Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Peso secondo il valore di mercato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Peso secondo il valore di mercato"

Transcript

1 Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Il Sig. X è un gestore obbligazionario cui è stata assegnata la gestione del comparto obbligazionario internazionale di un fondo pensione. Il portafoglio è valutato in dollari US e usa quale benchmark un indice denominato in dollari US che non è coperto contro il rischio valutario e consiste in una media ponderata di indici di obbligazioni governative di tre mercati (US, Germania e Giappone) con i pesi dati nella Tabella 1. Tabella 1: Indici Benchmark delle obbligazioni governative Indici Benchmark nella media ponderata Peso secondo il valore di mercato Rendimento alla scadenza medio Duration modificata Indice US delle obbligazioni governative 50% 2.55% 5.04 Indice Germanico delle obbligazioni governative 20% 2.25% 6.02 Indice Giapponese delle obbligazioni governative 30% 0.85% 6.51 Totale 100% 1.98% 5.68 Nota 1: Il rendimento dell indice benchmark denominato in dollari US è calcolato come media ponderata secondo il valore di mercato dei rendimenti denominati in dollari US di ogni singolo indice di mercato. Nota 2: Il rendimento medio alla scadenza e la duration modificata dell indice benchmark sono la media ponderata secondo il valore di mercato dei valori sui singoli mercati. Quando il Sig. X ha preso in consegna il portafoglio, i pesi di mercato del portafoglio, la sua struttura per scadenza e le duration modificate all interno dei singoli mercati coincidevano con quelle del benchmark e praticamente non vi era rischio attivo. Tuttavia il Sig. X sta considerando se ribilanciare il portafoglio in base alle sue previsioni sui tassi d interesse per gli Stati Uniti, Germania e Giappone di modo da guadagnare rendimenti extra rispetto al benchmark. La Tabella 2 contiene le curve dei rendimenti attuali di obbligazioni governative alla pari per ogni Paese. Tabella 2: Curve dei rendimenti delle obbligazioni governative alla pari Scadenza [in anni] US (capitalizzazione annua) Germania (capitalizzazione annua) Giappone (capitalizzazione annua) % 0.541% 0.151% % 0.984% 0.183% % 1.357% 0.237% % 1.785% 0.375% % 2.235% 0.526% % 2.500% 0.696% % 2.674% 0.884% % 3.168% 1.365% % 3.781% 2.120% % 3.895% 2.228% Nota: Tutte le cedole delle obbligazioni sono pagabili con frequenza annuale, e le curve dei rendimenti delle obbligazioni governative alla pari sono espresse con capitalizzazione annua. Pagina 1 / 12

2 Il Sig. X utilizza i rendimenti alla pari mostrati nella Tabella 2 per calcolare i tassi spot (rendimenti delle obbligazioni con cedola zero) e i rendimenti alla pari forward tra 1 anno per le obbligazioni governative di ogni Paese con scadenza fino a 5 anni (Tabella 3 e Tabella 4). Tabella 3: Curve dei tassi spot delle obbligazione governative (spot rate curves) Scadenza [in anni] US (capitalizzazione Germania (capitalizzazione Giappone (capitalizzazione annua) annua) annua) % 0.541% 0.151% % 0.986% 0.183% % % % 1.804% 0.376% % 2.275% 0.529% Tabella 4: Curve dei rendimenti alla pari forward (forward par yield curves) tra 1 anno delle obbligazioni governative. Scadenza [in anni] US (capitalizzazione Germania (capitalizzazione Giappone (capitalizzazione annua) annua) annua) % 1.433% 0.215% % 1.775% 0.280% % 2.216% % 2.683% 0.621% % 2.921% 0.807% Nota: La curva dei rendimenti alla pari forward tra 1 anno indica la cedola Y 1,t+1 di un obbligazione alla pari emessa tra 1 anno con una scadenza di t anni, implicita nella curva dei rendimenti attuale. P.es. la cedola di un obbligazione governativa US emessa alla pari tra 1 anno con una scadenza di 5 anni implicita nella curva dei rendimenti attuale è Y 1,6 = 3.530% p.a.. a) Calcolate le cifre da inserire nella Tabella 3 e nella Tabella 4 ai punti segnati con 1 e 2; arrotondate le vostre risposte alla 3 a cifra decimale. Mostrate il procedimento di calcolo come pure i vostri risultati. [Suggerimento per 2: prima, calcolate i tassi forward giapponesi tra 1 anno (cioè F 1,2, F 1,3, e F 1,4, dove F indica il tasso forward dal tempo t 1 al tempo t 2 ) dalla t1, t 2 Tabella 3. Poi usateli per ricavare il rendimento alla pari forward richiesto.] (9 punti) b) Il Sig. X prevede che la curva dei rendimenti US si appiattisca nel corso del prossimo anno, perciò decide di vendere obbligazioni governative a 3 anni del portafoglio di obbligazione governative US, e le rimpiazza in parte con obbligazioni governative a 1 anno e la parte restante con obbligazioni governative a 5 anni, in modo che la duration modificata del portafoglio nel complesso non cambi. La Tabella 5 contiene le duration modificate delle obbligazioni governative a 1 anno, 3 anni e 5 anni. Tabella 5: Duration modificate delle obbligazioni governative US Scadenza 1 anno 3 anni 5 anni Duration modificata Pagina 2 / 12

3 b1) Se vengono venduti 10 milioni di USD di obbligazioni governative a 3 anni, che ammontare di obbligazioni governative a 1 anno e 5 anni devono essere acquistati per rimpiazzarle in modo da soddisfare le seguenti condizioni: (i) il valore totale di mercato delle obbligazioni governative a 1 anno e 5 anni da acquistare deve essere uguale al valore di mercato delle obbligazioni governative a 3 anni vendute; e (ii) la duration modificata del portafoglio deve rimanere invariata. Arrotondate la vostra risposta al dollari più prossimo. Assumete che tutte le obbligazioni governative siano obbligazioni alla pari. b2) Assumete che la curva dei rendimenti US dopo 1 anno si appiattisca esattamente allo stesso livello della curva dei rendimenti forward alla pari mostrata nella Tabella 4. In questa situazione, che portafoglio avrà il maggior rendimento, quello ribilanciato come descritto al punto b1), o il portafoglio originale? Non è necessario calcolare i rendimenti specifici, dovete semplicemente motivare la vostra risposta. c) Il Sig. X prevede una diminuzione relativa dei rendimenti delle obbligazioni governative US rispetto agli altri mercati, perciò decide di aumentare il peso delle obbligazioni governative US nel portafoglio. Se, all interno del portafoglio, aumenta il peso dell ammontare investito nell indice delle obbligazioni governative US e diminuisce il peso dell ammontare investito negli altri due Paesi, il Sig. X assume dei rischi ulteriori rispetto al benchmark oltre a quello di una diminuzione relativa dei tassi d interesse US. Descrivete questi rischi. (Nella vostra risposta, focalizzatevi sulla duration globale del portafoglio e sul rischio di cambio.) In questa situazione, cosa dovrebbe essere fatto per realizzare i benefici dovuti alla diminuzione relativa dei tassi di interesse US rispetto a quelli della Germania e del Giappone e allo stesso tempo minimizzare i rischi che avete identificato? (8 punti) d) Il Sig. X decide di utilizzare un modello di asset allocation basato sul valore atteso dei rendimenti degli indici delle obbligazioni governative e sulla stima della matrice di varianza-covarianza per controllare il rischio rispetto al benchmark e allo stesso tempo per ottenere rendimenti extra. Questa strategia utilizza valori medi e matrici di varianzacovarianza basate sui rendimenti storici degli indici delle obbligazioni governative quali input (non modificati) del modello. Criticate questa strategia. Come pensate che i problemi che avete identificato possano essere corretti? (8 punti) Pagina 3 / 12

4 Domanda 2: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (43 punti) Voi siete un gestore di portafoglio obbligazionario, e prevedete un movimento significativo dei tassi di interesse, ma non sapete in che direzione questo movimento avverrà, cioè se sarà un aumento o una diminuzione. Di conseguenza decidete di costruire un portafoglio con duration modificata uguale a zero, acquistando [posizione long ] un portafoglio barbell e vendendo [posizione short ] un portafoglio bullet. Assumendo che potete utilizzare obbligazioni con cedola zero per ogni scadenza, rispondete alle seguenti domande [nella Tabella sottostante sono dati i tassi spot correnti per le scadenze 2, 6 e 10 anni]. Scadenza (anni) Tasso spot 3.0% 4.3% 5.0% a) Il portafoglio barbell è formato da obbligazioni a sconto a 2 anni e 10 anni; la posizione bullet da un obbligazione a sconto a 6 anni. Le posizioni long e short nella strategia complessiva ammontano ciascuna a 10 miliardi di yen a valori di mercato. a1) Quante obbligazioni a sconto a 2 anni e 10 anni devono nessere acquistate per ottenere una duration modificata neutrale (cioè uguale a zero)? Mostrate i vostri calcoli; rispondete fornendo i valori di mercato. (5 punti) a2) Quali sono le convessità dei portafogli barbell e bullet? Mostrate i vostri calcoli. (6 punti) a3) Quale sarà l utile/perdita sulla posizione 1 mese dopo aver costituito la posizione se i tassi spot applicati alle singole obbligazioni a sconto rimangono immutati (in altre parole, il tasso spot a 1 anno e 11 mesi è il 3%, quello a 5 anni e 11 mesi è il 4.3% e quello a 9 anni e 11 mesi è il 5%)? Di nuovo mostrate i vostri calcoli. (6 punti) a4) Quale sarà l utile/perdita sulla posizione se i tassi spot applicati alle singole obbligazioni a sconto 1 mese dopo aver costituito la posizione aumentano dell 1% per tutte le scadenze (in altre parole, il tasso spot a 1 anno e 11 mesi diviene il 4%, quello a 5 anni e 11 mesi diviene il 5.3% e quello a 9 anni e 11 mesi diviene il 6%)? Mostrate i vostri calcoli. Se necessitate della convessità per calcolare l utile/perdita, utilizzate il valore trovato al punto a2). (6 punti) a5) Assumendo un aumento o diminuzione dei tassi spot uguale per tutte le scadenze, come varierà il rendimento della posizione a dipendenza della direzione e dell ammontare della variazione dei tassi spot? Disegnate la curva corrispondente nel grafico riportato qui sotto. Pagina 4 / 12

5 Retndimento + 0 Livello del cambiamento dei tassi spot b) La struttura a termine dei tassi di interesse (tassi spot) non aumenta o diminuisce necessariamente in modo parallelo per tutte le scadenze. Di norma la sua variazione viene descritta da tre fattori: shift (spostamento parallelo), twist (cambiamento della pendenza) e butterfly (cambiamento della curvatura). In questa domanda, questi fattori sono definiti nel modo seguente: 1 Shift: s y 2 y 6 y10 3 Twist: t y 10 y 2 1 Butterfly: b y 2 y10 y 6 2 y 2, y6 e y10 indicano la variazione dei tassi spot a 2 anni, 6 anni e 10 anni. All aumentare di s aumenta il livello generale dei tassi spot; all aumentare di t aumenta la pendenza; all aumentare di b la curvatura si appiattisce. Secondo ricerche empiriche, nei Paesi sviluppati questi tre fattori non si muovono in maniera indipendente. Se lo shift è positivo, twist e butterfly sono di norma negativi. Si assuma che valgano le seguenti relazioni: t 0.25 s e b s. b1) Calcolate e disegnate la curva dei rendimenti sul grafico nel foglio risposta indicando la forma della struttura a termine dei tassi di interesse se vi è uno shift di +0.8% (s = 0.8) dei tassi di interesse mostrati nella Tabella e se gli altri fattori si muovono secondo le relazioni precedenti. (La figura mostra la struttura a termine iniziale. Indicate come cambiano la pendenza e la curvatura.) A questo momento, cosa succederà al rendimento della posizione (long barbell, short bullet) costruita al punto a)? Sarà positivo o negativo [non è necessario eseguire calcoli per rispondere a quest ultima domanda; svolgete un ragionamento qualitativo]? (7 punti) Pagina 5 / 12

6 Rendimento 5% 3% (years) b2) Calcolate e disegnate la curva dei rendimenti sul grafico nel foglio risposta indicando la forma della struttura a termine dei tassi di interesse se, viceversa, vi è uno shift di -0.8% (s = -0.8) dei tassi di interesse mostrati nella Tabella e se gli altri fattori si muovono secondo le relazioni precedenti. (La figura mostra la struttura a termine iniziale. Indicate come cambiano la pendenza e la curvatura.) A questo momento, cosa succederà al rendimento della posizione (long barbell, short bullet) costruita al punto a)? Sarà positivo o negativo [non è necessario eseguire calcoli per rispondere a quest ultima domanda; svolgete un ragionamento qualitativo]? (6 punti) 5% 3% (years) b3) Facendo riferimento ai punti precedenti b1) e b2), disegnate la curva sul grafico nel foglio risposta indicando la variazione del rendimento della posizione " long barbell / short bullet " a dipendenza della direzione e dell ammontare dello shift assumendo che i tre fattori si muovano in correlazione come mostrato sopra. + 0 Ammontare dello shift Pagina 6 / 12

7 Domanda 3: Valutazione e Analisi di Strumenti Derivati (37 punti) Un azienda US decide di prendere in prestito EUR 50 milioni per 5 anni per finanziare lo sviluppo di un centro di ricerca in Germania, ma ha un vantaggio comparativo a indebitarsi nella sua valuta domestica (USD) e poi entrare in un cross-currency swap. L azienda riceve una proposta dal suo broker di fiducia, Makoff Inc., per un currency swap a 5 anni dove cash flows su un ammontare nominale di EUR 50 milioni al tasso fisso del 3% vengono scambiati contro cash flows su USD 75 milioni al tasso fisso del 2%. Tutti i pagamenti avvengono con frequenza annuale su una base 30/360. a) Assumete che l azienda US entri nel currency swap con la controparte Makoff Inc. per trasformare il suo debito in USD in un debito in EUR. Che tasso fisso riceve e che tasso fisso paga? Spiegate in che modo questo permette all azienda di trasformare il suo debito da USD in un debito in EUR. (5 punti) b) Calcolate ed elencate i cashflows (dal punto di vista dell azienda US) che avvengono (i) al momento di inizio del currency swap (T = 0) (ii) durante la vita del currency swap (da T = 1 fino a T = 4) e (iii) alla scadenza del currency swap (T = 5), dove T indica il tempo in anni. Usate la Tabella seguente. (5 punti) (i) Inizio (T = 0) Paga L azienda US Riceve (ii) Interim (ogni anno da T = 1 a T = 4) (iii) Scadenza (T = 5) Supponete che Makoff Inc. dichiari bancarotta alla fine dell anno 2, quando il corso di cambio EUR/USD è USD 1.40 per EUR e il currency swap ha una vita residua di 3 anni. Assumete che, al termine dell anno 2, il tasso d interesse sia del 2.5% p.a. sull USD e del 2.5% p.a. sull EUR per tutte le scadenze, con capitalizzazione annua. c) Quali sarebbero i termini correnti di un currency swap della durata di 3 anni fisso contro fisso su un ammontare nominale di EUR 50 milioni contro il USD, cioè quale sarebbe l ammontare nominale sulla parte USD, il tasso d interesse fisso sull EUR e il tasso d interesse fisso sull USD? d) Calcolate il valore dello swap per l azienda US decomponendolo in due obbligazioni, vale a dire (i) un obbligazione che rappresenta i cashflow in entrata e (ii) un altra obbligazione che rappresenta i cashflow in uscita, e determinate se l azienda US beneficia oppure perde a causa della bancarotta di Makoff Inc. (11 punti) e) Calcolate il valore dello swap per Makoff Inc. in EUR. Pagina 7 / 12

8 f) Calcolate il valore dello swap per l azienda US scomponendolo in una serie di contratti di cambio forward [Suggerimento: calcolate i corsi di cambio forward per le diverse scadenze, poi calcolate il valore attuale dei pagamenti forward da fare e ricevere, utilizzando il corso di cambio forward.] (10 punti) Pagina 8 / 12

9 Domanda 4: Gestione di Portafoglio (32 punti) Il fondo pensione ABC detiene un portafoglio passivo di azioni globali quale parte dei suoi attivi, e ora pianifica di diversificare parte del portafoglio di azioni globali utilizzando un indice future sulle materie prime [ commodities ] quale investimento alternativo. L indice future su commodity è un indice di posizioni long su vari futures su commodity collateralizzato al 100% da T-bills. L indice replica una strategia di investimento in cui i contratti future su commodity sottostanti, quando il contratto attuale scade, vengono automaticamente riportati [ rolled over ] al contratto future del mese successivo. Le caratteristiche di rischio e rendimento di questi indici differiscono tra i quattro settori di commodity: agricoltura, bestiame, metalli ed energia. Il fondo pensione ABC sta considerando di investire in un composito costituito dal 40% dell indice energetico e dal 20% di ciascuno degli altri tre indici settoriali. La Tabella 1 mostra statistiche di rischio e rendimento misurate sull arco degli ultimi 30 anni per i quattro indici settoriali, per l indice composito dei future su commodity e per il portafoglio di azioni globali. La Tabella 2 mostra la matrice di correlazione per i rendimenti dell indice. Utilizzando queste statistiche, rispondete alle seguenti domande. Tabella 1: Statistiche di rischio e rendimento (USD, rendimento e deviazione standard su base annua in %) Indice future su commodity / Rendimento Deviazione Beta* R 2 Indice azionario medio standard Settore Agricoltura Settore Bestiame Settore Metalli Settore Energia Indice composito dei future su commodity Indice azioni globali (MSCI) [*Nota: Il beta è misurato rispetto all Indice azioni globali (MSCI)] Tabella 2: Coefficiente di correlazione Agricoltura Bestiame Metalli Energia Composito Azioni globali Agricoltura 1.00 Bestiame Metalli Energia Composito Azioni globali Pagina 9 / 12

10 a) Nei mercati dei future su commodity, le operazioni di compravendita vengono svolte non solo da investitori e speculatori ma anche da svariate entità commerciali che operano in base alle loro esigenze di copertura [ hedging ] per necessità reali. Prendendo quale esempio il mercato dei futures sul frumento, identificate che tipo di entità commerciali assumerebbero delle posizioni di copertura long, e viceversa, che tipo di entità commerciali prenderebbero delle posizioni di copertura short. Rispondete spiegando le loro azioni. b) Le classi di attivi tradizionali quali azioni e obbligazioni sono trattate sia sui mercati cash che sui mercati futures. Le commodity sono pure trattate sui mercati spot e futures, ma il modo con cui gli investitori (che non sono le entità commerciali discusse al punto a) sopra) partecipano ai mercati delle commodity è differente da quello delle classi di attivi tradizionali. Descrivete come le operazioni di compravendita degli investitori sui mercati delle commodity differiscono da quelle sui mercati delle classi di attivi tradizionali. c) Rispetto alle classi di attivi tradizionali quali azioni e obbligazioni, in che modo le commodities differiscono in termini di pricing (valutazione) e in quanto fonti di rendimento da investimento? d) Spiegate per quale ragione il rendimento totale degli indici su commodity è costruito quale somma del tasso privo di rischio e del cambiamento di prezzo dei future su commodity. e) Spiegate per quale ragione investire in un indice su commodity è giustificato quale alternativa a investimenti in azioni globali. Il fondo pensione ABC ricostruisce il suo portafoglio globale diversificato con l 80% investito nelle azioni globali passive e il 20% investito nell indice future su commodity. f) Quale sarà il beta di questo portafoglio rispetto all indice di azioni globali [che rappresenta il portafoglio di mercato]? g) Quale sarà il rischio totale di questo portafoglio (annualizzato, in termini di deviazione standard in %)? h) Il fondo pensione ABC continua a utilizzare il portafoglio di azioni globali quale benchmark per il suo nuovo portafoglio contenente le commodities. Dal momento che detiene il 20% nell indice composito su commodity e l 80% nell indice su azioni globali, il nuovo portafoglio ha un certo tracking error (TE). Vi sono due fattori che generano questo TE: (i) la deviazione del beta [i.e. il beta non è 1.00 come visto in f)] e (ii) l esistenza di componenti diverse dal beta nel rischio totale calcolato in g) [cioè vi è una componente di rischio di mercato non legata alle azioni derivante dall inclusione delle commodities nel portafoglio]. Stimate il tracking error stimando separatamente (i) e (ii) definite sopra, e calcolate il tracking error totale quale effetto combinato di (i) e (ii). Esprimete il tracking error in termini percentuali su base annua. (7 punti) Pagina 10 / 12

11 Domanda 5: Strumenti Derivati nella Gestione di Portafoglio (35 punti) Oggi è il 17 luglio. Dopo attenta analisi, costruite un portafoglio di 30 azioni germaniche che credete sovraperformerà il mercato su una base aggiustata per il rischio (cioè avrà un rendimento maggiore di quello che ci si attende basandosi sul beta del portafoglio). Il valore corrente di mercato del vostro portafoglio è 100 milioni EUR. L indice i cui movimenti spiegano al meglio i cambiamenti del vostro portafoglio è il DAX (valore corrente dell indice: 6170), e il beta del portafoglio relativo al DAX è stimato a 1.4. Il tasso d interesse privo di rischio a 1 anno o meno è il 2.4% p.a. (con capitalizzazione continua). Nota: Il DAX (indice azionario germanico) è un indice di mercato costituito dalle 30 maggiori azioni blue chip di aziende germaniche trattate sul Frankfurt Stock Exchange. È un indice di rendimento totale (cioè un indice di performance), che reinveste i dividendi pagati dai titoli che lo compongono nell indice stesso. Perciò per il DAX, quando viene usato quale sottostante per contratti derivati, non va considerato il rendimento da dividendo [ dividend yield ] nella valutazione dei derivati e nelle formule per calcolare il rapporto di copertura. Sul mercato sono a disposizione i seguenti derivati sul DAX (tutti scadono il 17 dicembre) (usate se applicabile la convenzione di calcolo dei giorni 30/360): Taglia contrattuale Modalità di esercizio Future sul DAX 25 EUR per punto dell indice Opzioni sul DAX 5 EUR per punto dell indice Stile Europeo Opzioni su future sul DAX 25 EUR per punto dell indice Stile Americano Temete gli effetti negativi di una possibile recessione double-dip [ a forma di W ] sul mercato azionario germanico che alcuni analisti hanno previsto per la seconda metà dell anno. Per questa ragione desiderate coprire [ to hedge ] il vostro portafoglio. a) Dapprima considerate di utilizzare opzioni put. Avete già stabilito che opzioni put con strike 5600 vi offrono il livello desiderato di protezione. a1) Quando utilizzate opzioni put sul DAX, quanti contratti utilizzate, assumendo che il costo delle opzioni è sostenuto da fonti esterne al portafoglio? Acquistate o vendete queste opzioni? (5 punti) a2) Un collega afferma quanto segue: le opzioni sul DAX sono unicamente adatte se l orizzonte di copertura coincide con la data di scadenza. Assumendo che il vostro orizzonte di copertura sia 2 mesi (cioè il 17 settembre), le opzioni su future sul DAX offrono maggiore flessibilità: se desiderate interrompere in anticipo la copertura alla luce di condizioni economiche che migliorano, semplicemente le esercitate. Non potreste fare lo stesso con le opzioni sul DAX poiché queste sono di stile europeo. Siete d accordo? Perché / perché no? a3) Assumendo medesimi strike e scadenza delle opzioni, quale secondo voi risulta essere la meno cara, l opzione put sul DAX o l opzione put su future sul DAX? Fornite una ragione per cui l opzione put sul DAX dovrebbe essere meno cara dell opzione put su future sul DAX, e una ragione per cui dovrebbe essere più cara. [Suggerimento: ricordate che le scadenze del future sottostante le opzioni su future possono essere diverse dalle scadenze dell opzione]. (6 punti) Pagina 11 / 12

12 b) Poi, considerate una strategia di copertura statica che utilizza future sul DAX. Il future sul DAX con scadenza dicembre attualmente quota b1) Quanti contratti futures dovete usare per coprire questo portafoglio [dunque per ottenere un beta globale del portafoglio uguale a 0]? Acquistate o vendete questi futures? (5 punti) b2) Che parte di rischio nel vostro portafoglio viene eliminato utilizzando future su indice? Che parte di rischio rimane? b3) Se le azioni da voi selezionate effettivamente sovraperformano il mercato su una base aggiustata per il rischio come da voi previsto [cioè hanno un alpha positivo], caratterizzate qualitativamente il rendimento del vostro portafoglio coperto tramite future sul DAX nel caso vi sia (i) un forte calo del DAX, (ii) un movimento laterale dell indice e, infine, (iii) un forte rialzo del DAX. Giustificate la vostra risposta, ignorando nelle vostre argomentazioni la problematica legata alla base tra contratti future e l indice. [Suggerimento: seguite i punti discussi in b2).] c) Infine, considerate di seguire una strategia di copertura dinamica che utilizza future sul DAX con scadenza dicembre per replicare una put protettiva. Il delta del put sul DAX con scadenza dicembre e strike 5600 che desiderate replicare è c1) Quanti contratti future dovere inizialmente utilizzare per replicare questa opzione put? Dovete acquistare o vendere futures? (5 punti) c2) Qual è il maggiore svantaggio di questa strategia di replica dinamica che utilizza futures rispetto all utilizzo di put sull indice? Pagina 12 / 12

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (41 punti) Lei ha iniziato a lavorare quale analista obbligazionario. Il primo giorno di lavoro si trova confrontato con il seguente portafoglio obbligazionario

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (43 punti) Lei è il responsabile del dipartimento emissioni obbligazionarie di una banca europea. Questa 10 anni fa ha emesso un obbligazione perpetua subordinata

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (50 punti) Lei è analista del dipartimento di investimenti obbligazionari di una compagnia di assicurazioni con sede nella nazione Z, e sta preparando delle

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di (48 punti) Il Sig. Smith è responsabile per gli investimenti obbligazionari presso una società di consulenza finanziaria, e ha analizzato la curva di rendimento delle

Dettagli

23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari ESERCIZIO 1

23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari ESERCIZIO 1 23 Giugno 2003 Teoria Matematica del Portafoglio Finanziario e Modelli Matematici per i Mercati Finanziari In uno schema uniperiodale e in un contesto di analisi media-varianza, si consideri un mercato

Dettagli

Quesiti livello Application

Quesiti livello Application 1 2 3 4 Se la correlazione tra due attività A e B è pari a 0 e le deviazioni standard pari rispettivamente al 4% e all 8%, per quali dei seguenti valori dei loro pesi il portafoglio costruito con tali

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (50 punti) Lei è un gestore di portafoglio di una banca internazionale. Un cliente le mostra i suoi investimenti attuali, riassunti nella tabella seguente:

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (31 punti) La Investment Advisory Service X finora non ha incluso obbligazioni governative legate all Indice dei Prezzi al Consumo [CPI - Consumer Price

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Alcuni strumenti finanziari particolari Alcuni strumenti proposti nel panorama internazionale Gli strumenti ai quali faremo riferimento sono: i financial

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (56 punti) Lei ha assunto una nuova carica quale risk manager di un fondo pensione. Il fondo ha finora investito solo in titoli a reddito fisso con attivi

Dettagli

Mercati finanziari e valore degli investimenti

Mercati finanziari e valore degli investimenti 7 Mercati finanziari e valore degli investimenti Problemi teorici. Nei mercati finanziari vengono vendute e acquistate attività. Attraverso tali mercati i cambiamenti nella politica del governo e le altre

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (56 punti) Lei lavora nel dipartimento di tesoreria di una banca internazionale. La banca è molto conosciuta e può emettere, se necessario, obbligazioni

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Prof. Filippo Stefanini A.A. Corso 60012 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Edile Tassi di interesse Per ciascuna divisa, sono regolarmente quotati diversi

Dettagli

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti:

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: Strumenti derivati Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: attività finanziarie (tassi d interesse, indici azionari, valute,

Dettagli

LA DURATION E LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO OBBLIGAZIONARIO

LA DURATION E LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO OBBLIGAZIONARIO LA DURATION E LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO OBBLIGAZIONARIO FLAVIO ANGELINI Sommario. In queste note si vuole mostrare come la Duration venga utilizzata quale strumento per la gestione del portafoglio obbligazionario.

Dettagli

TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione

TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione 1/16 TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione SEZIONE III - INFORMAZIONI SULL AAMENTO DELLA GESTIONE valida dal 26 aprile 2010 Dati aggiornati al 31 dicembre

Dettagli

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012 Come usare gli ETF Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team Rimini, 17 maggio 2012 Cosa sono gli Etf? Gli Etf sono una particolare categoria di fondi d investimento mobiliare quotati

Dettagli

Coniugare esigenza e soluzione d investimento: controllare i rischi con l approccio Global Macro. Marco Serventi Senior Relationship Manager AMUNDI

Coniugare esigenza e soluzione d investimento: controllare i rischi con l approccio Global Macro. Marco Serventi Senior Relationship Manager AMUNDI Coniugare esigenza e soluzione d investimento: controllare i rischi con l approccio Global Macro Marco Serventi Senior Relationship Manager AMUNDI EFPA Italia Meeting 2014, 5/6 Giugno Lecce Siamo stati

Dettagli

Strategie di hedging con i Certificati. Massimiliano Volpe

Strategie di hedging con i Certificati. Massimiliano Volpe Strategie di hedging con i Certificati Massimiliano Volpe 2 Con il termine di hedging si fa riferimento ad una strategia d'investimento disegnata per ridurre il profilo di rischio di un investimento mediante

Dettagli

Greche. Fondamenti dei Mercati di Futures e Opzioni, 5 a Edizione, Copyright John C. Hull 2004 15.1

Greche. Fondamenti dei Mercati di Futures e Opzioni, 5 a Edizione, Copyright John C. Hull 2004 15.1 Greche Problema per i trader è di gestire il rischio di posizioni su mercati over the counter e in borsa Ogni greca corrisponde a una misura di rischio Quindi i traders dovranno gestire le greche per gestire

Dettagli

Introduzione. Capitolo 1. Opzioni, Futures e Altri Derivati, 6 a Edizione, Copyright John C. Hull 2005 1

Introduzione. Capitolo 1. Opzioni, Futures e Altri Derivati, 6 a Edizione, Copyright John C. Hull 2005 1 Introduzione Capitolo 1 1 La Natura dei Derivati I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali variabili sottostanti 2 Esempi di Derivati Forwards Futures Swaps Opzioni

Dettagli

MODELLO DI BLACK SCHOLES

MODELLO DI BLACK SCHOLES MODELLO DI BLACK SCHOLES 1 Greche della Put Dalla put-call parity: C P = S Ke P = SN(d 1 ) Ke N(d ) S + Ke P = Ke (1 N(d )) S(1 N(d 1 )) quindi la FORMULA DI BLACK SCHOLES PER LA PUT è P = Ke N( d ) SN(

Dettagli

Note integrative di Moneta e Finanza Internazionale. c Carmine Trecroci 2004

Note integrative di Moneta e Finanza Internazionale. c Carmine Trecroci 2004 Note integrative di Moneta e Finanza Internazionale c Carmine Trecroci 2004 1 Tassi di cambio a pronti e a termine transazioni con consegna o regolamento immediati tasso di cambio a pronti (SR, spot exchange

Dettagli

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti

Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Utilizzo degli ETF nella costruzione di portafogli diversificati e efficienti Fausto Tenini - Analista Quantitativo presso Ufficio Studi MF-MilanoFinanza - Prof. presso Univ. Statale di Milano, facoltà

Dettagli

Introduzione al Corporate Financial Risk Management. Lorenzo Faccincani

Introduzione al Corporate Financial Risk Management. Lorenzo Faccincani Introduzione al Corporate Financial Risk Management Lorenzo Faccincani 1 Il Corporate Financial Risk Management Il Corporate Financial Risk Management può essere definito come il complesso delle attività

Dettagli

Azioni azioni ordinarie o privilegiate che rappresentano una quota di proprietà di una società.

Azioni azioni ordinarie o privilegiate che rappresentano una quota di proprietà di una società. Glossario Accettazioni bancarie strumenti a breve termine emessi dai debitori internazionali garantiti da banche di rilievo internazionale. Agency bonds Obbligazioni emesse (ma non garantite) da agenzie

Dettagli

Le obbligazioni: misure di rendimento Tassi d interesse, elementi di valutazione e rischio delle attività finanziarie

Le obbligazioni: misure di rendimento Tassi d interesse, elementi di valutazione e rischio delle attività finanziarie Le obbligazioni: misure di rendimento Tassi d interesse, elementi di valutazione e rischio delle attività finanziarie Economia degli Intermediari Finanziari 29 aprile 2009 A.A. 2008-2009 Agenda 1. Il calcolo

Dettagli

Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse

Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse Milano 12 marzo Fondazione Ambrosianeum Via delle Ore 3 Un Azienda ha la necessità di finanziare la sua attività caratteristica per un importo

Dettagli

I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS. Federica Miglietta Bari, luglio 2014

I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS. Federica Miglietta Bari, luglio 2014 I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS Federica Miglietta Bari, luglio 2014 GLI STRUMENTI DERIVATI Gli strumenti derivati sono così denominati perché il loro valore deriva dal prezzo di una attività sottostante,

Dettagli

Le obbligazioni: misure di rendimento e rischio. Economia degli Intermediari Finanziari 4 maggio 2009 A.A. 2008-2009

Le obbligazioni: misure di rendimento e rischio. Economia degli Intermediari Finanziari 4 maggio 2009 A.A. 2008-2009 Le obbligazioni: misure di rendimento e rischio Economia degli Intermediari Finanziari 4 maggio 009 A.A. 008-009 Agenda 1. Introduzione ai concetti di rendimento e rischio. Il rendimento delle obbligazioni

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (43 punti) Lei lavora quale consulente di un fondo pensione. Alla luce delle recenti turbolenze sui mercati finanziari il consiglio di amministrazione di

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK IN

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK IN BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK IN TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU CAMBI OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi opzione acquisto divisa

Dettagli

ECONOMIA INTERNAZIONALE Biennio CLEM - Prof. B. Quintieri

ECONOMIA INTERNAZIONALE Biennio CLEM - Prof. B. Quintieri ECONOMIA INTERNAZIONALE Biennio CLEM - Prof. B. Quintieri IL TASSO DI CAMBIO Anno Accademico 2013-2014, I Semestre (Tratto da: Feenstra-Taylor: International Economics) Si propone, di seguito, una breve

Dettagli

Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio

Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio Capitolo 3 Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio adattamento italiano di Novella Bottini 1 (c) Pearson Italia S.p.A. - Krurman, Obstfeld, Melitz - Economia internazionale 2 Anteprima

Dettagli

ALCUNI ESEMPI DI PROVE SCRITTE

ALCUNI ESEMPI DI PROVE SCRITTE ALCUNI ESEMPI DI PROVE SCRITTE Nota: questo file raccoglie alcuni esempi di prove scritte assegnate negli ultimi anni per gli esami di Matematica Finanziaria IIB e. I testi vanno presi come indicativi,

Dettagli

Calcolo del valore attuale e principi di valutazione delle obbligazioni

Calcolo del valore attuale e principi di valutazione delle obbligazioni PROGRAMMA 0. Introduzione 1. Valore: Pianificazione finanziaria Valore attuale Valutazione delle obbligazioni e delle azioni, Valore attuale netto ed altri criteri di scelta degli investimenti 2. Valutazione

Dettagli

Capitolo 3. Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio. preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Elisa Borghi)

Capitolo 3. Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio. preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Elisa Borghi) Capitolo 3 Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio preparato da Thomas Bishop (adattamento italiano di Elisa Borghi) Anteprima Principi di base sui tassi di cambio Tassi di cambio

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK-IN

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK-IN BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK-IN TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU DIVISE OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi Opzione Vendita Divisa

Dettagli

La definizione di Spread e le diverse metodologie di calcolo. 17 Maggio 2012

La definizione di Spread e le diverse metodologie di calcolo. 17 Maggio 2012 La definizione di Spread e le diverse metodologie di calcolo 17 Maggio 2012 DEFINIZIONE DELL UNIVERSO INVESTIBILE UNIVERSO INVESTIBILE AZIONARIO OBBLIGAZIONARIO L acquisto di una azione o simil strumento

Dettagli

Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio

Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio Capitolo 3 Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio adattamento italiano di Novella Bottini 1 Anteprima Principi di base sui tassi di cambio Tassi di cambio e prezzi dei beni I mercati

Dettagli

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Economia dei mercati mobiliari e finanziamenti di aziende Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Gli stili di gestione Stile di gestione come espressione

Dettagli

UN FONDO, TRE SEMPLICI MODI PER INVESTIRE

UN FONDO, TRE SEMPLICI MODI PER INVESTIRE AD USO ESCLUSIVO DEI CLIENTI PROFESSIONALI E DEGLI INVESTITORI QUALIFICATI UN FONDO, TRE SEMPLICI MODI PER INVESTIRE BLACKROCK GLOBAL FUNDS (BGF) GLOBAL MULTI-ASSET INCOME FUND Un fondo, tre possibili

Dettagli

Gruppo Hera Bilancio Consolidato e Separato al 31 dicembre 2014

Gruppo Hera Bilancio Consolidato e Separato al 31 dicembre 2014 23 Strumenti finanziari derivati / non correnti Gerarchia fair value coperto Derivati su tassi - Interest rate Swap 2 Finanziamenti 1.000 mln 103.096 1.001,2 mln 37.560 - Interest rate Swap 2 Finanziamenti

Dettagli

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal

È evidenziata la crescita (in euro e al lordo della tassazione anche per i fondi italiani) realizzata dal Lettura delle schede Giunta alla sua decima edizione, la Guida permette agli investitori di accedere ad analisi indipendenti e nuovi strumenti per la selezione dei fondi, compresi i Morningstar Analyst

Dettagli

Gestione dei rischi PROGRAMMA. 1) Nozioni di base di finanza aziendale. 2) Opzioni. 3) Valutazione delle aziende. 4) Rischio di credito

Gestione dei rischi PROGRAMMA. 1) Nozioni di base di finanza aziendale. 2) Opzioni. 3) Valutazione delle aziende. 4) Rischio di credito PROGRAMMA 1) Nozioni di base di finanza aziendale 2) Opzioni 3) Valutazione delle aziende 4) Rischio di credito Gestione dei rischi 5) Risk management 6) Temi speciali di finanza aziendale Argomenti trattati

Dettagli

Portafogli efficienti per ogni profilo

Portafogli efficienti per ogni profilo Portafogli efficienti per ogni profilo di rischio con gli ETF Fausto Tenini -Analista Quantitativo presso Ufficio Studi MF-MilanoFinanza - Prof. presso Univ. Statale di Milano, facoltà di Economia Offerta

Dettagli

Il rischio di cambio CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI. Luisa Graziani. 25 ottobre 2011 - Sala Convegni

Il rischio di cambio CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI. Luisa Graziani. 25 ottobre 2011 - Sala Convegni CAPIRE E GESTIRE I RISCHI FINANZIARI Il rischio di cambio Luisa Graziani 25 ottobre 2011 - Sala Convegni S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Comprendere il mercato dei cambi per proteggersi

Dettagli

Centrobanca - Direzione Derivati OTC

Centrobanca - Direzione Derivati OTC 1 AGENDA La copertura del rischio di tasso con CAP o IRS La copertura del rischio di cambio con PLAFOND La copertura del rischio Materie Prime con lo SWAP 2 RISCHIO TASSO: COSA STIAMO PROPONENDO? Stiamo

Dettagli

Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni

Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni A.A. 2008-2009 20 maggio 2009 Agenda I contratti Swap Definizione Gli Interest Rate Swap Il mercato degli Swap Convenienza economica e finalità Le opzioni

Dettagli

Soluzioni Assicurativo/Finanziarie per Rispondere alle Esigenze di ALM degli Investitori Previdenziali

Soluzioni Assicurativo/Finanziarie per Rispondere alle Esigenze di ALM degli Investitori Previdenziali Soluzioni Assicurativo/Finanziarie per Rispondere alle Esigenze di ALM degli Investitori Previdenziali Contenuti 1. Tendenze nel Settore degli Investitori Previdenziali 2. Soluzioni Assicurativo/Finanziarie

Dettagli

Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli

Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli Martin Hoesli Giacomo Morri Capitolo 2 RENDIMENTO E RISCHIO DI UN INVESTIMENTO IMMOBILIARE Agenda Rendimento - Rendimenti immediati -

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento

Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Tecniche di stima del costo e delle altre forme di finanziamento Capitolo 17 Indice degli argomenti 1. Rischio operativo e finanziario

Dettagli

Derivati: principali vantaggi e utilizzi

Derivati: principali vantaggi e utilizzi Derivati: principali vantaggi e utilizzi Ugo Pomante, Università Commerciale Luigi Bocconi Trading Online Expo Milano 28, Marzo 2003 CONTENUTI In un mondo senza derivati I futures Le opzioni Strategie

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 18 marzo 2013. Cattedra: prof. Pacati (SI) prof. Renò (SI) dott. Quaranta (GR) dott. Riccarelli (AR).

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 18 marzo 2013. Cattedra: prof. Pacati (SI) prof. Renò (SI) dott. Quaranta (GR) dott. Riccarelli (AR). MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 18 marzo 2013 Cognome e Nome.......................................................................... C.d.L....................... Matricola n...................................................

Dettagli

Economia dei mercati mobiliari

Economia dei mercati mobiliari pag. 1 1 Cos'è un currency future? A) È un contratto che rappresenta l'impegno alla cessione o all'acquisto a termine di una quantità di valuta B) È un contratto in cui una parte acquisisce la facoltà

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU CAMBI OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi Opzione Vendita Divisa Struttura Cilindrica

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CILINDRICA

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CILINDRICA BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CILINDRICA TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU CAMBI OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi opzione acquisto divisa struttura

Dettagli

Gli strumenti derivati

Gli strumenti derivati Gli strumenti derivati EMM A - Lezione 6 Prof. C. Schena Università dell Insubria 1 Gli strumenti derivati Derivati perché il loro valore deriva da quello di altre attività dette beni/attività sottostanti

Dettagli

GLI STRUMENTI DERIVATI. Giuseppe G. Santorsola EIF 1

GLI STRUMENTI DERIVATI. Giuseppe G. Santorsola EIF 1 GLI STRUMENTI DERIVATI Giuseppe G. Santorsola EIF 1 Gli strumenti derivati Sono strumenti finanziari la cui esistenza e valutazione dipendono dal valore di un'altra attività chiamata sottostante che può

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 6 luglio 2011. Cattedra: prof. Pacati (SI) prof. Renò (SI) dott. Quaranta (GR) dott. Riccarelli (AR).

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 6 luglio 2011. Cattedra: prof. Pacati (SI) prof. Renò (SI) dott. Quaranta (GR) dott. Riccarelli (AR). MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 6 luglio 2011 Cognome e Nome................................................................... C.d.L....................... Matricola n................................................

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

Introduzione alberi binomiali

Introduzione alberi binomiali Introduzione alberi binomiali introduzione L albero binomiale rappresenta i possibili sentieri seguiti dal prezzo dell azione durante la vita dell opzione Il percorso partirà dal modello a uno stadio per

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Schede Esercizi a.a. 2014-2015 Elisabetta Michetti

MATEMATICA FINANZIARIA Schede Esercizi a.a. 2014-2015 Elisabetta Michetti MATEMATICA FINANZIARIA Schede Esercizi a.a. 2014-2015 Elisabetta Michetti 1 MODULO 1 1.1 Principali grandezze finanziarie 1. Si consideri una operazione finanziaria di provvista che prevede di ottenere

Dettagli

Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust

Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust Gestione finanziaria dei beni conferiti al Trust Paolo Vicentini 7 Marzo 2005 Avvertenze legali Questa presentazione ha carattere puramente informativo e non costituisce sollecitazione all investimento,

Dettagli

BGF GLOBAL MULTI-ASSET INCOME FUND: UN FONDO, TRE CLASSI DI AZIONI

BGF GLOBAL MULTI-ASSET INCOME FUND: UN FONDO, TRE CLASSI DI AZIONI AD USO ESCLUSIVO DI INTERMEDIARI AUTORIZZATI E INVESTITORI QUALIFICATI BGF GLOBAL MULTI-ASSET INCOME FUND: UN FONDO, TRE CLASSI DI AZIONI BLACKROCK GLOBAL FUNDS (BGF) GLOBAL MULTI-ASSET INCOME FUND Trovare

Dettagli

BANCA D ITALIA AMMINISTRAZIONE CENTRALE. Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE

BANCA D ITALIA AMMINISTRAZIONE CENTRALE. Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE BANCA D ITALIA AMMINISTRAZIONE CENTRALE Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE Rilevazione sui prodotti derivati over-the-counter a fine giugno 2005 La Banca d Italia comunica

Dettagli

... vogliamo scoprire il Currency Swap in un ottica di copertura (hedging) da bruschi e sfavorevoli movimenti di Cambio...

... vogliamo scoprire il Currency Swap in un ottica di copertura (hedging) da bruschi e sfavorevoli movimenti di Cambio... SW5 - Il C.S. nella copertura del Rischio di Cambio... vogliamo scoprire il Currency Swap in un ottica di copertura (hedging) da bruschi e sfavorevoli movimenti di Cambio... Accompagnati dal Cambiavalute

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 13 06 2008. Cattedra: prof. Pacati prof. Renò dott. Quaranta dott. Falini dott. Riccarelli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 13 06 2008. Cattedra: prof. Pacati prof. Renò dott. Quaranta dott. Falini dott. Riccarelli MATEMATICA FINANZIARIA Appello del 13 06 2008 Cognome e Nome................................................................... C.d.L....................... Matricola n................................................

Dettagli

Note webinar Ponderazione per Beta in IB Risk Navigator

Note webinar Ponderazione per Beta in IB Risk Navigator Note webinar Ponderazione per Beta in IB Risk Navigator Panoramica Il nostro Risk Navigator è stato potenziato, accessibile all'interno di Trader Workstation, offre ora le metriche ponderate per il beta.

Dettagli

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività.

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività. Glossario finanziario Asset Allocation Consiste nell'individuare classi di attività da inserire in portafoglio al fine di allocare in maniera ottimale le risorse finanziarie, dati l'orizzonte temporale

Dettagli

Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION

Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION Zurich Investments Life S.p.A. Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE (Dati aggiornati al 31.12.2007) Alla gestione delle risorse provvede la Zurich Investments

Dettagli

Modelli a tempo discreto per la copertura tramite futures. Tommaso Ercole

Modelli a tempo discreto per la copertura tramite futures. Tommaso Ercole Modelli a tempo discreto per la copertura tramite futures Tommaso Ercole anno accademico 2006/2007 1 Indice 1 Introduzione 3 2 Ipotesi e conoscenze preliminari 5 3 Valutazione dei flussi di cassa 8 4 Prezzo

Dettagli

Un servizio personalizzato, curato in ogni dettaglio

Un servizio personalizzato, curato in ogni dettaglio Un servizio personalizzato, curato in ogni dettaglio Ogni investitore è unico, come uniche sono le sue esigenze e le sue aspettative. GP Private sono gestioni patrimoniali caratterizzate da un elevato

Dettagli

Copertura Valutaria Franklin Templeton Investments

Copertura Valutaria Franklin Templeton Investments Copertura Valutaria COSA E LA COPERTURA VALUTARIA? La copertura valutaria è utilizzata allo scopo di ridurre l effetto causato sui rendimenti dalle fluttuazioni dei tassi di cambio. I movimenti valutari

Dettagli

ILR con. Posizione. attuale.

ILR con. Posizione. attuale. ILR con il gestore G. Spinola del 16/04/15 Trend vs. Msci World Dal lancio ( 15/02/93 ) al 16/04/15. Posizione attuale. 63% %* in Azioni (profilo di rischio teoricoo del portafoglio mediamente in lineaa

Dettagli

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 DEFS01 II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 Prova D FS 1 KNOWLEDGE 1 Il rischio specifico di un titolo azionario: 1. è quantificabile

Dettagli

Esercizi Svolti di Matematica Finanziaria

Esercizi Svolti di Matematica Finanziaria Esercizi Svolti di Matematica Finanziaria Esercizio. Nel mercato obbligazionario italiano del 0 Novembre 009 si osservano i seguenti prezzi: - prezzo 96, per un titolo il cui valore a scadenza in T è 0,

Dettagli

Rischio e rendimento degli strumenti finanziari

Rischio e rendimento degli strumenti finanziari Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Rischio e rendimento degli strumenti finanziari Capitolo 15 Indice degli argomenti 1. Analisi dei rendimenti delle principali attività

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE

APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE APPROFONDIMENTO IL TWIN WIN DA IL MEGLIO SUL BIGLIETTO VERDE Per puntare sul recupero del dollaro, o per difendere investimenti in valuta da un ulteriore allungo dell euro, i risparmiatori italiani possono

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Corso di Laurea Magistrale in Finanza, Intermediari e Mercati GLI EXCHANGE TRADED PRODUCT: STRATEGIE DI INVESTIMENTO

Dettagli

Fronteggiamento dei rischi della gestione

Fronteggiamento dei rischi della gestione Fronteggiamento dei rischi della gestione Prevenzione (rischi specifici) Impedire che un determinato evento si manifesti o limitare le conseguenze negative Assicurazione (rischi specifici) Trasferimento

Dettagli

Finanza Aziendale. Lezione 12. Analisi del rischio

Finanza Aziendale. Lezione 12. Analisi del rischio Finanza Aziendale Lezione 12 Analisi del rischio Obiettivi i della lezione I rendimenti e la loro misurazione I rendimenti medi ed il loro rischio La misurazione del rischio e l effetto diversificazione

Dettagli

S.A.P. ANALISI DI PORTAFOGLIO

S.A.P. ANALISI DI PORTAFOGLIO S.A.P. ANALISI DI PORTAFOGLIO Milano, 03/11/2015 INDICE 1. PORTAFOGLIO ATTUALE 2. ANALISI DEL PORTAFOGLIO Per macro asset class Per micro asset class Per tipologia di prodotto Per valuta 3. ANALISI DEI

Dettagli

LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI E GLI STRUMENTI DERIVATI

LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI E GLI STRUMENTI DERIVATI LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI E GLI STRUMENTI DERIVATI Eurco S.p.A. Milano, 01 Aprile 2008 Agenda Coperture Strumenti Derivati: utilizzo improprio e problematiche diffuse Eurco e il mercato dei derivati

Dettagli

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE Roma, 3 giugno 2015 Rilevazione sui prodotti derivati over-the-counter a fine dicembre La Banca d Italia

Dettagli

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 00_caparrelli 20-01-2004 13:10 Pagina VII Prefazione XIII Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 Capitolo 1 I prodotti del mercato monetario 3 1.1 Introduzione al mercato monetario

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA Appello dell 8 ottobre 2014

MATEMATICA FINANZIARIA Appello dell 8 ottobre 2014 MATEMATICA FINANZIARIA Appello dell 8 ottobre 2014 Cognome e Nome................................................................... C.d.L....................... Matricola n................................................

Dettagli

Informazioni chiave per gli investitori

Informazioni chiave per gli investitori Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo Comparto. Non si tratta di un documento

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

ECONOMIA APERTA CON RIFERIMENTO A DUE PAESI NEL MERCATO DEI CAMBI SI DETERMINA IL TASSO DI CAMBIO NOMINALE BILATERALE

ECONOMIA APERTA CON RIFERIMENTO A DUE PAESI NEL MERCATO DEI CAMBI SI DETERMINA IL TASSO DI CAMBIO NOMINALE BILATERALE capitolo 11-1 ECONOMIA APERTA IN UN ECONOMIA APERTA AGLI SCAMBI CON L ESTERO (ALTRA VALUTA) SI FORMA IL MERCATO DEI CAMBI: DOMANDA, OFFERTA DI VALUTA ESTERA, TASSI DI CAMBIO. CON RIFERIMENTO A DUE PAESI

Dettagli

I contratti derivati nelle gestioni assicurative. Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di. Mario Parisi.

I contratti derivati nelle gestioni assicurative. Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di. Mario Parisi. Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi I contratti derivati nelle gestioni assicurative 1 I derivati e le assicurazioni L assunzione di posizioni

Dettagli

Il mercato dei cambi

Il mercato dei cambi Il mercato dei cambi 18 maggio 2009 Agenda Il mercato valutario Nozioni fondamentali Tassi di cambio Operazioni in cambi Cross rates Operatori del mercato Andamento del tasso di cambio 2 Nozioni fondamentali

Dettagli

Determinazione dei Prezzi Forward e dei Prezzi Futures

Determinazione dei Prezzi Forward e dei Prezzi Futures Determinazione dei Prezzi Forward e dei Prezzi Futures Lezione 6 5.1 Beni d Investimento e Beni di Consumo I beni d investimento (ad es., oro, argento) sono beni che vengono posseduti solo per fini d investimento

Dettagli

RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani

RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani RISCHIO E RENDIMENTO DEGLI STRUMENTI FINANZIARI Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Il rendimento di un attività finanziaria: i parametri rilevanti Rendimento totale, periodale e medio Il market

Dettagli

I contratti di interest rate swap Aspetti finanziari e legali evidenziati dall analisi di casi pratici

I contratti di interest rate swap Aspetti finanziari e legali evidenziati dall analisi di casi pratici Studio Gallone I contratti di interest rate swap Aspetti finanziari e legali evidenziati dall analisi di casi pratici Scaletta Argomenti Gli strumenti finanziari derivati: definizioni Pagina 3 Diffusione

Dettagli

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento Data xx/xx/xxxx Piano di Intervento Cliente: ESEMPIO/09/03/1 Gentile CLIENTE, Il presente elaborato è stato redatto sulla base di quanto emerso durante i nostri precedenti incontri e costituisce uno strumento

Dettagli

Performance e volatilità delle principali asset class nel 2012

Performance e volatilità delle principali asset class nel 2012 Performance e volatilità delle principali asset class nel 2012 Sono stati utilizzati i seguenti indici per le varie asset class: Euro Cash Indices Libor Total return 3 Months (Cash), EuroStoxx in Euro

Dettagli