Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1 FINANZIAMENTO FOTOVOLTAICO Il finanziamento prevede una durata fino a 15 annie una copertura fino al 80% del progetto di investimento, con importo minimo di euro. Finanziamento Fotovoltaico garantisce flessibilitàe libertà. Può essere erogato sia in un'unica soluzione a fine lavori, sia in anticipo in piùtranche, a condizione che sussistano le autorizzazioni dei progetti e gli impegni di spesa. Erogazione in più soluzioni. Prevede anticipazioni in conto finanziamento da erogarsi in baseallo stato di avanzamento degli investimenti (per un periodo non superiore a 24 mesi). tasso variabile; piano di ammortamento a quote costanti di capitale (piano italiano); periodicità della rata: - semestrale nella fase di anticipazioni in conto finanziamento; - trimestrale nella fase di ammortamento. Erogazione in unica soluzione con svincolo differito. possibilità di scelta tra tasso variabile e fisso; piano di ammortamento a quote costanti di capitale (piano italiano) nel caso di scelta di tasso variabile o a rate costanti, comprensive di capitale e interessi (piano francese) nel caso di scelta di tasso fisso; periodicità della rata trimestrale; periodo di pre-ammortamento compreso tra 6 e 12 mesi messa a disposizione del capitale solo dopo il perfezionamento delle garanzie necessarie. Entrambe le varianti prevedono la possibilità di estinzione anticipata del finanziamento su richiesta del cliente o della banca. Il finanziamento è assistito da: cessione del credito del GSE(Gestore del Sistema Elettrico) derivanti dall'ammissione alle tariffe incentivanti sull'energia prodotta; polizza assicurativa all risk sull'impianto fotovoltaico, con vincolo a favore della banca.

2 ENERGIA BUSINESS Il Finanziamento Energia Business,riservato alle piccole impresee ai liberi professionisti, èla soluzione a medio lungo termine che agevola l'acquisto e l'installazione di impianti fotovoltaici di piccole e medie dimensioni. In questo modo, con la tua attivitàpuoi diventare non solo consumatore ma anche produttore di energia pulita: con risvolti positivi sia in termini di risparmio economico, sia in termini di tutela ambientale. Se sei interessato a investire in impianti fotovoltaici, il Finanziamento Energia Businessti offre la possibilitàdi affrontare i costi iniziali dell'impiantoe di ottimizzare il rapporto rata/incentivi. Il prodotto, infatti, permette di sostenere il costo dell'investimento grazie alla vendita di energia alle tariffe agevolate previste dal sistema di incentivazione pubblica. Il Finanziamento Energia Business copre fino al 100% del tuo investimento (al netto di IVA). Importo finanziabile: da un minimo di eurofino ad un massimo di euro. Il finanziamento ècumulabile con eventuali interventi pubblici, purchél'ammontare complessivo non superi il 100% delle spese previste; Durata: variabile da 2 a 15 anni. Non èprevisto preammortamento; Periodicitàrata: mensile, trimestrale o semestrale; Tasso: fissooppurevariabile; Garanzie: il finanziamento non prevede alcuna garanzia ipotecaria; Prefinanziamento: èprevisto fino al 60%dell'importo del finanziamento eventualmente aumentabile all'80% in presenza di documentazione relativa all'avvenuto allacciamento alla Rete e del contratto di connessione rilasciato dal Gestore di Rete. Il prefinanziamento ha una durata massima di 9 mesi (12 mesi con garanzia consortile). E' utilizzabile anche in piùsoluzioni, alla presentazione delle singole fatture relative alla realizzazione dell'impianto, con contestuale disposizione di bonifico per il pagamento. Per accedere al Finanziamento Energia Business sono richieste le seguenti garanzie obbligatorie: Cessione del credito pro-solvendoformalizzata con atto pubblico o scrittura privata autenticata da notaio, notificata al Gestore dei Servizi Elettrici (GSE) tramite lettera raccomandataa.r.. Polizza assicurativa All Riskvincolata a favore della Banca, contro i rischi diretti (eventi atmosferici, fulmine, incendio, furto) e indiretti (fermo impianto per danni assicurati), con durata pari alla vita del finanziamento.

3 ENERGIA IMPRESE Finanziamento Energia Imprese, destinato a finanziare: la realizzazione/l'ampliamento di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili e assimilate, l'ammodernamento/la riconversione degli impianti per la produzione di energia da fonti convenzionali, gli investimenti di risparmio energetico nei processi produttivi ad alta intensitàenergetica. Possono essere finanziati anche gli investimenti immateriali riguardanti studi di fattibilità, acquisizione di know-how, software gestionali ed i progetti per la produzione su scala industriale di attrezzature o materiali per la produzione di energia alternativa o il risparmio energetico, con tecnologie innovative. Inoltre, anche lo Stato dàil suo contributo. Il GSE (Gestore dei Servizi Elettrici) riconosce ai titolari di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili un incentivo (Certificati Verdi o Tariffa Omnicomprensiva) per l'energia elettrica prodotta dai medesimi, per il periodo di tempo previsto dalla normativa vigente in materia. Intesa Sanpaolo si avvale delle strutture e delle competenze specialistiche di Mediocredito Italianodedicate al settore dell'energia, in grado di mettere a punto soluzioni adatte alle esigenze, anche più complesse e articolate, delle imprese. Il finanziamento prevede una durata fino a 10 annie una copertura fino all'80% del costo del progetto di investimento, con importo minimo di euro. Finanziamento Energia Imprese èflessibile e risponde alle esigenze di ogni impresa. Può essereerogato in anticipo in piùtranche, a condizione che sussistano le autorizzazioni dei progetti e gli impegni di spesa. Erogazione in piùsoluzioni. Prevede anticipazioni in conto finanziamento da erogarsi in baseallo stato di avanzamento degli investimenti (per un periodo non superiore a 30 mesi). Condizioni. tasso variabile; piano di ammortamento a quote costanti di capitale (piano italiano); periodicità della rata: semestrale nella fase di anticipazioni in conto finanziamento; trimestrale nella fase di ammortamento. Il finanziamento può essere estinto anticipatamente su richiesta del cliente.

4 PRESTITO ECOLOGICO Destinatari:lavoratori dipendentie lavoratori autonomi, titolari di un conto corrente presso la Banca, che agiscono per scopi estranei alla loro attivitàimprenditoriale o professionale, con etàcompresa tra i 18 e i 75 annialla scadenza del prestito. Finalità: Prestito Ecologico è destinato a finanziare: progettazione e installazione di impianti fotovoltaici, pannelli solari o termiciche trasformano l'energia per riscaldamento ed elettrica; installazione di finestre e infissi per migliorare la coibentazione degli stabili e diminuire la dispersione di calore; installazione di caldaie di nuova generazione ad alta efficienza energetica; acquisto di automezzi ecologici e a trazione elettrica; acquisto di elettrodomestici ecologici Durata:da un minimo di 2 a un massimo di 15 anni, a cui deve essere aggiunto il periodo di Preammortamento (ossia il periodo intercorrente tra la data di erogazione del prestito e la data di decorrenza della prima rata di ammortamento. Gli interessi di preammortamento sono determinati allo stesso tasso nominale annuo del Prestito e percepiti sulla prima rata). La durata massima di 15 anni è riservata solo alla progettazione e installazione di impianti fotovoltaici. Per le altre destinazioni previste la durata massima consentita è pari a 8 anni. Importo finanziabile: da euro a euro Impianti fotovoltaici a cessione del credito nei confronti del G.S.E: per i finanziamenti destinati alla realizzazione di impianti fotovoltaici di durata superiore a 8 anni, èrichiesta la "cessione del credito" vantato dal Cliente nei confronti del Gestore Servizi Energetici (G.S.E.). Entro nove mesi dall'erogazione del finanziamento il Cliente deve: richiedere al G.S.E. il riconoscimento di una tariffa incentivante; cedere alla Banca il credito vantato nei confronti del G.S.E. attraverso la stipula di uno specifico atto formalizzato con intervento notarile. Periodicità delle rate: mensile Tasso di interesse: fisso o variabile. Modalità di rimborso: addebito su conto corrente. Rimborso anticipato:èammesso, sia parziale sia totale. Per i prestiti a tasso fisso èprevisto il pagamento di un compenso massimo dell'1% dell'importo rimborsato. Per i prestiti a tasso variabile non è previsto il pagamento di alcun compenso. Erogazione: l'esito della domanda viene comunicato in tempi brevi e il Prestito viene accreditato su conto corrente.

5 SOSTENIBILITA MEDIO TERMINE Finanziamento SostenibilitàMedio Termine, èun finanziamento ordinario a medio termine, rivolto alle imprese impegnate a supportare i settori della sostenibilità ambientale. Se gli investimenti della tua impresa riguardano: Tutela ambientale; Eco-turismo; smaltimento rifiuti; trattamento delle acque; gestione degli imballaggi; utilizzo di materie prime eco sostenibili; Eco-sharing; Cicli, ciclomotori, auto elettriche ad uso aziendale e condiviso; realizzazione di parcheggi attrezzati, colonnine di ricarica, impianti ad energia rinnovabile a supporto; acquisto dei mezzi; Efficienza energetica; Impiego di macchinari o impianti più efficienti o ecologici (anche con certificazioni/diagnosi energetiche); Certificazioni ambientali; Ecolabel e altri marchi di qualità ecologica; Sicurezza sul lavoro; formazione; incremento del livello di sicurezza; qualità degli ambienti E finanziabile il 100% degli investimenti documentati (IVA esclusa) Le caratteristiche del finanziamento Durata : minimo 24 mesi, massimo 60 mesi Garanzie A insindacabile giudizio della Banca a scelta tra quelle in uso per operazioni della specie, comprese le garanzie rilasciate dalle Cooperative e dai Consorzi di Garanzia. Modalitàdi calcolo degli interessi: gli interessi vengono conteggiati, per tutta la durata del finanziamento, utilizzando un tasso variabile o un tasso fisso in funzione di quanto previsto dal contratto. La tipologiadi tasso prefissata (fisso/variabile) non può variare nel corsodella durata del finanziamento. -Tasso variabile: sono variabili sia il tasso di interesse sia l'importo delle singole rate (rata variabile). Il tasso variabileèconsigliabile a chi vuole un tasso sempre in linea con l'andamento del mercato e può sostenere eventuali aumenti dell'importo delle rate. - Tasso fisso: rimangono fissi per tutta la durata del prestito sia il tasso di interesse sia l'importo delle singole rate (rata costante). Il tasso fisso èconsigliabile a chi vuole essere certo, sin dal momento della firma del contratto, della misura del tasso, degli importi delle singole rate e dell'ammontare complessivo del debito da restituire, indipendentemente dalle variazioni delle condizioni di mercato. Modalità di rimborso Il rimborso del finanziamento avviene mediante pagamento posticipato di rate comprensive di capitale ed interesse con cadenza mensile o trimestrale Estinzione anticipata èammessa sia parzialmente sia totalmente; in entrambi i casi saràrichiesto un indennizzo contrattualmente pattuito e diversificato a seconda che il tasso scelto sia fisso o variabile. Rischi di Finanziamento a medio termine per le imprese I rischi connessi al Finanziamento a medio termine per le imprese con piano di rientro consistono: - nell'impossibilità di beneficiare delle eventuali riduzioni dei tassi di interesse di mercato nel caso di finanziamento a tasso fisso; -nella possibilitàdi aumenti imprevedibili e consistenti dell'importo delle rate nel caso di finanziamento a tasso variabile.

6 SOSTENIBILITA BREVE TERMINE Finanziamento SostenibilitàBreve Termine, èun finanziamento ordinario a breve termine, rivolto alle imprese impegnate a supportare i settori della sostenibilità ambientale. Se gli investimenti della tua impresa riguardano: Tutela ambientale; Eco-turismo; smaltimento rifiuti; trattamento delle acque; gestione degli imballaggi; utilizzo di materie prime eco sostenibili; Eco-sharing; Cicli, ciclomotori, auto elettriche ad uso aziendale e condiviso; realizzazione di parcheggi attrezzati, colonnine di ricarica, impianti ad energia rinnovabile a supporto; acquisto dei mezzi; Efficienza energetica; Impiego di macchinari o impianti più efficienti o ecologici (anche con certificazioni/diagnosi energetiche); Certificazioni ambientali; Ecolabel e altri marchi di qualità ecologica; Sicurezza sul lavoro; formazione; incremento del livello di sicurezza; qualità degli ambienti E finanziabile il 100% degli investimenti documentati (IVA esclusa) Le caratteristiche del finanziamento Durata : massimo 18 mesi meno un giorno La durata è da intendersi comprensiva di un eventuale periodo di preammortamento della durata massima di 17 mesi, a decorrere dal giorno di stipula del contratto. Garanzie A insindacabile giudizio della Banca a scelta tra quelle in uso per operazioni della specie, comprese le garanzie rilasciate dalle Cooperative e dai Consorzi di Garanzia. Modalitàdi calcolo degli interessi: gli interessi vengono conteggiati, per tutta la durata del finanziamento, utilizzando un tasso variabile o un tasso fisso in funzione di quanto previsto dal contratto. La tipologiadi tasso prefissata (fisso/variabile) non può variare nel corsodella durata del finanziamento. -Tasso variabile: sono variabili sia il tasso di interesse sia l'importo delle singole rate (rata variabile). Il tasso variabileèconsigliabile a chi vuole un tasso sempre in linea con l'andamento del mercato e può sostenere eventuali aumenti dell'importo delle rate. - Tasso fisso: rimangono fissi per tutta la durata del prestito sia il tasso di interesse sia l'importo delle singole rate (rata costante). Il tasso fisso èconsigliabile a chi vuole essere certo, sin dal momento della firma del contratto, della misura del tasso, degli importi delle singole rate e dell'ammontare complessivo del debito da restituire, indipendentemente dalle variazioni delle condizioni di mercato. Modalità di rimborso Il rimborso del finanziamento avviene mediante pagamento posticipato di rate comprensive di capitale ed interesse. Fanno eccezione i finanziamenti che prevedono la restituzione del capitale in una unica soluzione sull'ultima rata (finanziamento "bullet"). Le rate possono avere periodicitàmensile, bimestrale, trimestrale e semestrale con scadenza ad ogni giornodel mese, determinata dal giorno di stipula del contratto unico. Gli interessi decorrono dal giorno successivo a quello di stipula del contratto. Nell'eventuale periodo iniziale di preammortamento le rate sono costituite dalla sola quota interessi. Estinzione anticipata In qualunque momento il cliente può decidere di rimborsare anticipatamente e totalmente il finanziamento senza pagare alcuna penale. Rischi di Finanziamento a breve termine per le imprese I rischi connessi al Finanziamento a breve termine per le imprese con piano di rientro consistono: - nell'impossibilità di beneficiare delle eventuali riduzioni dei tassi di interesse di mercato nel caso di finanziamento a tasso fisso; -nella possibilitàdi aumenti imprevedibili e consistenti dell'importo delle rate nel caso di finanziamento a tasso variabile.

7 GESTIONE BUSINESS (CREDITO DI FORNITURA / BRIDGE) FINANZIAMENTO BREVE TERMINE IMPRESE FINANZIAMENTO GESTIONE BUSINESS Finanziamento ordinario a breve termine con piano di rientro Intervento finalizzato al riequilibrio e al supporto finanziarioconnesso allo sviluppo dell azienda. Poichéil prodotto èdestinato a finanziare il capitale circolante, il suo utilizzo èsubordinato all ottenimento di nuovi e maggiori flussi di operativitàcommerciale (quali forniture, fatture clienti e importazioni). Viene esclusa la possibilitàdi utilizzare il finanziamento quale succedaneo delle linee di cassa nonchéper il ripianamento di linee di credito giàutilizzate presso la Banca. IMPORTO FINANZIAMENTO -Massimo fino a per Imprese con fatturato < 2,5 milioni -Per Imprese con fatturato > 2,5 milioni previsto un minimo di DURATA MUTUO: -Minimo 1 mese -massimo 18 mesi meno un giorno PREAMMORTAMENTO: non è ammesso preammortamento. PERIODICITA RATA: mensile, trimestrale o semestrale TASSO -Variabile: nominale annuo parametrato all Euribor 1/3/6 mesi rilevato il penultimo giorno lavorativo bancario del mese precedente la decorrenza di ciascuna rata maggiorato di uno spread; -Fisso: IRS pari durata del finanziamento maggiorato di uno spread. ESTINZIONE ANTICIPATA -Ammessa, solo totale e senza percepimento di penale

8 FINANZIA IMPRESA FINALITÀ E CARATTERISTICHE - Finanzia Impresa consente di finanziare: investimenti fissi(immobili, impianti, macchinari, attrezzature, ecc.); investimenti immateriali(marchi, brevetti, ricerca, pubblicità, ecc.); incremento stabile delle scorteconseguente al programma di investimenti; acquisizioni di rami aziendali, partecipazioni in altre società; programmi di sviluppoin genere che richiedano risorse finanziarie a medio-lungo termine. DESTINATARI: Il finanziamento si rivolge a imprese di qualsiasi dimensione dei settori industria, commercio, turistico-alberghiero, servizi e terziario in genere. IMPORTO : il finanziamento può essere concesso fino all 80% del programma di investimentidocumentati (IVA esclusa), ed ècumulabile con eventuali interventi pubblici, purché l'ammontare complessivo non superi il 100% del programma. Inoltre, sono finanziabili programmi di investimento da realizzare, già ultimati o in corso purchésiano iniziati di norma da non oltre 12 mesi dalla data di presentazione della domanda e vengano ultimati nei 36 mesi successivi alla data stessa. In caso di programmi di investimento che comportano lunghi tempidi realizzazione èpossibile ottenere un Finanziamento con erogazioni a stato avanzamento lavori (s.a.l.): in tal caso èprevista l erogazione in funzione della documentazione dell avanzamento del programma di investimento. Con l erogazione a saldo, che avviene al completamento dei lavori, il finanziamentoviene messo in ammortamento. La durata massima del periodo di anticipazione non può superare i 36 mesi ed è compresa nella durata complessiva del finanziamento. DURATA:Il finanziamento èerogabile con unadurata compresa tra i2 e i 15 anni (compreso l eventuale periodo di preammortamento) per i finanziamenti a tasso fisso e a tasso variabilee con una durata massima di 10 anniper i finanziamenti a Tasso Variabile con tasso minimo e massimo (in tal casonon èprevisto preammortamento ad eccezione del periodo intercorrente tra la data di erogazione e la decorrenza della durata del finanziamento). GARANZIE: la Banca può richiedere, in funzione a valutazioni di merito creditizio, garanzie reali o personali nonché vincoli o specifiche cautele TASSO Finanzia Impresa può essere richiesto secondo le seguenti modalità: Finanziamento a tasso variabile: prevede che il tasso di interesse possa variare a scadenze prestabilite rispetto al tasso di partenza secondo le oscillazioni del parametro di riferimento. Il tasso variabile èconsigliabile alle imprese che vogliono un tasso sempre in linea con l andamento del mercato e possono sostenere eventuali aumenti dell importo delle rate. Parametro di indicizzazione: Euribor base 360 a 1/3/6 mesi(in ragione della periodicitàdella rata) rilevato il penultimo giorno lavorativo bancario del mese precedente la decorrenza di ciascuna rata. Finanziamento a tasso fisso: prevede che il tasso di interesse rimanga fisso per tutta la durata del finanziamento. Lo svantaggio ènon poter sfruttare eventuali riduzioni dei tassi di mercato. Il tasso fisso èconsigliabile alle imprese che vogliono essere certe, sin dal momento della firma del contratto, della misura del tasso, degli importi delle singole rate e dell ammontare complessivo del debito da restituire, indipendentemente dalle variazioni delle condizioni di mercato. Finanziamento a tasso variabile con tasso minimo e massimo: prevede che il tasso di interesse possa variare entro un limite massimo, tasso massimo che non viene mai superato, per contenere il rischio di aumento del parametro di riferimento. In questo caso lo spread applicato dalla Banca comprende anche il maggior onere derivante dalla fissazione di un livello massimo di tasso. Per contenere i maggiori costi derivanti dalla fissazione di un tasso massimo é possibile fissare anche un tasso minimo.

9 INVESTIMENTI BUSINESS Il Finanziamento Investimenti Businesssostiene ogni tipologia di investimento correlata all'attivitàdelle piccole imprese e dei professionisti. Finanziamento Investimenti Business si caratterizza per la sua modularità e adattabilità alle tue diverse esigenze aziendali; sono finanziabili gli investimenti giàultimati da non oltre 12 mesidalla data di presentazione della domanda, nonchéquelli ancora in corso o da realizzare; puoi finanziare fino al 100% del programma di investimento(iva esclusa); Il finanziamento ècumulabile con eventuali interventi pubblici, purchél'ammontare complessivo non superi il 100% della spesa documentata. Importo massimo concedibile: euro Tipologia tasso: fisso o variabile Periodicità rate : mensili, trimestrali, semestrali oppure annuali. Durata massima in funzione della tipologia di intervento: in caso di finanziamento chirografario: fino a 10 anni, compreso l'eventuale preammortamento di massimo 1 anno; in caso di finanziamento con garanzie reali: fino a 20 anni, compreso l'eventuale preammortamento di massimo 2 anni. Estinzione anticipata : èammessa sia parzialmente sia totalmente; in entrambi i casi saràrichiesto un indennizzo contrattualmente pattuito e diversificato a seconda che il tasso scelto sia fisso o variabile. Versione con erogazioni rateali: In caso di programmi di investimento che comportino tempi di realizzazione particolarmente lunghi, èpossibile ottenere delle anticipazioni in conto finanziamento, in base allo stato di avanzamento (documentato) degli investimenti. La durata massima del periodo di erogazioni rateali non può superare i 24 mesi ed ècompresa nella durata complessiva del finanziamento.

10 CONDOMINIO BUSINESS Il Finanziamento Condominio Businessèdestinato a soddisfare le esigenze finanziarie di medio lungo termine del condominio, per opere di ristrutturazione o altri investimenti delle parti comuni. Se il condominio necessita di interventi di manutenzione o ristrutturazione, il finanziamento Condominio Business ti offre la possibilitàdi coprire fino all 80% dell investimento (Iva inclusa), previa idonea delibera assembleare. Si può scegliere tra un tasso annuo fisso o variabile e tra rate mensili, trimestrali o semestrali. Importo finanziabile: da euro fino ad un massimo di euro. Tipologia: finanziamento che non prevede alcuna garanzia ipotecaria. Durata: da un minimo di 24 ad un massimo di 72 mesi. Estinzione anticipata: ammessa se totale. Non è previsto il pagamento di alcuna penale. PERIZIA RICHIESTA PER RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE DI IMPORTO SUPERIORE AI EURO. Se l esigenza èdi un finanziamento che supporti le fasi di realizzazione degliinterventi pianificati per il condominio, èpossibile optare per una versione del finanziamento a erogazioni rateali (in base allo stato di avanzamento dei lavori) e caratterizzata da: preammortamento della durata massima di 18 mesi, da considerarsi incluso nella durata totale del finanziamento. modalità di rimborso a rate trimestrali o semestrali.

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA Mod. B-109/MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM aggiornamento n. 29 del 01/01/2014 Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA MEDIOLANUM S.p.A. Sede legale e Direzione Generale:

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A. Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile

Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile Pag. 1/13 INFORMAZIONI SULLA BANCA Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile Banca di Credito Popolare Società Cooperativa per Azioni Gruppo Bancario Banca di Credito Popolare Corso Vittorio Emanuele

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

E ALTRI FINANZIAMENTI

E ALTRI FINANZIAMENTI Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione) E ALTRI FINANZIAMENTI FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Foglio Informativo

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. Sede Legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/B - 44042 CENTO (FE) Tel. 051 6833111 - Fax 051 6833237 CODICE FISCALE, PARTITA IVA e Numero

Dettagli

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Istruzioni operative per la gestione e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati (ai sensi dell art. 40 del D.Lgs. 49/2014) Premessa

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile POR FESR LAZIO 2007-2013 Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile FAQ Quesito n. 1 Il Bando PSOR al punto n delle premesse definisce impianti

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

AFFIDAMENTI PER ANTICIPI SU FATTURE E CONTRATTI

AFFIDAMENTI PER ANTICIPI SU FATTURE E CONTRATTI DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO Il presente Foglio

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO A IMPRESE CON FONDI C.D.P. FIN. SABATINI INFORMAZIONI SULLA BANCA

MUTUO CHIROGRAFARIO A IMPRESE CON FONDI C.D.P. FIN. SABATINI INFORMAZIONI SULLA BANCA MUTUO CHIROGRAFARIO A IMPRESE CON FONDI C.D.P. FIN. SABATINI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI SASSARI S.p.A. (codice ABI 5676.2) Società per azioni con sede legale ed amministrativa in viale Mancini,

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

Operazioni varie di gestione aziendale

Operazioni varie di gestione aziendale Operazioni varie di gestione aziendale di Teresa Tardia Esercitazione di economia aziendale per la classe terza ITC Nel mese di febbraio la ditta GiLuVi, azienda commerciale, ha compiuto le seguenti: 01-feb

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n. 1788 del 06 Agosto 2014. Pagina 1 COMMISSIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Economico, Lavoro e Innovazione

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI Marzo 2014 Con il presente riepilogo si forniscono indicazioni di dettaglio sulle prestazioni creditizie erogate

Dettagli

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA Per un proficuo approccio alla problematica presa in esame si propone, qui di

Dettagli

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE)

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE) Per accedere al IV Conto Energia è necessario superare 4 step per i grandi impianti. Questo documento ha lo scopo di analizzare in dettaglio ognuna delle fasi, presentandovi il quadro generale e offrendovi

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Valconca

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it Scambio sul posto www.gse.it www.gsel.it 2 Lo scambio sul posto: ammissione al contributo La Deliberazione ARG/elt n. 74/08 (TISP) prevede che lo scambio sul posto sia erogato dal GSE su istanza degli

Dettagli

2 Che cos'é un mutuo?

2 Che cos'é un mutuo? 2. Che cos'é un mutuo? Il mutuo è un finanziamento concesso abitualmente per acquistare un'unità abitativa o per acquisti immobiliari in genere. I finanziamenti sono praticati dalle Banche, Istituti di

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

TITOLO I CONDIZIONI E LIMITI PER LA CONCESSIONE DEL MUTUO ARTICOLO 1

TITOLO I CONDIZIONI E LIMITI PER LA CONCESSIONE DEL MUTUO ARTICOLO 1 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI MUTUI IPOTECARI AGLI ISCRITTI ALLA GESTIONE UNITARIA DEL CREDITO E DELLE ATTIVITA' SOCIALI (art. 1, comma 245, della L. n. 662/1996; D.M. 27 Luglio 1998, n. 463). TITOLO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI Art. 1. Norme generali 1.1 Come stabilito dal D.Lgs 252/2005, l Associato può richiedere un anticipazione sulla posizione individuale maturata: a)

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

COSA SAPERE PRIMA DI CHIEDERE UN MUTUO

COSA SAPERE PRIMA DI CHIEDERE UN MUTUO Luca Parisotto COSA SAPERE PRIMA DI CHIEDERE UN MUTUO POCHE PAGINE E MOLTI SEGRETI PER PRESENTARSI PREPARATI ALL APPUNTAMENTO CON IL MUTUO. 1 INDICE PERCHÉ LEGGERE QUESTO MANUALE 3 LA SCELTA DEL MUTUO

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine

Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine Informazioni sull'applicazione della regolamentazione sul consumo proprio in relazione al sistema svizzero delle garanzie di origine 2 Introduzione

Dettagli

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA Nell ambito del processo di completa liberalizzazione del mercato dell energia elettrica

Dettagli

Consigli per la compilazione del questionario

Consigli per la compilazione del questionario Istruzioni per l accesso al SIAD e la compilazione della scheda Normativa Il Decreto Ministeriale del 14 gennaio 2012 ha definito che il GSE si occupi della rilevazione degli impianti con potenza fino

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Gli aggiornamenti più recenti proroga detrazione del 65% estensione dell agevolazione ad altri interventi aumento della ritenuta d acconto sui bonifici

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Stim.mi Sigg.ri ARCHITETTI ORDINE PROFESSIONALE DELLA PROVINCIA DI MILANO

Stim.mi Sigg.ri ARCHITETTI ORDINE PROFESSIONALE DELLA PROVINCIA DI MILANO 02138 Area Milano Stim.mi Sigg.ri ARCHITETTI ORDINE PROFESSIONALE DELLA PROVINCIA DI MILANO Convenzione iscritti all ordine degli ARCHITETTI Milano, 25 ottobre 2005 Abbiamo il piacere di comunicarvi che

Dettagli

Scaglioni di potenza (kw) 1

1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1

Scaglioni di potenza (kw) 1<P 3 3<P 6 6<P 20 20<P 200 200<P 1.000 P>1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1 Tariffe per la copertura degli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attività di gestione, di verifica e di controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, a carico dei beneficiari

Dettagli

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo.

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo. CAPO II INVESTIMENTI Acquisto, costruzione, ristrutturazione, ammodernamento ed ampliamento di immobili aziendali Art. 9 comma 1 200.000,00) 200.000,00) Fino al 50% 200.000,00) se LEASING: fino al 40%

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

tra Artigiancassa S.p.A

tra Artigiancassa S.p.A Contratto "tipo" di finanziamento di quota di capitale di rischio di impresa italiana in impresa mista in paese in via di sviluppo, ai sensi dell'articolo 7 della legge 26.2.1987, n. 49 INDICE tra Artigiancassa

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

Re: Cessione di crediti pubblici assistiti da garanzia dello Stato

Re: Cessione di crediti pubblici assistiti da garanzia dello Stato ORRICK, HERRINGTON & SUTCLIFFE CORSO MATTEOTTI, 10 20121 MILANO, ITALIA TEL +39 02 45 41 3800 FAX +39 02 45 41 3801 PIAZZA DELLA CROCE ROSSA, 2 00161 ROMA, ITALIA TEL +39 06 45 21 3900 FAX +39 06 68 19

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

Allegato A TESTO INTEGRATO

Allegato A TESTO INTEGRATO TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA Periodo di regolazione 2008-2011

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA Documento tecnico di riferimento

REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA Documento tecnico di riferimento REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA Documento tecnico di riferimento INDICE PREMESSA 4 1 INTERVENTI SU IMPIANTI INCENTIVATI IN CONTO ENERGIA 6 1.1 SPOSTAMENTO DELL IMPIANTO 7 1.2

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO Relazione tecnica alla deliberazione 20 dicembre 2012, 570/2012/R/efr Mercato di incidenza:

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli