del complessivo residuo debito, oltre le spese.

SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ANNO 2012/2013 Modulo per Riduzione Tariffa o Esonero

SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ANNO 2012/2013 Modulo per Riduzione Tariffa o Esonero MODELLO DA CONSEGNARE ALLA SCUOLA comune di trieste p.zza unità d italia 4 34121 trieste p.i. 00210240321 SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ANNO 2012/2013 Modulo per Riduzione Tariffa o Esonero Da consegnare

Dettagli

SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA ISCRIZIONE, RICONFERMA, REVOCA, DIETE, I.S.E.E. E ALTRE PROCEDURE

SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA ISCRIZIONE, RICONFERMA, REVOCA, DIETE, I.S.E.E. E ALTRE PROCEDURE SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA ISCRIZIONE, RICONFERMA, REVOCA, DIETE, I.S.E.E. E ALTRE PROCEDURE ISTRUZIONI PER L UTENTE E MODALITA OPERATIVE (Approvato con provvedimento presidenziale n 10 del 18

Dettagli

SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Anno scolastico 2015/2016 INFORMATIVA GENERALE

SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Anno scolastico 2015/2016 INFORMATIVA GENERALE CITTA DI BASSANO DEL GRAPPA Area II Servizi alla Persona SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Anno scolastico 2015/2016 INFORMATIVA GENERALE ISCRIZIONE AL SERVIZIO Per l'anno scolastico 2015/2016 e successivi,

Dettagli

OGGETTO: A.S. 2012/2013 SERVIZIO TRASPORTO SCOLASTICO (riservato ai minori frequentanti le Scuole Elementari e Media) COMUNICAZIONE.

OGGETTO: A.S. 2012/2013 SERVIZIO TRASPORTO SCOLASTICO (riservato ai minori frequentanti le Scuole Elementari e Media) COMUNICAZIONE. Sede legale e operativa Via Pininfarina n 50 10040 LEINI (TO) Tel. 011/99.87.821 Fax 011/99.82.058 Registro Imprese Torino, Codice Fiscale e Partita IVA 07610810017 R.E.A. Torino n. 906350 Capitale Sociale:

Dettagli

COMUNICAZIONE ASSENZE DEGLI ALUNNI

COMUNICAZIONE ASSENZE DEGLI ALUNNI CITTÀ DI PIOSSASCO Provincia di Torino DIPARTIMENTO SERVIZI ALLA PERSONA Prot.n. 16500/2014 SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Anno scolastico 2014-2015 IMPORTANTE Con l inizio del nuovo anno scolastico

Dettagli

Come effettuare l iscrizione?

Come effettuare l iscrizione? A partire ll anno scolastico 2015/2016, l iscrizione al servizio Mensa dovrà essere effettuata esclusivamente online. La secon novità importante riguar le molità di pagamento: i servizi scolastici per

Dettagli

C O M U N E D I B R I O S C O

C O M U N E D I B R I O S C O C O M U N E D I B R I O S C O PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Ai Genitori degli alunni che intendono utilizzare il servizio di refezione scolastica Premesso che: per poter utilizzare il servizio di

Dettagli

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI LORO SEDI

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI LORO SEDI Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE Area Contributi e Prestazioni Direzione Prestazioni Previdenziali CIRCOLARE N. 11 DEL 23/06/2008

Dettagli

1) SIETE A CONOSCENZA DEL NUOVO SISTEMA?

1) SIETE A CONOSCENZA DEL NUOVO SISTEMA? COMUNE DI UDINE Dipartimento Servizi alla Persona e alla Comunità Servizio Servizi Educativi e Sportivi SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA A.S. 2015/16 BUONO PASTO ELETTRONICO PREPAGATO NUOVO SERVIZIO

Dettagli

ONLINE: DALL 11 LUGLIO AL 30 AGOSTO 2015 nel seguente modo:

ONLINE: DALL 11 LUGLIO AL 30 AGOSTO 2015 nel seguente modo: CITTÀ DI PIOSSASCO Provincia di Torino DIPARTIMENTO SERVIZI ALLA PERSONA Prot.n. 11138/15 SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Anno scolastico 2015-2016 IMPORTANTE Con l inizio del nuovo anno scolastico prenderà

Dettagli

Un posto a tavola Servizio refezione scolastica Anno scolastico 2014-2015 1 UN POSTO A TAVOLA ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

Un posto a tavola Servizio refezione scolastica Anno scolastico 2014-2015 1 UN POSTO A TAVOLA ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Un posto a tavola Servizio refezione scolastica Anno scolastico 2014-2015 1 UN POSTO A TAVOLA ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA A.S. 2014-2015 Un posto a tavola Servizio refezione scolastica

Dettagli

ALLEGATO 1 TARIFFE DEI SERVIZI PUBBLICI DIVERSI A DOMANDA INDIVIDUALE IN VIGORE DAL 01/01/2010.

ALLEGATO 1 TARIFFE DEI SERVIZI PUBBLICI DIVERSI A DOMANDA INDIVIDUALE IN VIGORE DAL 01/01/2010. ALLEGATO 1 alla deliberazione di Giunta Comunale n. 184 del 10/12/2009 TARIFFE DEI SERVIZI PUBBLICI DIVERSI A DOMANDA INDIVIDUALE IN VIGORE DAL 01/01/2010. CENTRO DIURNO Come stabilito all art. 14 del

Dettagli

OPUSCOLO GESTIONE INFORMATIZZATA SERVIZI SCOLASTICI.

OPUSCOLO GESTIONE INFORMATIZZATA SERVIZI SCOLASTICI. COMUNE DI CISANO BERGAMASCO PROVINCIA DI BERGAMO Settore Affari Generali OPUSCOLO GESTIONE INFORMATIZZATA SERVIZI SCOLASTICI. Gent.ma Famiglia, si comunica che, a partire dall A.S. 2015/2016, i servizi

Dettagli

Guida Tematica CONTRIBUTI

Guida Tematica CONTRIBUTI Guida Tematica CONTRIBUTI Tipologia Gli iscritti sono tenuti al versamento di: un contributo soggettivo, pari al 10% del reddito professionale (ovvero, su opzione dell iscritto, pari al 14%, al 16%, al

Dettagli

Si evidenzia che il contributo di maternità 2014 è stato fissato in 23,50 e deve essere pagato, a norma di regolamento, entro la scadenza del saldo.

Si evidenzia che il contributo di maternità 2014 è stato fissato in 23,50 e deve essere pagato, a norma di regolamento, entro la scadenza del saldo. FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA Divisione Attività di Istituto Gestione Separata Agrotecnici Circolare 2/2015 Roma, 22 giugno 2015

Dettagli

COMUNE DI MARACALAGONIS

COMUNE DI MARACALAGONIS COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. DEL 113 OGGETTO: SERVIZIO MENSA A.S. 2013/2014. INDIRIZZI PER ESENZIONI E RECUPERO DEBITI PREGRESSI 29.10.2013

Dettagli

Cosa si intende per sistema di pre-pagato. Quanto costa? Fascia Reddito I.S.E.E. in 1 figlio 2 figlio 3 figlio e oltre

Cosa si intende per sistema di pre-pagato. Quanto costa? Fascia Reddito I.S.E.E. in 1 figlio 2 figlio 3 figlio e oltre R E S I D E N T I COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO tel. 011 9234407 - Fax 011 9234410 E-mail: ragioneria@comune.robassomero.to.it - www.comune.robassomero.to.it Ai genitori di Dall anno scolastico

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 S E R V I Z I S C O L A S T I C I Foglio informativo A.S. 2015/2016 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DIREZIONE DEI SERVIZI Fa

Dettagli

LA MOROSITA NEI SERVIZI SCOLASTICI IN TEMPO DI CRISI ECONOMICA: MENSE, TRASPORTI, NIDI. COME AFFRONTARE IL PROBLEMA.

LA MOROSITA NEI SERVIZI SCOLASTICI IN TEMPO DI CRISI ECONOMICA: MENSE, TRASPORTI, NIDI. COME AFFRONTARE IL PROBLEMA. LA MOROSITA NEI SERVIZI SCOLASTICI IN TEMPO DI CRISI ECONOMICA: MENSE, TRASPORTI, NIDI. COME AFFRONTARE IL PROBLEMA. Premessa. L esperienza illustrata di seguito è quella del comune di Cologno Monzese,

Dettagli

DOMANDA EROGAZIONE CONTRIBUTO

DOMANDA EROGAZIONE CONTRIBUTO AREA ISTRUZIONE E SERVIZI ALLA FAMIGLIA SOSTEGNO AI NUCLEI FAMILIARI TITOLARI DI CONTRATTO DI LOCAZIONE SUL LIBERO MERCATO E SOTTOPOSTI A PROCEDURA DI SFRATTO PER MOROSITA INCOLPEVOLE. DOMANDA EROGAZIONE

Dettagli

Un posto a tavola Servizio refezione scolastica Anno scolastico 2015-2016 1 UN POSTO A TAVOLA ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

Un posto a tavola Servizio refezione scolastica Anno scolastico 2015-2016 1 UN POSTO A TAVOLA ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Un posto a tavola Servizio refezione scolastica Anno scolastico 2015-2016 1 UN POSTO A TAVOLA ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA A.S. 2015-2016 Un posto a tavola Servizio refezione scolastica

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA INDICE ART. 1 FINALITA DEL SERVIZIO ART. 2 MODALITA DI GESTIONE ART. 3 - DESTINATARI ART. 4 ACCESSO AL SERVIZIO ART. 5 PARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEL

Dettagli

C o m u n e d i T r i b i a n o Provincia di Milano

C o m u n e d i T r i b i a n o Provincia di Milano C o m u n e d i T r i b i a n o Provincia di Milano SERVIZI SCOLASTICI ANNO 2015-2016 Ai Genitori degli alunni della Scuola dell infanzia, primaria e secondaria di I grado In allegato alla presente si

Dettagli

ISCRIZIONE SERVIZIO TRASPORTO A.S. 2015/2016

ISCRIZIONE SERVIZIO TRASPORTO A.S. 2015/2016 Settore Scuole Paritarie e Case Vacanza Servizio Diritto allo Studio Via Porpora 10 20131 MILANO Quota N. Riservato alla segreteria Tassa iscrizione pagata Pagato I rata Invio 1^ sollecito Mensile Fratelli

Dettagli

Domanda di iscrizione al Servizio Mensa Scolastica (Valida per tutto il ciclo scolastico salvo disdetta*)

Domanda di iscrizione al Servizio Mensa Scolastica (Valida per tutto il ciclo scolastico salvo disdetta*) COMUNE DI CENTO Servizi alla Persona Servizi Culturali Servizi Scolastici Domanda di iscrizione al Servizio Mensa Scolastica (Valida per tutto il ciclo scolastico salvo disdetta*) *da compilare in apposita

Dettagli

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 02.05.2007 Modificato con Delibera del Consiglio n. 52 del 20.12.2007

Dettagli

SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA E TRASPORTO ALUNNI! DOMANDA DI ISCRIZIONE!

SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA E TRASPORTO ALUNNI! DOMANDA DI ISCRIZIONE! C Comune di Agliè Via Principe Tommaso 22-10011 Agliè Tel: 0124.330367 - Fax: 0124.330280 aglie@ruparpiemonte.it SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA E TRASPORTO ALUNNI DOMANDA DI ISCRIZIONE Da compilare in ogni

Dettagli

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE DEFINIZIONE DEI CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DEI SOGGETTI CHE RICHIEDONO PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE 1 ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento,

Dettagli

Delibera del Consiglio di Amministrazione n.11 del 16 luglio 2014

Delibera del Consiglio di Amministrazione n.11 del 16 luglio 2014 BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI BORSE DI STUDIO DI MERITO A.A. 2014/15 Delibera del Consiglio di Amministrazione n.11 del 16 luglio 2014 Determinazione del Direttore del Servizio Assistenziale

Dettagli

Regolamento asilo nido Comunale

Regolamento asilo nido Comunale Allegato E CITTA DI OLGIATE COMASCO Provincia di Como TEL.031 994611 FAX 031 944792 Regolamento asilo nido Comunale Approvato con deliberazione di C.C. n. 16 del 15.4.2003 Modificato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO SERVIZI SCOLASTICI MODALITA DI PAGAMENTO

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO SERVIZI SCOLASTICI MODALITA DI PAGAMENTO COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO SERVIZI SCOLASTICI MODALITA DI PAGAMENTO RISTORAZIONE SCOLASTICA Dal mese di marzo 2010 il sistema di pagamento e prenotazione pasti del servizio di ristorazione

Dettagli

COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA INDICE ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 2 MODALITA DI GESTIONE ART. 3 SERVIZIO A DOMANDA INDIVIDUALE ART. 4 CRITERI

Dettagli

SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA Comune di CASTELLAMONTE Provincia di Torino REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 65 del 30 settembre 2009) 1 INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento,

Dettagli

Ufficio Gestione associata Servizi educativi P.za Buondelmonti, 41. Prot. n. 19272 del 2.10.2014

Ufficio Gestione associata Servizi educativi P.za Buondelmonti, 41. Prot. n. 19272 del 2.10.2014 Ufficio Gestione associata Servizi educativi P.za Buondelmonti, 41 Prot. n. 19272 del 2.10.2014 Gentili Famiglie, con questa lettera informativa Vi comunichiamo che a partire dall anno scolastico 2014/2015

Dettagli

Città di Medicina Provincia di Bologna. Sistema di gestione dei Servizi Rette Scolastiche MANUALE UTENTI A.S. 2013/2014

Città di Medicina Provincia di Bologna. Sistema di gestione dei Servizi Rette Scolastiche MANUALE UTENTI A.S. 2013/2014 Città di Medicina Provincia di Bologna Sistema di gestione dei Servizi Rette Scolastiche MANUALE UTENTI A.S. 2013/2014 1. Introduzione Obiettivo di questo breve manuale è supportarla nelle modalità di

Dettagli

DISCIPLINARE DELLE ATTIVITA CONNESSE AL SERVIZIO DI RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO

DISCIPLINARE DELLE ATTIVITA CONNESSE AL SERVIZIO DI RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO DISCIPLINARE DELLE ATTIVITA CONNESSE AL SERVIZIO DI RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO L anno -----------, il giorno -------- del mese di -------------, in Bolsena, tra Il Comune di Bolsena di seguito Ente con

Dettagli

COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia

COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia COMUNE DI NAVE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEI CRITERI UNIFICATI DI VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DEI CITTADINI CHE RICHIEDONO SERVIZI COMUNALI A COSTO AGEVOLATO, AI SENSI

Dettagli

SERVIZI SCOLASTICI domanda di iscrizione anno scolastico 2014/2015

SERVIZI SCOLASTICI domanda di iscrizione anno scolastico 2014/2015 SPAZIO RISERVATO ALL UFFICIO (non scrivere in questo riquadro) N.B. Si ricorda che qualora il richiedente non fosse in regola con i pagamenti degli anni precedenti e/o non fosse correttamente compilata

Dettagli

COMUNE DI SARMATO Provincia di Piacenza

COMUNE DI SARMATO Provincia di Piacenza COMUNE DI SARMATO Provincia di Piacenza SERVIZIO SOCIALE PUBBLICA ISTRUZIONE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 19 del 29.06.2012 regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI MARCIGNAGO Prov. Pavia REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 7 del 13.03.2006 INDICE ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DOMANDE FREQUENTI SUL BORSELLINO ELETTRONICO E SULLE TARIFFE DEI NIDI D INFANZIA E DELLA RISTORAZIONE SCOLASTICA

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DOMANDE FREQUENTI SUL BORSELLINO ELETTRONICO E SULLE TARIFFE DEI NIDI D INFANZIA E DELLA RISTORAZIONE SCOLASTICA DIREZIONE CULTURA EDUCAZIONE E GIOVENTU AREA SERVIZI EDUCATIVI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DOMANDE FREQUENTI SUL BORSELLINO ELETTRONICO E SULLE TARIFFE DEI NIDI D INFANZIA E DELLA RISTORAZIONE SCOLASTICA

Dettagli

A chi è rivolto il servizio? Per iscriversi al servizio? Chi prepara i pasti?

A chi è rivolto il servizio? Per iscriversi al servizio? Chi prepara i pasti? 1 A chi è rivolto il servizio? Possono usufruire delle mense scolastiche gli alunni che frequentano le scuole pubbliche dell infanzia, primarie e secondarie di Cormons. In accordo con gli organi scolastici,

Dettagli

CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO

CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO 1. Definizioni Nell ambito delle presenti Condizioni di Finanziamento, ciascuno dei seguenti termini, quando viene scritto con l iniziale maiuscola, sia al singolare che al

Dettagli

www.cooperfin.com cooperfin@pec.it istruttoria@cooperfin.com job@cooperfin.com www.cooperfin.com cooperfin@pec.it

www.cooperfin.com cooperfin@pec.it istruttoria@cooperfin.com job@cooperfin.com www.cooperfin.com cooperfin@pec.it CooperFin S.p.A. Capitale Sociale deliberato 8.000.000,00 MOD: IEBCC_PCC-PRIV I N F O R M A Z I O N I E U R O P E E D I B A S E S U L C R E D I T O A I C O N S U M A T O R I Norme per la trasparenza delle

Dettagli

CONTRIBUTO PER IL CONCORSO ALLE SPESE DEL PERSONALE DEDICATO ALL ASSISTENZA FAMILIARE

CONTRIBUTO PER IL CONCORSO ALLE SPESE DEL PERSONALE DEDICATO ALL ASSISTENZA FAMILIARE Si informano i cittadini che sono stati approvati i criteri per l assegnazione del CONTRIBUTO PER IL CONCORSO ALLE SPESE DEL PERSONALE DEDICATO ALL ASSISTENZA FAMILIARE Requisiti per l accesso: 1. anziani

Dettagli

OGGETTO: Servizio di refezione scolastica a.s. 2013/2014.

OGGETTO: Servizio di refezione scolastica a.s. 2013/2014. AI GENITORI DEGLI ALUNNI SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO OGGETTO: Servizio di refezione scolastica a.s. 2013/2014. In qualità di gestori del servizio di refezione scolastica

Dettagli

ZONA VALDERA Provincia di Pisa

ZONA VALDERA Provincia di Pisa COMUNE DI CAPANNOLI SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 APERTURA ISCRIZIONI DAL 3 AL 28 GIUGNO 2013 da quest'anno DOMANDE ON LINE Oggetto Il servizio di trasporto scolastico riguarda

Dettagli

SI PREGA DI PRENDERE APPUNTAMENTO PRIMA DEL 25 NOVEMBRE 2011 AL N. 0465/339512

SI PREGA DI PRENDERE APPUNTAMENTO PRIMA DEL 25 NOVEMBRE 2011 AL N. 0465/339512 MODULO RACCOLTA DATI PER LA REDAZIONE DELLA DOMANDA DI ASSEGNO DI STUDIO - ANNO SCOLASTICO 2011/2012 COGNOME E NOME DEL SOGGETTO RICHIEDENTE (il genitore o colui che ha l esercizio della potestà o lo studente

Dettagli

Allegato alla deliberazione di G.C. n. 133 del 13/10/2011

Allegato alla deliberazione di G.C. n. 133 del 13/10/2011 Allegato alla deliberazione di G.C. n. 133 del 13/10/2011 PROTOCOLLO D INTESA PROMOSSO DALLA PREFETTURA DI BOLOGNA TRA TRIBUNALE DI BOLOGNA, REGIONE EMILIA-ROMAGNA, PROVINCIA DI BOLOGNA, COMUNI DELLA PROVINCIA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007

FOGLIO INFORMATIVO. MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007 FOGLIO INFORMATIVO Mod.01/07 MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007 Sezione 1 - Informazioni sull Intermediario finanziario Denominazione

Dettagli

ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO. L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale

ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO. L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale TRA L Azienda Sanitaria Provinciale di Catania, con sede

Dettagli

AVVISO PUBBLICO per l assegnazione di contributi per la prevenzione dell esecutività degli sfratti per morosità incolpevole - ANNO 2015 -

AVVISO PUBBLICO per l assegnazione di contributi per la prevenzione dell esecutività degli sfratti per morosità incolpevole - ANNO 2015 - AVVISO PUBBLICO per l assegnazione di contributi per la prevenzione dell esecutività degli sfratti per morosità incolpevole - ANNO 2015 - Il Dirigente del Settore Qualità della Vita Visti : - la delibera

Dettagli

MISURE DI WELFARE ABITATIVO

MISURE DI WELFARE ABITATIVO MISURE DI WELFARE ABITATIVO Il SUNIA CGIL sede di Mantova, si rende disponibile per fornire informazioni e ricevere domande per tutti gli inquilini ed i proprietari di immobili sul territorio del Comune

Dettagli

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO

EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO EQUITALIA NORD ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI TRENTO Protocollo d Intesa e convenzione di erogazione di servizi Trento, 27 Marzo 2014 LE FINALITA PROMUOVERE E SVILUPPARE UNA FATTIVA COLLABORAZIONE

Dettagli

AI GENITORI DEGLI ALUNNI SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO

AI GENITORI DEGLI ALUNNI SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO AI GENITORI DEGLI ALUNNI SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO SERVIZIO INFORMATIZZATO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA a.s. 2015/2016 Il servizio di ristorazione scolastica, offerto dall Amministrazione

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE AL FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE PER CONTRASTARE LA CRISI ECONOMICA

DOMANDA DI AMMISSIONE AL FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE PER CONTRASTARE LA CRISI ECONOMICA DOMANDA DI AMMISSIONE AL FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE PER CONTRASTARE LA CRISI ECONOMICA Al SINDACO del Comune di VEDUGGIO CON COLZANO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI

Dettagli

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI ALLE PERSONE (S) PUBBLICA ISTRUZIONE

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI ALLE PERSONE (S) PUBBLICA ISTRUZIONE PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI ALLE PERSONE (S) PUBBLICA ISTRUZIONE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1901 / 2014 OGGETTO: AFFIDAMENTO A NORD RECUPERI SRL

Dettagli

COMUNE DI SAN MAURIZIO CANAVESE

COMUNE DI SAN MAURIZIO CANAVESE COMUNE DI SAN MAURIZIO CANAVESE 1CIO Provincia di Torino Area Istruzione Cultura e Attività produttive Servizio Scolastico Telefono 011-9263299 Fax 011-9263249 C.F.-P.IVA: 01126920014 P.zza Martiri della

Dettagli

il residente a in via/piazza n. tel./cell. e-mail nato/a a il residente a in via/piazza n. tel./cell. e-mail

il residente a in via/piazza n. tel./cell. e-mail nato/a a il residente a in via/piazza n. tel./cell. e-mail Settore Servizi Educativi Piazza Martiri, 1 48022 Lugo Unità Territoriale di Massa Lombarda Piazza Matteotti, 16 Tel. 0545/985886 Fax 0545/985888 E mail servizisociali@comune.massalombarda.ra.it DOMANDA

Dettagli

AGENZIA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DELL UMBRIA

AGENZIA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DELL UMBRIA AGENZIA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DELL UMBRIA Regolamento per la gestione del recupero crediti degli studenti universitari per benefici indebitamente fruiti Art. 1 Ambito di applicazione

Dettagli

1 Dati personali del richiedente. La/Il sottoscritta/o: cognome nome nata/o a il (gg/mm/aaaa) / / codice fiscale

1 Dati personali del richiedente. La/Il sottoscritta/o: cognome nome nata/o a il (gg/mm/aaaa) / / codice fiscale Al Comune di LATISANA Ente Gestore del Servizio Sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale di Latisana Piazza Indipendenza n. 74 33053 LATISANA (UD) OGGETTO: DOMANDA DI CONTRIBUTO ECONOMICO PER IL SOSTEGNO

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO ALLE FAMIGLIE CREDITO AMICO

MUTUO CHIROGRAFARIO ALLE FAMIGLIE CREDITO AMICO Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. MUTUO CHIROGRAFARIO ALLE FAMIGLIE CREDITO AMICO Riservato a Soci persone fisiche (alla data richiesta

Dettagli

LA "NUOVA" RATEAZIONE DEI RUOLI: CHI, COME, QUANDO

LA NUOVA RATEAZIONE DEI RUOLI: CHI, COME, QUANDO LA "NUOVA" RATEAZIONE DEI RUOLI: CHI, COME, QUANDO 25 Marzo 2015 Riscossione di Saverio Cinieri - Dottore Commercialista e Pubblicista È possibile pagare a rate le cartelle dell Agente della riscossione

Dettagli

I SERVIZI SCOLASTICI

I SERVIZI SCOLASTICI COMUNE DI LIMBIATE SERVIZI EDUCATIVI - ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Informazioni e modalità di iscrizione Via Monte Bianco n. 2 Limbiate, MB telefono 02.99097222, fax. 02.99097586 servizi.educativi@comune.limbiate.mb.it

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI DAGLI ISCRITTI ALL ALBO DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI DAGLI ISCRITTI ALL ALBO DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI DAGLI ISCRITTI ALL ALBO DEI CONSULENTI DEL LAVORO Approvato con delibera n. 314 del 25 settembre 2014 Indice

Dettagli

Modulo per richiesta di contributi economici in ambito scolastico D I C H I A R A

Modulo per richiesta di contributi economici in ambito scolastico D I C H I A R A Modulo per richiesta di contributi economici in ambito scolastico Al Sindaco del Comune di Bertinoro Il/la sottoscritto/a...fa domanda al fine di ottenere: O Mensa scolastica riduzione O Trasporto scolastico:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE COMUNALI COMUNE DI SCANDIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE COMUNALI Il presente regolamento: 1. E stato adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 31/07/2014

Dettagli

COMUNE DI CENTO Servizi alla Persona e Servizi Culturali Servizi Scolastici

COMUNE DI CENTO Servizi alla Persona e Servizi Culturali Servizi Scolastici COMUNE DI CENTO Servizi alla Persona e Servizi Culturali Servizi Scolastici Gentile utente - - 1) I PROPRI DATI ANAGRAFICI E FISCALI (validi per l invio di ogni comunicazione, compreso i bollettini di

Dettagli

Fatta eccezione per gli studenti iscritti al I anno dei Corsi di Laurea Magistrale, il cui termine per l immatricolazione scade il 31/12/2014

Fatta eccezione per gli studenti iscritti al I anno dei Corsi di Laurea Magistrale, il cui termine per l immatricolazione scade il 31/12/2014 BANDO DI CONCORSO PER L'ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI, MESSI A DISPOSIZIONE DALLA FONDAZIONE INTESA SANPAOLO ONLUS, A FAVORE DEGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE AMEDEO AVOGADRO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE, STAMPA, NOTIFICA E RISCOSSIONE IN OUTSOURCING DELLE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE INTESTATE A

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE, STAMPA, NOTIFICA E RISCOSSIONE IN OUTSOURCING DELLE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE INTESTATE A CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE, STAMPA, NOTIFICA E RISCOSSIONE IN OUTSOURCING DELLE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE INTESTATE A SOGGETTI RESIDENTI ALL ESTERO E RECUPERO CREDITI INTERNAZIONALE

Dettagli

COMUNE DI PIACENZA DIREZIONE OPERATIVA SERVIZI ALLA PERSONA E AL CITTADINO SERVIZIO FAMIGLIA E TUTELA MINORI BANDO PUBBLICO

COMUNE DI PIACENZA DIREZIONE OPERATIVA SERVIZI ALLA PERSONA E AL CITTADINO SERVIZIO FAMIGLIA E TUTELA MINORI BANDO PUBBLICO COMUNE DI PIACENZA DIREZIONE OPERATIVA SERVIZI ALLA PERSONA E AL CITTADINO SERVIZIO FAMIGLIA E TUTELA MINORI BANDO PUBBLICO Per la selezione dei soggetti interessati ad accedere all'intervento di credito

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEGLI UTENTI ALLE PRESTAZIONI E DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO. Articolo 1 Oggetto del Regolamento

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEGLI UTENTI ALLE PRESTAZIONI E DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO. Articolo 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEGLI UTENTI ALLE PRESTAZIONI E DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO Articolo 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina le modalità di determinazione della quota

Dettagli

FAC SIMILE CONTRATTO SOCCORSO DEBITI MILANO

FAC SIMILE CONTRATTO SOCCORSO DEBITI MILANO 20124 Milano C.f. e P.iva. 08770700964, 5 FAC SIMILE CONTRATTO SOCCORSO DEBITI MILANO Le visure principali che andremo a fare sono: Crif (Centrale Rischi); Experian (Centrale Rischi); CTC (Centrale Rischi);

Dettagli

ALLEGATO N. 3 MODALITA DI ESPLETAMENTO DELLE FUNZIONI DI CUI ALL ART. 2BIS AFFIDATE A TRENTINO RISCOSSIONI

ALLEGATO N. 3 MODALITA DI ESPLETAMENTO DELLE FUNZIONI DI CUI ALL ART. 2BIS AFFIDATE A TRENTINO RISCOSSIONI ALLEGATO N. 3 MODALITA DI ESPLETAMENTO DELLE FUNZIONI DI CUI ALL ART. 2BIS AFFIDATE A TRENTINO RISCOSSIONI 1. TIPOLOGIA PROCEDURE Il servizio, che può riguardare, anche disgiuntamente, sia le fasi pre-coattive

Dettagli

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI... 4

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI... 4 REGOLAZIONE DEL SERVIZIO DI DISPACCIAMENTO E DEL SERVIZIO DI TRASPORTO (TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA) DELL ENERGIA ELETTRICA NEI CASI DI MOROSITÀ DEI CLIENTI FINALI O DI INADEMPIMENTO DA PARTE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALLA VENDITA A RATE DI KIT LUCE A LED 1) Oggetto Il presente Contratto ha ad oggetto la vendita da parte di Trenta Spa (di seguito Trenta ) di lampadine a led

Dettagli

TESTO INTEGRATO MOROSITÀ GAS (TIMG) Valido dal 1 settembre 2015

TESTO INTEGRATO MOROSITÀ GAS (TIMG) Valido dal 1 settembre 2015 TESTO INTEGRATO MOROSITÀ GAS (TIMG) Valido dal 1 settembre 2015 Allegato A alla deliberazione ARG/gas 99/11 versione integrata e modificata dalle deliberazioni 166/2012/R/eel, 352/2012/R/gas, 353/2012/R/gas,

Dettagli

Aprile 2010. Quota A - pagamento contributi 2010

Aprile 2010. Quota A - pagamento contributi 2010 Aprile 2010 Quota A - pagamento contributi 2010 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano ha avviato l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati in

Dettagli

AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO. sede legale Viale A. Gramsci, 36 50132 Firenze www.dsu.toscana.it info@dsu.toscana.

AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO. sede legale Viale A. Gramsci, 36 50132 Firenze www.dsu.toscana.it info@dsu.toscana. DISCIPLINARE PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PREVISTE DAL REGOLAMENTO AZIENDALE PER L EFFETTUAZIONE DEGLI ACCERTAMENTI DI VERIDICITÀ SULLE AUTOCERTIFICAZIONI PRESENTATE DAGLI STUDENTI

Dettagli

Regolamento tariffario del servizio di ristorazione scolastica

Regolamento tariffario del servizio di ristorazione scolastica Regolamento tariffario del servizio di ristorazione scolastica Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 18 del 23.04.2013 Modificato con deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 10.02.2014

Dettagli

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 I.Ri.Fo.R. - ONLUS Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 CAPO I - BILANCIO DI PREVISIONE Articolo 1 - Principi generali 1. La gestione finanziaria della struttura nazionale e delle strutture

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE ALLEGATO A Art. 1 I competenti Uffici periferici del Dipartimento della Pubblica Sicurezza operano le ritenute sulle competenze

Dettagli

NEWS SETTIMANALE. giugno 2011 n.3

NEWS SETTIMANALE. giugno 2011 n.3 Corporate Advisors R O S S I Tel Main +39 Office: & 02.874271 www.rossiassociati.it : Via S. Radegonda, A Fax S +39 02.72099377 8 - Milano S O C I A T I NEWS SETTIMANALE giugno 2011 n.3 Tutte le informazioni

Dettagli

Ufficio Istruzione Tel. 0121/361273-0121/361274 Fax 0121/361354 Mail :infomense@comune.pinerolo.to.it

Ufficio Istruzione Tel. 0121/361273-0121/361274 Fax 0121/361354 Mail :infomense@comune.pinerolo.to.it Ufficio Istruzione Tel. 0121/361273-0121/361274 Fax 0121/361354 Mail :infomense@comune.pinerolo.to.it SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA A.S. 2015/2016 ISCRIZIONE AL SERVIZIO E MODALITA GESTIONALI Gentili

Dettagli

SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA 1 SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA 2 SCHEDA INFORMATIVA Il servizio refezione è rivolto agli alunni delle scuole dell infanzia, primaria e secondaria di 1 grado che effettuano il tempo prolungato. Il servizio

Dettagli

Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 740/2013 Misura B2

Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 740/2013 Misura B2 Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 740/2013 Misura B2 Buono / Voucher per il mantenimento in famiglia di persone non autosufficienti IL RICHIEDENTE Sig./a sesso M F Cod. Fiscale nato/a

Dettagli

CIRCOLARI & NEWS. Interessi su Mutui Ipotecari Prima Casa

CIRCOLARI & NEWS. Interessi su Mutui Ipotecari Prima Casa CIRCOLARI & NEWS Via IV Novembre, 455 21042 Caronno Pertusella (Va) Tel. 02-96515611 Fax 02-96515655 www.pro-gea.it progea@pro-gea.it CIRCOLARE SETTIMANALE N. 3 GIUGNO 2011 DETRAZIONI ED AGEVOLAZIONI FISCALI

Dettagli

La gestione dei lavoratori italiani all estero e degli stranieri in Italia

La gestione dei lavoratori italiani all estero e degli stranieri in Italia Seminario La gestione dei lavoratori italiani all estero e degli stranieri in Italia Brescia, Via Codignole 52 24 febbraio 2015 DESTINATARI Titolari d azienda, responsabili Ufficio personale/risorse umane,

Dettagli

Documento di Sintesi Prestito Personale

Documento di Sintesi Prestito Personale Documento di Sintesi Prestito Personale PAG 1/2 Documento di sintesi delle condizioni contrattuali ed economiche relative al servizio Prestito Personale Documento n 03 relativo alle condizioni praticate

Dettagli

CITTÀ DI CLUSONE. Provincia di Bergamo. Ambito Territoriale n 9, Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve

CITTÀ DI CLUSONE. Provincia di Bergamo. Ambito Territoriale n 9, Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve CITTÀ DI CLUSONE Provincia di Bergamo Ambito Territoriale n 9, Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DELLA COMPARTECIPAZIONE ECONOMICA DEI COMUNI DELL AMBITO ALLE SPESE

Dettagli

Spett.le I.N.P.G.I. "Giovanni Amendola" Via Nizza n. 35 00198 - ROMA

Spett.le I.N.P.G.I. Giovanni Amendola Via Nizza n. 35 00198 - ROMA INPGI - DOMANDA DI PRESTITO (Pensionato INPGI) - PRESTIT.DOC Spett.le I.N.P.G.I. "Giovanni Amendola" Via Nizza n. 35 00198 - ROMA Il/la sottoscritto/a...., nato a. Prov, il, giornalista pensionato/a iscritto/a

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 ELENCO DEI SERVIZI

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 ELENCO DEI SERVIZI C O M U N E DI O P E R A PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO DEI SERVIZI SCOLASTICI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI C. C. N. 12 DEL 10 APRILE 2013 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 ELENCO DEI SERVIZI

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE SCUOLE D'INFANZIA PUBBLICHE E PRIVATE CONVENZIONATE - ANNO SCOLASTICO 2010/2011

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE SCUOLE D'INFANZIA PUBBLICHE E PRIVATE CONVENZIONATE - ANNO SCOLASTICO 2010/2011 DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE SCUOLE D'INFANZIA PUBBLICHE E PRIVATE CONVENZIONATE - ANNO SCOLASTICO 2010/2011 Il/La sottoscritto/a CHIEDE l ammissione alla Scuola dell Infanzia per il/la bambino/a nato/a

Dettagli

Ente acque della Sardegna. Il Commissario Straordinario

Ente acque della Sardegna. Il Commissario Straordinario Deliberazione n 18 del 06.05.2013 Ente acque della Sardegna (L.R. 6 dicembre 2006, n 19) Il Commissario Straordinario Oggetto: Riesame delibera commissariale n 54 del 19 settembre 2012 avente ad oggetto-

Dettagli

Assicurato/Beneficiario: il soggetto cui l Impresa deve corrispondere l indennizzo in caso di sinistro.

Assicurato/Beneficiario: il soggetto cui l Impresa deve corrispondere l indennizzo in caso di sinistro. Condizioni di Assicurazione della Polizza per l Assicurazione sul Credito a garanzia delle perdite patrimoniali derivanti dalla Contraente in caso di perdita dell impiego del mutuatario relativa a prestiti

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/A Roma, 30 gennaio 2001

CIRCOLARE N. 1/A Roma, 30 gennaio 2001 CIRCOLARE N. 1/A Roma, 30 gennaio 2001 PROT. N. 348/2/116 AI SIGG.RI DIRETTORI CENTRALI AL SIG. ISPETTORE GENERALE CAPO AI SIGG.RI DIRETTORI DEGLI UFFICI AI SIGG.RI DIRETTORI DEI SERVIZI AI SIGG.RI DIRETTORI

Dettagli

Venerdì 9 ottobre. Domenica 11 ottobre

Venerdì 9 ottobre. Domenica 11 ottobre Personale Entro oggi effettuare il versamento all Inpdap delle quote dovute per il mese precedente per l ammortamento delle sovvenzioni in conto concessione del quinto delle retribuzioni, cumulativamente

Dettagli

C O M U N E D I M A N T O V A LA GIUNTA COMUNALE

C O M U N E D I M A N T O V A LA GIUNTA COMUNALE COPIA C O M U N E D I M A N T O V A SEGRETERIA GENERALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 43 Reg. Deliberazioni N. 10148/2013 di Prot. G. OGGETTO: Criteri minimi relativi alla regolarità

Dettagli

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI Gli aggiornamenti più recenti rateizzazioni comunicazioni di irregolarità accertamenti esecutivi aggiornamento agosto 2014 CONTROLLO

Dettagli

FONDO DI SOLIDARIETA

FONDO DI SOLIDARIETA COMUNE DI CASTELPLANIO Provincia di Ancona Prot.n. 6369 Ufficio Servizi Sociali FONDO DI SOLIDARIETA 2009/2010 Interventi a favore delle famiglie per fronteggiare l attuale crisi economica ed occupazionale

Dettagli