Lelocazionidiimmobiliurbaniadibitiadusodiverso. quello di abitazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lelocazionidiimmobiliurbaniadibitiadusodiverso. quello di abitazione"

Transcript

1 Capitolo III Lelocazionidiimmobiliurbaniadibitiadusodiverso da quello di abitazione Indice formule: 1. Contratto di locazione di immobile urbano adibito ad uso diverso da quello di abitazione Contratto di locazione di immobile urbano adibito ad uso diverso da quello di abitazione con facoltà di recesso anticipato Comunicazione dell esercizio della facoltà di recesso riconosciuta al conduttore contrattualmente Contratto di locazione di immobile urbano adibito ad uso diverso da quello di abitazione con prestazione di fideiussione personale Contratto di locazione di immobile urbano adibito ad uso diverso da quello di abitazione con prestazione di fideiussione bancaria o assicurativa Comunicazione di recesso dal contratto di locazione per gravi motivi Diniego della rinnovazione del contratto da parte del locatore alla prima scadenza Comunicazione con atto notificato a mezzo ufficiale giudiziario dell intenzione del locatore di trasferire a titolo oneroso l immobile locato (c.d. denuntiatio) Comunicazione con atto notificato a mezzo ufficiale giudiziario dell intenzione di esercitare il diritto di prelazione sull immobile locato Comunicazione dell intenzione del locatore di locare l immobile a terzi alla scadenza del contratto rinnovato tacitamente Comunicazione da parte del conduttore dell offerta di condizioni uguali a quelle comunicategli dal locatore. 1. Contratto di locazione di immobile urbano adibito ad uso diverso da quello di abitazione Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge il Sig...., nato a... (...), il..., cod. fisc.:..., residente in..., alla via... n.... [la società..., con sede in..., in persona del legale rappresentante pro-tempore], di seguito denominato anche Locatore tra e da una parte il Sig...., nato a... (...), il..., cod. fisc.:..., resi-

2 276 parte prima - il contratto dente in..., alla via... n...., di seguito denominato anche Conduttore [Locatario] premesso che dall altra - il Locatore è proprietario di un immobile facente parte di un più ampio fabbricato sito in... (...), alla via..., censito presso il competente catasto urbano edilizio al foglio di mappa n...., sub...., cat....; - detto immobile, che ha una superficie complessiva di circa... (lettere) metri quadri, è così strutturato: 1) area per esposizione merce; 2) ufficio accessibile al pubblico; 3) ufficio interno; 4) magazzino; 5) n.... bagni; 6)... - l immobile è stato recentemente sottoposto a ristrutturazione edilizia ed è dotato di impianto idrico ed elettrico perfettamente funzionanti, costruiti ed installati a regola d arte, nel pieno rispetto delle norme urbanistiche e di sicurezza vigenti in materia; - il Sig.... intende espletare, all interno dell immobile di proprietà del Sig.... [della società...], la seguente attività industriale [commerciale; artigianale; di interesse turistico;...]; - ricorrono tutti i presupposti di fatto e di diritto affinché il Sig.... possa ottenere gli atti autorizzativi e/o concessori per l esercizio di tale attività. Tutto quanto sopra premesso, il Sig.... e il Sig.... [nella qualità di legale rappresentante pro-tempore della società...], nella loro qualità rispettivamente di Locatore e Conduttore, con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge ART. 1. VALIDITÀ DELLA PREMESSA convengono e stipulano quanto segue La premessa fa parte integrante e sostanziale del presente contratto e vale patto. ART. 2. OGGETTO DELLA LOCAZIONE Il Locatore concede in locazione al Conduttore, che accetta, l immobile di sua proprietà, meglio descritto in premessa, la cui superficie è divisa come indicato nella piantina catastale che si allega al presente contratto (v. all. I).

3 Le locazioni di immobili urbani adibiti ad uso diverso da quello di abitazione 277 ART. 3. DURATA DELLA LOCAZIONE La locazione ha la durata di anni 6 (sei) + 6 (sei) 1 e si rinnoverà, automaticamente e tacitamente di sei anni in sei anni, agli stessi patti e condizioni, se nessuno dei contraenti comunicherà all altro, almeno dodici mesi 2 prima del termine (dodici anni) della seconda scadenza contrattuale, formale disdetta a mezzo di lettera raccomandata con avviso di ricevimento, fatte salve comunque le ipotesi specificamente indicate dall art. 27 della l , n ART. 4. CANONE DELLA LOCAZIONE Il canone della locazione viene pattuito in complessivi euro... (lettere), da corrispondersi in rate mensili anticipate entro il termine perentorio del giorno... di ogni mese. Il pagamento dovrà avvenire con le seguenti modalità: - in contanti e presso il domicilio del locatore 4 [tramite vaglia postale; bonifico bancario, con valuta fissa, su conto corrente indicato dal Locatore]. Nel caso di inadempimento nella corresponsione del canone di locazione, matureranno automaticamente, senza necessità di formale diffida di pagamento, gli interessi di mora stabiliti dal Ministero dell Economia e delle Finanze, ai sensi dell art. 5, 2º co., d.lg , n Nel canone di locazione non sono comprese le somme dovute per gli oneri accessori che, quindi, sono a carico del Conduttore, come di seguito meglio specificato. ART. 5. AGGIORNAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE Il Locatore e il Conduttore convengono che il canone di locazione, per come sopra determinato e quantificato, a far data dall inizio del secondo anno di durata del contratto, verrà 1 La durata della locazione non può essere inferiore a nove anni se l immobile, anche se ammobiliato, è adibito ad attività alberghiere o all esercizio di attività teatrali. Se è convenuta una durata inferiore o non è convenuta alcuna durata, la locazione si intende pattuita per la durata rispettivamente prevista nei commi precedenti. Il contratto di locazione può essere stipulato per un periodo più breve qualora l attività esercitata o da esercitare nell immobile abbia, per sua natura, carattere transitorio. Se la locazione ha carattere stagionale, il locatore è obbligato a locare l immobile, per la medesima stagione dell anno successivo, allo stesso conduttore che gliene abbia fatta richiesta con lettera raccomandata prima della scadenza del contratto. L obbligo del locatore ha la durata massima di sei anni consecutivi o di nove se si tratta di utilizzazione alberghiera. 2 I mesi sono 18 se per le locazioni di immobili adibiti ad attività alberghiere o all esercizio di attività teatrali. 3 Tale disposizione consente al conduttore, indipendentemente dalle previsioni contrattuali il conduttore, qualora ricorrano gravi motivi, può recedere in qualsiasi momento dal contratto con preavviso di almeno sei mesi da comunicarsi con lettera raccomandata. 4 In assenza di un diverso accordo tra le parti, il pagamento del canone costituisce la principale e fondamentale obbligazione del conduttore e tale pagamento, ai sensi degli artt e 1182 c.c., deve essere effettuato al domicilio del locatore con moneta avente corso legale.

4 278 parte prima - il contratto aggiornato annualmente nella misura del 75% della variazione accertata dall ISTAT dell indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati su richiesta del Locatore. ART. 6. ONERI ACCESSORI La somma corrisposta per il canone di locazione non comprende gli oneri accessori quali, a titolo meramente esemplificativo: - il premio per l assicurazione dello stabile; - le spese relative al servizio di pulizia delle parti comuni; - le spese relative alla fornitura dell acqua, dell energia elettrica; - le spese di riscaldamento e di condizionamento; - le spese relative al funzionamento e alla manutenzione degli impianti comuni, se esistenti. Gli oneri accessori e tutte le altre eventuali spese comuni verranno corrisposti secondo la ripartizione millesimale e/o pro-quota attribuita a ciascuno dei condomini. ART. 7. VOLTURAZIONE DEI CONTRATTI DI FORNITURA DI SERVIZI Con la sottoscrizione del presente contratto, il Locatore autorizza il Conduttore - che si obbliga - a volturare a proprio nome, cura e spese, i contratti di fornitura relativi ai servizi pubblici e/o privati al primo eventualmente intestati, quali, sempre a titolo esemplificativo: - acqua; - luce; - gas; - utenza telefonica; - raccolta di rifiuti solidi urbani: -... ART. 8. DEPOSITO CAUZIONALE A garanzia dell adempimento e della esatta esecuzione del presente contratto, il Conduttore corrisponde al Locatore - a titolo di deposito cauzionale - la somma di euro... (lettere), pari a... mensilità del canone di locazione. Tale importo, che persegue la finalità di garantire il Locatore da qualsiasi pregiudizio dovesse derivargli dalla sottoscrizione del presente contratto per fatto o colpa del Conduttore, non potrà mai essere imputato quale acconto del canone di locazione 5. 5 La cessazione del rapporto di locazione comporta che il locatore deve restituire al conduttore il deposito cauzionale, sempre che esso non venga utilizzato in tutto o in parte per la co-

5 Le locazioni di immobili urbani adibiti ad uso diverso da quello di abitazione 279 Il predetto deposito cauzionale unitamente agli interessi legali annualmente maturati verrà restituito al Conduttore al termine del rapporto di locazione, qualora siano state rispettate tutte le obbligazioni assunte dal Conduttore e sempre che, allo scioglimento del contratto, l appartamento si trovi nello stato in cui è stato consegnato, quale risultante dall inventario redatto in presenza di entrambe le parti (all. II), salvo il normale deperimento per l uso. Tale restituzione avverrà non oltre giorni... (lettere) e non prima di giorni... (lettere) dalla riconsegna dei locali commerciali, così da consentire al Locatore di accertare l inesistenza di danni o pregiudizi al bene locato, nonché l avvenuto pagamento delle somme dovute in relazione alle utenze e degli oneri accessori in genere. ART. 9. DIVIETO DEL CONDUTTORE MOROSO DI SOLLEVARE ECCEZIONI O PROPOR- RE AZIONI Il Conduttore non potrà, per alcun motivo e/o a qualsiasi titolo, ritardare e/o dilazionare la corresponsione del canone e degli oneri accessori, oltre i termini perentori previsti dal presente contratto, così come non potrà fare valere alcuna azione o eccezione e/o ragione se non dopo aver provveduto al loro pagamento conformemente agli obblighi assunti contrattualmente. ART. 10. DESTINAZIONE D USO Il Conduttore dichiara che utilizzerà i locali per esercitare la seguente attività industriale [commerciale; artigianale; di interesse turistico]:...; per tale ragione, anche ai fini della determinazione e spettanza della indennità per la perdita di avviamento ex artt. 34 e 35, l , n. 392, il Conduttore dichiara che l immobile oggetto del presente contratto verrà adibito [non verrà adibito] per l espletamento di attività comportanti contatti diretti con il pubblico degli utenti e dei consumatori. ART. 11. DIVIETO DI MUTAMENTO DELLA DESTINAZIONE D USO Il Conduttore non potrà mutare la destinazione d uso dell immobile, senza il preventivo consenso scritto del Locatore. ART. 12. STATO DELL UNITÀ IMMOBILIARE Il Conduttore dichiara di aver esaminato l unità immobiliare concessa in locazione e di averla trovata adatta all uso dichiarato, in buono stato di manutenzione ed esente da difetti che possano influire sul suo godimento e, in generale, sulla salute delle persone; si obbliga, altresì a farne un uso conforme alle sue caratteristiche e comunque ad utilizzarla nel rispetto dei canoni di diligenza propri del buon padre di famiglia, nonché a ri- pertura delle spese delle riparazioni per i danni causati dal conduttore all immobile (non potrà però essere utilizzato per eseguire quegli interventi di ripulitura e di piccola manutenzione, necessari a seguito del normale utilizzo dell immobile), ovvero per il risarcimento del pregiudizio derivante dall inadempimento del conduttore ai propri obblighi.

6 280 parte prima - il contratto consegnarla alla cessazione del rapporto di locazione nel medesimo stato in cui l ha ricevuta, salvo il normale depauperamento. ART. 13. REGOLAMENTO DI CONDOMINIO E NORME DI BUON VICINATO Il Conduttore accetta le prescrizioni del regolamento di condominio che si allega in copia al presente contratto (all. III), impegnandosi a rispettarlo e a tenere comunque un comportamento che sia conforme alle regole di buon vicinato e del corretto vivere civile 6. ART. 14. MANUTENZIONE DELL IMMOBILE. SOPRAVVENIENZE NORMATIVE Il Conduttore assume l obbligo della manutenzione ordinaria dell immobile. Si precisa che sono a carico del Conduttore le riparazioni di piccola manutenzione: - relativi agli impianti di acqua, gas, elettricità, sanitari, condizionamento; - relative alle serrature, alla superficie dei muri e dei soffitti, agli infissi, alla pavimentazione ed ai rivestimenti. Qualora nuove disposizioni normative dovessero imporre l adeguamento degli impianti di acqua, gas, elettricità, sanitari e/o comunque l installazione di altri impianti necessari per lo svolgimento dell attività commerciale esercitata dal Conduttore, questi dovrà provvedere, a propria cura e spese, al loro adeguamento e/o installazione, manlevando il Locatore da eventuali sanzioni amministrative che dovessero derivare dalla tardiva o mancata esecuzione dei lavori. Fuori dei casi appena elencati, restano a carico del Locatore tutti i lavori di straordinaria manutenzione; a tal fine, il Conduttore è tenuto a comunicare al Locatore - tempestivamente e per iscritto - la necessità degli interventi da eseguire per la manutenzione straordinaria dell unità immobiliare, restando a carico del primo i danni che dovessero derivare dal colpevole ritardo nell avviso. I lavori straordinari dovranno essere effettuati nel più breve tempo possibile, da valutarsi caso per caso a seconda dell entità dell intervento; se per la loro esecuzione dovesse rendersi necessaria la temporanea chiusura dell attività commerciale, in deroga all art c.c. il Conduttore non potrà pretendere dal Locatore alcun indennizzo e/o risarcimento di sorta. ART. 15. ADDIZIONI, MIGLIORAMENTI E TRASFORMAZIONI Il Conduttore è sin da ora autorizzato dal Locatore a compiere, a propria cura e spese, tutte quelle opere e quegli impianti che saranno richiesti dalle competenti autorità 6 Secondo una recente pronuncia della Suprema Corte, il condomino che abbia locato la propria unità abitativa ad un terzo risponde nei confronti degli altri condomini delle ripetute violazioni al regolamento condominiale consumate dal proprio conduttore qualora non dimostri di avere adottato, in relazione alle circostanze, le misure idonee, alla stregua del criterio generale di diligenza posto dall art c.c., a far cessare gli abusi, ponendo in essere iniziative che possono arrivare fino alla richiesta di anticipata cessazione del rapporto di locazione (Cass. civ., sez. II, , n , inmass. Giur. it., 2006).

7 Le locazioni di immobili urbani adibiti ad uso diverso da quello di abitazione 281 amministrative al fine di ottenere i permessi per la conduzione e/o continuazione della propria attività commerciale. Tutte le tipologie di lavori dovranno essere comunque preventivamente vistate dal Conduttore e sempre effettuate nel pieno rispetto dei regolamenti comunali e delle altre disposizioni vigenti in materia. Al di fuori dei casi appena elencati, il Conduttore, senza il preventivo consenso scritto del Locatore, non può compiere addizioni e/o innovazioni e/o miglioramenti e/o trasformazioni all interno dei locali o esternamente ad essi: ad ogni modo, le nuove opere e/o impianti non asportabili e/o rimovibili, compiuti dal Conduttore con il consenso del Locatore, anche se costituenti addizioni e/o miglioramenti, rimarranno acquisiti, gratuitamente, all immobile, all atto dello scioglimento - per qualsiasi causa - del presente contratto e sempre che il Locatore li ritenga di proprio gradimento; diversamente dovranno essere rimossi dal Conduttore, a propria cura e spese. Il Conduttore ha diritto di rimuovere gli impianti (quali, a titolo esemplificativo, illuminazione, allarme, ecc.) dallo stesso installati con il consenso del Locatore, qualora essi siano asportabili e/o rimovibili senza provocare danno all immobile. ART. 16. SEGNI DISTINTIVI DELL IMPRESA Il Locatore autorizza la posa di insegne esterne per consentire al Conduttore di contraddistinguere dalle altre attività limitrofe il pubblico esercizio di cui è titolare. ART. 17. OBBLIGHI ASSICURATIVI Il Conduttore garantisce e manleva, espressamente, il Locatore da ogni responsabilità per danni, diretti o indiretti, che possano derivare dal fatto - doloso o colposo, omissivo o commissivo - proprio o di terzi, quali, a titolo esemplificativo: i danni che fossero provocati da spandimento e/o infiltrazioni di acqua, fughe di gas, scassi, rotture, manomissioni incendio, esplosione, implosione, scoppio,... Il Conduttore, inoltre, si obbliga - entro il termine perentorio di... giorni dalla sottoscrizione del presente contratto - a stipulare, con primaria società assicurativa, polizza a copertura dei danni che l immobile e/o terzi potrebbero subire al verificarsi di una delle cause appena descritte e/o comunque per evento riconducibile all esercizio dell attività commerciale svolta all interno dell unità immobiliare concessa in locazione. Tale contratto assicurativo deve prevedere, tra l altro, la liquidazione diretta a favore dei danneggiati e la copertura dei sinistri nel rispetto dei seguenti massimali: 1) per l unità immobiliare oggetto della locazione (quali, a titolo esemplificativo, muri interni ed esterni, rivestimenti, intonaci, infissi, impianto elettrico, idrico e così via), il massimale non potrà essere inferiore ad euro... (lettere), con indennizzo da liquidarsi, da parte della società assicurativa, direttamente al Locatore, proprietario dell immobile. Nell ipotesi in cui, per qualsiasi ragione, l impresa di assicurazione non dovesse dare riscontro alla richiesta di risarcimento e/o l indennizzo liquidato non fosse sufficiente a ri-

8 282 pristinare lo stato originario dei locali commerciali, la responsabilità del Conduttore nei confronti del Locatore sarà, rispettivamente, totale e/o limitata alla differenza tra l eventuale indennizzo corrisposto e l ammontare dell effettivo danno da risarcire; 2) per i danni cagionati ai terzi, il massimale non potrà essere inferiore ad euro... (lettere), restando, comunque, ferma l esclusiva responsabilità del Conduttore se l impresa assicurativa non intenda, per qualsiasi ragione, soddisfare la pretesa di risarcimento danni avanzata dai terzi o lo faccia in maniera parziale. Il Conduttore dovrà consegnare al Locatore copia della polizza assicurativa e delle relative condizioni generali di contratto, nonché delle quietanze di pagamento attestanti i rinnovi annuali della stessa. ART. 18. ISPEZIONI, CONTROLLI E VISITE Al locatore è consentito ispezionare [far ispezionare da suoi delegati] l immobile concesso in locazione, a condizione che ciò non sia di intralcio all attività del Conduttore; all uopo, pertanto, le parti si accordano nel senso che... A far data dalla ricezione della disdetta contrattuale e dal sessantesimo giorno dalla comunicazione di vendita dell immobile - nell ipotesi prevista dall art. 38, l , n il Conduttore si obbliga a consentire la visita dei locali a coloro che aspirino a prenderli in locazione o ad acquistarli, purché muniti di autorizzazione scritta del Locatore o accompagnati da agente immobiliare appositamente delegato: orari e modalità di visita verranno stabiliti concordemente, compatibilmente con gli orari di apertura dell attività commerciale del Conduttore, con il limite massimo di... per... giorni alla settimana, fatta eccezione per la giornata di... ART. 19. ONERI FISCALI E DI REGISTRAZIONE Le spese di bollo per il contratto, le spese per la sua registrazione vengono ripartite in pari misura tra il Locatore ed il Conduttore, ma con formalità da eseguirsi a cura del Locatore; a carico del Conduttore, invece, vanno poste le spese di bollo per le ricevute di pagamento, così come quelle sostenute per i bonifici bancari [allorché le parti scelgano tale modalità di pagamento del canone di locazione]. ART. 20. ELEZIONE DI DOMICILIO A tutti gli effetti del presente contratto, compresa la notifica degli atti giudiziali e stragiudiziali, il Locatore e il Conduttore dichiarano di volere ricevere tutte le comunicazioni e/o notificazioni presso i luoghi di residenza in epigrafe indicati, con obbligo di comunicarne l eventuale variazione, che sarà opponibile alle altre parti dal giorno in cui queste ne avranno avuto l effettiva conoscenza attraverso comunicazione scritta, da effettuarsi a mezzo di lettera raccomandata con avviso di ricevimento. ART. 21. ATTI DI TOLLERANZA In nessun caso l eventuale mancato esercizio di qualsiasi diritto da parte del Locatore - ovvero la mancata pretesa dell esatta osservanza delle disposizioni contenute nel preparte prima - il contratto

9 Le locazioni di immobili urbani adibiti ad uso diverso da quello di abitazione 283 sente contratto - potrà costituire rinunzia al diritto di chiedere l esatto adempimento, dovendosi qualificare tale contegno omissivo come mero atto di tolleranza. ART. 22. MODIFICHE CONTRATTUALI Tutte le modifiche o le integrazioni al presente contratto dovranno essere effettuate per iscritto, pena la loro inefficacia. ART. 23. DISCIPLINA APPLICABILE Per quanto non previsto dal presente contratto, il Locatore e il Conduttore rinviano alle disposizioni vigenti del codice civile, delle leggi speciali e degli usi locali in quanto applicabili. ART. 24. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI In ossequio alla normativa sulla privacy (d.lg , n. 196) e limitatamente alle finalità relative e conseguenti alla sottoscrizione del presente contratto, il Locatore e il Conduttore si prestano reciprocamente il consenso per il trattamento dei propri dati personali...., lì... Il Locatore Il Conduttore Pur essendo, il presente contratto, frutto di trattative liberamente svoltesi tra il Locatore e il Conduttore, ad ogni buon fine, questi dichiarano di aver letto tutte le clausole sopra estese, approvando, specificatamente, ai sensi degli artt. 1341, 2º co., e 1342 c.c., gli articoli che qui di seguito si riportano: art. 4. Canone della locazione; art. 5. Aggiornamento del canone di locazione; art. 6. Oneri accessori; art. 8. Deposito cauzionale; art. 9. Divieto del conduttore moroso di sollevare eccezioni o proporre azioni; art. 10. Destinazione d uso; art. 11. Divieto di mutamento della destinazione d uso; art. 14. Manutenzione dell immobile; art. 15. Addizioni, miglioramenti e trasformazioni; art. 17. Obblighi assicurativi; art. 18. Ispezioni, controlli e visite. Il Locatore Il Conduttore Il presente contratto è redatto in duplice copia originale e si compone di n.... pagine, tutte siglate dai sottoscrittori, di cui l ultima, firmata in calce per esteso, è sino a qui. Al presente contratto si allegano i seguenti documenti, parimenti siglati dai contraenti: I) piantina catastale dell immobile concesso in locazione; II) inventario...; III) copia regolamento di condominio...; IV)...

10 284 parte prima - il contratto 2. Contratto di locazione di immobile urbano adibito ad uso diverso da quello di abitazione con facoltà di recesso anticipato Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge il Sig...., nato a... (...), il..., cod. fisc.:..., residente in..., alla via... n.... [la società..., con sede in..., in persona del legale rappresentante pro-tempore], di seguito denominato anche Locatore tra e da una parte il Sig...., nato a... (...), il..., cod. fisc.:..., residente in..., alla via... n...., di seguito denominato anche Conduttore [Locatario] premesso che dall altra - il Locatore è proprietario di un immobile facente parte di un più ampio fabbricato sito in... (...), alla via..., censito presso il competente catasto urbano edilizio al foglio di mappa n...., sub...., cat....; - detto immobile, che ha una superficie complessiva di circa... (lettere) metri quadri, è così strutturato: 1) area per esposizione merce; 2) ufficio accessibile al pubblico; 3) ufficio interno; 4) magazzino; 5) n.... bagni; 6)... - l immobile è stato recentemente sottoposto a ristrutturazione edilizia ed è dotato di impianto idrico ed elettrico perfettamente funzionanti, costruiti ed installati a regola d arte, nel pieno rispetto delle norme urbanistiche e di sicurezza vigenti in materia; - il Sig.... intende espletare, all interno dell immobile di proprietà del Sig.... [della società...], la seguente attività industriale [commerciale; artigianale; di interesse turistico;...];

11 Le locazioni di immobili urbani adibiti ad uso diverso da quello di abitazione ricorrono tutti i presupposti di fatto e di diritto affinché il Sig.... possa ottenere gli atti autorizzativi e/o concessori per l esercizio di tale attività. Tutto quanto sopra premesso, il Sig.... e il Sig.... [nella qualità di legale rappresentante pro-tempore della società...], nella loro qualità rispettivamente di Locatore e Conduttore, con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge convengono e stipulano quanto segue ART. 1. VALIDITÀ DELLA PREMESSA La premessa fa parte integrante e sostanziale del presente contratto e vale patto. ART. 2. OGGETTO DELLA LOCAZIONE Il Locatore concede in locazione al Conduttore, che accetta, l immobile di sua proprietà, meglio descritto in premessa, la cui superficie è divisa come indicato nella piantina catastale che si allega al presente contratto (v. all. I). ART. 3. DURATA DELLA LOCAZIONE La locazione ha la durata di anni 6 (sei) + 6 (sei) 7 e si rinnoverà, automaticamente e tacitamente di sei anni in sei anni, agli stessi patti e condizioni, se nessuno dei contraenti comunicherà all altro, almeno dodici mesi 8 prima del termine (dodici anni) della seconda scadenza contrattuale, formale disdetta a mezzo di lettera raccomandata con avviso di ricevimento, fatte salve comunque le ipotesi specificamente indicate dall art. 27 della l , n ART. 4. RECESSO ANTICIPATO DEL CONDUTTORE È consentito al Conduttore recedere in qualsiasi momento dal contratto dandone avviso al locatore, con lettera raccomandata, almeno sei mesi prima della data in cui il recesso deve avere esecuzione La durata della locazione non può essere inferiore a nove anni se l immobile, anche se ammobiliato, è adibito ad attività alberghiere o all esercizio di attività teatrali. Se è convenuta una durata inferiore o non è convenuta alcuna durata, la locazione si intende pattuita per la durata rispettivamente prevista nei commi precedenti. Il contratto di locazione può essere stipulato per un periodo più breve qualora l attività esercitata o da esercitare nell immobile abbia, per sua natura, carattere transitorio. Se la locazione ha carattere stagionale, il locatore è obbligato a locare l immobile, per la medesima stagione dell anno successivo, allo stesso conduttore che gliene abbia fatta richiesta con lettera raccomandata prima della scadenza del contratto. L obbligo del locatore ha la durata massima di sei anni consecutivi o di nove se si tratta di utilizzazione alberghiera. 8 I mesi sono 18 se per le locazioni di immobili adibiti ad attività alberghiere o all esercizio di attività teatrali. 9 Tale disposizione consente al conduttore, indipendentemente dalle previsioni contrattuali il conduttore, qualora ricorrano gravi motivi, può recedere in qualsiasi momento dal contratto con preavviso di almeno sei mesi da comunicarsi con lettera raccomandata. 10 L art. 27, 7º co., l , n. 392 dispone che è in facoltà delle parti consentire con-

12 286 parte prima - il contratto ART. 5. CANONE DELLA LOCAZIONE Il canone della locazione viene pattuito in complessivi euro... (lettere), da corrispondersi in rate mensili anticipate entro il termine perentorio del giorno... di ogni mese. Il pagamento dovrà avvenire con le seguenti modalità: - in contanti e presso il domicilio del locatore 11 [tramite vaglia postale; bonifico bancario, con valuta fissa, su conto corrente indicato dal Locatore]. Nel caso di inadempimento nella corresponsione del canone di locazione, matureranno automaticamente, senza necessità di formale diffida di pagamento, gli interessi di mora stabiliti dal Ministero dell Economia e delle Finanze, ai sensi dell art. 5, 2º co., d.lg , n Nel canone di locazione non sono comprese le somme dovute per gli oneri accessori che, quindi, sono a carico del Conduttore, come di seguito meglio specificato. ART. 6. AGGIORNAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE Il Locatore e il Conduttore convengono che il canone di locazione, per come sopra determinato e quantificato, a far data dall inizio del secondo anno di durata del contratto, verrà aggiornato annualmente nella misura del 75% della variazione accertata dall I- STAT dell indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati su richiesta del Locatore. ART. 7. ONERI ACCESSORI La somma corrisposta per il canone di locazione non comprende gli oneri accessori quali, a titolo meramente esemplificativo: - il premio per l assicurazione dello stabile; - le spese relative al servizio di pulizia delle parti comuni; - le spese relative alla fornitura dell acqua, dell energia elettrica; - le spese di riscaldamento e di condizionamento; - le spese relative al funzionamento e alla manutenzione degli impianti comuni, se esistenti. trattualmente che il conduttore possa recedere in qualsiasi momento dal contratto dandone avviso al locatore, mediante lettera raccomandata, almeno sei mesi prima della data in cui il recesso deve avere esecuzione. 11 In assenza di un diverso accordo tra le parti, il pagamento del canone costituisce la principale e fondamentale obbligazione del conduttore e tale pagamento, ai sensi degli artt e 1182 c.c., deve essere effettuato al domicilio del locatore con moneta avente corso legale.

13 Le locazioni di immobili urbani adibiti ad uso diverso da quello di abitazione 287 Gli oneri accessori e tutte le altre eventuali spese comuni verranno corrisposti secondo la ripartizione millesimale e/o pro-quota attribuita a ciascuno dei condomini. ART. 8. VOLTURAZIONE DEI CONTRATTI DI FORNITURA DI SERVIZI Con la sottoscrizione del presente contratto, il Locatore autorizza il Conduttore - che si obbliga - a volturare a proprio nome, cura e spese, i contratti di fornitura relativi ai servizi pubblici e/o privati al primo eventualmente intestati, quali, sempre a titolo esemplificativo: - acqua; - luce; - gas; - utenza telefonica; - raccolta di rifiuti solidi urbani: -... ART. 9. DEPOSITO CAUZIONALE A garanzia dell adempimento e della esatta esecuzione del presente contratto, il Conduttore corrisponde al Locatore - a titolo di deposito cauzionale - la somma di euro... (lettere), pari a... mensilità del canone di locazione. Tale importo, che persegue la finalità di garantire il Locatore da qualsiasi pregiudizio dovesse derivargli dalla sottoscrizione del presente contratto per fatto o colpa del Conduttore, non potrà mai essere imputato quale acconto del canone di locazione 12. Il predetto deposito cauzionale unitamente agli interessi legali annualmente maturati verrà restituito al Conduttore al termine del rapporto di locazione, qualora siano state rispettate tutte le obbligazioni assunte dal Conduttore e sempre che, allo scioglimento del contratto, l appartamento si trovi nello stato in cui è stato consegnato, quale risultante dall inventario redatto in presenza di entrambe le parti (all. II), salvo il normale deperimento per l uso. Tale restituzione avverrà non oltre giorni... (lettere) e non prima di giorni... (lettere) dalla riconsegna dei locali commerciali, così da consentire al Locatore di accertare l inesistenza di danni o pregiudizi al bene locato, nonché l avvenuto pagamento delle somme dovute in relazione alle utenze e degli oneri accessori in genere. 12 La cessazione del rapporto di locazione comporta che il locatore deve restituire al conduttore il deposito cauzionale, sempre che esso non venga utilizzato in tutto o in parte per la copertura delle spese delle riparazioni per i danni causati dal conduttore all immobile (non potrà però essere utilizzato per eseguire quegli interventi di ripulitura e di piccola manutenzione, necessari a seguito del normale utilizzo dell immobile), ovvero per il risarcimento del pregiudizio derivante dall inadempimento del conduttore ai propri obblighi.

14 288 parte prima - il contratto ART. 10. DIVIETO DEL CONDUTTORE MOROSO DI SOLLEVARE ECCEZIONI O PRO- PORRE AZIONI Il Conduttore non potrà, per alcun motivo e/o a qualsiasi titolo, ritardare e/o dilazionare la corresponsione del canone e degli oneri accessori, oltre i termini perentori previsti dal presente contratto, così come non potrà fare valere alcuna azione o eccezione e/o ragione se non dopo aver provveduto al loro pagamento conformemente agli obblighi assunti contrattualmente. ART. 11. DESTINAZIONE D USO Il Conduttore dichiara che utilizzerà i locali per esercitare la seguente attività industriale [commerciale; artigianale; di interesse turistico]:...; per tale ragione, anche ai fini della determinazione e spettanza della indennità per la perdita di avviamento ex artt. 34 e 35, l , n. 392, il Conduttore dichiara che l immobile oggetto del presente contratto verrà adibito [non verrà adibito] per l espletamento di attività comportanti contatti diretti con il pubblico degli utenti e dei consumatori. ART. 12. DIVIETO DI MUTAMENTO DELLA DESTINAZIONE D USO Il Conduttore non potrà mutare la destinazione d uso dell immobile, senza il preventivo consenso scritto del Locatore. ART. 13. STATO DELL UNITÀ IMMOBILIARE Il Conduttore dichiara di aver esaminato l unità immobiliare concessa in locazione e di averla trovata adatta all uso dichiarato, in buono stato di manutenzione ed esente da difetti che possano influire sul suo godimento e, in generale, sulla salute delle persone; si obbliga, altresì a farne un uso conforme alle sue caratteristiche e comunque ad utilizzarla nel rispetto dei canoni di diligenza propri del buon padre di famiglia, nonché a riconsegnarla alla cessazione del rapporto di locazione nel medesimo stato in cui l ha ricevuta, salvo il normale depauperamento. ART. 14. REGOLAMENTO DI CONDOMINIO E NORME DI BUON VICINATO Il Conduttore accetta le prescrizioni del regolamento di condominio che si allega in copia al presente contratto (all. III), impegnandosi a rispettarlo e a tenere comunque un comportamento che sia conforme alle regole di buon vicinato e del corretto vivere civile 13. ART. 15. MANUTENZIONE DELL IMMOBILE. SOPRAVVENIENZE NORMATIVE Il Conduttore assume l obbligo della manutenzione ordinaria dell immobile. 13 Secondo una recente pronuncia della Suprema Corte, il condomino che abbia locato la propria unità abitativa ad un terzo risponde nei confronti degli altri condomini delle ripetute violazioni al regolamento condominiale consumate dal proprio conduttore qualora non dimostri di avere adottato, in relazione alle circostanze, le misure idonee, alla stregua del criterio generale di diligenza posto dall art c.c., a far cessare gli abusi, ponendo in essere iniziative che possono arrivare fino alla richiesta di anticipata cessazione del rapporto di locazione (Cass. civ., sez. II, , n , inmass. Giur. it., 2006).

15 Le locazioni di immobili urbani adibiti ad uso diverso da quello di abitazione 289 Si precisa che sono a carico del Conduttore le riparazioni di piccola manutenzione: - relativi agli impianti di acqua, gas, elettricità, sanitari, condizionamento; - relative alle serrature, alla superficie dei muri e dei soffitti, agli infissi, alla pavimentazione ed ai rivestimenti. Qualora nuove disposizioni normative dovessero imporre l adeguamento degli impianti di acqua, gas, elettricità, sanitari e/o comunque l installazione di altri impianti necessari per lo svolgimento dell attività commerciale esercitata dal Conduttore, questi dovrà provvedere, a propria cura e spese, al loro adeguamento e/o installazione, manlevando il Locatore da eventuali sanzioni amministrative che dovessero derivare dalla tardiva o mancata esecuzione dei lavori. Fuori dei casi appena elencati, restano a carico del Locatore tutti i lavori di straordinaria manutenzione; a tal fine, il Conduttore è tenuto a comunicare al Locatore - tempestivamente e per iscritto - la necessità degli interventi da eseguire per la manutenzione straordinaria dell unità immobiliare, restando a carico del primo i danni che dovessero derivare dal colpevole ritardo nell avviso. I lavori straordinari dovranno essere effettuati nel più breve tempo possibile, da valutarsi caso per caso a seconda dell entità dell intervento; se per la loro esecuzione dovesse rendersi necessaria la temporanea chiusura dell attività commerciale, in deroga all art c.c. il Conduttore non potrà pretendere dal Locatore alcun indennizzo e/o risarcimento di sorta. ART. 16. ADDIZIONI, MIGLIORAMENTI E TRASFORMAZIONI Il Conduttore è sin da ora autorizzato dal Locatore a compiere, a propria cura e spese, tutte quelle opere e quegli impianti che saranno richiesti dalle competenti autorità amministrative al fine di ottenere i permessi per la conduzione e/o continuazione della propria attività commerciale. Tutte le tipologie di lavori dovranno essere comunque preventivamente vistate dal Conduttore e sempre effettuate nel pieno rispetto dei regolamenti comunali e delle altre disposizioni vigenti in materia. Al di fuori dei casi appena elencati, il Conduttore, senza il preventivo consenso scritto del Locatore, non può compiere addizioni e/o innovazioni e/o miglioramenti e/o trasformazioni all interno dei locali o esternamente ad essi: ad ogni modo, le nuove opere e/o impianti non asportabili e/o rimovibili, compiuti dal Conduttore con il consenso del Locatore, anche se costituenti addizioni e/o miglioramenti, rimarranno acquisiti, gratuitamente, all immobile, all atto dello scioglimento - per qualsiasi causa - del presente contratto e sempre che il Locatore li ritenga di proprio gradimento; diversamente dovranno essere rimossi dal Conduttore, a propria cura e spese. Il Conduttore ha diritto di rimuovere gli impianti (quali, a titolo esemplificativo, illuminazione, allarme, ecc.) dallo stesso installati con il consenso del Locatore, qualora essi siano asportabili e/o rimovibili senza provocare danno all immobile.

16 290 parte prima - il contratto ART. 17. SEGNI DISTINTIVI DELL IMPRESA Il Locatore autorizza la posa di insegne esterne per consentire al Conduttore di contraddistinguere dalle altre attività limitrofe il pubblico esercizio di cui è titolare. ART. 18. OBBLIGHI ASSICURATIVI Il Conduttore garantisce e manleva, espressamente, il Locatore da ogni responsabilità per danni, diretti o indiretti, che possano derivare dal fatto - doloso o colposo, omissivo o commissivo - proprio o di terzi, quali, a titolo esemplificativo: i danni che fossero provocati da spandimento e/o infiltrazioni di acqua, fughe di gas, scassi, rotture, manomissioni incendio, esplosione, implosione, scoppio,... Il Conduttore, inoltre, si obbliga - entro il termine perentorio di... giorni dalla sottoscrizione del presente contratto - a stipulare, con primaria società assicurativa, polizza a copertura dei danni che l immobile e/o terzi potrebbero subire al verificarsi di una delle cause appena descritte e/o comunque per evento riconducibile all esercizio dell attività commerciale svolta all interno dell unità immobiliare concessa in locazione. Tale contratto assicurativo deve prevedere, tra l altro, la liquidazione diretta a favore dei danneggiati e la copertura dei sinistri nel rispetto dei seguenti massimali: 1) per l unità immobiliare oggetto della locazione (quali, a titolo esemplificativo, muri interni ed esterni, rivestimenti, intonaci, infissi, impianto elettrico, idrico e così via), il massimale non potrà essere inferiore ad euro... (lettere), con indennizzo da liquidarsi, da parte della società assicurativa, direttamente al Locatore, proprietario dell immobile. Nell ipotesi in cui, per qualsiasi ragione, l impresa di assicurazione non dovesse dare riscontro alla richiesta di risarcimento e/o l indennizzo liquidato non fosse sufficiente a ripristinare lo stato originario dei locali commerciali, la responsabilità del Conduttore nei confronti del Locatore sarà, rispettivamente, totale e/o limitata alla differenza tra l eventuale indennizzo corrisposto e l ammontare dell effettivo danno da risarcire; 2) per i danni cagionati ai terzi, il massimale non potrà essere inferiore ad euro... (lettere), restando, comunque, ferma l esclusiva responsabilità del Conduttore se l impresa assicurativa non intenda, per qualsiasi ragione, soddisfare la pretesa di risarcimento danni avanzata dai terzi o lo faccia in maniera parziale. Il Conduttore dovrà consegnare al Locatore copia della polizza assicurativa e delle relative condizioni generali di contratto, nonché delle quietanze di pagamento attestanti i rinnovi annuali della stessa. ART. 19. ISPEZIONI, CONTROLLI E VISITE Al locatore è consentito ispezionare [far ispezionare da suoi delegati] l immobile concesso in locazione, a condizione che ciò non sia di intralcio all attività del Conduttore; all uopo, pertanto, le parti si accordano nel senso che... A far data dalla ricezione della disdetta contrattuale e dal sessantesimo giorno dalla comunicazione di vendita dell immobile - nell ipotesi prevista dall art. 38, l ,

17 Le locazioni di immobili urbani adibiti ad uso diverso da quello di abitazione 291 n il Conduttore si obbliga a consentire la visita dei locali a coloro che aspirino a prenderli in locazione o ad acquistarli, purché muniti di autorizzazione scritta del Locatore o accompagnati da agente immobiliare appositamente delegato: orari e modalità di visita verranno stabiliti concordemente, compatibilmente con gli orari di apertura dell attività commerciale del Conduttore, con il limite massimo di... per... giorni alla settimana, fatta eccezione per la giornata di... ART. 20. ONERI FISCALI E DI REGISTRAZIONE Le spese di bollo per il contratto, le spese per la sua registrazione vengono ripartite in pari misura tra il Locatore ed il Conduttore, ma con formalità da eseguirsi a cura del Locatore; a carico del Conduttore, invece, vanno poste le spese di bollo per le ricevute di pagamento, così come quelle sostenute per i bonifici bancari [allorché le parti scelgano tale modalità di pagamento del canone di locazione]. ART. 21. ELEZIONE DI DOMICILIO A tutti gli effetti del presente contratto, compresa la notifica degli atti giudiziali e stragiudiziali, il Locatore e il Conduttore dichiarano di volere ricevere tutte le comunicazioni e/o notificazioni presso i luoghi di residenza in epigrafe indicati, con obbligo di comunicarne l eventuale variazione, che sarà opponibile alle altre parti dal giorno in cui queste ne avranno avuto l effettiva conoscenza attraverso comunicazione scritta, da effettuarsi a mezzo di lettera raccomandata con avviso di ricevimento. ART. 22. ATTI DI TOLLERANZA In nessun caso l eventuale mancato esercizio di qualsiasi diritto da parte del Locatore - ovvero la mancata pretesa dell esatta osservanza delle disposizioni contenute nel presente contratto - potrà costituire rinunzia al diritto di chiedere l esatto adempimento, dovendosi qualificare tale contegno omissivo come mero atto di tolleranza. ART. 23. MODIFICHE CONTRATTUALI Tutte le modifiche o le integrazioni al presente contratto dovranno essere effettuate per iscritto, pena la loro inefficacia. ART. 24. DISCIPLINA APPLICABILE Per quanto non previsto dal presente contratto, il Locatore e il Conduttore rinviano alle disposizioni vigenti del codice civile, delle leggi speciali e degli usi locali in quanto applicabili. ART. 25. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI In ossequio alla normativa sulla privacy (d.lg , n. 196) e limitatamente alle finalità relative e conseguenti alla sottoscrizione del presente contratto, il Locatore e il Conduttore si prestano reciprocamente il consenso per il trattamento dei propri dati personali...., lì...

18 292 parte prima - il contratto Il Locatore Il Conduttore Pur essendo, il presente contratto, frutto di trattative liberamente svoltesi tra il Locatore e il Conduttore, ad ogni buon fine, questi dichiarano di aver letto tutte le clausole sopra estese, approvando, specificatamente, ai sensi degli artt. 1341, 2º co., e 1342 c.c., gli articoli che qui di seguito si riportano: art. 4. Recesso anticipato del conduttore; art. 5. Canone della locazione; art. 6. Aggiornamento del canone di locazione; art. 7. Oneri accessori; art. 9. Deposito cauzionale; art. 10. Divieto del conduttore moroso di sollevare eccezioni o proporre azioni; art. 11. Destinazione d uso; art. 12. Divieto di mutamento della destinazione d uso; art. 15. Manutenzione dell immobile; art. 16. Addizioni, miglioramenti e trasformazioni; art. 18. Obblighi assicurativi; art. 19. Ispezioni, controlli e visite. Il Locatore Il Conduttore Il presente contratto è redatto in duplice copia originale e si compone di n.... pagine, tutte siglate dai sottoscrittori, di cui l ultima, firmata in calce per esteso, è sino a qui. Al presente contratto si allegano i seguenti documenti, parimenti siglati dai contraen- I) piantina catastale dell immobile concesso in locazione; II) inventario...; III) copia regolamento di condominio...; IV)... ti: 3. Comunicazione dell esercizio della facoltà di recesso riconosciuta al conduttore contrattualmente Raccomandata A/R Sig via..., n Oggetto: Recesso dal contratto di locazione ad uso non abitativo stipulato in data... avente ad oggetto l immobile sito in... alla via... n..... Il sottoscritto, Sig...., nella qualità di conduttore dell immobile in oggetto, avvalendosi della facoltà riconosciuta - conformemente al disposto dell art. 27, 7º co., l. n.

19 Le locazioni di immobili urbani adibiti ad uso diverso da quello di abitazione , n , al punto [all articolo]... del contratto di locazione stipulato in data... e registrato il... con la presente Le comunica che, con decorrenza dal... 14, intende recedere dal contratto suindicato, rimanendo a disposizione per la verifica dello stato dei locali e la consegna delle chiavi. In attesa di un Suo cortese riscontro, si porgono cordiali saluti. Firma del Conduttore 4. Contratto di locazione di immobile urbano adibito ad uso diverso da quello di abitazione con prestazione di fideiussione personale Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge il Sig...., nato a... (...), il..., cod. fisc.:..., residente in..., alla via... n.... [la società..., con sede in..., in persona del legale rappresentante pro-tempore], di seguito denominato anche Locatore tra e da una parte il Sig...., nato a... (...), il..., cod. fisc.:..., residente in..., alla via... n...., di seguito denominato anche Conduttore [Locatario] nonché dall altra il Sig...., nato a... (...), il..., cod. fisc.:..., residente in..., alla via... n...., di seguito denominato anche Fideiussore premesso che - il Locatore è proprietario di un immobile facente parte di un più ampio fabbricato sito in... (...), alla via..., censito presso il competente catasto urbano edilizio al foglio di mappa n...., sub...., cat....; 14 In base al 7º co. dell art. 27, l , n. 392, il conduttore è tenuto a dare avviso al locatore, con lettera raccomandata, almeno sei mesi prima della data in cui il recesso deve avere esecuzione.

20 294 parte prima - il contratto - detto immobile, che ha una superficie complessiva di circa... (lettere) metri quadri, è così strutturato: 1) area per esposizione merce; 2) ufficio accessibile al pubblico; 3) ufficio interno; 4) magazzino; 5) n.... bagni; 6)... - l immobile è stato recentemente sottoposto a ristrutturazione edilizia ed è dotato di impianto idrico ed elettrico perfettamente funzionanti, costruiti ed installati a regola d arte, nel pieno rispetto delle norme urbanistiche e di sicurezza vigenti in materia; - il Sig.... intende espletare, all interno dell immobile di proprietà del Sig.... [della società...], la seguente attività industriale [commerciale; artigianale; di interesse turistico;...]; - ricorrono tutti i presupposti di fatto e di diritto affinché il Sig.... possa ottenere gli atti autorizzativi e/o concessori per l esercizio di tale attività. Tutto quanto sopra premesso, il Sig.... e il Sig.... [nella qualità di legale rappresentante pro-tempore della società...], nella loro qualità rispettivamente di Locatore e Conduttore, con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge convengono e stipulano quanto segue ART. 1. VALIDITÀ DELLA PREMESSA La premessa fa parte integrante e sostanziale del presente contratto e vale patto. ART. 2. OGGETTO DELLA LOCAZIONE Il Locatore concede in locazione al Conduttore, che accetta, l immobile di sua proprietà, meglio descritto in premessa, la cui superficie è divisa come indicato nella piantina catastale che si allega al presente contratto (v. all. I). ART. 3. DURATA DELLA LOCAZIONE La locazione ha la durata di anni 6 (sei) + 6 (sei) 15 e si rinnoverà, automaticamente e 15 La durata della locazione non può essere inferiore a nove anni se l immobile, anche se ammobiliato, è adibito ad attività alberghiere o all esercizio di attività teatrali. Se è convenuta una durata inferiore o non è convenuta alcuna durata, la locazione si intende pattuita per la durata rispettivamente prevista nei commi precedenti. Il contratto di locazione può essere stipulato per un periodo più breve qualora l attività esercitata o da esercitare nell immobile abbia, per sua natura, carattere transitorio. Se la locazione ha carattere stagionale, il locatore è obbligato

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

I contratti di gestione delle strutture alberghiere

I contratti di gestione delle strutture alberghiere 12/06/2013 il Contratti tipici: Contratti atipici: contratto di locazione di bene immobile contratto di affitto di azienda (alberghiera) contratto di gestione di azienda. alberghiera (c.d. contratto di

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo La modulistica nella

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

CONTRATTO-TIPO DI LOCAZIONE

CONTRATTO-TIPO DI LOCAZIONE CONTRATTO-TIPO DI LOCAZIONE..., li... INDIVIDUAZIONE DELLA LOCATRICE...... di seguito detta "LOCATRICE", in persona..., concede in locazione al/alla Sig./Sig.ra... INDIVIDUAZIONE DEL CONDUTTORE 1)........

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti.

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti. LA RISOLUZIONE. PREMESSA Sappiamo che un contratto valido può non produrre effetto, o per ragioni che sussistono sin dal momento in cui lo stesso viene concluso (ad es. la condizione sospensiva), o per

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

Legge 392/1978 sull'equo canone

Legge 392/1978 sull'equo canone Disciplina delle locazioni di immobili urbani Legge 392/1978 sull'equo canone TITOLO I Del contratto di locazione Capo I - Locazione di immobili urbani adibiti ad uso di abitazione Capo II - Locazione

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 maggio 2013 - Delibera n. 35 INDICE: Articolo

Dettagli

SERVIZIO DI OPERATIVITÀ TRAMITE FILIALI DI ALTRE BANCHE DEL GRUPPO UNIONE DI BANCHE ITALIANE

SERVIZIO DI OPERATIVITÀ TRAMITE FILIALI DI ALTRE BANCHE DEL GRUPPO UNIONE DI BANCHE ITALIANE DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO Il presente Foglio

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE -

REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE - REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE - 1 2 Art. 1 - OGGETTO E DEFINIZIONI 1. Il presente regolamento disciplina la collocazione su suolo pubblico e privato delle strutture temporanee a servizio di locali ad

Dettagli

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI LA LEGGE nr. 53/1994 La legge 53/1994 ha inserito nel nostro ordinamento la facoltà, per gli avvocati, di notificare gli atti giudiziari. Consentendo

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ;

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ; Allegato A RICHIESTA AFFIDAMENTO AREE VERDI COMUNALI E RIDUZIONE TARES OGGETTO: Richiesta affidamento area verde comunale e riduzione TARES. Il sottoscritto.. nato a il.. residente a in Via.. n... CHIEDE

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011 CIRCOLARE N. 26/E Direzione Centrale Normativa Roma, 01 giugno 2011 Oggetto: Cedolare secca sugli affitti Articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 (Disposizioni in materia di federalismo

Dettagli

Tua Assicurazioni S.p.A.

Tua Assicurazioni S.p.A. Tua Assicurazioni S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio del Condominio Tua Casa Il presente Fascicolo Informativo, contenente a) Nota informativa, comprensiva

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380) 2 Al Comune di Pratica edilizia SUAP SUE Indirizzo PEC / Posta elettronica del Protocollo CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Procedimento di controllo Commissione Contratti

Procedimento di controllo Commissione Contratti Procedimento di controllo Commissione Contratti PARERE IN MATERIA DI CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Con la presente si comunica che, nell ambito del procedimento in oggetto, la Commissione Contratti di

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Art. 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le seguenti definizioni:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili genzia ntrate MOD. RLI RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESVI Contratti di locazione e affitto di immobili (art. 11 del D.P.R. 26 aprile 1986 n.131) Informativa sul trattamento dei dati personali

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Fascicolo informativo

Fascicolo informativo Fascicolo informativo Aedifica Assicura Polizza Fideiussoria per la Tutela dei Diritti Patrimoniali degli Acquirenti di Immobili da costruire. L. 210 del 02.08.2004/D.LGS.122 del 20.06.2005 Il presente

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti a marchio Church s conclusa a distanza attraverso il sito web www.churchfootwear.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata

Dettagli

L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 LA RESPONSABILITA CONTRATTUALE AI SENSI DEGLI ARTT. 1667 E 1668 C.C.

L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 LA RESPONSABILITA CONTRATTUALE AI SENSI DEGLI ARTT. 1667 E 1668 C.C. L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 La responsabilità dell appaltatore per i vizi e le difformità dell opera: la verifica e il collaudo Avv. Alessandro SCIOLLA LA

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Art. 54 decreto legge

Art. 54 decreto legge Art. 342 c.p.c. Forma dell appello L appello si propone con citazione contenente l esposizione sommaria dei fatti ed i motivi specifici dell impugnazione nonché le indicazioni prescritte nell articolo

Dettagli

REGISTRARE CONTRATTO

REGISTRARE CONTRATTO REGISTRARE UN CONTRATTO DI LOCAZIONE Se si affitta un immobile o un fondo rustico, sia l affittuario (conduttore) che il proprietario (locatore) sono obbligati a registrare il contratto di locazione eadassolvere

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

CASSETTE DI SICUREZZA, DEPOSITI CHIUSI, CUSTODIA PELLICCE INFORMAZIONI SULLA BANCA

CASSETTE DI SICUREZZA, DEPOSITI CHIUSI, CUSTODIA PELLICCE INFORMAZIONI SULLA BANCA Conforme alle disposizioni di vigilanza sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari e degli artt. 115 e segg. T.U.B aggiornamento 21-apr-2015 CASSETTE DI SICUREZZA, DEPOSITI CHIUSI,

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Pag. 1 / 6 SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Foglio Informativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde. 800.41.41.41 (e-mail info@banca.mps.it

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Chi deve pagare la Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani? Tutti coloro che occupano,utilizzano o dispongono di locali e di aree scoperte a qualsiasi

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

L abuso edilizio minore

L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore di cui all art. 34 del D.P.R. 380/2001. L applicazione della sanzione pecuniaria non sana l abuso: effetti penali, civili e urbanistici. Brunello De Rosa

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN Le presenti condizioni generali hanno lo scopo di disciplinare l utilizzo dei Marchi di proprietà della società: Gefran S.p.A. con sede in

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 1. FONTI LEGISLATIVE La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale che estero, è disciplinata dal D.Lgs. 23/05/2011,

Dettagli

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI AVVERTENZA Nella tabella viene usato il termine per fare riferimento ai partecipanti al condominio, mentre viene usato il termine per far riferimento ai partecipanti

Dettagli

meglio descritte nella relazione tecnica allegata

meglio descritte nella relazione tecnica allegata Modello 05: Spazio riservato all Ufficio Protocollo Marca da bollo 14,62 Al Dirigente del Settore II Comune di Roccapalumba Oggetto: l sottoscritt nat a ( ) il / / residente a ( ) in via n. C.F. in qualità

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA Per un proficuo approccio alla problematica presa in esame si propone, qui di

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli