OGGETTO: Il contratto di lavoro a chiamata.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OGGETTO: Il contratto di lavoro a chiamata."

Transcript

1 Circolare n. 02/2014 del 17 Aprile 2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Il contratto di lavoro a chiamata. Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza delle caratteristiche del contratto a chiamata e delle procedure corrette per la sua applicazione. Il contratto di lavoro a chiamata o intermittente è un contratto di lavoro subordinato con il quale il lavoratore si mette a disposizione dal datore di lavoro per svolgere prestazione di carattere discontinuo o intermittente (DLgs 276/2003). Di questa tipologia contrattuale ne sono previste due forme: Lavoro a chiamata con indennità di disponibilità se il lavoratore ha scelto di essere vincolato alla chiamata del datore di lavoro, Lavoro a chiamata senza indennità di disponibilità se il lavoratore ha scelto di non essere vincolato alla chiamata del datore di lavoro. Soggetti interessati: Il contratto a chiamata può essere stipulato: Da qualunque lavoratore anche se già occupato; Da tutti i datori di lavoro che abbiano effettuato la valutazione dei rischi prevista dalla legge di sicurezza nei posti di lavoro ( D. Lgs 626/1994). Caratteristiche, requisiti oggettivi e soggettivi: Il contratto a chiamata deve essere stipulato in forma scritta ai fini della prova, può essere sia a tempo determinato che indeterminato, NON può essere stipulato ne a tempo parziale, ne per la sostituzione di lavoratori che esercitino il diritto di sciopero. Può essere utilizzato: Per lo svolgimento di prestazioni di carattere discontinuo o intermittente a seconda delle esigenze aziendali; le mansioni per le quali può essere stipulata tale tipologia contrattuale sono elencate nel R.D. del 6 dicembre n. 2657/1923;

2 Si precisa che per quanto riguarda il settore turistico, è possibile ricorrere al lavoro intermittente per le seguenti attività (Circ. Min. Lav. 29 settembre 2010 n. 34): Custodi; Guardiani notturni e diurni; Portinai; Uscieri e inservienti; Camerieri, personale di servizio e di cucina negli alberghi, trattorie, esercizi pubblici in genere; Personale addetto ai trasporti di persone e di merci; Addetti ai centralini telefonici privati; Commessi di negozio nelle città con meno di abitanti; Personale addetto agli stabilimenti di bagni e acque minerali; Impiegati di albergo le cui mansioni implichino rapporti con la clientela e purché abbiano carattere discontinuo; Interpreti alle dipendenze di alberghi o di agenzie di viaggio e turismo; Baristi nel CCNL Pubblici Esercizi. Con soggetti con meno di 24 anni di età ( il lavoratore dovrà avere massimo 23 anni e 364 giorni ai fini della stipulazione), e con lavoratori con più di 55 anni di età, anche pensionati. Numero massimo delle prestazioni: Il legislatore ha posto un limite al numero di prestazioni possibili da parte del lavoratore intermittente nei confronti del proprio datore di lavoro:i lavoratori a chiamata potranno essere utilizzati per un massimo di 400 giornate di effettivo lavoro nell arco di 3 anni solari. Superato tale limite il rapporto si trasforma a tempo indeterminato. Il Ministero del Lavoro ha evidenziato che il conteggio delle prestazioni dovrà essere effettuato a partire dal giorno in cui si richiede la prestazione a ritroso di 3 anni. Unici settori esclusi dal contingentamento delle prestazioni lavorative imposte dalla legge, sono i settori del Turismo, dei Pubblici Esercizi e dello Spettacolo e cioè coloro i quali utilizzano più frequentemente questa tipologia contrattuale. Modalità di comunicazione e assunzione: La comunicazione di assunzione al Centro per l Impiego va effettuata, come previsto dalla normativa per le altre tipologie lavorative, una sola volta al momento della stipulazione del contratto, il giorno prima. La comunicazione di inizio prestazione lavorativa di lavoro intermittente, è da effettuare tramite il **Modello UNI- INTERMITTENTE.

3 N.B. Tale modulistica, non sostituisce in alcun modo la comunicazione preventiva di assunzione, ma costituisce bensì ulteriore adempimento. Il Modello UNI Intermittente, contiene i dati identificativi del datore di lavoro che effettua la comunicazione nonché quelli del lavoratore utilizzato. I dati in esso contenuti sono: Codice Fiscale e indirizzo di posta elettronica del datore di lavoro; Codice Fiscale del lavoratore interessato; Codice di comunicazione del modello UNILAV cui la chiamata si riferisce ( dato non obbligatorio); Data inizio e Data fine della prestazione per la quale si sta effettuando la comunicazione. MODALITA DI COMUNICAZIONE: - Via all indirizzo di posta certificata: Per utilizzare tale canale il datore di lavoro dovrà inviare in allegato alla mail il modello UNI-INTERMITTENTE compilato in ogni sua parte; ogni singolo modello permette la possibilità di comunicare fino ad un massimo di dieci lavoratori coinvolti, anche in periodi diversi di chiamata di lavoro. Non sono previste mail di conferma di ricezione e, ai fini di dimostrare l esatto adempimento dell obbligo, il datore di lavoro dovrà consegnare copia del modello compilato alla inviata. Per utilizzare questa modalità di comunicazione non è necessario che l indirizzo e mail del mittente sia un indirizzo di posta certificata. - Attraverso il portale clic lavoro : L azienda anche tramite il proprio consulente del lavoro, potrà inviare le chiamate del lavoro intermittente attraverso la compilazione di un apposito modulo accessibile nel sito nella propria area riservata. Pertanto il servizio di invio delle chiamate del lavoro intermittente sarà accessibile previa registrazione al portale. - Inviando un SMS al numero Tale comunicazione va inviata esclusivamente per prestazioni di lavoro a chiamata che hanno inizio non oltre le 12 ore dal momento della comunicazione, e che quindi possono terminare anche dopo 12 ore dal momento della comunicazione, indicando nel SMS semplicemente il Codice Fiscale del lavoratore utilizzato. Al fine di identificare il datore di lavoro che sta inviando l SMS è necessario che lo stesso si registri precedentemente al portale clic lavoro, avendo cura di indicare al momento della propria registrazione il numero di telefono cellulare che verrà utilizzato per la comunicazione.

4 - Fax alla DTL competente Tra le ipotesi comunicative, viene previsto esclusivamente nel caso di un malfunzionamento dei sistemi informatici del Ministero (si consiglia di stampare l eventuale videata di errore del sistema) un ulteriore modalità, ovvero la possibilità di inoltrare la comunicazione di inizio prestazione di lavoro intermittente tramite FAX, alla competente Direzione Territoriale del Lavoro. * Qui di seguito elencati i numeri di fax delle DTL di maggior interesse: FAX DTL RIMINI 0541/ FAX DTL RAVENNA 0544/ FAX DTL FORLI - CESENA 0543/29165 FAX DTL ROMA 06/ FAX DTL BARI 080/ FAX DTL PESCARA 085/ FAX DTL AREZZO 0575/ Rettifica o annullamento della comunicazione: In caso di mancata prestazione lavorativa, al fine di non vedersi addebitare la contribuzione per la giornata o per il periodo di lavoro indicato nel modello UNI-INTERMITTENTE, dovrà essere effettuata una comunicazione di annullamento, preventiva rispetto all orario della prestazione prevista. Solo nel caso in cui la chiamata sia stata effettuata per sms, l annullamento deve avvenire entro lo stesso giorno. L annullamento invece a causa della mancata presentazione del lavoratore potrà essere effettuato entro le 48 ore successive al giorno in cui la prestazione doveva essere resa. ATTENZIONE: Se la chiamata è stata inviata per un intero periodo, si dovrà annullare l intera comunicazione e inviare una nuova comunicazione inserendo le date corrette. (Esempio: se è stato indicato come periodo di chiamata dal 1 al 5 di un mese X, e si vuole annullare solo il giorno 3, si deve operare con la cancellazione dell intero periodo 1-5 e inviare una chiamata distinta per i periodi 1-2 e 4-5). La mancanza della comunicazione di annullamento o di rettifica, porterà al pagamento degli obblighi retributivi e contributivi previsti in caso di effettiva prestazione.

5 Conservazione della comunicazione: La copia della comunicazione inviata ( o della ricevuta del trasmissione del fax nell ipotesi sopra esposta) per la chiamata del lavoratore, va conservata dal datore di lavoro o dal soggetto abilitato all invio, in quanto fa fede fino a prova di falso per documentare l adempimento di legge. Lavoratori dello spettacolo: Per questa tipologia di lavoratori, nell ottica della semplificazione degli adempimenti, le aziende che intendano utilizzare con contratto di lavoro intermittente lavoratori ENPALS, adempiono all obbligo della comunicazione della chiamata con la mera presentazione del c.d. certificato di agibilità. Sanzioni: La sanzione amministrativa prevista in caso di violazione degli obblighi di comunicazione va da 400,00 a 2.400, in relazione a ciascun lavoratore per cui e` stata omessa la comunicazione e per ciascuna chiamata. **N.B: Per i clienti dello Studio Pinieassociati, ogni volta che si dovrà procedere ad assumere un lavoratore a chiamata, sarà fornita copia del modello UNI-INTERMITTENTE, con i relativi codici di assunzione compilati. Distinti Saluti

Come comunicare un rapporto di lavoro a chiamata?

Come comunicare un rapporto di lavoro a chiamata? Come comunicare un rapporto di lavoro a chiamata? Il lavoro a chiamata costituisce una particolare tipologia di rapporto di lavoro subordinato, caratterizzata dall espletamento di prestazioni di carattere

Dettagli

Modello Uni-Intermittente

Modello Uni-Intermittente Nella Circolare n. 27 del 27 giugno 2013, Il Ministero del Lavoro comunica le modalità operative, in vigore dal 3 luglio 2013, per adempiere all obbligo di comunicazione preventiva della chiamata di lavoro

Dettagli

COMUNICAZIONE LAVORO INTERMITTENTE

COMUNICAZIONE LAVORO INTERMITTENTE COMUNICAZIONE LAVORO INTERMITTENTE GUIDA PRATICA 3 alternative possibili per le Modalità di Comunicazione 1. COMPILAZIONE DEL MODELLO UNI INTERMITTENTE IN PDF ED INVIO VIA PEC: Il modello UNI Intermittenti

Dettagli

TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro

TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro Con la collaborazione del Centro Studi SEAC siamo lieti di inviarle il n. 07 di SPAZIO AZIENDE LUGLIO 2013 LE ULTIME NOVITÀ Decreto Lavoro

Dettagli

Lavoro & Previdenza N Intermittenti: chiarimenti sui limiti di utilizzo. La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza N Intermittenti: chiarimenti sui limiti di utilizzo. La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 219 20.11.2014 Intermittenti: chiarimenti sui limiti di utilizzo Il limite delle 400 giornate per gli intermittenti non opera

Dettagli

COMUNICAZIONE PREVENTIVA PER I LAVORATORI INTERMITTENTI: NUOVE INDICAZIONI OPERATIVE DAL MINISTERO

COMUNICAZIONE PREVENTIVA PER I LAVORATORI INTERMITTENTI: NUOVE INDICAZIONI OPERATIVE DAL MINISTERO INFORMATIVA N. 371 29 NOVEMBRE 2012 Varie COMUNICAZIONEPREVENTIVAPERI LAVORATORIINTERMITTENTI: NUOVEINDICAZIONIOPERATIVEDALMINISTERO Ministero del Lavoro, Nota prot. n. 16639 del 26 novembre 2012 IlMinisterodelLavoro,conlaNotaprot.n.16639del26novembre

Dettagli

Prima di entrare nel merito delle modifiche introdotte con la Legge 92/2012, occorre fare un accenno a questa tipologia di contratto.

Prima di entrare nel merito delle modifiche introdotte con la Legge 92/2012, occorre fare un accenno a questa tipologia di contratto. Il Contratto Intermittente dopo la L.92/2012 Prima di entrare nel merito delle modifiche introdotte con la Legge 92/2012, occorre fare un accenno a questa tipologia di contratto. Il contratto di lavoro

Dettagli

CONDIZIONI PER POTER RICORRERE AL LAVORO INTERMITTENTE

CONDIZIONI PER POTER RICORRERE AL LAVORO INTERMITTENTE Studio Filippi Consulenti d impresa Viale Dieci Martiri, 37 36100 Vicenza Linea 1: 0444 525824 Linea 2: 0444 231183 Fax: 0444 809824 www.studio-filippi.it Circolare 02 2013 Questa mail è generata da un

Dettagli

Il lavoro intermittente nel settore turismo. Giardini Naxos, 16 dicembre 2011 Capo d Orlando, 17 dicembre 2011

Il lavoro intermittente nel settore turismo. Giardini Naxos, 16 dicembre 2011 Capo d Orlando, 17 dicembre 2011 Il lavoro intermittente nel settore turismo Giardini Naxos, 16 dicembre 2011 Capo d Orlando, 17 dicembre 2011 di cosa parliamo? FLESSIBILITA lavoro intermittente, a chiamata, job on call, etc. OPPORTUNITA

Dettagli

Intermittenti, il modulo On-line

Intermittenti, il modulo On-line Intermittenti, il modulo On-line Premessa - Manca poco alla completa definizione del sistema comunicativo. Infatti da lunedì prossimo (1 ottobre 2012) l obbligo di comunicare preventivamente al M.L.P.S.

Dettagli

I contratti di lavoro dipendente dopo l approvazione della riforma Fornero

I contratti di lavoro dipendente dopo l approvazione della riforma Fornero I contratti di lavoro dipendente dopo l approvazione della riforma Fornero Oggi 18 luglio 2012 entra in vigore la legge 92 del 28 giugno 2012 Disposizioni in materia di riforme del mercato del lavoro in

Dettagli

Consulenti del Lavoro in Udine

Consulenti del Lavoro in Udine Studio De Marco Canu Zanon Gregoris Consulenti del Lavoro in Udine CONSULENTI DEL LAVORO: Rag. Gioacchino De Marco Dott. Riccardo Canu Dott. Elena Zanon P.az Roberta Gregoris Via Zanon 16/6 Udine, 26/07/2012

Dettagli

Lavoro intermittente Comunicazione relativa alla chiamata del lavoratore: nuove modalità

Lavoro intermittente Comunicazione relativa alla chiamata del lavoratore: nuove modalità n 45 del 30 novembre 2012 circolare n 715 del 29 novembre 2012 referente GRANDI/af Lavoro intermittente Comunicazione relativa alla chiamata del lavoratore: nuove modalità Facendo seguito alle nostre precedenti

Dettagli

Lavoro intermittente: limiti e chiarimenti dopo il DL lavoro

Lavoro intermittente: limiti e chiarimenti dopo il DL lavoro CIRCOLARE A.F. N. 137 del 13 Settembre 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Lavoro intermittente: limiti e chiarimenti dopo il DL lavoro (DL n. 76 del 28.06.2013, legge n. 99 del 09.08.2013, circolare Min.

Dettagli

FEDERTURISMO CONFINDUSTRIA

FEDERTURISMO CONFINDUSTRIA FEDERTURISMO CONFINDUSTRIA Turismo e Lavoro Il Lavoro Intermittente dopo due anni di Riforme Modifiche al D.lgs.n. 76 del 003 a seguito dell entrata in vigore della Riforma Fornero (Legge n. 9/01) e successive

Dettagli

Per gli addetti agli stabilimenti balneari ammesso il lavoro a chiamata

Per gli addetti agli stabilimenti balneari ammesso il lavoro a chiamata CIRCOLARE A.F. N. 63 del 11 Aprile 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Per gli addetti agli stabilimenti balneari ammesso il lavoro a chiamata Gentile cliente con la presente intendiamo effettuare alcune

Dettagli

intermittente : il datore di lavoro può infatti servirsi della prestazione

intermittente : il datore di lavoro può infatti servirsi della prestazione CONTRATTO DI LAVORO INTERMITTENTE O A CHIAMATA O JOB ON CALL. (D.Lgs n. 276/2003; L. n. 92/2012 Riforma Fornero ;D.L. n. 76/2013 convertito in L. n. 99/2013) E' un contratto di lavoro subordinato, stipulabile

Dettagli

Guida all utilizzo della funzionalità Gestione Intermittenti

Guida all utilizzo della funzionalità Gestione Intermittenti Guida all utilizzo della funzionalità Gestione Intermittenti Registrazione al servizio d invio delle comunicazioni chiamata lavoratori intermittenti 1. Introduzione Attraverso la funzionalità Gestione

Dettagli

Oggetto: Decreto Interministeriale 30 ottobre 2007 in materia di comunicazioni obbligatorie

Oggetto: Decreto Interministeriale 30 ottobre 2007 in materia di comunicazioni obbligatorie Protocollo n. 8052/2008 del 08.01.2008 Classifica 14.1.1/1/08 Bologna, 08/01/2008 Oggetto: Decreto Interministeriale 30 ottobre 2007 in materia di comunicazioni obbligatorie Sulla Gazzetta Ufficiale n.

Dettagli

IL LAVORO INTERMITTENTE

IL LAVORO INTERMITTENTE LE NOVITA DEL MODELLO UNICO 2012 a cura di: Ernesto Gatto IL LAVORO INTERMITTENTE ART. 7 CO. 2, 3 E 5 DL 76/2013 Per lo svolgimento di prestazioni di carattere discontinuo o intermittente in base a quanto

Dettagli

Contratto di lavoro intermittente

Contratto di lavoro intermittente Contratto di lavoro intermittente Disciplinato dal D.Lgs. n. 81/2015, vigente dal 25 giugno 2015. Il testo va ad abrogare gli articoli sul contratto di lavoro intermittente, in particolare gli artt. Da

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA 31 Ottobre 2012 Avv. Valeria Del Pizzo

PROVINCIA DI PISTOIA 31 Ottobre 2012 Avv. Valeria Del Pizzo PROVINCIA DI PISTOIA 31 Ottobre 2012 Avv. Valeria Del Pizzo Introdotto nell ordinamento nel 2003 dal Dlgs. nr 276(Riforma Biagi) viene disciplinato nel TITOLO V fra le TIPOLOGIE CONTRATTUALI A ORARIO RIDOTTO,

Dettagli

RIORDINO DEI CONTRATTI DI LAVORO: LE FORMULE ATIPICHE

RIORDINO DEI CONTRATTI DI LAVORO: LE FORMULE ATIPICHE RIORDINO DEI CONTRATTI DI LAVORO: LE FORMULE ATIPICHE RIORDINO DEI CONTRATTI DI LAVORO: IL D.LGS 81/2015 Art. 1 c. 1 Forma contrattuale comune «Il contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato

Dettagli

Circolare Informativa n 9/2013. Lavoro intermittente e Riforma del Lavoro

Circolare Informativa n 9/2013. Lavoro intermittente e Riforma del Lavoro Circolare Informativa n 9/2013 Lavoro intermittente e Riforma del Lavoro Pagina 1 di8 INDICE Premessa pag.3 1) Lavoro intermittente condizioni soggettive ed oggettive pag.3 2) Il nuovo onere burocratico

Dettagli

gli intermediari individuati dall articolo 1, comma 1, Legge n. 12/1979 (consulenti

gli intermediari individuati dall articolo 1, comma 1, Legge n. 12/1979 (consulenti Il Dipartimento della Funzione Pubblica informa che dal 14 settembre 2011 (e non dal 13 settembre, come comunicato in precedenza) i datori di lavoro non potranno più richiedere ai propri dipendenti la

Dettagli

MOD. 730-4 - INTEGRATIVO

MOD. 730-4 - INTEGRATIVO MOD. 730-4 INTEGRATIVO ASPETTI GENERALI Come riportato nel paragrafo precedente, la normativa relativa all assistenza fiscale prestata dai CAF o al professionista abilitato prevede che venga rilasciato

Dettagli

MOD COMUNICAZIONE DEL RISULTATO CONTABILE

MOD COMUNICAZIONE DEL RISULTATO CONTABILE MOD. 730-4 COMUNICAZIONE DEL RISULTATO CONTABILE ASPETTI GENERALI Il Mod. 730-4 contiene il risultato contabile della dichiarazione elaborata, in cui il CAF o il professionista abilitato riportano i dati

Dettagli

I VOUCHER PER IL LAVORO ACCESSORIO E LA NUOVA COMUNICAZIONE PREVENTIVA DI INIZIO DELLA PRESTAZIONE

I VOUCHER PER IL LAVORO ACCESSORIO E LA NUOVA COMUNICAZIONE PREVENTIVA DI INIZIO DELLA PRESTAZIONE I VOUCHER PER IL LAVORO ACCESSORIO E LA NUOVA COMUNICAZIONE PREVENTIVA DI INIZIO DELLA PRESTAZIONE Come noto il D.Lgs. n. 276/2003 ha introdotto la disciplina del lavoro accessorio e dei buoni lavoro (c.d.

Dettagli

I CONTRATTI DI LAVORO nello schema di Decreto attuativo della Legge 10/12/2014, n. 183

I CONTRATTI DI LAVORO nello schema di Decreto attuativo della Legge 10/12/2014, n. 183 I CONTRATTI DI LAVORO nello schema di Decreto attuativo della Legge 10/12/2014, n. 183 Provincia di Piacenza Direzione Territoriale del Lavoro di Piacenza 1 aprile 2015 Il sistema dei contratti di lavoro

Dettagli

NOVITÀ DAL DECRETO SEMPLIFICAZIONI DEL JOBS ACT COSTITUZIONE E GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO

NOVITÀ DAL DECRETO SEMPLIFICAZIONI DEL JOBS ACT COSTITUZIONE E GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO Circolare informativa n 6/2015 del 22 Ottobre 2015 Area di interesse: PAGHE E CONTRIBUTI Argomento: NOVITA DECRETO JOBS ACT NOVITÀ DAL DECRETO SEMPLIFICAZIONI DEL JOBS ACT D. Lgs. 14.09.2015, n. 151 -

Dettagli

VOUCHER PER IL LAVORO ACCESSORIO: LE NUOVE MODALITA DI COMUNICAZIONE ALLA DTL

VOUCHER PER IL LAVORO ACCESSORIO: LE NUOVE MODALITA DI COMUNICAZIONE ALLA DTL CIRCOLARE N. 12 DEL 20/10/2016 VOUCHER PER IL LAVORO ACCESSORIO: LE NUOVE MODALITA DI COMUNICAZIONE ALLA DTL Con la circolare n. 1 del 2016 in tema di voucher per lavoro accessorio, l Ispettorato Nazionale

Dettagli

Circolare N. 19 del 9 Febbraio 2017

Circolare N. 19 del 9 Febbraio 2017 Circolare N. 19 del 9 Febbraio 2017 S La trasmissione dei dati relativi agli stampati fiscali entro il prossimo 28.02.2017 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, come di consueto,

Dettagli

Circolare N.138 del 4 Ottobre Servizi prestati su internet e media audiovisivi assimilati al lavoro intermittente

Circolare N.138 del 4 Ottobre Servizi prestati su internet e media audiovisivi assimilati al lavoro intermittente Circolare N.138 del 4 Ottobre 2012 Servizi prestati su internet e media audiovisivi assimilati al lavoro intermittente Servizi prestati su internet e media audiovisivi assimilati al lavoro intermittente

Dettagli

Noleggio occasionale unità da diporto

Noleggio occasionale unità da diporto Periodico informativo n. 35/2014 Noleggio occasionale unità da diporto Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza del fatto che il Decreto del fare,

Dettagli

Roma, 6 luglio 2012 ALLE ASSOCIAZIONI ALBERGATORI ALLE UNIONI REGIONALI AI SINDACATI NAZIONALI AL CONSIGLIO DIRETTIVO AI REVISORI DEI CONTI LORO SEDI

Roma, 6 luglio 2012 ALLE ASSOCIAZIONI ALBERGATORI ALLE UNIONI REGIONALI AI SINDACATI NAZIONALI AL CONSIGLIO DIRETTIVO AI REVISORI DEI CONTI LORO SEDI Roma, 6 luglio 2012 Circ. n. 167 / 2012 Prot. n. 554 / AGC Arch. n. 4 / ALLE ASSOCIAZIONI ALBERGATORI ALLE UNIONI REGIONALI AI SINDACATI NAZIONALI AL CONSIGLIO DIRETTIVO AI REVISORI DEI CONTI LORO SEDI

Dettagli

Invio dei dati per gli stampati fiscali entro il prossimo

Invio dei dati per gli stampati fiscali entro il prossimo CIRCOLARE A.F. N. 24 del 13 Febbraio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Invio dei dati per gli stampati fiscali entro il prossimo 02.03.2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che,

Dettagli

OGGETTO: CUD 2013: la consegna entro il 28 febbraio

OGGETTO: CUD 2013: la consegna entro il 28 febbraio Roma, 13/02/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: CUD 2013: la consegna entro il 28 febbraio Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che

Dettagli

Contratto di lavoro intermittente

Contratto di lavoro intermittente Contratto di lavoro intermittente Autore: Chistoni Paola In: Diritto del lavoro Il contratto di lavoro intermittente è stato introdotto dal decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276 (e successive modificazioni).

Dettagli

Allegati due Lc/lc. CONFETRA La riproduzione totale o parziale è consentita esclusivamente alle organizzazioni aderenti alla Confetra.

Allegati due Lc/lc. CONFETRA La riproduzione totale o parziale è consentita esclusivamente alle organizzazioni aderenti alla Confetra. Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica 00198 Roma - via Panama 62 tel.068559151-3337909556 - fax 068415576 e-mail: confetra@confetra.com - http://www.confetra.com Roma, 14 gennaio

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati relativi alla comunicazione per la ricezione dei mod. 730-4

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati relativi alla comunicazione per la ricezione dei mod. 730-4 Specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati relativi alla comunicazione per la ricezione dei mod. 730-4 Specifiche tecniche Comunicazione per ricezione telematica dati mod. 730-4 INDICE

Dettagli

OGGETTO: Agevolazione IMU e TASI: ravvedimento comodato

OGGETTO: Agevolazione IMU e TASI: ravvedimento comodato Informativa per la clientela di studio N. 31 del 17.02.2016 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Agevolazione IMU e TASI: ravvedimento comodato Gentile Cliente, con la stesura del presente documento intendiamo

Dettagli

Guida al Contratto Generale per la fornitura di prodotti per cancelleria ad uso ufficio

Guida al Contratto Generale per la fornitura di prodotti per cancelleria ad uso ufficio Guida al Contratto Generale per la fornitura di prodotti per cancelleria ad uso ufficio Pagina 1 di 8 INDICE 1. Premessa...3 2. Oggetto, importo e durata della contratto generale e dei contratti di fornitura..3

Dettagli

NUOVO DISPOSITIVO O-KEY A SEGUITO DI SMARRIMENTO / FURTO / DANNEGGIAMENTO / MALFUNZIONAMENTO DELLO STESSO

NUOVO DISPOSITIVO O-KEY A SEGUITO DI SMARRIMENTO / FURTO / DANNEGGIAMENTO / MALFUNZIONAMENTO DELLO STESSO Servizi Online luogo e data, Spettabile Fideuram S.p.A. Piazzale Giulio Douhet, 31-00143 Roma Servizi Online: RICHIESTE E PERSONALIZZAZIONI RELATIVE AI SERVIZI ONLINE (modulo valido sia per le persone

Dettagli

Per i lavoratori italiani o di paesi dell Unione Europea

Per i lavoratori italiani o di paesi dell Unione Europea Lavoratori Domestici: COSA FARE PRIMA DELL'ASSUNZIONE A seconda della provenienza e dell età del lavoratore sono richiesti adempimenti diversi sia al datore di lavoro sia al lavoratore. Per i lavoratori

Dettagli

OPZIONE CORREZIONE UNIEMENS GESTIONE SEPARATA NELL AREA RISERVATA DEL SITO Anna Mazza INPS - Direzione Regionale Piemonte

OPZIONE CORREZIONE UNIEMENS GESTIONE SEPARATA NELL AREA RISERVATA DEL SITO  Anna Mazza INPS - Direzione Regionale Piemonte OPZIONE CORREZIONE UNIEMENS GESTIONE SEPARATA NELL AREA RISERVATA DEL SITO WWW.INPS.IT Anna Mazza INPS - Direzione Regionale Piemonte È necessario scaricare dal sito WWW.INPS.IT area SOFTWARE - la procedura

Dettagli

Guida alla gestione delle domande di Dote Scuola per l A.S. 2016-2017 Scuole Paritarie

Guida alla gestione delle domande di Dote Scuola per l A.S. 2016-2017 Scuole Paritarie Guida alla gestione delle domande di Dote Scuola per l A.S. 2016-2017 Scuole Paritarie Questo documento contiene informazioni utili al personale delle scuole paritarie per utilizzare l applicativo web

Dettagli

HELP ONLINE Guida per la registrazione al portale

HELP ONLINE Guida per la registrazione al portale HELP ONLINE Guida per la registrazione al portale Indice Generale 1. Help online Ditta 1.1 Cosa serve per effettuare la registrazione 1.2 Registrazione legale rappresentante 1.2.1 Come effettuare il primo

Dettagli

Contratti a tempo determinato: la prosecuzione oltre il termine va comunicata

Contratti a tempo determinato: la prosecuzione oltre il termine va comunicata CIRCOLARE A.F. N. 163 del 21 Novembre 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Contratti a tempo determinato: la prosecuzione oltre il termine va comunicata Premessa In data 26.10.2012 è stato pubblicato in Gazzetta

Dettagli

Riforma del Mercato del Lavoro e flessibilità contrattuali

Riforma del Mercato del Lavoro e flessibilità contrattuali Prof. Avv. Sandro Mainardi Università degli Studi di Bologna Riforma del Mercato del Lavoro e flessibilità contrattuali Legge 28 giugno 2012, n. 92 L idea (o lo scambio) di fondo Estensione della flessibilità

Dettagli

Circolare IND n. 178/04 GO/fb. OGGETTO: Settori Lubrificanti e GPL - Assistenza Sanitaria Confluenza in FASCHIM

Circolare IND n. 178/04 GO/fb. OGGETTO: Settori Lubrificanti e GPL - Assistenza Sanitaria Confluenza in FASCHIM Circolare IND n. 178/04 GO/fb OGGETTO: Settori Lubrificanti e GPL - Assistenza Sanitaria Confluenza in FASCHIM Facciamo riferimento alla nostra circolare IND n. 301/03 con la quale abbiamo dato notizia

Dettagli

CASSA EDILE DELLA PROVINCIA DI AREZZO

CASSA EDILE DELLA PROVINCIA DI AREZZO CASSA EDILE DELLA PROVINCIA DI AREZZO Viale Mecenate, 29/C - 52100 AREZZO - Tel. 0575-22711 - Fax 0575-353526 - Codice Fiscale: 80000930513 Sito Internet: www.cassaedilearezzo.it Indirizzo e-mail: info@cassaedilearezzo.it

Dettagli

Il contratto di apprendistato

Il contratto di apprendistato Il contratto di apprendistato Il contratto di apprendistato Le principali novità del contratto di apprendistato nel D.lgs.167/2011 LE TIPOLOGIE DI APPRENDISTATO DOPO IL T.U. DEL 27/07/2011 I tratti comuni

Dettagli

Circolare N.106 del 12 Luglio 2012

Circolare N.106 del 12 Luglio 2012 Circolare N.106 del 12 Luglio 2012 Riforma del lavoro Lavoro intermittente Comunicazione obbligatoria ad ogni chiamata Riforma del lavoro - Lavoro intermittente: comunicazione obbligatoria ad ogni chiamata

Dettagli

OGGETTO: Precompilata: opposizione all invio dei dati delle spese sanitarie

OGGETTO: Precompilata: opposizione all invio dei dati delle spese sanitarie Informativa per la clientela di studio N. 167 del 16.11.2016 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Precompilata: opposizione all invio dei dati delle spese sanitarie Gentile Cliente, con la stesura del

Dettagli

I Requisiti: NEET (Not -Engaged -in Education, Employment or Training)

I Requisiti: NEET (Not -Engaged -in Education, Employment or Training) Garanzia Giovani Convenzione Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Regione Toscana del 30/04/2014 in attuazione del Regolamento Europeo 1407 del 8/12/2013 IL BONUS OCCUPAZIONALE, FRUIBILE MEDIANTE

Dettagli

In allegato si riporta Spazio aziende n. 12 del mese di dicembre 2014.

In allegato si riporta Spazio aziende n. 12 del mese di dicembre 2014. Spazio aziende è destinato alla clientela dello studio o dell associazione e contiene, con un linguaggio semplice, una sintesi delle ultime novità, un commento relativo ad argomenti di utilità generale

Dettagli

La costituzione del rapporto di lavoro dipendente

La costituzione del rapporto di lavoro dipendente Stampa La costituzione del rapporto di lavoro dipendente admin, Bruno Olivieri in Consulenza del lavoro, Corso paghe La costituzione del rapporto di lavoro tra azienda e lavoratore è il momento in cui

Dettagli

Legge Regionale 18/2005, art. 33 STABILIZZAZIONI contratti precari

Legge Regionale 18/2005, art. 33 STABILIZZAZIONI contratti precari Legge Regionale 18/2005, art. 33 STABILIZZAZIONI contratti precari D.P.REG. 0237/PRES del 13 dicembre 2013 entrato in vigore il 01.01.2014 REGIMI DI AIUTO (ALTERNATIVI): AIUTI DE MINIMIS : ai sensi del

Dettagli

ASSICASSA. Piano Sanitario Dipendenti a cui si applica il CCNL Telecomunicazioni. Mini Guida Informativa per le Aziende

ASSICASSA. Piano Sanitario Dipendenti a cui si applica il CCNL Telecomunicazioni. Mini Guida Informativa per le Aziende ASSICASSA Piano Sanitario Dipendenti a cui si applica il CCNL Telecomunicazioni Mini Guida Informativa per le Aziende MINI GUIDA INFORMATIVA PER LE AZIENDE Piano sanitario integrativo al SSN destinato

Dettagli

Circolare N.163 del 21 Novembre Contratti a tempo determinato. La prosecuzione oltre il termine va comunicata

Circolare N.163 del 21 Novembre Contratti a tempo determinato. La prosecuzione oltre il termine va comunicata Circolare N.163 del 21 Novembre 2012 Contratti a tempo determinato. La prosecuzione oltre il termine va comunicata Contratti a tempo determinato: la prosecuzione oltre il termine va comunicata Gentile

Dettagli

LA NUOVA PROCEDURA TELEMATICA PER LA COMUNICAZIONE (O REVOCA) DELLE DIMISSIONI E DELLE RISOLUZIONI CONSENSUALI

LA NUOVA PROCEDURA TELEMATICA PER LA COMUNICAZIONE (O REVOCA) DELLE DIMISSIONI E DELLE RISOLUZIONI CONSENSUALI LA NUOVA PROCEDURA TELEMATICA PER LA COMUNICAZIONE (O REVOCA) DELLE DIMISSIONI E DELLE RISOLUZIONI CONSENSUALI Il 12 marzo 2016 entrerà in vigore la nuova procedura telematica per la comunicazione (o revoca)

Dettagli

Periodico informativo n. 156/2014 Le nuove sanzioni sul lavoro nero

Periodico informativo n. 156/2014 Le nuove sanzioni sul lavoro nero Periodico informativo n. 156/2014 Le nuove sanzioni sul lavoro nero Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che il c.d. D.L. Destinazione Italia

Dettagli

IL CONTRATTO DI LAVORO INTERMITTENTE DOPO LA RIFORMA FORNERO e il D.L , N. 76

IL CONTRATTO DI LAVORO INTERMITTENTE DOPO LA RIFORMA FORNERO e il D.L , N. 76 IL CONTRATTO DI LAVORO INTERMITTENTE DOPO LA RIFORMA FORNERO e il D.L. 28.6.2013, N. 76 Ministero lavoro, circolare 29 agosto 2013, n. 35; Ministero lavoro, circolare 18 luglio 2012, n. 18; circolare 1

Dettagli

Particolarità lavoro agricolo:

Particolarità lavoro agricolo: Novità sull utilizzo dei buoni lavoro (voucher) così come chiarito dalla circ. n. 1 del 17/10/2016 dell INL e dalle Faq del Ministero del lavoro del 02/11/2016 È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 37 26.02.2016 CU 2016: compilazione del frontespizio Categoria: Previdenza e Lavoro Sottocategoria: Varie Una sezione da non

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche

Università degli Studi di Cagliari Facoltà di Scienze Economiche, Giuridiche e Politiche Procedura da seguire per l attivazione dei tirocini curriculari di formazione e di orientamento Informazioni generali I tirocini curriculari di formazione e di orientamento sono disciplinati in base al

Dettagli

OGGETTO: Il contratto di apprendistato professionalizzante: check list

OGGETTO: Il contratto di apprendistato professionalizzante: check list Informativa per la clientela di studio N. 15 del 16.11.2016 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Il contratto di apprendistato professionalizzante: check list Gentile Cliente, con la stesura del presente

Dettagli

PROCEDURA DI ACCESSO ALLE INFORMAZIONI COMMERCIALMENTE SENSIBILI Art. 15.2 TIU. del 30/09/10

PROCEDURA DI ACCESSO ALLE INFORMAZIONI COMMERCIALMENTE SENSIBILI Art. 15.2 TIU. del 30/09/10 PROCEDURA DI ACCESSO ALLE INFORMAZIONI COMMERCIALMENTE SENSIBILI Art. 15.2 TIU del 30/09/10 Premessa GAS PLUS SALSO S.r.l. è la Società appartenente al Gruppo GAS PLUS S.p.A. che svolge le attività di

Dettagli

Oggetto: CHIARIMENTI SULLE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO

Oggetto: CHIARIMENTI SULLE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO Legnano, 14 gennaio 2015 Alle imprese assistite Oggetto: CHIARIMENTI SULLE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO Come noto, con il D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni, l obbligo di comunicare i dati

Dettagli

Informativa per la clientela di studio

Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio N. 159 del 19.10.2016 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Addetti ai servizi domestici e familiari: deduzione contributi Gentile Cliente, con la stesura del presente

Dettagli

Lavori usuranti: comunicazione Importante adempimento in scadenza per le aziende che impiegano personale inquadrabile come

Lavori usuranti: comunicazione Importante adempimento in scadenza per le aziende che impiegano personale inquadrabile come Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 59 30.03.2016 Lavori usuranti: comunicazione 2015 Il 31 marzo 2016 è l ultimo giorno utile per comunicare alla DTL competente

Dettagli

CIRCOLARE n. 6/2015 1. Oggetto: nuova Certificazione Unica - Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate

CIRCOLARE n. 6/2015 1. Oggetto: nuova Certificazione Unica - Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate CIRCOLARE n. 6/2015 1 Milano, 19 febbraio 2015 Oggetto: nuova Certificazione Unica - Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate Premessa Il DLgs. 21.11.2014 n. 175 ha previsto la precompilazione

Dettagli

Bando Incentivi all assunzione

Bando Incentivi all assunzione Bando Incentivi all assunzione La crisi economica che negli ultimi anni ha investito il mercato del lavoro ha interessato numerose aziende e lavoratori del territorio del comune di Giussano determinando

Dettagli

LA NUOVA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE: LINEE GUIDA PER COSTRUTTORI E PROGETTISTI

LA NUOVA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE: LINEE GUIDA PER COSTRUTTORI E PROGETTISTI MODULO DI ISCRIZIONE AL CORSO DI FORMAZIONE LA NUOVA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE: LINEE GUIDA PER COSTRUTTORI E PROGETTISTI Titolo del corso Codice di riferimento del corso LA NUOVA DIRETTIVA MACCHINE

Dettagli

Circolare N. 25 del 17 Febbraio 2015

Circolare N. 25 del 17 Febbraio 2015 Circolare N. 25 del 17 Febbraio 2015 Sgravio contributivo legge di stabilità 2015 - alcuni casi particolari di applicazione Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che l INPS, con la circolare

Dettagli

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE EdilConnect GUIDA ALLA REGISTRAZIONE Guida alla registrazione al portale EdilConnect e all associazione alla Cassa Edile. Premessa E possibile contattare il servizio assistenza per qualsiasi necessità

Dettagli

NUOVA PROCEDURA PER DIMISSIONI DAL 12 MARZO 2016

NUOVA PROCEDURA PER DIMISSIONI DAL 12 MARZO 2016 INFORMATIVA 2/2016 LAVORO Ai gentili clienti Loro sedi A cura del dipartimento Risorse Umane Francesca Mengotti e Marialuisa De Cia f.mengotti@stvtax.it m.decia@stvtax.it La presente è da considerarsi

Dettagli

CIRCOLARE. Oggetto: Nuove modalità di comunicazione (o revoca) delle dimissioni e risoluzione consensuale

CIRCOLARE. Oggetto: Nuove modalità di comunicazione (o revoca) delle dimissioni e risoluzione consensuale A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI Como, marzo 2016 CIRCOLARE Oggetto: Nuove modalità di comunicazione (o revoca) delle dimissioni e risoluzione consensuale della L articolo 26 del D.Lgs n.151/2015 ha ridefinito

Dettagli

Oggetto: procedura comunicazione cessazioni e sospensioni del rapporto di lavoro - in vigore dal 26 maggio 2016.

Oggetto: procedura comunicazione cessazioni e sospensioni del rapporto di lavoro - in vigore dal 26 maggio 2016. Fondo Pensione Complementare Nazionale a capitalizzazione dei dipendenti delle imprese della distribuzione cooperativa Iscritto all Albo dei Fondi Pensione con il numero d ordine 102 Roma, 26 maggio 2016

Dettagli

Lavoro a chiamata e voucher

Lavoro a chiamata e voucher Lavoro a chiamata e voucher Ipotesi di ricorso al lavoro a chiamata: causali oggettive a) per lo svolgimento di prestazioni di carattere discontinuo o intermittente secondo le esigenze individuate dai

Dettagli

REGIONE SARDEGNA CONCORSO UNICO PER L ASSUNZIONE DI 20 DIRIGENTI A TEMPO INDETERMINATO

REGIONE SARDEGNA CONCORSO UNICO PER L ASSUNZIONE DI 20 DIRIGENTI A TEMPO INDETERMINATO REGIONE SARDEGNA CONCORSO UNICO PER L ASSUNZIONE DI 20 DIRIGENTI A TEMPO INDETERMINATO DECRETO N.P. 27540/48 DEL 28 SETTEMBRE 2017 GUIDA PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA ONLINE Per ottimizzare i tempi

Dettagli

Studio Consulenza del Lavoro Bonet Lepschy & Associati S T U D I P R O F E S S I O N A L I

Studio Consulenza del Lavoro Bonet Lepschy & Associati S T U D I P R O F E S S I O N A L I Mestre, 12 dicembre 2016 Ai Sig.ri Clienti Loro Sedi Circolare n. 8/2016 VOUCHER nuova procedura casi Il giorno 7 ottobre 2016 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo correttivo

Dettagli

D.Lgs. 185/ correttivo Jobs Act

D.Lgs. 185/ correttivo Jobs Act Lavoro accessorio Obbligo di attivazione dei voucher, tramite comunicazione su sito INPS, con riferimento ad un arco temporale pari a massimo 30 giorni (D. Lgs. n. 81/2015, art. 49, comma 3) Introdotto

Dettagli

Allegato A al Decreto n. 171 del 31 LUG. 2015 pag. 1/9

Allegato A al Decreto n. 171 del 31 LUG. 2015 pag. 1/9 giunta regionale Allegato A al Decreto n. 171 del 31 LUG. 2015 pag. 1/9 Aggiornamento alle Modalità operative per la rendicontazione approvate con Decreto del Direttore della Sezione Ricerca e Innovazione

Dettagli

Dott. Paola Rita Regaldo Dottore commercialista e revisore contabile

Dott. Paola Rita Regaldo Dottore commercialista e revisore contabile Ai gentili Clienti Loro sedi LA NUOVA DISCIPLINA DELLE PRESTAZIONI DI LAVORO OCCASIONALE Con l articolo 54-bis, D.L. 50/2017, introdotto in sede di conversione dalla L. 96/2017, il Legislatore introduce

Dettagli

FAQ incentivi all assunzione (moduli on-line DON-GIOV, 223, 407, GIOV-GE)

FAQ incentivi all assunzione (moduli on-line DON-GIOV, 223, 407, GIOV-GE) FAQ incentivi all assunzione (moduli on-line, 223, 407, -) AREA CLASSIFICAZIONE Categoria Gestione aziende Argomento Adempimenti delle aziende Oggetto Agevolazioni Legenda: incentivo : incentivo per uomini

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 04/08/2011 Circolare n. 102 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

SCUOLE PUBBLICHE: Comunicazioni Obbligatorie

SCUOLE PUBBLICHE: Comunicazioni Obbligatorie 1 SCUOLE PUBBLICHE: Comunicazioni Obbligatorie Assunzioni, Rettifiche, Annullamenti, Sedi operative. Trasformazioni orario di lavoro. Cambio sede del personale. Aspettativa per incarico. Concomitante incarico

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E DEL RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI COMUNALI E AMMINISTRATORI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E DEL RIMBORSO SPESE VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI COMUNALI E AMMINISTRATORI COMUNE DI SAN VITO CHIETINO (Provincia di Chieti) Largo Altobelli, 1 66038 San Vito Chietino CH Tel. 0872 61911 Fax 0872 619150 (C.F. 00094240694) www.comune.sanvitochietino.ch.it E - mail: info@comune.sanvitochietino.ch.it

Dettagli

OGGETTO: Contratto di Apprendistato. Richiesta di parere di conformità. (CNNL 04/03/2010)

OGGETTO: Contratto di Apprendistato. Richiesta di parere di conformità. (CNNL 04/03/2010) Spett. le Ente Bilaterale Regionale Umbria per le Aziende del Terziario e Turismo Via Campo di Marte, 19 06124 Perugia OGGETTO: Contratto di Apprendistato. Richiesta di parere di conformità. (CNNL 04/03/2010)

Dettagli

MODIFICA DEL TASSO LEGALE: DAL 01.01.2008 INTERESSI AL 3%

MODIFICA DEL TASSO LEGALE: DAL 01.01.2008 INTERESSI AL 3% Dott. Marco Baccani 20121 Milano - Via Bigli, 2 Dott. Salvatore Fiorenza Tel. (+39) 02 764214.1 Dott. Ferdinando Ramponi Fax (+39) 02 764214.61 Dott. Massimo Rho C.F./P.IVA 04420200968 Dott. Stefano Ramponi

Dettagli

1. INCENTIVI PER ASSUNZIONI CON CONTRATTO DI APPRENDISTATO. Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale Giovani tra i 15 e i 25 anni

1. INCENTIVI PER ASSUNZIONI CON CONTRATTO DI APPRENDISTATO. Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale Giovani tra i 15 e i 25 anni PRINCIPALI INCENTIVI ALL ASSUNZIONE PREVISTI SIA DALLA NORMATIVA NAZIONALE CHE REGIONALE RIVOLTI ALLE IMPRESE CHE ASSUMONO NEET (GIOVANI TRA I 16 ED I 29 ANNI NON OCCUPATI NE INSERITI IN UN PERCORSO DI

Dettagli

Trasmissione dei dati sanitari

Trasmissione dei dati sanitari Periodico informativo n. 07/2016 Trasmissione dei dati sanitari Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che, entro il 31 gennaio 2016, le strutture

Dettagli

Emersione dal lavoro irregolare per lavoratori stranieri anno 2012

Emersione dal lavoro irregolare per lavoratori stranieri anno 2012 Emersione dal lavoro irregolare per lavoratori stranieri anno 2012 La normativa di riferimento Decreto Legislativo 16 luglio 2012, n. 109 Attuazione della direttiva 2009/52/CE che introduce norme minime

Dettagli

Istruzioni di compilazione

Istruzioni di compilazione Modulo VA : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro subordinato ai sensi degli artt. 14 comma 6 e 39 comma 9 del DPR. n. 394/99 e successive modifiche ed integrazioni Istruzioni di

Dettagli

Roma, 28/10/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 140

Roma, 28/10/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 140 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Roma, 28/10/2011 Circolare n.

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. 2012/10563 Comunicazioni all anagrafe tributaria relative ai contratti di servizi di telefonia fissa, mobile e satellitare relativamente alle utenze domestiche e ad uso pubblico IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA 2015

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 CERTIFICAZIONE UNICA 2015 "ASPETTI NORMATIVI" Anno d imposta 2014 1 CHE COS È La novità maggiore di quest anno sarà certamente l entrata in vigore del Modello 730 precompilato previsto per pensionati,

Dettagli

OGGETTO: Il ravvedimento delle ritenute

OGGETTO: Il ravvedimento delle ritenute Informativa per la clientela di studio N. 154 del 05.10.2016 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Il ravvedimento delle ritenute Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo

Dettagli