Rassegna Stampa. Martedì 07 Ottobre 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna Stampa. Martedì 07 Ottobre 2014"

Transcript

1 Rassegna Stampa 07 Ottobre 2014

2 Sommario Testata Data Pag. Titolo p. 1. EDITORIA Sole 24 Ore (Il) 29 Editoria - Rcs: «Diversi soggetti interessati alle radio» (R. Fi.) Corriere della Sera 33 Rcs, Jovane: «Buona accoglienza per il nuovo Corriere della Sera» Italia Oggi 21 Jovane: diversi interlocutori interessati a Finelco 3 Corriere della Sera 31 Seat Pg, si tratta per lo sconto sulla sanzione da 2,4 miliardi (Gerevini Mario) Corriere della Sera 27 Chat e testi per la scuola digitale 5 Pubblicità Italia Today 18 Gruppo Espresso: cambi di poltrone per i quotidiani locali Fatto Quotidiano (Il) 6 Casaleggio fa una nuova previsione sulla fine dei giornali Fatto Quotidiano (Il) 18 Chierici - L'Isis e la stampa: dove finisce il reality horror? (Chierici Maurizio) Giornale (il) - ed. Milano Pubblicità Italia Today 1 Proposto l'ambrogino per i 40 anni del «Giornale» (Campo Chiara) 20 Per il nuovo Ruoteclassiche la raccolta adv cresce del 78% rispetto a ottobre 2013 Italia Oggi 1 Bertelsmann piglia Gruner+Jahr (Giardina Roberto) 11 Italia Oggi 20 Chessidice in viale dell'editoria 13 Sole 24 Ore (Il) 31 Ipo - Rai Way completa il cda in vista della quotazione (Dominelli Celestina) Italia Oggi 1 TV2000 racconta la Chiesa che fa (Secchi Andrea) ORGANISMI DI SETTORE Italia Oggi 1 Social housing, 1,8 mld a riposo (Marino Ignazio) NUOVE TECNOLOGIE QN 28 Facebook - Allo studio i pagamenti online con Messenger 4. FIEG - WEB Prima Comunicazione Online 06/10/ Abolizione del finanziamento pubblico all'editoria: mercoledì 8 l'audizione di Fnsi-Fieg alla Camera ASCA.it 06/10/ Mercoledì audizioni Fieg e Fnsi su abolizione fondi a editoria TWOSIDES Gazzetta del Sud - ed. Catanzaro 32 Campagna "Naturalmente io amo la carta" 22

3 Estratto da pag. 29 Roberto Napoletano Editoria. Le strategie dell'ad Scott Jovane Rcs: «Diversi soggetti t^-h^7 interessati alle radio» Rcs ha «diversi interlocutori» interessati alle radio Finelco, ovvero RiO5, Virgin Radio e Radio Montecarlo. E se sul fronte delle cessioni «non ci sono grosse novità», come ha spiegato ieri l'amministratore delegato Pietro Scott Jovane, è pur vero che dopo l'accordo sul debito con le banche di quest'estate il gruppo ha più tempo, settembre 2015, per raggiungere il target di dismissioni da 250 milioni di euro, realizzato al momento per 150 milioni. Ciò non significa che si arriverà fino al termine: «Può darsi che il tempo in più invece ci permetta di vendere negli stessi tempi ma meglio», ha chiarito Jovane. Nelle cessioni, Rcs ha «tre dossier aperti». Il più noto è quello delle radio, «ma c'è anche la cartellonistica di IgdDecaux e la parte televisiva in Spa gna», ha ricordato Jovane. Quanto alle voci di fusione tra Vocento ela controllata Rcs Unidad, Jovane ancora una volta non ha commentato ribadendo che le attività in Spagna sono state ritenute strategiche: «Sono core». Per il resto il gruppo continua a lavorare sul fronte del business. Il restyling del Corriere della Sera, con il nuovo formato che ha debuttato il 24 settembre «sta andando bene - ha detto il manager- ha avuto buona accoglienza, abbiamo avuto un ottimo feedback con i lettori». Infine, ieri Rcs ha proposto alla scuola MyStudio, ambiente integrato per la didattica digitale in cui studenti e docenti possono interagire attraverso lo strumento digitale. R. Fi. RIPRODUZIONE RISERVATA EDITORIA Pag. 1

4 Estratto da pag. 33 Ferruccio de Bortoli Rcs, Jovane: «Buona accoglienza per il nuovo Corriere della Sera» D restyling del Corriere della Sera con il nuovo formato «sta andando bene, ha avuto buona accoglienza, abbiamo avuto un ottimo feedback con i lettori». Lo ha detto ieri Pietro Scott Jovane, amministratore delegato di Rcs Mediagroup, editore del quotidiano di via Solferino, a margine della presentazione del Giro d'italia. Sulle cessioni il top manager ha detto che lo slittamento dei termini al settembre 2015 connesso alla revisione degli accordi sul debito non porterà necessariamente a tempi più lunghi: «Può darsi che ci permetta di vendere negli stessi tempi, ma meglio», n gruppo sulle dismissioni ha tre dossier aperti. Per le radio Finelco (Rios, Virgin e Radio Montecarlo) Rcs ha «diversi interlocutori». Ci sono poi «la cartellonistica di IgdDecaux e in Spagna la parte tv». Le attività editoriali nella penisola iberica sono invece «considerate "core"». Jovane ha poi confermato per l'autunno il trasferimento della Gazzetta dello Sport in via Rizzoli, dove la sede «viene predisposta per una redazione multimediale e interattiva». RIPRODUZIONE RISERVATA RIPRODUZIONE RISERVATA EDITORIA Pag. 2

5 Estratto da pag. 21 Pierluigi Magnaschi Jovane: diversi interlocutori interessati a Finelco Ci sono «diversi interlocutori» interessati a Finelco, la società partecipata da Rcs cui fanno capo le radio 105, Virgin e Montecarlo. A sostenerlo è stato ieri l'amministratore delegato del gruppo editoriale, Pietro Scott Jovane, a margine della presentazione del Giro d'italia. Lo slittamento del termine per le cessioni da fine 2014 al 30 settembre 2015, connesso alla revisione dei termini per il rimborso del debito, non porterà necessariamente a un allungamento dei tempi: «Può darsi che il tempo hi più ci permetta di vendere negli stessi tempi, ma meglio», ha detto Jovane. I dossier aperti, ha ricordato, sono tre: oltre alle radio, ci sono «la cartellonistica di Igp Decaux e la parte televisiva hi Spagna». L'obiettivo per Rcs è cedere attività non strategiche per 250 milioni di euro entro i pruni nove mesi del prossimo anno. Di questi, 150 milioni sono già stati raccolti, principalmente grazie alla vendita della sede di via Solferino. ha ribadito l'a.d. del gruppo. Quanto alla proposta di acquisto di El Mando annunciata dall'ex storico direttore, Pedro Ramirez, nulla enarrivato sul tavolo della società. «È rimasta su Twitter, che è una bellissima piattaforma ma», ha aggiunto Jovane, «non è usata dalla comunità finanziaria per transazioni di natura partecipativa». Infine è stata positiva, secondo Jovane, la reazione dei lettori al nuovo formato del Corriere della Sera, lanciato a fine settembre: «Sta andando bene, ha avuto buona accoglienza», ha concluso l'a.d. del gruppo editoriale. EDITORIA Pag. 3

6 Estratto da pag. 31 Ferruccio de Bortoli Seat Pg, si tratta per lo sconto sulla sanzione da 2,4 miliardi La società punta a transare con i destinatari dell'azione di responsabilità La Consob accende un faro sulle consulenze a Giliberti, il ruolo dei soci MILANO Pochi maledetti e subito o una ricchissima incognita futura? E' su questo crinale che si sta muovendo una riservata trattativa tra Seat Pagine Gialle e i destinatari dell'azione di responsabilità da 2,4 miliardi votata a marzo dall'assemblea dei soci. D tavolo legale ha lo scopo di arrivare a una transazione. D consiglio di amministrazione delle Pagine Gialle, in scadenza di mandato, non ha fretta se non quella dettata dal perseguire l'interesse della società. Per gli ex manager e i fondi di private equity l'obiettivo è abbassare il sipario su una vicenda che intacca reputazione e portafoglio. E magari mandare un segnale alla Procura di Torino che sta indagando sulla passata gestione. La cifra in gioco nel tentativo di conciliazione è ben lontana del danno quantificato da una perizia. Cioè i famosi 2,4 miliardi di patrimonio «bruciato», secondo Seat, quando il gruppo era gestito da consigli espressi dai fondi di private equity (Cvc, Investitori Associati, Permira, Bc Partners). L'azione di risarcimento era stata approvata da un'assemblea a marzo e notificata a 17 ex consiglieri, tra cui l'ex presidente Enrico Giliberti, l'ex amministratore delegato Luca Majocchi e molti big della finanza. Contatti e negoziato si sviluppano sostanzialmente su due tavoli: con le persone fisiche e con i fondi. Anche se le prime erano espressione dei secondi questo non significa che gli interessi oggi siano coincidenti. Le indagini patrimoniali sui 25 milioni di euro il paracadute di cui godono gli ex consiglieri di Seat Pagine Gialle: 20 milioni più 5 di spese legali milioni di euro il paracadute di cui godono gli ex consiglieri di Seat Pagine Gialle: 20 milioni più 5 di spese legali EDITORIA Pag. 4

7 Estratto da pag. 27 Ferruccio de Bortoli Chat e testi per la scuola digitale L'ambiente integrato «Mystudio» con tutti i manuali Rcs Registro elettronico, esercitazioni personalizzate, libri di testo digitali, chat per scambiarsi consigli ed opinioni, lezioni interattive: sono solo alcune delle possibilità che offre MyStudio, il primo ambiente integrato per la didattica digitale lanciato dal gruppo Rcs. Gli studenti di tutte le età dalla scuola elementare fino alle superiori potranno, semplicemente registrandosi su Rcs Education, entrare nella versione «virtuale» della propria scuola, interagendo con professori e compagni di classe e condividendo con loro dubbi e approfondimenti. I docenti, a loro volta, potranno usare la piattaforma come un'estensione dell'aula al di là degli orari scolastici, mettendo on line calendari, piani di studio, lezioni, esercitazioni, e colloquiando con i ragazzi e le ragazze anche singolarmente. MyStudio, che è accessibile da Pc e Mac, e da tablet ios e Android, è una sorta di «mondo protetto» dove insegnanti e studenti possono incontrarsi senza le incognite del web, e soprattutto dove le classi possono condividere materiali e discussioni al riparo di occhi indiscreti. Non è il primo esperimento di questo tipo: moltissime scuole 2.0, soprattutto licei, utilizzano già piattaforme interattive simili. Ma Mystudio prova ad offrire qualcosa in più: mette a disposizione tutti i libri di testo Rcs, in versione digitale interattiva, e permette di accedere a Mosaico, il primo motore di ricerca semantica per il mondo della scuola: un'enciclopedia a portata di clic. Va. San. RIPRODUZIONE RISERVATA L'iniziativa Tra i servizi offerti anche il registro elettronico e le esercitazioni EDITORIA Pag. 5

8 Estratto da pag. 18 Giovanni Danielli BERNABÒ DIRETTORE EDITORIALE DE118 GIORNALI FINEGIL GRUPPO ESPRESSO: CAMBI DI POLTRONE PER I QUOTIDIANI LOCALI Nomine nei quotidiani locali del Gruppo Espresso Roberto Bernabò, attuale direttore del Tirreno di Livorno, e il nuovo direttore editoriale dei 18 giornali Finegil Nuovo direttore del Tirreno e Omar Monestier, attualmente alla guida del Messaggero Veneto di Udine Al suo posto diventa direttore Tommaso Cerno, firma dell'espresso di cui negli ultimi tempi ha guidato il settore Attualità Le nomine saranno operative da lunedì 20 ottobre EDITORIA Pag. 6

9 Estratto da pag. 6 Antonio Padellaro asaleggio fa una nuova previsione SUL BLOG DI BEPPE GRILLO Gianroberto Casaleggio si esercita nuovamente sul filone della chiusura dei quotidiani. "La fine dei giornali è una delle cose più prevedibili del nostro futuro, gli unici che non lo sanno ancora sono i giornalisti. Si tratta solo di stabilire la data del decesso che da Stato a Stato varia tra i 5 e i 10 anni. Ma in Italia come avverrà?". Stima una tempistica: quelli ad "Alto rischio" (estin zione dal 2015): II Foglio, Europa, La Padania, II Secolo d'italia. Quelli a "Medio rischio (estinzione dal 2017): // Fatto Quotidiano, Italia Oggi, Libero, II Mattino, II Centro. E "Basso rischio" (estinzione dal 2018): La Gazzetta dello Sport, II Sole 24 Ore, Corriere della Sera, Repubblica. Sul Fatto il guru MSS aveva già previsto che sarebbe finito poco dopo la sua pubblicazione. La previsione ci portò bene. EDITORIA Pag. 7

10 Estratto da pag. 18 Antonio Padellaro ciando nome e cognome della vittima ventura. Famiglie che supplicano, governanti che non resistono al ricatto, opinione pubblica divisa. La guerra si allarga ai media, giornalisti al fronte anche se tranquilli in redazione. Impossibile non informare sulla crudeltà delle bande nere, strazio di madri e padri, commozione diplomatica dei politici. Appena il gioco risaputo trascina giornali e Tv nell'esaltazione involontaria dei barbari nasce il problema se continuare a far da spalla agli assassini o spegnere l'emozione in semplici informazioni. I media inglesi cominciano a sfumare gli insulti alle alte autorità. Ipocrisia del Cameron protetto come la L'Isis e la stampa: dove finisce il reality horror NOI E LORO L'Isis e la stampa: dove finisce il reality horror rfi Maurizio Chierici NEL POLIGONO del Califfato islamico si combatte una strana guerra: bombardamenti inutili dal cielo, jihadisti scatenati a terra. Le bande di un Isiam immaginario sono consapevoli dell'indifferenza di chi sopporta altri pensieri e per inquietarli sconvolgono la cena delle famiglie accoccolate alla Tv; irrompono nelle prime pagine dei giornali per farle scoppiare di paura. Professionisti del terrore mediatico aggregati un anno fa alle bande di Al Baghdadi dopo l'alleanza clandestina col senatore repubblicano McCain scivolato in Siria (missione Cia) per organizzare coi "musulmani moderati" il fronte anti Assad. Dal Pakistan alle periferie di Londra arrivano ragazzi con le rabbie della generazione senza speranza. Cecchini di internet. Per sconvolgere l'impassibilità dei palazzi, le guerriglie devono far sapere dei loro trionfi e l'umiliazione degli infedeli. Se osserviamo la disperazione di chi sta per essere sgozzato si scopre l'artificio disumano di prove e riprove alle quali la vittima è obbligata. Messaggi d'addio recitati con una chiarezza che sfiora la noia; condannati a scandire le stesse parole fino a raggiungere l'effetto devastante del delitto più cuccato del mondo. I registi dell'horror-verità sono cresciuti nella tecnologia delle società distratte da emozioni che l'abitudine sovrappone. Primi due delitti in fotocopia consapevoli che la molla del thrilling si scarica nella passività degli spettatori. Allora allungano la tensione annun L'Isis e la stampa: dove finisce il reality horror rfi Maurizio Chierici NEL POLIGONO del Califfato islamico si combatte una strana guerra: bombardamenti inutili dal cielo, jihadisti scatenati a terra. Le bande di un Isiam immaginario sono consapevoli dell'indifferenza di chi sopporta altri pensieri e per inquietarli sconvolgono la cena delle famiglie accoccolate alla Tv; irrompono nelle prime pagine dei giornali per farle scoppiare di paura. Professionisti del terrore mediatico aggregati un anno fa alle bande di Al Baghdadi dopo l'alleanza clandestina col senatore repubblicano McCain scivolato in Siria (missione Cia) per organizzare coi "musulmani moderati" il fronte anti Assad. Dal Pakistan alle periferie di Londra arrivano ragazzi con le rabbie della generazione senza speranza. Cecchini di internet. Per sconvolgere l'impassibilità dei palazzi, le guerriglie devono far sapere dei loro trionfi e l'umiliazione degli infedeli. Se osserviamo la disperazione di chi sta per essere sgozzato si scopre l'artificio disumano di prove e riprove alle quali la vittima è obbligata. Messaggi d'addio recitati con una chiarezza che sfiora la noia; condannati a scandire le stesse parole fino a raggiungere l'effetto devastante del delitto più cuccato del mondo. I registi dell'horror-verità sono cresciuti nella tecnologia delle società distratte da emozioni che l'abitudine sovrappone. Primi due delitti in fotocopia consapevoli che la molla del thrilling si scarica nella passività ciando nome e cognome della vittima ventura. Famiglie che supplicano, governanti che non resistono al ricatto, opinione pubblica divisa. La guerra si allarga ai media, giornalisti al fronte anche se tranquilli in redazione. Impossibile non informare sulla crudeltà delle bande nere, strazio di madri e padri, commozione diplomatica dei politici. Appena il gioco risaputo trascina giornali e Tv nell'esaltazione involontaria dei barbari nasce il problema se continuare a far da spalla agli assassini o spegnere l'emozione in semplici informazioni. I media inglesi cominciano a sfumare gli insulti alle alte autorità. Ipocrisia del Cameron protetto come la DA CHE PARTE Come ai tempi delle Br, quando passò la linea del non pubblicare i comunicati dei brigatisti. Ma ora la sfida è globale degli spettatori. Allora allungano la tensione annun L'Isis e la stampa: dove finisce il reality horror rfi Maurizio Chierici NEL Alan Henning e il boia Ansa POLIGONO del Califfato isla regina Elisabetta. Chi trema, pazienza. Ogni volta torna il problema del testimoniare ogni verità non importa se la verità gonfia chi vuoi essere orribilmente gonfiato. Giornali e Tv ondivaghi anche negli anni delle Brigate rosse. Pubblicare i comunicati Br per salvare gli ostaggi minacciati di morte, o sdegnare il ricatto per confermare la dignità dello Stato? Il rapimento Moro divide partiti e giornali. Trattare? Andreotti e Pajetta, vecchio Pc: no a muso duro. Craxi quasi ci sta, mentre Paolo VI ricorda che ogni vita è una stella e nessuno ha diritto a spegnerla. Sciascia è d'accordo, ma non se la sente di chiamarli "uomini e donne delle Brigate rosse". Li considera ebeti illusi "da una rivoluzione destinata a fallire con l'aggravante che non esistono controrivoluzionari". I GIORNALI fanno muro: rifiutano i comunicati, "dispiace per la vita dell'ostaggio". Da Moro al giudice D'Urso. Solo Giuliano Zincone, direttore del Lavoro di Genova, rompe il diktat Rizzo\\-Corriere e dedica la prima pagina al messaggio dei deliranti. E da le dimissioni, felice d'aver salvato la vita al magistrato. McLuhan, guru della comunicazione Usa, consiglia di combattere il terrorismo col "buio totale nell'informazione". Ma l'italia è un piccolo stivale, adesso la sfida è globale e il dubbio non si scioglie: giornali e Tv devono tacere, rimpicciolire o emozionare i lettori con reality senza rivali? // Fotte Quotidiano ha fatto la sua scelta. it ico si combatte una strana guerra: bombardamenti inutili dal cielo, jihadisti scatenati a terra. Le bande di un Isiam immaginario sono consapevoli dell'indifferenza di chi sopporta altri pensieri e per inquietarli sconvolgono la cena delle famiglie accoccolate alla Tv; irrompono nelle prime pagine dei giornali per farle scoppiare di paura. Professionisti del terrore mediatico aggregati un anno fa alle bande di Al Baghdadi dopo l'alleanza clandestina col senatore repubblicano McCain scivolato in Siria (missione Cia) per organizzare coi "musulmani moderati" il fronte anti Assad. Dal Pakistan alle periferie di Londra arrivano ragazzi con le rabbie della generazione senza speranza. Cecchini di internet. Per sconvolgere l'impassibilità dei palazzi, le guerriglie devono far sapere dei loro trionfi e l'umiliazione degli infedeli. Se osserviamo la disperazione di chi sta per essere sgozzato si scopre l'artificio disumano di prove e riprove alle quali la vittima è obbligata. Messaggi d'addio recitati con una chiarezza che sfiora la noia; condannati a scandire le stesse parole fino a raggiungere l'effetto devastante del delitto più cuccato del mondo. I registi dell'horror-verità sono cresciuti nella tecnologia delle società distratte da emozioni che l'abitudine sovrappone. Primi due delitti in fotocopia consapevoli che la molla del thrilling si scarica nella passività ciando nome e cognome della vittima ventura. Famiglie che supplicano, governanti che EDITORIA Pag. 8

11 Estratto da pag. 1 Alessandro Sallusti LE BENEMERENZE Proposto I Ambrogino per i 40 anni del «Giornale» SiriapreilmatchsugliAmbrogi ni d'oro. Il presidente del consiglio comunale Basilio Rizzo hafissatopermercoledì 15 la scadenza ultima per depositare le candidature alle civiche benemerenze. Il giorno della premiazione, il 7 dicembre sul palco del teatro dal Verme, sarà preceduto da unanottata di liti e polemiche tra i capigruppo per arrivare alla rosa dei nomi, fa parte ormai della tradizione. I gruppi dunque hanno iniziato a raccogliere le idee e le proposte (anche dalla società civile) e spuntano già i primi nomi. Forza Italia ha già deciso di candidare // Giornale, per celebrare il nostro quotidiano nel quarantesimo anno dalla fondazione. E la proposta, ci dicono, è già partita con una sponda bipartisan: oltre alle firme della Lega, infatti, ha raccolto dall'altra parte della «barricata» quella del socialista Roberto Biscardini. «Speriamo di avere l'unanimità» confidano gli esponenti di Fi. Vedremo. Gli altri nomi. Tra le candidature azzurre c'è anche l'attrice Lucia Bosè, il leghista Alessandro Morelli propone gli inquilini delle case Aler di via Abbiati oppressi dagli occupanti abusivi («rappresentano il simbolo del degrado in città che la Lega vuole Da Fdi nasce la candidatura di Gabriele Specchi er, il vigile chestava lavorando con Nicolò Savarino e testimone della sua uccisione alla Bovisa, il 12 gennaio La Pd Rosaria Iardino rilancia, dopo il no dell'anno scorso, con lefamiglie Arcobaleno: «La proposta era stata respinta perché l'chica EDITORIA Pag. 9

12 Estratto da pag. 20 Giovanni Danielli DA IERI IN EDICOLA IN TUTTA ITALIA IL MAGAZINE DI EDITORIALE DOMUS Per il nuovo Ruoteclassiche la raccolta adv cresce del 78% rispetto a ottobre 2013 A supporto del lancio del nuovo magazine prevista una tiratura eccezionale di copie uoteclassiche, in edicola da ieri in tutta Italia, si rinnova dando nuovo vigore alla passione e all'autorevolezza che hanno contribuito a rendere il periodico di auto storiche di Editoriale Domus un esempio di successo da quasi 30 anni. Sotto la dirczione di David Giudici (dal numero di maggio 2014) il giornale è stato ripensato: grafica più fresca, sezioni ben definite e distinte, contenuti più ricchi, firme prestigiose del mondo del collezionismo e dello sport e nuove rubriche di utilità per i lettori. Chi prenderà in mano il nuovo Ruoteclassiche di ottobre, noterà in copertina un logo diverso, ispirato a quello del 'n.l' di novembre del 1987 e che recupera il rosso della 'passione'; oltre a una veste grafica inedita e contemporanea per dare maggiore impatto ai contenuti. Tra le novità editoriali più importanti, la sezione Ql --_._ " - -_.,. 'Storia e Costume'dove KUOTECLASSICHG ü nuovo Ruoteclassiche ^ 5«^i>^ _ ripercorre fatti, episodi e vita dei protagonisti che hanno scritto i capitoli più importanti dell'automobilismo e dello sport. Diventano un appuntamento fisso a inizio giornale le rubriche 'Motoring Art', 'Automobilia', 'Ruotine Classiche' e 'Libri'. Si allarga poi il panorama delle firme di prestigio grazie ai contributi di Arturo Merzario e Corrado Lopresto. L'ultima pagina del giornale è dedicata alle 'Classiche domani' dove la redazione seleziona tra le auto di attuale produzione quelle che potranno avere un futuro come storiche Le novità riguardano anche il versante on-line della testata www. ruoteclassiche.it con un rifacimento del sito coerente con la nuova impostazione grafica del mensile. News giornaliere e maggiore apertura al dialogo grazie all'integrazione dei social network Instagram, Facebook, Pinterest e Twitter. La nuova release del sito è online da ieri contestualmente all'uscita in edicola del nuovo numero. A rendere ancora più imperdibile l'appuntamento di ottobre è l'allegato 'Affari&Mercato': 100 pagine che raccolgono tutte le informazioni necessarie per fotografare l'andamento delle vendite negli ultimi 12 mesi e affiancare il collezionista nell'acquisto o nella gestione di un'auto storica. Questa iniziativa va ad aggiungersi ai di versi allegati editoriali offerti su tirature parziali del mensile - prezzo medio delle abbinate 10 euro - che registrano sempre un notevole interesse da parte dei lettori tanto da rappresentare il 20-25% di quanto venduto in edicola dal mensile. Ruoteclassiche nei primi otto mesi dell'anno ha registrato un trend positivo rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente con un incremento del diffuso totale del +25%, e un market share che si mantiene costantemente sopra il 70% del segmento. Anche la raccolta pubblicitaria mostra un andamento molto soddisfacente: il trend del 2014 registra un +18% rispetto allo stesso periodo del 2013 contro un dato di raccolta del mercato dei periodici che flette del -11% (Fonte Nielsen). Ottima la raccolta per il lancio del nuovo numero: + 78% rispetto a ottobre A supporto del lancio del nuovo Ruoteclassiche è stata prevista una tiratura eccezionale di copie. EDITORIA Pag. 10

13 Estratto da pag. 1 Bertelsmann acquista il gruppo Gruner+Jahr Pierluigi Magnaschi La casa editrice acquisita dovrà rinunciare ai fasti passati, a partire dalla sede centrale Bertelsmann piglia Gruner+Jahr Avrà il controllo totale di Stern e del 25% dello Spiegel da Berlino ROBERTO GIARDINA Dal 1 novembre non sarà più Gruner+Jahr, ma minus Jahr, intitola con ironia il portale web Meedia, il grande colpo che scuote il mondo dell'editoria tedesca. La Bertelsmann, la più grande casa editoriale europea, che deteneva già il 75%, ha annunciato ieri di aver rilevato anche il restante 25 detenuto dalla famiglia Jahr, antica dinastia di commercianti amburghesi con la passione per le riviste. Così la Bertelsmann avrà il controllo totale di Stern, e del 25% del pacchetto di Der Spiegel, in mano alla G+J. Un colpo per Julia Jäckel, a cui nell'aprile del 2013, a soli 41 anni, era stato affidato il comando della casa editrice che non riusciva a uscire da una crisi strisciante. Frau Julia ha dimostrato polso, ha preso decisioni drastiche, ma non ha guarito il malato. Appena tre settimane fa aveva licenziato il direttore di Stern, Dominik Wichmann, dopo neanche un anno, e nei giorni scorsi aveva annunciato di voler ridurre le varie redazioni di circa 400 unità, con un risparmio di 75 milioni di euro. Non è bastato. Non viene comunicata la cifra d'acquisto. Risale al 1969 la prima acquisizione da parte della Bertelsmann, con il 25%, poi la partecipazione era andata progressivamente aumentando. Già due anni fa, Bertelsmann aveva tentato di rilevare in toto la Gruner+Jahr, ma l'operazione era fallita in extremis. Che cosa avverrà adesso? La cura di dimagrimento continuerà, e sarà più drastica, ha lasciato capire Thomas Rabe, l'amministratore delegato della Bertelsmann. Bisognerà ridimensionare la «casa» rinunciando alla grandezza passata, a cominciare dal quartiere generale in pieno centro ad Amburgo. Una sede grandiosa non è più adatta ai nuovi tempi, le redazioni diventano più piccole, il digitale non richiede grandi spazi. L'eventuale vendita servirà a far cassa. Si parla della sede per far capire che le diverse redazioni dovranno essere più efficienti con meno personale. A G+J, oltre a Stern appartengono mensili come Capital e Geo, e diversi femminili, come Gala e Brigitte. Le riviste fanno comodo, dice Rabe, alla Bertlesmann, editrice di libri e proprietaria di una tv. I vari reparti potranno ricevere notevole impulso dalla collaborazione. A Julia Jäckel potrà andare la dirczione del settore digitale: è esperta ed ha sempre sostenuto in G+J la necessità di unire tutte le redazioni del cartaceo e dell'online, incontrando resistenza da parte dei redattori di Stern, altro settimanale in difficoltà: dal milione e centomila copie di 15 anni fa, anno dopo anno, si è arrivati a poco più di 800 mila. La Bertelsmann, con oltre lil mila dipendenti, ha un fatturato di 10 miliardi e 600 milioni di euro, e un attivo di 870 milioni. I dipendenti della G+J sono poco meno di 11 mila, e il giro Thomas Rabe Julia Jäckel d'affari nel 2013 ha superato di poco i 2 miliardi, con una perdita di 11 milioni di euro. Ma le tirature scendono per tutte le testate, insieme con gli introiti pubblicitàit. La crisi generale e la rivoluzione dell'online hanno colpito in modo più duro i settimanali, e i periodici non specializzati. Per fronteggiare la tv e la rete, i quotidiani hanno invaso il campo dei settimanali, che finiscono per giungere in ritardo e sono costretti a resistere con inchieste e approfondimenti che però richiedono investimenti sempre più impegnativi. «Desidero una casa più snella e più semplice da dirigere», dichiara Rabe, che assicura di non voler rivendere la G+J dopo il risanamento, e di non voler neanche cedere la quota di Spiegel. Anche se la rivista leader tedesca EDITORIA Pag. 11

14 Estratto da pag. 1 Pierluigi Magnaschi continua a dibattersi tra vari problemi. La redazione continua a contestare il direttore Wolfgang Büchner, e a bloccare la ristrutturazione che prevede la fusione di cartaceo e online. I giornalisti possiedono il 50,5 delle azioni e sono dunque in grado di porre il loro veto: una situazione che Bertelsmann dovrà continuare a subire. EDITORIA Pag. 12

15 Estratto da pag. 20 Pierluigi Magnaschi CHESSIDICE IN VIALE DELL'EDITORIA Valzer di direttori nei quotidiani locali del Gruppo Espresso. Roberto Bernabò, attuale direttore del Tirreno di Livorno, è il nuovo direttore editoriale dei 18 giornali Finegil. Al Tirreno sarà sostituito da Omar Monestier, oggi alla guida del Messaggero Veneto di Udine. Al suo posto diventa direttore Tommaso derno, firma dell'espresso di cui negli ultimi tempi ha guidato il settore Attualità. Le nomine saranno operative dal 20 ottobre. Record dì accessi per Sky Go. La visione dei canali Sky in mobilità, ovvero Sky Go, ha toccato domenica 5 ottobre il record di 420 mila accessi giornalieri (non conteggiati, per ora, da Auditel). Motivo? Beh, c'è da supporre che la Formula 1 da Suzuka e Juve-Roma abbiano dato il loro fondamentale contributo. Peraltro il big match di Torino, su Sky in diretta tv, ha avuto una audience di telespettatori. Gruppo Radio NumberOne, la raccolta a Pk. Il gruppo radiofonico, che fa capo all'editore bergamasco Sergio Gervasoni e che ha recentemente completato l'acquisizione di Radio Nostalgia da Bmi spa - Gruppo La Stampa, ha affidato la raccolta pubblicitaria, per ogni sua emittente, dei clienti locali di Piemonte, Liguria e Valle d'aosta. Il Giornalino compie 90 anni. È nato nel 1924 e anche oggi il settimanale per ragazzi del gruppo di Famiglia Cristiana ribadisce la sua intenzione di «educare divertendo» ma con alcune novità a partire da 68 pagine a colori e una tiratura di 60 mila copie settimanali per 51 numeri l'anno. Ruoteclassiche al resty ling. Ruoteclassiche si rinnova e sotto la dirczione di David Giudici, alla guida del mensile dal numero di maggio 2014, la testata dell'editoriale Domus è stato ripensato con una grafica più fresca, sezioni e rubriche nuove. Gazzetta.it, astabenefica di cimeli sportivi. Gazzetta..it, grazieallapartnership con la piattaforma online di aste benefiche CharityStars, da vita a un'operazione benefica ospitando in una sezione del sito le aste di cimeli sportivi (charitystars. gazzetta.it). EDITORIA Pag. 13

16 Estratto da pag. 31 Roberto Napoletano Ipo. Anna Gatti nominata tra gli indipendenti Rai Way completa il cda in vista della quotazione Celestina Domi nelli ROMA In vista della quotazione, che i vertici contano di condurre a traguardo per metà novembre, RaiWay completa il nuovo consiglio di amministrazione che entrerà in carica il primo giorno di avvio delle negoziazioni. Ieri, infatti, come anticipato dal Sole 24 Ore, l'assemblea dei soci della controllata di Viale Mazzini che gestisce infrastrutture e impianti di trasmissione, ha nominato il quarto consigliere indipendente. Si tratta di Anna Gatti che, si legge nel comunicato diffuso dalla società, «vanta consolidate competenze nel mondo delle tecnologie e telecomunicazioni e combina esperienze in aziende multinazionali quali Google/You tube, Skype/Microsoft e iniziative di start-up quali MyQube e Soshoma, di cui è cofondatrice e ceo». Gatti va ad affiancarsi agli altri tre indipendenti che erano stati nominati a metà settembre (Joyce Bigio, Fabio Colasanti e Patrizio Messina) al fianco dell'ad Stefano Ciccotti, del neopresidente Camillo Rossotto e del consigliere non esecutivo Salvatore Lo Giudice. Con la designazione di Gatti, la società ha così scelto di adeguarsi volontariamente alle nuove norme sulle quote rose nei consigli di amministrazione e di controllo delle società pubbliche costituite in Italia. In un primo momento, la scelta era caduta su Patrizia Grieco, attuale presidente dell'enel, ma la candidatura della manager era chiaramente incompatibile visto il ruolo che ricopre nel colosso elettrico controllato dal Mef, come la Rai a cui fa capo la società guidata da Ciccotti. Nei giorni scorsi, poi (si veda ilsole24), è arrivato in gazzetta ufficiale anche il decreto della presidenza del Consiglio che autorizza l'apertura del capitale della controllata di Viale Mazzini attraverso un'offerta pubblica di vendita indicata come l'opzione numero uno. Se non ci saranno intoppi dell'ultima ora, il via libera di Consob e Borsa Italiana dovrebbe arrivare nell'ultima decade di ottobre. Poi, a stretto giro, scatterebbero l'offerta e, contestualmente, il road show a cui stanno lavorando le banche (i global coordinator sono Banca Imi, Credit Suisse e Mediobanca, assistiti dai legali di Clifford Chance, mentre Leonardo & Co e lo studio Bonelli Erede Pappalardo agiscono come advisor finanziario e legale della società), che hannogià sondato informalmente diversi investitori istituzionali, anche oltreconfine. RIPRODUZIONE RISERVATA EDITORIA Pag. 14

17 Estratto da pag. 1 Tv2000, una tv per tutti anche per i non credenti Pierluigi Magnaschi Tre nuovi direttori e un mandato: non basta dire viva il Papa. Alla ricerca di nuovi ricavi 1V2000 racconta la Chiesa che fa Ruffini: sarà una tv per tutti, anche per i non credenti DI ANDREA SECCHI Vertici azzerati, tre nuovi direttori e un mandato: non sia la tv del «viva la chiesa» ma della chiesa che fa. Così, fra maggio e giugno di quest'anno, i vescovi della Cei hanno voluto dare una nuova impronta a Tv2000 e a oggi qualcosa è stato fatto ma molto è di là da venire: «I programmi cambieranno tutti o quasi tutti. Però la tv è fatta di fasce orarie e pubblici affezionati, non butteremo a mare tutto quel che siamo», racconta il neodirettore editoriale Paolo Ruffini, storico dirigente di Rai 3 e poi a La7. Tv2000 è la tv dei vescovi, o meglio «della chiesa», come corregge Ruffini. Un canale «non commerciale», perché nella scelta del palinsesto non segue le logiche della raccolta pubblicitaria (anche se gli spot sono benvenuti) quanto quelle del messaggio da trasmettere, grazie soprattutto all'appoggio finanziario della Cei, che ogni anno mette a disposizione una trentina di milioni per appianare i conti. Ma qual è stato il mandato dei vescovi? «Dobbiamo cercare di fare una tv che nel suo guardare il mondo con gli occhi di maggio da Ruffini. In contemporanea con quest'ultimo è entrato anche il direttore del tg, Lucio Brunelli, a lungo vaticanista del Tg2 e conoscenza di Papa Francesco. Poi, a giugno, è stata la volta del direttore generale di Rete Blu, la società a cui fa capo Tv2000, Lorenzo Serra, che ha sostituito Marco Guglielmi. I tre, insieme con il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, hanno poi partecipato a un incontro con il segretario generale della Cei, monsignor Nunzio Galantino, che li ha esortati share dell'1,56% a luglio fra le 7 e le 9 e dell'1,23% tra le 18 e le 20,30, un orario quest'ultimo piuttosto difficile su cui competere. A sovrintendere alla macchina organizzativa un direttore generale, Serra, che arriva dal mondo delle utilities (Acque potabili Siciliane e Aiga-Iren Group, fra gli altri), anche se era già nel cda di Tv2000. L'esperienza nelle utilities non deve suonare strana: Ty2000 non ha un'ottica completamente pubblica ma nemmeno privata traendo dalla pubblicità 1-1,5 milionidänin di euro contro i 30raol milioni che arrivano dalla Cei: «Ci sono molte differenze fra i due settori ma anche similitudini: in entrambi i casi c'è un terzo beneficiario di queste attività, qui il telespettatore, là il cittadino. Cercheremo di adottare le best practice di quel mondo che non appartengono alla tv», dice Serra. Nonostante non ci sia stata una variazione di budget, il d.g. parla della possibilità di incrementare la raccolta pub chi crede lo racconti in un modo che anche chi non crede possa trovare interessante», dice Ruffini. «Una tv per chiunque e contemporanea, sia nel linguaggio televisivo sia nell'oggetto della narrazione, che non parli d'altro ma delle cose che sono al centro delle nostre vite». La rivoluzione accennata risale alla prima metà di quest'anno: a febbraio era uscito Dino Boffo, direttore di rete sostituito temporaneamente da monsignor Francesco Ceriotti e poi a blicitaria, anche grazie alla nuova programmazione, così come dell'esplorazione di nuove fonti di ricavi: «Penso che programmi che raccontano la vita quotidiana e religiosa possano avere spazio per essere utilizzati da altre emittenti», dice Serra. «Ma anche con i grandi gruppi che si riconoscono in determinati valori si può collaborare in maniera diversa, dalle coproduzioni alle sponsorizzazioni. Senza contare che Tv2000 fa parte di una realtà ampia, Corallo, a cui EDITORIA Pag. 15

18 Estratto da pag. 1 Pierluigi Magnaschi aderiscono 150/180 emittenti tv locali, legate in qualche modo a realtà cattoliche. Possiamo rafforzare la collaborazione che già c'è e arrivare a una sorta di rete-syndacation». Ma fare la tv della chiesa significa avere più vincoli che in passato? «L'unico vero vincolo per un direttore ovunque si trovi», risponde Ruffini, «è il mandato ricevuto. Chi è l'editore e qual è il senso di quell'avventura. In Tv2000 riscontro il più grande grado di libertà perché è chiara la sua identità». EDITORIA Pag. 16

19 Estratto da pag. 1 Pierluigi Magnaschi Edilizia sociale, fondi non utilizzati In cassa ci sono 2 miliardi, ma in quattro anni si sono spesi solo 252 mln (di cui 36 per spese di gestione) In cassa ci sono 2 miliardi, ma in quattro anni si sono spesi solo 252 mln (di cui 36 per spese di gestione) Lo Stato chiede i risparmi previdenziali dei professionisti per rilanciare l'economia. Ma poi non li sfrutta come potrebbe. Come è accaduto fino ad oggi con il Fondo investimenti per l'abitare (Fia) per l'edilizia privata sociale, promosso e gestito da Cassa depositi e prestiti. Su oltre 2 miliardi disponibili, di cui circa 170 deliberati dalle Casse di previdenza autonome, il Fia ne ha utilizzati dal invito dal ministero dell'economia a mettere 2010 ad oggi appena euro, così mano al portafogli. In attesa dei dettagli utilizzati: 214,2 mln per investimenti e 36,8 mln operativi, che saranno inseriti all'interno della per spese di gestione. Insomma, poco più del prossima legge di Stabilità, ItaliaOggi ha 10%. Tuttavia, nonostante l'ingente somma già esaminato l'ultima semestrale del Fondo chiuso deliberata da soggetti istituzionali, il Governo ha per capire come sono state utilizzate le risorse messo in cantiere un nuovo Fondo Crescita da richiamate. Marino a pag miliardi e alle Casse è arrivato un nuovo nuovo Fondo Crescita da 3-5 miliardi e alle Casse è arrivato un nuovo Lo stato chiede agli enti previdenziali risorse per il Fondo Crescita, ma li ha già in cassa Social housing, 1,8 mid a riposo Su 2 mld il Fondo per l'abitare ha utilizzato solo 250 mln DI IGNAZTO MARINO U stato chiede i risparmi irevidenziali dei proìssionisti per rilanciae l'economia. Ma una volta ottenuti non li sfrutta come potrebbe. Come è accaduto fino ad oggi con il Fondo investimenti per l'abitare (Fia) per l'edilizia privata sociale, promosso e gestito da Cassa depositi e prestiti (società per azioni a controllo pubblico). Su oltre 2 miliardi disponibili, di cui almeno 165 deliberati dalle Casse di previdenza autonome, il Fia ha utilizzato dal 2010 a oggi appena euro, così ripartiti: 214,2 mln per investimenti e 36,8 mln per spese di gestione. Insomma, poco più del 10%. Tuttavia, nonostante l'ingente somma già deliberata da soggetti istituzionali, il Governo ha messo in cantiere un nuovo Fondo Crescita da 3-5 miliardi (come anticipato da ItahaOggi del 31/7/2014) e alle Casse è arrivato un nuovo invito dal ministero dell'economia guidato da Pier Carlo Padoan a mettere mano al portafogli. In attesa dei dettagli operativi, che saranno inseriti all'interno della prossima legge di stabilità, ItaliaOggi ha esaminato l'ultima semestrale del Fondo chiuso per capire come sono state utilizzate le risorse richiamate. La nascita del Fia. L'11 dicembre 2009, durante un pranzo organizzato dall'allora ministro dell'economia Giulio Tremonti, alla presenza dei colleghi di governo Maurizio Sacconi (Lavoro) e Altero Matteoli (Infrastrutture), il governo chiede a tutti i presidenti delle Casse di previdenza dei liberi professionisti di aderire al nascente Fondo Investimenti per l'abitare con una parte degli avanzi di gestione. Nel 2010 parte la sottoscrizione delle quote per arrivare a una dotazione di circa 2 miliardi (uno di questi sottoscritto da Cassa depositi e prestiti, 140 milioni dal ministero delle infrastrutture e dei trasporti e 888 milioni da parte di gruppi bancari e assicurativi e di casse di previdenza privata) da «investire nel settore dell'edilizia privata sociale per incrementare sul territorio liberi professionisti di aderire al nascente Fondo Investimenti per l'abitare con una parte degli avanzi di gestione. Nel 2010 parte la sottoscrizione delle quote per arrivare a una dotazione di circa 2 miliardi (uno di questi sottoscritto da Cassa depositi e prestiti, 140 milioni dal ministero delle infrastrutture e dei trasporti e 888 milioni da parte di gruppi bancari e assicurativi e di casse di previdenza privata) da «investire nel settore dell'edilizia privata sociale per incrementare sul territorio colleghi di governo Maurizio privata sociale per incrementare Sacconi (Lavoro) e Altero sul territorio Matteoli (Infrastrutture), il italiano l'offerta di alloggi sociali governo chiede a tutti i per la locazione a canone presidenti delle Casse di calmierato e la vendita a prezzi previdenza dei liberi convenzionati, a supporto e professionisti di aderire al integrazione delle politiche di nascente Fondo Investimenti settore dello stato e degli enti per l'abitare con una parte locali. L'obiettivo era ed è degli avanzi di gestione. Nel realizzare case a costi accessibili, 2010 parte la sottoscrizione destinate alle famiglie non in delle quote per arrivare a una grado di soddisfare sul mercato dotazione di circa 2 miliardi le proprie esigenze abitative, ma (uno di questi sottoscritto da con redditi superiori a quelli che Cassa depositi e prestiti, 140 danno diritto alle assegnazioni milioni dal ministero delle dell'edilizia residenziale infrastrutture e dei trasporti e pubblica». Il fondo ha una durata 888 milioni da parte di gruppi di 35 anni. Quanto fatto fino a bancari e assicurativi e di casse oggi. Dall'ultima relazione di previdenza privata) da semestrale del fondo al 30 «investire nel settore giugno 2014 si apprende che le iniziative di housing sociale in dell'edilizia cantiere o già completate dai fondi locali oggetto di investimento ORGANISMI DI SETTORE Pag. 17

20 Estratto da pag. 1 Pierluigi Magnaschi del Fia sono 55 e prevedono complessivamente la realizzazione di circa alloggi e di circa posti letto in residenze temporanee o studentesche. Gli alloggi completati sono 1.439, di cui assegnati (pari all'88%): 768 in locazione a lungo termine, 136 in locazione con l'opzione di acquisto, 157 in vendita convenzionata. Gli alloggi in corso di realizzazione sono circa e quelli in fase di avvio In linea generale Cassa depositi e prestiti valuta l'opportunità d'investimento dal rendimento obiettivo pari al 3% oltre l'inflazione, sebbene per operazioni con un mix funzionale fortemente orientât» al social housing possano essere considerati rendimenti a vita intera inferiori, fermo restando il limite del 2% oltre l'inflazione che si ricorda essere il rendimento obiettivo del Fia. Il regolamento di gestione del Fia prevede che gli investimenti nei fondi target siano realizzati entro il 2017, termine del periodo di richiamo degli impegni di sottoscrizione. E se, a fronte dell'andamento a rilento del Fondo comune, le casse di previdenza come gli altri investitori volessero uscire da questo investimento? Il valore nominale della quota, all'atto dell'emissione, era di euro Al 30 giugno 2014 (ultima rilevazione ufficiale) tale valore è sceso ad euro ,28 (-12,6%) euro* euro* Quote sottoscrìtte in totale II Fondo Investimenti per l'abitare Quote sottoscrìtte in totale Ammontare richiamato Quote sottoscrìtte euro* euro* Agenti di commercio (Enasarco) Architetti e ingegneri (Inarcassa) Avvocati (Cassa forense) Consulenti del lavoro (Enpacl) Dottori commercialisti (Cnpdac) Dottori agronomi e forestali, chimici, geologi, attuari (Epap) Farmacisti (Enpaf) Geometri (Cipag) Infermieri (Enpapi) Medici e odontoiatri (Enpam) Notai (Cassa notariato) Psicologi (Enpap) Periti industriali (Eppi) Ragionieri (Cnpr) in totale Ammontare richiamato Quote sottoscrìtte euro* euro* Agenti di commercio (Enasarco) Architetti e ingegneri (Inarcassa) Avvocati (Cassa forense) Consulenti del lavoro (Enpacl) Dottori commercialisti (Cnpdac) Dottori agronomi e forestali, chimici, geologi, attuari (Epap) Farmacisti (Enpaf) Geometri (Cipag) Infermieri (Enpapi) Medici e odontoiatri II contributo dato degli enti di previdenza** 50 milioni di euro Nessuna sottoscrizione Nessuna sottoscrizione 8 milioni di euro 20 milioni di euro Nessuna sottoscrizione Nessuna sottoscrizione 25 milioni di euro 25 milioni di euro 5 milioni di euro 30 milioni di euro Nessuna sottoscrizione 5 milioni di euro Nessuna sottoscrizione Nessuna sottoscrizione (Enpam) Notai (Cassa notariato) Psicologi (Enpap) Periti industriali (Eppi) Ragionieri (Cnpr) in totale Ammontare richiamato Quote sottoscrìtte euro* euro* Agenti di commercio (Enasarco) Architetti e ingegneri (Inarcassa) Avvocati (Cassa forense) Consulenti del lavoro (Enpacl) Dottori commercialisti (Cnpdac) Dottori agrono euro i e forestali, euro euro chimici, geologi, attuari (Ep euro euro euro euro euro p) Farmacisti (Enpaf) Geometri (Cipag) Infermieri (Enpapi) Medici e od * al 30/06/2014 come da relazione semestrale ** Dati forniti dalle Casse di previdenza ntoiatri II contributo dato degli enti di previdenza** 50 milioni di euro Nessuna sott ORGANISMI DI SETTORE Pag. 18

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS

LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS Milano, 29 gennaio 2014 LETTERA AGLI AZIONISTI E AI PARTNER DI DIGITAL MAGICS Carissimi Azionisti e Partner, Il 2013 per noi è stato un anno entusiasmante. Abbiamo completato con successo il nostro progetto

Dettagli

Rassegna del 20/04/2015

Rassegna del 20/04/2015 Rassegna del 20/04/2015 LAVORO 20/04/2015 Corriere della Sera Voucher più facili per pagare le colf - Voucher fino a 7 mila euro per pagare colf e badanti 20/04/2015 Corriere della Sera Economia 20/04/2015

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3 non statuto REGOLAMENTO pagina 2 di 5 Articolo 1 Natura e Sede 3 Articolo 2 Durata. 3 Articolo 3 - Contrassegno 3 Articolo 4 Oggetto e finalità 3 Articolo 5 Adesione al MoVimento 4 Articolo 6 Finanziamento

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura ABBONATI RIVISTE ONLINE! TROVA AZIENDE EDILBOX CONTATTI HOME NEWS! AZIENDE ECONOMIA EDILIZIA IMMOBILI APPUNTAMENTI! LEGGI & NORME Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura CERCA

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI La Parrocchia Art. 1. La parrocchia è una persona giuridica pubblica, costituita con decreto dell Ordinario Diocesano (can. 515,3 ), riconosciuta

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI FORUM PA 2014 Roma, 27 maggio 2014 CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI PERCHÉ UNA P.A. DI TUTTI HA BISOGNO DI TUTTI 1 - TRASPARENZA 2.0 Per render conto ai cittadini Garantire l'accessibilità totale Siamo

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli