Il miracolo è sempre una violazione delle leggi di natura. Le statue perciò possono sudare e gli occhi del Bambino Gesù, come a Caraffa, versare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il miracolo è sempre una violazione delle leggi di natura. Le statue perciò possono sudare e gli occhi del Bambino Gesù, come a Caraffa, versare"

Transcript

1 Il miracolo è sempre una violazione delle leggi di natura. Le statue perciò possono sudare e gli occhi del Bambino Gesù, come a Caraffa, versare lacrime di sangue. Che, trattandosi di sangue miracolato, è inimmaginabile possa essere sottoposto ad analisi chimica. Non ci sarebbe più religione se la fede dovesse essere confermata dalla scienza.

2 DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 02

3 UNA STORIA Il generale Lucio Albonico in ginocchio a Montalto L ucio Albonico ne aveva fatto di guerre e combattuto su numerosi dei fronti aperti dell impero romano. Eppure fra i boschi dell Aspromonte il suo animo era inquieto, come mai prima nella sua vita di soldato. Nella sua mente, un po la rimproverava quella strana missione al suo imperatore. Perché poi andare in quel posto lontanissimo a prendere il sommo sacerdote dei cristiani e riportarlo con tutte le cure a Roma? Se lo chiedeva mentre attraversava con mille soldati quelle contrade selvagge. E la leggeva la paura negli occhi dei suoi uomini quando si vedevano le ombre sfuggenti dei padroni del posto. Quella era terra di iskariat, giganti indomiti che Roma nella sua potenza immensa non era mai riuscita a piegare. Loro proteggevano Silvestro il Papa in fuga dai cristiani. Il generale Albonico giunse all Altomonte e cinse con le spade l eremo del ricercato. Trovò Silvestro intento a piantare rape nell orto e gli ingiunse di seguirlo per ordine di Costantino. Il Papa, tranquillo, chiese di poter celebrare messa ai suoi seguaci prima della partenza. Albonico glielo concesse, anche per dar riposo alla truppa. Silvestro lodò il suo dio. Salutò i fedeli e si rivolse al generale con tono risoluto. «Lucio va nell orto e fai raccogliere ai tuoi soldati quante più rape possibile. Ci sfameranno nel viaggio». Il generale sollevò la spada «vecchio perché ti burli di me che ti ho visto con gli occhi piantarle poco fa?» «Va Lucio», ribadì Silvestro e il generale si mosse senza volerlo e quando gli occhi suoi videro le rape grandi come pani cavate nell orto dai soldati si inginocchiò davanti a Silvestro e si convertì all istante. E il viaggio del ritorno gli fu lieve, quei monti e quei boschi gli sorrisero e le ombre degli iskariat non lo spaventarono più. LE CHEVALIER CARTOLINE PER LA PADP ADANIAANIA * Le notizie più lette della settimana su larivieraonline.com 1) SIDERNO TRE CONTRADE MINACCIATE DALLE FIAMME 2) AGGUATO IN SPIAGGIA, UCCISO DAVANTI MOGLIE E FIGLIA 3) MA DOVE VANNO I CACCIA? 4) IL PRODUTTORE DI MICHAEL JACKSON È DELLA LOCRIDE 5) I MEDICI CHI LI HA VISTI? VOLEVO FARE DA SOLA 6) PASSAGGIO DI CONSEGNE AL COMUNE DI SIDERNO 7) QUANDO LA CALABRIA CHIAMA Dati larivieraonline.com di Antonio Calabrò AFRICO ANTICA Il bosco di querce ritorna e sommerge di vita la città morta. Resti sparsi di comunità antiche quanto l uomo che in un batter d occhio tornano a Gea per poi riemergere, come rovine pompeiane, come relitti galleggianti di navi di pietra, come piramidi Maya in una Jungla misteriosa e lontana. Nutrirsi di bellezza e dissetarsi di armonia, laggiù dove vince la natura, incontaminata e forte, crudele e bonaria, al riparo dalla minaccia del futuro. La Morositas torna in Italia Quel suo lento salire le scale turbò molti uomini. Una scultura di cioccolato che, nel 1998, fu invitata nella Locride per presenziare ad una manifestazione. La ricorderà bene il sindaco di Siderno Panetta, allora amministratore della città. Lui che, in qualità di primo cittadino, ebbe l onore di fregiarsi di tale compagnia. E chissà se il desiderio comune sarà stato anche comunale, o occupare il gradino più alto del potere non gli fece pensare ad altre scal(in)ate. Forse qualche rammarico in cuor suo lo conserva il Sindaco, ma non è ancor detta l ultima parola. Oggi, la bellissima modella di Guadalupe si è dedicata all agricoltura ed è ancora in Italia. Ha acquistato, difatti, un possedimento appartenuto ad una storica azienda olearia sulle colline di Imperia: «Per ridare vita a piante secolari addormentate e avvilite» dice. LE COLONNE DI ERCOLE UN AQUILA NOIR TRA I GUFI Buio. C è gente nella Locride che non ha più niente da perdere, tranne l oscurità, e più nulla da guadagnare tranne l oscurità. Sono dame in menopausa già a trent anni, e marchesi viagra e pistacchio. Sanno tutto dei trenta latitanti più famosi del paese. Dei compari d anello e dei testimoni di nozze. Gufano mediocrità, altrimenti ci rimettono. Si abbronzano a Gomorra Beach altrimenti si ustionano. Mangiano Valle del Marro altrimenti non digeriscono. Leggono Caselli, Pignatone, Gratteri e Scarpinato altrimenti non si riconoscono. Luce. C è qualcuno nella Locride che nella settimana tra il 2 e il 10 Luglio all interno di Amazon, la libreria web più autorevole del mondo, dove si scaricano libri a pagamento, è stato in testa in ben quattro classifiche. Primo assoluto con il suo best seller Anime nere. Un riscontro senza precedenti per la letteratura calabrese. Lui è di Africo e si chiama Gioacchino Criaco. Nel mercato del web dove l influenza delle case editrici conta pochissimo il nostro scrittore ha fatto la differenza, con una picchiata fuori dal normale. Intanto i gufi meditano stralunati nell eclissi, per un aquila alta sotto un sole a mezzanotte. DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 03

4 Parlando di... NORDICI & SUDICI DI GIOACCHINO CRIACO Calabria. Comparse e spettatori aspettando il carbone a saline Èuna di quelle coincidenze del destino. A Milano, le mie finestre stanno quasi di fronte alla REPOWER, ci stavano già quando al suo posto c'era il Gruppo Sfera, che si occupava di servizi giornalistici. Ho assistito al cambio del personale, alla sostituzione delle insegne. All inizio di Repower sapevo solo che si occupasse di energia. Appoggiato al balcone a fumare ho visto giornalmente il signore distinto passeggiare nella via, durante le pause pranzo. L ho incontrato spesso per strada, l ho sentito parlare seduto nel tavolino del bar a fianco al mio, e alla fine qualcuno me l ha anche presentato. Mai avrei pensato che Fabio Bocchiola, presidente di Repower Italia e a.d. di SEI, avrebbe giocato un ruolo importante nell angolo di mondo in cui sono nato. Dal punto di vista umano, per quel che ho osservato direttamente e per quello che si dice su di lui, Bocchiola è una bella persona. Un uomo sensibile, attento, uno che nonostante il ruolo non se la tira per nulla. Che è perfino convinto di fare un favore alla Calabria, costruendo la centrale a carbone a Saline. Gli ho chiesto un intervista per lariviera, e si è reso disponibile senza problemi. Ma vi ho rinunciato, per lealtà. Perché sono convinto che sul carbone in Calabria non ci sia niente da dire se non che è una follia, un colpo mortale alla costa ionica. È come se ci offrissero un prezzo esorbitante per venderci il cuore, e dopo? Non è antimodernismo il mio né integralismo ambientalista. Ma come possiamo vendere la nostra bellezza? Cosa vale il suo prezzo? Secondo me nulla. Confesso però che la mia è anche una scelta ideologica, mi da fastidio la spocchia svizzera di chi vuol salvarci portandoci il lavoro. Mi sa di terzo mondo, di colonia. Però se gli svizzeri si offrissero di farci un parco delle biodiversità a Saline, accetterei senza ritrosia. E comunque ogni tanto continuo a osservarlo dal balcone, l a.d. di SEI. Penso che sia una brava persona ma farà un danno alla mia terra. Lui però è un protagonista. Da noi osservo un po di gentucola che gira intorno all affare del carbone, avranno il loro osso ma resteranno comunque comparse. Mentre voi, per niente cari, sudici continuerete a essere spettatori inabili dello scempio della nostra terra. LA COSTA VIOLA AREE PROTETTE Cosenza batte Reggio? Le due provincie ospitano più di 130 riserve naturali. Ma non mancano gli attacchi a questo immenso patrimonio. ELEONORA ARAGONA Sono 179 le aree protette della regione Calabria inserite nel programma Rete Natura Questi siti sono protetti poiché sono l habitat di specie di flora e fauna che rischiano l estinzione o che sono gravemente minacciate: tartarughe marine, rane, rettili, uccelli e pinete, grotte, spiagge, fondali marini. Non sono aree interdette all uomo, anzi si sta cercando di creare progetti di sviluppo che consentano però di proteggere il patrimonio che contengono. Secondo i dati forniti dal Ministero I NUMERI DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 04

5 la Riviera PENTIDATTILO dell Ambiente l estensione complessiva dei siti calabresi è di ettari. Di queste 83 zone sono in provincia di Cosenza, 54 di Reggio, 18 di Crotone e 8 nel territorio vibonese. Anche se come estensione e quantità di siti vince la provincia tirrenica e anche quella che minaccia di più gli ecosistemi che Natura 2000 tenta di proteggere. Li minaccia con l incombente costruzione di strutture alberghiere, portuali e di bonifica. Tra i progetti più criticati dalle associazioni ambientaliste ci sono: la costruzione delle due arterie di grande comunicazione tra Sibari e la Sila e tra Bagnara e Bovalino. Le 21 habitat costieri due arterie andranno a interessare due delle quattro Zone a Protezione speciale: i Parchi Nazionali della Sila e dell Aspromonte. Inoltre gli ampliamenti dei porti di Gioia Tauro, di Scilla; la costruzione dei nuovi porti turistici tra Pizzo e Ricadi. Il Cipe ha inoltre stipulato un contratto per la realizzaione di strutture turistiche a Simeri Crichi e Gizzeria. E i contratti stipulati dallo stesso con Tirreno Sviluppo che prevede la costruzione di nuovi alberghi e campeggi e impianti per il turismo nei comuni del Cosentino. Stiamo svendendo un patrimonio? L ANALISI su 179 siti protetti. Questo dato è il risultato della cementificazione selvaggia che ha ridotto all osso la nostra costa, riducendola a 750km. 192 milioni di euro sono stati stanziati dal CIPE per la realizzazione di grandi strutture turistiche a Simeri Crichi e a Gizzeria. FIUMARA PALIZZI RC: I NOSTRI SITI PENTIDATTILO; VALLATA DELLO STILARO; CALANCHI DI MARO SIMONE; CAPO DELLE ARMI; CAPO SPARTIVENTO; CALCHI DI PALIZZI MARINA; SANT ANDREA; COSTA VIOLA E MONTE S. ELIA; SPIAGGIA DI BRANCALEONE; VALLE MOIO; SPIAGGIA DI PILATI; FONDALI DI SCILLA; ALICA; SPIAGGIA DI CATONA; FIUMARA DI MELITO; PRATERIA; COLLINA DI PENTIMELE; CAPO S. GIOVANNI; SALINE JONICHE; FIUMARA DI PALIZZI; PANTANO FLUMENTARI; BOSCO DI RUDINA; TORRENTE PORTELLO; C.DA FOSSIA; FONDALI PUNTA PEZZO; MONTE SCRISI; MONTE EMBRISI sarebbero le specie animali che si stima siano presenti nelle nostre riserve. DIAVOLO NERO Uno spettro s aggira per l Aspromonte Il curriclum di Sergio Laganà Il segretario regionale delle Api ronzanti, Serafino Conforti, è un uomo d onore, ed io, pur essendo un Diavolo nero, diffidente per scelta e seminatore di zizzania per vocazione, ho l obbligo di credergli sulla parola quando assicura che l avv. Sergio Laganà ha depositato, come un morto nella bara, al Ministero dell Ambiente un curiculum di alto valore. Debbo credergli - questo si capisce - a scatola vuota, del tipo di quelle facenti bella mostra nella farmacia, descrittaci dal Manzoni, e al cui interno non c era neppure bicabornato. Dunque, non per me, ma per le popolazioni aspromontane, che vorrebbeo vedere nel prossimo futuro le montagne in festa e le convalli in fiore, per i giovani che cercano modelli di virtù e spregiano i mediocri al comando per la loro schiena flessibile, chiedo non all avv. Sergio Laganà, troppo affaccendato nelle liti giudiziarie, ma al dr. Serafino Conforti di mettere sul tavolo, ovvero su Internet, le sudate carte del suo sodale di Partito. Se così farà, sono certo che non solo l incompetente Diavolo nero, ma persino i più affaticati studiosi del ramo vedranno aprirsi ai loro occhi stupefatti le vie nuove dell indagine del territorio e del paesaggio, segnate dall originale ricerca dell avv. Sergio Laganà. Una sorta di colonne «ov Ercole segnò li suoi riguardi, / acciò che l uom più oltre non si metta». Per credere il Diavolo nero non ha bisogno di leggere. Ma sono le leggi della democrazia che esigono la trasparenza, e sembra al Diavolo nero di non trasmodare se ricorda che tutto ciò che si nasconde è refurtiva. L avv. Sergio Laganà e il suo sommo laudatore concorderanno indubbiamente in ciò con il Diavolo nero. Il quale sa, essendo accanitamente sempre dietro, che per l Aspromonte passeggian le Madonne ancora. Non sapeva, e ora sa, che per l Aspromonte s aggira un fantasma: il curriculum dell avv. Sergio Laganà. DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 05

6 DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 06

7 Un estate all insegna della musica e del divertimento Da alcuni anni nel panorama della movida estiva della Locride ha trovato un posto sempre più importante il lido Lulu s Beach. Sono ormai sette anni che lo stabilimento balneare di Marina di Gioiosa ogni estate propone un ricco calendario di eventi pensato in modo da soddisfare ogni tipo di esigenza. Le intenzioni sono di proporre divertimento a tutto tondo non solo di notte ma anche di giorno, ad accogliervi uno staff giovane e preparato che vi aiuterà a rendere il vostro soggiorno all interno della struttura il più confortevole possibile. Il Lulu s Beach propone ogni domenica pomeriggio animazione in spiaggia con musica, balli e tanto divertimento. Durante la settimana, per gli amanti dello sport, vengono organizzati numerosi corsi tra cui quelli di zumba fitness, la novità dell estate 2012, con le istruttrici Fabiola Ciminiello e Luana De Moro. Lo zumba è una disciplina che permette di bruciare calorie a ritmo di musica latino-americana, il tutto condito da allegria e divertimento. Tutti i corsi saranno tenuti da istruttori altamente qualificati con anni di esperienza alle spalle. Per gli amanti del buon cibo il Lulu s offre anche una vasta scelta di piatti e lancia il menù argentino che prevede il famosissimo asado, una grigliata di carne con un condimento del tutto particolare. Questo è il Lulu s Beach di giorno. Ma la notte il lido di Marina di Gioiosa si trasforma con una moltitudine di serate: il martedì diventa Le Fantastique Mardì ; ogni mercoledì vi aspetta Bloody story serate a tema con tante sorprese; i giovedì sera invece troverete il divertente Mister X con lo staff di Doppiaeffe, rispondendo esattamente alle domande nel minor tempo possibile potrai vincere un buono vacanza per due persone; venerdì Party in 50 special, serata dedicata alla bella musica italiana; e sabato Latin chic con Rafaelito e i suoi Boys and girl Marina di Gioiosa, per qualche ora, diventa una città del Sud America, salsa e bachata saranno le protagoniste di serate davvero indimenticabili. All interno del palinsesto estivo del Lulu s beach troverà posto anche il cabaret interattivo di Alessio Modesto, un nuovo modo di fare intrattenimento, infatti ad essere protagonisti dello show saranno proprio gli spettatori presenti in sala. Quest estate c è già stata una grandissima serata al Lulu s beach, lo scorso 27 Giugno ospite d onore del lido è stato il tronista Francesco Monte. Un evento unico nel suo genere che ha visto la presenza di oltre mille persone a dimostrazione che l estate è già iniziata alla grande. Anche quest anno l evento clou della stagione sarà il The Night, la grande festa che si terrà il 21 Agosto. L evento arrivato alla sua quarta edizione ha visto negli scorsi anni la presenza di ospiti internazionali come Dottor Felix, famosissimo vocalist di colore che avete potuto vedere al Chiambretti Night ; sempre dallo show di Italia Uno, Alberto Argentesi meglio noto come il Coniglio che ha animato la serata con il suo famosissimo freestyle. L edizione di quest anno si presenta come un show del tutto nuovo, infatti gli ospiti previsti saranno almeno tre, nelle intenzioni degli organizzatori c è la volontà di superare il numero di presenze degli scorsi anni. Negli ultimi sette anni sul palco del Lulu s beach si sono esibiti artisti come Gianni Cinelli, il famoso ganjaman di Zelig, gruppo del calibro dei Marvanza e Limite Massimo, è chiaro quindi che nelle intenzioni degli organizzatori c è sempre stato un occhio di riguardo per la qualità. L appuntamento è per tutte le sere di Luglio e Agosto al Lulu s Beach sul lungomare di Marina di Gioiosa Jonica. DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 07

8 PRIMO PIANO PIOVE FANGO SU SIDERNO Ultimo il corvo viene ESSENZIALE Tutto qui si fa con una pistola puntata alla schiena: le elezioni, le attività commerciali, la passeggiata lungo il mare, la squadra di calcio, un bacio sotto i riflessi lunari. Ve lo dice il corvo PASQUINO CRUPI A Siderno per primi comunisti e socialisti e un grande partito della democrazia cristiana introdussero la civile battaglia delle idee, e in questa temperatura moderna crebbero e s educarono intere generazioni di giovani, saldati dall amore per gli interessi generali. Poiché, quando batte il bene, la storia non è destinata a ripetersi, il presente - caso veramente incredibile - ha risucchiato e cancellato quel passato, e sono arrivate le inchieste giudiziarie, che in ordine di tempo hanno spedito in galera l ex-sindaco Alessandro Figliomeni, e hanno convinto il dr. Riccardo Ritorto a tornare a vita privata. Tra la consiliatura interrotta di Alessandro Figliomeni e l appena iniziata e sparita consiliatura di Riccardo Ritorto Siderno ha fatto l esperienza del commissario prefettizio. Anche se, a dare retta alle carte giudiziarie, i miasmi mefitici, che intossicano la Cittadina, non hanno cessato la loro influenza pestilenziale? Vedremo di che cosa sarà capace il nuovo commissario prefettizio che deve portare a nuove elezioni l «appestata» Siderno. Ma ultimo arriva sempre il corvo. Nero come la notte che favorisce i misfatti, vigliacco come il coniglio, che cerca sempre rifugi per meglio colpire d improvviso, sicuro come l anonimo che, a nessuna legge umana e a nessuna persona dovendo dar conto, sparge e diffonde notizie false e tendenziose, lesive d una intera cittadinanza e di singoli individui. E mai solo, perché vile com è, ha bisogno di compagnia. Similes cum similibus, simili con i simili. Corvi con corvi. Quanti ve ne sono a Siderno? Quattro, cinque? Dell ordine dei passeggiatori permanenti, dei ficcanaso per tendenza, degli uomini di penna? Più che il sospetto, è un nugolo di insinuazioni, di pettegolezzi, di mal fidate notizie che diffondono. Sono i turiferari di Siderno, oggi. No, non è una tentazione letteraria che mi fa scrivere, adattando alla bisogna, senza forzatura alcuna, una classica frase di Luigi Pirandello. Ed è questa. Sì: dal cielo di Siderno da giorni piove fango, ecco, e a palle di fango si gioca, e il fango s appiastra da per tutto. Diluvia il fango; e pare che tutte le cloache della città si siano scaricate e che la vita istituzionale di Siderno debba affogare in questa torbida fetida alluvione di melma, su cui svolazzano, stridendo i neri uccellacci. E al turista, che, ignaro si reca nella Cittadina, danno questa carta olfattiva: quando senti puzzo di polvere, sei a Siderno. Tutto qui si fa con una pistola puntata alla schiena: le elezioni, le attività commerciali, la passeggiata lungo il mare, la squadra di calcio, un bacio sotto i riflessi lunari. Ve lo dice il corvo e il corvo non può avere replica, come tutto ciò che tende a ingenerare un clima di sospetto. Il corvo predice, ma non dice. Ma soprattutto incute paura, l angoscia che dopo di te tocca a me, e ognuno si rincattuccia, e qualcuno anche gode. Io non amo i toni retorici, e mi scuso se stavolta li sfioro. Siderno, svegliati. Torna alla tua antica gloria. Scaccia i corvi. Cioè, ognuno si sforzi di stabilire la verità storica su Siderno ieri, su Siderno oggi. Ultimo viene il corvo, è vero. E deve trovare pane per i suoi denti. Non vermi, che si fanno inghiottire. DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 08

9 ACCOGLIENZA A RIACE Rischio chiusura Una nuova Rosarno? No, anche peggio: una rivolta di immigrati a carattere regionale, in difesa di sacrosanti diritti, calpestati da circa un anno. È questo lo scenario calabrese per i progetti Emergenza Nord Africa. Solo in Calabria, infatti, i ritardi nell erogazione dei fondi già stanziati arrivano ad un anno. Nelle altre regioni si registrano slittamenti di 3-4 mesi, ma tutti gli operatori, prima o poi, si sono visti pagare lo stipendio e ai migranti è arrivato il pocket money. Il problema non è solo questo. Alla luce di circa 1600 richieste di asilo, la Commissione territoriale, che si occupa di stabilire a chi vada o meno data protezione umanitaria, non è stata in grado, in un anno, di dare risposte. Qualcuno non è stato ancora sentito, qualcun altro si è visto negare la protezione e a Dicembre i progetti, vista la mancanza di fondi, sono destinati a chiudere. E anche quei pochi che si sono sentiti dire di aspettare buona parte dei documenti. Il risultato sarà, dunque, che centinaia di migranti si ritroveranno in giro per la Calabria vivendo in clandestinità, sempre a rischio di arresto e di espulsione, perché ufficialmente fuori legge. «Rischiano di diventare manodopera per la criminalità organizzata», aveva denunciato il primo cittadino di Riace, Domenico Lucano. La Protezione Civile, dal canto suo, trova una giustificazione semplice a tale disguido: i rigetti, da parte della Corte dei Conti, dei decreti di pagamento. Solo che, spiega ancora Lucano, il Consiglio dei Ministri aveva deliberato con urgenza su questa situazione, rendendo inutile qualsiasi parere preventivo. Solo a Caulonia, dove sono presenti 50 migranti, la Protezione Civile ha lasciato un buco da 653 mila euro, ovvero euro a persona. Se consideriamo che in tutta la Calabria sono coinvolti in questo progetto persone non è difficile fare un calcolo che dia contezza della situazione di estrema emergenza in cui ci si trova: il debito si aggirerebbe, infatti, attorno ai euro. «Dietro Apertura di del!3 Luglio Riace protagonista per la celerità con cui partirono i soccorsi e l accoglienza a 92 profughi sbarcati sulle spiagge di Stignano. La nostra copertina del 7 Marzo Il sindaco Lucano annunciava che in caso di vittoria del governatore Scopelliti Riace non avrebbe intrattenuto rapporti con il nuovo governo regionale. alla mancata erogazione dei fondi c è un preciso disegno politico finalizzato a distruggere l esperienza dell accoglienza», ha detto a proposito l ex sindaco di Caulonia, Ilario Ammendolia. «Perché», aggiunge uno degli operatori, Giovanni Maiolo, «Questo tipo di accoglienza non piace alla politica, che preferisce i respingimenti e le torture». Così, per smuovere le acque, Lucano fa la sua proposta: uno sciopero generale dei migranti, magari davanti alla sede della Regione, per sensibilizzare il governo regionale e stimolarlo a cercare una soluzione. I ragazzi coinvolti nel progetto, intanto, non nascondono tutta la loro frustrazione: «Cosa faremo se il progetto dovesse davvero chiudere?», si chiede Angela, nigeriana; «Dove andrò senza documenti, in mezzo ad una strada? Non so come fare, se chiude il progetto per me è la fine. Non è colpa mia se non ho ancora i documenti, ma delle istituzioni italiane». LA STORIA Una donna che non trova pace È nata a Gerusalemme, quando quella terra era patria del popolo palestinese. Le guerre hanno costretto la sua famiglia alla fuga e Lei, quasi bambina, ha girovagato tra la Giordania, il Libano, l Egitto, approdando poi in Iraq. La guerra l ha inseguita ancora. I poteri si fanno guerra e gli innocenti pagano, e anche Lei, cieca, è stata costretta a lasciare l Iraq. Bloccata al confine siriano per anni è stata accampata nel deserto di Al Tamp, in una tendopoli, dove d estate il calore tocca punte oltre i cinquanta gradi e d inverno l acqua entra nelle tende. In seguito a un accordo tra gli stati di Europa, Canada e Australia, s è deciso di svuotare il campo. Un aereo l ha prelevata per portarla in Italia. Un gesto umanitario di alto valore simbolico. Tuttavia mentre in Svezia, in Canada, in Norvegia, esiste uno stato sociale che protegge i deboli, in Italia si rimuove il problema e questa donna cieca non ha alcun tipo di assistenza. Per la burocrazia italiana semplicemente non esiste. Oggi è a Caulonia, ospite dell accoglienza locale, ma senza alcuna certezza per l avvenire. So che ogni anno decine di scuole vengono portate a visitare i campi di concentramento dove i nazisti hanno sterminato gli ebrei, insieme agli zingari, ai comunisti, agli omosessuali, agli anarchici. Considero positivo e giusto questo ricordo. Per non dimenticare! Non dimentichiamo però neanche le vittime di oggi. Le rughe sul volto, le mani tese alla ricerca di aiuto, sono simbolo non solo della Palestina ma di interi popoli di disperati. Andare ad Auschwitz o a Dachau è importante, ma la giusta commozione per le vittime di ieri non ci faccia dimenticare le vittime di oggi. DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 09

10 Parlando di Non abbandoniamoli sulla strada... statale 106! Parte la campagna di sensibilizzazione promossa dall Amministrazione provinciale contro l abbandono degli animali domestici e, in tutti i Comuni della provincia reggina, sarà affisso il manifesto riprodotto sulla destra. «I dati - dichiara il presidente Raffa - si attestano su circa 65 mila cani abbandonati». Più un assessore, aggiungiamo noi. Ma cosa avrà fatto il politico della Locride per essere lasciato al guardrail della Statale 106? Abbandoni estivi e ri-adozioni invernali? Vedremo. ATTUALITÀ Crescere per il Sud, legalmente A COLLOQUIO * Raffaela Milano, Responsabile del progetto Italia-Europa di Save the Children DANIELE MANGIOLA IL PROGRAMMA Lunedì 9 e Martedì 10 Luglio si è tenuto a Locri, nei locali di palazzo Nieddu del Rio, il seminario interregionale di studio Criminalità minorile e meccanismi di affiliazione dei minori alle mafie. L evento è stato organizzato da Save the Children, Fondazione con il Sud e Libera e gestito dall associazione Civitas Soli. Il seminario su un tema così caldo si inserisce all interno di un più ampio progetto, Crescere al Sud il cui obiettivo è porre l attenzione sulla condizione dei minori nel sud d Italia. Hanno dato inizio ai lavori le esposizioni sulla situazione della criminalità minorile nel Mezzogiorno e dei meccanismi di affiliazione: La criminalità minorile nel Mezzogiorno: le dimensioni del fenomeno, i ruoli e le attività criminali svolte dai minori e i legami con la criminalità organizzata (Giuseppa Maria Garreffa - Direttrice dell Ufficio Servizio Sociali per Minorenni di Reggio Calabria); Le mafie come agenzie Come e quando nasce la collaborazione con la Fondazione Con il Sud? E cosa si aspetta Save the Children da tutto ciò? Nello scorso autunno abbiamo proposto alla Fondazione Con il Sud una giornata dedicata al problema della situazione minorile nel Mezzogiorno d Italia. Lì è nato il progetto Crescere per il Sud. La sfida è di riuscire a cambiare la vita di questi minori, a migliorarla. La situazione attuale è quella di un enorme svantaggio iniziale rispetto ai coetanei del Centro-Nord dovuto alla carenza dei servizi offerti dalla comunità. Scarsità di servizi che diventa mancanza di opportunità di crescita, di formazione, di sperimentare le proprie potenzialità. Si è parlato di comunità educante, cos è? Il ruolo educativo non può essere esclusivamente affidato alle famiglie e alla scuola. È tutta la comunità a dover contribuire attraverso l offerta di esperienze formative. Abbiamo l idea di opporre una comunità ad alta densità educativa proprio nelle aree ad alta densità criminale. Questi obiettivi ci siamo posti a partire dalla Conferenza di Napoli del Settembre C è molto lavoro da fare. L offertà educativa è debole nel Sud d Italia. Le opportunità formative extrascolastiche e le attività pomeridiane sono minori rispetto ad altre regioni d Italia, dove, ad esempio, le scuole che offrono attività extracurriculari sono molte di più. Dare occasioni positive, ad alto impatto educante, ai giovani a rischio devianza è uno dei nostri obiettivi. È proprio lì dove mancano queste opportunità che il disagio e la devianza si sviluppano. La questione del disagio minorile nel Sud è una pesante ipoteca sul futuro... Certo. Danneggia il presente della vita del minore che non ha la possibilità di fare esperienze positive e danneggia il futuro di giovani vite che non hanno avuto l opportunità di sperimentare le proprie potenzialità e di prendere fiducia nelle proprie capacità. Che sensazioni si porta a casa da questi due giorni? Sono importanti questi momenti di confronto. C è ora la responsabilità di onorare gli impegni che abbiamo preso, gli obiettivi che ci siamo dati. Sarà importante fare fronte comune, unire le forze. Ma c è ottimismo, anche, nel vedere negli stessi giovani una forte consapevolezza delle sfide che li riguardano direttamente. La loro voglia di lottare per il proprio futuro e per quello dei propri coetanei. di sviluppo della leadership negativa tra i minori: meccanismi utilizzati, modalità di affiliazione, impatto emozionale e psicologico sui minori, (Mario Schermi - Istituto Centrale di Formazione, Dipartimento della Giustizia Minorile, Ministero della Giustizia; professore a contratto di Psicologia dell educazione e Sociologia della devianza e del mutamento presso l Università di Messina). Sono seguiti due seminari paralleli tenuti da Francesco Mollace (Locri - Civitas Solis) e Francesco Rigitano (Gioiosa J. - Libera). Un confronto importante tra le diverse realtà locali che soffrono del solito male del Meridione, la difficoltà di riuscire a individuare percorsi comuni e a fare rete. In chiusura dei due giorni sono intervenuti i rappresentanti istituzionali del Comune di Locri e di Lamezia e il presidente di Fondazione con il Sud, Carlo Borgomeo. criminalità QUOTIDIANA Siderno. Prima la guida avventata, poi il grave incidente sul Corso. Siderno. La Villa Comunale, ormai invitante meta di atti vandalici. Siderno. Son pugni veri! Col caldo africano riprendono le risse doc. DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 10

11 DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 11

12 ATTUALITÀ DESTITUZIONI Troppa Locride, via Calabrese FRANCO CRINÒ ESSENZIALE La politica non ha aperto sedi di discussione e non ha protagonisti; anzi ne ha solo qualcuno e se Calabrese può essere annoverato tra questi, ecco che gli arriva il benservito. RIFESSIONI ECONOMICHE Giovanni Calabrese va via (forse) dalla giunta provinciale. Riteniamo che non ci sia un ragionamento politico alla base di questa novità, la verifica, cioè, dei risultati sul territorio delle deleghe affidate alla sua gestione. No, finisce fuori, sembra per altre logiche, all improvviso (almeno per noi), come quando ce lo eravamo ritrovati assessore di Raffa per la Lista Scopelliti. Non avremmo dato, allora, un giudizio sulla persona, se ce ne fosse stata data la possibilità, ma avremmo posto la domanda, a lui e agli altri dirigenti, se con la sua nomina volesse giovarsi del confronto con realtà politiche del suo schieramento che avevano dimostrato grande valenza politica. Abbiamo rimproverato alcune cose a Giovanni Calabrese: non aver evitato la divisione del centro-destra a Locri, teorizzando che i partiti grandi (all epoca) lo potevano fare e votandosi così alla sconfitta, la controversa prova offerta nella legislatura precedente, l assenza di un filo conduttore, almeno nelle analisi, rispetto alle elezioni provinciali che si svolgevano con quelle comunali. C'è da aggiungere il dissenso anche su di una questione già accennata, la sua rinuncia, cioè, ad occuparsi, oltre che dell istituzione, dell organizzazione della politica. «Il gobbo a stare curvo si prende la piega» è il detto che mi sono ricordato, per non usare quello più comune che anche Calabrese usa, parlando di «servo sciocco, come qualcuno lo voleva». Nel nostro caso non siamo incorsi in questi pericoli perché ci siamo ogni volta impegnati a trasmettere direttamente a Scopelliti messaggi utili e veri. Al Presidente della Regione abbiamo ricordato i fatti che si sono incaricati di dimostrare che il neosindaco di Rizziconi Di Giorgio - fermiamoci a questo - avrebbe fatto un figurone come candidato al collegio provinciale e che, ad esempio, sulla sanità, alcuni pezzi di burocrazia stanno creando problemi. Detto questo, non c è dubbio che Calabrese abbia competenza, sia presente sul territorio, abbia dimostrato di voler approfondire alcune problematiche. Lui può stare in giunta con merito. La politica come servizio: se Calabrese cade perché non gli è permesso di interpretarla così non si scrive una bella pagina. In ogni caso, può aiutarci a recuperare un elemento della politica, la tranquillità che i politici in campo - questo vale per chiunque - siano agibili. L affermazione di Calabrese che al suo incarico attenti «qualche consigliere impresentabile» ci preoccupa. Alla conferenza stampa che ha annunciato, gli chiederanno di spiegare questa frase. Le risposte dovranno essere argomentate. Lui anticipa di averle, se proprio una cosa deve riconoscere - aggiungiamo noi - è il fatto che chi lo vuole licenziare lo fa allo scoperto, senza usare le solite teste di ariete che non aspettano altro che l ordine di impattare, perché è così che dimostrano che non sono rotte. Dopo di che, bisogna pretendere che si metta un punto. Si metta un punto, perché con la politica già sotto torchio non c è necessità di dare una stretta in più. Non ho mai condiviso in quest anno gli affondi, i moniti, i penultimatum scagliati da chi vi si dedica e si consuma, peraltro con scarsi risultati e senza l onore di avere repliche. Roba buona per quei giornali che vogliono alimentare polemiche. Se Calabrese avrà più tempo a disposizione, perché sgravato dall incarico di assessore, anche per tenersi lontano dalla categoria delle offese, potrà dedicarsi ancora alle questioni della politica e al territorio. Da noi, c è il problema degli operai forestali, della ristrutturazione dell ospedale di Locri e dell affluenza al Pronto Soccorso, del turismo che non decolla e degli impianti di depurazione che non funzionano. La riforma dell Afor è stata iscritta all ordine del giorno del Consiglio Regionale, sull ospedale di Locri il confronto prosegue, i depuratori consortili di Siderno e di Bianco sono stati rifinanziati dalla Regione. C'è materia della quale occuparsi, quindi, per intervenirvi in positivo o per contestare; la materia più difficile da lavorare è quella che riguarda tanti disoccupati e l assenza di prospettive per i giovani, che non suscita un dibattito. La Locride deve uscire dalla marginalità e dal silenzio. La politica non ha aperto sedi di discussione e non ha protagonisti; anzi ne ha solo qualcuno e se Calabrese può essere annoverato tra questi, ecco che gli arriva il benservito. La zona diventa ancora più debole. Neppure in questo passaggio di grande impopolarità della politica, ci accodiamo a quelli che la bocciano in toto. Lavoriamo per recuperare la politica, anche perché nei periodi di crisi e di mancanza di confronto aumenta la possibilità di fornire spazio sui giornali ai fotoromanzi fatti di polemiche personali e di ingiurie. Su un settimanale vedo scritto una cosa significativa: Pier Paolo Pasolini faceva guerra con tanti, anche con la Tv di Stato, ma quando gli capitava di andarci, usava un linguaggio che non perdeva mai eleganza. Cos è rapinare una banca a paragone di fondare una banca? ILARIO AMMENDOLIA Ogni mattina una cinquantina di sportelli bancari aprono in tutta la Locride. Ogni mattina acquisiscono denaro fresco gratuitamente. Ogni mattina le banche centrali comprano denaro a bassissimo costo. Nessuna di queste banche finanzia lo sviluppo della Locride. Nessuno di questi sportelli rischia un solo euro. Si dice che Cosimo dei Medici, signore di Firenze, abbia fatto la fortuna della propria famiglia prestando fiorini a tassi altissimi, tuttavia finanziava i mercanti, gli artigiani, gli imprenditori fiorentini, coniugando il suo interesse a quello della città.oggi le banche sono solo speculazione finanziaria, mercanti di una merce, il denaro, che non ha un valore in sé, ma solo come riflesso di una economia reale. Le banche hanno scisso il rapporto tra economia e valore del denaro così, soprattutto in un economia gracile come la nostra, operano come avamposti di oscure centrali che rastrellando le poche risorse nella nostra zona, realizzano un drenaggio di ricchezza per uno sviluppo estraneo alla nostra terra... Io non so quanto denaro passa per le banche della Locride. So che è molto, in un anno certamente più di un miliardo di euro. Una cifra imponente che, saggiamente impiegata, avrebbe potuto essere utilizzata per lo sviluppo, invece è solo speculazione. Questi istituti non andrebbero protetti ma radicalmente cambiati altrimenti non si può che concordare con le parole di Brecht «cos è rapinare una banca a paragone di fondare una banca?» DOMENICA 15 LUGLIO 2011 LA RIVIERA 12

13 DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 13

14 Parlando di... Locride I NOSTRI SERVIZI Incidenti e morte. Ma sulla SS106 oggi la storia è diversa ANTONELLA ITALIANO Con la testa appoggiata al finestrino ascoltavo i racconti della mia amica. Era stato un bel sabato sera; di quei sabati d estate trascorsi a piedi nudi sulla sabbia, tra sdraio ed ombrelloni di paglia, e musica ad alto volume. Ero quasi a casa, ormai, quando un colpo improvviso mi schiacciò allo sportello. L auto si alzò su un fianco, fu trascinata per qualche metro lungo la strada, poi il testacoda e l impatto violento contro i pali. La vita e la morte si incrociarono, nello stretto abitacolo, in un tempo che, io e la mia amica, percepimmo lunghissimo. Pochi istanti, invece, per chi assistette dall esterno. Tanti giovani ci hanno rimesso la vita, in incidenti come questo. Così, all improvviso, e senza sconti. Le battaglie de la Riviera sulla sicurezza stradale, e sulle infrastrutture ad essa legate, sono ormai cosa assodata. Meno assodati i risultati, ma questi non dipendono da noi; dalla sensibilità dei lettori e degli organi competenti, piuttosto. E, insieme a loro, oggi abbiamo vinto. Ricordate quei due ponti cruciali che segnavano la Strada Statale 106? Furono due nostre copertine, furono articoli, furono proteste. Uno è il ponte sul Torbido, che collega Siderno a Gioiosa Marina, l altro è il ponte sull Isola, che collega Bianco ad Africo. Quest ultimo fu descritto, da un nostro giornalista, come un cunicolo d asfalto stretto fra due muretti, al centro di due dossi ravvicinati, privi di visibilità. Lì morirono sei persone e anche il sindaco Scordino ne prese atto scrivendo: «Rieletto Sindaco nel marzo del 2010, uno dei miei primi impegni è stato quello di prendere contatto con l Anas sia di Catanzaro, dove mi hanno rappresentato le solite difficoltà finanziarie, che di Reggio, dove mi è stato assicurato che l intervento sul ponte dell Isola, in quanto punto nero tra i più pericolosi di tutta la provincia, sarebbe stato messo in agenda. Anche per il tramite ESSENZIALE Il Ponte dell Isola, che collega Bianco ad Africo Nuovo, splende oggi di segnalatori e bande sonore. Uno a zero contro la morte. delle pagine de la Riviera, che ha meritatamente riproposto all opinione pubblica della Locride il problema del ponte dell Isola, l Amministrazione comunale di Bianco rivolge all Anas una pressante sollecitazione a realizzare nel più breve tempo possibile, come da impegno assunto e prima che si verifichi qualche altra tragedia, l intervento da essa stessa programmato». Interventi realizzati, come promesso, e prontamente documentati. Speriamo di poter dire presto lo stesso del ponte sul Torbido di Gioiosa. Aspettiamo e, intanto, vi facciamo sorridere (ci auguriamo) con una riflessione stradale : se il tempo di un incidente è così relativo, lo spazio lo è ancora di più. Pensateci. Avete mai guidato con accanto la persona amata? All inizio si è un unica cosa, persino in auto; mano nella mano e corpi stretti tra posto guida e cambio marce. Dopo qualche anno, le stesse distanze fisiche, divengono incolmabili distanze mentali: la testa appoggiata sul finestrino, lei; il gomito fuori dall altra parte ed una mano sullo sterzo, lui. Ma, sempre restando fermi al posto guida, si può viaggiare per migliaia di chilometri, o vincere un mondiale, guardare un film, andare al Mac Donald s. O fare un bimbo, a volte capita. E si può morire, questo non scordiamolo mai. la Riviera dell 8 Febbraio La pagina 3 mise a nudo lo scempio del Ponte Torbido, sede di tante proteste. Fu un errore ridurre l ampiezza delle carreggiate per realizzare la pista ciclabile. La copertina che il 6 Gennaio 2012 la Riviera dedicò al Ponte sull Isola, al km 77 della SS 106. La risposta e l impegno del sindaco Scordino, di Bianco, arrivò sul numero successivo. SIDERNO: Tutto pronto per Insieme si può, lo spettacolo che si terrà il 19 luglio allo stadio Raciti Da Roccella a Siderno Insieme si può arrivare all XI edizione comicità, un modo per legare i ragazzi alle nitore fu Max Laudadio, con noi già dal della manifestazione roccellese ed essere istituzioni. Meno presenti le istituzioni, Regione e sempre divertenti ed efficaci. Anzi, di anno Un appuntamento ormai noto, di cui ci parla Comune di Roccella in particolare, tanto da in anno si può fare sempre meglio. Sarà che proprio il presidente, Francesco Ciccio costringere, noi organizzatori, a spostare l evento a Siderno. Un sostegno che l appuntamento, che si è tenuto a lungo nella Minici: «Fin dal 2001, anno di esordio della Locride, è cresciuto nel tempo. E quello slogan, pensato istintivamente dagli studenti del dei comici di Zelig, che vennero, e continua- su altre iniziative sociali della Siulp. Come la manifestazione, ebbi l adesione e il sostegno l Amministrazione Certomà ha negato anche liceo artistico di Siderno, è divenuto un ambito appuntamento comico-culturale. Riuscimmo a coinvolgere, nelle manifestaziorali. Un sorta di oratorio per adulti. La piccorono a farlo negli anni, a titolo gratuito. richiesta di un luogo adatto alle attività cultu- Divertente, certo, pur nascendo dall esigenza ni successive, anche i comici di Colorado Cafè la stanza che ci fu offerta certo non poteva di avere un momento di comunicazione con i che, come gli altri, sposarono la causa sociale bastare». Insieme si può raccogliere tutto e giovani. Non noiosi convegni ma gioia, sorrisi, del nostro appuntamento. Altro illustre soste- trasferirsi a Siderno, dunque. E, mentre una DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 14

15 la Riviera CARAFFA/ CUORE DI MAMMA Le lacrime rosse di Gesù Bambino e le infinite tesi cittadina si morde le mani, l altra sorride soddisfatta in attesa di ridere di gusto il 19 luglio allo stadio comunale F. Raciti. Conclude il presidente Minici: «Un ringraziamento speciale va fatto a Franco Caracciolo, segretario generale provinciale Siulp (Sindacato della Polizia di stato); perché la Siulp voleva raggiungere il cuore della gente e ci è riuscita; perché arrivò nelle nostre terre, in realtà, ancor prima che nascessero i ragazzi di Locri o comitati affini. Quest anno, grazie all interessamento del commissario prefettizio Luca Rotondi, stanziato a Siderno, e all Amministrazione della città, abbiamo tenuto fede all impegno preso nel E ci saremo, ancora una volta. Grazie anche al sostegno della Provincia, del suo presidente Raffa e del vicepresidente Verduci». Ringraziamo anche noi la Provincia, la città di Siderno, e la Siulp. Perché solo insieme si può cambiare la nostra Calabria. Sotto a chi manca! A.I. DOMENICO STRANIERI Mentre scrivo, ancora non si sanno i risultati delle analisi del liquido inviato, giorno 6 Luglio, al Ris di Messina. Forse anche per questo le tesi riguardanti le lacrime del Gesù Bambino de la Madonna della Tenerezza, a Caraffa del Bianco, hanno superato di numero le 95 affisse da Martin Lutero sul portone della Chiesa di Wittenberg, il 31 ottobre del Le ultime convinzioni, addirittura, tendono a smentire l esito delle analisi (ancora sconosciuto) e presumono che sicuramente non sarà detta la verità. Nel frattempo, sempre per quanto concerne il riscontro del Ris, ogni giorno riceviamo la stessa risposta: forse domani!. Può darsi che perfino la lunga attesa snaturi il senso delle cose ma, accanto ai credenti che non hanno dubbi, ci sono non solo i seguaci di Odifreddi (ovvero gli impertinenti neo-illuministi che se la ridono della fede altrui) ma anche i paladini di un particolare empiriocriticismo: ovvero coloro che contestano le analisi prima di conoscere il risultato. Intanto la Madonna con il suo volto rassicurante è sempre foto NOTIZIA Bova. Partirà lunedì 16 luglio il nuovo servizio informazioni turistiche predisposto dall Amministrazione Comunale di Bova con l Associazione Turistica Pro Loco in collaborazione con Falzea Editore. L iniziativa garantirà l apertura nelle ore pomeridiane (giorni feriali dalle 15:00 alle 20:00, giorni festivi dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 20:00) dell infopoint comunale, integrando il servizio già esistente e attivo dal lunedì al venerdì. lì ferma; un colore rosso scuro riga tuttora il volto del Gesù Bambino e la gente sosta proprio nel punto ove la vallata appare più suggestiva. Si è pure ipotizzata una reazione chimica dovuta al caldo, poiché la scultura è stata inaugurata soltanto a dicembre ed il sole colpisce per tutto il pomeriggio unicamente la guancia lacrimante. Ma guai a dire simili eresie. Qualcuno potrebbe arrabbiarsi. E visto che non si scherza con i santi, A Caraffa del Bianco si attende l esito delle analisi dei Ris. La scienza darà la risposta definitiva, ma già qualcuno prende le distanze. E se le lacrime fossero reali? diciamo che è più consigliabile riflettere tacendo, invece di dire stupidaggini. Sempre tra i fedeli, ci sono pareri diversi anche riguardo l accezione del pianto. Per alcuni è un avviso negativo (terremoti, disgrazie ecc..) per altri una fiduciosa previsione (le lacrime sono il segno più vivo della presenza celeste). E se si è arrivati a riconoscere in tutto questo finanche un senso politico, i giovani, invece, si radunano ogni sera sotto la statua vivendo quasi con silenzioso rispetto IN BREVE quello che, per un piccolo paese, rappresenta la variante di un tempo sempre uguale. Sicuramente, qualche giornale ha esagerato, nelle ventiquattrore seguenti l episodio, scrivendo che la gente grida al miracolo. In generale, all inizio, non c è stato un vero e proprio moto d animo collettivo e tutti hanno reagito con compostezza. Ora, quando si incontra qualcuno in giro, la domanda è sempre la stessa: tu chi dici pà Madonna?. Ci fosse un Blaise Pascal avrebbe senz altro scommesso che quello di Caraffa è un pianto soprannaturale. Tanto - avrebbe motivato in questa, come nella scommessa sull esistenza di Dio, se si vince si vince tutto, se si perde non si perde niente. Ma le lacrime del 2012 sono un problema molto più antico, ed il thauma (la meraviglia di fronte all imprevedibile) che ancora pervade gli occhi degli uomini ci impedirà, anche dopo l esito delle analisi, di percepire allo stesso modo una casualità o un fiato divino. E forse il bello è proprio questo! Carabetta al Corecom, l ha deciso il Consiglio regionale Il professore Carmelo Carabetta è stato nominato componente del Corecom e andrà a sostituire il dott. Paolo Posteraro. Alla nomina del professore di Sociologia ha proceduto, con delega del Consiglio regionale, il presidente Francesco Tallarico. IL DITO NELL OCCHIO Rinviati a Casignana RODERIGO DI CASTIGLIA Scomodo, e me ne vergogno, il Vangelo ove si legge: è più facile che un cammello passi per la cruna d un ago che non un ricco per la porta dei Cieli. Anche se non è questione di ricchi, la stessa difficoltà, anzi impossibilità, ce l hanno i trascinati dinnanzi al Giudice per le indagini preliminari. Non c è scampo. La regola, quasi senza eccezione, è che vengono sistematicamente rinviati a giudizio. Così è accaduto al dr. Pietro Crinò, sindaco esemplare del comune di Casignana, che il Gup Francesco Petrone, in partenza per la Procura di Catanzaro, ha rinviato a giudizio per i fatti connessi alla discarica, che pure tanto bene ha portato anche al comune di Reggio. E non solo. Un rinvio a giudizio, per paradossale che possa apparire, è una sospensione di giudizio. E, fuori da ogni nebbia forcaiola, non è una sentenza di condanna. Anche se questo fanno apparire certi quotidiani dove è di moda, con grave ritorno al Medioevo, dare la parola non all accusato, ma all accusatore, prelevandola come la voce della verità. Dove c è fumo, c è arrosto, insistevano i tribunali ecclesiastici dell Inquisizione. Insomma, se sei sospettato, di qualche cosa devi pur essere responsabile. E di che cosa il dr. Pietro Crinò? Di avere realizzato un ingiusto profitto attraverso la gestione irregolare della discarica. In che cosa cosa consista l ingiusto profitto noi non siamo riusciti a capire. Gli inquirenti, che lo hanno scovato, dovrebbero spiegarci che razza d ingiusto profitto è quello che porta in cassa qualcosa come 150 euro. E si rischiano condanna e galera per un così miserabile risparmio? Ma no! C è qualcosa di più grave: un filmato documenta - e qui Pietro Crinò non c entra - che il percolato della discarica veniva riversato nel torrente Rambotta. E, invece, non di percolato si tratta, ma di acqua. Ma no! C è qualcosa di più grave. La salute dei cittadini è minacciata, e però a Casignana c è gente che muore a cento anni. Curioso, davvero curioso. Mentre il Gup rinvia a giudizio il dr. Pietro Crinò, il Commissario per l Ambiente dr. Speranza ordina il dissequestro della discarica, che torna in funzione. DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 15

16 DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 16

17 DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 17

18 L INCONTRO TABULARASA: un primo passo per reagire all atrofia e agli sbagli del passato Africo è la frontiera Non è più un posto di frontiera ma l avamposto di una nuova idea della Calabria. Di una regione che non vuole più chiedere, piangersi addosso, imputare ad altri responsabilità. Una Calabria che fa, che vuol fare, che ridà voce alla gente e la invita a responsabilizzarsi. Una terra che si mette in gioco che mette in campo idee e progetti e che non ha bisogno di maestrini ma di soldati disposti a combattere per se stessi. È finito il tempo delle elemosine delle richieste parassitarie ed è giunto quello dell impegno che grava su tutti al di là dei ruoli. Tutti sono chiamati a darsi da fare per uscire dall angolo in cui colpevolmente ci si è fatti rinchiudere. Strill.it, Giusva Branca, Raffaele Mortelliti, la Riviera hanno un grande merito perché anche se non vorremmo dirlo non è normale che i dibattiti partano anche da Africo. Vorremmo che lo fosse ma non lo è nei fatti. Obiettivamente, Africo, la Locride, la Calabria, negli ultimi decenni hanno prodotto l orrido e nascondere questo sarebbe un torto che facciamo a noi stessi. Uno stereotipo al contrario. La Calabria non è il male assoluto che i media mostrano, ma non è neanche la cartolina che alcuni vorrebbero spedire. Tra i tanti torti esterni fatti alla nostra terra ci sono quelli più gravi fatti da noi. Noi abbiamo riempito di cemento le coste, di rifiuti le fiumare, abbandonato le montagne. Noi abbiamo acconsentito agli scempi passati a Saline e noi stiamo per aderire a quelli futuri. Noi eleggiamo i mediocri e non difendiamo i migliori. Noi ci siamo involuti e non ci saranno cristi che ESSENZIALE La Calabria non è il male assoluto che i media ci mostrano, ma non è neanche la cartolina che alcuni vorrebbero spedire. Tra i tanti torti esterni fatti alla nostra terra ci sono quelli più gravi fatti da noi. scenderanno dalle croci per noi, perché ne abbiamo crocifissi fin troppi ed è ora che in trincea scenda la gente. La rivoluzione prima che fisica la dobbiamo impiantare in cervelli che rischiano l atrofia e Africo al momento rappresenta una frontiera positiva, un mondo che si apre agli altri e che porta il mondo in casa propria. E quello che si è detto sul palco eretto da Tabularasa è relativo, la cosa rivoluzionaria è che Branca, Mortelliti, Munzi, Gangemi, Criaco l abbiano detto da Africo. E che nella platea ci fosse gente che arrivava da tutti i paesi della costa ionica, da Reggio a Monasterace. Un pubblico che rappresentava un popolo di viaggiatori solitari con in testa una idea di cambiamento e auto responsabilizzazione che li accomunava. E la serata di Africo ha costituito un punto d incontro, un seme piantato che andrà coltivato con cura nella speranza di vedersi crescere sotto un albero dalle radici solide in grado di produrre rami e foglie buone per nutrire un corpo condiviso. No, anche se vorremmo che lo fosse, l incontro di Africo non era un fatto normale. Lottare perché lo diventi sarà la sfida. GIOACCHINO GLIGORA TENORE SARÀ GIOACCHINO CRIACO L impianto fonico non regge, il microfono rischia di esplodere sotto i colpi di una voce che esce da un cannone. Il tecnico del suono corre ai ripari, alza le difese alla prima pausa e l impianto si salva, anche perché Gioacchino Gligora ne ha pietà. E io non sono un critico musicale, non possiedo le conoscenze tecniche e in fatto di musica vado a orecchio secondo i miei gusti. Capisco però, senza presunzione, di uomini e che quel ragazzo salito sul palco sia un campione lo intuisco subito. Ha la calma, la forza, la sicurezza di chi ha la padronanza dei suoi mezzi. E lui è padrone di una voce da tenore, la tratta come un fluido e la modella a suo piacimento. Non scrivo di musica, non è il mio campo. Parlo, in genere, di uomini e sentimenti. Questo ragazzo sono venuto a vederlo come ho fatto per tanti altri, impegnati in campi diversi. Ne osservo tanti di ragazzi locridei, lo faccio con la speranza che abbiano qualità in grado di portarli da qualche parte a scegliersi un futuro in contraddizione con quello nero della maggior parte di loro. Quasi sempre incappo in delusioni cocenti che rimuovo in fretta per tornare a cercare. Venerdì sera, sul palco allestito da Strill per Tabularasa nello splendido salotto di piazza Italia a Reggio, ho capito subito che ci sarebbe stata emozione. Ho atteso la fine del dialogo fra Mortelliti, Branca e il procuratore Gratteri. Ho visto il pubblico, venuto a sentire il giudice, andar via. Mi sono appropriato di una sedia. Ho osservato il giovane tenore calcare il palco con tranquillità, fare una carezza rassicurante alla giovane e splendida pianista e ho capito immediatamente che quello era un campione. Le sedie intorno a me, orfane dei fan del procuratore, sono tornate a esser piene. Un ora intensa, emozionante, scan- DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 18

19 i PROTAGONISTI Calabresi, very normal people JIM BRUZZESE R oma è caotica, Il nuoto è lo sport più completo, i calabresi sono normali, si piangono addosso, non guardano al futuro, ma sono normali. Luoghi comuni. Tabularasa. Strill.it. Mercoledì dopo le 21.30, Africo Nuovo: produzione locale d insolazioni. Calabresi, very normal people? Strade, sanità, scuole sub normali. Trasporti come lo Sri Lanka. Very normal people? Imprese senza pianificazioni finanziarie e progettazione, senza motivatori del personale. Very normal people? Nessuna attrazione di capitale. dita da applausi e sussurri di approvazione. Le arie cantate dal tenore Gligora si sono librate leggere e pesantissime nel cielo sopra la piazza. Il tenore ha chiuso la serata, ha ringraziato la pianista Samantha Valastro, ha stretto tra le mani lo spartito e lo ha sollevato in alto. La musica è legalità ha detto con dolcezza. Ho goduto con intensità i complimenti del pubblico, stretti intorno al tenore. Ho visto la tenerezza di un padre che da lontano si cullava con gli occhi una speranza e ho pensato che se i padri della nostra terra difendessero allo stesso modo le speranze dei propri figli staremmo tutti meglio e non avremmo bisogno di issare sui palchi eroi che ci difendano. In alto porteremmo musica e sentimenti e non avremmo fretta di scappar via quando la passione e il riscatto ci passano davanti e noi non riusciamo a vederli. Sono andato via felice, ho sentito i commenti. Qualcuno, non sapendo, del tenore ha storpiato il nome che è diventato Gligorà. Sarà di buon auspicio mi son detto, perché Gioacchino tenore sarà. Very normal people? Un investimento andato a buon fine è riciclaggio. Very! Andato a male, pizzo. Normal! In quanto al popolo? Quello di Africo e dell intera provincia ha risposto sì alla serata organizzata alla grande da Giusva Branca e Raffaele Mortelliti. Loro due, direttore responsabile ed editoriale di Strill.it sono veramente tra i pochi professionisti del nostro territorio. Parlano i dati analitici. Ma anche a Panama quando si andava ai cocktail con la pistola c era qualcuno che aveva fiducia in se stesso, che andava oltre e scopriva nuove frontiere. Ma se vogliano dire le cose veramente come stanno, allora dobbiamo ammettere che il culo, che geograficamente coincide spesso con i sud del mondo, non ha gli occhi azzurri. Il culo è culo con tutti i suoi pregi e i difetti. Non è una questione morale o meredionale, ma semplicemente fisica. Questo lo sa bene anche Oliviero Bea che nella premessa al monologo viaggiare ha definito gli africoti africesi. Lo hanno applaudito soprattutto quest ultimi. Io stavo dall altra parte, con gli africoti a gustare una salsiccia ritenuta qualunquemente la più buona del mondo. Mi calavano le lacrime dalla gioia.anche questo fa un po Romagna LE DATE REGGINE Torre Nervi Mercoledì 18Luglio incontro con Vincenzo Filardo, Antonino Vietta, Massimo dìdi Gangi e a seguire il monologo Quel meraviglioso sistema dei trasporti nel Sud d Italia di Pino Caruso Arena dello Stretto Venerdì 20 Luglio concerto Noche gitana fista flamenca Torre Nervi 21 Luglio onne di frontieraincontro con Valeria Palumbo, Paola Emilia Cicerone, Sylvie Coyaud, Manuela Iatì. OLIVIERO BEHA Giornalista, conduttore radiofonico e scrittore. Ha collaborato con le maggiori testate nazionali. Dal 2005 è il commentatore politico e di costume de l Unità. MIMMO GANGEMI Ingegnere e scrittore. Ha pubblicato con Einaudi il suo ultimo libro La signora di Ellis Isalnad. GIOACCHINO CRIACO Avvocato e scrittore. Ha pubblicato con la Rubbettino la trilogia di romanzi sulla ndrangheta: Anime Nere, Zefira e American Taste. FRANCESCO MUNZI Regista, diplomato nel 1998 al Centro Sperimentale di Cinematografia. Sta lavorando ad un film girato in Aspromonte. DOMENICO VERSACE Sindaco di Africo per la seconda volte, dopo la vittoria alle recenti elezioni di maggio. LEONARDO METALLI Inviato speciale nella Redazione Cultura e responsabile della rubrica musicale Tg1Note.Collabora con Raisat e con alcuni dei maggiori settimanali nazionali. DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 19

20 La gerenza Tel 0964/ la Riviera Registrazione Tribunale di Locri (RC) n. 1 del 19/06/1998 R.O.C. n del 02/11/98 Questo periodico è associato all Unione Stampa Periodica Italiana AmministratoreUnico Rosario Vladimir Condarcuri Direttore responsabile PASQUINO CRUPI Direttore Editoriale ERCOLE MACRÌ Coordinatrice di redazione: MARIA ELENA FILIPPONE, In redazione: ANTONELLA ITALIANO, DOMENICO MACRÌ, MARIA GIOVANNA COGLIANDRO, ELEONORA ARAGONA, NINO SIGILLI, ILARIO AMMENDOLIA. Editorialista: GIOACCHINO CRIACO Art Director: PAOLA D ORSA RUBRICHE Ritratti di Diego Cataldo, Brizzolato di Ruggero Brizzi, Loqui e sproloqui di Filomena Cataldo, COLLABORATORI Anna Laura Tringali, Mara Rechichi, Benjamin Boson, Nik Spatari, Angelo Letizia, Marilene Bonavita, Francesca Rappoccio, Mario Labate, Franco Crinò, Isabella Galimi,Maria Teresa D Agostino. Lettere, note e schermaglie L ANGOLO DI PARRELLO di Franco Parrello Il Digitale Terreste E così dopo la crisi sanitaria, la disoccupazione giovanile e altro, è arrivata in Calabria l era del Digitale Terrestre. Tutti pronti a dare consigli sul come vedere la televisione. I Calabresi hanno dunque bisogno del decoder. C è ne sono di tutti i prezzi, a seconda delle possibilità economiche. Arriva a casa il tecnico televisivo : dopo un ora di prove e riscontri, ci consegna due telecomandi (uno per la televisione e l altro per il decoder) che io chiamo due sonniferi. Ci informa che abbiamo la possibilità di vedere più di 99 canali. La sera manovro i due sonniferi ma riesco a vedere ben poco. Cerco l aiuto di qualche familiare, ma nessuno mi da retta, perché ciascuno è alla prese con il proprio televisore alla ricerca dei 99 canali... LOQUI E SPROLOQUI di Filomena Cataldo «Francamente me ne infischio» Parole sante per chi volesse vivere da temerario in questo mondo al vetriolo. Purtroppo per noi, e per molti, non per tutti, accade di rado e più spesso, invece, il contrario. Inalberarsi non paga (oltre che non fa bene) e questo avremmo dovuto impararlo con le passate politiche, le passate culone, i passati culattoni e gli odierni (ma anche passati) imbroglioni. Evidentemente non è stato così se continuiamo a inveire contro l oggi che non ci dà ciò che era sembrato esserci stato promesso ieri. In quest ottica si parla di antipolitica, di sfiducia nella classe dirigenziale, di demotivazione civile, di inappetenza al sociale. E potrei continuare all infinito (aiutandomi anche con un dizionario) mettendo vicino termini relativi al disagio psicomotorio e termini politico-sociali. Questo giochetto linguistico riesce bene proprio perché instabilità psico-fisica e politica, nazionale ed internazionale, sono ormai così simbiotiche da camminare parallele sul filo sottile del paradosso. Ciò che ci raccontano i nostri, i loro, i di tutti politici è un gran sinfonico chicchirichì; suoni da somministrare con cautela onde scongiurare ipoacusie gravi, gravissime. Di cui, badate bene, una fetta non indifferente di popolazione inizia ad accusare, lasciando liberi di i nostri benemeriti galli da cortile. Quelli di ieri e quelli di oggi ( un po meno colpevoli). Un altra fetta, invece, si inalbera. Trattasi, forse, di chi non arriva a fine mese, di chi ha perso il lavoro o non vedrà rinnovato il proprio incarico, di chi non può pagare il mutuo e vede la propria casa tornare alle banche o di chi ha troppe IMU sulle spalle o piccole spalle per reggere l IMU, di chi decide di farla finita e finisce con sé anche gli altri, di chi non può permettersi degli esami medici per un ticket troppo salato ed il sale gli ostruisce le vene. Di chi, tantissimi, rimane solo un puntino statistico che, insieme ad altri puntini, dà vita alle casistiche. Di queste sì che francamente se ne infischiano. Loro. Ma loro possono farlo. A noi, diavolo di una coscienza, tocca di ascoltare, ogni giorno, tutta una serie di chicchirichì. Personalmente, vorrei infischiarmene, ma da puntino la vedo dura. Da gallo da cortile avrei potuto osare di più, questo sì. Magari in un altra vita, essendomi ormai chiaro il trucchetto della cresta ( che senza volerlo fa rima con la casta)! RACCONTI DI UN TEMPO LONTANO di Ilario Ammendolia Il fuoco Martedì il mare si presentava pieno di La cosa che mi fa più ceneri e mozziconi neri. Per tutta la notte l incendio è divampato sulle colline e sulle montagne... È uno spettacolo male è l indifferenza pauroso ed orrendo: gli alberi, soprattutto gli ulivi, piangono e si dibattono quando vedono avvicinarsi il fuoco. Nel della gente. È terribile momento in cui vengono aggrediti dalle fiamme diventano torce incandescenti, questa progressiva fanno un giro su se stessi e poi, emettendo un urlo feroce, si abbattono sul terreno. estraneazione a Urlano perché la vita si distrugge, perché, insieme a loro, il fuoco ammazza le quanto ci circonda. Chi farfalle, i ricci, le volpi, gli uccelli, i tassi, le lepri, i cinghiali, i serpenti, i grilli, le non ama la propria cicale. Si asciugano le sorgenti di acqua.. Resta solo rovina e morte. Non c è stato incendio sulle mie colline, terra, non può voler e sulle montagne alla cui opera di spegnimento non abbia partecipato. Ho bene agli altri e quindi portato solo un granello di sabbia ma ci sono stato. Come consigliere comunale, come sindaco, ma soprattutto come neanche a se stesso uomo e come cittadino che ama la propria terra. Dopo cinquanta anni è la L ex primo cittadino Panetta risponde alle accuse, dell attuale sindaco «Il sindaco Luglio parla di debiti inesistenti» «La nostra amministrazione non ha contratto alcun debito, men che meno quello di tre milioni di euro falsamente riportato dall attuale sindaco in carica. Abbiamo lavorato con oculatezza e produttività; ciò ha permesso che non vi fossero buchi in bilancio». Così l ex sindaco di Portigliola Pasquale Panetta, ora consigliere di minoranza, risponde alle accuse mosse dal nuovo primo cittadino, Rocco Luglio, che a mezzo stampa ha parlato di una grave situazione debitoria del comune. «Piuttosto possiamo dire che, sin dalle prime battute, l azione amministrativa di Luglio mostra palese mancanza di saggezza amministrativa e di equità» continua Panetta. «Basti riferirsi all abbonamento, appena sottoscritto con delibera di giunta, con una società di comunicazione per essere informati su bandi e finanziamenti di interesse comunale, il tutto al modico costo di euro annui, quando l amministrazione guidata dal sottoscritto non ha mai avuto bisogno di supporti esterni per portare finanziamenti, ma il tutto veniva curato in prima persona da me e dai consiglieri comunali, insieme al responsabile dell ufficio tecnico, per non gravare sul bilancio comunale e quindi sull intera comunità. Il compito del sindaco e della giunta è quello di andare alla regione Calabria, all amministrazione provinciale, ai vari ministeri e portare a casa i finanziamenti necessari per migliorare l intero territorio comunale. Se questo è l inizio, allora possiamo aspettarci un amministrazione del tutto mancante di oculatezza e, anzi, con una chiara tendenza allo sperpero del bene pubblico». «Invito quindi il sindaco Luglio a non divulgare false notizie sull attività svolta dalla mia amministrazione conclude Panetta -. Faccia il suo lavoro in coerenza e secondo i propri obiettivi; da parte nostra vigileremo nel pieno rispetto del nostro ruolo». Pasquale Panetta prima volta che assisto da lontano e mi sento un disertore. La mia asma, la mia età, la mia salute mi hanno costretto alla resa. Ovviamente la partecipazione fisica è solo una testimonianza, che deve essere accompagnata da proposte che abbiamo avanzato per decine di volte. L ultima volta, qualche mese fa, inserendo nel progetto d urto per la Locride la questione delle terre incolte e mal coltivate. Non è un vanto, ma solo la certificazione di una sconfitta. La cosa che mi fa più male è l indifferenza della gente. È terribile questa progressiva estraneazione a quanto ci circonda. Chi non ama la propria terra, non può voler bene agli altri e quindi neanche a se stesso. Non è un fatto individuale è un percorso politico e culturale che ci ha portato a una progressiva alienazione nei beni di consumo, disacorandoci dal nostro ambiente. Un tempo suonava la campanella del fuoco e come formiche si usciva dalla case. Il fuoco veniva affrontato con determinazione e con coraggio, spesso con mezzi di fortuna, alla fine veniva circondato e vinto. Gli uomini sentivano che tutto ciò che li circondava apparteneva loro. La proprietà era un fatto secondario, la terra veniva vista come comune madre e come tale protetta. La cosa che mi fa ancora più rabbia è che in occasione di competizioni elettorali, anche nel più piccolo comune escono a decine i candidati con la pretesa di fare politica. Cosa è veramente la politica? Può essere solo un raccolto dell altrui lavoro? Può essere solo un inutile e continua ricerca di qualcuno da sacrificare alla propria inettitudine? Può essere un inutile fiume di parole? Questa estate le nostre colline saranno nere. Saremo circondati da meno alberi, da meno verde, vedremo meno uccelli e meno farfalle volare. Qualcuno comprerà la macchina nuova, acquisterà il televisore per vedere paradisi lontani, tanto l inferno è sempre più vicino! CRONACHE DAL NORD di Vincenzo Carrozza Disintegrare il Meridione Lemkin: Genocidio non significa necessariamente la distruzione immediata di una nazione. Esso intende designare un piano coordinato di differenti azioni, miranti a distruggere i fondamenti essenziali della vita dei gruppi nazionali. Obiettivi di un piano siffatto sono la disintegrazione delle istituzioni politiche e sociali, della cultura, della lingua, dei sentimenti nazionali, della religione e della vita economica dei gruppi nazionali. La distruzione della sicurezza personale, della libertà, della salute, della dignità e delle vite degli individui. Non a causa delle loro qualità di individui, ma in quanto membri di quel gruppo nazionale". DOMENICA 15 LUGLIO 2012 LA RIVIERA 20

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Corso Scegli Gesù SG01 Lezione 1 IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Troppo difficile? Antiquato? Solo per persone molto religiose? No! Ti dimostreremo che sono solo pregiudizi. LA NOSTRA GENERAZIONE È INSICURA

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse.

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse. A proposito di tasse: parliamo di evasione fiscale in Italia. Siamo campioni anche in quello. Noi siamo sempre i primi quando si parla di illegalità. Sempre a mia moglie norvegese: quando ho cercato di

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

Vuoi andartene presto? No, voglio avere il tempo di innamorarmi di tutto... E piango perché tutto è così bello e così breve.

Vuoi andartene presto? No, voglio avere il tempo di innamorarmi di tutto... E piango perché tutto è così bello e così breve. Il contrario della solitudine «Vivrò per l amore, il resto dovrà cavarsela da solo» furono le parole di Marina il giorno della sua laurea, l ultima volta in cui la vedemmo. Il contrario della solitudine

Dettagli

I.C. Giovanni Falcone Mappano. Scuola secondaria di primo grado Giovanni Falcone. Classe II A. Prof. Bombonati Massimiliano

I.C. Giovanni Falcone Mappano. Scuola secondaria di primo grado Giovanni Falcone. Classe II A. Prof. Bombonati Massimiliano I.C. Giovanni Falcone Mappano Scuola secondaria di primo grado Giovanni Falcone Classe II A Prof. Bombonati Massimiliano IL MIO FUTURO Il mio futuro lo vorrei così, come il sole che splende e la pioggia

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro PRESEPE Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro Buongiorno, io sono il fiume Giordano, un fiume molto importante perché nelle mie acque è stato battezzato Gesù. Vi racconterò

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

COMUNITA LA CRISALIDE

COMUNITA LA CRISALIDE COMUNITA LA CRISALIDE Via Aquila 144 80143 Napoli Tel. Fax. 081 269834 cell: 335235916 e-mail: ass.margherita@fastwebnet.it sito: www.casafamiglialacrisalide.it LA FALSA DOMANDA Quante volte abbiamo detto,

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2008-2009 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια : 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor!

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015 Canto d'inizio: 1 TERRA TUTTA DÀ LODE A DIO R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! 1. Servite Dio nell allegrezza, 2. Sì, il Signore

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Sfatare il mito del posto fisso

Sfatare il mito del posto fisso Intervista Sfatare il mito del posto fisso Gli obiettivi di Daniele Rossi neo presidente del gruppo giovani imprenditori Contribuire a creare una cultura d impresa per dare ad una regione che ancora vive

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

La scatola dei pensieri sparsi

La scatola dei pensieri sparsi La scatola dei pensieri sparsi In tutte le classi prime di scuola secondaria e, dunque, non solo in quella sperimentale, e stata proposta la creazione de La scatola dei pensieri sparsi(strumento anonimo).

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con LEZIONE 1 ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. (conoscersi) venti giorni fa a

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Tu scendi come la neve per stare con noi e portarci in Cielo!

Tu scendi come la neve per stare con noi e portarci in Cielo! Oh che meraviglia... Tu scendi come la neve per stare con noi e portarci in Cielo! Inserto N. 4 2009 Carissimi bambini, ogni anno vi divertite un mondo a fare il vostro presepe e non vedete l ora di aggiungere

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

INTRODUZIONE "La mia storia 2015",

INTRODUZIONE La mia storia 2015, INTRODUZIONE Questa raccolta scaturisce dalla selezione finale delle opere che hanno partecipato al Premio letterario "La mia storia 2015", alla sua seconda edizione. Ancora una volta, il tema è stato

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE Dalle lunghe meditazioni solitarie di fratel Carlo de Foucauld, ora beatificato dalla Chiesa, era nata l idea della Fraternità. Gesù si era fatto chiamare

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli