Contratto di Cura e di Accoglienza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Contratto di Cura e di Accoglienza"

Transcript

1 Asl Cn1 Azienda Sanitaria Locale di Cuneo, Mondovì e Savigliano MOD Via Carlo Boggio, Cuneo tel.: fax Contratto di Cura e di Accoglienza Residenza Angelo Spada Via Ormesano 5/bis - Racconigi, CN tel.: fax: Contratto di Cura e di Accoglienza Residenza Angelo Spada, RACCONIGI Pagina 1

2 TRA La Asl Cn1, con sede legale in Cuneo, via Carlo Boggio n.12, codice fiscale e partita Iva , nella persona del presidente dell Unità di Valutazione Geriatrica del distretto di Fossano - Savigliano, appositamente delegato dal Direttore Generale, tramite il Direttore della RSA di Racconigi Il/la Sig./ra E nato/a a in data INTESTATARIO Codice fiscale Con il Sig. / la Sig.ra in qualità di (Ads, Tutore, ) CODICE FISCALE COITESTATARIO per il/la Sig./ra di cui sopra Per i servizi prestati allo stesso, con decorrenza dal giorno SI CONVIENE QUANTO SEGUE Il presente contratto di cura ed accoglienza regolamenta in modo dettagliato il rapporto tra ASL CN1 attraverso Amos SCRL e gli ospiti in modo particolare per quanto riguarda gli aspetti tecnici ed organizzativi. Nel presente contratto con il termine OSPITE si indica il degente in regime di residenzialità. L ospite viene accolto nella struttura a seguito di specifica ammissione disposta in base alla valutazione multidimensionale operata dalla UVG (Unità di Valutazione Geriatrica) competente o in seguito a contati avvenuti con la direzione della struttura. Per INTESTATARIO del contratto si intende la persona fisica che sarà ospitata presso la struttura di Via Ormesano 5bis a Racconigi. Per COINTESTATARIO del contratto si intende la persona di riferimento dell ospite, che firmando contestualmente il presente documento e l allegato MODULO ACCETTAZIONE DELL AMMISSIONE, si impegna ad essere intermediario tra l ASL CN1 e AMOS S.c.r.l. e l ospite qualvolta si manifesti la necessità, assumendo in solido tutte le obbligazioni che sorgono al momento dell inserimento incluse il pagamento puntuale della retta. CONDIZIONI DI ACCOGLIENZA Art.1 L intestatario/cointestatario si impegna a corrispondere all ASL CN1 in modo puntuale entro il giorno 15 di ogni mese la retta mensile posticipata come determinata dalla stessa ASL CN1. In regime di convenzione qualora l ospite venga ricoverato in ospedale la quota a suo carico, QUOTA ALBERGHIERA, sarà decurtata nel primo versamento successivo a partire dal giorno dopo il ricovero e fino al giorno antecedente il rientro in struttura. Contratto di Cura e di Accoglienza Residenza Angelo Spada, RACCONIGI Pagina 2

3 Art.2 La quota tariffaria a carico dell ospite - QUOTA ALBERGHIERA (solamente in caso di convenzione) - potrà essere parzialmente integrata dal competente Ente Gestore dei servizi socio- assistenziali, nel caso in cui l ospite non sia in grado di versare la quota, qualora ricorrano i presupposti previsti dalla normativa nazionale/regionale e fermo restando quanto previsto al riguardo dai regolamenti degli Enti Gestori stessi. In tal caso la mancanza di disponibilità economica da parte dell ospite deve essere preventivamente e tempestivamente segnalata dallo stesso o dal suo impegnatario all Ente Gestore dei Servizi socio-assistenziali competente, al fine di ottenere eventuali integrazioni economiche per il pagamento di quanto dovuto. Art.3 Ai fini del conteggio dell addebito mensile, la giornata di ingresso viene considerata giornata di presenza effettiva. Art.4 La retta giornaliera, per i servizi socio-assistenziali erogati nella struttura e previsti dal regolamento interno, è quella indicata nell ultima pagina del presente CONTRATTO DI CURA E DI ACCOGLIENZA. Le tariffe indicate sono applicate anche per i ricoveri a tempo determinato (cosiddetti ricoveri di sollievo). Si elencano in seguito i criteri con i quali saranno calcolati gli importi mensili per ciascun ospite: In caso di ingresso in convenzione: - Retta alberghiera per la presenza quotidiana dell ospite: in caso di ospedalizzazione la retta viene sospesa dal giorno successivo del ricovero e ricalcolata al giorno del rientro; - In caso di trasferimento dell ospite viene considerata comprendente il giorno dell evento; - In caso di dimissioni verrà conteggiato come presenza effettiva il giorno di uscita. In caso di ingresso in libero mercato : - La quota totale giornaliera (sanitaria e alberghiera) è conteggiata per la presenza quotidiana in struttura. In caso di ricovero in ospedale, il giorno in cui accade l evento viene conteggiato come presenza effettiva (quota totale giornaliera), così come il giorno del rientro in struttura. Nei giorni di assenza effettiva (ricovero in ospedale) viene calcolata a carico dell ospite il 50% della quota totale giornaliera. - In caso di trasferimento o dimissioni dell ospite viene considerata come quota totale giornaliera il giorno dell evento; Art.5 Si rende noto che la retta è suscettibile di modificazioni, qualora l ASL CN1 adotti provvedimenti conseguenti ad eventuali disposizioni nazionali o regionali in materia. Dell entità e della decorrenza della variazione verrà data comunicazione scritta all INTESTATARIO e COINTESTATARIO che hanno firmato il presente CONTRATTO DI CURA E DI ACCOGLIENZA. Art.6 Nel caso in cui l ospite intenda lasciare provvisoriamente (uscita nell arco di una giornata) la struttura (fatta salva la condizione di ricovero ospedaliero), è tenuto a compilare l apposito modulo disponibile presso il personale di piano; eventuali uscite di maggior durata sono da concordare con la Direzione della struttura. Art.7 Tra i servizi previsti nella retta dell ASL CN1 sono presenti il servizio di lavanderia per capi personali nel numero concordato con la struttura. Contratto di Cura e di Accoglienza Residenza Angelo Spada, RACCONIGI Pagina 3

4 Art.8 L ospite/impegnatario può avanzare richiesta di prestazione straordinarie di tipo alberghiero o assistenziale direttamente alla direzione della struttura che, comunicherà all interessato i relativi costi che saranno pagati direttamente dal richiedente e comprendono: - Parrucchiere, incluse tutte le attività superiori; - Cure estetiche, escluse quelle prescritte nel progetto assistenziale. - Trasporti, servizi ed accompagnamenti diversi da quelli di ordine sanitario/escluse le emergenze) o assistenziale; Art.9 L ospite ha diritto di usare la camera assegnata tenendo conto delle necessità di vivere con spirito comunitario la convivenza con l altro Ospite. Il locale potrà essere arredato con suppellettili, arredi e quadri di proprietà dell Ospite, previa autorizzazione della Direzione della struttura e verifica della loro compatibilità funzionale. La struttura non assume alcun tipo di responsabilità civile, penale od assicurativa per furto, incendio o danneggiamento circa le cose di proprietà dell Ospite. Art.10 Nelle camere è consentito l uso di apparecchi televisivi, radiofonici e video musicali, solo se autorizzato dalla direzione della struttura considerando l opportunità e gli eventuali problemi collegati alla convivenza con gli altri Ospiti. Eventuali imposte di legge per suddette apparecchiature sono a carico dell Ospite. Art.11 L Asl Cn1 ed Amos Scrl non si assumono alcuna responsabilità di carattere civile e penale in merito a fatti che possono insorgere a causa di scorretti comportamenti personali degli Ospiti o per causa di incidenti dovuti alle cose personali degli Ospiti. Art.12 Il personale è al servizio degli Ospiti, secondo le modalità definite nel Regolamento ed istruzioni comunicate dalla direzione della struttura. All Ospite viene garantita l assistenza prevista dalla Deliberazione della Giunta Regionale 30 luglio 2012 n Il nuovo modello integrato di assistenza residenza e le e semiresidenziale socio-sanitaria a favore delle persone anziane non autosufficienti. Modifica D.G.R. n del e D.G.R. n del Revoca precedenti deliberazioni. Il personale è tenuto ad agire nel rispetto dei diritti e dei desideri degli Ospiti, compatibilmente con le necessità di servizio programmate dalla direzione. Non può accettare denari o regali di qualsiasi genere per attività svolta in struttura. Per eventuali necessità di custodia occorre rivolgersi alla direzione della struttura che lascerà ricevuta controfirmata da entrambe le parti dei beni ricevuti. L Asl Cn1 attraverso AMOS S.c.r.l. non si assume responsabilità alcuna per i valori conservati nella camera o negli armadi degli ospiti. Eventuali ammanchi devono essere tempestivamente segnalati alla Direzione della Struttura. Art.13 I rapporti tra gli Ospiti, i parenti ed il personale della struttura devono essere improntati a reciproco rispetto e comprensione. Gli Ospiti sono invitati a collaborare al fine di curare la propria immagine personale, in tutti gli aspetti sia per la qualità della propria vita sia rispetto verso gli altri. Per una serena e tranquilla convivenza l Ospite ed i visitatori si impegnano ad osservare le seguenti norme: - Tenere un comportamento corretto e dignitoso verso gli altri; Contratto di Cura e di Accoglienza Residenza Angelo Spada, RACCONIGI Pagina 4

5 - Non usare in camera apparecchi da riscaldamento, condizionamento o cottura, ferri da stiro oltre apparecchiature similari; - Non lavare in camera indumenti personali; - Non arrecare disturbo con atti o rumori molesti o utilizzando apparecchi rumorosi; - Non gettare acqua, immondizie od altro al di fuori degli appositi siti; - Non vuotare nei sanitari materiali che possano otturarli; - Non fumare nei locali all interno della struttura - Non asportare dai locali oggetti che ne costituiscano il corredo. Art.14 Le visite dei parenti sono consentite dalle ore 8.00 alle ore Le visite straordinarie e l eventuale assistenza agli ospiti in caso straordinario, vengono autorizzate con permesso scritto dalla Direzione. E rigorosamente proibito portare farmaci agli Ospiti, eccetto la scorta della terapia all atto dell inserimento o in determinati momenti concordati con gli infermieri della struttura. Il Direttore Sanitario ha facoltà di vietare l inserimento di cibi e bevande che possono comportare un danno alla salute degli ospiti. Non è ammessa la presenza di parenti, famigliari, amici e volontari durante l ora dei pasti nei locali refettorio del primo e secondo piano. Art. 15 La Struttura organizza saltuariamente uscite sul territorio, concordate con il personale infermieristico della Struttura per la salvaguardia della salute dell utente. L intestatario del contratto potrà partecipare a queste iniziative solamente se verrà espresso il consenso (vedi pagina 6 del presente documento). Art. 16 Sono consentite le uscite dell Ospite dalla Struttura, previa compilazione dell apposito registro in cui deve essere indicato l orario di uscita e di rientro; in tale lasso di tempo la Struttura si ritiene esonerata da qualsiasi responsabilità. Nel caso in cui l Ospite si assenti dalla Struttura durante l orario dei pasti si richiede di darne comunicazione al personale di riferimento almeno 48 ore prima. Non è possibile decurtare il costo del pasto dalla giornata di degenza dalla quota giornaliera. Art.17 Nei reparti per divieto di legge oltre che per motivi di salute è severamente vietato fumare. Il divieto si riferisce all area della degenza compreso le camere, i corridoi ed i servizi. E permesso fumare solamente all esterno della struttura. Art.18 Per i motivi gravi e circostanziali correlati ad eventuali patologie che non consentano la prosecuzione del soggiorno, la Direzione potrà chiedere una valutazione all Unità di Valutazione Geriatrica per il trasferimento degli ospiti presso una struttura più idonea. Art. 19 L Ospite o l impegnatario è consapevole che l esecuzione del contratto comporterà, fra l altro, il trattamento di dati personali di cui è titolare l ASL CN1 e Responsabile Esterno l AMOS S.C.R.L. la quale, in relazione agli stessi, si impegna a garantire l osservanza delle norme di legge in materia di tutela della privacy. Per ulteriori informazioni si rimanda al documento presente in calce al presente contratto (pagina 7 di 8). Contratto di Cura e di Accoglienza Residenza Angelo Spada, RACCONIGI Pagina 5

6 Art.20 Si richiede la massima collaborazione agli ospiti ed ai visitatori della struttura per azzerare lo spreco di energia elettrica e riscaldamento. Art. 21 Il presente contratto si intende inoperante jute e de facto qualora dovessero entrare in vigore le norme nazionali o regionali in contrasto con lo stesso. In tal caso si procederà ad una nuova disciplina del rapporto. Art.22 Ogni controversia relativa alla interpretazione ed esecuzione del presente contratto viene rimandata alla competenza del foro di Cuneo. Art.23 Con atti interni il Direttore Sanitario ed il Direttore di Struttura rilasciano eventuali deleghe per gli atti di competenza da effettuarsi in caso di loro assenza (deleghe operative). Art.24 Il cointestatario certifica qualora l intestatario non potesse firmare con nome e cognome per esteso che, in nessun modo, è stata forzata la volontà del ricoverando in riferimento all ingresso in struttura. Art.25 La firma del presente contratto impegna l intestatario ed il cointestatario al rispetto del regolamento interno di struttura esposto nella bacheca principale della struttura al piano terra. Crocettare se si autorizza o meno l ospite in oggetto al presente contratto alle uscite sul territorio organizzate in occasione di attività di animazione citate nell articolo 15 del presente contratto. Autorizza Non Autorizza Contratto di Cura e di Accoglienza Residenza Angelo Spada, RACCONIGI Pagina 6

7 TRATTAMENTO DATI PERSONALI L Ospite e/o il/i terzo/i obbligato/i in solido*, in riferimento al D. Lgs. 196/2003 concernente Codice in materia di protezione dei dati personali, avendo ricevuto l Informativa per gli Ospiti ai sensi dell art. 13 del D. Lgs. 196/03 - Acconsente alla comunicazione - Non acconsente alla comunicazione dei dati personali ai familiari o persone vicine durante il soggiorno alle seguenti persone: / / / - Acconsente - Non acconsente al trattamento e diffusione di immagini ed audiovisivi raccolti in occasione di eventi di animazione in struttura o durante le uscite sul territorio se autorizzate. - Acconsente - Non acconsente alla creazione di un eventuale D.S.E. dossier sanitario elettronico - Acconsente - Non acconsente all invio tramite strumenti telematici di eventuali esiti di esami ematici o di qualsiasi natura al medico curante di riferimento dell INTESTATARIO del presente CONTRATTO DI CURA ed ACCOGLIENZA. * in caso di ospite giudizialmente incapace l informativa verrà resa al Tutore, a cui viene richiesta l espressione di consenso. - Acconsente - Non acconsente La gestione farmaci anche tramite l acquisto tramite persone terze ma sempre riconducibili a prescrizioni mediche e pezza giustificativa (fiscale) con il codice fiscale dell ospite in oggetto. Contratto di Cura e di Accoglienza Residenza Angelo Spada, RACCONIGI Pagina 7

8 Il/la Sig./ra OGGETTO: Accettazione dell Ammissione presso la RSA di Racconigi nato/a a in data INTESTATARIO Codice fiscale Con il Sig. / la Sig.ra in qualità di (Ads, Tutore, ) CODICE FISCALE COITESTATARIO per il/la Sig./ra di cui sopra Per i servizi prestati allo stesso, con decorrenza dal giorno INDICARE IL NUCLEO ED IL REGIME DI RICOVERO INTENSITA Retta totale Quota Asl Cn1 Quota Ospite BASSA 71,56 35,78 35,78 MEDIO-BASSA 73,00 36,50 36,50 MEDIA 77,36 38,68 38,68 MEDIO-ALTA 88,00 44,00 44,00 ALTA 95,73 47,865 47,865 LETTI DI CONTINUITÀ DI CURA Tariffa totale stabilita in base al livello di intensità erogato, ma comunque sempre al 50% a carico dell ospite. Indicare qui di seguito il costo giornaliero a carico dell ospite.. Dichiara 1. Di aver ricevuto e visionato copia del contratto di Cura ed Accoglienza e del Regolamento della RSA. 2. Che il pagamento della retta mensile viene garantito dal Sig./ra 3. Che l ingresso dell Ospite è programmato in data odierna, altresì data di firma del presente documento La presente rappresenta esplicito impegno a corrispondere la retta, nella misura e con le modalità stabilite dall Asl Cn1, oltre che accettazione e conoscenza del Regolamento interno (richiamato all articolo 25 del presente documento) e del contratto di Cura ed Accoglienza della R.S.A. di Racconigi. L ospite impegnatario approva espressamente le clausole di cui agli articoli da 1 a 25 del presente contratto ai sensi e per gli effetti degli articoli 1341 e 1342 del Codice Civile dichiarando di accettare senza riserva alcuna. AD ACCETTAZIONE INTEGRALE DEL CONTRATTO DI CURA E DI ACCOGLIENZA SENZA RISERVA ALCUNA (DA PAGINA 1 A PAGINA 8) L intestatario.. Il Direttore di Struttura Cointestatario. Matteo Mondino Contratto di Cura e di Accoglienza Residenza Angelo Spada, RACCONIGI Pagina 8

Regolamento della Residenza Santa Rita

Regolamento della Residenza Santa Rita Regolamento della Residenza Santa Rita Art.1 PREMESSA La Residenza Santa Rita è una residenza destinata ad ospitare persone anziane autosufficienti e parzialmente autosufficienti di ambo i sessi, che non

Dettagli

C O M U N E D I U R B I N O Provincia di Pesaro e Urbino

C O M U N E D I U R B I N O Provincia di Pesaro e Urbino C O M U N E D I U R B I N O Provincia di Pesaro e Urbino REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA COMUNALE PER ANZIANI ARCOBALENO APPROVATO con deliberazione di Consiglio Comunale n. 119 del 6 Novembre 2006 e modificato

Dettagli

Anno solare 2014 1. AMMISSIONI/DIMISSIONI

Anno solare 2014 1. AMMISSIONI/DIMISSIONI REGOLAMENTO DI GESTIONE Anno solare 2014 1. AMMISSIONI/DIMISSIONI L Hotel A è aperto ed operante per tutto l anno e non prevede alcun periodo di chiusura dei servizi. Per richiesta di informazioni, è possibile

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I SERVIZI RESIDENZIALI E DIURNI EROGATI DALLA COMUNITA MONTANA GRAND COMBIN

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I SERVIZI RESIDENZIALI E DIURNI EROGATI DALLA COMUNITA MONTANA GRAND COMBIN COMUNITA MONTANA GRAND COMBIN SERVIZI A FAVORE DELLE PERSONE ANZIANE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I SERVIZI RESIDENZIALI E DIURNI EROGATI DALLA COMUNITA MONTANA GRAND COMBIN CAPO 1 OGGETTO, FINALITA E NORME

Dettagli

INDICE FINALITA DELLA STRUTTURA...3 MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA...5 AMMISSIONE...5 USO DELL ALLOGGIO...6 CUSTODIA VALORI...

INDICE FINALITA DELLA STRUTTURA...3 MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA...5 AMMISSIONE...5 USO DELL ALLOGGIO...6 CUSTODIA VALORI... INDICE FINALITA DELLA STRUTTURA...3 MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA...5 AMMISSIONE...5 USO DELL ALLOGGIO...6 CUSTODIA VALORI...8 COMPORTAMENTO DEGLI OSPITI...9 VITTO...10 REGOLE DELLA VITA COMUNITARIA...11

Dettagli

PATTO DI ACCOGLIENZA (Delibera del Consiglio di Amministrazione del 22.10.2012, Nr.10)

PATTO DI ACCOGLIENZA (Delibera del Consiglio di Amministrazione del 22.10.2012, Nr.10) Azienda pubblica di servizi alla persona APSP Fondazione Martinsheim di Castelrotto Vicolo Vogelweider 10 39040 CASTELROTTO PATTO DI ACCOGLIENZA (Delibera del Consiglio di Amministrazione del 22.10.2012,

Dettagli

Spett.le Direzione ISTITUTO ASSISTENZA ANZIANI Via Baganzani, 11 37124 VERONA

Spett.le Direzione ISTITUTO ASSISTENZA ANZIANI Via Baganzani, 11 37124 VERONA RICHIESTA N. PERVENUTA IL DISTRETTO N. RICOVERATO A ( ) A DOMICILIO ( ) COMUNE Spett.le Direzione ISTITUTO ASSISTENZA ANZIANI Via Baganzani, 11 37124 VERONA I sottoscritti presentano formale D O M A N

Dettagli

REGOLAMENTO OSPITI Aggiornamento al 01.01.2014

REGOLAMENTO OSPITI Aggiornamento al 01.01.2014 Fondazione RSA con NUCLEO ALZHEIMER REGOLAMENTO OSPITI Aggiornamento al 01.01.2014 Regolamento Ospiti Pagina 2 di 6 -FINALITA - Articolo 1 L Istituzione ospita persone anziane in condizione di parziale/totale

Dettagli

Allegato B REGOLAMENTO PER L ACCOGLIENZA E LA VITA COMUNITARIA DEGLI OSPITI DELLA CASA

Allegato B REGOLAMENTO PER L ACCOGLIENZA E LA VITA COMUNITARIA DEGLI OSPITI DELLA CASA Allegato B REGOLAMENTO PER L ACCOGLIENZA E LA VITA COMUNITARIA DEGLI OSPITI DELLA CASA 1 INDICE Premessa pagina 3 Articolo 1 - Soggetti ospitati pagina 3 Articolo 2 Ammissione nella Casa di Riposo pagina

Dettagli

Via Bellini, 29-21019 Somma Lombardo (VA) Tel e Fax 0331250152 - E-mail: anzianisomma@tin.it L AZIENDA DEI SERVIZI ALLA PERSONA IL GIRASOLE

Via Bellini, 29-21019 Somma Lombardo (VA) Tel e Fax 0331250152 - E-mail: anzianisomma@tin.it L AZIENDA DEI SERVIZI ALLA PERSONA IL GIRASOLE Via Bellini, 29-21019 Somma Lombardo (VA) Tel e Fax 0331250152 - E-mail: anzianisomma@tin.it CONTRATTO D INGRESSO R.S.A. DGR. 3540/2012 Vista la richiesta relativa all inserimento del Sig./Sig. ra nato/

Dettagli

Presidio Residenziale Socio-Sanitario per Anziani

Presidio Residenziale Socio-Sanitario per Anziani Presidio Residenziale Socio-Sanitario per Anziani RESIDENZA SAN GIORGIO via Oblati n 5 (Piazza Borzaga) 10090 SAN GIORGIO C.SE (TO) Tel. e Fax: 0124/325294 32218 e-mail: info@residenzasangiorgio.it Pec:

Dettagli

Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Pro Senectute Via Valdirivo, 11- Trieste. Regolamento della Casa Albergo Enrico Caratti. Art.

Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Pro Senectute Via Valdirivo, 11- Trieste. Regolamento della Casa Albergo Enrico Caratti. Art. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Pro Senectute Via Valdirivo, 11- Trieste Regolamento della Casa Albergo Enrico Caratti Art. 1 Definizione Nel rispetto delle finalità previste dall art. 2 dello

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO FINALITA' E CARATTERISTICHE DELLA STRUTTURA

REGOLAMENTO INTERNO FINALITA' E CARATTERISTICHE DELLA STRUTTURA REGOLAMENTO INTERNO CODICE: D n. 03.01.02 REV. 01 DEL 20/04/2010 PAG. 1 DI 5 FINALITA' E CARATTERISTICHE DELLA STRUTTURA ART.1 La Residenza Sanitaria Assistenziale Villa Laura è una struttura residenziale

Dettagli

REGOLAMENTO DEI MINI ALLOGGI ASSISTITI

REGOLAMENTO DEI MINI ALLOGGI ASSISTITI A.S.P. CASA di RIPOSO SAN GIUSEPPE Azienda di Servizi alla Persona Largo della Vittoria, 20 26031 Isola Dovarese (CR) REGOLAMENTO DEI MINI ALLOGGI ASSISTITI Approvato con deliberazione n. 7 del 7.03.2012

Dettagli

FONDAZIONE CASA DI RIPOSO INFERMERIA FILISETTI O.N.L.U.S. ENTE DEPUBBLICIZZATO ISCR. TRIBUNALE DI BERGAMO NR. 583

FONDAZIONE CASA DI RIPOSO INFERMERIA FILISETTI O.N.L.U.S. ENTE DEPUBBLICIZZATO ISCR. TRIBUNALE DI BERGAMO NR. 583 Contratto d ingresso socio-sanitaria presso Residenza Sanitaria Assistenziale per anziani Fondazione Casa di Riposo Infermeria Filisetti O.N.L.U.S. a favore del/della sig./sig.ra Tra L'Ente Gestore della

Dettagli

CONTRATTO DI INGRESSO PRESSO LA RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE PER ANZIANI

CONTRATTO DI INGRESSO PRESSO LA RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE PER ANZIANI CONTRATTO DI INGRESSO PRESSO LA RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE PER ANZIANI TRA La FONDAZIONE BEPPINA E FILIPPO MARTINOLI CASA DELLA SERENITA ONLUS iscritta nel Registro delle Persone Giuridiche Private

Dettagli

RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE

RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE Ospedale di Chiavari DOVE SIAMO Presso l Ospedale di Chiavari, SECONDO, TERZO e QUARTO piano, corpo centrale. La Residenza Sanitaria Assistenziale è un presidio sanitario

Dettagli

CONTRATTO DI ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA PRESSO LA FONDAZIONE CASA DI SOGGIORNO PER ANZIANI ONLUS - BEDIZZOLE

CONTRATTO DI ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA PRESSO LA FONDAZIONE CASA DI SOGGIORNO PER ANZIANI ONLUS - BEDIZZOLE Contratto di Ingresso CDI M.AMM/9 Rev.03 01/15 CONTRATTO DI ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA PRESSO LA FONDAZIONE CASA DI SOGGIORNO PER ANZIANI ONLUS - BEDIZZOLE TRA La FONDAZIONE CASA DI SOGGIORNO PER ANZIANI

Dettagli

CITTA di GROTTAGLIE Provincia di Taranto CASA DI RIPOSO

CITTA di GROTTAGLIE Provincia di Taranto CASA DI RIPOSO CASA DI RIPOSO FINALITA DELLA CARTA DEI SERVIZI La carta dei servizi rappresenta uno strumento di dialogo tra gli utenti ed i servizi e l Ente erogatore dei servizi, ed è stata introdotta dalla Legge 382/2000,

Dettagli

CASA ANZIANI - CIRCOLO DEL TICINO. Allegato 4. www.cpa-sementina.ch. Regolamento per gli ospiti Ai sensi dell art. 16 lett.

CASA ANZIANI - CIRCOLO DEL TICINO. Allegato 4. www.cpa-sementina.ch. Regolamento per gli ospiti Ai sensi dell art. 16 lett. CASA ANZIANI - CIRCOLO DEL TICINO Allegato 4 www.cpa-sementina.ch Regolamento per gli ospiti Ai sensi dell art. 16 lett. k) dello Statuto Sementina, giugno 2003 I N D I C E CAPITOLO I - Fase preliminare

Dettagli

Presidio Socio-Sanitario CARTA DEI SERVIZI

Presidio Socio-Sanitario CARTA DEI SERVIZI Presidio Socio-Sanitario CARTA DEI SERVIZI Via Barbarano Romano n. 43-00189 ROMA (RM) TEL. 06/30363640 FAX. 06/30316930 Sito internet: www.dimogest.it e-mail: info.barbaranoromano@dimogest.it Ambito Territoriale

Dettagli

(adottato ai sensi dell art. 3 Statuto approvato con Delibera di G. R. 25/09/2007, n. 279)

(adottato ai sensi dell art. 3 Statuto approvato con Delibera di G. R. 25/09/2007, n. 279) O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona ) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n.7 REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLA RESIDENZA SANITARIA

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE

REGOLAMENTO DI GESTIONE Idl 3 Edizione n 08 del 01/01/2009 Pagina 1 di 5 REDAZIONE RQ APPROVAZIONE DG Dott.ssa Gavioli Roberta Dott. Luca Secchi. Idl 3 Edizione n 08 del 01/01/2009 Pag.2 di 5 1. FINALITA DELLA STRUTTURA 1.1.

Dettagli

MODELLO DI CONVENZIONE

MODELLO DI CONVENZIONE MODELLO DI CONVENZIONE In applicazione del Piano Sanitario Regionale 2003/2006 Un alleanza per la salute (D.A. n. 97 del 30.06.2003) e dell atto di indirizzo concernente Sistema dei servizi per gli anziani

Dettagli

n. 120 posti letto suddivisi in 6 nuclei da 20 ospiti. Ogni nucleo è composto da: 6 cam. Singole 5 cam. doppie ed 1 cam. quadrupla

n. 120 posti letto suddivisi in 6 nuclei da 20 ospiti. Ogni nucleo è composto da: 6 cam. Singole 5 cam. doppie ed 1 cam. quadrupla R. S. A. S A N G I U S E P P E (RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE) Via delle Ande n. 11 20151 Milano (MI) Tel. 02/33400809 02/38008727 Fax 02/33404144 E-mail : rsa.sangiuseppe@hsr.it S C H E D A I N F

Dettagli

REGOLAMENTO DEI RAPPORTI ALL INTERNO DELLA R.S.A. VILLA ANNA MARIA (CONTRATTO DI OSPITALITÀ)

REGOLAMENTO DEI RAPPORTI ALL INTERNO DELLA R.S.A. VILLA ANNA MARIA (CONTRATTO DI OSPITALITÀ) REGOLAMENTO DEI RAPPORTI ALL INTERNO DELLA R.S.A. VILLA ANNA MARIA (CONTRATTO DI OSPITALITÀ) R.S.A. Villa Anna Maria s.r.l. Via Parma, 70 - TORINO Regolamento dei rapporti all interno della Residenza Sanitaria

Dettagli

LA NOSTRA STORIA DOVE SIAMO FINALITÀ OBIETTIVI

LA NOSTRA STORIA DOVE SIAMO FINALITÀ OBIETTIVI LA NOSTRA STORIA Casa Betania nasce da una diversa destinazione d uso di una ridente villetta di proprietà delle Suore di S. Onofrio ed è ubicata nel territorio di competenza della Parrocchia di San Raffaele.

Dettagli

CHI SIAMO IL PERSONALE

CHI SIAMO IL PERSONALE Villa Eleonora CHI SIAMO Villa Eleonora è una Comunità di tipo familiare adatta ad accogliere, in modo permanente o per brevi periodi, persone autosufficienti o con lievi problematiche, che vogliono la

Dettagli

CONTRATTO DI ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA PRESSO LA FONDAZIONE CASA DI SOGGIORNO PER ANZIANI ONLUS - BEDIZZOLE

CONTRATTO DI ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA PRESSO LA FONDAZIONE CASA DI SOGGIORNO PER ANZIANI ONLUS - BEDIZZOLE CONTRATTO DI ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA PRESSO LA FONDAZIONE CASA DI SOGGIORNO PER ANZIANI ONLUS - BEDIZZOLE TRA La FONDAZIONE CASA DI SOGGIORNO PER ANZIANI - ONLUS con sede in Bedizzole (BS), Via Sonvigo

Dettagli

del 6 novembre 2006 DISPOSIZIONI INTESE A DISCIPLINARE LA PRESENZA DEGLI UTENTI ALL'INTERNO DELLA CASA ANZIANI MALCANTONESE CASA ANZIANI MALCANTONESE

del 6 novembre 2006 DISPOSIZIONI INTESE A DISCIPLINARE LA PRESENZA DEGLI UTENTI ALL'INTERNO DELLA CASA ANZIANI MALCANTONESE CASA ANZIANI MALCANTONESE CH-6980 Castelrotto Tel.: +41(0)91 611 37 00 Fax: +41(0)91 611 37 01 E-mail: info@oscam.ch Internet: www.oscam.ch CASA ANZIANI MALCANTONESE Fondazione Giovanni e Giuseppina Rossi DISPOSIZIONI INTESE A

Dettagli

Comune di Ventotene. Provincia di Latina. Regolamento Servizio. Casa Alloggio per. Anziani di Ventotene. - Approvato con D.G.C. n. 3 del 20.01.

Comune di Ventotene. Provincia di Latina. Regolamento Servizio. Casa Alloggio per. Anziani di Ventotene. - Approvato con D.G.C. n. 3 del 20.01. Comune di Ventotene Provincia di Latina Regolamento Servizio Casa Alloggio per Anziani di Ventotene - Approvato con D.G.C. n. 3 del 20.01.2012-1 Art.1 REQUISITI PER L AMMISSIONE Il presente regolamento

Dettagli

CONTRATTO E REGOLAMENTO CENTRO DIURNO COOP. SOC. CAVA

CONTRATTO E REGOLAMENTO CENTRO DIURNO COOP. SOC. CAVA CONTRATTO E REGOLAMENTO CENTRO DIURNO COOP. SOC. CAVA Art. 1 Finalità Il Centro Diurno della Cooperativa sociale Cava è una struttura socio-sanitaria d accoglienza diurna destinata a persone anziane in

Dettagli

VILLA CRISTINA CARTA SERVIZI

VILLA CRISTINA CARTA SERVIZI CARTA SERVIZI Art.1 UBICAZIONE ED OBIETTIVI Villa Cristina, situata in località Migliarina nel Comune di Mignanego in Provincia di Genova, è facilmente raggiungibile dal centro cittadino, giungendo con

Dettagli

La Regione Piemonte per concretizzare il progetto obiettivo nazionale Tutela della salute degli anziani ha istituito l Unità di Valutazione

La Regione Piemonte per concretizzare il progetto obiettivo nazionale Tutela della salute degli anziani ha istituito l Unità di Valutazione Perchè L A.S.L. deve farsi carico dei costi sanitari derivanti dagli interventi assistenziali rivolti ad anziani non autosufficienti, pertanto si avvale della Commissione per avere una valutazione tecnica

Dettagli

COMUNE DI MELE PROVINCIA DI GENOVA

COMUNE DI MELE PROVINCIA DI GENOVA COMUNE DI MELE PROVINCIA DI GENOVA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO COMUNITA ALLOGGIO PER ANZIANI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.6 del 26.02.2009. In vigore dal 16.03.2009. INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO PER MINI ALLOGGI PROTETTI

REGOLAMENTO PER MINI ALLOGGI PROTETTI FONDAZIONE CONTE C.BUSI ONLUS Via Formis, 4 26041 Casalmaggiore (CR) REGOLAMENTO PER MINI ALLOGGI PROTETTI Art. 1 Definizione e finalità I mini alloggi protetti, definiti come insieme di alloggi aventi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'AMMISSIONE DI OSPITI AUTOSUFFICIENTI - NUOVI LOCALI CASA DI RIPOSO. MINI ALLOGGI

REGOLAMENTO PER L'AMMISSIONE DI OSPITI AUTOSUFFICIENTI - NUOVI LOCALI CASA DI RIPOSO. MINI ALLOGGI COMUNE DI FARIGLIANO SERVIZIO CASA DI RIPOSO COMUNE DI FARIGLIANO SERVIZIO CASA DI SOGGIORNO E DI RIPOSO Via Fornace 22 12060 Farigliano Tel. 0173/76210 Fax 0173 76287 e-mail: posta.casadiriposo@comune.farigliano.cn.gov.it

Dettagli

FONDAZIONE CASA DI RIPOSO CITTA DI TIRANO ONLUS

FONDAZIONE CASA DI RIPOSO CITTA DI TIRANO ONLUS FONDAZIONE CASA DI RIPOSO CITTA DI TIRANO ONLUS REGOLAMENTO MINI ALLOGGI PROTETTI Approvato con deliberazione n 02/09 del 18/02/2009 CAPITOLO 1 ART. 1 ( Oggetto del regolamento ) Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DIURNO ROVERELLA

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DIURNO ROVERELLA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DIURNO ROVERELLA Via Ancona, 290 Cesena Telefono 0547 334935 Approvato con Delibera n. 10 del 03/03/2010 Finalità del servizio ART. 1: L ASP, all interno della sede della

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CASA DI RIPOSO COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CASA DI RIPOSO COMUNALE COMUNE DI CALTRANO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CASA DI RIPOSO COMUNALE Approvato con delibera di C.C. in data 19.11.2004 n.40 Comune di Caltrano : Regolamento interno della

Dettagli

Approvato con deliberazione n. 44 del 30 luglio 2014

Approvato con deliberazione n. 44 del 30 luglio 2014 Approvato con deliberazione n. 44 del 30 luglio 2014 REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE E LA VITA COMUNITARIA NELLA RESIDENZA SANITARIA PER ANZIANI (R.S.A.) DELLA FONDAZIONE ISTITUTO OSPEDALIERO DI SOSPIRO -

Dettagli

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO SETTEMBRE 2006 CUSTOMER SATISFACTION

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO SETTEMBRE 2006 CUSTOMER SATISFACTION FONDAZIONE CASA DI RIPOSO OSPEDALE DEI POVERI DI PANDINO ONLUS Via della Vignola, 3 26025 PANDINO Tel. 0373-970022 Fax 0373-90996 QUESTIONARIO DI GRADIMENTO SETTEMBRE 2006 CUSTOMER SATISFACTION Questionari

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELLA RESIDENZA VILLA CANOVA

REGOLAMENTO INTERNO DELLA RESIDENZA VILLA CANOVA 1 di 10 REGOLAMENTO INTERNO DELLA RESIDENZA VILLA CANOVA Indice: Progetto della struttura e tipologia di utenti Prestazioni erogate Accesso e orario di apertura Organizzazione interna Composizione e modalità

Dettagli

MAPPATURA PRINCIPALI SERVIZI PER ANZIANI IN REGIONE LOMBARDIA

MAPPATURA PRINCIPALI SERVIZI PER ANZIANI IN REGIONE LOMBARDIA MAPPATURA PRINCIPALI SERVIZI PER ANZIANI IN REGIONE LOMBARDIA PREMESSA Il presente documento è stato redatto in modo da offrire una panoramica dei principali servizi socio-sanitari e socio-assistenziali

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA VIGILANZA NELLE STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI E DISABILI ADULTI CON NUMERO DI OSPITI FINO AD UN MASSIMO DI SEI, DENOMINATE

LINEE GUIDA PER LA VIGILANZA NELLE STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI E DISABILI ADULTI CON NUMERO DI OSPITI FINO AD UN MASSIMO DI SEI, DENOMINATE COMUNE DI CENTO LINEE GUIDA PER LA VIGILANZA NELLE STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI E DISABILI ADULTI CON NUMERO DI OSPITI FINO AD UN MASSIMO DI SEI, DENOMINATE CASE FAMIGLIA PER ANZIANI E DISABILI ADULTI

Dettagli

CONTRATTO DI ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA PRESSO LA RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE PER ANZIANI A FAVORE DEL/LA SIG./RA

CONTRATTO DI ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA PRESSO LA RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE PER ANZIANI A FAVORE DEL/LA SIG./RA Rev. 002 del 26.01.2015 CONTRATTO DI ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA PRESSO LA RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE PER ANZIANI A FAVORE DEL/LA SIG./RA TRA Il Pensionato Contessi-Sangalli Fondazione O.N.L.U.S.

Dettagli

REGOLAMENTO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI, AGLI INVALIDI ED AI PORTATORI DI HANDICAP. Articolo 1- Oggetto del servizio e finalità

REGOLAMENTO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI, AGLI INVALIDI ED AI PORTATORI DI HANDICAP. Articolo 1- Oggetto del servizio e finalità REGOLAMENTO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI, AGLI INVALIDI ED AI PORTATORI DI HANDICAP. Articolo 1- Oggetto del servizio e finalità Per Servizio di Assistenza Domiciliare (S.A.D.) si intende quel

Dettagli

del 26 aprile 1994 ORDINANZA MUNICIPALE

del 26 aprile 1994 ORDINANZA MUNICIPALE ORDINANZA MUNICIPALE INTESA A DISCIPLINARE LA PRESENZA DEGLI UTENTI ALL'INTERNO DELLA CASA MEDICA- LIZZATA DEL COMUNE DI PARADISO PER LE PERSONE ANZIANE del 26 aprile 1994 versione 14.01.2002 Ordinanza

Dettagli

Il sottoscritto/a nato a il residente a nell interesse del/della predetto/a Sig./ra nato a il residente in Via/Piazza

Il sottoscritto/a nato a il residente a nell interesse del/della predetto/a Sig./ra nato a il residente in Via/Piazza MODULO DI RICHIESTA EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO ECONOMICO A SOSTEGNO DELLA DOMICILIARITA PER ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI (D.G.R. n. 39-11190 del 6 aprile 2009) Il sottoscritto/a nato a il residente a nell

Dettagli

Regolamento PER L ASSISTENZA DOMICILIARE

Regolamento PER L ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI BRIENNO Provincia di Como Regolamento PER L ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 Istituzione 1. E istituito nel Comune di Brienno il Servizio di Assistenza Domiciliare (S.A.D.). Detto servizio è costituito

Dettagli

RESIDENZA S. FRANCESCO DI SALES

RESIDENZA S. FRANCESCO DI SALES RESIDENZA S. FRANCESCO DI SALES 1 Via Cacciatori del Tevere n. 12 - Città di Castello (PG) Regolamento Interno Tipologia della struttura e del servizio Articolo 1 - Finalità La Residenza Servita è una

Dettagli

Azienda Pubblica di Servizi alla Persona. "San Giuseppe" di Primiero

Azienda Pubblica di Servizi alla Persona. San Giuseppe di Primiero Azienda Pubblica di Servizi alla Persona "San Giuseppe" di Primiero REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ALLOGGI PROTETTI Allegato quale parte integrante e sostanziale alla deliberazione del Consiglio di

Dettagli

Casa di Riposo "Ss. Annunziata 12022 BUSCA (CN) Via M. D Azeglio 29 tel. 0171/945452 - fax 0171/943747 e-mail casariposobusca@libero.

Casa di Riposo Ss. Annunziata 12022 BUSCA (CN) Via M. D Azeglio 29 tel. 0171/945452 - fax 0171/943747 e-mail casariposobusca@libero. Casa di Riposo "Ss. Annunziata 12022 BUSCA (CN) Via M. D Azeglio 29 tel. 0171/945452 - fax 0171/943747 e-mail casariposobusca@libero.it 1 La carta dei servizi è una strumento che fissa principi e regole

Dettagli

R.S.A. Centro Comunale per i Servizi Sociali

R.S.A. Centro Comunale per i Servizi Sociali R.S.A. Centro Comunale per i Servizi Sociali Il Comune di Rudiano è proprietario ed ente gestore della Residenza Sanitaria Assistenziale (R.S.A.) Centro Comunale per i Servizi Sociali autorizzata al funzionamento

Dettagli

DISTRETTO SOCIO-SANITARIO RM G 6

DISTRETTO SOCIO-SANITARIO RM G 6 DISTRETTO SOCIO-SANITARIO RM G 6 ACCORDO DI PROGRAMMA TRA I COMUNI DI ARTENA, CARPINETO ROMANO, COLLEFERRO, GAVIGNANO, GORGA, LABICO, MONTELANICO, SEGNI, VALMONTONE, XVIII COMUNITA' MONTANA DEI MONTI LEPINI-AREA

Dettagli

METROPOLIS. Sede legale: Viale Pio XI n. 48/41-42 70056 MOLFETTA (BA) www.metropolisconsorzio.it info@metropolisconsorzio.it

METROPOLIS. Sede legale: Viale Pio XI n. 48/41-42 70056 MOLFETTA (BA) www.metropolisconsorzio.it info@metropolisconsorzio.it CARTA DEI SERVIZI Residenza sociosanitaria assistenziale per diversamente abili OPERA SAN FRANCESCO Dataa eemi issssi ionee:: 01/ /07/2015 Reviissiione: : n 7 Apprrovaat taa ((AU)): :... 1 INDICE 1. CHE

Dettagli

Casa di accoglienza femminile Sagrini CARTA DEI SERVIZI

Casa di accoglienza femminile Sagrini CARTA DEI SERVIZI Casa di accoglienza femminile Sagrini FINALITA E CARATTERISTICHE DEI SERVIZI: - Garanzia di soluzione anche temporanee a bisogni di alloggio, vitto e tutela; - Contenimento dei tempi di accoglienza. NORME

Dettagli

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA S. Spirito Fondazione Montel PERGINE VALSUGANA PROVINCIA DI TRENTO

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA S. Spirito Fondazione Montel PERGINE VALSUGANA PROVINCIA DI TRENTO Parte integrante e sostanziale della deliberazione n. 61 di data 30 dicembre 2013 AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA PERGINE VALSUGANA PROVINCIA DI TRENTO ALLEGATO 1 SERVIZI RESIDENZIALI Pergine

Dettagli

Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 41955/15 del 15 giugno 2015. Pagina 1 di 18

Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 41955/15 del 15 giugno 2015. Pagina 1 di 18 REGOLAMENTO SULLA COMPARTECIPAZIONE DA PARTE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI SOCIO SANITARI D ASSISTENZA DOMICILIARE, PASTI A DOMICILIO E RETTA DI RICOVERO IN STRUTTURE RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI

Dettagli

CONTRIBUTO PER IL CONCORSO ALLE SPESE DEL PERSONALE DEDICATO ALL ASSISTENZA FAMILIARE

CONTRIBUTO PER IL CONCORSO ALLE SPESE DEL PERSONALE DEDICATO ALL ASSISTENZA FAMILIARE Si informano i cittadini che sono stati approvati i criteri per l assegnazione del CONTRIBUTO PER IL CONCORSO ALLE SPESE DEL PERSONALE DEDICATO ALL ASSISTENZA FAMILIARE Requisiti per l accesso: 1. anziani

Dettagli

CITTÀ DI VITTORIO VENETO

CITTÀ DI VITTORIO VENETO CITTÀ DI VITTORIO VENETO VICTORIA NOBIS VITA REGOLAMENTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Approvato con delibera Consiglio Comunale n. 45 del 23.12.2008 Articolo 1. Definizione Il Servizio di Assistenza

Dettagli

REGOLAMENTO SANITARIO R.S.A.

REGOLAMENTO SANITARIO R.S.A. AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA San Valentino Città di Levico Terme R.S.A.- Casa Soggiorno Centro Diurno REGOLAMENTO SANITARIO R.S.A. Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

CRITERI DI GESTIONE DEL R.U.R. (Registro Unico di Residenzialità)

CRITERI DI GESTIONE DEL R.U.R. (Registro Unico di Residenzialità) Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA REGOLAMENTO AZIENDALE CRITERI DI GESTIONE DEL R.U.R. (Registro Unico di Residenzialità) PREMESSA Con deliberazione n. 3632 del 13 dicembre 2002 Residenzialità

Dettagli

Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 740/2013 Misura B2

Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 740/2013 Misura B2 Modulo per la richiesta di contributo economico ex DGR 740/2013 Misura B2 Buono / Voucher per il mantenimento in famiglia di persone non autosufficienti IL RICHIEDENTE Sig./a sesso M F Cod. Fiscale nato/a

Dettagli

La R.S.A., quale servizio residenziale, è attiva 24 ore su 24 e 365 giorni all anno garantendo:

La R.S.A., quale servizio residenziale, è attiva 24 ore su 24 e 365 giorni all anno garantendo: RIO OASI S.r.l. Residenza Sanitaria Assistenziale P.zza A.Sebastiani snc - 00020 Riofreddo (RM) C.F./P.IVA 05456541001 Tel. 0774/920724 Fax 0774/920763 e-mail: riooasi@virgilio.it LA STRUTTURA E I SERVIZI

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI ZOGNO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE 1 TITOLO I NORME GENERALI DEL SERVIZIO Art. 1 Campo di intervento Il Comune di Zogno, nell ambito del Servizio Assistenza, eroga le prestazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE PIERO BARGAGLI

REGOLAMENTO DELLA RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE PIERO BARGAGLI REGOLAMENTO DELLA RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE PIERO BARGAGLI 1 Regolamento gestione Casa di Riposo La Casa di Riposo Piero Bargagli della Ven. Arc. di Misericordia di Sarteano si occupa della persona

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER L INSERIMENTO DI MINORI E MADRI CON BAMBINI IN STRUTTURE RESIDENZIALI E SEMI-RESIDENZIALI TRA

ACCORDO QUADRO PER L INSERIMENTO DI MINORI E MADRI CON BAMBINI IN STRUTTURE RESIDENZIALI E SEMI-RESIDENZIALI TRA ACCORDO QUADRO PER L INSERIMENTO DI MINORI E MADRI CON BAMBINI IN STRUTTURE RESIDENZIALI E SEMI-RESIDENZIALI L anno 2015, il mese di., il giorno TRA la struttura residenziale/semiresidenziale denominata....

Dettagli

Via dello Scalo di Settebagni, 77 00138 ROMA

Via dello Scalo di Settebagni, 77 00138 ROMA Via dello Scalo di Settebagni, 77 00138 ROMA ORGANIZZAZIONE E MODALITA DI ACCESSO ART. 1 La Residenza Assistenziale Sanitaria (R.S.A.) Santa Chiara è una struttura residenziale dove viene garantita una

Dettagli

C O M U N E D I D O L O Provincia di Venezia

C O M U N E D I D O L O Provincia di Venezia C O M U N E D I D O L O Provincia di Venezia Regolamento per l accesso e la gestione del Progetto Sociale Gruppo Appartamento Approvato con delibera C.C. n. 66 del 30.11.2010 - esecutivo INDICE Art. 1

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO LIBERTY CASA ALBERGO PER ANZIANI

REGOLAMENTO INTERNO LIBERTY CASA ALBERGO PER ANZIANI REGOLAMENTO INTERNO LIBERTY CASA ALBERGO PER ANZIANI Via Ernesto Di Fiore n.11, Cupra Marittima (AP) AGGIORNATO AL 14/07/2010 1 ART. 1 Introduzione La CASA ALBERGO LIBERTY di Cupra Marittima sita in via

Dettagli

COMUNE DI OLTRESSENDA ALTA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (S.A.D.

COMUNE DI OLTRESSENDA ALTA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (S.A.D. COMUNE DI OLTRESSENDA ALTA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (S.A.D.) Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 21 del 29.09.2005

Dettagli

PROGETTO GESTIONALE DEL SERVIZIO N 1

PROGETTO GESTIONALE DEL SERVIZIO N 1 CASA DELL'ANZIANO G. VADA VIA G. MARCONI 22 VERZUOLO tel. 0175 85444 fax 0175 750958 e-mail CASA.RIPOSO@COMUNE.VERZUOLO.CN.IT PROGETTO GESTIONALE DEL SERVIZIO N 1 Periodo di riferimento Anno 2011 2013

Dettagli

VILLA SANTA MARIA Residenza medicalizzata

VILLA SANTA MARIA Residenza medicalizzata persone anziane, persone invalide, persone con il morbo di Parkinson VILLA SANTA MARIA Residenza medicalizzata assistenza sanitaria 24 ore su 24 soggiorni temporanei riabilitativi cure di lunga durata

Dettagli

COMUNE DI FOIANO DELLA CHIANA

COMUNE DI FOIANO DELLA CHIANA COMUNE DI FOIANO DELLA CHIANA CARTA DEI SERVIZI DELLA CASA FAMIGLIA PER ANZIANI DEL COMUNE DI FOIANO DELLA CHIANA Approvata con deliberazione di G.C. n. 37 del 04/04/2014 PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA...

Dettagli

Consorzio Intercomunale di Servizi C.I. di S.

Consorzio Intercomunale di Servizi C.I. di S. Consorzio Intercomunale di Servizi C.I. di S. REGOLAMENTO MISURE DI SOSTEGNO ALLA DOMICILIARITA DI PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI Approvato con Deliberazione dell Assemblea Consortile n. 13 del 22-12-2014

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1- Oggetto Oggetto del presente regolamento sono le modalità di accesso e i criteri di

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI OSPITI AUTOSUFFICIENTI

CARTA DEI SERVIZI OSPITI AUTOSUFFICIENTI ISTITUTO ASSISTENZA ANZIANI - Verona CENTRO SERVIZI DON CARLO STEEB / SANTA CATERINA PLESSO DON CARLO STEEB CARTA DEI SERVIZI OSPITI AUTOSUFFICIENTI - Via Don Carlo Steeb n. 4 37122 Verona Tel. 045/8080810-1

Dettagli

COMUNE DI CASALGRANDE

COMUNE DI CASALGRANDE COMUNE DI CASALGRANDE PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA Cap 42013 Piazza Martiri della Libertà, 1 tel: 0522 998511 fax: 0522 841039 Cod. fisc. e P. IVA 00284720356 Regolamento distrettuale determinante i

Dettagli

REGIONE UMBRIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE. 02/03/2005 n. 376. LA GIUNTA REGIONALE

REGIONE UMBRIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE. 02/03/2005 n. 376. LA GIUNTA REGIONALE REGIONE UMBRIA OGGETTO: ATTUAZIONE DELL'ART.3 L.24/2004 'ASSEGNO DI CURA PER L'ASSISTENZA A DOMICILIO DI ANZIANI GRAVEMENTE NON AUTOSUFFICIENTI. APPROVAZIONE REQUISITI DI ACCESSO, MODALITA' DI EROGAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE DELLE RETTE IN STRUTTURE RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI PER MINORI, ANZIANI, DISABILI E ADULTI IN DIFFICOLTA

REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE DELLE RETTE IN STRUTTURE RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI PER MINORI, ANZIANI, DISABILI E ADULTI IN DIFFICOLTA Allegato B S.O.C. Servizi Sociali Distretto 2 di Bra Via Vida, 10 12051 ALBA (CN) Tel +39 0173.316111 Fax +39 0173.316480 e-mail: aslcn2@legalmail.it www.aslcn2.it P.I./Cod. Fisc. 02419170044 RECEPIMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO DEI CITTADINI AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI E ALLE PERSONE IN SITUAZIONE DI HANDICAP E ALLE LORO

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO DEI CITTADINI AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI E ALLE PERSONE IN SITUAZIONE DI HANDICAP E ALLE LORO REGOLAMENTO PER L'ACCESSO DEI CITTADINI AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI E ALLE PERSONE IN SITUAZIONE DI HANDICAP E ALLE LORO FAMIGLIE - APPROVATO CON ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE N. 42

Dettagli

Piano di Zona 2010-2013. La formazione per i volontari La rete sociale Servizi di Assistenza Domiciliare

Piano di Zona 2010-2013. La formazione per i volontari La rete sociale Servizi di Assistenza Domiciliare Piano di Zona 2010-2013 La formazione per i volontari La rete sociale Servizi di Assistenza Domiciliare I servizi di assistenza domiciliare Servizio di assistenza domiciliare territoriale a totale carico

Dettagli

CENTRO RESIDENZIALE PER ANZIANI

CENTRO RESIDENZIALE PER ANZIANI (Estratto dalla CARTA DEI SERVIZI RESIDENZIALI approvata dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 69 del 29/09/2010, esecutiva ai sensi di legge) CENTRO RESIDENZIALE PER ANZIANI FINALITA DEL CENTRO

Dettagli

REGOLAMENTO. Posti letto Assistenza post-acuta

REGOLAMENTO. Posti letto Assistenza post-acuta REGOLAMENTO Posti letto Assistenza post-acuta RESIDENZE DEL SOLE Consorzio Sociale soc. coop. Via Bernini, 14 20092 Cinisello Balsamo (MI) c.f. 08588070964 Parte Prima Organizzazione Generale Art. 1 Principi

Dettagli

Informazioni per il paziente ricoverato Presidio Ospedaliero di Borgomanero

Informazioni per il paziente ricoverato Presidio Ospedaliero di Borgomanero Regione Piemonte Azienda Sanitaria Locale NO Presidi Ospedaliero di Borgomanero Informazioni per il paziente ricoverato Presidio Ospedaliero di Borgomanero Dicembre 2014 10 edizione 1 Realizzato a cura

Dettagli

COMUNE DI MORLUPO (Provincia di Roma)

COMUNE DI MORLUPO (Provincia di Roma) COMUNE DI MORLUPO (Provincia di Roma) (Allegato all atto consiliare n. 12/2005) REGOLAMENTO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI, AGLI INVALIDI AI PORTATORI DI HANDICAP, AI MINORI A RISCHIO DI DEVIANZE.

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STRUTTURE DI ASSISTENZA DIURNA AGLI ANZIANI DELL AZIENDA SERVIZI SOCIALI DI BOLZANO CAPO I

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STRUTTURE DI ASSISTENZA DIURNA AGLI ANZIANI DELL AZIENDA SERVIZI SOCIALI DI BOLZANO CAPO I REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STRUTTURE DI ASSISTENZA DIURNA AGLI ANZIANI DELL AZIENDA SERVIZI SOCIALI DI BOLZANO CAPO I Ambito di applicazione e mission Art. 1 Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento

Dettagli

COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (SAD)

COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (SAD) COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (SAD) Art. 1 - DEFINIZIONE L assistenza domiciliare è costituita dal complesso di prestazioni di

Dettagli

Azienda Pubblica di Servizi alla Persona MOD. 1 Casa di Riposo - RSA Vittorio Emanuele II B A R I

Azienda Pubblica di Servizi alla Persona MOD. 1 Casa di Riposo - RSA Vittorio Emanuele II B A R I Azienda Pubblica di Servizi alla Persona MOD. 1 Casa di Riposo - RSA Vittorio Emanuele II B A R I OGGETTO: DOMANDA DI AMMISSIONE. Al Sig. Direttore Generale della A.S.P. CASA DI RIPOSO Vittorio Emanuele

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICIALIRE

REGOLAMENTO COMUNALE PER SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICIALIRE COMUNE DI CORBOLA Provincia di Rovigo Ufficio Servizi Sociali REGOLAMENTO COMUNALE PER SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICIALIRE (S.A.D.) APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 9 DEL 12.04.2010

Dettagli

Casa di Riposo Residenza Flaminia Carta dei Servizi

Casa di Riposo Residenza Flaminia Carta dei Servizi Casa di Riposo Residenza Flaminia Carta dei Servizi Prefazione La casa di riposo Residenza Flaminia è sita a Morlupo in via Campagnanese snc, a pochi minuti da Roma nella quiete della campagna. La Struttura

Dettagli

REGOLAMENTO CASA DI RIPOSO CURZIO SALVINI

REGOLAMENTO CASA DI RIPOSO CURZIO SALVINI REGOLAMENTO CASA DI RIPOSO CURZIO SALVINI Art. 1 Il volontariato L IPAB SS. Annunziata favorisce la presenza presso la Casa di Riposo Curzio Salvini di persone che prestino la loro opera in forma volontaria.

Dettagli

COMUNE DI TREVIGNANO C.A.P. 31040 Piazza Municipio, 6 (Treviso)

COMUNE DI TREVIGNANO C.A.P. 31040 Piazza Municipio, 6 (Treviso) COMUNE DI TREVIGNANO C.A.P. 31040 Piazza Municipio, 6 (Treviso) REGOLAMENTO CASA DI RIPOSO VILLA PASINETTI CAPO I FINALITA ED OBIETTIVI Art. 1 - Finalità ed obiettivi 1. La Casa di Riposo Villa Pasinetti

Dettagli

Guida all'accesso ai servizi

Guida all'accesso ai servizi Residenza Sanitaria Assistenziale /Residenza Protetta G. Borea e Z. Massa Sanremo CARTA DEI SERVIZI Guida all'accesso ai servizi Periodo di riferimento 2012/2013 1 SOMMARIO INTRODUZIONE. 1.COS E LA RESIDENZA

Dettagli

AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA

AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA CONVENZIONE tra l legalmente rappresentata dal Direttore Generale Dr. Alessandri Antonio e l Ente ASSOCIAZIONE GENITORIALE COMUNITA ALLOGGIO CASA SERENA (di seguito denominato Ente) legalmente rappresentato

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CENTRO POLARIS PROGETTO RSA APERTA- CENTRO SEMIRESIDENZIALE

CARTA DEI SERVIZI CENTRO POLARIS PROGETTO RSA APERTA- CENTRO SEMIRESIDENZIALE CARTA DEI SERVIZI CENTRO POLARIS PROGETTO RSA APERTA- CENTRO SEMIRESIDENZIALE Prodotto da Smart Decò Srl FONDAZIONE FERRARIO VANZAGO Via Garibaldi, 1 - Vanzago Tel. centralino 029393011 Centro Polaris

Dettagli

A. S. P. CITTA DI SIENA: Azienda Pubblica di Servizi alla Persona (Legge Regione Toscana 3 Agosto 2004 n. 43)

A. S. P. CITTA DI SIENA: Azienda Pubblica di Servizi alla Persona (Legge Regione Toscana 3 Agosto 2004 n. 43) A. S. P. CITTA DI SIENA: Azienda Pubblica di Servizi alla Persona (Legge Regione Toscana 3 Agosto 2004 n. 43) Disciplinare di Funzionamento Strutture Residenziali Deliberazione del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO

COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ********** Allegato sub A alla deliberazione C.C. n. 69 del 26 maggio 2003 REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ART. 1 CARATTERISTICHE E OBIETTIVI DEL SERVIZIO

Dettagli

R.S.A. RESIDENZA CITTA DI BOLLATE Giovanni Paolo II Regolamento Residenza Sanitaria Assistenziale INDICE. ART. 1 PREMESSA pag. 2

R.S.A. RESIDENZA CITTA DI BOLLATE Giovanni Paolo II Regolamento Residenza Sanitaria Assistenziale INDICE. ART. 1 PREMESSA pag. 2 INDICE ART. 1 PREMESSA pag. 2 ART. 2 - FINALITA DEL SERVIZIO pag. 2 ART. 3 - BENEFICIARI DEL SERVIZIO pag. 2 ART. 4 - DOMANDA DI AMMISSIONE E DOCUMENTAZIONE pag. 3 ART. 5 - GESTIONE LISTA D ATTESA pag.

Dettagli