SALDI INVERNALI 2016: AL VIA TRA OGGI E IL 5 GENNAIO IN TUTTA ITALIA IN AUTUNNO VENDITE SOTTO TONO PER L ABBIGLIAMENTO, ANCHE A CAUSA DEL CLIMA MITE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SALDI INVERNALI 2016: AL VIA TRA OGGI E IL 5 GENNAIO IN TUTTA ITALIA IN AUTUNNO VENDITE SOTTO TONO PER L ABBIGLIAMENTO, ANCHE A CAUSA DEL CLIMA MITE"

Transcript

1 COMUNICATO STAMPA SALDI INVERNALI 2016: AL VIA TRA OGGI E IL 5 GENNAIO IN TUTTA ITALIA IN AUTUNNO VENDITE SOTTO TONO PER L ABBIGLIAMENTO, ANCHE A CAUSA DEL CLIMA MITE. MANZONI: NEI NEGOZI ASSORTIMENTO SUPERIORE ALLA MEDIA, OCCASIONE PER CONSUMATORI E COMMERCIANTI Il Presidente Fismo: saldi possono essere boccata d ossigeno per settore ancora in difficoltà, nel 2015 chiusi quasi 10mila negozi di moda, 27 al giorno Inizio d anno all insegna del risparmio. Prenderanno il via, tra oggi ed il 5 gennaio, i saldi di fine stagione in tutta Italia. Un avvio particolarmente atteso dai consumatori a caccia di occasioni ma anche dai commercianti che sperano di recuperare l andamento al ribasso delle vendite degli ultimi mesi, legato anche alle temperature miti che hanno creato minor interesse intorno all acquisto di capi invernali. Come sempre, Basilicata e Campania saranno le prime a dare il via ai saldi, a partire da oggi. Come la Sicilia, che in questo 2016 ha scelto di anticipare l avvio. Quasi tutte le altre Regioni, invece, hanno optato per rispettare la data di partenza unica delle vendite di fine stagione fissata al 5 gennaio, giorno prima dell Epifania, dall accordo siglato in sede di Conferenza delle Regioni e delle Province autonome il 24 marzo I saldi rappresentano un occasione sia per i consumatori che per i commercianti - spiega Roberto Manzoni, Presidente di Fismo, l associazione che riunisce i commercianti del settore moda di Confesercenti - specialmente in un anno come quello che si è appena concluso, caratterizzato da un autunno dal clima molto mite, fatto che ha inciso sulle vendite stagionali. E visto che le condizioni metereologiche non hanno invogliato all acquisto di capi invernali, i clienti avranno a disposizione un assortimento di prodotti superiore alla media da acquistare a prezzo fortemente ribassato. I saldi possono portare una boccata d ossigeno anche alle imprese del commercio di abbigliamento, tessile e calzature. Un settore che secondo le proiezioni dell Osservatorio Confesercenti non è ancora uscito dalla crisi: nel 2015 si stima che abbiano cessato l attività quasi 10mila negozi, circa 27 al giorno, a fronte di meno di 5mila nuove aperture. Le regioni dove il numero di imprese si è ridotto di più sono la Sicilia ed il Lazio (-674 attività), seguite dalla Campania (-547). Speriamo che i saldi aggiunge il presidente Fismo aiutino gli esercizi che, come dimostrano le troppe chiusure di impresa, non sono affatto usciti dalla crisi. Per questo, torno a ribadire l importanza di questo strumento che va tutelato ed ulteriormente regolamentato, con l istituzione di una data unica d inizio e fine in tutta Italia. L auspicio conclude Manzoni è che questo periodo di saldi possa compensare le vendite e consentire alle imprese di iniziare l anno in positivo, segno di una crisi che può essere definitivamente superata. Roma 2 gennaio 2015 Confederazione Italiana Esercenti Attività Commerciali Turistiche e dei Servizi Roma - Via Nazionale, 60 - Tel. 06/ Fax 06/

2 Tab 1. Aperture e chiusure di imprese del dettaglio abbigliamento, tessile e calzature in Italia. Confronto anni Anno Aperture Chiusure Differenza Fonte: Stima Osservatorio Confesercenti Tab 1. Aperture e chiusure di imprese dettaglio abbigliamento, tessile e calzature in Italia nell anno Dettaglio Regionale Regione Iscrizioni Cancellate Differenza PIEMONTE VALLE D'AOSTA/VALLÉE D'AOSTE LOMBARDIA TRENTINO-ALTO ADIGE/SÜDTIROL VENETO FRIULI-VENEZIA GIULIA LIGURIA EMILIA-ROMAGNA TOSCANA UMBRIA MARCHE LAZIO ABRUZZO MOLISE CAMPANIA PUGLIA BASILICATA CALABRIA SICILIA SARDEGNA Totale ITALIA Fonte: Stima Osservatorio Confesercenti Tab 2. I saldi nelle principali città italiane CITTA Milano (**) Torino (*) Genova (**) Venezia (**) Bologna (**) Firenze (**) Ancona (**) Perugia (**) Roma (**) Napoli (*) Bari (**) Palermo (**) Cagliari (**) Reggio Calabria (**) PERIODO DEI SALDI Saldi Invernali gennaio max 8 settimane 5 gennaio max 45 gg. 5 gennaio 28 febbraio 5 gennaio per 60 gg. 5 gennaio per 60 gg. 5 gennaio 1 marzo 5 gennaio max 6 settimane 2 gennaio max 60 gg. 5 gennaio 28 febbraio 2 gennaio 15 marzo 5 gennaio 5 marzo (*) Periodi determinati dal Comune, in base alla legge regionale (**) Periodi determinati direttamente dalla Regione

3 Tab. 3 I saldi Regione per Regione Regione Periodo Eventuale Durata ABRUZZO (L.R. n. 11/2008, art. 1, comma 81, s.m.i.) BASILICATA (L.R. n. 19/99, art. 22, s.m.i.) Due periodi all anno, determinati dalle camere di commercio entro il 30 novembre. 2 gennaio 2 marzo 2016 Ciascun periodo ha durata massima di CALABRIA (L.R. n. 17/99, art. 17, s.m.i. DGR n. 426/2013) CAMPANIA (L.R. n. 1/2000, art. 20, s.m.i.) EMILIA ROMAGNA (L.R. n. 14/1999, art. 15, s.m.i. Delib. G.R. n. 725 del 30 maggio 2011 e n del 2 dicembre 2013) Periodi e durata determinati con atto della Giunta Regionale. 2 gennaio 2 marzo 2016 Periodi determinati con atto della Giunta Regionale. LAZIO (L.R. n. 33/99, art. 48, s.m.i.) LIGURIA (L.R. n. 1/2007, art. 111, s.m.i. Delib. G.R. n. 456 del 29 aprile 2011) 5 gennaio 15 febbraio 2016 Durata massima di sei settimane 5 gennaio 18 febbraio 2016 Durata massima di quarantacinque LOMBARDIA (L.R. n. 6/2010, art. 115, s.m.i. DGR n. 2667/2011). Due periodi all anno, determinati dalla Giunta regionale. Durata massima di MARCHE (L.R. n. 27/2009, art. 31, s.m.i., DGR n del 19/11/2012) MOLISE (L.R. n. 33/99, art. 16, mod. LR n. 20/2010 e LR n. 4/2013) PIEMONTE (L.R. n. 28/99, art. 14, s.m.i. D.G.R. n del 2 dicembre 2013) Il periodo e le modalità delle vendite di fine stagione sono stabiliti dalla Giunta Regionale entro il 30 novembre per le vendite invernali ed entro il 30 maggio per quelle estive. 5 gennaio 1 marzo 2016 Due periodi all anno, determinati dal Comune e compresi fra il 1 gennaio ed il 31 marzo e fra il 1 luglio ed il 30 settembre Torino: I Comuni fissano annualmente la durata delle vendite di fine stagione fino ad un massimo di otto settimane, anche non continuative. Per la definizione del calendario, i Comuni si raccordano con quelli confinanti. PUGLIA (L. n. 11/03, art. 20, s.m.i. - Regolamento 23/12/04, n 12 D.G.R. n del 15 novembre 2011) TOSCANA (L.R. n. 28/2005 art. 95, s.m.i. - D.G.R. n del 9 novembre 2015) 5 gennaio 28 febbraio 2016 Durata massima sessanta

4 UMBRIA (L.R. n. 24/1999 art. 30, s.m.i. Det. Dir n del 7 giugno 2011 ) VENETO (L.R. n. 50/2012, art. 25, s.m.i. - DGR n del 28/6/2013) Periodo stabilito con provvedimento della GR avente validità biennale. 5 gennaio 28 febbraio 2016 Durata massima di FRIULI VENEZIA GIULIA (L.R. n. 29/2005, art. 34, s.m.i.). 5 gennaio 31 marzo 2016 SARDEGNA (L.R. n. 5/2006, art. 7, s.m.i. - D.Ass. n. 8 del 15 giugno 2011) I termini iniziali e finali sono fissati con decreto dell Assessore regionale competente, sentite le associazioni dei commercianti, dei consumatori e dei comuni. Durata massima 60 SICILIA (L.R. n. 9/96, art. 8, s.m.i. - D.Ass. del 27 ottobre 2015). VALLE D AOSTA (L.R. n. 12/99, art. 16, s.m.i.) Prov. di TRENTO (L.P. n. 17 del 30 luglio 2010, art. 28, s.m.i.) Prov. di BOLZANO (L.P. n. 7/2000, art. 10, s.m.i.) Le date di svolgimento dei saldi invernali e dei saldi estivi sono stabilite con decreto dell Assessore regionale competente entro il 30 giugno per il biennio successivo. 2 gennaio 15 marzo gennaio - 31 marzo 2016 Le vendite di fine stagione possono essere effettuate durante tutto l anno, previa comunicazione alla Camera di commercio. Due periodi all anno, determinati, per settori merceologici e per zone, dalla Camera di commercio. 1) Distretto di Bolzano: a) Bolzano, Andriano, Terlano, Nalles, Meltina, Laives, Vadena, Bronzolo, Ora, Egna, Montagna, Termeno, Magrè, Cortaccia, Cornedo, Nova Ponente, Nova Levante, Cortina, Salorno, Aldino, Trodena, Anterivo, S. Genesio, Sarentino, Appiano, Caldaro, Fiè: b) Renon, Tires, Castelrotto, Ortisei, S. Cristina, Selva Gardena: 13 febbraio 26 marzo 2016 Durata massima cinquanta giorni consecutivi. Durata massima sessanta 2) Distretto di Merano e Burgraviato: Merano, Moso in Passiria, San Leonardo in Passiria, S. Martino in Passiria, Rifiano, Tirolo, Scena, Lagundo, Caines, Parcines, Avelengo, Marlengo, Verano, Plaus, Cermes, Lana, Postal, Gargazzone, San Pancrazio, Ultimo, Proves, Lauregno, Tesimo, Senale/S. Felice, Naturno: 3) Distretto Valle Isarco: Bressanone, Rio Pusteria, Fortezza, Varna, Rodengo, Naz Sciaves, Luson, Velturno, Chiusa, Funes, Barbiano, Laion, Ponte Gardena, Vipiteno, Brennero, Racines, Campo di Trens, Val di Vizze, Villandro, Vandoies: 4) Distretto Val Pusteria: a) Brunico, Perca, Valdaora, Rasun Anterselva, Monguelfo, Valle di Casies, Braies, Villabassa, Dobbiaco, San Candido, San Lorenzo di Sebato, Falzes, Chienes, Terento, Gais, Selva dei Molini, Valle Aurina, Predoi, Campo Tures: b) Sesto, Marebbe, San Martino in Badia, La Valle, Badia, Corvara:

5 13 febbraio 26 marzo ) Distretto Val Venosta: a) Curon, Glorenza, Sluderno, Malles, Lasa, Castelbello- Ciardes, Silandro, Laces, Martello, Tubre, Prato allo Stelvio, Certosa, Monte S. Caterina, Madonna: b) Resia, Stelvio, Maso Corto e S. Valentino alla Muta: 27 febbraio 9 aprile 2016 Periodi stabiliti direttamente per legge regionale Periodi stabiliti con delibere successive dalla Regione o Provincia Periodi stabiliti dalla Camera di commercio Periodi stabiliti dal Comune

Regione Periodo Eventuale Durata

Regione Periodo Eventuale Durata I SALDI REGIONE PER REGIONE Regione Periodo Eventuale Durata ABRUZZO (L.R. n. 23/2018, art. 45, comma 4) dalle camere di commercio entro il 30 novembre. Ciascun periodo ha durata massima di BASILICATA

Dettagli

Regione Periodo Eventuale Durata

Regione Periodo Eventuale Durata I SALDI REGIONE PER REGIONE Regione Periodo Eventuale Durata ABRUZZO (L.R. n. 11/2008, art. 1, comma 81, dalle camere di commercio entro il 30 novembre. Ciascun periodo ha durata massima di BASILICATA

Dettagli

Regione Periodo Eventuale Durata

Regione Periodo Eventuale Durata I SALDI REGIONE PER REGIONE Regione Periodo Eventuale Durata ABRUZZO (L.R. n. 11/2008, art. 1, comma 81, dalle camere di commercio entro il 30 novembre. Ciascun periodo ha durata massima di BASILICATA

Dettagli

Regione Periodo Eventuale Durata

Regione Periodo Eventuale Durata I SALDI REGIONE PER REGIONE Regione Periodo Eventuale Durata ABRUZZO (L.R. n. 11/2008, art. 1, comma 81) dalle camere di commercio entro il 30 novembre. 5 gennaio 5 marzo 2010 3 luglio 31 agosto 2010 Ciascun

Dettagli

ESTRATTO DAL REGOLAMENTO ICI 2010

ESTRATTO DAL REGOLAMENTO ICI 2010 ( in Euro ) 001 Aldino Pertinenze ai sensi dell art. 817 del C.C. non previsto 10,00 Raiffeisenkasse Nova Ponente-Aldino IBAN IT69N0816258660000300003506 002 Andriano Pertinenze ai sensi dell art. 817

Dettagli

ESTRATTO DAL REGOLAMENTO ICI 2011 Osservatorio Prezzi e Tariffe Provincia Autonoma di Bolzano

ESTRATTO DAL REGOLAMENTO ICI 2011 Osservatorio Prezzi e Tariffe Provincia Autonoma di Bolzano comodato d uso Minimo importo ( in Euro ) 001 Aldino Pertinenze ai sensi dell art. 817 del C.C. non previsto 10,00 Raiffeisenkasse Nova Ponente-Aldino IBAN IT69N0816258660000300003506 002 Andriano Pertinenze

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO Gara per la fornitura di carburante per autotrazione mediante FUEL CARD

CAPITOLATO TECNICO Gara per la fornitura di carburante per autotrazione mediante FUEL CARD CAPITOLATO TECNICO Gara per la fornitura di carburante per autotrazione mediante FUEL CARD 1/7 1 OGGETTO DELL'APPALTO L appalto ha per oggetto la fornitura di carburante (benzina, metano e gasolio) ed

Dettagli

ESTRATTO DAL REGOLAMENTO ICI 2008 Osservatorio Prezzi e Tariffe Provincia Autonoma di Bolzano Alto Adige Pertinenze dell abitazione principale

ESTRATTO DAL REGOLAMENTO ICI 2008 Osservatorio Prezzi e Tariffe Provincia Autonoma di Bolzano Alto Adige Pertinenze dell abitazione principale Aldino Pertinenze ai sensi dell art. 817 del C.C. - non previsto 10,00 Cassa Raiffeisen Nova Ponente-Aldino Andriano Pertinenze ai sensi dell art. 817 del C.C. - D 12,00 Concessionario Anterivo Pertinenze

Dettagli

COMMISSIONE PROVINCIALE ESTIMATRICE ISTITUITA AI SENSI DELLA L.P. DEL , N. 10

COMMISSIONE PROVINCIALE ESTIMATRICE ISTITUITA AI SENSI DELLA L.P. DEL , N. 10 COMMISSIONE PROVINCIALE ESTIMATRICE ISTITUITA AI SENSI DELLA L.P. DEL 15.04.1991, N. 10 DETERMINAZIONE DEI VALORI AGRICOLI MINIMI E MASSIMI PER L'ANNO 2012 La commissione si è riunita in data 23.02.2012

Dettagli

documento informativo completo

documento informativo completo documento informativo completo (in ottemperanza all art. 5 del Regolamento in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa approvato dall Autorità per le garanzie

Dettagli

Mappe Catastali Numeriche

Mappe Catastali Numeriche Autonome Provinz Bozen-Südtirol Abteilung 41 - Grundbuch, Grund- und Gebäudekataster 41.2. Inspektorat für den Kataster Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige Ripartizione 41 - Libro fondiario, Catasto

Dettagli

In breve. I redditi dichiarati in Alto Adige nel 2016 Parte 1: uno sguardo generale al territorio

In breve. I redditi dichiarati in Alto Adige nel 2016 Parte 1: uno sguardo generale al territorio Nr. 16 10 luglio 2017 Redditi I redditi dichiarati in Alto Adige nel 2016 Parte 1: uno sguardo generale al territorio In breve 416.054 i enti che nel 2016 hanno dichiarato redditi al fisco (+0,4 rispetto

Dettagli

DISCIPLINA PER L'ASSUNZIONE DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO A TEMPO DETERMINATO PRESSO L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE

DISCIPLINA PER L'ASSUNZIONE DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO A TEMPO DETERMINATO PRESSO L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DISCIPLINA PER L'ASSUNZIONE DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO A TEMPO DETERMINATO PRESSO L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE (deliberazioni della G.P. n. 4567 del 9.12.2002, n. 1166 del 29.7.2013, n. 196 del 25.2.2014

Dettagli

Autonome Provinz Bozen Südtirol - Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige Landesmobilitätsplan - Piano Provinciale della Mobilità

Autonome Provinz Bozen Südtirol - Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige Landesmobilitätsplan - Piano Provinciale della Mobilità 1/136 Indice Tabulato 1: Assetto territoriale e del sistema insediativo (Fonte: dati ISTAT)... 3 Tabulato 2: Struttura e dinamica demografica (Fonte: dati ISTAT)... 7 Tabulato 3: Struttura e dinamica del

Dettagli

DISCIPLINA PER L'ASSUNZIONE DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO A TEMPO DETERMINATO PRESSO L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE

DISCIPLINA PER L'ASSUNZIONE DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO A TEMPO DETERMINATO PRESSO L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DISCIPLINA PER L'ASSUNZIONE DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO A TEMPO DETERMINATO PRESSO L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE (deliberazioni della G.P. n. 4567 del 9.12.2002, n. 1166 del 29.7.2013, n. 196 del 25.2.2014

Dettagli

Numero Nome sito Area

Numero Nome sito Area a) Siti contaminati che sono stati bonificati precedentemente all entrata in vigore del DM 471/99 e quindi senza certificato di avvenuta bonifica: Si tratta soprattutto di vecchie discariche incontrollate.

Dettagli

Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli

Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli Titolo della Codice della Base legale della Giustificazione della Obiettivi della (in rapporto ai fabbisogni della montagna) Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli

Dettagli

Osservatorio prezzi e tariffe della Provincia Autonoma di Bolzano ICI seconda casa con imposta di soggiorno. alloggi non locati

Osservatorio prezzi e tariffe della Provincia Autonoma di Bolzano ICI seconda casa con imposta di soggiorno. alloggi non locati ISTAT Code Comuni ordinaria abitazione principale A L I Q U O T A ( per mille ) seconda casa seconda casa con imposta di soggiorno 1 alloggi non locati aree fabbricabili 001 Aldino 4,0 310,00 [2] 002 Andriano

Dettagli

Trattrici nuove 04 / 2008

Trattrici nuove 04 / 2008 Comune ANDRIANO BERMARTEC Comune APPIANO SULLA STRADA DEL VINO MC OREC Comune AVELENGO JOHN DEERE Comune BADIA Comune BARBIANO Comune BOLZANO Comune BRAIES Comune BRESSANONE CARON Comune BRONZOLO FERRARI

Dettagli

Trattrici nuove 09 / 2008

Trattrici nuove 09 / 2008 Comune APPIANO SULLA STRADA DEL VINO APM Comune AVELENGO SAME DEUTZ-FAHR Comune BADIA REFORMWERKE Comune BOLZANO APM ZUCAL AMI Comune BRESSANONE Comune BRUNICO MARCA FENDT Comune CALDARO S.S.D. VINO AMI

Dettagli

Trattrici nuove 07 / 2008

Trattrici nuove 07 / 2008 Comune ANDRIANO Comune APPIANO SULLA STRADA DEL VINO Comune BADIA Comune BRENNERO AEBI Comune BRESSANONE Comune BRONZOLO Comune BRUNICO Comune CAINES Comune BOLZANO RIA- RIA- RIA- RIA- Comune CALDARO S.S.D.

Dettagli

Osservatorio prezzi e tariffe della Provincia Autonoma di Bolzano ICI 2009 Vers ISTAT Code. Comuni principale.

Osservatorio prezzi e tariffe della Provincia Autonoma di Bolzano ICI 2009 Vers ISTAT Code. Comuni principale. A L I Q U O T A ( per mille ) D E T R A Z I O N E per abitazione principale (in Euro) ISTAT Code Comuni ordinaria abitazione principale seconda casa seconda casa con imposta di soggiorno alloggi non locati

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA X LEGISLATURA N. 1163-8 DISEGNO DI LEGGE presentato dal Ministro dell'interno (GAVA) di concerto col Ministro di Grazia e Giustizia (V ASSALLI) e col Ministro per gli Affari Regionali

Dettagli

Allegato A (Art. 28, comma 2)

Allegato A (Art. 28, comma 2) Allegato A (Art. 28, comma 2) ELENCO RISERVE DI DIRITTO 1) ACERETO (c.c. Acereto) 3.212,1957 ha 928,7396 appartengono al patrimonio demaniale della 2) ALDINO (c.c. Aldino) 3) ANDRIANO (c.c. Andriano) 4)

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ( ICI ) 2004 Consorzio dei Comuni della Provincia di Bolzano

IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ( ICI ) 2004 Consorzio dei Comuni della Provincia di Bolzano per abitazione ( in Euro) ordinaria abitazione seconda casa seconda casa con aree unica con condizioni Aldino 4 310,00 1 Andriano 4 294,00 Anterivo 4 206,58 Appiano 4 500,00 2 Avelengo 4* 7 7 258,23 Badia

Dettagli

Moso in Passiria Dintorni

Moso in Passiria Dintorni Moso in Dintorni Localita vicine a Moso in D San Leonardo in Alta Valle Isarco: località di montagna vicino a Moso in Posta nel cuore dell'alto Adige, l'alta Valle Isarco si trova a nord della Valle Isarco,

Dettagli

Provincia Autonoma di Bolzano Alto Adige. Allegato 3. Zone a criticità estiva

Provincia Autonoma di Bolzano Alto Adige. Allegato 3. Zone a criticità estiva Provincia Autonoma di Bolzano Alto Adige Allegato 3 Zone a criticità estiva Zonizzazione pag. 1 Sud-Fondovalle pag. 6 Sud-Montagne pag. 11 Nord-Ovest pag. 16 Nord-Est pag. 19 Previsioni e programmi pag.

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA X LEGISLATURA RELAZIONE DELLA 18 COMMISSIONE PERMANENTE N. (AFFARI COSTITUZIONALI, AFFARI DELLA PRESIDENZA DEL CONSI- GLIO E DELL'INTERNO, ORDINAMENTO GENERALE DELLO STATO E DELLA

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA la CORTE DEI CONTI

REPUBBLICA ITALIANA la CORTE DEI CONTI Deliberazione n. 6/2017/SCBOLZ/PRSE REPUBBLICA ITALIANA la CORTE DEI CONTI Sezione di controllo per la Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol Sede di Bolzano composta dai magistrati: Josef Hermann Rössler

Dettagli

Corrisponde all importo tributario 016 Campo di Trens 4

Corrisponde all importo tributario 016 Campo di Trens 4 001 Aldino 4 310 (7) 002 Andriano 5 4 5 Corrisponde all'importo tributario 003 Anterivo 4 206,58 004 Appiano sulla Strada del Vino 4,5 500 (90) 005 Avelengo 4 (1) 4 7 7 7 4 Corrisponde all'importo tributario

Dettagli

TRENTINO - ALTO ADIGE

TRENTINO - ALTO ADIGE TRENTINO - ALTO ADIGE Determinazione dei collegi elettorali uninominali e plurinominali della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica Decreto legislativo 12 dicembre 2017, n. 189 Gennaio 2018

Dettagli

ALLOGGIATIWEB - COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLZANO - COMPETENZA TERRITORIALE ALLOGGIATIWEB - GEMEINDEN DER PROVINZ BOZEN - ÖRTLICHE ZUSTÄNDIGKEIT

ALLOGGIATIWEB - COMUNI DELLA PROVINCIA DI BOLZANO - COMPETENZA TERRITORIALE ALLOGGIATIWEB - GEMEINDEN DER PROVINZ BOZEN - ÖRTLICHE ZUSTÄNDIGKEIT RECAPITI DEGLI UFFICI DI POLIZIA COMPETENTI IN MATERIA "ALLOGGIATIWEB" INFO POINT Questura di Bolzano Ufficio per le relazioni con il pubblico - URP Largo Giovanni Palatucci n. 1 39100 Bolzano + Gio 15.00-17.00

Dettagli

TRENTINO - ALTO ADIGE

TRENTINO - ALTO ADIGE TRENTINO - ALTO ADIGE Determinazione dei collegi elettorali uninominali e plurinominali della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica Decreto legislativo 12 dicembre 2017, n. 189 Gennaio 2018

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

Programma annuale e rendiconto delle opere pubbliche secondo la L.P. 6/98 (*)

Programma annuale e rendiconto delle opere pubbliche secondo la L.P. 6/98 (*) Filtri di ricerca impostati per la versione di stampa Ente committente - Stazione appaltante Programma annuale / rendiconto Opera Cod. Anagrafico: - Anno di riferimento: 2012 - Programma annuale Descrizione

Dettagli

Alta Valle Isarco: località di montagna vicino a Racines

Alta Valle Isarco: località di montagna vicino a Racines Racines Dintorni Localita vicine a Racines D San Leonardo in Passiria Alta Valle Isarco: località di montagna vicino a Racines Posta nel cuore dell'alto Adige, l'alta Valle Isarco si trova a nord della

Dettagli

Anno TOT CAPACITA' RICETTIVA FLUSSI TURISTICI 05/02/2019 TOTALE ITALIANI

Anno TOT CAPACITA' RICETTIVA FLUSSI TURISTICI 05/02/2019 TOTALE ITALIANI 1 - TOT Anno 2018 EXTR 527 4439 4966 28582 65265 93847 14436 22139 36575 15068 22474 37542 9557727 19675376 29233103 Lazio 912 219.840 411.696 140.452 331.490 360.292 743.186 Lombardia 903 145.687 275.986

Dettagli

LISTINO 2018 RILEVAZIONE ANNO

LISTINO 2018 RILEVAZIONE ANNO ISSN: 2280-191X LISTINO DEI VALORI IMMOBILIARI DEI TERRENI AGRICOLI PROVINCIA DI BOLZANO LISTINO 2018 RILEVAZIONE ANNO 2017 quotazioni dei valori di mercato dei terreni agricoli entro un minimo e un massimo

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H02 102 4.663 6.145 159.302,40 51.697,76 Basilicata H03 102 9.222 12.473 252.025,98 136.892,31 Basilicata H04 102 3.373 3.373 230.650,00

Dettagli

Premi ctrl+f per cercare il tuo comune. Provincia Località Zona climatica Altitudine

Premi ctrl+f per cercare il tuo comune. Provincia Località Zona climatica Altitudine Premi ctrl+f per cercare il tuo comune Provincia Località Zona climatica Altitudine BOLZANO ALDINO F 1225 ANDRIANO E 274 ANTERIVO F 1209 APPIANO SULLA STRADA DEL VINO F 411 AVELENGO F 1290 BADIA F 1315

Dettagli

TRENTINO ALTO ADIGE. LEGENDA PR: provincia Z: zona climatica GR-G: gradi-giorno ALT: altitudine

TRENTINO ALTO ADIGE. LEGENDA PR: provincia Z: zona climatica GR-G: gradi-giorno ALT: altitudine TRENTINO ALTO ADIGE LEGENDA PR: provincia Z: zona climatica GR-G: gradi-giorno ALT: altitudine PR Z GR-G ALT COMUNE BZ F 4330 1225 ALDINO BZ E 2809 274 ANDRIANO BZ F 4299 1209 ANTERIVO BZ F 3058 APPIANO

Dettagli

Gemeinde Comune ha Gemeinde Comune ha

Gemeinde Comune ha Gemeinde Comune ha Landesbetrieb für Forst- und Domänenverwaltung Azienda provinciale foreste e demanio Relazione annuale 2016 La superficie totale è di 75.164,2184 ha. Nel 2016 sono stati venduti 0,1706 ha. I comuni interessati

Dettagli

L.S.D. Operazioni Hashish Marijuana Piante

L.S.D. Operazioni Hashish Marijuana Piante ALA 0,003 0,000 0,003 0,000 0,000 0,000 1 ALBIANO ALDENO ALDINO ALPE DI SIUSI AMBLAR ANDALO ANDRIANO ANTERIVO APPIANO 0,050 2.000 0,000 0,024 0,026 0,000 2000 0,000 4 5 1 ARCO 0,150 0,000 0,000 0,135 0,015

Dettagli

ENTI AL VOTO IL 10 MAGGIO

ENTI AL VOTO IL 10 MAGGIO ENTI AL VOTO IL 10 MAGGIO reg. prov. capoluoghi popolaz.(*) sez. elettori VDA AO AOSTA 34.102 38 28.700 TAA BZ BOLZANO 102.575 80 81.482 TAA TN TRENTO 114.198 97 93.720 250.875 215 203.902 reg. prov. comuni

Dettagli

Gennaio-Novembre 2018

Gennaio-Novembre 2018 1 - TOT CONSISTENZA RICETTIVA E RILEVATI NEGLI ESERCIZI RICETTIVI Gennaio-Novembre 2018 EXTR 528 4398 4926 28617 65025 93642 14456 22060 36516 15090 22403 37493 8785278 18138949 26924227 Lazio 912 196.079

Dettagli

Tabella B Collegi uninominali Trentino Alto Adige/Südtirol

Tabella B Collegi uninominali Trentino Alto Adige/Südtirol TabellaB CollegiuninominaliTrentinoAltoAdige/Südtirol 4 401 TrentinoAltoAdige/Südtirol 01 Bolzano Laives 4 402 TrentinoAltoAdige/Südtirol 02 Aldino Andriano Anterivo AppianosullaStradadelVino Badia Barbiano

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA la CORTE DEI CONTI

REPUBBLICA ITALIANA la CORTE DEI CONTI Deliberazione n. 4/2016/SCBOLZ/PRSP REPUBBLICA ITALIANA la CORTE DEI CONTI Sezione di controllo per la Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol Sede di Bolzano composta dai magistrati: Raffaele DAINELLI Marcovalerio

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

San Martino in Badia Dintorni

San Martino in Badia Dintorni San Martino in Dintorni Localita vicine a San Martino in C Funes Alta : località di montagna vicino a San Martino in Tra le più note e conosciute dell'alto Adige, l'alta è una valle laterale della Val

Dettagli

SALE OPERATIVE COMMISSARIATO DEL GOVERNO SALE OPERATIVE POLIZIA DI STATO

SALE OPERATIVE COMMISSARIATO DEL GOVERNO SALE OPERATIVE POLIZIA DI STATO ELENCO ALLEGATO SALE OPERATIVE UFFICIO TELEFONO TELEFAX E MAIL VARIE COMMISSARIATO DEL GOVERNO Centralino H24 0471/294611 0471/294666 centromessaggi.bz@poliziadistato.it SALE OPERATIVE POLIZIA DI STATO

Dettagli

ORGANISMO PAGATORE. REG. (CE) n. 1698/2005 PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE

ORGANISMO PAGATORE. REG. (CE) n. 1698/2005 PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE ORGANISMO PAGATORE REG. (CE) n. 1698/2005 PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 MANUALE DELLE PROCEDURE E DEI CONTROLLI PER LA DOMANDA DI AIUTO E DI PAGAMENTO MISURA 211 Indennità per svantaggi naturali

Dettagli

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 NORD-ORIENTALE NORD-OCCIDENTALE ITALIA MEZZOGIORNO ITALIA CENTRALE -0,5 0,0 0,5 1,0 1,5

Dettagli

Accertamento e stima degli immobili di categoria D ed E (Rendite a stima diretta)

Accertamento e stima degli immobili di categoria D ed E (Rendite a stima diretta) Accertamento e stima degli immobili di categoria D ed E (Rendite a stima diretta) CENNI STORICI, SCOPI E DEFINIZIONI Fin dall emanazione della legge del 1865 (legge fondamentale) si era sentita l esigenza

Dettagli

GIOVANI ED IMPRESA A BOLZANO RICOGNIZIONE ED OTTIMIZZAZIONE DI FONTI E DATI SULLA RAPPORTO DI FASE 1

GIOVANI ED IMPRESA A BOLZANO RICOGNIZIONE ED OTTIMIZZAZIONE DI FONTI E DATI SULLA RAPPORTO DI FASE 1 Autonome Provinz Bozen-Südtirol Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige GIOVANI ED IMPRESA A BOLZANO RICOGNIZIONE ED OTTIMIZZAZIONE DI FONTI E DATI SULLA STRUTTURA OCCUPAZIONALE NELLA PROVINCIA AUTONOMA

Dettagli

Bollettino Ufficiale Regionale 28 dicembre 2004, n Supplemento Ordinario n. 1. [Preambolo] Ambito di applicazione. Categorie degli edifici

Bollettino Ufficiale Regionale 28 dicembre 2004, n Supplemento Ordinario n. 1. [Preambolo] Ambito di applicazione. Categorie degli edifici Provincia di Bolzano Presidente della Provincia Decreto 29 settembre 04, n. 34 Bollettino Ufficiale Regionale 28 dicembre 04, n. 52 Supplemento Ordinario n. 1 Regolamento di esecuzione della legge urbanistica

Dettagli

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni Tabella 1 - Persone (valori assoluti in migliaia e Intervalli di Confidenza al 95%) che nei tre mesi precedenti l intervista hanno subito incidenti in ambiente domestico e tassi di incidenti domestici

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione H02 102 3.244 4.234 prestazioni 106.541,38 39.721,59 Basilicata H03 102 6.820 9.139 183.359,67 103.341,43 Basilicata H04 102 2.243 2.243 150.815,00

Dettagli

Energia. per il futuro. servizi. I nostri. La nostra energia.

Energia. per il futuro. servizi. I nostri. La nostra energia. La nostra energia. I nostri servizi. Con energia elettrica, gas, calore e protezione del clima SEL SPA offre tutta una serie di prodotti e servizi ad hoc per ogni Vostra esigenza. Richiedete maggiori informazioni!

Dettagli

Allegato A CATEGORIE DI CONSUMO E CALCOLO DEGLI INDICI TERMICI

Allegato A CATEGORIE DI CONSUMO E CALCOLO DEGLI INDICI TERMICI 1 Allegato A CATEGORIE DI CONSUMO E CALCOLO DEGLI INDICI TERMICI Categorie di consumo Categoria di consumo A Categoria di consumo B Categoria di consumo C Categoria di consumo D Categoria di consumo E

Dettagli

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA AZIENDE RILEVATARIE PER CLASSIFICAZIONE C-Montana Aziende 6.000 B-Svantaggiata A-Non svantaggiata 5.000 4.000 3.000 524 450 499 336 597 305 803 394 629 358 532 413 572 454 609 441 697 592 818 609 627 481

Dettagli

SIT Sistema Informativo Trapianti

SIT Sistema Informativo Trapianti Attività di donazione 2000-2009* Incremento medio/anno +3,9% Attività di donazione 1992-2009* Incremento medio/anno +13,2% Attività di donazione per regione Anno 2008 vs 2009* Attività di donazione per

Dettagli

Generalità. Stelvio / Stilfser

Generalità. Stelvio / Stilfser Generalità Presentazione Riconoscimenti Denominazione d Origine Viene prodotto in comuni della prov. di Bolzano fra i 500 e i 2000 m s.l.m. e in particolare nel comprensorio montuoso del Parco Nazionale

Dettagli

Anno Regione Euro AL BE BG BM EL GA IB IG ND Totale 2017 PIEMONTE EURO

Anno Regione Euro AL BE BG BM EL GA IB IG ND Totale 2017 PIEMONTE EURO Automobile Club d'italia - Distribuzione Parco Veicoli (esclusi rimorchi) per Anno, Regione, Norma Euro e Alimentazione Categorie: AV elaborazione del 16-11-2018 2017 PIEMONTE EURO 0 47 183.851 12.184

Dettagli

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. PARTE PRIMA Roma - Martedì, 20 ottobre 2015 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. PARTE PRIMA Roma - Martedì, 20 ottobre 2015 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI SERIE GENERALE Spediz. abb. post. - art. 45% 1, - comma art. 2, 1 comma 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46662 - Filiale - Filiale di Roma di Roma GAZZETTA Anno 156 - Numero 244 UFFICIALE DELLA

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche Coordinamento Nazionale Giustizia Ministeri e Polizia Penitenziaria Reperibilità 3928836510-3206889937 Coordinamento Nazionale: c/o Via Arenula, 70

Dettagli

EMBARGO ORE 9.30 DEL 28 MAGGIO

EMBARGO ORE 9.30 DEL 28 MAGGIO EMBARGO ORE 9.30 DEL 28 MAGGIO Turismo e commercio, Osservatorio Confesercenti. Continua la crisi: nei primi 4 mesi dell anno persi 1,8 miliardi di vendite e chiuse 45mila imprese. Crescono solo gli ambulanti

Dettagli

Generalità. Stelvio / Stilfser

Generalità. Stelvio / Stilfser Generalità Presentazione Riconoscimenti Denominazione d Origine Viene prodotto in comuni della prov. di Bolzano fra i 500 e i 2000 m s.l.m. e in particolare nel comprensorio montuoso del Parco Nazionale

Dettagli

Basilicata - Via Anzio, Potenza

Basilicata - Via Anzio, Potenza Ricoveri ospedalieri e day hospital riconosciuto contestato 010 - Piemonte 639 4.024.428.600 639 4.024.428.600 559 3.337.311.200 80 687.117.400 020 - Valle d'aosta 7 29.503.000 7 29.503.000 5 16.599.000

Dettagli

PROVINCIA SIGLA TIPOATC ATC PRESIDENTE CITTA INDIRIZZO CAP TELEFONO MAIL SITO Bolzano BZ RA Acereto N.F. N.F. N.F. 0 N.F. N.F. N.F.

PROVINCIA SIGLA TIPOATC ATC PRESIDENTE CITTA INDIRIZZO CAP TELEFONO MAIL SITO Bolzano BZ RA Acereto N.F. N.F. N.F. 0 N.F. N.F. N.F. PROVINCIA SIGLA TIPOATC ATC PRESIDENTE CITTA INDIRIZZO CAP TELEFONO MAIL SITO Bolzano BZ RA Acereto N.F. N.F. N.F. 0 N.F. N.F. N.F. Bolzano BZ RA Aldino N.F. N.F. N.F. 0 N.F. N.F. N.F. Bolzano BZ RA Andriano

Dettagli

Località disagiate Trentino Alto Adige

Località disagiate Trentino Alto Adige Località disagiate Trentino Alto Adige Tipo Regione Prov. Comune Frazione Cap Disagiata Trentino A.A. BZ ALDINO AL RIO 39040 4 Disagiata Trentino A.A. BZ ALDINO ALDEIN 39040 4 Comune Disa Trentino A.A.

Dettagli

AGGIORNAMENTO DATI RIGUARDANTI LA STAGIONE ESTIVA 2000 PER REGIONE ITALIANA

AGGIORNAMENTO DATI RIGUARDANTI LA STAGIONE ESTIVA 2000 PER REGIONE ITALIANA AGGIORNAMENTO DATI RIGUARDANTI LA STAGIONE ESTIVA 2000 PER REGIONE ITALIANA 83 84 La provenienza regionale dei flussi turistici viene rilevata solo nel settore alberghiero ed è quindi a tale settore che

Dettagli

Definition: Arbeitslosenquote* Definizione: Tasso di disoccupazione*

Definition: Arbeitslosenquote* Definizione: Tasso di disoccupazione* Definition: Arbeitslosenquote* Definizione: Tasso di disoccupazione* (*) Arbeitslosenquote nach Definition der Beobachtungsstelle für den Arbeitsmarkt: Eingetragene Arbeitslose (Unselbständig Beschäftigte

Dettagli

UN ANALISI SOCIOECONOMICA E DEMOGRAFICA. I comuni altoatesini

UN ANALISI SOCIOECONOMICA E DEMOGRAFICA. I comuni altoatesini UN ANALISI SOCIOECONOMICA E DEMOGRAFICA I comuni altoatesini Coordinamento e gestione del progetto Oswald Lechner Autori Oswald Lechner Georg Lun Philipp Erschbaumer Consulenza scientifica Gottfried Tappeiner

Dettagli

Pagina 1 di 5 MINISTERO DELLE RISORSE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 3 novembre 1995 Riconoscimento della indicazione geografica tipica "Mitterberg tra "Mitterberg" per i vini prodotti nel territorio

Dettagli

PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL

PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Landesrat für Umwelt, Energie, Bauten und Vermögen, ladinische Schule und Kultur Assessore all'ambiente, energia, lavori pubblici e patrimonio, scuola e cultura ladina PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL

Dettagli

Tabelle di ripartizione della dotazione organica del personale non dirigenziale tra le strutture territoriali doganali

Tabelle di ripartizione della dotazione organica del personale non dirigenziale tra le strutture territoriali doganali Direzioni Direzione interregionale per la Campania e la Calabria 5 318 509 832 Direzione interregionale per l Emilia Romagna e le Marche 5 310 510 825 Direzione interregionale per il Lazio e l Abruzzo

Dettagli

San Leonardo in Passiria Dintorni

San Leonardo in Passiria Dintorni San Leonardo in Passiria Dintorni Localita vicine a San Leonardo in Passiria E Poggio Imperiale K Scena Alta Valle Isarco: località di montagna vicino a San Leonardo in Passiria Posta nel cuore dell'alto

Dettagli

München. Innsbruck. Brenner Brennero Gossensass Colle Isarco. Sterzing Vipiteno. Ehrenburg. Mühlbach. Rio Pusteria. Vandoies

München. Innsbruck. Brenner Brennero Gossensass Colle Isarco. Sterzing Vipiteno. Ehrenburg. Mühlbach. Rio Pusteria. Vandoies Bahnfahrplan Südtirol 2009 Stand aggiornato: 15.02.2009 Orario ferroviario per l'alto Adige 2009 Brenner-Bozen-Verona Brennero-Bolzano-Verona 200-250 Mals-Meran-Bozen Malles-Merano-Bolzano 400 Innichen-Bruneck-Franzensfeste

Dettagli

Statuto della Südtiroler Volkspartei (SVP) Nella traduzione in lingua italiana tutti i riferimenti a persone si intendono validi per ambedue i sessi

Statuto della Südtiroler Volkspartei (SVP) Nella traduzione in lingua italiana tutti i riferimenti a persone si intendono validi per ambedue i sessi Statuto della Südtiroler Volkspartei (SVP) Nella traduzione in lingua italiana tutti i riferimenti a persone si intendono validi per ambedue i sessi I.PRINCIPI 1 Natura della Südtiroler Volkspartei La

Dettagli

OSSERVATORIO VIOLENZA

OSSERVATORIO VIOLENZA OSSERVATORIO VIOLENZA ANALISI DEGLI EPISODI DI VIOLENZA AI DANNI DEGLI UFFICIALI DI GARA Stagione Sportiva 203/204 Dati aggiornati al 30 Giugno 204 Analisi per Gravità Stagione Sportiva 203/204 Attività

Dettagli

REGIONI SOMMARIO. PA R T E PR I MA Roma - Sabato, 5 agosto 2006 SI PUBBLICA IL SABATO. 3 a SERIE SPECIALE

REGIONI SOMMARIO. PA R T E PR I MA Roma - Sabato, 5 agosto 2006 SI PUBBLICA IL SABATO. 3 a SERIE SPECIALE 3 a SERIE SPECIALE Spediz. abb. post. 45% - art.2, comma 20/b Legge 23-12-1996, n. 662 - Filiale di Roma Anno 147º Numero 31 PA R T E PR I MA Roma - Sabato, 5 agosto 2006 SI PUBBLICA IL SABATO DIREZIONE

Dettagli

COMMERCIO E TURISMO, OSSERVATORIO CONFESERCENTI:

COMMERCIO E TURISMO, OSSERVATORIO CONFESERCENTI: COMMERCIO E TURISMO, OSSERVATORIO CONFESERCENTI: DA GENNAIO A OTTOBRE PIU DI 60MILA CESSAZIONI, SALDO NEGATIVO DI 22MILA UNITA. CONTINUA IL TRACOLLO DELLA MODA: NEL 2013 HANNO CHIUSO 1000 NEGOZI AL MESE

Dettagli

Angelus-Gebet des Papstes am August in Brixen Preghiera dell Angelus del Papa il 3 e 10 Agosto a Bressanone

Angelus-Gebet des Papstes am August in Brixen Preghiera dell Angelus del Papa il 3 e 10 Agosto a Bressanone Angelus-Gebet des Papstes am 3. 10. August in Brixen Preghiera dell Angelus del Papa il 3 e 10 Agosto a Bressanone TRIENT-BOZEN-BRIXEN TRENTO-BOLZANO-BRESSANONE Trient ab 6.59 7.57 8.53 p. Trento 7.07

Dettagli

Dichiarazione dei redditi modello 730/2016 - Appuntamenti

Dichiarazione dei redditi modello 730/2016 - Appuntamenti Autonome Gewerkschaftsorganisation der örtlichen Körperschaften - Südtirol Organizzazione Sindacale Autonoma degli enti locali - Sudtirolo Organisaziun Sindacala autonòma di enc locai - Südtirol Independent

Dettagli

Bologna, Quartiere fieristico, Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza.

Bologna, Quartiere fieristico, Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza. Bologna, Quartiere fieristico, 21-24 Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza. > 1) Documentazione (sito esterno) >>> Exposanità, 29 aprile 2014, > Comunicati stampa 1 / 33 In

Dettagli

Dichiarazione dei redditi modello 730/2015 - Appuntamenti

Dichiarazione dei redditi modello 730/2015 - Appuntamenti Autonome Gewerkschaftsorganisation der örtlichen Körperschaften - Südtirol Organizzazione Sindacale Autonoma degli enti locali - Sudtirolo Organisaziun Sindacala autonòma di enc locai - Südtirol Independent

Dettagli

Konrad Fissneider PREVENZIONE DELLA TOSSICODIPENDENZA CONFERENZA

Konrad Fissneider PREVENZIONE DELLA TOSSICODIPENDENZA CONFERENZA Konrad Fissneider PREVENZIONE DELLA TOSSICODIPENDENZA CONFERENZA Conferenze dal 1987 1987 Gennaio? Dobbiaco 20:00 18.05. 30.05. Südtirols Katholische Jugend Scuole medie Sciaves Bressanone 20:00 9:00 01.06.

Dettagli

Rapporti considerati dormienti ai sensi del Decreto n.166/07 e comunicati alla CONSAP

Rapporti considerati dormienti ai sensi del Decreto n.166/07 e comunicati alla CONSAP Rapporti considerati dormienti ai sensi del Decreto n.166/07 e comunicati alla CONSAP Tipo Prodotto Denominazione DEPOSITO RISPARMI AL PORTATORE 1 Vipiteno 8413-10 DEPOSITO RISPARMI AL PORTATORE 1 Vipiteno

Dettagli

ORGANISMI DEL SUPPORTO TECNICO-LOGISTICO DECENTRATO E RELATIVE COMPETENZE TERRITORIALI

ORGANISMI DEL SUPPORTO TECNICO-LOGISTICO DECENTRATO E RELATIVE COMPETENZE TERRITORIALI ORGANISMI DEL SUPPORTO TECNICO-LOGISTICO DECENTRATO E RELATIVE COMPETENZE TERRITORIALI Il supporto tecnico-logistico alle attività svolte dagli Uffici periferici dell Amministrazione della Pubblica Sicurezza

Dettagli

Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni (valori nominali in migliaia di lire)

Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni (valori nominali in migliaia di lire) Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni -1999 - (valori nominali in migliaia di lire) 35... 3... 25... 2... 15... à montane 1... 5... 1998 1999 Grafico 2 - Enti locali Contributi erariali

Dettagli

Scuola infanzia e primaria

Scuola infanzia e primaria Scuola infanzia e primaria Definizione della disponibilità per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico in scienze della formazione primaria La tabella 1) che segue calcola le cessazioni dal servizio

Dettagli

Il gas naturale conviene.

Il gas naturale conviene. Il gas naturale conviene. Per un futuro conveniente e pulito. 05/10 Naturalmente gas. SELGAS SPA Un partner locale SELGAS SPA, società figlia di SEL SPA, Società Elettrica Altoatesina sta assumendo un

Dettagli

Resoconto attività donazione di tessuti dal 01/01/2010 al 31/12/2010. N Donazioni presenti nel SIT per regione

Resoconto attività donazione di tessuti dal 01/01/2010 al 31/12/2010. N Donazioni presenti nel SIT per regione N Donazioni presenti nel SIT per regione Donazioni Chiuse Regione N Totale Totale EMILIA ROMAGNA 214 90 594 542 976 811 1.784 1.443 P.A. BOLZANO 13 4 13 4 PIEMONTE 228 86 296 285 248 248 772 619 PUGLIA

Dettagli

Attività donazione. al 31 dicembre 2007*

Attività donazione. al 31 dicembre 2007* Attività donazione al 31 dicembre 2007* Focus sulla Campania FONTE DATI: Dati Definitivi Reports CIR Donatori utilizzati ed effettivi Anni 1992/2007* Donatori Effettivi Utilizzati P.M.P. 5,8 6,2 7,9 11,0

Dettagli

STATISTICHE CONTENZIOSO TRIBUTARIO RICORSI PENDENTI: distribuzione per anno di presentazione

STATISTICHE CONTENZIOSO TRIBUTARIO RICORSI PENDENTI: distribuzione per anno di presentazione Statistiche contenzioso tributario. Determinazione del numero di giudici necessario al buon andamento della giustizia tributaria (a cura di Mario Piscitello). Regione RICORSI PENDENTI: distribuzione per

Dettagli