CODICE DEONTOLOGICO PER IL SETTORE DELLA TUTELA DEL CREDITO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CODICE DEONTOLOGICO PER IL SETTORE DELLA TUTELA DEL CREDITO"

Transcript

1 CODICE DEONTOLOGICO PER IL SETTORE DELLA TUTELA DEL CREDITO INDICE SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 1.0 RIFERIMENTI 2.0 PRESCRIZIONI DI CARATTERE GENERALE 3.0 COMUNICAZIONI CARTACEE E DIGITALI AL DEBITORE 4.0 AVVISI AL DOMICILIO 5.0 MODALITA DI PAGAMENTO 6.0 SPESE ACCESSORIE, INTERESSI LEGALI E ONERI DI RECUPERO 7.0 SOLLECITO AL PAGAMENTO E MODALITA DI RECUPERO EFFETTUATO CON IL MEZZO DEL TELEFONO O CON ALTRA MODALITA DIGITALE 1

2 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Il presente codice è valido ed applicabile per: - le Aziende che hanno ottenuto e/o richiesto la certificazione liberatoria che operano nel settore della tutela del credito; - gli Agenti Tutela del Credito EBITEC; Nel presente codice, il termine debitore identifica le persone con cui viene a contatto nel corso della sua attività, il personale addetto alla Tutela del Credito: quindi, ad esempio il soggetto titolare del debito - sia persona fisica che non - ma anche il garante ed i co-obbligati a diverso titolo giuridico. 1.0 RIFERIMENTI - Statuto EBITEC - Prescrizioni per l uso del marchio EBITEC (SMA 04) - Modelli di certificazione GLOBALE - Schemi di qualificazione EBITEC nel settore Tutela del Credito per l AGENTE TUTELA DEL CREDITO (SRA) 2.0 PRESCRIZIONI DI CARATTERE GENERALE 2.1 Tutte le persone qualificate EBITEC, o in iter di qualificazione, operanti nell ambito del settore della Tutela del Credito, e tutte le AZIENDE che hanno ottenuto la certificazione liberatoria EBITEC, o in iter di certificazione, ed anche gli addetti già in possesso della qualifica di agenti della Tutela del Credito si impegnano a: rendere noti ai propri Clienti i contenuti del presente codice deontologico, finalizzato ad assicurare nel settore della Tutela del Credito sempre maggiore trasparenza e correttezza nelle procedure operative utilizzate dalle aziende/agenzie del settore e dagli addetti, nei confronti sia dei creditori che degli obbligati; rispettare lo Statuto e tutte le procedure EBITEC applicabili, compresa quella del corretto utilizzo per l uso del Marchio EBITEC; non compiere azioni lesive- di qualsivoglia natura - nei confronti dell immagine e/o interesse del creditore/cliente e dei fruitori della certificazione liberatoria, anche potenziali, nonché nei confronti di EBITEC; fornire piena collaborazione a qualsiasi indagine/inchiesta formale su presunte infrazioni del presente Codice, avviata dagli Organismi di EBITEC, anche al fine di promuovere la risoluzione anche in sede stragiudiziale - di eventuali reclami; soddisfare tutti gli impegni presi con l incarico ricevuto dal mandante, in un ottica di favorire la sempre maggiore trasparenza del settore e di assicurare un sempre maggiore rispetto delle tutele degli obbligati; tenere una registrazione di tutti i reclami ricevuti per l attività svolta nell ambito della validità della Certificazione liberatoria EBITEC; 2

3 2.1.7 impegnansi, assieme alla mandante, a promuovere un modello di attività di sollecito delle obbligazioni virtuoso, anche attraverso la raccolta delle casistiche di reclamo relativi alle prestazioni fornite, da inoltrare ad EBITEC al fine di un corretto monitoraggio del settore che consenta: l individuazione di azioni congiunte fra le Parti sociali per prevenire e risolvere criticità di settore, nonché per favorire la risoluzione extragiudiziale di eventuali controversie; non effettuare attività promozionali (pubblicità, materiale informativo, ed altro) che possano indurre i Clienti ad una non corretta interpretazione del significato delle certificazioni o delle qualificazioni EBITEC ed, inoltre, indurre aspettative, nel cliente, non rispondenti con le reali situazioni in atto non effettuare attività concorrenziale nei confronti di EBITEC. 2.2 le Aziende del comparto servizi per la tutela dei crediti si impegnano al rispetto del provvedimento del Garante per la tutela dei dati personali del 6 febbraio del 2006 e successive modifiche o integrazioni, nonché del Codice Deontologico di EBITEC oggetto di implementazione continua. 3.0 COMUNICAZIONI CARTACEE E DIGITALI AL DEBITORE 3.1 Le comunicazioni non devono essere tali da richiamare erroneamente i solleciti di pagamento di enti pubblici o di atti giudiziari. In particolare, non possono: essere di colori verde o rosa; avere logo che contengano bilance, allori, dee bendate, ingranaggi e figure femminili che richiamino i simboli della Repubblica Italiana; contenere definizioni del servizio che si effettua quali: divisione recupero crediti coatto, ovvero forzoso e similari; contenere, in coda o in testa, stampe o timbri rotondi contenenti qualsiasi scritta (anche il semplice nome della società) richiamanti direttamente timbrature di atti legali; contenere qualsiasi altro genere di riferimento che possa richiamare o rendere la comunicazioni confondibile con un atto giudiziario; 4.0 AVVISI AL DOMICILIO 4.1 Devono essere chiusi e spillati onde rispettare la privacy del debitore oppure essere tali da non recare riferimenti all attività di recupero, e devono essere lasciati sempre in casetta postale (o, in assenza di essa, sotto la porta di casa) e non apposti in pubblica vista. 4.2 Le ammonizioni circa il mancato pagamento devono essere solo economiche e giuridiche. 4.3 Le aziende del comparto servizi per la tutela dei crediti si impegnano a richiedere alla mandante, qualora richiesto dal debitore, copia degli estratti conto, contratti e/o di ogni altro documento probatorio del credito di cui chiedono il pagamento, se non è in loro possesso. 4.4 Le Comunicazioni, inoltre, devono specificare la disponibilità a mostrare il mandato per cui l agenzia agisce. 5.0 MODALITA DI PAGAMENTO 3

4 5.1 Il pagamento deve essere effettuato direttamente a favore o in nome del cliente mandante. Salvo, ovviamente, diversa disposizione della mandante stessa. 6.0 SPESE ACCESSORIE, INTERESSI LEGALI E ONERI DI RECUPERO 6.1 Le aziende del comparto della tutela del credito si impegnano, altresì, affinché gli oneri di recupero rispettino i principi di equità, proporzionalità e trasparenza. In ogni caso gli stessi non potranno mai essere superiori alla linea capitale. In ordine ai costi delle attività di recupero EBITEC attraverso le Associazioni UNIREC ed ADICONSUM si impegna a stimolare un confronto sull argomento con tutti i soggetti a vario titolo coinvolti, al fine di individuare criteri condivisi tra le Parti Sociali volti a garantire un equa definizione e standardizzazione dei costi stessi, al fine di contribuire alla promozione dei principi di ordine e sicurezza pubblica In particolare, EBITEC intende promuovere a tutti i livelli delle Associazioni che lo compongono (UNIREC/ADICONSUM) la promozione di costi di recupero/tariffe nel rispetto dei limiti dettati dalla legge in particolare con finalità anti usura e volti ad evitare offerte di tariffe ribassate nell aggiudicazione di gare e/o appalti. Ciò al fine di non pregiudicare la qualità del servizio offerto anche in ordine all inadempimento rispetto al costo reale del lavoro e quindi delle esigenze di ordine e sicurezza pubblica. A tal fine EBITEC si adopererà per promuovere costante monitoraggio del settore e specifici studi, anche rispetto a tali aspetti. 7.0 SOLLECITO AL PAGAMENTO E MODALITA DI RECUPERO EFFETTUATO CON IL MEZZO DEL TELEFONO O CON ALTRA MODALITA DIGITALE 7.1 Le aziende del comparto tutela dei crediti si impegnano a contattare telefonicamente il debitore nelle modalità previste dal provvedimento del Garante della privacy del 6 febbraio 2006 e successive modifiche o integrazioni. Ed in particolare: Gli operatori non possono divulgare ingiustificatamente le informazioni circa il debito a terzi estranei al rapporto Qualora cercando il debitore si venga in contatto con i vicini di casa o il datore di lavoro ecc. è fatto divieto all operatore di divulgare ingiustificatamente le ragioni del rintraccio a questi ultimi Gli operatori telefonici preferibilmente, e salvo casi eccezionali, non contatteranno il debitore prima delle ore 8:00 di mattina e successivamente alle ore 21:30 ed i giorni festivi Gli operatori, resi edotti sul funzionamento dei SIC (sistemi informativi creditizi), dovranno informare il debitore correttamente in ordine all esistenza dei sistemi di informazione creditizia. EBITEC, inoltre, si impegna a garantire la massima diffusione relativa a: funzionamento, iscrizione e cancellazione delle informazioni creditizie all interno dei sistemi, nonché modalità di accesso dei sistemi stessi, prevedendo anche specifiche collaborazioni ed appositi protocolli informativi ed operativi con le società che gestiscono i Sistemi Informativi Creditizi - SIC Previa delega del debitore e procedura aziendale conforme al protocollo esitato da EBITEC, gli operatori potranno offrire allo stesso debitore, il servizio di informazione - mediante richiesta per suo nome ed in suo conto - del report relativo alla posizione creditizia all interno dei SIC. 4

5 7.1.6 Gli operatori si asterranno dal reiterare le richieste ed il sollecito di pagamento, in particolar modo da ogni attività che potrebbe configurare il reato di molestia o minacce, qualora il debitore manifesti un impossibilità oggettiva, permanente ed insuperabile al pagamento del debito contratto Il pagamento del debito sollecitato telefonicamente, dovrà avvenire esclusivamente nelle modalità previste dal mandato conferito dalla società creditrice. Gli operatori pertanto, dovranno sempre comunicare al debitore queste modalità per il pagamento del debito specificando, qualora il pagamento avvenga non direttamente a favore della società mandante, il nome del beneficiario a cui verrà intestato il pagamento astenendosi da ogni diversa modalità opera. Per le aziende: Nome Rappresentante Legale. Per le Persone: Nome e Cognome. LETTO E APPROVATO Data:. Firma:... 5

Le normative del settore. e gli accordi con i consumatori

Le normative del settore. e gli accordi con i consumatori Giornata formativa 5 ottobre 2009 - Firenze Le normative del settore 1 blocchetto e gli accordi con i consumatori Segretario Generale UNIREC Con il patrocinio di: Programma di lavoro La normativa diretta

Dettagli

GUIDA DEL CONSUMATORE (DEBITORE) AI SERVIZI DI RECUPERO CREDITI

GUIDA DEL CONSUMATORE (DEBITORE) AI SERVIZI DI RECUPERO CREDITI Informativa per il Consumatore su etica e buone prassi nella fase stragiudiziale Realizzata da UNIREC Informativa per il Consumatore su etica e buone prassi nella fase stragiudiziale INDICE 1. Il Consumatore:

Dettagli

GUIDA DEL CONSUMATORE AI SERVIZI DI TUTELA DEL CREDITO. Etica e buone prassi condivise per un Codice di condotta nel settore del recupero crediti.

GUIDA DEL CONSUMATORE AI SERVIZI DI TUTELA DEL CREDITO. Etica e buone prassi condivise per un Codice di condotta nel settore del recupero crediti. GUIDA DEL CONSUMATORE AI SERVIZI DI TUTELA DEL CREDITO Etica e buone prassi condivise per un Codice di condotta nel settore del recupero crediti. 1 INDICE 1. PREMESSA... 2. CHI È UNIREC... 3. IL SERVIZIO

Dettagli

MONITORAGGIO DELLA QUALITA DEI CANALI INDIRETTI DI COLLOCAMENTO DEI CREDITI TRAMITE MEDIATORI

MONITORAGGIO DELLA QUALITA DEI CANALI INDIRETTI DI COLLOCAMENTO DEI CREDITI TRAMITE MEDIATORI Allegato 1 MONITORAGGIO DELLA QUALITA DEI CANALI INDIRETTI DI COLLOCAMENTO DEI CREDITI TRAMITE MEDIATORI A) CODICE DEONTOLOGICO DEI MEDIATORI CREDITIZI INVESTITI DI INCARICHI DI MEDIAZIONE E CONSULENZA

Dettagli

MONITORAGGIO DELLA QUALITA DEI CANALI INDIRETTI DI COLLOCAMENTO DEI CREDITI TRAMITE MEDIATORI

MONITORAGGIO DELLA QUALITA DEI CANALI INDIRETTI DI COLLOCAMENTO DEI CREDITI TRAMITE MEDIATORI Allegato 1 MONITORAGGIO DELLA QUALITA DEI CANALI INDIRETTI DI COLLOCAMENTO DEI CREDITI TRAMITE MEDIATORI A) CODICE DEONTOLOGICO DEI MEDIATORI CREDITIZI INVESTITI DI INCARICHI DI MEDIAZIONE E CONSULENZA

Dettagli

FORUM UNIREC-CONSUMATORI: PERCHE NASCE

FORUM UNIREC-CONSUMATORI: PERCHE NASCE FORUM UNIREC-CONSUMATORI: PERCHE NASCE Condivisione Buone prassi e loro divulgazione Necessità di un dialogo costante e di strumenti di conciliazione Monitoraggio continuo della qualità dei servizi resi

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE, STAMPA, NOTIFICA E RISCOSSIONE IN OUTSOURCING DELLE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE INTESTATE A

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE, STAMPA, NOTIFICA E RISCOSSIONE IN OUTSOURCING DELLE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE INTESTATE A CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE, STAMPA, NOTIFICA E RISCOSSIONE IN OUTSOURCING DELLE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE INTESTATE A SOGGETTI RESIDENTI ALL ESTERO E RECUPERO CREDITI INTERNAZIONALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI CONSULENZA LEGALE, AMMINISTRATIVA, SOCIETARIA E FINANZIARIA PER IMPORTO INFERIORE A. 100.

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI CONSULENZA LEGALE, AMMINISTRATIVA, SOCIETARIA E FINANZIARIA PER IMPORTO INFERIORE A. 100. REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI CONSULENZA LEGALE, AMMINISTRATIVA, SOCIETARIA E FINANZIARIA PER IMPORTO INFERIORE A 100.000 Euro DATA APPROVAZIONE 22 SETTEMBRE 2015 1 Sommario Art. 1 - Procedura

Dettagli

MONITORAGGIO DELLA QUALITA DEI CANALI INDIRETTI DI COLLOCAMENTO DEI CREDITI TRAMITE MEDIATORI

MONITORAGGIO DELLA QUALITA DEI CANALI INDIRETTI DI COLLOCAMENTO DEI CREDITI TRAMITE MEDIATORI Allegato 2 MONITORAGGIO DELLA QUALITA DEI CANALI INDIRETTI DI COLLOCAMENTO DEI CREDITI TRAMITE MEDIATORI A) CODICE DEONTOLOGICO DEI MEDIATORI CREDITIZI CHE SVOLGONO L ATTIVITÀ DI CONSULENZA E COLLOCAMENTO

Dettagli

STATUTO E CODICE DEONTOLOGICO UNIREC

STATUTO E CODICE DEONTOLOGICO UNIREC STATUTO E CODICE DEONTOLOGICO UNIREC 1. UNIREC è l acronimo di: a) Unione Nazionale delle Imprese di Recupero Crediti; b) Unione Nazionale delle Imprese di gestione Recupero e informazione sul Credito;

Dettagli

Mandato di incarico per il recupero del credito in italia.

Mandato di incarico per il recupero del credito in italia. Mandato di incarico per il recupero del credito in italia. Il presente contratto e stipulato da e tra: l Azienda con sede legale in con Part. IVA Via/Piazza in persona di (di seguito committente ). E SITELCOM

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E LA TENUTA DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI QUALIFICATI

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E LA TENUTA DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI QUALIFICATI REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E LA TENUTA DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI QUALIFICATI Articolo 1 (Istituzione dell Elenco degli operatori economici qualificati) 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE DELLE ENTRATE PATRIMONIALI ENTI LOCALI VARI. L anno, il giorno del mese di, in. tra

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE DELLE ENTRATE PATRIMONIALI ENTI LOCALI VARI. L anno, il giorno del mese di, in. tra CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE DELLE ENTRATE PATRIMONIALI ENTI LOCALI VARI L anno, il giorno del mese di, in tra la Società ASP Rossi Sidoli. di seguito Ente con sede in Compiano, Via Duca degli Abruzzi,

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO TRIENNALE PER I SERVIZI INERENTI IL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI FIRENZE

CAPITOLATO D APPALTO TRIENNALE PER I SERVIZI INERENTI IL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI FIRENZE CAPITOLATO D APPALTO TRIENNALE PER I SERVIZI INERENTI IL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI FIRENZE ART. 1 OGGETTO L appalto ha ad oggetto i seguenti servizi e lavorazioni della corrispondenza:

Dettagli

INTRODUZIONE ALL ACCORDO DI ADESIONE AL PROGRAMMA EXPERT SOMFY

INTRODUZIONE ALL ACCORDO DI ADESIONE AL PROGRAMMA EXPERT SOMFY INTRODUZIONE ALL ACCORDO DI ADESIONE AL PROGRAMMA EXPERT SOMFY I. Somfy progetta, produce e distribuisce motori e automatismi per la casa ed il terziario ed investe da molti anni nel costruire un immagine

Dettagli

Città di Portici Provincia di Napoli Struttura Urbanistica, Edilizia Privata, Patrimonio

Città di Portici Provincia di Napoli Struttura Urbanistica, Edilizia Privata, Patrimonio Allegato A Città di Portici Provincia di Napoli Struttura Urbanistica, Edilizia Privata, Patrimonio AVVISO DI SELEZIONE DI PROFESSIONISTI, PER INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA ALL ESPLETAMENTO

Dettagli

PROTOCOLLO DI CONCILIAZIONE PARITETICA Promosso dal FORUM UNIREC-CONSUMATORI

PROTOCOLLO DI CONCILIAZIONE PARITETICA Promosso dal FORUM UNIREC-CONSUMATORI PROTOCOLLO DI CONCILIAZIONE PARITETICA Promosso dal FORUM UNIREC-CONSUMATORI PREMESSA Il FORUM UNIREC-CONSUMATORI condivide la necessità di garantire nel comparto del recupero del credito, un quadro normativo

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO AZIENDALE DI ARPAL BOZZA

CODICE DI COMPORTAMENTO AZIENDALE DI ARPAL BOZZA Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente Ligure CODICE DI COMPORTAMENTO AZIENDALE DI ARPAL BOZZA Approvato con Decreto del Direttore Generale n. del In vigore dal 1 Art. 1 Ambito di applicazione

Dettagli

DISCIPLINARE SISTEMA DI QUALIFICAZIONE

DISCIPLINARE SISTEMA DI QUALIFICAZIONE DISCIPLINARE SISTEMA DI QUALIFICAZIONE 1. ENTE AGGIUDICATORE: Nome: Azienda Napoletana Mobilità S.p.A. S Indirizzo : Via G.B. Marino, 1-80125 NAPOLI - Settore: Gare e Appalti Numeri di telefono: +39 0817632104

Dettagli

ESTRATTO DI CONVENZIONE

ESTRATTO DI CONVENZIONE ESTRATTO DI CONVENZIONE COPERTURA ASSICURATIVA PERDITE PECUNIARIE ABBINATA A PRESTITI PERSONALI RIMBORSABILI MEDIANTE CESSIONE / DELEGAZIONE DI PAGAMENTO DI QUOTE DI STIPENDIO Fra Net Insurance S.p.A.

Dettagli

CODICE ETICO- DEL REVISORE CONDOMINIALE. (approvato in data 30 GENNAIO 2015 dal Consiglio Direttivo )

CODICE ETICO- DEL REVISORE CONDOMINIALE. (approvato in data 30 GENNAIO 2015 dal Consiglio Direttivo ) CODICE ETICO- DEL REVISORE CONDOMINIALE (approvato in data 30 GENNAIO 2015 dal Consiglio Direttivo ) REVCOND ASSOCIAZIONE REVISORI CONDOMINIALI PREAMBOLO quale parte integrante del presente Codice Il revisore

Dettagli

PARCO OGLIO NORD ENTE DI DIRITTO PUBBLICO

PARCO OGLIO NORD ENTE DI DIRITTO PUBBLICO PARCO OGLIO NORD ENTE DI DIRITTO PUBBLICO BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01/11/2014 AL 31/10/2019 C.I.G. ZF81052F3D ENTE APPALTANTE PARCO

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI VI COMMISSIONE FINANZE

CAMERA DEI DEPUTATI VI COMMISSIONE FINANZE CAMERA DEI DEPUTATI VI COMMISSIONE FINANZE AUDIZIONE DEL 6 LUGLIO 2010 - ORE 12.30 ISTANZE UNIREC PER LA MODIFICA DELL ARTICOLO 128 UNDECIES 2 DELLO SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ATTUAZIONE DELLA

Dettagli

C.I.P. COMITATO ITALIANO PARALIMPICO

C.I.P. COMITATO ITALIANO PARALIMPICO C.I.P. COMITATO ITALIANO PARALIMPICO mod. APERTURA/RINNOVO CASP DOMANDA DI APERTURA/RINNOVO DI UN CENTRO DI AVVIAMENTO ALLO SPORT PARALIMPICO (Il presente modello ha validità solo se compilato in ogni

Dettagli

COMUNE DI FOSSO PROVINCIA DI VENEZIA

COMUNE DI FOSSO PROVINCIA DI VENEZIA COMUNE DI FOSSO PROVINCIA DI VENEZIA DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

PRESTITO PARTECIPATIVO

PRESTITO PARTECIPATIVO Pag. 1 / 6 Foglio Informativo 1.1.7 Prodotti della Banca A ltri Finanziamenti INFORMAZIONI SULLA BANCA PRESTITO PARTECIPATIVO Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena N verde

Dettagli

Maggio 2016. Recupero crediti e protezione dei dati personali: il nuovo vademecum dell Autorità Garante

Maggio 2016. Recupero crediti e protezione dei dati personali: il nuovo vademecum dell Autorità Garante Maggio 2016 Recupero crediti e protezione dei dati personali: il nuovo vademecum dell Autorità Garante Avv. Laura Liberati, senior associate, Macchi di Cellere Gangemi L Autorità Garante per la Protezione

Dettagli

Sezione II CHE COS E LA FIDEIUSSIONE

Sezione II CHE COS E LA FIDEIUSSIONE FOGLIO INFORMATIVO per la garanzia da ricevere denominata fideiussione Questo foglio è suddiviso nelle seguenti sezioni: Sezione I Sezione II Sezione III Sezione IV Sezione V Informazioni sull intermediario

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO AL RILASCIO DI GARANZIE

FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO AL RILASCIO DI GARANZIE FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO AL RILASCIO DI GARANZIE Versione del 01/01/2014 DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI (Provvedimento della Banca d Italia del 29.07.2009)

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 15/09/2015 AL 14/09/2020 C.I.G.

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 15/09/2015 AL 14/09/2020 C.I.G. Allegato A BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 15/09/2015 AL 14/09/2020 C.I.G.Z8114C23AF 1.ENTE APPALTANTE Agenzia del TPL di Brescia Via

Dettagli

GARA D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI CONSOLIDAMENTO STRUTTURALE E

GARA D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI CONSOLIDAMENTO STRUTTURALE E GARA D APPALTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI DI CONSOLIDAMENTO STRUTTURALE E MESSA A NORMA DELL EDIFICIO SCUOLA MEDIA PIERO CIRONI (GARA N. 411). Modello di autocertificazione / dichiarazione sostitutiva

Dettagli

Modello di certificazione esecuzione prestazioni ai sensi dell art. 42, comma 3 bis del D. Lgs. 163/2006

Modello di certificazione esecuzione prestazioni ai sensi dell art. 42, comma 3 bis del D. Lgs. 163/2006 DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE Modello di certificazione esecuzione prestazioni ai sensi dell art. 42, comma 3 bis del D. Lgs. 163/2006 Il Decreto Legge n. 70/2011 convertito nella Legge 12 luglio 2011, n.

Dettagli

INCARICO DI MEDIAZIONE CREDITIZIA. conferito da

INCARICO DI MEDIAZIONE CREDITIZIA. conferito da INCARICO DI MEDIAZIONE CREDITIZIA conferito da Richiedente finanziamento (di seguito cliente): Sig./Sig.ra, nato/a a ( ) il / /,residente in ( ), via C.F. in data / /, Richiedente finanziamento (di seguito

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Intermediazione in Cambi

FOGLIO INFORMATIVO. Intermediazione in Cambi FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi della normativa in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (Titolo VI del D.Lgs 385/1993, Testo Unico Bancario, e relative disposizioni

Dettagli

COMUNE DI DIANO MARINA PROVINCIA DI IMPERIA

COMUNE DI DIANO MARINA PROVINCIA DI IMPERIA COMUNE DI DIANO MARINA PROVINCIA DI IMPERIA AVVISO PER L AFFIDAMENTO DELL ATTIVITA DI ADDETTO STAMPA DEL COMUNE DI DIANO MARINA Cod. CIG Z08148E207 In esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

FINANZIAMENTI IPOTECARI A MEDIO E LUNGO TERMINE AZIENDE

FINANZIAMENTI IPOTECARI A MEDIO E LUNGO TERMINE AZIENDE Pag. 1 / 7 Finanziamenti ipotecari a medio e lungo termine aziende FINANZIAMENTI IPOTECARI A MEDIO E LUNGO TERMINE AZIENDE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni

Dettagli

Test per il conseguimento della qualifica di Market Maker o Specialista sul Mercato IDEM. Milano e Londra, calendario 2014

Test per il conseguimento della qualifica di Market Maker o Specialista sul Mercato IDEM. Milano e Londra, calendario 2014 Test per il conseguimento della qualifica di Market Maker o Specialista sul Mercato IDEM Milano e Londra, calendario 2014 Gli appuntamenti a calendario per il 2014 a Milano e Londra Le clausole contrattuali

Dettagli

CAPITOLATO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E ALTRE ENTRATE PATRIMONIALI

CAPITOLATO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E ALTRE ENTRATE PATRIMONIALI ALLEGATO A) CAPITOLATO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E ALTRE ENTRATE PATRIMONIALI Art. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione prevede la gestione

Dettagli

Gestione e Recupero Crediti. Crediti Affidati = Crediti Recuperati

Gestione e Recupero Crediti. Crediti Affidati = Crediti Recuperati Gestione e Recupero Crediti Crediti Affidati = Crediti Recuperati Chi siamo P Professionisti presenti in tutta Italia Recredit Service è una società si che si occupa del recupero crediti in fase stragiudiziale

Dettagli

DOMANDA DI MEDIAZIONE CONGIUNTA. Il sottoscritto/a. nato a il. residente in via n. CAP città prov. tel. fax cellulare. e-mail PEC

DOMANDA DI MEDIAZIONE CONGIUNTA. Il sottoscritto/a. nato a il. residente in via n. CAP città prov. tel. fax cellulare. e-mail PEC DOMANDA DI MEDIAZIONE CONGIUNTA SEZIONE 1 PARTI Il sottoscritto/a nato a il residente in via n CAP città prov. tel. fax cellulare e-mail PEC P.IVA/ Codice Fiscale (barrare una delle seguenti opzioni) in

Dettagli

COMUNE DI ALBIGNASEGO (Provincia di Padova)

COMUNE DI ALBIGNASEGO (Provincia di Padova) COMUNE DI ALBIGNASEGO (Provincia di Padova) Via Milano, 7 P.I.: 00939330288 C.F: 80008790281 SETTORE 2 Servizi Finanziari Economato - Provveditorato E-mail ragioneria@obizzi.it Prot. 130 del 03/01/2013

Dettagli

SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI

SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI AVVISO DI PUBBLICO INCANTO PER LA COPERTURA ASSICURATIVA DELLA TUTELA GIUDIZIARIA DI AMMINISTRATORI COMUNALI, SEGRETARIO GENERALE, DIRIGENTI E DIPENDENTI. LA RESPONSABILE SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI

Dettagli

ISVAP - REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006. Confronto parte formazione ed informativa all assicurato con bozza di regolamento del 4 agosto 2006

ISVAP - REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006. Confronto parte formazione ed informativa all assicurato con bozza di regolamento del 4 agosto 2006 ISVAP - REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006 Confronto parte formazione ed informativa all assicurato con bozza di regolamento del 4 agosto 2006 Parte I - Disposizioni di carattere generale Art. 2 - (Definizioni)

Dettagli

C O M U N E D I D E R U T A

C O M U N E D I D E R U T A C O M U N E D I D E R U T A PROVINCIA DI PERUGIA AREA FINANZIARIA A V V I S O P U B B L I C O PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RECUPERO

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani

SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani Municipio Roma XIV Monte Mario U.O. Servizi Sociali ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani Art. 1 Oggetto dell

Dettagli

ESTRATTO DI CONVENZIONE

ESTRATTO DI CONVENZIONE ESTRATTO DI CONVENZIONE COPERTURA ASSICURATIVA PERDITE PECUNIARIE ABBINATA A PRESTITI PERSONALI RIMBORSABILI MEDIANTE CESSIONE / DELEGAZIONE DI PAGAMENTO DI QUOTE DI STIPENDIO Fra Net Insurance S.p.A.

Dettagli

CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME ISVAP

CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME ISVAP CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME ISVAP PER AGENTI E BROKER Organizzato da Per informazioni: formazione@finanzaediritto.it www.editricelefonti.it Chi siamo Editrice Le Fonti è una primaria casa editrice

Dettagli

ANNESSO TECNICO. Art. 1 Oggetto del servizio.

ANNESSO TECNICO. Art. 1 Oggetto del servizio. ANNESSO TECNICO Art. 1 Oggetto del servizio. L appalto ha per oggetto il servizio di recupero stragiudiziale dei crediti di Acam Acque Spa riferiti a morosità del servizio idrico integrato di importo superiore

Dettagli

COMUNE DI VOLVERA 10040 - Provincia di Torino

COMUNE DI VOLVERA 10040 - Provincia di Torino COMUNE DI VOLVERA 10040 - Provincia di Torino Ufficio Patrimonio e-mail contratti@comune.volvera.to.it BANDO DI GARA PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DI VIA CASTAGNOLE

Dettagli

COMUNE DI MONTJOVET REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE

COMUNE DI MONTJOVET REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE COMUNE DI MONTJOVET REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 24 marzo 2014 1 INDICE Art. 1 Oggetto del Regolamento... 3 Art. 2

Dettagli

Il/I sottoscritto/i nato/i il a in qualità di dell Impresa con sede in codice fiscale n. e partita Iva n. CHIEDE/CHIEDONO

Il/I sottoscritto/i nato/i il a in qualità di dell Impresa con sede in codice fiscale n. e partita Iva n. CHIEDE/CHIEDONO ALLEGATO N. 1 MODELLO DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Spett.le R.F.I. Spa S.O Legale Venezia Via Trento, 38 30171 MESTRE VE - ITALIA OGGETTO DELL APPALTO: Lavori per la soppressione del PL al km 48+343 della

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO:... IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA)

SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO:... IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) Allegato 5 SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO:... IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) REPUBBLICA ITALIANA L anno DUEMILA il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. Avanti a me, dott.,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE ED EROGAZIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI E AUSILI FINANZIARI, NONCHE OGNI ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE ED EROGAZIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI E AUSILI FINANZIARI, NONCHE OGNI ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE ED EROGAZIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI E AUSILI FINANZIARI, NONCHE OGNI ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALUNQUE GENERE AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI 1 Sommario

Dettagli

Ufficio a Tutela dei Clienti e Consumatori

Ufficio a Tutela dei Clienti e Consumatori Pag. 1/19 Area Organizzazione e Assicurazione Qualità Ufficio a Tutela dei Clienti e Consumatori Procedura per la gestione dei disservizi e reclami presentati da Clienti o Consumatori Maggio 2015 v. 1.5

Dettagli

A l l e g a t o C. C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO

A l l e g a t o C. C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO A l l e g a t o C C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO Capitolato d oneri per l aggiudicazione del servizio di brokeraggio

Dettagli

SERVIZI DI DIREZIONE - Unità ARCHIVIO E PROTOCOLLO GENERALE

SERVIZI DI DIREZIONE - Unità ARCHIVIO E PROTOCOLLO GENERALE Allegato alla determinazione dirigenziale n.6 del 25-08-2014 SERVIZI DI DIREZIONE - Unità ARCHIVIO E PROTOCOLLO GENERALE CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA

Dettagli

superare ogni sfida per raggiungere sempre nuovi e più alti traguardi. è il nostro compito quotidiano.

superare ogni sfida per raggiungere sempre nuovi e più alti traguardi. è il nostro compito quotidiano. keep it in balance. superare ogni sfida per raggiungere sempre nuovi e più alti traguardi. è il nostro compito quotidiano. fire è la società italiana leader nel settore della gestione e recupero crediti

Dettagli

IMQ S.p.A. con socio unico I-20138 Milano via Quintiliano, 43 tel. 0250731 (r.a.) - fax 0250991500 e-mail: info@imq.it - www.imq.

IMQ S.p.A. con socio unico I-20138 Milano via Quintiliano, 43 tel. 0250731 (r.a.) - fax 0250991500 e-mail: info@imq.it - www.imq. Oggetto: GARANZIA QUALITA TOTALE (Allegato XIII - Dir. 95/16/CE) ATTIVITÀ DI VALUTAZIONE L attività di valutazione della conformità prevede il seguente iter: a. Ricezione e accettazione della Domanda di

Dettagli

PARTE IV ATTIVITA DEI PROMOTORI FINANZIARI Art. 104 (Ambito di attività)

PARTE IV ATTIVITA DEI PROMOTORI FINANZIARI Art. 104 (Ambito di attività) Regolamento recante norme di attuazione del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 in materia di intermediari (adottato con dalla Consob con delibera n. 16190 del 29 ottobre 2007) PARTE IV ATTIVITA

Dettagli

Manuale operativo. per la gestione dell ALBO PRETORIO INFORMATICO

Manuale operativo. per la gestione dell ALBO PRETORIO INFORMATICO COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Manuale operativo per la gestione dell ALBO PRETORIO INFORMATICO Approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 264 del 18.12.2014 E integrato dgc n. 2 del 13.1.2015

Dettagli

FINANZIAMENTO INNOVAZIONE E SVILUPPO

FINANZIAMENTO INNOVAZIONE E SVILUPPO Pag. 1 / 6 Foglio Informativo 1.1.7 Prodotti della Banca Altri Finanziamenti Innovazione e Sviluppo FINANZIAMENTO INNOVAZIONE E SVILUPPO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A.

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO Adottato dal Consiglio di Amministrazione il 27 marzo 2012 Aggiornato in data 14 marzo 2013 Ultimo aggiornamento approvato

Dettagli

Art. 1 OGGETTO DELL ASTA

Art. 1 OGGETTO DELL ASTA BANDO DI GARA PER L ALIENAZIONE DI N. 2 AUTOVETTURE USATE DI PROPRIETA' DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO (Approvato con determinazione n.286 del 15 maggio 2013 del Servizio Tecnico strumentale, Informatica,

Dettagli

Xxx xxxxx 2015. L anno duemilaquindici, il giorno XXXX del mese di XXXX, ad Ancona in Piazza

Xxx xxxxx 2015. L anno duemilaquindici, il giorno XXXX del mese di XXXX, ad Ancona in Piazza SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO: APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SUPPORTO ALLE ATTIVITA' DI COMUNICAZIONE SULL'AZIONE DEL COMUNE DI ANCONA. CIG: 6372861B41 - REPUBBLICA ITALIANA Xxx xxxxx 2015 L

Dettagli

Conciliazione paritetica

Conciliazione paritetica Conciliazione paritetica Che cos è? La conciliazione paritetica è una procedura volontaria per risolvere bonariamente, con la mediazione dei conciliatori, una controversia che vede coinvolti gli utenti

Dettagli

CHE COSA E' IL SERVIZIO INCASSO PORTAFOGLIO COMMERCIALE AL DOPO INCASSO

CHE COSA E' IL SERVIZIO INCASSO PORTAFOGLIO COMMERCIALE AL DOPO INCASSO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MARCON VENEZIA Società Cooperativa Sede legale ed amministrativa: Piazza Municipio, 22-30020 MARCON (VE) Telefono 041.5986111

Dettagli

Milano, 10 Novembre2014

Milano, 10 Novembre2014 Atti 1536/2013 All. Milano, 10 Novembre2014 AVVISO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO - Determinazione del Direttore Generale n. 2081 del 7.10.2014 - ART. 1 AVVISO

Dettagli

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DI AVVOCATI DOMICILIATARI. Indice

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DI AVVOCATI DOMICILIATARI. Indice Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DI AVVOCATI DOMICILIATARI Indice 1. Quantificazione del fabbisogno 2. Formazione

Dettagli

ALLEGATO (A) CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE DELLA TARSU TRAMITE RUOLO CON PROCEDURA DI GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA)

ALLEGATO (A) CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE DELLA TARSU TRAMITE RUOLO CON PROCEDURA DI GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) ALLEGATO (A) CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE DELLA TARSU TRAMITE RUOLO CON PROCEDURA DI GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) L anno 2010 (duemiladieci), il giorno ( ) del mese di marzo, tra Il Comune di Cormòns

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FIDEIUSSIONE LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO

FOGLIO INFORMATIVO FIDEIUSSIONE LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO UNIFIDI Emilia Romagna soc. coop a r.l. Via Brugnoli, 6 40122 Bologna Tel. 051 6496800 Fax 051 0822010 www.unifidi.eu info@unfidi.eu Iscritta nell Elenco speciale degli Intermediari finanziari vigilati

Dettagli

LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI

LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI Come cambiano le norme e quali sono gli impatti sull operatività legata al rapporto con il cliente BROCHURE INFORMATIVA PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI CONVENZIONATI, AGENTI

Dettagli

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA)

CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) CONVENZIONE PER LA RISCOSSIONE MEDIANTE RUOLO CON PROCEDURA GESTIONE INTEGRATA AVVISI (GIA) L anno 2014, il giorno.. del mese di., in, tra Il Comune di Ollolai, di seguito Ente, con sede in,.. n..., C.F..,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE Art. 1) OGGETTO L attività consiste nello svolgimento del recupero crediti extragiudiziale dei corrispettivi derivanti

Dettagli

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente appalto è relativo alla fornitura, consegna e installazione di attrezzature cardiovascolari, isotoniche e altro

Dettagli

GUIDA SINTETICA ALL ISCRIZIONE NELLA SEZIONE SPECIALE DEGLI AGENTI IN ATTIVITA CHE PRESTANO ESCLUSIVAMENTE SERVIZI DI PAGAMENTO

GUIDA SINTETICA ALL ISCRIZIONE NELLA SEZIONE SPECIALE DEGLI AGENTI IN ATTIVITA CHE PRESTANO ESCLUSIVAMENTE SERVIZI DI PAGAMENTO GUIDA SINTETICA ALL ISCRIZIONE NELLA SEZIONE SPECIALE DEGLI AGENTI IN ATTIVITA CHE PRESTANO ESCLUSIVAMENTE SERVIZI DI PAGAMENTO Chi è tenuto a iscriversi sul portale e a fare istanza in via Telematica?

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI APPROVATO CON DELIBERA DELLA G.C. N. 209 DEL 12/12/2011 COMUNE DI TORRE PELLICE -------------- PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DEI FLUSSI DOCUMENTALI INDICE

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Ufficio Unico Pit 2 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio: offerta del prezzo più basso mediante ribasso sull

Dettagli

mod. CRE\MD46-01 Page 1 of 7

mod. CRE\MD46-01 Page 1 of 7 Foglio informativo relativo alla prestazione di garanzia Sezione I - Informazioni sul Confidi FIDI IMPRESA & TURISMO VENETO Società Cooperativa per Azioni Sede legale: Viale Ancona, 9 30172 MESTRE (VE)

Dettagli

REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ARPAS

REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ARPAS Direzione amministrativa Servizio Provveditorato ed economato AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI ASSISTENZA

Dettagli

Settore 3 Servizi al Cittadino

Settore 3 Servizi al Cittadino Settore 3 Servizi al Cittadino Deliberazione della G.R. n.104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie,

Dettagli

PROVINCIA DI COMO. Settore Bilancio e Personale Via Borgovico 148 22100 COMO

PROVINCIA DI COMO. Settore Bilancio e Personale Via Borgovico 148 22100 COMO PROVINCIA DI COMO Settore Bilancio e Personale Via Borgovico 148 22100 COMO AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI FINANZIARI (BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI) FINALIZZATO A FAVORIRE AI CREDITORI

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO INTEGRATO DI SERVIZI E FORNITURE RELATIVI ALLA COMUNICAZIONE ESTERNA DEL COMUNE DI SARONNO

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO INTEGRATO DI SERVIZI E FORNITURE RELATIVI ALLA COMUNICAZIONE ESTERNA DEL COMUNE DI SARONNO BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO INTEGRATO DI SERVIZI E FORNITURE RELATIVI ALLA COMUNICAZIONE ESTERNA DEL COMUNE DI SARONNO 1. Stazione appaltante Comune di Saronno, Piazza Repubblica, 7 21047

Dettagli

CSI-PIEMONTE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI PROCEDURE DI GARA ELETTRONICHE

CSI-PIEMONTE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI PROCEDURE DI GARA ELETTRONICHE CSI-PIEMONTE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI PROCEDURE DI GARA ELETTRONICHE SOMMARIO ART. 1 OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ART. 2 DEFINIZIONI... 3 ART. 3 RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO...

Dettagli

Allegato alla determinazione dirigenziale n. 12 del 23/10/2009 SETTORE SEGRETERIA GENERALE

Allegato alla determinazione dirigenziale n. 12 del 23/10/2009 SETTORE SEGRETERIA GENERALE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 12 del 23/10/2009 SETTORE SEGRETERIA GENERALE CAPITOLATO D APPALTO PER I SERVIZI INERENTI AL TRATTAMENTO DELLA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI NOVARA Durata :

Dettagli

Statuto Organismo di Mediazione e Conciliazione Forense di Pesaro (OMFP)

Statuto Organismo di Mediazione e Conciliazione Forense di Pesaro (OMFP) Statuto Organismo di Mediazione e Conciliazione Forense di Pesaro (OMFP) Art. 1 Principi generali e Oggetto. Il presente statuto disciplina l organizzazione interna dell ORGANISMO DI MEDIAZIONE E CONCILIAZIONE

Dettagli

Unione Europea BANDO DI GARA

Unione Europea BANDO DI GARA Unione Europea BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Indirizzo postale: Piazza San Pio X, 9 Città: Andria Codice postale:70031 Paese:

Dettagli

Io sottoscritto... nato a... il... nella mia qualità di...

Io sottoscritto... nato a... il... nella mia qualità di... Al Comune di Prato Appalto per l affidamento del servizio di tipografia ed editoria con relativa cura del servizio di impostazione grafica Gara n. 564 Mod. 1 - Istanza di ammissione alla gara Io sottoscritto...

Dettagli

COMMUNE DE QUART COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA VALLÉE D AOSTE

COMMUNE DE QUART COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA VALLÉE D AOSTE COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA COMMUNE DE QUART VALLÉE D AOSTE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE Approvato con deliberazione della Giunta comunale n.16 del 2 marzo 2012 avente

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO per la garanzia da ricevere denominata pegno. Sezione I

FOGLIO INFORMATIVO per la garanzia da ricevere denominata pegno. Sezione I Questo foglio è suddiviso nelle seguenti sezioni: FOGLIO INFORMATIVO per la garanzia da ricevere denominata pegno Sezione I Sezione II Sezione III Sezione IV Sezione V Informazioni sull intermediario Informazioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE COMUNE DI FENIS REGIONE AUTONOMA DELLA VALLE D'AOSTA Località Chez Croiset, 22 11020 FENIS (AO) C.f. 00096180070 0165/764635 COMMUNE DE FENIS REGION AUTONOME DE LA VALLEE D'AOSTE http://www.comune.fenis.ao.it

Dettagli

DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico. DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA

DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico. DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA DIREZIONE AMBIENTE Servizio Energia e Rischio Idraulico DISCIPLINARE di GARA PROCEDURA APERTA Oggetto dell appalto: Servizio di Censimento e verifica degli impianti termici sul territorio comunale ai sensi

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA Pagina 1 di 7 DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE. NUMERO GARA 6211061 CIG 644732768C La prestazione del

Dettagli

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI Via Caldera, 21 20153 Mil ano DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI DISCIPLINATA DAL D.LGS. 385/1993 (TESTO UNICO BANCARIO) E

Dettagli

Capitolato Servizio Call-Center

Capitolato Servizio Call-Center Azienda Servizi Spoleto S.p.A. Via dei Filosofi, 59 06049 Spoleto (PG) Capitolato Servizio Call-Center Periodo 01.07.2014 31.12.2014 Gestione del servizio di Call-Center telefonico dell A. Se. SpA Art.

Dettagli

FAC SIMILE CONTRATTO SOCCORSO DEBITI MILANO

FAC SIMILE CONTRATTO SOCCORSO DEBITI MILANO 20124 Milano C.f. e P.iva. 08770700964, 5 FAC SIMILE CONTRATTO SOCCORSO DEBITI MILANO Le visure principali che andremo a fare sono: Crif (Centrale Rischi); Experian (Centrale Rischi); CTC (Centrale Rischi);

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SEZIONE I INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO. Iscritta al Registro delle Imprese C.C.I.A.A. di Milano, R.E.A. n.

FOGLIO INFORMATIVO SEZIONE I INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO. Iscritta al Registro delle Imprese C.C.I.A.A. di Milano, R.E.A. n. FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del titolo VI e VI bis del T.U.B., della delibera CICR del 4 marzo 2003, del Provvedimento di attuazione della Banca d Italia del 25 luglio 2003 e del provvedimento

Dettagli