Future Capital Back. L esclusivo finanziamento del piano quinquennale di impresa (business planning)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Future Capital Back. L esclusivo finanziamento del piano quinquennale di impresa (business planning)"

Transcript

1 2012 Future Capital Back R L esclusivo finanziamento del piano quinquennale di impresa (business planning)

2 Disclaimer CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PRESENTE DOCUMENTO Servizio di informazione cartacea a carattere finanziario / commerciale elaborato da Genercom Merchant Bank S.p.A. P.IVA e e C.F (di seguito anche Intermediario). Tutte le informazioni, i dati, gli articoli, i contenuti editoriali, le immagini, i grafici, i disegni e, in generale, il materiale contenuto e pubblicato sul presente documento (qui di seguito i "Contenuti") sono di proprietà di Genercom Merchant Bank S.p.A. e sono protetti dai diritti di proprietà intellettuale, in conformità alla normativa vigente in materia di tutela del diritto d autore applicabile (in particolare, alla Convenzione di Berna ed alla L. 633/1941 e successive modifiche). I destinatari si obbligano a non copiare, modificare, creare lavori derivati da o, comunque, disporre in qualsiasi altro modo dei Contenuti. Altri marchi figurativi non appartenenti a Genercom Merchant Bank S.p.A. sono utilizzati a mero titolo dimostrativo e, in ogni caso, rivolti al diretto proprietario. La dicitura tutti i diritti riservati indicata nel presente documento, quindi, esplicita la volontà del titolare dei diritti sull elaborazione dello stesso e/o dei servizi e/o prodotti eventualmente promossi, di non rivederli riprodotti da terzi senza il proprio preventivo consenso, risolvendo a monte ogni possibile contestazione circa la liceità o meno dell utilizzo dei contenuti da parte dei terzi. L eventuale utilizzo di marchi di proprietà del destinatario è riferito alla sola identificazione / esaltazione grafica degli stessi in loro esclusivo favore e pertanto non finalizzato alla pubblica diffusione. 2

3 Avvertenza Il presente documento è stato realizzato al solo scopo di fornire maggiori chiarimenti in merito alle finalità dei prodotti finanziari trattati da Genercom Merchant Bank S.p.A. Le eventuali condizioni economiche relative ad esempi / simulazioni - ivi riportate - sono da intendersi di carattere prettamente dimostrativo. Per le condizioni economiche e contrattuali applicate ai prodotti descritti nel presente documento si rimanda - il tutto - a quanto dettagliatamente indicato nei relativi fogli informativi, guide pratiche e schede prodotto a disposizione della Clientela presso le Dipendenze di Genercom Merchant Bank S.p.A. Presso la sede dell Intermediario sono affissi in bacheca, in forma visibile e leggibile: a) le tabelle contenenti la rilevazione dei tassi di interesse effettivi globali medi pubblicate trimestralmente sulla G.U. ai sensi dell articolo 2, comma 4 della Legge 108/96; b) i fogli informativi dei prodotti trattati dall Intermediario con relative guide pratiche e schede prodotto; c) l informativa sui principali diritti del cliente; d) l informativa sulla privacy ai sensi dell art. 13 del D. Lgs. 196/2003; e) l elenco completo ed aggiornato delle categorie dei soggetti cui i dati personali possono essere comunicati; f) l elenco completo ed aggiornato dei responsabili al trattamento dei dati personali. L attività principale esercitata dall Intermediario è rappresentata dall assunzione di partecipazioni in altre imprese, dalla concessione di finanziamenti sotto qualsiasi forma, dal factoring commerciale e dalla prestazione di servizi di pagamento ad eccezione dell emissione e gestione, oltre che di carte di credito, anche di carte di debito. E pertanto esclusa l attività sociale di raccolta del risparmio tra il pubblico sotto qualsiasi forma nonché l acquisto e la vendita mediante offerta al pubblico di strumenti finanziari disciplinati dal T.U.I.F. (D.Lgs. 24/2/1998 n. 58), l attività di intermediazione in cambi e quella finalizzata all attività statutaria per il rilascio di garanzie a favore di terzi. 3

4 Contatti GENERCOM MERCHANT BANK S.p.a. Sede Legale e Presidenza Palazzo Fizzarotti - Corso Vittorio Emanuele II n Bari Tel Fax pec: NumeroVerde 4

5 Le attività di advisor finanziario ASSUNZIONE DI PARTECIPAZIONI L assunzione di partecipazioni nelle nuove iniziative imprenditoriali fornendo, oltre al capitale di avvio anche l assistenza necessaria per: la costituzione della New-Co (la nuova società di capitali), l analisi del mercato e la definizione delle strategie di vendita/acquisto, la redazione di un Information Memorandum, la ricerca e identificazione di programmi comunitari a sostegno dell iniziativa medesima nonché, in parallelo, delle fonti di finanziamento per lo sviluppo dell iniziativa (anche attraverso l elaborazione dei processi di quotazione su mercati internazionali) fino alla chiusura dell operazione. RICERCA PARTNER INDUSTRIALI E FINANZIARI Gestione a 360 dell operazione di ricerca del partner, dalla redazione del Business Plan e dell Information Memorandum, all individuazione degli investitori più idonei per il tipo di operazione prospettata, alla presentazione agli investitori dell operazione, alla negoziazione di tutti gli aspetti contrattuali, anche di tipo parasociale, fino alla chiusura della transazione. FUSIONI ED ACQUISIZIONI Consulenza per operazioni straordinarie di fusione e acquisizione, fornendo: la valutazione dell azienda e analisi di mercato, la definizione della strategia di vendita/acquisto, la redazione di un Information Memorandum, la ricerca e identificazione dei potenziali acquirenti o selezione dell azienda target, valutazione dell azienda target, assistenza nella negoziazione e nella valutazione comparativa delle offerte ricevute, assistenza nella negoziazione del contratto fino alla chiusura dell'operazione. RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO Redazione, negoziazione e gestione di piani di ristrutturazione del debito sia per aziende private che per la Pubblica Amministrazione (Regioni, Province, Comuni, aziende pubbliche, etc.) controgarantiti da programmi di riqualificazione e valorizzazione di aree urbane / unità immobiliari / etc. 5

6 FINANZIAMENTI DEDICATI Mobilizzare a condizioni competitive le risorse necessarie per cofinanziare la realizzazione degli investimenti programmati; accordare scadenze adeguate ai tempi lunghi di realizzazione e di esercizio dei progetti interessati; ed infine fornire prodotti finanziari strutturati ad integrazione dei finanziamenti comunitari e delle risorse reperibili sui mercati dei capitali. FINANZA AGEVOLATA Consulenza per operazioni di finanziamento in ambito comunitario fornendo: la valutazione dell azienda e analisi di mercato, la definizione della strategia di intervento anche in ambito internazionale, la redazione di un Information Memorandum, la ricerca e identificazione dei potenziali partners internazionali (joint venture / etc.), assistenza nella negoziazione e nella valutazione comparativa delle offerte ricevute, assistenza nella definizione degli accordi finanziari e mercantili fino alla chiusura dell'operazione. LEVERAGED BUYOUT Operazioni di acquisizione di società finanziarie con capitale di prestito finalizzate all acquisizione di altre imprese e/o rami di azienda. Il LBO è convenientemente utilizzabile quando una società che intende acquisirne un altra pur non disponendo dei fondi necessari, ottiene prestito da una terza, in cambio della promessa in garanzia, di assegnarle le azioni della società da acquisire, con la quale, ad operazione compiuta, l acquirente delibera la fusione. 6

7 Agenda Che cos è Come funziona I servizi connessi I principali rischi per il cliente 7

8 Che cos è Il Future Capital Back è un finanziamento di scopo, appositamente studiato per le PMI al fine di favorire il risanamento e/o il rilancio e/o lo sviluppo d impresa attraverso la ricostituzione del cash flow aziendale. A fronte di un piano di rimborso di dieci anni, il Future Capital Back, finanzia - mediante dieci erogazioni semestrali - cinque anni di futuri costi di gestione oltre all eventuale indebitamento bancario in essere alla data della richiesta. L effetto di una operazione di Future Capital Back - nei rispettivi flussi cassa del cliente - è quello di ridurre notevolmente (quasi al 50%) le partite contabili registrate in uscita. Con l operazione di Future Capital Back - inquadrata in una logica di Merchant Banking - è Genercom Merchant Bank a provvedere - per cinque anni e con periodicità semestrale - al pagamento diretto dei costi di gestione e dell eventuale indebitamento bancario. La rata di una operazione di Future Capital Back rappresenta - pertanto - lo spostamento nel tempo (10 anni) di quanto programmato e sostenuto per cinque anni di attività sia in termini di costi di gestione (componente economica) sia in termini di indebitamento bancario preesistente (componente finanziaria). L operazione di Future Capital Back è omnicomprensiva della prestazione dei servizi di advisory finanziario. 8

9 In relazione a tanto - per tutta la durata dell operazione - il Cliente può richiedere, volta per volta mediante comunicazione scritta da inoltrare presso la sede competente dell Intermediario - specifica assistenza per le attività di: a) b) c) d) e) f) analisi periodica del Piano Finanziario come sopra richiamato; aggiornamento progressivo del Piano Finanziario anche in base all avanzamento dello stato dell arte; individuazione sia in Italia che all estero - di nuovi partners commerciali ed istituzioni finanziarie potenzialmente interessate a condividere con il Cliente la sua politica di business e l eventuale Progetto di espansione e/o di internazionalizzazione della sua impresa; predisposizione della documentazione e del materiale informativo necessario per presentare il Cliente e l eventuale Progetto di espansione e/o internazionalizzazione, consistente in short presentation e Investment Memorandum ; presa di contatto con i potenziali interlocutori, nella presentazione di tali opportunità e nella verifica della loro disponibilità, nonché nelle fasi necessarie per il loro perfezionamento; trattativa con le controparti interessate e nella definizione e formulazione degli accordi contrattuali e/o operativi. Per l esecuzione di tali attività l Intermediario può avvalersi dei collaboratori o del personale dipendente nonché di altri professionisti anche specialisti che lo possano eventualmente assistere nello svolgimento delle stesse, definendone esattamente i compiti e le responsabilità. 9

10 Per le medesime attività, l Intermediario avrà esclusiva nel contattare, presentare e nell assistere il Cliente per il conseguimento delle attività che saranno programmate in funzione dell affidamento conferitogli. Al fine di consentire il monitoraggio delle attività che saranno espletate dal Cliente per effetto del Finanziamento ricevuto e della prestazione dei servizi di advisory finanziario, l Intermediario, anche per il tramite di propri incaricati, potrà in qualsiasi momento disporre controlli e ispezioni per la verifica della sussistenza delle condizioni per la fruizione del Finanziamento e dei relativi Servizi. Fino ad integrale rimborso del finanziamento, è attribuito all Intermediario il diritto di: a) effettuare, anche tramite terzi, tutti gli accertamenti e le verifiche necessarie ed indispensabili per controllare il rispetto da parte del Cliente di tutti gli obblighi contrattuali assunti con la firma del contratto; b) acquisire, anche tramite terzi, ogni dato e notizia riguardante la gestione dell impresa, e ciò anche attraverso verifiche di carattere contabile, amministrativo e gestionale. I relativi dati saranno forniti secondo sistemi contabili ed elaborazioni atti a rappresentare i reali risultati economici, finanziari e commerciali dell impresa, secondo le scadenze e gli schemi di rilevazione dati predisposti dall Intermediario. Qualora il cliente non acconsenta all Intermediario di poter effettuare tali attività ispettive, il contratto potrà essere ritenuto risolto. 10

11 Agenda Che cos è Come funziona I servizi connessi I principali rischi per il cliente 11

12 Come funziona Come richiedere un operazione di Future Capital Back Riportare soltanto i dati relativi al primo anno Indicando - separatamente - l eventuale percentuale di incremento prevista per l anno successivo (es. 10%; 20%; ecc.) La prima cosa da fare è quella di elaborare il piano finanziario relativo ai prossimi cinque anni di attività. A tal proposito il Cliente dovrà indicare, negli appositi spazi previsti nella modulistica in uso, gli importi relativi alle singole voci di costo / ricavi sviluppati nell anno precedente se relativo ad una attività preesistente ovvero, quelli programmati per il primo anno se riferiti ad una start up. In ogni caso il Cliente potrà limitarsi all inserimento dei dati relativi al primo anno in quanto, la programmazione dell intero piano finanziario, verrà effettuata direttamente da Genercom con l ausilio di appositi software. 12

13 Riportare le coordinate bancarie della Banca d appoggio ovvero della Banca presso la quale si intende domiciliare le rate relative al rimborso dell operazione di Future Capital Back Indicare quindi il dettaglio degli affidamenti bancari in essere ovvero delle scoperture di conto corrente concesse dai rispettivi Istituti di Credito. In questa tabella possono inoltre essere inseriti anche gli importi relativi ad eventuali passività regresse e/o rate impagate, segnalandoli nell apposito campo descrizione (esempio: cambiali agrarie assoggettate a calamità naturali / ecc.) Nel campo accordato bisogna inserire l entità del rispettivo fido concesso dalla Banca; viceversa, nel campo utilizzato và indicato il saldo debitore se esistente alla data della richiesta. Nel caso di passività regresse / rate impagate inserire valore zero nel campo accordato e il relativo importo nel campo utilizzato 13

14 Passare quindi all inserimento dei dati relativi alle operazioni di mutuo e/o di finanziamento in essere alla data della richiesta Riportare il numero delle rate previste per ogni singolo anno (esempio: 12 se rata mensile; 2 se rata semestrale; ecc ) Indicare il numero delle rate residue ovvero il numero delle rate da pagare fino alla scadenza del finanziamento In questo campo bisogna inserire la data esatta (giorno/mese/an no) di scadenza dell ultima rata I campi relativi al Totale debito residuo e Totale debito in programmazione vengono automaticamente elaborati da Genercom in fase di programmazione con l ausilio di appositi software. Evitare pertanto la compilazione 14

15 Segnalare - a questo punto - gli eventuali indebitamenti in essere alla data della richiesta nei confronti dei rispettivi fornitori (se si desidera far rientrare anche questi importi nell operazione di Future Capital Back) Indicare nel campo fido merci l importo relativo alla massima esposizione da fornitura merci ottenuta dal rispettivo fornitore Indicare nel campo fido merci utilizzato l importo relativo alle forniture non ancora pagate - per singolo fornitore - 15

16 Riportare - quindi - l elenco dei principali fornitori di riferimento ovvero quelli con i quali si intrattengono rapporti di particolare rilevanza economica Indicare nel campo fatturato mensile il totale degli acquisti effettuati mensilmente dal rispettivo fornitore. Per gli acquisti con periodicità superiore a un mese riportare la media riveniente dal totale fatturato annuo diviso dodici Segnalare da quanto tempo vengono intrattenuti i rapporti di fornitura con questo fornitore Riportare le modalità di pagamento ottenute dal rispettivo fornitore per il pagamento delle merci acquistate (es: rimessa diretta; 30/60 gg; ecc ) 16

17 Segnalare l elenco dei principali clienti di riferimento ovvero quelli con i quali si intrattengono rapporti di particolare rilevanza economica Indicare nel campo fatturato mensile il totale delle vendite effettuate mensilmente in favore del rispettivo cliente. Per le vendite con periodicità superiore a un mese riportare la media riveniente dal totale fatturato annuo diviso dodici Segnalare da quanto tempo vengono intrattenuti i rapporti di fornitura con questo cliente Riportare le modalità di pagamento concesse al cliente per il pagamento delle merci vendute (es: rimessa diretta; 30/60 gg; ecc ) 17

18 L istruttoria dell operazione di Future Capital Back Nell ottica dell attività di Merchant Banking, l operazione di Future Capital Back nasce con l intento di sostenere lo sviluppo delle PMI anche se costituite sottoforma di ditte individuali e/o società di persone (lì dove non è possibile effettuare da parte di Genercom Merchant Bank l assunzione di partecipazioni nel capitale di rischio). Con tale orientamento pertanto assume fondamentale rilevanza: a) il know-how dell impresa richiedente ovvero il bagaglio di conoscenze e di esperienze acquisite nel tempo dal cliente sul mercato di riferimento oltre alla effettiva capacità di produrre reddito; b) Il mercato di riferimento e la qualità del portafoglio clienti (al fine di consentire la possibilità di trasformare il rischio di credito in rischio di performance). 18

19 Il piano finanziario Prima di poter determinare l importo di una operazione di Future Capital Back il cliente deve elaborare il piano finanziario della propria impresa attraverso la simulazione dei costi netti di gestione / ricavi e degli indebitamenti bancari già costituiti per i prossimi cinque anni. 19

20 Il Fabbisogno finanziario Totale importo (finanziamento programmato) per la determinazione del piano di rimborso (ammortamento alla tedesca) In relazione al piano finanziario programmato dal Cliente, quest ultimo dovrà definire la misura di sostegno (fabbisogno finanziario) che intende utilizzare per il sostegno della sua impresa. Il fabbisogno finanziario è rappresentato dall ammontare di tutti i futuri costi e degli indebitamenti bancari dei cinque anni successivi alla data della richiesta detratti - eventualmente - delle risorse disponibili da parte del cliente. Con l operazione di Future Capital Back, il cliente può infatti decidere il tipo di partecipazione da richiedere al proprio partner finanziario (da un minimo del 10% fino ad un massimo del 100%) per la copertura finanziaria dei costi programmati e degli eventuali indebitamenti bancari in essere (ad esempio, nella simulazione di seguito indicata: il 70% dei costi e il 100% degli indebitamenti bancari; ecc ) 20

21 Il Piano di attualizzazione Una volta determinato il fabbisogno finanziario (ovvero la quota di sostegno che il cliente intende utilizzare per la copertura del piano finanziario) si può effettuare il calcolo degli interessi (il piano di attualizzazione) che saranno retrocessi al cliente con valuta immediata. Totale interessi accreditati al cliente 21

22 Il Piano di erogazione Con la determinazione del piano finanziario e del piano di attualizzazione si può quindi elaborare il dettaglio delle erogazioni (il piano di erogazione) ovvero l elenco delle erogazioni che saranno effettuate nei prossimi cinque anni per la copertura del piano finanziario. Nel piano di erogazione vengono infatti riportate le valute assegnate ad ogni singola erogazione (10 erogazioni semestrali) che il Cliente utilizzerà per il pagamento dei costi di gestione e degli eventuali indebitamenti bancari da sostenere per il semestre successivo. 22

23 Il Piano di ammortamento 23

24 L effetto dell operazione di Future Capital Back Flussi cassa ante FCB Tensione finanziaria con crescente indice di illiquidità 24

25 L effetto dell operazione di Future Capital Back Flussi cassa post FCB Notevole incremento del cashflow sin dal primo anno 25

26 Agenda Che cos è Come funziona I servizi connessi I principali rischi per il cliente 26

27 I servizi connessi Il Finanziamento è assistito dal Servizio di Conto Corrente non bancario. Il servizio è connesso alla gestione dei prodotti finanziari trattati dall Intermediario e più precisamente alla contabilizzazione delle partite dare/avere rivenienti dalla concessione e/o dall erogazione degli stessi. Si tratta quindi di un rapporto finalizzato a consentire alle parti, reciprocamente creditrici e/o debitrici a fronte di determinate manifestazioni, di gestire i rispettivi crediti in modo unitario. Le parti, attraverso l'utilizzo del Servizio, possono così operare una liquidazione per differenza delle loro posizioni, attraverso una compensazione dei rispettivi crediti e debiti. Il Finanziamento può inoltre essere assistito e/o accompagnato, a seconda delle condizioni di finanziamento poste dall Intermediario, dall offerta e/o richiesta dei seguenti servizi: 1) 2) ASSICURAZIONE CREDITI E/O CAUZIONI è una copertura assicurativa stipulata dal cliente per la copertura totale e/o parziale (a seconda delle condizioni poste dall Intermediario) del rischio di insolvenza e/o per gli adempimenti di contratto. POLIZZA VITA E/O INFORTUNI è una copertura assicurativa stipulata in forma globale dall Intermediario e/o dal cliente con esclusivo vincolo in favore dell Intermediario rivolta ad assicurare (a seconda delle condizioni contrattuali poste dall Intermediario e/o direttamente dalla Compagnia di Assicurazioni) la parte debitrice nei casi di morte per infortunio o invalidità permanente da infortunio. 27

28 Agenda Che cos è Come funziona I servizi connessi I principali rischi per il cliente 28

29 I principali rischi per il cliente I rischi tipici dell operazione di Future Capital Back, fatti salvi quelli conseguenti ad eventuali inadempimenti del Cliente, sono di natura contrattuale ed economico-finanziaria. Sul piano contrattuale il Cliente si assume tutti i rischi inerenti la destinazione della somma finanziata in relazione alle programmazioni dallo stesso sviluppate nel relativo piano di impresa ivi compresi gli eventuali deprezzamenti delle produzioni e/o la mancata realizzazione ed incasso, totale o parziale, delle stesse anche se per cause di forza maggiore. Sul piano economico-finanziario, poiché la struttura dell operazione prevede rate fisse costanti per l intera durata contrattuale, il Cliente si assume il rischio di non beneficiare di eventuali andamenti decrescenti del costo del denaro. Le rate possono essere costituite da effetti cambiari non rinnovabili e a firma del Cliente. In tali casi gli effetti medesimi vengono rilasciati in correlazione con la rateazione del finanziamento concesso al cliente. 29

30 Genercom Merchant Bank S.p.a. Sede Legale e Presidenza Palazzo Fizzarotti - Corso Vittorio Emanuele II n Bari P.IVA - C.F. - R.I REA BA Cap. Soc.: N.ro iscriz. Elenco Generale degli Intermediari Finanziari della Banca d Italia ABI Tel Fax web: pec: 30

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50%

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50% Anticipo export L anticipo all esportazione rende disponibili all azienda i mezzi finanziari necessari per la predisposizione della fornitura da vendere all estero, oppure reintegrare i mezzi finanziari

Dettagli

CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI

CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI Si riportano di seguito le schede prodotto con le relative condizioni economiche dedicate a tutte le Aziende associate a Confesercenti con fatturato

Dettagli

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO AGGIORNATO AL 16 NOVEMBRE 2010 PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO Prodotti e servizi per il consolidamento delle passività a breve Pag. 1. Credimpresa BNL per associati Assolombarda Finanziamento per aziende

Dettagli

MODELLO DI COMUNICAZIONE FINANZIARIA Elenco delle informazioni di riferimento

MODELLO DI COMUNICAZIONE FINANZIARIA Elenco delle informazioni di riferimento MODELLO DI COMUNICAZIONE FINANZIARIA Elenco delle informazioni di riferimento FINALITÀ E CONTENUTI DEL MODELLO Il modello individua, in relazione alle diverse tipologie di fabbisogni finanziari delle imprese,

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili Non può mancare in una azienda, anche se di piccole dimensioni, una pianificazione finanziaria. La pianificazione finanziaria è indispensabile per tenere sotto

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle piccole e medie imprese mediante la concessione di una garanzia pubblica. Riferimenti

Dettagli

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof.

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof. L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) 1 I contratti bancari fanno parte della più ampia categoria dei CONTRATTI FINANZIARI ossia quei contratti che si caratterizzano

Dettagli

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci.

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Debiti verso fornitori Importi dovuti ai fornitori. Crediti

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Numero verde

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro Spa, tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Sito web

Dettagli

FONDO DI GARANZIA L INTERVENTO PUBBLICO DI GARANZIA SUL CREDITO E MICROCREDITO ALLE PMI CRITERI DI ACCESSO E MODALITA OPERATIVE

FONDO DI GARANZIA L INTERVENTO PUBBLICO DI GARANZIA SUL CREDITO E MICROCREDITO ALLE PMI CRITERI DI ACCESSO E MODALITA OPERATIVE FONDO DI GARANZIA L INTERVENTO PUBBLICO DI GARANZIA SUL CREDITO E MICROCREDITO ALLE PMI CRITERI DI ACCESSO E MODALITA OPERATIVE Massimo Generali MPS Capital Services SpA RTI per la Gestione del Fondo di

Dettagli

Aspetti legali e contrattuali legati agli interventi di Venture Capital. Prof. Avv. Alberto Musy Musy Bianco e Associati Studio legale

Aspetti legali e contrattuali legati agli interventi di Venture Capital. Prof. Avv. Alberto Musy Musy Bianco e Associati Studio legale Aspetti legali e contrattuali legati agli interventi di Venture Capital Prof. Avv. Alberto Musy Musy Bianco e Associati Studio legale 1 Argomenti trattati La lettera di intenti Il contratto di acquisizione

Dettagli

IL MUTUO. Che cos è. Come funziona

IL MUTUO. Che cos è. Come funziona IL MUTUO Che cos è Il mutuo è un finanziamento a medio-lungo termine, erogato da una banca o da altro intermediario finanziario autorizzato, rimborsabile attraverso pagamenti rateali secondo il piano di

Dettagli

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese ALLEGATO 1 CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA tra L Associazione Pistoia Futura Laboratorio per la Programmazione Strategica della Provincia di Pistoia, con sede in Pistoia Piazza San

Dettagli

UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA MISSION

UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA MISSION PROFILO E MISSION UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA M.C.& Partners consulenze integrate aziendali - srl è una società di consulenza e servizi

Dettagli

FONDO PER LA PREVENZIONE DEL FENOMENO DELL USURA (art. 15 - Legge 108/96) CRITERI E PROCEDURE LINEE GUIDA

FONDO PER LA PREVENZIONE DEL FENOMENO DELL USURA (art. 15 - Legge 108/96) CRITERI E PROCEDURE LINEE GUIDA FONDO PER LA PREVENZIONE DEL FENOMENO DELL USURA (art. 15 - Legge 108/96) CRITERI E PROCEDURE LINEE GUIDA OTTOBRE 1998 CRITERI E PROCEDURE 1. PREMESSA 2. CARATTERISTICHE DELLA CONVENZIONE ANTIUSURA 3.

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Numero verde

Dettagli

Legge Regionale 30 dicembre 2010 n.34

Legge Regionale 30 dicembre 2010 n.34 CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA Legge Regionale 30 dicembre 2010 n.34 Bilancio di Previsione per l Esercizio Finanziario 2011 e Bilancio Pluriennale per il Triennio 2011 2013. * * * * * * * * * *

Dettagli

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof.

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof. L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) 1 I contratti bancari fanno parte della più ampia categoria dei CONTRATTI FINANZIARI ossia quei contratti che si caratterizzano

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati FOGLIO INFORMATIVO Prestito Personale a Privati INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811 Fax: 0535/83112

Dettagli

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO per il finanziamento di progetti di sviluppo di imprese sociali, associazioni e cooperative culturali e sociali, destinati a creare nuova occupazione REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE L iniziativa

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA di PARMA ANNUALITA 2015

LINEE GUIDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA di PARMA ANNUALITA 2015 LINEE GUIDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA di PARMA ANNUALITA 2015 ART. 1 - FINALITA E DESTINATARI La Camera di commercio di

Dettagli

Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32

Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32 Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32 Bilancio di Previsione 2009 e Pluriennale Triennio 2009 2011 (B. U. Regione Basilicata N. 60 del 29 dicembre 2008) Articolo 1 Stato di Previsione dell Entrata 1.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALL INTERVENTO DEL

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALL INTERVENTO DEL REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALL INTERVENTO DEL FONDO DI GARANZIA A SOSTEGNO E PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE BENEFICIARIE DELLE AGEVOLAZIONI GESTITE DA SVILUPPO ITALIA SPA PAG. PARTE I DEFINIZIONI 2 PARTE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO C/9 CREDITI SPECIALI

FOGLIO INFORMATIVO C/9 CREDITI SPECIALI FOGLIO INFORMATIVO C/9 CREDITI SPECIALI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni (di seguito la Banca ) Sede Legale e Direzione Generale: Viale Europa,

Dettagli

Chi Siamo. Il nostro obiettivo. www.obiettivamente.eu Obiettivamente S. C. StradaCancelloRotto, 3 70125 Bari

Chi Siamo. Il nostro obiettivo. www.obiettivamente.eu Obiettivamente S. C. StradaCancelloRotto, 3 70125 Bari Chi Siamo Il progetto Obiettivamente nasce con lo scopo di offrire una pronta risposta alle mutevoli richieste di credito da parte delle imprese, garantendo un servizio di consulenza sempre attento, innovativo

Dettagli

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. Sede Legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/B - 44042 CENTO (FE) Tel. 051 6833111 - Fax 051 6833237 CODICE FISCALE, PARTITA IVA e Numero

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE. - ENPAPI (di seguito anche Ente) E......

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE. - ENPAPI (di seguito anche Ente) E...... SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA - ENPAPI (di seguito anche Ente) E...... (di seguito Istituto bancario) PER IL FINANZIAMENTO DELL AVVIO

Dettagli

Tutti i soci sono tenuti alla massima e più scrupolosa osservanza delle norme in esso contenute.

Tutti i soci sono tenuti alla massima e più scrupolosa osservanza delle norme in esso contenute. REGOLAMENTO DEI DEPOSITI DEI SOCI PREMESSA Il presente regolamento interno ha come scopo la disciplina dei conferimenti in denaro, a titolo di prestito, effettuati dai soci per il conseguimento dell oggetto

Dettagli

Regione Lombardia Fondo di Rotazione Per l imprenditorialità

Regione Lombardia Fondo di Rotazione Per l imprenditorialità Regione Lombardia Fondo di Rotazione Per l imprenditorialità MISURE 1. Sviluppo aziendale basato su processi di ammodernamento e ampliamento produttivo 2. Innovazione di prodotto e di processo 3. Applicazione

Dettagli

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. Sede Legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/B - 44042 CENTO (FE) Tel. 051 6833111 - Fax 051 6833237 CODICE FISCALE, PARTITA IVA e Numero

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione FOGLIO INFORMATIVO Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI (Approvato dalla Giunta camerale con atto n. 38 del 24/02/2014) Art. 1 Finalità Nel quadro delle proprie iniziative

Dettagli

BUDGET FINANZA E CONTROLLO

BUDGET FINANZA E CONTROLLO CONTROLLO DI GESTIONE AVANZATO IL BILANCIO: APPROFONDIMENTI E STRUMENTI PRATICI PER NON SPECIALISTI IL CREDITO COMMERCIALE: GESTIONE, SOLLECITO, RECUPERO COME AVVIARE LA CONTABILITÀ INDUSTRIALE CALCOLARE

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

SCATTO. il prestito partecipativo di Fidi Toscana

SCATTO. il prestito partecipativo di Fidi Toscana SCATTO il prestito partecipativo di Fidi Toscana FINALITA BENEFICIARI SETTORI AMMISSIBILI PROGRAMMA D ATTIVITA Anticipare all impresa, alle migliori condizioni del mercato e sulla base di un programma

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Sito web BANCA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC IMPRESA

FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC IMPRESA FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC IMPRESA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Buonabitacolo Soc. Coop. Sede legale in Buonabitacolo,via S.Francesco Tel.: 0975-91541/2 Fax:

Dettagli

Giuseppe Signeri. Responsabile Direzione Territoriale Sicilia Ovest

Giuseppe Signeri. Responsabile Direzione Territoriale Sicilia Ovest Giuseppe Signeri Responsabile Direzione Territoriale Sicilia Ovest Negli ultimi anni, lo scenario normativo e operativo dei Confidi è profondamente mutato. La legge di riforma del settore e i suoi successivi

Dettagli

Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE

Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE Parte I N. 14 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 30-4-2014 2399 Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE Legge Regionale 30 aprile 2014, n. 9 BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati TASSO FISSO

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO Prestito Personale a Privati TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811

Dettagli

MODELLO DI COMUNICAZIONE FINANZIARIA

MODELLO DI COMUNICAZIONE FINANZIARIA MODELLO DI COMUNICAZIONE FINANZIARIA Check list delle informazioni di riferimento Applicato dalle Banche che hanno aderito alla proposta di Accordo di CONFINDUSTRIA PESARO-URBINO FINALITA E CONTENUTI DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE 1 C O M U N E D I S C I A R A P R O V I N C I A D I P A L E R M O REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE IV SETTORE : CORPO POLIZIA MUNICIPALE ED ATTIVITÀ

Dettagli

ARSAGO SEPRIO - BESNATE - CARDANO AL CAMPO CASORATE SEMPIONE - FERNO GOLASECCA LONATE POZZOLO - SOMMA LOMBARDO - VIZZOLA TICINO

ARSAGO SEPRIO - BESNATE - CARDANO AL CAMPO CASORATE SEMPIONE - FERNO GOLASECCA LONATE POZZOLO - SOMMA LOMBARDO - VIZZOLA TICINO INTERVENTI PREVISTI DALLA DGR 740 DEL 27/09/2013 APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE IN MATERIA DI GRAVI E GRAVISSIME DISABILITA DI CUI AL FONDO NAZIONALE PER LE NON AUTOSUFFICIENZE ANNO 2013

Dettagli

Le informazioni necessarie per l istruttoria Le informazioni e la documentazione che la banca chiede riguardano principalmente: Soggetto richiedente

Le informazioni necessarie per l istruttoria Le informazioni e la documentazione che la banca chiede riguardano principalmente: Soggetto richiedente La valutazione del merito creditizio dei soggetti richiedenti finanziamenti di Microcredito assistiti dal Fondo di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese. Questo documento rappresenta, in modo schematico

Dettagli

Elenco Intermediari operanti nel settore finanziario n. 27193. RELAZIONE SULLA GESTIONE AL BILANCIO AL 31.12.2012

Elenco Intermediari operanti nel settore finanziario n. 27193. RELAZIONE SULLA GESTIONE AL BILANCIO AL 31.12.2012 CITHEF S.C. a R.L. Sede Legale: Via Santa Lucia, 81 80132 Napoli Capitale Sociale:euro 610.330 i.v. R.E.A. Napoli n.507434 Registro Imprese di Napoli e C.F. 06629110633 Elenco Intermediari operanti nel

Dettagli

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Microcredito La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Gennaio 2016 Normativa relativa al Microcredito in Italia. Il Microcredito è stato oggetto negli anni di continue evoluzioni

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto l'articolo 23 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla

Dettagli

FONDO GORIZIA CONFIDI GORIZIA ACCORDO PRESTITO PARTECIPATIVO CAPITALIZZAZIONE AZIENDALE

FONDO GORIZIA CONFIDI GORIZIA ACCORDO PRESTITO PARTECIPATIVO CAPITALIZZAZIONE AZIENDALE FONDO GORIZIA CONFIDI GORIZIA ACCORDO per la gestione del PRESTITO PARTECIPATIVO CAPITALIZZAZIONE AZIENDALE Visto il regolamento (CE) n. 1998/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006 relativo; all applicazione

Dettagli

RICHIESTA DI GARANZIA

RICHIESTA DI GARANZIA Pagina 1 di 5 BANCA : Filiale : Referente : Tel. Fax. RICHIESTA DI GARANZIA CONFIDI PORDENONE Ai sensi della Convenzione stipulata da Codesto Istituto con il CONFIDI PORDENONE, il/la sottoscritto/a COGNOME

Dettagli

Investimenti necessari all acquisto di impianti, macchinari, arredi, beni e servizi necessari all attività corrente dell impresa.

Investimenti necessari all acquisto di impianti, macchinari, arredi, beni e servizi necessari all attività corrente dell impresa. -Idea Credito- FORMA TECNICA - Apertura di credito in c/c, con piano di rimborso programmato: o Per durate fino a 18 mesi: tipo rapporto CC261 IDEA CREDITO BT o Per durate oltre 18 mesi: tipo rapporto

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR)

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO Sezione I Informazioni sulla banca -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) Alla data del 01/10/2009 BANCA DI RIPATRANSONE CREDITO

Dettagli

ALLEGATO 2 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE IMPRESE

ALLEGATO 2 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE IMPRESE ALLEGATO 2 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE IMPRESE INDICE Direttore di Filiale Imprese... 3 Coordinatore... 4 Gestore Imprese... 5 Addetto Imprese... 6 Specialista Estero Merci... 7 Specialista Credito

Dettagli

MODULISTICA PER LE RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER ANNO 2016 (SCADENZA 28/02/16)

MODULISTICA PER LE RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER ANNO 2016 (SCADENZA 28/02/16) MODULISTICA PER LE RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER ANNO 2016 (SCADENZA 28/02/16) I CONTRIBUTI NON DEVONO RIGUARDARE L ATTIVITA ORDINARIA DEL SOGGETTO PROPONENTE. Per attività ordinaria a titolo esemplificativo

Dettagli

A relazione del Presidente Cota: Richiamate:

A relazione del Presidente Cota: Richiamate: REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 2-6205 Contratto di Prestito con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) - "Prestito - Regione Piemonte Loan

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER L IMPIANTISTICA SPORTIVA EX LEGE 289/2002, ARTICOLO 90, COMMA 12 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI CRITERI DI GESTIONE

FONDO DI GARANZIA PER L IMPIANTISTICA SPORTIVA EX LEGE 289/2002, ARTICOLO 90, COMMA 12 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI CRITERI DI GESTIONE FONDO DI GARANZIA PER L IMPIANTISTICA SPORTIVA EX LEGE 289/2002, ARTICOLO 90, COMMA 12 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI CRITERI DI GESTIONE Definizioni Ai fini di quanto disciplinato dai presenti

Dettagli

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI

Dettagli

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA INFORMAZIONI GENERALI SULLE DIVERSE TIPOLOGIE DI MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (ai sensi del D.L. n. 185/2008)

Dettagli

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI ALLEGATO PARTE VI ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI Si esplicitano i criteri adottati, in via generale, dal Gestore per la presentazione delle proposte di delibera al

Dettagli

Circolare N. 90 del 17 Giugno 2015

Circolare N. 90 del 17 Giugno 2015 Circolare N. 90 del 17 Giugno 2015 Giovani agricoltori: per l avvio delle attività contributi fino a 70.000 euro per l acquisto dei terreni Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che recentemente

Dettagli

Il Dirigente Carlo Chiostri

Il Dirigente Carlo Chiostri 30.10.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 44 di certificazione del presente decreto che prevedano scadenze successive al 30/4/2014 che pertanto risultano confermate e per le quali si

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Finanziatore Indirizzo Telefono Sito web BANCA

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Lavoro autonomo. Soli, ma ben accompagnati

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Lavoro autonomo. Soli, ma ben accompagnati Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Soli, ma ben accompagnati Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa, agisce

Dettagli

* * * * * * * * * * * *

* * * * * * * * * * * * CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA Legge Regionale: Bilancio di Previsione per l Esercizio Finanziario 2009 e Bilancio Pluriennale per il Triennio 2009 2011. * * * * * * * * * * * * Articolo 1 Stato

Dettagli

Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA

Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA CONVENZIONE CON ISTITUTI DI CREDITO Tra: Sviluppo Lazio S.p.A. (di seguito Sviluppo

Dettagli

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Il GAL Ternano in esecuzione della deliberazione adottata dal Consiglio di Amministrazione n. 12/2014 all ordine del giorno in data 29/01/2014

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA DELLA GIUNTA

DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA DELLA GIUNTA REGIONE BASILICATA DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA DELLA GIUNTA Bilancio di Previsione pluriennale per il triennio 2015-2017. Potenza, Dicembre 2014 * * * * * * * * * * Articolo 1 Stato di Previsione dell

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N

FOGLIO INFORMATIVO N FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC ATENEUM INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Buonabitacolo Soc. Coop. Sede legale in Buonabitacolo,via S.Francesco Tel.: 0975-91541/2 Fax:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO C/2 PRESTITI PERSONALI /CHIROGRAFARI

FOGLIO INFORMATIVO C/2 PRESTITI PERSONALI /CHIROGRAFARI FOGLIO INFORMATIVO C/2 PRESTITI PERSONALI /CHIROGRAFARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni (di seguito la Banca ) Sede Legale e Direzione Generale:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO CONVENZIONE DIPENDENTI AZIENDE CLIENTI BCC

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO CONVENZIONE DIPENDENTI AZIENDE CLIENTI BCC INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo al MUTUO CHIROGRAFARIO CONVENZIONE DIPENDENTI AZIENDE CLIENTI BCC Banca di Credito Cooperativo di Sassano SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale: 84038 Sassano

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al. MUTUO CHIROGRAFARIO agevolato per avvio attività imprenditoriali A FAVORE DI CLIENTELA AL DETTAGLIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo al. MUTUO CHIROGRAFARIO agevolato per avvio attività imprenditoriali A FAVORE DI CLIENTELA AL DETTAGLIO FOGLIO INFORMATIVO relativo al MUTUO CHIROGRAFARIO agevolato per avvio attività imprenditoriali A FAVORE DI CLIENTELA AL DETTAGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo del Tuscolo Rocca

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONE DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONE DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONE DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento operazioni con parti correlate approvato dalla Consob con delibera n.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia

FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia INFORMAZIONI SUL CONFIDI CONFIDI IMPRESE TOSCANE Società Cooperativa di garanzia collettiva dei fidi

Dettagli

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione Il FRI sostiene investimenti realizzati da imprese lombarde in forma diretta o in joint-venture con altre imprese, finalizzati alla creazione di insediamenti

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Numero verde

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato. Rientro Libero

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato. Rientro Libero Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

vista la legge regionale 13 ottobre 2004, n. 23 avente ad oggetto: Interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione ;

vista la legge regionale 13 ottobre 2004, n. 23 avente ad oggetto: Interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione ; REGIONE PIEMONTE BU28 11/07/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 20 giugno 2013, n. 6-5984 Contratto di Prestito - Regione Piemonte Loan for SMEs tra Finpiemonte e Banca Europea degli investimenti.

Dettagli

Associazione Intercomunale per Esercizio Sociale Consorzio per i Servizi alla Persona REGOLAMENTO DI CONTABILITA E GESTIONE PATRIMONIALE

Associazione Intercomunale per Esercizio Sociale Consorzio per i Servizi alla Persona REGOLAMENTO DI CONTABILITA E GESTIONE PATRIMONIALE Associazione Intercomunale per Esercizio Sociale Consorzio per i Servizi alla Persona REGOLAMENTO DI CONTABILITA E GESTIONE PATRIMONIALE SOMMARIO Art. 1 - Principi generali Pag. 3 Art. 2 - Esercizi Pag.

Dettagli

Libera Università Maria SS. Assunta

Libera Università Maria SS. Assunta Libera Università Maria SS. Assunta Corso di Economia e Gestione delle Imprese La gestione finanziaria 1 Definizione Alla funzione finanziaria è affidato il complesso di decisioni ed operazioni volte a

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO INDICE Art. 1 Ambito di applicazione TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 2 Finalità del processo di gestione del patrimonio Art. 3 Fondo stabilizzazione erogazioni

Dettagli

RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE - regolamento -

RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE - regolamento - RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE - regolamento - SCOPI E FUNZIONAMENTO DELLA SEZIONE Articolo 1 In attuazione dell Articolo 1 dello Statuto Sociale ed ai sensi di quanto prescritto dalle leggi, dalle deliberazioni

Dettagli

Provincia di Bologna Area Tecnica

Provincia di Bologna Area Tecnica Provincia di Bologna Area Tecnica Prot. 5147 OGGETTO: BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE ATTIVITÀ COMMERCIALI TURISTICHE ARTIGIANALI E DEI SERVIZI CON

Dettagli

ALLEGATO 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013

ALLEGATO 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 ALLEGATO 10 CIRCOLANTE - Pag. 1 di 16 ALLEGATO 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 DGR Basilicata n. 353 del 04.04.2013 DGR Basilicata n. 965

Dettagli

DIRETTIVE DI ATTUAZIONE. Art. 1 Costituzione e finalità del fondo

DIRETTIVE DI ATTUAZIONE. Art. 1 Costituzione e finalità del fondo Allegato alla Delib.G.R. n. 46/14 del 22.9.2015 FONDO DI CAPITALE DI RISCHIO (VENTURE CAPITAL) PER INVESTIMENTI IN EQUITY PER LA CREAZIONE E LO SVILUPPO DI IMPRESE INNOVATIVE Legge regionale 29 maggio

Dettagli

YouGo! IMPRESA Sviluppo e Innovazione

YouGo! IMPRESA Sviluppo e Innovazione INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Reale S.p.A. Sede: Corso Vittorio Emanuele II, 101 10128 Torino Capitale sociale: Euro 30.000.000,00 interamente versato Numero Verde: 803.808 Sito Internet: www.bancareale.it;

Dettagli

Roma, 29 Gennaio 2010 COMUNICATO STAMPA EMESSO AI SENSI DELL ART. 114, COMMA 5, DEL D. LGS N. 58/98

Roma, 29 Gennaio 2010 COMUNICATO STAMPA EMESSO AI SENSI DELL ART. 114, COMMA 5, DEL D. LGS N. 58/98 Roma, 29 Gennaio 2010 COMUNICATO STAMPA EMESSO AI SENSI DELL ART. 114, COMMA 5, DEL D. LGS N. 58/98 In relazione alla richiesta inoltrata alla Società dalla Commissione Nazionale per le Società e la Borsa

Dettagli

Regolamento per la gestione del patrimonio

Regolamento per la gestione del patrimonio Regolamento per la gestione del patrimonio Approvato dall Organo di indirizzo nella seduta del 19 aprile 2013 Art. 1 (Ambito di applicazione) Il presente regolamento, adottato ai sensi dell'art. 6 dello

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati TASSO VARIABILE

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati TASSO VARIABILE FOGLIO INFORMATIVO Prestito Personale a Privati TASSO VARIABILE INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811

Dettagli

Mutuo Chirografario Ordinario Non Consumatori Prodotto destinato a clientela non consumatori

Mutuo Chirografario Ordinario Non Consumatori Prodotto destinato a clientela non consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Foglio Informativo Mutuo Chirografario Ordinario Non Consumatori Prodotto destinato a clientela non consumatori Cassa Rurale ed Artigiana Banca di Credito Cooperativo di Battipaglia

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA SEZIONE 4 Società per Azioni CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA "BANCA CRV CASSA DI RISPARMIO DI VIGNOLA S.p.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO BANCA CRV CASSA DI RISPARMIO DI VIGNOLA

Dettagli

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE Tema d esame BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE AZIENDALI (classe 5 a ITC) Il tema proposto è articolato in tre parti, di cui l ultima con tre alternative

Dettagli

[CASH FLOW - ] Chi ha avuto il coraggio di intraprendere merita strumenti efficaci per poter decidere.

[CASH FLOW - ] Chi ha avuto il coraggio di intraprendere merita strumenti efficaci per poter decidere. I piccoli imprenditori hanno le stesse esigenze delle grandi aziende. Nel nostro Paese tutti se ne dimenticano, ma non i professionisti della nostra struttura. Chi ha avuto il coraggio di intraprendere

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

ALLEGATO 4 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013. DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 e DGR Basilicata n. del.07.

ALLEGATO 4 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013. DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 e DGR Basilicata n. del.07. ALLEGATO 4 - Pag. 1 di 13 ALLEGATO 4 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 e DGR Basilicata n. del.07.2011 RICHIESTA DI AMMISSIONE ALLA CONTROGARANZIA

Dettagli

I processi di finanziamento

I processi di finanziamento I processi di finanziamento 1. pianificazione finanziaria: fabbisogno e fonti di finanziamento 2. acquisizione del finanziamento tutte quelle attività volte a reperire, gestire e rimborsare i finanziamenti

Dettagli

LA GESTIONE FINANZIARIA

LA GESTIONE FINANZIARIA LA GESTIONE FINANZIARIA Nella letteratura la gestione finanziaria viene frequentemente definita come il complesso di decisioni ed operazioni volte a reperire ed impiegare il capitale in impresa. La gestione

Dettagli

PRESTITO D ONORE. Cassa Rurale di Trento - Banca di Credito Cooperativo - Società cooperativa

PRESTITO D ONORE. Cassa Rurale di Trento - Banca di Credito Cooperativo - Società cooperativa Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. PRESTITO D ONORE FONDO PER LA VALORIZZAZIONE E LA PROFESSIONALIZZAZIONE DEI GIOVANI (Apertura di credito

Dettagli

Progetto E-Inclusion. Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie. Disciplinare di rendicontazione

Progetto E-Inclusion. Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie. Disciplinare di rendicontazione Progetto E-Inclusion Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie Disciplinare di rendicontazione (Premessa) A seguito della pubblicazione dell Avviso per la presentazione di progetti e modalità

Dettagli