INDICE NOTE BIOGRAFICHE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE NOTE BIOGRAFICHE"

Transcript

1 vii-xviii caratt :40 Pagina VII INDICE PREMESSA NOTE BIOGRAFICHE XIX XXI CAPITOLO 1 (Maurizio Pini) LO SCOPO, L OGGETTO E LA NATURA DEL BILANCIO D ESERCIZIO La conoscenza del divenire della produzione economica delle imprese e il senso logico-aziendale del bilancio d esercizio Perché i bilanci d esercizio? Un introduzione ai valori di bilancio. L esercizio quale sistema di valori in unità economica relativa Il principio di competenza economica e il calcolo del reddito d esercizio La classificazione schematica dei valori di bilancio secondo la loro natura e secondo il loro livello di relativa oggettività 27 CAPITOLO 2 (Maurizio Pini) I PROCESSI DI CONTABILITÀ GENERALE E IL METODO DELLA PARTITA DOPPIA I concetti di composizione e di redazione del bilancio d esercizio. Il sistema della contabilità generale Una prima classificazione dei processi che attengono ai bilanci d esercizio. L introduzione al sistema della contabilità generale Il sistema della contabilità generale e il linguaggio contabile Il funzionamento dei conti alla base dei processi di contabilità generale Il ciclo di scambio monetario rispetto ai processi di contabilità generale Le regole di base attinenti al funzionamento dei conti nel sistema di contabilità generale Le rilevazioni sistematiche di conto attuate con il metodo della partita doppia Gli attributi dei conti rispetto alla loro funzione amministrativa Il metodo della partita doppia e le rilevazioni sistematiche di conto I processi contabili di chiusura dell esercizio: prime approssimazioni 64

2 vii-xviii caratt :40 Pagina VIII VIII La chiusura dell esercizio quale finzione necessaria alla conoscenza La dimensione contabile delle valutazioni di bilancio: le rettifiche di storno e le rettifiche di integrazione dell esercizio quale preludio delle sintesi d esercizio. La rappresentazione sinottica del sistema dei valori espresso nel bilancio 67 CAPITOLO 2 - APPENDICE A (Nicola Pecchiari) IL PIANO DEI CONTI 75 A.2.1 Il piano dei conti nell ambito del processo di Contabilità Generale 75 A.2.2 Le disposizioni legislative in materia di classificazione delle rilevazioni 77 A.2.3 I modelli di progettazione del piano dei conti 78 A Il modello di ordinamento del piano dei conti secondo scale di classificazione 78 A I modelli di aggregazione delle classi di valori 80 CAPITOLO 2 - APPENDICE B (Maurizio Pini) I CONTI D ORDINE 83 CAPITOLO 2 - APPENDICE C (Maurizio Pini) PRIMI CENNI SULLA RILEVAZIONE CONTABILE DELL IVA 87 CAPITOLO 3 (Giuseppe Pogliani) LA COSTITUZIONE DEL SOGGETTO GIURIDICO Introduzione Capitale sociale e patrimonio netto La costituzione della società per azioni (Brevi cenni) L effettuazione dei conferimenti mediante versamenti in denaro Il versamento del 25% La sottoscrizione del capitale sociale Lo svincolo del 25% versato L effettuazione dei conferimenti mediante apporti di beni in natura Le garanzie previste dalla normativa a tutela dei creditori e degli altri soci; i beni conferibili e la valutazione di cui agli artt e 2465 del codice civile (cenni) La rilevazione nel sistema dei valori delle operazioni di conferimento di beni in natura Il conferimento di beni in natura effettuato mediante l apporto di un azienda o di un ramo d azienda Il controllo delle valutazioni dei beni conferiti in natura: la revisione delle stime L emissione di strumenti finanziari partecipativi Caso esemplificativo La sottoscrizione del Capitale Sociale Il versamento del 25% Conferimenti in natura: integrale liberazione delle azioni Svincolo del 25% versato Svalutazione dei conferimenti in natura Richiamo del 75% dei conferimenti in denaro rimanenti 104

3 vii-xviii caratt :40 Pagina IX IX CAPITOLO 4 (Maurizio Pini) I PROCESSI DI ACQUISTO DELLE RISORSE TECNICHE CORRENTI Il ciclo acquisti e la classificazione per natura dei valori suscitati dalle operazioni di acquisto delle risorse tecniche correnti La natura dei valori esprimenti l acquisto delle risorse tecniche correnti: prime considerazioni Il ciclo acquisti attinente alle risorse tecniche correnti e la logica contabile di fondo che lo riguarda La liquidazione delle operazioni di acquisto delle risorse tecniche correnti La liquidazione delle operazioni di acquisto dei beni materiali e dei servizi forniti da imprese terze La liquidazione delle operazioni di acquisto dei servizi prestati da liberi professionisti Il rinnovo degli effetti passivi connessi alle operazioni di acquisto dei fattori tecnici correnti Talune considerazioni introduttive di carattere amministrativo Le rilevazioni sistematiche di conto La rilevazione degli anticipi a fornitori e delle caparre attive Talune considerazioni introduttive di carattere amministrativo Gli anticipi a fornitori Le caparre attive I depositi cauzionali attivi connessi con la fornitura dei fattori tecnici correnti costituiti da commodities Talune considerazioni introduttive di carattere amministrativo Le rilevazioni sistematiche di conto Le rettifiche indirette di valore degli acquisti di fattori tecnici correnti Gli aspetti generali di logica contabile Gli sconti commerciali attivi I resi su acquisti Gli abbuoni attivi Gli sconti attivi di cassa Le operazioni di acquisto in moneta non di conto Talune considerazioni introduttive di carattere contabile Il momento della liquidazione degli acquisti in moneta non di conto aventi regolamentazione monetaria differita: i valori stimati e presunti Il momento della regolamentazione monetaria differita degli acquisti in moneta non di conto: le perdite e gli utili su cambi Le operazioni di acquisto intracomunitario e di importazione da Paesi extracomunitari Talune considerazioni introduttive di carattere amministrativo Le operazioni di acquisto intracomunitario Le operazioni di acquisto extracomunitario ( importazioni ) I più ricorrenti conti d ordine connessi con le operazioni di acquisto dei fattori tecnici correnti Talune considerazioni introduttive di carattere amministrativo Gli acquisti di servizi associati ai beni propri presso terzi Gli acquisti dei beni di terzi presso l azienda Gli acquisti assistiti da garanzie di terzi nell interesse dell acquirente 153

4 vii-xviii caratt :40 Pagina X X CAPITOLO 5 (Maurizio Pini) I PROCESSI DI VENDITA DELLE PRODUZIONI CARATTERISTICHE Il ciclo vendite e la classificazione per natura dei valori suscitati dalle operazioni di vendita delle produzioni caratteristiche La natura dei valori esprimenti la vendita delle produzioni caratteristiche dell impresa: prime considerazioni intorno ai ricavi d esercizio Il ciclo vendite attinente alle produzioni caratteristiche dell impresa e la logica contabile di fondo che lo riguarda La liquidazione delle operazioni di vendita delle produzioni caratteristiche La rilevazione degli anticipi da clienti e delle caparre passive Talune considerazioni basilari di carattere amministrativo Gli anticipi da clienti Le caparre passive Le rettifiche indirette di valore delle vendite di produzioni caratteristiche Gli aspetti generali di logica contabile Gli sconti commerciali passivi I resi su vendite Gli abbuoni passivi Gli sconti passivi di cassa La devoluzione dei campioni gratuiti, la distribuzione dei campioni in dimostrazione e la fornitura dei campioni in prova Talune considerazioni introduttive di carattere amministrativo La devoluzione di campioni gratuiti La distribuzione di campioni in dimostrazione alla potenziale clientela e la fornitura di campioni in c/prova tecnica Le operazioni di vendita in moneta non di conto Talune considerazioni basilari di carattere contabile Il momento della liquidazione delle vendite in moneta non di conto aventi regolamentazione monetaria differita: i valori presunti e stimati Il momento della regolamentazione monetaria differita delle vendite in moneta non di conto: le perdite e gli utili su cambi Le operazioni di vendita intracomunitaria e di esportazione in Paesi extracomunitari Talune considerazioni basilari di carattere amministrativo Le operazioni di vendita intracomunitaria Le operazioni di vendita extracomunitaria ( esportazioni ) La regolamentazione monetaria delle operazioni di vendita delle produzioni caratteristiche Talune considerazioni introduttive di carattere amministrativo Le rimesse dirette e le rimesse bancarie di fondi liquidi Le operazioni di sconto cambiario sbf e di rinnovo degli effetti attivi Le operazioni di cessione crediti all incasso sbf (o sconto bancario sbf ) Le operazioni di factoring (cessione crediti pro soluto) Le operazioni concernenti i crediti commerciali al dopo incasso 225

5 vii-xviii caratt :40 Pagina XI XI 5.9 Ulteriori ricorrenti conti d ordine connessi con le operazioni di vendita delle produzioni caratteristiche Talune considerazioni introduttive di carattere amministrativo La rilevazione degli impegni contrattuali di fornitura I beni in c/tentata vendita 229 CAPITOLO 5 - APPENDICE A (Maurizio Pini) PRONTUARIO DELLE RILEVAZIONI CONCERNENTI LO SCONTO SFB DELLE CAMBIALI ATTIVE 231 CAPITOLO 6 (Nicola Pecchiari) LA REMUNERAZIONE PERIODICA DEL PERSONALE Il ciclo lavoro e la classificazione per natura dei valori suscitati dalla remunerazione periodica del personale La natura dei valori esprimenti la remunerazione periodica del personale: prime considerazioni Il ciclo lavoro e la logica contabile di fondo che lo riguarda Le rilevazioni sistematiche di conto attinenti alle operazioni di liquidazione delle retribuzioni periodiche di lavoro dipendente Talune considerazioni basilari di carattere amministrativo Le rilevazioni sistematiche di conto I contributi previdenziali e assicurativi connessi alla remunerazione periodica delle prestazioni di lavoro dipendente Talune considerazioni basilari di carattere amministrativo Le rilevazioni sistematiche di conto Le ritenute fiscali connesse alla remunerazione periodica delle prestazioni di lavoro dipendente Talune considerazioni basilari di carattere amministrativo Le rilevazioni sistematiche di conto Gli elementi variabili della retribuzione ed altre rettifiche di valore connesse alla prestazioni di lavoro dipendente Gli aspetti generali di logica contabile Gli assegni per il nucleo familiare e gli oneri sociali fiscalizzati Assenza, malattia, infortuni e maternità Ferie e permessi Maggiorazioni per turni, straordinari, altre indennità. Trasferte e rimborsi spese La cessazione del rapporto di lavoro dipendente ed il Trattamento di Fine Rapporto Talune considerazioni basilari di carattere amministrativo Le rilevazioni sistematiche di conto Altre fattispecie che interessano il ciclo lavoro Le trattenute sindacali Anticipi sulle retribuzioni e prestiti ai dipendenti I premi 260 CAPITOLO 7 (Giuseppe Pogliani) GLI INVESTIMENTI E I DISINVESTIMENTI DEI FATTORI PRODUTTIVI MATERIALI E IMMATERIALI Gli investimenti tecnico-produttivi materiali e immateriali Considerazioni preliminari 263

6 vii-xviii caratt :40 Pagina XII XII La qualificazione dei conti accesi alle immobilizzazioni tecniche materiali La qualificazione dei conti accesi alle immobilizzazioni tecniche immateriali Le metodologie di rilevazione contabile concernenti le operazioni di acquisto delle immobilizzazioni materiali e immateriali Principi di rilevazione e funzionamento dei conti Le operazioni di acquisto da terze economie Le immobilizzazioni costruite in economia Le metodologie di rilevazione contabile degli accadimenti durante la vita utile delle immobilizzazioni Manutenzioni e riparazioni Ampliamenti e migliorie Le metodologie di rilevazione contabile concernenti le operazioni di dismissione delle immobilizzazioni La cessione a terze economie Le radiazioni volontarie e non delle immobilizzazioni 288 CAPITOLO 7 - APPENDICE A LEASING 291 A.7.1 Leasing 291 A Il leasing operativo 291 A Il leasing finanziario 291 A Il sale and lease back 292 A.7.2 Le modalità di contabilizzazione 292 A Il criterio patrimoniale 292 A Il metodo finanziario 294 A.7.3 Le disposizioni che regolamentano la rappresentazione in bilancio 295 A La riforma del diritto societario 296 A Le operazioni di compravendita con locazione finanziaria 298 A Il D. Lgs. 38/05; l adozione dei Principi Contabili Internazionali 299 A.7.4 Il metodo Patrimoniale 300 A Società ALFA SpA Locatore 300 A Società BETA SpA Locatario 301 A.7.5 Il metodo finanziario 302 A Società ALFA SpA Locatore 303 A Società BETA SpA Locatario 303 CAPITOLO 7 - APPENDICE B ACQUISTO DI IMMOBILIZZAZIONI CON CONTRIBUTI IN CONTO IMPIANTI 307 CAPITOLO 7 - APPENDICE C LE METODOLOGIE DI RILEVAZIONE CONTABILE CONCERNENTI LE IMMOBILIZZAZIONI SOGGETTE A DEVOLUZIONE GRATUITA 311 C.7.1 Considerazioni preliminari 311 C.7.2 Il concorso dei beni gratuitamente devolvibili alla produzione economica di esercizio 312 C.7.3 L influenza della normativa tributaria sulla prassi contabile 317 C.7.4 La modifica dei termini di durata della concessione 319 C.7.5 La devoluzione gratuita dei fattori produttivi d azienda 319

7 vii-xviii caratt :40 Pagina XIII XIII CAPITOLO 8 (Alfredo Viganò) LE OPERAZIONI DI INVESTIMENTO E DI DISINVESTIMENTO IN TITOLI E PARTECIPAZIONI Nozioni introduttive Definizione I titoli Le diverse tipologie di titoli Le partecipazioni Caratteristiche e tipologie dei titoli azionari Le rilevazioni contabili Le rilevazioni sistematiche di conto attinenti alle operazioni di acquisto e di vendita dei titoli Le rilevazioni sistematiche di conto attinenti alle operazioni di acquisto e di vendita di azioni Complementi Diverse modalità di funzionamento del conto titoli L acquisto di proprie obbligazioni 339 CAPITOLO 9 (Maurizio Pini) LE OPERAZIONI DI ACQUISIZIONE, REMUNERAZIONE E RIMBORSO DEI DEBITI DI FINANZIAMENTO Il concetto di capitale di prestito e i cicli delle rilevazioni contabili che lo riguardano La natura non-numeraria dei debiti finanziari La linea del capitale e la linea degli interessi dei debiti finanziari I cicli delle rilevazioni contabili attinenti ai debiti finanziari Il ciclo di rilevazioni contabili concernenti la dinamica della linea di capitale Il ciclo di rilevazioni contabili concernenti la dinamica della linea di interessi Uno schema delle principali operazioni di finanziamento I finanziamenti su apertura di credito bancario in conto corrente Una disamina dei principali aspetti amministrativo-contabili Le rilevazioni contabili attinenti alla linea del capitale e alla linea d interessi I finanziamenti su anticipazioni garantite e su cambiali ipotecarie Una disamina dei principali aspetti amministrativo-contabili Le rilevazioni contabili attinenti alla linea del capitale e alla linea d interessi I finanziamenti revolving su propri pagherò cambiari Una disamina dei principali aspetti amministrativo-contabili Le rilevazioni contabili attinenti alla linea del capitale e alla linea d interessi I finanziamenti su emissione di cambiali finanziarie e di certificati d investimento Una disamina dei principali aspetti amministrativo-contabili Le rilevazioni contabili attinenti alla linea del capitale e alla linea d interessi I mutui passivi Una disamina dei principali aspetti amministrativo-contabili 376

8 vii-xviii caratt :40 Pagina XIV XIV Le rilevazioni contabili attinenti alla linea del capitale e alla linea d interessi I prestiti obbligazionari Una disamina dei principali aspetti amministrativo-contabili Talune fondamentali rilevazioni contabili attinenti alla linea del capitale e alla linea d interessi Le emissioni di obbligazioni convertibili in azioni 400 CAPITOLO 10 (Giuseppe Pogliani) LE OPERAZIONI SUL PATRIMONIO NETTO Premessa Gli aumenti di capitale Gli aumenti di capitale a pagamento La determinazione del sovrapprezzo Gli aumenti di capitale a pagamento mediante conferimenti in natura Gli aumenti di capitale a titolo gratuito Gli aumenti di capitale a seguito della conversione di prestiti obbligazionari I versamenti soci in conto capitale ed in conto futuro aumento capitale La riduzione del capitale sociale La riduzione per esubero La riduzione a seguito del recesso del socio Il risultato d'esercizio I vincoli alla distribuzione dell utile di esercizio Le perdite di esercizio Il ripianamento delle perdite di esercizio Le norme di cui agli artt e 2447 del Codice Civile L acquisto di azioni proprie 414 CAPITOLO 11 (Alfredo Viganò) LE RETTIFICHE DI STORNO Considerazioni preliminari I risconti attivi e passivi Le rimanenze di esercizio Le rimanenze di magazzino Le rimanenze di titoli Le rettifiche di storno relative alle altre poste del circolante Le rettifiche di storno relative alle immobilizzazioni Le immobilizzazioni materiali e immateriali Le immobilizzazioni finanziarie 436 CAPITOLO 12 (Alfredo Viganò) LE RILEVAZIONI DI INTEGRAZIONE Considerazioni preliminari Le partite da liquidare: gli interessi di conto corrente Gli interessi attivi Gli interessi passivi Le partite da liquidare: le fatture da emettere Le fatture da emettere per merci vendute e prestazioni rese 444

9 vii-xviii caratt :40 Pagina XV XV Le note di credito da emettere per resi, abbuoni e premi Le fatture da ricevere Le note di credito da ricevere Il costo del lavoro da liquidare Le ferie non godute Il trattamento di fine rapporto I ratei attivi e passivi Considerazioni preliminari I ratei passivi I ratei attivi Fondi rischi e oneri futuri Considerazioni preliminari I fondi oneri futuri I fondi rischi 460 CAPITOLO 13 (Maurizio Pini) LA DIMENSIONE CONTABILE DELLE IMPOSTE SUL REDDITO La gestione tributaria dell impresa e la dimensione contabile delle imposte sul reddito. Un introduzione al trattamento contabile Liability Method Talune nozioni di base in tema di gestione tributaria dell impresa Il trattamento contabile delle imposte sul reddito secondo il Liability Method : prime approssimazioni ed inquadramento del tema Il trattamento contabile Liability Method secondo la metodologia Income Statement and Liability Method (o metodo delle differenze temporali ) Le imposte sul reddito e la metodologia IS&L: competenza economica versus competenza tributaria dei valori reddituali (segue) Le imposte sul reddito e la metodologia IS&L: i concetti di differenze temporali e di differenze permanenti (segue) Le imposte sul reddito e la metodologia IS&L: dalla determinazione extracontabile delle imposte liquidate all accensione delle imposte correnti nel sistema di contabilità generale (segue) Le imposte sul reddito e la metodologia IS&L: la genesi reddituale delle imposte differite e delle imposte anticipate L IS&L e il ciclo delle imposte differite L IS&L e il ciclo delle imposte anticipate Il trattamento contabile Liability Method secondo la metodologia Balance-sheet and Temporary Differences (o metodo delle differenze temporanee ) Le imposte sul reddito e la metodologia B&TD: genesi reddituale versus genesi patrimoniale dei valori della gestione tributaria. La dicotomia tra timing differences e temporary differences La contabilizzazione delle passività e delle attività fiscali di genesi patrimoniale comportate dalla metodologia B&TD Taluni ulteriori aspetti notevoli del trattamento contabile Liability Method 533

10 vii-xviii caratt :40 Pagina XVI XVI CAPITOLO 14 (Nicola Pecchiari) LE OPERAZIONI DI CHIUSURA E RIAPERTURA DEI CONTI Il sistema delle operazioni di chiusura e riapertura dei conti Il secondo bilancio di verifica, le decisioni di allocazione dei valori nei prospetti di sintesi contabile, la chiusura dei conti e la situazione contabile di fine periodo Il secondo bilancio di verifica e le decisioni di allocazione dei valori nei prospetti di sintesi contabile La chiusura dei conti reddituali e la situazione contabile di fine periodo precedente la determinazione e rilevazione del reddito d'esercizio La determinazione del reddito d esercizio, la sua rilevazione, la chiusura dei conti patrimoniali e la redazione dei prospetti di sintesi contabile La determinazione e rilevazione del reddito d esercizio La chiusura dei conti patrimoniali e la redazione dei prospetti di sintesi contabile La riapertura generale dei conti La rilevazione del bilancio di apertura e la riapertura generale dei conti Il trasferimento a conto economico dei valori comuni a due esercizi La destinazione dell utile d esercizio e la copertura della perdita (richiami) 555 CAPITOLO 15 (Nicola Pecchiari) DALLA REDAZIONE ALLA COMUNICAZIONE DEL BILANCIO La rappresentazione del sistema dei valori nei prospetti di sintesi contabili Il bilancio a struttura logica Il bilancio a struttura logica: il modello di elaborazione Il grado di soggettività delle determinazioni d esercizio e le implicazioni per l attività di analisi e di controllo del bilancio L apprezzamento del grado di soggettività del reddito d esercizio L apprezzamento del grado di soggettività del capitale di funzionamento Considerazioni conclusive Cenni alle diverse strutture di conto economico e stato patrimoniale Il conto economico a costo complessivo del venduto Il conto economico a costo complessivo industriale del venduto Il conto economico a valore aggiunto Il conto economico a costo variabile del venduto Confronto tra l informativa fornita dalle diverse strutture di conto economico riclassificato. Esigenze di flessibilità nell analisi Lo stato patrimoniale secondo il criterio della liquidità/esigibilità Lo stato patrimoniale secondo il criterio della pertinenza gestionale Confronto tra l informativa fornita dalle diverse strutture di stato patrimoniale riclassificato Il bilancio d esercizio a struttura legale 595

11 vii-xviii caratt :40 Pagina XVII XVII Finalità e oggetto Le finalità del bilancio d esercizio I principi generali di redazione del bilancio d esercizio Le norme tecniche di redazione del bilancio: gli elementi che compongono il bilancio d esercizio e i criteri di valutazione Lo stato patrimoniale previsto dall art La nota integrativa La relazione sulla gestione 618 CAPITOLO 16 (Nicola Pecchiari) IL RENDICONTO FINANZIARIO Il rendiconto finanziario nel sistema bilancio d esercizio Le fonti e gli impieghi di risorse finanziarie Le gestioni reddituale, degli investimenti e dei finanziamenti che concorrono a produrre flussi di risorse finanziarie Le principali nozioni di risorse finanziarie: disponibilità liquide e capitale circolante netto Una esemplificazione introduttiva sul significato dei flussi finanziari di CCN Il rendiconto finanziario dei flussi di CCN I flussi di CCN della gestione reddituale I flussi di CCN della gestione patrimoniale: investimenti e finanziamenti Il rendiconto finanziario dei flussi di Cassa Il flusso di cassa della gestione reddituale I flussi di cassa della gestione patrimoniale Dal flusso di cassa della gestione reddituale al flusso di cassa della gestione operativa caratteristica La corretta allocazione delle attività/passività correnti alle gestioni in cui si scompone il rendiconto finanziario Il rendiconto finanziario delle variazioni nell indebitamento bancario netto a breve termine e nella posizione finanziaria netta Il modello ad H di rendiconto finanziario Il rendiconto finanziario secondo il principio contabile internazionale IAS CAPITOLO 17 (Chiara Mancini) IL BILANCIO CONSOLIDATO La disciplina di riferimento La definizione di bilancio consolidato: il gruppo e il concetto di controllo Le società obbligate alla redazione del bilancio consolidato Il perimetro di consolidamento Le fasi di redazione del bilancio consolidato La teoria di consolidamento prescelta dai principi IAS/IFRS Il bilancio aggregato (fase 1) e le rettifiche di pre-consolidamento (fase 2) La forma e i contenuti degli schemi di bilancio La data di chiusura dei bilanci La moneta di conto I principi contabili e criteri di valutazione Le rettifiche di consolidamento (fase 3) 705

12 vii-xviii caratt :40 Pagina XVIII XVIII L eliminazione del valore di carico delle partecipazioni incluse nel consolidamento Il trattamento dei plusvalori (o minusvalori) su attività e passività e dell avviamento rilevati al momento dell eliminazione del valore della partecipazione L eliminazione delle partite intragruppo L attribuzione dell utile di pertinenza di terzi La logica e gli effetti delle rettifiche di consolidamento negli esercizi successivi al primo Il prospetto di raccordo tra risultato di esercizio e patrimonio netto della controllante e risultato di esercizio e patrimonio netto di gruppo Il trattamento delle partecipazioni nelle società non incluse nel perimetro di consolidamento 756

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Composizione e schemi del bilancio d esercizio

Composizione e schemi del bilancio d esercizio OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Composizione e schemi del bilancio d esercizio Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi 3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi La scelta di intraprendere

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale Lezione 8 Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale L AZIENDA SVOLGE UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE RISORSE PROCESSO DI PRODOTTI E SERVIZI TRASFORMAZIONE Valore di mercato delle risorse impiegate

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO ATTIVO A) CREDITI VS STATO E ALTRI AA.PP. PARTECIPAZIONE FONDO DI DOTAZIONE B) IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 Costi di impianto ed ampliamento 2 Costi

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value A cura Alessio D'Oca Premessa Nell ambito dei principi che orientano la valutazione del bilancio delle società uno dei

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT AGENZIA PER LE ONLUS ATTO DI INDIRIZZO ai sensi dell art. 3, comma 1, lett. a) del D.P.C.M. 21 marzo 2001 n. 329 LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO DEGLI ENTI NON PROFIT Approvato

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014 CIRCOLARE N. 14/E Roma, 4 giugno 2014 OGGETTO: Le perdite e svalutazioni su crediti La nuova disciplina ai fini IRES e IRAP introdotta dall articolo 1, commi 158-161, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere.

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Cos è un gruppoaziendale L evoluzione del processo di armonizzazione contabile Le principali caratteristiche del bilancio IAS/IFRS a seguito

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO 18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO L utilizzo durevole è il criterio per classificare le partecipazioni come immobilizzazioni finanziarie. Le tipologie

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE Allegato 18 Modulo prenotazione garanzia PON - Pagina 1 di 25 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE PROCEDURA DI

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

I GIUDIZI (LA RELAZIONE ) SUL BILANCIO

I GIUDIZI (LA RELAZIONE ) SUL BILANCIO I GIUDIZI (LA RELAZIONE ) SUL BILANCIO I GIUDIZI SUL BILANCIO Articolo 2409-ter 1. Il revisore o la società incaricata del controllo contabile: a).; b) verifica se il bilancio di esercizio e, ove redatto,

Dettagli

Lezione n. 3. Le determinanti della dinamica finanziaria

Lezione n. 3. Le determinanti della dinamica finanziaria FINANZA AZIENDALE Lezione n. 3 Le determinanti della dinamica finanziaria 1 SCOPO DELLA LEZIONE Comprendere i principali fenomeni in grado di influenzare la dinamica finanziaria aziendale Sviluppare un

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE Documento

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali BOZZA PER LA CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali osservazioni preferibilmente entro il

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

FASI DI VITA DELL AZIENDA

FASI DI VITA DELL AZIENDA AZIENDA ORGANIZZAZIONE DI PERSONE E BENI CHE SVOLGE ATTIVITA ECONOMICA IN VISTA DEL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI UMANI. Dalla definizione si estraggono le 3 componenti principali dell azienda. Abbiamo ciò

Dettagli

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE.

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. E COAN) Prof.ssa Claudia SALVATORE Università degli Studi del Molise

Dettagli

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA MEP S.p.A. Sede in Milano (MI), Piazza del Liberty, n. 2 Capitale sociale Euro 10.372.791 interamente versato Codice Fiscale 13051480153 Iscritta al Registro dell Imprese di Milano al n. 1611128 BILANCIO

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000 ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLE TRE VENEZIE L'INSERTO 2 Analisi della rilevanza ai fini IRAP delle voci del Conto Economico A cura

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II Lezione 6 IAS 19: Benefici per i dipendenti Marco Rossi Senior Manager Deloitte & Touche S.p.A. marrossi@deloitte.it Facoltà di Economia anno 2011 2012 24 aprile 2012

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Le quote di emissione di gas ad effetto serra

Le quote di emissione di gas ad effetto serra OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Le quote di emissione di gas ad effetto serra Febbraio 2013 Copyright OIC Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC)

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

MODULO DI CANDIDATURA

MODULO DI CANDIDATURA MODULO DI CANDIDATURA Gentile Signora/Egregio Signore, troverà in allegato la candidatura di [nome del fornitore di servizi] in risposta all invito a manifestare interesse relativo ai fornitori di dati

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed Appunti di Economia Capitolo 8 Analisi di bilancio Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed indipendenza

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015

Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015 Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015 Corso di Economia Aziendale II modulo Capitolo 4 Lo scambio monetario e i valori scaturenti da esso 1 Stru%ura del corso Introduzione

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli