Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Peso secondo il valore di mercato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Peso secondo il valore di mercato"

Transcript

1 Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni / Gestione di Portafoglio (33 punti) Il Sig. X è un gestore obbligazionario cui è stata assegnata la gestione del comparto obbligazionario internazionale di un fondo pensione. Il portafoglio è valutato in dollari US e usa quale benchmark un indice denominato in dollari US che non è coperto contro il rischio valutario e consiste in una media ponderata di indici di obbligazioni governative di tre mercati (US, Germania e Giappone) con i pesi dati nella Tabella 1. Tabella 1: Indici Benchmark delle obbligazioni governative Indici Benchmark nella media ponderata Peso secondo il valore di mercato Rendimento alla scadenza medio Duration modificata Indice US delle obbligazioni governative 50% 2.55% 5.04 Indice Germanico delle obbligazioni governative 20% 2.25% 6.02 Indice Giapponese delle obbligazioni governative 30% 0.85% 6.51 Totale 100% 1.98% 5.68 Nota 1: Il rendimento dell indice benchmark denominato in dollari US è calcolato come media ponderata secondo il valore di mercato dei rendimenti denominati in dollari US di ogni singolo indice di mercato. Nota 2: Il rendimento medio alla scadenza e la duration modificata dell indice benchmark sono la media ponderata secondo il valore di mercato dei valori sui singoli mercati. Quando il Sig. X ha preso in consegna il portafoglio, i pesi di mercato del portafoglio, la sua struttura per scadenza e le duration modificate all interno dei singoli mercati coincidevano con quelle del benchmark e praticamente non vi era rischio attivo. Tuttavia il Sig. X sta considerando se ribilanciare il portafoglio in base alle sue previsioni sui tassi d interesse per gli Stati Uniti, Germania e Giappone di modo da guadagnare rendimenti extra rispetto al benchmark. La Tabella 2 contiene le curve dei rendimenti attuali di obbligazioni governative alla pari per ogni Paese. Tabella 2: Curve dei rendimenti delle obbligazioni governative alla pari Scadenza [in anni] US (capitalizzazione annua) Germania (capitalizzazione annua) Giappone (capitalizzazione annua) % 0.541% 0.151% % 0.984% 0.183% % 1.357% 0.237% % 1.785% 0.375% % 2.235% 0.526% % 2.500% 0.696% % 2.674% 0.884% % 3.168% 1.365% % 3.781% 2.120% % 3.895% 2.228% Nota: Tutte le cedole delle obbligazioni sono pagabili con frequenza annuale, e le curve dei rendimenti delle obbligazioni governative alla pari sono espresse con capitalizzazione annua. Pagina 1 / 12

2 Il Sig. X utilizza i rendimenti alla pari mostrati nella Tabella 2 per calcolare i tassi spot (rendimenti delle obbligazioni con cedola zero) e i rendimenti alla pari forward tra 1 anno per le obbligazioni governative di ogni Paese con scadenza fino a 5 anni (Tabella 3 e Tabella 4). Tabella 3: Curve dei tassi spot delle obbligazione governative (spot rate curves) Scadenza [in anni] US (capitalizzazione Germania (capitalizzazione Giappone (capitalizzazione annua) annua) annua) % 0.541% 0.151% % 0.986% 0.183% % % % 1.804% 0.376% % 2.275% 0.529% Tabella 4: Curve dei rendimenti alla pari forward (forward par yield curves) tra 1 anno delle obbligazioni governative. Scadenza [in anni] US (capitalizzazione Germania (capitalizzazione Giappone (capitalizzazione annua) annua) annua) % 1.433% 0.215% % 1.775% 0.280% % 2.216% % 2.683% 0.621% % 2.921% 0.807% Nota: La curva dei rendimenti alla pari forward tra 1 anno indica la cedola Y 1,t+1 di un obbligazione alla pari emessa tra 1 anno con una scadenza di t anni, implicita nella curva dei rendimenti attuale. P.es. la cedola di un obbligazione governativa US emessa alla pari tra 1 anno con una scadenza di 5 anni implicita nella curva dei rendimenti attuale è Y 1,6 = 3.530% p.a.. a) Calcolate le cifre da inserire nella Tabella 3 e nella Tabella 4 ai punti segnati con 1 e 2; arrotondate le vostre risposte alla 3 a cifra decimale. Mostrate il procedimento di calcolo come pure i vostri risultati. [Suggerimento per 2: prima, calcolate i tassi forward giapponesi tra 1 anno (cioè F 1,2, F 1,3, e F 1,4, dove F indica il tasso forward dal tempo t 1 al tempo t 2 ) dalla t1, t 2 Tabella 3. Poi usateli per ricavare il rendimento alla pari forward richiesto.] (9 punti) b) Il Sig. X prevede che la curva dei rendimenti US si appiattisca nel corso del prossimo anno, perciò decide di vendere obbligazioni governative a 3 anni del portafoglio di obbligazione governative US, e le rimpiazza in parte con obbligazioni governative a 1 anno e la parte restante con obbligazioni governative a 5 anni, in modo che la duration modificata del portafoglio nel complesso non cambi. La Tabella 5 contiene le duration modificate delle obbligazioni governative a 1 anno, 3 anni e 5 anni. Tabella 5: Duration modificate delle obbligazioni governative US Scadenza 1 anno 3 anni 5 anni Duration modificata Pagina 2 / 12

3 b1) Se vengono venduti 10 milioni di USD di obbligazioni governative a 3 anni, che ammontare di obbligazioni governative a 1 anno e 5 anni devono essere acquistati per rimpiazzarle in modo da soddisfare le seguenti condizioni: (i) il valore totale di mercato delle obbligazioni governative a 1 anno e 5 anni da acquistare deve essere uguale al valore di mercato delle obbligazioni governative a 3 anni vendute; e (ii) la duration modificata del portafoglio deve rimanere invariata. Arrotondate la vostra risposta al dollari più prossimo. Assumete che tutte le obbligazioni governative siano obbligazioni alla pari. b2) Assumete che la curva dei rendimenti US dopo 1 anno si appiattisca esattamente allo stesso livello della curva dei rendimenti forward alla pari mostrata nella Tabella 4. In questa situazione, che portafoglio avrà il maggior rendimento, quello ribilanciato come descritto al punto b1), o il portafoglio originale? Non è necessario calcolare i rendimenti specifici, dovete semplicemente motivare la vostra risposta. c) Il Sig. X prevede una diminuzione relativa dei rendimenti delle obbligazioni governative US rispetto agli altri mercati, perciò decide di aumentare il peso delle obbligazioni governative US nel portafoglio. Se, all interno del portafoglio, aumenta il peso dell ammontare investito nell indice delle obbligazioni governative US e diminuisce il peso dell ammontare investito negli altri due Paesi, il Sig. X assume dei rischi ulteriori rispetto al benchmark oltre a quello di una diminuzione relativa dei tassi d interesse US. Descrivete questi rischi. (Nella vostra risposta, focalizzatevi sulla duration globale del portafoglio e sul rischio di cambio.) In questa situazione, cosa dovrebbe essere fatto per realizzare i benefici dovuti alla diminuzione relativa dei tassi di interesse US rispetto a quelli della Germania e del Giappone e allo stesso tempo minimizzare i rischi che avete identificato? (8 punti) d) Il Sig. X decide di utilizzare un modello di asset allocation basato sul valore atteso dei rendimenti degli indici delle obbligazioni governative e sulla stima della matrice di varianza-covarianza per controllare il rischio rispetto al benchmark e allo stesso tempo per ottenere rendimenti extra. Questa strategia utilizza valori medi e matrici di varianzacovarianza basate sui rendimenti storici degli indici delle obbligazioni governative quali input (non modificati) del modello. Criticate questa strategia. Come pensate che i problemi che avete identificato possano essere corretti? (8 punti) Pagina 3 / 12

4 Domanda 2: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (43 punti) Voi siete un gestore di portafoglio obbligazionario, e prevedete un movimento significativo dei tassi di interesse, ma non sapete in che direzione questo movimento avverrà, cioè se sarà un aumento o una diminuzione. Di conseguenza decidete di costruire un portafoglio con duration modificata uguale a zero, acquistando [posizione long ] un portafoglio barbell e vendendo [posizione short ] un portafoglio bullet. Assumendo che potete utilizzare obbligazioni con cedola zero per ogni scadenza, rispondete alle seguenti domande [nella Tabella sottostante sono dati i tassi spot correnti per le scadenze 2, 6 e 10 anni]. Scadenza (anni) Tasso spot 3.0% 4.3% 5.0% a) Il portafoglio barbell è formato da obbligazioni a sconto a 2 anni e 10 anni; la posizione bullet da un obbligazione a sconto a 6 anni. Le posizioni long e short nella strategia complessiva ammontano ciascuna a 10 miliardi di yen a valori di mercato. a1) Quante obbligazioni a sconto a 2 anni e 10 anni devono nessere acquistate per ottenere una duration modificata neutrale (cioè uguale a zero)? Mostrate i vostri calcoli; rispondete fornendo i valori di mercato. (5 punti) a2) Quali sono le convessità dei portafogli barbell e bullet? Mostrate i vostri calcoli. (6 punti) a3) Quale sarà l utile/perdita sulla posizione 1 mese dopo aver costituito la posizione se i tassi spot applicati alle singole obbligazioni a sconto rimangono immutati (in altre parole, il tasso spot a 1 anno e 11 mesi è il 3%, quello a 5 anni e 11 mesi è il 4.3% e quello a 9 anni e 11 mesi è il 5%)? Di nuovo mostrate i vostri calcoli. (6 punti) a4) Quale sarà l utile/perdita sulla posizione se i tassi spot applicati alle singole obbligazioni a sconto 1 mese dopo aver costituito la posizione aumentano dell 1% per tutte le scadenze (in altre parole, il tasso spot a 1 anno e 11 mesi diviene il 4%, quello a 5 anni e 11 mesi diviene il 5.3% e quello a 9 anni e 11 mesi diviene il 6%)? Mostrate i vostri calcoli. Se necessitate della convessità per calcolare l utile/perdita, utilizzate il valore trovato al punto a2). (6 punti) a5) Assumendo un aumento o diminuzione dei tassi spot uguale per tutte le scadenze, come varierà il rendimento della posizione a dipendenza della direzione e dell ammontare della variazione dei tassi spot? Disegnate la curva corrispondente nel grafico riportato qui sotto. Pagina 4 / 12

5 Retndimento + 0 Livello del cambiamento dei tassi spot b) La struttura a termine dei tassi di interesse (tassi spot) non aumenta o diminuisce necessariamente in modo parallelo per tutte le scadenze. Di norma la sua variazione viene descritta da tre fattori: shift (spostamento parallelo), twist (cambiamento della pendenza) e butterfly (cambiamento della curvatura). In questa domanda, questi fattori sono definiti nel modo seguente: 1 Shift: s y 2 y 6 y10 3 Twist: t y 10 y 2 1 Butterfly: b y 2 y10 y 6 2 y 2, y6 e y10 indicano la variazione dei tassi spot a 2 anni, 6 anni e 10 anni. All aumentare di s aumenta il livello generale dei tassi spot; all aumentare di t aumenta la pendenza; all aumentare di b la curvatura si appiattisce. Secondo ricerche empiriche, nei Paesi sviluppati questi tre fattori non si muovono in maniera indipendente. Se lo shift è positivo, twist e butterfly sono di norma negativi. Si assuma che valgano le seguenti relazioni: t 0.25 s e b s. b1) Calcolate e disegnate la curva dei rendimenti sul grafico nel foglio risposta indicando la forma della struttura a termine dei tassi di interesse se vi è uno shift di +0.8% (s = 0.8) dei tassi di interesse mostrati nella Tabella e se gli altri fattori si muovono secondo le relazioni precedenti. (La figura mostra la struttura a termine iniziale. Indicate come cambiano la pendenza e la curvatura.) A questo momento, cosa succederà al rendimento della posizione (long barbell, short bullet) costruita al punto a)? Sarà positivo o negativo [non è necessario eseguire calcoli per rispondere a quest ultima domanda; svolgete un ragionamento qualitativo]? (7 punti) Pagina 5 / 12

6 Rendimento 5% 3% (years) b2) Calcolate e disegnate la curva dei rendimenti sul grafico nel foglio risposta indicando la forma della struttura a termine dei tassi di interesse se, viceversa, vi è uno shift di -0.8% (s = -0.8) dei tassi di interesse mostrati nella Tabella e se gli altri fattori si muovono secondo le relazioni precedenti. (La figura mostra la struttura a termine iniziale. Indicate come cambiano la pendenza e la curvatura.) A questo momento, cosa succederà al rendimento della posizione (long barbell, short bullet) costruita al punto a)? Sarà positivo o negativo [non è necessario eseguire calcoli per rispondere a quest ultima domanda; svolgete un ragionamento qualitativo]? (6 punti) 5% 3% (years) b3) Facendo riferimento ai punti precedenti b1) e b2), disegnate la curva sul grafico nel foglio risposta indicando la variazione del rendimento della posizione " long barbell / short bullet " a dipendenza della direzione e dell ammontare dello shift assumendo che i tre fattori si muovano in correlazione come mostrato sopra. + 0 Ammontare dello shift Pagina 6 / 12

7 Domanda 3: Valutazione e Analisi di Strumenti Derivati (37 punti) Un azienda US decide di prendere in prestito EUR 50 milioni per 5 anni per finanziare lo sviluppo di un centro di ricerca in Germania, ma ha un vantaggio comparativo a indebitarsi nella sua valuta domestica (USD) e poi entrare in un cross-currency swap. L azienda riceve una proposta dal suo broker di fiducia, Makoff Inc., per un currency swap a 5 anni dove cash flows su un ammontare nominale di EUR 50 milioni al tasso fisso del 3% vengono scambiati contro cash flows su USD 75 milioni al tasso fisso del 2%. Tutti i pagamenti avvengono con frequenza annuale su una base 30/360. a) Assumete che l azienda US entri nel currency swap con la controparte Makoff Inc. per trasformare il suo debito in USD in un debito in EUR. Che tasso fisso riceve e che tasso fisso paga? Spiegate in che modo questo permette all azienda di trasformare il suo debito da USD in un debito in EUR. (5 punti) b) Calcolate ed elencate i cashflows (dal punto di vista dell azienda US) che avvengono (i) al momento di inizio del currency swap (T = 0) (ii) durante la vita del currency swap (da T = 1 fino a T = 4) e (iii) alla scadenza del currency swap (T = 5), dove T indica il tempo in anni. Usate la Tabella seguente. (5 punti) (i) Inizio (T = 0) Paga L azienda US Riceve (ii) Interim (ogni anno da T = 1 a T = 4) (iii) Scadenza (T = 5) Supponete che Makoff Inc. dichiari bancarotta alla fine dell anno 2, quando il corso di cambio EUR/USD è USD 1.40 per EUR e il currency swap ha una vita residua di 3 anni. Assumete che, al termine dell anno 2, il tasso d interesse sia del 2.5% p.a. sull USD e del 2.5% p.a. sull EUR per tutte le scadenze, con capitalizzazione annua. c) Quali sarebbero i termini correnti di un currency swap della durata di 3 anni fisso contro fisso su un ammontare nominale di EUR 50 milioni contro il USD, cioè quale sarebbe l ammontare nominale sulla parte USD, il tasso d interesse fisso sull EUR e il tasso d interesse fisso sull USD? d) Calcolate il valore dello swap per l azienda US decomponendolo in due obbligazioni, vale a dire (i) un obbligazione che rappresenta i cashflow in entrata e (ii) un altra obbligazione che rappresenta i cashflow in uscita, e determinate se l azienda US beneficia oppure perde a causa della bancarotta di Makoff Inc. (11 punti) e) Calcolate il valore dello swap per Makoff Inc. in EUR. Pagina 7 / 12

8 f) Calcolate il valore dello swap per l azienda US scomponendolo in una serie di contratti di cambio forward [Suggerimento: calcolate i corsi di cambio forward per le diverse scadenze, poi calcolate il valore attuale dei pagamenti forward da fare e ricevere, utilizzando il corso di cambio forward.] (10 punti) Pagina 8 / 12

9 Domanda 4: Gestione di Portafoglio (32 punti) Il fondo pensione ABC detiene un portafoglio passivo di azioni globali quale parte dei suoi attivi, e ora pianifica di diversificare parte del portafoglio di azioni globali utilizzando un indice future sulle materie prime [ commodities ] quale investimento alternativo. L indice future su commodity è un indice di posizioni long su vari futures su commodity collateralizzato al 100% da T-bills. L indice replica una strategia di investimento in cui i contratti future su commodity sottostanti, quando il contratto attuale scade, vengono automaticamente riportati [ rolled over ] al contratto future del mese successivo. Le caratteristiche di rischio e rendimento di questi indici differiscono tra i quattro settori di commodity: agricoltura, bestiame, metalli ed energia. Il fondo pensione ABC sta considerando di investire in un composito costituito dal 40% dell indice energetico e dal 20% di ciascuno degli altri tre indici settoriali. La Tabella 1 mostra statistiche di rischio e rendimento misurate sull arco degli ultimi 30 anni per i quattro indici settoriali, per l indice composito dei future su commodity e per il portafoglio di azioni globali. La Tabella 2 mostra la matrice di correlazione per i rendimenti dell indice. Utilizzando queste statistiche, rispondete alle seguenti domande. Tabella 1: Statistiche di rischio e rendimento (USD, rendimento e deviazione standard su base annua in %) Indice future su commodity / Rendimento Deviazione Beta* R 2 Indice azionario medio standard Settore Agricoltura Settore Bestiame Settore Metalli Settore Energia Indice composito dei future su commodity Indice azioni globali (MSCI) [*Nota: Il beta è misurato rispetto all Indice azioni globali (MSCI)] Tabella 2: Coefficiente di correlazione Agricoltura Bestiame Metalli Energia Composito Azioni globali Agricoltura 1.00 Bestiame Metalli Energia Composito Azioni globali Pagina 9 / 12

10 a) Nei mercati dei future su commodity, le operazioni di compravendita vengono svolte non solo da investitori e speculatori ma anche da svariate entità commerciali che operano in base alle loro esigenze di copertura [ hedging ] per necessità reali. Prendendo quale esempio il mercato dei futures sul frumento, identificate che tipo di entità commerciali assumerebbero delle posizioni di copertura long, e viceversa, che tipo di entità commerciali prenderebbero delle posizioni di copertura short. Rispondete spiegando le loro azioni. b) Le classi di attivi tradizionali quali azioni e obbligazioni sono trattate sia sui mercati cash che sui mercati futures. Le commodity sono pure trattate sui mercati spot e futures, ma il modo con cui gli investitori (che non sono le entità commerciali discusse al punto a) sopra) partecipano ai mercati delle commodity è differente da quello delle classi di attivi tradizionali. Descrivete come le operazioni di compravendita degli investitori sui mercati delle commodity differiscono da quelle sui mercati delle classi di attivi tradizionali. c) Rispetto alle classi di attivi tradizionali quali azioni e obbligazioni, in che modo le commodities differiscono in termini di pricing (valutazione) e in quanto fonti di rendimento da investimento? d) Spiegate per quale ragione il rendimento totale degli indici su commodity è costruito quale somma del tasso privo di rischio e del cambiamento di prezzo dei future su commodity. e) Spiegate per quale ragione investire in un indice su commodity è giustificato quale alternativa a investimenti in azioni globali. Il fondo pensione ABC ricostruisce il suo portafoglio globale diversificato con l 80% investito nelle azioni globali passive e il 20% investito nell indice future su commodity. f) Quale sarà il beta di questo portafoglio rispetto all indice di azioni globali [che rappresenta il portafoglio di mercato]? g) Quale sarà il rischio totale di questo portafoglio (annualizzato, in termini di deviazione standard in %)? h) Il fondo pensione ABC continua a utilizzare il portafoglio di azioni globali quale benchmark per il suo nuovo portafoglio contenente le commodities. Dal momento che detiene il 20% nell indice composito su commodity e l 80% nell indice su azioni globali, il nuovo portafoglio ha un certo tracking error (TE). Vi sono due fattori che generano questo TE: (i) la deviazione del beta [i.e. il beta non è 1.00 come visto in f)] e (ii) l esistenza di componenti diverse dal beta nel rischio totale calcolato in g) [cioè vi è una componente di rischio di mercato non legata alle azioni derivante dall inclusione delle commodities nel portafoglio]. Stimate il tracking error stimando separatamente (i) e (ii) definite sopra, e calcolate il tracking error totale quale effetto combinato di (i) e (ii). Esprimete il tracking error in termini percentuali su base annua. (7 punti) Pagina 10 / 12

11 Domanda 5: Strumenti Derivati nella Gestione di Portafoglio (35 punti) Oggi è il 17 luglio. Dopo attenta analisi, costruite un portafoglio di 30 azioni germaniche che credete sovraperformerà il mercato su una base aggiustata per il rischio (cioè avrà un rendimento maggiore di quello che ci si attende basandosi sul beta del portafoglio). Il valore corrente di mercato del vostro portafoglio è 100 milioni EUR. L indice i cui movimenti spiegano al meglio i cambiamenti del vostro portafoglio è il DAX (valore corrente dell indice: 6170), e il beta del portafoglio relativo al DAX è stimato a 1.4. Il tasso d interesse privo di rischio a 1 anno o meno è il 2.4% p.a. (con capitalizzazione continua). Nota: Il DAX (indice azionario germanico) è un indice di mercato costituito dalle 30 maggiori azioni blue chip di aziende germaniche trattate sul Frankfurt Stock Exchange. È un indice di rendimento totale (cioè un indice di performance), che reinveste i dividendi pagati dai titoli che lo compongono nell indice stesso. Perciò per il DAX, quando viene usato quale sottostante per contratti derivati, non va considerato il rendimento da dividendo [ dividend yield ] nella valutazione dei derivati e nelle formule per calcolare il rapporto di copertura. Sul mercato sono a disposizione i seguenti derivati sul DAX (tutti scadono il 17 dicembre) (usate se applicabile la convenzione di calcolo dei giorni 30/360): Taglia contrattuale Modalità di esercizio Future sul DAX 25 EUR per punto dell indice Opzioni sul DAX 5 EUR per punto dell indice Stile Europeo Opzioni su future sul DAX 25 EUR per punto dell indice Stile Americano Temete gli effetti negativi di una possibile recessione double-dip [ a forma di W ] sul mercato azionario germanico che alcuni analisti hanno previsto per la seconda metà dell anno. Per questa ragione desiderate coprire [ to hedge ] il vostro portafoglio. a) Dapprima considerate di utilizzare opzioni put. Avete già stabilito che opzioni put con strike 5600 vi offrono il livello desiderato di protezione. a1) Quando utilizzate opzioni put sul DAX, quanti contratti utilizzate, assumendo che il costo delle opzioni è sostenuto da fonti esterne al portafoglio? Acquistate o vendete queste opzioni? (5 punti) a2) Un collega afferma quanto segue: le opzioni sul DAX sono unicamente adatte se l orizzonte di copertura coincide con la data di scadenza. Assumendo che il vostro orizzonte di copertura sia 2 mesi (cioè il 17 settembre), le opzioni su future sul DAX offrono maggiore flessibilità: se desiderate interrompere in anticipo la copertura alla luce di condizioni economiche che migliorano, semplicemente le esercitate. Non potreste fare lo stesso con le opzioni sul DAX poiché queste sono di stile europeo. Siete d accordo? Perché / perché no? a3) Assumendo medesimi strike e scadenza delle opzioni, quale secondo voi risulta essere la meno cara, l opzione put sul DAX o l opzione put su future sul DAX? Fornite una ragione per cui l opzione put sul DAX dovrebbe essere meno cara dell opzione put su future sul DAX, e una ragione per cui dovrebbe essere più cara. [Suggerimento: ricordate che le scadenze del future sottostante le opzioni su future possono essere diverse dalle scadenze dell opzione]. (6 punti) Pagina 11 / 12

12 b) Poi, considerate una strategia di copertura statica che utilizza future sul DAX. Il future sul DAX con scadenza dicembre attualmente quota b1) Quanti contratti futures dovete usare per coprire questo portafoglio [dunque per ottenere un beta globale del portafoglio uguale a 0]? Acquistate o vendete questi futures? (5 punti) b2) Che parte di rischio nel vostro portafoglio viene eliminato utilizzando future su indice? Che parte di rischio rimane? b3) Se le azioni da voi selezionate effettivamente sovraperformano il mercato su una base aggiustata per il rischio come da voi previsto [cioè hanno un alpha positivo], caratterizzate qualitativamente il rendimento del vostro portafoglio coperto tramite future sul DAX nel caso vi sia (i) un forte calo del DAX, (ii) un movimento laterale dell indice e, infine, (iii) un forte rialzo del DAX. Giustificate la vostra risposta, ignorando nelle vostre argomentazioni la problematica legata alla base tra contratti future e l indice. [Suggerimento: seguite i punti discussi in b2).] c) Infine, considerate di seguire una strategia di copertura dinamica che utilizza future sul DAX con scadenza dicembre per replicare una put protettiva. Il delta del put sul DAX con scadenza dicembre e strike 5600 che desiderate replicare è c1) Quanti contratti future dovere inizialmente utilizzare per replicare questa opzione put? Dovete acquistare o vendere futures? (5 punti) c2) Qual è il maggiore svantaggio di questa strategia di replica dinamica che utilizza futures rispetto all utilizzo di put sull indice? Pagina 12 / 12

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit.

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. http://www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/scheda.html?isin=it0004781412&lang=en http://www.borsaitaliana.it/borsa/derivati/idem-stock-futures/lista.html?underlyingid=ucg&lang=en

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Tipologie di strumenti finanziari

Tipologie di strumenti finanziari Tipologie di strumenti finanziari PRINCIPALI TIPOLOGIE DI STRUMENTI FINANZIARI: Azioni Obbligazioni ETF Opzioni 1 Azioni: definizione L azione è un titolo nominativo rappresentativo di una quota della

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore I principali prodotti derivati Elementi informativi di base Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice I - Premessa 3 II - Cosa sono i prodotti derivati 4 III - I principali prodotti

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di pag. 0 1 In un piano di rimborso di un mutuo a tasso fisso, basato su uno schema di ammortamento alla francese: la rata è costante la quota capitale è costante la quota interessi è costante la rata è decrescente

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

L approccio parametrico o delle varianze-covarianze

L approccio parametrico o delle varianze-covarianze L approccio parametrico o delle varianze-covarianze Slides tratte da: Andrea Resti Andrea Sironi Rischio e valore nelle banche Misura, regolamentazione, gestione Egea, 2008 AGENDA Il VaR nell ipotesi di

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Rosa Maria Mininni a.a. 2014-2015 1 Introduzione ai modelli binomiali La valutazione degli strumenti finanziari derivati e, in particolare, la valutazione

Dettagli

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre 2012 1 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE SOMMARIO 1 INTRODUZIONE ALLE OPZIONI 1.1 Teoria delle opzioni 1.2 Specifiche contrattuali delle opzioni su azioni 2 FORMALIZZAZIONI 3 PROPRIETA FONDAMENTALI DELLE OPZIONI SU AZIONI 3.1 Put-Call Parity

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA ECONOMIA E FINANZA IL TRADING DI STRUMENTI DERIVATI. RELAZIONE DI STAGE PRESSO LA T4T. RELATORE: CH.MO PROF.

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Consulenza Finanziaria Indipendente

Consulenza Finanziaria Indipendente Consulenza Finanziaria Indipendente Investire per il lungo periodo GROUP Via Traversa Pistoiese 83-59100 Prato Tel: +39 0574 613447 email: info@kcapitalgroup.com www.kcapitalgroup.com L industria del risparmio

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

Analisi Costi e Benefici Laura Vici laura.vici@unibo.it LEZIONE 5

Analisi Costi e Benefici Laura Vici laura.vici@unibo.it LEZIONE 5 Analisi Costi e Benefici Laura Vici laura.vici@unibo.it LEZIONE 5 Rimini, 26 aprile 2006 1 The Inter temporal Effects of International Trade Valore in $ del consumo di beni oggi G D F H 1/(1+r) G Valore

Dettagli

ab Asset management research Ottobre 2012 L evoluzione dell Asset Manager

ab Asset management research Ottobre 2012 L evoluzione dell Asset Manager ab Asset management research Ottobre 2012 L evoluzione dell Asset Manager Soluzioni orientate ai risultati Obiettivo raggiunto L esperienza trentennale di UBS Global Asset Management nella gestione dei

Dettagli

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Salvatore Gaziano & Francesco Pilotti I 3 PASSI PER GUADAGNARE AL RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Le basi, le strategie e la psicologia giusta per affrontare con successo il trading online sui

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Le due facce dell investimento

Le due facce dell investimento Schroders Educational Rischio & Rendimento Le due facce dell investimento Per essere buoni investitori non basta essere buoni risparmiatori. La sfida del rendimento è tutta un altra storia. È un cammino

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

001-818- 728-0421. (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944

001-818- 728-0421. (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944 Perfavore inviare al numero di fax: 001-818- 728-0421 Per ulteriori domande la prego di contattarci al numero: (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944 Nome del titolare del conto Nome del broker Apertura del

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

CAP.1: FINANZA AZIENDALE.

CAP.1: FINANZA AZIENDALE. FINANZA AZIENDALE CAP.1: FINANZA AZIENDALE. Studio dei principi di valutazione della convenienza economica delle decisioni (finanziarie) di investimento e di finanziamento delle imprese. Il mercato si

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

L ASSET LIABILITY MANAGEMENT NELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE SULLA VITA

L ASSET LIABILITY MANAGEMENT NELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE SULLA VITA La vigilanza e le garanzie finanziarie QUADERNI 12 L ASSET LIABILITY MANAGEMENT NELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE SULLA VITA PARTE PRIMA INDICE L Asset-Liability Management nelle imprese di assicurazione

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale Il Cammino verso una Regolamentazione Europea: L Approccio Modulare Employee Stock Ownership Plans (ESOP): Un veicolo per garantire la successione

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

Determinanti dell avversione al rischio degli investitori: riscontri giornalieri dal mercato azionario tedesco 1

Determinanti dell avversione al rischio degli investitori: riscontri giornalieri dal mercato azionario tedesco 1 Martin Scheicher +43 1 40420 7418 martin.scheicher@oenb.at Determinanti dell avversione al rischio degli investitori: riscontri giornalieri dal mercato azionario tedesco 1 I prezzi azionari oscillano al

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Università di Pavia - Facoltà di Economia

Università di Pavia - Facoltà di Economia 0 Università di Pavia - Facoltà di Economia Il calcolo imprenditoriale per la trasformazione «finanziaria» Michela Pellicelli Le imprese possono essere considerate trasformatori finanziari in quanto: a)

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

Strategie basate su indicatori fondamentali e di volatilità: un applicazione al mercato europeo degli ETF settoriali

Strategie basate su indicatori fondamentali e di volatilità: un applicazione al mercato europeo degli ETF settoriali UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Facoltà di Economia Marco Biagi Corso di laurea specialistica in Analisi, Consulenza e Gestione Finanziaria Curriculum Analisi Finanziaria Strategie basate

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Operativitàin derivati Marialaura Napoli 2 Agenda I contratti derivati nell attuale quadro normativo Novità introdotte dalla Dir. 2004/39 Le sedi

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris Uno Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Lungavita) Iris PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. **** Comunicazione periodica agli iscritti

Dettagli