Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Seduta pubblica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Seduta pubblica"

Transcript

1 Comune di n. 54 Deliberazione Argenta del PROVINCIA DI FERRARA Pubblicata il Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Seduta pubblica OGGETTO: Variazioni al bilancio di previsione 2010 e relativi allegati L'anno Duemiladieci e questo dì Cinque del mese di Luglio alle ore 19:0, in Argenta, nella sede Comunale, nella sala delle adunanze. Convocato nelle forme prescritte dalla legge e dall art. 10 dello Statuto Comunale e con appositi avvisi consegnati al domicilio di ciascun Consigliere, si è oggi adunato il Consiglio comunale. Fatto l'appello risultano: Presenti FIORENTINI ANTONIO LEONI SARA MANZOLI REMO ZANFORLINI MAURO VOLPI ANGELA MASPERI MONIA SIMONI LUCA MINGOZZI MARCELLA GHESINI LANFRANCA CAI NADIA GIBERTI FABRIZIO MANCINI DAVIDE ZANOTTI DAVIDE BOLOGNESI PAOLO GAIANI CESARE STROZZI GABRIELE PEZZETTA SILVANO AZZALLI GABRIELLA BRUNAZZI LUCA CEVININI MARZIA BRINA GIUSEPPE Assenti Totale presenti: 21 Totale assenti: Sono presenti gli Assessori: Baldini A, Pamini S, Alberani C, Zaina G L, Orioli L, Gomedi I, Borea S. Giustificano l assenza i Signori : Assiste il Segretario Generale: CAVALLARI Dott. ssa ORNELLA. Dato atto che il numero dei presenti è legale per la validità della seduta la Sig.ra LEONI SARA Presidente, dichiara aperta la seduta. Designati a scrutatori della votazione i Signori: 1) CEVININI MARZIA 2) CAI NADIA ) MINGOZZI MARCELLA il Consiglio prende in esame gli oggetti entro indicati Il Responsabile del Servizio Finanziario

2 Presenti nr. 21 Consiglieri Seduta del 05/07/2010 Nr. 54 OGGETTO: Variazioni al bilancio di previsione 2010 e relativi allegati Sara Leoni Presidente Quindi ripartiamo dal punto, Variazioni al bilancio di previsione 2010 e relativi allegati. Passo la parola all Assessore Alberani. Claudia Alberani Assessore Con questa delibera recepiamo le variazioni sia in entrata che in spesa segnalate dai vari settori dell'amministrazione. Tra le voci più significative, così come troviamo in delibera, vi sono l assestamento dei capitoli in entrata e spesa relativi ai servizi sociali con l acquisizione dell ammontare esatto delle risorse destinate da parte della Regione e degli altri Comuni al nostro Comune. La riallocazione tra le spese di personale dei fondi destinati alla previdenza integrativa del personale della polizia municipale, così come è stato indicato da alcune sezioni regionali della Corte dei Conti, il recepimento del service per il servizio svolto per la Giacomense, la modifica al piano triennale degli investimenti e dell elenco annuale delle opere pubbliche e l integrazione dei capitoli di spesa relativi al rimborso di imposte tasse non dovute. Apportiamo anche una modifica al programma degli incarichi di collaborazione sia per integrare l incarico di progettazione sul sociale che è in realtà a totale carico del fondo regionale per la non autosufficienza, sia quello dell incarico di consulente familiare. La variazione quindi è così composta. Minori entrate per ,8 euro, maggiori entrate per ,66, minori spese per ,8 e maggiori spese per ,21 euro. Sara Leoni Presidente Interventi? Se non ci sono interventi Passo la parola alla Consigliera Azzalli. Gabriella Azzalli Consigliere (A.R.) Vorrei dall Assessore avere un po di chiarimenti sulle spese per consulenze che trovo all allegato B della delibera, in particolare per quanto riguarda il settore sviluppo economico, territorio, turismo, beni culturali e urbanistica. Per quale motivo si rende necessario ricorrere a consulenze esterne per questi importi, che sono rispettivamente di e di euro. Sara Leoni Presidente Ci sono altri interventi? Passo la parola al Consigliere Zanforlini. Mauro Zanforlini Consigliere (P.D.) Buonasera. Io volevo solo sapere nella tabella riepilogo variazioni parte corrente, c è settore programmazione gestione finanziaria affari generali, la voce che dice integrazione capitolo di spesa relativo a rimborsi ai datori di lavoro per amministratori per complessivi 7.00 euro. Solo capire che cos è, un po di dettaglio. Grazie. Sara Leoni Presidente Altri interventi? Passo la parola all Assessore Alberani. Claudia Alberani Assessore

3 Rispondo al Consigliere Zanforlini intanto che attendiamo chiarimenti. Praticamente si tratta delle somme che i datori di lavoro richiedono all ente per conto delle giornate di assenza che vengono tolte dei Consiglieri comunali o degli Assessori, che quindi vengono retribuite dall ente all azienda nella quale appunto viene prestata l attività lavorativa. Quest anno c è un incremento di questo capitolo e prevediamo anche che per fine anno probabilmente ci saranno anche ulteriori rimborsi anche perché rispetto alla scorsa legislatura sicuramente è cambiato l assetto del Consiglio Comunale e della Giunta e quindi ci sono degli oneri superiori da sostenere. Sara Leoni Presidente Passo la parola alla dottoressa Travasoni. Dottoressa Travasoni Poi l Assessore Zaina provvederà ad esplicitare il contenuto richiesto dei due incarichi. Solo per precisare che l allegato B alla variazione di bilancio di questa sera sostituisce integralmente l allegato già approvato contestualmente all approvazione del bilancio di previsione 2010 e successivamente anche variato, ma i due incarichi ad esempio per cui è stata chiesta informazione non sono collegati alla variazione di questa sera. Oggetto della variazione di questa sera sono solamente quelli riportati nelle ultime due righe dell allegato B, di unicamente era già presente anche questo, viene unicamente aggiornato l importo in misura pari a euro, recepiti in variazione, finanziati peraltro da entrata di eguale ammontare dall azienda sanitaria. E l ultimo incarico riportato nel progetto, anche questo già presente, quindi già approvato nel programma delle consulenze da questo Consiglio Comunale, che viene anche qui aggiornato nell importo in misura pari a 685 euro. Sara Leoni Presidente Passo la parola all Assessore Zaina. Gian Luigi Zaina Assessore Scusate il ritardo nella risposta, ma perché non era in realtà una variazione di bilancio, erano due incarichi. Allora riguardo agli incarichi in sé e per sé, i euro relativi all applicazione della normativa alla privacy, sicurezza, reti informatiche è alla dottoressa Pratesi che si occupa della questione da sempre, ma c era già all inizio del bilancio dell anno. Il primo invece è un accantonamento che era stato fatto per una consulenza con Sipro riguardo a marketing territoriale verso l Apea. Sara Leoni Presidente Passo la parola al Consigliere Brina. Giuseppe Brina Consigliere (Lega Nord) Io vorrei tornare sull argomento rimborso ai datori di lavoro per permessi retribuiti. Qui è possibile sapere chi usufruisce di questi rimborsi e perché solamente i dipendenti usufruiscono di questi tipo di agevolazioni? Quando invece un imprenditore.cioè io con 27 euro di gettone e rimborso spese da S. Maria Codifiume faccio fatica a starci dentro. Pertanto si può avere dettagliatamente in quanti mesi, quanto tempo e quante persone hanno fatto spendere a questa amministrazione 7.00 euro? E se si può arrivare al punto anche di guardarci dentro a questa cosa, perché.non si può.allora ci sono Consiglieri di serie A e Consiglieri di serie B Ma la legge, Gaiani, può essere anche sbagliata Sara Leoni Presidente Passo la parola all Assessore Alberani.

4 Claudia Alberani Assessore Si tratta di una norma di legge che prevede che i rimborsi vengano erogati solo ai dipendenti e non agli imprenditori o ai liberi professionisti, quindi è proprio una norma di legge. Per quanto riguarda il dettaglio glielo possiamo fornire tranquillamente, noi abbiamo il dettaglio di chi usufruisce, in quali tempi e anche della cifra che viene erogata dall ente, su quello possiamo essere molto precisi, glielo possiamo far avere tranquillamente Certo non vanno in tasca del Consigliere o dell Assessore, attenzione, cioè viene retribuita la giornata lavorativa Ok, però abbiamo tutto il dettaglio presso l ufficio anche delle analisi, quindi possiamo tranquillamente fargliele avere, sarà nostra cura. Sara Leoni Presidente Altri interventi? Dichiarazioni di voto? Passo la parola al Consigliere Gaiani. Cesare Gaiani Consigliere (P.D.L.) Solo due precisazioni che però prevedono una risposta ma ovviamente anche non difficile. Una era quella, l anticipazione di cassa che abbiamo al documento, e chiedo al Ragioniere capo o all Assessore, praticamente vedo che dai dati che avevo io sull ultimo bilancio, il 15 aprile, l anticipazione era aggiornata a Chiedo se questa cifra che viene aggiornata qua e penso sia il limite massimo raggiungibile faccio due domande, cosa cambia? Intervento fuori microfono Cesare Gaiani Consigliere (P.D.L.) Mi ha bruciato nella dichiarazione di voto, volevo fare delle domande Pensavo di essere ancora nella dichiarazione delle domande, però Presidente dica lei, io non ho problemi. Va bene, non risponderanno, io faccio le domande però Fate voi, dite. Non siamo ancora nella dichiarazione di voto? Cosa facciamo? Va bene, io faccio sempre quelle due domande Ripeto, siccome rilevavo che c è una discrepanza di circa euro occhio e croce fra l anticipazione di cassa segnata qui a documentazione e quella che avevo aggiornata il 15 aprile 2010, chiedo qual è che motiva questo. Ho il dubbio che sia il bilancio consuntivo che si sia come dire chiuso, però non lo so E altra domanda, era se per quanto riguarda cioè praticamente se questo è diventato il nuovo limite per intenderci, perché io al 15 aprile dottoressa ricorda, ho i dati qua, avevamo come limite impostato i e qualcosa che mi era stato riferito, si era definitivamente aggiornato alle entrate con il coefficiente, titolo 1, 2 e. Poi altra cosa volevo chiedere, siccome leggendo la delibera della Corte dei Conti comunque vi è sempre questa forte propensione sulla spesa del personale, cioè vi sono dei limiti molti forti, anche in occasione della conferenza dei capigruppo ho detto che quei euro dirottati da un capitolo diverso per quanto riguarda la polizia municipale, non mi trovano completamente d'accordo anche perché rilevo che vengono spostati in un titolo diverso. Ma leggendo quello che dice il Sole 24 Ore del 28 giugno, vi è un passo dove dice pertanto alla spesa contabilizzata nel bilancio dell ente va aggiunta la quota parte del personale delle Unioni e delle gestioni associate, delle Asp e delle istituzioni. Sono invece esclusi su esplicita indicazione normativa gli oneri relativi ai rinnovi contrattuali. Poi non vado avanti perché probabilmente lo avete letto anche voi quindi chiedo in questo caso, visto che è la Corte dei Conti che fa forti pressioni per quanto riguarda le spese di personale, in merito però alla nuova normativa che è del Mef, che però è riferita una circolare del Ministero Economia e Finanze del settembre Quindi chiedo se questa cosa viene fatta, cioè le due domande sono esattamente queste, in riferimento a quei euro, però che sono stati cambiati di capitolo, che dissi anche nella conferenza dei capigruppo. Grazie. Sara Leoni Presidente Passo la parola all Assessore Alberani.

5 Claudia Alberani Assessore Per quanto riguarda l anticipazione di cassa direi che si è risposto da solo per il massimale diverso. Io le posso dare un dato visto che siamo in argomento che è riferito al 0 giugno di quest anno dove abbiamo un anticipazione di cassa di euro contro il dell anno scorso quindi c è un miglioramento di circa il 15, quindi direi che è un buon segnale. Per quanto riguarda invece le spese di personale come era già stato fatto in realtà a consuntivo 2009, questa manovra sulla previdenza integrativa, questa spesa non va ad aumentare la spesa di personale, questo credo che sia già stato detto nella conferenza dei capigruppo. Poi passo la parola alla dottoressa Travasoni per la parte più burocratica che riguarda gli adempimenti del Mef. Dottoressa Travasoni Per quanto riguarda il trasferimento a diverso capitolo e quindi a diversa tipologia di spesa che riguarda la previdenza integrativa del personale di PM che è inserito in questa variazione, questo è stato fatto per uniformarci ad un parere espresso da una Corte dei Conti, non molto tempo fa e che è stato da noi sottoposto anche al collegio dei revisori. Quello che ha riportato il Sole 24 Ore recentemente sarà oggetto prossimamente di valutazioni con il collegio dei revisori, quindi non abbiamo ancora operato nulla al riguardo. Mentre per ribadire quanto diceva già anche l Assessore, i dati della spesa di personale anno 2010, 2009 e 2008 sono stati resi omogenei in rapporto alla verifica del principio di contenimento della spesa di personale previsto dalla Finanziaria di qualche anno fa. Questo era il senso del già così abbiamo fatto nel 2009, ovviamente, non abbiamo apportato una variazione analoga di bilancio ma abbiamo reso uniforme il dato nel ricalcolo sottoposto al collegio dei revisori.questa cosa specifica deve essere ancora esaminata con i revisori. Sara Leoni Presidente Passiamo alle dichiarazioni di voto. Ci sono dichiarazioni di voto? Passo la parola al Consigliere Mancini. Davide Mancini Consigliere (P.D.) Il nostro gruppo approva questa variazione anche perché di per sé sono delle variazioni dovute a fattori che da quello che abbiamo capito sono indotti e anche alcuni rilievi fatti erano neanche sulle variazioni ma sul bilancio già approvato. Cogliamo invece l occasione per ringraziare del dato che darebbe una tendenza molto positiva visto che uno dei famosi 10 punti era quello dell anticipazione di cassa e stiamo andando verso il risparmio, credo che soprattutto con l aria che tira da altre parti, cioè ai livelli più alti, andare già verso una dinamica più virtuosa sia molto, molto interessante da parte della nostra amministrazione. Quindi votiamo queste variazioni assolutamente in modo favorevole. Sara Leoni Presidente Altre dichiarazioni di voto? Passiamo alla votazione. Favorevoli? Contrari? Astenuti? Favorevoli 1, contrari 7, astenuti 1. per l immediata eseguibilità, favorevoli? Contrari? Astenuti? Favorevoli 1, contrari 7, astenuti 1. IL CONSIGLIO COMUNALE Visto il Bilancio di Previsione 2010 e relativi allegati come approvato con atto consiliare n.11 in data 11/01/2010, dichiarato urgente ed immediatamente eseguibile ai sensi dell art.14, 4 comma, del D.Lgs. 18/08/2000, n.267;

6 Considerata la necessità di apportare alcune variazioni in relazione alle dinamiche finanziarie emerse dalla gestione, provvedendo a recepire nuove entrate a destinazione vincolata unitamente alle relative destinazioni di spesa, oltre che ad integrare il Piano degli investimenti e ad aggiornarlo anche in relazione all emissione di un prestito obbligazionario per finanziarne parte; Vista la proposta di variazione predisposta in base alle richieste ed indicazioni fornite dai responsabili dei vari settori, sintetizzate nell allegato sub A) che forma parte integrante e sostanziale della presente deliberazione; Dato atto che le variazioni più significative si sostanziano in: - riallocazione risorse per la 5 Fiera di Argenta e manifestazione Argenta estate in conseguenza delle scelte operate per la realizzazione delle stesse, - assestamento capitoli di entrata e di spesa relativi ai servizi sociali conseguentemente all acquisizione dell esatto ammontare di risorse destinate da parte della Regione e di altri Comuni al Comune di Argenta, - riallocazione tra le spese di personale, in luogo delle spese per prestazioni di servizi, dei fondi destinati alla previdenza integrativa del personale di Polizia Municipale in adesione all orientamento espresso da alcune sezioni regionali della Corte dei Conti, - recepimento quota anno 2010 proventi da attività di service svolto dal personale di Polizia Municipale e relativa destinazione in spesa delle somme a disposizione, - modifica del piano triennale degli investimenti e dell elenco annuale delle opere pubbliche attraverso l aggiornamento dell importo di alcuni interventi da finanziare mediante emissione di prestito obbligazionario; - integrazione capitoli di spesa relativi al rimborso di imposte e tasse non dovute, ai rimborsi ai datori di lavoro per i permessi usufruiti dagli amministratori ed al rimborso ad ENEL della quota erroneamente da questa versata al comune di Argenta nell anno 2007 a titolo di addizionale comunale; - recepimento in bilancio delle movimentazioni finanziarie conseguenti all acquisizione di una porzione di terreno in località Traghetto oggetto di apposito atto consiliare da adottarsi in data odierna; Dato atto che le citate variazioni non recano pregiudizio al raggiungimento dell obiettivo programmato in relazione al Patto di stabilità interno per l anno 2010, secondo le disposizioni recate dall art.77-bis, comma 12, del D.L. n.112/2008, convertito in Legge 06/08/2008 n.1 e successive modifiche ed integrazioni; Dato atto che il Rendiconto dell esercizio Finanziario 2009 approvato con proprio atto n.7 in data 26/04/2010, dichiarato urgente ed immediatamente eseguibile ai sensi dell art.14, comma 4, del D.Lgs. 18/08/2000, n. 267, ha evidenziato un avanzo d amministrazione pari ad ,8, così distinto: - Fondi non vincolati ,42 - Fondi vincolati per disposizione di Legge o di Regolamento 26.24,42 - Fondi per il Finanziamento di spese in c/capitale ,65 - Quote vincolate da parte della Giunta 960.1,89 Dato atto inoltre, che con propria deliberazione n.8 del 26/04/2010, dichiarata urgente ed immediatamente eseguibile ai sensi dell art.14, comma 4, del D.Lgs. 18/08/2000, n. 267, è stata applicata al bilancio d esercizio 2010 una quota di avanzo 2009 per finanziare spese d investimento, pari a complessivi ,00 così distinti:

7 91.59,44 Fondi non vincolati 1.085,91 Fondi vincolati per disposizione di Legge e/o Regolamento 47.74,65 Fondi per il Finanziamento di spese in c/capitale Dato atto pertanto, che l avanzo complessivo 2009 ancora disponibile corrisponde ad ,8, così distinto nelle sue componenti: - Fondi non vincolati 7.586,98 - Fondi vincolati per disposizione di Legge o di Regolamento ,51 - Fondi per il Finanziamento di spese in c/capitale ,00 - Quote vincolate da parte della Giunta 960.1,89 Ritenuto di provvedere ad apportare le variazioni sopra indicate; Ravvisata, inoltre, la necessità di apportare modifiche al programma degli incarichi di collaborazione esterna di cui all art., commi 55 e 56 della Legge 27/12/2007 n.244, come modificato ed integrato dall art.46, commi 2 e, del D.L. 112/2008 convertito con modificazioni in Legge n.1/2008 e successive modifiche ed integrazioni, approvato unitamente al Bilancio di Previsione 2010 con proprio atto n. 11 in data 11/01/2010 e successivamente modificato da ultimo con deliberazione consiliare n.8 in data 26/04/2010; Dato atto che tali modifiche si sostanziano nell aggiornamento dell importo massimo previsto per i seguenti incarichi già presenti nel programma approvato dal consiglio comunale: a) incarico per attività di progettazione e start up attività socio-assistenziali, integrazione sociosanitaria e sportelli sociali distrettuali, da ,00 ad 2.700,00, b) incarico per counseling familiare da 800,00 ad 1.485,00; Considerato che, in ragione di tali modifiche il limite massimo di spesa annua si aggiorna in ,00 corrispondente allo 0,52 % del totale delle spese del Titolo I previste per l anno 2010 a seguito della variazione oggetto del presente atto; Visto il parere favorevole del Collegio dei Revisori in merito alla variazione di Bilancio, espresso in data /07/2010; Visto lo Statuto Comunale ed, in particolare, il Titolo V Ordinamento finanziario e sistemi di controllo ; Visto l art.42, lett. b) del D.Lgs. 18/08/2000, n.267; Visto il vigente Regolamento Comunale di Contabilità ed, in particolare, l art.15; Dato atto che, ai sensi dell art. 49 del D. Lgs.18/08/2000, n. 267 sono stati espressi i pareri sulla regolarità tecnica e contabile da parte del Dirigente del Settore Programmazione e Gestione finanziaria, Affari Generali, Responsabile del Servizio; Dopo votazione palese da parte dei n. 21 Consiglieri presenti e votanti di cui n. 1 favorevoli (P.D.), n. 1 astenuto (Lega Nord), n. 7 contrari (P.D.L.-A.R.).

8 DELIBERA 1) Di apportare al bilancio di Previsione 2010 e relativi allegati le variazioni di cui all allegato sub A), che forma parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, per un totale di : Minori Entrate ,8 Maggiori Entrate ,66 Minori spese ,8 Maggiori spese ,21 2) Di approvare le integrazioni/variazioni al Piano Triennale degli investimenti ed all Elenco annuale delle opere pubbliche in coerenza con le variazioni di cui al precedente punto sub 1); ) Di demandare a successivo atto della Giunta Comunale le conseguenti variazioni all assegnazione delle risorse finanziarie ai Dirigenti come approvata con deliberazione di Giunta n.2 del 18/01/2010 e successive modifiche ed integrazioni; 4) Di trasmettere copia del presente atto all Ufficio Controllo di Gestione per gli adempimenti di competenza; 5) Di approvare il programma degli incarichi di collaborazione esterna per l anno 2010 come riportato nell allegato sub B), che forma parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, dando atto che il medesimo sostituisce a tutti gli effetti quello già approvato con propria precedente deliberazione n. 8 in data ; 6) Di dichiarare infine, dopo votazione palese da parte dei n. 21 Consiglieri presenti e votanti di cui n. 1 favorevoli (P.D.), n. 1 astenuto (Lega Nord), n. 7 contrari (P.D.L.-A.R.), la presente deliberazione urgente ed immediatamente eseguibile ai sensi dell art.14, comma 4, del D.Lgs.18/08/2000, n.267, stante la necessità di rendere disponibili quanto prima le risorse finanziarie al fine di poter dare attuazione a quanto previsto; Pareri espressi ex art. 49 D.Lgs. n.267/2000 Parere regolarità tecnica: favorevole f.to Travasoni Dr.ssa Patrizia Parere regolarità contabile: favorevole f.to Travasoni Dr.ssa Patrizia

9 Allegato A) alla delibera C.C. 54 del Comune di Argenta ELENCO VARIAZIONI Delibera Consiglio Comunale 54/2010 Esercizio 2010

10 ELENCO VARIAZIONI 1 / 15 MINORI ENTRATE Numero Codice Descrizione Competenza Tipo Delibera Proposta ENTRATE DERIVANTI DA CONTRIB. E TRASFER. CORRENTI DELLO STATO,DELLA REGIONE E DI ALTRI ENTI PUBBL. ANCHE IN RAPPORTO ALL'ESERC. DI FUNZ.DEL. CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI DALLA REGIONE PER FUNZIONI DELEGATE CONTRIBUTI REGIONALI PER ASSISTENZA,BENEFICIENZA PUBBLICA E SERVIZI DIVERSI ALLA PERSONA , RAG ENTRATE DERIVANTI DA CONTRIB. E TRASFER. CORRENTI DELLO STATO,DELLA REGIONE E DI ALTRI ENTI PUBBL. ANCHE IN RAPPORTO ALL'ESERC. DI FUNZ.DEL. CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI DA ALTRI ENTI DEL SETTORE PUBBLICO CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI DA COMUNI FINALIZZATI , RAG ENTRATE DERIVANTI DA CONTRIB. E TRASFER. CORRENTI DELLO STATO,DELLA REGIONE E DI ALTRI ENTI PUBBL. ANCHE IN RAPPORTO ALL'ESERC. DI FUNZ.DEL. CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI DA ALTRI ENTI DEL SETTORE PUBBLICO CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI DA ENTI PUBBLICI DIVERSI , RAG ENTRATE DERIVANTI DA ACCENSIONI DI PRESTITI EMISSIONE DI PRESTITI OBBLIGAZIONARI PRESTITI OBBLIGAZIONARI , RAG , RAG Totale Minori Entrate ,8

11 ELENCO VARIAZIONI 2 / 15 RIEPILOGO TIPI VARIAZIONE MINORI ENTRATE Tipo Variazione Competenza VARIAZIONE DI BILANCIO ,8

12 ELENCO VARIAZIONI / 15 MAGGIORI ENTRATE Numero Codice Descrizione Competenza Tipo Delibera Proposta ENTRATE DERIVANTI DA CONTRIB. E TRASFER. CORRENTI DELLO STATO,DELLA REGIONE E DI ALTRI ENTI PUBBL. ANCHE IN RAPPORTO ALL'ESERC. DI FUNZ.DEL. CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI DA ALTRI ENTI DEL SETTORE PUBBLICO CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI DA COMUNI FINALIZZATI , RAG , RAG ENTRATE DERIVANTI DA CONTRIB. E TRASFER. CORRENTI DELLO STATO,DELLA REGIONE E DI ALTRI ENTI PUBBL. ANCHE IN RAPPORTO ALL'ESERC. DI FUNZ.DEL. CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI DA ALTRI ENTI DEL SETTORE PUBBLICO CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI DA ENTI PUBBLICI DIVERSI 1.500, RAG ENTRATE EXTRATRIBUTARIE PROVENTI DEI SERVIZI PUBBLICI PROVENTI SERVIZI COMUNALI DIVERSI 5.940, RAG ENTRATE EXTRATRIBUTARIE PROVENTI DEI SERVIZI PUBBLICI PROVENTI DA SOCIETA' ED AZIENDE SPECIALI 688, RAG ENTRATE EXTRATRIBUTARIE PROVENTI DIVERSI PROVENTI VARI , RAG ENTRATE DERIVANTI DA ALIENAZIONI, DA TRASFERIMENTI DI CAPITALE E DA RISCOSSIONE DI CREDITI TRASFERIMENTI DI CAPITALE DA ALTRI SOGGETTI PROVENTI IN CONTO CAPITALE DA ALTRI SOGGETTI 7.62, RAG

13 ELENCO VARIAZIONI 4 / 15 MAGGIORI ENTRATE Numero Codice Descrizione Competenza Tipo Delibera Proposta ENTRATE DERIVANTI DA ACCENSIONI DI PRESTITI EMISSIONE DI PRESTITI OBBLIGAZIONARI PRESTITI OBBLIGAZIONARI , RAG Totale Maggiori Entrate ,66

14 ELENCO VARIAZIONI 5 / 15 RIEPILOGO TIPI VARIAZIONE MAGGIORI ENTRATE Tipo Variazione Competenza ISTITUZIONE NUOVI CAPITOLI 1.000,00 5 VARIAZIONE DI BILANCIO ,66

15 ELENCO VARIAZIONI 6 / 15 MINORI SPESE Numero Codice Descrizione Competenza Tipo Delibera Proposta SEGRETERIA GENERALE, PERSONALE E ORGANIZZAZIONE PRESTAZIONI DI SERVIZI , RAG GESTIONE ECONOMICA,FINANZIARIA,PROGRAMMAZIONE, PROVVEDITORATO E CONTROLLO DI GESTIONE PRESTAZIONI DI SERVIZI , RAG GESTIONE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E SERVIZI FISCALI PRESTAZIONI DI SERVIZI GESTIONE DEI BENI DEMANIALI E PATRIMONIALI UTILIZZO DI BENI DI TERZI GESTIONE DEI BENI DEMANIALI E PATRIMONIALI INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI GESTIONE DEI BENI DEMANIALI E PATRIMONIALI IMPOSTE E TASSE , RAG -.144, RAG , RAG -5.49, RAG -.000, RAG

16 ELENCO VARIAZIONI 7 / 15 MINORI SPESE Numero Codice Descrizione Competenza Tipo Delibera Proposta ANAGRAFE, STATO CIVILE, ELETTORALE, LEVA E SERVIZIO STATISTICO PERSONALE ANAGRAFE, STATO CIVILE, ELETTORALE, LEVA E SERVIZIO STATISTICO BENI ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O DI MATERIE PRIME ALTRI SERVIZI GENERALI BENI ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O DI MATERIE PRIME ALTRI SERVIZI GENERALI UTILIZZO DI BENI DI TERZI ALTRI SERVIZI GENERALI TRASFERIMENTI FUNZIONI DI POLIZIA LOCALE POLIZIA MUNICIPALE PRESTAZIONI DI SERVIZI -766, RAG -.129, RAG -0, RAG , RAG , RAG -800, RAG , RAG

17 ELENCO VARIAZIONI 8 / 15 MINORI SPESE Numero Codice Descrizione Competenza Tipo Delibera Proposta FUNZIONI DI ISTRUZIONE PUBBLICA ISTRUZIONE ELEMENTARE INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI -779, RAG FUNZIONI NEL SETTORE SPORTIVO E RICREATIVO STADIO COMUNALE, PALAZZO DELLO SPORT ED ALTRI IMPIANTI INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI -2.89, RAG FUNZIONI NEL CAMPO TURISTICO SERVIZI TURISTICI PRESTAZIONI DI SERVIZI , RAG FUNZIONI NEL CAMPO TURISTICO SERVIZI TURISTICI INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI -652, RAG FUNZIONI NEL CAMPO DELLA VIABILITA' E DEI TRASPORTI VIABILITA', CIRCOLAZIONE STRADALE E SERVIZI CONNESSI INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI , RAG FUNZIONI NEL CAMPO DELLA VIABILITA' E DEI TRASPORTI ILLUMINAZIONE PUBBLICA E SERVIZI CONNESSI INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI -422, RAG FUNZIONI RIGUARDANTI LA GESTIONE DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE SERVIZIO SMALTIMENTO RIFIUTI INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI , RAG

18 ELENCO VARIAZIONI 9 / 15 MINORI SPESE Numero Codice Descrizione Competenza Tipo Delibera Proposta FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE STRUTTURE RESIDENZIALI E DI RICOVERO PER ANZIANI TRASFERIMENTI -81, RAG FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE ASSISTENZA, BENEFICENZA PUBBLICA E SERVIZI DIVERSI ALLA PERSONA PRESTAZIONI DI SERVIZI FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE ASSISTENZA, BENEFICENZA PUBBLICA E SERVIZI DIVERSI ALLA PERSONA TRASFERIMENTI FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE SERVIZIO NECROSCOPICO E CIMITERIALE INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI DIVERSI FUNZIONI NEL CAMPO DELLO SVILUPPO ECONOMICO FIERE, MERCATI E SERVIZI CONNESSI TRASFERIMENTI SPESE IN CONTO CAPITALE FUNZIONI NEL CAMPO DELLA VIABILITA' E DEI TRASPORTI VIABILITA', CIRCOLAZIONE STRADALE E SERVIZI CONNESSI ACQUISIZIONE DI BENI IMMOBILI , RAG -2.81, RAG -42, RAG -248, RAG , RAG , RAG

19 ELENCO VARIAZIONI 10 / 15 MINORI SPESE Numero Codice Descrizione Competenza Tipo Delibera Proposta SPESE IN CONTO CAPITALE FUNZIONI RIGUARDANTI LA GESTIONE DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE SERVIZIO IDRICO INTEGRATO TRASFERIMENTI DI CAPITALE , RAG Totale Minori Spese ,8

20 ELENCO VARIAZIONI 11 / 15 RIEPILOGO TIPI VARIAZIONE MINORI SPESE Tipo Variazione Competenza VARIAZIONE DI BILANCIO ,8

21 ELENCO VARIAZIONI 12 / 15 MAGGIORI SPESE Numero Codice Descrizione Competenza Tipo Delibera Proposta ORGANI ISTITUZIONALI, PARTECIPAZIONE E DECENTRAMENTO TRASFERIMENTI 7.00, RAG SEGRETERIA GENERALE, PERSONALE E ORGANIZZAZIONE PRESTAZIONI DI SERVIZI 1.440, RAG GESTIONE ECONOMICA,FINANZIARIA,PROGRAMMAZIONE, PROVVEDITORATO E CONTROLLO DI GESTIONE ONERI STRAORDINARI DELLA GESTIONE CORRENTE 5.940, RAG 7.510, RAG GESTIONE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E SERVIZI FISCALI ONERI STRAORDINARI DELLA GESTIONE CORRENTE 4.000, RAG UFFICIO TECNICO PRESTAZIONI DI SERVIZI 800, RAG ANAGRAFE, STATO CIVILE, ELETTORALE, LEVA E SERVIZIO STATISTICO ONERI STRAORDINARI DELLA GESTIONE CORRENTE 0, RAG

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2012

CONTO DEL BILANCIO 2012 CONTO DEL BILANCIO 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 7.640,44 750,00 8.66,48 5.343,90

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 007 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 9 0 3 5.00 7.00.00 Servizio

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 203 Funzion Servizi. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizi 0. 02 Segreteria generale,personale e organizzazione Servizi 0. 03

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 38.83,47.000,00 75.86,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 04 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0,00 980,00 9.007,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 6.40,57.44,00 38.640,43

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

COMUNE DI MAGLIANO IN TOSCANA PROVINCIA DI GROSSETO

COMUNE DI MAGLIANO IN TOSCANA PROVINCIA DI GROSSETO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA STRAORDINARIA DI 1 CONVOCAZIONE SEDUTA PUBBLICA N 25 DEL 14/08/2014 COPIA Oggetto: Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) - Aliquote per l'anno

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO (Approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale COMUNE DI CESENA Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale Seduta del 31/07/2014 - delibera n. 57 OGGETTO: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (IUC-TASI) - ALIQUOTE E ALTRE MISURE APPLICATIVE

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO (Provincia di Taranto) N. 231 del Reg. delib. REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE Oggetto: Riqualificazione dell area comunale in Campomarino denominata Parco Comunale Via

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008 T itolo 1 Spese correnti 01 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo 01. 04 Gestione delle entrate tributarie e servizi fiscali 01. 01. 04. 01 Personale 01. 01. 04. 03 Prestazioni

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012)

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) L art.19 del DL 95/2012 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96 COMUNE DI TREPPO GRANDE Medaglia d Oro al Merito Civile PROVINCIA DI UDINE COMUN DI TREP GRANT Medae d Aur al Merit Civil PROVINCIE DI UDIN Verbale di deliberazione della Giunta Municipale Registro delibere

Dettagli

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA Codice ente Protocollo n. 10388 DELIBERAZIONE N. 33 in data: 28.10.2014 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1 LA PRESENTE COPIA NON SOSTITUISCE L ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N 133 DEL 08/10/2009 OGGETTO: ATTO D'INDIRIZZO PER PERFEZIONAMENTO AZIONI CONCLUSIVE PROGETTO ''LAVOR@BILE''. INSERIMENTO

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 ================================================================= OGGETTO: CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Sottoscritto definitivamente in data 5 settembre 2012 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio;

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio; 5) GESTIONE DELL UFFICIO SVILUPPO TURISTICO, CULTURALE, RICETTIVO VALLI JONICHE Comuni di Pagliara, Mandanici, Itala, Scaletta Zanclea, Ali Terme, Ali, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Fiumedinisi. S T A

Dettagli

VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE

VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE COPIA Determinazione n. 812 del 28/11/2013 N. registro di area 139 VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE Assunta nel giorno 28/11/2013 da Laura Dordi Responsabile del Settore AFFARI GENERALI

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

Tassi di Assenza e di Maggior presenza del personale in servizio presso COMUNE DI SALERNO dal 01 03 2015 al 31 03 2015 GG. LAVORATIVI TOTALE PERSONALE

Tassi di Assenza e di Maggior presenza del personale in servizio presso COMUNE DI SALERNO dal 01 03 2015 al 31 03 2015 GG. LAVORATIVI TOTALE PERSONALE GRECO GIUSEPPE Dirigente DIREZIONE/SEGRETERIA (INGGRECO), EDILIZIA SCOLASTICA, MAN.PATRIMONIO ABITATIVO, MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI, PUBBLICA ILLUMINAZIONE UOPI ASSENZA ASSENZA/ PRESENZA PRESENZA/

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

VERBALE DI DETERMINA

VERBALE DI DETERMINA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA SARDEGNA "G. Pegreffi" SASSARI VERBALE DI DETERMINA N. 116 del 20/02/2013 OGGETTO: Autorizzazione preventivo per il trasloco dell'oevr - CIG Z49089DEFB L'anno

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi.

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 1 2 OGGETTO: Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. L anno 2012 (Duemiladodici) addì 27 (Ventisette) del mese

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI 1 Slides a cura del dott. Paolo Longoni!1 PARLARE DI CONTABILITÀ NEGLI ENTI LOCALI.. Significa adottare un punto di vista diverso da quello in uso

Dettagli

Deliberazione del Consiglio Comunale

Deliberazione del Consiglio Comunale Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza Ordinaria Seduta di Prima convocazione Comune di Finale Ligure Provincia di Savona Numero progressivo 56 OGGETTO Determinazione delle aliquote e detrazioni

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

Decreto del Commissario Straordinario

Decreto del Commissario Straordinario Decreto del Commissario Straordinario N. 8 del Reg. Data 30/07/2014 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE ANTICENDIO NELLA FORESTA DEMANIALE REGIONALE DEL MONTE CARPEGNA - PSR MARCHE

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

Deliberazione n. 18 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE

Deliberazione n. 18 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE Protocollo RC n. 21857/08 Anno 2008 VERBALE N. 9 Deliberazione n. 18 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE Seduta Pubblica del 12 febbraio 2008 Presidenza: CORATTI L anno duemilaotto,

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE PROSPETTO DELLE ENTRATE DI BILANCIO PER TITOLI, TIPOLOGIE E CATEGORIE PREVISIONI DI COMPETENZA

BILANCIO DI PREVISIONE PROSPETTO DELLE ENTRATE DI BILANCIO PER TITOLI, TIPOLOGIE E CATEGORIE PREVISIONI DI COMPETENZA Pag.1 ENTRATE CORRENTI DI NATURA TRIBUTARIA CONTRIBUTIVA PEREQU 1010100 Tipologia 101: Imposte, tasse e proventi assimilati 1010106 Imposta municipale propria 2.019.505,00 2.019.505,00 2.019.505,00 1010108

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 94

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 94 COMUNE DI TREPPO GRANDE Medaglia d Oro al Merito Civile PROVINCIA DI UDINE COMUN DI TREP GRANT Medae d Aur al Merit Civil PROVINCIE DI UDIN Verbale di deliberazione della Giunta Municipale Registro delibere

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Unione Province Italiane. Una proposta per il riassetto delle Province

Unione Province Italiane. Una proposta per il riassetto delle Province Unione Province Italiane Una proposta per il riassetto delle Province Assemblea Unione Province Italiane Roma - 06 dicembre 2011 A cura di: Prof. Lanfranco Senn Dott. Roberto Zucchetti Obiettivi dello

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

PARTE SPESA. Comune di Fano Esercizio: 2011 PEG PER VOCE E SERVIZIO ASSEGNATARIO Data: 13-04-2011 Pag. 1

PARTE SPESA. Comune di Fano Esercizio: 2011 PEG PER VOCE E SERVIZIO ASSEGNATARIO Data: 13-04-2011 Pag. 1 Comune di Fano Esercizio: 2011 PEG PER VOCE E SERVIZIO ASSEGNATARIO Data: 13-04-2011 Pag. 1 ASSEGNATARIO 15 50 10 00 U.O. GABINETTO DEL SINDACO Dott. Giuseppe De Leo 1010102 1011.203.01 SPESE PER IL FUNZIONAMENTO

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

L anno duemila il giorno del mese di TRA

L anno duemila il giorno del mese di TRA CONVENZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELLE FUNZIONI CATASTALI DI CUI ALL ART. 3, COMMA 2, lett. A), D.P.C.M. 14 GIUGNO 2007 (OPZIONE DI 1 LIVELLO). L anno duemila il giorno del mese di TRA 1.

Dettagli

OPERA PIA ASILO SAVOIA Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza

OPERA PIA ASILO SAVOIA Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza OPERA PIA ASILO SAVOIA Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza ESTRATTO DAL VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Il giorno 24 del mese di febbraio dell anno 2015 in seduta ordinaria come da

Dettagli

Deliberazione di Giunta Comunale

Deliberazione di Giunta Comunale Comune di Selargius Numero Data Prot. 155 25/05/99 Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO E MESSA A NORMA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DEGLI EDIFICI SCOLASTICI. APPROVAZIONE PROGETTO

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli