LA STAMPA QUOTIDIANO FONDATO NEL Al Salone di Parigi 500X, debutta il crossover Fiat

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA STAMPA QUOTIDIANO FONDATO NEL 1867. Al Salone di Parigi 500X, debutta il crossover Fiat"

Transcript

1 LA STAMPA QUOTIDIANO FONDATO NEL 867 ANNO 8 N. 7,70 IN ITALIA (PREZZI PROMOZIONALI ED ESTERO IN ULTIMA) SPEDIZIONE ABB. POSTALE - D.L. /0 (CONV. IN L. 7/0/0) ART. COMMA, DCB - TO Il comitato ministeriale bis Gli esperti bocciano il metodo Stamina La valutazione sul protocollo Vannoni: «Non ci sono i presupposti per l avvio di una sperimentazione» Paolo RussoAPAGINA0 Al Salone di Parigi 00X, debutta il crossover Fiat Presentato il nuovo modello: un'icona per 00 Paesi chenascesullelineedimelfi Bianco e Chiarelli APAGINA6 Europa League Toro, un successo all ultimo secondo Contro il Copenaghen decide un rigore di Quagliarella al 9 Granata primi nel girone col Bruges Condio e Oddenino APAGINA0E Renzi con Parigi e controla Merkel: non ci tratti da studenti. E a Londra rafforza l assecon Cameron Manovrapiùleggera Sarà di -6 miliardi. Rivoluzione Iva, la verserà chi compra La Bce delude le Borse, Piazza Affari brucia 9 miliardi REPORTAGE AUSTERITÀ, UN TABÙ FRANCESE CESARE MARTINETTI Austerità è parola tabù, in Francia, da quando Alain Juppé, primo ministro a metà degli Anni 90,nefeceunprogramma digoverno,tagliedirinunce che produsse una stagione di scioperi e l inevitabile sfida del presidente Chirac al Paese con lo scioglimento dell Assemblée e le elezioni anticipate. Era la primavera 97. CONTINUAAPAGINA PARLAMENTO E CONSULTA LA PATOLOGIA DEL VOTO SEGRETO PalazzoChigistastudiando una manovra più leggera, -6miliardianzichéi0di cuisieraparlato,davarare con la Legge di Stabilità. Renzi gelalamerkel:noncitrattida studenti. Stimoli alla ripresa, labcenonconvinceleborse europee. Barbera, Bottero, Giovannini, Mastrobuoni, Riccio, Sorgi e Zatterin DAPAG. APAG. FORZA ITALIA SPACCATA Berlusconi a Fitto Sei come Fini Il leader all attacco del dissidente «Fatti il tuo partito da 00 mila voti» Amedeo La Mattina APAGINA6 INTERVISTA A FASSINO Cambiare l art. 8 riforma di sinistra «Aiuterà a superare la precarietà Anacronistica una scissione nel Pd» Fabio Martini APAGINA7 DECISIONE CHOC DOPO L ADDIO DI MUTI. NEL TEATRO SOCIETÀ ESTERNE:, MILIONI DI RISPARMI Roma, l Opera licenzia orchestra e coro Caccia ai contagiati anche tra gli studenti Dallas, incubo Ebola allarme nelle scuole PAOLO MASTROLILLI INVIATO A DALLAS Evitareilpanico.Èunaparola,orache Dallas sa quante persone sono entrate in contatto con Thomas Eric Duncan: almeno cento, forse di più. CONTINUAAPAGINA Ghetto di Varsavia così partì la rivolta MAURIZIO MOLINARI CORRISPONDENTE DA GERUSALEMME LA STORIA «Un bicchiere di cognac?». Golf girocollo bianco, jeans blu e fisico asciutto, Simcha Rotem ci accoglienelsalottodellasuacasadiabutorda dove è appena uscito un drappello di soldati dei corpi scelti della Marina israeliana. CONTINUAAPAGINA LUIGI LA SPINA Gli aggettivi indignati si sprecano. E l allarme pure. Certamente è scandalosochepersedicivoltei nostri parlamentari non siano riusciti a eleggere quei giudici della Consulta che la Costituzione affida alla loro scelta. C è chi grida, giustamente, all insopportabile impasse politico di questa situazione. CONTINUAAPAGINA TANIA/A/CONTRASTO Alcuni orchestrali dell Opera di Roma Amabile e Cappelletto A PAGINA Buongiorno MASSIMO GRAMELLINI Il primo trombone LUCA UBALDESCHI IL CASO Asti, la guerra dello spumante La battaglia dell Asti spumante ruota tuttaintornoaunadomanda:puòunvino cheportailnomediunalocalitànonessere prodotto in quella stessa località? La logica suggerirebbe di rispondere«no», ma è proprio ciò che capita per l Asti spumante. CONTINUAAPAGINA L unicocapolavorodasempreincartelloneall Operadi Roma è l ottusità di certi sindacati. Pur di difendere privilegidicasta,ilpartitodeldemeritoèriuscitoafareperdere il posto a duecento orchestrali e coristi. L Opera è l Alitalia dei teatri: ha costi da Metropolitan e produttività da bandadipaese(conmoltescuseallebandedipaese).appenailpiattohacominciatoapiangere,cisiètrovatia scegliere tra l aumento dei concerti e la riduzione degli stipendi. Ma i burocrati dello spartito hanno optato per una terza soluzione: ridurre i concerti, lasciando inalteratiglistipendi.epoisichiedonoperchémutièscappato ululando. Perlomeno non hanno preteso l aumento, anchesesivociferadiunbracciodiferroconl amministrazione del teatro sulla diaria giornaliera per le trasferte: 90eurotrapranzoecena.Icontabilivolevanoridurloa 60, appena sufficienti per un pieno di champagne, ma la proposta è stata respinta come un attentato alla cultura. Saputo dei licenziamenti, un sindacalista che per ironiadellavitaoccupaloscrannodiprimotromboneha intonato la solita romanza del complotto contro l arte, confondendo la sacralità di quest ultima con le bizze da divodichitalvoltaimpugnailsuostrumentocomeuna pratica d ufficio da sbrigare con il minore dispendio possibile di energie. Ora i martiri del posto comodo hanno due possibilità. Pretendere da qualche giudice compiacente la restaurazione di un mondo che non tornerà. Oppure fondare una cooperativa e mettersi a lavorare il doppio. Come succede nei teatri di mezza Europa. In giro ci sono troppi diritti da difendere per potersi ancora occupare dei capricci.

2 . Primo Piano.LA STAMPA LACRISI L EUROPA DIVISA U ALESSANDRO BARBERA INVIATO A LONDRA Ha detto L articolo 8 «Limita la libertà degli imprenditori, non è una battaglia ideologica» I vincoli europei «Rispetteremo il limite del%anchenel0: serve per la reputazione» Il dibattito sul rigore «L Europa deve diventare una comunità di intenti, non un luogo per professori» RenzidallaCitygelaMerkel Noncitratticomestudenti Il premier italiano allarga il fronte della flessibilità: sostegno da Cameron, Usa e Fmi Lodiceunaprimavoltainitaliano uscendo da Downing Street, dopo aver incontrato David Cameron:«Rispetto le decisionidiunpaeseamicoe libero come la Francia, nessuno deve trattare gli altri come studenti». Lo ripete in inglese -questavoltainundiscorso soloinparteabraccio-di fronte alla comunità italiana della City:«Se l Europa scegliediessereunacomunitàdi intenti,enonunluogoper professori,celafarà».ilcasoperluisfortunato-havoluto chelavisitaalondracadesse nelgiornopiùnerodamesi perlaborsadimilano. Eppure per rispondere brutalmente ad Angela Merkeleallaretoricadei«compitiacasa»nonpotevatrovare occasione migliore. Matteo Renzihaconséunacartella con dieci slides e tutto l ottimismodicuiècapace.alla Guildhall, l austera sede della municipalità della City, per ascoltarlo si riuniscono molti italiani che hanno scelto di vivere in Inghilterra. Vittorio Colao, allontanato da Rcs e ora numero uno di Vodafone, Alberto Nagel di Mediobanca, l ex ministro Domenico Siniscalco e l ex sottosegretario al Tesoro Massimo Tononi, entrambi manager nella City, l ex commissario Consob Luca Enriques, ora professore a Oxford. Il rigido cerimoniale fa alzare tutti in piedi quando Renzi fa l ingresso nella enorme sala conferenze. Poco primadeldiscorsonagelsifa scappare una battuta rivelatrice:«gli italiani migliori sono quelli che vanno all estero; portano con sé la loro intelligenzamasannocomecomportarsi».dilìapocorenzi diràdidover«riderepernon piangere» per le«oltre duemilaleggisulmercatodellavoro», e che«anche impegnandosinonsipotrebberofarsalireletassipiùdicosì». Ha corso tutta la giornata Renzi, in cerca del sostegno utile a portare avanti l agenda di riforme. Prima Cameron, poiunpranzoristrettoinambasciata con gli investitori, una intervista con The Economist per rompere il ghiaccio dopolacopertinacolconoinmano,un altraallacnn,lacenadopo la Guindhall. Seimesidopoilprimoviaggioilpremiernonhaancorail via libera definitivo di nessuna delle riforme annunciate, ma nelle slides spiega che si procede: scuola, lavoro, pubblica amministrazione, legge elettorale, Titolo quinto, Senato. Il bicameralismo perfetto non aiuta, e a Londra lo sanno. Per spiegare La stretta di mano tra il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il premier britannico David Cameron meglio lo stato dell arte Renzi si fa accompagnare da alcuni dei giovani professori che ha voluto a Palazzo Chigi, Luigi Marattin e Tommaso Nannicini.«La riforma del mercato del lavoro èlapiùimportante»,diceilpremier alla Guindhall.«Sarà apprezzata dagli investitori perchéoggil articolo8limitalalibertàdiassumereedivideil mondoinchihaidirittiechi nonliha».renziprometteiprimi risultati«entro una settimana»: l ultima scadenza utile è il novembre, quando la Commissione europea darà il suo giudizio sulla legge di Stabilità. Il premier cammina lungo un sentiero sempre più stretto: daunaparteunpartitochefatica a seguirlo, dall altra la Merkel, sempre più preoccupata di pagare in patria le conseguenze delle decisioni di Francia e Italia,deciseaprendersidasolela flessibilità che la Commissione europea, formalmente, non gli concederà.«con il tre per cento secco di rapporto deficit-pil quest anno l Italia rischia comunque una procedura di infrazione», spiega Siniscalco conunatazzaditèfralemani. «Tanto varrebbe sforare quel che è necessario per finanziare le riforme». I tedeschi temono che uno scambio incondizionato flessibilità-riforme si tramutiinunascusapernon imporreitaglidispesadicui Italia e Francia hanno bisogno. ANDREW COWIE/EPA Renzihadecisodiprenderedi pettolamerkel,elofaconilpieno sostegno non solo di Parigi, maanchedicameron,diobamaedelfondomonetario.il premier inglese, fresco della promessa di tagliare le tasse a trenta milioni di inglesi, lo dice chiaramente durante il vertice con Renzi:«L Ue deve essere più flessibile, c è la necessità di un cambiamento della linea di politica economica». La cautela dell Economia: operazione complessa Tfrinbustapagainun unicatranche Bankitalia:lebancheusinoifondiBce GIUSEPPE BOTTERO TORINO Le banche, se vogliono, possonousareifondidellabce destinati alle Pmi anche per «coprire» il trasferimento del Tfrinbustapaga.Mentreil dibattito sulla proposta di Renzi comincia a raccogliere iprimisì,afarechiarezza sulla possibilità di usare i prestiti di Francoforte è il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, spiegando che «lebanchesonolibere»didecidere in che maniera impiegarli, a patto che siano destinate alle Pmi. Ilprogetto,inrealtà,èancora nella fase di«perfezionamento», e sta prendendo quota l ipotesi di rendere disponibile la liquidazione per i dipendenti che lo vorranno in - miliardi Il flusso annuo del Tfr: restano nelle imprese sotto i 0 dipendenti 00 euro L aumento in busta paga per chi percepisce uno stipendio di 00 euro una unica tranche, invece che mesepermese,comeunasorta di ulteriore«tredicesima». Inoltre si sta valutando se liberaretuttoiltfrosoloil0%. «Sesicreanolecondizionisi può fare, altrimenti meglio lasciarperdere»,failpuntoilministro del Lavoro Giuliano Poletti. Quello della liquidità per lepiccoleemedieimpreseè unodeinodidascioglieredi una operazione «complessa» come sottolinea il ministro dell Economia Pier Carlo Padoan. Nel giorno della prima riunionetecnicaalmef,incuisiè peròparlatodiabsenondel Tfr, gli istituti di credito restano abbottonati:«presto per fare valutazioni», spiega il direttore generale dell Abi Giovanni Sabatini, che ammette:«c è un allentamento dei segnali di ripresa, serve uno stimolo agli investimenti privati e pubblici». Certo, saranno necessarie garanzie da parte dello Stato. Inattesadivederelaproposta definitiva, che comunque «osifaconquestaleggedistabilitàononsifapiù»,diceil consigliere economico di Palazzo Chigi Yoram Gutgeld, arrivano le prime aperture da parte di sindacati(«penso che sipossafareunacosamolto semplice, mettere in condizione il lavoratore di scegliere cosa vuole fare», ha detto Landini)egrandiimprese,daFiata Telecom fino a Diesel. Marchionne favorevole: «Uncosto,maègiusto Conta dare più soldi in tasca ai dipendenti» «Anche se costa dobbiamo appoggiare il governo in quello che sta facendo. Basta dire no»,hadettoierisergiomarchionne dal Salone dell Auto di Parigi.«Capisco che pagare il Tfrinbustapagahaconseguenze negative sui bilanci delleaziende-hadettoilnumero unodifca-.dovremmoevitarloperchéhadatounapacefinanziaria alle aziende. Capisco l obiettivo di Renzi che punta a creare le condizioni per sostenere la domanda e fare ripartire i consumi. L obiettivo è giusto, le cose vanno riequilibrate, l Irapnonpuòpiùreggere,èil più grande disincentivo agli investimenti. Quello che conta è dare maggiore liquidità al sistema,piùsoldiintascaaidipendenti». La stessa posizione dell ad di Telecom Italia Marco Patuano:«Il Tfr? Non creerebbe grandi particolari problemi, e sarebbe uno stimolo importante per i consumi». L incentivo Unbonusperchi assumeigiovani Al via il bonus occupazionale. Lo rende noto il Ministero del Lavoro che spiega come «tramite questa misura, volta a favorire le assunzioni a tempo indeterminato e a tempo determinato, verrà erogato un incentivo economico ai datori di lavoro privati che assumono giovani tra i 6 ed i 9 anni di età non occupati né inseriti in un percorso di studio o formazione registrati al programma Garanzia Giovani». L importo complessivo messo a disposizione ammonta a 88,7 milioni. L incentivo, che sarà fruibile mediante conguaglio con i contributi previdenziali mensilmente dovuti, spetta per le assunzioni effettuate da oggi. L Inps emanerà una circolare per fornire le indicazioni operative ai datori di lavoro interessati, mettendo contestualmente a disposizione la procedura telematica per la fruizione dell incentivo.

3 LA STAMPA. Primo Piano. PalazzoChigistudia lamanovraleggera nonoltre6miliardi L ipotesipiaceapadoan:verrannodaitaglidispesa Spuntal unatantum nonfiscale cheneporteràaltri ROMA Una decisione definitiva ancora non c è, ma a Palazzo Chigi sta maturando la volontà di varare con la Legge di Stabilità una manovra decisamente molto più leggera di quanto si sia detto finora:, forse 6 miliardi anziché i 0 di cui si era parlato. Una ipotesi che pare gradita anche al ministro dell Economia Pier Carlo Padoan. Una manovra, riferiscono fonti vicine al premier Matteo Renzi, che potrebbe nascere innanzitutto da 0- miliardi di tagli alla spesa, costruiti tra ministeri e amministrazioni locali, abbandonando del tutto le ipotesi dispendingreview di Carlo Cottarelli. Secondo, da un ardita operazione sull Iva - l introduzione del meccanismo del reverse charge per l edilizia e altri settori - che consentirà di incassare - miliardi recuperati dall evasione. Infine, da una non meglio precisata «una tantum» di natura non fiscale che potrebbe assicurare altri due miliardi. Il caposaldo di questo approccio lo ha spiegato ieri a Retroscena ROBERTO GIOVANNINI ROMA ,6, Romania Lettonia Grecia 9, 7,,6 Slovacchia Lituania Ungheria Rep. Ceca Iva,laversachicompra Ilprogettodelgoverno perbatterel evasione Torna in auge il reverse charge di Vincenzo Visco Yoram Gutgeld, uno degli economisti di cui Matteo Renzi si fida di più, quando si tratta di tasse e di lotta all evasione non ha dubbi. Il «suo uomo» per questo tipo di faccende è Vincenzo Visco, lo «storico» ministro delle Finanze di Romano Prodi. Uno che agli evasori fiscali sa molto bene come fargli cacciare soldi; un personaggio che - scrive proprio Gutgeld nel suo libro «Più uguali più ricchi» - «meriterebbe un mezzo busto in tutte le piazze d Italia». E non è dunque un caso se alcune delle misure che il governo sta discutendo in vista della Legge di Stabilità siano proprio ispirate alle idee più recenti di Vincenzo Visco. Che nel giugno scorso ha presentato un pacchetto di proposte che - se attuate - porterebbero diverse decine di miliardi l anno in più nelle casse dello Stato. A cominciare dall applicazione del «reverse charge» per l Iva. «Che l Iva sia la madre di tutte le evasioni è un fatto», sostiene Filippo Taddei, responsabile economico Pd e un altro degli studiosi di fiducia di Renzi. Questa tesi sull Iva è proprio la tesi di Vincenzo Visco, secondo cui se si vuole recuperare anche sul versante di altre imposte evase, la leva da toccare è proprio quella dell Iva. Aumentare i ricavi facendo pagare l Iva evasa - è sui ricavi che si forma il reddito su cui vengono pagate le altre imposte - produrrebbe infatti un effetto positivo a cascata sul gettito di Irap e Irpef. La prima possibile misura allo studio del governo, dunque, è il ritorno di una misura adottata sperimentalmente da Visco nel 006: la fatturazione telematica. Nessun adempimento fastidioso, nessun Grande Fratello, nessuna seccatura. Il sistema prevede che ogni fattura che viene 0, «Omnibus» de La 7 Yoram Gutgeld, l economista (e senatore) italo-israeliano da tempo molto vicino al premier. «Puntare su un deficit vicino al,9 anziché al,-,% - ha detto Gutgeld - ci darà 0 miliardi di tesoretto che ci permettono di non rendere la manovra troppo pesante. Questi soldi li useremo nella prossima manovra che sarà di natura espansiva». Dunque, anziché raggiungere quota 0 miliardi l intervento sui conti pubblici potrebbe essere contenuto in -6 miliardi di euro. Come ottenere queste risorse? In primo luogo, con i tagli alla spesa pubblica corrente. Si parla di circa 0- miliardi, tutti delocalizzati tra ministeri e amministrazioni locali, e in generale - spiegano al governo - non definibili «tagli lineari». Quel che è certo è che il cosiddetto «piano Cottarelli» POLETTI: PRONTO IL NUOVO ISEE Piano nazionale anti-povertà Si parte all inizio del 0 Un «piano nazionale di lotta alla povertà», che sia mirato, semplice e basato su un patto tra Stato e cittadini. A lanciare l idea è il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, nel tentativo di agganciare il treno della legge di Stabilità. Non c è tempo da perdere, infatti, visto che, spiega Poletti, i dati, «a partire» da quelli del «nostro ministero», rilevano un «peggioramento significativo» della situazione, con «l apertura di una forbice tra le diverse fasce della società». Il progetto punta a superare le vecchie logiche, con il ministro che bolla come «inadatto» il «trasferimento monetario» secco. 7,8 ITALIA 6,8, 8,7 8, 7,6 7,0 6, 6,0,,,,0,9, Spagna Francia Estonia EU Lussemburgo Il ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan è stato «definitivamente abbandonato». E considerato impraticabile. Il secondo capitolo della manovra dovrebbe essere di matura fiscale. Ma anche se c è una forte pressione per intervenire aumentando l aliquota dell Iva, specie quella del %, l idea è quella di intervenire recuperando risorse dal campo dell evasione fiscale. Ovvero, attraverso l applicazione del meccanismo della reverse charge, che a cominciare dal settore dell edilizia e delle costruzioni cambierebbe i meccanismi di fatturazione e di pagamento dell imposta sul valore aggiunto. Garantendo risorse assolutamente sicure, dicono al governo: almeno - miliardi di recupero dell evasione Iva. Infine, si parla di una «una tantum» di natura non fiscale; potrebbe trattarsi di una operazione di (legale) maquillage contabile, oppure di altri interventi. Però potrebbe far entrare nelle casse dello Stato un Fonte: elaborazione Portogallo Belgio Polonia Bulgaria Finlandia Regno U. Austria Germania emessa a livello intermedio - tra produttori, grossisti e commercianti al dettaglio - dovrà essere trasmessa automaticamente per via telematica all Agenzia delle Entrate. A quel punto, sarà un gioco da ragazzi per gli esperti delle Entrate confrontare le fatture emesse con i soldi effettivamente versati. Se ci sono fatture, ma niente soldi, è chiaro che i conti non tornano. Una operazione che volendo (ma comporterebbe qualche spesa agli esercenti) si può estendere anche agli scontrini emessi dalle aziende del commercio al dettaglio, con i registratori di cassa che potrebbero spedire una traccia telematica alle Entrate. Ma la seconda operazione, quella delreverse charge per l Iva, può rappresentare un altro cambiamento davvero importante. In estrema sintesi lo si potrebbe spiegare in questo modo: oggi l Iva per gli scambi intermedi tra aziende (non parliamo dei consumatori fina- PAOLO CERRONI/IMAGOECONOMICA paio di miliardi di euro. Altro punto trattato da Gutgeld ieri quello dell operazione Tfr. «Vorremmo dare la libertà ai lavoratori che vogliono prendere una parte di questa enorme somma di salario differito e metterlo in busta paga oggi - ha spiegato l economista -. Per fare questo dobbiamo trovare il sistema di risolvere i problemi finanziari delle piccole e medie imprese». L ipotesi è quella di varare una convenzione con le banche di apertura credito e valutare la possibilità di dare una garanzia pubblica alle imprese. «Se c è la possibilità di fare questo bene, altrimenti non si fa. O c è dentro questa Legge di Stabilità oppure non si fa più». Ma c è anche un altro problema: evitare che il Tfr eventualmente preso in busta paga sia tassato come il resto dello stipendio, e cioè meno favorevolmente di come sono trattate le liquidazioni lasciate in azienda o in fondo pensione. [R. GI.] L'evasione dell'iva % iva evasa su gettito teorico - anno 0 - LA STAMPA su dati Ue 0, 9,7 9,7 8,8 Irlanda Danimarca Slovenia Paesi Bassi Malta Centimetri LA STAMPA,9 Svezia, li, non interessati a questa novità) viene versata materialmente da chi vende ed emette la fattura. Ma spesso avviene che proprio in questo punto il processo si interrompa: la fattura c è, ma l Iva non viene pagata materialmente mai allo Stato. Con ilreversecharge - che peraltro è un meccanismo già esistente nel nostro ordinamento, seppur circoscritto ad alcune operazioni - l acquirente «autofattura» l Iva dovuta, e la versa direttamente allo Stato invece di «girarla» al fornitore, come avviene oggi. Con questa novità, non sarebbe più possibile emettere facilmente fatture per operazioni inesistenti per intascare l Iva, come oggi avviene con le cosiddette «frodi carosello» e le «omesse dichiarazioni». Rispetto al piano di Visco, pare che il governo Renzi abbia intenzione di limitare la riforma solo ad alcuni settori, a cominciare dall edilizia, dove l evasione Iva è notoriamente molto elevata. MOSCOVICI Le regole Ue valgono anche per Parigi MARCO ZATTERIN CORRISPONDENTE DA BRUXELLES Il cittadino Pierre Moscovici avverte: «siamo l Europa dell ultima chance». Arriva all Europarlamento per il suo esame da commissario Ue per l Economia nel giorno peggiore, mentre i giornali raccontano che il governo del presidente Hollande, il suo «ex governo», ha deciso di non rispettare i patti, ha sfidato «l austerità», Bruxelles e Berlino. L ex ministro si difende con perizia. Piovono domande sul «tradimento francese» e su come si comporterà. Lui non batte ciglio e ripete sino alla noia: «Le regole, nient altro che le regole, solo le regole. E chi non le rispetta, ne pagherà le conseguenze». Nessuna sorpresa, l attacco dai banchi liberali e del centrodestra è stato immediato. Moscovici lo aveva messo in conto. È stato scelto e difeso dall Eliseo con forza, il che gli ha regalato l etichetta di «colomba della flessibilità». E l uomo che deve coniugare rigore e sviluppo, e non lo nega: «Dobbiamo cessare di mettere in competizione crescita e consolidamento. Sono cose che vanno insieme, non c è l una senza l altra». Evidente il tentativo di mostrarsi l uomo degli equilibri, ma anche quello di invocare un cambio del passo. Parla del passato, del padre romeno, dei parenti vittime dell olocausto. Poi invita a guardare oltre. «Non possiamo domandare ai cittadini e ai giovani di essere pazienti, non si può celebrare solo la pace - ammonisce il francese -. Si attendono altro, vogliono i risultati». Per i quale Moscovici offre più titoli che articoli, il piano da 00 miliardi promesso da Juncker per febbraio, la spinta sugli investimenti privati prima e pubblici dopo quando «necessario», uno schema «rapido, immediato e mirato». Niente di più, per ora. Agli amici dell Eliseo e di Bercy manda a dire che «se un paese non soddisfa gli obblighi del trattato, e si trova sotto procedura come la Francia, io continuerò con la procedura». Ferma la voce quando sottolinea «non sono qui per modificare le regole in modo creativo». Giura: «sono intelligenti e non stupide», non ci sarà conflitto con i vicepresidenti della squadra di Juncker perché «vincerà la collegialità». Parla spesso del «mio amico Schaeuble». Segnali per tutti e molta immaginazione, ma non vuol dire che sarà facile. I contenuti sono ancora magri. E l opposizione non vuol levare l assedio. Jena Cioè «Il diritto al lavoro non può essere considerato una variabile dipendente dai mercati finanziari e monetari». L ha detto il leader della sinistra, cioè il Papa.

4 AA B CDEF LA STAMPAF

5 LA STAMPA. Primo Piano. LACRISI IL GIOVEDÌ NERO DEI LISTINI U LaBcedelude,mercatiko Milanobrucia9miliardi,l Europa.PesalaprudenzadiFrancofortesuglistimoliallaripresa SANDRA RICCIO MILANO Ai mercati, questa volta, le parole di Mario Draghi non sono bastate. Si aspettavano di più dal discorso pronunciato ieri al vertice della Banca centrale europea di Napoli e, una volta fiutata la delusione, gli operatori hanno subito preso a vendere a piene mani. A rimetterci le penne sono stati i Paesi della periferia, Italia in testa. Vale a dire quelli che dovrebbero beneficiare maggiormente delle misure messe in atto dalla Banca centrale europea. Il nervosismo è iniziato quando il presidente dell Eurotower ha mostrato un certo pessimismo sulle prospettive economiche, dichiarando che «nella zona euro la ripresa è debole, fragile e disomogenea» e che «permangono pesanti rischi al ribasso». Da quel momento la discesa in Borsa ha acquistato sempre più velocità ma ad accentuare ancora di più le vendite è stata la delusione per la mancanza di chiare indicazioni sul Quantitative Retroscena TONIA MASTROBUONI INVIATA A NAPOLI easing (Qe), il programma di acquisto massiccio di bond da parte della Banca centrale. Invece di intervenire con misure dirompenti come nelle attese dei mercati, la Bce ha fatto capire di voler procedere a piccoli passi. E infatti ieri il presidente dell Ifo, Hans-Werner Sinn, ha fatto muro dicendo che il governo tedesco dovrà agire contro la Bce nel caso questa esca dal suo mandato. Un nuovo segno di tensione interna quindi che potrebbe aver spinto Draghi a procedere con più cautela. «Di sicuro i Milano -,9% Stavolta al consiglio direttivo non si è votato, ma si è discusso. E Jens Weidmann ha espresso chiaramente le sue perplessità. Secondo indiscrezioni non ha mai usato il termine «bad bank», come fanno molti giornali tedeschi, ma ha sottolineato che consentendo alle banche di vendere titoli cartolarizzati alla Bce con rating che il presidente della Bundesbank ritiene troppo bassi, si trasferiscono rischi eccessivi all Eurotower. Per Weidmann, insomma, i due principali paletti decisi ieri dal consiglio direttivo su quello che alcuni chiamano il «quantitative easing privato» sono troppo timidi. E il tedesco non è stato il solo ad aver avanzato dubbi sui dettagli delle misure annunciate ieri. Come dichiarato da Mario Draghi, l Eurotower comincerà nella seconda metà di questo mese a comprare obbligazioni garantite e titoli cartolarizzati Abs della durata di «almeno» due anni. Ma per essere «inclusivi», gli acquisti di bond cartolarizzati potranno assorbire anche titoli con rating BBB- e quelli provenienti da Paesi come Grecia e Cipro, dove le banche sono imbottite di titoli spazzatura. Per tranquillizzare gli scettici, il presidente della Bce ha puntualizzato che si tratta di un eccezione che vale solo per i due Paesi cosiddetti «sotto programma», cioè che vengono strettamente monitorati dalla trojka Fmi-Bce-Ue perché hanno chiesto aiuti europei promettendo in cambio misure di risanamento. E in conferenza stampa ha precisato che i titoli Abs che l Eurotower acquisterà saranno «semplici e trasparenti» ma anche che l obiettivo del consiglio è quello di renderli «il più inclusivo possibile». Draghi ha anche fornito un numero, ha detto che tra Abs e covered bond, l obiettivo è quello di comprare «fino a 000 miliardi di euro», ma «in più c è il tltro», i prestiti alle banche, vincolati al fatto che vengano girati alle imprese. In sostanza, ribadendo il target di un bilancio mercati si aspettavano qualcosa di più forte - dice Claudia Segre, segretario generale Assiom Forex La prudenza mostrata è segno di un persistere del braccio di ferro in corso con la Germania». A patire di più è stata Milano con un violento crollo del,9%, scivolando così di nuovo sotto l importante soglia dei 0mila punti. In poco tempo è andata in fumo una capitalizzazione pari a 9 miliardi di euro. A forzare le vendite sono stati gli hedge funds, tornati di prepotenza Londra -,% Un momento della protesta ieri a Napoli, durante il board della Bce della Bce «che può tornare a quello del 0», quando si espanse al massimo per difendere l euro, il presidente ha lasciato intendere che gli acquisti verranno modulati anche in base all andamento delle prossime aste Tltro (la prima è andata male, con soli 8,6 miliardi di prestiti chiesti). La conferenza stampa, organizzata nel Museo di Capodimonte a Napoli (due volte l anno la Bce si riunisce fuori da Francoforte, in uno dei Paesi dell euro), è stata preceduta da Francoforte -,9% CIRO FUSCO/ANSA Draghi:dametàottobre gliacquistidibond Abbiamomillemiliardi I tedeschi protestano: troppi rischi per l Eurotower scontri tra migliaia di manifestanti riuniti sotto la sigla «Block Bce» e la polizia che tentava di impedire che arrivassero al luogo della riunione. Nel corso della conferenza stampa, Draghi ha fatto accenno anche all euroscetticismo dilagante, osservando che i Paesi che stanno aggiustando i conti e facendo le riforme, l avrebbero dovuto fare comunque e che «fuori dall euro ad alcuni di essi sarebbe costato molto di più». E ha ribadito che «l euro è irreversibile». Tuttavia Draghi ha sul listino milanese, come evidenziato dall ampiezza e la rapidità del crollo. Sta di fatto che Piazza Affari ha amplificato le reazioni e i movimenti delle altre Borse. «Sempre più spesso l Italia fa da cassa di risonanza a quelle che sono le variazioni di giornata perché ha fragilità tali che la penalizzano in contesti nervosi e attirano la speculazione» dice Claudia Segre. I cali sono stati più contenuti nel resto d Europa: Madrid è arretrata del,9%, Parigi del,8%, Francoforte dell,9% e Londra dell,%. L indice Stoxx 600, ha ceduto il,% che equivale a miliardi di euro bruciati in una seduta. Sul listino di Milano a cadere sono state le banche, con perdite intorno al % per Unicredit, Intesa Sanpaolo e Mps. Finmeccanica ha lasciato sul terreno il 6,8% mentre Eni ed Enel cedevano il %. Il rendimento del Btp a 0 anni è leggermente risalito al,%, dal,8% di mercoledì, con lo spread poco variato: è cresciuto a metà giornata per chiudere a punti. Le chiusure di ieri Madrid -,9% «L economia è debole Capisco i motivi della protesta malacolpadellacrisi nonèdellabce» Mario Draghi anche fornito ai mercati due elementi che li ha messi di pessimo umore. Il primo: gli investitori si attendevano un linguaggio più aggressivo e qualche indizio in più sulla disponibilità a partire con l acquisto di titoli privati ma anche pubblici su ampia scala. Il secondo: ha ammesso che le prospettive di inflazione di medio termine «stanno peggiorando», che i dati di settembre mostrano «un indebolimento della crescita», anche se per il 0 la Bce continua a credere nella ripresa. I Paesi, ha inoltre sottolineato il presidente Bce, «non devono abbandonare gli sforzi per i risanamenti» e devono fare le riforme, senza le quali le mosse di politica monetaria sono meno efficaci. E chi se lo può permettere perché ha bilanci a posto, ha ribadito, deve fare investimenti. Infine, elencando le misure degli ultimi tre anni, Draghi è sbottato: «credo che si debba riconsiderare questa percezione secondo la quale la Bce è colpevole o addirittura la causa della situazione attuale». Taccuino MARCELLO SORGI Resta lunga la strada per approvare iljobsact Determinato anche da una franca - forse eccessivamente franca - previsione di Mario Draghi sulla crescita che rallenta e sulla congiuntura economica europea sempre più negativa, il giovedì nero delle Borse ha dato una precisa sensazione di quale sia la fiducia che i mercati ripongono sulle prospettive economiche a breve e medio termine. Draghi a Napoli ha insistito su quello che da settimane è ormai un ritornello che ripete a intervalli regolari: la politica monetaria della Bce da sola non può fare miracoli, e si illudono i governi che si lamentano perchè Francoforte non ha ancora sparato il famoso colpo di bazooka che dovrebbe imprimere una svolta alla crisi. Per giustificare interventi eccezionali della Bce, a meno di non mettere in conto nei Paesi più a rischio la prospettiva di una riduzione della sovranità, serve invece una forte accelerata sulle riforme. Più o meno negli stessi termini si è espresso il futuro commissario francese agli affari economici Moscovici, all indomani della decisione del governo di Parigi di denunciare l austerità di Bruxelles, annunciando un ennesimo sforamento del vincolo del %. Renzi osserva la preoccupante evoluzione del quadro europeo con attenzione e ieri a Londra, in visita al primo ministro Cameron e a un selezionato parterre di investitori, ha polemizzato con la Merkel, dura con la Francia, ma ha ricordato che l Italia non sforerà il limite del rapporto deficit-pil, confermando che i tempi di approvazione del Jobs Act saranno brevi. Come possa dirsi sicuro di questo, è da vedere. Mentre il negoziato interno al Pd continua a non fare passi avanti, con la minoranza che mantiene gli emendamenti e aspetta che il governo scriva il testo di legge destinato a mettere in pratica la linea uscita dalla direzione di lunedì, l ipotesi che gli eventuali voti mancanti a sinistra o all interno della maggioranza possano essere compensati dal soccorso azzurro di Forza Italia s è fatta più remota. E non perchè Berlusconi abbia ripensamenti, ma perchè Forza Italia e i suoi gruppi parlamentari si rivelano giorno dopo giorno ingovernabili. Il vertice del partito, riunito ieri, s è risolto in un nuovo scontro, sotto gli occhi di tutto il gruppo dirigente, tra Berlusconi e Fitto, da tempo oppositore dichiarato del Cavaliere e del patto del Nazareno. Sono volate parole grosse, Berlusconi a un certo punto ha invitato Fitto a uscire da Forza Italia e a farsi un suo partito. Poi s è pentito e in serata ha fatto pubblicamente marcia indietro. Ma in queste condizioni è difficile fare qualsiasi previsione sul comportamento in aula dei parlamentari di Forza Italia.

6 6. Primo Piano.LA STAMPA LAVORO LA BATTAGLIA NEI PARTITI, miliardi per finanziare gli ammortizzatori del Jobs Act miliardi per ridurre il cuneo fiscale anche attraverso l Irap U 0 miliardi serviranno per confermare il bonus degli 80 euro Jobsact,inarrivo emendamento soft epossibilefiducia La sinistra protesta ma loda l attacco alla Merkel L ex segretario del Pd, Pierluigi Bersani FABIO CIMAGLIA/LAPRESSE CARLO BERTINI ROMA La «svolta» anti-rigore di Renzi che arriva da Londra piace alla sinistra, ma la mossa che sta preparando il premier sul jobs act sarà di sicuro meno gradita: in queste ore i I falchi di Palazzo Chigi: «Se tutto si complica, c èsemprelastradadel decreto legge» suoi tecnici stanno scrivendo il testo di un emendamento che sarà più soft rispetto a quello votato dalla Direzione del Pd. Per non esacerbare troppo gli alleati centristi da una parte e per provare a non scontentare troppo la sinistra, che chiede di cambiare la legge delega. Governo Passalafiducia suldlstadi Il governo haottenuto la fiducia alla Camera sul decreto legge conosciuto come Dl stadi e relativo a misure per il contrasto ai fenomeni di illegalità e violenza in occasione di manifestazioni sportive, per il riconoscimento della protezione internazionale nonché per assicurare la funzionalità del ministero dell Interno. I voti a favore sono stati, i contrari 68 e gli astenuti 9. L approvazione del testo arriverà martedì mattina dopo l esame degli ordini del giorno che avrà inizio alle 0.0. Boccia: meglio meno tasse senza curarsi del debito che in deflazione cresce lo stesso E quindi, anche se la sinistra del partito è più distesa dopo che Forza Italia ha escluso un «soccorso azzurro», bisognerà vedere quali saranno le reazioni alla lettura di questo testo: Poletti già fa capire dove si va a parare quando dice che «la legge delega della riforma del lavoro prevede la possibilità del reintegro per i licenziamenti disciplinari, ma solo per casi particolarmente gravi e determinati». Mentre la minoranza bersaniana vuole un testo a maglie più larghe che recepisca alla lettera la formula votata dalla Direzione Pd sui licenziamenti disciplinari. E non gradisce la formula dell ordine del giorno, che lascerebbe al governo mani libere. Dunque la partita è tutta aperta, si gioca sul filo delle parole e starà al premier sciogliere il nodo oggi dopo che Poletti ne discuterà con alleati di governo e pezzi grossi del Pd. Ma è già stato messo nel conto che l emendamento di sicuro creerebbe scompiglio e andrebbe votato dunque con la fiducia. Ma «se tutto si complica, c è sempre la strada del decreto legge», avvertono i falchi di Palazzo Chigi, «anche perché è ovvio che a noi farebbe più gioco un decreto immediatamente operativo, senza aspettare i tempi della delega e dei relativi decreti di attuazione». E se fosse messa in atto questa minaccia che proviene dall ala più dura del renzismo si può immaginare quale sarebbe la reazione di uno come Stefano Fassina, che già spara sull ipotesi della richiesta di fiducia su una delega, perché vorrebbe dire aggirare le Camere con un atto d imperio. In queste ore Lorenzo Guerini è impegnato con Filippo Taddei a cercare la «quadra» di un emendamento che soddisfi sinistra, alfaniani e i centristi di Ichino, i quali chiedono di non scalfire di una virgola il testo già approvato in commissione. «Il passo avanti dell inclusione dei licenziamenti disciplinari nella tutela dell articolo 8 deve essere recepito dal governo nella delega», va in pressing Cesare Damiano, mettendo in chiaro che «lo strumento è l emendamento, non l ordine del giorno e un passo indietro sarebbe negativo». Renzi, che si occuperà oggi della questione, intanto è riuscito a ricompattare, almeno per un giorno, un partito ferito e lacerato dal jobs act. Bene, bravo, bis è il mantra che si raccoglie nelle diverse tribù della sinistra interna, che benedicono il colpo assestato alla Merkel, cavalcano la «svolta» come si spinge a definirla qualcuno, ma incalzano pure il premier ad andare oltre. Sforare di un punto il %, chiedono i bersaniani, per dare risorse vere alla riforma del lavoro e agli investimenti. Meglio destinare 60 miliardi in tre anni per abbattere le tasse senza curarsi del debito «che in deflazione cresce lo stesso», propone il lettiano Francesco Boccia. «Ribadire l autonomia dei governi dall ortodossia di Bruxelles è l atto più impegnativo fatto finora da Renzi», dice Alfredo D Attorre. «Ma a questo punto sarebbe coerente togliere il pareggio di Bilancio dalla Costituzione». Retroscena AMEDEO LA MATTINA ROMA Una cosa così non si vedeva dai tempi in cui Fini rispose a muso duro a Berlusconi con quel «che fai, mi cacci?». Sappiamo come è finita: con l ex leader di An fuori dal Pdl. Questa volta non c era la diretta tv né lo streaming di cui fa uso il Pd per le sue Direzioni. Un peccato perché lo scontro tra il Cavaliere e Raffaele Fitto è stato uno grande show drammatico. A Berlusconi sono saltati i nervi mentre il «ribelle» del Salento demoliva il Patto del Nazareno, diceva che Fi sta morendo perché non ha un identità, una UNO SCONTRO MAI VISTO «Tuseiilfigliodiun vecchio democristiano, fai politica nelle correnti» Lo scontro Ieri in Forza Italia scontro durissimo tra Berlusconi e Fitto Nella foto, Denis Verdini con Daniela Santanchè DANIELE LEONE/LAPRESSE Hanno detto Cen èstatounaltro chefacevacomete,se continuicosì... Silvio Berlusconi Questanonèuna caserma: deferiscimi pure ai probiviri Raffaele Fitto ForzaItalia,liteBerlusconi-Fitto SeicomeFini,sevuoivattene La replica: Siete peggio di un partito leninista, deferitemi parlare con il cervello», lo ha interrotto Verdini. «Io ce l ho il cervello», ha risposto Capezzone. «Allora dovresti capire - ha chiarito Verdini - che questo governo ha fatto tutto quello che poteva dare per venirci incontro, come sulla legge elettorale. Se dovesse passare il Mattarellum per colpa delle vostre posizioni, voi sarete responsabili e io vi impicco a un albero». Botte da orbi, ma Berlusconi ha capito di averla detta grossa con il riferimento al papà di Fitto, il «vecchio democristiano» morto in un incidente. Infatti ha rettificato, dicendo di avere parlato con franchezza, ma senza l intenzione di mancare di rispetto né a Raffaele né ai suoi familiari. «Alcune agenzie di stampa hanno travisato il senso delle mie parole. Mi sono rivolto a Fitto come un padre che vede commettere errori di valutazioni al proprio figlio». A parte questo psicodram- IL DISSIDENTE «IorestoinForza Italia, ho diritto a votare controedirelamia» chiara politica di opposizione, senza democrazia interna e primarie per scegliere la classe dirigente e i candidati alle regionali. Il Cavaliere lo invitava a chiudere il suo intervento e Fitto rispondeva «ma queste sono solo le premesse». A quel punto al Cavaliere è uscito il fumo dal naso: si è alzato dalla sedia e gli si è parato davanti come una furia. «Con le tue dichiarazioni e interviste ci danneggi, ci hai fatto perdere -%. Ce n è stato un altro che si è comportato come stai facendo tu. Se continui così sarò costretto a deferirti ai probiviri. Se vuoi vattene e fatti il tuo partito con i 00 mila voti». Raffaele il freddo non ci pensa proprio a togliere il disturbo, come ha fatto Fini. «Io resto in Forza Italia. Questo è il mio partito, ho il diritto di esprimere le mie opinioni e dire che dobbiamo fare vera opposizione al governo in Parlamento e nel Paese. E oggi non possiamo votare un documento senza fare un minimo di discussione». «Se questo è il tuo partito - gli ha replicato Berlusconi - smettila di riunire i tuoi senatori, di fare dichiarazioni su sciocchezze come le primarie. Non puoi criticare ogni cosa». «Questo non è un partito leninista, questa non è una caserma: aspetto che mi deferisci ai probiviri», è stata la controreplica dell ex governatore della Puglia. Berlusconi, a quel punto è scivolato sul piano personale: «Tu sei il figlio di un vecchio democristiano, sei abituato a fare politica con le correnti, ma Fi è un altra cosa». «Se il livello è questo, mi taccio», ha chiuso Fitto. Uscendo dal partito, ha incrociato Verdi- ni e Toti. «Non si era mai visto una cosa del genere, siamo peggio di un partito leninista. Io non mollo. Ci vediamo nelle sedi competenti!». Si è rivolto così a Verdini, che è stato protagonista di un altro durissimo diverbio con Capezzone. Il presidente della commissione Finanze stava sostenendo che Fi sta perdendo consenso perché non fa opposizione. «Oltre a parlare con il cuore, cerca di ma che avrà ripercussioni sui voti in Parlamento, dall ufficio di presidenza è venuta un altra rottura, quella con Ncd. Berlusconi ha detto che gli alfaniani sono dei «traditori»: con loro non verrà fatta alcuna alleanza alle regionali. Verranno strette intese elettorali solo con i Fratelli d Italia e con la Lega. Il motivo è che in Calabria Ncd e Udc non accettano il candidato presidente indicato da Fi.

7 . Primo Piano. 7 FABIO MARTINI Tra le personalità un tempo comuniste che hanno traghettatoilpciversoilpd,piero Fassino ha sempre avuto un tratto liberal: nel passato ha espresso giudizi anticonformisti sulla storia della sinistra epiùdirecentesièaffiancato amatteorenzi,primachelo facessero in tanti. Un profilo checonsentealsindacoditorino di esprimere una volta ancora valutazioni fuori dal coro. In un Paese ingessato come l Italia riforme liberali come quelle incardinate da Renzi paradossalmente assumono un connotato di sinistra? «Certamente. Purtroppo l Italianonhamaiavutograndiriforme liberali, che nella storia hanno sempre avuto un segno progressista e anti-aristocratico. Liberale è chi libera risorse,chicambiailsangueal sistema». La tentazione di scissione che circola nella sinistra del Pd, magari nella testadiqualcheexleader?«il pensiero può esserci, non è vietato,manonmisembrache un nuovo partito possa avere un mercato. Fare scissioni e nuovi partiti è cosa che appartiene al passato, oggi sarebbe operazione poco realistica e in ogni caso venata di nostalgia». Chedifferenzac ètrailpdal LA LETTURA «I liberali hanno sempre avuto un segno progressista e anti-aristocratico» Sindaco Il primo cittadino di Torino Piero Fassino si è affiancato a Matteo Renzi, prima che lo facessero in tanti Ora dice: «La sinistra ha sempre il dovere di cambiare, non di conservare lo status quo» GUIDO MONTANI/ANSA Ha detto I precedenti Nonèverochenonci son mai state fratture coi sindacati. Pensate alla Germania di Schroeder Alla minoranza Pd Deve liberarsi dall istinto di mettere le mani avanti ogni voltachec èla necessità di cambiare A Bersani Non dimentichiamo che in dodici mesi il partito èpassato dalal0% governo e quello all opposizione?«la sinistra ha sempreildoveredicambiare,non di conservare lo status quo». In oltre cento anni di vita organizzata della sinistra mai si era determinato un conflitto cosìasprotracgileprincipale partito della sinistra. Che segnale è? Un unicum anche in Europa... «Nonècosì.Nellastoriadel movimento operaio italiano ed europeo non sono mancati momenti di divaricazione. In Germania, per esempio, tra governo Schroeder e Ig Metal ma anche in Italia. Per definizioneilsindacatohalarappresentanza di una parte, i lavoratori dipendenti, mentre chigovernahaildoverediassumere decisioni che corrispondano ad un interesse generale, anche esponendosi ad impopolarità e rischi, che nel casopiùrecente,inognicaso nonsonoilriflessodiunadeliberata scelta di conflitto». Perché sarebbe di sinistra abolire la possibilità di intervento della magistratura nei licenziamenti? «Le argomentazioni di chi è contro, non tengono conto del contesto passato e attuale. Lo PIERO FASSINO Paeseingessato,leriformeliberali hannounavalenzadisinistra Scissione nel Pd? Anacronistica e senza mercato. Conservatori anche tra noi Statuto dei lavoratori risale al 970ealloraeranovicinigli anni nei quali tanti lavoratori erano stati discriminati e licenziati per la loro appartenenza politica e sindacale. Dunque l articolo 8 fu concepito proprio per impedire che si riproducessero quelle discriminazioni. Se quell articolo fosse stato immaginato, come qualcuno sostiene oggi, per tutelare genericamente i lavoratori dal rischio di perdere il posto di lavoro, allora la giusta causa avrebbe dovuto essere applicata ai lavoratoridelleaziendealdisotto deidipendenti.perchéèlì chesirischiadipiù». Ma in anni la tutela si è allargata quasi a prescindere dai legislatori: perché oggi il reintegro via tribunale sarebbe diventato controproducente? «Oggisiamoinuncontestoradicalmente diverso da quello del970.lostatutofuconcepito prima della moneta unica, prima della globalizzazione, con un mercato del lavoro rigido, quando eravamo difesi da filtri protezionistici: ce lo ricordiamoono,cheallorale macchine giapponesi non si potevano vendere in Italia?» Da allora cosa altro è cambiato da imporre una riforma a prima vista poco amichevole verso i lavoratori? «E cambiato tutto. E se vogliamo superare le troppe forme di precarietà, proliferate in questi anni, dobbiamo far sì che le aziende tornino ad assumere a tempo indeterminato, occorre superare le troppe barriere che hanno irrigidito il mercato del lavoro. Le modifiche all articolo 8 proposte da Renzi, da una parte consentono di tutelare con il reintegro chi sia colpito da discriminazioni e dall altra di accompagnare con l indennizzo e con gli ammortizzatori sociali chi abbiapersoilpostoesiaalla ricerca di un nuovo lavoro». Non è eccessivo bollare di conservatorismo la sinistra del Pd che difende l attuale normativa? «Rispetto le posizioni di ciascuno,nonmiergoagiudice. Dicochelasinistra,poichéè nata per cambiare, deve liberarsi dall istinto di mettere le maniavantiognivoltacheè davanti alla necessità del cambiamento. La sinistra ha ildoverediinnovareenondi conservare lo status quo, deve stare sempre un metro avanti, non dietro la domanda di cambiamento. Che oggi èforteedèintercettatada Matteo Renzi». Nella minoranza del Pd fanno notare che Renzi è a palazzo Chigi grazie al % conquistatodabersani... «Non dimentichiamo che in dodicimesiilpdèpassatodal %al0:quel%inpiùdimostra che Renzi ha una grande capacità di interpretare aspettative di cambiamento che oramai sono molto diffuse nel Paese». il caso FRANCO GIUBILEI BOLOGNA Prevalentemente maschi, più sulla sessantinachesui0anni,in leggero calo rispetto agli anni precedenti. Sono i tratti salienti degli iscritti al Pd emiliano-romagnolo, all indomani delle primarie che hanno incoronato Stefano Bonaccini candidato nella corsa a governatore della regione più rossa d Italia. Incoronatosifaperdire,vistoche stavolta sono andati a votare solo in 8mila, ancora meno cioè dei 76.0 tesserati, un risultato numerico che sta provocando più di un malu- Etàavanzataeastensione L Emiliagiàprocessa lavittoriadibonaccini nato alla fine del 0, perché leiscrizioniperil0sichiuderannoafineanno,ndr),si scoprechel etàmediaèdi6 anni- un po vecchiotti soprattutto in confronto all aria da supergiovane del premier -, che gli uomini sono circa milaeledonnepocomenodi mila. Nel 0 i tesserati erano8mila,dunqueinunannosenesonopersi6mila,anche se il responsabile organizzativo Giorgio Sagrini fa nota- moreinquellocheunavolta erailpartitoneeoravasottoil nome prosaico di ditta. I democrats emiliani fanno comunquenotarecheiloronumeri sono di tutto rispetto, specie se paragonati a quelle striminzite 66 preferenze raggranellate in rete da Giulia Gibertoni, pronta a sfidare Bonaccini per il Movimento Stelle. Osservando più da vicino le caratteristiche degli iscrittialpd(ildatoèaggiorrecheinuoviiscrittinel0 sono oltre.800 e i recuperati, cioè quelli che per qualche motivo erano mancati all appelloperqualchetempoepoi hanno deciso di rifare la tessera,.00.ilchenontoglieche le defezioni alle ultime primarie siano state pesanti: Stefano Bonaccini le aveva spiegate con una certa stanchezza, quasi da overdose di consultazioni,dopochel expopolorossoè stato chiamato a votare prati- Stefano Bonaccini, Pd Giulia Gibertoni, Ms camente ogni tre mesi nell ultimoannoemezzo.haanche ricordato che in questa occasionenonc èstatotempoe mododispedireacasadeipotenziali votanti il solito mezzo milione di dépliant che normalmente raggiungono a domicilio i simpatizzanti prima delle primarie. Si parla di quei 00mila che andarono a votare alle primarie nazionali e che, rispetto alle consultazioni di domenica scorsa, sono lontanianniluce.maalpdregionale sottolineano che ci sonoanchealtrinumeridatenereamente,perfarsiun idea delle reali dimensioni del partito: 70 circoli su 0 comuni, 0 feste dell Unità sparse in tutto il territorio, migliaia di volontari, un albo degli elettorifrale00ele00milapersone. Ancora una potenza, rispetto ai circa 00mila tesserati su scala nazionale.

8 8. Primo Piano.LA STAMPA PARLAMENTO LE STRATEGIE U La protesta Il senatore Nicola Morra dei Stelle espone in Aula un cartello contro l elezione di Violante e Caramazza Francesco Caramazza Il candidato di Forza Italia dopo il ritiro di Donato Bruno Luciano Violante L ex presidente della Camera resta il candidato del Pd GIUSEPPE LAMI/ANSA Consulta,vinconoancoraifranchitiratori Sedicesima fumata nera. Prosegue la fronda di Pd e Forza Italia verso i candidati ufficiali AMEDEO LA MATTINA ROMA Nuovo ticket per la Consulta cercasi. Il Parlamento, ancora unavolta,nonriesceadeleggereicandidatipdefi.a scrutinio segreto anche Luciano Violante e Francesco Caramazza sono stati impallinati dai franchi tiratori nascostitralefilademeazzurre. NelPdsicontanotrai0ei0 voti contrari; in Fi sono almeno 66, quelli che hanno scritto sulla scheda Donato Bruno, il candidato berlusconiano uscitodiscenaneigiorniscorsi.è la sedicesima fumata nera, la sedicesima brutta figura, con Violantefermoavoti(ce nevogliono70),incalorispetto alle precedenti votazioni. La sua candidatura vacillaseriamente:nelpdsonoin moltichesperanoinunsuopasso indietro. Quanto a Caramazzaèandatoancorapeggio:siè fermato a 0. Si tornerà a votare martedì ma la confusione e l incertezza regnano sovrane. Berlusconi se n élavatolemani,dicendodi nonaveremaifattoilnomedi Caramazza(ribattezzato dal leghista Calderoli «Caraminchia»):afarequestonomesarebbero stati altri(gianni Letta)eluiloavrebbeavallato.Così, per l ennesima volta, una candidatura viene calata dall alto e bruciata, senza consultaregliexeancoraipotenziali alleati della Lega. Soprattutto senza prendere coscienza della Sugli F GrillinicontrolaPinotti Ilministro:denuncerò Il parlamentare di Sel, Giulio Marcon, ha attaccato il ministro della Difesa Roberta Pinotti: «Al Senato la ministra Pinotti ha annunciato l acquisto di due nuovi F. Una presa in giro al Parlamento fatta da una ministra falsa». Immediata la replica di palazzo Baracchini: dichiarazioni «incomprensibili, infondate e offensive» di cui il parlamentare «sarà chiamato a rispondere anche in sede giudiziaria». fagliachesièapertadentrofi con l opposizione interna di Fitto che nel partito sta diventandolacalamitadituttiimaldi pancia. Adesso il Cavaliere vorrebbe riunire i gruppi parlamentari per trovare un nome condiviso. Quellocheèsuccessoieriè unaltrocolpoalpattodelnazareno? Sicuramente, spiega Quagliariello(Ncd), è«conseguenza della situazione dentro Fi: diventa un imperativo categorico fare di tutto affinché l impazzimento di un partito non si trasformi nell impazzimento del sistema». Per Pisicchio, capogruppo del misto, siamoal«giocoalmassacro»da parte di singoli parlamentari che scatenano i loro«istinti primordiali». Giachetti del Pd continua a ripetere che la matassa nonsibrogliasenonvengono coinvolti i Stelle, votando un loro candidato al Csm. NonèchiaroseFipunterà ancora su Caramazza(le sue chance sono ridotte al lumici- I Stelle all attacco dell esponente democratico «Non ha i requisiti» no).idemribadisconocheillo- ro candidato rimane Violante. Masitrattasolodiunaposizione formale: hanno capito che l ex presidente della Camera è in caduta libera, che non basta più nemmeno la copertura del capo dello Stato. A convincere i democratici a cambiare candidato non saranno certo le parole di Grillo e dei pentastellati, che battono sulla presunta mancanza di requisiti di Violante:nonèunmagistratodelle giurisdizioni superiori, non ha esercitato la professione di avvocato per vent anni, non figura tra i professori ordinari in materiegiuridiche.ilpdnonli ascolta, ma il problema rimane: Violantenonèvotatodalsuo stesso partito. Ma chi glielo dicedifareunpassoindietro?i capigruppo Speranza e Zanda non ci pensano proprio. A bassa voce nel Pd dicono:«questo suggerimento può venire solo da Napolitano o Renzi».

9 Oggi la legge prevede l'inamobibilità dei capi, ma con la riforma dovrebbero restare in carica per un lasso di tempo limitato FRANCESCO GRIGNETTI ROMA romette di essere unarivoluzionenel campo delle polizie, un operazione degna di quella grande riforma che nel 98, auspice Francesco Cossiga, portò alla smilitarizzazione della Ps. Trascorsi quasi trentacinque anni, il governo Renzistapreparandounariforma di analoga portata. Al termine,dacorpidipolizia sipotrebbescenderea:la PoliziaassorbirebbeForestaleePenitenziaria; fusionedei CarabiniericonlaGuardiadi avvicendato al vertice della sto. E Renzi annuiva mentre nel8:isuoi7milauominie il suo staff, lo stato maggiore ministerodell Interno).Lapri- Gdf per ordine del governo qualcuno diceva:«siccome sono nomine intoccabili, è ovvio montagne, ma anche i parchi diregionali.iveririsparmi,pe- ta nelle indagini economiche, donne che tutelano boschi e insediatoaroma,ei0comanma,neltempo,sièspecializza- Prodi, poi reintegrato da un Tar,chesidimise8oredopo checomecaposidebbasceglieresempreungeneraleoun ultimi anni per eccellenti ope- logistica,acquisti,manutenziosione del contrabbando, nella nazionali, si sono distinti negli rò, verranno dall amalgama di fiscalievalutarie,nellarepres- la sentenza per carità d istituzione). Qualcuno a quel tavolo prefettoultrasessantenne,perrazioniantincendio,operleindagini sui reati ambientali, o Il0, poi, saràl annodella nella lotta all evasione fiscale. nedeimezzi,sediperiferiche. tutela della spesa pubblica, presiedutodamatteorenziha chésennòteloritrovisullapol- tronaperventianni.allafaccia per la repressione del bracco- vera rivoluzione. Non sarà fa- Tutteeccellenzecheilgoverno ricordato il caso di Cesare Patrone, dominus della Polizia delmerito». naggio, entro la fine dell anno cile decidere la confluenza di intende ovviamente salvaguardare. Forestale da 0 anni.«almeno Ladecisionepolitica,insomma,èpresa.Itestidilegge,al ranghidellapoliziadistato.da qualelagdf, chevantaunatto La Finanza, in quanto tale, potrebbero già transitare nei due corpi di storica tradizione Gianni De Gennaro ebbe il buongustodidareledimissioni dalla Polizia dopo il settimo licisaràdaattendereunpo. rata poltrona del comandante ziariachesorseconlaprima scomparireeisuoi0milaef- solito,seguiranno.eperveder- subitosarannocancellatilado- istitutivodel88,elapeniten- sarebbe quindi destinata a anno, considerato che tanto NonperilCorpoForestale,gloriosa forza di polizia istituita unostipendiodi0milaeuro, 87(all epoca dipendeva dal rabinieri. La Penitenziaria a generale, accompagnata da organizzazione moderna nel fettivisarannoassorbitidaica- durailmandatodeipresidenti dellarepubblica». suavolta,fortedi8milaagen- Sivedràilcome,maivertici ti,s integrerebbeconlaps.se- condo calcoli dei sindacati di dei due corpi di polizia sopravissuti allo tsunami saranno a Anno 0 polizia,un operazionedelgenerearegimepotrebbegenerare tempo:oo7anni?ètuttoda decidere, mailprincipioèque- risparmipermiliardidieuro. Carabinieri Polizia di Stato 0.9 elaborazione ANTONINO CONDORELLI L Italia onora l impegno apartecipareallemissionimilitari all estero con la presenzadiuominiemezzineibalcani,inasiaeinafricaancheper il secondo semestre del 0. Il Senato ha approvato, infatti, in via definitiva il decreto missioni: 90 i voti a favore, i contrari e 7 le astensioni. Un via libera che ha avuto anchel appoggiodi Forza Italia (da sempre favorevole alle missioni all estero) e il voto contrario di Sel e MS. La Lega, invece, si è astenuta. Via libera dunque al finanziamento di 80 milioni per coprire i costi delle missioni in cui l Italia è impegnata. Questa volta, però, c è una clausola che riguarda la partecipazione alle missioni anti-pirateria nell Oceano Indiano nel 0. tutto dipenderà dall esito della vicenda dei due marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. previsto un maggior coordina- mentoconivigilidelfuoconel- LA STAMPA. Primo Piano. 9 RIFORME LE SCELTE DI PALAZZO CHIGI U anni La condanna massima per reati punibili fino a anni 8 anni La condanna massima per i reati punibili con più di anni ottobre La legge va approvata entro metà ottobre per non intralciare quella di stabilità Autoriciclaggio Decisal eliminazione diqualsiasisoglia Benefici a chi si autodenuncia: un anno per farlo Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando ALESSANDRO VIAPIANO/IMAGOECONOMICA ROMA Arriva finalmente nella versione definitiva il reato di autoriciclaggio. È occorsa una riunione ieri mattina nella studio del ministro Maria Elena Boschi, con Andrea Orlando, Pier Carlo Padoan, e il viceministro della Giustizia Enrico Costa in rappresentanza dell Ncd. E quindi ora il governo ha rotto gli indugi. Il nuovo reato non ha più tetti o limitazioni, bensì un doppio binario: se il reato-presupposto è punibile fino a anni, chi commette autoriciclaggio rischia da a anni di pena aggiuntiva; se il reato-presupposto supera i anni, l autoriciclatore rischia una condanna da a 8 anni in più. È il ministro dell Economia il più interessato di tutti alla nascita del nuovo reato, Madia «NellaPanontroppi matroppovecchi» La pubblica amministrazione italiana «non ha troppi dipendenti», ma si tratta di persone che hanno «un età media troppo alta». Insiste su questo punto il ministro della Pa e della Semplificazione, Marianna Madia, nel videomessaggio trasmesso durante la prima giornata di Cambiare per Cambiare. Tornando sui criteri utilizzati per le riformedellapaedellascuola,sottolinea l importanza di puntare su «generazioni digitali», con «persone formate e competenti su questi temi». E il ministro chiede «la collaborazione delle amministrazioni». che si ricollega a una grande operazione in vista del rientro dei capitali dall estero. Se infatti un cittadino ha capitali nascosti e si ravvede, autodenunciandosi all Agenzia delle Entrate per farli rientrare in Italia, per un anno a partire dall entrata in vigore della legge godrà di benefici e soprattutto dalla sospensione del nuovo reato. Se invece lascerà chiudersi questa finestra temporale, e poi verrà scoperto, rischia grosso in termini di multe e condanne penali. E ora è corsa contro il tempo. La maggioranza vorrebbe licenziare la legge alla Camera entro il ottobre, per non far sovrapporre i lavori con la Legge di Stabilità. Già lunedì o martedì, quindi, la commissione Finanze voterà il testo del nuovo reato;poi toccherà aaula. Ma se così non fosse, l'intero ddl sul rientrod ei capitali potrebbe diventare un vagoncino dentro la Finanziaria. L ultima discussione tra ministri ha riguardato la fisionomia del reato: ossia se fosse perseguibile solo chi «trasferisce o sostituisce» i proventi da illecito, o anche chi li «impiega». È passata la versione più Esclusi dal reato solo coloro che usano il denaro per «godimento personale» allargata, voluta fortemente dal ministro della Giustizia Orlando. In questo modo si colpirà chi capitalizza i proventi illeciti e non soltanto chi si presta all occultamento. Resta poi la esplicita previsione di non punibilità «quando il denaro, i beni o le altre utilità vengono destinate alla utilizzazione o al godimento personale». Aveva fatto discutere, al suo primo apparire, questa clausola. Ma è obbligata, spiega la relazione di accompagnamento, in quanto si tratta di evitare che le condotte di mero godimento («costituenti post factum non punibile») rientrino nell ambito di applicazione della norma. Si sarebbe incappato altrimenti in profili di incostituzionalità. Con l abolizione di ogni tetto, comunque, senza più limitazioni quanto ai reati-presupposto, il futuro reato di autoriciclaggio sarà una potente arma contro i reati dei colletti bianchi come contro i boss della criminalità organizzata. Si prevedono anche aggravanti qualora il fatto sia commesso nell esercizio di un attività bancaria, finanziaria o di altra attività professionale. Al contrario, la pena è diminuita fino alla metà per chi si «sia adoperato per evitare ulteriori conseguenze del reato» o per assicurare le prove, o abbia collaborato all individuazione dei beni e del denaro profitto del reato. La logica dell intero provvedimento è strettamente collegata alla grande operazione di rientro dei capitali dall estero. Non a caso si prevede che ci siano benefici per chi opera il «ravvedimento operoso», ovvero si autodenunci all Agenzia delle Entrate. E non soltanto quando i capitali che devono riemergere si trovano all estero, come da titolo della legge, ma anche in Italia. Trascorso il periodo della clemenza, però, è prevista la piena applicazione del nuovo reato, il che comporta multe e pene pesanti. «Sarà un potente incentivo», spiegano al ministero dell Economia. [FRA. GRI.] il caso FRANCESCO GRIGNETTI ROMA Ilgoverno:stiamolavorando perriorganizzareleforzedipolizia Su Forestale e Guardia Costiera novità in arrivo. I dubbi della Finanza 0.9 Gli organici Tra Carabinieri, polizia, polizia penitenziaria, Guardia di Finanza e corpo forestale 0.9 Miliardi Il bilancio delle forze dell ordine del 0 A questa cifra manca però quello della polizia Ha fatto rumore, l indiscrezione che ai piani alti del Partito democratico si passino in rassegna i mali del nostro sistema di sicurezza. Ci sono varie opzioni allo studio, in vista di una grande riforma delle polizie che dovrebbe segnare i lavori parlamentari del 0. S immaginano soluzioni radicali, quali la confluenza della Polizia Forestale nella Polizia di Stato già a partire dal ottobre, inserendo una norma ad hoc nella Legge di Stabilità. E ci sono ipotesi ancor più forti: accorpamento di Polizia penitenziaria con la Polizia di Stato, fusione tra Carabinieri e Guardia di Finanza. D altra parte Matteo Renzi non ha mai nascosto la sua perplessità di fronte alle tante polizie italiane. «Siamo l unico Paese che ha cinque forze», faceva sapere ai primi di settembre, al culmine della polemica con i sindacati del settore che minacciavano lo sciopero. «Stiamo lavorando alla revisione della spesa e alla riorganizzazione funzionale delle forze di polizia», riconosce il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio. Sul suo tavolo ha il dossier della prossima Spending review che già prevede una larga serie di misure di razionalizzazione. Ma le fusioni sono altra cosa, sarebbero una rivoluzione. E Delrio dice: «La riorganizzazione non è stata analizzata in questi termini». RENATO INGENITO/ANSA È più tranchant la precisazione di Emanuele Fiano, responsabile Sicurezza del Pd: «Smentisco decisamente che la segreteria nazionale del Pd abbia affrontato o ventilato il tema dell unificazione CosìsuLaStampa I vertici a tempo U GOVERNO LASICUREZZA IlpianodiRenzi:fusioneFinanza-Carabinieri LaPoliziapotrebbeassorbirelaForestalegiàentrolafinedell annoenel0anchelapenitenziaria Retroscena P ilcaso Personale dei Corpi di Polizia SìdelSenato Vialiberadefinitivo aldecretomissioni Sul numero de La Stampa di giovedì scorso erano state anticipate le possibili fusioni dei vari corpi di polizia del Paese. delle forze di polizia o di altri corpi dello Stato». E mentre da destra si bolla la sola ipotesi di una fusione tra Carabinieri e Gdf come «follia» (Maurizio Gasparri), al vertice della stessa Finanza ci si interroga sul futuro. Sicuro delle proprie buone ragioni, il comandante generale Saverio Capolupo era al Senato due giorni fa a difendere il Corpo. È in discussione infatti un ddl dei grillini, ma che raccoglie consensi trasversali, per la creazione di una vera Guardia costiera, dove dovrebbero confluire le Capitanerie di Porto e l apparato aeronavale della Finanza. Più che ai lontani scenari, la Finanza è a questa scadenza che guarda con preoccupazione. «Il dispositivo aeronavale costituisce una componente essenziale e irrinunciabile per l operatività del Corpo», ha scandito Capolupo in Senato. Ma appunto le sovrapposizioni tra i natanti della Capitaneria di Porto, della Gdf e della Ps avevano attirato l attenzione della segreteria del Pd. «Le sovrapposizioni ci costano miliardi di euro e sono una distorsione del sistema - sostiene Gianni Tonelli, segretario del Sap - anche se penso più logico che la Gdf sia fusa con l Agenzia delle Entrate». La pensa così anche Luca Comellini, segretario del Partito diritti dei militari: «L unificazione delle polizie non solo è fortemente richiesta dalla maggioranza dei sindacati ma permetterebbe di ottenere consistenti risparmi strutturali».

10 0. Primo Piano.LA STAMPA CINA LA RIVOLTA DEGLI STUDENTI U HongKong,lalottasidecidesuicellulari Il movimento comunica aggirando il Web, ma Pechino infetta gli smartphone per schedare i manifestanti ILARIA MARIA SALA HONG KONG Sono ore particolarmente tese a Hong Kong. Gli studenti che occupano le strade per chiedere il suffragio universale alla Cina avevano dato a Chun Ying Leung, il Capo dell Esecutivo di Hong Kong, un ultimatum: se non si fosse dimesso avrebbero occupato gli uffici governativi. Da Pechino, un editoriale del «Quotidiano del Popolo» non aveva fatto nulla per calmare gli animi, promettendo anzi «conseguenze inimmaginabili» se gli studenti non avessero sgomberato le strade. Quello di Occupy Central è un movimento con pochi leader. Si muove in modo disciplinato ma indipendente e le duecentomila persone in piazza in questi giorni agiscono di concerto affidandosi a tutti gli strumenti possibili per comunicare. E se Twitter aveva aiutato le Primavere arabe nel 0 ora a Hong Kong ci sta pensando FireChat. Nelle ultime ore oltre 00 mila persone a Hong Kong hanno scaricato sui loro smartphone l applicazione per Scaduto l ultimatum: il capo del governo non si dimette maaprealdialogo Connessi La protesta si sviluppa e organizza comunicando attraverso programmi speciali sui telefonini download Il numero delle «FireChat» scaricate in ore scambiare messaggi. FireChat si appoggia a Bluetooth e può mandare messaggi a 70 metri di distanza anche senza connessione Internet - spesso molto irregolare nelle zone della protesta. Ma, diversamente da Telegram, che manda messaggi criptati, i messaggi di Fire- Chat sono pubblici. E il moltiplicarsi di malaware che prendono di mira proprio gli smartphone degli studenti fa pensare che qualcuno stia cercando di mettere i bastoni fra le ruote al Movimento degli Ombrelli. Quel qualcuno sarebbe Pechino. Secondo il «New York Times» il governo cinese starebbe spiando i ragazzi scesi in piazza tramite una falsa App per smartphone. La scoperta è stata fatta dai ricercatori della Lacoon Mobile Security, un azienda specializzata in sistemi di sicurezza informatica. In quello che si è rivelato essere un «phishing attack» (una tecnica finalizzata a carpire informazioni personali), gli utenti di smartphone di Hong Kong hanno ricevuto un link su WhatsApp per scaricare un software, insieme a una nota: «Guardate questa app Android disegnata da CodeHK per il coordinamento di Occupy Central!». Peccato che CodeHK, una comunità di programmatori che sostiene il movimento per la democrazia, non aveva nulla a che fare con l applicazione. Secondo Michael Shaulov, amministratore delegato di Lacoon, ci sono chiari segnali che riconducono al governo cinese. Chi ha lanciato l app-spia ha la possibilità di accedere ai dati personali degli ignari utenti, come password e informazioni bancarie, spiare telefonate e messaggi e avere continua traccia della posizione fisica dello smartphone infettato. Tra la paura di possibili «schedature» e l attesa della reazione del capo del governo ieri per le strada di Hong Kong la tensione ha continuato a salire, riducendosi solo quando si sono presentati il vice-rettore dell Università, Mathieson, e il rettore dell Università Cinese di Hong Kong, venuti a sostenere gli studenti e chiedendo loro di non correre rischi. Sono stati accolti come eroi: i primi adulti appartenenti a istituzioni importanti a scendere in campo a fianco degli studenti. Joshua Wong, il leader di Scholarism, 7 anni, in uno dei suoi discorsi appassionati, ha detto: «Abbiamo fatto la Storia. Non voglio che nessuno di noi si faccia male», cercando di convincere i suoi compagni che una ritirata strategica non era da considerarsi una sconfitta. Un gruppo di pastori e preti si sono avvicinati, in fila davanti alle barricate, dicendo che avrebbero protetto gli studenti. Poi, a mezzanotte, la conferenza stampa di Leung: «Non mi dimetto - ha detto -, ma invio la mia vice, Carrie Lam, a parlare con gli studenti e studiare con loro il progetto di riforma elettorale. La polizia non caricherà se gli studenti si manterranno pacifici». Un contentino, un nulla, che è bastato comunque a far tirare un respiro di sollievo. La Rivoluzione degli Ombrelli di Hong Kong non vuole avere martiri. Nessuno scontro, né disordini, ma oggi i giovani saranno ancora per le strade della città. SE INTERNET DIVENTA MEZZO DI CONTROLLO GIANLUCA NICOLETTI TYRONE SIU/REUTERS La febbre cinese per la FireChat come strumento di rivolta è paradossale. Il Bluetoothing nasce una decina d anni fa per intercettare disponibilità erotica tra la folla o in tram. Ora si ripropone come alternativa ai social media per una guerra antichissima tra potere e dissenso. È tramontata l idea che Internet possa ancora essere considerato uno strumento geneticamente antagonista, bisognerebbe riflettere su quanto ancora si possa parlare in questi termini del più grande intercettatore di ogni nostro pensiero, espresso o solo accennato. Ecco quindi che quando un regime decide di usare le maniere forti Internet non serve più, anzi diventa persino uno strumento inquisitorio e poliziesco per chi non ne conoscesse le vie esoteriche per sfuggire al grande controllore. Consapevoli di questo i ragazzi di Hong Kong hanno optato per il download di massa dell app che può permettere di scambiarsi messaggi anche senza accesso al web. Naturalmente FireChat è efficace solamente in una situazione di spazi aperti. Come però è stata lanciata via Facebook una possibile via di fuga post blackout, subito è partita la controffensiva di Stato. Così per qualcuno avere scaricato l app corrisponderà a una schedatura come sovversivo. Ammesso che a Hong Kong arrivi l ora x, e solo con FireChat si possa comunicare a distanza, ogni smartphone disporrebbe solo del Bluetooth per collegarsi ad altri dispositivi nel raggio di 70 metri, immaginiamo che in questo spazio i margini di fuga siano ristretti se il conflitto degenerasse, con il concreto rischio che a ricevere il messaggio non sia un compagno di lotta ma un poliziotto. È per questo forse consigliabile l uso FireChat comeespediented acchiappopiuttosto che come supporto di guerriglia.

11 LA STAMPA. Primo Piano. REPORTAGE L ALLARME EBOLA U PAOLO MASTROLILLI INVIATO A DALLAS SEGUE DALLA PRIMA PAGINA Compresi i bambini di quattro o cinque scuole che adesso sono sotto controllo, aspettando e sperando di non essere trascinati nell incubo lontano, e ora vicinissimo, dell Ebola. E la psicosi non si ferma qui: anche ad Honolulu, alle Hawaii, c era una persona in isolamento che poteva essere malata, più casi sospetti nello Utah e New York. Le notizie paurose ormai si rincorrono di ora in ora, vere, false, o approssimative che siano. Sappiamo per certo che Duncan era partito da Monrovia, dopo aver contratto l Ebola aiutando una giovane ragazza malata, Marthalene Williams. La donna era figlia dei proprietari della sua casa, aveva 9 anni ed era incinta. Thomas l ha portata in ospedale e così è stato contagiato. Le autorità della Liberia ora sospettano che sapesse di essere malato, e quindi è partito per gli Stati Uniti con la scusa di andare a trovare la sorella Mai Wureh, che vive a Dallas. In realtà, come cercano di fare tutti gli africani sfiorati dall Ebola, voleva venire in America sperando di essere curato meglio. Perciò ha mentito nel questionario all aeroporto, negando di aver avuto contatti con malati. La giustizia del suo paese ora vuole processarlo, se mai sopravviverà. Da Monrovia Duncan è volato a Bruxelles. In quel momento non presentava ancora i sintomi e quindi non era contagioso, ma siccome nessuno ha detto tutta la verità su questa storia, c è chi teme che in realtà li stesse nascondendo. Da Bruxelles ha preso un volo per Washington, aeroporto Dulles, e da li è andato a Dallas. Ha volato con la United Airlines, e anche se le autorità sanitarie americane insistono che i circa 00 passeggeri non erano a rischio, la compagnia aerea li sta avvertendo tutti. E i suoi titoli intanto precipitano a Wall Street. Una volta passati i controlli alla frontiera di Dallas, Duncan è andato agli Ivy Apartments, su Fair Oaks Avenue, dove vive la sorella. Il si è UNA SCIA DI VIRUS L uomo ha nascosto i sintomi, viaggiato su aerei, vomitato per strada, abbracciato familiari sentito male, il 6 è andato al Texas Health Presbyterian Hospital, ma lo hanno rimandato a casa con un po di antibiotici. Solo il 8, dopo aver vomitato in mezzo alla strada davanti alla casa della sorella, è stato ricoverato. Dunque tutte le persone entrate in contatto con lui fra il e il 8 ora potrebbero essere malate. Almeno cento, secondo le autorità sanitarie di DallaseThomasFriedman,capodeiCenters for Desease Control di Atlanta. Chi sono questi potenziali malati che i medici stanno freneticamente cercando? Prima di tutto i quattro famigliari più stretti, cioè la compagna, suo figlio e due nipoti, che hanno ricevuto l ordine dal tribunale di non uscire di casa fino al 9 ottobre, quando scadrà il periodo di incubazione dell ebola. Non possono ricevere visite, tranne le persone incaricate di portare loro da mangiare e disinfettare l appartamento, che però finora si sono rifiutate di entrare, lasciando in giro vestiti, lenzuola e asciugamani usati da Duncan. Poi, purtroppo, i cinque bambini in età scolare che avevano incontrato Thomas dopo la comparsa dei primi sintomi. Andavano alla Sam Tasby Middle School, L.L. Hotchkiss Elementary School, Dan D. Rogers Elementary School, Emmett J. Conrad High School, e forse anche Jack Lowe Sr Elementary School. I genitori degli studenti di queste scuole hanno ricevuto una lettera, o sentito un messaggio telefonico, che li avvertiva: «Uno dei nostri allievi potrebbe aver giorni Passati da Thomas Eric Duncan a Dallas prima del ricovero 00 passeggeri Hanno volato assieme a Duncan negli Stati Uniti PAURA NEGLISTATIUNITI ADallasècacciaaicontagiati Potrebberoesserepiùdicento Anche bambini delle elementari a contatto con il liberiano ricoverato in Texas avuto contatti con un individuo che è stato diagnosticato di recente con il virus dell Ebola». Cosa fareste, voi? Kia Collins, che ha quattro figli di età compresa fra e anni alla L.L. Hotchkiss, non ha avuto dubbi: «Sono terrorizzata, li terrò a casa tutta la settimana». Le autorità scolastiche rassicurano, giurano che nessuno dei cinque bambini ha mostrato sintomi: ma non era così anche quando Duncan si era imbarcato sull aereo che lo ha portato da Monrovia a Bruxelles? Chi può avere la certezza? Quindi è fuga dalle scuole, con i genitori che si guardano a vicenda con sospetto. Chi mente e chi dice la verità? Chi sono gli untori fra di noi? Solo alla Conrad High si parlano lingue, tanti sono gli immigrati: hanno capito tutti cosa sta succedendo? Ma la caccia al contagio non si ferma qui. I medici dicono che Duncan è entratoincontattoconalmenocentopersone, da quando ha manifestato i primi sintomi: le stanno cercando tutte, per sapere come stanno e con chi sono entrate a loro volta in contatto. Un numero che potrebbe allargarsi in fretta, se fosse confermato il secondo contagio sospettato a Dallas, anche se le autorità insistono che l ebolanonsipassafacilmente, eicontatti secondari rischiano molto meno dei primari. Già, però poi senti Anthony Banbury, rappresentante speciale del segretario generale dell Onu Ban Kimoon per l emergenza ebola, che avverte: «Più il virus circola fra gli esseri umani, più aumenta il pericolo che muti e diventi trasmissibile per via aerea». Così sarebbe un incubo, se non lo fosse già. E poi, quante persone come Thomas Duncan si sono imbarcate su un aereo prima di manifestare i sintomi, e ora sono malate in chissà quale angolo del mondo? Le Hawaii hanno messo in quarantena e poi rilasciato un paziente, ma girano voci di allarmi anche nello Utah e a New York. Un esperto operativo, che sta lavorando per contenere il contagio, avverte: «Ci vorranno almeno sei mesi, per fermare l epidemia. Moriranno altre persone, e siamo sorpresi che finora sia comparso un solo caso fuori dall Africa». Alcuni bambini scendono da uno scuolabus a Dallas: cinque scuole sarebbero a rischio contagio L allarme internazionale in Africa E l Onu chiede aiuto all Italia Aerei per evacuare i malati L Italia può dare un contributo fondamentale alla mobilitazione in corso per bloccare l epidemia di ebola, offrendo i mezzi e le strutture per l evacuazione del personale coinvolto nei soccorsi. La comunità internazionale ha già fatto presente questa richiesta, e il governo ha risposto in maniera positiva, mettendo a disposizione l ospedale Spallanzani di Roma. Lo sforzo ulteriore che servirebbe adesso, però, sarebbe la fornitura degli aerei per il trasporto dei malati, e potrebbe concretizzarsi a partire da una riunione prevista lunedì tra i responsabili sanitari dei Paesi dell Unione Europea. Uno dei problemi fondamentali dell epidemia è stato la sua dimensione: ha colpito diversi Paesi nello stesso tempo, e non tutti erano preparati. In Liberia e Sierra Leone, ad esempio, il contagio non è stato contenuto, a causa di problemi logistici ed errori commessi a livello locale. In Nigeria, invece, l ebola è stato contenuto, e questo è un risultato molto importante in un Paese con oltre 70 milioni di abitanti. La comunità internazionale ha capito gli errori commessi, e la mobilitazione dell Onu, degli Stati Uniti, e di tutti i Paesi disposti a contribuire, sta cercando ora di frenare l emergenza. Il ruolo decisivo è quello JOHN SPINK/ATLANTA JOURNAL-CONSTITUTION/AP MIKE STONE/REUTERS La protesta Un medico con la tuta anti-contagio nell aeroporto di Atlanta Dopo il primo caso di Ebola negli Stati Uniti è esplosa la protesta per le inefficienze dei Centri federali per il Controllo e la prevenzione delle malattie degli operatori sul terreno, che proprio per questo sono esposti più di tutti gli altri al contagio. È essenziale dunque che il personale coinvolto nei soccorsi abbia la certezza di essere evacuato e curato, nel caso diventasse vittima della malattia che sta combattendo. L Organizzazione Mondiale della Sanità ha fatto dunque una richiesta diretta a Palazzo Chigi, e sta aspettando la risposta. Roma ha già messo a disposizione lo Spallanzani, per l eventuale ricovero di malati che necessitano di essere evacuati. Quello che manca di più, però, sono i mezzi adeguati per l evacuazione dei contagiati, e anche su questo l Italia possiede capacità riconosciute. I nostri militari hanno insieme gli aerei per condurre questo genere di operazioni, l esperienza pratica, e i protocolli collaudati per gestire poi i passaggi a terra. Lunedì se ne discuterà a livello europeo, e le organizzazioni coinvolte nei soccorsi sperano che Roma assuma un ruolo di leadership. [P. MAS.]

12 . Primo Piano.LA STAMPA CRISIATEATRO LALIRICAINROSSO U il caso FLAVIA AMABILE ROMA Licenziati orchestra ecoro:ilfuturodel Teatro dell Opera diromadopol addio di Riccardo Muti ricomincia da una proceduramaiapplicataprimainitalia, un licenziamento collettivo. Ne sanno qualcosa, invece, a Madrid, Valencia, Vienna, Amsterdam e Parigi dove cori edorchestradatemposonofigure esterne ai teatri. È la decisione arrivata al terminedelcdadiierimagià nell aria da alcuni giorni. Lo stesso Riccardo Muti, dicono in Teatro, avrebbe capito e preferito andarsene prima di rimanere travolto da un disastro non suo. A far precipitare la situazione, infatti, è stato un complesso di carichi economici, burocratici e sindacali che appesantisce il bilancio e rischia di diventare insostenibile dopo l uscita di scena di Muti e l abbandono da parte dei primi sponsor. L ultimo nodosucuiorchestraecdasi sonoscontratièladiariaper la prossima trasferta in calendario. Oltre al rimborso di tutte le spese, gli orchestrali hannodirittoadunadiaria.lalororichiestaeradi90euroal giorno, l amministrazione ha lanciato una controfferta di 60euro.Difrontealrifiuto degli orchestrali, il cda ha capito di non avere altra scelta. Le strade aperte erano poche- ha raccontato Ignazio Marino, sindaco di Roma e presidente del cda del Teatro:«Potevamo scegliere tra un rattoppo temporaneo, la chiusura o una strategia che portasse ad una vera rinascita».e,quindièarrivatala decisione sapendo«che questoèl unicopercorso,inun momento drammatico della vitadelteatro,chepuòportareadunaveraedauspicata rinascita». 8 licenziati «Il procedimento coinvolgerà 8 unità di personale su 60» dice il sindaco di Roma Marino milioni di euro il deficit del teatro dopo la rinuncia di Muti. Con i licenziamenti si risparmiano, milioni Secondo Dario Franceschini, ministro dei Beni Culturali, si tratta di«un passaggio doloroso ma necessario». La decisione non riguarda tutti i lavoratori ma8su60.comehaammesso il sovrintendente del Teatro, Carlo Fuortes, è stata presa anzitutto per tagliare le spese. «Coro ed orchestra costano milioni e mezzo l anno. Il risparmioprevistoèdi,milionicon l esternalizzazione. Abbiamo ragionato in termini di funzionalità e di effetto economico». Una protesta all Opera di Roma l anno scorso Chocall OperadiRoma licenziatiorchestraecoro Il ministro Franceschini: doloroso ma necessario, la situazione è insostenibile MASSIMO PERCOSSI/ANSA La procedura di licenziamento partirà da oggi secondo un percorso previsto dalla legge sulle Fondazioni lirico-sinfoniche.periprossimi7giornii lavoratori faranno parte dell organico. I primi giorni saranno utilizzati per le trattative sindacali,glialtri0perletrattative ai tavoli istituzionali. Il licenziamento collettivo vero e proprio arriverà fra quasi due mesi e mezzo. L obiettivo del cda è riuscire a terminare tutto entro la fine dell anno per iniziare dal primo gennaio del 0 con una nuova orchestra edunnuovocoro,semmaiformati dagli orchestrali licenziati se daranno vita ad una società, come è avvenuto all estero. Che cosa accadrà ora della stagione in corso è ancora presto per dirlo. In calendario ci sonol AidaeleNozzediFigaro madopol addiodimutinessunolohasostituito.ledate,però, non sono state cancellate, spiega Ignazio Marino. «Al momento non abbiamo immaginato di cancellare l opera verdiana del 7 novembre. Ci attiveremo per ricercare un direttore da individuare entro la prima settimana di novembre, altrimenti non ci sarà l Aida».Mentreperlanominadel direttore musicale«occorrerà unpo ditempo.e unargomento di grande importanza ma andrà valutato più avanti quando il Teatro rientrerà nella normalità». Dura la reazione dei sindacati. Massimo Cestaro, segretario generale della Slc-Cgil, lancia l allarme:«vogliono fare dei teatri delle scatole vuote».anchenelpdc èchifafatica ad accettare l operazione. Michele Anzaldi, deputato: «Vengono licenziati tutti gli artisti, proprio coloro che sonoentratialteatroconunregolare e difficile concorso pubblico». Come sottolinea Marco Piazzai, segretario della Fials-Cisal: «Restano assunti 80 tecnici ed amministrativi». Interviste Il sovrintendente Fuortes Dopo la rinuncia di Muti fuga di sponsor e abbonati SANDRO CAPPELLETTO ROMA «Decisione sofferta» Il sovrintendente del teatro dell Opera di Roma Carlo Fuortes «No,aquestopuntononc era scelta», racconta Carlo Fuortes.Allafinediunagiornata drammatica, il sovrintendente si ostina, tuttavia, a vedere lalucealdilàdeltunnel.«la rinuncia del maestro Muti ha provocato una caduta di abbonamentieunaveraepropria fuga degli sponsor. La situazione è precipitata. Il danno di immagine è diventato un danno economico insostenibile». Ci sarà una stagione? «Sì, la stagione sarà rispettataeconl orchestrainbuca. Nesonocerto.Ogginasceun modello nuovo per il sistema musicale italiano, bloccato per troppi anni. Saremo tutti più responsabili e orchestra e coro potranno formare una società di servizi che abbia come principale ragione sociale la conquista della più alta qualità. Come nella Nazionale di calcio, dove giocano i migliori». Perché licenziare orchestrali e coristienonglialtri? «Perché costano molto. Indispensabili certo, ma insostenibili. Parlando in queste ore con tanti musicisti, ho trovato un senso direi nuovo di responsabilità, e perfino di orgoglio professionale. Un musicistaèprimadituttounar- tista, non un impiegato, non untravet». Tutti d accordo nel Cda? «La decisione è stata condivisa. Sofferta, ma unanime. L auspicioèchegliartistiforminoun nuovo soggetto che lavori per il teatro, dando spazio anche ai migliori tra i nostri giovani». Che ne sarà dei diritti acquisiti, delcontrattocollettivodilavoro, dei contratti integrativi? «Si supereranno finalmente le distorsioni corporative dei contratti integrativi, che impedivano ai teatri di raggiungere una produttività significativa ed erano causa di continui ostacoli al lavoro. Punivano anche la professionalità dei migliori». Il primo, in Italia, a volere orchestre stabili fu Toscanini. Orasitornaaiprecari? «E giàcosìpermoltedellemigliori orchestre europee: i Filarmonici di Vienna sono una cooperativa eigiudicipiùseverisonoglistessi musicisti. Vengono pagati molto bene e conosciamo tutti la loro qualità. Perché questo non dovrebbe accadere anche in Italia? Non mi pare un peggioramento, neppure dal punto di vista sindacaleedeidiritti, nondeiprivilegi». Gli orchestrali Smantellano il teatro ma l articolo 8 c è ancora ROMA La protesta Un momento della protesta dei lavoratori del Teatro dell Opera di Roma davanti al Ministero della cultura Una mazzata, piombata improvvisa. Che lascia senza parole i musicisti del Teatro dell Opera.Finoadoranonera mai successo che i componenti diun orchestraeuncorovenissero licenziati in tronco, e senza preavviso. In molti prevale la rabbia, la disperazione: «Comincianoconnoiepoicontinuano con gli altri. Ecco l antipasto della riforma dell articolo 8!».«Muti aveva già capitotuttoehafattounpassoindietro prima che il sipario calasse per sempre». Nei più giovani, abituati alla precarietà, prevale la voglia di reagire. E per dimostrare l attaccamento al posto di lavoro, gran parte si ritrova nella propria«casa», la buca d orchestra.nonvoglionocheinomisi- ano riportati, temono ritorsioni. «Ho appena ricevuto un provvedimento disciplinare per aver osato esprimere il mio puntodivista»diceuno.«c è un progetto di smantellamento del Teatro. E forse Muti l aveva capitoeperquestosen èandato.masiamoprontiaimpugnare la decisione», aggiunge un altro. Altri si trincerano dietro un secco«sono autorizzati a parlare solo i rappresentanti sindacali». Che parlano. Paolo Terrinoni, segretario generale della Fistel Cisl:«È un colpo mortale all Opera, ma anche alla cultura aromaeinitalia.l unicastrada sembra riunirsi in cooperative, di fatto smembrando l orchestra e il coro, e permettendo al Teatro di scegliersi i lavoratori. Non si possono esternalizzare i servizi artistici».«che ci fanno oltre 80 tecnici e amministrativi al Teatro? In tutto ci sonocirca70assuntiatempo indeterminato e solo 80 formano l orchestra e il coro», dice Marco Piazzai, primo trombone dell orchestra e sindacalista Fials-Cisal.«Parliamo di persone che guadagnano euroalmeseperilcoroe euro per gli orchestrali. HodatoarteeamorealTeatro dell Opera, sento un macigno sulle spalle». Ma il commento piùdurovienedamassimocestaro,cgil:«datempoèincorso una strategia di smantellamento delle istituzioni culturali.oggièlafinedelvaloredella produzione, della ricerca, della sperimentazione. Reagiremo contro questa scelta sciagurata con l auspicio che tutti abbiano compreso la posta in gioco».[s.c.]

13 LA STAMPA. Primo Piano. DIRITTICIVILI ANAGRAFI NEL CAOS il caso MARIA CORBI ROMA Il prefetto di Bologna ha revocato la disposizione del Comune che prevedeva la trascrizione di matrimoni di persone dello stesso sesso celebrati all estero e il ministro dell Interno Alfano si congratula: bene così. Peccato che pochi mesifaungiudicedeltribunale di Grosseto abbia ordinato al Comune di«trascrivereneiregistridistatocivileil matrimonio» fra due uomini italiani celebrato negli Usa. Intanto il sindaco di Udine, Furio Honsell, superando a sinistra Alfano, ha trascritto nei registri di stato civile il matrimonio di due persone dello stesso sesso, contratto all estero, in Sudafrica. Come diceva Flaiano? Poche idee ma confuse. Un aforisma che calzaapennelloaquestopaese che sulla questione delle LO STOP A BOLOGNA Il prefetto ha revocato latrascrizionediunsì decisa dal sindaco LA POSIZIONE DI ALFANO «Su questo tema non decidono i sindaci Il prefetto ha fatto bene» nozze gay sembra aver intrapreso due corse: quella veloce del paese reale, e quella lenta epienadicurveedisensiunici del Parlamento. «È proprio così», dice Furio Honsell, primo cittadino diudinechedifendeilsuo atto:«non si sostituisce a quellocheèunvuotolegislativoechepuòesserecolmato soltanto dal Parlamento, ma vuole essere la risposta all esigenza di due cittadini che chiedevano che venisse applicato il diritto privato internazionale. E lo considero anche un contributo concreto per spingere il Parlamento ad armonizzare la normativa italiana a quella della maggior parte degli altripaesieuropei.epoivorrei che si riflettesse sul fatto U Trascrizionidall esteroeregistri LaBabeledelleunionigay Comuni, giudici, ministri e prefetti: ognuno dice tutto e il suo contrario Viaggio nell Italia delle coppie alla ricerca di una certezza che non c è Nessuna azione dei sindaci in materia di stato civile può prescindere dal quadro normativo Angelino Alfano Ministro dell Interno Ho dato una risposta a due cittadini che chiedevano di applicare il diritto privato internazionale Furio Honsell Sindaco di Udine Rivoli Milano Pavia Cagliari Grosseto Bologna Empoli Pisa Firenze Latina Udine Napoli Palermo che oggi in Italia una persona, se cambia sesso, ha la possibilità di sposarsi». Nonlapensacosìilministro Alfano:«Nessuna azione, nessuna attività, nessuna decisione, nessuna direttiva dei sindaci,inmateriadistatocivile,può prescindere dal quadro normativo vigente nel nostro Paese». «Pertanto- aggiunge Alfano- il prefetto di Bologna ha eseguito correttamente la sua funzione ecioèilcompitodigarantire che l operato del sindaco fosse inlineaconlenormeattuali. Questoagaranziadituttiicittadini e per una visione omogenea dell applicazione delle nostre leggi sul territorio. Il sindaco,inquestamateria-che rientra nella competenza esclusiva dello Stato-, non agisceinviaautonoma,maopera nella veste di ufficiale di governo,eproprioperquesto,deve attenersi alle direttive del ministero dell Interno. Spetta al Parlamento, nell esercizio della sua discrezionalità politica, individuare le giuste forme di garanzia e di riconoscimento per tali unioni». Ecosìancheilprefettodi Udine ha consigliato al sindaco ditornaresuisuoipassi.«ma io, obietta Honsell, non ho fatto una delibera valida per tutti comequelladibologna.hodecisosuuncasospecificodopo aver valutato le norme di diritto internazionale privato. Ho solo certificato un atto valido di per sé». Una spiegazione in linea con la motivazione del giudice del Tribunale di Grosseto cheadaprilehaordinatoalsindaco di Grosseto la trascrizionedelmatrimoniotradueuominicelebratoinusa.«nonè I passi dei Comuni TRASCRIZIONE MATRIMONI EFFETTUATI ALL ESTERO REGISTRI UNIONI CIVILI Centimetri-LA STAMPA GIORGIO BENVENUTI/ANSA In Comune Rebecca Hetherington ed Eleonora Tadolini all anagrafe di Bologna. La loro è stata la prima coppia ad aver presentato la documentazione per iscrivere il matrimonio celebrato all estero LA GIURISPRUDENZA Un giudice di Grosseto ha ordinato al Comune direcepireunattousa PRESSING SU PISAPIA Il centrosinistra chiede cheilsindacodimilano segua l esempio bolognese previsto, nel nostro ordinamento, alcun ulteriore diverso impedimento derivante da disposizioni di legge alla trascrizionediunattodimatrimonio celebrato all estero», spiega. E la trascrizione non ha natura «costitutiva ma soltanto certificativaedipubblicitàdiunattogiàvalidodipersé». E a Milano la maggioranza di centrosinistra in Consiglio comunale rimane sorda al monitodialfanoechiedealsindaco Giuliano Pisapia di accelerare sulla trascrizione dei matrimoni gay celebrati all estero. il consigliere Pd, Rosaria Iardino, sollecita il sindaco:«vorrei che direttamente deliberasse sulla possibilità di trascrizione all Anagrafe comunale di Milano dei matrimoni gay contratti all estero. E vorrei che questa decisione fosse presa a prescindere da qualsiasi passaggio in Consiglio comunale, in modo che fosse celere e priva di ambiguità. Ciò che deciderà Pisapia sarà sicuramente la cosa più giusta da fare». Dall opposizione il consigliere di FdI, RiccardoDeCoratoricordachea sbarrare la strada alla trascrizionedelleunionigayèstatoil ministro dell Interno del governo Renzi.«Ogni tentativo che il centrosinistra a Milano farà per aggirare le norme verrà segnalato prima al prefetto e poi, nel caso l azione continuasse, al ministro». QUELL INERZIA CHE NON POSSIAMO PIÙ PERMETTERCI CARLO RIMINI* Orbene,disseilMinistro,intonosolennedi comando,«questo matrimonionons hadafare,né domani,némai».o,meglio,si potrà fare, chiamandolo con altro nome, quando il Parlamento avrà approvato l apposita grida: che significa, se l esperienza degli ultimi anni viene presa ad insegnamento per il futuro, appunto, mai. Maèpossibilechenoncisi rendacontochenonsipuò andare avanti così? Facciamo il punto della situazione, dopo avere ricordatochenonstiamoparlandodi una banalità irrilevante, di un orpello, ma del diritto fondamentale di ogni persona umana a costituire una famiglia, indipendentemente dai propri orientamenti sessuali. Ebbene,nel00,sialaCorte Costituzionale sia la Corte Europea dei Diritti dell Uomohannoaffermatocheillegislatore deve introdurre una forma di tutela giuridica dell unione omosessuale. La Cassazione, nel 0, ha precisato però che, alla luce della persistente inerzia del legislatore, il matrimonio celebrato all estero da due cittadini dello stesso sesso non può essere trascritto nei registri dello stato civile italiano. Ha tuttavia aggiunto che la coppia omosessuale ha il diritto di far valere il proprio statusdifamigliaehaildiritto ad un trattamento omogeneoaquelloriservatoaiconiugi eterosessuali. Nel 0 la Corte Costituzionale ha sottolineato ancora la drammatica inerzia del legislatore, ma ha contemporaneamente precisato che la tutela della coppia omosessuale non potrà avvenire consentendo il matrimonio fra persone dello stesso sesso. In questa situazione molti Comuni hanno istituito elenchi speciali(cioè separati dai registri dello stato civile), ammettendo le coppie omosessuali a registrare la loro unione al fine di usufruire, con parità di diritti rispetto ai coniugi eterosessuali, di alcune agevolazioni riservate alle famiglie. Non si vede, alla luce della giurisprudenza appenaricordata,cosavisiadi eversivo nella creazione di simili registri. Eppure il Prefetto di Bologna ha avvertito la necessità di censurare l operato dell amministrazione comunale e il Ministro dell Interno ha dichiarato di appoggiare l intervento del Prefetto. Altri Comuni sono andati oltre e, nonostante l orientamento contrario della Cassazione, hanno addirittura accolto domande di trascrizione nei registri dello stato civile di matrimoni omosessuali stranieri. La maggior parte dei Comuni, invece, si attiene all indicazione della Cassazione, ma il Tribunale di Grosseto, nell aprile di quest anno, con una sentenza sorprendente, ha ordinato all Ufficiale dello stato civile di trascrivere il matrimonio celebrato a New York fra un giornalista e un architetto. È proprio evidentechenonsipuòandareavanticosì!mailparlamento è distratto o forse troppo occupato. *ordinario di diritto privato nell Università di

14 AA B CDEF LA STAMPAEF

15 LA STAMPA. Estero. Latakia Tartus LIBANO Idlib TURCHIA Marea ALEPPO Homs Qusair Arsal DAMASCO Dara a Kobani Qamishli Derek Tel Abyad Hama GIORDANIA Raqqa SIRIA Centimetri LA STAMPA Dair az Zour RIBELLI MODERATI REGIME Hassakeh ZONA CUSCINETTO PREVISTA DAI TURCHI Abu Kamal Qaim CURDI ISIS IRAQ In marcia Al confine fra Turchia e Siria stanno arrivando combattenti curdi da tutte le nazioni vicine per difendere la città di Kobane assediata dagli islamisti HADI MIZBAN/AP I MILIZIANI DELL ISIS ENTRANO NELLA CITTÀ CURDA DI KOBANI, IN ARRIVO RINFORZI DAL PKK DI OCALAN Turchia:sìalletruppeinSiriaeIraq Il Parlamento dà il via libera, Erdogan vuole colpire anche Assad. Ma il Califfo avanza su Baghdad MAURIZIO MOLINARI CORRISPONDENTE DA NEW YORK Con 98 voti a favore e 98 contrari il Parlamento di Ankara autorizza le truppe turche a condurre operazioni di terra, in Iraq e Siria, contro lo Stato Islamico (Isis) e il regime di Bashar Assad aprendo un nuovo capitolo del conflitto in corso in Medio Oriente. Finora la coalizione guidata dagli Stati Uniti contro Isis ha condotto, dall 8 agosto, solo raid aerei e gli alleati arabi di Washington, nel recente summit di Gedda, avevano avallato la campagna anti-terrorismo senza tuttavia sbilanciarsi pubblicamente sulle operazioni di terra. Il Segretario di Stato John Kerry si era limitato a dire che «contatti con i partner sono in corso» per inserire il tassello mancante dell offensiva di terra ma ora è Ankara che compie tale mossa, ritagliandosi sotto i riflettori un ruolo da protagonista nella guerra in atto. La legge infatti è molto dettagliata, fino ad assomigliare a un piano di operazioni. Il governo ottiene «per il periodo di un anno» l autorizzazione a compiere interventi «contro gruppi terroristi in Siria ed Iraq» al fine di «creare zone sicure per i profughi dentro la Siria» e «proteggerle con delle no fly zone», oltre Concesso l uso delle basi agli aerei della coalizione Le operazioni potranno durarefinoaunanno a poter «addestrare e provvedere logistica e armamenti all Esercito di liberazione siriano» ovvero i ribelli filo-occidentali. E ancora: il testo prevede la possibilità di «far transitare sul territorio turco forze militari straniere» impegnate contro i miliziani jihadisti del Califfo Ibrahim, Abu Bakr al Baghdadi, adoperando una terminologia che consente tanto agli Stati Uniti di sfruttare CHIESTI, MILIONI DI EURO DI RISCATTO Ostaggi tedeschi nelle Filippine nuovo ultimatum degli islamisti Il gruppo terroristico filippino Abu Sayyaf ha spostato al 7 ottobre l ultimatum alla Germania: se entro quella data non sarà consegnato un riscatto equivalente a, milioni di euro e deciso uno stop al sostegno agli Usa contro l Isis, uno dei due ostaggi tedeschi nelle sue mani sarà decapitato. I due tedeschi sono Stefan Viktor Okonek, 7 anni, e Henrike Dielen,, due velisti rapiti in aprile al largo dell isola Palawan. La scadenza del 0 ottobre viene ora definita «giorno dell avvertimento» mentre l «ultimatum» è fissato alle pomeridiane locali di venerdì della settimana prossima. Il 0, ha precisato il portavoce, era solo un «preannuncio» dell ultimatum. Il sito ricorda che Abu Sayyaf chiede un riscatto di 0 milioni di pesos filippini (circa, milioni di euro) e, alla Germania, la rinuncia al sostegno alla campagna statunitense contro l Isis. le basi Nato nel Sud della Turchia quanto ai guerriglieri curdi del Pkk (Partito dei lavoratori) di superare la frontiera per sostenere i reparti di peshmerga curdi siriani o iracheni. Sebbene il ministro della Difesa, Ismet Yilmez, affermi che «non siamo tenuti a prendere iniziative immediate» la Turchia diventa da subito il Paese della coalizione anti-isis con più carte tattiche da giocare: può assumere la leadership delle operazioni di terra, liberare zone lungo il confine e coordinare l afflusso di contingenti curdi verso la città di Kobani, assediata dai miliziani di Isis che sembrano sul punto di prevalere. E può anche attaccare le forze di Assad, definite da Yilmaz «la vera origine di Isis a causa degli orrendi massacri di civili compiuti sin dall inizio della guerra civile». Più che un partner di Washington, la Turchia di Recep Tayyip Erdogan si ritaglia un ruolo da protagonista negli sconvolgimenti in atto, grazie a un esercito di quasi milione di uomini - dotato delle più moderne armi occidentali - che non ha rivali nel mondo musulmano. Resta da vedere come e quando Erdogan deciderà di iniziare le operazioni. L indicatore da tenere presente al riguardo è il mausoleo di Suleiman Shah, proprio a Kobani, ovvero l enclave turca che la legge approvata nomina espressamente, definendola «minacciata da Isis». Erdogan in proposito è stato chiaro, promettendo alla guarnigione di 60 uomini che lo protegge: «Non siete soli, tutti i turchi sono con voi». Il Califfo intanto fa avanzare le proprie truppe: non solo attorno in Siria, a Kobani, ma anche in Iraq, a Hit e Ramadi, aumentando la pressione sulla capitale Baghdad. Per un rapporto dell Alto commissariato Onu per i Diritti Umani tali progressi militari si accompagnano a «sistematici ed estesi abusi contro i civili». ANCORA VIOLATA LA TREGUA: ACCUSE INCROCIATE TRA KIEV E FILORUSSI Riesplode la guerra in Ucraina Ucciso operatore della Croce rossa Bombe su Donetsk muore uno svizzero di8anni.iribelli attaccano l aeroporto ANNA ZAFESOVA Dopo essere stata una guerra senza venire chiamata guerra, ora la situazione nell Est ucraino è una tregua che è difficile chiamare pace. Ieri sono ripresi gli attacchi dei separatisti all aeroporto di Donetsk, da mesi in mano ai militari di Kiev che l hanno conquistato dopo una battaglia sanguinosa. E ieri sulla città più grande della regione ribelle hanno cominciato di nuovo a piovere mortai e razzi. Dopo che mercoledì nove civili erano morti in attacchi - sei persone mentre viaggiavano su un pulmino di linea e tre, un professore e due genitori, durante la festa dell inizio dell anno scolastico in un liceo - ieri l artiglieria è tornata a colpire il centro della città. Tra gli edifici danneggiati, un ospedale, un palazzo residenziale, un centro commerciale e gli uffici della Croce Rossa a Donetsk dove è rimasto ucciso anche uno dei responsabili della missione della Ong in Ucraina, Laurent Etienne du Pasquier, 8 anni, cittadino svizzero. La «Repubblica popolare di Donetsk» ha promesso un indagine e accusato dell accaduto le truppe ucraine. Che a loro volta denunciano numerose violazioni della tregua, e riferiscono di un militare ucciso e 8 feriti. L Unione europea ha già segnalato la sua «preoccupazione» per l intensificarsi delle vio- lazioni della tregua firmata il settembre scorso, e una fonte della diplomazia tedesca ha rivelato all agenzia Bloomberg che Bruxelles non solo non ha intenzione per ora di rivedere al ribasso le sanzioni contro la Russia, ma potrebbe addirittura appesantirle se gli attacchi dei separatisti proseguiranno. Mentre a Minsk russi, separatisti e ucraini stanno trattando con la mediazione dell Osce la demarcazione dei rispettivi territori e le garanzie e le modalità di controllo della tregua, gli ucraini denunciano continue sortite armate dei guerriglieri filo-russi allo scopo di conquistare nuovi territori. Il Primo canale della tv russa ha mostrato un reportage sui separatisti che sparano alle posizioni ucraine dai piani alti di un condominio abitato, per poi fuggire prima del contrattacco. Gli uffici della Croce Rossa danneggiati dalle bombe a Donetsk Ma l obiettivo più importante resta l aeroporto di Donetsk, roccaforte ucraina nel cuore del territorio dei ribelli. Ieri i separatisti hanno annunciato di averlo conquistato dopo quattro assalti, salvo poi smentire in serata. E fonti di Kiev sostengono che sia in corso un negoziato segreto tra russi e ucraini per cedere l aeroporto in cambio di altri territori ora in mano ai separatisti. Il ministro della Difesa ucraino Valery Gheletey ieri ha SHAMIL ZHUMATOV/REUTERS confermato l esistenza di un negoziato tra il comando ucraino e quello russo, ma si è rifiutato di svelarne il contenuto. Alcuni esponenti del governo di Kiev in precedenza avevano proposto di barattare l aeroporto di Donetsk - simbolico, ma impossibile da controllare ancora a lungo con Novoazovsk, il porto occupato dalle truppe russe per aprire ai separatisti l accesso al mare di Azov. Ma pare che la risposta sia stato un «niet». SUDAFRICA, SALTA IL VERTICE Niente visto al Dalai Lama Nobel in rivolta WASHINGTON Salta il vertice dei Nobel per la pace in Sudafrica dopo che il Paese di Nelson Mandela ha negato il visto di ingresso a uno dei partecipanti più rappresentativi, il Dalai Lama. Nelle scorse settimane premi Nobel invitati alla conferenza avevano firmato una lettera in cui chiedevano al presidente sudafricano, Jacob Zuma, che permettesse l ingresso nel Paese della guida spirituale tibetana, senza ricevere risposta. Le autorità di Città del Capo hanno così annunciato che i partecipanti al vertice, in programma dal al ottobre, hanno deciso di rinunciare alla loro partecipazione. Da tempo il Sudafrica punta a costruire migliori rapporti con la Cina.

16 A BCDE EF LA STAMPA

17 LA STAMPA. Estero. 7 il caso ALESSANDRA RIZZO LONDRA Igenitori adorano le fotografie dei loro bimbi: le postano su Facebook, le usano come sfondo del computer, riempionoglialbum.mac èunacoppiachenehaabbastanzadi scatti del primogenito. William e Kate hanno presentatounadiffidacontroduepaparazzi che secondo loro seguono il piccolo George nelle usciteconlatata.secondole lettere mandate dagli avvocatidellacoppiareale,ipaparazzi tengono sotto«sorveglianza» il bambino con un atteggiamento «molesto». «Nessun genitore tollererebbe il sospetto che qualcuno seguaodiafastidioalloro bambinoeallasuatata»,diconoinunanotadiffusadalla casa reale. George, terzo in linea ereditaria al trono britannico, ha solomesimaèsottoiriflettoridalprimogiornodivita. Èvenutoalmondonelmezzo di un delirio mediatico globale, con centinaia di telecamere appostate fuori dalla clinicadilondradovekateha partorito.eranatodaore quando i genitori, tenendolo in braccio, sono usciti dalla clinica e lo hanno presentato almondo.madaallorailbimboèstatotenutoperquanto possibile al riparo dagli obiettivi: qualche occasione ufficiale, come il battesimo, qualche uscita pubblica, come il viaggio dei genitori in AustraliaeNuovaZelanda,duefoto diramate dalla casa reale per festeggiare il primo compleanno. Abbastanza per fare la fortuna delle case di moda Paparazzoassillailprincipino Esplodel iradiwilliamekate Diffida della coppia reale: George e la tata sorvegliati di continuo chelovestono(letutinecheindossavannoaruba)manon abbastanza, almeno secondo i paparazzi, per soddisfare un opinione pubblica affamata. InognicasoWilliamèdeterminato a sottrarre il bimbo all ossessione mediatica che ha perseguitato sua madre, Lady Diana, rimasta uccisa quando la sua limousine, inseguita da una folla di paparazzi, sièschiantatacontroilmuro di un tunnel a Parigi. Kate stessa,chenelcuoredimolti hapresoilpostodidiana,ha imparatoaconvivereconipaparazzi: nel 0 è stata fotografata mentre prendeva il soleintoplessinunavillain Francia. William e Kate, che aspettano un altro figlio, vogliono assicurareageorgesenonunavita ordinaria, impossibile per il futuro re, almeno un infanzia il più possibile normale.«il duca e la duchessa comprendono il PHIL NOBLE/REUTERS Futuro re Dopo Carlo d Inghilterra e il papà William, George di Cambridge è terzo in linea di successione al trono britannico Bimbi sotto i flash Adele La cantante e mamma di Angelo ha vinto una causa contro i paparazzi ottenendo la distruzione di tutte le immagini del figlio Cruise Suri, la figlia di Katie Holmes e Tom Cruise, è perennemente sotto i flash Halle Berry La campagna anti-paparazzi dell attrice americana ha portato il governatore della California a firmare una norma per la tutela dei minori particolare ruolo pubblico che un giorno il principe erediterà, mafinchèègiovaneglideve essere concesso di condurre una vita il più possibile ordinaria», si legge nella nota. L episodiochelihaspintiad agire è avvenuto la settimana scorsaquandounodeiduepaparazzi, secondo quanto riportato dall «Evening Standard», ha tentato di scattare una foto al principino durante una passeggiata a Battersea Park. «C è ragione di sospettare che l uomo,perunperiododitempo, possa aver messo sotto sorveglianza il principe George e monitorato la sua routine quotidiana», dicono. Il fotografo Niraj Tanna ha rigettato le accuse, sostenendo di avere il dirittodiscattarefotoinunparco pubblico. WilliameKatenonhanno fatto denuncia, per ora, ma minacciano azioni legali. Questa notte è volata via con il suo spirito libero la nostra dolcissima i- glia, sorella e moglie Luciana De Filippis Annunciano la sua mancanza il papà Tommaso De Filippis e la mamma Olimpia Albano. Il Rosario avrà luogo presso la chiesa San Pietro e Paolo Apostoli, via Saluzzo, Torino, venerdì ottobre alle ore 7,0. Il Funerale si svolgerà sabato ottobre alle ore 9 presso la chiesa San Pietro e Paolo Apostoli. Torino, ottobre 0 Massimo e Angela partecipano con affetto al grande dolore del caro Tommaso e famiglia per la perdita dell amata iglia Luciana Torino, ottobre 0 Massimo, Valentina, Malin, Stefania, Marianna, Marta, Cristina, Stefania, Guiomar, Luca, Emanuela, Daniela, Noemi, Susy, Francesca, Marco, Giorgio e Pierpaolo, sono vicini a Tommaso e famiglia per la perdita prematura della cara iglia Luciana Torino, ottobre 0 L Amministratore e tutto il personale della Maneat, partecipa al grande dolore del proprio Presidente, ing. Tommaso De Filippis per la perdita della cara FIGLIA. Torino, ottobre 0 Keyoneweb srl Amministratori e tutto il personale partecipa al dolore della famiglia De Filippis per la prematura scomparsa della cara FIGLIA. Torino, ottobre 0 Munito dei conforti religiosi e circondato dall affetto dei suoi cari si è spento Nicola Giuseppe Biglia di anni 9 Ne danno il triste annuncio la moglie Mariuccia, il iglio Claudio con Tiziana, i nipoti Valentina e Luca, e parenti tutti. I Funerali avranno luogo il ottobre alle ore 9,, presso Maria Madre della Chiesa, Torino. Torino, ottobre 0 Luciano e Renata Cantaluppi, Roberto e Emma Celani, Dario, Paola e Filippo Corradino si stringono forte a Claudio e famiglia. Troppo presto ci ha lasciato Umberto Cominotto anni Lo annunciano la moglie Sabrina con Tommaso, la mamma Anna, il papà Elio, la sorella Cristiana con Barbara, i suoceri Alba e Beppe Battaglia, parenti tutti. Funerali in Rivoli sabato ottobre ore parrocchia S. Maria della Stella, via Piol. Rivoli, ottobre 0 O.F. Baudano - tel Stringendoci a Sabrina e Tommaso, ti auguriamo un dolce riposo. Ciao UM- BERTO! Federica, Eraldo, Paola. Caro UMBERTO ci mancherai, eri speciale. Mirella, Sandro, Sara. Luca e Daniela sono vicini a Sabrina e Tommaso ricordando UMBERTO come una persona speciale a cui hanno voluto molto bene. Nel ricordo incancellabile di UMBER- TO, siamo vicini nella preghiera a Sabrina, Tommy e famiglia tutta. Piergiorgio e Cristina Cuniberti. Orfeo, Luca, Claudio, Marco, Eraldo ricordano l AMICO con stima e affetto, ringraziandolo per la sua grande esperienza e collaborazione. Partecipiamo commossi al vostro dolore per la prematura scomparsa di UMBERTO, grande indimenticabile amico: Enrico Bittner Alexandro Castelli Piergiorgio Cuniberti Carlo Gazzarrini Stefano Grimaldi Vi siamo tanto tanto vicini, un grande abbraccio a tutti voi. Nicoletta ed Enrico Piolti. Dottor Riccardo Aglietta e tutto il personale del centro Zenit partecipano al dolore della famiglia ricordandolo sempre con affetto. I signori condomini tutti, i custodi e l amministratore dello stabile Le Terrazze partecipano al cordoglio della famiglia per la scomparsa dell INGEGNERE Giandomenico Marretta Torino, ottobre 0 Serenamente è mancata DOTTORESSA Edvige Russo in Grimaldi farmacista di anni 89 Ne danno il triste annuncio il marito Aldo, il iglio Giuseppe con Margherita, la iglia Raffaella con Francesco e Mattia, sorelle, cognato e parenti tutti. Funerali sabato ottobre alle ore 9 parrocchia S. Rita. SS. Rosario venerdì ottobre alle ore 8 in parrocchia. La presente è partecipazione e ringraziamento. Torino, ottobre 0 O.F. Ausonia - Torino E passato alla vita eterna dott. Guido Brunatti anni 9 ex funzionario Banca Popolare di Novara Dolorosamente lo annunciano la sua Irene, le iglie, il genero, nipoti e parenti tutti. Torino, ottobre 0 Giubileo 0.88 Maria Angiola, Cesare, Paola con Alvio, Rita e Paola con Gian abbracciano con affetto Donata, Arrigo e famiglia. E mancato all affetto dei suoi cari Olindo Piron anni 9 Ne danno il triste annuncio i igli: Angelo e Paolo con rispettive famiglie e parenti tutti. Funerale sabato alle ore 0,0 nella parrocchia Maria Madre della Chiesa. Il presente è partecipazione e ringraziamento. Torino, ottobre 0 E mancato all affetto dei suoi cari Natale Vesco (Lino) anni 8 L annunciano: la moglie Ada; le iglie Stefania con il marito Enzo, Valeria con Emilio; gli adorati nipoti e parenti tutti. Funerali a Borgaro in forma civile sabato ottobre alle ore 0 dall abitazione viale Martiri della Libertà 7 con corteo a piedi per il Monumento della Resistenza. Dopo la Cerimonia di commiato si proseguirà per il Tempio Crematorio di Mappano. Borgaro Torinese, ottobre 0 Mecca & Chiadò - Ciriè Quando ci lascia una persona cara, un pezzetto di noi se ne va via con lei... non ci sono parole o gesti che possano colmare il vuoto. Ettore Sobrero sei stato un amico di impareggiabile valore. Francesco Cerruti. Torino, ottobre 0 ANNIVERSARI 99 0 Gioacchino Carbone Gli anni passano, ma il tuo ricordo è sempre vivo. RISCHIA ANNI DI CARCERE PER OMICIDIO COLPOSO Francia, donna muore durante il parto L anestesista era ubriaca PAOLO LEVI PARIGI Ubriaca durante il parto di una giovane mamma: rischia cinque anni di carcere per omicidio colposo l anestesista con patologici problemi di alcolismo del malmesso reparto maternità dell ospedale di Orthez, nei Pirenei francesi. La donna, anni, nata in Belgio, erainstatodiebbrezzaquandolasuapaziente,sulpunto didareallaluceunbebè,èstata colpita da un arresto cardiacoedèmortapocodopo.sanoesalvoilbambino. Nellanottefravenerdìesabato,lagiovanedonnadi8 anni era stata ricoverata in condizioni di urgenza in sala operatoria per un parto cesareo. Dopo l anestesia, ha avuto un arresto cardiaco. Immediata la decisione dei medici di trasferirla subito in un secondo ospedale più attrezzato,apau,doveperònonc è stato nulla da fare. Dall inchiesta sono emerse gravi anomalie, tanto che il reparto maternità di Orthez è stato chiuso. L anestesista, sulla quale gravavano sospetti, è stata convocata in commissariato e si è presentata davanti agli agenti con un tasso alcolicodioltregrammiperlitro di sangue, ammettendo i suoi problemi legati all alcool. Il procuratore di Pau, Jean- L ospedale di Orthez Christophe Muller, ha fatto scattare il fermo e la formalizzazione dell accusa. Tra le anomalie riscontrate dagli inquirenti,lecondizioniincuisiè svolta l anestesia, con«l uso di prodotti anestetici e di respirazione artificiale non conformi a quelli abituali». Ma anche il comportamento dell anestesista,«che non era in condizioni normali durante l intervento». L equipe medica presente in sala operatoria ha infatti testimoniato di aver ravvisato nella collega- chiamata d urgenza a intervenire-«difficoltà nell esprimersi, nel comprendere e nel reagire». Con una lunga esperienza alle spalle, la donna esercitavadal999siainfrancia siainbelgio.orarischiauna lungapena(anni)elaradiazione dall albo.

18 8. Cronache.LA STAMPA Ha detto L accusa Controdime si saldano poteri che me l hanno giurata a morte La sospensione Holacertezzachealtri giudici possano rimediare a questo provvedimento Democraziamalata MaperDeMagistris nuovategolagiudiziaria America s Cup, la Procura di Napoli chiude l indagine per abuso d ufficio. Coinvolto anche Caldoro In campo Luigi De Magistris, sindaco di Napoli dal 0, è stato sospeso dal prefetto in seguito alla condanna in primo grado per abuso d ufficio il caso GUIDO RUOTOLO NAPOLI Eadesso griderà al «c o m p l o t t o»? Parlerà di giustizia «a orologeria»? Come reagirà l ex Pm Torquemada di Catanzaro, Luigi De Magistris, quando riceverà la notifica della chiusura delle indagini e scoprirà che la procura di Napoli vuole mandarlo a processo per abuso d ufficio? Sparerà ad alzo zero anche contro i pm Graziella Arlomede e Marco Bottino, che lo stanno indagando per l edizione 0 dei preliminari di America s Cup? Ieri, nelle prime ore da non sindaco, da sindaco sospeso, De Magistris ha tenuto un comizio davanti a telecamere e taccuini nella sala della giunta a Palazzo San Giacomo. Un comizio di minuti senza diritto di porre domande. Sprezzante e offensivo verso cariche istituzionali e ospiti internazionali. Come sindaco della città ospitante avrebbe dovuto incontrare i partecipanti al vertice della Bce: «Avrei fatto un discorso politico condannando lo strozzinaggio che le banche centrali europee attuano verso i cittadini. Grazie alla celerità del prefetto mi è stato risparmiato l imbarazzo di stringere certe mani». Il suo discorso sembrava un Bignami delle frasi pronunciate in questi giorni. Per dire che tra tre-quattro mesi tornerà a fare il sindaco assolto dal processo di secondo grado sul quale incombe la prescrizione. E ciò per rassicurare la sua maggioranza che è molto traballante con la possibilità che De Magistris potrebbe non riuscire a neutralizzare le opposizioni che intendono raccogliere le firme per lo scioglimento del consiglio comunale. «L Italia è una democrazia malata», «il Paese è marcio», «forse qualche manina dell ex Sifar mi ha sentito e ha deciso di accelerare la sospensione», «resisto, non mollo, non posso esercitare la funzione ma farò il sindaco sospeso». Queste alcune esternazioni di ieri del sindaco sospeso. E quando riceverà la notifica della chiusura delle indagini per America s Cup che dirà? Quando nel giugno del 0, la Finanza andò a fare delle perquisizioni e sequestrò il computer del capo di gabinetto del sindaco, l ex colonnello dei carabinieri Attilio Auricchio, il sindaco lanciò un avvertimento: «Non consentirò a nessuno di infangare la mia onestà e la mia correttezza. Sulla mia persona devono passarci solo da morto». A un anno e poco più di distanza, per il sindaco sospeso la prospettiva è quella di dover subire un nuovo processo per abuso d ufficio. Fu pro- Processo Stato-mafia Napolitanosaràascoltatoil8ottobre RiinaeBagarella:«Vogliamopartecipare» Totò Riina e Leoluca Bagarella, mafiosi stragisti da anni al bis, alla fine di un udienza del processo sulla trattativa Stato-mafia, dopo avere saputo che il capo dello Stato Giorgio Napolitano (nella foto) il prossimo 8 ottobre verrà sentito come testimone, chiedono di assistere alla deposizione. Il presidente della corte d assise già alla scorsa udienza aveva precisato che a sentire Napolitano, oltre al collegio, saranno solo i pm e i legali degli imputati. prio con il sequestro del computer di Auricchio che la procura di Napoli scoprì (parzialmente) le sue carte. Ma non furono sufficienti perché il Riesame annullò il sequestro del computer del capo di gabinetto del sindaco. La procura di Napoli a quel punto fu costretta a scoprire nuove carte e rese pubblica la notizia che erano indagati anche Stefano Caldoro, presidente della Regione, Luigi Cesaro, presidente della Provincia, Luigi De Magistris, sindaco di Napoli. I tre erano alcuni degli indagati per turbativa d asta e abuso d ufficio. Poi però uscì di scena Cesaro, perché quando si sarebbero consumati i reati non era più Presidente della Provincia. E dunque la notifica della chiusura delle indagini arriverà, tra gli altri, anche al governatore della Campania, Stefano Caldoro. Questa è solo una prima MATTIA FELTRI Ieri il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha detto che in un paese «malato» come l Italia - dove la criminalità si impadronisce delle istituzioni - chi combatte contro la criminalità medesima viene additato come cattivo magistrato e viene condannato da altri magistrati che sono effettivamente cattivi, quindi lui è additato come cattivo magistrato dai veri cattivi magistrati che non sono buoni magistrati additati come cattivi... La parte più convincente è la parola «malato». MARCO IORIO/IMAGE/SYNCSTUDIO tranche dell inchiesta della Procura di Napoli sulle due manifestazioni dell America s Cup del 0 e del 0. Nell inchiesta sono coinvolti diversi indagati, compreso il fratello del sindaco sospeso, Claudio, consulente del Comune a titolo gratuito. E abbraccia diversi momenti delle manifestazioni. Lo spezzone che coinvolge il governatore della Campania e il sindaco sospeso di Napoli riguarda la nascita della società mista pubblica-privata Acn (American Cup Napoli). I vertici istituzionali locali decidono di cooptare il presidente degli industriali napoletani, Paolo Graziano, come socio privato. Senza una gara pubblica. L Acn società di scopo, che nasce per gestire un solo evento, i preliminari dell America s Cup del 0, viene poi trasformata in società di gestione, che si presta cioè a gestire più eventi. POLEMICA PER L INIZIATIVA DELL ORGANIZZAZIONE DI ESTREMA DESTRA Schediamo gli hotel con immigrati InRomagnachocsuForzaNuova «Stop al business senza scrupoli» Caritas e albergatori «Siamo indignati» FRANCO GIUBILEI RIMINI Forza Nuova è pronta a svergognare pubblicamente gli albergatori che ospiteranno nelle loro strutture gli immigrati smistati dalla prefettura. E questo il senso della dichiarazione bellicosa diffusa ieri dalla segretaria regionale emiliano romagnola dell organizzazione di estrema destra, in risposta all iniziativa di coinvolgere gli hotel della riviera nell accoglienza dei disperati in cerca di rifugio: «Saranno resi pubblici i nomi e i cognomi dei direttori degli hotel e delle strutture che metteranno a repentaglio la sicurezza della nostra gente», si legge in un comunicato. «L uso che questi albergatori senza scrupoli fanno dell immigrazione per loro vero e proprio business è deplorevole e avvilente spiegano quelli di Forza Nuova -. A fronte di queste scelte gli albergatori di tutta la Romagna riceveranno 0 euro per ogni immigrato ospitato, fondi versati dai contribuenti. Per un numero modesto di 0 immigrati ospiti, gli hotel riceveranno 7 mila euro mensili esentasse». Tutto questo, sempre secondo Fn, senza curarsi dei rischi cui «decisioni egoistiche ed autoreferenziali di albergatori e prefettura» espongono la popolazione: «Si diffondono ormai a Polemica nella riviera romagnola per l ospitalità degli immigrati CARLO HERMANN/AFP macchia d olio i casi di scabbia e malaria fra gli immigrati, mentre è proprio di questi giorni la notizia che vede l Italia in cima ai paesi obiettivi di attacchi terroristici». Don Renzo Gradara, direttore della Caritas di Rimini, impegnata in prima linea nell accoglienza dei rifugiati, commenta: «Ci sono degli arrivi, e non sono pochi, che devono essere sistemati. E stato fatto un bando e tutti possono dare la loro disponibilità: non riesco proprio a vedere dove stia il peccato mortale. Qui in Romagna non siamo forse famosi per l accoglienza? Forse allora lo siamo solo per quelli che hanno il portafogli pieno». Sul piano etico poi, don Gradara osserva che «di fronte alla situazione mondiale che conosciamo, c è un problema di dignità delle persone che va affrontato. E poi non vedo dove sia il problema della sicurezza: molte di queste persone, una volta arrivare in Italia, non vedono l ora di ripartire per ricongiungersi con altri gruppi in altre nazioni europee». Alle riflessioni pacate del direttore della Caritas fa eco l indignazione della presidente di Assoalbergatori Rimini, Patrizia Rinaldis: «A me certi argomenti fanno venire la pelle d oca: sono allibita e li trovo avvilenti. Il problema poi non sono gli albergatori che si sono resi disponibili, e che ringrazio. La prefettura, nel momento in cui riceve gli immigrati, li deve Hanno detto Non riesco proprio avederedovestia il peccato mortale Don Renzo Gradara direttore della Caritas di Rimini A me certi argomenti fanno venire la pelle d oca: sono allibita Patrizia Rinaldis presidente di Assoalbergatori Rimini sistemare e chiede collaborazione agli operatori e alle loro associazioni. Mi spaventa molto di più il movimento di clandestini e venditori abusivi nel periodo estivo, perché è una fetta di illegalità che ci sfugge, qui invece è un fenomeno governato dallo Stato e dai suoi apparati periferici».

19 AA B CDEF LA STAMPAE

20 0. Cronache.LA STAMPA L ORGANISMO ERA STATO NOMINATO LO SCORSO GIUGNO DAL MINISTRO LORENZIN DOPO LO STOP DEL TAR ALLA PRECEDENTE COMMISSIONE Stamina,ilcomitatobisbocciailmetodo Il giudizio all unanimità dei sette esperti ministeriali: nessun presupposto per l avvio della sperimentazione PAOLO RUSSO ROMA Non ci sono i presupposti per l avvio di una sperimentazione di Stamina. Per il «metodo Vannoni» il de profundis è arrivato nella tarda serata di ieri, firmato da tutti i super esperti nominati dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, con il compito di dire se il cocktail segreto di cellule del professore di psicologia aveva almeno in via teorica la possibilità di risultare di una qualche efficacia. Il comitato di esperti all unanimità ha detto che no, non esistono nemmeno le basi per tentare di sperimentare il metodo su pazienti disperati, affetti da terribili malattie neurodegenerative. Il parere è stato trasmesso al ministero, anche se la Lorenzin ne prenderà visione probabilmente oggi, quando si dovrebbero conoscere i dettagli sulle motivazioni che hanno portato alla seconda bocciatura nell arco di un anno di Stamina. Un no alla sperimentazione che dal dicastero della Salute confermano e che pone con ogni probabilità la parola fine alle infusioni agli Spedali Civili di Brescia, dove ancora Il guru di Stamina Davide Vannoni oggi decine di famiglie sono in lista d attesa per una pseudoterapia già definita l assoluto nulla dal primo comitato scientifico, che a ottobre del 0 aveva detto no alla sperimentazione. Secondo il primo gruppo di esperti in quelle infusioni ci sarebbe stato un mix di cellule nemmeno staminali, miscelate con sangue e detriti ossei. Una miscuglio, mettevano in guardia gli esperti, che avrebbe potuto comportare anche seri pericoli per i pazienti. Poi a dicembre dello stesso anno, con una decisione che non mancò di suscitare polemiche nel mondo scientifico, il Tar del Lazio bocciò a sua volta come «non imparziale» il comitato, imponendo così la nomina di un secondo gruppo di esperti, che conferma ora la bocciatura dello scorso anno. Mesi trascorsi tra ordinanze di giudici del lavoro che ordinavano di riprendere le infusioni a Brescia, mentre altre toghe chiedevano lo stop, parlando di «ciarlataneria». Un caos giudiziario che si sovrapponeva alle indagini del procuratore di Torino Guariniello, che arrivavano a conclusione con la richiesta di rinvio a giudizio per Vannoni e soci, con accuse gravissime, dall associazione a delinquere finalizzata alla somministrazione di farmaci pericolosi all esercizio abusivo della professione medica. In attesa che il Gup decida se mandare a processo o meno gli uomini di Stamina, arriva ora la bocciatura definitiva del comitato-bis. Anche se le famiglie già annunciano nuovi ricorsi, ricordando che il comitato avrebbe solo dovuto indicare le modalità della sperimentazione, senza entrare nel merito della validità del metodo. Segnali di una battaglia legale che forse non finisce qui. La storia GRAZIA LONGO ROMA Una Beautiful del male che si nutre di menzogne. Un castello di inganni che non aiuta le indagini e di certo non fa bene neppure ai protagonisti involontari di questo dramma di provincia, a partire da Giovanni Bossetti l uomo che ha cresciuto come padre un figlio non suo. Anzi tre. Oltre a Massimo - anni, in carcere dal 6 giugno con la terribile accusa di aver ucciso la piccola Yara Gambirasio - e la sua gemella Laura, anche il terzo figlio, Fabio, 9 anni, titolare di una piccola impresa di materiale elettrico, in realtà ha un altro padre naturale. Che non è Giuseppe Guerinoni, l autista di Gorno con cui la mamma del presunto assassino di Yara tradì il marito quando già era sposata. Ester Arzuffi, 67 anni, continua a urlare ai quattro venti di non aver mai tradito il marito. Né con Guerinoni, né con LA CONSAPEVOLEZZA Dopo il prelievo la donna sapeva che si stava cercando il killer Yara Gambirasio La enne di Brembate morta la notte del 6 novembre 00 e ritrovata tre mesi esatti dopo in un campo di Chignolo d Isola Hamentitosututto,ipmsvelano l ultimabugiadellamadredibossetti Caso Yara, crolla l affidabilità di Ester Arzuffi: per il Dna illegittimo anche il terzo figlio Eoracresconoidubbi:davverononhaavvertitoilmuratorediMapellodopoiltest? ANSA Treviso Partorisceaanni ilpadreneha Devono accudire un figlio di tre mesi, ma devono anche studiare perché quest anno avranno l esame di terza media. È la storia di due baby genitori nel Trevigiano. La love story è nata sui banchi di scuola, ma ben presto si è complicata con l arrivo di una gravidanza. Le famiglie dei due ragazzini hanno scelto di far procedere le cose nel modo più naturale possibile. E così è stato. Tre mesi fa sulla porta di casa è comparso un fiocco azzurro. I due ragazzini e i nonni 0enni, hanno accolto la nascita con gioia. Ma quando la notizia è diventata pubblica hanno giustamente alzato un muro per proteggere la privacy della baby famiglia. alcun altro uomo. Non è così, e il Dna dei tre figli lo dimostra. In tutta la sua drammaticità umana che si riflette, tuttavia, anche sull inchiesta della procura di Bergamo e dei carabinieri. L atteggiamento della donna viene infatti inquadrato in un contesto di bugie che si estendono - prolungandosi in una ragnatela di emozioni e sentimenti contrastanti - alle indagini. Com è possibile infatti, si domandano inquirenti e investigatori, che pur essendo stata sottoposta all esame del Dna, insieme ad altre mila donne, nel 0, Ester Ar- Lettera a Napolitano CelentanochiedelagraziaperCorona Nel giorno dell assoluzione in Appello per l omessa dichiarazione dei redditi (per un difetto formale nella procedura di estradizione dal Portogallo) anche Celentano ha scritto una lettera in favore del re dei paparazzi Fabrizio Corona. «Certo lui ha sbagliato - scrive Celentano- quando si è giovani è facile farsi prendere dalla voglia di arrivismo, anche io ne sono stato più volte sfiorato». ANSA Ma per Celentano, il Presidente della Repubblica dovrebbe concedere la grazia a quel paparazzo così fragile. zuffi non abbia mai parlato con suo figlio Massimo? Era ben consapevole di quello su cui indagavano i carabinieri del Ris e del Ros: cercavano la donna che aveva messo al mondo «Ignoto», frutto di una love story con Giuseppe Guerinoni. Davvero Ester non hai mai aperto il suo cuore al figlio Massimo? La sua opposizione alla verità oggettiva, scientifica, riguarda anche il figlio minore, Fabio appunto. Una finestra di vita privata che si affaccia però su una storia di morte e di falsità. Non a caso, il pm titolare del fascicolo, Letizia Ruggeri, il 6 agosto scorso ne ha chiesto conto anche al presunto omicida della quattordicenne appassionata di ginnastica ritmica. «Ma lei lo sa che neppure suo fratello è figlio di Giuseppe Bossetti?» domanda il sostituto procuratore al carpentiere di Mapello. Il verbale registra la risposta poco dopo le di quella mattina: «No, non so nulla e neppure ci credo. Non può essere vero». Accanto al dramma della giovanissima vita spezzata di Yara, c è quello familiare di casa Bossetti. Ma il Dna non sbaglia: quello di Ester Arzuffi venne analizzato due volte e rivelò con chiarezza il legame con «Ignoto». Per individuarlo, polizia e carabinieri setacciarono l intera zona della Val Brembana, concentrandosi su tutte le donne che potevano aver avuto contatti con Guerinoni: dalle compagne di scuola, alle giovani che frequentavano Salice Terme, in provincia di Pavia, dove si curava anche l autotrasportatore. Ma Ester era assai più vicina, a Terno d Isola, a due passi da Gorno. Ester, così vicina anche al figlio Massimo con cui si sentiva spesso al telefono. Anche poco dopo il ritrovamento del corpo di Yara. I tabulati indicano una conversazione esattamente alle 9.0 del 6 febbraio 0.

NOI E L UNIONE EUROPEA

NOI E L UNIONE EUROPEA VOLUME 1 PAGG. IX-XV MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE NOI E L UNIONE EUROPEA 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: paese... stato... governo...

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

Pagare tutti per pagare meno

Pagare tutti per pagare meno Pagare tutti per pagare meno Sei idee per una strategia su fisco ed evasione Position Paper - Draft Settembre 2011 Il documento costituisce una prima bozza di un position paper che Vision svilupperà nei

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI

VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 768 VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI 18 settembre

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE

Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE International Institute for Labour Studies Nella UE, mancano quasi 6 milioni di posti di lavoro per tornare alla situazione occupazionale pre-crisi

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

La crisi del settore bancario in Europa

La crisi del settore bancario in Europa La crisi del settore bancario in Europa 26 ottobre 2011 Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, già ad agosto aveva dichiarato che occorrevano circa 200 miliardi di Euro per ricapitalizzare

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

JOBS ACT E LEGGE DI STABILITÀ SMONTIAMO PEZZO PER PEZZO LE ILLUSIONI DEI CERVELLONI DI PALAZZO CHIGI Testo di Giuliano Cazzola

JOBS ACT E LEGGE DI STABILITÀ SMONTIAMO PEZZO PER PEZZO LE ILLUSIONI DEI CERVELLONI DI PALAZZO CHIGI Testo di Giuliano Cazzola a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 808 JOBS ACT E LEGGE DI STABILITÀ SMONTIAMO PEZZO PER PEZZO LE ILLUSIONI DEI CERVELLONI

Dettagli

PIANO JUNCKER: ECCO COSA PENSA LA STAMPA ESTERA

PIANO JUNCKER: ECCO COSA PENSA LA STAMPA ESTERA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 839 PIANO JUNCKER: ECCO COSA PENSA LA STAMPA ESTERA 28 novembre 2014 EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 Contributi di licenziamento, nuova Aspi, «decantierizzazione». La macchina

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato

Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato 150 idee per il libero mercato Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato di Andrea Giuricin Il futuro dello stabilimento di Termini Imerese è al centro del dialogo tra sindacati, Fiat e governo.

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

Ampliamento e riforma dei Fondi strutturali: prospettive di policy e implicazioni di bilancio

Ampliamento e riforma dei Fondi strutturali: prospettive di policy e implicazioni di bilancio Ampliamento e riforma dei Fondi strutturali: prospettive di policy e implicazioni di bilancio Sintesi 1. INTRODUZIONE In un contesto caratterizzato da una fase di ampliamento, l Unione Europea sta per

Dettagli

Famiglia e crisi economica Marica Martini 1

Famiglia e crisi economica Marica Martini 1 Famiglia e crisi economica Marica Martini 1 Premessa La crisi economica è ancora argomento d attualità. Lungi dal perdersi nell analisi approfondita di indici economici e nella ricerca di una verità nei

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli

La stabilità dei prezzi: perché è importante per te. Opuscolo informativo per gli studenti

La stabilità dei prezzi: perché è importante per te. Opuscolo informativo per gli studenti La stabilità dei prezzi: perché è importante per te Opuscolo informativo per gli studenti Che cosa puoi comprare con una banconota da 10 euro? Due CD singoli o forse quattro numeri del tuo settimanale

Dettagli

Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti

Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti Per la riforma dell articolo 18 il governo Monti potrebbe seguire il modello tedesco: si tratterebbe, scrive il Corriere della Sera,

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA FATTI

SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA FATTI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 856 SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA

Dettagli

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice.

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice. Primo maggio, festa dei lavoratori, il Carrefour di Lucca rimane aperto. Abbiamo colto l occasione per intervistare una lavoratrice del supermercato e approfondire altri argomenti, tra cui la recente decisione

Dettagli

TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN

TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN 976 TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN 4 novembre2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione?

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Prima di provare a rispondere a questa domanda mi pare indispensabile una premessa che contestualizzi l attuale situazione. Perché a

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

Notizie Europee dal 17 al 29 novembre 2008

Notizie Europee dal 17 al 29 novembre 2008 Commissione Speciale sui Rapporti con l Unione europea e sulle Attività Internazionali della Regione In questa edizione: Notizie Europee dal 17 al 29 novembre 2008 Consumatori: inaugurato un nuovo master

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 Politica locale 23/01/2015 La Repubblica (ed. Bologna) Pagina 7 SILVIA BIGNAMI Riforme, i renziani ai dissidenti Pd:

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 PREMESSA Il Consiglio nazionale del Movimento europeo ha discusso della situazione europea alla vigilia del voto di fiducia del

Dettagli

La Grecia strozzata Lunedì 20 Giugno 2011 23:00. di Ilvio Pannullo

La Grecia strozzata Lunedì 20 Giugno 2011 23:00. di Ilvio Pannullo di Ilvio Pannullo Sembra quasi si nascondano. Le decisioni da prendere sono molto importanti e invece di condividere la responsabilità delle scelte con le popolazioni interessate, i governanti europei

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

L IDENTITÀ EUROPEA: UNA SFIDA DA PROMUOVERE, UNA DISCIPLINA DA APPRENDERE

L IDENTITÀ EUROPEA: UNA SFIDA DA PROMUOVERE, UNA DISCIPLINA DA APPRENDERE L IDENTITÀ EUROPEA: UNA SFIDA DA PROMUOVERE, UNA DISCIPLINA DA APPRENDERE Torino 11-12 giugno 2008 Prof. Marcello Pierini Nelle Conclusioni della Presidenza del Consiglio Europeo del 21 e 22 giugno 2007

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

CONFERENZA DI LUIGI BELLAVITA E PIERLUIGI NOVELLO MILANO 7 MARZO 2013 ISTITUTO SAN CARLO

CONFERENZA DI LUIGI BELLAVITA E PIERLUIGI NOVELLO MILANO 7 MARZO 2013 ISTITUTO SAN CARLO CONFERENZA DI LUIGI BELLAVITA E PIERLUIGI NOVELLO MILANO 7 MARZO 2013 ISTITUTO SAN CARLO Il 19 luglio 1943 il generale Alexander sbarcò in Sicilia. Al Suo seguito un esercito militare, dotato dei più moderni

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

LA GRANDE SPECULAZIONE OVVERO IL GRANDE IMBROGLIO DELLO SPREAD Intervista a Domenico Lombardi

LA GRANDE SPECULAZIONE OVVERO IL GRANDE IMBROGLIO DELLO SPREAD Intervista a Domenico Lombardi LA GRANDE SPECULAZIONE OVVERO IL GRANDE IMBROGLIO DELLO SPREAD Intervista a Domenico Lombardi 7/10 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA.

IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA. IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA. I rincari del carburante non rappresentano più una sorpresa per gli automobilisti italiani. I prezzi della

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

BANCHE CENTRALI: LA RISPOSTA ALLA CRISI. BCE E FED A CONFRONTO

BANCHE CENTRALI: LA RISPOSTA ALLA CRISI. BCE E FED A CONFRONTO 866 BANCHE CENTRALI: LA RISPOSTA ALLA CRISI. BCE E FED A CONFRONTO a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente Forza Italia EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di

Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di aprire un percorso istituzionale attraverso il quale

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

BONUS IRPEF: CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE

BONUS IRPEF: CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 664 BONUS IRPEF: CHI CI GUADAGNA E CHI CI PERDE 28 aprile 2014 INDICE 2 10 milioni

Dettagli

L OSSERVATORIO. 14 Aprile 2014 CATEGORIA: SOCIETA EFFICACIA DELLA LAUREA

L OSSERVATORIO. 14 Aprile 2014 CATEGORIA: SOCIETA EFFICACIA DELLA LAUREA L OSSERVATORIO 14 Aprile 2014 CATEGORIA: SOCIETA EFFICACIA DELLA LAUREA LAUREATI, DISOCCUPATI E SCORAGGIATI 14 Aprile 2014 Nella prima metà degli anni Cinquanta, per le strade circolavano poco più di 400mila

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014 RASSEGNA STAMPA Sabato, Il Sole 24 Ore 1 Partecipate avanti, sanità alt La Repubblica 1 Fecondazione eterologa via libera in Liguria Cerchiamo donatori ticket in base al reddito Il Secolo XIX 1 Eterologa,

Dettagli

Grecia: Le critiche del passato e le loro verifiche a venire

Grecia: Le critiche del passato e le loro verifiche a venire Grecia: Le critiche del passato e le loro verifiche a venire di Olivier Blanchard 10 luglio 2015 Gli occhi del mondo sono tutti puntati sulla situazione economica della Grecia e le parti coinvolte continuano

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

LETTERA APERTA A MARIO DRAGHI: O LA GERMANIA LA SMETTE CON LE SUE OSSESSIONI O FINISCE IL SOGNO EUROPEO di Renato Brunetta

LETTERA APERTA A MARIO DRAGHI: O LA GERMANIA LA SMETTE CON LE SUE OSSESSIONI O FINISCE IL SOGNO EUROPEO di Renato Brunetta 833 LETTERA APERTA A MARIO DRAGHI: O LA GERMANIA LA SMETTE CON LE SUE OSSESSIONI O FINISCE IL SOGNO EUROPEO di Renato Brunetta 20 novembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati

Dettagli

LA BAD BANK DI PADOAN È «ILLUSIONISMO FINANZIARIO» E INONDA IL MERCATO DI TITOLI TOSSICI

LA BAD BANK DI PADOAN È «ILLUSIONISMO FINANZIARIO» E INONDA IL MERCATO DI TITOLI TOSSICI 1085 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com LA BAD BANK DI PADOAN È «ILLUSIONISMO FINANZIARIO» E INONDA IL MERCATO DI TITOLI TOSSICI 27 gennaio 2016 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Domande

Dettagli

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati).

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). HEY! SONO QUI! (Ovvero come cerco l attenzione). Farsi notare su internet può essere il tuo modo di esprimerti. Essere apprezzati dagli altri è così

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

professionisti e non, e familiari con un totale di 67 beneficiari, tra cui la maggioranza erano pazienti psichiatrici, anziani e disabili.

professionisti e non, e familiari con un totale di 67 beneficiari, tra cui la maggioranza erano pazienti psichiatrici, anziani e disabili. Testimonianza presentata al Convegno Amministrazione di sostegno e Volontariato svoltosi a Bologna il 14 ottobre 2011 Avvocato Carla Baiesi, Amministratore di Sostegno Mi è stato chiesto di dare al mio

Dettagli

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo'

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo' http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/daassociare/2013/03/19/pd-verso-speranza-zanda-capigruppo-camera-senato_8425205.html Pagina 1 di 5 Il sito Internet dell'agenzia ANSA Speciali Quirinale, grazia

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Siamo qui... Ad un anno di distanza dalle elezioni comunali usciamo con questo nuova pubblicazione il cui obbiettivo

Dettagli

di prossima pubblicazione:

di prossima pubblicazione: di prossima pubblicazione: 1 (la sintesi) Fare cessare l artificiale scarsità di moneta in Italia L economia italiana sta asfissiando a causa della scarsità di moneta. Gli altri problemi di sprechi e inefficienze

Dettagli

RassegnaStampa 27/03/2014. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547

RassegnaStampa 27/03/2014. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 RassegnaStampa 27/03/2014 ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 Rassegna del 27 marzo 2014 ATTIVITA' ECONOMICHE Il Mattino 35 «DISSESTO, DALLA CORTE GIUDIZIO SUPERFICIALE E BASATO SU DATI

Dettagli

Breaking news. Quattro chiare domande

Breaking news. Quattro chiare domande Breaking news La BCE mantiene invariato il suo supporto al sistema bancario in Grecia. L Eurogruppo esclude ulteriori negoziati con la Grecia fino al referendum. Il Primo Ministro greco Tsipras invia una

Dettagli

Banca e Finanza in Europa

Banca e Finanza in Europa Università degli Studi di Parma Banca e Finanza in Europa Prof. 1 2. EUROPA: PROFILI ISTITUZIONALI Le tappe Le istituzioni La Banca centrale europea 2 2. Europa: profili istituzionali 3 2. Europa: profili

Dettagli

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Rilevazione 25 Novembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Le notizie della settimana: la Sardegna concentra tutta l attenzione L alluvione

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA Signore Consigliere e Signori Consiglieri, Mai, dal dopoguerra ad oggi, ci siamo trovati ad affrontare una crisi economica e sociale delle dimensioni e della durata pari a quella che stiamo vivendo. Negli

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI COMUNICATO STAMPA PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI 2014 Cresce la propensione al risparmio. Le famiglie

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 L allarme che qualche mese fa avevamo lanciato sui tagli ai comuni oggi è diventato certezza, e non è stata cosa semplice, per

Dettagli

Presentazione della relazione: "Proposte per nuove misure di contrasto alla povertà"

Presentazione della relazione: Proposte per nuove misure di contrasto alla povertà Presentazione della relazione: "Proposte per nuove misure di contrasto alla povertà" Roma, 18 settembre 2013 Senato della Repubblica Intervento del Ministro Enrico Giovannini Buongiorno a tutti, oggi ci

Dettagli

Le Istituzioni dell UE

Le Istituzioni dell UE Le Istituzioni dell UE Il Parlamento europeo 754 Membri del Parlamento Potere legislativo condiviso con il Consiglio Potere di bilancio condiviso con il Consiglio Potere di controllo politico Il Consiglio

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità La spesa sociale dei Comuni Nel 2012 (ultimo dato disponibile) i Comuni italiani, singoli o associati, hanno speso per interventi e servizi sociali sui

Dettagli

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo.

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. RINNOVO DEL PARLAMENTO ITALIANO RINNOVO DEL CONSIGLIO REGIONALE : Lombardia Lazio Molise Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. La

Dettagli

GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO

GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO I GARANTI aggiornamento del 7/10/2012 di Michele Buono GIUSEPPE VEGAS - PRESIDENTE CONSOB AUDIZIONE COMMISSIONE FINANZE E TESORO SENATO Il compito dell autorità è quello di controllare il mercato, ma il

Dettagli

Politica: la voce dei giovani

Politica: la voce dei giovani Politica: la voce dei giovani m a r e a p e r t o La cupola trasparente del Bundestag (Berlino) sede del parlamento federale tedesco. È completamente trasparente: con la ricostruzione tedesca e dopo due

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

MoneyExpert.it Diario di Bordo 25 ottobre 2012

MoneyExpert.it Diario di Bordo 25 ottobre 2012 MoneyExpert.it Diario di Bordo 25 ottobre 2012 - Piigs sotto la lente: il Portogallo - Il dividendo dell euro - Sul ponte sventolo la Bandiera Bianca - Il salvataggio - La cura uccide il malato - Un esercito

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli