Dichiarazione. Gestione dei pannelli fotovoltaici giunti al termine del loro ciclo di vita. Accordo volontario delle società appartenenti a PV CYCLE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dichiarazione. Gestione dei pannelli fotovoltaici giunti al termine del loro ciclo di vita. Accordo volontario delle società appartenenti a PV CYCLE"

Transcript

1 Considerando che Dichiarazione Gestione dei pannelli fotovoltaici giunti al termine del loro ciclo di vita Accordo volontario delle società appartenenti a PV CYCLE 1. L industria fotovoltaica contribuisce in maniera significativa ai tre pilastri dello sviluppo sostenibile, vale a dire la sostenibilità ambientale, economica e sociale; 2. I prodotti dell industria fotovoltaica si trovano al centro di numerose politiche energetiche ed ambientali dell Unione europea, in particolare la Direttiva sulle energie rinnovabili, il programma d azione per le tecnologie ambientali ed il programma d azione per una produzione, un consumo e una politica industriale sostenibili; 3. Le società dell industria fotovoltaica ritengono, al fine di essere realmente sostenibili, di dover ridurre anche l impatto ambientale della produzione di energia in termini di ciclo di vita ed incrementare il riutilizzo delle materie prime; 4. Sebbene la portata dei rifiuti sia minima in questa fase, l industria fotovoltaica riconosce che è importante iniziare fin d ora a raccogliere e riciclare tali rifiuti in modo ambizioso, al fine di sviluppare le infrastrutture e l esperienza necessarie per poter trattare quantità più importanti attese a partire dal 2015; 5. L associazione PV CYCLE è stata creata nel 2007 con l obiettivo di mettere in atto l impegno dell industria fotovoltaica per la creazione di un programma volontario di recupero e riciclaggio dei rifiuti di pannelli fotovoltaici giunti al termine del loro ciclo di vita, e per assumersi le responsabilità inerenti nell ambito di tutta la catena del valore; 6. Le società appartenenti a PV CYCLE rappresentano in questa fase il 70% circa dell industria fotovoltaica europea; 7. Le società appartenenti a PV CYCLE stanno attualmente finalizzando il programma volontario di recupero e riciclaggio dei rifiuti di pannelli fotovoltaici giunti al termine del loro ciclo di vita, ed intendono presentarlo entro il 1 Aprile 2009 alla Commissione Europea per il riconoscimento formale come accordo ambientale, in conformità con le disposizioni della Comunicazione COM (2004)412) di quest ultima; 8. Il programma volontario così riconosciuto stabilirebbe un piano paneuropeo unico, invece di esporre l insieme dell industria fotovoltaica alle difficoltà di legislazioni nazionali frammentate; 9. Al fine di evitare distorsioni della concorrenza con le società non partecipanti al programma volontario, PV CYCLE incoraggia gli Stati membri ad assicurarsi che tali società siano soggette ad obblighi simili.

2 Esprimendo il desiderio di: 1. Creare un programma volontario per la gestione dei rifiuti di pannelli fotovoltaici giunti al termine del loro ciclo di vita, fondato sul principio della responsabilità estesa del produttore, che contribuirà alla sostenibilità dell industria, rappresentando un riferimento per la gestione ambientale di tali pannelli su scala mondiale; 2. Rispettare il diritto e gli impegni internazionali dell Unione europea. Le società appartenenti a PV CYCLE hanno raggiunto un accordo sui seguenti propositi, riguardanti l Unione Europea compresi i territori d oltremare degli Stati membri e lo Spazio Economico Europeo (SEE): 1. Sarà stabilito ed applicato un programma volontario di recupero e riciclaggio dei pannelli fotovoltaici immessi o che saranno immessi nel mercato dai membri di PV CYCLE; 2. Il campo di applicazione dell accordo volontario interesserà i pannelli fotovoltaici giunti al termine del loro ciclo di vita, compresi i potenziali rifiuti orfani, e potrà essere esteso ai rifiuti di produzione; 3. Il programma sarà finanziato da contributi versati dalle società aderenti all accordo volontario. Sulla base di una durata del ciclo di vita minima dei pannelli fotovoltaici di 25 anni, e del fatto che le prime installazioni significative di pannelli si sono verificate a partire dal 1990, le società appartenenti a PV CYCLE lavorano attualmente per definire la loro responsabilità finanziaria, e si impegnano a fornirne tutti gli elementi nell ambito dell accordo volontario; 4. Obiettivi precisi per le società aderenti all accordo volontario saranno determinati sulla base dei seguenti parametri: a. Almeno il 65% dei pannelli fotovoltaici immessi sul mercato sarà raccolto. b. Almeno l 85% dei pannelli sarà reciclato. c. Il tasso di riciclaggio crescerà progressivamente in virtù della riduzione dell impatto ambientale e della valutazione di fattibilità tecnica ed economica. d. Potranno essere presi in considerazione tassi di riciclaggio diversi per specifici materiali, in base alla riduzione dell impatto ambientale e della valutazione della fattibilità tecnica ed economica. 5. La realizzazione degli obiettivi dell accordo volontario sarà monitorata da un Comitato indipendente composto da rappresentanti del Parlamento Europeo, della Commissione Europea, dell Associazione Europea dell Industria Fotovoltaica (EPIA), di PV CYCLE e - tra gli altri - di organizzazioni non governative. 6. Saranno nominati revisori certificati, incaricati di verificare la validità delle statistiche annuali sulle quantità recuperate e riciclate e della contabilità finanziaria.

3 7. L accordo volontario lavorerà per facilitare il recupero presso tutti gli utenti finali dei pannelli fotovoltaici che le società aderenti immettono o hanno immesso sul mercato. L accordo volontario considererà necessariamente i pannelli fotovoltaici business to business e business to consumer. Il recupero presso un punto di raccolta concordato ed il trattamento dei rifiuti saranno gratuiti per gli utenti finali. 8. Le informazioni sui sistemi di raccolta disponibili saranno garantite da PV CYCLE e dalle società aderenti mediante i rispettivi siti internet. Un etichetta sul pannello indicherà agli utenti finali dove trovare le informazioni necessarie. Tali informazioni saranno inoltre indicate nei contratti di vendita. PV CYCLE collaborerà con le organizzazioni rappresentative di tutti i settori coinvolti nella catena del valore (compresi installatori, sviluppatori di progetto, grossisti e distributori), al fine di garantire la conoscenza del programma e la formazione necessarie. 9. L accordo volontario sarà stipulato da tutte le società aderenti a PV CYCLE nel giorno della sottoscrizione dello stesso. L adesione a PV CYCLE è aperta a tutti i produttori, importatori o altri professionisti del settore, presenti e futuri. L adesione all associazione comporterà ipso facto l adesione all accordo volontario e la partecipazione equa ai costi iniziali ed ulteriori ad esso relativi. PV CYCLE si adopererà per convincere tutti i fabbricanti di pannelli fotovoltaici attivi nell ambito geografico dell accordo volontario ad aderire all associazione. Firmato con il supporto del Ministro francese per l Ecologia, l Energia, lo Sviluppo Sostenibile e la Pianificazione del Territorio, Jean-Louis Borloo, e del Commissario europeo per l Ambiente, Stavros Dimas, in 19 Dicembre 2008 dai rappresentanti delle seguenti società aderenti a PV CYCLE: ALEO SOLAR AG Rappresentato da STEVE PESTEL ARENDI SPA Rappresentato da ROBERTO GARAVAGLIA

4 WÜRTH SOLAR GMBH & CO. KG Rappresentato da TIMO BAUER BP SOLAR Rappresentato da ANDY PARR FIRST SOLAR, INC. Rappresentato da PIERRE-YVES LE BORGN GE ENERGY Rappresentato da ANNE CONDON Q-CELLS SE / CALYXO GmbH Rappresentato da OLIVER HARTLEY RENEWABLE ENERGY CORPORATION ASA (REC) Rappresentato da METTE VAGNES ERIKSEN

5 SCHEUTEN Rappresentato da TIM VERSTEGEN SOLARWORLD AG Rappresentato da DR KARSTEN WAMBACH SOLPOWER AG Rappresentato da WINFRIED WAHL SOLYNDRA Rappresentato da J. KELLY TRUMAN,Ph.D.

UNIONCAMERE LOMBARDIA OSSERVATORIO CODICE AMBIENTE 2012 5 novembre 2012

UNIONCAMERE LOMBARDIA OSSERVATORIO CODICE AMBIENTE 2012 5 novembre 2012 UNIONCAMERE LOMBARDIA OSSERVATORIO CODICE AMBIENTE 2012 5 novembre 2012 Responsabilità estesa del produttore: la nuova Direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)

Dettagli

WORKSHOP RAEE. La nuova normativa nazionale RAEE

WORKSHOP RAEE. La nuova normativa nazionale RAEE WORKSHOP RAEE La nuova normativa nazionale RAEE PV CYCLE 2014 INDICE La Direttiva europea RAEE Finalità, obbiettivi, scadenze e campo di applicazione La nuova normativa nazionale RAEE Introduzione e principali

Dettagli

CONSIDERATO CHE - la gestione dei rifiuti costituisce attività di pubblico interesse ed è regolata dalla legge; - il decreto legislativo 5 febbraio

CONSIDERATO CHE - la gestione dei rifiuti costituisce attività di pubblico interesse ed è regolata dalla legge; - il decreto legislativo 5 febbraio CONSIDERATO CHE - la gestione dei rifiuti costituisce attività di pubblico interesse ed è regolata dalla legge; - il decreto legislativo 5 febbraio 1997 n. 22 (attuazione delle direttive 91/156/CEE sui

Dettagli

Decreto Legislativo 49/2014. Moduli Fotovoltaici e RAEE

Decreto Legislativo 49/2014. Moduli Fotovoltaici e RAEE Decreto Legislativo 49/2014 Moduli Fotovoltaici e RAEE 1 Indice Introduzione... 3 Q1 La mia società rientra nella definizione di produttore di AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche)?... 4 Q2

Dettagli

Il SISTEMA RAEE IN ITALIA: ruoli e obblighi dei produttori

Il SISTEMA RAEE IN ITALIA: ruoli e obblighi dei produttori Il SISTEMA RAEE IN ITALIA: ruoli e obblighi dei produttori I PRODUTTORI IL REGISTRO NAZIONALE DEI PRODUTTORI IL VISIBLE FEE I produttori di AEE: chi sono? Il Decreto Legislativo 151 riguarda un numero

Dettagli

Responsabilità estesa dei produttori: il modello nella gestione degli imballaggi. Luca Piatto Responsabile Area Territorio Roma, 15 giugno 2011

Responsabilità estesa dei produttori: il modello nella gestione degli imballaggi. Luca Piatto Responsabile Area Territorio Roma, 15 giugno 2011 Responsabilità estesa dei produttori: il modello nella gestione degli imballaggi Luca Piatto Responsabile Area Territorio Roma, 15 giugno 2011 La gestione degli imballaggi è impostata su due cardini legislativi

Dettagli

1. Chi è il produttore secondo GSE? Vi sono delle conseguenze per me?

1. Chi è il produttore secondo GSE? Vi sono delle conseguenze per me? 1. Chi è il produttore secondo GSE? Vi sono delle conseguenze per me? Produttore nel campo di applicazione del GSE è la società che immette per la prima volta a titolo professionale, un pannello fotovoltaico

Dettagli

ErP e nuove etichette energetiche

ErP e nuove etichette energetiche ErP e nuove etichette energetiche Tutto quello che devi sapere sull'efficienza energetica dei sistemi di riscaldamento. L energia che accende il futuro ErP e nuove etichette energetiche: il futuro dei

Dettagli

Rapporto di sostenibilità Conai 2013. La governance

Rapporto di sostenibilità Conai 2013. La governance 62 Rapporto di sostenibilità Conai 2013 La governance Conai dispone di una propria organizzazione che svolge, attraverso le sedi di Roma e Milano, l attività di coordinamento e gli altri compiti descritti

Dettagli

Informazioni per iniziare - Guida

Informazioni per iniziare - Guida Informazioni per iniziare - Guida Importante: attivare le macro in Excel prima di iniziare la dichiarazione Gentile Signore, Signora Se avete ricevuto il modulo della dichiarazione 2013, è perché la vostra

Dettagli

NOTA INFORMATIVA ALL ATTENZIONE DEI FABBRICANTI DI MOBILI EUROPEI E INTERNAZIONALI

NOTA INFORMATIVA ALL ATTENZIONE DEI FABBRICANTI DI MOBILI EUROPEI E INTERNAZIONALI SEPT 2015 NOTA INFORMATIVA ALL ATTENZIONE DEI FABBRICANTI DI MOBILI EUROPEI E INTERNAZIONALI Nuova normativa in Francia sulla colletta e il riciclaggio dei mobili: quali sono gli obblighi dei tuoi clienti,

Dettagli

Informazione agli impianti di trattamento

Informazione agli impianti di trattamento dell'articolo 11, comma 1, o di conferimento gratuito senza alcun obbligo di acquisto per i RAEE di piccolissime dimensioni ai sensi dell'articolo 11, comma 3; c) gli effetti potenziali sull'ambiente e

Dettagli

L AUMENTO DELL AUTOMAZIONE - come introdurre sul mercato i contatori intelligenti

L AUMENTO DELL AUTOMAZIONE - come introdurre sul mercato i contatori intelligenti L AUMENTO DELL AUTOMAZIONE - come introdurre sul mercato i contatori intelligenti INTRODUZIONE I contatori intelligenti sono strumenti per il monitoraggio in tempo reale dei consumi e per l invio automatico

Dettagli

Intesa Sanpaolo per le Piccole e Medie Imprese: le soluzioni finanziarie per gli impianti fotovoltaici

Intesa Sanpaolo per le Piccole e Medie Imprese: le soluzioni finanziarie per gli impianti fotovoltaici Intesa Sanpaolo per le Piccole e Medie Imprese: le soluzioni finanziarie per gli impianti fotovoltaici Carlo Buonfrate Intesa Mediocredito Gruppo Intesa Sanpaolo Roma, 30 gennaio 2008 I vincoli per uno

Dettagli

SALVADANAIO FOTOVOLTAICO

SALVADANAIO FOTOVOLTAICO SALVADANAIO FOTOVOLTAICO Sicuri nel futuro con un investimento che rende. SolarWorld. And EveryDay is a SunDay. www.solarworld-italia.com Weltjahresene Domanda energetica mondiale annuale Riserve mondiali

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA. (ai sensi dell art. 206 comma 1 del d.lgs 152/2006 e s.m.) Fra LA PROVINCIA DI BOLOGNA

ACCORDO DI PROGRAMMA. (ai sensi dell art. 206 comma 1 del d.lgs 152/2006 e s.m.) Fra LA PROVINCIA DI BOLOGNA ACCORDO DI PROGRAMMA (ai sensi dell art. 206 comma 1 del d.lgs 152/2006 e s.m.) Fra LA PROVINCIA DI BOLOGNA LE SOCIETÀ con sede in Bologna, in qualità di soggetti gestori delle piattaforme di conferimento

Dettagli

ATTUAZIONE DIRETTIVA 2012/19/UE SUI RAEE

ATTUAZIONE DIRETTIVA 2012/19/UE SUI RAEE D. Lgs. 49/2014 ATTUAZIONE DIRETTIVA 2012/19/UE SUI RAEE Torino, 14 aprile 2014 GIANLUCA CENCIA Direttore Federambiente RECEPIMENTO DIRETTIVA EUROPEA SUI RAEE D. Lgs. 14 marzo 2014, n. 49 Attuazione della

Dettagli

I PRINCIPALI ATTORI DEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE

I PRINCIPALI ATTORI DEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE I PRINCIPALI ATTORI DEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE gli Attori istituzionali AUTORITÀ PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Istituita con la legge n. 481 del 1995, l'autorità per l'energia elettrica e il gas

Dettagli

PARTNERSHIP LOCALE PER LA PROTEZIONE DEL CLIMA Introduzione ai marchi ed etichette ambientali e climatiche

PARTNERSHIP LOCALE PER LA PROTEZIONE DEL CLIMA Introduzione ai marchi ed etichette ambientali e climatiche PARTNERSHIP LOCALE PER LA PROTEZIONE DEL CLIMA Introduzione ai marchi ed etichette ambientali e climatiche 1 Questo documento è stato realizzato nell ambito del progetto LIFE07ENV/IT/000357 LACRe, www.lacre.eu

Dettagli

Decreto Legislativo 49/2014. Disciplina della gestione dei RAEE in Italia

Decreto Legislativo 49/2014. Disciplina della gestione dei RAEE in Italia Decreto Legislativo 49/2014 Disciplina della gestione dei RAEE in Italia Inquadramento normativo e premesse Il d.lgs. 49 del 14 marzo 2014 recepisce la direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature

Dettagli

Centro studi MatER. Il Caso di Studio del Legno

Centro studi MatER. Il Caso di Studio del Legno Centro studi MatER Materia & Energia da Rifiuti Il Caso di Studio del Legno Riciclaggio e Ciclo di Recupero 10 Dicembre 2013 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. IL RICICLAGGIO DEL LEGNO...3 3. IL RUOLO DI RILEGNO...5

Dettagli

MANTIENI SOTTO CONTROLLO LE BOLLETTE DELLA LUCE.

MANTIENI SOTTO CONTROLLO LE BOLLETTE DELLA LUCE. MANTIENI SOTTO CONTROLLO LE BOLLETTE DELLA LUCE. È IL MOMENTO GIUSTO PER PASSARE A UNA NUOVA FONTE DI ENERGIA. Fa bene all ambiente e al tuo portafoglio PERCHÉ INVESTIRE PROPRIO ORA NEL FOTOVOLTAICO FÁ

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MAZZOCCHI, GAVA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MAZZOCCHI, GAVA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2429 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI MAZZOCCHI, GAVA Disposizioni concernenti il recupero degli imballaggi, per la reintroduzione

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

Turismo sostenibile. Elementi, caratteristiche, motivazioni

Turismo sostenibile. Elementi, caratteristiche, motivazioni Turismo sostenibile Elementi, caratteristiche, motivazioni Bernhard Bauer, Università di Vienna, Politecnico di Milano Nadia von Jacobi, Università di Pavia, IUSS, Politecnico di Milano Indice della presentazione

Dettagli

EUROPEAN COMMISSION DIRECTORATE-GENERAL ENERGY AND TRANSPORT

EUROPEAN COMMISSION DIRECTORATE-GENERAL ENERGY AND TRANSPORT EUROPEAN COMMISSION DIRECTORATE-GENERAL ENERGY AND TRANSPORT New Energies & Demand Management Promotion of Renewable Energy Sources & Demand Management Brussels, 10 luglio 2001 PROGRAMMA EUROPEO GREEN

Dettagli

Consorzio CiAl. Gennaro Galdo Ufficio Comunicazione. Asti, 26 giugno 2014

Consorzio CiAl. Gennaro Galdo Ufficio Comunicazione. Asti, 26 giugno 2014 Consorzio CiAl Gennaro Galdo Ufficio Comunicazione Asti, 26 giugno 2014 Responsabilità dei Produttori I produttori costituiscono i consorzi di materiale per il recupero e il riciclaggio Vetro Alluminio

Dettagli

Infinite Support for Your Yield.

Infinite Support for Your Yield. Infinite Support for Your Yield. OPTIMIZE YOUR ENERGY PARK Presentazione aziendale Agosto 2013 Contenuti 1. Presentazione ENcome Energy Performance 2. Servizi offerti 3. ENcome Energy Monitor 4. Referenze

Dettagli

Il fotovoltaico oggi e domani

Il fotovoltaico oggi e domani Il fotovoltaico oggi e domani Panoramica dell evoluzione del PV e previsioni per il futuro Antonella Realini SUPSI, DACD, ISAAC EN3.13 29 Maggio 28 1 Evoluzione mondiale Il mercato del solare fotovoltaico

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI PROVENIENTI DA ATTIVITA' AGRICOLE (ai sensi dell art. 206 comma 1 del D.Lgs 152/2006 e s.m.i.

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI PROVENIENTI DA ATTIVITA' AGRICOLE (ai sensi dell art. 206 comma 1 del D.Lgs 152/2006 e s.m.i. ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI PROVENIENTI DA ATTIVITA' AGRICOLE (ai sensi dell art. 206 comma 1 del D.Lgs 152/2006 e s.m.i.) Fra LA PROVINCIA DI VICENZA I SOGGETTI GESTORI DEL CIRCUITO

Dettagli

ATMOS Investire lungo la filiera: Dare sostenibilità alla creazione di valore nelle rinnovabili

ATMOS Investire lungo la filiera: Dare sostenibilità alla creazione di valore nelle rinnovabili ATMOS Investire lungo la filiera: Dare sostenibilità alla creazione di valore nelle rinnovabili 21 Maggio 2009 Workshop Green Economy Agenda Gli incentivi come driver di crescita per le rinnovabili che

Dettagli

COPERTURA ASSICURATIVA GLOBALE ENERGIE RINNOVABILI. Mettiamo a frutto la competenza

COPERTURA ASSICURATIVA GLOBALE ENERGIE RINNOVABILI. Mettiamo a frutto la competenza COPERTURA ASSICURATIVA GLOBALE ENERGIE RINNOVABILI Mettiamo a frutto la competenza INEGUAGLIABILE COMPETENZA Tramite la nostra rete di intermediari, broker e agenti non in esclusiva, offriamo le migliori

Dettagli

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY IL VALORE DELLA FIDUCIA STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY SOSTENIBILITA La sostenibilità rappresenta una grande opportunità per le imprese,

Dettagli

DICHIARAZIONE PERIODICA ai fini del contributo Polieco

DICHIARAZIONE PERIODICA ai fini del contributo Polieco FOGLIO 1 Vers 10 04 2015 nuovo iban Spettabile Polieco Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA DICHIARAZIONE PERIODICA ai fini del contributo Polieco La dichiarazione, completa degli estremi del versamento

Dettagli

SOCIETA GROSSISTA PER LA VENDITA DI ENERGIA

SOCIETA GROSSISTA PER LA VENDITA DI ENERGIA 1 SOCIETA GROSSISTA PER LA VENDITA DI ENERGIA 2 1. Chi è è una nuova società di commercializzazione del gas e dell energia elettrica nata a Pordenone, ma presente su tutto il nord Italia. Il capitale sociale

Dettagli

09.11.2011. Pandora: climate change ed edifici sostenibili

09.11.2011. Pandora: climate change ed edifici sostenibili 09.11.2011 Pandora: climate change ed edifici sostenibili La direttiva 2010/31/UE Obiettivo: edifici a energia quasi zero La Direttiva promuove il miglioramento della prestazione energetica degli edifici

Dettagli

Strumenti di eco-innovazione. Il processo di eco-innovazione nelle imprese. Gli strumenti ENEA per l eco-innovazione nelle PMI.

Strumenti di eco-innovazione. Il processo di eco-innovazione nelle imprese. Gli strumenti ENEA per l eco-innovazione nelle PMI. Strumenti di eco-innovazione Il processo di eco-innovazione nelle imprese. Gli strumenti ENEA per l eco-innovazione nelle PMI. Francesca Cappellaro Laboratorio LCA&Ecodesign Bologna, 28 aprile 2010 Contesto

Dettagli

Adotta il seguente regolamento:

Adotta il seguente regolamento: Dm Ambiente 25 settembre 2007, n. 185 Raee - Istituzione e funzionamento del registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento, costituzione e funzionamento di un centro di coordinamento e istituzione

Dettagli

Il fine vita dei pannelli fotovoltaici in Italia

Il fine vita dei pannelli fotovoltaici in Italia Il fine vita dei pannelli fotovoltaici in Italia PV CYCLE febbraio 2013 Energia pulita da fonte solare e raccolta differenziata con conseguente riciclo, due scelte ambientali convergenti nell attuale normativa

Dettagli

Avv. Maurizio Iorio. Approvato dal Parlamento Europeo i testo di compromesso della Direttiva RAEE

Avv. Maurizio Iorio. Approvato dal Parlamento Europeo i testo di compromesso della Direttiva RAEE Milano, 20.12.2012 Approvato dal Parlamento Europeo i testo di compromesso della Direttiva RAEE La revisione della Direttiva è entrata da settembre 2011 nella fase di seconda lettura e, ad oggi, è assai

Dettagli

Raccolta dei RAEE, Dlgs 49/2014 e problemi applicativi

Raccolta dei RAEE, Dlgs 49/2014 e problemi applicativi Raccolta dei RAEE, Dlgs 49/2014 e problemi applicativi Rimini, Ecomondo FORUM RAEE Avv. Maurizio Iorio Presidente dell Associazione Nazionale Produttori e Importatori di Elettronica Civile (ANDEC) Attuazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 18 dicembre 2014, n. 2719

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 18 dicembre 2014, n. 2719 2841 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 18 dicembre 2014, n. 2719 Piano per la promozione e l uso razionale dell energia ai fini del contenimento di costi ed emissioni nocive degli impianti e dei mezzi

Dettagli

GENNAIO 2009. Come scegliere e valutare un Sistema Collettivo. Quaderni ReMedia 1

GENNAIO 2009. Come scegliere e valutare un Sistema Collettivo. Quaderni ReMedia 1 GENNAIO 2009 Come scegliere e valutare un Sistema Collettivo per la gestione dei RAEE Quaderni ReMedia 1 Come scegliere e valutare un Sistema Collettivo per la gestione dei RAEE Quaderni ReMedia 1 Come

Dettagli

Mediamente per realizzare 1 kw di impianto fotovoltaico occorrono almeno 7 m2.

Mediamente per realizzare 1 kw di impianto fotovoltaico occorrono almeno 7 m2. Cos'è un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico è un impianto che consente la produzione di energia elettrica attraverso l energia solare, sfruttando le proprietà di materiali sensibili alla luce

Dettagli

riguardante: AMBIENTE - Smaltimento rifiuti industriali e civili - Recupero, riciclaggio e riutilizzazione

riguardante: AMBIENTE - Smaltimento rifiuti industriali e civili - Recupero, riciclaggio e riutilizzazione Decreto Ministeriale n 185 del 25/09/2007 Istituzione e modalità di funzionamento del registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche

Dettagli

Le certificazioni ambientali come forma di assicurazione della Qualità di Amalia Lucia Fazzari e Alessandro Pomponi

Le certificazioni ambientali come forma di assicurazione della Qualità di Amalia Lucia Fazzari e Alessandro Pomponi Pubblicato il: 2 luglio 2012 Tutti i diritti riservati. Tutti gli articoli possono essere riprodotti con l'unica condizione di mettere in evidenza che il testo riprodotto è tratto da www.qtimes.it Registrazione

Dettagli

VISTO il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, ed in particolare la parte quarta, relativa alla gestione dei rifiuti;

VISTO il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, ed in particolare la parte quarta, relativa alla gestione dei rifiuti; REGOLAMENTO RECANTE ISTITUZIONE DEL REGISTRO NAZIONALE DEI SOGGETTI OBBLIGATI AL FINANZIAMENTO DEI SISTEMI DI GESTIONE DEI RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE (RAEE), COSTITUZIONE DI

Dettagli

I RAEE: RIFIUTI DA ELETTRICHE ED

I RAEE: RIFIUTI DA ELETTRICHE ED I RAEE: RIFIUTI DA ELETTRICHE ED 10 IDEE APPARECCHIATURE ELETTRONICHE di Gaia Gusso Intervista al dottor Paolo Pipere, Responsabile Servizio Territorio, Ambiente e Cultura della Camera di Commercio Industria

Dettagli

La valenza strategica della gestione ambientale

La valenza strategica della gestione ambientale Camera di Commercio di Ancona La valenza strategica della gestione ambientale 10 marzo 2008, 14.30-18.30 Antonio Tencati Università Bocconi antonio.tencati@unibocconi.it Stefano Pogutz Università Bocconi

Dettagli

VISTO il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, ed in particolare la parte quarta relativa al1a gestione dei rifiuti;

VISTO il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, ed in particolare la parte quarta relativa al1a gestione dei rifiuti; REGOLAMENTO RECANTE "ISTITUZIONE E MODALITA' DI FUNZIONAMENTO DEL REGISTRO NAZIONALE DEI SOGGETTI OBBLIGATI AL FINANZIAMENTO DEI SISTEMI DI GESTIONE DEI RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE

Dettagli

Il fotovoltaico come motore della svolta energetica

Il fotovoltaico come motore della svolta energetica Perché continuare ad investire nel fotovoltaico Perché continuare ad investire nel fotovoltaico? Padova 16 Maggio 2013 Energy Saving Week Barbin Perché continuare ad investire nel fotovoltaico 10 buone

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Tra. Sorgenia S.p.A. (di seguito Sorgenia ), con sede legale in Milano, via Ciovassino

PROTOCOLLO D INTESA. Tra. Sorgenia S.p.A. (di seguito Sorgenia ), con sede legale in Milano, via Ciovassino PROTOCOLLO D INTESA Tra Sorgenia S.p.A. (di seguito Sorgenia ), con sede legale in Milano, via Ciovassino 1, sede operativa in Milano, via Viviani 12, iscritta al n. 246670/1999 della Sezione Ordinaria

Dettagli

Optimize your energy park. www.en-come.com

Optimize your energy park. www.en-come.com Optimize your energy park / Supporto d ACQUISIZIONE / OPERAZIONI TECNICHE / OPERAZIONI COMMERCIALI / MIGLIORAMENTO DELLE PRESTAZIONI / SMALTIMENTO IMPIANTI IT www.en-come.com Supporto d ACQUISIZIONE SMALTIMENTO

Dettagli

Il sistema di gestione dei RAEE in Italia Fabrizio D Amico, Direttore Generale

Il sistema di gestione dei RAEE in Italia Fabrizio D Amico, Direttore Generale Il sistema di gestione dei RAEE in Italia e Fabrizio D Amico, Direttore Generale Federchimica, Milano 19 ottobre 2010 Una complessa normativa di riferimento... La normativa RAEE La normativa sui rifiuti

Dettagli

GIUNTA REGIONALE - Deliberazioni

GIUNTA REGIONALE - Deliberazioni 31.10.2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 44 il confronto con la conferenza dei Sindaci territorialmente competenti - di individuare nel Dr. Roberto Abati attuale direttore amministrativo

Dettagli

COMPANY PROFILE. Company profile 10.11 1

COMPANY PROFILE. Company profile 10.11 1 COMPANY PROFILE Company profile 10.11 1 Bureau Veritas.. pag. 1 I Settori... pag. 5 Company profile 10.11 2 BUREAU VERITAS Bureau Veritas è fra i leader a livello mondiale nella valutazione ed analisi

Dettagli

SOLE PER TUTTI Energia a Scuola: l azionariato popolare della Cooperativa solare

SOLE PER TUTTI Energia a Scuola: l azionariato popolare della Cooperativa solare SOLE PER TUTTI Energia a Scuola: l azionariato popolare della Cooperativa solare Modena, 15 ottobre 2011 Energy Day IL PROGETTO SOSTENIBILITA ENERGETICA E AMBIENTALE RIDUZIONE DELLE EMISSIONI DI CO 2 MIGLIORE

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA Doc. XVIII n. 98 RISOLUZIONE DELLA 13ª COMMISSIONE PERMANENTE (Territorio, ambiente, beni ambientali) (Estensore FLUTTERO) approvata nella seduta del 22 giugno 2011

Dettagli

Fotovoltaico. Portiamo il meglio dell energia a casa tua. www.solonathome.com

Fotovoltaico. Portiamo il meglio dell energia a casa tua. www.solonathome.com Fotovoltaico Portiamo il meglio dell energia a casa tua. www.solonathome.com Sì SENZA INCENTIVI, MI CONVIENE ANCORA SCEGLIERE IL FOTOVOLTAICO? ACCUMULI O GUADAGNI E SE PRODUCO TROPPA ENERGIA? È QUESTO

Dettagli

COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno

COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno COMUNE DI SALA CONSILINA Provincia di Salerno CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE *** COPIA *** numero 20 del 27-09-2011 SEDUTA: ORDINARIA- CONVOCAZIONE:PRIMA OGGETTO: ADESIONE DEL COMUNE DI SALA CONSILINA

Dettagli

Gruppo di Lavoro. L approvvigionamento energetico TERZO INCONTRO. Centro sociale polivalente di Torre Boldone 26 febbraio 2008 SCHEDE PROGETTO

Gruppo di Lavoro. L approvvigionamento energetico TERZO INCONTRO. Centro sociale polivalente di Torre Boldone 26 febbraio 2008 SCHEDE PROGETTO Introduzione Gruppo di Lavoro L approvvigionamento energetico TERZO INCONTRO Centro sociale polivalente di Torre Boldone 26 febbraio 2008 SCHEDE PROGETTO Il terzo incontro del gruppo di lavoro è stato

Dettagli

CIRCOLARE CLIENTI - N 01/2008

CIRCOLARE CLIENTI - N 01/2008 CIRCOLARE CLIENTI - N 01/2008 DATA: 7/01/2008 A/TO CA: Titolare dell attività / Responsabile Ambiente / Manutenzioni / Acquisti e Vendite DA/FROM: TECNOLARIO S.r.l. TEL/FAX N : 0341.49.42.10 # 0341.25.00.07

Dettagli

La garanzia che il tuo prodotto è davvero green.

La garanzia che il tuo prodotto è davvero green. Certificazione delle Asserzioni Ambientali di Prodotto La garanzia che il tuo prodotto è davvero green. Tutti dicono di essere green. Ma non tutti dicono la verità. GREEN VERO GREEN IMQ-ECO. LA CERTIFICAZIONE

Dettagli

Il Recepimento della Direttiva RAEE 2 : criticità e nuove opportunità

Il Recepimento della Direttiva RAEE 2 : criticità e nuove opportunità Il Recepimento della Direttiva RAEE 2 : criticità e nuove opportunità (Direttiva 2012/19/UE) Milano, Lunedì 17 marzo 2014 Evento organizzato da ANDEC, AIRES e dalla Camera di Commercio di Milano Avv. M.

Dettagli

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu CHI SIAMO Carmaconsulting nasce dall intuizione dei soci fondatori di offrire

Dettagli

Da fossili a rinnovabili: la diversificazione come strumento di sviluppo e sostenibilità. L esperienza di api nòva energia

Da fossili a rinnovabili: la diversificazione come strumento di sviluppo e sostenibilità. L esperienza di api nòva energia Da fossili a rinnovabili: la diversificazione come strumento di sviluppo e sostenibilità. L esperienza di api nòva energia Intervento di Ferdinando Brachetti Peretti Amministratore Delegato gruppo api

Dettagli

Parte Generale. Art.1 Chi siamo e quali obiettivi ci poniamo

Parte Generale. Art.1 Chi siamo e quali obiettivi ci poniamo REGOLAMENTO GAS MALATESTA Parte Generale Art.1 Chi siamo e quali obiettivi ci poniamo Finalità del GAS MALATESTA è provvedere all acquisto di beni e servizi cercando di realizzare una concezione più umana

Dettagli

RECUPERO E RICICLO DEI MODULI FOTOVOLTAICI A FINE VITA: IL PRINCIPIO DELLA RESPONSABILITÀ ESTESA DEI PRODUTTORI. Fiera Milano 7 maggio 2014

RECUPERO E RICICLO DEI MODULI FOTOVOLTAICI A FINE VITA: IL PRINCIPIO DELLA RESPONSABILITÀ ESTESA DEI PRODUTTORI. Fiera Milano 7 maggio 2014 RECUPERO E RICICLO DEI MODULI FOTOVOLTAICI A FINE VITA: IL PRINCIPIO DELLA RESPONSABILITÀ ESTESA DEI PRODUTTORI Fiera Milano 7 maggio 2014 Il Disciplinare Tecnico di definizione e verifica dei requisiti

Dettagli

TORINOSMARTCITY. ROMA - 9 Febbraio 2012

TORINOSMARTCITY. ROMA - 9 Febbraio 2012 TORINOSMARTCITY DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY: IL PERCORSO DELLA CITTA DI TORINO ROMA - 9 Febbraio 2012 1 LE TAPPE 29 gennaio 2008 nell ambito della seconda edizione della Settimana Europea dell energia

Dettagli

Master La pulizia sostenibile come opportunità. I Pilastri della sostenibilità: Ambiente Sicurezza Sviluppo ASSOCASA. FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010

Master La pulizia sostenibile come opportunità. I Pilastri della sostenibilità: Ambiente Sicurezza Sviluppo ASSOCASA. FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010 Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010 I Pilastri della sostenibilità: Ambiente Sicurezza Sviluppo ASSOCASA Assocasa e la sostenibilità La sostenibilità è un approccio

Dettagli

TITOLO. L energia del deserto per alimentare il Mediterraneo: è tempo di iniziare

TITOLO. L energia del deserto per alimentare il Mediterraneo: è tempo di iniziare TITOLO L energia del deserto per alimentare il Mediterraneo: è tempo di iniziare LUOGO E DATA 25 giugno 2013 Charlemagne Building Rue de la Loi, 1049 Bruxelles ORGANIZZATORE Commissione Europea RELAZIONE

Dettagli

Milano 11 marzo 2013 Relatore Ing. Alessio Figini

Milano 11 marzo 2013 Relatore Ing. Alessio Figini La nuova direttiva RAEE (Direttiva 2012/19/UE) Milano 11 marzo 2013 Relatore Ing. Alessio Figini Premessa la normativa attuale La normativa attuale definizione di AEE Apparecchiature elettriche ed elettroniche

Dettagli

Energia che basta e avanza! Il Sole.

Energia che basta e avanza! Il Sole. Il Sole. Energia che basta e avanza! Ogni giorno il Sole produce una quantità di energia 3000 volte superiore al fabbisogno dell umanità intera e questo ancora per altri 5 miliardi di anni. L energia solare:

Dettagli

Impianti Fotovoltaici

Impianti Fotovoltaici Impianti Fotovoltaici Impianto Fotovoltaico La gestione di un impianto fotovoltaico condominiale e la possibile sussistenza di una sdf (Società di fatto) tra i condomini Riferimenti: Art. 28, comma 2,

Dettagli

80 Consulenti altamente qualificati che operano sul territorio italiano.

80 Consulenti altamente qualificati che operano sul territorio italiano. Il Gruppo Astra opera da più di 15 anni nel settore delle utility in regime di Brokeraggio e vanta una notevole expertise nella P.A. e nelle Aziende. Ad oggi sono più di 400 Comuni Italiani ed oltre 800

Dettagli

La gestione integrata dei rifiuti di imballaggio: una opportunità per i comuni di risparmio e miglioramento dell ambiente

La gestione integrata dei rifiuti di imballaggio: una opportunità per i comuni di risparmio e miglioramento dell ambiente La gestione integrata dei rifiuti di imballaggio: una opportunità per i comuni di risparmio e miglioramento dell ambiente Eugenio Bora Milano, 15 febbraio 2006 Rifiuti e legislazione I rifiuti sono un

Dettagli

- Servizio Industria, Artigianato e Commercio. Allegato n. 1 alla Deliberazione della Giunta Provinciale n. BOZZA

- Servizio Industria, Artigianato e Commercio. Allegato n. 1 alla Deliberazione della Giunta Provinciale n. BOZZA Progressivo n. - Servizio Industria, Artigianato e Commercio Allegato n. 1 alla Deliberazione della Giunta Provinciale n. del BOZZA Accordo di collaborazione tra la Provincia di Bologna e I.S.E.A., Istituto

Dettagli

Il business plan. La New Paper srl. Il business plan per una nuova impresa: il caso New Paper S.p.a.

Il business plan. La New Paper srl. Il business plan per una nuova impresa: il caso New Paper S.p.a. Corso di Economia e gestione delle imprese II Il business plan per una nuova impresa: il caso New Paper S.p.a. dott. Matteo Rossi Benevento, 04 febbraio 008 Il business plan E un esercizio che rappresenta

Dettagli

Procedura di adesione

Procedura di adesione Questa è la traduzione delle Domande più frequenti che potete trovare nella sua versione originale in lingua inglese all indirizzo: http://www.eumayors.eu/faq/index_it.htm Che cos è il Patto dei Sindaci?

Dettagli

RAEE Professionali. Giugno 2007

RAEE Professionali. Giugno 2007 Giugno 2007 RAEE Professionali COPYRIGHT Le informazioni contenute in questo documento sono di proprietà di Consorzio Re.Media e rientrano nelle proprietà intellettuali del Consorzio stesso. E' fatto,

Dettagli

ANALISI FUNZIONALE PER LE APPLICAZIONI ICT

ANALISI FUNZIONALE PER LE APPLICAZIONI ICT Azione A.5 Planning of the WEEE Management Model for collection services ANALISI FUNZIONALE PER LE APPLICAZIONI ICT FUNCTIONAL REQUIREMENTS FOR ICT APPLICATIONS RELEASE 2 GENOVA, 20 MARZO 2015 INDICE DEL

Dettagli

Programma ASPEA: Regolamento di attuazione

Programma ASPEA: Regolamento di attuazione Allegato A Programma ASPEA: Regolamento di attuazione 1 di 8 GLI OBIETTIVI DEL PROGRAMMA ASPEA Con il Programma ASPEA (Azzeramento SPesa Energetica Associati), il Consorzio ASMEZ intende semplificare l

Dettagli

Nuova economia locale per le aree ad alto valore ambientale

Nuova economia locale per le aree ad alto valore ambientale Unione europea Fondo sociale europeo Direzione Generale per le Politiche per l Orientamento e la Formazione iniziativa comunitaria Equal Nuova economia locale per le aree ad alto valore ambientale Disciplinare

Dettagli

GREEN GLOBE BANKING AWARD 2008 C È UN PATRIMONIO CHE CI STA PARTICOLARMENTE A CUORE.

GREEN GLOBE BANKING AWARD 2008 C È UN PATRIMONIO CHE CI STA PARTICOLARMENTE A CUORE. GREEN GLOBE BANKING AWARD 2008 C È UN PATRIMONIO CHE CI STA PARTICOLARMENTE A CUORE. 1 Una Banca attenta all ambiente: la Politica Ambientale Nel quadro delle attività di responsabilità sociale e ambientale,

Dettagli

Insieme nella stampa che cambia. 10 giugno 2015 Conferenza stampa c/o ICT Trade Milano

Insieme nella stampa che cambia. 10 giugno 2015 Conferenza stampa c/o ICT Trade Milano Insieme nella stampa che cambia 10 giugno 2015 Conferenza stampa c/o ICT Trade Milano Associazione produttori sistemi di stampa e gestione documentale Siamo il riferimento nazionale per le tematiche di

Dettagli

Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Decreto 25 Settembre 2007, n. 185 (Gazzetta ufficiale 5 novembre 2007 n.

Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Decreto 25 Settembre 2007, n. 185 (Gazzetta ufficiale 5 novembre 2007 n. Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Decreto 25 Settembre 2007, n. 185 (Gazzetta ufficiale 5 novembre 2007 n. 257) Istituzione e modalità di funzionamento del registro nazionale

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI. Carta d identità al 31 dicembre 2010. Italia 5.502 Regno Unito 1.534 Stati Uniti 2.276 Altri Paesi 2.874 Totale 12.

LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI. Carta d identità al 31 dicembre 2010. Italia 5.502 Regno Unito 1.534 Stati Uniti 2.276 Altri Paesi 2.874 Totale 12. LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI Trasferiamo valore economico nella catena di fornitura acquistando volumi consistenti di beni e servizi. Promuoviamo la collaborazione e l efficienza nella catena della fornitura;

Dettagli

GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI

GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI Ing. Daniele TESTI Dipartimento di Ingegneria dell Energia e dei Sistemi (DESE) Università di Pisa Definizione di Green Job secondo l ILO (International Labour Organization)

Dettagli

LE NORME CEN SUI REQUISITI ESSENZIALI DEGLI IMBALLAGGI

LE NORME CEN SUI REQUISITI ESSENZIALI DEGLI IMBALLAGGI Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica LE NORME CEN SUI REQUISITI ESSENZIALI DEGLI IMBALLAGGI SCOPO DI QUESTA PUBBLICAZIONE è quello di illustrare le caratteristiche

Dettagli

Fotovoltaico, amore mio! La storia di un Gruppo d'acquisto con più di 1.600 adesioni

Fotovoltaico, amore mio! La storia di un Gruppo d'acquisto con più di 1.600 adesioni Fotovoltaico, amore mio! La storia di un Gruppo d'acquisto con più di 1.600 adesioni Se ne parla da anni, e grazie al meccanismo d incentivazione chiamato Conto Energia (introdotto per la prima volta nel

Dettagli

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Documento basato sui risultati della Conferenza di Roma, 17 e 18 novembre 2014 In occasione della Presidenza

Dettagli

Il progetto PVTRAIN - Trenitalia S.p.A.

Il progetto PVTRAIN - Trenitalia S.p.A. I progetti sulle energie rinnovabili tra gli impegni di sostenibilità delle Ferrovie dello Stato Il progetto PVTRAIN - Trenitalia S.p.A. Firenze, 17 Giugno 2006 Alessandro Basili Il Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

Le Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA), una opportunità

Le Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA), una opportunità Le Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA), una opportunità di sviluppo e un contributo al raggiungimento degli obiettivi del piano energetico Federico Fileni (Ecuba S.r.l.) Mirandola - 22 luglio

Dettagli

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Logo azienda/università I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Ottimizzazione energetica nelle imprese e nelle istituzioni Labmeeting

Dettagli

Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012.

Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012. Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012. Intervento di Bruno Lescoeur, Amministratore Delegato, Edison Nella prima occasione in cui ho parlato a questa

Dettagli

GPP (Green Public Procurement)

GPP (Green Public Procurement) GPP (Green Public Procurement) INDICE DEFINIZIONE OBIETTIVI CRONOLOGIA EUROPA CRONOLOGIA ITALIA NORMATIVA EUROPEA NORMATIVA NAZIONALE CRITERI AMBIENTALI MINIMI CARTA ARREDI PER UFFICIO, ARREDO URBANO,

Dettagli

Servizi Integrati. Per realizzare una ef cace AAI devono essere svolti i seguenti passi:

Servizi Integrati. Per realizzare una ef cace AAI devono essere svolti i seguenti passi: Analisi di Prodotto Scheda 1/10 Analisi i inizialei i dei processi Aziendali ambientale secondo operativa 15033 Introduzione: L Analisi (AAI) è una dettagliata e metodica indagine dello stato dell Organizzazione

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO Bergamo, 22 ottobre 2012

PROVINCIA DI BERGAMO Bergamo, 22 ottobre 2012 PROVINCIA DI BERGAMO Bergamo, 22 ottobre 2012 IL PATTO DEI SINDACI Raccogliere la sfida della riduzione del 20% delle emissioni di CO2 entro il 2020 sul proprio territorio: questo, in estrema sintesi,

Dettagli