Realizzazione Studi di Settore al fine di facilitare l'emersione di cluster di imprese operanti nel settore ICT Intervento SD07B) CLUOS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Realizzazione Studi di Settore al fine di facilitare l'emersione di cluster di imprese operanti nel settore ICT Intervento SD07B) CLUOS"

Transcript

1 Realizzazione Studi di Settore al fine di facilitare l'emersione di cluster di imprese operanti nel settore ICT Intervento SD07B) CLUOS DT2 Report su Dati iniziali per la Valutazione delle Competenze e l analisi del fabbisogno di risorse umane e di formazione nelle imprese ICT Università degli Studi di Napoli Federico II Autore COINOR 1

2 Indice 1. Una metodologia per rilevazione delle competenze delle PMI nel settore IT in Campania...pag I casi di studio per il test della metodologia pag Caso 1: La specializzazione flessibile pag La storia pag Gli eventi critici: Position, Process e Path pag Caso 2: The demand pull stategy. pag.31 Elenco delle figure pag.52 Bibliografia. pag.53 2

3 1. Una metodologia per rilevazione delle competenze delle PMI nel settore IT in Campania A partire dal framework teorico di riferimento presentato nel deliverable DM7 nel seguito si riporta la metodologia proposta per la rilevazione e analisi delle competenze delle imprese del settore IT in Campania. La rilevazione delle competenze secondo il modello proposto richiede una approfondita analisi longitudinale e di tipo contingente dell evoluzione e del ciclo di vita strategico dell impresa. Inoltre è necessario rilevare una elevata quantità di informazioni e dati eterogenei, sia quantitativi che qualitativi. Infine, è possibile affermare che la ricerca ha finalità esplorative in virtù dell assenza di precedenti studi finalizzati alla creazione di un repertorio delle competenze delle imprese ICT in Campania e di strumenti di monitoraggio e valutazione per i policy makers. Longitudinalità, contingenza, eterogeneità e finalità esplorativa delle informazioni inducono all adozione di un approccio del tipo multiple-case studies (Yin, 1994). L analisi sul campo si articola attraverso le seguenti fasi: a) selezione del campione di casi b) rilevazione sul campo delle informazioni attraverso interviste dirette in azienda, analisi di materiale aziendale e fonti secondarie c) analisi e coding delle informazioni d) confronto fra i casi e) mappatura e valutazione delle competenze Criteri per la selezione dei casi di studio Nella sezione 2 si riportano due casi di studio analizzati secondo la metodologia proposta e relativi a due imprese IT campane ch operano nel settore dello sviluppo software. Poiché le competenze sono distintive e associate a prestazioni superiori, nella selezione del campione di casi è necessario includere un gruppo di best performer e un gruppo di average performer, come suggerito dalla letteratura 3

4 sulle competenze individuali (McClelland, 1972; Spencer and Spencer, 1992). In secondo luogo è necessario restringere l analisi a un sottosettore specifico delle ICT al fine di avere la possibilità di confrontare i risultati e le caratteristiche delle imprese. Data la struttura del settore in Campania, si propone di concentrare l analisi su un settore rappresentativo dell economica regionale nell industria e ad alto valore aggiunto e impatto in termini di ricadute economiche sul territorio (attuali e potenziali). Per tali ragioni si suggerisce di restringere l analisi al settore dello sviluppo software. Per quanto riguarda il numero dei casi, tenendo conto delle indicazioni in letteratura per una multiple case studies research, si suggerisce di individuare 10 casi (5 best performer e 5 average performer). Per quanto riguarda la classe dimensionale delle imprese si privilegeranno imprese di media dimensione ( dipendenti), in particolare, per i best performer, imprese in crescita e in via di trasformazione "da piccola a grande". Per consentire l analisi longitudinale e l osservazione dei pattern di apprendimento è necessario selezionare imprese che abbiano una "storia" di almeno di 10 anni. Supporti metodologici In questo paragrafo descriviamo i principali supporti per la rilevazione delle informazioni e l analisi dei casi: a) Schema per le interviste in azienda b) schemi per la codifica e la sintesi delle informazioni. Le interviste sono rivolte a imprenditori, loro diretti collaboratori e figure gestionali che hanno sufficiente visione sull attività aziendale, nonché sulla storia ed evoluzione dell impresa. La finalità dell intervista è rilevare, attraverso l analisi di eventi salienti nel passato dell impresa, una serie di episodi critici secondo lo schema riportato in figura 1 del DM7: critical event, decisione, implementazione del cambiamento, risultati attesi ed effettivi, eventuali interventi correttivi. 4

5 Schema di rilevazione e analisi dell intervista Fasi 1) Precedentemente allo svolgimento dell intervista raccogliere e analizzare le principali informazioni sull impresa (questionario RCOST, bilanci, brochure e sito aziendale, principali prodotti, e clienti) 2) ripercorrere con l intervistato la storia dell impresa, almeno con riferimento all ultimo decennio, e ricostruirla in termini di eventi critici e fasi stabili 3) Rilevare informazioni utili a descrivere le 3P per ogni episodio critico (vedi tabella): a. Processi: individuare le risorse critiche attivate in ogni fase, individuare i processi critici attraverso cui le risorse sono state integrate e combinate, gli effetti sull apprendimento organizzativo e lo sviluppo e l acquisizione di skill, gli interventi di riconfigurazione b. Position: rilevare quali sono state le risorse critiche nella fase, come l impresa se ne è appropriata e ha fatto leva su di esse c. Path: Analisi delle decisioni, per ciascuna fase rilevare i cambiamenti introdotti dall impresa per rispondere ai mutamenti ambientali con approfondimenti sulle principali fasi del processo di scelta (riconoscimento e selezione delle opportunità), analisi dell implementazione delle scelte strategiche e dell impatto atteso ed effettivo sulle performance aziendali, eventuali interventi correttivi Per lo svolgimento dell intervista si propone di utilizzare il seguente schema Schema di rilevazione per le interviste in azienda Il seguente schema suggerisce delle linee guida e delle domande, cha vanno in ogni caso adattate dall intervistatore alla particolare situazione. L intervista è suddivisa in tre parti, il tempo medio previsto per ciascuna intervista è circa 1 ora e mezza. Lo schema assume la disponibilità dei dati aziendali (addetti, fatturato, prodotti, ecc.) rilevati da fonti secondarie (e.g. bilanci, brochure e sito aziendale, ecc.) o attraverso il questionario RCOST. 5

6 PRIMA PARTE L IDEA IMPRENDITORIALE E L AVVIO DELL ATTIVITÀ D IMPRESA Ripercorrere con l intervistato il momento fondativo dell impresa, comprendendone le principali motivazioni (N.B. tali domande devono essere tarate in virtù delle risposte date al questionario SEZIONE A). Seguire le risposte dell intervistato cercando di approfondire la fase di costituzione dell impresa come evento critico iniziale. Ad es. si possono rilevare i seguenti aspetti: 1) Quando e com è nata l impresa? Intorno a quale idea? 2) Come era composto il gruppo imprenditoriale all avvio delle attività? 3) Quali ostacoli si sono superati per avviare l attività dell impresa? In che modo? Si descriva la configurazione dell impresa alla sua nascita e fino al primo evento critico attraverso la seguente tabella Processes Details Field focus on processes and items Descrivere i processi critici con particolare enfasi sullo sviluppo prodotto (livello di formalizzazione, utilizzo di metodologie e tool gestionali). Abbozzare un flow chart dei processi critici Descrivere le modalità di acquisizione delle skills e del know-how (Numero di addetti allo sviluppo, Modalità e canali di recruitment per le figure professionali critiche, modalità di trasferimento del knowhow) Livello e tipologia di innovazione prodotto/mercato (scala di Meyer e Roberts) Position Technological asset (Know-how, patents & license, linguaggi, piattaforme di sviluppo) 6

7 Financial asset (vedi bilancio: indice di indebitamento, patrimonio netto, fatturato, raggiungimento del break-even) Reputation (Clienti importanti, premi, Customer satisfaction and retention) Struttura organizzativa (schizzare organigramma) Institutional Asset (rete di relazione con alter imprese, università/centri di ricerca, clienti innovative) Market Asset (descrivere il mercato di riferimento in termini quantitativi e qualitativi) SECONDA PARTE PRINCIPALI EVENTI CRITICI NEL PERCORSO EVOLUTIVO DELL IMPRESA Le seguenti domande sono da porre per ciascuna fase/evento critico individuato dalle risposte o dai documenti/informazioni aziendali a disposizione. Rilevare le informazioni utili a descrivere le 3P (processi, position e path) utilizzando la stessa tabella riportata nella prima parte per ogni fase stabile. 1) Ci sono stati eventi significativi dalla data di costituzione dell impresa? (forma giuridica/denominazione sociale, fusioni/acquisizioni con altre imprese, adozione di nuove tecnologie, assetto proprietario e organizzativo (es. riorganizzazione), prodotti/servizi offerti e mercati serviti). 2) descrivere la nuova configurazione dell impresa a valle dell evento critico (è sufficiente rilevare solo le variazioni rispetto alla tabella precedente) 3) Path: Identificato l evento critico e la nuova configurazione cercare di rilevare tutte le informazioni necessarie a descrivere le decisioni e le azioni manageriali con riferimento ai seguenti elementi: a. Eventuali cambiamenti tecnici o gestionali nel processo di sviluppo del prodotto/servizio offerto b. Risorse e competenze (tecniche, umane, finanziarie, di know-how 7

8 (ex. Brevetti), di rete) utilizzate/acquisite per fronteggiare il cambiamento o che hanno favorito l innovazione c. Modalità di acquisizione delle risorse (ex. Training) d. Impatto sulle prestazioni (economiche, di mercato, di crescita, di reputazione, di innovazione) conseguenti/correlati ai cambiamenti intrapresi. L intervistatore deve raccogliere elementi per essere in grado di valutare se e in che misura l impresa è stata abile nel riconfigurarsi per far fronte al cambiamento. Analisi dei casi e codifica delle competenze Attraverso l analisi del singolo caso: 1) Ricostruire in sintesi il path strategico seguito dall impresa 2) ricostruire, con riferimento a ciascuno degli specifici episodi critici analizzati nell intervista, lo schema di figura 2 del DM7 3) evidenziare i cambiamenti ai processi e alle risorse realizzati dall impresa 4) descrivere le competenze come vettore (regole, strumenti, know-how) Attraverso il confronto tra i casi: 1) classificare gli eventi critici, le decisioni manageriali, gli effetti sulle performance 2) individuare competenze ricorrenti o simili in termini di processi distintivi 3) individuare le risorse critiche 4) individuare eventuali differenze tra average e best performer 5) identificare i punti di forza e debolezza delle imprese e i gap di competenze 6) valutare le competenze in termini di replicabilità, appropriabilità, imitabilità. Per la descrizione delle competenze si propone la seguente scheda 8

9 Competenza: nome competenza Regole (descrizione del processo critico in termini di fasi) Strumenti (artefatti tecnologici e gestionali) Know-how (base di conoscenza) Grado di formalizzazione: Presenza di elementi di protezione intellettuale: Trasversalità della competenza: Imitabilità da parte dei competitor: Esempio Competenza: gestione commessa Regole (descrizione del processo critico in termini di fasi): 1. analisi dei customer needs 2. pianificazione di massima e budget 3. controllo e valutazione scostamenti 4. interventi correttivi Strumenti (artefatti tecnologici e gestionali): database commesse, manuale della qualità Know-how (base di conoscenza): tecniche di project management, cost accounting Grado di formalizzazione: elevato Presenza di elementi di protezione intellettuale: assente Imitabilità da parte dei competitor: medio-alto 9

10 2. I casi di studio I casi studio saranno analizzati utilizzando il framework teorico presentato nel DM7 e l attenzione sarà rivolta in particolare a due imprese, selezionate in base ai criteri descritti precedentemente, che si occupano di sviluppo software: La Megaride s.r.l. con sede a Frattamaggiore (Na) e la Essegesse Software s.n.c., con sede a Salerno (Sa). Nonostante la metodologia proposta sia applicata a soli due casi aziendali, e la esiguità del campione non permette di ottenere, dal confronto tra i paths evolutivi delle imprese, dei risultati che possano essere generalizzati, è comunque possibile valutare l efficacia del modello nell individuazione e nella descrizione delle competenze organizzative. Nei prossimi report previsti dalla schedulazione del progetto, anche alla luce della recente proroga delle attività, si riporterà un aggiornamento con l aggiunta di un congruo numero di casi di studio. 2.1 Caso 1: La specializzazione flessibile La storia Nata nel 1996, in seguito ad uno spin-off con una precedente società, la Megaride s.r.l. vede nel gruppo imprenditoriale iniziale un solo componente, fondatore anche della precedente azienda, che riceve l aiuto e la collaborazione dei suoi fratelli. Le attività iniziali riguardavano la fornitura di hardware, e si rivolgeva 10

11 prevalentemente agli Enti Pubblici, così come nella vecchia società, dalla quale aveva importato alcune commesse. Le difficoltà che si sono affrontate nella fase di start up nel portare avanti il business, sono molteplici, la principale delle quali ha riguardato il reperimento di finanziamenti, che è stata superata solo attraverso l utilizzo di capitale proprio. L azienda infatti, nel corso degli anni, ha sempre fatto forza sulle proprie risorse economiche senza mai far ricorso a Banche o prestiti di vario tipo. Sono state comunque sfruttate alcune misure di finanziamento alle imprese come ad esempio i finanziamenti POR della Regione Campania. Attraverso la vincita di gare di appalto, l impresa ha nei primi anni una crescita regolare, fino a che, nel 1999, riesce ad acquisire alcune commesse per i Comuni limitrofi e per alcune ASL e inizia ad occuparsi di fornitura di sistemi informativi e servizi specialistici, dove per fornitura di sistemi informativi e servizi specialistici, s intende fornitura di hardware e software, supporto ai sistemi informatici e servizi di consulenza. Queste commesse determinano un cambiamento per l impresa in quanto oltre alla consueta fornitura di materiale hardware, si iniziano a svolgere nuove attività, come lo sviluppo software, che richiede input completamente diversi dalla prima. Le dimensioni dell impresa iniziano quindi a crescere, sia in termini di fatturato che di numero di dipendenti e l impresa inizia a stringere anche alcuni legami con le Università e con alcune grandi imprese operanti nel settore. Questo le permette intorno al 2003, di vincere gare d appalto di peso rilevante con molte ASL locali, ampliando il proprio mercato e il proprio business nello sviluppo di software specializzati per il settore sanità. 11

12 2.1.2 Gli eventi critici: Position, Process e Path Dalla storia si evince che in seguito alla nascita, nel 1996, l azienda ha attraversato due critical events. Il primo avvenuto nel 1999, riguarda il passaggio dell impresa dalla fornitura di hardware allo sviluppo di software specialistici e alla fornitura di sistemi. In seguito all acquisizione delle commesse per i Comuni infatti, l azienda inizia ad assumere personale con competenze specialistiche nei linguaggi di programmazione e nello sviluppo software per far fronte alle nuove esigenze. Il secondo evento avviene invece nel 2003, in seguito alla vincita di gare che le permettono di ampliare il mercato nel settore sanità. In questo settore l impresa inizia a fornire software per le ASL e ciò le permette di aumentare le proprie dimensioni sia in termini di fatturato che di dipendenti. Il path evolutivo si può schematizzare quindi nel modo seguente: Figura 1 Path strategico Megaride s.r.l. Fornitura Hardware Sviluppo software specialistici e servizi Sviluppo software settore sanità 1996 Nascita 1999 Acquisizione commesse per alcuni Comuni e poche ASL 2003 Acquisizione grosse commesse per le ASL Oggi Si tratta di un pattern che potremmo definire di specializzazione attraverso il quale l impresa cresce specializzandosi nello sviluppo do software gestionali e 12

13 focalizzandosi su una nicchia di mercato (software per il management sanitario). In particolare i principali software prodotti dall impresa possono essere schematizzati nel modo seguente: Software per la gestione dei ricettari: l impresa ha sviluppato una procedura denominata GestRic in architettura client server, per la gestione automatizzata delle fasi di consegna dei ricettari ai medici di medicina generale ed ai pediatri di libera scelta; Software per la gestione delle cartelle cliniche: è un programma realizzato in architettura client server che consente l archiviazione delle cartelle cliniche delle refertazioni e l esportazione dei dati secondo lo schema della SDO; Protocol Manager: programma per la gestione del protocollo che rispetta le indicazioni in materia di gestione documentale; Time Manager: software realizzato in architettura web per la rilevazione delle presenze; DSM dipartimento salute mentale: software che consente la gestione delle attività connesse con i dipartimenti di salute mentale; ASSRiab assistenza riabilitativa: software realizzato in architettura client serve per la gestione delle attività dei centri di riabilitazione; UVG assistenza anziani: software realizzato per consentire la gestione dei centri di unità di valutazione geriatria consentendo il monitoraggio dell attività del centro per la gestione delle attività delle Asl; 13

14 TimeTabling gestione automatizzata turnazioni e orari: il software realizzato in ambiente web con l applicazione degli algoritmi di Time Tabling, consente la pianificazione automatizzata dei turni di lavoro, gestione occupazione aule con vincoli parametrizzati; Gestione magazzino farmaceutico: il software realizzato in ambiente web consente la gestione on-line e off-line delle attività di un magazzino farmaceutico. Individuati gli eventi critici, si può iniziare ora la valutazione dei process, position e path per ogni fase stabile, ossia compresa tra due eventi critici, individuati mediante le informazioni tratte dall intervista. Periodo Processes: o Coordination: In questo periodo, l azienda non utilizzava particolari tecniche o tool gestionali in quanto si occupava di piccole commesse riguardanti la fornitura hardware che non richiedevano un apparato gestionale e organizzativo di una qualche rilevanza, anche per via delle ridotte dimensioni. o Learning: Non essendoci attività di sviluppo software, anche le relative skills erano assenti infatti non c erano addetti allo sviluppo. Il gruppo di lavoro era composto dall imprenditore e dalla sua famiglia, con modalità di trasferimento del know-how piuttosto informali. 14

15 o Reconfiguration: il mercato a cui l impresa si rivolgeva era costituito prevalentemente dagli Enti pubblici, a cui l impresa effettuava una subfornitura di hardware, non effettuando quindi innovazioni di prodotto. La sua posizione nella scala di innovazione di Meyer e Roberts può essere così rappresentata: KEY TECHNOLOGY Nuova (tecnologia) non correlata Nuova (tecnologia) correlata Miglioramento rilevante Miglioramento minimo Megaride s.r.l. Positions: APPLICAZIONI DI MERCATO o In questa fase, gli assets tecnologici posseduti dall impresa riguardano un know-how dell imprenditore proveniente dalla precedente esperienza nel settore, e dalla suo percorso di studi. In particolare, in seguito al conseguimento della Laurea in Informatica, l imprenditore fonda nel 1985, insieme ad un altro socio, una prima impresa anch essa operante nel settore IT, e in questi anni egli ha l opportunità di acquisire una consolidata conoscenza ed esperienza del mercato e del settore in cui opera. Consumatori esistenti Nuove nicchie Nuovi segmenti Nuovi mercati 15

16 o Gli assets finanziari riguardano il capitale proprio che l imprenditore ha utilizzato per fondare l impresa, che ammonta approssimativamente tra i e i , ed è sotto forma di liquidità al 100%. Periodo Processes: o Coordination: Il livello di formalizzazione delle attività in questo periodo si può considerare medio, in quanto sebbene l impresa sia ancora agli inizi dell attività di sviluppo software, e non sono utilizzate particolari metodologie o strumenti gestionali, l azienda ottiene in questo periodo una certificazione di qualità ISO Questo prevede che comunque l impresa abbia un certo grado di formalizzazione, che si riscontra anche nell esistenza di una struttura organizzativa ben definita e quindi dall esistenza di un organigramma aziendale ufficiale. o Learning: In questo periodo viene assunto nuovo personale con competenze specialistiche di linguaggi di programmazione e di sviluppo software; in dettaglio il numero di addetti allo sviluppo software è pari a 2. Le modalità di recruitment sono costituite prevalentemente da colloqui individuali con persone che hanno già una certa esperienza nel campo, di conseguenza non viene attuata formazione. 16

17 o Reconfiguration: Si può ora valutare il livello e la tipologia di innovazione prodotto/mercato secondo la scala di Meyer e Roberts. L azienda in questo periodo si rivolge agli enti comunali e ad alcune ASL, fornendo non solo hardware come nel periodo precedente ma anche software specialistici e supporto ai sistemi informatici. I software potevano essere creati ex novo, oppure ci si limitava ad un integrazione/customizzazione di software acquistati da terzi. Rappresentando l impresa come un punto da posizionare nello spazio key technology applicazioni di mercato, si può dire che l impresa si rivolge a nuove nicchie di mercato, effettuando un miglioramento minimo della tecnologia esistente. KEY TECHNOLOGY Nuova (tecnologia) non correlata Nuova (tecnologia) correlata Miglioramento rilevante Megaride s.r.l. Miglioramento minimo Consumatori esistenti Nuove nicchie Nuovi segmenti Nuovi mercati APPLICAZIONI DI MERCATO Positions: 17

18 o Gli assets tecnologici sono dati dal know-how riguardo lo sviluppo software proveniente dalle risorse umane. In particolare, oltre alla passata esperienza del personale assunto, in quanto si trattava di esperti del settore, essi possedevano adeguate conoscenze sui linguaggi di programmazione come C, C++ e Java. In questo periodo i dipendenti dell impresa sono circa 4, di cui 2 si occupano dello sviluppo software. o Anche gli assets finanziari crescono ma sostanzialmente attraverso l autofinanziamento e il rivestimento degli utili. Infatti l impresa ha dei considerevoli aumenti di fatturato che raggiungono nel 2002, scostamenti del +300% rispetto all anno precedente. o Per ciò che riguarda la reputazione, in questo periodo l impresa ottiene alcuni riconoscimenti, diventando ad esempio Fornitore tecnologico ufficiale dei Comuni di Casandrino, Grumo Nevano, Casavatore, Frattamaggiore, Frattaminore, Cardito and Sant Irpino e Fornitore tecnologico ufficiale della Telecom Italia in Campania, Basilicata and Puglia. Nel 2001 inoltre ottiene la certificazione di qualità UNI EN ISO da Det Norske Veritas. o Avendo acquisito nuovo personale, la struttura organizzativa diventa più articolata, presentando un organigramma come in figura 2: 18

19 Figura 2 Organigramma funzionale (snc) L amministratore unico si occupa della supervisione e della gestione delle attività a livello centrale. Il responsabile qualità ha il compito di supervisionare i processi di sviluppo dal punto di vista della qualità, garantendo l adempimento degli standard di qualità della ISO I responsabili commerciale, acquisti e di sviluppo e progettazione si occupano rispettivamente delle attività riguardanti le vendite, degli acquisti (ad es. di hardware) dall esterno, e delle attività di R&S. Il Responsabile della gestione commesse invece si occupa del coordinamento e della supervisione delle attività di gestione commesse. Egli in particolare si occupa del coordinamento delle attività che riguardano la fornitura di hardware (di cui si occupa il Resp. Hardware), e la fornitura di software (di cui si occupa il Resp. Software), inoltre fa da supervisore agli operatori che acquisiscono i dati, che si occupano in particolare di caricamento dati (data entry) e back office, e agli addetti allo sviluppo software. 19

20 o Per ciò che riguarda gli institutional assets, l impresa in questo periodo inizia a stringere rapporti con le Università di Salerno e di Napoli, oltre che con alcune grandi aziende che le permettono poi nel 2003 di vincere gare d appalto di peso molto rilevante. Paths: o Negli anni iniziali ( ) l impresa tenta di penetrare il settore degli Enti Pubblici attraverso la fornitura di Hardware, e acquisisce una conoscenza di tale settore che le permette, nel 1999, attraverso la vincita di alcune gare, di acquisire nuove commesse e di intraprendere, oltre alla fornitura di hardware, anche l attività di sviluppo software. In seguito all inizio di questa attività, le dimensioni dell impresa crescono, così come il suo fatturato. Periodo 2003 Oggi: Processes: o Coordination: L acquisizione di nuove commesse per le ASL e l inizio dell attività di sviluppo software per il settore sanità fa crescere il livello di formalizzazione delle attività che da basso, può essere considerato medio, nonostante questo, non sono ancora utilizzati strumenti o metodologie gestionali a supporto dello sviluppo prodotto. o Learning: gli addetti allo sviluppo aumentano rispetto al periodo precedente, e il loro numero è pari a 6 (addetti interni) + 4 (addetti esterni). Le modalità di recruitment vengono affinate infatti ciò avviene tramite due modalità: attraverso una convenzione con l Università di 20

21 Salerno che permette agli studenti al termine del loro percorso di studi di effettuare uno stage presso l impresa; oppure attraverso colloqui individuali con personale esperto attraverso la pubblicazione di inserzioni. Per gli studenti inoltre è prevista un intensa attività di formazione che permette loro di essere coinvolti nello svolgimento di progetti e di acquisire quindi know-how. o Per ciò che riguarda l innovazione prodotto/mercato, si può dire che in questo periodo l impresa tenta di entrare in nuovi settori mediante la vincita di gare riguardanti anche solo la fornitura di hardware, per poi proporre i propri software, tentando di soddisfare le esigenze del settore sanità sviluppando software personalizzati che non hanno sostituti. Acquisendo commesse per le ASL, l impresa inizia a sviluppare quindi software specifici per il settore sanità che le permette di ampliarsi in nuovi mercati. Nella scala di Meyer e Roberts, l azienda può assumere la seguente posizione: KEY TECHNOLOGY Nuova (tecnologia) non correlata Nuova (tecnologia) correlata Miglioramento rilevante Megaride s.r.l. Miglioramento minimo Consumatori esistenti Nuove nicchie Nuovi segmenti Nuovi mercati APPLICAZIONI 21 DI MERCATO

22 Positions: o Il know-how in questo periodo aumenta in seguito agli investimenti in risorse umane specializzate. L impresa inoltre sviluppando software specifici per il settore sanità, acquisisce le licenze riguardo tali prodotti. o In questo periodo l impresa subisce una grande crescita infatti il fatturato cresce in maniera considerevole, insieme con gli investimenti in nuove strutture e risorse umane. Una panoramica dei fatturati e dell attivo è rappresentata in tabella 17: Tabella 1 Descrizione degli assets finanziari in termini di scostamento percentuale dall anno precedente Fatturato 400% 150% 300% Ammontare dell attivo 50% 60% 80% Investimenti 50% 60% 70% o Il livello di reputazione rimane abbastanza elevato infatti l impresa acquisisce ulteriori clienti importanti come le ASL NA 2, ASL NA 3, ASL NA 4, ASL NA 5, ASL AV 1. o Come nel periodo precedente l impresa mantiene relazioni con le Università e con alcune grandi imprese. In particolare le relazioni con gli Enti Universitari riguardano principalmente la collaborazione in progetti di ricerca, mentre per quanto riguarda le altre imprese, l azienda stipula dei contratti di associazione con altre aziende (ATI) che le permettono di vincere gare d appalto di grosso peso. 22

23 o La struttura organizzativa in termini di organigramma non varia in maniera considerevole rispetto al periodo precedente, raggiungendo però una dimensione in termini di numero di addetti, pari a 30 dipendenti. o I clienti a cui l impresa si rivolge non sono tutti della stessa tipologia, ma esistono alcuni clienti importanti che hanno appunto un peso maggiore rispetto ad altri. Infatti, fatto 100 il fatturato, la percentuale relativa ai 2 principali clienti è pari al 25% - 49% per il primo, e 10% - 24% per il secondo. Paths: o In seguito all evento critico del 2003 quindi, l impresa ha aumentato le proprie competenze in termini di know-how specialistico. Ciò ha reso l attività di fornitura hardware, da attività principale dell impresa a attività marginale. Le attività aziendali infatti variano, e possono essere rappresentate nel modo seguente: Figura 3 Attività aziendali Attività di supporto e servizi 13% Sviluppo Software 60% R&S 7% Fornitura hardware 20% In questo periodo inoltre viene potenziata l attività di Ricerca & Sviluppo, 23

24 che occupa il 7% delle attività aziendali. Quest area in particolare si occupa di ricerca di soluzioni innovative, di nuovi sistemi informatici, e di sviluppo di nuovi prodotti. o L impresa infine subisce una forte crescita che le permette di effettuare ulteriori investimenti sia in strutture che in risorse umane. Riassumendo le informazioni descritte in precedenza, si può ottenere la seguente tabella: Tabella 2 Schema riassuntivo Megaride s.r.l N dipendenti Linguaggi di Programmazione Attività Mercato servito L imprenditore più la sua famiglia 4 30 Nessuno C, C++, Java C, C++, Java Fornitura Hardware Fornitura Software per Enti Pubblici, e servizi di supporto ai sistemi informativi. Fornitura Software per Enti Pubblici e per ASL, e servizi di supporto ai sistemi informativi. Regionale Regionale Regionale Il grado di innovazione di mercato e tecnologico Volendo rappresentare il path strategico dell impresa in termini di livello di innovazione tecnologica e innovazione di mercato, bisogna introdurre due variabili, che mirano a valutare appunto, le capacità di innovazione di prodotto e di mercato dell impresa. Si indica quindi con LIT il grado di innovazione tecnologico dell impresa, e con 24

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza PROCESS MAPPING (2) Approcci: 2- Identificazione del processo Esaustivo (o dei processi) da analizzare Mappatura a largo spettro (es.: vasta implementazione di un ERP) In relazione al problema ad es. i

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Corso di Comunicazione d impresa

Corso di Comunicazione d impresa Corso di Comunicazione d impresa Prof. Gian Paolo Bonani g.bonani@libero.it Sessione 16 Sviluppo risorse umane e comunicazione interna Le relazioni di knowledge fra impresa e ambiente esterno Domanda

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Il bando relativo all iniziativa URSA AWARD: Best project for a better tomorrow si modifica e integra come segue: 1) la partecipazione viene prorogata fino

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli