FAQ Risposte ai quesiti più frequenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FAQ Risposte ai quesiti più frequenti"

Transcript

1 REGIONE AUTONO MA DELLA SARDEGNA Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione Viale Trieste, CA GLIARI FAQ Risposte ai quesiti più frequenti Procedura aperta per l'individuazione, la progettazione esecutiva, allestimento e gestione di punti promozionali - Sardegna Store - in sedi nazionali ed estere, nell'ambito del progetto Territori di Sardegna - APQ Sviluppo locale III Atto integrativo (art. 17 comma 4 lett. a) L.R 5/2007 e artt. 3 comma 37 e 55 del D.lgs 163/06) Documento FAQ quesiti aggiornati al Data:

2 D. 1 Sono previsti, per i soggetti incaricati della progettazione esecutiva, requisiti di carattere economico-finanziario e tecnico-organizzativo così come previsto, per l'affidamento dei servizi di architettura e ingegneria, dall'art. 66 del DPR 554/1999? R. L'appalto in oggetto non è un appalto di progettazione, il fine è infatti realizzare, tramite un appalto complessivo di servizi, almeno n. 5 punti promozionali in alcuni mercati di riferimento per la Sardegna (Europa, America, Asia). Pertanto non vengono posti limiti per la resa dei servizi di progettazione. La stazione appaltante non intende interferire in alcun modo con l'autonomia del partecipante relativamente alle modalità di presentazione della totalità dei servizi previsti nel presente appalto. In linea con questo intendimento infatti il quadro economico del progetto definitivo posto a base di gara, prevede alla voce A2: Progetto esecutivo: oneri professionali di qualunque natura; tale voce ricomprende oltre alle prestazioni professionali inerenti la progettazione esecutiva, anche, ad esempio, gli onorari destinati a consulenze, assistenza giuridicoamministrativa per l'ottenimento delle necessarie licenze, autorizzazioni etc. D. 2 Qual'e la documentazione relativa ai requisiti tecnico-economici-generali di cui all'art. 17 del capitolato R. in merito all'art. 17 "Condizioni di partecipazione",- capitolato speciale d'appalto - relativo al bando Sardegna Store si precisa che: 1) quanto ai requisiti di carattere generale, la stazione appaltante ha provveduto a mettere a disposizione, in allegato ai documenti di gara pubblicati nel sito alla voce Servizi alle imprese - Bandi e gare d'appalto - in svolgimento - dei partecipanti un fac simile di dichiarazione sostitutiva ex DPR 445/00; 2) quanto ai documenti amministrativi che i partecipanti devono presentare in sede di gara (BUSTA n. 1 - Documentazione amministrativa) il loro elenco è riportato all'art. 18 alla pag. 23 del capitolato speciale d'appalto) D. 3 Quali documenti vanno presentati al fine di dimostrare la disponibilità dell'immobile? R. Al fine di semplificare gli adempimenti in capo ai partecipanti l'amministrazione ha voluto lasciare autonoma scelta relativamente alla tipologia di documentazione da presentare per dimostrare la disponibilità dell'immobile. Potrà trattarsi ad esempio di un contrato, un preliminare o FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 2 di 16

3 una dichiarazione di impegno del locatore. Resta inteso che nel caso in cui l'aggiudicatario non risulti avere la disponibilità concreta del locale o dei locali indicati in sede di gara, l'amministrazione potrà oltre alla rescissione del contratto, il risarcimento dei danni. D. 4 Non si evince dalla lettura del bando e del capitolato se la dichiarazione d impegno a locare l immobile da parte del proprietario debba essere vincolata ad un termine temporale. Nel caso in cui successivamente alla presentazione della dichiarazione d impegno e nelle more dell aggiudicazione della gara il proprietario dell immobile decida di locare lo stesso ad altri soggetti, il soggetto proponente può indicare un altro locale che presenti le caratteristiche indicate nel bando? R. In base all'art. 23 del capitolato speciale d'appalto l'offerente è vincolato alla propria offerta per 180 giorni decorrenti dalla data di scadenza del termine di presentazione della domanda. Pertanto si evince che la dichiarazione d'impegno a locare l'immobile da parte del proprietario debba essere ancorata a tale termine. Resta inteso che nel caso in cui l'aggiudicatario della gara non risulti più avere la disponibilità dei locali indicati in sede di offerta, l'amministrazione oltre alla rescissione del contratto chiederà il risarcimento danni. L'art. 25 altresì prevede che non sono ammesse varianti. Si potrebbe prendere in considerazione la possibilità di modificare la localizzazione dell'immobile solo nel caso limite in cui l'offerta pervenuta fosse l'unica. D. 5 Quali sono le parti che stipuleranno il contratto di locazione? Il soggetto aggiudicatario del bando e il proprietario del locale oppure quest ultimo e l Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione? R. Il contratto d'affitto sarà stipulato dall'aggiudicatario e dal proprietario D. A pagina 15 del capitolato a proposito della redazione del piano di gestione, si richiede di dettagliare il gruppo di lavoro che parteciperà alla realizzazione del servizio, indicando l elenco nominativo dei componenti del gruppo di lavoro stesso distinguendo tra dirigenti ed operatori. Ci si chiede se questo elenco comprende anche l organico di funzionamento oppure se si fa riferimento al gruppo di lavoro che predispone il piano di gestione. FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 3 di 16

4 R. Il Gruppo di lavoro è quello costituito dai soggetti con relative professionalità che si occupano dell'attuazione dei singoli servizi costituenti la gara oggetto del presente appalto. D.6 Sempre a pagina 15 del capitolato si fa riferimento alla possibilità che l aggiudicatario possa svolgere attività remunerata di cessione a terzi. Cosa s intende? R.Per attività remunerata di cessione a terzi si intende la possibilità per l'aggiudicatario, in concomitanza con la realizzazione di eventi promozionali, di vendere i prodotti esposti. Ovviamente l'attività di vendita per i primi due anni del rapporto dovrà essere meramente marginale rispetto alla attività promozionale D. 7 Nel caso di offerta complessiva è necessario includere una sesta sede nell offerta o è facoltativo? Il dubbio nasce dalla considerazione che all articolo 6 del capitolato (pagina 12) si fa riferimento all individuazione, allestimento e gestione di n. 5 sedi mentre all articolo 10 (pagina 14) nei criteri di aggiudicazione in caso di offerta complessiva è indicato il punteggio attribuito per l allestimento di un ulteriore punto promozionale. In entrambi i casi si richiede il solo allestimento? R. L'offerta complessiva prevede l'apertura di 5 sedi. L'eventuale sesta è facoltativa e dà diritto ad ulteriore punteggio in sede di valutazione dell'offerta tecnica. Anche per essa si richiede l'individuazione, allestimento e gestione. D.8 cosa si intenda precisamente per individuazione delle sedi: una zona della città o un locale commerciale in particolare? Nel secondo caso risulterebbe molto difficile se non impossibile garantire la disponibilità di uno spazio specifico considerando i tempi di gara (a meno di anticipare un affitto o di esserne proprietari; una semplice opzione si rivelerebbe probabilmente poco adeguata a garanzia dello spazio individuato). E' una richiesta puramente valutativa per testare la capacità di trovare soluzioni adeguate? R. oggetto dell'appalto è l'individuazione e l'acquisizione della disponibilità dei locali e dunque non si tratta di una richiesta puramente valutativa. FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 4 di 16

5 Le imprese debbono individuare i locali secondo i criteri stabiliti dall'art. 3 lett. A) e acquisirne la disponibilità; l'art. 10 del capitolato speciale d'appalto pag. 14, prevede poi che alla progettazione esecutiva debba essere allegata una documentazione che dimostri la possibilità di acquisire la disponibilità dei locali individuati. L'Amministrazione al fine di semplificare gli adempimenti in capo ai partecipanti, ha voluto lasciare ai medesimi autonomia nella scelta della tipologia di documento da presentare per fornire prova della citata disponibilità, pertanto si potrà trattare di un contratto, un preliminare, una dichiarazione d'impegno del locatore etc. Resta ovviamente inteso che nel caso in cui l'aggiudicatario non risulti avere la disponibilità dei locali indicati in sede di presentazione dell'offerta, l'amministrazione oltre alla rescissione del contratto potrà chiedere altresì il risarcimento danni. D. 9 L'17 Condizioni di partecipazione p. 2 richiede che i partecipanti debbano essere iscritti al registro della CCIAA, con un oggetto sociale compatibile con quello del presente appalto. E' compatibile un oggetto sociale che prevede progettazione e gestione di strategie e strumenti di comunicazione inerenti il settore dell ambiente, delle grandi costruzioni civili e delle pianificazioni territoriali nonché la progettazione e la gestione di campagne pubblicitarie e di tutte le problematiche inerenti la comunicazione delle imprese industriali e di servizi, mettendo a disposizione la propria competenza nel campo pubblicitario, grafico, editoriale, delle pubbliche relazioni e dell organizzazione di eventi speciali, mostre, fiere e sponsorizzazioni. Potrà altresì acquistare inserzioni pubblicitarie per la proprie testate e per conto di terzi, attraverso una propria rete. La società ha inoltre per oggetto tutte le attività connesse ed affini alle precedenti, compresa la promozione e l effettuazione di studi e ricerche di mercato. ma che no predeve epressamnete la voce realizzazione dell allestimento. R. La voce realtiva al servizio esecuzione dell'allestimento dei Sardegna Store ha un notevole peso nell'ambito complessivo dell'appalto; la realizzazione dell'allestimento implica l'apertura di un cantiere temporaneo per la realizzazione di un bene, ne consegue pertanto che: - in caso di partecipazione alla gara di impresa singola questa deve avere nell'oggetto sociale la voce esecuzione e/o realizzazione di allestimenti, - nel caso di RTI o ATI ogni impresa del raggruppamento dovrà avere nell'oggetto sociale almeno una parte del servizio effettivamente svolto compatibile con uno dei servizi previsti nell'appalto FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 5 di 16

6 Pertanto relativamente al caso specifico, si potrebbe superare l'impedimento costituendo un RTI o un ATI con imprese che nel loro oggetto sociale abbiano la voce specifica relativa all'esecuzione o realizzazione di allestimenti. D. 10 L'art- 17 alla voce requisiti tecnico e professionali prevede che possano partecipare imprese che abbiano esperienza almeno triennale nella gestione di attività promozionali o di attività connesse all'organizzazione di eventi, manifestazioni, fiere, attività ricreative etc con l'indicazione degli importi, delle date e dei servizi. Possono partecipare imprese commerciali e/o società immobiliari? R. No se partrecipano come imprese singole. Tuttavia è possibile costituire un ATI o un RTI nell'ambito del quale i requisiti di carattere tecnico/professionali vanno garantiti dalle stesse nel loro complesso.e' sufficiente dunque che almeno una impresa del raggruppamento svolga tale attività in modo prevalente. D. 11 Art. 7 Ordine di priorità Nel capitolato si legge: In presenza di offerte complessive per n. 5 sedi, presentate ai sensi dell art. 6 lett. a), non saranno prese in considerazioni le offerte parziali. Si domanda se la locuzione vada interpretata nel senso che nell ipotesi di presentazione di una o più offerte complessive ritenute valide, tutte le offerte parziali formulate per le singole sedi non saranno automaticamente prese in considerazione? Inoltre, l automatica esclusione si verificherebbe anche nell ipotesi di presentazione congiunta - o meglio aggregata - di cinque offerte parziali riferite a n. 5 punti promozionali, sostanzialmente riconducibile ad un offerta complessiva? R.Le offerte complessive e le offerte parziali sono in alternativa, pertanto in presenza di valide offerte complessive, non si terrà in alcun conto delle offerte parziali. La presentazione di n. 5 singole offerte parziali non viene considerate offerta complessiva. Per meglio dire se uno stesso operatore decide di presentare n. 5 offerte singole (e dunque n. 5 distinti plichi) si rientra comunque nell'ambito dell'offerta parziale e non complessiva. FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 6 di 16

7 D. 12 Art. 7 Ordine di priorità Sempre con riferimento all art. 7 e, più in generale, all intero capitolato non è dato comprendere quanti e quali siano i punti promozionali che la Regione Autonoma della Sardegna intenda realizzare. Nel capitolato viene fatto genericamente riferimento ad un numero di almeno 5 per le offerte complessive e di un numero di almeno 1 per le offerte parziali, quando il numero delle città estere e nazionali definite dall art. 2 è di 14 unità. Non si comprende poi perché gli oneri relativi al computo metrico siano calcolati con riferimento a numero 10 sedi. Si chiedono delucidazioni in merito e si domanda quale sia l obiettivo numerico che si è prefissato la Regione e se vi siano sedi la cui attivazione risulti privilegiata rispetto ad altre. R. L'Art. 2 del capitolato speciale d'appalto prevede che le sedi presso cui tali punti promozionali devono essere realizzati in via prioritaria sono: New York; Chicago; Londra; Helsinky; Madrid; Pechino; Parigi; Bruxelles; Berlino; Francoforte; Mosca; Tokio; Roma; Milano. Ipartecipantipertanto dovranno individuare i localiscegliendo obbligatoriamente tra queste citt à. Lo scopo finale dell'amministrazione è quello di allestire almeno n. 5 punti promozionali. Tali risultato potrà essere raggiunto o aggiudicando una offerta complessiva la quale prevede appunto l'individuazione, allestimento e gestione di n. 5 sedi, oppure, in alternativa, aggiudicando tante offerte parziali sino a raggiungere la concorrenza delle somme a disposizione dell'amministrazione. Il computo metrico ha effettuato un calcolo dei costi a titolo esemplificativo prelevando i prezzi su dieci piazze. Tra le 14 città elencate non è stabilito alcun ordine di priorità, spetterà al parteciapnte decidere per quali sedi concorrere nell'ambito ovviamente dell'eleco di cui al citato art. 2 del capitolato. D. 13. Art. 8 Importo a base d asta Non si comprende per quale ragione vengano definiti due importi a base d asta (uno complessivo ed una parziale) e sia privilegiata l offerta complessiva, quando poi a parità di individuazione dei punti promozionali (quindi n.5 in una ipotetica offerta complessiva e n. 5 in una ipotetica offerta parziale aggregata) - risulti più vantaggiosa l offerta parziale? Infatti, l importo a base d asta per le offerte complessive è di ,00 che diviso per 5 punti promozionali determina una disponibilità di spesa indicativa di ,00 a sede, mentre l importo a base d asta per le offerte parziali (es. Europa) e di ,00 a sede (quindi inferiore al precedente); ed anche nelle voci che compongono la base d asta sono più convenienti le offerte parziali, sempre a parità di punti promozionali ( / 5 = ,00 a punto promozionale per l allestimento dei locali in un offerta complessiva ed ,00 a punto promozionale per l allestimento dei locali in un offerta parziale). R.Il bando prevede due ipotesi alternative tra loro: 1. offerta complessiva di individuazione, allestimento, gestione di almeno n. 5 punti promozionali. Tale ipotesi esaurisce completamente le somme a disposizione dell'amministrazione. L'intento è quello di avere un numero minimo di sedi aperte con gestore unico. FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 7 di 16

8 2. Offerte parziali. Nel caso in cui non vengano presentate offerte complessive, l'amministrazione intende comunque raggiungere l'intento di aprire almeno 5 sedi aggiudicando tante offerte parziali, per singole sedi, quanto sono le somme a disposizione; a tal fine le somme a disposizione sono state suddivise fecendo una stima delle spese per area geografica. D. 14 Art. 8 Importo a base d asta Nell articolo è scritto l importo a base d asta costituisce corrispettivo delle spese su citate fino al termine dell intervento previsto dall APQ sviluppo Locale III Atto integrativo, avente durata pari a 24 mesi dell aggiudicazione, mentre nell allegato 03/5 Computo Metrico, pag. 2 punto 1A, gli oneri vengono calcolati su un arco di tempo pari ad un anno. Si domanda, pertanto, come si debba procedere per l effettiva quantificazione dei costi derivanti dall appalto avente durata due anni? R.I costi vanno quantificati tenendo conto dell'effettiva durata dell'intervento prevista nel capitolato speciale d'appalto (2 anni). L'allegato computo metrico fa un calcolo di un anno su 10 punti promozionali aperti; è chiaro infatti che in questo ultimo caso le somme a disposizione consentirebbero una gestione di un solo anno. D. 15 Art. 8 Importo a base d asta La voce Locazione Immobili e Canone di Locazione deve essere interpretate in modo differente o si riferiscono allo stesso tipo di onere? R.Si tratta della stessa voce di spesa. D.16 Art. 24 Cauzione Provvisoria La cauzione per le offerte parziali deve essere fatta per ogni singolo punto promozionale per il quale si partecipa? R. Si, infatti, in caso di partecipazione ad offerte parziali, per ogni singola offerta bisognerà presentare tutta la documentazione prevista. D. 17 Art. 25 Aggiudicazione e stipulazione del contratto (pag. 30 di 36) Nell articolo si legge che l impresa aggiudicataria dovrà depositare la polizza assicurativa di cui al successivo art. 25 del presente capitolato speciale d appalto. C è probabilmente un errore di battitura perche si parla di polizza assicurativa all art. 26. R. Si trattasi di errore di battitura il riferimento è all'art. 26 FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 8 di 16

9 D. 18 Art. 3a: a pagina 7 si indica che il locale individuato dovrà svilupparsi su un unico livello posto al piano terra e che la superficie minima deve essere di 100 mq. E ammissibile che tale superficie venga raggiunta considerando anche i mq di un eventuale soppalco posto al piano terra, come spesso accade nei locali commerciali? R. No non è ammissibile l'ipotesi del soppalco. La superficie minima di mq 100 (calpestabili) è inscindibile e va considerata su un unico livello così come rappresentato nel progetto definitvo. L'ipotesi del locale soppalcato è eventualmente rimessa alla valutazione della Commissione giudicatrice nel caso limite in cui l'offerente lo proponesse in aggiunta alle precedenti offerte conformi e rispettanti i requisiti prestazionali del capitolato. D. 19 Art. 3: a pagina 10 si indica che, all interno del Piano Promozionale, è richiesta la realizzazione di giornate evento nella misura di 4 per mese. Deve intendesi che 4 giornate/mese è il numero complessivo di giornate/evento da realizzare in tutti e 5 i Sardegna Store, o deve intendersi che 4 giornate/mese è il numero complessivo di giornate da realizzare in ogni singolo Store? R. Le 4 giornate/mese (numero minimo da garantire salvo deroga della stazione appaltante), devono essere realizzate in ogni singolo Sardegna Store. D. 20 Art.8: a pagina 13 e 14 si indica che la stazione appaltante si riserva, in presenza di ulteriori fondi, di proseguire il rapporto contrattuale per ulteriori 24 mesi, anche se a condizioni diverse da quelle dei primi 24 mesi. Chiediamo qui se la presentazione del piano promozionale per gli ulteriori 24 mesi, che i partecipanti devono necessariamente presentare in quanto prevista dall art.10, pagina 15 ( Piano delle attività di promozione ( ) detto piano dovrà altresì contenere una previsione delle attività ( ) relative agli eventuali ulteriori due anni ) vincola i vincitori del bando ad accettare l eventuale proposta di rinnovo da parte della Regione, o se, terminati i primi due anni del contratto, i vincitori possano valutare se accettare o rifiutare la prosecuzione del rapporto. R. L'aggiudicatario si deve impegnare a preseguire il rapporto per ulteriori 2 anni nel caso in cui l'amministrazione abbia la disponibilità di ulteriori risorse. D.Art 21: a pagina 14/15 si richiede ai partecipanti una dichiarazione di impegno del locatore di concedere in locazione l immobile individuato. Come si può facilmente comprendere, un simile impegno deve necessariamente prevedere una scadenza, e tale scadenza da una parte deve essere necessariamente compatibile con le esigenze commerciali del locatore, e dall altra deve essere comunque successiva a quella di assegnazione del bando. La domanda è quindi: quale data di scadenza dovrà avere l impegno? R. in base all'art. 23 del capitolato speciale d'appalto l'offerente è vincolato alla propria offerta per 180 giorni decorrenti dalla data di scadenza del termine di presentazione della domanda. Pertanto si evince che la dichiarazione d'impegno a locare l'immobile da parte del proprietario debba FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 9 di 16

10 essere ancorata a tale termine. Resta inteso che nel caso in cui l'aggiudicatario della gara non risulti più avere la disponibilità dei locali indicati in sede di offerta, l'amministrazione oltre alla rescissione del contratto chiederà il risarcimento danni. D. 22 La data da cui decorre l affitto è la stessa data della firma del contratto con la stazione appaltante? Viene il dubbio che non decorra dall apertura del negozio. R. La data di decorrenza dell'affitto del locale/locali decorre dalla data di redazione del verbale di consegna dei lavori a seguito del quale l'aggiudicatario darà avvio ai lavori di allestimento dei locali. D. 23 In caso di RTI tutte le aziende devono preparare la cauzione provvisoria e fare il pagamento del contributo? R. In caso di RTI temporaneo o da costituirsi la cauzione provvisoria va presentata dalla capogruppo. D. 24 In generale, nella parte amministrativa dalle imprese, non mandatarie, quale documentazione è necessario di allegare al Modulo di iscrizione? Le imprese mandanti dell'rti e tutte le singole imprese costituenti il raggruppamento devono allegare, come prescritto dall'art. 18 del capitolato: - Dichiarazione sostitutiva rilasciata ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.Lgs. 445/2000, conforme alla modulistica facsimile allegata, recante, a pena di esclusione, timbro e firma di congiunzione tra le pagine del legale rappresentante e riguardante l istanza di partecipazione e il possesso dei requisiti di legge, nonché dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnica. Si rammenta che le false dichiarazioni comportano sanzioni penali e costituiscono causa di esclusione dai pubblici appalti; - Certificato della C.C.I.A.A. - Ufficio Registro delle Imprese (art.9, comma 3, L.R. 9/8/2002 n.14), rilasciato in data non anteriore a 6 mesi dalla domanda, da cui risulti: - l indicazione di tuttigli amministratori, rappresentanti legali; - nulla osta antimafia; -l indicazione che l Impresa, nell ultimo quinquennio, non risulta in stato di fallimento, concordato preventivo o amministrazione controllata; - Documento D.U.R.C. (Documento Unico di Regolarità Contributiva) in originale di data non anteriore a tre mesi dalla presentazione della domanda, attestante la regolarità contributiva dell Impresa nell ultimo quinquennio, o copia autenticata del medesimo, oppure richiesta di rilascio FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 10 di 16

11 del medesimo presentata al competente ufficio Inps/Inail; e) Idonee referenze bancarie, rilasciate da uno o più Istituti di Credito, sulla solidità economica e finanziaria dell Impresa. f) Dichiarazione concernente il fatturato globale d'impresa e l'importo relativo ai servizi o forniture, realizzati negli ultimi tre esercizi; g) indicazione dell'organico medio annuo di dipendenti del concorrente e il numero di dirigenti impiegati negli ultimi due anni; i) dichiarazione indicante l attrezzatura, il materiale e l equipaggiamento tecnico di cui il prestatore di servizi disporrà per eseguire l appalto; Nel caso di R.T.I.: A pena di esclusione, tutte le dichiarazioni di cui al punto a) devono essere prestate da ciascuna delle imprese costituenti il raggruppamento. Oltre a quanto già previsto nel presente articolo dovrà essere inserita nella BUSTA n. 1, a pena di esclusione: In caso di R.T.I. già formalmente costituito: 1. il mandato collettivo speciale con rappresentanza conferito dalle mandanti alla capogruppo, risultante da scrittura privata autenticata nella quale siano indicate specificatamente le parti dei servizi che saranno eseguiti dalle singole imprese, compresa l impresa capogruppo-mandataria; 2. l impegno, in caso di aggiudicazione della gara, a conformarsi alla disciplina prevista dall art. 37, D.Lgs. 12 aprile 2006, n In caso di R.T.I. non ancora formalmente costituito: 1. l impegno, in caso di aggiudicazione della gara, sottoscritto da ciascuna impresa facente parte del raggruppamento, a conferire mandato collettivo speciale con rappresentanza ad una di esse, da indicare espressamente, qualificata capogruppo-mandataria, la quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e delle mandanti; 2. una dichiarazione, sottoscritta da ciascuna impresa facente parte del raggruppamento, concernente le parti della fornitura/servizi che saranno eseguite dalle singole imprese, compresa l impresa designanda capogruppo-mandataria; 3. l impegno, in caso di aggiudicazione della gara, a conformarsi alla disciplina prevista dall art. 37 D.Lgs. 12 aprile 2006, n FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 11 di 16

12 Per quanto riguarda la: - documentazione attestante il pagamento del contributo previsto dall Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, giusta deliberazione del 24 gennaio 2008, in attuazione dell Art. 1, commi 65 e 67,della L. 2005, n. 266, dell importo di 70,00 (settanta/ / 00). Si rammenta che, ai sensi delle sopra richiamate disposizioni, la mancata dimostrazione dell avvenuto versamento è causa di esclusione dell operatore economico dall appalto. Il codice identificativo della presente procedura (CIG) è : Questa nel caso di ATI costituita il versamento è unico ed è effettuato dalla capogruppo. Anche nel caso di ATI non ancora costituita il versamento è unico in quanto l'offerta è unica, sottoscritta da tuttele imprese che costituiscono l'ati; l'offerta contiene l'impegno che, in caso di aggiudicazione, le imprese conferiranno mandato ad una di esse, qualificata come capogruppo: il pagamento è eseguito da quest'ultima. D. 25 In relazione alla BUSTA N. 3 "DOCUMENTAZIONE ECONOMICA" da compilarsi secondo i modelli predisposti dall'amministrazione regionale (pag. 25 del Capitolato speciale d'appalto). Si vuole conoscere con riferimento alle modalità di compilazione: 1) Modelli di compilazione predisposti dall'amministrazione regionale. 2) Qual'è lo schema di Conto Economico da seguire nella predisposizione del Business Plan per ciascun "Sardegna Store"? 3) Volendo noi presentare un 'offerta complessiva per l'apertura di n. 5 sedi con possibile allestimento di un ulteriore punto promozionale in aggiunta (per un totale di 6 sedi), dobbiamo predisporre un Business Plan specifico per ciascuna sede o sarà sufficiente redigere un unico Conto Economico riepilogativo delle 6 aperture complessivo? 4) Tali Conti Economici andranno allegati al modello predisposto dall'amministrazione regionale indicante l'offerta complessiva con indicazione del ribasso proposto alla base d'asta, oppure consegnati in busta separata? 5) L'offerta al ribasso dovrà essere formulata sull'importo complessivo posto a base d'asta di euro ,00, oppure dovrà essere suddivisa per le singole voci che la compongono e quindi come ribasso per: A) locazione immobili: euro ,00 B) esecuzione allestimento locali: euro ,00 C) progetto esecutivo e oneri professionali: euro ,00 D) gestione global service: euro ,00 R. 1. L'offerta economica va presentata utilizzando esclusivamente l'apposito modello predisposto dall''amministrazione e reperibile, come tutta la documentazione di gara al seguente indirizzo FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 12 di 16

13 internet: www. regione.sardegna.it alla voce Servizi alle imprese bandi e gare d'appalto- in svolgimento. 2. Il capitolato prevede che gli offerenti debbano presentare un PIANO DI GESTIONE nel quale ai sensi dell'art. 10 del medesimo hanno primaria rilevanza la descrizione delle modalità di trattazione delle attività gestionali e promozionali dei Sardegna Store comunque non corredati da alcuna indicazione di costo. 3. In caso di offerta complessiva la documentazione da allegare, peraltro indicata all'art. 18 del capitolato, è riferita al complesso delle 5 o più sedi. Si rimarca che la documentazione delle buste n. 1 e 2 non deve contenere elementi tali da far desumere l'offerta economica. 4. L'offerta economica si compone esclusivamente del ribasso offerto sull'importo costituente la base d'asta e va presentata utilizzando lo schema predisposto dall'amministrazione. 5. In caso di partecipazione con offerta complessiva il ribasso va effettuato sull'importo a base d'asta e non sulle singole voci che lo compongono. D. 26 Si desidera sapere se la proposta di rinnovo che l'amministrazione Regionale si riserva di fare in presenza di fondi deve intendersi alle stesse condizioni del primo biennio PIU' il 50% del piano promozionale, o se si debba invece intendere che per il successivo biennio l'amministrazione rimborserà SOLO il 50% del Piano promozionale e non contribuirà più alle spese di affitto, gestione etc previste per il primo biennio. R. l'amministrazione, in caso di prosecuzione del rapporto, per il successivo biennio pagherà esclusivamente il 50% delle spese relative alla organizzazione e gestione di attività promozionali. D. 27 In caso di partecipazione in ATI può farne parte una società costituita nel 2007? e che quindi ha una vita inferiore a tre anni? R. Può far parte di un ATI una impresa con vita inferiore a 3 anni, purchè rispetti le prescrizioni dell'art. 41 comma 3 del Dlgs 163/06: Se il concorrente non è in grado, per giustificati motivi, ivi compreso quello concernente la costituzione o l inizio dell attività da meno di tre anni, di presentare le referenze richieste, può provare la propria capacità economica e finanziaria mediante qualsiasi altro documento considerato idoneo dalla stazione appaltante. Restano ferme per l'rti le altre condizioni previste dall'art. 17 del capitolato. Ovviamente l'adeguatezza di tale documentazione sarà valutata dalla Commissione di gara. D. 28. Ho la lettera di intenti da parte del proprietario del locale per il SARDEGNA STORE per Francoforte. Ovviamente è in Tedesco. Come devo procedere onde evitare di essere escluso FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 13 di 16

14 dalla gara? Posso procedere allegando una traduzione in italiano fatta da un interprete/traduttore? R. Il capitolato prevede che l'offerta debba essere presentata in lingua italiana, pertanto la documentazione richiesta deve essere accompaganta, in caso di redazione in lingua diversa, da apposita traduzione in italiano. Si dovrà ricorrere o a traduzioni giurate cosi come previsto in generale dall'art. 38 del Dlgs 163/06. D. 29 Nel caso di R.T.I. che vogliano candidarsi per meno negozi rispetto ai 5, quali devono essere i requisiti di fatturato nel triennio del gruppo di imprese? Voi dite che per 5 negozi il fatturato globale nel triennio deve essere di di euro, qualora ci candidassimo per 2 o 3, quale è il requisito? Per le garanzie fideiussorie, l importo del 2% su quale base deve essere calcolato nel caso di 2 o 3 negozi? R. Il capitolato prevede che i partecipanti possano presentare o offerta complessiva per almeno (quindi non meno) di 5 punti promozionali oppure offerte parziali per singoli punti. Pertanto nel caso di specie l'rti presenterà tante offerte parziali quanti sono i singoli punti promozionali per i quali si vuole candidare (quindi presenterà plichi separati per ogni punto promozionale). Pertanto in caso di offerte per singoli punti il requisito del fatturato è pari a ,00 per singola offerta. In caso di partecipazione ad offerte parziali bisognerà presentare una fidejussione per ogni singola offerta. D. 30 Il Capitolato speciale d appalto indica all art. 3 comma b) l elenco degli elaborati del progetto esecutivo e tra questi richiede il computo metrico estimativo esecutivo. L art. 18 del medesimo documento (pag. 25 penultimo capoverso) precisa che la busta n. 1 e n. 2 non devono contenere elementi che consentano di conoscere, direttamente o indirettamente, il prezzo offerto. Il computo metrico estimativo che è parte integrante della progettazione esecutiva e che è contenuto nella busta n. 2, fornirebbe indicazioni in tal senso. Chiediamo ragguagli in merito. R. Si ribadisce che la documentazione da allegare nelle Buste n. 1 e 2 non deve contenere elementi che permettano di rilevare il prezzo offerto in sede di offerta economica. In relazione all'elaborato computo metrico estimativo facente parte del progetto esecutivo, ciò che rileva in tale documento è la parte strettamente tecnico-descrittiva, qualtitativa e quantitativa dei servizi oggetto dell'appalto, quindi lo stesso non deve contenere indicazione di prezzi. Dal punto di vista della determinazione dei costi la stessa è da ricondurre direttamente all'offerta economica della Busta n.3. FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 14 di 16

15 In ogni caso in presenza di anomalia dell'offerta, il dato relativo alla determinazione dei costi analitici potrà essere oggetto di richiesta di verifica documentale da parte delle Commissione di gara (cfr art. 86 e ss Dlgs 163/06). D. 31 Il Capitolato speciale d appalto indica all art. 3 comma b) l elenco degli elaborati del progetto esecutivo e tra questi richiede il piano operativo della sicurezza aziendale. Chiediamo se tale documento si riferisce al piano operativo della sicurezza ai sensi del D.lgs 81/08 e, in caso di conferma, se tale documento debba essere redatto dalla Impresa che svolgerà i lavori (opere e allestimenti). R. In base alla normativa di riferimento, italiana ed estera (UE ed extra UE cfr sedi dei Sardegna Store) in materia di tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro soggetti partecipanti debbono redigere: 1. il piano di sicurezza e coordinamento (o documento equivalente, ove previsto, secondo la normativa del paese sede) relativo alla fase di realizzazione del cantiere di allestimento. 2. Documento di valutazione dei rischi (o documento equivalente, ove previsto,secondo la normativa del paese sede), per gli obblighi datoriali relativi alla fase di esercizio dell'attività operativa a regime dei punti espositivi Sardegna Store. D. 32 Facendo riferimento alla pag. 22 (fine pagina) del Capitolato speciale d appalto: Il suddetto plico dovrà contenere al suo interno n. 3 BUSTE, identificate rispettivamente come BUSTA n. 1 e BUSTA n.2, BUSTA N. 3 ciascuna delle quali dovrà essere debitamente chiusa e sigillata, controfirmata in tutti i lembi di chiusura, in modo da garantire la segretezza del contenuto, e dovrà recare all esterno l oggetto del servizio e la denominazione o la ragione sociale dell Impresa concorrente Con oggetto del servizio si intende il tipo di documentazione contenuta nel plico? (ovvero DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA o DOCUMENTAZIONE TECNICO o DOCUMENTAZIONE ECONO MICA). Se così non è, cosa si intende? R. ogni singola busta dovrà riportate la dizione: in caso di offerta complessiva ex art. 6 lett.a) del capitolato: 1) PROCEDURA APERTA PER LA INDIVIDUAZIONE, PROGETTAZIONE ESECUTIVA, ALLESTIMENTO E GESTIONE DI PUNTI PROMOZIONALI SARDEGNA STORE IN SEDI NAZIONALI ED ESTERE NELL'AMBITO DEL PROGETTO TERRITORI DI SARDEGNA APQ SVILUPPO LOCALE III ATTO INTEGRATIVO - NON APRIRE: CONTIENE DOCUMENTI DI GARA - PRESENTAZIONE OFFERTA AI SENSI DELL'ART. 6 lett.a) In caso di partecipazione ad offerte parziali ai sensi dell'art. 6 lett.b) la dicitura dovrà essere: 2) FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 15 di 16

16 PROCEDURA APERTA PER LA INDIVIDUAZIONE, PROGETTAZIONE ESECUTIVA, ALLESTIMENTO E GESTIONE DI PUNTI PROMOZIONALI SARDEGNA STORE IN SEDI NAZIONALI ED ESTERE NELL'AMBITO DEL PROGETTO TERRITORI DI SARDEGNA APQ SVILUPPO LOCALE III ATTO INTEGRATIVO - NON APRIRE: CONTIENE DOCUMENTI DI GARA -PRESENTAZIONE OFFERTA AI SENSI DELL'ART. 6 lett.b); nonchè dovranno essere riportate le dizioni: BUSTA n.1 "DOCUME NTAZIO NE AMMINISTRATIVA" BUSTA n.2 "DOCUME NTAZIO NE TECNICA" BUSTA n.3 "DOCUME NTAZIO NE ECO N O MICA" Infine occorrerà riportare la denominazione o ragione sociale dell'impresa partecipante. D. 33 Nell'ambito dell'area America, le città di New York e Chicago sono state selezionate in via esclusiva o prioritaria? R. Nell'ambito del mercato americano, le uniche sedi individuate dal bando sono appunto Chicago e New York. Per questa area geografica non sono pertanto ammesse offerte relative ad altre città. D. 34 Possono partecipare alla gara imprese non apparteneti all'area UE? R. In base al regolamento CE n. 1605/2002, artt. 106 e 107, la partecipazione alla gara è aperta a parità di condizioni a tutte le persone fisiche e giuridiche che rientrano nel campo di applicazione dei trattati e a tutte le persone fisiche e giuridiche di un paese terzo che abbia concluso un accordo particolare con le comunità nel settore dei pubblici appalti, secondo il disposto di detto accordo. Qualora sia applicabile l'accordo multilaterale agli appalti pubblici concluso nell'ambito dell'organizzazione Mondiale del Commercio, gli appalti sono aperti anche ai cittadini degli stati che hanno ratificato tale accordo, alle condizioni da esso previste. ILDIRETTORE GE N E R ALE fto - Adamo Pili - FA Q risposta alle domande piu' frequenti IIIaggiornamento Pagina 16 di 16

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture BANDI-TIPO per l affidamento di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro nei settori ordinari Documento di Consultazione

Dettagli

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito.

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito. Tra le modalità di presentazione è prevista anche mediante agenzia di recapito: deve essere autorizzata o possiamo mandare anche un semplice pony di agenzie di recapito private? Il disciplinare di gara

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare COMUNE DI BARLETTA CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA N. 1/2009 Il Comune di Barletta, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE)

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE) Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a Il Presidente Pavia, 15 aprile 2015 EB/dc Prot. Spett.le Alla cortese attenzione Sig. via fax anticipata via mail a OGGETTO: Procedura negoziata per l affidamento del servizio di copertura assicurativa

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

La gestione della sicurezza nei contratti di appalto

La gestione della sicurezza nei contratti di appalto Sicurezza La gestione della sicurezza nei contratti di appalto Con l'emanazione del D.Lgs. n. 81/2008 sono stati definiti gli obblighi inerenti alla sicurezza sul lavoro in caso di affidamento di lavori

Dettagli

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI I.1) STAZIONE APPALTANTE: A.R.T.E. Azienda Regionale Territoriale per l Edilizia della Provincia di Genova via B. Castello civ.3 16121 Genova tel. 010.53901

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/10 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:228385-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva

Dettagli

C O M U N E D I M O D I C A

C O M U N E D I M O D I C A C O M U N E D I M O D I C A XI SETTORE Sezione 1 a - Manutenzione Strade e Illuminazione BANDO DI GARA Ai fini del presente bando-disciplinare si intende per: - CODICE : il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

I-Roma: Servizi di pulizia di uffici 2010/S 139-214139 BANDO DI GARA. Servizi

I-Roma: Servizi di pulizia di uffici 2010/S 139-214139 BANDO DI GARA. Servizi GU/S S139 21/07/2010 214139-2010-IT Stati membri - Appalto di servizi - Avviso di gara - Procedura aperta 1/4 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:214139-2010:text:it:html I-Roma:

Dettagli

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE)

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE) Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno)

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno) COMUNE DI FORCE PROT. N. 5794 del 15 dicembre 2014 (Provincia Ascoli Piceno) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE - AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 163/2006 - DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

Dettagli

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA Settore Contratti e Appalti Tel. 030-3749968 3749907 per info. tecniche Tel. 030-3749341 Fax. 030-3749211 per inf. amministrat. www.provincia.brescia.it (bandi di gara) PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI,

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Attualmente per il lotto 2 servizio di Pulizie, disinfestazioni e piccoli traslochi sono assunti nr 15 operatori così suddivisi:

Attualmente per il lotto 2 servizio di Pulizie, disinfestazioni e piccoli traslochi sono assunti nr 15 operatori così suddivisi: Quesito nr. 1 gara Global Service Siamo a chiedere, con la presente, di poter conoscere il nome degli attuali gestori dei servizi relativi ai lotti 1 e 2? Risposta al Quesito nr. 1 L'attuale gestore del

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI.

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Prot. n. 41227/app del 21/06/2007 PUBBLICO INCANTO (PROCEDURA APERTA) PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE OPERE

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

REGIONE PUGLIA. Bari, LORO SEDI

REGIONE PUGLIA. Bari, LORO SEDI Prot. n. Area Politiche per la promozione della salute, delle persone e delle pari opportunità Servizio Politiche Benessere sociale e pari opportunità Bari, Ai Soggetti beneficiari dei finanziamenti di

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI AUTOMEZZI, MACCHINARI ED ATTREZZATURE, ALLESTITE PER USO PROTEZIONE CIVILE, ATTE A COSTITUIRE PARTE DELLA COLONNA MOBILE PER IL SERVIZIO PROTEZIONE

Dettagli

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II 2015/S 082-144972 Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II Bando di gara relativo a un appalto di servizi Ubicazione tutti i paesi ACP 1.Riferimento della

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE)

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) Sono pervenuti in merito al Bando riservato alle P.M.I. pubblicato sul sito dell ASI in data 11 agosto 2010

Dettagli

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in MODELLO PER PERSONE FISICHE ACI SERVIZIO PATRIMONIO E APPROVVIGIONAMENTI Coordinamento e Controllo Gestione Immobili Via Marsala 8 00185 - Roma OFFERTA A TRATTATIVA PRIVATA Oggetto: Offerta per l'acquisto

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n.

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. CIG 60528780F1 Pag.1 di 34 INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. 43 GE 08-14 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DEL D.LGS.

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

CITTA DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone AVVISO PUBBLICO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI PERIODO 01/10/2008 30/09/2009

CITTA DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone AVVISO PUBBLICO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI PERIODO 01/10/2008 30/09/2009 CITTA DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone Prot. n. AVVISO PUBBLICO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI PERIODO 01/10/2008 30/09/2009 E intendimento dell Amministrazione Comunale,

Dettagli

STA ST Z A IO Z N IO E U

STA ST Z A IO Z N IO E U MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE CAMPANIA MOLISE UFFICIO DIRIGENZIALE V UFFICIO TECNICO III UNITA OPERATIVA DI CASERTA Via Cesare Battisti

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture 1 di 9 Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Determinazione n.3/2008 Del 5 marzo 2008 Sicurezza nell esecuzione degli appalti relativi a servizi e forniture. Predisposizione

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli