ABRUZZO: TERMINATA LA COSTRUZIONE DEL VILLAGGIO ALPINI A FOSSA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ABRUZZO: TERMINATA LA COSTRUZIONE DEL VILLAGGIO ALPINI A FOSSA"

Transcript

1 20 Novembre 2009 PROSPETTIVE Newsletter quindicinale della Camera di Commercio italo-serba Membro Assocamerestero riconosciuta ex lege 518/70 ABRUZZO: TERMINATA LA COSTRUZIONE DEL VILLAGGIO ALPINI A FOSSA Grazie al lavoro dell'associazione Nazionale Alpini e alla raccolta fondi promossa lo scorso giugno da Cariparma FriulAdria, sono terminati i lavori per la costruzione del nuovo Villaggio San Lorenzo, nei pressi di Fossa, comune tra i più danneggiati dal recente terremoto in Abruzzo. La raccolta fondi, avviata presso le oltre 700 filiali del Gruppo Cariparma FriulAdria, ha visto il determinante contributo delle sezioni Ana ed ha portato ad una somma di oltre 2 milioni di euro. Il nuovo quartiere, completamente urbanizzato conta 32 appartamenti ANA per nuclei familiari di 3 persone che saranno inseriti in un complesso abitativo di 101 moduli previsti dal piano comunale. Si tratta di fabbricati pesanti, costruiti per resistere non meno di 60 anni. In 57 mq di superficie, ciascun appartamento prevede soggiorno con angolo cottura, due camere da letto e bagno. Le case, fornite dalla ditta Leimholz SpA di Maniago, sono state consegnate alle famiglie nella giornata di sabato 14 novembre. Invitiamo i nostri lettori a dare un concreto segno di solidarietà versando un contributo al seguente numero di conto corrente, gestito direttamente dalla Regione Abruzzo: IT69L UNICREDIT BANCA SWIFT: BRDMITR 1775 Causale: Regione Abruzzo donazione per il sisma Sommario Terminata la costruzione Villaggio Alpini a Fossa Pg. 1 Vertice ITALIA-SERBIA Pg. 3 FIERE IN ITALIA DICEMBRE 2009 Pg. 4 Notizie in Breve Pg. 7

2 Via Magno Magnini, Perugia (PG) - Italy Tel./Fax: P. iva: http: //www.swbox.it La Software Box è una società fondata nel 2007, ma con un background, conferito dai soci fondatori, di oltre 35 anni di esperienza nel settore, con lo scopo di fornire, su tutto il territorio nazionale, un servizio globale e completo, ad alto contenuto tecnologico, indirizzato alle Aziende Private, alla Pubblica Amministrazione ed alle Aziende Sanitarie. I settori in cui Software Box opera, direttamente o tramite i propri marchi, sono succintamente i seguenti: progettazione, sviluppo e vendita di software, on site (software tradizionale) e on line (Web Project); progettazione, realizzazione e manutenzione di siti e portali Web, anche ad alto contenuto interattivo; progettazione e realizzazione di sistemi telematici (in rete); gestione in outsourcing di servizi informatici e di elaborazione dati; consulenza per il miglioramento ed il controllo della qualità; realizzazione e manutenzione di sistemi di TeleControllo (tramite il brand - vedi, per una demo, realizzazione e manutenzione di sistemi telefonici Voip (tramite il brand - - assistenza, manutenzione e riparazione di apparecchiature informatiche e di comunicazione (tramite il brand ); servizi e prodotti per la mobilità di superficie (tramite il brand - vedi, per una demo, vendita hardware - software (tramite il brand - servizi di tracciamento georeferenziato (tramite il brand TracerBox - vedi, per una demo, il progetto VOIP di telefonia transnazionale Progetti d.o.o. EastWest s.r.l. Problema: Mettere in collegamento telefonico VOIP la sede di EastWest S.r.l. di Perugia (Italia), con le sedi di Progetti D.O.O. di Belgrado e gli stabilimenti Progetti D.O.O. di Sombor, Vladimirci e Vrsac (Serbia), al fine di migliorare le prestazioni telefoniche diminuendone i costi. Soluzione: Costruzione di una rete telematica di centralini VOIP interconnessi tramite collegamenti IP e fornitura di apparecchi Voip, fissi e mobili, in sostituzione dei tradizionali telefoni. Fornitura di appositi gateway al fine di integrare il sistema telefonico VOIP fornito con la telefonia tradizionale e con i cellulari. Funzioni più rilevanti supportate: Risponditori automatici (IVR) per orari chiusura uffici, ferie, interni non presenti; Suoneria contemporanea su più interni in modo da gestire più comunicazioni contemporanee; Invio di con allegata eventuale registrazione vocale per gli interni non presenti; Call transfer da interno a interno e da sede a sede; Conferenza; Telefonate internazionali da fisso (interno EastWest Italia) a fisso (interno Progetti Serbia, qualsiasi localizzazione) a costo zero; Telefonate internazionali da mobile aziendale (EastWest Italia) a mobile aziendale (Progetti Serbia) al solo costo delle tariffe RAM aziendali. Risultati: Elevata funzionalità; si può parlare da fisso a fisso e/o da fisso a mobile e/o da mobile a mobile semplicemente effettuando una chiamata ad un interno; Altissima economicità (risparmio di oltre ,00). 2

3 Vertice ITALIA-SERBIA Il 13 novembre ha avuto luogo a Roma un vertice tra l Italia e la Serbia. La delegazione serba con a capo il Presidente della Repubblica Boris Tadic era composta da nove Ministri, tra cui il Premier Mirko Cvetkovic, il Ministro degli Interni Ivica Dacic, il Vice Primo Ministro e Ministro dell'economia e dello Sviluppo regionale Mladjan Dinkic, il Ministro degli Esteri Vuk Jeremic e il Ministro della Difesa Dragan Sutanovac. Al vertice hanno partecipato anche il ministro dell'agricoltura, delle foreste e della gestione delle acque Sasa Dragin, il Ministro dell'energia e Miniere Skundric, il Ministro delle Infrastrutture Milutin Mrkonjic, il Ministro del commercio e dei servizi Slobodan Milosavljevic e il Ministro dell'ambiente e del Territorio Oliver Dulic. A conclusione dei lavori il premier italiano e serbo, Silvio Berlusconi e Mirko Cvetkovic, hanno firmato la Dichiarazione di partenariato strategico e altri accordi bilaterali. La dichiarazione prevede il sostegno per l'integrazione della Serbia nell'ue, rapporti bilaterali privilegiati e lo scambio di esperti in tutti i settori. E' previsto anche il rafforzamento dei rapporti economici, incluso ulteriori strumenti di incentivazione e di diplomazia economica per portare gli investitori italiani in Serbia, e per sfruttare al meglio le sue ampie potenzialità economiche e geostrategiche, nonché per partecipare alle privatizzazioni e cooperare in varie sfere. Sono stati firmati anche numerosi accordi bilaterali in materia di infrastruttura, energia, agronomia, cooperazione militare, cultura e istruzione, scienza e tecnologia, nonché accordi speciali con la Regione Lombardia, con il Veneto e con il Friuli-Venezia Giulia, regioni caratterizzate da un'economia sviluppata ben superiore di alcuni paesi dell'europa settentrionale. Sono stati poi ratificati un accordo di cooperazione culturale tra i ministeri degli Esteri, un protocollo d'attuazione dell'accordo di riammissione delle persone in posizione irregolare tra i ministeri degli Interni, un accordo per la Formazione presso gli enti militari tra i ministeri della Difesa, un memorandum d'intesa per la cooperazione nel settore delle infrastrutture e dei trasporti, un accordo di produzione e cessione di energia da fonti rinnovabili e sviluppo delle reti, con un Accordo di mutuo riconoscimento delle garanzie delle origini dei sistemi di produzione delle energie rinnovabili. Infine, una dichiarazione congiunta sulla cooperazione in materia di protezione ambientale e un Memorandum di intesa sulla cooperazione nel settore agricolo. La Serbia piange il Patriarca Pavle: guida spirituale del popolo ortodosso La Serbia e l'intero popolo ortodosso piange la morte del Patriarca Pavle, proclamando tre giorni di lutto nazionale. Tutte le campane delle chiese ortodosse il 19 a mezzogiorno hanno suonato a lutto per la grave perdita della Chiesa Ortodossa Serba. In Kosovo e Metohija, dove il patriarca è stato un vescovo, il suono delle campane è stato costante ed inininterrotto. Il Patriarca Pavle è morto nel sonno all'età di 95 anni, nella mattinata del 15 novembre alle 10:45, al Military Medical Academy di Belgrado. I funerali si sono tenuti nella giornata di giovedì alla presenza degli altri patriarchi delle chiese ortodosse e dei rappresentanti di altre chiese. Il corpo del patriarca è stato portato nella Santa Sede del Patriarcato, dove i membri del Santo Sinodo hanno servito la funzione funebre. La bara è stata poi portata a Belgrado, presso la Cattedrale di San Michele Arcangelo, dai sacerdoti, dal Metropolita Amfiloihje e dal Presidente Boris Tadic. Alla funzione hanno partecipato anche il Ministro degli Esteri Vuk Jeremic e l'ambasciatore russo Aleksandr Konuzin, successivamente sono giunti il Premier Mirko Cvetkovic e i suoi ministri, il rabbino della comunità ebraica in Serbia, Isak Asijel, e i più alti funzionari della Chiesa cattolica in Serbia, Monsignor Stanislav Hocevar e il Nunzio Apostolico Orlando Antonini. Il Patriarca Pavle (Gojko Stojcevic era il suo nome laico), nato l'11 settembre 1914 nel villaggio di Donji Miholjac Kucanci in Slavonia, ha dedicato tutta la sua vita alla Chiesta Ortodossa, e oltre 33 anni della sua vita al Kosovo. Il Governo serbo, nel 13 Gennaio 2005, ha nominato Patriarca Pavle Presidente onorario del Fondo per il Kosovo e Metohija, mentre ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo impegno nella promozione dell'unità dei popoli ortodossi. Dal 13 Novembre 2007, Patriarca Pavle era ricoverato presso la Military Medical Academy di Belgrado, e lo scorso 8 Ottobre 2008 aveva presentato una richiesta di ritiro "per motivi di salute", dando la reggenza provvisoria al Metropolita Amfjlohije, in attesa dell elezione del nuovo Patriarca. 3

4 La Camera di Commercio Italo-Serba ospite della Municipalitá di Cacak Dando seguito al rapporto di collaborazione avviato nel 2008 con il dipartimento di Cacak della Camera di Commercio e dell'industria Regionale dal Segretario Generale della Camera di Commercio Italo-Serba, dott. Giuseppe Leonardi, una delegazione della CCIE di Belgrado (Consiglieri Alessandro Bonnesi e Mirce Balan, Vice SG Pietro Vacchiano) é stata ricevuta giovedì 12 novembre us dal Vice Sindaco di Cacak Sasa Obradovic. L'incontro, tenutosi presso la sala conferenze della Municipalitá di Cacak, si é svolto alla presenza della stampa locale, del Sottosegretario del Distretto della Morava Darko Domanovic, della Direttrice del dipartimento di Cacak della Camera di Commercio e dell'industria Regionale, Gorana Tanaskovic, e di una quindicina di imprenditori serbi interessati allo sviluppo dei rapporti economico-commerciali con l'italia, tra cui i Presidenti delle Associazioni Imprenditoriali Gradac 97 e Unija Risultato auspicato della tavola rotonda la valutazione dell'eventuale apertura di un'antenna della Camera di Commercio Italo-Serba presso i locali del Comune di Cacak al fine di agevolare e supportare i rapporti bilaterali tra aziende italiane o a capitale misto e aziende della Serbia Occidentale (settori focus: agroalimentare, produzione industriale, energie alternative, trasporti/logistica, turismo). Promotori dell'iniziativa in loco e incaricati dell'apertura dell'antenna entro i primi mesi del 2010 il Consigliere della Camera di Commercio Italo-Serba Dr. Mirce Balan ed il Sig. Dragan Gojkovic, titolare della TGK doo di Cacak. Ulteriore testimonianza del successo dell'iniziativa anche l'incontro, con esponenti del Rotary Club di Cacak, presieduto da Dragan Milunovic, che grazie al Presidente del Rotary Club di Belgrado, Oliver Lepori, auspica un gemellaggio con i Rotary Club del circondario di Bari. Komora italijansko srpskih privrednika gost Opštine Čačak Nastavljajući saradnju započetu godine sa odeljenjem Privredne Komore u Čačku i Regionalne industrije u četvrtak 12. novembra Zamenik Gradonačelnika Čačka Saša Obradović primio je delegaciju CCIE oformljenu od strane Generalnog Sekretara Komore italijansko srpskih privrednika Dott. Giuseppe Leonardi (činili su je Članovi Upravnog odbora Alessandro Bonnesi i Mirce Balan kao i Zamenik Generalnog Sekretara Pietro Vacchiano). Susret, organizovan u konferencijskoj Sali Opštine Čačak, održan je u prisustvu predstavnika lokalne štampe, Podsekretara moravskog okruga, Darka Domanovića, Direktorke Kancelarije Privredne komore i Regionalne industrije u Čačku, Gordane Tanasković kao i petnaestak srpskih preduzetnika zainteresovanih za razvoj ekonomsko trgovinskih odnosa sa Italijom među kojima su bili i Predsednici Udruženja privrednika Gradac i Unije Željeni rezultat okruglog stola bila je procena eventualne potrebe za otvaranjem kancelarije Komore italijansko srpskih privrednika u prostorijama Opštine Čačak kako bi se unapredili i podržali bilateralni odnosi italijanskih ili preduzeća mešovitog kapitala i preduzeća iz zapadne Srbije (sektori: prehrambeni industrijska proizvodnja alternativna energija transport/logistika turizam) Promoteri ove inicijative na licu mesta i osobe zadužene za otvaranje kancelarije tokom prvih meseci godine su Član Upravnog odbora Komore italijansko srpskih privrednika Dr. Mirče Balan i gospodin Dragan Gojković, direktor preduzeća TGK doo iz Čačka. Poslednji dokaz uspešnosti ove inicijative je i susret sa članovima Rotary Club iz Čačka kojim je predsedavao Dragan Milutinović, a koji se zahvaljujući predsedniku Rotary Club-a iz Beograda Oliveru Leporiju, nada bratimljenju sa Rotary Club - om okruga Bari. FIERE IN ITALIA DICEMBRE 2009 Data Luogo Nome Organizzatore Indirizzo Contatti dal al Longarone (BL) MIG Longarone Fiere S.r.l. - Via del Parco 3 - Via del Parco 3, Longarone Telefono 0437/ Mostra internazionale del gelato artigianale 32013, Longarone(BL), Veneto, Italia (Bl), Longarone (BL), Veneto, Italia Fax 0437/ Website: dal al Bologna (BO) MOTOR SHOW Veicoli, Trasporti e Relative Attrezzatur dal al Milano (MI) AF - L'ARTIGIANO IN FIERA Artigianato, Subfornitura PROMOTOR INTERNATIONAL S.p.A. - Via Viale della Fiera 20, Bologna, Telefono 051/ Milazzo, , Bologna(BO), Emilia Bologna (BO), Emilia Romagna, Fax 051/ Romagna, Italia Italia afiere.it Website: GE.FI. Gestione Fiere S.p.A. - Via Canova, Strada statale del Sempione, , Milano(MI), Lombardia, Italia Rho - (MI), Milano (MI), Lombardia, Italia Telefono 02/ Fax 02/ Website: 4

5 IN LIBRERIA DAL 9 NOVEMBRE: Una lettura agile e gradevole, che inquadra con disinvoltura spaccati particolari della storia d Occidente, illuminandoli di accorta malizia e provocatoria onestà. Ennio Remondino, negli anni 80 si occupa di giornalismo investigativo. Sue le interviste ai capi delle Brigate rosse, Curcio, Moretti e Balzerani e ai boss mafiosi Gaetano Badalamenti e Tomaso Buscetta. Una sua inchiesta sui rapporti occulti fra la Cia e la Loggia P2, svela l esistenza della struttura atlantica segreta Stay Behind. Diventa reporter di guerra con la prima Guerra del Golfo. Segue la guerra in Bosnia e l assedio di Sarajevo, la sommossa popolare in Albania e, da Baghdad, i nuovi Bombardamenti angloamericani. Corrispondente per l intera area dei Balcani da Belgrado, racconta della crisi in Kosovo, dei bombardamenti Nato contro la Jugoslavia, della caduta di Milosevic. Responsabile per un anno dell ufficio di Corrispondenza per il Medio Oriente, nel 2001 è in Afghanistan e nel 2006 in Libano per l attacco israeliano. Da tre anni, dirige l ufficio di corrispondenza Rai di Istanbul. Remondino è autore di diversi saggi. Nel 2002, La Televisione va alla guerra, Sperling & Kupfer, tradotto l anno successivo in serbo col titolo Televizia ide u rat. Nel 2003, Tutti sporchi comunisti?, Sperling & Kupfer. Nel 2004, Senza Regole. Gli imperi televisivi all assalto dell Europa, Editori Riuniti. Nel 2005 esce con la Baldini Castoldi Dalai, Il braccio legato dietro la schiena. Storie di giornalisti in guerra, volume collettivo a sostegno di Reporters Sans Frontières. 5

6 La Casa d Italia informa che i lavori di rifacimento della strada di accesso diretto ai locali (1300 Kaplara) sono ultimati e che sono riprese regolarmente tutte le attività, servizi di ristorazione compresi. A colazione (ore 12-17) oltre che il Menù á la Carte sono serviti Menù per colazioni di lavoro e Menù turistici a prezzo fisso. Casa d Italia vas obaveštava da su radovi na rekonstrukciji (ulice 1300 Kaplara) završeni te da su nastavljene sve aktivnosti, uključujići i usluge restorana. U vreme ručka (od 12h 17h) osim Menija A la Carte, na raspolaganju će biti i Meni za poslovne ručkove kao i Turistički meni čija će cena biti fiksna. 6

7 Claudio GAGLIARDINI è il nuovo Segretario generale di Unioncamenre. Lo ha deciso lo scorso 21 ottobre il Comitato esecutivo dell Unione italiana delle Camere di commercio. Gagliardini, cinquant anni, sposato con due figli, ha svolto la maggior parte della sua carriera professionale all Unioncamere, assumendo dal 1999 l incarico di Direttore del Centro Studi e dal 2001 quello di Vice Segretario generale con la responsabilità dell area di Ricerca, Innovazione e Formazione. È autore di numerose ricerche e pubblicazioni sulle medie imprese industriali, sullo sviluppo dei distretti e dei sistemi di piccola impresa, sul mercato del lavoro, sui fabbisogni professionali e formativi delle aziende, sull immigrazione e sulle imprese no profit. Il tedesco Leoni, produttore di fili elettrici, cavi e sistemi di cablaggio, ha iniziato a produrre in Prokuplje dopo un investimento di 3 milioni di euro. Lo stabilimento della Leoni impiega già 120 lavoratori ed è in grado di produrre nella sola fase iniziale 100 serie di cavi per automobili al giorno. I piani industriali prevedono di triplicare la produzione già nel 2010, anno in cui Leoni aumenterà il personale assunto sino a 200 persone. Inoltre la Leoni nell aprile scorso ha acquistato la Fiaz di Prokuplje, azienda in bancarotta e produttrice di freni, frizioni e materiali di isolamento, per 58 milioni di RSD impegnandosi ad investire altri 15 milioni di euro e di creare posti in tre anni. Il Governo ha concesso alla Leoni euro di sussidi per ogni posto di lavoro creato, il più alto mai concesso fino adesso allo scopo di attrarre investimenti esteri diretti. Lo stabilimento della Zastava di Kragujevac è stato colpito da un grave incendio nelle prime ore della mattina del 15 Novembre. Secondo le prime stime non ufficiali, il danno è stato di oltre un milione di euro. L'incendio si è verificato nella parte vecchia dell'area di produzione.. La scorsa settimana il Ministro bosniaco per il Commercio Estero e le Relazioni Economiche, Mladen Zirojevic, ha avvertito la Serbia e la Croazia, entrambe firmatarie dell'accordo sul Libero Commercio nell'europa Centrale (CEFTA- Centrale European Free Trade Agreement), di rimuovere le barriere non tariffarie che ostacolano le esportazioni bosniache verso I due paesi o verranno adottate misure reciproche. Zirojevic ha sottolineato durante un'assemblea del CEFTA in Banja Luka, in Bosnia Herzegovina, anch'essa firmataria dell'accordo CEFTA, che le barriere includono il mancato riconoscimento da parte dei due paesi dei certificati emessi dai laboratori bosniaci e l'eccessivo tempo di attesa dei beni bosniaci alla frontiera, aggiungendo inoltre che si aspetta che questi ostacoli vengano rimossi entro 15 giorni. In Agosto, il Presidente della Camera di Commercio Serba (PKS), Milos Bugarin, ed il Direttore della Camera di Commercio bosniaco-serba (PKRS), Borko Djutic, avevano esortato Belgrado e Banja Luka alla rimozione delle barriere non tariffarie al commercio. Bugarin ha poi evidenziato che l insufficiente numero di ispettori e di addetti agli uffici doganali da entrambe le parti e il mancato raggiungimento dell accordo sul reciproco riconoscimento dei certificati fitosanitari, sono gli ostacoli principali non tariffari al commercio fra la Serbia, la Bosnia e la Republika Srpska. Il Foreign Investors Council (FIC) ha presentato oltre 100 raccomandazioni al Governo serbo su come riformare il sistema fiscale, le dogane, le telecomunicazioni, e la legislazione del lavoro come parte del progetto della Serbia "Regulatory guillotine". Le raccomandazioni hanno lo scopo di aiutare la Serbia ad uscire dalla crisi economica ed a migliorarne la capacità di attrarre investimenti. La FIC ha individuato due tipi di problemi: quello relativo alle norme obsolete e la nuova legislazione troppo ambigua. La FIC ha notato incongruità nell interpretazione di alcuni regolamenti da parte dei servizi di tassazione, compreso quello che prevede un blocco dell imposta di 10 anni per i nuovi investimenti, mentre l FIC ritiene che questo tipo di agevolazioni d imposta devono essere attuati in modo coerente. L FIC ha inoltre consigliato di passare a sistemi di inventariazione dei beni e dei servizi più moderni ed efficienti, necessari per le procedure di commercio estero. La FIC ha raccomandato la semplificazione delle procedure e delle formalità amministrative che le società di telecomunicazioni devono affrontare quando costruiscono una base e ha proposto di estendere i termini del contratto del lavoro interinale da un anno a due o tre anni. Il Vice Primo Ministro Mladjan Dinkic, che coordina il lavoro dell ente governativo responsabile del progetto "Regulatory guillotine", ha detto che l ente ha presentato centinaia di raccomandazioni su come riformare la legislazione ministeriale. I Ministri dovranno esprimere il loro parere entro questa settimana, dopo di che l ente preparerà una relazione su come le raccomandazioni dovrebbero essere applicate e dovrà inviarlo al governo. Il Governo si aspetta uno snellimento di circa 200 regolamenti entro la fine dell'anno e che il progetto porti alla diminuzione dei costi delle aziende serbe di 200milioni di euro all'anno. La Serbia non ha ancora concordato con il Fondo monetario internazionale (FMI) se o quando richiedere la seconda tranche dei 2,94 miliardi di euro dell accordo stand-by con il FMI. La Serbia non vuole che il suo debito con il FMI superi il 300% della sua quota, altrimenti dovrebbe pagare un alto tasso di interesse incrementando ulteriormente il suo debito pubblico. La Serbia ha già usufruito della prima tranche di euro 788 milioni, che è pari a circa il 150% della sua quota in seno al FMI. Il paese paga tassi di interesse annui tra l 1,2% e l 1,3% sui fondi che sfrutta, oltre ad un 0,5% una-tantum. Il tasso di interesse dovuto incrementerà sensibilmente se l'indebitamento dovesse superare il 300 % della quota. Agli inizi di novembre, il Fondo Monetario Internazionale ha concesso alla Serbia l uso di ulteriori quote a patto che la Serbia si impegni a mantenere le pensioni e le retribuzioni del settore pubblico congelati nel 2010, diminuire il deficit di bilancio dopo il 2010 e a riformare il settore pubblico e il sistema pensionistico. L eventuale uso della seconda tranche sarebbe stato dedicato al rafforzamento delle riserve in valuta estera, quando necessario. La Serbia sarà in grado di ritirare il resto del prestito in quote uguali fino ad aprile 2011, quando scadrà l'accordo. La compagnia di bandiera ungherese Malev inaugurerà i voli tra Belgrado e Budapest il 14 dicembre prossimo. Malev volerà tra le due città ogni giorno con un Bombardier Q400 da 72 posti. 7

8 Campagna sottoscrizioni quote sociali 2009 La nostra Camera sta consolidando la propria struttura, ma per attuare appieno il programma di attività deve poter disporre delle necessarie risorse finanziarie, risorse che ancora per quest'anno sono rappresentate dalle quote associative. La normativa vigente, infatti, penalizza pesantemente le Camere di recente costituzione in quanto non prevede contributi per le spese di funzionamento, ma cofinanziamenti (+ - 25%) a rendicontazione delle spese sostenute per la realizzazione di progetti, spese che la Camera deve essere in grado di finanziare conun anticipo di mesi al 100%. Invitiamo, pertanto, i soci tutti ad attivarsi per promuovere nuove adesioni e a versare, con cortese sollecitudine, la quota sociale Kampanja plaćanja članarine za 2009.god. Naša Komora je trenutno u fazi učvršćivanja svoje strukture, ali kako bi u potpunosti ostvarila svoj program aktivnosti, mora biti u stanju da raspolaže finansijskim sredstvima koji će i ove godine pristizati od članarina. Trenutna normativa, zapravo, pogađa skoro osnovane Komore tako što ne predviđa finansiranje troškova rada Komore, već samo kofinansiranja (od +/- 25%) na osnovu troškova koje je Komora snosila za realizaciju projekata; a te iste troškove Komora mora biti u stanju da isfinansira meseci unapred i to u stopostotnom iznosu. Stoga ljubazno pozivamo sve članove da pristupe plaćanju članarina za 2009.god. Camera di Commercio Italo-Serba Kneza Mihajla 47/I Belgrado Tel.: Fax: mail: Web: Skype: Komora italjiansko srpskih privednika Come iscriversi alla Camera Pagamento della quota in euro sulla banca: Sociétè Generale Yugoslav Bank Belgrade, Serbia, Codice SWIFT: SOGYRSBG Beneficiario: KOMORA ISC PRIVR. PU. BGD,KNEZA MIHAILA 47/I BEOGRAD, Serbia. IBAN: RS Banche Corrispondenti: SOCIETE GENERALE, FRANKFURT, SWIFT Address: SOGEDEFF SOCIETE GENERALE PARIS, SWIFT Address: SOGEFRPP DEUTSCHE BANK AG FRANKFURT, SWIFT Address: DEUTDEFF L utilizzo di tutte le informazioni contenute nella Newsletter è consentito in maniera libera per tutti gli aderenti ad Assocamerestero. Numero chiuso alle ore 16 del 20 novembre La Camera mette a disposizione dei propri soci servizi diversificati in grado di soddisfare tutte le esigenze di carattere economico, finanziario, fiscale, logistico. Servizi gratuiti: " Servizi di incoming; " Assistenza pratiche, rilascio visti Schengen; " Business-centre attrezzato in pieno centro di Belgrado con sala riunioni; " Servizi in sede di traduzione e interpretariato; " Informazioni di base e di primo orientamento; " Indirizzario di aziende in settori d interesse; " Informazioni sulle normative doganali, fiscali ed in materia di lavoro; " Segnalazioni sulle opportunità di collaborazione industriale e commerciale; " Organizzazione di incontri con operatori o istituzioni; " Newsletter quindicennale; " Sito Internet con link interattivi. Servizi a pagamento con tariffe convenzionate: " Trasporti con taxi o limousine con autista; " Hotel e ristoranti; " Servizi di traduzioni giurate e di interpretariato fuori sede; " Studi e ricerche di mercato; " Campagne pubblicitarie; " Assistenza legale e fiscale; " Servizi di domiciliazione e segretariato permanente; " Tenuta contabilità e controllo di gestione; " Assistenza nelle procedure di privatizzazione; " Locazione di depositi in zona franca e non; " Progettazione, costruzione, ristrutturazione di immobili industriali e civili; " Assistenza in materie di leasing e finanziamenti agevolati; " Assistenza medica. 8

9 La Fondazione Casa d'italia mette a disposizione dei Soci della Camera di Commercio le proprie sale per riunioni d'affari, seminari, presentazione di cataloghi, etc. Il salone ristorante che vanta una cucina di classe della migliore tradizione italiana è, altresì, disponibile per colazioni di lavoro, per cerimonie ed eventi. The Foundation Casa d'italia offers its hall to the associates in order to organize business meetings, seminars, catalouges' introductions, etc. The restaurant hall boasts a classy italian traditional cuisine and it is also available to host working breakfast, cerimonies and events. Fond Casa d'italia stavlja na raspolaganje svim članovima Komore svoje sale u cilju organizovanja poslovnih sastanaka, seminara, prezentacije kataloga, itd. Salon restoran koji se može pohvaliti luksuznom kuhinjom najbolje italijanske tradicije, takođe je na raspolaganju za radne doručke, ceremonije i slične događaje. 9

Quanto costa il mio fondo pensione?

Quanto costa il mio fondo pensione? Quanto costa il mio fondo pensione? Le differenze con il mercato e i nostri punti di forza Uno dei temi principali su cui il mercato della previdenza complementare si confronta è quello relativo ai costi

Dettagli

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne.

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. È entrata nella sua fase operativa il provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico che prevede la

Dettagli

I J del codice di classificazione ISTAT con le esclusioni previste dalle regole di eligibilità BEI; - Il finanziamento deve essere destinato

I J del codice di classificazione ISTAT con le esclusioni previste dalle regole di eligibilità BEI; - Il finanziamento deve essere destinato Allegato 1 Invito alle banche a presentare manifestazione di interesse per la gestione di un plafond di 130 milioni di euro di provvista BEI da destinare a finanziamenti alle PMI della Regione Emilia-Romagna

Dettagli

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia

Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Let s Start: Introduzione a Smart&Start Italia Che cos è Smart&Start Italia? Smart&Start Italia è l incentivo che supporta le start-up innovative che operano su tutto il territorio nazionale L obiettivo

Dettagli

Artigiancassa: : Progetto Key Woman. Roma, 08 aprile 2014

Artigiancassa: : Progetto Key Woman. Roma, 08 aprile 2014 Artigiancassa: : Progetto Key Woman Roma, 08 aprile 2014 La costante crescita di donne che scelgono di intraprendere l attività imprenditoriale è un fenomeno in continuo aumento e può costituire per il

Dettagli

Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA

Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Compagnia delle Opere Bergamo Confindustria Bergamo ANCE Bergamo Fiaip Bergamo Confcooperative Bergamo Legacoop

Dettagli

CONSORZIO IMPRESE CANAVESANE

CONSORZIO IMPRESE CANAVESANE IMPRESE CANAVESANE Sistema Qualità Certificato ISO 9001 (N. 50 100 1910) Ivrea, 18 giugno 2009 Alle Aziende aderenti a Confindustria Canavese IMPORTANTE alla c.a. del Titolare o Legale Rappresentante Oggetto:

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale.

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale. DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

Dettagli

Approvato con delibera del Commissario Straordinario, adottata con i poteri del C.C. n. 229 del 30.12.2009

Approvato con delibera del Commissario Straordinario, adottata con i poteri del C.C. n. 229 del 30.12.2009 Allegato A) Approvato con delibera del Commissario Straordinario, adottata con i poteri del C.C. n. 229 del 30.12.2009 Modificato con delibera di C.C. n. 79 del 21.12.2010 REGOLAMENTO GENERALE FIERA CAMPIONARIA

Dettagli

L innovazione nell economia lecchese: dati e valori

L innovazione nell economia lecchese: dati e valori Nota informativa n. 6 del 26 giugno 2015 L innovazione nell economia lecchese: dati e valori A cura dell U.O. Studi, Programmazione, Statistica e Osservatori della Camera di Commercio di Lecco Carlo Guidotti

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

MISSIONE ECONOMICA VENETA IN ALBANIA Tirana, 18-20 novembre 2015

MISSIONE ECONOMICA VENETA IN ALBANIA Tirana, 18-20 novembre 2015 Prot. 3796 Tot. pag. 6 Venezia, 7 settembre 2015 MISSIONE ECONOMICA VENETA IN ALBANIA Tirana, 18-20 novembre 2015 L iniziativa., in collaborazione con Padova Promex, CCIAA di Treviso, CCIAA di Verona e

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE...

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE... STATUTO DELL ASSOCIAZIONE... ARTICOLO N 1 - Costituzione dell ASSOCIAZIONE. A norma dell art. 18 della Costituzione Italiana e degli articoli 36-37-38 del Codice Civile, del D/Lgs 460/97, della Legge 383/2000

Dettagli

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno Bojan Stevanovic, M.B.A. Console Consigliere Commerciale Consolato Generale della Repubblica di Serbia Milano Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR

Dettagli

COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA

COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA R E G O L A M E N T O Premessa Facendo proprie le considerazioni dell arcivescovo

Dettagli

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Piano Nazionale di edilizia abitativa Visto il decreto legge 25 giugno 2008, n 112 convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n 133, recante

Dettagli

Progetto di Confcommercio Lombardia Meglio Insieme - Better Together. La costruzione di una Rete: l esperienza di Regione Lombardia

Progetto di Confcommercio Lombardia Meglio Insieme - Better Together. La costruzione di una Rete: l esperienza di Regione Lombardia Progetto di Confcommercio Lombardia Meglio Insieme - Better Together La costruzione di una Rete: l esperienza di Regione Lombardia Programma per la realizzazione di reti d Impresa denominato ERGON Azione

Dettagli

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti Pubblica Amministrazione Turistica Aspetti generali Compiti Cenni storici Nel periodo tra le due guerre iniziò a maturare una maggiore consapevolezza del ruolo che il turismo poteva svolgere nell economia

Dettagli

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ).

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ). Sostegno dei processi di internazionalizzazione delle Piccole e medie imprese del Lazio in forma aggregata Bando: L.R. n. 5 del 2008 Disciplina degli interventi regionali a sostegno Dell internazionalizzazione

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL CONTO FORMATIVO AZIENDALE

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL CONTO FORMATIVO AZIENDALE LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL CONTO FORMATIVO AZIENDALE Roma - 22 settembre 2015 IL CONTO FORMATIVO AZIENDALE (CFA) Le imprese aderenti a For.Agri versano all INPS lo 0,30% delle retribuzioni dei propri

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Imu, Service Tax e fondi per la riqualificazione edilizia ed energetica, in vigore il decreto. Conversano, 3 Settembre 13

COMUNICATO STAMPA. Imu, Service Tax e fondi per la riqualificazione edilizia ed energetica, in vigore il decreto. Conversano, 3 Settembre 13 Dott. Pietro D Onghia Ufficio Stampa Master m. 328 4259547 t 080 4959823 f 080 4959030 www.masteritaly.com ufficiostampa@masteritaly.com Master s.r.l. Master s.r.l. progetta, produce e commercializza accessori

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE INCUBATORE D IMPRESA

BANDO DI SELEZIONE INCUBATORE D IMPRESA BANDO DI SELEZIONE INCUBATORE D IMPRESA Premessa Bergamo Sviluppo - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Bergamo - nell intento di supportare aspiranti e nuovi imprenditori nella progettazione

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL CONTO FORMATIVO AZIENDALE

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL CONTO FORMATIVO AZIENDALE LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL CONTO FORMATIVO AZIENDALE Roma - 11 marzo 2015 IL CONTO FORMATIVO AZIENDALE (CFA) Le imprese aderenti a For.Agri versano all INPS lo 0,30% delle retribuzioni dei propri

Dettagli

http://www.indexexhibition.com Euro 6.250,00* *L IMPORTO soggetto ad IVA verrà definito successivamente in conformità alla normativa vigente

http://www.indexexhibition.com Euro 6.250,00* *L IMPORTO soggetto ad IVA verrà definito successivamente in conformità alla normativa vigente ASSIST, società di Confindustria Bergamo con la Camera di Commercio di Bergamo, costituita per offrire assistenza alle PMI nel processo di internazionalizzazione organizza la partecipazione delle Imprese

Dettagli

Dubrovnik 2015. dal 26 al 29 Marzo

Dubrovnik 2015. dal 26 al 29 Marzo Dubrovnik 2015. dal 26 al 29 Marzo Cari amici, Siamo lieti di invitarvi alla 12 Fiera mediterranea dei cibi ed imprenditori ecologici e delle erbe medicinali che anche quest'anno sarà organizzata dalla

Dettagli

Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO

Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO Accesso al credito, opportunità di finanziamento e inserimento lavorativo Lo sportello informativo Impresa e Lavoro della Pro Loco di Itri offre

Dettagli

con il contributo della Rotary Foundation Regolamento del concorso Incubatore di idee imprenditoriali

con il contributo della Rotary Foundation Regolamento del concorso Incubatore di idee imprenditoriali RotaryClub Follonica RotaryClub Massa Marittima con il contributo della Rotary Foundation Regolamento del concorso Incubatore di idee imprenditoriali Premessa Il Rotary promotore di questa iniziativa,

Dettagli

BANDO A SOSTEGNO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE

BANDO A SOSTEGNO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE BANDO A SOSTEGNO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE PREMESSE MagVenezia e Consorzio Finanza Solidale realizzano da 20 anni sul territorio del veneziano un attività finanziaria a sostegno dello sviluppo dell

Dettagli

Bologna 3. marzo 2005 Prot. Alle Imprenditrici Associate. Loro Sedi

Bologna 3. marzo 2005 Prot. Alle Imprenditrici Associate. Loro Sedi Sede Legale 00161 Roma - Via G.A. Guattani,13 Tel. 06/44188270 - Fax 06/44249515 impr.donna@cna.it Bologna 3. marzo 2005 Prot. Alle Imprenditrici Associate Loro Sedi Carissime Imprenditrici, desidero informarvi

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

Promos. Servizi e strumenti per l internazionalizzazione delle imprese. 19 Giugno 2013. Internazionalizzazione e marketing territoriale

Promos. Servizi e strumenti per l internazionalizzazione delle imprese. 19 Giugno 2013. Internazionalizzazione e marketing territoriale Internazionalizzazione e marketing territoriale Promos CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Dal 1786 l istituzione al servizio del sistema produttivo di Milano. Servizi e strumenti

Dettagli

EMIRATI ARABI UNITI Percorso di internazionalizzazione

EMIRATI ARABI UNITI Percorso di internazionalizzazione EMIRATI ARABI UNITI Percorso di internazionalizzazione FOCUS ARREDO CONTRACT ALBERGHIERO, FORNITURE PER HOTELLERIE - Arredi e complementi per il settore contract alberghiero - Studi di architettura e developers

Dettagli

PROPOSTA DI ASSOCIAZIONE GENERALE (PE/PB)

PROPOSTA DI ASSOCIAZIONE GENERALE (PE/PB) PROPOSTA DI ASSOCIAZIONE GENERALE (PE/PB) La Delegazione Pernambuco e Paraíba, rappresentata dalla Carbone & Vicenzi Consulting, é un punto di assistenza ufficiale della Camera Italo- Brasiliana di Commercio

Dettagli

Oggetto: Finanziamenti PMI Mutui Sospensione pagamento quote capitale Accordo ABI/PMI.

Oggetto: Finanziamenti PMI Mutui Sospensione pagamento quote capitale Accordo ABI/PMI. Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica 00198 Roma - via Panama 62 tel.068559151-3337909556 - fax 068415576 e-mail: confetra@confetra.com - http://www.confetra.com Roma, 6 agosto

Dettagli

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI All. B10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE R.Gio/CPA AMBITO ZONALE ALTO AGRI CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI Art.1 Definizione Il centro di aggregazione giovanile

Dettagli

IL DIRETTORIO DELLA BANCA D ITALIA

IL DIRETTORIO DELLA BANCA D ITALIA REGOLAMENTO DEL 18 LUGLIO 2014 Regolamento per l organizzazione e il funzionamento della Unità di Informazione Finanziaria per l Italia (UIF), ai sensi dell art. 6, comma 2, del d.lgs. 21 novembre 2007,

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA CREDITO INCASSA B2B. ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015

REGIONE LOMBARDIA CREDITO INCASSA B2B. ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015 ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015 Pubblichiamo un estratto delle ultime notizie relative alle opportunità offerte da bandi e finanza agevolata. CHIARI SERVIZI Srl è a Vostra disposizione per fornire

Dettagli

Fondazione Italia Cina

Fondazione Italia Cina Fondazione Italia Cina Una volta colte, le opportunità si moltiplicano Sun Tzu L OPPORTUNITÀ CINA Sin dall apertura agli investimenti esteri alla fine degli anni settanta, la Cina è cresciuta ad un tasso

Dettagli

Mediterraneo da scoprire

Mediterraneo da scoprire Mediterraneo da scoprire a cura della Divisione Politiche Comunitarie 19 Dicembre 2013 - n. 13/2013 Informativa su bandi e finanziamenti europei e nazionali - BANDI - Invitalia, ripartono i finanziamenti

Dettagli

ASSISTENZA FISCALE 730 / 2013

ASSISTENZA FISCALE 730 / 2013 Su incarico dello Studio di Consulenza del lavoro TERRAZZINI & PARTNERS Vi trasmetto quanto segue: ASSISTENZA FISCALE 730 / 2013 Ricordo che, in seguito al decreto legislativo n 490/1998, i datori di lavoro

Dettagli

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 )

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) DECRETO SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) Contenuto del decreto Art. 1 Con il presente decreto

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Lavoro autonomo. Soli, ma ben accompagnati

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Lavoro autonomo. Soli, ma ben accompagnati Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Soli, ma ben accompagnati Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa, agisce

Dettagli

ACCORDO PER LA COSTITUZIONE DEL FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE COOPERATIVA del 6 dicembre 1996

ACCORDO PER LA COSTITUZIONE DEL FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE COOPERATIVA del 6 dicembre 1996 ACCORDO PER LA COSTITUZIONE DEL FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE COOPERATIVA del 6 dicembre 1996 L'anno 1996, il giorno 6 del mese di dicembre in Roma Tra Associazione Nazionale

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA SETTORE NON-PROFIT DICEMBRE 2011 LIVELLO NAZIONALE

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA SETTORE NON-PROFIT DICEMBRE 2011 LIVELLO NAZIONALE NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA SETTORE NON-PROFIT DICEMBRE 2011 LIVELLO NAZIONALE BENEFICIARI DESCRIZIONE SINTETICA DEL BANDO TERMINI DI PRESENTAZIONE Enti locali; Fondazioni; ONG; ONLUS; Cooperative;

Dettagli

Italiano settoriale: interpretariato e traduzione per il XXI secolo

Italiano settoriale: interpretariato e traduzione per il XXI secolo Italiano settoriale: interpretariato e traduzione per il XXI secolo Corso in interpretariato di conferenza e traduzione settoriale italiano < > serbo Belgrado, 01 aprile 01 luglio 2016 office@confindustriaserbia.rs

Dettagli

Parma, 06/06/2012 Ai Consulenti del Lavoro di Parma Ai Praticanti Consulenti del Lavoro

Parma, 06/06/2012 Ai Consulenti del Lavoro di Parma Ai Praticanti Consulenti del Lavoro Parma, 06/06/2012 Ai Consulenti del Lavoro di Parma Ai Praticanti Consulenti del Lavoro Prot. n. 115 di Parma Oggetto: Circolare n. 18_2012. A) Sostegno ai Colleghi colpiti dal terremoto. B) Comunicazioni

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

Fondo di garanzia per il MICROCREDITO Istruzioni per l'uso

Fondo di garanzia per il MICROCREDITO Istruzioni per l'uso Fondo di garanzia per il MICROCREDITO Istruzioni per l'uso Il fondo di garanzia Microcredito Il fondo di Garanzia per le PMI è costituito presso il Ministero dello Sviluppo Economico Microcredito Ha lo

Dettagli

TOSCANA. TOSCANAMUOVE "Creazione impresa" A PARTIRE DAL: 15/10/2015. REGIONE TOSCANA "Finanziamenti per l'area di Piombino" SCADENZA: giugno 2016

TOSCANA. TOSCANAMUOVE Creazione impresa A PARTIRE DAL: 15/10/2015. REGIONE TOSCANA Finanziamenti per l'area di Piombino SCADENZA: giugno 2016 TOSCANAMUOVE "Creazione impresa" Disponibile il fondo rotativo che intende sostenere attraverso agevolazioni (finanziamento agevolato a tasso zero e vocuher) per la realizzazione di progetti di investimento

Dettagli

dal 1953 Una storia a fianco delle imprese. Oggi più di ieri.

dal 1953 Una storia a fianco delle imprese. Oggi più di ieri. dal 1953 Una storia a fianco delle imprese. Oggi più di ieri. INVESTIMENTI, CON LA "NUOVA SABATINI" RISORSE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Mediocredito è attivo nella nuova misura agevolativa Beni strumentali

Dettagli

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Antonella Buja Coordinatrice Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena Le diverse tipologie

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri.

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. Articolo 1 COSTITUZIONE SEDE STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. 2) La Fondazione ha sede in Mede, Piazza della Repubblica

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA REGOLAMENTO CENTRO DI SICUREZZA STRADALE (DISS) (Centro Universitario ai sensi dell art.6 del Regolamento per l Istituzione ed il funzionamento dei Centri Universitari,

Dettagli

Artigiancassa Progetto Key Woman. Roma, 5 Dicembre 2012

Artigiancassa Progetto Key Woman. Roma, 5 Dicembre 2012 Artigiancassa Progetto Key Woman Roma, 5 Dicembre 2012 Malgrado l attuale congiuntura economica le imprese a guida femminile fanno registrare una sostanziale tenuta nella dinamica anagrafica Le imprese

Dettagli

Protocollo d Intesa. per la costituzione di un Fondo di garanzia di finanza sociale e per l attivazione di convenzioni e strumenti di finanza solidale

Protocollo d Intesa. per la costituzione di un Fondo di garanzia di finanza sociale e per l attivazione di convenzioni e strumenti di finanza solidale Protocollo d Intesa per la costituzione di un Fondo di garanzia di finanza sociale e per l attivazione di convenzioni e strumenti di finanza solidale Il Comune di Reggio Emilia il Consiglio Notarile di

Dettagli

Dott. Francesco Petitto Direttore Area Rete e Commerciale. 3 Dicembre 2013

Dott. Francesco Petitto Direttore Area Rete e Commerciale. 3 Dicembre 2013 Dott. Francesco Petitto Direttore Area Rete e Commerciale 3 Dicembre 2013 Premessa In un momento di grande difficoltà come quello che stiamo vivendo, pensare alla nostra città ed in particolare alle nostre

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa, agisce su mandato del Governo

Dettagli

ALIFOND FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DELL INDUSTRIA ALIMENTARE E DEI SETTORI AFFINI

ALIFOND FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DELL INDUSTRIA ALIMENTARE E DEI SETTORI AFFINI Allegato alla Nota Informativa ALIFOND FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DELL INDUSTRIA ALIMENTARE E DEI SETTORI AFFINI DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI SEZIONE I:

Dettagli

Notizie dall Unione europea

Notizie dall Unione europea Commissione Speciale sui Rapporti con l Unione europea e sulle Attività Internazionali della Regione Notizie dall Unione europea 20 novembre 2006 La Commissione europea propone un divieto totale del commercio

Dettagli

ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI

ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI Fondo Pensione Dipendenti del Gruppo Enel COMUNICATO AGLI ISCRITTI N. 6-2011 ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI Si informano gli associati che, a partire dal 1 ottobre 2011,

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO del PRESIDENTE della REPUBBLICA 4 febbraio 2005, n. 78 - Esecuzione dell'intesa tra il Ministro per i beni e le attività culturali ed il Presidente della Conferenza episcopale italiana, firmata

Dettagli

3. Con lettera del 22 giugno 2004, nuovi complementi di informazione sono stati chiesti alle autorità italiane.

3. Con lettera del 22 giugno 2004, nuovi complementi di informazione sono stati chiesti alle autorità italiane. COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 26-VII-2006 C(2006) 3451 Oggetto: Aiuti di Stato/Italia (Friuli - Venezia Giulia) Aiuto n. N 625/03 Alienazione della Centrale ortofrutticola in Comune di Udine dall Agenzia

Dettagli

Chambre Française de Commerce et d Industrie en Italie

Chambre Française de Commerce et d Industrie en Italie Chambre Française de Commerce et d Industrie en Italie Al servizio delle aziende da 125 anni La forza di una rete franco-italiana Un partner del sistema camerale italiano Una piattaforma di servizi nel

Dettagli

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE (L.R. 14/4/2003, N. 7 D.P.G.R. 18/10/2004, nn. 7R e 8R) ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina, nel rispetto dei principi fondamentali

Dettagli

tutto ciò premesso e considerato come parte integrante del presente accordo, tra le Parti SI CONVIENE

tutto ciò premesso e considerato come parte integrante del presente accordo, tra le Parti SI CONVIENE ACCORDO DI COLLABORAZIONE tra la Società Finanziaria di Promozione della Cooperazione Economica con i Paesi dell Est Europeo FINEST S.p.A. con sede a Pordenone, in via dei Molini, 4, codice fiscale 01234190930,

Dettagli

LAZIO. AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI "Investimenti nel settore dell'autotrasporto"

LAZIO. AGEA OCM Vino Investimenti 2015/2016 SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI Investimenti nel settore dell'autotrasporto AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" Sono previsti finanziamenti a fondo perduto a favore delle imprese attive nel settore vitivinicolo (ad esclusione di quelle di commercializzazione) che effettuano

Dettagli

Quale tipo di società scegliere per il proprio business

Quale tipo di società scegliere per il proprio business Quale tipo di società scegliere per il proprio business È possibile scegliere la forma giuridica più conveniente all interno di queste quattro categorie: 1) Impresa individuale 2) Società di persone 3)

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/6

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/6 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/6 ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DESTINATI ALLA POPOLAZIONE IMMIGRATA IN MATERIA DI ACCESSO ALL ALLOGGIO. L anno duemiladieci,

Dettagli

Città di Pomezia Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

Città di Pomezia Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Città di Pomezia Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI ADOTTATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N.72 DEL 30DICEMBRE2014 REGOLAMENTO COMUNALE DELLA CONSULTA DELLE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE l Unione Europea incoraggia la partecipazione delle donne

Dettagli

Scopri il Conto di base

Scopri il Conto di base Un conto con spese molto contenute per tutti, senza canone né imposta di bollo per chi oggi è in difficoltà economiche e a canone zero o ridotto per i pensionati. LOGO BANCA Il Conto di base 6 Il Conto

Dettagli

Vuoi far decollare la tua attività professionale ma sei stanco delle solite soluzioni?

Vuoi far decollare la tua attività professionale ma sei stanco delle solite soluzioni? Vuoi far decollare la tua attività professionale ma sei stanco delle solite soluzioni? Valore Professioni sostiene i liberi professionisti con una gamma di prodotti dedicati. Il Gruppo UniCredit è uno

Dettagli

Prot. 2438/SN Pescara, 26 settembre 2011 Tot. Pag. 5 Alle DITTE INTERESSATE / LORO SEDI

Prot. 2438/SN Pescara, 26 settembre 2011 Tot. Pag. 5 Alle DITTE INTERESSATE / LORO SEDI Prot. 2438/SN Pescara, 26 settembre 2011 Tot. Pag. 5 Alle DITTE INTERESSATE / LORO SEDI Spett.le Ditta, il Centro Estero Abruzzo organizza, in collaborazione con la Regione Abruzzo - Direzione Sviluppo

Dettagli

ATTO NORMATIVO DELL ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI VERONA

ATTO NORMATIVO DELL ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI VERONA AZIONE CATTOLICA ITALIANA ATTO NORMATIVO DELL ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI VERONA Approvato dall assemblea diocesana del 1 aprile 2006 Dichiarato conforme dal consiglio nazionale del 10-11 giugno 2006 Integrato

Dettagli

Nuove Misure per il Credito alle PMI

Nuove Misure per il Credito alle PMI Seminario 10 maggio 2012 Nuove Misure per il Credito alle PMI In collaborazione con: Confapi Padova Viale dell Industria, 23 Padova Tel. 049 80 72 273 Powered by info@confapi.padova.it www.confapi.padova.it

Dettagli

CONSULENZA DEL LAVORO E OUTSOURCING PAGHE

CONSULENZA DEL LAVORO E OUTSOURCING PAGHE CONSULENZA DEL LAVORO E OUTSOURCING PAGHE LA consulenza DEL LAVORO IN ARMONIA CON LA VOSTRA AZIENDA. La consulenza del lavoro è una disciplina molto complessa, una partitura articolata che richiede un

Dettagli

NEWSLETTER N 1/13 DECRETO SVILUPPO BIS : LE START-UP INNOVATIVE

NEWSLETTER N 1/13 DECRETO SVILUPPO BIS : LE START-UP INNOVATIVE NEWSLETTER N 1/13 DECRETO SVILUPPO BIS : LE START-UP INNOVATIVE Riferimenti: - Dl. 179/2012 Decreto Sviluppo Bis e relativa legge di conversione 221/2012 Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n.

Dettagli

Metti le ali al tuo Business, scegli FIBERING. I nostri servizi

Metti le ali al tuo Business, scegli FIBERING. I nostri servizi PARTNERSHIP PROGRAM Da oltre 10 anni offriamo connettività professionale dedicata alle aziende. Diventa partner Fibering e accelera il tuo business. Garantiamo efficienza, affidabilità e supporto. Metti

Dettagli

DIREZIONE FINANZA Cristiano Vincenzi Responsabile Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia

DIREZIONE FINANZA Cristiano Vincenzi Responsabile Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia DIREZIONE FINANZA Cristiano Vincenzi Responsabile Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia Banca Europea per gli Investimenti: nuove linee di approvvigionamento Centro Servzi Marmo Volargno di Dolcè,

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE

STATUTO DI ASSOCIAZIONE STATUTO DI ASSOCIAZIONE ART 1 DENOMINAZIONE, SEDE E DURATA È costituita l Associazione Centro Europeo Formazione e Orientamento, da ora definita Associazione. L Associazione ha sede in Roma, Largo Jacobini,

Dettagli

F O G L I O I N F O R M A T I V O MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI

F O G L I O I N F O R M A T I V O MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI F O G L I O I N F O R M A T I V O MUTUI CASA INFORMAZIONI GENERALI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Via Vittorio Veneto, 119 00187 Roma Telefono

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE

STATUTO DI ASSOCIAZIONE STATUTO DI ASSOCIAZIONE ART 1 DENOMINAZIONE, SEDE E DURATA È costituita l Associazione Centro Europeo Formazione e Orientamento, da ora definita Associazione. L Associazione ha sede in Roma. L Associazione

Dettagli

AVVISO COMUNE. Tutto quello che è utile sapere

AVVISO COMUNE. Tutto quello che è utile sapere AVVISO COMUNE Tutto quello che è utile sapere Per aiutare le piccole e medie imprese del paese a contrastare le difficoltà finanziarie collegate alla crisi, arrivando al momento della ripresa nelle migliori

Dettagli

2012/27/UE INTEGRARE EFFICIENZA ENERGETICA E CRESCITA

2012/27/UE INTEGRARE EFFICIENZA ENERGETICA E CRESCITA Le proposte degli Amici della Terra Italia sul recepimento della Direttiva 2012/27/UE INTEGRARE EFFICIENZA ENERGETICA E CRESCITA Un nuovo obiettivo di riduzione dell intensità energetica per coniugare

Dettagli

La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale. Relatore: dott.

La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale. Relatore: dott. La definizione del piano d impresa: una fase necessaria alla realizzazione della propria idea imprenditoriale Relatore: dott.ssa Anna Censi Innanzitutto chi sono.. Mi chiamo Anna Censi ed ho collaborato

Dettagli

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Direttiva del 28 settembre 2009 Indirizzi interpretativi ed applicativi in materia di destinazione delle spese per l acquisto di spazi pubblicitari da parte delle Amministrazioni dello Stato ai sensi dell

Dettagli

SCHEDA SINTETICA LEGGE n. 215/1992 Azioni positive per l'imprenditoria femminile

SCHEDA SINTETICA LEGGE n. 215/1992 Azioni positive per l'imprenditoria femminile SCHEDA SINTETICA LEGGE n. 215/1992 Azioni positive per l'imprenditoria femminile SCOPO E OBIETTIVO DELLA LEGGE La Legge n. 215 del 25 febbraio 1992 riporta un ampio ventaglio di disposizioni con lo scopo

Dettagli

Palazzo Frizzoni Conferenza Stampa 12 marzo 2012

Palazzo Frizzoni Conferenza Stampa 12 marzo 2012 Palazzo Frizzoni Conferenza Stampa 12 marzo 2012 Capitale Europea della storia - il titolo di Capitale Europea della Cultura è stato ideato nel 1985 allo scopo di favorire il senso di appartenenza dei

Dettagli

Gli strumenti agevolativi e finanziari dell Ismea

Gli strumenti agevolativi e finanziari dell Ismea Gli strumenti agevolativi e finanziari dell Ismea Dott. Arturo Semerari Presidente Ismea Bisceglie, 23 novembre 2012 ISMEA ISMEA, Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare accompagna gli imprenditori

Dettagli

La partecipazione è riservata esclusivamente alle agenzie operanti nel campo della sicurezza.

La partecipazione è riservata esclusivamente alle agenzie operanti nel campo della sicurezza. PERCHE ESPORRE? SECURITY ROAD SHOW è un format espositivo e convegnistico dedicato alle agenzie che si occupano di sicurezza e che vogliono avere una vetrina preziosa ed esclusiva per presentare la loro

Dettagli

Fiera del Levante. La comunicazione in una strategia di Marketing territoriale. Bari, Fiera del Levante, 12 settembre 2002

Fiera del Levante. La comunicazione in una strategia di Marketing territoriale. Bari, Fiera del Levante, 12 settembre 2002 Fiera del Levante La comunicazione in una strategia di Marketing territoriale Bari, Fiera del Levante, 12 settembre 2002 L agenzia E tra le prime 10 del mercato secondo la classifica Assorel, la seconda

Dettagli

Nel TUO. scoprilo adesso. c è un DIRITTO in più: contratto di lavoro FOND

Nel TUO. scoprilo adesso. c è un DIRITTO in più: contratto di lavoro FOND FOND PERSEO SIRIO Il Fondo pensione complementare dei lavoratori della P.A. e della Sanità Nel TUO contratto di lavoro c è un DIRITTO in più: scoprilo adesso PERSEO SIRIO è il Fondo pensione complementare

Dettagli

ACCORDO TRA INAIL DIREZIONE REGIONALE LAZIO CNA ROMA

ACCORDO TRA INAIL DIREZIONE REGIONALE LAZIO CNA ROMA ACCORDO TRA INAIL DIREZIONE REGIONALE LAZIO e CNA ROMA L'Istituto Nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul Lavoro - Direzione Regionale Lazio (di seguito denominato INAIL Lazio), nella persona

Dettagli

GIOVEDI 26 febbraio 2004 ASSEMBLEA PROVINCIALE DEGLI ALBERGATORI. RISPARMIARE ENERGIA ELETTRICA un progetto Confcommercio * * * * *

GIOVEDI 26 febbraio 2004 ASSEMBLEA PROVINCIALE DEGLI ALBERGATORI. RISPARMIARE ENERGIA ELETTRICA un progetto Confcommercio * * * * * Anno XXXIII n. 04 Chieti 12.02.2004-1 - FEDERALBERGHI/CONFCOMMERCIO CHIETI GIOVEDI 26 febbraio 2004 ASSEMBLEA PROVINCIALE DEGLI ALBERGATORI * RISPARMIARE ENERGIA ELETTRICA un progetto Confcommercio SCONTI

Dettagli

Salvatore Esposito De Falco Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese e di Corporate Governance Sapienza Università degli Studi di Roma

Salvatore Esposito De Falco Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese e di Corporate Governance Sapienza Università degli Studi di Roma Universitas Mercatorum Università telematica delle Camere di Commercio Italiane Salvatore Esposito De Falco Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese e di Corporate Governance Sapienza Università

Dettagli

Provincia di Caserta

Provincia di Caserta 1 Provincia di Caserta REGOLAMENTO INTERNO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento ha come oggetto l organizzazione

Dettagli

Legge federale sulla politica regionale

Legge federale sulla politica regionale Legge federale sulla politica regionale Disegno del L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 103 della Costituzione federale 1 ; visto il messaggio del Consiglio federale del

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MOSCA, ASCANI, SALTAMARTINI, TINAGLI, BONAFÈ, MORASSUT

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MOSCA, ASCANI, SALTAMARTINI, TINAGLI, BONAFÈ, MORASSUT Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2014 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI MOSCA, ASCANI, SALTAMARTINI, TINAGLI, BONAFÈ, MORASSUT Disposizioni per la promozione di

Dettagli