SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA CENTRI ESTIVI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA CENTRI ESTIVI"

Transcript

1 SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA E CENTRI ESTIVI - PROCEDURA RECUPERO CREDITI - Approvata dal C.d.A con deliberazione n 54 del 30/12/2014 e in vigore dal 05/01/2015

2 INDICE Premessa 1. Il recupero dei crediti anno scolastico o solare in corso 2. Il recupero dei crediti pregressi 3.Informazione agli utenti e decorrenza della validità

3 Premessa L iscrizione al Servizio di Ristorazione Scolastica e/o dei Centri Estivi comporta l obbligo di corrispondere, in via anticipata, il corrispettivo per accedere alla mensa e consumare il pasto, commisurato alla tariffa, piena o agevolata, assegnata all atto dell iscrizione. L accesso alla mensa e il consumo del pasto è possibile anche per i non iscritti ai servizi anzidetti. In entrambi i casi potrebbe essersi verificato il mancato versamento del corrispettivo dovuto che, a sua volta, determina o ha determinato nel tempo, l insorgere di un credito per l AFM. Il presente documento definisce conseguentemente la procedura di recupero dei crediti relativi al Servizio di Ristorazione scolastica e dei Centri Estivi gestiti dall AFM, distinguendo tra crediti insorti durante l anno scolastico in corso e/o durante il periodo di apertura dei Centri Estivi, e crediti relativi ad anni pregressi. Per i due tipi di credito si prevedono due diverse modalità di estinzione, come meglio specificato in appresso. 1. Il recupero dei crediti insorti durante l anno scolastico e/o l apertura dei Centri Estivi 1.1 Qualora l iscritto al Servizio di Ristorazione Scolastica e/o dei Centri estivi abbia esaurito il suo credito o non abbia effettuato alcun versamento e abbia consumato almeno un pasto alla mensa scolastica, l AFM invierà alla famiglia interessata, l invito (Testo allegato 1) ad effettuare il versamento entro un termine di 10 giorni. Effettuato il versamento, si ricostituirà un credito a favore dell utente, diminuito contestualmente dell importo corrispondente ai pasti nel frattempo già consumati. Il mancato versamento entro il termine di 10 giorni assegnato, potrà dare luogo all avvio della procedura di recupero forzoso (in ordine successivo: diffida ad adempiere/messa in mora, atto di citazione e, in difetto di pagamento, atto di precetto e pignoramento mobiliare e/o presso terzi) delle somme dovute all AFM, relative all anno scolastico in corso. 1.2 Per i non iscritti al Servizio di Ristorazione Scolastica e/o dei Centri Estivi che accedono alla mensa e consumano il pasto, l A.F.M. invierà alla famiglia

4 interessata la lettera di invito (Testo allegato 2) a regolarizzare l iscrizione del proprio figlio/a o protetto/a, entro il termine di 10 giorni dalla data di ricevimento, e ad effettuare, entro lo stesso termine, il versamento anticipato della tariffa, piena o agevolata, assegnata al momento dell iscrizione, nella misura prevista dalle disposizioni aziendali in vigore, recuperando così automaticamente il corrispettivo già dovuto. Qualora l accesso non sia seguito dalla regolarizzazione dell iscrizione, il corrispettivo dovuto sarà sempre pari alla tariffa piena, e l AFM potrà dare luogo all avvio della procedura di recupero forzoso (in ordine successivo: diffida ad adempiere/messa in mora, atto di citazione e, in difetto di pagamento, atto di precetto e pignoramento mobiliare e/o presso terzi) delle somme dovute all AFM, relative all anno scolastico in corso. 1.3 Al termine dell anno scolastico in corso, qualora l AFM vantasse ancora un credito per pasti fruiti e non pagati dal genitore/tutore dell utente interessato, verrà inviato al debitore, un ulteriore lettera Raccomandata R.R. di diffida e messa in mora (Testo allegato 3 e 4) affinché l interessato provveda a saldare il proprio debito, entro e non oltre il 31 luglio (mensa scolastica) o il 30 settembre (mensa Centro Estivo) seguente. La lettera conterrà in allegato l estratto conto con l elenco delle date nelle quali è stato consumato il pasto non pagato. Qualora il debito non fosse saldato entro il termine anzidetto, l AFM, o una Società a tal fine incaricata, procederà al recupero giudiziale forzoso delle somme dovute, di cui al successivo punto 1.4 e, da quel momento, sarà da essa considerato come Credito pregresso 1.4 La procedura per il recupero giudiziale forzoso del credito, relativo all anno scolastico o al periodo di apertura del Centro Estivo dell anno in corso, svolta direttamente dall AFM o da altra Società specializzata a tal fine incaricata, sarà la seguente: Atto di citazione; Atto di precetto; Pignoramento mobiliare e/o presso terzi. 1.5 Il genitore/tutore del bambino/a o del ragazzo/a che usufruisce del servizio di mensa scolastica e/o del Centro Estivo può verificare in qualsiasi momento gli accessi effettuati dal proprio figlio/a, o protetto/a, e il saldo positivo o negativo dei corrispettivi dovuti, accedendo al sito web dell AFM selezionare poi Servizio Mensa - opzione servizio web gratuito ; seguire poi le istruzioni per registrarsi e poter così visionare i dati sopra indicati per scaricarli e/o stamparli.

5 2.Il recupero dei crediti pregressi 2.1 In prima applicazione della presente Procedura, il credito pregresso ancora da recuperare è quello che risulta in capo a ciascun utente inadempiente alla data di approvazione della presente Procedura, riferito agli anni scolastici precedenti al e ai periodi di apertura dei Centri Estivi precedenti all anno 2015, ripartito per singolo servizio e per i diversi anni in cui il credito si è formato. Successivamente, al termine di ogni anno scolastico e/o al periodo di apertura del Centro Estivo, i crediti non riscossi alla data del 31 luglio (Mensa scolastica) o del 30 settembre (Centro Estivo), entreranno a far parte dei crediti pregressi, identificati con l anno scolastico o periodo di Centro estivo di riferimento, determinandosi così le condizioni per l avvio della procedura di recupero giudiziale forzoso ai sensi del precedente punto 1.4 (qualora già non fosse stata avviata). I punti che seguono si applicano pertanto ai crediti pregressi relativi agli anni scolastici precedenti al e ai periodi di Centro Estivo antecedenti al Il recupero del credito di cui al 1 capoverso del precedente punto 2.1 avviene distinguendo in primo luogo tra: a) i crediti per i quali è già in corso la procedura di recupero giudiziale forzoso; b) i crediti per i quali la procedura di recupero forzoso deve ancora essere avviata. 2.3 Nei casi di cui al precedente punto 2.2 a), l AFM o Società a tal fine incaricata, porterà a compimento la procedura già avviata. 2.4 Nei casi di cui al precedente punto 2.2 b), il recupero del credito è gestito direttamente dall AFM e, per gli atti di recupero giudiziario, eventualmente mediante Società a tal fine incaricata. Il recupero avviene con la procedura di cui ai successivi punti 2.5 e La procedura inizia con l invio a tutti gli interessati, di una lettera Raccomandata R.R. con allegato l estratto conto del debito che essi hanno contratto con l AFM per pasti consumati e non pagati. La lettera (Testo allegato 5 e 6), che costituisce a tutti gli effetti diffida ad adempiere, conterrà l invito ad effettuare, entro il termine di 15 giorni dalla data di ricevimento, una delle tre seguenti azioni: a) Saldare il debito entro il termine sopra indicato. A tal fine il pagamento sarà effettuato mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli, Banca Popolare di Sondrio, codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice

6 identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la seguente motivazione Saldo debito pregresso ; b) Concordare con l AFM un pagamento rateale (Testo allegato 7 e 8); c) Presentare all AFM, entro 10 giorni dalla data di ricevimento, idonea documentazione che comprovi l impossibilità economica a saldare il debito. Detta documentazione potrà essere rappresentata, a titolo esemplificativo, da: Attestato ISEE; lettera di licenziamento; accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell orario di lavoro; cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale; mancato rinnovo di contratti a termine o di lavori atipici; cessazione di attività libero-professionali derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente; malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali. 2.6 Qualora entro il termine di 15 giorni di cui al punto precedente 2.5, non si sia ottemperato ad alcuna delle tre azioni delineate, la procedura proseguirà con il recupero giudiziario forzoso del credito, ai sensi delle vigenti disposizioni di Legge (atto di citazione e, in difetto di pagamento, atto di precetto e successiva richiesta di pignoramento mobiliare e/o presso terzi). 2.7 L interessato che abbia concordato con l AFM il pagamento del suo debito con modalità rateale, riceverà al proprio domicilio una lettera Raccomandata R.R. (Testo allegato 9) con allegato l elenco delle rate da pagare, alle scadenze stabilite, mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli, Banca Popolare di Sondrio codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Pagamento debito pregresso rata n. Il mancato pagamento di una rata comporta l invio da parte dell AFM, di un avviso all interessato, mediante sms (testo: La rata n. del.. non è stata pagata. La invitiamo ad effettuare il pagamento entro 10 giorni. Grazie), affinché provveda entro 10 giorni dal ricevimento. Decorso inutilmente detto termine senza che sia stata pagata la rata, l accordo sulla rateizzazione del debito verrà automaticamente a decadere e si determineranno cosi le condizioni per il recupero giudiziale forzoso del complessivo residuo debito da parte dell AFM, o di una Società a tal fine incaricata.

7 2.8 Qualora la procedura di recupero del credito si concludesse negativamente, ossia con il mancato incasso parziale o totale delle somme registrate a credito, l AFM provvederà ad eliminare il credito inesigibile dalla propria contabilità, utilizzando il Fondo Svalutazione Crediti iscritto nello Stato Patrimoniale e/o richiedendo al Comune di Vercelli l integrazione finanziaria necessaria a salvaguardare l equilibrio del bilancio. 2.9 I genitori del bambino/a o del ragazzo/a che risultassero titolari di un debito pregresso nel confronti dell AFM per pasti consumanti alla mensa scolastica e non pagati, possono verificare in qualsiasi momento l ammontare del debito e gli accessi effettuati dal proprio figlio/a, seguendo il seguente percorso: entrare nel sito web dell AFM selezionare Servizio Mensa ; opzione servizio web gratuito ; seguire poi le istruzioni per visionare i dati o per scaricarli e/o stamparli. 3.Informazione agli utenti e decorrenza della validità 3.1 La presente Procedura verrà portata a conoscenza dell utenza mediante: Pubblicazione del documento sul sito internet dell AFM; Distribuzione del documento a tutti le famiglie degli iscritti alle scuole materne, primarie e secondarie di 1 grado, per il tramite dei rispettivi Istituti scolastici; Invio di SMS (testo: Avviso: E entrata in vigore la nuova procedura di recupero crediti, visionabile e scaricabile dal sito web dell AFM che si applicherà agli utenti titolari di un debito relativo agli anni scolastici pregressi e ai Centri estivi 2014 e precedenti. Analogamente l AFM procederà in caso di successive modificazioni e variazioni apportate alla Procedura. 3.2 La Procedura si applicherà a far tempo dal 1 lunedì successivo alla data di approvazione e così pure dopo l approvazione di eventuali variazioni.

8 Allegato 1 Punto 1.1 Testo della 1 lettera raccomandata R.R. di sollecito Oggetto: Servizio Ristorazione Scolastica e/o Centro Estivo. Credito esaurito. Gentile sig./sig.ra.., Vercelli, La informiamo che nonostante l avviso inviato con sms al Suo cellulare, il Suo credito relativo ad uno a ad entrambi i Servizi in oggetto si è definitivamente esaurito, mentre suo figlio/a o protetto/a ha continuato a fruire della mensa consumando il pasto, come potrà verificare accedendo al sito web dell AFM selezionare poi Servizio Mensa ; opzione servizio web gratuito ; successivamente, seguire le istruzioni per registrarsi e poter così visionare i dati o scaricarli e/o stamparli. Qualora non avesse nel frattempo già provveduto, La invitiamo ad effettuare sollecitamente, entro e non oltre giorni 10 dal ricevimento della presente, un nuovo versamento, al fine di evitare ulteriori aggravi di spese. Decorso inutilmente il predetto termine di 10 giorni, La informiamo che l AFM potrà provvedere, direttamente, e/o per il tramite di Società specializzata a tal fine incaricata, al recupero forzoso delle somme da Lei dovute, con i maggiori oneri a Suo esclusivo carico. Confidiamo pertanto in un Suo positivo riscontro.

9 Allegato 2 Punto 1.2 Testo della lettera Raccomandata R.R. di invito a regolarizzare l iscrizione al Servizio di Ristorazione Scolastica e/o dei Centri Estivi Oggetto: Servizio Ristorazione Scolastica e/o Centro Estivo. Invito a regolarizzare l iscrizione con il contestuale versamento della tariffa. Gentile Sig./Sig.ra.., Vercelli, La informiamo che Suo figlio/a o protetto/a, pur non essendo iscritto ad uno a ad entrambi i servizio in oggetto, ha fruito della mensa consumando il pasto, come potrà Lei stesso/a verificare accedendo al sito web dell AFM selezionare poi Servizio Mensa - opzione servizio web gratuito ; successivamente, seguire le istruzioni per registrarsi e poter così visionare i dati o scaricarli e/o stamparli. La invitiamo pertanto a regolarizzare l iscrizione in oggetto entro il termine di 10 giorni dalla data di ricevimento della presente lettera e, contestualmente, ad effettuare, entro lo stesso termine, il versamento anticipato della tariffa, piena o agevolata assegnata al momento dell iscrizione, nella misura prevista dalle disposizioni aziendali in vigore, ossia per l equivalente di n 20 pasti. La modalità con la quale effettuare il versamento sarà comunicata all atto della regolarizzazione dell iscrizione. Ovviamente, da detto importo verranno subito detratte le somme dovute all AFM per i pasti sino a quel momento già consumanti e non pagati. Il residuo credito a Sua disposizione, potrà essere utilizzato per il consumo di altri pasti fino al suo esaurimento. Successivamente occorrerà effettuare un nuovo versamento, qualora si continuasse ad usufruire della mensa. Per la regolarizzazione dell iscrizione potrà rivolgersi direttamente al personale dell AFM (Corso Libertà n 72,2 piano) addetto al servizio di ristorazione scolastica dal Lunedì al Giovedì dalle ore 14,00 alle ore 16,00; il Venerdì dalle ore 9,00 alle ore12,00. Decorso inutilmente il predetto termine di 10 giorni, La informiamo che l AFM potrà provvedere, direttamente o per il tramite di Società specializzata a tal fine incaricata, al recupero giudiziale delle somme da Lei dovute, con i maggiori oneri a Suo esclusivo carico. Confidiamo pertanto in un Suo positivo riscontro.

10 Allegato 3 Punto 1.3. Testo della 2 Raccomandata RR di sollecito e diffida al debitore a conclusione dell anno scolastico. Oggetto: Servizio Ristorazione Scolastica. Estratto conto delle somme dovute. 2 e ultimo sollecito. Diffida ad adempiere. Gentile Sig./Sig.ra.., Vercelli, A conclusione dell anno scolastico, è emerso dalle nostre risultanze contabili che la S.V. risulta debitore/debitrice nei confronti dell AFM della somma di per pasti fruiti da Suo/a figlio/a o protetto/a alla mensa scolastica, come risulta dall estratto conto allegato che riporta le date nelle quali è stato consumato il pasto. La invitiamo a controllare che l importo sia corretto e a segnalarci tempestivamente eventuali anomalie riscontrate nell estratto conto, nel qual caso provvederemo ad apportare le opportune rettifiche. Se l importo dovuto fosse invece corretto, La invitiamo ad effettuare il saldo, entro ma non oltre il termine ultimo del 31 luglio c.a., il versamento della somma di.., pari all importo dei pasti consumati alla mensa scolastica e non pagati, maggiorato di. per le spese relative alla raccomandata inviatale in data. e per quelle della presente. La modalità di versamento delle somme dovute per chi è in possesso del codice PAN è quella consueta, ossia presso le Farmacie Comunali con pagamento in contanti/bancomat o carta di credito. Per chi non fosse in possesso del codice PAN, ossia i non iscritti al servizio di ristorazione scolastica, il versamento deve essere effettuato mediante bonifico bancario a favore dell AFM di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Pagamento a saldo debito anno scolastico in corso. Decorso inutilmente il predetto termine del 31 luglio, La informiamo che si determineranno le condizioni per il recupero giudiziale forzoso delle somme da Lei dovute, con i maggiori oneri a Suo esclusivo carico, da parte dell AFM o per il tramite di Società specializzata a tal fine incaricata. La presente vale quale diffida e messa in mora ad ogni effetto di Legge. Confidiamo pertanto in un Suo positivo riscontro.

11 Allegato 4 Punto 1.3. Testo della 2 Raccomandata RR di sollecito e diffida al debitore a conclusione del Centro Estivo. Oggetto: Servizio Ristorazione Centri Estivi. Estratto conto delle somme dovute. 2 e ultimo sollecito. Diffida ad adempiere. Gentile Sig./Sig.ra.., Vercelli, a conclusione del Centro Estivo relativo all anno in corso, è emerso dalle nostre risultanze contabili che la S.V. risulta debitore/debitrice nei confronti dell AFM della somma di per pasti fruiti da Suo/a figlio/a o protetto/a alla mensa, come da estratto conto allegato che riporta anche le date nelle quali è stato consumato il pasto alla mensa. La invitiamo a controllare che l importo sia corretto e a segnalarci tempestivamente eventuali anomalie riscontrate nell estratto conto, nel qual caso provvederemo ad apportare le opportune rettifiche. Se l importo dovuto fosse invece corretto, La invitiamo ad effettuare il saldo, entro ma non oltre il termine ultimo del 31 luglio c.a., il versamento della somma di.., pari all importo dei pasti consumati alla mensa scolastica e non pagati, maggiorato di. per le spese relative alla raccomandata inviatale in data. e per quelle della presente. La modalità di versamento delle somme dovute per chi è in possesso del codice PAN è quella consueta, ossia presso le Farmacie Comunali con pagamento in contanti/bancomat o carta di credito. Per chi non fosse in possesso del codice PAN, ossia i non iscritti al servizio di ristorazione Centri Estivi, il versamento deve essere effettuato mediante bonifico bancario a favore dell AFM di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Pagamento a saldo debito anno scolastico in corso. Decorso inutilmente il predetto termine del 31 luglio, La informiamo che si determineranno le condizioni per il recupero giudiziale forzoso delle somme da Lei dovute, con i maggiori oneri a Suo esclusivo carico, da parte dell AFM o per il tramite di Società specializzata a tal fine incaricata. La presente vale quale diffida e messa in mora ad ogni effetto di Legge. Confidiamo pertanto in un Suo positivo riscontro

12 Allegato 5 Punto 2.5 Ristorazione Scolastica. Testo della Raccomandata RR di invito a saldare il debito pregresso. Diffida ad adempiere. Oggetto: Servizio Ristorazione Scolastica. Estratto conto delle somme dovute relative ad anni scolastici antecedenti a quello in corso.. Diffida ad adempiere. Gentile Sig./Sig.ra.., Vercelli, è emerso dalle nostre risultanze contabili che la S.V. risulta debitore/debitrice nei confronti dell AFM della somma di per pasti fruiti da Suo/a figlio/a o protetto/a alla mensa scolastica negli anni scolastici antecedenti a quello in corso, come da estratto conto allegato che riporta anche le date nelle quali è stato consumato il pasto alla mensa. La invitiamo a controllare che l importo sia corretto e a segnalarci tempestivamente eventuali anomalie riscontrate nell estratto conto, nel qual caso provvederemo ad apportare le opportune rettifiche. Se l importo dovuto fosse invece corretto, La invitiamo ad effettuare il saldo entro ma non oltre gg. 15 dal ricevimento della presente con una delle seguenti tre modalità: a) mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Saldo debito pregresso. b) Presentandosi alla AFM in orario d ufficio (dal Lunedì al Giovedì dalle ore 14,00 alle ore 16,00; il Venerdì dalle ore 9,00 alle ore12,00) per concordare un pagamento rateale; c) Presentando alla AFM idonea documentazione comprovante l impossibilità economica a saldare il debito. Detta documentazione potrà essere, a titolo esemplificativo, costituita da: Attestato ISEE; lettera di licenziamento; accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell orario di lavoro; cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale; mancato rinnovo di contratti a termine o di lavori atipici; cessazione di attività liberoprofessionali derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente; malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali. Decorso inutilmente il predetto termine di 15 giorni, La informiamo che si determineranno le condizioni per il recupero giudiziale forzoso delle somme da Lei dovute, con i maggiori oneri a Suo esclusivo carico, da parte dell AFM o per il tramite di una Società specializzata a tal fine incaricata. La presente lettera vale quale diffida e messa in mora ad ogni effetto di Legge. Confidiamo in un Suo positivo riscontro.

13 Allegato 6 Punto 2.5 Ristorazione Centro Estivo. Testo della Raccomandata RR di invito a saldare il debito pregresso. Diffida ad adempiere. Oggetto: Servizio Ristorazione Centro Estivo. Estratto conto delle somme dovute relative agli anni antecedenti a quello in corso. Diffida ad adempiere. Gentile Sig./Sig.ra.., Vercelli, è emerso dalle nostre risultanze contabili che la S.V. risulta debitore/debitrice nei confronti dell AFM della somma di per pasti fruiti da Suo/a figlio/a o protetto/a alla mensa del Centro estivo, negli anni antecedenti a quello in corso, come da estratto conto allegato che riporta anche le date nelle quali è stato consumato il pasto alla mensa. La invitiamo a controllare che l importo sia corretto e a segnalarci tempestivamente eventuali anomalie riscontrate nell estratto conto, nel qual caso provvederemo ad apportare le opportune rettifiche. Se l importo dovuto fosse invece corretto, La invitiamo ad effettuare il saldo entro ma non oltre gg. 15 dal ricevimento della presente con una delle seguenti tre modalità: a) mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Saldo debito pregresso. b) Presentandosi alla AFM in orario d ufficio (dal Lunedì al Giovedì dalle ore 14,00 alle ore 16,00; il Venerdì dalle ore 9,00 alle ore12,00) per concordare un pagamento rateale; c) Presentando alla AFM idonea documentazione comprovante l impossibilità economica a saldare il debito. Detta documentazione potrà essere, a titolo esemplificativo, costituita da: Attestato ISEE; lettera di licenziamento; accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell orario di lavoro; cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale; mancato rinnovo di contratti a termine o di lavori atipici; cessazione di attività liberoprofessionali derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente; malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali. Decorso inutilmente il predetto termine di 15 giorni, La informiamo che si determineranno le condizioni per il recupero giudiziale forzoso delle somme da Lei dovute, con i maggiori oneri a Suo esclusivo carico, da parte dell AFM o per il tramite di una Società specializzata a tal fine incaricata. La presente lettera vale quale ulteriore diffida e messa in mora ad ogni effetto di Legge.

14 Allegato 7 Punto 2.5 b) Ristorazione Scolastica. Testo dell accordo sulla rateizzazione del debito pregresso Oggetto: Servizio Ristorazione Scolastica. Accordo sulla rateizzazione del debito pregresso per pasti consumati e non pagati. Vercelli, Il Sig/a.nato/a a residente in..genitore/tutore di.. non potendo estinguere in unica soluzione il proprio debito di...nei confronti della A.F.M. di Vercelli per la causale di cui all oggetto, espressamente richiede di poter effettuare un pagamento rateale del dovuto in n.rate mensili, di.cadauna, da versarsi entro il 1 giorno di ogni mese, e così sino al saldo. L AFM di Vercelli conseguentemente invierà al Sig/ra.. una lettera Raccomandata R.R. con allegato l elenco delle rate da pagare alle scadenze concordate, mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Pagamento debito pregresso rata n ; L AFM informa altresì che: a) in caso di mancato pagamento della rata in scadenza, il Sig/a.riceverà un avviso mediante sms affinché provveda entro 10 giorni dal ricevimento del messaggio. b) Decorso inutilmente detto termine senza che sia stata pagata la rata, l accordo sulla rateizzazione del debito verrà automaticamente a decadere e si determineranno così le condizioni per il recupero giudiziale forzoso (atto di citazione e, in difetto di pagamento, atto di precetto e successiva richiesta di pignoramento mobiliare e/o presso terzi) del complessivo residuo debito oltre le spese. Il presente accordo vale altresì quale diffida ad adempiere e messa in mora ad ogni effetto di Legge. Il Sig/a dichiara di accettare espressamente e di aver ben compreso il significato delle clausole di cui ai precedenti punti a) e b), consapevole delle conseguenze che ne deriverebbero dalla loro mancata osservanza. Il Signor/ra

15 Allegato 8 Punto 2.5 b) Ristorazione Centro Estivo. Testo dell accordo sulla rateizzazione del debito pregresso Oggetto: Servizio Ristorazione Centro Estivo. Accordo sulla rateizzazione del debito pregresso per pasti consumati e non pagati. Vercelli, Il Sig/a.nato/a a residente in..genitore/tutore di.. non potendo estinguere in unica soluzione il proprio debito di...nei confronti della A.F.M. di Vercelli per la causale di cui all oggetto, espressamente richiede di poter effettuare un pagamento rateale del dovuto in n.rate mensili, di.cadauna, da versarsi entro il 1 giorno di ogni mese, e così sino al saldo. L AFM di Vercelli conseguentemente invierà al Sig/ra..una lettera Raccomandata R.R. con allegato l elenco delle rate da pagare alle scadenze concordate, mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Pagamento debito pregresso rata n ; L AFM informa altresì che: a) in caso di mancato pagamento della rata in scadenza, il Sig/a.riceverà un avviso mediante sms affinché provveda entro 10 giorni dal ricevimento del messaggio. b) Decorso inutilmente detto termine senza che sia stata pagata la rata, l accordo sulla rateizzazione del debito verrà automaticamente a decadere e si determineranno così le condizioni per il recupero giudiziale forzoso (atto di citazione e, in difetto di pagamento, atto di precetto e successiva richiesta di pignoramento mobiliare e/o presso terzi) del complessivo residuo debito oltre le spese. Il presente accordo vale altresì quale diffida ad adempiere e messa in mora ad ogni effetto di Legge. Il Sig/a dichiara di accettare espressamente e di aver ben compreso il significato delle clausole di cui ai precedenti punti a) e b), consapevole delle conseguenze che ne deriverebbero dalla loro mancata osservanza. Il Signor/ra...

16 Allegato 9 Punto 2.7 Testo della lettera raccomandata successiva all accordo sulla rateizzazione del debito pregresso Oggetto: Servizio Ristorazione Scolastica e/o Centro Estivo Accordo sulla rateizzazione del debito pregresso Gentile Sig./Sig.ra.., Vercelli, Con accordo sottoscritto in data..la S.V. ha richiesto di estinguere il proprio debito di nei confronti della A.F.M. di Vercelli in n.rate mensili di.cadauna, da versarsi entro il 1 giorno di ogni mese, e così sino al saldo. Pertanto, in ossequio a quanto sopra, qui accluso Le inviamo l elenco delle rate da pagare alle scadenze stabilite, mediante bonifico bancario a favore dell A.F.M. di Vercelli - Banca Popolare di Sondrio - codice IBAN IT67V X59, indicando nella causale il codice identificativo PAN, se disponibile, il Nome e Cognome del bambino/a o ragazzo/a utilizzatore della mensa, e la motivazione Pagamento debito pregresso rata n. Con l occasione, Le ricordiamo nuovamente che: a) in caso di mancato pagamento della rata in scadenza, riceverà da parte dell AFM un avviso mediante sms affinché provveda entro 10 giorni dal ricevimento del messaggio; b) Decorso inutilmente detto termine senza che sia stata pagata la rata, l accordo sulla rateizzazione del debito verrà automaticamente a decadere e si determineranno così le condizioni per il recupero giudiziario forzoso (atto di citazione e, in difetto di pagamento, atto di precetto e successiva richiesta di pignoramento mobiliare e/o presso terzi) del complessivo residuo debito, oltre le spese.

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

(1) Livello Inquadramento

(1) Livello Inquadramento di Mutualità ed Assistenza MACERATA Via Gramsci, 38 Tel. 0733 230243 Fax. 0733 232145 E mail: info@cassaedilemacerata.it www. cassaedilemacerata.it DATI ANAGRAFICI DEL LAVORATORE ( per i nuovi assunti

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO Allegato n. 2 alla delibera n. 11 del 12.12.05 SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO..., con sede in.., Codice

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Domanda di concessione dell assegno integrativo

Domanda di concessione dell assegno integrativo mod. Ass. integrativo COD. SR91 Domanda di concessione dell assegno integrativo (Art. 9, comma 5, della legge n. 223/1991) La presente domanda deve essere presentata per la concessione dell assegno integrativo.

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355 Pagamenti Per iscriversi a uno dei corsi di lingua italiana della Scuola Romit è necessario il pagamento della tassa di iscrizione di 50 euro più l importo equivalente al 20% del totale costo del corso,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

ASS.CO.FI. ASSOCIAZIONE SINDACALE DEI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE PERDITE SU CREDITI: LE NUOVE DEDUCIBILITA

ASS.CO.FI. ASSOCIAZIONE SINDACALE DEI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE PERDITE SU CREDITI: LE NUOVE DEDUCIBILITA PERDITE SU CREDITI: LE NUOVE DEDUCIBILITA 1. PREMESSA L art. 33, comma 5, del D.L. 22.6.2012, n. 83, così come modificato dalla legge di conversione 7.8.2012 n. 134, ha sostituito il comma 5 dell articolo

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

PIÙ VALORE PRIVATE EDITION

PIÙ VALORE PRIVATE EDITION Linea Investimento Garantito PIÙ VALORE PRIVATE EDITION Assicurazione in caso di morte a vita intera a premio unico Il presente Fascicolo Informativo contenente: Scheda Sintetica, Nota Informativa, Condizioni

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE di PAGAMENTO Ufficio Prodotti Editoriali

l agenzia in f orma GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE di PAGAMENTO Ufficio Prodotti Editoriali 1 l agenzia in f orma 2006 GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE di PAGAMENTO Ufficio Prodotti Editoriali 1 l agenzia in f orma 2006 GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Norme attuative del Regolamento per la Formazione Continua della professione di Consulente del Lavoro. Premessa 1. Le presenti norme attuative

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

Art. 1) Finalità. Art. 2) Riparto del Fondo

Art. 1) Finalità. Art. 2) Riparto del Fondo Regolamento per l erogazione dei contributi socio-economici di cui al Fondo di Solidarietà costituito dal Comune di Fabriano con la partecipazione di alcuni privati. Approvato con D.C.C. n. 160 del 10/.09.2009

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

COMUNE DI MASSA DI SOMMA Provincia di Napoli www.comunedimassadisomma.na.gov.it PEC: protocollo.massadisomma@cstnapoli.legalmail.

COMUNE DI MASSA DI SOMMA Provincia di Napoli www.comunedimassadisomma.na.gov.it PEC: protocollo.massadisomma@cstnapoli.legalmail. COMUNE DI MASSA DI SOMMA Provincia di Napoli www.comunedimassadisomma.na.gov.it PEC: protocollo.massadisomma@cstnapoli.legalmail.it bollo di 16,00 da apporre solo se si richiedono copie conformi Al Responsabile

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. La cancellazione della società senza apertura

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE Giugno 2014 I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE a cura di G. Marcante Da 24 a 48 mesi di attesa! come è possibile? Premessa L art. 1, commi 484 e 485 della

Dettagli

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA 24 ottobre 2013 WEB CONFERENCE LEZIONE LIVE IN VIDEOCONFERENZA PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per l aggiornamento professionale

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI Art. 1. Norme generali 1.1 Come stabilito dal D.Lgs 252/2005, l Associato può richiedere un anticipazione sulla posizione individuale maturata: a)

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

CONTRIBUTI FIGURATIVI

CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI COSA SONO: I contributi determinano il diritto e l'importo della pensione. SI SUDDIVIDONO IN: - mensili - settimanali - giornalieri Un anno, composto di 12 mesi, comporterà 12 contributi mensili

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015 RESIDENZA AL MARE Alassio Stagione 2014-2015 Periodi e tariffe giornaliere di soggiorno: PERIODO DAL AL SOCI AGOAL AGGREGATI NOTE Festività fine Anno 28/12/2014 02/01/2015 72,00 77,00 Periodo non frazionabile

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs 3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l'età ordinaria

Dettagli

IL RETTORE. il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; VISTO

IL RETTORE. il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; VISTO Università della Calabria - Amministrazione Centrale D.R. n.1072 del 10/07/2015 IL RETTORE il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; il decreto del 6 febbraio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI SCUOLA SECONDARIA STATALE DI PRIMO GRADO IGNAZIO VIAN Via Stampini 25-10148 TORINO - Tel 011/2266565 Fax 011/2261406 Succursale: via Destefanis 20 10148 TORINO Tel/Fax 011-2260982 E-mail: TOMM073006@istruzione.it

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA ALLEGATO E) CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA Regione Toscana DG Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Politiche di Welfare regionale, per la famiglia e cultura della legalità, C.F.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Aggiornato al 05 novembre 2012 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l

Dettagli