MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro"

Transcript

1 MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Danfoss Solar Inverters A/S Quaderno applicazione MAGGIO 2011

2 Indice contenuti 1 Introduzione Pannelli fotovoltaici Pannelli monocristallini o policristallini Pannelli policristallini standard Pannelli monocristallini standard Pannelli a film sottile Fattore di configurazione Massima tensione CC e tensione di esercizio Inseguitore del punto di massima potenza (MPPT) Perdite dovute ai cavi Conclusioni Rete e configurazione CA Punto di connessione (PC) Configurazione CA Rete a bassa tensione Servizi supplementari per rete a bassa tensione Rete a media tensione Servizi supplementari per reti a media tensione Stazione di trasformazione Approvazione dell impianto per la connessione alla rete a media tensione in Germania Conclusioni Comunicazione e monitoraggio Opzioni di monitoraggio Monitoraggio integrato, comunicazione Ethernet Comunicazione RS Comunicazione GSM Server web Funzionalità master Datalogger Comlynx Accessori Grid Management Box Router Kit sensori Sensore contatore energia (S0) Conclusioni Installazione Ubicazione degli inverter Cablaggio CA CC Cavi di comunicazione Conclusioni Assistenza/affidabilità Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Articolo Maggio 2011

3 Prefazione Gli impianti fotovoltaici con potenza di varie centinaia di kva e oltre, devono essere progettati dettagliatamente dal punto di vista sistemistico per poter offrire la soluzione migliore. Con gli inverter di stringa TLX Pro non è necessario accettare compromessi per le prestazioni dell impianto. La flessibilità degli inverter permettere a chiunque possegga normali competenze di impianti fotovoltaici, di configurare in modo ottimale l impianto, anche in caso di impianti di grandi dimensioni. È possibile soddisfare tutti i requisiti del gestore di rete, ad esempio la regolazione del livello della potenza o lo scambio di potenza reattiva. Gli impianti fotovoltaici possono essere connessi direttamente alla rete in bassa tensione oppure a quella in media tensione, utilizzando un normale trasformatore di media tensione. Grazie alle funzioni di comunicazione e di monitoraggio integrate, eventuali dispositivi esterni sono necessari solo per particolari esigenze di gestione della rete di distribuzione. La funzionalità master implica che, volendo, è possibile utilizzare i servizi di archiviazione dati. Gli inverter TLX rappresentano la soluzione ideale per qualsiasi impianto fotovoltaico, senza costi aggiuntivi e senza compromessi. Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Quaderno applicazione maggio

4 Sommario Questo documento fa parte di una serie di pubblicazioni il cui scopo è quello di consentire ai progettisti di conoscere e sfruttare le potenzialità dei prodotti Danfoss. Le informazioni raccolte in questi documenti, insieme alla flessibilità intrinseca degli inverter TLX, permetteranno ai progettisti di utilizzare gli inverter TLX Pro in varie applicazioni che vanno dagli impianti residenziali ai grandi impianti industriali. Questi documenti spiegano come gli impianti FV siano progettati in modo ottimale grazie all uso degli inverter di stringa TLX Pro ad alta efficienza e come questi inverter contribuiscano a semplificare la comunicazione, la messa in funzione e la manutenzione dell intero impianto. Questo quaderno applicazione, in particolare, descrive le installazioni che prevedono la presenza di molteplici inverter per impianti connessi alla rete con potenza totale da 100 kva fino a oltre 1 MVA, con l unico limite di non avere più di 100 inverter collegati tra loro. Sarebbe possibile anche collegare più di 100 inverter per realizzare impianti di potenza ancora maggiore, ma in tal caso potrebbero entrare in gioco prescrizioni del gestore della rete o limiti tecnici. In caso di impianti con potenza di svariati MW è consigliabile quindi contattare Danfoss per ricevere il supporto necessario. Utilizzando gli inverter TLX è possibile progettare impianti fotovoltaici di media-grande taglia, adatti a qualsiasi installazione su tetto o a terra, senza avere bisogno di particolari competenze tecniche come nelle soluzioni con inverter centralizzati. Per impianti di queste dimensioni è necessario avere a disposizione superfici abbastanza grandi, magari su diversi tetti; in questi casi l area è spesso soggetta a ombreggiamenti parziali. Il progetto dell impianto fotovoltaico risulta molto più semplice se si utilizzano più inverter di taglia ridotta con un elevato numero di MPPT. Gli impianti a terra sono di solito molto grandi e necessitano di una maggiore quantità di attrezzature di montaggio. Offrendo un maggior numero di MPPT, gli inverter TLX permettono di tollerare situazioni di ombreggiamento durante i mesi invernali. Questo significa che lo spazio tra le file può essere ridotto, sfruttando al massimo l area disponibile. Inoltre i costi direttamente collegati allo spazio necessario, ad esempio l area occupata dai cablaggi, si riducono in virtù delle ridotte dimensioni degli inverter. Grazie all uscita trifase sul lato CA e alla tensione massima di lavoro molto elevata sul lato CC, l utente dispone del massimo grado di flessibilità nella scelta della posizione ideale per il montaggio dell inverter. È possibile collegare tratte di cavo molto lunghe sia sul lato CA che sul lato CC senza perdite significative. La stazione di trasformazione in media tensione, necessaria per la connessione alla rete MT, può essere una normale stazione di trasformazione, con costi ragionevoli e senza particolari difficoltà di reperimento. L impianto, grazie all alto numero di inverter che lavorano in maniera indipendente, non risente, se non minimamente, di eventuali guasti a qualche modulo o inverter. È possibile monitorare le stringhe di pannelli senza bisogno di un hardware supplementare. L elevato numero di inseguitori del punto di massima potenza (MPPT) insieme all ottima efficienza degli algoritmi di tracking permette di massimizzare la resa su ogni tipo di tetto, anche in presenza di ombreggiamenti. La combinazione di più inverter da 15 kva con altri inverter TLX di taglia diversa permette anche di scegliere la potenza totale di uscita in CA in modo da avere il rapporto ideale con la potenza FV. Ogni inverter TLX Pro è dotato di un sistema integrato di archiviazione dati, monitoraggio e controllo. È possibile collegare direttamente sensori esterni di temperatura e di irraggiamento a un inverter master, semplificando l integrazione del sistema di monitoraggio con prestazioni di riferimento. Per gli impianti che richiedono una regolazione del livello di potenza (PLA) o altre funzioni ausiliarie per il collegamento alla rete MT, si utilizza la Grid Management Box per interfacciare l ingresso dalla rete di distribuzione al sistema. L inverter master verifica che l impianto funzioni secondo i requisiti previsti dal gestore di rete. Quindi un impianto basato sugli inverter TLX Pro permette di realizzare un sistema completo con prodotti di un unico fornitore. Qualsiasi inverter TLX Pro può essere impostato come master, senza la necessità di ordinare un unità speciale. Gli altri inverter dell impianto possono essere collegati al master tramite la rete LAN Ethernet in configurazione a stella o a margherita, a scelta dell installatore. Una volta collegati gli inverter, gli indirizzi IP vengono settati automaticamente. Gli installatori possono anche utilizzare l interfaccia web integrata dell inverter per completare l installazione nel modo più semplice, configurando i parametri necessari per la regolazione PLA o per le altre funzioni supplementari richieste per il collegamento alla rete MT. Tramite l inverter master è possibile replicare la configurazione dei parametri in tutti gli inverter dell impianto. Il cablaggio della rete di comunicazione e la configurazione dell impianto sono quindi molto più semplici, richiedono meno tempo ed evitano potenziali errori. 4 Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Articolo Maggio 2011

5 1. Diversamente dagli impianti con inverter centralizzati, non serve una particolare preparazione per l installazione, la manutenzione o la sostituzione degli inverter di stringa. Un normale elettricista può provvedere alla manutenzione degli inverter di stringa installati, pertanto non sono necessari contratti di assistenza che prevedano l intervento di specialisti inviati dal produttore degli inverter. Per l assistenza, dal display dell inverter è possibile accedere ad una copia di backup delle informazioni di configurazione e dei dati dell impianto, modificandoli senza problemi. Inoltre, eliminando i quadri di parallelo, la manutenzione sul lato CC non è più necessaria. Per il monitoraggio è possibile utilizzare l interfaccia web integrata che permette di controllare tutte le informazioni relative all impianto, oppure impostare l inverter master in modo che i dati vengano inviati ad un servizio di archiviazione, tramite la funzione automatica di upload FTP. Tramite l interfaccia web del servizio di archiviazione dati si possono eseguire le normali funzioni di monitoraggio, ma anche analizzare in dettaglio eventuali errori. I dati, dettagliati fino al livello della singola stringa, vengono trasferiti ad un archivio centrale per poter essere monitorati durante le indagini sui risultati a lungo termine. Introduzione In un impianto FV, l inverter collega i pannelli FV lato CC alla rete lato CA con lo scopo di trasferire quanta più potenza possibile dai moduli alla rete. Per riuscire in questa operazione, l inverter deve estrarre quanta più energia possibile dai moduli e, allo stesso tempo, immettere quanta più energia possibile nella rete. Nelle sezioni seguenti verrà spiegato come è possibile garantire che sia il lato FV che il lato rete dell impianto siano ottimizzati dal punto di vista dell inverter. Per assicurare un tempo di funzionamento massimo e tempi di fermo ridotti al minimo, si consiglia l impiego di un sistema di monitoraggio. In funzione delle preferenze, possono essere prese in considerazione diverse soluzioni, pertanto viene qui di seguito presentato un ventaglio di possibili soluzioni. Anche il modo in cui l inverter viene installato potrebbe influire sull impianto, quindi verrà trattato anche questo aspetto. Infine menzioneremo brevemente le considerazioni relative alla manutenzione dell inverter. Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Quaderno applicazione maggio

6 2. Pannelli fotovoltaici e configurazione CC La quantità di energia solare che si riuscirà a produrre dipenderà dal tipo di moduli e dalla posizione e dal modo in cui sono installati. I pannelli sono disponibili in vari tipi e grandezze, offrendo la possibilità di diverse combinazioni di configurazioni FV. La scelta della configurazione ottimale in base alle condizioni locali dell installazione diventa pertanto importante affinché l inverter possa ottimizzare la quantità di potenza FV da convertire in potenza CA. Per offrire la più ampia gamma di soluzioni possibili, gli inverter TLX sono dotati delle seguenti caratteristiche: 4 taglie di potenza (8 kva, 10 kva, 12.5 kva, 15 kva) 2-3 inseguitori MPP indipendenti ognuno con: 1000 V CC a circuito aperto V di intervallo MPP 12 A di corrente in ingresso La scelta dei pannelli FV è una delle prime operazioni da eseguire. 2.1 Pannelli monocristallini o policristallini Sono disponibili due tipi di celle solari cristalline: le celle policristalline, meno costose e le celle monocristalline, con un efficienza leggermente maggiore. La maggior parte delle celle policristalline viene prodotta in unità da 6 pollici (156 mm 156 mm) con una potenza massima di 4 Wp. Le celle monocristalline standard sono disponibili in unità da 5 pollici (125 mm 125 mm) con potenza fino a 2,8 Wp, oppure in unità da 6 pollici con potenza fino a 4,2 Wp. Recentemente sono stati pubblicati nuovi valori di efficienza per celle solari prodotte in massa, benché queste celle non siano ancora disponibili su ampia scala Pannelli policristallini standard Le applicazioni più comuni di celle policristalline sono moduli con 48, 54 o 60 celle. Sul mercato sono disponibili anche grandi moduli a 72 celle, benché questi siano meno comuni. A seconda della potenza della cella, questi moduli producono fino a 190 Wp (48 celle), 215 Wp (54 celle), 240 Wp (60 celle) o 290 Wp (72 celle). I parametri di ingresso CC degli inverter TLX sono ottimizzati per collegare una stringa di questi moduli ad un ingresso con il proprio MPPT Pannelli monocristallini standard Moduli con celle monocristalline da 6 pollici sono sempre più presenti sul mercato. Questi sono disponibili con lo stesso numero di celle per modulo di quelli menzionati precedentemente con pannelli policristallini. I valori di potenza dei pannelli monocristallini possono raggiungere fino a 200 Wp (46 celle), 225 Wp (54 celle) 250 Wp (60 celle) o 300 Wp (72 celle). In questo caso è consigliabile collegare una stringa ad un singolo ingresso con il proprio MPPT. Le unità da cinque pollici vengono usate prevalentemente in moduli da 72 o 96 celle. Questi moduli producono fino a 200 Wp (72 celle) o 270 Wp (96 celle). La massima potenza possibile per stringa compatibile con gli inverter TLX è pari a 3,8 kwp. Per questo motivo l installatore deve collegare un numero di stringhe più elevato agli inverter per ottenere il fattore di configurazione consueto se confrontato con i moduli con celle da 6 pollici; ad esempio cinque stringhe ad un TLX 15k. 2.2 Pannelli a film sottile Tutti i pannelli a film sottile che non richiedono una messa a terra sul lato CC sono compatibili con gli inverter TLX. In particolare i moduli basati sulla tecnologia CIS o CIGS vengono usati per impianti FV residenziali e possono essere utilizzati anche con inverter senza trasformatore. Una sfida importante legata all uso di pannelli a film sottile è l alta tensione dei moduli stessi. Questa riduce il numero massimo di moduli per stringa; pertanto la potenza massima per stringa è limitata a circa 1,5 kwp. Spesso con pannelli a film sottile si riesce ad ottenere meno di 1 kwp di potenza per stringa. Ciò significa che l installatore deve collegare un numero piu grande di stringhe in parallelo per ottenere la potenza FV raccomandata per qualsiasi inverter. Qui entra in gioco l MPPT multiplo degli inverter TLX. Con un numero variabile da tre a otto stringhe per ingresso CC/MPPT, non è necessario usare diodi di stringa o fusibili di stringa, per cui si riducono le spese d installazione e si elimina l ulteriore potenziale di errore. Una volta scelto il tipo di pannelli da utilizzare, è importante pensare alla configurazione delle stringhe per sfruttare al meglio l area disponibile e per adattarsi al sito d installazione. 2.3 Fattore di configurazione Un impianto che utilizza potenza mediante inverter ad alta efficienza situato nell Europa Centrale non deve superare un fattore di configurazione di Psolare/Pinverter = 1,12, come indicato dal Dott. Bruno Burger 1. 6 Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Articolo Maggio 2011

7 Grazie ai migliori coefficienti di temperatura Pmpp e ad una migliore prestazione dei moduli a film sottile in condizioni di scarsa illuminazione, è consigliabile usare un fattore di configurazione di max. 1.1 utilizzando gli stessi moduli a film sottile. 1 Dimensionamento degli inverter per impianti FV collegati alla rete: Dott. Ing. Bruno Burger, Fraunhofer-Institut für Solare Energiesysteme ISE Heidenhofstraße 2, D Freiburg. Per moduli cristallini con celle solari standard, sono disponibili diverse opzioni con il TLX 15k nell orientamento ottimale: Moduli cristallini standard con celle solari da 6 pollici: 1 stringa di massimo 24 moduli da 60 celle su ciascuno dei tre ingressi 1 stringa di massimo 26 moduli da 54 celle su ciascuno dei tre ingressi 1 stringa di massimo 30 moduli da 48 celle su ciascuno dei tre ingressi Moduli cristallini standard con celle solari da 5 pollici: 5 stringhe di massimo 20 moduli da 72 celle suddivise sui tre ingressi 5 stringhe di massimo 15 moduli da 96 celle suddivise sui tre ingressi Moduli a film sottile, ad esempio First Solar FS-377 e FS-277: 14 stringhe di 15 moduli FS-377 suddivise su tre ingressi 21 stringhe di 10 moduli FS-277 suddivise su tre ingressi Quanto più ci si discosta dall orientamento e dall inclinazione ottimali, tanto più dovrebbe essere elevato il fattore di configurazione. Ad esempio, per un tetto con un inclinazione di 45 e un orientamento verso ovest, si può avere un fattore di configurazione di circa 1,18 poiché il tetto non sarà esposto al sole per tutto il giorno ed il sole presenterà una minore potenza di irraggiamento quando colpisce il tetto perpendicolarmente. Diversamente, un tetto con inclinazione di 6 e orientamento a ovest, dovrebbe avere un fattore di configurazione massimo di circa 1,25 poiché sarà esposto alla luce solare quasi per tutto il giorno, ma sempre con un angolazione obliqua. Nord-ovest Ovest Sud-ovest Sud Sud-est Est Nord-est Nord Inclinazione < Tabella 1: Fattore di configurazione in % relativo all orientamento dei moduli Europa Centrale Per le installazioni nel Sud Europa, dove è consigliato un fattore di configurazione più basso, la potenza può essere facilmente ridotta collegando meno moduli a ogni stringa qualora si utilizzino moduli cristallini, oppure meno stringhe all inverter qualora si utilizzino moduli a film sottile. 2.4 Massima tensione CC e tensione di esercizio Il coefficiente di temperatura negativo per la tensione a circuito aperto (Uoc) dei pannelli solari deve essere considerato quando si determina il numero massimo di moduli per stringa. Per l Europa Centrale, la pratica attuale è quella di calcolare la massima tensione CC con -10 C. A questa temperatura i moduli possono teoricamente raggiungere valori Uoc fino al 13% superiori rispetto all Uoc presente in condizioni di test standard (STC). Sebbene possano presentarsi temperature più basse dei moduli, non è il caso di prendere in considerazione questo caso. Questo è dovuto al fatto che il tasso di riduzione della tensione in presenza di un irraggiamento solare più ridotto produce solo valori Uoc più bassi del 10% circa con un irraggiamento di 200 W/m² rispetto ad un irraggiamento di 1000 W/m². Inoltre, anche con 200 W/m², si verifica un aumento della temperatura del modulo che produce una temperatura notevolmente superiore alla temperatura ambiente. Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Quaderno applicazione maggio

8 Per determinare i valori della tensione di esercizio in condizioni realistiche, è stato sviluppato il NOCT. NOCT sta per temperatura nominale di lavoro della cella. Questo valore è indicato anche sulla scheda tecnica di ogni modulo e indica la temperatura tipica della cella nel corso dell anno (per i moduli cristallini intorno a 45 C). L intervallo quotidiano di tensione CC di esercizio è importante per determinare l efficienza dell inverter. A differenza della maggior parte degli inverter monofase, gli inverter trifase estremamente efficienti raggiungono valori di tensione di esercizio prossimi alla loro tensione CC nominale. Questo significa che gli inverter confermano effettivamente l efficienza indicata sulla scheda tecnica. Come risultato, entra in gioco la seguente regola empirica: per raggiungere la migliore efficienza possibile dell inverter, si dovrebbe mirare ad avere il massimo numero di moduli per stringa. Se esiste una singola stringa con un numero inferiore di moduli e un livello di tensione CC inferiore, la corrispondente riduzione di efficienza influisce solo su una parte dei moduli collegati all inverter, con un effetto ridotto sull efficienza totale. 2.5 Inseguitore del punto di massima potenza (MPPT) Per installare un impianto fotovoltaico con uno o più inverter centralizzati, non sempre è possibile avere a disposizione una vasta superficie su un tetto che non sia soggetta a situazioni di ombreggiamento. Spesso dunque si deve ricorrere a compromessi tra il massimo sfruttamento del tetto disponibile e le possibili realizzazioni, dal punto di vista della tensione continua, dell impianto con inverter centralizzato Questa problema è aggravato ulteriormente quando si devono progettare impianti disposti su più falde o tetti diversi, con orientamenti e/o inclinazioni differenti. Gli inverter di stringa con MPPT multiplo permettono di ottimizzare lo sfruttamento di qualsiasi tetto, non solo perché consentono di realizzare impianti con la massima potenza, ma anche perché gli MPPT di stringa garantiscono la massima resa per ogni singola zona del tetto. Inoltre è possibile utilizzare moduli di diverso tipo se tale soluzione fosse ritenuta interessante per agevolare l installazione dell impianto. Nei grandi impianti a terra, vengono generalmente preferite le soluzioni con inverter centralizzato. Di conseguenza si accetta un valore inferiore per il rapporto tra potenza FV e MPPT: infatti, tanto maggiore è la potenza fotovoltaica per ogni MPPT, tanto minore è la precisione dell ottimizzazione nel punto di massima potenza a causa delle differenze tra le tensioni di funzionamento ottimali delle diverse stringhe collegate in parallelo. Inoltre il monitoraggio delle stringhe, sempre più richiesto, prevede l installazione di apparecchiature aggiuntive spesso costose. In molti casi, usando inverter di stringa con MPPT multipli, si può gestire ogni stringa di moduli cristallini mantenendola alla tensione MPP ottimale. L MPPT di stringa permette anche di raccogliere i dati relativi alla stringa senza che sia necessario installare sistemi di monitoraggio aggiuntivi. Questo si traduce in un minore costo complessivo e in una maggiore resa dell impianto, grazie alla migliore accuratezza del tracciamento MPP. 2.6 Perdite dovute ai cavi I cavi nell impianto FV contribuiscono a delle perdite, in quantità variabile a seconda della resistenza del cavo. Per uguali quantità di potenza trasferite su un cavo è possibile ridurre le perdite scegliendo un cavo con una maggiore sezione trasversale o aumentando la tensione di ingresso. In generale è consigliabile mantenere le perdite totali dovute al cavo inferiori all 1%. Avendo una configurazione del modulo con una tensione CC nominale intorno ai 700 V, nella maggior parte dei casi si utilizza il limite di 1000 V a circuito aperto e quindi la massima tensione possibile. Ciò significa che si possono risparmiare spese di cablaggio usando una sezione trasversale minore del cavo. Solitamente si usano 4 mm² nella maggior parte delle installazioni fino a circa 200 m di lunghezza totale di cavo CC. Per impianti fino a 300 m di lunghezza totale del cavo, un cavo con 6 mm² di sezione manterrà la perdita sotto l 1%. Con la tensione CC notevolmente più elevata della tensione CA, è anche consigliabile posare i cavi più lunghi sul lato CC poiché ciò contribuirà a mantenere basse le perdite totali dovute ai cavi. 2.7 Conclusioni L inverter TLX offre un ampio grado di flessibilità nella progettazione della configurazione FV, grazie alle capacità dei 2-3 inseguitori MPP regolati indipendentemente da 1000 V CC e ai 2-3 ingressi CC. Tutti i pannelli cristallini possono essere collegati direttamente all inverter, possono altresì essere utilizzati pannelli a film sottile e, poiché gli inverter TLX sono disponibili in diverse taglie di potenza, il rapporto da FV a CA può essere ottimizzato assicurando che si otterrà sempre l impianto più efficiente per l area e la superficie disponibile. Avendo assicurato la configurazione ottimale dell ingresso FV, è importante considerare anche le condizioni migliori per l uscita CA. 8 Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Articolo Maggio 2011

9 Rete e configurazione CA 3. Nonostante la progressiva globalizzazione dei sistemi, la fornitura dell energia prodotta tramite la rete non è un operazione semplice, dipendendo sia dalla grandezza dell installazione che dal tipo di rete a cui si è collegati. Diversi Paesi non hanno solo requisiti differenti da Paese a Paese, ma all interno del Paese stesso i requisiti di rete possono dipendere dalla quantità di potenza fornita. La caratteristiche degli inverter TLX rispetto al lato CA sono: Uscita trifase 3x400 V CA L-L Impostazioni di rete per 17 Paesi incluse le funzionalità di manutenzione ausiliarie Nel caso di impianti più grandi con numerosi inverter, diventano rilevanti anche le considerazioni relative all ubicazione degli inverter stessi, prendendo in considerazione la tipologia e lunghezza del cablaggio CA rispetto al cablaggio CC. 3.1 Punto di connessione (PC) Il punto di connessione (PC) è il punto in cui il sistema FV è collegato alla rete elettrica pubblica. Il PC viene valutato e selezionato dal DNO tenendo presente che il punto selezionato non deve influire sulle prestazioni dell impianto e che la potenza generata non dovrebbe interferire con la rete, l alimentazione di tensione o il dispositivo elettrico collegato. Ciò serve ad isolare elettricamente il sistema di generazione di potenza FV ed il circuito di consumo di corrente. Più impianti FV possono essere collegati al punto comune, sebbene dovrebbe essere presa in considerazione la capacità totale di generazione di potenza. 3.2 Configurazione CA Gli inverter TLX consentono un elevato livello di tensione CC. È così possibile attraversare lunghe distanze con un cavo FV standard, il che aumenta la flessibilità nel trovare la posizione ideale per il montaggio degli inverter. Concentrando tutti gli inverter in una postazione (idealmente accanto al punto di alimentazione a bassa tensione) generalmente si possono ottenere spese più contenute per un cablaggio CC e CA. Quando si installa un impianto FV su diversi edifici, l installatore può scegliere di installare gli inverter in gruppi per ogni edificio oppure utilizzare l alta tensione CC degli inverter TLX per unire tutti gli inverter in una postazione. Questa flessibilità minimizzerà le perdite dovute ai cavi, le spese d installazione dei cavi stessi e le sottodistribuzioni CA. A parte il cavo CA standard che collega gli inverter alle cassette di distribuzione CA, non è necessario nessun altro cavo (oppure un solo cavo) CA per collegare il trasformatore. Anche il minor numero di punti di distribuzione in CA contribuisce ai risparmi offerti dagli inverter di stringa. 3.3 Rete a bassa tensione Per livelli di potenza in uscita al di sotto di 200 kva, spesso è possibile collegare direttamente gli inverter alla rete in bassa tensione. La connessione alla rete di distribuzione a bassa tensione ha meno requisiti rispetto alla rete MT. Tuttavia è evidente che si tende ad adottare progressivamente gli stessi requisiti della rete MT anche per la distribuzione a bassa tensione e quindi le funzioni di supporto di rete sono ormai necessarie, almeno parzialmente, anche nelle installazioni connesse alla rete BT Servizi supplementari per rete a bassa tensione Un esempio di supporto alla rete necessario (servizio ausiliario) viene dalla Germania dove, da luglio 2011, sono in vigore i requisiti che riguardano la riduzione della potenza attiva e il controllo della potenza reattiva. La riduzione della potenza dovrà essere realizzata per tutte le frequenze superiori al limite di immissione in rete, in tutti gli impianti. La riduzione su richiesta del gestore di rete riguarda invece solo gli impianti con potenza superiore a 100 kva. Il dispositivo di controllo remoto fornito dal gestore di rete può essere collegato alla Grid Management Box Danfoss. Questo apparato controlla la riduzione della potenza in uscita negli impianti fotovoltaici con inverter TLX Pro; la potenza può essere ridotta dello 0%, 30% o 60% e può essere ripristinata al 100% in funzione delle esigenza del gestore, per mantenere la rete elettrica stabile. Inoltre gli inverter TLX+ e TLX Pro+ sono in grado di controllare la potenza reattiva, sia come un valore fisso di Cos(φ), sia come una funzione della potenza generata quando si seleziona l impostazione Paese Germania BT dal Rete a media tensione In Germania i sistemi fotovoltaici con potenza in uscita CA maggiore di 400 kva devono essere collegati alla rete MT. Di conseguenza, per interfacciarsi alla rete è necessario un trasformatore in media tensione. In Germania il gestore BDEW ha realizzato una guida specifica per la connessione alla rete MT degli impianti di generazione. In altri Paesi esistono (oppure esisteranno) direttive simili. Questa direttiva definisce come gli impianti fotovoltaici debbano collaborare alla gestione della rete di distribuzione. Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Quaderno applicazione maggio

10 3.4.1 Servizi supplementari per reti a media tensione Di recente, in molti Paesi, sono stati aggiunti nuovi requisiti dai fornitori di rete di distribuzione. Per tutti gli impianti fotovoltaici collegati direttamente alla rete in media tensione un requisito frequente è il supporto alla stabilità della rete. Per i Paesi con questo tipo di requisiti è possibile scegliere le impostazioni specifiche (indicate con MT) al momento della configurazione dell inverter. Una volta selezionato, il relativo servizio ausiliario viene attivato. A seconda del tipo di servizio richiesto, potrebbe essere necessario un ingresso esterno per il controllo. In tal caso bisogna collegare una Grid Management Box. La Grid Management Box è un apparato di interfaccia collocato tra il contatore del gestore di rete ed il sistema di comunicazione di rete dell inverter, che permette di controllare parametri e impostazioni. Attualmente la Germania è il Paese che ha implementato il maggior numero di requisiti di supporto, compresa la riduzione della potenza attiva, il controllo della potenza reattiva e il supporto alla gestione dei grid faults. La riduzione di potenza è prevista sia per le frequenze superiori al limiti di immissione sia in caso di richiesta del gestore. Le richieste del gestore di limitare la potenza immessa in rete vengono trasmesse tramite un segnale remoto di controllo che arriva a quattro relè di uscita, determinando il valore della potenza nominale (0%, 30%, 60% o 100%) che può essere immessa in rete. La gestione della potenza reattiva si basa su diversi schemi, dal più semplice, con un valore fisso del fattore di potenza (PF fisso) o della potenza reattiva (Q fissa) a quelli che prevedono il fattore di potenza controllato in automatico in funzione della potenza [PF(P)] o della tensione di rete [Q(U)]. Per migliorare la rete in caso di problemi, l inverter deve essere in grado di rimanere collegato per un periodo definito anche in caso di assenza di tensione di rete. Durante tali periodi l inverter continua a fornire corrente reattiva contribuendo a ripristinare la tensione della rete di distribuzione, mentre l eventuale guasto viene risolto. Gli inverter TLX Pro+, se collegati alla Grid Management Box, sono in grado di rispettare tutti i vari requisiti. 3.5 Stazione di trasformazione Per collegare l impianto alla rete in media tensione è necessaria una stazione di trasformazione. Avendo a disposizione spazio sufficiente, è possibile installare una stazione di trasformazione indipendente in posizione centrale rispetto all area d installazione dell impianto. Potrebbe però anche essere necessario o preferibile usare una stazione compatta posizionata all esterno dell edificio su cui è installato l impianto fotovoltaico. Nel caso di impianti a terra questa è la soluzione preferita. Le stazioni compatte, o trasformatori, sono disponibili in varie dimensioni standard e sono fra quelle utilizzate più diffusamente. Solitamente sono reperibili senza problemi in tempi brevi. Tali stazioni possono essere ordinate già prefabbricate, riducendo il lavoro ed il costo per l installazione. L utilizzo di un trasformatore a bassa perdita riduce il consumo di corrente notturno del trasformatore al di sotto dello 0,4% della produzione annuale. Di conseguenza, le perdite da cortocircuito nel trasformatore hanno un impatto minimo sulla resa complessiva. Nell area di media tensione dei trasformatori di queste dimensioni, possono essere inseriti quadri di alimentazione in uscita con fusibili HH al posto dei più costosi interruttori di potenza. 3.6 Approvazione dell impianto per la connessione alla rete a media tensione in Germania Per la connessione alla rete MT sono richieste varie approvazioni. In genere è necessario contattare il gestore di rete del proprio Paese per conoscere la procedura corretta. A titolo di esempio, viene descritta la procedura per la connessione alla rete MT in Germania. In Germania, per collegare un impianto fotovoltaico alla rete MT, occorre seguire una procedura in quattro fasi. La procedura è descritta dalla guida tecnica pubblicata da BDEW. Per prima cosa, il proprietario dell impianto deve presentare richiesta al DNO. La richiesta deve includere la scheda tecnica ed il certificato dell inverter. In base alla richiesta, il DNO comunicherà al proprietario dell impianto il valore della potenza che può essere immessa [SKV, ΨK]. Con questa informazione, il proprietario potrà realizzare l impianto e quindi farlo certificare da un soggetto idoneo. Il certificato includerà anche una simulazione di rete dell impianto. Per realizzarla il certificatore, se non ne dispone già, richiederà un modello di simulazione dell inverter, che riceverà direttamente da Danfoss. 3.7 Conclusioni Gli inverter TLX assicurano che l energia prodotta venga fornita alla rete secondo tutte le norme e legislazioni nazionali senza causare problemi all impianto. L inverter fornisce sempre un uscita simmetrica e, al suo interno, include funzionalità d impostazione per soddisfare tutti i regolamenti della rete per 17 diversi Paesi. Avendo progettato la migliore soluzione per l impianto, è nostro interesse includere il monitoraggio delle prestazioni generali e dello stato dell impianto, al fine di verificare che il ritorno dell investimento sia quello previsto e per dare la possibilità di intervenire prima che potenziali problemi si aggravino. 10 Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Articolo Maggio 2011

11 Comunicazione e monitoraggio Avendo dedicato del tempo all ottimizzazione dell impianto FV, perfezionandolo per raccogliere quanta più energia possibile dai moduli FV e alimentarla in modo corretto nella rete, è importante anche assicurarsi che l impianto continui a farlo in maniera duratura nel tempo. Grazie al moderno hardware e al sofisticato software incorporato, la gamma di inverter TLX include dettagliate funzionalità di registrazione dati che supportano il monitoraggio desiderato; sia che si voglia usare una soluzione integrata sia una esterna, gli inverter TLX forniscono varie possibilità di interazione: Server web integrato Prodotti esterni 4. A seconda del tipo di interazione prescelto, si può decidere tra diversi metodi di comunicazione: Comunicazione Ethernet Comunicazione RS-485 Comunicazione GSM Per facilitare sia l interazione che i processi di comunicazione negli impianti con numerosi inverter, sono state raccolte varie funzionalità supplementari in quella che è nota come Funzionalità Master. I servizi supplementari che richiedono un controllo e un ingresso centralizzato usano il sistema di comunicazione per la distribuzione dei segnali di controllo richiesti. Nelle pagine seguenti verranno descritte inizialmente le possibilità di comunicazione che creano la base per le diverse possibilità di interazione, dettagliate in seguito. Inoltre verranno trattati il server web e le funzioni master prima ancora di menzionare i prodotti accessori. 4.1 Opzioni di monitoraggio Per un impianto con potenza in uscita di varie centinaia di kw è pratica comune realizzare la connessione alla rete in media tensione. Di conseguenza, un impianto di queste dimensioni deve offrire tutte le funzioni di supporto richieste dalle reti in media tensione. Se l impianto dev essere connesso ad una rete in bassa tensione, possono essere richieste alcune funzioni di supporto alle reti di questo tipo, ad esempio la regolazione PLA. Il TLX Pro include una soluzione economica di funzionalità di registrazione e monitoraggio poiché comprende un estesa interfaccia web accessibile tramite rete Ethernet. Tutti i parametri di sistema individuali e cumulati sono accessibili attraverso l inverter master, fornendo un unico punto di accesso all intera rete di comunicazione degli inverter Monitoraggio integrato, comunicazione Ethernet Il TLX Pro è dotato di un elevata capacità di registrazione (la capacità di memorizzazione è 34 giorni ad intervalli di 10 minuti). Gli intervalli di registrazione possono essere cambiati (ogni minuto, ogni dieci minuti o ogni ora). I dati registrati nell inverter sono accessibili tramite una connessione LAN con l inverter. La rete LAN può essere configurata in due modi: a) Accesso diretto Collegando il computer direttamente all inverter master TLX Pro tramite LAN: Indirizzamento automatico (APIPA), nessun router, nessun DHCP Accesso locale dal computer attraverso Explorer o Firefox, Si avrà a disposizione un estesa interfaccia di amministrazione e di monitoraggio attraverso il server web integrato b) Accesso Internet Collegando un inverter master TLX Pro tramite LAN da un router, quindi ad Internet (come mostrato nella figura seguente). Router con DHCP che assegna gli indirizzi IP agli host (inverter e computer) Accesso locale agli inverter dal computer locale tramite Explorer o Firefox Accesso agli inverter da Internet attraverso Explorer o Firefox Configurazione delle tabelle NAT del router richiesta Si avrà a disposizione un estesa interfaccia di amministrazione e monitoraggio attraverso il server web consentendo di inviare i dati tramite FTP ad un servizio di immagazzinamento dati, come un portale specifico, oppure tramite ai destinatari specificati. Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Quaderno applicazione maggio

12 Ingresso FV Inverter Stoccaggio dati www Interfaccia web dell'utente 3 MPPT Connessione LAN Connessione LAN Router Grid Management Box Connessione LAN Connessione alla rete 3 MPPT Rete Dispositivo di controllo remoto K1-K4 Connessione LAN Trifase 3 MPPT Rete LAN Struttura della rete Margherita (daisy chain) Collegamenti a stella Nessun anello! Struttura della rete 12 Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Articolo Maggio 2011

13 4.1.2 Comunicazione RS-485 Come alternativa al monitoraggio integrato, è possibile collegare un datalogger o un weblogger (gamma ComLynx o un unità di terzi) all inverter attraverso la comunicazione RS-485. Queste unità sono in seguito accessibili tramite un computer per scopi di monitoraggio dati. Il protocollo ComLynx RS-485 è aperto e scaricabile liberamente nel caso si voglia sviluppare una propria soluzione di comunicazione. Ingresso FV Inverter Stoccaggio dati www Interfaccia web dell'utente 3 MPPT Connessione RS-485 LAN connection WEB logger Router Connessione RS-485 Grid Connessione alla rete 3 MPPT Rete Dispositivo di controllo remoto K1-K4 Connessione RS-485 Trifase 3 MPPT Rete RS Comunicazione GSM Un inverter TLX può essere aggiornato attraverso un modem GSM. Ciò consente la trasmissione di dati tramite GSM a servizi esterni di archiviazione dati o come SMS. Nota: nelle reti di inverter con TLX Pro, solo l inverter definito come master richiede un aggiornamento attraverso il modem GSM. 4.2 Server web Attraverso la rete Ethernet è possibile accedere ai dati registrati usando il server web che è integrato in tutti gli inverter TLX Pro. Una volta che la rete è stata instaurata, basta aprire un browser Internet (Explorer o Firefox) e digitare il nome dell inverter nel campo dell indirizzo. Tramite il server web si può accedere a tutti i più importanti parametri, ma molto più velocemente, facilmente ed in modo più esplicativo che attraverso il display dell inverter stesso. Il server web vi consente di: Monitorare o modificare la configurazione inverter/impianto Monitorare o modificare lo stato dell impianto FV Mostrare grafici e curve (resa o emissione CO₂ evitate, ecc.) Configurare la modalità di comunicazione ( o SMS ai destinatari) Selezionare automaticamente la lingua tra otto disponibili Inoltre, i dati possono essere esportati in diverse modalità ed è possibile quindi effettuare a posteriori analisi e confronti dei dati stessi. Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Quaderno applicazione maggio

14 4.3 Funzionalità master Gli inverter TLX Pro sono dotati di una funzione Master/Follower. Ogni inverter TLX Pro può essere definito come un inverter master con controllo unidirezionale su uno o più inverter. Con la funzionalità master, la configurazione, la messa in funzione ed il monitoraggio saranno notevolmente semplificati, poiché consente di: Raccogliere e riassumere i dati dall intera rete di comunicazione degli inverter Caricare dati da servizi di immagazzinamento dati Distribuire o SMS Replicare i dati dall inverter master ai follower (configurazione inverter/impianto) 4.4 ComLynx Datalogger Per una capacità di memorizzazione supplementare, l impianto FV può essere dotato di unità di registrazione esterne usando la rete di comunicazione RS-485. In questo modo si ottengono tra 1,5 e 4 anni di capacità di memorizzazione e comunicazione sulla base del protocollo RS-485. Danfoss offre i datalogger e weblogger della gamma ComLynx. ComLynx Datalogger e ComLynx Datalogger +, dotato di un sensore d interfaccia ComLynx Weblogger con sensore d interfaccia compatibile La gamma Comlynx traduce e trasmette tutti i parametri importanti (resa, eventi inverter, ecc.) dall inverter direttamente ad un computer o ad un modem per l accesso remoto. Oltre alla gamma Danfoss Comlynx, varie soluzioni di monitoraggio sono compatibili con gli inverter fotovoltaici Danfoss. Consultare il proprio fornitore per la corretta applicazione. 4.5 Accessori Grid Management Box La Grid Management Box Danfoss è progettata per supportare la funzione master degli inverter TLX Pro etlx Pro+ per soddisfare i requisiti più recenti delle reti di distribuzione. Dopo aver ricevuto il segnale di controllo dalla rete, la Grid Management Box inoltra il comando all inverter master, che poi esegue le seguenti operazioni, a seconda della necessità: Scambio della potenza reattiva Regolazione livello di potenza Nota: la Grid Management Box Danfoss può essere utilizzata solo con inverter TLX Pro e TLX Pro+ e le funzioni di gestione di rete dei TLX Pro e TLX Pro+ possono essere sfruttate solo con la Grid Management Box Danfoss. Lo schema seguente illustra l ubicazione della Grid Management Box nell impianto: Dispositivo di controllo remoto K1-K4 Danfoss Grid Management Box Ethernet Ethernet Ethernet Rete Grid Management Box 14 Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Articolo Maggio 2011

15 4.5.2 Router Per consentire la comunicazione tra Internet e gli inverter, dovrebbe essere usato un router per funzioni di direzione del traffico, vale a dire un router con DHCP che assegni indirizzi agli host (inverter e computer). Dovrebbe essere effettuata una configurazione delle tabelle NAT del router. I router per uso non professionale non sono adatti alle installazioni industriali di dimensioni medio-grandi, a causa della quantità di traffico che dev essere gestito. Occorre impiegare un router professionale, in grado di sopportare il traffico della rete. Per individuare la corretta soluzione per ogni applicazione e garantire che il router venga configurato in maniera corretta, è consigliabile rivolgersi ad uno specialista di reti IT Kit sensori I sensori possono essere collegati direttamente all interfaccia sensore integrata negli inverter TLX Pro master. I sensori esterni vengono usati per fornire un monitoraggio sofisticato delle condizioni ambientali per effettuare un calcolo accurato delle prestazioni. Danfoss offre un kit sensori che include: Sensore irraggiamento Sensore temperatura del modulo Sensore temperatura ambiente Sensore contatore energia (S0) L ingresso da un contatore è supportato secondo EN , allegato D. S0 è un ingresso a conteggio logico. L ingresso del contatore viene mostrato tramite il display, il server web o una soluzione di monitoraggio esterna. 4.6 Conclusioni Le opzioni di monitoraggio consentono di seguire attivamente l impianto FV e di identificare rapidamente potenziali problemi. Se è necessario un intervento tecnico, la ricerca e riparazione guasti potrà essere effettuata facilmente poiché la panoramica di sistema dettagliata consente di limitare le cause potenziali. Con le soluzioni di monitoraggio integrato si ottengono i vantaggi di un sistema di monitoraggio completo, senza il disagio di dover collegare unità esterne. Tutte le richieste che riguardano la gestione della rete di distribuzione vengono gestite attraverso un unica soluzione realizzata dallo stesso fornitore. Un installazione semplice nonché un cablaggio ed una gestione quanto più facili possibile sono da sempre una nostra priorità. Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Quaderno applicazione maggio

16 5. Installazione Il peso contenuto e le piccole dimensioni degli inverter di stringa consentono di installare con facilità l unità in spazi predefiniti all interno o sopra l edificio, oppure sul retro delle strutture di montaggio a terra. Caratteristiche dell inverter: 35 kg mm Gli inverter TLX con grado di protezione IP54 sono adatti per le installazioni all esterno e non richiedono ulteriori ripari se montati all ombra. Tuttavia l unità può anche essere montata all interno dell edificio, purché in una stanza adeguatamente ventilata. Se l impianto è situato ad un altitudine superiore a 1000 m, occorre considerare altri aspetti relativi al fattore di configurazione per compensare il minor effetto raffreddante, conseguenza dell aria più rarefatta. 5.1 Ubicazione degli inverter Per le installazioni su tetto, si preferisce un sito d installazione all interno dell edificio che comprende l impianto FV. Se si usano gli inverter TLX è sufficiente posare due o tre paia di cavi CC in tutto l edificio per ogni inverter. Tuttavia, alcuni tipi di pannelli solari richiedono un numero di stringhe superiore. In tali casi è possibile collegare coppie di stringhe in parallelo usando connettori a Y nell array FV. Per le installazioni a terra, si consiglia di montare gli inverter sotto ai moduli, perché i moduli stessi offrono un riparo dalla pioggia e dal sole. 5.2 Cablaggio CA Cavi CA standard con sezioni trasversali fino a 10 mm² possono essere collegati direttamente all inverter. Ciò consente agli inverter da 15 kva di superare distanze dal punto di alimentazione fino a 60 m senza un ulteriore aumento delle perdite dovute al cavo. Possono comunque essere usati anche cavi più piccoli di 6 mm² o 4 mm². I cavi devono essere cavi a 5 fili CC Nella maggior parte dei casi, un cavo standard con una sezione trasversale di 4 mm² o 6 mm² è la scelta migliore per collegare le stringhe del modulo all inverter. Le perdite dovute al cavo rimangono entro limiti ragionevoli se si usano cavi da 4 mm² o 6 mm² su distanze totali fino a 100 m o, rispettivamente, 300m. Un altra opportunità di risparmio economico consiste nell opzione di collegare in parallelo tutte le stringhe di un inverter. Dopo il collegamento in parallelo delle stringhe dell array FV, è possibile coprire distanze di varie centinaia di metri usando una coppia di cavi di rame CC standard con sezioni trasversali di 25 mm² o 35 mm². Una volta che la potenza sarà stata suddivisa tra tutti gli ingressi CC dell inverter, l inverter stesso funzionerà in seguito nella modalità parallela Cavi di comunicazione La connessione Ethernet richiede: Uso di un cavo Cat 5 Tra un inverter TLX Pro e un computer/internet Tra più inverter TLX Pro La connessione RS-485 richiede Uso di un cavo Cat 5 Tra un weblogger e un inverter Tra più inverter (nota: nessuna funzionalità Pro) 5.3 Conclusioni La facile gestione degli inverter TLX significa piena flessibilità nel sito d installazione. L impianto completo perfettamente progettato, installato e monitorato verrà valorizzato dalla sicurezza del servizio di assistenza Danfoss. 16 Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Articolo Maggio 2011

17 Assistenza/affidabilità 6. Gli inverter di stringa hanno il vantaggio di essere componenti standard reperibili in commercio. Diversamente dagli impianti con inverter centralizzati, non serve una particolare preparazione per l installazione, la manutenzione o la sostituzione degli inverter di stringa. Un normale elettricista può provvedere alla manutenzione degli inverter di stringa installati, pertanto non sono necessari contratti di assistenza che prevedano l intervento di specialisti inviati dal produttore degli inverter. Per l assistenza, dal display dell inverter è possibile accedere ad una copia di backup delle informazioni di configurazione e dei dati dell impianto, modificandoli senza problemi. Inoltre, eliminando i quadri di parallelo, la manutenzione sul lato CC non è più necessaria. Avendo scelto la soluzione di stringa, in caso di guasti a pannelli o inverter, si fermerà solo una parte limitata dell impianto. Comunque, in caso di problemi, la vasta rete del servizio di assistenza Danfoss garantirà sempre il massimo supporto agli utenti. L hotline è disponibile nei normali orari d ufficio. Il servizio è disponibile in cinque lingue - inglese, tedesco, francese, spagnolo e italiano - ed il personale tecnico sa perfettamente come fornire l assistenza necessaria. Nel caso serva un nuovo inverter, garantiamo che verrà spedito il prima possibile ed entro un massimo di 24 ore. Se gli operatori dell hotline non sono in grado di risolvere il problema per il quale si richiede assistenza, il nostro on-site team avrà cura del caso, prendendolo in carico entro 24 ore. I team di assistenza consistono di tecnici esperti con un addestramento specifico in inverter solari ed impianti FV. Per gli impianti di grandi dimensioni la garanzia è di 5 anni, con la possibilità di estenderla fino a 20 anni. Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Quaderno applicazione maggio

18 18 Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Articolo Maggio 2011

19 Soluzioni per impianti medio-grandi basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Quaderno applicazione maggio

20 Funzionalità Tipo di rete rilevante TLX TLX+ TLX Pro TLX Pro+ Comunicazione Ethernet Funzionalità master Replica delle impostazioni Aggiornamento software dall inverter master Caricamento dati x x Logger integrato Backup delle impostazioni dell inverter x x Capacità di memorizzazione 3 giorni 3 giorni 34 giorni 34 giorni Interfaccia sensori x x x x Comunicazione Ethernet Monitoraggio incluso Server web x x Allarmi Monitoraggio Comlynx Comunicazione RS-485 Caricamento dati Allarmi x x x x Monitoraggio dati con servizi esterni Comunicazione RS-485 Caricamento dati Allarmi x x x x Modem GSM Caricamento dati a server FTP x x x x Caricamento dati attraverso l inverter master x x Servizi supplementari che prevedono la funzionalità master e la Grid Management Box PLA BT/MT x x P(F) BT/MT x PF MT x Q MT x PF(P) MT x Q(U) MT x Fault Ride Through MT x Servizi supplementari senza l utilizzo di altri prodotti o usando prodotti di terzi PLA BT/MT x x x x P(F) BT/MT x x PF MT x x Q MT x x PF(P) MT x Q(U) MT Fault Ride Through MT x x Danfoss S.r.l. Solar Inverters Corso Tazzoli 221 I Torino Italia Telefono: Fax: DKSI.PK.21.K1.06 Prodotto da PE-MMSC

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Soluzioni per impianti residenziali basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Soluzioni per impianti residenziali basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Soluzioni per impianti residenziali basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Danfoss Solar Inverters A/S Quaderno applicazione MAGGIO 2011 Indice 1 Introduzione... 5

Dettagli

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Soluzioni per impianti commerciali di piccola taglia basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Soluzioni per impianti commerciali di piccola taglia basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Soluzioni per impianti commerciali di piccola taglia basate sulla tecnologia degli inverter TLX Pro Danfoss Solar Inverters A/S Quaderno applicazione MAGGIO 2011 Indice 1

Dettagli

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Quaderno applicazione Inverter di stringa per impianti fotovoltaici Moduli cristallini

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Quaderno applicazione Inverter di stringa per impianti fotovoltaici Moduli cristallini MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Quaderno applicazione Inverter di stringa per impianti fotovoltaici Moduli cristallini Danfoss Solar Inverters Quaderno applicazione Edizione 1 gen. 2011 Indice 1. Introduzione...

Dettagli

SolarMax Serie MT. Massima potenza per rendimenti elevati.

SolarMax Serie MT. Massima potenza per rendimenti elevati. SolarMax Serie MT Massima potenza per rendimenti elevati. Tre fasi sono il numero perfetto. Da oltre 20 anni Sputnik Engineering produce inverter senza trasformatore. I nostri ricercatori e ingegneri hanno

Dettagli

Quaderno applicazione Inverter TripleLynx per sistemi FV di grandi dimensioni montati sul tetto

Quaderno applicazione Inverter TripleLynx per sistemi FV di grandi dimensioni montati sul tetto MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Quaderno applicazione Inverter TripleLynx per sistemi FV di grandi dimensioni montati sul tetto Gennaio 2010 SOLAR INVERTERS Indice 1 Introduzione Sommario esecutivo...2 2

Dettagli

SolarMax serie HT La soluzione perfetta per impianti fotovoltaici commerciali e industriali

SolarMax serie HT La soluzione perfetta per impianti fotovoltaici commerciali e industriali SolarMax serie HT La soluzione perfetta per impianti fotovoltaici commerciali e industriali Massima redditività Gli impianti fotovoltaici sui tetti delle aziende commerciali e industriali hanno un enorme

Dettagli

Inverter centralizzati ABB PVS800 da 100 a 1000 kw

Inverter centralizzati ABB PVS800 da 100 a 1000 kw Inverter solari Inverter centralizzati ABB PVS800 da 100 a 1000 kw Gli inverter centralizzati ABB sono in grado di assicurare nuovi livelli di affidabilità, efficienza e semplicità di installazione. Questi

Dettagli

Gamma di inverter fotovoltaici Danfoss DLX Prestazioni e flessibilità in un design user-friendly

Gamma di inverter fotovoltaici Danfoss DLX Prestazioni e flessibilità in un design user-friendly MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Gamma di inverter fotovoltaici Danfoss DLX Prestazioni e flessibilità in un design user-friendly Per impianti residenziali da 2,0 kw a 4,6 kw 97,3% di efficienza massima Prestazioni

Dettagli

L inverter SMA, il cuore di ogni impianto fotovoltaico

L inverter SMA, il cuore di ogni impianto fotovoltaico L inverter SMA, il cuore di ogni impianto fotovoltaico L efficienza di un impianto fotovoltaico dipende dall efficienza dell inverter. Il suo compito è di trasformare la corrente continua delle celle solari

Dettagli

Dimensioni massime dell impianto: 15 kwp. Powermanagement opzionale. Possibilità di monitoraggio, ottimizzazione e regolazione dell autoconsumo

Dimensioni massime dell impianto: 15 kwp. Powermanagement opzionale. Possibilità di monitoraggio, ottimizzazione e regolazione dell autoconsumo Dimensioni massime dell impianto: 15 kwp Powermanagement opzionale Display di stato LCD dinamico Possibilità di monitoraggio, ottimizzazione e regolazione dell autoconsumo Solar-Log 300 Per impianti di

Dettagli

24/7. Monitoraggio da remoto Semplice, intelligente e sicuro. www.danfoss.it/solar. Soluzioni per il monitoraggio di impianti FV con inverter Danfoss

24/7. Monitoraggio da remoto Semplice, intelligente e sicuro. www.danfoss.it/solar. Soluzioni per il monitoraggio di impianti FV con inverter Danfoss MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Monitoraggio da remoto Semplice, intelligente e sicuro Soluzioni per il monitoraggio di impianti FV con inverter Danfoss 24/7 monitoraggio in tempo reale con tecnologia ConnectSmart

Dettagli

97,3% Gamma di inverter fotovoltaici Danfoss DLX Prestazioni e flessibilità in un design user-friendly. Per impianti residenziali da 2,0 kw a 4,6 kw

97,3% Gamma di inverter fotovoltaici Danfoss DLX Prestazioni e flessibilità in un design user-friendly. Per impianti residenziali da 2,0 kw a 4,6 kw MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Gamma di inverter fotovoltaici Danfoss DLX Prestazioni e flessibilità in un design user-friendly Per impianti residenziali da 2,0 kw a 4,6 kw 97,3% di efficienza massima Prestazioni

Dettagli

LISTINO INVERTER SOLARMAX. Energroup Italia è un marchio Tec Security

LISTINO INVERTER SOLARMAX. Energroup Italia è un marchio Tec Security LISTINO INVERTER SOLARMAX Energroup Italia è un marchio Tec Security Via Milano, 85-20013 Magenta (MI) Italy Tel. +39 02.97299740 Fax. +39 02.97284753 E-mail: sales@energroup-italia.it www.energroup-italia.it

Dettagli

Accessori. Molteplici opzioni per il controllo e il monitoraggio di impianti

Accessori. Molteplici opzioni per il controllo e il monitoraggio di impianti Accessori Molteplici opzioni per il controllo e il monitoraggio di impianti 68 fotovoltaici Ingecon Sun Comunicazione Opzioni per la comunicazione con gli inverter tramite PC Funzionamento remoto e SCADA.

Dettagli

Grado di protezione IP 65 Classe di protezione Condizioni ambientali Da - 25 C a + 55 C

Grado di protezione IP 65 Classe di protezione Condizioni ambientali Da - 25 C a + 55 C 52 / Guida Pratica Prodotti e Servizi Accessori per inverter / I nostri accessori completano tutti gli impianti FV, semplificano l installazione e provvedono alla necessaria sicurezza del sistema Fronius

Dettagli

SolarMax Serie S. Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo.

SolarMax Serie S. Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo. SolarMax Serie S Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo. La soluzione convincente. Da oltre 20 anni sviluppiamo inverter senza trasformatore. I nostri ricercatori e ingegneri

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì - Prof. Arch. Pasquale Falconetti IMPIANTI FOTOVOLTAICI AGGIORNAMENTO 15/05/2013 ENERGIA SOLARE e IRRAGGIAMENTO

Dettagli

FRONIUS IG. Inverter centralizzato FV POWERING YOUR FUTURE

FRONIUS IG. Inverter centralizzato FV POWERING YOUR FUTURE FRONIUS IG Inverter centralizzato FV POWERING YOUR FUTURE IL FENOMENO LA CENTRALE ELETTRICA PERSONALE Il fotovoltaico è in continua ascesa, a tutto beneficio dell ambiente e dei bilanci energetici. La

Dettagli

Versioni Standard BT WiFi BT/WiFi PM+ PM+/WiFi GPRS PM+/GPRS Meter

Versioni Standard BT WiFi BT/WiFi PM+ PM+/WiFi GPRS PM+/GPRS Meter Years Dimensioni massime dell impianto 2000 kwp Powermanagement e controllo cos phi opzionali Rappresentazione grafica e comandi sul TFT-Touch-Display a colori e sul LCD-Status-Display dinamico Monitoraggio

Dettagli

ISMG Inverter Solare. Descrizione Generale. Selezione Modello. Codice d Ordine ISMG 1 50 IT. Approvazioni RD 1663/2000 RD 661/2007 DK5940

ISMG Inverter Solare. Descrizione Generale. Selezione Modello. Codice d Ordine ISMG 1 50 IT. Approvazioni RD 1663/2000 RD 661/2007 DK5940 ISMG 1 60 Descrizione Generale Elevato range d ingresso fotovoltaico (da 100VCC a 450VCC) e controllo MPP Tracking Fino a 2 / 3 MPP Tracking indipendenti controllati da un esclusiva tecnologia Smart MPPT

Dettagli

Controllo di impianti FV. per la serie di inverter FRONIUS IG POWERING YOUR FUTURE

Controllo di impianti FV. per la serie di inverter FRONIUS IG POWERING YOUR FUTURE Controllo di impianti FV per la serie di inverter FRONIUS IG POWERING YOUR FUTURE AMANTE DELLA COMUNICAZIONE CONTROLLO E VISUALIZZAZIONE DELL IMPIANTO FV FRONIUS IG SIGNAL CARD Sicurezza grazie alla funzione

Dettagli

Ottieni di più dal tuo impianto fotovoltaico!

Ottieni di più dal tuo impianto fotovoltaico! Monitoraggio Ottieni di più dal tuo impianto fotovoltaico! Dettaglio dei valori in uscita e storico delle performance Sicurezza e allarmi Per PC, laptop e iphone Soluzioni per sistemi da 500 W a 200 kw

Dettagli

Foglio dati tecnici VITOVOLT VITOVOLT. Vitovolt 100 Tipo RA1, RB1. Vitovolt 200 Tipo RE2, RF2. Vitovolt 200 Tipo SC2, SD2, SE2, SF2

Foglio dati tecnici VITOVOLT VITOVOLT. Vitovolt 100 Tipo RA1, RB1. Vitovolt 200 Tipo RE2, RF2. Vitovolt 200 Tipo SC2, SD2, SE2, SF2 VITOVOLT Sistemi fotovoltaici Foglio dati tecnici VITOVOLT Vitovolt 100 Tipo RA1, RB1 Vitovolt 200 Tipo RE2, RF2 Vitovolt 200 Tipo SC2, SD2, SE2, SF2 Moduli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica

Dettagli

SolarMax serie P L inverter ideale per gli impianti residenziali in grid parity

SolarMax serie P L inverter ideale per gli impianti residenziali in grid parity SolarMax serie P L inverter ideale per gli impianti residenziali in grid parity IL MENSILE DEL FOTOVOLTAICO 96,7 % radiazione elevata Sputnik Engineering Solarmax 5000P ottimo www.photon.info/laboratorio

Dettagli

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Danfoss CLX Series. Guida rapida CLX GM SOLAR INVERTERS

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Danfoss CLX Series. Guida rapida CLX GM SOLAR INVERTERS MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Danfoss CLX Series Guida rapida CLX GM SOLAR INVERTERS Sommario Sommario 1. Istruzioni importanti 2 Introduzione 2 Simboli 2 Istruzioni di sicurezza 2 2. Panoramica del prodotto

Dettagli

www.metasystem.it MetaSystem S.p.A. Via Galimberti, 8-42100 Reggio Emilia - ITALY Tel. +39 0522 364 111 - Fax +39 0522 308 382 info@metasystem.

www.metasystem.it MetaSystem S.p.A. Via Galimberti, 8-42100 Reggio Emilia - ITALY Tel. +39 0522 364 111 - Fax +39 0522 308 382 info@metasystem. MetaSystem S.p.A. Via Galimberti, 8-42100 Reggio Emilia - ITALY Tel. +39 0522 364 111 - Fax +39 0522 308 382 info@metasystem.it www.metasystem.it 202500 Copyright by MetaSystem 09/2007 Printed in Italy

Dettagli

Energia Solare Fotovoltaica

Energia Solare Fotovoltaica Energia Solare Fotovoltaica Sezione 5 Il Progetto di un impianto fotovoltaico Corso di ENERGETICA A.A. 011/01 Docente: Prof. Renato Ricci Dipartimento di Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche Dati

Dettagli

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA ALLEAGATO A1 SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di

Dettagli

PROGETTO SCUOLA. IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 85,10 KWp RELAZIONE TECNICA

PROGETTO SCUOLA. IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 85,10 KWp RELAZIONE TECNICA 1 PROGETTO SCUOLA IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 85,10 KWp RELAZIONE TECNICA COMMITTENTE : COMUNE DI BOBBIO PIAZZA SANTA CHIARA, 2 29022 BOBBIO (PC) 1 GRAZIA MARIACONCETTA PERAZZO (Ingegnere civile,idraulico,sanitario,geometra)

Dettagli

Enerpoint, fotovoltaico dal 2001

Enerpoint, fotovoltaico dal 2001 Enerpoint, fotovoltaico dal 2001 Enerpoint S.p.A è oggi una dei top player del mercato fotovoltaico europeo nello sviluppo di grandi impianti fotovoltaici e nella distribuzione di componenti di qualità

Dettagli

Gli Inverter Sunways

Gli Inverter Sunways Gli Inverter Sunways Cenni Storici Agosto 1996: Agosto 2002: Marzo 2003: Maggio 2003: Giugno 2005: Ottobre 2005: Giugno 2007: Marzo 2008: introduzione sul mercato degli inverter solari senza trasformatore

Dettagli

La radiazione solare che raggiunge il pianeta Terra può essere convertita in energia elettrica mediante:

La radiazione solare che raggiunge il pianeta Terra può essere convertita in energia elettrica mediante: La radiazione solare che raggiunge il pianeta Terra può essere convertita in energia elettrica mediante: - la conversione fotovoltaica, che permette la trasformazione diretta dell energia solare in elettricità

Dettagli

SUNGUARD ENERGY TOUCH

SUNGUARD ENERGY TOUCH SUNGUARD ENERGY TOUCH Sistema di monitoraggio per sistemi fotovoltaici www.aros-solar.com Power Warning EVO Alarm SunGuard Energy Touch Il SunGuard Energy Touch è un sistema di monitoraggio per impianti

Dettagli

NELLE PAGINE SEGUENTI PRESENTIAMO SOLUZIONI DI ACCUMULO ENERGIA PER VARIE TIPOLOGIE DI IMPIANTI:

NELLE PAGINE SEGUENTI PRESENTIAMO SOLUZIONI DI ACCUMULO ENERGIA PER VARIE TIPOLOGIE DI IMPIANTI: Prodotti per impianti di nuova realizzazione NELLE PAGINE SEGUENTI PRESENTIAMO SOLUZIONI DI ACCUMULO ENERGIA PER VARIE TIPOLOGIE DI IMPIANTI: IMPIANTI CON PRESENZA DI RETE ELETTRICA E DI CONTATORE DI CONSUMI

Dettagli

Sunways Solar Inverter AT 5000, AT 4500, AT 3600, AT 3000 e AT 2700

Sunways Solar Inverter AT 5000, AT 4500, AT 3600, AT 3000 e AT 2700 OLAR INVERTER Sunways Solar Inverter AT 5000, AT 4500, AT 3600, AT 3000 e AT 2700 Grazie alla topologia HERIC con innovativo circuito FP (a potenziale fisso), i nuovi Solar Inverter AT di Sunways offrono

Dettagli

Serie MT di SolarMax. Progettazione e design di impianti distribuiti, in considerazione dell'impedenza di rete. Informazioni tecniche

Serie MT di SolarMax. Progettazione e design di impianti distribuiti, in considerazione dell'impedenza di rete. Informazioni tecniche Serie MT di SolarMax Progettazione e design di impianti distribuiti, in considerazione dell'impedenza di rete Informazioni tecniche Contenuti 1 Introduzione 3 2 Punto di connessione alla rete 4 3 Configurazione

Dettagli

introduzione introduzione soluzione acquisizione dati elaborazione e archiviazione dati interfaccia utente personalizzazioni

introduzione introduzione soluzione acquisizione dati elaborazione e archiviazione dati interfaccia utente personalizzazioni In un impianto fotovoltaico una corretta manutenzione e un efficiente sistema di monitoraggio sono fondamentali per la rilevazione di guasti o malfunzionamenti. I fattori che influiscono sul corretto funzionamento

Dettagli

Inverter di stringa Danfoss FLX per impianti fotovoltaici

Inverter di stringa Danfoss FLX per impianti fotovoltaici MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Danfoss Solar Inverters Concept Paper Inverter di stringa Danfoss FLX per impianti fotovoltaici Danfoss Solar Inverters A/S Concept Paper edizione 1 febbraio 2014 1. Introduzione

Dettagli

Energia fotovoltaica Case history

Energia fotovoltaica Case history Energia fotovoltaica Case history Dott. Ing. Gianluca Benghi ING. GAETA & C. S.r.l. - SISTEMI ELETTRICI Latina 26 Marzo 2007 Convegno sulle energie rinnovabili e risparmio energetico Chi siamo La Soc.

Dettagli

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOT OVOL T AICO GREEN POWER

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOT OVOL T AICO GREEN POWER il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOT OVOL T AICO NEVERNIGHT di Bruno Nicola sede: Corso Italia, 57 Mugnano di Napoli - 80018 (NA) tel.: 081 0605099 fax: 081 01531374 cell.: 347 6153012-392 3066398 e

Dettagli

Tegola voltaik. Il tetto del futuro PREFA trasforma l energia pulita del sole in corrente elettrica per la tua casa

Tegola voltaik. Il tetto del futuro PREFA trasforma l energia pulita del sole in corrente elettrica per la tua casa Tegola voltaik NEW Il tetto del futuro PREFA trasforma l energia pulita del sole in corrente elettrica per la tua casa TEGOLA PREFA VOLTAIK PREFA, produttore di sistemi di coperture e facciate in alluminio,

Dettagli

Ottieni di più dal tuo impianto fotovoltaico!

Ottieni di più dal tuo impianto fotovoltaico! Monitoraggio Ottieni di più dal tuo impianto fotovoltaico! Dettaglio dei valori in uscita e storico delle performance Sicurezza e allarmi Per PC, laptop e iphone Soluzioni per sistemi da 500 W a 200 kw

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 19,04 Kwp Sede Andria via Guido Rossa 21 Art. Descrizione U.M. Q,tà Prezzo unitario Totale A.1.01 B.1.01 B.1.02 B.1.03 SISTEMI DI MONTAGGIO

Dettagli

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire le

Dettagli

Diagnostica Impianti Fotovoltaici

Diagnostica Impianti Fotovoltaici Diagnostica Impianti Fotovoltaici Tecnologia fotovoltaica Presente e futuro Trend di mercato Integrazione architettonica Integrazione nelle Smart Grid Raggiungimento della grid parity Sfide tecnologiche

Dettagli

Inverter centrali Conergy IPG C / CIS. Prestazioni ai massimi livelli

Inverter centrali Conergy IPG C / CIS. Prestazioni ai massimi livelli Inverter centrali Conergy IPG C / CIS Prestazioni ai massimi livelli Il vantaggio Conergy: Conergy è l'unica azienda al mondo a produrre in proprio sistemi fotovoltaici completi. Prestazioni ai massimi

Dettagli

ISMG 3 Inverter Solare Trifase 15kW 20kW. Descrizione Generale. Autorizzazioni. Codice per l Ordine ISMG 3 15 EN. Potenza di Output Massima

ISMG 3 Inverter Solare Trifase 15kW 20kW. Descrizione Generale. Autorizzazioni. Codice per l Ordine ISMG 3 15 EN. Potenza di Output Massima 15kW 20kW Ampio range di tensioni di input MPP da 400 a 850Vcc 2 Circuiti di tracciatura MPP indipendenti ed efficienti Sistema di filtraggio e di sicurezza integrato conforme alle relative norme europee

Dettagli

Monitoraggio Impianti Fotovoltaici

Monitoraggio Impianti Fotovoltaici Monitoraggio Impianti Fotovoltaici Descrizione del sistema Sistema innovativo per diagnostica e monitoraggio degli impianti fotovoltaici a livello stringa. Due o più schede di misura per stringa: una sul

Dettagli

Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio

Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio Questo modulo è dedicato all illustrazione del progetto definitivo di un impianto da 9,9 kw situato nel comune di Roma. Progetto definitivo di un impianto

Dettagli

2. Impianto fotovoltaico di Soragna

2. Impianto fotovoltaico di Soragna 2. Impianto fotovoltaico di Soragna L impianto considerato nella simulazione è quello dello stabile comunale di Soragna destinato a mensa scolastica, ubicato in Via Veneto 1, Soragna (PR), a 26 m sul livello

Dettagli

SolarMax Serie S. Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo.

SolarMax Serie S. Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo. SolarMax Serie S Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo. La soluzione convincente. Da oltre 20 anni sviluppiamo inverter senza trasformatore. I nostri ricercatori e ingegneri

Dettagli

Gli impianti fotovoltaici

Gli impianti fotovoltaici Gli impianti fotovoltaici 1. Principio di funzionamento Il principio di funzionamento dei pannelli fotovoltaici è detto "effetto fotovoltaico". L' effetto fotovoltaico si manifesta nel momento in cui una

Dettagli

Componenti per impianti fotovoltaici

Componenti per impianti fotovoltaici Componenti per impianti fotovoltaici Inverter SunEzy Quadri stringa SunEzy Interruttori automatici in c.c. C60PV-DC Interruttore non automatico in c.c. C60NA-DC Interruttore non automatico in c.c. SW60-DC

Dettagli

1. PREMESSA 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO

1. PREMESSA 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO 1. PREMESSA Il presente progetto prevede la realizzazione di un impianto fotovoltaico connesso in rete della potenza di 19.68 kwp da installare sulla copertura del CIMITERO Comunale di Misano Gera D Adda.

Dettagli

PRINCIPIO BASE DI FUNZIONAMENTO

PRINCIPIO BASE DI FUNZIONAMENTO Il sistema di supervisione permette di analizzare e controllare l insieme dei dati dell applicazione fotovoltaica utilizzando infrastrutture informatiche standard (PC con collegamento ad Internet). Complemento

Dettagli

PowerRouter Solar Battery Autoconsumo

PowerRouter Solar Battery Autoconsumo PowerRouter Solar Battery Autoconsumo the PowerRouter > Genera la tua energia elettrica dall'energia solare > Immagazzina l'elettricità autoprodotta > Utilizza l'energia accumulata > Risparmia sui costi

Dettagli

COMUNE di SAN BASILE (Prov. di CS)

COMUNE di SAN BASILE (Prov. di CS) COMUNE di SAN BASILE (Prov. di CS) PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTO FOTOVOLTAICO - A SERVIZIO della SEDE della SCUOLA ELEMENTARE CENTRO di Via CAVOUR - Progetto Cofinanziato dalla Linea di Intervento 2.1.1.1

Dettagli

SOLON SOLraise. Massima resa su tetti con parziale ombreggiamento.

SOLON SOLraise. Massima resa su tetti con parziale ombreggiamento. SOLON SOLraise EIT SOLON SOLraise. Massima resa su tetti con parziale ombreggiamento. Aumento di rendimento fino al 25% Sistema di tracciamento MPP su ogni modulo Può essere utilizzato su tetti parzialmente

Dettagli

MAZZA OSVALDO. Via Roma, 26/a 35010 Campo San Martino (PD) IMPIANTO FOTOVOLTAICO POTENZA 3,375 KWP GRID CONNECTED

MAZZA OSVALDO. Via Roma, 26/a 35010 Campo San Martino (PD) IMPIANTO FOTOVOLTAICO POTENZA 3,375 KWP GRID CONNECTED MAZZA OSVALDO Installazione e manutenzione impianti elettrici civili ed industriali Via Roma, 26/a 35010 Campo San Martino (PD) IMPIANTO FOTOVOLTAICO POTENZA 3,375 KWP GRID CONNECTED RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Il dispositivo per massimizzare l autoconsumo di energia

Il dispositivo per massimizzare l autoconsumo di energia PowerRouter Accumulo e gestione intelligente dell energia Il dispositivo per massimizzare l autoconsumo di energia Il PowerRouter rappresenta la soluzione ottimale per sfruttare l energia prodotta da un

Dettagli

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,

Dettagli

Moduli Fotovoltaici. Conergy PowerPlus serie P

Moduli Fotovoltaici. Conergy PowerPlus serie P Moduli Fotovoltaici Conergy PowerPlus serie P Modulo fotovoltaico di dimensioni 1.651 986 46 mm costituito da 60 celle in silicio policristallino ciascuna collegata in serie alla successiva tramite 3 contatti

Dettagli

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOTOVOLTAICO

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOTOVOLTAICO il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOTOVOLTAICO soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia NELLE ABITAZIONI E NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Enel Green Power, attraverso la Rete in franchising Punto Enel

Dettagli

Impianti Fotovoltaici

Impianti Fotovoltaici Impianti Fotovoltaici prof. ing. Alfonso Damiano alfio@diee.unica.it Per informazioni: Sardegna Ricerche Edificio 2 - Loc. Piscinamanna Pula (CA) Tel. 070 9243.2161 / Fax 070 9243.2203 lab.fotovoltaico@sardegnaricerche.it

Dettagli

Questo opuscolo di Würth Solergy vi è stato dato da:

Questo opuscolo di Würth Solergy vi è stato dato da: Questo opuscolo di Würth Solergy vi è stato dato da: DIENECKARPRINZEN.6/07/5 /LAN Würth Elektronik Italia s.r.l Würth Solergy Via Stazione 51 I - 39044 Egna (BZ) Tel. +39 (0471) 82 83 80 Fax. +39 (0471)

Dettagli

Il presente documento ha lo scopo di fornire una panoramica di queste due applicazioni. Pagina 1 di 7

Il presente documento ha lo scopo di fornire una panoramica di queste due applicazioni. Pagina 1 di 7 IMPIANTI FOTOVOLTAICI Un impianto fotovoltaico è un impianto per la produzione di energia elettrica. La tecnologia fotovoltaica permette di trasformare direttamente l energia solare incidente sulla superficie

Dettagli

SolarMax 330TS-SV / 360TS-SV. La soluzione completa per grandi installazioni fotovoltaiche

SolarMax 330TS-SV / 360TS-SV. La soluzione completa per grandi installazioni fotovoltaiche SolarMax 330TS-SV / 360TS-SV La soluzione completa per grandi installazioni fotovoltaiche Modulare e flessibile L inverter SolarMax TS-SV è la scelta migliore per le installazioni fotovoltaiche direttamente

Dettagli

REN FV1/2050-2300 KIT MODULARE FOTOVOLTAICO L ACCESSO SEMPLICE AL CONTO ENERGIA PRODURRE ENERGIA IN MODO FACILE, RISPARMIANDO. SPECIFICHE TECNICHE

REN FV1/2050-2300 KIT MODULARE FOTOVOLTAICO L ACCESSO SEMPLICE AL CONTO ENERGIA PRODURRE ENERGIA IN MODO FACILE, RISPARMIANDO. SPECIFICHE TECNICHE REN FV1/2050-2300 L ACCESSO SEMPLICE AL CONTO ENERGIA PRODURRE ENERGIA IN MODO FACILE, RISPARMIANDO. SPECIFICHE TECNICHE Il kit fotovoltaico proposto da RENERGIES ITALIA costituisce un vero e proprio impianto

Dettagli

Un sistema professionale per monitorare l impianto Fotovoltaico

Un sistema professionale per monitorare l impianto Fotovoltaico 2 Un sistema professionale per monitorare l impianto Fotovoltaico SolarBit Management è stato concepito per l'utilizzo da parte di installatori e manutentori di impianti Fotovoltaici. Il sistema, basato

Dettagli

Un sistema unico per l energia del futuro

Un sistema unico per l energia del futuro Un sistema unico per l energia del futuro ingrandimento dell inverter integrato in ogni stringa di 4 pannelli Trasmissione Radio Spread Spectrum Il sistema fotovoltaico PianetaSole Beghelli, è composto

Dettagli

REGIONE PUGLIA Area sviluppo, lavoro ed innovazione P.O. FESR 2007/2013 - Linea di intervento 2.4 - Azione 2.4.1. Comune di Carmiano

REGIONE PUGLIA Area sviluppo, lavoro ed innovazione P.O. FESR 2007/2013 - Linea di intervento 2.4 - Azione 2.4.1. Comune di Carmiano REGIONE PUGLIA Area sviluppo, lavoro ed innovazione P.O. FESR 2007/2013 - Linea di intervento 2.4 - Azione 2.4.1 Comune di Carmiano Intervento di efficientamento energetico e miglioramento della sostenibilità

Dettagli

Impianto fotovoltaico

Impianto fotovoltaico 16 16 Impianto fotovoltaico totalmente integrato kw Fornitura materiale per un sistema fotovoltaico trifase, completo di ogni accessorio, con potenza di picco pari a 15,96kWp. Costruito con numero 12 stringhe

Dettagli

Specifica Tecnica. Ezylog. Sistema di Monitoraggio. Impianto Fotovoltaico

Specifica Tecnica. Ezylog. Sistema di Monitoraggio. Impianto Fotovoltaico SOLUZIONI PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI Specifica Tecnica Ezylog Sistema di Monitoraggio Impianto Fotovoltaico Pag. 1 /12 1.1. PRESCRIZIONI GENERALI 1. SCOPO La presente specifica ha lo scopo di definire i

Dettagli

SOLAR. Diamo energia ad un futuro migliore. Energia e Innovazione Kit solari fotovoltaici per istallazioni commerciali

SOLAR. Diamo energia ad un futuro migliore. Energia e Innovazione Kit solari fotovoltaici per istallazioni commerciali Diamo energia ad un futuro migliore SOLAR Energia e Innovazione Kit solari fotovoltaici per istallazioni commerciali I kit fotovoltaici ENN Solar ad uso commerciale sono progettati per l installazione

Dettagli

italiano CONFORME CEI 0-21 linea inverter STL touch screen grafico a colori datalogger integrato presa USB a pannello Indoor/Outdoor

italiano CONFORME CEI 0-21 linea inverter STL touch screen grafico a colori datalogger integrato presa USB a pannello Indoor/Outdoor italiano CONFORME CEI 0-21 linea inverter STL touch screen grafico a colori datalogger integrato presa USB a pannello Indoor/Outdoor tecnologia d avanguardia Inverter di concezione avanzata e prestazioni

Dettagli

Solar Smart Gate, Il data logger di nuova generazione. La gestione intelligente dei tuoi parchi fotovoltaici

Solar Smart Gate, Il data logger di nuova generazione. La gestione intelligente dei tuoi parchi fotovoltaici Solar Smart Gate, Il data logger di nuova generazione La gestione intelligente dei tuoi parchi fotovoltaici Angelo Santoro, Fondatore & CEO L efficienza energetica e le energie rinnovabili giocano un ruolo

Dettagli

allegato 1 SPECIFICHE TECNICHE DI FORNITURA FORNITURA DI PANNELLI FOTOVOLTAICI

allegato 1 SPECIFICHE TECNICHE DI FORNITURA FORNITURA DI PANNELLI FOTOVOLTAICI allegato 1 SPECIFICHE TECNICHE DI FORNITURA FORNITURA DI PANNELLI FOTOVOLTAICI Produttore: SOLARWORLD AG Modello: Sunmodule SW205 poly Garanzia sul rendimento dei moduli: 25anni con decadimento delle prestazioni

Dettagli

FOTOVOLTAICO FOTOVOLTAICO

FOTOVOLTAICO FOTOVOLTAICO 284 KIT 3 kw 285 KIT 6 kw 286 KIT 10 kw 287 KIT 20 kw KIT 280 Il fotovoltaico Fondital propone oggi gli strumenti per contribuire, con una energia amica della natura, a raggiungere gli ambiziosi obiettivi

Dettagli

Componenti per impianti fotovoltaici

Componenti per impianti fotovoltaici Componenti per impianti fotovoltaici Inverter SunEzy 152 Quadri stringa SunEzy 154 Interruttori automatici in CC C60PV-DC Interruttore non automatico in CC C60NA-DC Interruttore non automatico in CC SW60-DC

Dettagli

Impianto fotovoltaico non integrato 1,5

Impianto fotovoltaico non integrato 1,5 Impianto fotovoltaico non integrato 1,5 kw Fornitura materiale per un sistema fotovoltaico monofase, completo di ogni accessorio, con potenza di picco pari a 1,52kWp. Costruito con numero 1 stringa di

Dettagli

Sistema di monitoraggio remoto per impianti fotovoltaici

Sistema di monitoraggio remoto per impianti fotovoltaici Sistema di monitoraggio remoto per impianti fotovoltaici Powered by 1 INFORMAZIONI GENERALI AMPERYA EYES Amperya EYES è la nuova soluzione di telecontrollo creata da Amperya per la supervisione di tutti

Dettagli

Nuova energia ai tuoi progetti. La prima tegola che trasforma l'energia solare in elettricità

Nuova energia ai tuoi progetti. La prima tegola che trasforma l'energia solare in elettricità Nuova energia ai tuoi progetti La prima tegola che trasforma l'energia solare in elettricità Tegole e fotolvoltaico: alleanza perfetta Il pannello solare che è innanzitutto una tegola: La stessa qualità

Dettagli

STRUTTURE DI SUPPORTO MODULARI PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI

STRUTTURE DI SUPPORTO MODULARI PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI STRUTTURE DI SUPPORTO MODULARI PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI I pali di fondazione, a seconda della tipologia del terreno, possono essere a punta con profilo aperto (versioni A, più adatte a terreni compatti)

Dettagli

Collegabile: Visualizzazione: Disponibile con: GPRS

Collegabile: Visualizzazione: Disponibile con: GPRS Solar-Log 200, così piccolo e così efficiente 6 GPRS L utilizzo del Solar-Log 200 è garantito da un PC con un comune browser Web. Non è necessaria l installazione di software. In qualsiasi momento è possibile

Dettagli

Descrizione di un moderno sistema di controllo del punto luce a LED

Descrizione di un moderno sistema di controllo del punto luce a LED DOCUMENTO DIVULGATIVO Descrizione di un moderno sistema di controllo del punto luce a LED DDPL04I2 rev.2 0511 Pag. 1 di 14 S O M M A R I O 1. GENERALITA 3 2. MONITORAGGI E COMANDI UTILIZZABILI NEL SISTEMA

Dettagli

COMPONENTI PER IMPIANTI FOTOVOLTACI

COMPONENTI PER IMPIANTI FOTOVOLTACI SMD SI LANCIA NELLE RINNOVABILI CON I QUADRI DI CAMPO PER IMPIANTI FV SMD Sud Elettronica, nata nel 1998, rappresenta un partner qualificato per aziende alla ricerca di una struttura professionale dedicata

Dettagli

Impianti Fotovoltaici:

Impianti Fotovoltaici: Impianti Fotovoltaici: mantenimento + sicurezza = CONVENIENZA L impianto fotovoltaico è una centrale elettrica che necessita di manutenzione periodica, per assicurare l efficienza produttiva ottimizzando

Dettagli

SPECIFICA TECNICA. Leonardo String Box Control

SPECIFICA TECNICA. Leonardo String Box Control CARATTERISTICHE SPECIFICA TECNICA Leonardo String Box Control PARAMETRI INGRESSO Range di tensione in Ingresso V 200 900 Max. corrente di stringa A 16 Numero di canali di misura 10 Numero stringhe in ingresso

Dettagli

NOVITA GUIDA CEI 82-25 Relatore: Massimo Gamba Membro CEI CT 82

NOVITA GUIDA CEI 82-25 Relatore: Massimo Gamba Membro CEI CT 82 NOVITA GUIDA CEI 82-25 Relatore: Massimo Gamba Membro CEI CT 82 1 NOVITA GUIDA CEI 82-25 1. Novità normative: guida CEI 82-25 edizione settembre 2010 2. Novità tecniche: impianti fotovoltaici a concentrazione

Dettagli

SUNNY MINI CENTRAL. Realizzare e progettare impianti fotovoltaici eccellenti

SUNNY MINI CENTRAL. Realizzare e progettare impianti fotovoltaici eccellenti SUNNY MINI CENTRAL Realizzare e progettare impianti fotovoltaici eccellenti Precisione Progettazione mirata dell impianto FV Progettare e realizzare sistemi FV eccellenti di medie e grandi dimensioni non

Dettagli

Monitoraggio: acquisizione dati, supervisione e gestione di una centrale operativa.

Monitoraggio: acquisizione dati, supervisione e gestione di una centrale operativa. Monitoraggio: acquisizione dati, supervisione e gestione di una centrale operativa. Massimo Tribolati, NovaProject, a cura di Comprel CHI SIAMO... NOVAPROJECT S.r.l. NovaProject è una giovane azienda in

Dettagli

Solar-Log WEB Commercial Edition Informazione di prodotto

Solar-Log WEB Commercial Edition Informazione di prodotto Solar-Log WEB Commercial Edition Informazione di prodotto 1 Indice 1 Panoramica e target group... 3 2 Layout delle pagine... 3 3 Monitoraggio dell impianto...4 3.1 Monitoraggio dell impianto...4 3.2 Protocollo

Dettagli

Econtek. Tecnologie per l'energia e il controllo LAMPIONE STRADALE FOTOVOLTAICO TECNOLOGIA LED SOX

Econtek. Tecnologie per l'energia e il controllo LAMPIONE STRADALE FOTOVOLTAICO TECNOLOGIA LED SOX LAMPIONE STRADALE FOTOVOLTAICO TECNOLOGIA LED SOX Zero spese di energia elettrica massima sicurezza da folgorazione recupero dei vecchi pali e dei cavi interrati riciclandoli zero manutenzione linee elettriche

Dettagli

Inverter Power-One Aurora Serie PLUS e PLUS-HV: guida al dimensionamento del generatore fotovoltaico con Aurora Designer e Power One String Tool

Inverter Power-One Aurora Serie PLUS e PLUS-HV: guida al dimensionamento del generatore fotovoltaico con Aurora Designer e Power One String Tool Inverter Power-One Aurora Serie PLUS e PLUS-HV: guida al dimensionamento del generatore fotovoltaico con Aurora Designer e Power One String Tool Author: Gianluca Marri Approver: Antonio Rossi Date: 2012/05/03

Dettagli

Sistema di monitoraggio impianti fotovoltaici Issue 2.0. energia dalla natura

Sistema di monitoraggio impianti fotovoltaici Issue 2.0. energia dalla natura Sistema di monitoraggio impianti fotovoltaici Issue 2.0 energia dalla natura Minori costi di gestione e maggior rendimento dell impianto fotovoltaico Gaia Energy propone un sistema di monitoraggio () in

Dettagli

Coperture fotovoltaiche. Materiali e loro impiego. Regole tecniche di connessione. Manutenzione degli impianti. Monitoraggio degli impianti

Coperture fotovoltaiche. Materiali e loro impiego. Regole tecniche di connessione. Manutenzione degli impianti. Monitoraggio degli impianti Materiali e loro impiego Regole tecniche di connessione Manutenzione degli impianti Monitoraggio degli impianti Materiali e loro impiego Pannelli: con e senza cornice, su supporto rigido o flessibile Inverter:

Dettagli

Gli impianti fotovoltaici

Gli impianti fotovoltaici Gli impianti fotovoltaici 1. Principio di funzionamento degli impianti fotovoltaici La tecnologia fotovoltaica permette di trasformare direttamente l energia solare incidente sulla superficie terrestre

Dettagli