Positive Digital Marketing: l'uso di notizie positive su. dispositivi digitali come strumento di brand management

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Positive Digital Marketing: l'uso di notizie positive su. dispositivi digitali come strumento di brand management"

Transcript

1 Positive Digital Marketing 1 Positive Digital Marketing: l'uso di notizie positive su dispositivi digitali come strumento di brand management di Jacopo Bagni 1, Silvio Malvolti 2, e Giuseppe Riva 3 1 Marketing Specialist, Web Product Marketing presso WebAds Italia, Milano 2 Fondatore e Amministratore Unico di Buone Notizie Communication Farm Srl, Milano 3 Professore Associato di Psicologia della Comunicazione. Dipartimento di Psicologia, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano Abstract Narrazione ed esperienza giocano un ruolo centrale nelle politiche di advertising e brand management. Attraverso la creazione di narrazioni/esperienze coerenti con i propri valori e prodotti i brand cercano di caratterizzarsi e di distinguersi dai concorrenti. Una particolare forma di narrazione che è in grado di produrre effetti emotivi e di emulazione è la "buona notizia": una narrazione i cui personaggi si caratterizzano per atti di eccellenza, coraggio o positività. Dopo aver introdotto e definito il concetto di "Positive Marketing" l'articolo analizza il potenziale delle "buone notizie" come strumento di brand management, in particolare quando integrate e associate a contenuti digitali in grado di rafforzarne la dimensione esperienziale (Positive Digital Marketing).

2 Positive Digital Marketing 2 1. Introduzione Gli esseri umani desiderano le storie e la pubblicità ha sempre fatto del suo meglio per utilizzare il business dei racconti per costruire un brand (Simon Bond, CMO BBDO). Sappiamo tutti che fin dalle origini del genere umano la narrazione ha avuto un ruolo centrale nella diffusione della cultura. Le entità tribali e poi le società si sono formate e hanno creato identità, comunanza e condivisione di tratti valoriali comuni intorno alle storie tramandate di generazione in generazione per dare una radice anche dove le radici erano relativamente incerte o vergini. Oggi come ieri tutti nel quotidiano relazionarci raccontiamo storie per trasmettere informazioni, emozioni e sentimenti, creando un legame con chi ci ascolta. La storia diventa il medium della comunicazione che travalica la mera vicenda raccontata e diventa espressione per creare comunanza di stato ed elemento di empatia e per sentirci più vicini gli uni agli altri. Un iter che è partito con nascita in Usa delle Soap Opera passando in Italia dal Carosello per arrivare agli spot di alcuni big spender dell Advertising che hanno fatto dello Storytelling il vero concept pubblicitario delle proprie comunicazioni. Ricordiamo tra gli altri Barilla, Telecom Italia, Enel Energia e Calzedonia. Ma come la narrazione può diventare uno strumento di brand management? Dopo aver analizzato il ruolo giocato dalla struttura e dal contesto della narrazione all interno delle strategie di marketing proveremo a sostenere che esiste una particolare forma di narrazione, la buona notizia, che ha un potenziale elevato di coinvolgimento del consumatore, in particolare se integrata e associata a contenuti digitali in grado di rafforzarne la dimensione esperienziale. Tali riflessioni confluiranno nella formulazione di una nuova strategia di marketing - il Positive Digital Marketing basata sulla creazione di prodotti editoriali digitali che uniscano l impatto positivo delle buone notizie con la dimensione esperienziale resa possibile dalla multimedialità e dall interazione per migliorare l immagine di un brand.

3 Positive Digital Marketing 3 2. La narrazione efficace nel marketing: struttura e contesto All interno delle strategie di marketing la pubblicità ha un ruolo centrale. La pubblicità può essere definita come un particolare messaggio comunicativo che mira a promuovere un determinato servizio o prodotto. Infatti lo scopo del messaggio pubblicitario è duplice: da una parte informare il consumatore sull esistenza e sulle principali caratteristiche del prodotto; dall altra convincere il consumatore all acquisto. Per questo motivo, il messaggio pubblicitario non è mai solo informativo: obiettivo critico per l efficacia del messaggio è quello di ottenere una risposta da parte del consumatore in termini di coinvolgimento, attenzione e motivazione. In questo paragrafo cercheremo di descrivere i due elementi che permettono di raggiungere tale obiettivo: una struttura corretta e un contesto adeguato. 2.1 La struttura di una narrazione efficace Perché una struttura narrativa è in grado di coinvolgere il consumatore? A che cosa servono le narrazioni? Un area emergente della psicologia, la narrative psychology (psicologia narrativa) ritiene che una parte significativa della conoscenza di sé venga organizzata all'interno di schemi narrativi (Bruner, 1996; Grazzani, 1995) con cui l'individuo interpreta la realtà e le attribuisce significato (Crossley, 2000; Rollo, 2007). Hutto (2008), che con la sua «Ipotesi della Pratica Narrativa» (Narrative Practice Hypothesis) è uno degli esponenti più rilevanti di questa posizione, definisce le narrative che ci permettono di interpretare efficacemente quanto accade intorno a noi come le «narrative del senso comune» (folk psychology narratives): narrative che permettono all ascoltatore o al lettore di comprendere i pensieri, azioni e sentimenti dei personaggi presenti e di prendere posizione rispetto ad essi. Tali narrative sono strutturate non come regole, ma come la descrizione di soggetti che agiscono in base a precisi obiettivi e le cui azioni producono modificazioni nei propri stati emotivi e

4 Positive Digital Marketing 4 nel rapporto con il mondo. In particolare, le più significative di queste narrazioni sono quelle in cui i soggetti agiscono in modo estremo, sia positivamente che negativamente. Da una parte i comportamenti e le vite di assassini, serial killer e criminali hanno sempre attratto la curiosità degli ascoltatori come evidenziato dal successo di biografie, romanzi e film che ne raccontano le opere. Lo stesso vale per eroi, atleti, scienziati e personaggi famosi. La possibilità di riconoscere nei loro atti una passione, una motivazione, un talento unico coinvolge il lettore e lo spettatore trasportandolo all interno della narrazione. Infatti il principale effetto psicologico di queste storie è il trasporto narrativo (narrative transportation): l esperienza di trasporto e presenza all interno della storia, prodotto del coinvolgimento in essa (Green & Brock, 2000; Green, Garst, & Brock, 2004). In pratica, come sottolineato da Gilbert e colleghi (Gilbert, 1991; Gilbert, Tafarodi, & Malone, 1993) il principale effetto del trasporto narrativo è un coinvolgimento attivo nella storia che porta il soggetto non solo a non metterne in discussione i contenuti ma anche a cercare di farli propri collocandoli all interno della propria struttura valoriale e intenzionale. In quest ottica gli effetti del trasporto narrativo possono essere utilizzati con finalità persuasiva all interno di una strategia di marketing (Green & Brock, 2000) per rafforzare il contenuto di un messaggio pubblicitario. Per esempio, Wang e Calder hanno dimostrato che se un messaggio pubblicitario viene presentato alla fine di una storia che ha indotto trasporto narrativo esiste una correlazione diretta tra il livello di trasporto e la positività dell atteggiamento verso il prodotto: maggiore è il livello di trasporto narrativo sperimentato, maggiore è l atteggiamento positivo nei confronti di quanto pubblicizzato (Wang & Calder, 2006). 2.2 Il contesto di una narrazione efficace

5 Positive Digital Marketing 5 Accanto alla struttura della narrazione, anche il contesto in cui questa viene presentata caratterizzato da una forte concorrenza e un elevato rumore di fondo - sta incominciando ad avere un ruolo fondamentale sull efficacia del messaggio trasmesso. Gli stessi utenti hanno soglie di attenzione molto più basse e, iperstimolati, hanno sviluppato da una parte la perdita di concentrazione e dall altra una maggiore difficoltà nella memorabilità del messaggio. In questa corsa alla conquista dell attenzione dell utente si stanno sviluppando soluzioni narrative che sono più legate alla parte quantitativa e statistica che alla valorizzazione del Brand, della Brand Awareness e della Brand Value. Con il risultato paradossale che il fuoco su click, interazioni, conversioni ha fatto dimenticare quello che è il principale obiettivo di un messaggio pubblicitario: associare significati positivi ad un brand. E possibile che la visualizzazione o il click su un messaggio abbiano invece un effetto opposto? Le riflessioni della semantica, quella parte della linguistica che studia il significato delle parole e dei loro insiemi, sostiene di si: una narrazione se inserita in un contesto sbagliato può trasmettere significati non voluti. Alla base di questa affermazione c è il concetto di campo associativo (Bally, 1940) introdotto da Charles Bally a partire dalle teorizzazioni di Ferdinand de Saussure, autore del celebre Corso di Linguistica Generale (De Saussure, 1916/2009). Secondo il concetto di campo associativo, infatti, una parte dei significati di una lingua vengono creati in base alla forma e alle modalità con cui vengono aggregati i segni linguistici. Vocaboli ed espressioni perdono identità e diventano campi associativi portatori di sensazioni, emozioni oltre che di concetti. In quest ottica, accanto ai contenuti di una narrazione, un ruolo fondamentale per il processo di brand management è giocato dalle associazioni create dal contesto in cui è inserito. Quante volte abbiamo visto comunicazioni che hanno perso efficacia e anzi hanno danneggiato l immagine del

6 Positive Digital Marketing 6 cliente perché inseriti in contesti editoriali insieme a contenuti non edificanti o con un messaggi negativi? Bastano pochi minuti di ricerca sulle principali testate italiane per trovare diversi esempi di associazioni poco efficaci (vedi le due immagini sotto) Figura 1. L accostamento di Dior alla Tragedia del Giglio Figura 2. A chi verrebbe voglia di investire negli ETF sui titoli di stato italiani pensando al dramma della Grecia?

7 Positive Digital Marketing 7 Ecco che quindi l investitore deve essere tutelato nel momento in cui espone il proprio Brand e non può rischiare che le emozioni negative generate dal contesto in cui è inserito il suo messaggio ne modifichino la Brand Awareness o il Brand Value. Per questo il Brand deve essere associato a significati che mettano il consumatore in una fase di predisposizione nella percezione dello stesso e nel caso all acquisto. La predisposizione si raggiunge nel momento in cui il media scelto crea empatia con il Brand o proponendo contenuti di interesse o un coinvolgimento emotivo emozionale, che poi è il cardine della comunicazione. Nel primo caso il Brand assume il ruolo di mecenate che con il proprio investimento permette alla testata di offrire contenuti di qualità. Nel secondo caso, e su questo ci concentreremo, il Brand va a sollecitare e presidiare il proprio target portando valori positivi, esperienze positive e rinforzando gli aspirazionali progetti di vita degli utenti. 3. Positive Marketing e Positive Digital Marketing In base a quanto abbiamo visto, creare un ponte tra Brand e consumatori differenziandosi dai competitor e creando elevazione e immedesimazione aspirazionale è possibile solo se il contesto di fondo in cui si appare è positivo. E a partire da queste considerazioni che si è sviluppato il Positive Marketing, una particolare forma di marketing esperienziale il cui principale obiettivo è realizzare esperienze positive e multisensoriali, capaci di coinvolgere contemporaneamente i sensi, l emotività e il pensiero razionale, e associarle ad uno specifico brand (Kaltcheva, Patino, Pitta, & Winsor, 2011). In particolare uno degli strumenti a disposizione del Positive Marketing sono le buone notizie : una narrazione i cui personaggi si caratterizzano per atti di eccellenza, coraggio o positività. 3.1 L uso delle buone notizie nel marketing

8 Positive Digital Marketing 8 Le Buone Notizie fanno bene? Una serie di ricerche realizzate all interno delle Scienze Cognitive dicono di sì. Per esempio, un recente studio pubblicato sulla prestigiosa rivista americana Journal of Personality and Social Psychology sottolinea come le buone notizie siano in grado di suscitare emozioni positive (Aquino, McFerran, & Laven, 2011). Questo effetto, che gli psicologi definiscono elevazione morale, oltre a produrre nell individuo specifiche reazioni fisiche, quali ad esempio - un diffuso senso di calore e una sensazione di nodo alla gola, può provocare cambiamenti comportamentali e predisporci all empatia e all interazione sociale. Ma le buone notizie possono fare bene anche a un brand. Come sottolineato recentemente dal brand strategist Valerio Franco, la relazione brand-consumatore sta cambiando e un fattore critico della strategia di comunicazione e di relazione dei brand sarà il fattore engagement (Valerio, 2011): Oggi questa nuova opportunità di identificazione e intesa si chiama Engagement e rappresenta un campo di gioco dai confini mobili, estensibili a seconda dell interazione che brand e consumatore, in maniera complice, riescono a costruire e mantenere. Un ambito di relazione che va oltre emozionalità e funzionalità, radicandosi in maniera più profonda e autentica attraverso l introduzione di una forte componente esperienziale e interattiva (p. 287). In quest ottica, l ipotesi principale del positive marketing è che le buone notizie, producendo emozioni positive e coinvolgimento possano giocare un ruolo centrale nelle future strategie di brand management attraverso la creazione di un patto fiduciario con il consumatore, fondato sullo scambio tra valori e fedeltà. 3.2 Dalle sponsorizzazioni al positive marketing In realtà il collegamento diretto tra buone notizie e brand non è una novità nel mondo del marketing: è attraverso le sponsorizzazioni i brand cercano di migliorare la propria immagine associandola a personaggi famosi, atleti o squadre in grado di raggiungere positivi e unici. Come sottolineano Nelli e Bensi (Nelli & Bensi, 2011): La sponsorizzazione si configura come una

9 Positive Digital Marketing 9 relazione di scambio nella quale un'impresa fornisce un supporto finanziario e/o in natura a una persona, a un gruppo o a un'organizzazione, al fine di permettere a questi di svolgere le loro attività e allo stesso tempo di ottenere una serie di controprestazioni definite in anticipo, in modo da favorire direttamente o indirettamente il perseguimento dei propri obiettivi di marketing e di comunicazione (p. 3). Detto in altre parole, l obiettivo delle sponsorizzazioni è quello di coinvolgere il consumatore raccontandogli delle storie positive e associando direttamente a tali storie il nome del brand: l atleta/personaggio X è riuscito a raggiungere il risultato positivo/significativo/unico attraverso l aiuto economico/il prodotto/il servizio offertogli dal brand. Secondo gli ultimi dati disponibili le sponsorizzazioni sono in Italia il secondo strumento di marketing più utilizzato dalle aziende, subito dopo la pubblicità (StageUp, 2012): nel 2011 nel mercato delle sponsorizzazioni in Italia si è chiuso a milioni di euro mentre il mercato pubblicitario italiano nel suo insieme è arrivato a circa milioni di euro, di cui il 50% è andato alla pubblicità televisiva. Gli studi più recenti delle Scienze Cognitive mostrano che anche l associazione indiretta tra buone notizie e brand ossia la presentazione di buone notizie non direttamente collegate al brand, insieme al brand stesso consente di ottenere lo stesso obiettivo di coinvolgimento del consumatore - con un costo significativamente inferiore a quello di una sponsorizzazione tradizionale. Il Positive Marketing permette infatti di connettere la narrazione positiva e tutte le sue conseguenze al Brand attraverso tre processi: la Persuasione, l Orientamento agli Altri e l Empatia. In primo luogo, grazie alla capacità di indurre trasporto narrativo, il consumatore è meno a spinto a mettere in discussione razionalmente i contenuti del messaggi pubblicitari associati alle buone notizie (Algoe & Haidt, 2009). In secondo luogo, gli studi di Ho e Dempsey (Ho & Dempsey, 2010) e poi di Berger e Milkman (Berger & Milkman, in press) hanno messo in evidenza l esistenza di un forte legame tra la positività e la tendenza a condividere contenuti (word-of-mouth): da una parte i soggetti altruistici tendono maggiormente a condividere contenuti online, dall altra i

10 Positive Digital Marketing 10 contenuti positivi sono più virali di quelli negativi. In questo gioco di elevazione la condivisione e il Buzz di Notizie Positive è un azione che le coscienze ricercano quasi fosse un esigenza alienabile di ribadire cosa sia giusto. Infine, l effetto positivo indotto dalle buone notizie non produce effetti solo nel soggetto che le legge ma anche nella rete sociale intorno a lui. Come dimostrato da Christakis and Fowler (Christakis & Fowler, 2008) se un amico che vive vicino a me (entro un miglio di distanza) sperimenta emozioni positive ciò aumenta del 25% la mia probabilità di sentirmi felice. 3.3 Dal Positive Marketing al Positive Digital Marketing Se il Positive Marketing si concentra sulla buona notizia come contesto al cui interno inserire il brand e i suoi messaggi, il Positive Digital Marketing cerca di aumentare l impatto della buona notizia cercando di renderla il più possibile simile a un esperienza. Se fino a qualche anno fa il cuore del Positive Digital Marketing era il mondo web, ora l attenzione si sta rivolgendo al mondo dell editoria digitale la cui crescente diffusione è legata al grande successo dei device mobili. L impatto dei device mobili, la nuova rivoluzione tecnologica che stiamo vivendo, è infatti una rivoluzione che sta producendo un significativo cambiamento nella relazione tra utente e tecnologia. All interno di questo processo il rapporto tra utente e tecnologia diventa di un intimità mai sviluppata da nessun oggetto - bene di massa o lusso nella storia dell uomo. I device mobili, smartphone e tablet, si stanno infatti trasformando da semplici tecnologie a vero e proprio prolungamento della propria identità e socialità, nonché riferimento operativo (e talvolta dispersivo) di funzionalità sintetizzate nelle App. In questo contesto gli smartphone prima e i tablet poi, sono in grado di trasmettere messaggi con una capacità persuasiva superiore a quella di qualunque altra piattaforma, se gestiti in modo non invasivo e associati a contenuti di tipo funzionale e/o emozionale.

11 Positive Digital Marketing 11 In sintesi l obiettivo del Positive Digital Marketing è la realizzazione di prodotti editoriali digitali che uniscano l impatto positivo delle buone notizie con la dimensione esperienziale intima resa possibile dalla multimedialità e dall interazione con i device mobili per migliorare l immagine di un brand. 4. Positive Marketing e Positive Digital Marketing in pratica 4.1 La comunicazione positiva di Coca Cola e Illy Caffè Due campagne con respiro internazionale che hanno lavorato sulla positività legando il proprio brand all emozione di Felicità sono Coca Cola con Happiness Factory e Illy Caffè con Live HappIlly. La multinazionale americana nel 2006 sull onda della teorizzazione dei LoveMarks di Kevin Roberts, Ceo di Saatchi & Saatchi, ha modificato il proprio posizionamento pubblicitario (Roberts, 2007). In particolare ha abbandonando la veste più vintage e tradizionale per sottolineare le dimensioni di ottimismo e positività, marchio di fabbrica della propria comunicazione. Il risultato è l esaltazione della gioia di vivere narrata rendendo il distributore di Coca Cola come il cancello di accesso alla Happiness Factory, un mondo fatto di immaginarie creature colorate e gioiose che producono la Coca Cola. In questo approccio ritroviamo la strategia del trasporto narrativo: l esperienza di trasporto e presenza all interno della storia, prodotto del coinvolgimento in essa (Green & Brock, 2000; Green, et al., 2004) è il principale strumento per trasmettere la brand experience. Un altra campagna internazionale di rilevo che sottolinea l importanza delle emozioni positive nella creazione della brand experience è quella lanciata nel 2011 da Saatchi & Saatchi per Illy Caffè, il brand italiano che produce miscele da caffè e le vende in 140 paesi nel mondo. La campagna LIVE HAPPIlly è stata l occasione per lanciare il nuovo posizionamento della marca attraverso il racconto di come i piccoli gesti quotidiani possano trasformarsi in istanti di pura

12 Positive Digital Marketing 12 rivelazione, dove tutto ciò che accade intorno all improvviso appare straordinario, dando vita a momenti di felicità. All interno della narrazione degustare una tazzina di buon caffè e lasciarsi andare al piacere dei sensi si fonde con il piacere intellettuale ed estetico. 4.2 Il Positive Digital Marketing di TED Un esempio particolarmente efficace di Positive Digital Marketing viene da TED (http://www.ted.com), un organizzazione non-profit che cerca di sostenere e diffondere le idee che meritano di essere diffuse - ideas worth spreading. TED è stato fondato nel 1984 e si svolge con cadenza annuale dal L'evento adesso è curato da Chris Anderson e gestito dalla sua fondazione non-profit, The Sapling Foundation, che cerca di "attivare il potere delle idee di cambiare il mondo". Nel 2006 la partecipazione costava $ ed era solo su invito. Nel gennaio del 2007 la modalità di associazione è stata trasformata in quota annuale di $, che comprendono partecipazione alla conferenza, comunicazioni postali del club, strumenti di network e DVD delle conferenze. Nata come una conferenza 25 anni fa, TED ha progressivamente integrato nella propria strategia comunicativa l utilizzo degli strumenti digitali. La strategia è molto semplice: nella Conferenza annuale di TED gli scienziati (vedi Figura 3), ricercatori e/o imprenditori che si caratterizzano per una particolare attività o visione vengono invitati a raccontare le loro idee in presentazioni di circa dieci minuti. Le conferenze sono affidate a speaker provenienti da comunità e discipline diverse. In ottemperanza a questo spirito multidisciplinare, gli interventi abbracciano un'ampia gamma di temi che, spesso travalicandone i confini, spaziano negli ambiti di scienza, arte, ambiente, economia, politica, temi globali, architettura, musica, ecc.

13 Positive Digital Marketing 13 Figura 3. Un momento della conferenza di TED Al TED Conference si è aggiunto il TED Global, che si svolge in varie località, da poco anche in Italia. Tra i tantissimi speaker, vi sono stati l'ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton, il Premio Nobel James Dewey Watson, il produttore televisivo e attivista politico Norman Lear, il fisico Murray Gell-Mann, il co-fondatore di Wikipedia Jimmy Wales e i co-fondatori di Google Sergey Brin e Larry Page. Le presentazioni vengono poi videoregistrate, sottotitolate in una ventina di linguaggi differenti e distribuite gratuitamente sul web. Il claim di TED è infatti proprio questo: diffondere idee con l obiettivo di rendere migliori le cose

14 Positive Digital Marketing 14 La grande diffusione delle conferenze in rete a livello globale ha richiamato investitori spingendo grandi aziende a sponsorizzare le iniziativa di Ted per condividerne la vision ed entrare in quell aurea di empatia che il progetto ha creato intorno a sé. 4.3 Il Positive Digital Marketing di BuoneNotizie.it BuoneNotizie Communication Farm srl è un provider di notizie positive su media digitali. Il progetto Buone Notizie nasce infatti con lo scopo di promovere un modello di informazione fatto di notizie positive in grado di diffondere in ciascuno di noi fiducia nel futuro e nel mondo che ci circonda. La linea editoriale è neutra: non segue e non promuove alcuna idea o movimento politico o religioso, ma si propone di creare un modello di informazione sostenibile, che si accorga dei fatti che non sempre riescono a trovare il meritato spazio sui mezzi di informazione. I redattori selezionano argomenti di attualità offrendo un informazione libera, raccontando gli eventi da un punto di vista diverso, senza allarmismo e senza scadere nel buonismo: un modello decisamente diverso da quello offerto oggi dai mass-media. In sintesi i principali obiettivi del progetto BuoneNotizie sono: - raccontare buone notizie in grado di rappresentare i reali progressi dell uomo, della società e della qualità della vita per trasmettere fiducia in un futuro migliore; - aumentare l impatto delle buone notizie attraverso la multimedialità e l interazione in modo da trasformarle in vere e proprie esperienze narrative; - organizzare le buone notizie secondo uno specifico campo associativo in modo da trasferire il valore positivo delle notizie sul marchio o prodotto dell inserzionista. Per raggiungere questi obiettivi BuoneNotizie ha lanciato una propria rivista digitale per ipad (http://itunes.apple.com/it/app/buonenotizie/id ), che al momento è l unica rivista gratuita presente nell Edicola del tablet più venduto in Italia (vedi Figura 4). La scelta del tablet, che affianca il sito (http://www.buonenotizie.it), come principale strumento di diffusione dei contenuti

15 Positive Digital Marketing 15 editoriali ha come obiettivo il raggiungimento della leadership in un settore ancora tendenzialmente vergine che conta attualmente in Italia un milione di utenti ma che nel corso dei prossimi tre anni potrebbe superare i cinque milioni di lettori. Figura 4. La copertina della rivista BuoneNotizie per ipad La rivista racconta ogni mese i fatti positivi che accadono in Italia e nel mondo, organizzando le buone notizie in base alle caratteristiche dello sponsor di riferimento e integrandole con contenuti multimediali interattivi. Alla linea redazionale unica si affianca quindi una sostenibilità economica dovuta al fatto di trasmettere al Brand sponsorizzante un valore e una superiore rispetto a quello tipico di altre realtà

16 Positive Digital Marketing 16 editoriali: l empatia e la fiducia nella positività delle notizie viene trasmessa anche sui Brand presenti. Conclusioni Il Positive Marketing, è una forma emergente di marketing esperienziale il cui principale obiettivo è realizzare esperienze positive e multisensoriali, capaci di coinvolgere contemporaneamente i sensi, l emotività e il pensiero razionale, e associarle ad uno specifico brand (Kaltcheva, et al., 2011). Tra i diversi strumenti a disposizione del Positive Marketing quello discusso all interno dell articolo sono le buone notizie : una narrazione i cui personaggi si caratterizzano per atti di eccellenza, coraggio o positività. L articolo ha infatti analizzato il potenziale delle "buone notizie" come strumento di brand management. I meccanismi a disposizione delle strategie di marketing sono tre: - la capacità delle buone notizie di indurre trasporto narrativo spinge il consumatore a non mettere in discussione razionalmente i contenuti del messaggi pubblicitari associati alle buone notizie. - esiste un legame diretto tra la positività e la tendenza a condividere contenuti: da una parte i soggetti altruistici tendono maggiormente a condividere contenuti online, dall altra i contenuti positivi sono più virali di quelli negativi. - l effetto positivo indotto dalle buone notizie non produce effetti solo nel soggetto che le legge ma anche nella rete sociale intorno a lui. Come dimostrato da Christakis and Fowler (Christakis & Fowler, 2008) se un amico che vive vicino a me (entro un miglio di distanza) sperimenta emozioni positive ciò aumenta del 25% la mia probabilità di sentirmi felice. Tra le diverse campagne che hanno cercato di legare la dimensione di positività e l emozione di felicità ai significati del brand l articolo ha presentato quelle di Coca Cola (Happiness Factory) e Illy Caffè (LIVE HAPPIlly).

17 Positive Digital Marketing 17 Se il Positive Marketing si concentra sulla buona notizia come contesto al cui interno inserire il brand e i suoi messaggi, il Positive Digital Marketing cerca di aumentare l impatto della buona notizia cercando di renderla il più possibile simile a un esperienza. Se fino a qualche anno fa il cuore del Positive Digital Marketing era il mondo web, ora l attenzione si sta rivolgendo al mondo dell editoria digitale la cui crescente diffusione è legata al grande successo dei device mobili, in particolare smartphone e tablet. In conclusione, l obiettivo del Positive Digital Marketing è la realizzazione di prodotti editoriali digitali come quelli realizzati da TED e BuoneNotizie, i due casi discussi nell articolo - che uniscano l impatto positivo delle buone notizie con la dimensione esperienziale intima resa possibile dalla multimedialità e dall interazione con i device mobili per migliorare l immagine di un brand. Bibliografia Algoe, S. B., & Haidt, J. (2009). Witnessing excellence in action: the other-praising emotions of elevation, gratitude, and admiration. Journal of Positive Psychology, 4(2), Aquino, K., McFerran, B., & Laven, M. (2011). Moral Identity and the Experience of Moral Elevation in Response to Acts of Uncommon Goodness. Journal of Personality and Social Psychology, 100(4), Bally, C. (1940). L arbitraire du signe. Le Français Moderne, 8, Berger, J., & Milkman, K. L. (in press). What Makes online Content Viral? Journal of Marketing Research, DOI: /jmr Bruner, J. (1996). La cultura dell'educazione. Milano: Feltrinelli. Christakis, N. A., & Fowler, A. J. (2008). Dynamic Spread of Happiness in a Large Social Network: Longitudinal Analysis Over 20 Years in the Framingham Heart Study. British Medical Journal, 337(2338), 1-9.

18 Positive Digital Marketing 18 Crossley, M. L. (2000). Introducing narrative psychology: Self, trauma and the construction of meaning. Buckingham: Open University Press. De Saussure, F. (1916/2009). Corso di Linguistica Generale. Bari: Laterza. Gilbert, D. T. (1991). How Mental Systems Believe. American Psychologist, 46(2), Gilbert, D. T., Tafarodi, R. W., & Malone, P. S. (1993). You can't not believe everything you read. Journal of Personality and Social Psychology, 65(2), Grazzani, I. (1995). La narrazione. In M. Groppo, V. Ornaghi, I. Grazzani & L. Carruba (Eds.), La psicologia culturale di Bruner: Aspetti teorici ed empirici (pp ). Milano: Raffaello Cortina Editore. Green, M. C., & Brock, T. C. (2000). The role of transportation in the persuasiveness of public narratives. Journal of Personality and Social Psychology, 79(5), Green, M. C., Garst, J., & Brock, I. (2004). The Power of Fiction: Determinants and Boundaries. In L. J. Shrum (Ed.), The Psychology of Entertainment Media. Blurring the Lines Between Entertainment and Persuasion (pp ). Mahwah, NJ: Lawrence Erlbaum Associates. Ho, J. Y. C., & Dempsey, M. (2010). Viral marketing: Motivations to forward online content. Journal of Business Research, 63(9-10), Hutto, D. D. (2008). Folk Psychological Narratives: The Sociocultural Basis of Understanding Reasons. Cambridge, MA: MIT Press. Kaltcheva, V., Patino, A., Pitta, D., & Winsor, R. (2011). Toward a working definition of positive marketing. Paper presented at the Conference for Positive Marketing, New York. Nelli, R. P., & Bensi, P. (2011). La sponsorizzazione e la sua pianificazione strategica. Modelli di funzionamento e processi di selezione. Milano: Vita e Pensiero. Roberts, K. (Ed.). (2007). Effetto Lovemarks. Vincere nella rivoluzione dei consumi. Milano: Franco Angeli.

19 Positive Digital Marketing 19 Rollo, D. (2007). Narrazione e sviluppo psicologico. Aspetti cognitivi, affettivi e sociali. Roma: Carocci. StageUp. (2012). Il Futuro della Sponsorizzazione - Decima Edizione. Bologna: StageUp Sport & Leisure Business Wang, J., & Calder, B. J. (2006). Media Transportation and Advertising. Journal of Consumer Research, 33,

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

UNA NUOVA STARTUP PER UNA NUOVA REALTÀ. VIENI A SCRIVERE LA TUA STORIA

UNA NUOVA STARTUP PER UNA NUOVA REALTÀ. VIENI A SCRIVERE LA TUA STORIA SMAU MILANO DAL 17 AL 19 OTTOBRE PAD. 2, STAND A65 UNA NUOVA STARTUP PER UNA NUOVA REALTÀ. VIENI A SCRIVERE LA TUA STORIA Non esistono più le fiabe di una volta... adesso puoi riscriverle come vuoi tu.

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI PLAYBOOK OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap.12 Le relazioni pubbliche Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 12 Le relazioni pubbliche Le relazioni pubbliche (PR) Insieme di attività

Dettagli

GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB. A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche

GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB. A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche ISTRUZIONI PER Usare in modo consapevole i motori di ricerca Valutare un sito web ed utilizzare: Siti istituzionali

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet 2 app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet L integrazione delle piattaforme è il concetto

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ Riccardo Puglisi Le questioni in ballo Che cosa compra la pubblicità? L attenzione di lettori ed ascoltatori per i prodotti pubblicizzati. I mass mediacome "GianoBifronte (mercatoaduelati)

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli

www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli 01 Nei secoli, ci siamo abituati a leggere in molti modi (pietra, pergamena, libri). I cambiamenti continueranno e noi

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Lavorare in gruppo. Corso di formazione per i dipendenti dell Università di Palermo

Lavorare in gruppo. Corso di formazione per i dipendenti dell Università di Palermo Lavorare in gruppo Corso di formazione per i dipendenti dell Università di Palermo Premessa La conoscenza del gruppo e delle sue dinamiche, così come la competenza nella gestione dei gruppi, deve prevedere

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Dove: Principioattivo Via Melzo 34, 20129 Milano Giorni/Orari apertura: 14/19

Dettagli

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli:

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: 2. IL PROCESSO DI VALUTAZIONE 2.1. Gli attori del processo di valutazione Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: Direttore dell Agenzia delle Entrate.

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI IL VOSTRO LAVORO E LA VOSTRA PASSIONE I VOSTRI CAVALLI La nostra iniziativa vuole essere un aiuto agli allevatori per raggiungere ogni potenziale cliente e trasformarlo

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA E GESTIONE DELLE IMPRESE TESI DI LAUREA LA PUBBLICITA E LA SUA EFFICACIA: UNA RASSEGNA. RELATORE: PROF.SSA

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Case Study Texas Motor Speedway Più potenza al brand

Case Study Texas Motor Speedway Più potenza al brand Case Study Texas Motor Speedway Più potenza al brand 80543940, Chris Graythen/Getty Images. Jimmie Johnson, driver of the #48 Lowe s Chevrolet, leads Kyle Busch, driver of the #18 Interstate Batteries

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

Micro.Stat Workshop laboratori

Micro.Stat Workshop laboratori Promozione e diffusione della cultura statistica Micro.Stat Workshop laboratori I numeri raccontano storie a chi li sa leggere. Le statistiche parlano di ciò che siamo e della società in cui viviamo. Chi

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Che cos è il Marketing 3.0?

Che cos è il Marketing 3.0? Che cos è il Marketing 3.0? di Fabrizio Pieroni Philip Kotler, studioso di Marketing attento ai cambiamenti della società e pronto a modificare di conseguenza le sue posizioni, ha recentemente presentato

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

DISPENSA N. 18 MARKETING

DISPENSA N. 18 MARKETING 1 E PIANIFICAZIONE Per marketing si intende l'insieme di attività che servono per individuare a chi vendere, che cosa vendere e come vendere, con l'obiettivo di soddisfare í bisogni e i desideri del consumatore,

Dettagli

Metadati e Modellazione. standard P_META

Metadati e Modellazione. standard P_META Metadati e Modellazione Lo standard Parte I ing. Laurent Boch, ing. Roberto Del Pero Rai Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino 1. Introduzione 1.1 Scopo dell articolo Questo articolo prosegue

Dettagli

Caro collega finalmente il corso sul tablet a scuola è on line in videoconferenza!

Caro collega finalmente il corso sul tablet a scuola è on line in videoconferenza! Scheda corso ipad edition Caro collega finalmente il corso sul tablet a scuola è on line in videoconferenza! E' pronto il nuovo corso Il tablet a Scuola, un corso rivoluzionario per due motivi: primo perchè

Dettagli

Che cos è e come funziona l e-book

Che cos è e come funziona l e-book Che cos è e come funziona l e-book 1/3 di Francesca Cosi e Alessandra Repossi Negli ultimi mesi si è parlato molto dell e-book e del fatto che presto rivoluzionerà il mondo dell editoria: sono stati organizzati

Dettagli

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv di Blindsight Project (Onlus per Disabili Sensoriali www.blindsight.eu) INTRODUZIONE Le Linee Guida per l audiodescrizione filmica di Blindsight Project,

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

> RICERCA & FORMAZIONE < RAPPORT & SINTONIA

> RICERCA & FORMAZIONE < RAPPORT & SINTONIA RAPPORT & SINTONIA 1 RAPPORT Il termine rapport indica che esiste o che si è stabilita una reciproca comprensione tra due o più persone. Il sinonimo per tale concetto è sintonia o feeling. Per rapport,

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli