Intervento al consiglio comunale del 3 Febbraio 2009 sul BILANCIO 2009

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Intervento al consiglio comunale del 3 Febbraio 2009 sul BILANCIO 2009"

Transcript

1 Intervento al consiglio comunale del 3 Febbraio 2009 sul BILANCIO 2009 Il Bilancio è l atto di programmazione più importante dell anno, determina la politica di gestione dei servizi e degli investimenti e per questo dovrebbe essere un momento irrinunciabile di condivisione sia tra le parti politiche ma soprattutto con la cittadinanza tutta. Anche quest anno non vi è stata la minima condivisione, non ci sono state riunioni preparatorie, né incontri pubblici. A dire il vero il Bilancio di quest anno ci è sembrato molto ragionieristico più che politico. Va pur detto che le nuove normative creano non pochi problemi anche a chi avesse più fantasia. Al titolo 1 Entrate tributarie possiamo subito notare una diminuzione di euro. Al titolo 2 Entrate derivanti da contributi e trasferimenti una diminuzione rispetto al 2008 di euro. Al titolo 3 Entrate extratributarie, l aumento, rispetto al 2008 di euro ci sembra assai improbabile, infatti i euro previsti di oneri di escavazione ci sembrano più una cifra messa lì a far quadrare la cifra rispetto al 2008 che ad una reale probabilità di incasso, visto che non si è voluto procedere all aumento degli oneri di escavazione e che a tutt oggi si estrae materiale di risulta senza un euro di tassa. Va considerato che al titolo 4 Entrate derivanti da alienazioni, da trasferimenti ecc.. la cifra, che ammonta a , è stata creata anche da euro derivanti da oneri di urbanizzazione, a dir poco improbabili in questo anno oltre ai euro provenienti dall alienazione di una casa a Torri e dalle vecchie fonti di Rosia. Al titolo 5 Entrate derivanti da accensioni di prestiti, un aumento da euro a con aumento di euro che appunto sono debiti. Al titolo 6 Entrate da servizi per conto terzi c è un aumento rispetto al 2008 di soli 2000 euro. Quindi un bilancio che ammonta a euro, euro in meno del 2008 ma che potrebbe diminuire ancora se le nostre previsioni sono esatte. ANDIAMO ORA AL CAPITOLO SPESE Al titolo 1 Spese correnti ci sono euro di spese in meno, spese che in questo caso incidono sui servizi che l amministrazione rende alla cittadinanza. Al Titolo 2 Spese in conto capitale, euro in meno rispetto all anno passato. Al Titolo 3 Spese per rimborso di prestiti euro in più, appunto, di debiti da pagare Al Titolo 4 Spese per servizi per conto terzi, 2000 euro in meno. I Revisori evidenziano anche un saldo finanziario medio che ha un segno negativo, oltre a sottolineare che l equilibrio si raggiunge con l utilizzo di entrate di carattere eccezionale per finanziare spese di carattere permanente per euro che poi non sono altro che il 66.91% degli oneri di urbanizzazione. Con i restanti oneri più le alienazioni rispettivamente e si raggiunge l equilibrio di parte straordinaria.

2 Quindi rispetto al 2008 spendiamo euro in meno. POTREMMO DIRE: MENO ENTRATE - MENO SPESE! IL Bilancio torna! Peccato che per mantenere aperto il comune stiamo dando via i gioielli di famiglia cioè il territorio! E questo dato, nonostante le nostre continue richieste, non viene mai inserito eppure ogni anno si mette in bilancio un pezzo del territorio e verrà un giorno che non avremo più niente da spendere!. Ogni Bilancio dovrebbe partire dall analisi dei bisogni, e sostenere le fasce più deboli, che ora si sono estese drammaticamente. Giovani coppie, lavoratori precari, famiglie con bambini e mutuo da pagare Purtroppo per queste fasce qui c è poco. Nel nostro territorio vivono quasi 1000 immigrati. Non è stata fatta una politica di interazione e nemmeno di integrazione con tutti i limiti di questa concezione. Neanche 1 euro è stato stanziato per un sostegno. Anche per i 4000 ultrasessantacinquenni nulla è cambiato. Sono insufficienti le strutture scolastiche per i bambini! A queste fasce devono andare le maggiori attenzioni, ma anche prendere seriamente in considerazione il fatto che stiamo sfiorando i abitanti e risultano assolutamente mancanti spazi culturali, cinema, teatro, spazi sociali, piscina, per questi bisogni ci siamo sempre appoggiati SIENA, e pensiamo che debbano esser fatti tutti gli sforzi per affrancarci dal capoluogo. Passo ora ad analizzare le singole questioni. Contributi per emergenze abitative euro sono insufficienti Case per portatori di handicap e adeguamento barriere non vi è nessuna voce in bilancio. Oneri 8 e 9 %, rispettivamente per associazioni volontariato (quali?) e per la chiesa. Nonostante che la mozione presentata dal nostro partito e votata da tutto il consiglio, chiarisse la non obbligatorietà da parte del comune di onorare questo impegno, ad oggi si continua imperterriti a finanziare opere che sono abbondantemente finanziate sia con l 8 per mille che dalla fondazione MPS o dai soci. Ad oggi il Sindaco, non ci risulta sia riuscito a contrattare un utilizzo pubblico e gratuito (seppur per qualche giorno all anno) per l utilizzo delle strutture finanziate con denaro pubblico e quindi appartenente a tutti i cittadini. Casa di riposo per anziani Nulla è cambiato negli anni. Gli 8 posti della residenza assistita non sono stati incrementati e continuano ad essere assolutamente insufficienti rispetto ai reali bisogni del territorio, due anni fa suggerimmo un miglior utilizzo dello spazio della residenza, infatti attraverso una migliore razionalizzazione degli spazi, e liberando la struttuta dagli ambulatori medici, si possono creare ulteriori posti letto e negli ampi spazi dei corridoi possono essere accolti anziani al centro diurno. Questo senza gravare di più sulla spesa infatti lo stesso personale, trattandosi di autosufficienti, potrebbe gestire un maggior numero di ospiti. Inoltre l impossibilità di poter lasciare da mattina a sera un anziano che abbia una limitata disabilità a causa di assenza di assistenza, risulta veramnet mortificante per molte famiglie del territorio che attraverso un piccolo aiuto potrebbero affrontare meglio il problema dell assistenza. Questo naturalmente deve prevedere un reperimento di locali adeguati per gli ambulatori in accordo con i medici, che in altri comuni si autogestiscono gli spazi ambulatoriali, accollandosi anche le spese di affitto e pulizie,

3 Per l assistenza domiciliare invece sono previsti euro, come l anno passato e in più del 2007, (una media di 32 euro all anno per anziano) e sappiamo già che non basterà. Trasporti Con questo Bilancio risulta ipocrita chiedere più stanziamenti per il trasporto, eppure per i 1000 migranti che vivono nel territorio, per gli anziani, i giovani senza reddito, il trasporto pubblico è l unica possibilità di spostamento. I euro, 800 in più dell anno precedente, sono pochi per incrementare il servizio in un territorio come il nostro che rimane il fine settimana praticamente scollegato da Siena che dista solamente 12 km. Ciò impedisce l utilizzo del cinema, teatro, negozi, piscina. Cooperative sociali Più volte con il Sindaco abbiamo parlato di cooperative sociali locali,che si estendessero anche all area ex comunità montana, a queste potrebbe essere affidata la cura del territorio, dando lavoro e dignità anche a persone svantaggiate. Il compito di governare un territorio comprende anche la conoscenza puntuale del problema lavoro. Anche a Sovicille sta aumentando la disoccupazione, soprattutto giovanile, pur ritenendo la cooperazione una forma di sottolavoro, crediamo che la promozione di una cooperativa sociale possa aiutare a dare quella dignità di cui ogni persona ha diritto. Chiediamo che nel Bilancio e nella programmazione futura venga affrontato questo argomento. Casa Per l edilizia a canone concordato l ultimo stanziamento risale al 2007, euro mai spesi. Nel 2008 niente, così come il Purtroppo il problema casa è irrisolto. Gli appartamenti PEEP sono in larga parte invenduti a causa dei prezzi anche più alti di quelli privati (vedi lottizzazioni private di Iesa, Ponte a Tressa, Buonconvento), né per Ancaiano si è trovata una soluzione percorribile. Anche a San Rocco tutto tace. Doloroso dover sottolineare come ci siano cittadini in attesa di casa mentre la lentezza della burocrazia ingessa i bisogni dei meno abbienti. Dovremmo anche ripensare i rapporti con le cooperative tradizionali,e chiedere trasparenza sul prezzo finale, non si capisce perché se il prezzo di costruzione è di 1100 euro, e il terreno se espropriato, incide sul prezzo finale per circa il 10%, come mai una casa peep debba costare quelle cifre! Purtroppo ad oggi un vero piano casa non è all ordine del giorno. I euro disponibili per contributi affitti, sebbene aumentati rispetto al 2008, sono la solita coperta troppo corta. Chiediamo ancora di attivare formule come l autocostruzione, anche per Ancaiano, per molti cittadini, sia italiani che extracomunitari è l unica possibilità di entrare in possesso di un appartamento, riuscendo così a uscire dal girone degli affitti capestro e dalla richiesta dei contributi pubblici. Una risposta forte potrebbe essere quella di acquisire terreni e cederli a prezzi concordati, ai cittadini. ALIENAZIONI : Siamo sempre stati contrari a vendere o meglio svendere IL PATRIMONIO EDILIZIO, la casa di Torri,è in una posizione unica e noi siamo in deficit di abitazioni soprattutto adattabili a portatori di handicap (piano terra) perchè svendere e non restaurare questa abitazione, magari attingendo ai contributi straordinari MPS destinati ad opere immediatamente cantierabili, quali potrebbero essere quelle di manutenzione ordinaria, se solo ci fosse una volontà politica di lavorare a questo progetto.

4 Stessa cosa per le fonti di Rosia, che allo stato attuale risultano inutilizzabili, ma con un cambio di destinazione d uso dei volumi, potrebbero rendere cifre molto più interessanti dei euro previsti. Oneri di escavazione Proviamo ora a immaginare altre fonti di finanziamento: per l anno 2009 è previsto un introito molto forte di oneri di escavazione pari a euro, segno evidente che sono previste grosse quantità di escavazioni: - Chiediamo che vengano aumentati i valori del materiale estratto, che sono determinati dall amministrazione, così da recuperare ingenti somme, e andando a colpire la rendita che sull escavazione è stata davvero elevata. - Oltre a prevedere oneri per recupero ravaneti o discariche di cava che sono stati trattati come rifiuti e per il loro recupero i cavatori non hanno pagato un solo euro. Piano delle Antenne E stata colpevole e fallimentare la decisione di non attuare un Piano delle Antenne. Con questa decisione si è voluto finanziare i privati a discapito del bene pubblico. Rinunciando anche ad un controllo puntuale sull inquinamento elettromagnetico, incluso nel piano stesso e gratuito! Parcelle a liberi professionisti Anche quest anno sono previsti euro. E il tesoretto del nostro comune..non ci sono solo pagamenti a notai, o avvocati ma parcelle a geometri o studi tecnici. Chiediamo che vengano regolarizzate quelle posizioni che incidono fortemente su questa voce attraverso regolare assunzione di personale tecnico. Troppi sono i progetti dati in esterno. Ato Ombrone Per lo sfruttamento della risorsa idrica quest anno l Ato ci invia solo euro, euro in meno che nel 2007, chiediamo il motivo e contestiamo la diminuzione degli introiti. La presenza di una risorsa così primaria, in un regime di vera difesa del suolo, limita fortemente un utilizzo territoriale, quindi non vediamo perché non si perori un aumento consistenten del contributo. Inoltre in gran parte del nostro territorio, soprattutto a sovicille l acqua non è bevibile e da anni i cittadini sono costretti a comprare l acqua potabile o andare a prenderla alle varie fontanelle presenti nel comune, questo comporta dispendio di tempo e di benzina, chiediamo che vengano istituite dei centri di distribuzione gratuita di acqua potabile, (casa dell acqua) laddove questa risulti imbevibile. Controllo dei cantieri e sanzioni Un accurato controllo dei cantieri porterebbe un introito notevole oltre ad assicurare un miglior andamento delle costruzioni. Dal Bilancio non si riesce a capire a quanto ammontano le entrate dal controllo cantieri.. Attività di polizia Municipale Molti comuni fanno il bilancio con le multe, (spesso è la 2 voce d entrata!) non è il nostro caso e ce ne rallegriamo, tuttavia la variazione del bilancio ultima che toglieva euro dalle già esigue cifre in entrata ci fanno pensare ad un territorio che potrebbe essere maggiormente controllato. In questo senso credo che doverebbe essere presa seriamente in considerazione il miglioramento della segnaletica onde evitare ricorsi degli utenti, oltre ad una verifica puntuale del n. dei posti di parcheggio pubblici in termini di legge.

5 Passi carrabili Non abbiamo capito se sono entrati oneri dall istituzione dei passi Contributi multinazionali Non abbiamo in bilancio nessun contributo per cultura o altro, da parte delle due multinazionali presenti nel territorio, anche se localmente la Bayer ha deciso di di chiudere, è pur vero che in generale ha bilanci multimiliardari così pure la Novartis, che quest anno ha chiuso il bilancio con un 25%. E vergognoso che alle richieste di aumento di fabbricabilità, queste non si degnino di un po di generosità verso il terriotiro che le ospita. Chiediamo che l amministrazione chieda un contributo per gestire i servizi del territorio. Contributi CRAS Crediamo che anche la Banca CRAS possa dare molto di più di quello che da. Canile intercomunale Passiamo ora ai possibili risparmi Troppi i euro spesi per canile e cattura di cani e gatti, nonostante questa cifra sia stata anche in passato, ritenuta eccessiva, negli anni è continuamente aumentata. Vanno rivisti i parametri di ripartizione dei costi. Festa di Torri In mancanza di sponsor, riteniamo che la festa di Torri debba costare molto meno del passato affidandola alla spontaneità delle associazioni che gli altri anni hanno contribuito alla buona riuscita e che ne hanno ricavato degli utili. Quindi riteniamo che la voce spese di promozione turistica di euro venga depennata dei costi per la festa e con questi dare gratuitamente alle famiglie il servizio prepost scuola che risulta davvero gravoso alla popolazione. Festa di San Lorenzo anche qui chiediamo che venga fatta una riduzione consistente della spesa, stornando i 7000 euro previsti, per rimpinguare gli esigui fondi per l assistenza domiciliare. La Festa di San Lorenzo è una festa religiosa dei cittadini di Sovicille, l anno passato l occupazione della piazza da parte delle autorità e invitati dell Amministrazione ha creato un malumore diffuso, molti sovicillini non hanno trovato posto per la cena. Chiediamo che la manifestazione riprenda il suo percorso naturale di festa religiosa. E che l amministrazione sia meno presente, sia economicamente che fisicamente. Ufficio turistico Per quanto riguarda l ufficio turistico, la nostra posizione rimane invariata. Proponiamo l utilizzo di uno spazio comunale, per un ottimizzazione del servizio. CREDIAMO CHE PER MIGLIORARE LE NOSTRI FONTI DI FINANZIAMENTO DOBBIAMO RICORRERE A QUEI SOGGETTI CHE NEGLI ANNI HANNO GODUTO O INTENDONO FARLO D ORA IN AVANTI, DI INTERESSI E GUADAGNI PROVENIENTI DAL TERRITORIO, QUINDI MAGGIORI SPONSORIZZAZIONI, EDILIZIA CONTRATTATA (NATURALMENTE PRESENTE NEI PIANI REGOLATORI) A SCAMBIO DI OPERE PUBBLICHE. Il trend degli ultimi anni è sempre stato di decrescita, dobbiamo invertire la tendenza, anche attraverso le lotte insieme agli altri comuni che patiscono come il nostro di bilanci miserevoli.

Comune di Desenzano del Garda Bilancio di previsione 2010/2012

Comune di Desenzano del Garda Bilancio di previsione 2010/2012 Comune di Desenzano del Garda Bilancio di previsione 2010/2012 1 Il quadro finanziario dei Comuni si inserisce in un contesto di finanza pubblica particolarmente indebolito dalla crisi economica che ha

Dettagli

BILANCIO PARTECIPATIVO Incontro del 1 febbraio 2011

BILANCIO PARTECIPATIVO Incontro del 1 febbraio 2011 BILANCIO PARTECIPATIVO Incontro del 1 febbraio 2011 Assessorato al Bilancio Comune di Ostra (AN) 1 - Premessa Con queste diapositive si vuol tentare di illustrare come funziona il bilancio di un comune

Dettagli

LA RELAZIONE CONTABILE

LA RELAZIONE CONTABILE LA RELAZIONE CONTABILE Struttura del Bilancio di Previsione Il bilancio di previsione comunale è il documento di indirizzo politicofinanziario con il quale il Consiglio Comunale, su proposta della Giunta,

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNE DI SOLZA

BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNE DI SOLZA BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNE DI SOLZA BILANCIO, - STRUMENTO di GESTIONE - STRUMENTO di PROGRAMMAZIONE delle RISORSE di una ORGANIZZAZIONE Bilancio preventivo 1) Strumento per determinare bisogni

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

COMUNE DI SERDIANA PRESENTAZIONE BILANCIO PREVISIONALE 2013

COMUNE DI SERDIANA PRESENTAZIONE BILANCIO PREVISIONALE 2013 PRESENTAZIONE PRESENTA IL SINDACO ROBERTO MELONI Il bilancio di previsione annuale, è il più importante strumento di pianificazione annuale dell attività dell Ente, che attua la programmazione definita

Dettagli

Attività dell Urban Center

Attività dell Urban Center Attività dell Urban Center Report dell incontro con i rappresentanti di associazioni e cooperative 14 giugno 2012 www.rosignanofacentro.it info@rosignanofacentro.it Percorso di partecipazione promosso

Dettagli

Il bilancio per il cittadino - Comune di Venezia. Marika Arena, Giovanni Azzone, Tommaso Palermo

Il bilancio per il cittadino - Comune di Venezia. Marika Arena, Giovanni Azzone, Tommaso Palermo Il bilancio per il cittadino - Comune di Venezia Marika Arena, Giovanni Azzone, Tommaso Palermo 2 Premessa Il rapporto Civicum-Politecnico di Milano sul Comune di Venezia ha l obiettivo di sintetizzare

Dettagli

Quali scenari con la scomparsa della Provincia?

Quali scenari con la scomparsa della Provincia? BIBLIOTECHE DEL TERRITORIO Quali scenari con la scomparsa della Provincia? Ci sono 25 biblioteche nei comuni del territorio provinciale che, pur funzionando autonomamente, devono in gran parte alla Provincia

Dettagli

Quanto costa il mio fondo pensione?

Quanto costa il mio fondo pensione? Quanto costa il mio fondo pensione? Le differenze con il mercato e i nostri punti di forza Uno dei temi principali su cui il mercato della previdenza complementare si confronta è quello relativo ai costi

Dettagli

LINEE GUIDA SUGLI INTERVENTI DI AFFIDAMENTO DI PERSONE ANZIANE E DISABILI ADULTI

LINEE GUIDA SUGLI INTERVENTI DI AFFIDAMENTO DI PERSONE ANZIANE E DISABILI ADULTI LINEE GUIDA SUGLI INTERVENTI DI AFFIDAMENTO DI PERSONE ANZIANE E DISABILI ADULTI DEFINIZIONE ED OBIETTIVI DEL SERVIZIO Il servizio affidamento anziani e disabili adulti, costituisce un opportunità di alternativa

Dettagli

Comune di Brivio. Bilancio di Previsione 2012

Comune di Brivio. Bilancio di Previsione 2012 Comune di Brivio Bilancio di Previsione 2012 Comune di Brivio Linee generali Il bilancio di previsione 2012 si caratterizza proprio per un forte elemento «previsionale», legato ai recenti interventi legislativi

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato NACCARATO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato NACCARATO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1552 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato NACCARATO Disciplina per l affido dell anziano e dell adulto per la salvaguardia del diritto

Dettagli

Il bilancio per il cittadino - Comune di Napoli. Marika Arena, Giovanni Azzone, Tommaso Palermo

Il bilancio per il cittadino - Comune di Napoli. Marika Arena, Giovanni Azzone, Tommaso Palermo Il bilancio per il cittadino - Comune di Napoli Marika Arena, Giovanni Azzone, Tommaso Palermo 2 Premessa Il rapporto Civicum-Politecnico di Milano sul Comune di Napoli ha l obiettivo di sintetizzare le

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO. Presentazione

COMUNE DI ROVIGO. Presentazione Presentazione Rendiconto della Gestione 2007 1 IL RENDICONTO DELLA GESTIONE 2007 Come sono stati spesi i soldi dei cittadini di Rovigo nel 2007 1. La popolazione* nell ultimo triennio Abitanti al 31.12.2005

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione Comune di Spilamberto (MO)

Relazione al bilancio di previsione Comune di Spilamberto (MO) febbraio 9 Relazione al bilancio di previsione 2015 Comune di Spilamberto (MO) 1. Il bilancio Il Bilancio di Previsione è il documento di programmazione e controllo dell'ente; deve assolvere contemporaneamente

Dettagli

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di Gli indici per l analisi di bilancio Relazione di Giorgio Caprioli Gli indici di solidità Gli indici di solidità studiano il rapporto tra le parti alte dello Stato Patrimoniale, ossia tra Capitale proprio

Dettagli

RELAZIONE DEL TESORIERE

RELAZIONE DEL TESORIERE RELAZIONE DEL TESORIERE Carissimi colleghi, il bilancio consuntivo 2013 che vi sottoponiamo oggi all approvazione rappresenta anche il primo bilancio del nuovo Consiglio Regionale insediatosi dopo le elezioni

Dettagli

Consuntivo 2010. Documenti allegati

Consuntivo 2010. Documenti allegati Consuntivo 2010 Consuntivo 2010 Documenti allegati Relazione dei revisori dei conti Elenco dei residui attivi e passivi distinti per anno di provenienza Conto del Bilancio Conto economico Conto Patrimoniale

Dettagli

Premessa. Gilberto Pichetto Presidente del gruppo regionale

Premessa. Gilberto Pichetto Presidente del gruppo regionale Settembre 2014 Premessa Se prima la difficoltà abitativa era un problema, ora è una vera e propria emergenza. Il perdurare della crisi economica rende le famiglie sempre più povere ed insostenibili i costi

Dettagli

RISPARMIARE NON BASTA!

RISPARMIARE NON BASTA! RISPARMIARE NON BASTA! 2015-02-03 Introduzione Una piccola nota per comprendere come il problema del credit crunch, ovvero della mancanza di credito per le aziende, sia anche legato alle scelte di investimento

Dettagli

SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA)

SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA) SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA) DOSSIER A CURA DEL CENTRO NUOVO MODELLO DI SVILUPPO CON LA COLLABORAZIONE DI LUCA FERRINI (NOVEMBRE 2012) Prologo Ci vantiamo di vivere in un paese

Dettagli

Risultati differenziati applicati al bilancio regionale ed equilibrio di bilancio dal 2006 al 2009

Risultati differenziati applicati al bilancio regionale ed equilibrio di bilancio dal 2006 al 2009 Risultati differenziati applicati al bilancio regionale ed equilibrio di bilancio dal 2006 al 2009 Servizio Analisi Economica, Statistica e Monitoraggio INDICE Classificazione del bilancio pag. 4 Equilibrio

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE ENTRATE - Anno 2013 Sintetico

BILANCIO DI PREVISIONE ENTRATE - Anno 2013 Sintetico COMUNE DI BASTIA UMBRA Prov. (PG) BILANCIO DI PREVISIONE ENTRATE - Anno 2013 Sintetico AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 170.096,84 170.096,84 di cui: - Vincolato - Finaziamento Investimenti - Fondo Ammortamento

Dettagli

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE 2.1 - FONTI DI FINANZIAMENTO 2.1.1 - Quadro Riassuntivo Tributarie 9084443,36 8502962,92 8155504,77 8112844,23 7982265,23 8084026,13 0,52- Contributi e trasferimenti correnti

Dettagli

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA (art. 28 Reg. del Consiglio Comunale di Lavagno)

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA (art. 28 Reg. del Consiglio Comunale di Lavagno) Lavagno, 04.08.2008 AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI LAVAGNO INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA (art. 28 Reg. del Consiglio Comunale di Lavagno) I sottoscritti Consiglieri Comunali appartenenti al gruppo consigliare

Dettagli

S.O.S. famiglia. ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente)

S.O.S. famiglia. ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) S.O.S. famiglia Città di Avigliana - Assessorato Politiche Sociali ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) Manuale riservato ai cittadini di Avigliana per usufruire di esenzioni e sconti

Dettagli

Risparmio e Investimento

Risparmio e Investimento Risparmio e Investimento Risparmiando un paese ha a disposizione più risorse da utilizzare per investire in beni capitali I beni capitali a loro volta fanno aumentare la produttività La produttività incide

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

Il comportamento economico delle famiglie straniere

Il comportamento economico delle famiglie straniere STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Il comportamento economico delle straniere Redditi, consumi, risparmi e povertà delle straniere in Italia nel 2010 Elaborazioni su dati Banca d Italia Perché

Dettagli

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Economia > News > Italia - lunedì 13 gennaio 2014, 16:00 www.lindro.it Segnali positivi Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Antonio Forte La

Dettagli

GESTIONE FINANZIARIA

GESTIONE FINANZIARIA GESTIONE FINANZIARIA SCELTE QUALIFICANTI Considerato che il bilancio di un Ente locale deve garantire equilibrio tra il rigore dei numeri e i bisogni dei cittadini, tra la necessità del raggiungimento

Dettagli

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica In Italia c èc un grande debito pubblico. Ma come è suddiviso? (fonte Presidenza del Consiglio dei Ministri, 29 settembre 2010) Debito pubblico sul

Dettagli

OGGETTO: Approvazione Rendiconto della Gestione per l esercizio finanziario 2006.

OGGETTO: Approvazione Rendiconto della Gestione per l esercizio finanziario 2006. OGGETTO: Approvazione Rendiconto della Gestione per l esercizio finanziario 2006. Svoltosi il seguente dibattito: Moressa: Vorrei che fossero precisate alcune voci di spesa, e quali ritorni esse abbiano

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare I prezzi relativi al mercato immobiliare residenziale, dopo un periodo di forte crescita (fig. 10.1), negli anni 90 hanno subito un decremento; poi, con la fine del decennio, la

Dettagli

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Siamo un gruppo di studenti di master in economia. Con questa presentazione vogliamo fare informazione sui temi economici della campagna elettorare. Tutti

Dettagli

2. Esercizi di contabilità finanziaria

2. Esercizi di contabilità finanziaria 2. Esercizi di contabilità finanziaria di Carmela Barbera e Silvia Rota La lettura del bilancio preventivo 1. Il caso del Comune di Avalonia Viene fornito un estratto semplificato del bilancio di previsione

Dettagli

ANALISI E PROPOSTE PER IL CONTENIMENTO DELLA SPESA SANITARIA E LA RICOSTITUZIONE DEL FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA

ANALISI E PROPOSTE PER IL CONTENIMENTO DELLA SPESA SANITARIA E LA RICOSTITUZIONE DEL FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA ANALISI E PROPOSTE PER IL CONTENIMENTO DELLA SPESA SANITARIA E LA RICOSTITUZIONE DEL FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA SINTESI PER LA STAMPA Intervento del Prof. Emilio Mortilla Presidente Ageing Society-Osservatorio

Dettagli

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione A cura del Servizio Politiche Economiche e Finanziarie e del Pubblico Impiego PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI

Dettagli

STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2012

STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2012 STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2012 31/12/2011 31/12/2012 A ATTIVO Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti B Immobilizzazioni 274.850,12 204.984,48 I Immobilizzazioni immateriali II Immobilizzazioni

Dettagli

Progetto vita indipendente

Progetto vita indipendente Buon giorno io sono Leda mamma di Giulia, una ragazza disabile che ha usufruito del Progetto vita indipendente fornito dalla Cooperativa Primavera 85. Mia figlia ha 24 anni e da sempre mi sono impegnata

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI)

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI) COMUNE DI VALERA FRATTA PROVINCIA DI LODI P.zza Vittoria, 6 Tel. 0371.99000 Fax 0371.99348 c.a.p. 26859 E-mail: comunevalerafratta@virgilio.it RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI

Dettagli

La sicurezza su lavoro: prevenzione e protezione. Le misure generali di tutela, la formazione e la sorveglianza sanitaria

La sicurezza su lavoro: prevenzione e protezione. Le misure generali di tutela, la formazione e la sorveglianza sanitaria La sicurezza su lavoro: prevenzione e protezione Le misure generali di tutela, la formazione e la sorveglianza sanitaria 0 Presentazione La valutazione dei rischi è il presupposto necessario per l adozione

Dettagli

ENTRATE CORRENTI Di seguito si riportano le risorse e gli andamenti relativi alle Entrate correnti dell ultimo triennio.

ENTRATE CORRENTI Di seguito si riportano le risorse e gli andamenti relativi alle Entrate correnti dell ultimo triennio. 1 LE RISORSE ECONOMICO FINANZIARIE Obiettivi Riduzione indebitamento Ente. Mantenimento parametri Patto Stabilità. Miglioramento tempi di pagamento alle imprese e attivazione procedure di cui al D.L. 35/2013.

Dettagli

RENDICONTO DELLA GESTIONE

RENDICONTO DELLA GESTIONE Allegato A) alla delibera consiliare n. 18 del 28.4.2014 COMUNE DI BOMPORTO (Modena) RELAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE AL RENDICONTO DELLA GESTIONE DELL ESERCIZIO 2013 Approvata dalla Giunta Comunale con

Dettagli

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 La facciata ristrutturata Comune di Castiglione d Adda Via Roma 130, 26823 - Castiglione d Adda Tel. 0377/900403 Fax.

Dettagli

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative Il Bilancio 2012 Le risorse e le principali iniziative Lelio De Santis Assessore al Bilancio Massimo Cialente Sindaco I perché di un bilancio quasi alla fine dell anno Il Bilancio di previsione per il

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare I prezzi relativi al mercato immobiliare residenziale, dopo un periodo di forte crescita (fig. 10.1), negli anni 90 hanno subito un decremento; poi, con la fine del decennio, la

Dettagli

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 Nel bilancio di previsione 2013, il precedente direttivo aveva previsto un

Dettagli

Dati e informazioni su ricchezza e povertà delle famiglie straniere in Italia nel 2008. Agosto 2011

Dati e informazioni su ricchezza e povertà delle famiglie straniere in Italia nel 2008. Agosto 2011 STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Redditi, consumi e risparmi delle a confronto con le Dati e informazioni su ricchezza e povertà delle in Italia nel 2008 Agosto 2011 1 CONSIDERAZIONI E

Dettagli

Le banche e la moneta bancaria. Il conto corrente

Le banche e la moneta bancaria. Il conto corrente LA MONETA BANCARIA Banca d Italia AGENDA Le banche e la moneta bancaria Il conto corrente Ancora sul concetto di moneta Insieme di mezzi generalmente accettati come strumento di pagamento: Banconote e

Dettagli

Governance interna. In questa sezione si coglie l occasione per fare un quadro della gestione delle risor-

Governance interna. In questa sezione si coglie l occasione per fare un quadro della gestione delle risor- Questo capitolo è dedicato alla descrizione del sistema di relazioni dell Ente - la governance - secondo la ormai classica tripartizione: : si tratta dell organizzazione politica e amministrativa, rispettivamente

Dettagli

Comune di Livorno. D.U.P. Bilancio di Previsione 2015/2017

Comune di Livorno. D.U.P. Bilancio di Previsione 2015/2017 Comune di Livorno D.U.P. Bilancio di Previsione 2015/2017 1 Il nuovo Ciclo di Programmazione Programma di governo (locale) Finalità Politiche Programmi/Progetti Obiettivi di gestione Indirizzi di finanza

Dettagli

Bilancio per il cittadino

Bilancio per il cittadino Bilancio il cittadino Comune di Marano Vicentino 1 informa informa 1 BILANCIO CONSUNTIVO 2008 DEL COMUNE DI VICENTINO Spiegare in modo semplice e capibile a tutti i cittadini il Bilancio Comunale non è

Dettagli

Comune di ROCCASECCA DEI VOLSCI. Comune di SEZZE. Comune di SONNINO. Distretto Monti Lepini

Comune di ROCCASECCA DEI VOLSCI. Comune di SEZZE. Comune di SONNINO. Distretto Monti Lepini Comune di PRIVERNO Capofila Comune di BASSIANO Comune di MAENZA Comune di PROSSEDI Comune di ROCCAGORGA Comune di ROCCASECCA DEI VOLSCI Comune di SEZZE Comune di SONNINO Distretto Monti Lepini REFERENTE

Dettagli

Bilancio al 31 dicembre 2011. Relazione Morale

Bilancio al 31 dicembre 2011. Relazione Morale Bilancio al 31 dicembre 2011 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Maurizio Armandi Silingardi Sergio Gennari Mario Presidente Vice presidente Consigliere Bilancio al 31 dicembre 2011 Relazione Morale 1 Introduzione

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

Il Bilancio del Comune spiegato in 15 punti

Il Bilancio del Comune spiegato in 15 punti Il Bilancio del Comune spiegato in 15 punti 1. Che cos è il bilancio del Comune? Il bilancio è lo strumento con il quale il Comune programma le attività e i servizi dell ente per l anno successivo. Al

Dettagli

Risparmio, investimenti e sistema finanziario

Risparmio, investimenti e sistema finanziario Risparmio, investimenti e sistema finanziario Una relazione fondamentale per la crescita economica è quella tra risparmio e investimenti. In un economia di mercato occorre individuare meccanismi capaci

Dettagli

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE La politica di riduzione delle risorse per il welfare e per i servizi sociali locali si sta realizzando attraverso la combinazione

Dettagli

Consiglio Comunale 18 dicembre 2009

Consiglio Comunale 18 dicembre 2009 Consiglio Comunale 18 dicembre 2009 IL BILANCIO E STATO REDATTO TENENDO CONTO DELLA LEGGE N. 133/2008 GESTIONE CORRENTE Per la gestione ordinaria è prevista per l esercizio 2010 una spesa complessiva di

Dettagli

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ I RISULTATI DI UN SONDAGGIO CONDOTTO DA CASA.IT IN COLLABORAZIONE CON L'ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI Luglio 2013 La crisi ha tolto

Dettagli

AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA ANNO 2012

AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA ANNO 2012 Allegato n. 2 alla Delib.G.R. n. 19/4 del 8.5.2012 AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA ANNO 2012 PREMESSA Con il presente programma, parte essenziale del più complessivo programma di interventi a favore delle

Dettagli

DAILY REPORT 18 Agosto 2014

DAILY REPORT 18 Agosto 2014 DAILY REPORT 18 Agosto 2014 Ecco qua alcune tabelle per valutare il Sistema Italia, in un momento in cui vediamo i nostri Titoli di Stato comprati come non mai, quasi si intravedesse la luce in fondo al

Dettagli

La crisi del sistema. Dicembre 2008 www.quattrogatti.info

La crisi del sistema. Dicembre 2008 www.quattrogatti.info La crisi del sistema Dicembre 2008 www.quattrogatti.info Credevo avessimo solo comprato una casa! Stiamo vivendo la più grande crisi finanziaria dopo quella degli anni 30 La crisi finanziaria si sta trasformando

Dettagli

bilancio previsionale preventivo finanziario budget di cassa mensile Lo stato patrimoniale dell anno x : I dati previsionali per l anno x+1

bilancio previsionale preventivo finanziario budget di cassa mensile Lo stato patrimoniale dell anno x : I dati previsionali per l anno x+1 un esempio molto semplice con la redazione di : bilancio previsionale preventivo finanziario budget di cassa mensile Lo stato patrimoniale dell anno x : ATTIVO Cassa 5.000 Fornitori Clienti 300.000 Banche

Dettagli

Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di soggetti deboli

Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di soggetti deboli Piano d azione: Favorire l accesso ad abitazioni dignitose (housing sociale) SERVIZI ALLA PERSONA Bando senza scadenza: Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di

Dettagli

COMUNE DI BOLSENA Provincia di Viterbo

COMUNE DI BOLSENA Provincia di Viterbo COMUNE DI BOLSENA Provincia di Viterbo REFERTO DI CONTROLLO DI GESTIONE ANNO In conformità alle previsioni dell art. 198 del d lgs 267/2000 il presente referto ha lo scopo di esprimere le valutazioni sullo

Dettagli

Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati. Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA'

Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati. Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA' Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA' Le principali novità contenute nel modello 730/2015 sono le seguenti: - il CUD è stato sostituito dalla Certificazione

Dettagli

Dinamica indebitamento

Dinamica indebitamento 2.7 DINAMICA E COSTO DELL INDEBITAMENTO, STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI La tabella sottostante riporta l indebitamento globale del Comune, suddiviso per soggetto finanziatore e tipologia di contratto, con

Dettagli

Regolamento del Fondo Famiglie Solidali. INTRODUZIONE Un Servizio-Segno della Chiesa di Crema a favore di famiglie che hanno perso il lavoro.

Regolamento del Fondo Famiglie Solidali. INTRODUZIONE Un Servizio-Segno della Chiesa di Crema a favore di famiglie che hanno perso il lavoro. Regolamento del Fondo Famiglie Solidali INTRODUZIONE Un Servizio-Segno della Chiesa di Crema a favore di famiglie che hanno perso il lavoro. La situazione di crisi economica conseguente alla grave crisi

Dettagli

RELAZIONE DEL TESORIERE

RELAZIONE DEL TESORIERE RELAZIONE DEL TESORIERE Carissimi colleghi, nel bilancio preventivo che vi abbiamo presentato nel marzo dello scorso anno, abbiamo ipotizzato che il bilancio che ci accingiamo ad approvare, relativo al

Dettagli

La programmazione delle scelte finanziarie

La programmazione delle scelte finanziarie Economia e gestione delle imprese II La programmazione delle scelte finanziarie dott. Matteo Rossi Benevento, 23 febbraio 2009 La gestione finanziaria La gestione finanziaria ha ad oggetto il complesso

Dettagli

Comune di Monchio delle Corti

Comune di Monchio delle Corti Comune di Monchio delle Corti PROVINCIA DI PARMA C.A.P. 43010 Tel. 0521.896521 Fax 0521.896714 Cod. Fisc. e Part. IVA 00341170348 REGOLAMENTO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ARTICOLO 1 Il Servizio di Assistenza

Dettagli

Informazioni di base...3. Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO...

Informazioni di base...3. Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO... GUIDA SUI MUTUI Sommario Informazioni di base...3 Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO...7 MUTUO A DUE TIPI DI TASSO...8 MUTUO A TASSO

Dettagli

FONDAZIONE ACCENDI LA SPERANZA

FONDAZIONE ACCENDI LA SPERANZA onlus FONDAZIONE ACCENDI LA SPERANZA La Fondazione Accendi la Speranza onlus è nata il 25 ottobre 2011, grazie al grande desiderio dei Fondatori di concretizzare la solidarietà e l aiuto verso chi non

Dettagli

BILANCIO DELL'ANNO 2007 - ENTRATE

BILANCIO DELL'ANNO 2007 - ENTRATE BILANCIO DELL'ANNO 2007 - ENTRATE Avanzo di amministrazione 1.000.00 Entrate tributarie (titolo I) 63.778.705,00 Entrate da trasferimenti (titolo II) 15.725.005,58 Entrate extratributarie (titolo III)

Dettagli

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni La nostra aspettativa è creare le condizioni di una autonomia del nostro territorio riguardante il ciclo dei rifiuti, attraverso una azienda di chiaro

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL ASSEGNO DI ASSISTENZA PER ANZIANI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL ASSEGNO DI ASSISTENZA PER ANZIANI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL ASSEGNO DI ASSISTENZA PER ANZIANI Art. 1 - FINALITA In accordo con gli indirizzi nazionali fissati dal Piano nazionale degli interventi e dei servizi sociali 2001-2003

Dettagli

Accordi e Regolamenti N. 03

Accordi e Regolamenti N. 03 Accordi e Regolamenti N. 03 POLITICHE SOCIALI A SOSTEGNO DELLA FAMIGLIAPOLITICHE A SOSTEGNO DELLA FAMIGLIA (D.M. 18 aprile 2003; DGR n. 1056 del 29.07.2003, L.R. n. 30/2998) CRITERI DI MASSIMA PER L INDIVIDUAZIONE

Dettagli

Comune di Vicenza. Bilancio di previsione 2015

Comune di Vicenza. Bilancio di previsione 2015 Comune di Vicenza Bilancio di previsione 2015 IL BILANCIO DI PREVISIONE 2015 ANALISI DI CONTESTO ED INDICATORI DI CONFRONTO Il contesto di riferimento Tagli ai trasferimenti (addizionali rispetto all anno

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE DELLE RETTE DI RICOVERO DI ANZIANI E DISABILI IN STRUTTURE

REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE DELLE RETTE DI RICOVERO DI ANZIANI E DISABILI IN STRUTTURE UNIONE COMUNI DEL BASSO VICENTINO _Alonte, Asigliano Veneto, Orgiano, Pojana Maggiore_ REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE DELLE RETTE DI RICOVERO DI ANZIANI E DISABILI IN STRUTTURE Approvato con deliberazione

Dettagli

Bilancio al 31.12.2006

Bilancio al 31.12.2006 TI DO UNA MANO ONLUS Via Manzoni 11 20052 MONZA Bilancio al 31.12.2006 Premessa generale Non essendoci precise disposizioni in materia di rendicontazione per ONLUS come la nostra, si ritiene di dare un

Dettagli

Il prezzo al consumo è il risultato finale di queste componenti:

Il prezzo al consumo è il risultato finale di queste componenti: E notizia di tutti i giorni l inarrestabile corsa dei prezzi al consumo e, in particolare, quella dei prodotti appartenenti ai capitoli Prodotti Alimentari e Bevande Analcoliche, Abitazione, Acqua, elettricità

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE. Notizie Operative ed Informazioni Pratiche

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE. Notizie Operative ed Informazioni Pratiche CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE Notizie Operative ed Informazioni Pratiche 15/04/2014 ESTRATTO notizie operative ed informazioni pratiche numeri utili Relativi al servizio di Assistenza

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI ROMA IL COMUNE DI CIVITAVECCHIA

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI ROMA IL COMUNE DI CIVITAVECCHIA Città di CIVITAVECCHIA PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI ROMA IL COMUNE DI CIVITAVECCHIA E L AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMPRENSORIO DI CIVITAVECCHIA (A.T.E.R.)

Dettagli

SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE SUL LUOGO DI LAVORO

SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE SUL LUOGO DI LAVORO SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE SUL LUOGO DI LAVORO Marghera 14 novembre 2003 Intervento del Sig. GIANCARLO DE LAZZARI A. D. di BERENGO SpA - Marghera SICUREZZA: Da costo a fattore competitivo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1- Oggetto Oggetto del presente regolamento sono le modalità di accesso e i criteri di

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

IL CONTO CORRENTE. Anno scolastico 2014-15

IL CONTO CORRENTE. Anno scolastico 2014-15 IL CONTO CORRENTE Anno scolastico 2014-15 1 LA MONETA BANCARIA Consente di scambiare beni e servizi senza l uso del denaro contante Poggia su una serie di strumenti organizzati e gestiti da banche e altri

Dettagli

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO ANNO 2015

RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO ANNO 2015 RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO ANNO 2015 ANDAMENTO DELLA GESTIONE Attività costruttiva e gestione del patrimonio immobiliare. Nel corso dell esercizio sono continuati i lavori relativi alla costruzione

Dettagli

Comune di Corneliano d'alba

Comune di Corneliano d'alba Comune di Corneliano d'alba Tipo: ENTRATA Avanzo di Amministrazione + Fondo Pluriennale Vincolato iscritto in Entrata di cui: - Fondi Vincolati - Finanziamento Investimenti - Fondo Ammortamento 18.912,00

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli

Corso di Economia Politica (a.a. 2006-7) Esercitazioni - Macroeconomia Capitoli dal 10 al 21

Corso di Economia Politica (a.a. 2006-7) Esercitazioni - Macroeconomia Capitoli dal 10 al 21 Corso di Economia Politica (a.a. 2006-7) Esercitazioni - Macroeconomia Capitoli dal 10 al 21 Sezione 2: Macroeconomia Capitolo 10: Problemi 1, 2, 4; Capitolo 11: Problemi 4, 5, 9: Capitolo 12: Problemi

Dettagli

Alberto BERGIANTI Dottore Agronomo 0522/245091 329/0979981 a.bergianti@studiobergianti.it

Alberto BERGIANTI Dottore Agronomo 0522/245091 329/0979981 a.bergianti@studiobergianti.it OPPORTUNITA E SERVIZI Alberto BERGIANTI Dottore Agronomo 0522/245091 329/0979981 a.bergianti@studiobergianti.it Padova 02 aprile 2014 ISCRIZIONE PRIMA DEL 30 ANNO DI ETA Per chi si iscrive all Ente prima

Dettagli

Legge regionale 14 maggio 2009, n. 1, 1

Legge regionale 14 maggio 2009, n. 1, 1 Oggetto: Legge regionale 14 maggio 2009, n. 1, 1, art. 3, comma 2, lett. e). Fondo di garanzia etica. L Assessore del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale riferisce in ordine

Dettagli

PROGETTO SIS.TE.R. OSPITALITÀ TEMPORANEA PER PERSONE IN ATTESA DI ALLOGGIO SOCIALE

PROGETTO SIS.TE.R. OSPITALITÀ TEMPORANEA PER PERSONE IN ATTESA DI ALLOGGIO SOCIALE PROGETTO SIS.TE.R. OSPITALITÀ TEMPORANEA PER PERSONE IN ATTESA DI ALLOGGIO SOCIALE CASA MIA HA UNA SORELLA La situazione I dati sull incremento degli sfratti nella Città di Torino, ma anche nelle aree

Dettagli

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Decreto Casa.

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Decreto Casa. Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Ministero delle Infrastrutture Decreto Casa. SOSTEGNO ALL AFFITTO 200 MILIONI DI EURO AL FONDO AFFITTO Ai 100 milioni

Dettagli