Rassegna Stampa. Martedì 07 Ottobre 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna Stampa. Martedì 07 Ottobre 2014"

Transcript

1 Rassegna Stampa 07 Ottobre 2014

2 Sommario Testata Data Pag. Titolo p. 1. EDITORIA Sole 24 Ore (Il) 29 Editoria - Rcs: «Diversi soggetti interessati alle radio» (R. Fi.) Corriere della Sera 33 Rcs, Jovane: «Buona accoglienza per il nuovo Corriere della Sera» Italia Oggi 21 Jovane: diversi interlocutori interessati a Finelco 3 Corriere della Sera 31 Seat Pg, si tratta per lo sconto sulla sanzione da 2,4 miliardi (Gerevini Mario) Corriere della Sera 27 Chat e testi per la scuola digitale 5 Pubblicità Italia Today 18 Gruppo Espresso: cambi di poltrone per i quotidiani locali Fatto Quotidiano (Il) 6 Casaleggio fa una nuova previsione sulla fine dei giornali Fatto Quotidiano (Il) 18 Chierici - L'Isis e la stampa: dove finisce il reality horror? (Chierici Maurizio) Giornale (il) - ed. Milano Pubblicità Italia Today 1 Proposto l'ambrogino per i 40 anni del «Giornale» (Campo Chiara) 20 Per il nuovo Ruoteclassiche la raccolta adv cresce del 78% rispetto a ottobre 2013 Italia Oggi 1 Bertelsmann piglia Gruner+Jahr (Giardina Roberto) 11 Italia Oggi 20 Chessidice in viale dell'editoria 13 Sole 24 Ore (Il) 31 Ipo - Rai Way completa il cda in vista della quotazione (Dominelli Celestina) Italia Oggi 1 TV2000 racconta la Chiesa che fa (Secchi Andrea) ORGANISMI DI SETTORE Italia Oggi 1 Social housing, 1,8 mld a riposo (Marino Ignazio) NUOVE TECNOLOGIE QN 28 Facebook - Allo studio i pagamenti online con Messenger 4. FIEG - WEB Prima Comunicazione Online 06/10/ Abolizione del finanziamento pubblico all'editoria: mercoledì 8 l'audizione di Fnsi-Fieg alla Camera ASCA.it 06/10/ Mercoledì audizioni Fieg e Fnsi su abolizione fondi a editoria TWOSIDES Gazzetta del Sud - ed. Catanzaro 32 Campagna "Naturalmente io amo la carta" 22

3 Estratto da pag. 29 Roberto Napoletano Editoria. Le strategie dell'ad Scott Jovane Rcs: «Diversi soggetti t^-h^7 interessati alle radio» Rcs ha «diversi interlocutori» interessati alle radio Finelco, ovvero RiO5, Virgin Radio e Radio Montecarlo. E se sul fronte delle cessioni «non ci sono grosse novità», come ha spiegato ieri l'amministratore delegato Pietro Scott Jovane, è pur vero che dopo l'accordo sul debito con le banche di quest'estate il gruppo ha più tempo, settembre 2015, per raggiungere il target di dismissioni da 250 milioni di euro, realizzato al momento per 150 milioni. Ciò non significa che si arriverà fino al termine: «Può darsi che il tempo in più invece ci permetta di vendere negli stessi tempi ma meglio», ha chiarito Jovane. Nelle cessioni, Rcs ha «tre dossier aperti». Il più noto è quello delle radio, «ma c'è anche la cartellonistica di IgdDecaux e la parte televisiva in Spa gna», ha ricordato Jovane. Quanto alle voci di fusione tra Vocento ela controllata Rcs Unidad, Jovane ancora una volta non ha commentato ribadendo che le attività in Spagna sono state ritenute strategiche: «Sono core». Per il resto il gruppo continua a lavorare sul fronte del business. Il restyling del Corriere della Sera, con il nuovo formato che ha debuttato il 24 settembre «sta andando bene - ha detto il manager- ha avuto buona accoglienza, abbiamo avuto un ottimo feedback con i lettori». Infine, ieri Rcs ha proposto alla scuola MyStudio, ambiente integrato per la didattica digitale in cui studenti e docenti possono interagire attraverso lo strumento digitale. R. Fi. RIPRODUZIONE RISERVATA EDITORIA Pag. 1

4 Estratto da pag. 33 Ferruccio de Bortoli Rcs, Jovane: «Buona accoglienza per il nuovo Corriere della Sera» D restyling del Corriere della Sera con il nuovo formato «sta andando bene, ha avuto buona accoglienza, abbiamo avuto un ottimo feedback con i lettori». Lo ha detto ieri Pietro Scott Jovane, amministratore delegato di Rcs Mediagroup, editore del quotidiano di via Solferino, a margine della presentazione del Giro d'italia. Sulle cessioni il top manager ha detto che lo slittamento dei termini al settembre 2015 connesso alla revisione degli accordi sul debito non porterà necessariamente a tempi più lunghi: «Può darsi che ci permetta di vendere negli stessi tempi, ma meglio», n gruppo sulle dismissioni ha tre dossier aperti. Per le radio Finelco (Rios, Virgin e Radio Montecarlo) Rcs ha «diversi interlocutori». Ci sono poi «la cartellonistica di IgdDecaux e in Spagna la parte tv». Le attività editoriali nella penisola iberica sono invece «considerate "core"». Jovane ha poi confermato per l'autunno il trasferimento della Gazzetta dello Sport in via Rizzoli, dove la sede «viene predisposta per una redazione multimediale e interattiva». RIPRODUZIONE RISERVATA RIPRODUZIONE RISERVATA EDITORIA Pag. 2

5 Estratto da pag. 21 Pierluigi Magnaschi Jovane: diversi interlocutori interessati a Finelco Ci sono «diversi interlocutori» interessati a Finelco, la società partecipata da Rcs cui fanno capo le radio 105, Virgin e Montecarlo. A sostenerlo è stato ieri l'amministratore delegato del gruppo editoriale, Pietro Scott Jovane, a margine della presentazione del Giro d'italia. Lo slittamento del termine per le cessioni da fine 2014 al 30 settembre 2015, connesso alla revisione dei termini per il rimborso del debito, non porterà necessariamente a un allungamento dei tempi: «Può darsi che il tempo hi più ci permetta di vendere negli stessi tempi, ma meglio», ha detto Jovane. I dossier aperti, ha ricordato, sono tre: oltre alle radio, ci sono «la cartellonistica di Igp Decaux e la parte televisiva hi Spagna». L'obiettivo per Rcs è cedere attività non strategiche per 250 milioni di euro entro i pruni nove mesi del prossimo anno. Di questi, 150 milioni sono già stati raccolti, principalmente grazie alla vendita della sede di via Solferino. ha ribadito l'a.d. del gruppo. Quanto alla proposta di acquisto di El Mando annunciata dall'ex storico direttore, Pedro Ramirez, nulla enarrivato sul tavolo della società. «È rimasta su Twitter, che è una bellissima piattaforma ma», ha aggiunto Jovane, «non è usata dalla comunità finanziaria per transazioni di natura partecipativa». Infine è stata positiva, secondo Jovane, la reazione dei lettori al nuovo formato del Corriere della Sera, lanciato a fine settembre: «Sta andando bene, ha avuto buona accoglienza», ha concluso l'a.d. del gruppo editoriale. EDITORIA Pag. 3

6 Estratto da pag. 31 Ferruccio de Bortoli Seat Pg, si tratta per lo sconto sulla sanzione da 2,4 miliardi La società punta a transare con i destinatari dell'azione di responsabilità La Consob accende un faro sulle consulenze a Giliberti, il ruolo dei soci MILANO Pochi maledetti e subito o una ricchissima incognita futura? E' su questo crinale che si sta muovendo una riservata trattativa tra Seat Pagine Gialle e i destinatari dell'azione di responsabilità da 2,4 miliardi votata a marzo dall'assemblea dei soci. D tavolo legale ha lo scopo di arrivare a una transazione. D consiglio di amministrazione delle Pagine Gialle, in scadenza di mandato, non ha fretta se non quella dettata dal perseguire l'interesse della società. Per gli ex manager e i fondi di private equity l'obiettivo è abbassare il sipario su una vicenda che intacca reputazione e portafoglio. E magari mandare un segnale alla Procura di Torino che sta indagando sulla passata gestione. La cifra in gioco nel tentativo di conciliazione è ben lontana del danno quantificato da una perizia. Cioè i famosi 2,4 miliardi di patrimonio «bruciato», secondo Seat, quando il gruppo era gestito da consigli espressi dai fondi di private equity (Cvc, Investitori Associati, Permira, Bc Partners). L'azione di risarcimento era stata approvata da un'assemblea a marzo e notificata a 17 ex consiglieri, tra cui l'ex presidente Enrico Giliberti, l'ex amministratore delegato Luca Majocchi e molti big della finanza. Contatti e negoziato si sviluppano sostanzialmente su due tavoli: con le persone fisiche e con i fondi. Anche se le prime erano espressione dei secondi questo non significa che gli interessi oggi siano coincidenti. Le indagini patrimoniali sui 25 milioni di euro il paracadute di cui godono gli ex consiglieri di Seat Pagine Gialle: 20 milioni più 5 di spese legali milioni di euro il paracadute di cui godono gli ex consiglieri di Seat Pagine Gialle: 20 milioni più 5 di spese legali EDITORIA Pag. 4

7 Estratto da pag. 27 Ferruccio de Bortoli Chat e testi per la scuola digitale L'ambiente integrato «Mystudio» con tutti i manuali Rcs Registro elettronico, esercitazioni personalizzate, libri di testo digitali, chat per scambiarsi consigli ed opinioni, lezioni interattive: sono solo alcune delle possibilità che offre MyStudio, il primo ambiente integrato per la didattica digitale lanciato dal gruppo Rcs. Gli studenti di tutte le età dalla scuola elementare fino alle superiori potranno, semplicemente registrandosi su Rcs Education, entrare nella versione «virtuale» della propria scuola, interagendo con professori e compagni di classe e condividendo con loro dubbi e approfondimenti. I docenti, a loro volta, potranno usare la piattaforma come un'estensione dell'aula al di là degli orari scolastici, mettendo on line calendari, piani di studio, lezioni, esercitazioni, e colloquiando con i ragazzi e le ragazze anche singolarmente. MyStudio, che è accessibile da Pc e Mac, e da tablet ios e Android, è una sorta di «mondo protetto» dove insegnanti e studenti possono incontrarsi senza le incognite del web, e soprattutto dove le classi possono condividere materiali e discussioni al riparo di occhi indiscreti. Non è il primo esperimento di questo tipo: moltissime scuole 2.0, soprattutto licei, utilizzano già piattaforme interattive simili. Ma Mystudio prova ad offrire qualcosa in più: mette a disposizione tutti i libri di testo Rcs, in versione digitale interattiva, e permette di accedere a Mosaico, il primo motore di ricerca semantica per il mondo della scuola: un'enciclopedia a portata di clic. Va. San. RIPRODUZIONE RISERVATA L'iniziativa Tra i servizi offerti anche il registro elettronico e le esercitazioni EDITORIA Pag. 5

8 Estratto da pag. 18 Giovanni Danielli BERNABÒ DIRETTORE EDITORIALE DE118 GIORNALI FINEGIL GRUPPO ESPRESSO: CAMBI DI POLTRONE PER I QUOTIDIANI LOCALI Nomine nei quotidiani locali del Gruppo Espresso Roberto Bernabò, attuale direttore del Tirreno di Livorno, e il nuovo direttore editoriale dei 18 giornali Finegil Nuovo direttore del Tirreno e Omar Monestier, attualmente alla guida del Messaggero Veneto di Udine Al suo posto diventa direttore Tommaso Cerno, firma dell'espresso di cui negli ultimi tempi ha guidato il settore Attualità Le nomine saranno operative da lunedì 20 ottobre EDITORIA Pag. 6

9 Estratto da pag. 6 Antonio Padellaro asaleggio fa una nuova previsione SUL BLOG DI BEPPE GRILLO Gianroberto Casaleggio si esercita nuovamente sul filone della chiusura dei quotidiani. "La fine dei giornali è una delle cose più prevedibili del nostro futuro, gli unici che non lo sanno ancora sono i giornalisti. Si tratta solo di stabilire la data del decesso che da Stato a Stato varia tra i 5 e i 10 anni. Ma in Italia come avverrà?". Stima una tempistica: quelli ad "Alto rischio" (estin zione dal 2015): II Foglio, Europa, La Padania, II Secolo d'italia. Quelli a "Medio rischio (estinzione dal 2017): // Fatto Quotidiano, Italia Oggi, Libero, II Mattino, II Centro. E "Basso rischio" (estinzione dal 2018): La Gazzetta dello Sport, II Sole 24 Ore, Corriere della Sera, Repubblica. Sul Fatto il guru MSS aveva già previsto che sarebbe finito poco dopo la sua pubblicazione. La previsione ci portò bene. EDITORIA Pag. 7

10 Estratto da pag. 18 Antonio Padellaro ciando nome e cognome della vittima ventura. Famiglie che supplicano, governanti che non resistono al ricatto, opinione pubblica divisa. La guerra si allarga ai media, giornalisti al fronte anche se tranquilli in redazione. Impossibile non informare sulla crudeltà delle bande nere, strazio di madri e padri, commozione diplomatica dei politici. Appena il gioco risaputo trascina giornali e Tv nell'esaltazione involontaria dei barbari nasce il problema se continuare a far da spalla agli assassini o spegnere l'emozione in semplici informazioni. I media inglesi cominciano a sfumare gli insulti alle alte autorità. Ipocrisia del Cameron protetto come la L'Isis e la stampa: dove finisce il reality horror NOI E LORO L'Isis e la stampa: dove finisce il reality horror rfi Maurizio Chierici NEL POLIGONO del Califfato islamico si combatte una strana guerra: bombardamenti inutili dal cielo, jihadisti scatenati a terra. Le bande di un Isiam immaginario sono consapevoli dell'indifferenza di chi sopporta altri pensieri e per inquietarli sconvolgono la cena delle famiglie accoccolate alla Tv; irrompono nelle prime pagine dei giornali per farle scoppiare di paura. Professionisti del terrore mediatico aggregati un anno fa alle bande di Al Baghdadi dopo l'alleanza clandestina col senatore repubblicano McCain scivolato in Siria (missione Cia) per organizzare coi "musulmani moderati" il fronte anti Assad. Dal Pakistan alle periferie di Londra arrivano ragazzi con le rabbie della generazione senza speranza. Cecchini di internet. Per sconvolgere l'impassibilità dei palazzi, le guerriglie devono far sapere dei loro trionfi e l'umiliazione degli infedeli. Se osserviamo la disperazione di chi sta per essere sgozzato si scopre l'artificio disumano di prove e riprove alle quali la vittima è obbligata. Messaggi d'addio recitati con una chiarezza che sfiora la noia; condannati a scandire le stesse parole fino a raggiungere l'effetto devastante del delitto più cuccato del mondo. I registi dell'horror-verità sono cresciuti nella tecnologia delle società distratte da emozioni che l'abitudine sovrappone. Primi due delitti in fotocopia consapevoli che la molla del thrilling si scarica nella passività degli spettatori. Allora allungano la tensione annun L'Isis e la stampa: dove finisce il reality horror rfi Maurizio Chierici NEL POLIGONO del Califfato islamico si combatte una strana guerra: bombardamenti inutili dal cielo, jihadisti scatenati a terra. Le bande di un Isiam immaginario sono consapevoli dell'indifferenza di chi sopporta altri pensieri e per inquietarli sconvolgono la cena delle famiglie accoccolate alla Tv; irrompono nelle prime pagine dei giornali per farle scoppiare di paura. Professionisti del terrore mediatico aggregati un anno fa alle bande di Al Baghdadi dopo l'alleanza clandestina col senatore repubblicano McCain scivolato in Siria (missione Cia) per organizzare coi "musulmani moderati" il fronte anti Assad. Dal Pakistan alle periferie di Londra arrivano ragazzi con le rabbie della generazione senza speranza. Cecchini di internet. Per sconvolgere l'impassibilità dei palazzi, le guerriglie devono far sapere dei loro trionfi e l'umiliazione degli infedeli. Se osserviamo la disperazione di chi sta per essere sgozzato si scopre l'artificio disumano di prove e riprove alle quali la vittima è obbligata. Messaggi d'addio recitati con una chiarezza che sfiora la noia; condannati a scandire le stesse parole fino a raggiungere l'effetto devastante del delitto più cuccato del mondo. I registi dell'horror-verità sono cresciuti nella tecnologia delle società distratte da emozioni che l'abitudine sovrappone. Primi due delitti in fotocopia consapevoli che la molla del thrilling si scarica nella passività ciando nome e cognome della vittima ventura. Famiglie che supplicano, governanti che non resistono al ricatto, opinione pubblica divisa. La guerra si allarga ai media, giornalisti al fronte anche se tranquilli in redazione. Impossibile non informare sulla crudeltà delle bande nere, strazio di madri e padri, commozione diplomatica dei politici. Appena il gioco risaputo trascina giornali e Tv nell'esaltazione involontaria dei barbari nasce il problema se continuare a far da spalla agli assassini o spegnere l'emozione in semplici informazioni. I media inglesi cominciano a sfumare gli insulti alle alte autorità. Ipocrisia del Cameron protetto come la DA CHE PARTE Come ai tempi delle Br, quando passò la linea del non pubblicare i comunicati dei brigatisti. Ma ora la sfida è globale degli spettatori. Allora allungano la tensione annun L'Isis e la stampa: dove finisce il reality horror rfi Maurizio Chierici NEL Alan Henning e il boia Ansa POLIGONO del Califfato isla regina Elisabetta. Chi trema, pazienza. Ogni volta torna il problema del testimoniare ogni verità non importa se la verità gonfia chi vuoi essere orribilmente gonfiato. Giornali e Tv ondivaghi anche negli anni delle Brigate rosse. Pubblicare i comunicati Br per salvare gli ostaggi minacciati di morte, o sdegnare il ricatto per confermare la dignità dello Stato? Il rapimento Moro divide partiti e giornali. Trattare? Andreotti e Pajetta, vecchio Pc: no a muso duro. Craxi quasi ci sta, mentre Paolo VI ricorda che ogni vita è una stella e nessuno ha diritto a spegnerla. Sciascia è d'accordo, ma non se la sente di chiamarli "uomini e donne delle Brigate rosse". Li considera ebeti illusi "da una rivoluzione destinata a fallire con l'aggravante che non esistono controrivoluzionari". I GIORNALI fanno muro: rifiutano i comunicati, "dispiace per la vita dell'ostaggio". Da Moro al giudice D'Urso. Solo Giuliano Zincone, direttore del Lavoro di Genova, rompe il diktat Rizzo\\-Corriere e dedica la prima pagina al messaggio dei deliranti. E da le dimissioni, felice d'aver salvato la vita al magistrato. McLuhan, guru della comunicazione Usa, consiglia di combattere il terrorismo col "buio totale nell'informazione". Ma l'italia è un piccolo stivale, adesso la sfida è globale e il dubbio non si scioglie: giornali e Tv devono tacere, rimpicciolire o emozionare i lettori con reality senza rivali? // Fotte Quotidiano ha fatto la sua scelta. it ico si combatte una strana guerra: bombardamenti inutili dal cielo, jihadisti scatenati a terra. Le bande di un Isiam immaginario sono consapevoli dell'indifferenza di chi sopporta altri pensieri e per inquietarli sconvolgono la cena delle famiglie accoccolate alla Tv; irrompono nelle prime pagine dei giornali per farle scoppiare di paura. Professionisti del terrore mediatico aggregati un anno fa alle bande di Al Baghdadi dopo l'alleanza clandestina col senatore repubblicano McCain scivolato in Siria (missione Cia) per organizzare coi "musulmani moderati" il fronte anti Assad. Dal Pakistan alle periferie di Londra arrivano ragazzi con le rabbie della generazione senza speranza. Cecchini di internet. Per sconvolgere l'impassibilità dei palazzi, le guerriglie devono far sapere dei loro trionfi e l'umiliazione degli infedeli. Se osserviamo la disperazione di chi sta per essere sgozzato si scopre l'artificio disumano di prove e riprove alle quali la vittima è obbligata. Messaggi d'addio recitati con una chiarezza che sfiora la noia; condannati a scandire le stesse parole fino a raggiungere l'effetto devastante del delitto più cuccato del mondo. I registi dell'horror-verità sono cresciuti nella tecnologia delle società distratte da emozioni che l'abitudine sovrappone. Primi due delitti in fotocopia consapevoli che la molla del thrilling si scarica nella passività ciando nome e cognome della vittima ventura. Famiglie che supplicano, governanti che EDITORIA Pag. 8

11 Estratto da pag. 1 Alessandro Sallusti LE BENEMERENZE Proposto I Ambrogino per i 40 anni del «Giornale» SiriapreilmatchsugliAmbrogi ni d'oro. Il presidente del consiglio comunale Basilio Rizzo hafissatopermercoledì 15 la scadenza ultima per depositare le candidature alle civiche benemerenze. Il giorno della premiazione, il 7 dicembre sul palco del teatro dal Verme, sarà preceduto da unanottata di liti e polemiche tra i capigruppo per arrivare alla rosa dei nomi, fa parte ormai della tradizione. I gruppi dunque hanno iniziato a raccogliere le idee e le proposte (anche dalla società civile) e spuntano già i primi nomi. Forza Italia ha già deciso di candidare // Giornale, per celebrare il nostro quotidiano nel quarantesimo anno dalla fondazione. E la proposta, ci dicono, è già partita con una sponda bipartisan: oltre alle firme della Lega, infatti, ha raccolto dall'altra parte della «barricata» quella del socialista Roberto Biscardini. «Speriamo di avere l'unanimità» confidano gli esponenti di Fi. Vedremo. Gli altri nomi. Tra le candidature azzurre c'è anche l'attrice Lucia Bosè, il leghista Alessandro Morelli propone gli inquilini delle case Aler di via Abbiati oppressi dagli occupanti abusivi («rappresentano il simbolo del degrado in città che la Lega vuole Da Fdi nasce la candidatura di Gabriele Specchi er, il vigile chestava lavorando con Nicolò Savarino e testimone della sua uccisione alla Bovisa, il 12 gennaio La Pd Rosaria Iardino rilancia, dopo il no dell'anno scorso, con lefamiglie Arcobaleno: «La proposta era stata respinta perché l'chica EDITORIA Pag. 9

12 Estratto da pag. 20 Giovanni Danielli DA IERI IN EDICOLA IN TUTTA ITALIA IL MAGAZINE DI EDITORIALE DOMUS Per il nuovo Ruoteclassiche la raccolta adv cresce del 78% rispetto a ottobre 2013 A supporto del lancio del nuovo magazine prevista una tiratura eccezionale di copie uoteclassiche, in edicola da ieri in tutta Italia, si rinnova dando nuovo vigore alla passione e all'autorevolezza che hanno contribuito a rendere il periodico di auto storiche di Editoriale Domus un esempio di successo da quasi 30 anni. Sotto la dirczione di David Giudici (dal numero di maggio 2014) il giornale è stato ripensato: grafica più fresca, sezioni ben definite e distinte, contenuti più ricchi, firme prestigiose del mondo del collezionismo e dello sport e nuove rubriche di utilità per i lettori. Chi prenderà in mano il nuovo Ruoteclassiche di ottobre, noterà in copertina un logo diverso, ispirato a quello del 'n.l' di novembre del 1987 e che recupera il rosso della 'passione'; oltre a una veste grafica inedita e contemporanea per dare maggiore impatto ai contenuti. Tra le novità editoriali più importanti, la sezione Ql --_._ " - -_.,. 'Storia e Costume'dove KUOTECLASSICHG ü nuovo Ruoteclassiche ^ 5«^i>^ _ ripercorre fatti, episodi e vita dei protagonisti che hanno scritto i capitoli più importanti dell'automobilismo e dello sport. Diventano un appuntamento fisso a inizio giornale le rubriche 'Motoring Art', 'Automobilia', 'Ruotine Classiche' e 'Libri'. Si allarga poi il panorama delle firme di prestigio grazie ai contributi di Arturo Merzario e Corrado Lopresto. L'ultima pagina del giornale è dedicata alle 'Classiche domani' dove la redazione seleziona tra le auto di attuale produzione quelle che potranno avere un futuro come storiche Le novità riguardano anche il versante on-line della testata www. ruoteclassiche.it con un rifacimento del sito coerente con la nuova impostazione grafica del mensile. News giornaliere e maggiore apertura al dialogo grazie all'integrazione dei social network Instagram, Facebook, Pinterest e Twitter. La nuova release del sito è online da ieri contestualmente all'uscita in edicola del nuovo numero. A rendere ancora più imperdibile l'appuntamento di ottobre è l'allegato 'Affari&Mercato': 100 pagine che raccolgono tutte le informazioni necessarie per fotografare l'andamento delle vendite negli ultimi 12 mesi e affiancare il collezionista nell'acquisto o nella gestione di un'auto storica. Questa iniziativa va ad aggiungersi ai di versi allegati editoriali offerti su tirature parziali del mensile - prezzo medio delle abbinate 10 euro - che registrano sempre un notevole interesse da parte dei lettori tanto da rappresentare il 20-25% di quanto venduto in edicola dal mensile. Ruoteclassiche nei primi otto mesi dell'anno ha registrato un trend positivo rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente con un incremento del diffuso totale del +25%, e un market share che si mantiene costantemente sopra il 70% del segmento. Anche la raccolta pubblicitaria mostra un andamento molto soddisfacente: il trend del 2014 registra un +18% rispetto allo stesso periodo del 2013 contro un dato di raccolta del mercato dei periodici che flette del -11% (Fonte Nielsen). Ottima la raccolta per il lancio del nuovo numero: + 78% rispetto a ottobre A supporto del lancio del nuovo Ruoteclassiche è stata prevista una tiratura eccezionale di copie. EDITORIA Pag. 10

13 Estratto da pag. 1 Bertelsmann acquista il gruppo Gruner+Jahr Pierluigi Magnaschi La casa editrice acquisita dovrà rinunciare ai fasti passati, a partire dalla sede centrale Bertelsmann piglia Gruner+Jahr Avrà il controllo totale di Stern e del 25% dello Spiegel da Berlino ROBERTO GIARDINA Dal 1 novembre non sarà più Gruner+Jahr, ma minus Jahr, intitola con ironia il portale web Meedia, il grande colpo che scuote il mondo dell'editoria tedesca. La Bertelsmann, la più grande casa editoriale europea, che deteneva già il 75%, ha annunciato ieri di aver rilevato anche il restante 25 detenuto dalla famiglia Jahr, antica dinastia di commercianti amburghesi con la passione per le riviste. Così la Bertelsmann avrà il controllo totale di Stern, e del 25% del pacchetto di Der Spiegel, in mano alla G+J. Un colpo per Julia Jäckel, a cui nell'aprile del 2013, a soli 41 anni, era stato affidato il comando della casa editrice che non riusciva a uscire da una crisi strisciante. Frau Julia ha dimostrato polso, ha preso decisioni drastiche, ma non ha guarito il malato. Appena tre settimane fa aveva licenziato il direttore di Stern, Dominik Wichmann, dopo neanche un anno, e nei giorni scorsi aveva annunciato di voler ridurre le varie redazioni di circa 400 unità, con un risparmio di 75 milioni di euro. Non è bastato. Non viene comunicata la cifra d'acquisto. Risale al 1969 la prima acquisizione da parte della Bertelsmann, con il 25%, poi la partecipazione era andata progressivamente aumentando. Già due anni fa, Bertelsmann aveva tentato di rilevare in toto la Gruner+Jahr, ma l'operazione era fallita in extremis. Che cosa avverrà adesso? La cura di dimagrimento continuerà, e sarà più drastica, ha lasciato capire Thomas Rabe, l'amministratore delegato della Bertelsmann. Bisognerà ridimensionare la «casa» rinunciando alla grandezza passata, a cominciare dal quartiere generale in pieno centro ad Amburgo. Una sede grandiosa non è più adatta ai nuovi tempi, le redazioni diventano più piccole, il digitale non richiede grandi spazi. L'eventuale vendita servirà a far cassa. Si parla della sede per far capire che le diverse redazioni dovranno essere più efficienti con meno personale. A G+J, oltre a Stern appartengono mensili come Capital e Geo, e diversi femminili, come Gala e Brigitte. Le riviste fanno comodo, dice Rabe, alla Bertlesmann, editrice di libri e proprietaria di una tv. I vari reparti potranno ricevere notevole impulso dalla collaborazione. A Julia Jäckel potrà andare la dirczione del settore digitale: è esperta ed ha sempre sostenuto in G+J la necessità di unire tutte le redazioni del cartaceo e dell'online, incontrando resistenza da parte dei redattori di Stern, altro settimanale in difficoltà: dal milione e centomila copie di 15 anni fa, anno dopo anno, si è arrivati a poco più di 800 mila. La Bertelsmann, con oltre lil mila dipendenti, ha un fatturato di 10 miliardi e 600 milioni di euro, e un attivo di 870 milioni. I dipendenti della G+J sono poco meno di 11 mila, e il giro Thomas Rabe Julia Jäckel d'affari nel 2013 ha superato di poco i 2 miliardi, con una perdita di 11 milioni di euro. Ma le tirature scendono per tutte le testate, insieme con gli introiti pubblicitàit. La crisi generale e la rivoluzione dell'online hanno colpito in modo più duro i settimanali, e i periodici non specializzati. Per fronteggiare la tv e la rete, i quotidiani hanno invaso il campo dei settimanali, che finiscono per giungere in ritardo e sono costretti a resistere con inchieste e approfondimenti che però richiedono investimenti sempre più impegnativi. «Desidero una casa più snella e più semplice da dirigere», dichiara Rabe, che assicura di non voler rivendere la G+J dopo il risanamento, e di non voler neanche cedere la quota di Spiegel. Anche se la rivista leader tedesca EDITORIA Pag. 11

14 Estratto da pag. 1 Pierluigi Magnaschi continua a dibattersi tra vari problemi. La redazione continua a contestare il direttore Wolfgang Büchner, e a bloccare la ristrutturazione che prevede la fusione di cartaceo e online. I giornalisti possiedono il 50,5 delle azioni e sono dunque in grado di porre il loro veto: una situazione che Bertelsmann dovrà continuare a subire. EDITORIA Pag. 12

15 Estratto da pag. 20 Pierluigi Magnaschi CHESSIDICE IN VIALE DELL'EDITORIA Valzer di direttori nei quotidiani locali del Gruppo Espresso. Roberto Bernabò, attuale direttore del Tirreno di Livorno, è il nuovo direttore editoriale dei 18 giornali Finegil. Al Tirreno sarà sostituito da Omar Monestier, oggi alla guida del Messaggero Veneto di Udine. Al suo posto diventa direttore Tommaso derno, firma dell'espresso di cui negli ultimi tempi ha guidato il settore Attualità. Le nomine saranno operative dal 20 ottobre. Record dì accessi per Sky Go. La visione dei canali Sky in mobilità, ovvero Sky Go, ha toccato domenica 5 ottobre il record di 420 mila accessi giornalieri (non conteggiati, per ora, da Auditel). Motivo? Beh, c'è da supporre che la Formula 1 da Suzuka e Juve-Roma abbiano dato il loro fondamentale contributo. Peraltro il big match di Torino, su Sky in diretta tv, ha avuto una audience di telespettatori. Gruppo Radio NumberOne, la raccolta a Pk. Il gruppo radiofonico, che fa capo all'editore bergamasco Sergio Gervasoni e che ha recentemente completato l'acquisizione di Radio Nostalgia da Bmi spa - Gruppo La Stampa, ha affidato la raccolta pubblicitaria, per ogni sua emittente, dei clienti locali di Piemonte, Liguria e Valle d'aosta. Il Giornalino compie 90 anni. È nato nel 1924 e anche oggi il settimanale per ragazzi del gruppo di Famiglia Cristiana ribadisce la sua intenzione di «educare divertendo» ma con alcune novità a partire da 68 pagine a colori e una tiratura di 60 mila copie settimanali per 51 numeri l'anno. Ruoteclassiche al resty ling. Ruoteclassiche si rinnova e sotto la dirczione di David Giudici, alla guida del mensile dal numero di maggio 2014, la testata dell'editoriale Domus è stato ripensato con una grafica più fresca, sezioni e rubriche nuove. Gazzetta.it, astabenefica di cimeli sportivi. Gazzetta..it, grazieallapartnership con la piattaforma online di aste benefiche CharityStars, da vita a un'operazione benefica ospitando in una sezione del sito le aste di cimeli sportivi (charitystars. gazzetta.it). EDITORIA Pag. 13

16 Estratto da pag. 31 Roberto Napoletano Ipo. Anna Gatti nominata tra gli indipendenti Rai Way completa il cda in vista della quotazione Celestina Domi nelli ROMA In vista della quotazione, che i vertici contano di condurre a traguardo per metà novembre, RaiWay completa il nuovo consiglio di amministrazione che entrerà in carica il primo giorno di avvio delle negoziazioni. Ieri, infatti, come anticipato dal Sole 24 Ore, l'assemblea dei soci della controllata di Viale Mazzini che gestisce infrastrutture e impianti di trasmissione, ha nominato il quarto consigliere indipendente. Si tratta di Anna Gatti che, si legge nel comunicato diffuso dalla società, «vanta consolidate competenze nel mondo delle tecnologie e telecomunicazioni e combina esperienze in aziende multinazionali quali Google/You tube, Skype/Microsoft e iniziative di start-up quali MyQube e Soshoma, di cui è cofondatrice e ceo». Gatti va ad affiancarsi agli altri tre indipendenti che erano stati nominati a metà settembre (Joyce Bigio, Fabio Colasanti e Patrizio Messina) al fianco dell'ad Stefano Ciccotti, del neopresidente Camillo Rossotto e del consigliere non esecutivo Salvatore Lo Giudice. Con la designazione di Gatti, la società ha così scelto di adeguarsi volontariamente alle nuove norme sulle quote rose nei consigli di amministrazione e di controllo delle società pubbliche costituite in Italia. In un primo momento, la scelta era caduta su Patrizia Grieco, attuale presidente dell'enel, ma la candidatura della manager era chiaramente incompatibile visto il ruolo che ricopre nel colosso elettrico controllato dal Mef, come la Rai a cui fa capo la società guidata da Ciccotti. Nei giorni scorsi, poi (si veda ilsole24), è arrivato in gazzetta ufficiale anche il decreto della presidenza del Consiglio che autorizza l'apertura del capitale della controllata di Viale Mazzini attraverso un'offerta pubblica di vendita indicata come l'opzione numero uno. Se non ci saranno intoppi dell'ultima ora, il via libera di Consob e Borsa Italiana dovrebbe arrivare nell'ultima decade di ottobre. Poi, a stretto giro, scatterebbero l'offerta e, contestualmente, il road show a cui stanno lavorando le banche (i global coordinator sono Banca Imi, Credit Suisse e Mediobanca, assistiti dai legali di Clifford Chance, mentre Leonardo & Co e lo studio Bonelli Erede Pappalardo agiscono come advisor finanziario e legale della società), che hannogià sondato informalmente diversi investitori istituzionali, anche oltreconfine. RIPRODUZIONE RISERVATA EDITORIA Pag. 14

17 Estratto da pag. 1 Tv2000, una tv per tutti anche per i non credenti Pierluigi Magnaschi Tre nuovi direttori e un mandato: non basta dire viva il Papa. Alla ricerca di nuovi ricavi 1V2000 racconta la Chiesa che fa Ruffini: sarà una tv per tutti, anche per i non credenti DI ANDREA SECCHI Vertici azzerati, tre nuovi direttori e un mandato: non sia la tv del «viva la chiesa» ma della chiesa che fa. Così, fra maggio e giugno di quest'anno, i vescovi della Cei hanno voluto dare una nuova impronta a Tv2000 e a oggi qualcosa è stato fatto ma molto è di là da venire: «I programmi cambieranno tutti o quasi tutti. Però la tv è fatta di fasce orarie e pubblici affezionati, non butteremo a mare tutto quel che siamo», racconta il neodirettore editoriale Paolo Ruffini, storico dirigente di Rai 3 e poi a La7. Tv2000 è la tv dei vescovi, o meglio «della chiesa», come corregge Ruffini. Un canale «non commerciale», perché nella scelta del palinsesto non segue le logiche della raccolta pubblicitaria (anche se gli spot sono benvenuti) quanto quelle del messaggio da trasmettere, grazie soprattutto all'appoggio finanziario della Cei, che ogni anno mette a disposizione una trentina di milioni per appianare i conti. Ma qual è stato il mandato dei vescovi? «Dobbiamo cercare di fare una tv che nel suo guardare il mondo con gli occhi di maggio da Ruffini. In contemporanea con quest'ultimo è entrato anche il direttore del tg, Lucio Brunelli, a lungo vaticanista del Tg2 e conoscenza di Papa Francesco. Poi, a giugno, è stata la volta del direttore generale di Rete Blu, la società a cui fa capo Tv2000, Lorenzo Serra, che ha sostituito Marco Guglielmi. I tre, insieme con il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, hanno poi partecipato a un incontro con il segretario generale della Cei, monsignor Nunzio Galantino, che li ha esortati share dell'1,56% a luglio fra le 7 e le 9 e dell'1,23% tra le 18 e le 20,30, un orario quest'ultimo piuttosto difficile su cui competere. A sovrintendere alla macchina organizzativa un direttore generale, Serra, che arriva dal mondo delle utilities (Acque potabili Siciliane e Aiga-Iren Group, fra gli altri), anche se era già nel cda di Tv2000. L'esperienza nelle utilities non deve suonare strana: Ty2000 non ha un'ottica completamente pubblica ma nemmeno privata traendo dalla pubblicità 1-1,5 milionidänin di euro contro i 30raol milioni che arrivano dalla Cei: «Ci sono molte differenze fra i due settori ma anche similitudini: in entrambi i casi c'è un terzo beneficiario di queste attività, qui il telespettatore, là il cittadino. Cercheremo di adottare le best practice di quel mondo che non appartengono alla tv», dice Serra. Nonostante non ci sia stata una variazione di budget, il d.g. parla della possibilità di incrementare la raccolta pub chi crede lo racconti in un modo che anche chi non crede possa trovare interessante», dice Ruffini. «Una tv per chiunque e contemporanea, sia nel linguaggio televisivo sia nell'oggetto della narrazione, che non parli d'altro ma delle cose che sono al centro delle nostre vite». La rivoluzione accennata risale alla prima metà di quest'anno: a febbraio era uscito Dino Boffo, direttore di rete sostituito temporaneamente da monsignor Francesco Ceriotti e poi a blicitaria, anche grazie alla nuova programmazione, così come dell'esplorazione di nuove fonti di ricavi: «Penso che programmi che raccontano la vita quotidiana e religiosa possano avere spazio per essere utilizzati da altre emittenti», dice Serra. «Ma anche con i grandi gruppi che si riconoscono in determinati valori si può collaborare in maniera diversa, dalle coproduzioni alle sponsorizzazioni. Senza contare che Tv2000 fa parte di una realtà ampia, Corallo, a cui EDITORIA Pag. 15

18 Estratto da pag. 1 Pierluigi Magnaschi aderiscono 150/180 emittenti tv locali, legate in qualche modo a realtà cattoliche. Possiamo rafforzare la collaborazione che già c'è e arrivare a una sorta di rete-syndacation». Ma fare la tv della chiesa significa avere più vincoli che in passato? «L'unico vero vincolo per un direttore ovunque si trovi», risponde Ruffini, «è il mandato ricevuto. Chi è l'editore e qual è il senso di quell'avventura. In Tv2000 riscontro il più grande grado di libertà perché è chiara la sua identità». EDITORIA Pag. 16

19 Estratto da pag. 1 Pierluigi Magnaschi Edilizia sociale, fondi non utilizzati In cassa ci sono 2 miliardi, ma in quattro anni si sono spesi solo 252 mln (di cui 36 per spese di gestione) In cassa ci sono 2 miliardi, ma in quattro anni si sono spesi solo 252 mln (di cui 36 per spese di gestione) Lo Stato chiede i risparmi previdenziali dei professionisti per rilanciare l'economia. Ma poi non li sfrutta come potrebbe. Come è accaduto fino ad oggi con il Fondo investimenti per l'abitare (Fia) per l'edilizia privata sociale, promosso e gestito da Cassa depositi e prestiti. Su oltre 2 miliardi disponibili, di cui circa 170 deliberati dalle Casse di previdenza autonome, il Fia ne ha utilizzati dal invito dal ministero dell'economia a mettere 2010 ad oggi appena euro, così mano al portafogli. In attesa dei dettagli utilizzati: 214,2 mln per investimenti e 36,8 mln operativi, che saranno inseriti all'interno della per spese di gestione. Insomma, poco più del prossima legge di Stabilità, ItaliaOggi ha 10%. Tuttavia, nonostante l'ingente somma già esaminato l'ultima semestrale del Fondo chiuso deliberata da soggetti istituzionali, il Governo ha per capire come sono state utilizzate le risorse messo in cantiere un nuovo Fondo Crescita da richiamate. Marino a pag miliardi e alle Casse è arrivato un nuovo nuovo Fondo Crescita da 3-5 miliardi e alle Casse è arrivato un nuovo Lo stato chiede agli enti previdenziali risorse per il Fondo Crescita, ma li ha già in cassa Social housing, 1,8 mid a riposo Su 2 mld il Fondo per l'abitare ha utilizzato solo 250 mln DI IGNAZTO MARINO U stato chiede i risparmi irevidenziali dei proìssionisti per rilanciae l'economia. Ma una volta ottenuti non li sfrutta come potrebbe. Come è accaduto fino ad oggi con il Fondo investimenti per l'abitare (Fia) per l'edilizia privata sociale, promosso e gestito da Cassa depositi e prestiti (società per azioni a controllo pubblico). Su oltre 2 miliardi disponibili, di cui almeno 165 deliberati dalle Casse di previdenza autonome, il Fia ha utilizzato dal 2010 a oggi appena euro, così ripartiti: 214,2 mln per investimenti e 36,8 mln per spese di gestione. Insomma, poco più del 10%. Tuttavia, nonostante l'ingente somma già deliberata da soggetti istituzionali, il Governo ha messo in cantiere un nuovo Fondo Crescita da 3-5 miliardi (come anticipato da ItahaOggi del 31/7/2014) e alle Casse è arrivato un nuovo invito dal ministero dell'economia guidato da Pier Carlo Padoan a mettere mano al portafogli. In attesa dei dettagli operativi, che saranno inseriti all'interno della prossima legge di stabilità, ItaliaOggi ha esaminato l'ultima semestrale del Fondo chiuso per capire come sono state utilizzate le risorse richiamate. La nascita del Fia. L'11 dicembre 2009, durante un pranzo organizzato dall'allora ministro dell'economia Giulio Tremonti, alla presenza dei colleghi di governo Maurizio Sacconi (Lavoro) e Altero Matteoli (Infrastrutture), il governo chiede a tutti i presidenti delle Casse di previdenza dei liberi professionisti di aderire al nascente Fondo Investimenti per l'abitare con una parte degli avanzi di gestione. Nel 2010 parte la sottoscrizione delle quote per arrivare a una dotazione di circa 2 miliardi (uno di questi sottoscritto da Cassa depositi e prestiti, 140 milioni dal ministero delle infrastrutture e dei trasporti e 888 milioni da parte di gruppi bancari e assicurativi e di casse di previdenza privata) da «investire nel settore dell'edilizia privata sociale per incrementare sul territorio liberi professionisti di aderire al nascente Fondo Investimenti per l'abitare con una parte degli avanzi di gestione. Nel 2010 parte la sottoscrizione delle quote per arrivare a una dotazione di circa 2 miliardi (uno di questi sottoscritto da Cassa depositi e prestiti, 140 milioni dal ministero delle infrastrutture e dei trasporti e 888 milioni da parte di gruppi bancari e assicurativi e di casse di previdenza privata) da «investire nel settore dell'edilizia privata sociale per incrementare sul territorio colleghi di governo Maurizio privata sociale per incrementare Sacconi (Lavoro) e Altero sul territorio Matteoli (Infrastrutture), il italiano l'offerta di alloggi sociali governo chiede a tutti i per la locazione a canone presidenti delle Casse di calmierato e la vendita a prezzi previdenza dei liberi convenzionati, a supporto e professionisti di aderire al integrazione delle politiche di nascente Fondo Investimenti settore dello stato e degli enti per l'abitare con una parte locali. L'obiettivo era ed è degli avanzi di gestione. Nel realizzare case a costi accessibili, 2010 parte la sottoscrizione destinate alle famiglie non in delle quote per arrivare a una grado di soddisfare sul mercato dotazione di circa 2 miliardi le proprie esigenze abitative, ma (uno di questi sottoscritto da con redditi superiori a quelli che Cassa depositi e prestiti, 140 danno diritto alle assegnazioni milioni dal ministero delle dell'edilizia residenziale infrastrutture e dei trasporti e pubblica». Il fondo ha una durata 888 milioni da parte di gruppi di 35 anni. Quanto fatto fino a bancari e assicurativi e di casse oggi. Dall'ultima relazione di previdenza privata) da semestrale del fondo al 30 «investire nel settore giugno 2014 si apprende che le iniziative di housing sociale in dell'edilizia cantiere o già completate dai fondi locali oggetto di investimento ORGANISMI DI SETTORE Pag. 17

20 Estratto da pag. 1 Pierluigi Magnaschi del Fia sono 55 e prevedono complessivamente la realizzazione di circa alloggi e di circa posti letto in residenze temporanee o studentesche. Gli alloggi completati sono 1.439, di cui assegnati (pari all'88%): 768 in locazione a lungo termine, 136 in locazione con l'opzione di acquisto, 157 in vendita convenzionata. Gli alloggi in corso di realizzazione sono circa e quelli in fase di avvio In linea generale Cassa depositi e prestiti valuta l'opportunità d'investimento dal rendimento obiettivo pari al 3% oltre l'inflazione, sebbene per operazioni con un mix funzionale fortemente orientât» al social housing possano essere considerati rendimenti a vita intera inferiori, fermo restando il limite del 2% oltre l'inflazione che si ricorda essere il rendimento obiettivo del Fia. Il regolamento di gestione del Fia prevede che gli investimenti nei fondi target siano realizzati entro il 2017, termine del periodo di richiamo degli impegni di sottoscrizione. E se, a fronte dell'andamento a rilento del Fondo comune, le casse di previdenza come gli altri investitori volessero uscire da questo investimento? Il valore nominale della quota, all'atto dell'emissione, era di euro Al 30 giugno 2014 (ultima rilevazione ufficiale) tale valore è sceso ad euro ,28 (-12,6%) euro* euro* Quote sottoscrìtte in totale II Fondo Investimenti per l'abitare Quote sottoscrìtte in totale Ammontare richiamato Quote sottoscrìtte euro* euro* Agenti di commercio (Enasarco) Architetti e ingegneri (Inarcassa) Avvocati (Cassa forense) Consulenti del lavoro (Enpacl) Dottori commercialisti (Cnpdac) Dottori agronomi e forestali, chimici, geologi, attuari (Epap) Farmacisti (Enpaf) Geometri (Cipag) Infermieri (Enpapi) Medici e odontoiatri (Enpam) Notai (Cassa notariato) Psicologi (Enpap) Periti industriali (Eppi) Ragionieri (Cnpr) in totale Ammontare richiamato Quote sottoscrìtte euro* euro* Agenti di commercio (Enasarco) Architetti e ingegneri (Inarcassa) Avvocati (Cassa forense) Consulenti del lavoro (Enpacl) Dottori commercialisti (Cnpdac) Dottori agronomi e forestali, chimici, geologi, attuari (Epap) Farmacisti (Enpaf) Geometri (Cipag) Infermieri (Enpapi) Medici e odontoiatri II contributo dato degli enti di previdenza** 50 milioni di euro Nessuna sottoscrizione Nessuna sottoscrizione 8 milioni di euro 20 milioni di euro Nessuna sottoscrizione Nessuna sottoscrizione 25 milioni di euro 25 milioni di euro 5 milioni di euro 30 milioni di euro Nessuna sottoscrizione 5 milioni di euro Nessuna sottoscrizione Nessuna sottoscrizione (Enpam) Notai (Cassa notariato) Psicologi (Enpap) Periti industriali (Eppi) Ragionieri (Cnpr) in totale Ammontare richiamato Quote sottoscrìtte euro* euro* Agenti di commercio (Enasarco) Architetti e ingegneri (Inarcassa) Avvocati (Cassa forense) Consulenti del lavoro (Enpacl) Dottori commercialisti (Cnpdac) Dottori agrono euro i e forestali, euro euro chimici, geologi, attuari (Ep euro euro euro euro euro p) Farmacisti (Enpaf) Geometri (Cipag) Infermieri (Enpapi) Medici e od * al 30/06/2014 come da relazione semestrale ** Dati forniti dalle Casse di previdenza ntoiatri II contributo dato degli enti di previdenza** 50 milioni di euro Nessuna sott ORGANISMI DI SETTORE Pag. 18

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012 Monitor semestrale Internet in Italia I semestre 2012 Luglio 2012 Indice Premessa Pag. 2 Sintesi Pag. 3 Le dimensioni complessive del mercato Pag. 6 L offerta e l audience di Rai Pag. 11 Rai nel contesto

Dettagli

Rassegna Stampa. Giovedì 23 Gennaio 2014

Rassegna Stampa. Giovedì 23 Gennaio 2014 Rassegna Stampa 23 Gennaio 2014 Sommario Testata Data Pag. Titolo p. 1. Fondi pensione MF mercati finanziari 1 Dalla sanità un assist al mattone (Messia Anna) 1 2. Previdenza Sole 24 Ore (Il) 23 Le cartelle

Dettagli

MASS MEDIA IN ITALIA: ISTRUZIONI PER L USO

MASS MEDIA IN ITALIA: ISTRUZIONI PER L USO CULTURA ITALIANA CONTEMPORANEA MODULO 4. MASS MEDIA IN ITALIA: ISTRUZIONI PER L USO Arianna Alessandro ariannaalessandro@um.es BLOCCO 1. I mezzi di comunicazione nell Italia contemporanea: panoramica attuale

Dettagli

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro.

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro. Normalmente si usa la parola giornale per una pubblicazione quotidiana dove si trovano le notizie del giorno. In un senso più largo però, questa parola si usa anche per pubblicazioni settimanali, quindicinali

Dettagli

culturama Invito Ufficiale raccontare mondo politica blog giornalismo idee commenti bellezzala stampa cultura LUISS Il Festival dell Informazione a

culturama Invito Ufficiale raccontare mondo politica blog giornalismo idee commenti bellezzala stampa cultura LUISS Il Festival dell Informazione a arta atira bellezzala stampa comunicazione mondo omande risposte oggi e domani tweets raccontare informazione sport commenti cultura giornalismo media politica blog esteri idee internet 1011 APRILE 2015

Dettagli

Company Profile. www.irtop.com

Company Profile. www.irtop.com Company Profile www.irtop.com 2 > Valori > Mission > Profilo > Obiettivi > Servizi di consulenza > Track record > Pubblicazioni > Contatti 3 VALORI Passione Crediamo nelle storie imprenditoriali dei nostri

Dettagli

RASSEGNA STAMPA OLTRE IL DIRITTO Lunedì, 26 gennaio 2015

RASSEGNA STAMPA OLTRE IL DIRITTO Lunedì, 26 gennaio 2015 RASSEGNA STAMPA OLTRE IL DIRITTO Lunedì, 26 gennaio 2015 26/01/2015 L'Adige Pagina 12 Bruno occupato, conto da 467 mila euro 1 25/01/2015 ladige.it Il Centro Sociale Bruno deve pagare l' occupazione La

Dettagli

PIANO EDITORIALE E ORGANIZZATIVO SISTEMA CORRIERE DELLA SERA

PIANO EDITORIALE E ORGANIZZATIVO SISTEMA CORRIERE DELLA SERA PIANO EDITORIALE E ORGANIZZATIVO SISTEMA CORRIERE DELLA SERA SITUAZIONE ATTUALE Il sistema Corriere della Sera ha avuto negli ultimi anni una forte trasformazione. Il sito web compete per la leadership,

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

DIETRO IL TITOLO. Speciale BIG CAP DIETRO IL TITOLO SPECIALE BIG CAP

DIETRO IL TITOLO. Speciale BIG CAP DIETRO IL TITOLO SPECIALE BIG CAP DIETRO IL TITOLO Speciale BIG CAP Le Borse scendono? Sì, ma non deve essere un alibi. PREMESSA In momenti di crisi le Borse non sempre rispecchiano i reali valori delle aziende quotate. La volatilità dei

Dettagli

Poligrafici Editoriale

Poligrafici Editoriale COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria semestrale

Dettagli

Data: 26 Ottobre 2012 Snag

Data: 26 Ottobre 2012 Snag Data: 26 Ottobre 2012 Snag EDITORIA: GIORNALAI,NIENTE ACCORDO SU ABBONAMENTO IN EDICOLA SNAG, SINAGI, UILTUCS E USIAGI ABBANDONANO TAVOLO CON FIEG (ANSA) - ROMA, 26 OTT - Niente accordo tra i sindacati

Dettagli

SOMMARIO DEL 21 FEBBRAIO 2012. Prima Pagina. Al Lingotto arriva il kit del capo. Lavoro, riforma anche senza intesa

SOMMARIO DEL 21 FEBBRAIO 2012. Prima Pagina. Al Lingotto arriva il kit del capo. Lavoro, riforma anche senza intesa SOMMARIO DEL 21 FEBBRAIO 2012 Corriere della Sera La Repubblica Il Giornale Corriere della Sera.it Asca Corriere della Sera La Stampa Il Sole 24 Ore Corriere della Sera La Stampa Prima Pagina Al Lingotto

Dettagli

Articoli Selezionati ... 3. Bellinazzo Marco 4 ... 5

Articoli Selezionati ... 3. Bellinazzo Marco 4 ... 5 Articoli Selezionati EQUITALIA 10/09/14 businesspeople.it 0 Equitalia Giustizia: allo Stato 800 milioni... 1 10/09/14 repubblica.it 0 Equitalia: da sequestri e confische versati 800 mln allo Stato... 2

Dettagli

L EVOLUZIONE DELLA DISTRIBUZIONE DEI CONTENUTI

L EVOLUZIONE DELLA DISTRIBUZIONE DEI CONTENUTI L EVOLUZIONE DELLA DISTRIBUZIONE DEI CONTENUTI Riflessioni sull evoluzione della distribuzione dei contenuti SOMMARIO Aumentano le vie di distribuzione... 3 Web e TV, il giornalismo partecipativo... 3

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

Rapporto su L Investimento Immobiliare nel Settore Previdenziale Italiano - 2012

Rapporto su L Investimento Immobiliare nel Settore Previdenziale Italiano - 2012 Rapporto su L Investimento Immobiliare nel Settore Previdenziale Italiano - 2012 ROMA Cassa Italiana di Previdenza e Assistenza Geometri 10 Ottobre 2012 DANIELA PERCOCO Contenuti del Rapporto 1) Mappatura

Dettagli

LA TOTALIZZAZIONE ITALIANA UIL F.P.L. TORINO - PIEMONTE

LA TOTALIZZAZIONE ITALIANA UIL F.P.L. TORINO - PIEMONTE LA TOTALIZZAZIONE ITALIANA Con la totalizzazione il dipendente può cumulare i contributi versati presso due o più enti previdenziali per ottenere un unica pensione (decreto legislativo 42 del 2 febbraio

Dettagli

LA SOCIETÀ DI GESTIONE DEL RISPARMIO

LA SOCIETÀ DI GESTIONE DEL RISPARMIO LA SOCIETÀ DI GESTIONE DEL RISPARMIO Oggetto sociale, capitale e soci La SGR esercita, nell interesse dei sottoscrittori del Fondo (partecipanti) e nel rispetto delle vigenti disposizioni normative e regolamentari

Dettagli

Il Cda approva il progetto di bilancio 2008 Ricavi totali in crescita dellʹ8,4%, a 132 milioni di euro Ebitda a 6,6 milioni di euro

Il Cda approva il progetto di bilancio 2008 Ricavi totali in crescita dellʹ8,4%, a 132 milioni di euro Ebitda a 6,6 milioni di euro Il Cda approva il progetto di bilancio 2008 Ricavi totali in crescita dellʹ8,4%, a 132 milioni di euro Ebitda a 6,6 milioni di euro Milano, 25 Marzo 2009 Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori

Dettagli

Poligrafici Editoriale

Poligrafici Editoriale COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO Corso di Strategia d impresa A.A. 2010/2011 Prof. Tonino Pencarelli, Dott. Simone Splendiani Andrea Cristiana Padua Giovanni Iaffaldano Marta Porrà Vito Mastronardi

Dettagli

IL GIORNALE DI CHE COSA PARLANO I GIORNALI

IL GIORNALE DI CHE COSA PARLANO I GIORNALI IL GIORNALE Il termine giornale deriva da giorno. Tra i giornali distinguiamo i periodici (settimanali, quindicinali, mensili, trimestrali ecc.) e i quotidiani (dal latino cotidie che significa ogni giorno

Dettagli

La raccolta pubblicitaria

La raccolta pubblicitaria La raccolta pubblicitaria Il settore della comunicazione pubblicitaria comprende due ambiti di attività: 1) Above the line, che corrisponde al settore della raccolta pubblicitaria realizzata attraverso

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

Via Liguria, 22 09005 Sanluri (VS) - Tel. 370 10 44 389 posta@net-me.it - www.net-me.it - P. IVA 03521950927

Via Liguria, 22 09005 Sanluri (VS) - Tel. 370 10 44 389 posta@net-me.it - www.net-me.it - P. IVA 03521950927 Via Liguria, 22 09005 Sanluri (VS) - Tel. 370 10 44 389 posta@net-me.it - www.net-me.it - P. IVA 03521950927 Net-Me Net-Me Net-Me nasce da un idea di Marco C. Bandino: sviluppare la sua passione per l

Dettagli

Epap. Ente di previdenza e assistenza pluricategoriale. Rassegna stampa del 7 settembre 2010 TESTATA TITOLO PAGINA

Epap. Ente di previdenza e assistenza pluricategoriale. Rassegna stampa del 7 settembre 2010 TESTATA TITOLO PAGINA Epap Ente di previdenza e assistenza pluricategoriale Rassegna stampa del 7 settembre 2010 TESTATA TITOLO PAGINA Il Sole 24 Ore Italia Oggi Dalle polizze ai mutui, si allarga l'attività sociale Pensioni,

Dettagli

Visual explosion Il potere dell immagine nella strategia di comunicazione

Visual explosion Il potere dell immagine nella strategia di comunicazione 1 Visual explosion Il potere dell immagine nella strategia di comunicazione di Erika Barbato Andrea Carnevali CEO di Republic+Queen e Co-Founder di Wannabe, Agenzia specializzata in Strategia e Advertising

Dettagli

2. Industry component

2. Industry component 1. Executive summary In questo documento verrà spiegato ed analizzato il lavoro svolto per l'azienda Pivato Porte (www.pivatoporte.com) attraverso l'utilizzo degli strumenti resi disponibili da Google

Dettagli

Bilancio Sociale 2014

Bilancio Sociale 2014 La comunicazione Bilancio sociale 2014 Associazione Italiana Celiachia 8 105 8 LA COMUNICAZIONE 8.1 IL SITO WWW.CELIACHIA.IT Il primo sito dell Associazione Italiana Celiachia risale alla metà degli anni

Dettagli

Ancora Più emozionante e coinvolgente

Ancora Più emozionante e coinvolgente Il nuovo Focus in edicola dal 20 giugno lanciato nel futuro Scoprire e capire il mondo LUGLIO 2013 3,90 in Italia 249 Ancora Più emozionante e coinvolgente Sempre più in profondità sui fatti È nato il

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE ILLUSTRATA IN OCCASIONE DEL CONVEGNO I COSTI DELLA DEMOCRAZIA ROMA 8 APRILE 1999

PROPOSTA DI LEGGE ILLUSTRATA IN OCCASIONE DEL CONVEGNO I COSTI DELLA DEMOCRAZIA ROMA 8 APRILE 1999 PROPOSTA DI LEGGE ILLUSTRATA IN OCCASIONE DEL CONVEGNO I COSTI DELLA DEMOCRAZIA ROMA 8 APRILE 1999 NORME PER IL FINANZIAMENTO VOLONTARIO DELL ATTIVITA POLITICA Art. 1. Erogazioni liberali delle persone

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione consolidato al 31 marzo. Ricavi a 20,03 milioni di euro

Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione consolidato al 31 marzo. Ricavi a 20,03 milioni di euro Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione consolidato al 31 marzo. Ricavi a 20,03 milioni di euro Milano 14 Maggio 2014 Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori

Dettagli

Rassegna del 08/04/2015

Rassegna del 08/04/2015 Rassegna del 08/04/2015 LAVORO 08/04/2015 Giornale Il Jobs Act degli sprechi: il governo assume centoventi esperti di «coesione territoriale» Bracalini Paolo 1 08/04/2015 Repubblica Crolla il mito del

Dettagli

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico.

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Per raggiungere i vostri obiettivi affidatevi a dei professionisti. UFFICI STAMPA PR WEB UFFICI STAMPA

Dettagli

3 Master manageriale Competenza, Convinzione, Cuore per la gestione delle risorse in azienda

3 Master manageriale Competenza, Convinzione, Cuore per la gestione delle risorse in azienda 3 Master manageriale Competenza, Convinzione, Cuore per la gestione delle risorse in azienda Sommario INTRODUZIONE... 3 LA MISSION... 4 I RUOLI... 5 Aziende e istituzioni... 5 Imprenditori e manager...

Dettagli

MARZO 2012: SKY LIFE, IL MAGAZINE CHE TI PORTA DENTRO I NOSTRI PROGRAMMI.

MARZO 2012: SKY LIFE, IL MAGAZINE CHE TI PORTA DENTRO I NOSTRI PROGRAMMI. MARZO 2012:, IL MAGAZINE CHE TI PORTA DENTRO I NOSTRI PROGRAMMI. Da Marzo 2012 sarà Sky Pubblicità ad occuparsi della raccolta pubblicitaria per il magazine ufficiale di Sky. MARZO 2012:, IL MAGAZINE CHE

Dettagli

GreenItaly1, la prima SPAC italiana specializzata nelle imprese della green Economy, presenta il progetto di quotazione

GreenItaly1, la prima SPAC italiana specializzata nelle imprese della green Economy, presenta il progetto di quotazione RASSEGNA STAMPA ON-LINE 4 dicembre 2013 GreenItaly1, la prima SPAC italiana specializzata nelle imprese della green Economy, presenta il progetto di quotazione La Rassegna Stampa comprende: Ansa 4 12 2013

Dettagli

PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE

PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE Il volume, edito dalla FIGC con la collaborazione di AREL e PwC, rappresenta la fotografia più aggiornata sullo stato del

Dettagli

ELITE. Thinking long term

ELITE. Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE valorizza il presente e prepara al futuro. Per aiutare le imprese a realizzare i loro progetti abbiamo creato ELITE, una piattaforma unica di servizi

Dettagli

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività Un progetto per premiare con 100.000 euro la start-up italiana più innovativa, un percorso

Dettagli

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Registro 6 COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Consigli per gestire contenuti e pubblico creando un magazine di successo TIPS&TRICKS DI SIMONE SBARBATI INDEX 3 5 8 13 15 Introduzione Senza nome resta (sempre)

Dettagli

Rassegna Stampa del 24-05-2011

Rassegna Stampa del 24-05-2011 Roma 24 maggio 2011 Rassegna Stampa del 24-05-2011 PRIME PAGINE 24/05/2011 Sole 24 Ore Prima pagina... 1 24/05/2011 Finanza & Mercati Prima pagina... 2 24/05/2011 Corriere della Sera Prima pagina... 3

Dettagli

Rassegna del 09/04/2015

Rassegna del 09/04/2015 Rassegna del 09/04/2015 LAVORO 15/04/2015 Panorama Jobs Act. I lati oscuri della riforma del lavoro Caviglia Stefano 1 09/04/2015 Sole 24 Ore Regole italiane per interinali stranieri Falasca Giampiero

Dettagli

La Notizia GIORNALE. La notizia è un'informazione su un fatto o un avvenimento (in corso o concluso) avvenuto in Italia

La Notizia GIORNALE. La notizia è un'informazione su un fatto o un avvenimento (in corso o concluso) avvenuto in Italia La notizia è un'informazione su un fatto o un avvenimento (in corso o concluso) avvenuto in Italia o nel mondo data da un giornalista per mezzo CARTACEOLa dei giornali (stampa, trasmissione televisiva,

Dettagli

Il Mercato Alternativo del Capitale per le piccole e medie imprese

Il Mercato Alternativo del Capitale per le piccole e medie imprese Il Mercato Alternativo del Capitale per le piccole e medie imprese Per crescere con il sostegno di nuovi soci, in modo semplice, senza perdere flessibilità e indipendenza U N A N U O V A S O L U Z I O

Dettagli

Rassegna Stampa del 22-06-2011

Rassegna Stampa del 22-06-2011 Roma 22 giugno 2011 Rassegna Stampa del 22-06-2011 PRIME PAGINE 22/06/2011 Sole 24 Ore Prima pagina... 1 22/06/2011 Corriere della Sera Prima pagina... 2 22/06/2011 Italia Oggi Prima pagina... 3 22/06/2011

Dettagli

In Lombardia lo psicologo è «low cost»

In Lombardia lo psicologo è «low cost» CORRIERE DELLA SERA ON LINE (http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/09_ottobre_19/settimana-benessere-psicologico- 1601896219707.shtml LA SETTIMANA DEL BENESSERE PSICOLOGICO In Lombardia lo psicologo

Dettagli

Indagine retributiva per Enpam. Giugno 2015

Indagine retributiva per Enpam. Giugno 2015 Indagine retributiva per Enpam Giugno 2015 obiettivo e metodologia Obiettivo del progetto Il Vertice di Enpam - Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza Medici ha richiesto la collaborazione di Egon

Dettagli

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI www.effemagazine.it NOVEMBRE 2014 MENSILE - ANNO 4 - NUMERO 11 - NOVEMBRE 2014 POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - 70% - LO/MI 5,00 EURO 4,00 EURO TORNA L AVVERSIONE AL RISCHIO ECCO

Dettagli

Class Editori spa per esaminare l'andamento delle attività della Casa Editrice nei primi sei

Class Editori spa per esaminare l'andamento delle attività della Casa Editrice nei primi sei Class Editori Milano, Roma, Londra, New York via Burigozzo 5 20122 - Milano Tel : + 39 0258219.1 Tel : + 39 0258317376 Comunicato stampa Approvata la semestrale al 30/06/2003. Costi (43,63 mil. Euro) in

Dettagli

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015 Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato Firenze, 4 maggio 2015 Un sito statico è un sito web che non permette l interazione con l utente,

Dettagli

Quali i rapporti futuri tra libri, scrittura, editori e giornalisti? Come cambiano queste figure? Una tavola rotonda, a Milano, per discuterne meglio.

Quali i rapporti futuri tra libri, scrittura, editori e giornalisti? Come cambiano queste figure? Una tavola rotonda, a Milano, per discuterne meglio. Quali i rapporti futuri tra libri, scrittura, editori e giornalisti? Come cambiano queste figure? Una tavola rotonda, a Milano, per discuterne meglio. Il Master in Professione Editoria cartacea e digitale

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

Rassegna del 15/04/2015

Rassegna del 15/04/2015 Rassegna del 15/04/2015 ASSOLAVORO 14/04/2015 Adnkronos Lavoro: agenzie, bene ministero su 'stretta' societa' neocomunitarie... 1 LAVORO 15/04/2015 Corriere della Sera Il commento - L'Ocse: l'effetto del

Dettagli

Storytelling. T- Story NEWSLETTER. Giugno. Obiettivi del progetto

Storytelling. T- Story NEWSLETTER. Giugno. Obiettivi del progetto T- Story NEWSLETTER June Edition N. 1 Newsletter ufficiale del progetto europeo T-Story Storytelling applicato all educazione, sostenuto dal programma Key Activity 3 Tecnologie di Informazione e Comunicazione,

Dettagli

Data: 11 MARZO 2015 PAG. 29

Data: 11 MARZO 2015 PAG. 29 Testata: LA REPUBBLICA Sassoli de Bianchi (Upa): La pubblicità e i consumi tornano a crescere nel 2015. Google paghi i diritti d autore PAG. 29 Testata: ITALIA OGGI Costa: ora il progetto per l editoria

Dettagli

Rassegna del 26/08/2015

Rassegna del 26/08/2015 Rassegna del 26/08/2015... 26/08/15 Corriere della Sera 1 Scripta manent Ma Twitter non lo sa - L'illusione di cancellare le nostre tracce sulla Rete Severgnini Beppe 1 26/08/15 Corriere della Sera 41

Dettagli

Fondo Italiano d'investimento - Criteri e modalità operative

Fondo Italiano d'investimento - Criteri e modalità operative Fondo Italiano d'investimento - Criteri e modalità operative Roma, 9 Novembre 2010 Circolare N.19354 Confindustria Fisco, Finanza e Welfare Il Direttore Elio Schettino Con l obiettivo di sostenere le piccole

Dettagli

Rassegna del 02/06/2013

Rassegna del 02/06/2013 Rassegna del 02/06/2013 CONFARTIGIANATO 02/06/13 Corriere di Viterbo 4 Le pratiche ambientali costano alle imprese 3,4 miliardi di euro... 1 02/06/13 Giornale 17 «La mia seconda vita? Ora la regalo agli

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli

Edicola Tablet e smartphone Website Social. Newsletter VELAFestival Nauticplace Sea Master

Edicola Tablet e smartphone Website Social. Newsletter VELAFestival Nauticplace Sea Master Edicola Tablet e smartphone Website Social Newsletter VELAFestival Nauticplace Sea Master NAUTICPLACE www.nauticplace.com Edicola Il Giornale della Vela a Luglio 2015 ha raggiunto una diffusione media

Dettagli

RASSEGNA STAMPA DI LVENTURE GROUP PER

RASSEGNA STAMPA DI LVENTURE GROUP PER RASSEGNA STAMPA DI LVENTURE GROUP PER SETTIMANA 02.08.14-08.08.2014 RASSEGNA LVENTURE GROUP INDICE AGI.IT LVenture: aumento di capitale 04/08/2014 LASTAMPA.IT LVenture: aumento di capitale - sottoscritto

Dettagli

DOVE NASCE IL PROBLEMA ENTI E CASSE PREVIDENZIALI

DOVE NASCE IL PROBLEMA ENTI E CASSE PREVIDENZIALI DOVE NASCE IL PROBLEMA ENTI E CASSE PREVIDENZIALI SETTORE PUBBLICO Fondo dipendenti enti statali (ex INPDAP) Fondo dipendenti enti locali e Asl (ex IINPDAP) SETTORE PRIVATO Fondo lavoratori dipendenti

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg.delib.n. 400 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE O G G E T T O: Promozione del progetto per la costituzione del Fondo di Housing Sociale Trentino

Dettagli

ENPAPI ENPAPI ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA

ENPAPI ENPAPI ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA LA PREVIDENZA OBBLIGATORIA TRE PILASTRI: PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO PREVIDENZA COMPLEMENTARE PREVIDENZA OBBLIGATORIA LA

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Testata Data Titolo Pag. Rubrica Ansa.it /06/205 DURC ONLINE, VERTICE INPS-COMMERCIALISTI 2 43 il Sole 24 Ore 2/06/205 IN BREVE - DURC ONLINE, RISPOSTA AI PREAVVISI CON IL CASSETTO

Dettagli

Finanza per le aziende green

Finanza per le aziende green COMPANY PROFILE Finanza per le aziende green VedoGreen, la società appartenente al Gruppo IR Top specializzata sulla finanza per le aziende green quotate e private, nasce nel 2011 dall ideazione del primo

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 3 STAFF DIREZIONE AZIENDALE UFFICIO STAMPA. Rassegna stampa

REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 3 STAFF DIREZIONE AZIENDALE UFFICIO STAMPA. Rassegna stampa REGIONE TOSCANA AZIENDA USL 3 STAFF DIREZIONE AZIENDALE UFFICIO STAMPA Rassegna stampa 30 marzo 2015 Rassegna del 30/03/2015 30/03/15 Nazione Pistoia- Montecatini SANITA' PISTOIA E PROVINCIA 3 SAN ITA'

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI

CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI 308 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI 28 gennaio 2013 a cura di Renato Brunetta CRONOLOGIA MPS 2 1990. Mps acquisita il controllo del Mediocredito Toscano

Dettagli

Emergenza credito anche per le libere professioni

Emergenza credito anche per le libere professioni Lunedì 18 marzo 2013 Emergenza credito anche per le libere professioni È allarmante il quadro economico delle professioni che è emerso nel corso del consiglio di amministrazione di Fidiprof Nord e di Fidiprof

Dettagli

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA MANUALE PER IL docente II EDIZIONE A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA 1 INDICE Il progetto 03 Scambio di generazioni 04 Crescendo si scambia in 4 mosse 05 Certi giochi sono sempre

Dettagli

- 1 - sede-delegazioni

- 1 - sede-delegazioni - 1 - Allegato A ad atto rep. n.77925/15335 STATUTO Fondazione Bracco Articolo 1 Costituzione-sede sede-delegazioni delegazioni È costituita una Fondazione denominata "Fondazione Bracco", con sede in Milano,

Dettagli

Perché un Premio sul telegiornale o un inchiesta a scuola intitolato a Maria Rosaria Sessa

Perché un Premio sul telegiornale o un inchiesta a scuola intitolato a Maria Rosaria Sessa 1 Perché un Premio sul telegiornale o un inchiesta a scuola intitolato a Maria Rosaria Sessa I media sono il modo in cui vediamo la realtà, sono la nostra principale fonte di informazione; oltre a rilassarci

Dettagli

Indagine conoscitiva sul settore dei servizi internet e sulla pubblicità online

Indagine conoscitiva sul settore dei servizi internet e sulla pubblicità online Indagine conoscitiva sul settore dei servizi internet e sulla pubblicità online Internet come mezzo di informazione Mezzi utilizzati per informarsi: confronto internazionale 85% 90% 80% 70% 60% 50% 40%

Dettagli

Autorità garante per l infanzia e l adolescenza

Autorità garante per l infanzia e l adolescenza Servizio di rassegna stampa telematica e monitoraggio radio-televisivo per l Autorità garante per l infanzia e l adolescenza Capitolato tecnico (Allegato alle lettere invito prot.nn.2246-2248-2249-2250-2252

Dettagli

Rassegna Stampa del 23-09-2010

Rassegna Stampa del 23-09-2010 Roma 23 settembre 2010 Rassegna Stampa del 23-09-2010 PRIME PAGINE 23/09/2010 Corriere della Sera Prima pagina... 1 23/09/2010 Sole 24 Ore Prima pagina... 2 23/09/2010 Repubblica Prima pagina... 3 23/09/2010

Dettagli

FONDAZIONE PATRIMONIO COMUNE. ROMA maggio 2012

FONDAZIONE PATRIMONIO COMUNE. ROMA maggio 2012 FONDAZIONE PATRIMONIO COMUNE ROMA maggio 2012 mercoledì 30 maggio 2012 COS E Soggetto giuridico -ENTE- con Fondatore unico(anci), costituito con atto del 17 aprile scorso, il cui statuto prevede all art.

Dettagli

Rassegna del 07/03/2012

Rassegna del 07/03/2012 Rassegna del 07/03/2012 07/03/12 Corriere della Sera Roma 07/03/12 Corriere della Sera Roma 07/03/12 Corriere della Sera Roma 07/03/12 Corriere della Sera Roma 07/03/12 Corriere della Sera Roma FIERA ROMA

Dettagli

Da qui la voglia di espandersi su altri canali comunicativi e creare un arcipelago di servizi a disposizione dei partecipanti al club.

Da qui la voglia di espandersi su altri canali comunicativi e creare un arcipelago di servizi a disposizione dei partecipanti al club. Ravenna - 2 febbraio 2009 Romagna Business Club è un gruppo di persone che abitano e lavorano in Romagna e che hanno deciso di fare rete per sviluppare al meglio i propri interessi, il proprio lavoro e

Dettagli

Torino città universitaria

Torino città universitaria Dossier Stampa a cura dell Ufficio stampa 30 aprile 2013 Workshop Torino città universitaria Campus universitari e housing temporaneo, infrastrutture strategiche per la Città Torino, Palazzo civico 29

Dettagli

Premi:'Nostalgia di futuro',stage e borse studio a vincitori

Premi:'Nostalgia di futuro',stage e borse studio a vincitori Da Corriere della Sera del 15/10/14 http://digitaledition.corriere.it Media DuemilaDall universitàal lavorocon un premio L iniziativa. Parte il Premio Nostalgia di Futuro 2014 ideato per creare un ponte

Dettagli

La Stampa in Italia (2010 2012)

La Stampa in Italia (2010 2012) (2010 2012) Roma 5 giugno 2013 CRISI ECONOMICA + CRISI DEI MEDIA CARTACEI I dati sulla stampa quotidiana e periodica e sulle imprese editrici di giornali fotografano con nitidezza il quadro di un settore

Dettagli

La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori

La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori CHI SIAMO LATUAIDEADIMPRESA è una community costituita da migliaia di studenti italiani, professori, imprenditori. E un progetto finalizzato

Dettagli

Attività di CDP Investimenti Sgr nell edilizia sociale. Torino, 4 Febbraio 2010

Attività di CDP Investimenti Sgr nell edilizia sociale. Torino, 4 Febbraio 2010 Attività di CDP Investimenti Sgr nell edilizia sociale Torino, 4 Febbraio 2010 Premessa Nel febbraio 2009 Cassa Depositi e Presiti Spa (CDP), ACRI ed ABI hanno costituito CDP Investimenti Sgr S.p.A. (CDPI

Dettagli

Rassegna del 17/01/2014

Rassegna del 17/01/2014 Rassegna del 17/01/2014 ANIA 15/01/2014 Sole 24 Ore 25 Parte il tiro incrociato sul «pacchetto» Rc auto Caprino Maurizio 1 15/01/2014 Corriere della Sera 5 Le compagnie ammettono: Rc Auto più cara d'europa

Dettagli

Toyota: come riconquistare la fiducia dei clienti

Toyota: come riconquistare la fiducia dei clienti Toyota: come riconquistare la fiducia dei clienti La Toyota è nella bufera. Nelle ultime settimane sono arrivati i richiami di 7 modelli di auto potenzialmente difettose, misure di controllo attivate negli

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PA: TRA VINCOLI E OPPORTUNITA

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PA: TRA VINCOLI E OPPORTUNITA LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PA: TRA VINCOLI E OPPORTUNITA L OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE Claudio G. Distefano Coordinamento Fatturazione Elettronica PA

Dettagli

TU sai lavorare bene, NOI lo facciamo sapere. Comunicazione Ufficio stampa Produzioni editoriali. moretti. comunicazione

TU sai lavorare bene, NOI lo facciamo sapere. Comunicazione Ufficio stampa Produzioni editoriali. moretti. comunicazione TU sai lavorare bene, NOI lo facciamo sapere Comunicazione Ufficio stampa Produzioni editoriali moretti comunicazione I NOSTRI SERVIZI Consulenza per l immagine e le relazioni pubbliche Ufficio Stampa

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Milano 15 Novembre 2010 Le principali p tappe del progetto Il Progetto del Fondo Italiano di Investimento (FII) è nato nel mese di dicembre 2009, su iniziativa del Ministero

Dettagli

Intervento di Emanuela Properzj Responsabile Relazioni Esterne AIRC

Intervento di Emanuela Properzj Responsabile Relazioni Esterne AIRC Roma 4 marzo 2009 Le scienze della vita nel giornalismo e nei rapporti politico-istituzionali La comunicazione della scienza come informazione alla collettività e strumento di raccolta fondi. Il caso di

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

LA PIATTAFORMA PER IL PERSONAL BUSINESS

LA PIATTAFORMA PER IL PERSONAL BUSINESS LA PIATTAFORMA PER IL PERSONAL BUSINESS INDICE 1. IL MERCATO ITALIANO - Internet in Italia - Ecommerce in Italia 2. BFC - Mission - La nostra storia 3. SOLDI - SoldiWeb - SoldiFinanza - SoldiPeople - SoldiConsulenza

Dettagli

AIFI. Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital. Il capitale di rischio come strumento di sviluppo per le PMI. Lecco, 23 marzo 2011

AIFI. Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital. Il capitale di rischio come strumento di sviluppo per le PMI. Lecco, 23 marzo 2011 AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital Il capitale di rischio come strumento di sviluppo per le PMI Lecco, 23 marzo 2011 Anna Gervasoni Direttore Generale AIFI Agenda Il mercato

Dettagli

IL VIDEOGIORNALISMO: METODI, TECNICHE, REGOLE

IL VIDEOGIORNALISMO: METODI, TECNICHE, REGOLE IL VIDEOGIORNALISMO: METODI, TECNICHE, REGOLE Corsi di formazione e aggiornamento accreditati patrocinati dall Ordine dei Giornalisti della Lombardia Realizzati da Istituto Cinematografico Sede: Istituto

Dettagli

Vuoi Essere Padrone della tua vita?

Vuoi Essere Padrone della tua vita? Vuoi Essere Padrone della tua vita? Ti servono 3 cose! Caro Amico/a, con queste pagine vorrei condividere con te un sistema semplice per tutti, per poter diventare padrone della propria vita! Vuoi diventare

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

QUESTIONARIO. Genere Maschio Femmina Età. Dove sei nato? Italia Paese estero (specificare )

QUESTIONARIO. Genere Maschio Femmina Età. Dove sei nato? Italia Paese estero (specificare ) Genere Maschio Femmina Età QUESTIONARIO Dove sei nato? Italia Paese estero (specificare_) Che scuola stai frequentando? Liceo scientifico Liceo classico Liceo linguistico Liceo socio-psico-pedagogico Liceo

Dettagli

PRIMA PAGINA REGGIO EMILIA

PRIMA PAGINA REGGIO EMILIA PRIMA PAGINA REGGIO EMILIA Edizione del: 26/08/15 Dir. Resp.: Corrado Guerra Estratto da pag.: 15 Sezione: AMBIENTE Tiratura: n.d. Diffusione: n.d. Lettori: n.d. Foglio: 1/2 131-103-080 Peso: 1-1%,15-40%

Dettagli